STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 23 giugno 2018

Royal Ascot, day 5: Merchant Navy regala al Coolmore le Diamond. Harry Angel bloccato in gabbia! 79° per Stoute

Diamond Jubilee Stakes (Group 1) (British Champions Series): Un finale ad effetto, degno della chiusura al Royal Ascot. Nonostante non sia stato un Royal Ascot esaltante per Aidan O'Brien, finalmente nella prova conclusiva al massimo livello è arrivata la sua prima di questo meeting reale, dopo tante delusioni. A vincere è stato un meritevole Merchant Navy (Fastnet Rock) che ha resistito sia agli attacchi di Bound For Nowhere (The Factor), che aveva provato a gettarsi addosso al rivale per farsi portare quando colto in crisi, ma soprattutto di City Light (Siyouni) che ha recuperato da una partenza bruttissima ma si è messo piano piano sulle gambe ed ha insidiato la leadership dell'australiano, riuscito a resistere con la sua lingua penzoloni di un muso. 
Male invece il favorito Harry Angel (Dark Angel), rimasto quasi incollato con il posteriore nel suo stallo dopo essersi mosso e dopo l'inserimento con la coperta "magica" che stavolta però non è stata utile. Sembra anche sia rimasto incastrato con una gamba. Partito lasciando li con 3 o 4 lunghezze di ritardo, è rimasto sempre nelle retrovie. Sta di fatto che la maledizione con Ascot continua, al momento siamo 5 a 0 per l'impianto reale. Male anche Redkirk Warrior (Notnowcato), al quale effettivamente l'aria di casa non fa benissimo. 
Merchant Navy è un 3 anni (ma nato in Novembre), figlio di Fastnet Rock (Danehill), stallone che funziona per 70,000 euro, con mamma da Snippets che ha un pedigree già da stallone. In generale ha vinto 7 corse sulle 10 disputate, con altri 2 piazzamenti all'attivo.

Royal Ascot, day 4: Alpha Centauri si conferma Regina del miglio, sue le Coronation. Di seguito il report completo..

Coronation Stakes (Group 1) (British Champions Series) (Fillies): La vera star del quarto giorno del Royal Ascot è stata indiscutibilmente Alpha Centauri (Mastecraftsman), la quale ha vinto a tempo di record le Coronation Stakes G1 finendo sui 1600 con un tempo di 1m 35,89s realizzando un tempo mai fatto registrare sul miglio di Ascot, con ben 6 lunghezze e mezzo di margine nei confronti di Threading (Exceed And Excel) e la mezza sorpresa Veracious (Frankel), con al quarto posto Billesdon Brook (Champs Elysees), che aveva vinto le 1000 Ghinee di Newmarket nei confronti di Laurens poi vincitrice di Diane. 
Dunque una edizione delle Coronation sopra standard, vinte da una cavalla che ha confermato le 1000 Ghinee del Curragh, quando vinse nettamente. 
Al momento si tratta sicuramente della femmina più forte sul tema del miglio. Alpha Centauri è la prima vincitrice al Royal Ascot per la sua allenatrice Jessica Harrington che ha sottolineato come il terreno scorrevole sia stata la chiave per vincere una corsa con una cavalla mastodontica, dalla misura notevole tanto che sulla bilancia pesa 520 chili. Si tratta di una homebred della famiglia Niarchos che lo scorso anno arrivò ad un soffio nella vittoria delle Albany Stakes G3. Ma sulla qualità del pedigree, nulla da eccepire. Figlia di uno stallone come Mastercraftsman (Danehill Dancer) e facente parte di una famiglia ricca di qualità che fa capo a Miesque (Nureyev), vincitrice di 10 G1 per la famiglia Niarchos, e madre di gente come Kingmambo (Mr Prospector) e East Of The Moon (Private Account), da una cui figlia nasce proprio Alpha Centauri. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO QUI.

Notiziario Anac. Liquidate le Provvidenze allevatori del 2011. Aste SGA in training del 24 Giugno, pubblicato il catalogo

L'A.N.A.C. (Associazione Nazionale Allevatori Cavalli Purosangue) informa che è stato finalmente abbiamo tagliato il traguardo delle Provvidenze 2011. È stata una corsa lunghissima e difficile ma alla fine, grazie al continuo lavoro dell'associazione, sono stati liquidate le provvidenze agli aventi diritto da parte del MIPAAF.
Si pregano gli Allevatori di voler controllare l’avvenuto accredito e dare comunicazione alla Segreteria A.N.A.C. affinché, nel caso, lo Staff possa verificare con gli uffici competenti del Ministero la Vs. posizione.
Per informazioni contattare l'ufficio ed in particolare Barbara Iovenali (A.N.A.C. Associazione Nazionale Allevatori Cavalli purosangue). Viale Caprilli 30, 20151 MILANO. Ph: +39 02.39210416, Ph: +39 02.33004116, Fax: +39 02.33004061. www.anacpurosangue.com; b.iovenali@anacpurosangue.com. A.N.A.C. SEMPRE AL FIANCO DEGLI ALLEVATORI !!!!! Per continuare a leggere la news cliccare sul tastino qui sotto..

venerdì 22 giugno 2018

Mondo del Turf: La raffica di news in 5 minuti. Frankie addio Al Shaqab. I partenti del Primi Passi ed il calendario di Luglio con lo Spritz Day il giorno del GP Milano. E poi tante curiosità dal mondo dall'America e Nuova Zelanda

Con il solito post tipo raffica diamo qualche news breve ma meritevole di attenzione, su tutto ciò che circonda l'attualità in giro per il mondo sui cavalli da corsa, e sugli uomini. Insomma, una news da bere in 5 minuti, magari mentre siete in pausa dal lavoro. Per leggerla arrivate fino in fondo, perchè merita..
La news è sponsorizzata dallo stallone SAKHEE'S SECRET (Sakhee), attualmente leader tra i 2 anni in Italia con ben 6 vittorie all'attivo grazie a Coming Soon, partente domenica nel Primi Passi, e poi Astro Miss, Eagleway, Fast Lane, Sharkattack, Spina di Rose, a conferma di uno degli stalloni "proven" nel panorama italiano. 
Sakhee's Secret, nella foto accanto con Francesco Loi, è stato campione in corsa sul tema della velocità e record horse per numero di vincitori nelle sue prime annate, ha prodotto cavalli che VINCONO IN TUTTO IL MONDO, SU TUTTE LE DISTANZEFiglio di Sakhee (Bahri) in corsa è stato uno sprinter sopraffino quando allenato da Hughie Morrison per Bridget Swire, ed ha vinto 5 corse in carriera tra cui la July Cup G1, una corsa che crea stalloni, nella quale ha battuto i fortissimi Dutch Art (Medicean), Red Clubs (Red Ransom), ed Amadeus Wolf (Mozart), che si sono anche rivelati come stalloni importanti in razza. Sakhee's Secret è stato un campione nel suo segmento, diventando nel 2007 Champion 3yo Sprinter in Europa con una valutazione da parte del Timeform di 128, un valore molto alto.
Per contatti e prenotazione monte: Francesco Loi: +39 334 664 7177  Mail: info@allevamentosifra.com.  L'allevamento Si.Fra. si trova a CASCINA RONDELLO; Via Cavour, 15 - 10067 Vigone (TO). PAGINA UFFICIALE FACEBOOK CLICCANDO QUI
Per continuare a leggere la news clicca sul tastino qui sotto...

giovedì 21 giugno 2018

Royal Ascot, day 3: Frankie Dettori vittoria nella Gold Cup con Stradivarius, e addio Al Shaqab! Il report del 3° giorno..

Gold Cup (Group 1) (British Champions Series): Bisogna aggiornare i conti, ancora una volta. Frankie Dettori ha ottenuto la vittoria numero 60 al Royal Ascot, ma non è tutto. Per John Gosden la vittoria numero 47 al Royal Ascot. Il protagonista, come sempre, è un cavallo. Stradivarius (Sea The Stars), homebred di Bjorn Nielsen, che con un balzo e grazie ad una monta di Dettori appunto ha risolto nei confronti di Vazirabad (Manduro), che sembrava avercela fatta, e la sorpresa Torcedor (Fastnet Rock) al terzo con Order Of St George (Galileo), favorito, quarto ma senza argomenti poco dopo l'ingresso in retta
Stradivarius, un cornone da distanza e progressivo tanto da aver vinto la sesta corsa in carriera in 11 uscite da cavallo tardivo, aveva vinto lo scorso anno il Queen's Vase G2 ed era rientrato quest'anno a York nella Yorkshire Cup di metà Maggio, vincendo. Imbattuto nella stagione, Stradivarius ha ribaltato il riferimento con il Coolmoriano (altro favorito a picco) della Long Distance Cup di Ottobre, regalando a Dettori la vittoria numero 6 in questa corsa. Ancora presto per fare programmi, ma è un cavallo da coppe o da St Leger irlandese, aperto anche agli anziani, di metà Settembre al Curragh. Ma molto probabilmente correrà la Goodwood Cup G1 di Agosto, dove è favorito.

mercoledì 20 giugno 2018

Ascot: Sir Michael Stoute è il trainer più vincente al Royal Ascot con 77 affermazioni. Superato il Maestro Henry Cecil..

Con una doppietta nel secondo giorno del Royal Ascot, SIR MICHAEL STOUTE ha ottenuto le vittorie numero 76 e 77 diventando l'allenatore più vincente della storia del prestigioso meeting, superando in un solo giorno Sir Henry Cecil che era leader fino allo scorso anno a quota 75, apparigliato proprio dal trainer inglese sul finire del meeting del 2017. Al secondo giorno del 2018, ecco l'obiettivo superato che va certamente celebrato. Prima ha fatto lo scalpo di Cracksman con Poet's Word, poi dopo la vittoria con Expert Eye ha così commentato, omaggiando il suo predecessore Sir Henry Cecil: "Henry did most of his training when this was a four-day meeting. Nobody respects him greater than I did as a trainer". Complimenti Sir, un signore vero. 
In generale, il palmares del 72enne allenatore della Regina, vanta 5 vittorie nelle 2,000 Guineas con Shadeed (1985), Doyoun (1988), Entrepreneur (1997), King's Best (2000), Golan (2001), 2 vittorie nelle 1000 Ghinee con Musical Bliss (1989), Russian Rhythm (2003). 
Ed ancora, 2 edizioni delle Oaks con Fair Salinia (1978), Unite (1987), 5 vittorie nel Derby di Epsom con Shergar (1981), Shahrastani (1986), Kris Kin (2003), North Light (2004), Workforce (2010), 1 vittoria nel St Leger ed il titolo di Champion Trainer per ben 10 volte nel 1981, 1986, 1989, 1994, 1997, 2000, 2003, 2005, 2006, 2009. 
I cavalli più significativi sono stati certamente Shergar, Marwell, Royal Heroine, Shareef Dancer, Shahrastani, Shadeed, Green Desert, Kribensis, Zilzal, Ezzoud, Gay Gallanta, Opera House, Singspiel, Pilsudski, Petrushka, Kalanisi, Daliapour, Golan, Russian Rhythm, Kris Kin, North Light, Notnowcato, Islington, Conduit, Harbinger, Workforce, Estimate, Ulysses ed infine ecco anche Poet's Word, che gli ha regalato le Prince Of Wales's Stakes per la seconda volta, ed Expert Eye che ha vinto le Jersey alla conclusione della seconda giornata.

Royal Ascot, day2: Sconfitta clamorosa per Cracksman per mano di Poet's Word. Marco Botti vince con Aljazzi in G2

Prince Of Wales's Stakes (Group 1) (British Champions Series): Due indizi, a questo punto, fanno una prova. Cracksman (Frankel) non è al massimo della forma, e non ci vuole un genio per capirlo. L'importante è invece capire cosa c'è dietro a quello che ad oggi è considerato il più forte cavallo europeo, favorito in antepost dell'Arc de Triomphe di Ottobre. 
Dopo aver vinto un pò così la Coronation Cup G1, frutto di una giornata nella quale ci si è messo il tracciato, il terreno ed una capocciata all'uscita dalle gabbie, ad Ascot non ci sono apparenti scuse per giustificare una sconfitta arrivata da favorito a 2/5, con quota in salita, in maniera inattesa con Poet's Word (Poet's Voice) che ha limato le 7 lunghezze subite in Ottobre nelle Champion Stakes, ed ha battuto di forza il favoritissimo del meeting del Royal Ascot pur montato a fondo da Frankie, con James Doyle che invece ha accompagnato il suo dotato di grande verve in questa fase della stagione. Insomma, chi si aspettava un Cracksman esplosivo è rimasto certamente insoddisfatto. Il jockey italiano ha provato a dare una spiegazione, raccontando un cavallo pigro, completamente differente da quello dello scorso anno, con queste parole: "He's not the same animal I've been riding in the spring. He was very lethargic. He's not the Cracksman that I know".

martedì 19 giugno 2018

Royal Ascot: Without Parole vince le St James da imbattuto, come suo padre Frankel. Blue Point nelle King's Stand

St James's Palace Stakes (Group 1) (Colts) (British Champions Series): Allora, rifacciamo i conti. 58° vittoria al Royal Ascot per Frankie Dettori (poi diventate 59 all’ultima corsa), la 45° (Poi diventata la numero 46 co Monarchs Glen, hat trick per i 2 in giornata) per John Gosden e tutto questo grazie ad un cavallo che si chiama Without Parole (Frankel), rimasto imbattuto in 4 uscite e capace di produrre una grandissima prestazione nelle St James Palace's Stakes G1, vinte con il piglio del più forte ed approfittando di una tattica che ha agevolato tantissimo il suo gran finale.
Il 3 anni ha seguito da vicino le orme di Us Navy Flag che ha imbastito un ritmo altissimo, e con il figlio di Frankel che lo ha prima affiancato e poi sopravanzato per resistere a Gustav Klimt (Galileo) con al terzo Wootton (Wootton Basset) al quale va dato l'oscar dello scemo per aver percorso vie impervie, ma che forse non sarebbero servite per avvicinare il vincitore. Ricordiamo come Without Parole abbia saltato le varie Ghinee causa contrattempo, ma si è presentato fresco all'appuntamento mettendo in campo una grande condizione e finendo in spinta con un tempo finale di 1m 38.64s (fast by 0.36s), anche in questo caso si tratta di record!

Royal Ascot, day 1: Accidental Agent a 33/1 nelle Queen Anne Stakes, #Calyx tutto suo padre nelle Coventry Stakes!

Queen Anne Stakes (Group 1) (British Champions Series): Subito una mega sorpresona ad illuminare il Royal Ascot. A vincere la prima prova del convegno, dopo il "carriage" con tanto di Regina Elisabetta II di giallo "canarino" vestita e la presenza di Meghan Markle fresca sposina di Henry, è stato Accidental Agent (Delegator), di professione cavallo da corsa progressivo, che ha sfruttato la buona andatura di quelli davanti mettendo in campo una forma invidiabile e mettere il collare all'altra sorpresa Lord Glitters (Whipper), con al terzo Lighting Spear (Pivotal) e al quarto Century Dream (Cape Cross). Il tempo finale è stato di 1m 38.85s (slow by 0.25s).
Abbiamo citato in particolare il terzo ed il quarto delle Queen Anne proprio per giustificare una prestazione inattesa di un cavallo d 33/1, con linee che provengono da lontano e si sono confermate, anche se i più attesi inevitabilmente hanno deluso ma ne parliamo più sotto. Accidental Agent infatti, allenato da Eve Johnson Houghton per i colori di R F Johnson Houghton e con Charles Bishop in sella, ha cominciato la stagione dei 4 anni finendo terzo in una Listed di Ascot, su tracciato e distanza delle Queen Anne, producendo una delle migliori prestazioni della carriera, trascinandosi una forma da Listed acquisita l'anno precedente (vedi Lord Glitters da cui ha perso e che ha battuto). Poi, forte di quella convinzione di essere maturato, ha tentato a Newbury le Lockinge G1 di Maggio finendo sesto ma a 5 lunghezze da Rhododendron e Lightning Spear con corsa che, una volta rivista, lo ha visto fornire una gran bella prestazione.

Aste in training, Goffs London Sale 2018 con fatturato di £3,7. Compra tutto Vichai Srivaddhanaprabha.. Il report qui!

Nella magnifica location di Kensington Gardens in Londra, sono andate in scena le Goffs London Sale 2018, un catalogo ricco di qualità nel quale è possibile fare affari (non a basso costo), nel giorno prima del Royal Meeting. In generale erano presenti 32 cavalli in catalogo, di cui effettivamente offerti 30, venduti 13 (il 43%) con un movimento completo di £3,710,000 (-18% rispetto ai £4,525,000 dello scorso anno con 12 venduti) ed una media di £285,385 (-24%) ed il mediano a £300,000 (-12%). 
Nel Garden Party allestito per l'occasione, sotto un sole mite nel parco reale e di fronte a piatti con uova di quaglia, si è consumata la licitazione in una location esclusiva. 
Chi ha fatto la voce grossa, come lo scorso anno del resto, è stata l'agenzia Sackville Donald che ha speso complessivamente £2,105,000, con £55,000 spese in più rispetto allo scorso anno ma con lo stesso numero di cavalli acquistati, ben 6. 
Stavolta ha agito per conto di Vichai Srivaddhanaprabha, tycoon thailandese e proprietario del Leicester City F.C. che sotto le insegne della King Power sta investendo molto nell'ippica. Ha acquistato 4 potenziali campioni e corridori al Royal Meeting 2018 me il top price è stato per la fattrice Belle Josephine (Dubawi), già madre di Mildenberger (Teofilo), secondo di Dante Stakes G2 ed in corsa per le King Edward G2 di venerdì, in una sorta di pacchetto completo come da foto di fianco.

lunedì 18 giugno 2018

Il bello della domenica: Ipompieridiviggiu centra il Bersaglio, Laurens meritato alloro Classico a Chantilly nel Diane

Ci apprestiamo a vivere una settimana intensissima, ma quella appena trascorsa ha avuto degli spunti meritevoli di menzione. Facciamo un pò il punto di quanto accaduto nel fine settimana nei principali campi in Europa.
  • Cominciamo con Milano San Siro dove, ad una settimana dal Primi Passi G3 di cui parleremo nelle prossime ore, è andato in scena il Premio Bersaglio Lr sui 1200 metri vinto dal tre anni Ipompieridiviggiu (Pastoral Pursuits) che è tornato ad offrire lo standard dei 2 anni per vincere a livello di Stakes battendo gli anziani, in particolare il buon Zapel (Kyllachy) ricacciato indietro da Fabio Branca che poi ha messo tra se e l'avversario una lunghezza, facendo perno anche sul vantaggio di chili quantificabile in 4 chili e mezzo. Al terzo posto un eccellente Swallow Street (Sir Prancealot), cresciutissimo per Michelino Bebbu, che ha collezionato così la sua prima piazza a livello di Stakes. Il tempo finale è stato di 1m 10,00s. Ipompieridiviggiu, vincitore del Primi Passi la scorsa stagione, ha effettuato anche un tentativo nel Papin prima di un lungo stop. Rientrato bene ha tentato il Parioli senza esito ma correndo bene, e poi è tornato all'antico amore dello sprint, decisamente più opportuno per uno della sua caratura. Allevato dalla Azienda Agricola Rosati Colarieti, è prodotto della inedita Sabdala (Sakhee), una sorellastra della buonissima Adamantina (Diktat), champion 2 year old, piazzata di G3 e Listed a 3 e 4 anni. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

domenica 17 giugno 2018

Inghilterra: Royal Ascot 2018, tutto pronto per uno spettacolo incredibile! Ecco tutto quello che non dovete perdere..

Quanto manca? Poco. Il Royal Ascot è dietro l'angolo, mancano solo un paio di giorni e poi saremo pronti per uno spettacolo imperdibile. Cinque giorni di corse, ma soprattutto cinque giorni di unicità. Si, perchè il Royal Ascot illumina. Il Royal Ascot accelera le particelle, accende la luce. Siete pronti per un altro viaggio? Bene. Sarà magnifico. 
Si tratta del "Meeting" per eccellenza, quello che ogni anno fa vibrare l'anima in un turbinio di emozioni, e ferma tutto il resto. L'ippica andrà avanti, ma il Royal è il Royal.
Ci sono tantissimi motivi per assistere al Royal edizione 2018, ma in realtà lo è sempre stato così. Dal 1711, da ben 307 anni. Innanzitutto perchè è...bellezza allo stato puro. Cultura, classe, eleganza, tradizione. 
L'ippodromo del Berkshire si riempirà di opere d'arte sotto forma di qualsiasi cosa avverrà. Godiamocelo incantati, liberi e vogliosi di tifo verso le belle storie, le scommesse da prendere, gli insulti a chiunque butti una corsa su un cavallo che abbiamo giocato. Indipendentemente da tutto, cercheremo di raccontare la bellezza e l'unicità, seppure da lontano. Anzi, se siete sul campo e decidete di buttare qualche riga, siete i benvenuti. Ringraziamo allora in primis Nicola Lagianella che ci ha inviato una spettacolare foto dall'alto del "tramezzino" di Ascot, scattata direttamente dall'aereo. Bella, no?

Italians all'estero: Ecco il punto della situazione dei nostri tra Giappone, Hong Kong, Corea del Sud e Francia

Ancora un pò di italianità in pillole, completando il discorso intrapreso nella giornata di ieri, in giro per il mondo con i nostri alfieri pronti a farsi onore. Anche in questo caso preghiamo i lettori di informarci di altre storie, qualora qualcuna ci sia sfuggita. Lo facciamo alla maniera social, con i post dei vari protagonisti delle storie che raccontiamo, sui rispettivi account Facebook, Instagram o Twitter.
La news è sponsorizzata dal Circoletto Rosso, il sindacato di proprietari in Italia che sta crescendo mese dopo mese. Ancora qualche quota di Fico Senza Spine, Divine Intuition, Beauty Serenity e di alcuni 2 anni sono disponibili. Visita il sito: http://www.circolettorosso.it/ per maggiori informazioni e per prendere contatto con la nuova realtà.
  1. GIAPPONE: Partiamo dal Giappone dove Mirco Demuro sta facendo un bel testa a testa in classifica JRA con CP Lemaire. Sabato Mirco è andato liscio con 0 vittorie ad Hanshin ed è stato raggiunto a quota 75 in testa, ma domenica ha ha vinto 3 corse e dunque ha fatto + 3 sul collega francese. Le vittorie sono arrivate nelle le The Unicorn Stakes G3 sul miglio in sella a Le Vent Se Leve (Symboli Kris S) per Kiyoshi Hagiwara ed i colori della G1 Racing Co. Ltd., poi con Lord Aqua (Lord Kanaloa) per Hidekazu Asami ed i colori della Lord Horse Club e con Breathtaking (Deep Impact) per Noriyuki Hori ed i colori della Sunday Racing Co. Ltd.
  2. HONG KONG: Rimanendo ad Oriente ma parlando di Hong Kong Alberto Sanna ha vinto la sua 16° corsa della stagione a Sha Tin nel Lei Yue Mun Park Handicap (Class 3) (3yo+) (Course C+3) (Turf) da £70,000 al primo, in sella a Mr Lumieres (Congrats) per D J Haii ed i colori di Allen Shi Lop Tak. Qui sotto trovate la foto postata da Alberto sul suo account Instagram con la quale festeggia la sua ultima impresa.

sabato 16 giugno 2018

Nuova Zelanda: Il jockey Aaron Kuru cade alla prima fence, ma incredibilmente rimonta in sella e vince la corsa

Una cosa stranissima è accaduta in Nuova Zelanda. Ma prima di farvi vedere il video che sta facendo il giro della rete vi raccontiamo che si tratta di una incredibile storia. Fermatevi, qualsiasi cosa stiate facendo, e guardate il video che vi proponiamo più sotto. 
Il protagonista è Aaron Kuru, jockey di Waikato, che era in sella a Des De Jeu nella prima corsa di Awapuni, nel ITM Frame and Truss Maiden Steeplechase, un corsa in steeple sui 3200 dove si parte con le gabbie e dove partiva da co-favorito. 
Al salto della prima fence il suo, un 5 anni allenato da Mark Oulaghan, è caduto ed ha scodellato in terra il suo interprete che però non si è perso d'animo e, grazie ad una forma di gravità favorevole, o per una questione di forza centrifuga, o semplicemente per un colpo di..magia, è balzato di nuovo in sella al suo come fosse tirato su da qualche entità superiore ed è salito di nuovo a cavallo, ma non è tutto. Per vedere il seguito della storia ed il video clicca su continua a leggere..

Affari italiani: Le news in chiave tricolore del periodo. Carlo Ancelotti festeggia Il Pittore su Twitter, aste, corse etc..

Con la presente facciamo un post che riguarda cose soprattutto italiane accadute nelle ultime ore. Dopo la vittoria di Sea Of Class a Newbury ne sono successe di altre, e chiaramente chiediamo sempre l'aiuto del pubblico da casa qualora ci fossimo dimenticati di qualcosa. Lo inseriremo prontamente.

  • Apriamo con una news interessante che arriva dalla Francia ed in particolare per la vittoria de Il Pittore (Mr Greeley9 in Francia, a Longchamp, che ha vinto il Prix du Jeu de Paume (Handicap) (4yo+) (Turf), un handicap da circa €10,000 al primo. Per Il Pittore era la quinta affermazione in carriera e la prima del 2018, per un cavallo allenato da Alessandro Botti (la 17° nell'anno) e di proprietà della Scuderia dei Duepi che fa capo a Carlo Ancelotti, neo allenatore del Napoli, che ha festeggiato con un tweet che trovate qui sotto. Fatto inusuale per un personaggio del suo calibro, ma una corsa "normale" è stata vista almeno 32,000 volte. Potenza mediatica.... 
  • Domani domenica trasferta transalpina per Endo Botti a Chantilly: In pista infatti il 4 anni Loskhar, appartenente a Manuela Daverio, nel QATAR DERBY DES PUR-SANG ARABE DE 4 ANS G1, con €150,000 di dotazione, con la monta di Cristian Demuro. Il jockey italiano, che sarà impegnato in sella a Barkaa (Siyouni) nel Prix de Diane Longines G1, le Oaks francesi, monterà anche Merisi (Elusive Quality) nel Prix Paul de Moussac Longines G3, sul miglio per 3 anni. I CAMPI PARTENTI QUI.

venerdì 15 giugno 2018

Tv ippica: Online la 7° puntata di PRIMI PASSI. Ecco gli argomenti di questa settimana e gli ospiti..

ONLINE anche la 7°, e penultima, puntata di PRIMI PASSI! In questa settimana abbiamo parlato con LEONARDO CIAMPOLI, patron della "Sopran", che ci ha rivelato alcuni aneddoti della sua azienda che da il nome alla scuderia, ma soprattutto di SOPRAN ARTEMIDE, la esaltante vincitrice del Premio Crespi che oltre ad averci raccontato come è arrivato all'acquisto della figlia di Bungle Inthejungle, ci ha rivelato una succosa curiosità sul suo allevamento! Per il link clicca sul tastino continua a leggere più in basso..
Poi, con Luigi Di Dio abbiamo parlato dell'interessantissimo SARBAN e degli altri 2 anni di scuderia (non solo dell'Avvocato) e poi con Diego Dettori abbiamo parlato di SHARKATTACK, il suo secondo 2 anni a vincere in questa stagione, dopo un particolare problema nel giorno del suo "primo debutto", che con un pizzico di fortuna in più sarebbero anche di più.

Valori: Longines World’s Best Racehorse Rankings, Justify è quarto a 124. Winx sempre la capolista a 130!

A distanza di qualche giorno dalla vittoria nelle Belmont Stakes G1 che hanno regalato a Justify la triple crown, sono usciti anche i valori prodotti dal Longines World’s Best Racehorse Rankings, secondo il quale nulla è mutato rispetto allo standard precedente. Justify (Scat Daddy) è sempre quarto in Classifica con un rating di 124. I tre anni, da questo punto di vista, partono sempre un filo indietro nelle gerarchie. 
Infatti la leader è ancora la campionessa australiana Winx (Street Cry) con un valore di 130, tornata nei giorni scorsi nelle scuderie di Chriss Waller ed in procinto di riprendere la cavalcata nella primavera australiana che la porterà a tentare il quarto Cox Plate G1 passando per le..Winx Stakes G1 del 18 Agosto, mentre al secondo posto c'è il campione americano Gun Runner (Candy Ride) che ha concluso la carriera magnificamente a Gulfstream Park nella Pegasus World Cup G1. Gun Runner, entrato in razza, vanta un 129 di rating davanti a Cracksman (Frankel), rientrato vincendo, seppure faticando, nella Coronation Cup G1 di Epsom, con un valore di 124. A 124 come detto c'è Justify a pari merito con West Coast (Flatter), secondo sia di Gun Runner che di Thunder Snow nella Dubai World Cup.

giovedì 14 giugno 2018

Inghilterra: Sea Of Class si ripete con stile a Newbury in Listed. Allevata dalla Razza del Velino, tenterà in G1

A Newbury è andata in scena un bel po di italianità che vince grazie all'affermazione netta e decisa di Sea Of Class (Sea The Stars e Holy Moon), allevata dalla Razza del Velino, di proprietà della famiglia Tsui ed allenata da Willy Haggas, che ha surclassato le pari età nelle Johnnie Lewis Memorial British EBF Stakes (Registered as The Abingdon) (Listed Race) (Fillies) sui 2000 metri, replicando al successo di 3 settimane fa proprio a Newbury in una listed similare finendo sempre con uno scatto imperioso. 
Insomma, serviva una conferma di quella affermazione e la conferma è arrivata, con Willy Haggas che si è detto soddisfattissimo della prestazione della figlia di Sea The Stars (Cape Cross) che aveva saltato appositamente le Oaks che per stessa ammissione del suo trainer sarebbero arrivate troppo presto. Invece, così facendo, passo dopo passo sta venendo gradualmente avanti di condizione e di "mental strenght".

Mondo del Turf. Le news del 14 Giugno sponsorizzate dalla NBF LANES. Inghilterra, Francia, Italia, America, Australia..

Buongiorno appassionati di ippica! Anche oggi tante brevi news che un vero ippico deve conoscere per dire di essere un vero appassionato. In questa giornata parliamo di news che arrivano dall'Inghilterra, dall'America, dall'Italia e non solo. Se poi ci sono errori o omissioni, basta dircelo e implementeremo.
Tutte le news di cui abbiamo parlato, spaziando dalle aste ai cavalli italiani presenti in Inghilterra, alle news degli stalloni, ai cataloghi ed i risultati di asta, nonchè dell'inizio della stagione di Tagliacozzo e non solo.. basta cliccare più sotto e continuare a leggere..
La news è sponsorizzata dalla NBF LANES LINEA HORSE, Azienda che opera da oltre 25 anni nel settore degli integratori veterinari,  con un forte orientamento alla ricerca che ha permesso la realizzazione  di prodotti  innovativi, commercializzati dopo approfonditi ed estesi lavori clinici, in Italia, Inghilterra, Francia e Stati Uniti, offrono un’efficace risposta curativa  e migliorano la prestazione sportiva del cavallo atleta. 
PRODOTTI: I prodotti della Linea Horse di NBF Lanes, Doping-Free, supportano la corretta crescita del puledro e dello yearling, sono altresì specifici  per  il benessere delle articolazioni del cavallo atleta. Esaltando, migliorando le performance e facilitando il recupero dopo lo sforzo, intervengono significativamente nella cura e nella prevenzione delle patologie tipiche del cavallo sportivo. 
DOPING-FREE: La trasparenza prima di tutto. Dal momento che sono completamente di origine naturale, tutti gli integratori di NBFlanes sono Doping-Free. Per confermare la nostra serietà sul tema, abbiamo sottoposto i nostri integratori a severi test presso l’Irish Equine Centre, che ha stabilito l’assenza di sostanze proibite in tutti i cavalli cui era stato somministrato il prodotto. Maggiori informazioni cliccando sul sito: http://www.nbflaneshorse.com/. Se sei interessato a sponsorizzare le news mondoturf, chiedi informazioni a gabrielecandi@gmail.com. 

mercoledì 13 giugno 2018

Inghilterra, decisione presa: Masar sarà supplementato per le Coral-Eclipse di Sandown, bypassato Irish Derby

In Inghilterra l'ultima news riguarda la decisione da parte di Godolphin di dirottare Masar (New Approach), il vincitore del Derby di Epsom G1 verso le Coral-Eclipse G1 di Sandown sulla distanza dei 2000 metri, con curva a mano destra, primo vero confronto tra i 3 anni e gli anziani di un certo spessore, anzichè puntare sul bis Classico e dunque sul Derby irlandese del Curragh. 
La decisione è maturata dopo che Charlie Appleby ne ha discusso con gli uomini al vertice di Moulton Paddocks, convenendo che i 2000 metri siano la distanza ideale per il sauro da New Approach (Galileo), scheda stallone QUI, pur non escludendo del tutto l'opzione irlandese. Ma oramai la decisione è stata praticamente presa. 
Certo, dovranno essere sborsate le £30,000 della supplementazione, ma per questo Sheikh Mohammed non ha mai avuto problemi particolari e difatti nella schermata che vi proporremo più sotto non troverete il nome di Masar, perchè ufficialmente ancora non iscritto e supplementato, con formalizzazione che arriverà nelle prossime ore. Dunque l'appuntamento è al 7 Luglio su un tracciato, come quello di Sandown, abbastanza "flat" e che privilegia cambi di velocità. 

Mondo del Turf del 13 Giugno. Verso il Royal Ascot ed il Diane. News dall'America, Italia e allevamento..

Buongiorno a tutti. Anche in questa giornata facciamo una bella carrellata di notizie che ogni ippico si rispetti deve conoscere per poter essere aggiornato su tutto quello che accade nel mondo delle corse. Ce ne sarebbero tantissime, ovviamente, ma noi abbiamo selezionato per voi quello che riteniamo sia veramente meritevole di essere conosciuto. 
La news è sponsorizzata dalla Ticino Bloodstock, casa degli stalloni Affaire Solitaire, Blu Constellation e Benvenue. Sul sito anche informazioni sulla iniziativa "rent a mare". Maggiori informazioni cliccando qui: https://www.ticinobloodstock.it/
  • Per esempio, partendo dalle isole britanniche, diciamo che mancano 7 giorni al meeting più bello del mondo. Il Royal Ascot! Nei prossimi giorni faremo una adeguata presentazione, ma intanto vi diciamo che si partirà il 19 Giugno e si concluderà sabato 23 Giugno. Cinque giorni di passione ed eccentricità. I momenti più attesi? Sicuramente la presenza di Cracksman che, come anticipato ieri, correrà le Prince Of Wales's Stakes. Nei vari antepost spicca anche Order Of St George che sarà montato da Donnacha O'Brien, poi Welsey Ward che ha annunciato l'arrivo di circa 10 cavalli tra cui 5 puledre (si parla bene di Chelsea Cloisters, Shang Shang Shang, Stillwater Cove, Our Passion e Moonlight Romance) poi la solita Lady Aurelia che tenterà per il terzo anno consecutivo di vincere al Royal Ascot dopo Queen Mary del 2016 e King's Stand del 2017. I cavalli sono già arrivati in Inghilterra e stazioneranno presso Whatcombe Yard di Paul Cole.

martedì 12 giugno 2018

Mondo del Turf: Ecco le news da Francia, Inghilterra, Germania..ed Italia con l'asta in allenamento della SGA

Siamo a martedì 12 Giugno, diamo conto delle news del periodo spaziando qua e la per il globo ma soffermandoci soprattutto sulle news europee. Praticamente tutto quello che un appassionato deve sapere. La news è sponsorizzata dalla Goffs Uk di Doncaster. A breve il catalogo completo delle Doncaster Premier Yearling Sales 2018, da sempre una grande risorsa di qualità ed una grande opportunità per i proprietari che intendono acquistare un campione. Maggiori informazioni cliccando su questo link: https://www.goffsuk.com/sales-results/sales

  • Apriamo dicendo che ieri a Maisons-Laffitte si correva il Prix Marchand d'Or (Listed Race) (3yo) (Turf) dove era impegnato il nostro Sestilio Jet (French Fifteen), ma non tragga in inganno il risultato che dice "ultimo", perchè il cavallo di Andrea Marcialis è rimasto staffato perdendo il bilanciamento totale ed autoescludendosi di fatto dalla corsa. Un incidente di percorso, andrà rivisto. La corsa l'ha vinta Spaday (Exceed And Excel) per i colori della famiglia Wertheimer. IL RISULTATO QUI.

CIRCOLETTO ROSSO: A 2 anni dalla nascita si tirano le somme. Ecco le novità e le quote ancora disponibili di BEAUTY SERENITY, DIVINE INTUITION, VOCE POETICA e gli inediti. Entra anche tu nel team!

La Scuderia Circoletto Rosso è una delle più belle realtà del galoppo italiano. Si tratta di ragazzi giovani, volenterosi, appassionatissimi, che hanno voglia di vincere ed hanno dato vita ad un movimento in perenne crescita. 
Attraverso questa intervista che pubblichiamo, si rendono note le novità in vista, le quote disponibili dei vari cavalli di proprietà ed un quadro generale della situazione dopo 2 anni dalla nascita del sindacato stesso, che lega un gruppo disomogeneo di appassionatissimi da tutta Italia legati da un obiettivo comune e con un target fisso in testa: passare il traguardo per primi e stare bene insieme. Buona lettura!
Nonostante le irrisolte problematiche che affliggono l’ippica, esistono ancora belle realtà da raccontare che confermano come la passione resti viva ed anche propositiva. 
Una tra queste è senz’altro la SCUDERIA CIRCOLETTO ROSSO, un sindacato di proprietari e appassionati, attivo da quasi due anni tra Roma e San Rossore, che è riuscito a mettersi in luce grazie all’entusiasmo dei soci e agli ottimi risultati ottenuti in pista. 
Cerchiamo allora di fare il punto sulla attuale situazione del sindacato intervistando il suo coordinatore Pierpaolo Davini, che insieme a tutti gli altri soci sta portando avanti questo piccolo grande progetto condiviso.
Che bilancio hai tratto da questi primi due anni di Circoletto Rosso?
"Siamo partiti mettendoci passione e tanto impegno, con l'obiettivo di costruire un gruppo capace di dare vita a diversi progetti condivisi e legati, appunto,al mondo dei cavalli da corsa. Riteniamo il sindacato una formula vincente perché, seppure su numeri ristretti rispetto alle realtà estere,è in grado di allargare la base dell’ippica e fidelizzare gli appassionati permettendo loro di vivere questo sport da protagonisti, anziché da semplici spettatori. Farlo in Italia è tutt'altro che semplice, in altro momento storico avremmo probabilmente raggiunto ben altri numeri ma viste le premesse direi che il bilancio non può essere che positivo, almeno fino ad oggi".
Qualche numero?

lunedì 11 giugno 2018

Milano: Sand Zabeel respinge Flower Party nelle Oaks d'Italia. Acquisito un 104 di RPR. Ecco il meglio della domenica..

A Milano, di fronte ad una cornice di pubblico incredibilmente partecipativo, composto di circa 7000 unità, si è conclusa la stagione Classica con l'edizione 2018 delle Oaks D'Italia G2 tornata alle tedesche grazie alla vittoria di Sand Zabeel (Poet's Voice), la più pericolosa delle teutoniche, con in sella Edu Pedroza per Andreas Wohler che con una progressione attuata da vicino rispetto alla testa della corsa, ha tenuto botta su Flower Party (Duke Of Marmalade) riuscita a rifare tutto il gruppo ma non abbastanza in tempo per battere la straniera, rimanendo al secondo posto, con al terzo Sladina (Nathaniel) ad un paio di lunghezze e mezzo di distacco rispetto alla terza arrivata. 
Quarta, a completare il quadro, una meravigliosa Lapulced'acqua (Epaulette) dimostratasi di acciaio dopo aver frequentato in stagione qualsiasi segmento di distanza, dai 1200 ai 2200 metri. Quinta, per la cronaca, Wonder Of Lips (Champs Elysees) con sesta l'altra tedesca Abiona (Jukebox Jury). Il tempo finale è stato di 2m 14,8s.
La vincitrice, che ha aveva già collezionato un paio di affermazioni e l'ultima volta ad Hoppegarten era apparsa molto tonica e pronta, anche mentalmente, all'appuntamento come già descritto da noi in sede di presentazione, ha rischiato anche di vedere la propria prova vanificata da una sella andata molto indietro, come da foto. Si tratta di una figlia di Poet's Voice (Dubawi), stallone scomparso recentemente, ma che ha molto feeling con l'Italia tanto che i suoi figli hanno vinto tutte le Classiche italiane grazie a Poeta Diletto (Parioli), Mi Raccomando (Regina Elena), Summer Festival (Derby) ed appunto Sand Zabeel, di proprietà di Jader Abdullah.

Italians: Mirco Demuro fa 6 ad Hanshin, Umberto Rispoli vittoria numero 1500 in carriera e rinnovo licenza

La rubrica italians questa settimana apre con una prestigiosa suite di vittorie capitate in Giappone a Mirco Demuro che nel giro di poche ore ha collezionato 6 vittorie in un convegno, condito anche di altri tre piazzamenti, presso l'ippodromo che forse più di tutti ne esalta le doti: Hanshin.
Demurosan ha vinto 6 corse riprendendosi la leadership in classifica fantini a quota 75 affermazioni, tralasciando indietro Cp Lemaire a quota 74 mentre al terzo Yuga Kawada segue a 53 vittorie.
Sarà magari lo stimolo dell'arrivo di Joao Moreira, ma Mirco ha voluto dimostrare chi sia il vero "magicman". La corsa più importante vinta del fine settimana è stata con Omega Perfume (Swept Overboard) per Shogo Yasuda e Reiko Hara nel KAKOGAWA TOKUBETSU. 
Un altro risultato di pregio è stato collezionato da Umberto Rispoli che con la vittoria in sella a Diamond King (O'Reilly) nel Racing Club Handicap (Class 3) (3yo+) (Course C) (Turf) da £70,000 ha ottenuto la vittoria numero 1500 della sua carriera, festeggiata con una ampia gallery fotografica su Instagram di cui diamo conto più sotto. Umberto ha vinto la prima corsa nel 2005 a Varese, come specificato nel post social.

domenica 10 giugno 2018

America: Justify corona il sogno della Triple Crown, è il 13°! Dominio nelle Belmont Stakes, battuto Gronkowski. 6 su 6

Il sogno è di nuovo realtà. Justify (Scat Daddy), a distanza di 3 anni da American Pharoah che aveva dovuto attendere tantissimi anni dopo Affirmed per vincerla ancora, l'ha fatto di nuovo concretizzando il sogno di migliaia appassionati americani ma soprattutto di un team che giorno dopo giorno ha visto crescere le possibilità di avere un campione in casa, capace di imprese memorabili. Tutto, enormemente, meraviglioso.
Il campione di Bob Baffert, che aveva vinto l'altra triplice nel 2015, è diventato ufficialmente il 13° vincitore della triple crown americana con una grandissima prestazione nell'ultima leggendaria prova della triplice corona risolvendo da un capo all'altro le Belmont Stakes presented by NYRA Bets G1 da Belmont Park, sul miglio e mezzo, di fronte ad una folla oceanica composta di almeno 100,000 persone presenti sul campo, con milioni di appassionati collegati da tutto il mondo, ma soprattutto superando l'esame "big sandy", completando una suite di vittorie composta da 6 affermazioni consecutive da imbattuto. Il video della corsa disponibile più sotto..
Il cavallo di Bob Baffert, è di proprietà del China Horse Club, per i cui colori ha corso, poi Head Of Plains Partners Llc Et Al ma da registrare l'ingresso del nuovo socio nel magnate George Soros, imprenditore ed attivista ungherese naturalizzato statunitense, di cui hanno parlato anche nelle ultime ore 2 testate importanti, proprio Luigi Ferrarella sul Corriere della Sera (CLICCANDO QUI) e Francesco Boezi su Il Giornale (CLICCANDO QUI). Il sauro ha risolto con Mike Smith in sella che ha gestito i parziali in avanti per poi ripartire di slancio dagli attacchi dell'underdog Gronkowski (Lohnro), alla prima per Chad Brown, e al terzo il Juddmonte Hofburg (Tapit), considerato il secondo favorito della competizione.

sabato 9 giugno 2018

Milano: Henry Mouth si conferma, Sopran Artemide sorprende, Way Back illumina. Ecco gli highlights di San Siro

A Milano è andato in scena un gustoso antipasto della domenica delle Oaks d'Italia, in programma domenica. Sabato 6 belle corse con degli highlights imperdibili che hanno illuminato il pomeriggio caldo, ma con un bel pubblico presente sugli spalti. 
Partiamo dal Gran Premio d'Italia sui 2400 metri per cavalli di 3 anni, una sorta di consolazione del Derby Italiano, dove si sono confermate le linee del Nastro Azzurro con Henry Mouth (Henrythenavigator), secondo a Capannelle, che ha surclassato i rivali dopo aver seguito da vicino l'andatura imbastita in avanti da Havana Gold, con Cristian Demuro in sella che ha montato duro il suo fino a farlo emergere nettamente senza aver mai da patire, e finendo con un paio di lunghezze comode di vantaggio nei confronti di Old Juke (Jukebox Jury), la sorpresona a 40/1, con al terzo un dispersivo Old Fox (Lord Shanakill). La delusione si chiama Solvang (Nathaniel), ma che non si è trovato su terreno duro e da cavallo ancora non troppo maturo.
Henry Mouth, un fratellastro di Dylan Mouth (Dylan Thomas), vincitore di Derby, di Milano e di Jockey Club a San Siro, ha praticamente sbagliato solo il rientro a metà Marzo sul pesante di Roma, inanellando poi 3 vittorie in 4 uscite ed un secondo posto appunto nel Derby, forte del paraocchi che lo ha molto aiutato nella concentrazione. Si tratta di un prodotto della fattrice Cottonmouth (Noverre), allevato dall'Azienda Agricola Mariano, già madre di Per Un Dixir e Cotton Mouth, oltre al campione citato sopra, che ha completato il percorso in 2m 27,5s. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO QUI.

First Crop Sires: Calyx è il primo vincitore per Kingman, campione sul miglio. Immesso nel mercato al Royal Ascot..

Ne mancava solo uno all'appello, e puntualmente è arrivato. Kingman (Invincible Spirit), stallone first crop sire, è stato rappresentato dal primo vincitore proprio sabato pomeriggio grazie a Calyx che al debutto ha prodotto una bruciante accelerazione nelle AFT Fluorotec EBF Novice Stakes (Plus 10 Race), una maiden di Newmarket al July Course sui 1200 metri, con un tempo finale di 1m 12.56s (slow by 2.16s). 
Si tratta di un homebred di Khalid Abdullah allenato da John Gosden con Rob Havlin in sella, che ha lasciato a 5 lunghezze Octave (Dawn Approach) il quale aveva vinto la sua maiden a fine Maggio a Lingfield prendendo bei riferimenti. 
Sebbene ancora acerbo, Calyx ha mostrato delle doti fuori dal comune subito accompagnato da parole di elogio da parte del suo allenatore e da parte di Teddy Grimthorpe, racing manager di Juddmonte, che ha indicato come possibili obiettivi quelli delle July Stakes G2 sempre a Newmarket oppure le Superlative Stakes G2 sui 1400 metri di 2 giorni successivi, anche se il suo nome è stato inserito nei market vari delle prove per i 2 anni al Royal Ascot, ed in particolare per le Coventry Stakes G2, da sempre una corsa molto attesa per i 2 anni molto promettenti. 
La mamma è Helleborine (Observatory), seconda di Marcel Boussac G1 e vincitrice del Prix D'Aumale G3, sorella piena di African Rose che vinse la Haydock Sprint Cup G1. Ricordiamo che Kingman, funzionante al Banstead Manor Stud per £55,000, in corsa è arrivato secondo nelle 2000 Ghinee inglesi G1 e poi ha vinto in serie Prix Jacques le Marois, Irish 2000 Guineas Stakes, St James's Palace Stakes G1 e Sussex Stakes G1. 

Classifica stalloni first crop sires: Bungle Inthejungle leader a quota 10. Anche Le Vie Infinite e Lord Chaparral in classifica

Parlando di stalloni alla prima annata di produzione in pista, i cosiddetti First Crop Sires, facciamo il punto della situazione con classifica alla mano. Nei giorni prossimi faremo un punto della situazione sugli stalloni in generale, quelli più noti e già da qualche anno sulla breccia. Qui si parla dei "giovani" sire, quelli che stanno emergendo, per capire anche come si evolverà il mercato da qui in avanti. Comunque in fondo trovate la classifica completa in grafica.
Più o meno i più attesi sono stati rappresentati almeno da 1 vincitore, manca solo uno ed è Kingman (Invincible Spirit), che ancora deve entrare nel marcatore e funziona per £55,000, ma il più rappresentativo per numero di vincitori è stato certamente Bungle Inthejungle (Exceed And Excel) che su 29 cavalli che hanno corso ha lanciato 10 vincitori (dato aggiornato a sabato con la vittoria di Sopran Artemide nel Crespi NDR) con una percentuale winners/runners del 38%, un dato molto significativo, con somme vinte complessive dai suoi figli di €84,000 circa. Bungle Inthejungle, nella foto, funziona al Rathasker Stud per €5,000 ma i suoi figli sono stati molto popolari alle aste. 
Al secondo posto, ma al primo per somme vinte con oltre €162,000 prodotti dai suoi figli, c'è No Nay Never (Scat Daddy), residente al Coolmore per €25,000, che ha prodotto 4 vincitori su 12 che hanno corso con una percentuale dekl 33% e 5 vittorie. A proposito di No Nay Never ripetiamo la cantilena secondo la quale sia molto molto seguito anche perchè figlio di quello Scat Daddy (Johannesburg) tanto compianto e lanciatissimo nel mondo dell'allevamento. Tra i suoi figli, oltre a Justify, ce n'è uno emergente in Europa che potrà diventare ben presto stallone solo per pedigree. Si chiama Sergei Prokofiev ed è appunto uno Scat Daddy con mamma da Tapit. Di proprietà del Coolmore ha vinto 2 corse in serie accumulando oltre 11 lunghezze. Abbiamo idea che fra qualche anno parleremo di lui. 
Non ci disperdiamo e continuiamo il discorso sui "FCS".