STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2016. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2016 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

giovedì 11 febbraio 2016

La pagina Facebook di Mondoturf ha raggiunto i 2000 like! Grazie ai nostri lettori e agli sponsor

Forse non è un caso. Oggi l'immenso Frankel compie 8 anni. L'ultima creazione di Sir Henry Cecil è infatti nato l'11 Febbraio del 2008. E proprio l'11 Febbraio dello stesso anno nacque il sito che, ad oggi, vanta oltre 2 milioni di utenti. Ma questa è un'altra storia: quello che vogliamo celebrare oggi riguarda la pagina Facebook di Mondoturf la quale, proprio oggi, ha raggiunto il prestigioso risultato dei 2000 like! Cioè 2000 "mi piace", a cui corrispondono almeno 2000 grazie. Almeno, perchè ne dovremmo fare ancora di più ai nostri impagabili lettori che fanno di questo spazio anche il loro spazio dove esprimere idee, condividerle, promuoverle ma anche contestarle, polemizzarle ed estremizzarle, sempre nel rispetto dell'educazione, ma con con l'obiettivo unico di crescere attraverso il confronto!
Un risultato incredibile, una conquista che riteniamo sia meritata per tutti gli sforzi con i quali stiamo cercando di rimanere uno spazio unico nel suo genere. Una conquista assolutamente disinteressata, e quindi realmente premiante per chi ha investito in un progetto coraggioso e che ha fatto proprio della spontaneità delle relazioni il suo credo e la sua mission. Senza dimenticare gli sponsor che ci hanno sempre supportato!
Per parte nostra, ci piace considerare questi numeri nulla di più di un’anteprima della rivoluzione che porteremo. Siate sintonizzati, più che affamati e folli. 
Intanto, però, grazie. Grazie. Grazie. Grazie. Grazie. Grazie. Grazie...Qui lo scrivo, mentre sulla pagina abbiamo realizzato un video di ringraziamenti! Non la conosci? Clicca QUI e metti il MI PIACE. Se ti piace... ;)

mercoledì 10 febbraio 2016

Meydan, riecco il Carnival. Giovedì 11 Febbraio le 2000 e le 1000 Ghinee locali, più l'Al Shindagha G3 per gli sprinter

Day by day, step by step, cresce il Carnival di Meydan. La prima giornata Classica la vedremo giovedì 11 Febbraio, in occasione di un convegno che prevede le 2000 Ghinee G3 locali, le 1000 Ghinee Listed per femmine, l'Al Shindagha Sprint G3 per velocisti in ottica di Golden Shaheen. Ma non solo; Anche un mega handicap sul miglio e mezzo in erba, in ottica Sheema Classic (per i migliori, chiaro), e poi le solite corse difficili da interpretare. Non ci sono cavalli italiani ma solo professionalità...

domenica 7 febbraio 2016

Giappone: Satono Diamond vince il The Kisaragi Sho a Kyoto, prospetto Classico. Sigillo per Dario Vargiu in giornata

Il giro del mondo non finisce qui. In Giappone, nella domenica di Kyoto, due o tre spunti rilevanti. Uno di questi riguarda il THE KISARAGI SHO (VIDEO CORSA QUI) G3 dove a vincere è stato il buonissimo Satono Diamond (Deep Impact) con in sella Cp Lemaire per Yasutoshi Ikee e Hajime Satomi, con al secondo ed al terzo altri due figli di Deep Impact quali Les Planches e Leukerbad, quest'ultimo figlio della campionessa Azeri (Jade Hunter). Satono ha completato i 1800 metri in un buon 1m 46,90s che è il record della corsa. Satono è imbattuto in 3 uscite e guarda alle Classiche con fiducia. Da segnalare che in corsa c'erano anche Dario Vargiu e Mirco Demuro che non si sono piazzati rispettivamente con Mo Katteru (Unrivaled) e Roi Absolu (Zenno Rob Roy).
Satono Diamond (Deep Impact), pagato ¥230m alle JRHA Select Foal Sale, ha battuto dunque un altro cavallo costoso come Leukerbad (Deep Impact) da ¥240m. CP Lemaire ha detto che si tratta di un cavallo che segue tutte le andature e sprinta quando glielo chiedi, e dunque può correre a 1600 come a 2400 metri. Satono Diamond andrà diretto al Satsuki Sho G1, passando per questo Kisaragi Sho, corsa dalla quale sono passati cavalli come Special Week, Neo Universe, e poi Orfevre e Meisho Samson, che furono addirittura battuti qui. La mamma di Satono è Malpensa (Orpen), campionessa argentina vincitrice di Copa de Plata G1, una sorta di Lydia Tesio locale. Malpensa è stata allevata da Sandro Miserocchi (italo argentino che ha allevato anche Invasor), ha ora una femmina da Stay Gold, uno yearling femmina da Orfevre e visiterà ancora Deep Impact nel 2015.
Per Mirco a Kyoto una giornata all'asciutto dopo la tripletta di sabato (al massimo ha ottenuto un secondo posto), mentre Dario Vargiu ha vinto la sua seconda corsa della esperienza temporanea grazie all'affermazione in sella a Mikino Harmonie (Time Paradox) per Yuki Ohashi ed Hisakazu Taniguchi, ed un altro secondo posto.

Inghilterra: A Lingfield un film già visto, Rivellino vince le Cleves Stakes, Grendisar colpisce nel trial per il Winter Derby

In Inghilterra c'è pausa, ma la all weather la fa da padrone. Ma quello che è successo ieri lo abbiamo già visto lo scorso anno: Due Listed in programma, le Cleves Stakes e le Winter Derby Trial Stakes, vinte come lo scorso anno da Rivellino e Grendisar. Entrambi 6 anni, entrambi figli di Invincible Spirit (Green Desert), entrambi venduti a Goffs prima e alle Tattersalls breeze up sales a 2 anni, dopo. Nelle Cleves (VIDEO QUI) sui 1200 Rivellino, cavallo di Karle Burke con Dougie Costello a bordo, ha risolto come un anno fa con un bel finale per piegare Gamgoom (Exceed And Excel), da noi vincitore del Cancelli e NP nell'Omenoni G3, e la favorita sudafricana Cold As Ice (Western Winter). Per il sei anni è la sesta vittoria in carriera. Nel Winter Derby Trial (VIDEO QUI) l'andatura imposta dall'outsider Mitre Peak (Shamardal), ha dato la possibilità a Grendisar di vincere un anno dopo, ancora per Marco Botti e con la monta di Adam Kirby. Battuto il fava Festive Fare (Teofilo) e Lamar (Cape Cross), con quest'ultima che ha terminato qui la carriera ed andrà in razza. Per lei già prenotato Frankel. Correrà ancora Grendisar, un un esperto del sintetico: Ha vinto 5 volte a Lingfield e 3 a Kempton, obiettivo è quello del Winter Derby, ancora una volta, con il cavallo di Mohamed Albousi Alghufli che tenterà di vincere non essendoci mai riuscito.

America, Santa Anita: #Songbird vola in canter sulle Las Virgenes G2, obiettivo Santa Anita Oaks.. e poi Kentucky Derby!

Il sabato americano ci ha regalato altri notevoli spunti di interesse. Si perchè le nostre corse preferite sono proprio quelle dei 3 anni, quando i valori dei 2 anni migliorano oppure peggiorano. Una che ha le stimmate della campionessa vera ha allungato la sua striscia di vittorie a 5 consecutive. Lei è Songbird (Medaglia D'Oro), altra figlia di uno stallone che da anni è sulla breccia, la quale ha concluso senza mai uscire dal canter le Las Virgenes Stakes G2 di Santa Anita sul miglio. Vincitrice di Breeders Cup del suo segmento, la cavalla di Jerry Hollendorfer che ha fatto innamorare Mike Smith, uno che montava Zenyatta, ha portato la sua sul traguardo con 6 lunghezze e mezzo sulla seconda arrivata cioè la povera Land Over Sea (Bellamy Road) che le prende ogni volta che la incontra, e She's A Warrior (Majestic Warrior). Troppo brutta per essere vera Street Fancy (Street Sense), ultima lontana. IL VIDEO DELLE LAS VIRGENES QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Come amano fare in America. Imbattuta con 28 lunghezze e mezzo complessive accumulate e rifilate agli avversari. Va bene, era ad 1/5 e non ci dobbiamo meravigliare, piuttosto pensiamo quello che possa fare questa femmina dal fisico mascolino. Altro che Kentucky Oaks, qui c'è materiale da Derby dove, al momento, è proposta a 15/1 dietro a Mohaymen del quale abbiamo parlato la scorsa settimana. Songbird ha vinto in 1m36.84, ed il prossimo obiettivo dichiarato sono le Santa Anita Oaks del 9 Aprile su stesso tracciato e distanza. 
Sempre a Santa Anita si sono disputate le Robert B. Lewis Stakes G3 dove Bob Baffert, allenatore di American Pharoah, ha mandato in scena Mor Spirit (Eskendereya), con Gary Stevens, capace di vincere alla grande un test che vale sempre come la miglior preparazione per il Santa Anita Derby, e poi il Kentucky Derby. Seguitelo questo, perchè è uno che va forte. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
Nelle San Antonio Stakes (Grade 2) (VIDEO CORSA QUI) abbiamo visto un potenziale candidato alla Dubai World Cup in Hoppertunity (Any Given Saturday) che, per Bob Baffert e la monta di Flavien Prat, ha vinto risolvendo di muso nei confronti di Imperative (Bernardini).

America: #Mshawish passa il test Donn Handicap, battuto #Valid. Meydan è nell'agenda, obiettivo World Cup possibile

Ed ora che si fa? L'enigma della Sfinge ha colpito anche la connection dell'Al Shaqab Racing ora di fronte ad un bivio. Cosa farne di un cavallo che, a 5 anni, ha dimostrato di saper galoppare forte anche sul dirt aggiungendo alla vittoria in erba anche una nel prestigioso Donn Handicap? Bei problemi. Intanto, Mshawish, con questa affermazione si è guadagnato una valorizzazione ulteriore in razza, per un figlio di Medaglia D'Oro (El Prado) che certamente andrà a fare lo stallone, quando verrà deciso, con prospettive più ampie. Invece, nell'immediato, c'è da scegliere quale può essere il futuro più opportuno. Il Donn infatti è un crocevia della stagione americana, da qualche anno a questa parte, che apre le porte di Meydan nella notte della Dubai World Cup G1. Il quesito è di facile lettura: Mshawish era in procinto di andare in Dubai per ripercorrere quanto di buono fatto lo scorso anno nel Dubai Turf quando arrivò terzo alle spalle di Solow. Quest'anno era iscritto nella stessa corsa e nel Godolphin Mile G2, ma questa vittoria nel Donn sembra aver complicato i piani. Certo che non era difficile pensare che un figlio di Medaglia D'Oro, nella foto, (stallone che funziona al Darley per $150,000 clicca QUI) facesse bene la sabbia, potevano immaginarlo prima di avere queste incertezze. 
Comunque, il suo passato dice che si tratta di un cavallo bellissimo, pagato €170,000 al Breeze Up di Arqana nel 2012 ed affidato a Delzangles. Il talento c'era, un pò meno la disponibilità, ma nonostante ciò si è costruito una onorata carriera in europa e a Dubai dove ha provato sempre in contesti altissimi come lo Zabeel Mile G2 vinto per poi tentare il Dubai Duty Free finendo quarto di Just A Way. Nella stagione successiva è passato agli ordini di Todd Pletcher per il quale ha vinto un G1 proprio a Gulfstream ma in erba, per poi provare nelle ultime 3 occasioni anche il dirt con risultati egregi. Con in sella John R Velazquez, che ha rimpiazzato Javier Castellano il quale era su Keen Ice (Curlin), ha battuto Valid (Medaglia d'Oro) e Mexikoma (Birdstone), con Keen Ice stesso nelle retrovie. Quest'ultimo è sembrato il lontano parente di quello ammirato a Saratoga, ma è pur vero che ha corso sottoritmo ed ha fornito discreto parziale finale. Va rivisto. Tornando a Mshawish, le modalità di vittoria sono state buonissime e se l'ultima volta Valid era ad una incollatura, ora con 4 libbre in più è stato lasciato ad un paio di lunghezze comode. Il suo allenatore è rimasto molto colpito dalla facilità d'azione del suo 6 anni, ed ha rimandato ogni discorso a Meydan quando deciderà quale obiettivo perseguire, anche per la prossima carriera da stallone. Anche perchè, alla fine, Mshawish in antepost è rimasto a 21/1. Meglio battere percorsi più semplici. IL VIDEO DEL DONN HANDICAP QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

sabato 6 febbraio 2016

Giappone: Altra tripletta per Mirco Demuro a Kyoto, sale a quota 22 affermazioni in classifica..

Nel sabato giapponese di Kyoto, altra tripletta per Mirco Demuro che mantiene così la leadership nella classifica fantini del circuito JRA a quota 22 affermazioni, dalle 19 della settimana scorsa, in attesa della domenica. Le vittorie sono maturate in sella a Red Versus (Swift Current) per Naosuke Sugai ed i colori della TokyoHorseRacingCo. Ltd. Poi ha vinto con Gorgo Barows (Scat Daddy) una prova in velocità per Tetsuya Kimura e Hirotsugu Inokuma, mentre l'hat trick è arrivato con il talentuoso 3 anni Chopin (King Kamehameha) per Katsuhiko Sumii e Yasushi Kubota. IL VIDEO DELLA CORSA QUI. Quest'ultimo si è riabilitato dopo un debutto non bellissimo. Si tratta di un prodotto della fattrice Air Groove (Tony Bin), già madre dei campioni Rulership (King Kamehameha) e della campionessa Admire Groove (Sunday Silence), madre a sua volta di quel Duramente (King Kamehameha) che Mirco ha portato alla vittoria nel Derby e nelle 2000 Ghinee locali, e che vedremo a breve al rientro per un eventuale summit a Meydan.
Domenica mattina il nostro jockey monterà il The Kisaragi Sho G3 per 3 anni sui 1800 metri, e sarà a bordo di Roi Absolu (Zenno Rob Roy) in una corsa con 8 cavalli al via. 

Il nuovo Annuario del Purosangue per tutto ciò che è accaduto nel 2015, è stato pubblicato! Fanne richiesta

Tutto il 2015 del galoppo italiano e mondiale in 240 pagine! La quarta edizione dell'Annuario del Purosangue, realizzato a cura dell'Anac, ha visto luce. Il volume contiene tutti i risultati e i pedigree dei vincitori di Gruppi e Listed in Italia, quelli dei Gruppi 1 europei e delle più importanti corse mondiali oltre a statistiche ed articoli di commenti a corredo. L'Annuario del Purosangue, con una luminosa copertina gialla, è in distribuzione gratuita per i soci ANAC e può essere richiesta da quanti coloro ne facciano richiesta per sole €30 a info@anacpurosangue.com. Un documento imperdibile per tutti gli appassionati, che hanno la possibilità di conservare il meglio della stagione 2015.

America: A Gulfstream Park c'è in Donn Handicap con vista su Meydan. A Santa Anita rientra Songbird!

California Chrome e Frosted sono già a Meydan ed hanno impressionato rispettivamente in ognuna delle prove nelle quali sono stati impegnati. Ora sono in attesa di capire cosa accadrà da qui a fine Marzo. Dagli States, invece, altri preparano l'assalto alla notte più ricca al mondo. Stanotte, alle 23,53 ora italiana, a Gulfstream Park si corre il Donn Handicap G1 sui 1800 metri da $500,000 per capire a se qualcuno dei partecipanti può ambire ad un posto nelle gabbie di Meydan. Quattro cavalli in passato hanno usato il Donn Handicap G1 per vincere successivamente la Dubai World Cup G1. Il primo fu Cigar che vinse nel 1996, poi Captain Steve nel 2001, e per ultimo il campione Invasor che vinse di tantissimo nel 2007. Nel 2005 Roses In May fu secondo nel 2005 alle spalle di Liam, poi andò a Nad Al Sheba e tenne dietro di se Dynever. Quest'anno Dale Romans sguinzaglia Keen Ice, un figlio di quel Curlin che vinse la DWC nel 2008, l'unico capace nel 2015 di mettere il collare ad American Pharoah nelle Travers Stakes G1 di Saratoga prima di prendere una sonora batosta a Keeneland nel Classic. Quella sconfitta è andata di "travers" letteralmente all'eroe della Triple Crown, per colpa di Frosted, altro che cerca conferme a Dubai. Keen Ice, invece, dopo il quarto posto nel Classic, ha ottenuto un altro quarto posto nel Clark Handicap G1 di Churchill Downs del 27 Novembre, finendo forte ma in ritardo. Romans stavolta è fiducioso del fatto che il cavallo è in formissima, e nella stagione dei 4 anni può diventare ancora più forte di quello che ha battuto il Faraone. Avrà Javier Castellano in sella.
Todd Pletcher invece..

venerdì 5 febbraio 2016

Australia: Allenatore riceve pensioni per A$27,000 per Miriyan. un cavallo mai esistito!

Una storia curiosa, che ha dell'incredibile, arriva dall'Australia, e viene riportata dal Racing Post e dal quotidiano australiano Stuff. L'allenatore Michael John Day dovrà affrontare il carcere a causa di una frode che ha dell'incredibile, in fatto di disonestà. Il trainer ha infatti "defraudato" un proprietario per circa A$27,000 (£12,500) per il mantenimento di un cavallo mai esistito!
La storia è questa: Il cliente di Day aveva una fattrice che si chiama Jag One, per la quale lo stesso Day ha fatto credere al proprietario fosse gravida di un puledro dopo la inseminazione artificiale per la quale sono stati spesi $3000. Day ha in seguito portato avanti la bugia fino a quando addirittura ha millantato la nascita dello stesso il 7 Gennaio 2009. Al puledro fantomatico viene dato il nome di Miriyan il quale, secondo la descrizione del suo allenatore, cresceva sempre di più. Nel frattempo il proprietario, del quale non è stato svelato il nome, passava ogni tanto nei dintorni dell'allevamento e convinto che uno di quelli fosse il suo, credeva ciecamente in Miriyan. Tanto che nell'Ottobre 2012, sempre seguendo la storia, è entrato in training da Day. Tutto questo fino al 13 Gennaio 2015, al termine dell'indagine. Intanto le pensioni erano state pagate. Quando il proprietario ad un certo punto ha chiesto quando potesse correre, ma Day ha sempre sviato l'argomento spiegando come Miriyan non fosse pronto. Dopo un pò di tempo il proprietario ha così chiesto all'allenatore di venderlo, nel caso non lo ritenesse abbastanza buono per correre e per tutta risposta Mr Day gli ha risposto che si era infortunato e lo aveva mandato in una clinica di Kilmore. Il cliente, a quel punto, ha provato a sentire la struttura ma quando questi gli hanno riferito che non avevano in cura nessun cavallo con quel nome si è ulteriormente insospettito ed ha chiesto alla New South Wales Harness Racing di aprire una indagine, in seguito alla quale si è svelata l'enorme bugia. Day ha subito ammesso le colpe ed è stato squalificato per 10 anni dall'industria. Una sentenza civile è attesa per il 16 Marzo. Intanto l'avvocato d'ufficio Tim McGrath ha rilasciato al Sydney Morning Herald le seguenti parole: "Day si è solo reso conto ora che quando il veterinario gli disse che la fattrice non era gravida, avrebbe dovuto informare il cliente". Un genio.

#Tattersalls #February: Movimento a £2,718,800 (+5%), top price per Marco Bozzi verso gli USA. Italiani attivi con 11 acquisti

Le aste 2016 di tattersalls, hanno aperto ufficialmente i battenti con un trend positivo: Il record dello scorso anno per le Tattersalls February Sale, la prima asta dell'anno nel suo 250° compleanno, ha visto 251 lotti venduti per 2,718,800 guineas realizzate, con un +5% per la stessa asta lo scorso anno. Il prezzo medio è stato di 10,832 guineas (+12%), mentre il mediano a 5,000 guineas è sceso del 5%. 
Il top price lo ha realizzato una fattrice che si chiama Doldrums (Bernardini), gravida di Exceed And Excel, acquistata per £145,000 con il bid risolutivo da parte di Marco Bozzi per conto di clienti americani, con un paio di italiani protagonisti dell'investimento tra cui Michele Moroni e la Equinow per Luca Olivetti, amico di Marco che fa investimenti in tutto il mondo. La fattrice, 6 anni, è destinata all'America al Frankfort Stud di Brendan Gallagher. Nel pedigree sono presenti riferimenti a Vacare, che ha vinto la Queen Elizabeth II Challenge Cup a Keeneland, e la campionessa europea Rizeena. C'è stato molto Godolphin in offerta, tanto che il team in blue ha venduto 38 cavalli per un totale di £870,000. Anche il secondo prezzo più alto è stato realizzato per una cavalla proveniente dal team dello Sceiccone. Per 95,000 ghinee è venuta via la tre anni Soofiah (King's Best), una mezza sorella della campionessa Sajjhaa, ed è stata venduta a Gary Hadden per conto del Merry Fox Stud. La femmina verrà coperta nel 2017, continuerà a correre anche nel 2016. Per la stessa cifra è stata acquistata High Luminosity (Elusive Quality), una fattrice di 8 anni gravida di Acclamation, acquistata da Linda Sadler. La cavalla proviene da una delle migliori famiglie Niarchos che ha elementi di spicco in Denebola e Coup De Genie. Si tratta di una cavalla sempre in partnership Higlclere, e verrà coperta da Cable Bay. All'asta ci sono stati acquirenti da Hong Kong, Giappone, Kuwait, Libia, Qatar, Saudi Arabia, America, ed anche un pizzico d'Italia.  Eccoli:

Lotta al doping, l'Irlanda verso una decisione storica: Cavalli positivi a steroidi anabolizzanti esclusi a vita dalle corse?

A margine di quanto detto più sotto negli accordi commerciali tra Qatar e Irlanda, di notevole rilevanza c'è stata la pubblicazione di un report destinato a fare scalpore, per certi versi. L'Horse Racing Ireland (HRI) ha pubblicato infatti uno statement a cura dell'Irish Thoroughbred Industry Anti-Doping Task Force, nel quale emerge una proposta che prevede la proibizione alla partecipazione alle corse irlandesi, di cavalli trovati positivi a sostanze illecite non riconducibili all'uso terapeutico. Si parla soprattutto di cavalli trovati positivi a steroidi anabolizzanti che, però a volte vengono utilizzati fuori dalle competizioni proprio a scopo terapeutico. Gli irlandesi ...

Qatar: L'ITM ed il Qatar Racing stringono alleanze. Il 27 Febbraio c'è la Cup G2, invitato l'italiano Kaspersky

Una novità riguarda il Qatar, per far capire quanto sempre di più si sta installando nelle forze in crescita nel mondo. Il Qatar Racing and Equestrian Club, insieme all'Irish Thoroughbred Marketing (http://www.itm.ie/en/home/) nostro sponsor, hanno annunciato la creazione e l'inaugurazione della Irish Thoroughbred Marketing Cup che si correrà presso l'Al Rayyan Racecourse, a Doha, in Qatar, il 27 Febbraio prossimo venturo. La corsa, che si correrà sul miglio in erba, avrà contesto di G2 e sarà aperto ai competitor internazionali, oltre ad avere una dotazione di $200,000. La corsa cade nel periodo e nella tre giorni festiva in Qatar nella quale si disputa l'Emir’s Sword Festival tra il 26 ed il 28 Febbraio, appunto. Tra i partecipanti, uno in procinto di accettare la trasferta, è Kaspersky (Footstepsinthesand), champion miler in Italia allenato da Endo Botti. Il vincitore del Ribot G3 è stato invitato, ma ancora da stabilire se andrà veramente e eventuale monta che, probabilmente, sarà uno che lo conosce già. Maggiori informazioni e dettagli più avanti, intanto visitate pure il sito del jockey club qatariota cliccando QUI.
Tra i fautori dell'iniziativa c'è Charles O'Neill , CEO dell' Irish Thoroughbred Marketing, il quale ha dichiarato: "Siamo entusiasti di aggiungere il nostro marchio a questa prestigiosa corsa internazionale, che fa parte della crescente collaborazione tra il Qatar e l'Irlanda. Nel 2015 hanno sponsorizzato le Phoenix Sprint Stakes G3 al Curragh e questo accordo reciproco sarà portato avanti nel 2016. La produzione irlandese haavuto un momento di grande successo a Doha dal suo inizio della nuova stagione iniziata nel mese di Ottobre, ed il Qatar continua ad aumentare i suoi investimenti nelle corse irlandesi e nel nostro allevamento. Il rapporto tra i nostri paesi è in continuo aumento e cerchiamo di migliorare ulteriormente tale cooperazione".  Parole cui hanno fatto eco quelle di Nasser Al Kaabi, Direttore Generale della QREC, il quale ha commentato : "Siamo molto lieti che l'Irish Thoroughbred Marketing sponsorizzi la Qatar International Cup di sabato 27 febbraio 2016. L'Irlanda compete sulla scena mondiale con i loro cavalli e speriamo che ci verranno alcuni dei loro migliori cavalli provenienti dall'Irlanda al Festival dell'emiro"

Meydan: #Frosted senza rivali nel 2° Round del Al Maktoum Challenge, pass per la Dubai World Cup. Vittoria anche per Atzeni

Li ha freezati! Alla fine le 3 categorie di differenza si sono fatte sentire ed il grigio Frosted (Tapit) ha assolto il compito a cui era deputato, riportando nel migliore del modi la main race della giornata di Meydan, il secondo Round del Al Maktoum Challenge, sui 1900 metri in dirt, almeno in ottica Dubai World Cup. Piuttosto era strano che nel betting internazionale il portacolori Godolphin fosse proposto ad una quota esagerata di 4/5, quando al massimo valeva 1/5. Ma alla fine ha fatto valere tutto il suo spessore, senza faticare e filando via liscio come l'olio battendo Gold City (Pivotal) e Faulkner (Pivotal). Il figlio di Tapit (Pulpit), con in sella William Buick, ha seguito le orme di Munaaser (New Approach) ma a 3/4 di gara era già padrone. Ai 400 un devastante cambio di marcia e via fino sul palo con 5 lunghezze sul secondo in un tempo di 1m 56.67s (slow by 0.17s), il record della corsa. 
Kiaran McLaughin è rimasto soddisfatto: "William ha fatto un ottimo lavoro temporeggiando, facendogli prendere l'azione giusta e quando l'ha chiamato Frosted ha risposto alla grande. Dobbiamo solo decidere cosa fare ora, se rifinire nel terzo Round del Maktoum Challenge il 5 Marzo prossimo o andare direttamente alla Dubai World Cup del 26 Marzo. I bookmaker hanno reagito tagliando la sua quota fino a 5,50 per la vittoria nella corsa più ricca del mondo, ma tagliando di un zic anche quella di California Chrome, sempre più favorito, a 4,5. Un mese fa California era a 10. Speriamo di averci visto lungo. IL VIDEO DEL 2° Round del AL MAKTOUM CHALLENGE QUI.

giovedì 4 febbraio 2016

Les italiens: Doppietta di Rispoli a Cagnes sur Mer. Cristian ne vince 2 tra Chantilly e Cagnes per Augustin Normand. Super Ale ritorno dagli abissi con vittoria, storia di un cavallo forte ma sfortunato

La rubrica italians si arricchisce di altri successi in terra francese sia in sella che al training che ai colori. Diremmo, allora, les italiens. Umbertino Rispoli ha ottenuto una doppietta a Cagnes sur Mer nella giornata di mercoledì. Una in sella a Zadrak (Dragon Pulse) nella prova di apertura, il Prix Rauba Capeu, una prova ad handicap da € 52,000 sui 2500 metri per i colori di Pietro Sinistri a 11/1, e poi in chiusura di pomeriggio nel Prix de Sormiou in sella a Dorlion (Gold Away), anche qui a grossa quota di 15/1. Umberto alla fine della giornata ha voluto dedicare la doppietta alla famiglia di Fabio Branca, con il top jockey italiano che ha subito un grave lutto in famiglia. E' scomparso ieri infatti papà Lino, primo tifoso del fantino di Dorgali. Ci uniamo all'abbraccio ideale, e porgiamo le condoglianze a Fabio e Mauro, nonchè a tutta la famiglia.
Nella quinta corsa di ieri anche Cristian Demuro ha aggiunto un altro tassello alla sua prolifica stagione 2016, vincendo il Prix des Camélias, una reclamare per cavalli 4 anni in sella a Pontorson (Le Havre), per i colori di Gerard Augustin Normand ed il training di Simone Brogi. Il "sorcio" ha replicato giovedì ad inizio convegno, nella seconda di Chantilly vincendo a bordo di Lugana (Areion) sempre per i colori del prestigioso proprietario francese a 10/1, per il training di Pia Brandt.
Nella condizionata successiva, affermazione per l'italiano Super Ale (Elusive City) nella foto sotto, nel Prix de la Route Bourbon sui 1400 metri per i colori di Ferdinando Fratini ed il training di Giuseppe Botti, con la monta di Pierre Bazire. Proprio su quest'ultimo, c'è da celebrare il lavoro certosino da parte del team Botti/Fratini per il recupero di un cavallo che sembrava perso. Molti ricorderanno il suo debutto sfavillante a Longchamp nel Maggio 2014 (POST QUI) a tempo di record per un 2 anni, tanto da indurre Joann Al Thani a formulare una offerta allettante per comprarlo. Alla prima uscita per i nuovi colori, però, nel Prix du Bois G3, purtroppo un infortunio serio ne ha compromesso l'allora carriera. Recuperato, si è fatto di nuovo male al bacino gravemente in una uscita a Wissembourg, successivamente è stato proposto alle Arqana Deauville Autumn Mixed Sale 2015 ed è stato ricomprato dal team originario per sole €5,000! In due mesi un gran lavoro di Alessandro Botti ha permesso di farlo rientrare con un sesto posto, ed ora una convincente vittoria che ha fatto praticamente rientrare immediatamente dell'acquisto. Un cavallo del cuore, in pratica. Doppi complimenti.
Seguiranno aggiornamenti.

Allevamento: A 25 anni se n'è andato #Halling, due volte vincitore di Eclipse di Sandown e Juddmonte International di York

Come già postato sulla pagina Facebook di Mondoturf ieri, raccontiamo anche agli utenti del sito della scomparsa del campione Halling (Diesis) nei giorni scorsi, a 25 anni, per complicanze dovute all'elevata età. Il figlio di Diesis (Sharpen Up) è stato capace di vincere per 2 volte sia le Eclipse G1 di Sandown che le Juddmonte International Stakes G1. Inizialmente era allenato da John Gosden ed ha debuttato solo a 3 anni, tardi, ma sono servite almeno 3 corse prima di sbocciare definitivamente. La prima vittoria in Agosto a Ripon, poi una suite di 8 vittorie consecutive passando per il Cambridgeshire Handicap di Newmarket, il Dubai con Nad Al Sheba, il ritorno in Europa e le vittorie di cui sopra con Sandown e York nelle quali ha battuto Singspiel (era la prima vittoria in terra britannica a livello di G1 per Godolphin e la 10° in assoluta per quei colori), prima della conferma battendo Bahri. Nell'Ottobre 1995 è arrivato ultimo nel Classic G1 di Cigar a Belmont Park, poi nell'inverno 1996 ancora Nad Al Sheeba prima del tentativo nella Dubai World Cup, vana, a 24 lunghezze da Cigar stesso. Tornato in Europa, nel Maggio 96 la vittoria nell'Ispahan, ancora Eclipse di Sandown ed ancora International di York, prima della chiusura della carriera nell'Ottobre 96 con un secondo posto alle spalle di Bosra Sham nelle Champion di Newmarket. 
Ritirato in razza al Dalham Hall nel 1997, Halling è diventato uno stallone di successo molto considerato soprattutto per la forza e la consistenza dei suoi prodotti. Curiosamente nel 2004 era entrato nel roster dell' Emirates Stud Farm per 3 stagioni, dove ha prodotto Cutlass Bay, il miglior prodotto di quell'allevamento. Ad oggi ha prodotto oltre 50 stakes winners, inclusi Jack Hobbs, poi vincitori di G1 Cavalryman ed Empoli. Ritirato dalle attività riproduttive nel 2014, Halling è stato pensionato al Dalham Hall Stud, fino alla morte di qualche giorno fa. 

mercoledì 3 febbraio 2016

Bob Baffert ama il Royal Ascot. Probabile partecipazione al Royal Meeting nel 2016

Bob Baffert non vede l'ora. Il trainer americano ha manifestato l'intenzione, negli ultimi giorni, di partecipare al Royal Meeting 2016. In particolare ha apprezzato il meeting, ha detto di seguirlo con molto interesse ogni anno alla tv, specialmente l'arrivo della Regina, ed ha idea di provare con un 2 anni veloce, sulla scia di quanto di buono fatto da Wesley Ward.

Ecco FROZEN POWER, disponibile al CENTRO EQUINO ARCADIA nel 2016. Approfitta dell'ITALIA TURF CHALLENGE, un club SENSAZIONALE a favore dell'allevamento. POSTI ANCORA DISPONIBILI!! Simula l'incrocio con la tua fattrice!

A breve partirà la stagione di monta 2016, il Centro Equino Arcadia apre le porte a tutti gli appassionati e gli interessati. Se non avete ancora deciso la destinazione della vostra fattrice, una idea è quella di FROZEN POWER (Oasis Dream), la novità in Italia per la stagione di monta 2016. Uno stallone molto promettente, giovane, produce cavalli belli e precoci che sul mercato possono ancora dire molto visto che ha coperto moltissimo. PAGINA INTERNET QUI.
I numeri di Frozen Power sono i seguenti: Al 11 Novembre ne hanno corso 66, 19 di questi hanno vinto con una percentuale di winners/runner del oltre 30% per oltre £154,000 in somme vinte, con il miglior esponente in Madrinho che vince £21,968. Attualmente è quarto nella classifica dei first crop sires in Europa dietro a mostri sacri quali Canford Cliffs, Zoffany, Lilbourne Lad e davanti a Dream Ahead
Se ancora non lo conoscete, o non ve lo ricordate, vi presentiamo il progetto dell'ITALIA TURF CHALLENGE, una vera e propria SFIDA dove gli stallonieri si mettono in discussione e propongono a tutti gli allevatori italiani una grandiosa novità. Pagando alla firma del contratto €4,000 per Frozen Power, si ha diritto a riceverE lo stesso stallone, anche con fattrici diverse, per i 2 ANNI A SEGUIRE!! In pratica è come pagare €1,333 circa ad anno con uno stallone tutto da scoprire, che ha ancora tanti figli che devono debuttare (circa 300). L'iniziativa ha avuto molto seguito ed i contratti sono andati a ruba, per questo la enorme richiesta ha fatto si che il Centro Equino Arcadia riaprisse le candidature e le trattative!!!! APPROFITTA DELL'INIZIATIVA!!!!
Ed ora riepiloghiamo alcuni dati di FROZEN POWER:Proveniente dal Ballyhane Stud in Irlanda dove funzionava ad un tasso di €4,000, verrà confermato a quel prezzo proprio per venire incontro agli allevatori italiani che decideranno di investire su di lui. Un investimento voluto anche da Nicola Galli della scuderia Micolo, attivo in Francia, ma tornato ad iniettare idee anche sul campo italiano. Figlio del champion sire OASIS DREAM (Green Desert), è prodotto della fattrice Musical Treat (Royal Academy) e dunque mezzo fratello della campionessa e fattrice pregiata Finsceal Beo (Mr Greeley) che vende i suoi figli a prezzi stratosferici ed è depositaria di solide radici. Tanta qualità in un pedigree che apporta molta velocità e precocità, proprio quello che il mercato italiano cerca. I suoi figli in Europa sono andati molto bene: 131 ne sono passati in catalogo, 114 ne sono stati venduti ad una media di £15,000 con il più alto a £110,000 circa. In corsa ha vinto a 2 anni, a 3 è stato campione Classico in Germania con la vittoria delle Mehl-Mulhens Rennen, le 2000 Ghinee tedesche. In carriera ha vinto anche a Meydan, aveva un robusto cambio di marcia che trasmette ai suoi figli. 
In Italia hanno corso almeno 2 suoi figli tra cui Chanche The Life, venduta poi in Francia, e Peppe's Island, talento in ascesa come Don Aurelio, vincitore nei giorni scorsi, ed anche Yubris vincitrice in Francia per Daniele Zarroli. Poi Pretzel Logic, Inner Strenght, Frozen Key, Madame Power, Smigavaz, Martin Blonde e dunque un ottimo appeal per gli acquirenti italiani, lo hanno già mostrato. Proveniente dal nick Green Desert/Nijisnky, funziona con molte fattrici da linee americane come Mr Prospector, ma anche con i Danehill e non solo. SE VUOI AVERE UN REPORT SULL'INCROCIO PUOI AVVALERTI DEL SERVIZIO PROPOSTO DA GOLDMINE PER VEDERE QUANTE E QUALI POSSIBILITA DI INCROCIO SONO POSSIBILI CON FROZEN POWER. CLICCA QUI ED INSERISCI IL NOME DELLA FATTRICE!
Per info: Dr.ssa Giovanna Romano +39 335 57.29.986; Enzo De Siero + 39 335.61.79.885; Nicola Galli + 39 349.82.03.569. Mail: info@centroequinoarcadia.it; FAX +39 011 0432873.
Da sottolineare il Centro Equino Arcadia non è solo stazione di monta ma anche e soprattutto un cento polifunzionale anche per fattrici, puledri ed in generale una isola felice all’avanguardia che affronta con responsabilità e professionalità le problematiche della Riproduzione e dell’Allevamento Equino con un gruppo capitanato dalla Dottoressa Giovanna Romana, ed un team ad alta professionalità

martedì 2 febbraio 2016

Meydan: Giovedì 4 Febbraio c'è il secondo Round del Maktoum Challenge, scende il pista il grigio #Frosted

A Meydan si comincia a fare sul serio. Dopo la scorpacciata di giovedì scorso, siamo entrati a pie pari nel mese di Febbraio. Giovedì ancora sette le corse in programma. Si apre con la solita prova per i purosangue arabi, e si prosegue alla seconda con l'EGA Billet Trophy sui 1000 metri per anziani da $120,000. Nella terza ci sono le Cape Verdi Stakes G2, una prova per femmine anziane sul miglio in erba. In pista praticamente tutto il mondo con rappresentanti dell'Inghilterra, Irlanda, Francia, Australia, Germania ed America. Attesa Si Luna (Kallisto) per il Gestüt Hof Iserneichen con Cristophe Soumillon in sella, e poi la Godolphin Very Special (Lope De Vega), molto promettente. 
Di grandissimo interesse è il secondo Round del Al Maktoum Challenge R2 Sponsored By EGA sui 1900 metri in dirt. In pista si vede l'americano Frosted (Tapit), nella foto, colori Godolphin per il training di Kiaran McLaughlin, che affronta il dirt di Meydan dopo il quarto posto nel Kentucky Derby G1, il secondo nelle Belmont Stakes G1, il terzo nelle Travers Stakes G1 di Keen Ice, la vittoria nel Pennsylvania Derby G2 ed il settimo nel Classic di Keeneland stravinto da American Pharoah. Dall'America si rivede in pista anche Mubtaahij (Dubawi), portacolori di Sh Mohd bin Khalifa Al Maktoum, allenato da Mick De Kock, che molti di voi ricorderanno autore di un tentativo nel Kentucky Derby con Soumillon in sella, senza esito, e stessa cosa nelle Belmont G1, dalle quali rientra, quando arrivò quarto. Lo scorso anno a Meydan, fece faville nell'UAE Derby G2 prima di tentare la trasferta americana. Stavolta correrà le Firebreak Stakes Sponsored By EGA sul miglio in dirt. IL CAMPO PARTENTI DELL'INTERO CONVEGNO CLICCANDO QUI.
Per questa volta niente Italia, ma solo Andrea Atzeni impegnato in giornata. 

domenica 31 gennaio 2016

America: #Mohaymen fa un canter nelle Holy Bull di Gulfstream. Sono 4 su 4, sempre più favorito del Kentucky Derby

Il nostro giro per il mondo procede anche negli States dove, nella notte, si sono disputati alcuni trial interessanti nel lungo percorso che porterà al Kentucky Derby G1, lo scorso anno vinto dal fenomenale American Pharoah. A Gulfstream Park si sono corse le Holy Bull Stakes G2 sui 1800 metri, classico test invernale sul dirt che ha rivelato ancora una volta il nome di Mohaymen (Tapit) che ha cementato il suo status di favorito nella Classicissima di Churchill Downs dominando la compagnia per Kiaran McLaughlin al training e Junior Alvarado in sella. Il grigio un figlio di Tapit (Pulpit), stallone che funziona per $300,000, è stato pagato $2,200,000 da yearling alle Keeneland di Settembre 2014, acquistato da Shadwell e dunque la succursale americana di Hamdan Al Maktoum. Mohaymen ha gestito i parziali dalla terza posizione e quando è stato chiamato è balzato sui primi per allontanarsi gradualmente e vincere la quarta corsa consecutivamente, rimanendo imbattuto. IL VIDEO DELLE HOLY BULL STAKES QUI. Battuto per 3 lunghezze e mezzo Greenpointcrusader (Bernardini) che la scorsa stagione ha vinto a 2 anni le Champagne Stakes G1 di New York, il punto più alto per un giovane in odore di Kentucky Derby. Il tempo finale delle Holy Bull è stato di 1min 42.07sec, Kiaran McLaughlin si è così espresso dopo la corsa: "He took my breath away" che non è male da parte di uno che ha sellato Frosted nelle Belmont. A proposito, il grigio correrà questa settimana a Meydan. Frosted, non Mohaymen che invece adesso punterà alle Fountain of Youth G2 del 27 Febbraio, prima di procedere per il Florida Derby G1.
Mohaymen è attualmente il favorito del Kentucky Derby secondo Raceebts a 7,5. Poi c'è la femmina Songbird (Medaglia D'Oro) a 15. Nyquist (Uncle Mo) è a 17. Per quote e previsioni di Racebets cliccare su questo LINK.

Mondo Giappone: Satono Kingdom impressiona a Tokyo. A Kyoto doppietta per DemurOne (19), a Chukyo prima per Vargiu

In Giappone si correva a Tokyo, Kyoto e Chukyo. In tutti e tre gli ippodromi abbiamo trovato motivi di enorme interesse per cui parlarne. Del resto non ci chiameremmo Mondoturf, se non parlassimo di tutto quello che accade intorno al mondo. Partiamo da Tokyo dove, nella nona corsa del pomeriggio, si è rivisto all'opera Satono Kingdom (Deep Impact), nella foto, il fratellino del campione Animal Kingdom che, dopo l'impressionante debutto a Nakayama di Novembre, ha replicato alla prima uscita a tre anni vincendo il Saintpaulia Sho sui 1800 metri in erba. Il figlio di Deep Impact e Dalicia (Acatenango), era montato da Keita Tosaki ed è di proprietà di Hajime Satomi. Ai 500 dal palo sembrava "del gatto" all'interno mentre il gruppo si stava sgranando e proprio in quel momento ha acceso il motore e slalomeggiando è piombato sui primi sorvolandoli e concludendo i 600 finali in 33.5. Davvero una bella dimostrazione di forza. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
Nelle The Negishi Stakes G3 sui 1400 metri in sabbia, a vincere è stato ancora il nostro jockey preferito in Giappone: Keita Tosaki. Sempre più convincente, monta davvero bene. Non come gli altri "cadregoni". Il jockey nipponico ha portato alla vittoria l'american bred Moanin (Henny Hughes) nei confronti dei soliti vecchioni Tahltan (Tapit) e Grape Brandy (Manhattan Cafe). Moanin, che ha debuttato a 3 anni, nel 2015 ha inanellato una serie di 4 vittorie consecutive prima di incepparsi a Tokyo a metà Novembre nelle Musashino Stakes G3 finendo terzo. Tornato a 4 anni ancora più forte, ha dominato l'edizione delle Negishi sul dirt, dando l'appuntamento a Meydan dove sembra destinato a breve. Per lui sono 5 vittorie in 6 uscite. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.

Hong Kong: Giant Treasure risolve la Steward's Cup, #Aerovelocity uno sparo nello Sprint. Non male General Sherman

Tante notizie che arrivano dall'estero in una domenica con molti motivi di interesse. Partiamo da Hong Kong dove è andata in sena una giornata nella quale sono iniziati ufficialmente i test della triplice corona per gli anziani. In programma c'era la The Stewards' Cup - Gruppo 1 Locale sul miglio in erba da HK$10.000.000 in palio, che in assenza di Able Friend (Shamardal) che causa infortunio resterà fuori per tutta la stagione, è stata vinta da quelle considerate le "seconde linee". Quando il gatto non c'è i topi ballano, e con un guizzo dall'interno, grazie ad una monta "francese" di Cristophe Soumillon, l'ha spuntata il grigio Giant Treasure (Mizzen Mast), emerso nei confronti di Luger (Choisir) con Contentment (Hussonet) al terzo e l'italian bred Beauty Only (Holy Roman Emperor) riuscito a spuntarla per il quarto dopo corsa di attesa ed un pò di traffico nel momento di massimo sforzo. Giant Treasure era considerato un "Somewhat surprisingly", una sorta di sorpresa delle sorprese perchè solo ultimamente si era rivelato, in particolare arrivando secondo nell'HK Mile G1 alle spalle del giapponese Maurice. Ma non era un fuoco di paglia, e con la stessa tattica nel cercare i varchi, ma soprattutto senza un campione di quella statura, eccolo vincere tra l'altro da favorito. Cristophe Soumillon, giubilante, ha consigliato a Richard Gibson di partecipare al Dubai Turf di Meydan con un cavallo migliorato tantissimo ed in forma spaziale. Meno bene sono andati i vari attesi Blazing Speed (Dylan Thomas), Designs on Rome (Holy Roman Emperor) e Military Attack (Oratorio). IL VIDEO DELLA STEWARD'S CUP QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
L'altro G1 locale era il The Centenary Sprint Cup - Gruppo 1 sui 1200 metri con HK$8.000.000 in palio: A vincere contro ogni pronostico della vigilia è stato il Neozelandese Aerovelocity (Pins), vincitore dello Sprint nel 2014, ancora titolare di un bonus di $1 milione pendente in caso di vittoria, ma apparentemente lontano dalla miglior forma da quando gli era stato riscontrato un battito irregolare nella sua ultima prestazione del 25 Ottobre nel prestigioso The Premium Bowl Handicap da $4 milioni locali. Un recente barrier trial a Sha Tin lo ha restituito a posto, ed il 7 anni ha risposto con una brillante affermazione presentandosi in mano ai 200 su Peniaphobia (Dandy Man) che già spingeva, lo ha anche un filino chiuso e nessuna decisione è stata presa proprio perchè talmente è stato facile nel suo assunto, che una retrocessione sarebbe stata incredibile. Incredibile è stato il cuore di Aerovelocity nelle mani di Zac Purton. Il "segmento" dei velocisti di HK ha acquisito un altro proiettile. Secondo è finito Gold-Fun (Le Vie Dei Colori), proprio su Peniaphobia in calo. IL VIDEO DEL THE CENTENARY SPRINT CUP QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
A margine di queste due corse decisamente più importanti, da riportare anche il risultato che riguardava General Sherman (Teofilo) nel Fairy King Prawn Handicap sulla inusuale, per lui, distanza dei 1000 metri. Ebbene, l'ex Nuova Sbarra ha patito molto le frazioni iniziali rimanendo in coda a qualche lunghezza dal penultimo, ma sempre sollecitato si è messo sulle gambe solo ai 150 dal palo quando è stato autore di gran recupero. Sul palo è sesto ma vicinissimo ai primi in una corsa vinta da My Little Friend (Mr Nancho) con Silvestre De Sousa in sella. General pagava una quota come 50/1, appena allunga fa il botto. Seguitelo. IL VIDEO DELLA CORSA QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

sabato 30 gennaio 2016

Giappone: Dario Vargiu ha ottenuto la licenza temporanea, fino al 27 Marzo. DemurOne continua a vincere (17)

E' iniziata ufficialmente l'avventura di Dario Vargiu in Giappone, con il rilascio della licenza temporanea dal 30 Gennaio fino al 27 Marzo. Il JRA ha diffuso il comunicato snocciolando un pò di dati. Dario, 39 anni, monterà essenzialmente per il proprietario Ryosuke Fujii e per l'allenatore Mitsumasa Nakauchida, presso il JRA Ritto Training Center. Comunicati anche i dati relativi alla carriera di Dario: 90 vittorie, include 4 pattern, con 1191 monte. Anzi, almeno 1192 perchè in giornata ha montato a Chukyo ottenendo però, per ora, solo un quarto posto.
L'altro fantino italiano in Giappone è ovviamente Mirco Demuro il quale, a Kyoto, ha siglato in una delle 11 prove del convegno allungando la sua leadership a 17 vittorie. In giornata CP Lemaire ne ha vinte 3 raggiungendo quota 14. Per Mirco è valida ancora la leadership della classifica. Domani Mirco sarà ancora a Kyoto dove, oltre ai canonici ingaggi, sarà al via nella Pattern di giornata. Le Silk Road Stakes G3 sui 1200 metri in erba per cavalli anziani da 75,410,000 yen di dotazione. Mirco monterà Big Arthur (Sakura Bakushin O) che partirà da un brutto 16 di stecco. 

venerdì 29 gennaio 2016

Italians: Doppiette per Gianluca Bietolini e Cristian Demuro a Chantilly, doppietta per Rispoli in Sudafrica

La rubrica italians si arricchisce sempre di più, quasi come un rigurgito di orgoglio dei nostri connazionali all'estero. Ad aprire la suite di affermazioni ci ha pensato il 3 anni Wicked Wink (Distorted Humor) nel Prix Pic Hardi, una condizionata sul miglio in sable fibre a Chantilly per i colori della Aleali con Cristian Demuro in sella ed il training di Gianluca Bietolini. IL FILM DELLA CORSA QUI.
Per il trainer di Roma una doppietta subito servita nel Prix du Carrefour Saint-Léonard - Reclamare (Corsa E ) sui 2100 metri per cavalli di 4 anni con Sayalino (Gold Away) a 4/1 con Yohann Bourgois in sella. IL FILM DELLA CORSA QUI.
Nel Prix Artus, altra condizionata per i 3 anni sui 1900 metri sempre da €25,000, a vincere è stato Penjack (Orpen) per i colori di Ferdinando Fratini ed il training di Giuseppe ed Alessandro Botti, con Pierre Bazire in sella. IL FILM DELLA CORSA QUI
A Fairview in Sudafrica Umberto Rispoli ha ottenuto la sua prima vittoria dell'esperienza nell'emisfero sud del mondo nel Fm 84 Divided Handicap per femmine di 3 anni ed oltre, una corsa da 76.000 rand al palo (circa 6,000 euro), in sella ad African Heritage (Dinasty) per A. C. Greeff. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
Seguiranno aggiornamenti. A questo punto...
E difatti l'aggiornamento è arrivato. Cristian Demuro ha siglato in sella a Sierra Leona per i colori di Gerard Augustin Normand la quinta del convegno, il Prix des Brûlis sui 1300 metri. Per Cristian è l'ottava vittoria nel 2016 in Francia.
E difatti anche Umberto Rispoli alla fine ha ottenuto una doppietta a Fairview, nell'ultima corsa del pomeriggio il Feb - Mr 72 Handicap sul miglio, in sella a Western Wu (Dinasty) ancora per Greff. 

Meydan: Colpo Blueberry con Fanciful Angel in handicap da $120,000. Terza vittoria per i colori italiani al Carnival..

Photo credit Andrew Watkins
Il Carnival è finalmente esploso. A Meydan ci sono stati motivi di interesse che vanno ricercati nell'eventuale progresso futuro dei concorrenti protagonisti delle varie corse. Ma iniziamo comunque dal successo dei colori italiani a Meydan di Fanciful Angel (Dark Angel), un portacolori della Blueberry allenato in Inghilterra da Marco Botti che ha vinto con modalità al cardiopalma il The Meydan Hotel Handicap sul miglio in erba da $120,000. Il grigio figlio di Dark Angel (Acclamation) è partito lento, ha recuperato rimanendo coperto ben impacchettato nel gruppo ed è poi esploso cercando varchi ma trovando traffico, montato da Dane O'Neill che ha rischiato tanto ma all'ultimo tuffo è comunque riuscito a svettare riportando una brillante vittoria nei confronti di Dark Emerald (Dark Angel) ed il redivivo Farraaj (Dubai Destination), qualche anno fa terzo di Parioli G3 italiano. IL VIDEO DELLA CORSA CLICCANDO QUI. Per i colori italiani non si tratta della prima vittoria in assoluto al Carnival. Sette anni fa My Central vinse le Balanchine Stakes G2, cinque anni fa sempre per i colori della Siba vinse Lolamar un bell'handicap. Vanno poi ricordati i due terzi posti di Jakkalberry per i colori Effevi nel Nad Al Sheeba Trophy G3 e nello Sheema Classic G1 vinto da Cirrus des Aigles
Quanto a Fanciful, è stata una prestazione sopra le righe da 10/1, per un cavallo che dopo l'exploit nelle 2000 Ghinee tedesche G2 dove ha conseguito un secondo posto, era riuscito ad ottenere uno sfortunato settimo posto nelle Jersey Stakes G3, a 2 lunghezze dal primo, dopo monta poco ispirata da parte di Martin Harley. Poi un quarto ad Haydock nel Superior Mile G3, ed in seguito ha tentato a Milano nel Di Capua G1 arrivando sesto dietro a Red Dubawi. Il 4 anni, un castrone, è parso in condizioni strepitose e potrà provare ad alzare l'asticella delle categorie. Si tratta di un prodotto della fattrice Fanciful Dancer (Dancer), ma non è allevato dalla Blueberry bensì è stato acquistato per 50,000gns alle Tattersalls Craven Breeze-Up Sale. La nota curiosa, raccontata da Isabella Bezzera, è che dopo nemmeno 20 minuti dalla fine della corsa è stata contattata dal Dubai Racing Club per avere i dati bancari dove appoggiare il bonifico della vittoria. Venti minuti. Non diciamo altro.

giovedì 28 gennaio 2016

Stagione di monta 2016: SAKHEE'S SECRET è la proposta dell'AllevamentoSi.Fra. Un team giovane che punta sulla qualità e sull'investimento nell'allevamento italiano. Ecco le PROMOZIONI 2016 PER GLI ALLEVATORI!!

A breve partirà la stagione di monta 2016, l'allevamento Si.Fra. (pagina Facebook cliccando QUI) ha tra le sue proposte la rivelazione degli ultimi 2 anni in Italia SAKHEE'S SECRET (Sakhee) disponibile a tutti gli allevatori interessati. 
SUCCESSI IN PISTA: Il figlio di Sakhee (Bahri) in corsa è stato uno sprinter sopraffino quando allenato da Hughie Morrison per Bridget Swire, ed ha vinto 5 corse in carriera tra cui la July Cup G1 (VIDEO CORSA QUI), una corsa che crea stalloni, nella quale ha battuto i fortissimi Dutch Art (Medicean), Red Clubs (Red Ransom), ed Amadeus Wolf (Mozart), che si sono anche rivelati come stalloni importanti in razza. Sakhee's Secret è stato un campione nel suo segmento, diventando nel 2007 Champion 3yo Sprinter in Europa con una valutazione da parte del Timeform di 128, un valore molto alto. 
SUCCESSI IN RAZZA: E' stato anche campione tra gli stalloni alla prima annata di produzione nel 2012, ed ha capeggiato la classifica degli stalloni anche nella seconda annata per numero di vincitori e di vittorie in Inghilterra. Insomma, uno stallone molto prolifico soprattutto con i 2 anni: ben 36 suoi esponenti hanno vinto in una sola stagione. Alla fine della carriera di corse SAKHEE'S SECRET è stato ritirato presso il Whitsbury Manor Stud e nel 2012 è stato leading first-season sire in Europa per numero di vincitori. Tra la sua progenie migliore si annovera anche Salford Secret, campioncino a 2 anni, vincitore di Premio Parioli G3 a 3 anni ed unico in Italia ad aver battuto Priore Philip (Dane Friendly), duplice vincitore di G1, nel 2014. Salford Secret è inoltre colui che detiene il record del miglio della pista in all weather a Capannelle in 1m 34,77.
Un altro suo esponente in Europa è stato Thunder Strike, vincitore delle Woodcote Stakes, e Sakhee's Soldier che è forse il suo migliore esponente nell'emisfero sud del mondo dove ha vinto a livello di G1. In Francia invece non molto tempo fa Fine Blend, femmina di 2 anni, ha vinto il Prix de Vitesse Lr sulla velocità. Secret Existence è piazzata di Listed, nell'emisfero Sud altri nomi sono quelli di Cryptic, Secret Agent, Leka Secret. In Italia non solo Salford Secret ma anche Rabiosa Fiore un'altra femmina di due anni protagonista anche lei di due piazzamenti in Listed. Numerosi sono i vincitori nell'emisfero sud del mondo, anche recenti e consultabili sulla pagina ufficiale dello stallone (cliccando QUI), in un continente dove, ancor più che in Europa, si privilegia velocità e precocità. L'allevamento Si.Fra. ha tra le mani un piccolo gioiello. 
ALLE ASTE: Grazie alla costanza dei risultati in pista, i prezzi dei suoi figli alle aste avuti negli ultimi anni anche dopo essere stato venduto in Italia sono comunque notevoli. I figli di SAKHEE'S SECRET sono ricercati, basta CLICCARE QUI per vedere i suoi risultati alle aste. 
IL PEDIGREE: Il pedigree è molto ricco: Il padre è Sakhee (Bahri), vincitore di Arc e non solo ed una linea, quella di Riverman, molto eclettica che ha dato tanto in termini di vincitori sia su lunghe distanze che sul breve. E difatti i figli di SAKHEE'S SECRET sono precoci ma anche solidi e che vincono su tutte le distanze nelle massime categorie. 
IL FISICO: Dal punto di vista morfologico è uno stallone senza pecche. Fisicamente raccolto, collo imponente, spalle e petto importanti e posteriore rotondissimo. Praticamente un proiettile! Perfetto dunque per il mercato italiano.. GUARDA IL VIDEO SULLA CONFORMAZIONE DIFFUSO DAL WHITSBURY MANOR STUD CLICCANDO QUI. CLICCA QUI PER VEDERE LA PRESENTAZIONE DELLO STALLONE SU YOUTUBE.
CONCLUSIONI: Sakhee's Secret infatti in razza è stato ottimo sin dall'inizio, cioè dal 2009, ha prodotto vincitori di 136 corse ed il picco è arrivato con Salford Secret, vincitore Classico del Premio Parioli G3 in Italia (Italian 2000 Guineas) ma in generale cavallo solidissimo capace di vincere a ripetizione ed a livello di Listed. Ecco, una caratteristica di questo stallone è che sebbene servito con fattrici ordinarie, ha prodotto tanti vincitori a livello numerico e tantissimi piazzati di Listed con una gran varietà di cavalli prodotti tra l'80 di rating ed il 105, una forbice ampia ma ricca di cavalli e dunque sintomatico di una verve realizzativa molto prolifica.
NEL 2016 HA UN BOOK DI FATTRICI PRENOTATE QUANTIFICABILI PER UN NUMERO DI 73. Il più alto dato in Italia. Lo scorso anno ne ha coperte 93, tra cui: 
PACK OF POWER (mezza sorella di - Dematil, Chalrlemagne Wood, Romantic Wave, Reset in Blue)
Trebisonda (mezza sorella di Turati)
Occhi di Giada (Mamma di Sneak a Peek e Smoking joe)
Universo Star (Seconda nel Carlo chiesa Gr.3  e terza nel Premio Castelli L. e quarta nel Premio Omenoni Gr.3)
Dark Dancer (Figlia di Danehill e mamma di Capire è un Lusso e Sesso forte)
Salar Violet (mamma di Salar Art)
Salar Micol (vincitrice del Certosa L.)
Marablu (Figlia di Invincible Spirit e sorella piena di Moonlife)
Penfection (mamma di Baby Revolution e Belly to Belly)
Cat Drago (terza nel Perrone L )
Pesach (Mamma di Crissolo)
Good Standing (mamma di Speed Gifted)
Noble Indiana (mamma di Cloud)
Saclastef (mezza sorella di Victis Hill e Ha Ma Yen)
Promozione per gli ALLEVATORI: Nonostante l'anno scorso Sakhee's Secret abbia coperto più di 90 fattrici tra le quali molte di proprietà dei migliori allevamenti Italiani l'allevamento Si.Fra. ha deciso quest'anno di applicare un bonus di: 
-10.000€ PER IL PRIMO VINCITORE DI LISTED DI QUESTA ANNATA 
-20.000€ PER IL PRIMO VINCITORE DI GRUPPO DI QUESTA ANNATA
- 5.000€ AL PRIMO VINCITORE DI UNA MAIDEN (solo per chi porta almeno tre fattrici allo stallone)
I FIGLI DI SAKHEE'S SECRET VINCONO IN TUTTO IL MONDO, SU TUTTE LE DISTANZE.
CONTATTI PER PRENDERE VISIONE DELLO STALLONE E DELLE OFFERTE DEDICATE AGLI ALLEVATORI.
CONTATTI: La pagina Facebook dell'allevamento Si.Fra. è raggiungibile cliccando QUI.
L'allevamento Si.Fra. si trova a CASCINA RONDELLO; Via Cavour, 15 - 10067 Vigone (TO)
Per contatti: Francesco Loi: +39 334 664 7177 
MAIL: info@allevamentosifra.com

Turf news: Due terzi posti per Rispoli in Sudafrica. Domenica a San Rossore tanti eventi, ecco i partecipanti al corso di allievi

Ed ora un pò di notizie sparse qua e la. Abbiamo detto di Umberto Rispoli in Sudafrica da inizio settimana, allora aggiorniamo come la sua esperienza sia cominciata con un paio di terzi posti ottenuti a Turffontein, con un ingaggio pescato in extremis. umbertino tornerà in azione venerdì dopo break di un paio di giorni, mentre nel fine settimana a Kenilworth parteciperà anche al Cape Flyng Championship in una giornata dedicata al J&B Met, un vero evento a livello locale. 
Tornando in Italia, da registrare come domenica a Pisa tornerà in pista Salford Secret (Sakhee's Secret), esaltante vincitore del Parioli G3 edizione 2014. Rimanendo in tema di Pisa San Rossore ricordiamo come domenica si disputerà la seconda edizione dell'Italian Foot Race, con i fantini a piedi al via su una distanza dei 200 metri. Lo scorso anno vinse Mario Sanna, senza rivali sul tema dello sprint. Secondo fu Cristiano Di Stasio (diventato padre per la prima volta del piccolo Leonardo, auguri!), e terzo Gavino Sanna. 
A Pisa intato è stato reso noto il periodo di praticantato per la scuola di allievi fantini. Quindici allievi si sono presentati al test di ingresso, da tutti superato. Il corso avrà durata dal 5 al 13 Febbraio, poi stage fino a fine Marzo dai vari allenatori e test conclusivo. Alcuni dei partecipanti che aspirano ad un futuro da fantino sono Omar El Rherras (Sicilia), Vincenzo Tanzi (Sicilia), Paolo Murino (Sardegna), Stefano Saiu (Sardegna), Dennys Giorgi (Lazio), Giovanni Cabitza (Sardegna), Dario Di Tocco (Toscana), Simone Garau (Sardegna), Riccardo Iacopini (Lazio), Samuele Paladini (Toscana), Antonio Ruiu (Sardegna), Benedetta Sacco (Liguria), Daniel Scipioni (Lazio), Pierluigi Vannini (Sardegna).

Meydan, quarta giornata del Carnival. Oggi in pista l'ex italiano #Winklemann ed il Blueberry Fanciful Angel

Rimanendo sempre in tema di Meydan, oggi giovedì 28 Gennaio va in scena la quarta giornata del Carnival che, fino ad ora, stenta a decollare nell'interesse generale. Noi italiani avremo comunque motivi di interesse per guardarlo nella giornata. Un convegno che parte alle 16 ora italiana, si conclude alle 19,30 ed un paio di elementi che destano curiosità. Nella seconda corsa del programma, il Shiba At The Meydan Hotel, un handicap per cavalli di 4 anni ed oltre sui 1200 in erba da $110,000, è dichiarato partente Winklemann (Rip Van Winkle), allevato Nuova Sbarra, ex di Grizzetti, che è stato acquistato da proprietari Sudafricani in occasione dell'asta prima dell'Arc de Triomphe. Ora è di proprietà di Mssrs Nestadt, Barber, Bott, Finlay, vale 101, è allenato da Mick De Kock. Winklemann, dopo la vittoria nel Donatello, è arrivato quarto nel Parioli, terzo nello Sbarigia e poi secondo nel Premio Estate. Resta su un quarto posto interlocutorio ottenuto a Roma in occasione del Premio Trafoi, condizionata vinta da Circus Couture. Nell'occasione odierna avrà in sella Wayne Smith, in una corsa comunque difficile con 16 cavalli al via e con favorita la Mick Channon Divine (Dark Angel), con Soumillon in sella. Controfava Jungle Cat (Iffraaj) per Godolphin, mentre l'italian bred ha una quota di 17/1, al momento.
Dal punto di vista tecnico in giornata è molto bello l'Al Rashidiya G2 in erba sui 1800 metri da $200,000. Il favorito, tanto per cambiare, è un cavallo allenato da Mick De Kock che questa corsa l'ha vinta 8 volte. Il favorito è Ertijaal (Hard Spun), di proprietà di Sheikh Hamdan bin Rashid Al Maktoum, che lo scorso anno ha vinto il Cape Derby G1 ed è al rientro. CAMPO PARTENTI QUI.
L'altro motivo di interesse per noi italiani è rappresentato dalla partecipazione nell'ultima corsa del pomeriggio di Fanciful Angel (Dark Angel), colori Blueberry e training di Marco Botti. Fanciful, ora 4 anni, correrà il The Meydan Hotel, un handicap sul miglio in erba da $120.000 con 12 cavalli al via. Il cavallo della famiglia Bezzera nel 2015 era arrivato secondo nelle 2000 Ghinee tedesche G2, e poi ha tentato Royal Ascot prima ed il Di Capua G1 a San siro poi, dove è arrivato sesto alle spalle di Red Dubawi. Favorito della corsa è il De Kock Mutamakkin (Redoute's Choice), mentre Fanciful paga 10/1. In corsa anche Farraaj (Dubai Destination), che qualche anno fa si è piazzato nel Parioli G3 vinto da Malossol su Vedelago. Farraaj nel frattempo è diventato un giramondo e dopo il 2015 con una corsa disputata proprio a Meydan, è rientrato il 14 Gennaio 2016 in una Listed.

California Chrome arriva a Meydan. Correrà il 25 Febbraio, ecco il programma verso la notte della Dubai World Cup

E anche Gennaio è quasi finito. L'Europa corsaiola è in letargo, dal punto di vista tecnico, e l'unico lumicino di speranza viene da Meydan dove è in corso il Carnival. Non sfavillante, certamente, ma qualche spunto c'è di sicuro visto che giornata dopo giornata ci avviciniamo alla notte della Dubai World Cup in programma il 26 Marzo prossimo. California Chrome, come abbiamo già anticipato, è volato alla volta di Dubai il 22 Gennaio scorso, è arrivato sano e salvo ed i suoi uomini hanno cominciato a tracciare la lista degli impegni che, gradualmente, lo porteranno a tentare ancora una volta la Dubai World Cup dove lo scorso anno è arrivato secondo solo di un sorprendente Prince Bishop. Inizialmente il team di California aveva annunciato di correre il Terzo Round del Maktoum Challenge nel giorno del Super Saturday come preparazione alla corsa da $10 milioni, ma poi qualcosa è mutato nelle ultime ore. Secondo Alan Sherman, il figlio di Lucky Pulpit (Pulpit) si preparerà in un handicap sui 2000 metri in sabbia in programma il 25 Febbraio a Meydan e non il 5 Marzo, proprio per avere qualche giorno in più a disposizione per recuperare al meglio essendo stato lontano dalle piste per molti mesi nella scorsa stagione.  Guarda il video di presentazione dell'arrivo di CALIFORNIA CHROME A MEYDAN CLICCANDO QUI.
Di fatto è solo rientrato nel clima agonistico il 9 Gennaio con la vittoria nelle San Pasqual G2 di Santa Anita, come prima corsa del 2015 dopo uno stop che durava da Marzo. L'anno scorso California aveva rifinito con un secondo posto nelle San Antonio Invitational G2 del 7 Febbraio, quest'anno invece seguirà le orme di Curlin che nel 2008 vinse il Jaguar Trophy prima di trionfare nella World Cup.
Dall'America hanno in programma di correre la Dubai World Cup anche altri americani quali Keen Ice, uno che ha battuto American Pharoah nelle Travers Stakes G1, poi Dortmund, e Frosted che si ritroveranno in clima Dubai a breve.

mercoledì 27 gennaio 2016

Germania: Trovata morta #Lovelyn, l'eroina delle Oaks italiane e del Jockey Club. Perdita per l'allevamento tedesco

Una grave perdita per l'allevamento tedesco. La campionessa Lovelyn (Tiger Hill), vincitrice delle Oaks Italiane G2 e del Gran Premio del Jockey Club G1 infliggendo l'unica sconfitta italiana a Dylan Mouth, è stata trovata senza vita nel suo box. A comunicarlo Manfred Ostermann, proprietario del Gestut Hof Ittlingen, il quale ha riportato che l'autopsia ha svelato una frattura alle ossa pelviche ed una relativa emorragia interna che non hanno lasciato scampo. 
Lovelyn, allenata in corsa da Peter Schiergen a Colonia, è stata una delle star tedesche della stagione 2015. Vincitrice di 4 delle 6 corse disputate, si è presa la scena in Italia mentre in casa ha vinto il Grosser Hansa-Preis G2 contro gli anziani. 
A Dicembre era andata ad Hong Kong per partecipare al Vase G1, ma fu ritirata dalla competizione a causa di una zoppia il giorno prima della corsa e, di conseguenza, anche ritirata in razza. Dal simposio del comitato pattern, per la sua stagione, era scaturito un 114 di rating per il suo valore espresso in pista. In razza, avrebbe potuto dare quella continuità ad una famiglia comunque solidissima. Figlia di Tiger Hill (Danehill), era prodotto della fattrice Laurella (Acatenango), sorella piena del campione sempre di marca Ittlingen Lando, vincitore di 7 corse di G1 incluso il Deutsches Derby, la Japan Cup ed il Grosser Preis von Baden, senza dimenticare il doppio italiano nel Gran Premio Milano e nel Premio del Jockey Club, vinto da sua nipote. Lando, causa frattura, è deceduto nel 2013. Quanto a Lovelyn, era destinata a visitare Invincible Spirit (Green Desert) nella stagione 2016.