STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 27 marzo 2017

Priore Philip si ritira dalle scene. Il campione di Luciano Monaldi chiude una carriera intensa. A 3 anni lo sparo nel Roma da 120 di Rating

Una notizia delle ultime ore riguarda il ritiro ufficiale dalle competizioni di Priore Philip (Dane Friendly), da molti invocato dopo le ultime deludenti apparizioni. Stavolta è tutto vero, con il campione della sua generazione a 3 anni che adesso, a 6 anni, si godrà verdi pascoli presso l'Allevamento Luciani che lo ha cresciuto. Figlio di un pedigree "operaio" e di un telaio essenziale, il Priore, prodotto di Dane Friendly (Danehill) e Lan Force (Blu Air Force), è stato una sorta di miracolo della natura ed in corsa una gran macchina da guerra nel suo miglior momento. Ha debuttato a 1000 metri in una reclamare arrivando quarto e poi ha vinto la successiva, sempre a reclamare. Successivamente è stato acquistato dalla Ste.Ma. di Luciano Monaldi e piano piano è cresciuto fino a vincere tutto quello che poteva vincere a 2 anni, compreso il Gran Criterium G2, senza dimenticare tutti i Criterium regionali, rimanendo imbattuto nella stagione a parte il debutto.
A tre anni la svolta; sebbene sconfitto solo nel Parioli G3 di Salford Secret, quando si rese protagonista di gran recupero, completò l'andata vincendo il Vittadini G2 in Giugno e poi il Di Capua G1 in Settembre.. Sul finire della stagione la svolta ulteriore e la prestazione sopra le righe nel Premio Roma GBI Racing G1 con in sella Dario Vargiu ed un finale roboante con un tempo finale di 1m 58 e spiccioli sui 2000 metri, affrontati per la prima volta, e sul terreno autunnale, che gli valsero un 120 di Rating Ufficiale attribuitogli dagli handicapper internazionali, come non accadeva dai tempi di Falbrav. Insomma, per molti mesi è stato il simbolo dell'ippica italiana che cercava un rilancio...

Mercato: il champion miler #Kaspersky venduto in Inghilterra, l'Italiaperde un potenziale stallone

L'Italia perde altri pezzi del proprio galoppo, non solo in ottica agonistica. È notizia delle ultime ore la vendita del champion miler Kaspersky (Footstepsinthesand) verso l'Inghilterra. L'ex Nuova Sbarra,  fatto tutto in casa Scarpellini, chiude la carriera italiana con 12 vittorie in 19 corse disputate, forte dei successi nel Vittadini G2 per ben due volte, un Ribot G3 e la perla tedesca nel Meilen Trophy G2 nell'estate 2016 facendo brillare i colori italiani dopo tanti anni in Germania. Di lui si ricordano anche i piazzamenti nel Vittorio di Capua G1 in due edizioni consecutive.
Kaspersky, 6 anni, ha gia lasciato l'Italia ed è entrato nelle scuderie di Newmarket di Jane Chapple-Hyam, a breve verrà reso noto l'acquirente. Sta di fatto che non si parla solo di una grave perdita agonistica, ma anche e soprattutto allevatoria. Infatti si tratta di un figlio di Footstepsinthesand (Giant's Causeway) mentre la mamma Croanda (Grand Lodge), della famiglia di Croda Alta e soprattutto Claba di San Jore che ha dato la luce i campioni Awelmarduk, Jakkalberry, Crackerjack King et al. In particolare Jakkalberry, stallone nell'emisfero sud del mondo, sta facendo registrare tantissimo interesse con prezzi alti per i suoi primi figli alle aste. Un vero peccato lasci l'Italia. Fisicamente bellissimo, lascia un vuoto nell'agonismo italiano in un progetto di ridimensionamento della Nuova Sbarra che si sta attuando, nonostante quest'anno la famiglia Scarpellini abbia un paio di potenziali crack in chiave Classica ed uno di questi è Patriot Hero (Pivotal), vincitore con stile dell'Arconte, e favorito del Parioli.
Oltre a Kaspersky, il Corriere dello Sport, riporta della vendita del buon Cosmelli, ormai ex della Ste.Ma, 4 anni e vincitore del Villa Borghese come culmine di una carriera in ascesa,  venduto ad un proprietario inglese e lasciato nelle scuderie di Gay Kelleway.

domenica 26 marzo 2017

America: #Arrogate vs American Pharoah, chi il più forte? Gli analisti americani hanno dato il loro verdetto scientifico..

Uno degli argomenti più in voga in America nelle ultime ore, è quello su cui stanno dibattendo i vari operatori ippici. E' più forte Arrogate (Unbridled's Song) o American Pharoah (Pioneerof The Nile)? Entrambi sono stati allenati da Bob Baffert, ed il trainer americano ha già fatto capire quale sia la sua idea spiegando dopo la vittoria nella Dubai World Cup del grigio che non vedeva un cavallo così forte dai tempi di Secretariat. 
Non solo suggestione, ma numeri analitici dei periziatori ed analisti USA che hanno raccontato come sebbene American Pharoah abbia vinto la Triple Crown americana, non ha mai fatto numeri eguagliabili a quelli di Arrogate. Basti pensare che il 3 anni nella sua stagione, battendo i coetanei nemmeno troppo forti, fece 105 di Beyer Figure, cioè un indice che include il parziale in velocità introdotto nel 1970, nel Kentucky Derby, un 102 nelle Preakness Stakes e 105 nelle Belmont Stakes, senza dimenticare il 109 nell'Haskell Invitational Stakes G1. Il beyer più alto lo fece nella Breeders con un 120, mentre Arrogate sin dalle Travers Stakes G1 quando vinse di 13 lunghezze dopo una maiden vinta bene in seguito ad un debutto con un terzo sui 1200 metri, pur non correndo le Classiche a 3 anni, ha fatto numeri superiori così descritti: 122 a Saratoga alla fine dei 3 anni, 120 nel Classic, 119 nella Pegasus World Cup G1. Non c'è nulla da fare, troppo più forte, anche se stiamo parlando di massimi esponenti di un galoppo che continua a produrre campioni in serie. Insomma, il caso è chiuso: Arrogate si candida ad essere uno dei più forti cavalli della storia americana. Lo dicono i numeri, lo dicono le performance. Ora può essere tranquillamente paragonato a Secretariat, a Ribot, a Frankel...E voi, che ne pensate?

Domenica italiana: Impressiona #Menuhin, prospetto da Derby? Candy Store e Enrife tra le femmine, ma non spiccano..

Poco da dire nella domenica italiana, con solo un paio di indicazioni potenzialmente interessanti. Diciamo subito che nel Saccaroa, eliminatoria per l'Elena, a vincere è stata Candy Store (Lope De Vega), essenziale nel fisico, che ha battuto la stimata Fataliste (Siyouni). A livello visivo non sono andate fortissimo, in realtà hanno finito lentamente per una parte di gara più svelta e tempo finale di 1m 37,5s, comunque non male. L'idea è che Candy Store faccia più distanza. Nel Bellini, che prepara alle Oaks, è bastata Enrife (Azamour), che veniva dagli handicap, per togliere l'imbattibilità a Sunchisetagioo (Exceed And Excel). Enrife, come Into The Lane, è migliorata tantissimo con il passaggio d'età.
Mooolto mooolto interessante invece Menuhin (Mujahid), fratello pieno della buona Valvibrata e fratellastro di Cosmelli (Mr Vegas) appena venuto in Uk, che ha vinto la maiden di 7 lunghezze ma mostrando un tamburo non indifferente in dirittura dopo aver seguito la prima parte di gara in maniera tranquilla, girando al largo di tutti, ed esprimendosi con una dirittura davvero notevole con Silvano Mulas a bordo per i colori della Ste.Ma. che lo ha anche allevato. L'impressione è stata talmente buona che ne pensiamo, al netto di cavalli che ancora non abbiamo visto, un potenziale candidato al Derby Italiano G2. Si, osiamo. Menuhin ha perso al debutto da Cima Da Conegliano a Milano, che aveva linee interessanti. A Roma ha finito i 2000 metri in 2m 02,9s, non male per essere la seconda corsa in carriera. IL VIDEO QUI.
A Milano, buona la seconda per Dream Up (Dream Ahead) per i colori della Effevi, che ha risolto con immenso stile la maiden sul miglio in pista media. Linee tutte da verificare, ma un parziale tra i 400 ai 200 veramente buono.. e pensare che di questo ne parlavano in ottica Parioli. Dream Up è stato pagato €54,000 alle Tattersalls di Fairyhouse. Chissà come si muoverà. TUTTI I VIDEO DI MILANO QUI.

sabato 25 marzo 2017

Meydan: #Arrogate un marziano! Il grigio vince la Dubai World Cup nonostante una partenza lenta ed un finale mostruoso. Battuti gli americani Gun Runner e Neolithic.

Dubai World Cup Sponsored By Emirates Airline (Group 1) (Dirt): Gar·gan·tu·é·sco. Smisurato ed insaziabile. Serve sillabare l'aggettivo giusto per descrivere la performance di Arrogate (Unbridled's Song) nella Dubai World Cup G1 da $10 milioni sui 2000 metri in sabbia, vinta in maniera incredibile, quasi, date le premesse. Il grigio di Bob Baffert ha tirato fuori una prestazione che forse si può definire come la migliore della carriera. Dopo esser partito lento, in una corsa molto veloce nella prima parte di gara, all'inizio ha fatto tremare i polsi e fremere il cuore degli appassionati, mica solo quelli di Bob Baffert e del Principe di Khalid Abdulla, rimanendo nelle retrovie a quasi 15 lunghezze dai primi, spinto da Mike Smith che deve essersi messo una paura folle. A livello emotivo, quelle sono situazioni che ammazzerebbero un toro. 
Ma il jockey americano non si è perso d'animo, anzi ha gradualmente incoraggiato il suo e, a 3/4 di gara, quando ha preso il coraggio a 4 mani, ha mosso ed Arrogate ha dimostrato perchè si tratta del cavallo più forte del mondo: Ha cominciato ad inanellare rivali come spiedini, macinando metri, sporcandosi le mani, prendendosi la sabbia in faccia e realizzandosi in un gesto atletico spaventoso prendendo i primi, subendo lo sciabordio della caracca di Mubtaahij (Dubawi) che all'ingresso in retta chiamava la mamma, ed in dirittura in pochi tempi di galoppo è andato a riprendere per le orecchie, come una nonna con i nipoti al parco, gli altri due connazionali Gun Runner (Candy Ride) e Neolithic (Harlan's Holiday) i quali, una volta agganciati, sono rimasti di sasso dall'incedere del grigio che dietro di se ha lasciato un arcobaleno degno di un unicorno. Mike Smith, a quel punto, quando ha capito di non poter più temere nessuno si è solo limitato ad accompagnare mettendosi in posa per la foto, con il grigio che ha completato i 2000 metri in dirt in 2m 2.15s (fast by 1.35s), che non è il record di Dubai Millennium ma poco ci manca.

Meydan: Jack Hobbs straripante nello Sheema Classic! Seconda Seventh Heaven, solo terzo il favorito Postponed

Longines Dubai Sheema Classic (Group 1) (Turf): la vittoria di Gosden! Questa è tutta sua. Ecco perchè è un maestro. Al rientro dalle Champion Stakes G1, Jack Hobbs (Halling) ha vinto in maniera strepitosa lo Sheema Classic sul miglio e mezzo di Meydan, presentato alla grandissima dall'allenatore di Clarehaven. Il portacolori di Godolphin, 5 anni, con l'ausilio del paraocchi per la prima volta si è presentato impennando come un dragster all'appoggio dei primi e a 300 dal palo era già totale padrone della contesa sotto la spinta del passeggero Guglielmo Buick, filando via verso il traguardo con 4 lunghezze di margine che sarebbero potute essere anche di più. Al secondo è arrivata la femmina Seventh Heaven (Galileo) mentre il favorito Postponed (Dubawi), che ha scelto corsie larghe, dopo un attacco al vincitore è rimasto li sul passo giungendo terzo. Corsa che si è risolta poco prima dell'ingresso in retta, a graduare è stato Highland Reel (Galileo) che non correva da oltre 100 giorni, alla cui coda si sono posizionati tutti gli altri concorrenti. Le cose si sono fatte serie sul finire della curva, quando alla resa dei conti a vincere è stato il campione di Gosden che non vinceva in G1 da quasi 2 anni. Il tempo finale è stato di 2m 32.39s (slow by 4.89s).

Meydan: La Jap #Vivlos domina il Dubai Turf. Beffati Heshem e Ribchester. Festeggia papà Deep Impact, 15 anni oggi

Dubai Turf Sponsored By DP World (Group 1) (Turf): Eccola, la sorpresa. Aspettavamo nello Sprint Moreira, che ha fatto il giro del mondo in quella occasione, mentre qui ha preso il pennello e dipinto una traiettoria fantastica per vincere il Dubai Turf (per il secondo anno consecutivo dominato da un giapponese) in sella alla outsider a 14/1 nipponica Vivlos (Deep Impact) per Yasuo Tomomichi ed i colori di Kazuhiro Sasaki.
Vivlos, dopo aver gravitato nelle posizioni di metà gruppo, è scattata al centro della pista con uno scatto fulmineo per beffare Heshem (Footstepsinthesand), altro francese in gas a 25/1, e Ribchester (Iffraaj) che era passato a palo lontano ed aveva dovuto subire l'attacco del portacolori dell'Al Shaqab. Solo quarto Zarak (Dubawi), che ha confermato i suoi limiti quando le cose si fanno serie. Si è presentato alle spalle di Ribchester con fare cattivo, ma poi non ha dato il successivo cambio di marcia, quello che contraddistingue i cavalli da G1 da quelli normali. Cavallo da G2, ora è certificato. Se migliorerà, lo farà solo per la qualità.. ma da anziano. Il tempo finale della corsa è stato un non eccezionale 1m 50.20s (slow by 3.70s). Comunque un G1 che va in qualche modo verificato, non il migliore in senso assoluto.

Meydan, gli Sprint! Nell'Al Quoz soddisfazione francese con The Right Man. Nello Shaheen spazia Mind Your Biscuits

Al Quoz Sprint Sponsored By Azizi Developments (Group 1) (Turf): A 12 contro 1, e sempre in un finale intenso, si è risolta la prova sui 1200 in erba. A vincere per la seconda volta nella notte di Meydan è stato un francese che risponde al nome di The Right Man (Lope De Vega), un portacolori della Pegase Bloodstock, allenato da Didier Guillemin e montato da Francois Xavier Bertras che ha esteso la sua striscia di prestazioni senza uscire dal marcatore da 4 volte consecutive. Il figlio di Lope De Vega (Shamardal) ha battuto di misura l'americano Long On Value (Value Plus) ed il favorito Ertijaal (Oasis Dream), favorito, e capace di grande attacco ma in maniera prematura. Nulla da fare per Limato (Tagula), mai un fattore, mentre sesto è giunto l'Honkongese Amazing Kids (Falkirk) sul quale Moreira, pur con uno steccato basso, è finito quasi sulle tribune a fare l'arrivo. Il tempo finale è stato di 1m 9.59s (fast by 0.01s). Per Guillemin è la prima vittoria in G1 dal 2011 con un cavallo sbocciato a 4 anni sul finire della stagione francese, quando ha vinto prima il Prix de Bonneval Lr, poi ancora a Maisons Laffitte nel Prix de Seine-et-Oise G3. Rientrato con un terzo alle spalle di Jungle Cat, ha vinto nel giorno dei giorni. Obiettivo Royal Ascot, per un cavallo miglioratissimo. Prodotto della fattrice Three Owls (Warning), in corsa allenata da Luca Cumani. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

Meydan: Thunder Snow e Soumillon vincono l'#UAE Derby. Battuto il JAP #Epicharis. Obiettivo Kentucky Derby?

UAE Derby Sponsored By The Saeed & Mohammed Al Naboodah Group G2 in sabbia: Stavolta Cristoforo non ha solo fatto sudare gli altri, ma se l'è dovuta sudare di suo. In sella a Thunder Snow (Helmet) ha vinto il Derby degli Emirati Arabi Uniti grazie ad una monta si confidente, ma meno semplice di Vazirabad perchè a bordo del Godolphin di Saed bin Suroor, ha dovuto faticare più del previsto per respingere e debellare la resistenza di Epicharis (Gold Allure), il giapponesone annunciato in ordine dal suo team. In effetti le preparazioni di questi le abbiamo viste tutte, eravamo convinti che Thunder fosse il migliore del lotto ma Epicharis, che in patria ci ha messo un'ora per vincere la sua corsa, è andato molto bene affinando la condizione e capace di prestazione ben montato da CP LemaireSolo la foto ha potuto dividere i 2 con il blue che ad un certo punto ha anche scartato, sembrava fritto, ma l'ha risolta con l'immensa qualità di cui è dotato. Terzo è finito bene Master Plan (Twirling Candy) per Todd Pletcher ed i colori dell'Al Shaqab, mentre quarto è giunto Lancaster Bomber (War Front), sopraggiungendo dalle retrovie.
E magari non fa ne la sabbia, ne la distanza. Cavallo da miglio in erba, secondo noi. Ma noi non siamo lo Sceiccone che si diverte, possiamo solo parlarne. E per questo motivo Thunder Snow, probabilmente, ora cercherà di andare a Churchill Downs per vincere il Kentucky Derby G1. Difficile. Molto. Thunder Snow aveva scherzato gli avversari sul miglio delle 2000 Ghinee locali, in Europa a 2 anni ha vinto il Criterium de Saint Cloud, in chiusura di stagione dopo il quarto nelle Dewhurst G1 alle spalle di Churchill ed il secondo a Doncaster nelle Champagne G2 alle spalle di Rivet. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

Meydan, #DWC night: Second Summer vince il Mile, Vazirabad e Soumillon pizzicano Beautiful Romance nella Gold Cup

Dubai Gold Cup Sponsored By Al Tayer Motors G2 in erba sui 3200 metri: La lunga maratona è stata risolta da un Vazirabad (Manduro) apparso in condizioni smaglianti dopo il ko al rientro nel Nad Al Sheba Trophy G2, dove perse dalla femmina Beautiful Romance (New Approach), stavolta ribaltata e battuta di un soffio grazie ad una monta come al solito abbastanza naif da parte di Cristophe Soumillon, ma stavolta decisamente efficace per riportare una vittoria con un finale al cardiopalma. La femmina di Godolphin ha attaccato lungo tutto il percorso il front runner Big Orange con Frankie Dettori in sella, lo ha sfiancato ed è passata lunga. Soumillon è rimasto invece algido in sella all'Aga Khan nelle retrovie, tirandolo fuori solo negli ultimi 400 metri quando gli altri avevano speso i massimi, beffandola negli ultimi 50 metri quando lei era bollita e lui in gas. Siamo al solito confine: Sconfitta o vittoria cambiano il giudizio finale della monta. Soumillon, in questo caso, ha pennellato. In caso avesse perso, qualcuno avrebbe parlato di monta superficiale. Ma Soumillon è così: Prendere o lasciare. Tanto che dopo la corsa ha detto a Royer Dupre le seguenti parole: "I'm sorry for your heart!". Vazirabad, già vincitore del Royal Oak G1, ha replicato nella Gold Cup prendendo la forma proprio in questi giorni. Terzo il vecchio Sheikzayedroad (Dubawi). Si può sire senza dubbio di essere smentiti, che Vazirabad è il miglior stayer del mondo. Tempo finale di 3m 22.52s (slow by 2.52s)  IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

Allevamento: #Zarkava è di nuovo mamma. Martedì è nata una piccola femmina da #Siyouni. La campionessa ha 12 anni

Per Zarkava potrebbe essere un weekend indimenticabile. Mentre il suo miglior prodotto sinora, Zarak (Dubawi), è impegnato a Meydan nel Dubai Turf G1 di sabato, nei giorni scorsi, esattamente martedì, la campionessa ha dato alla luce martedì una piccola puledrina prodotto dell'incrocio con Siyouni (Pivotal), anche lei allevata dall'Aga Khan. Zarkava (Zamindar), imbattuta in 7 uscite e vincitrice di 5 G1 quali Poule d'Essai des Pouliches, Prix de Diane e Prix de l'Arc de Triomphe come culmine della carriera, ora 12 anni, ha cominciato come fattrice ma non benissimo. Per il primo figlio degno di nota ha dovuto aspettare il quarto sfornato, appunto Zarak, 4 anni, oggi favorito del Dubai Turf G1 ma in generale formalmente vincitore di G3 e piazzato di G1, alle spalle di Almanzor nel Prix du Jockey Club G1 a 3 anni. 
Zarkava ha rappresentanti in vita un 3 anni che si chiama Zarmitan (Redoute's Choice), ancora inedito, una 2 anni da Frankel ed uno yearling da Invincible Spirit. Dopo aver dato alla luce la femminuccia da Siyouni, sarà coperta nel 2017 da Sea The Stars (Cape Cross). Quanto a Siyouni (Pivotal), è stato un ottimo miler per l'Aga Khan ritirato in razza all'Haras de Bonneval nel 2011, il suo tasso di monta è gradualmente salito da €7,000 a €45,000 negli ultimi anni da stallone nei quali ha prodotto bene e dando l'idea di poter essere un potenziale crack.
Zarkava è stata la star del biennio in Europa nel 2007 e nel 2008. Ha chiuso la carriera a 3 anni con uno sparo incredibile nell'Arc de Triomphe. Riviviamo quei momenti, cliccando su questo LINK.

venerdì 24 marzo 2017

Francia: Soleil Marin, prospettive Classiche tra i 3 anni. #Evabienchope vince la prima prova per i 2 anni in Europa..

In Francia ieri c'è stato un convegno che merita di essere raccontato. Nel Prix Francois Mathet Lr per i 3 anni sui 2100 metri, bel ritorno con vittoria per Soleil Marin (Kendargent) che con un gran cambio di marcia, pur graduando in avanti, ha fatto capire di avere delle potenzialità utili in ottica classica. Soleil Marine è un portacolori della Mme Elisabeth Fabre, allenato da Andre Fabre, e montato da Pierre-Charles Boudot che ora ha una striscia positiva di 4 vittorie consecutive, dopo le prime 2 che sono servite come esperienza per portarlo avanti. Dopo l'affermazione in maiden a Cholet il baio non si è più fermato e questo rientro ne fa pensare ad una carriera che può diventare importante. Per lui è comunque il primo successo di Stakes in carriera dopo la crescita dello scorso anno. Si tratta di un figlio dell'esaltante Kendargent (Kendor), uno che qualche anno fa funzionava per €1000 euro ed ora ha visto il suo tasso salire fino ai €22,000 del 2017. Si tratta del secondo vincitore per la modesta Sousmarin (Montjeu), della famiglia di Groom Dancer (Blushing Groom) e del campione giapponese Kinshasa No Kiseki (Fuji Kiseki). IL VIDEO QUI.
Abbiamo parlato di Kendargent e dell'Haras de Colleville in Normandia, creazione di Guy Pariente che ha sponsorizzato ed anche vinto la prima prova per i cavalli di 2 anni in Europa. Si trattava del Prix de debutantes sui 900 metri di Saint Cloud, vinto da una femmina tutto pepe che veste i colori del proprietario francese di cui sopra: Lei si chiama Evabienchope (Captain Chop) e con pochi tempi di galoppo, in una corsa con 17 partecipanti, ha risolto con forza e spunto decisivo ancora nelle mani di Pierre Charles Boudot. La figlia di Captain Chop (Indian Rocket), stallone che funziona per un tasso di €4,000 presso l'Haras des Faune per Alain Chopard che l'ha allevata, ed ha battuto Get Even (Multiplex) con una lunghezza e mezza di margine. La cavalla è stata pagata €31 mila alle Osarus di Settembre. Di proprietà di Guy Pariente, è allenata da Philippe Sogorb. IL VIDEO QUI.
Altro spunto, e poi ci fermiamo, è stato il debutto definito promettentissimo per Plumatic (Dubawi), cavallo dalla genealogia a dir poco regale, che per i colori dei Wertheimer ed il training di Andre Fabre, ha impressionato nelle mani di Maxime Guyon. Si tratta di un prodotto della campionessa Plumania (Anabaa), piazzata nel Vermeille G1, nel Prix de Diane G1 e vincitrice del Grand Prix de Saint-Cloud G1 a 4 anni. Impressioni? VIDEO QUI.

Aste in America: Disponibile il catalogo delle #OBS Spring 2-Year-Old In Training Sale. Ecco le info ed i contatti

Il catalogo delle Spring Sale of Sale of Two-Year-Olds in Training organizzato dalla Ocala Breeders Sales, è disponibile da qualche ora sul sito ufficiale della compagnia americana raggiungibile al www.obssales.com.
Si tratta di una meravigliosa opportunità per il mercato italiano vista l'affidabilità dei cavalli americani in Italia che vediamo vincere stagionalmente corse importantissime. Sono stati tanti i cavalli americani passati per le nostre piste: Solo per fare qualche nome: Gli sprinter Dream Impact e Samysilver, La Trinacria piazzata di Elena, Make Up a Mystery, Bog Wild piazzata di Lydia Tesio poi tutti i campioni acquistati dal Sor Giuliano Fratini anni fa come Golden Bengal e che sono diventati fortissimi. I nomi sono davvero tanti, quindi osservate bene il catalogo e prendete contatto con l'agente OBS per l'Italia Paolo Romanelli per avere tutte le informazioni necessarie per organizzare un acquisto.
Ma non è tutto. L'organizzazione ha rilasciato anche la documentazione per iPad scaricando l'applicazione disponibile che darà la possibilità di avere in tempo reale aggiornamenti del catalogo e dunque delle prestazioni, vedere il catalogo stesso, fare appunti, records note e vedere i video degli Under Tack, appunto i breeze dei cavalli. Il catalogo digitale è disponibile a questo indirizzo: http://www.equineline.com/SalesCatalogApp/
Per tutti gli altri è possibile scaricare la versione in pdf cliccando su questo LINK.
Detto questo, è un catalogo fatto di 1208 puledri per una 4 giorni da non perdere da martedì 25 Aprile a venerdì 28 Aprile, con tutte le sessioni che cominceranno alle 10,30 di mattina, ora locale. Dall'1 al 302 nel primo giorno, poi dal 303 al 604 il mercoledì, dal 605 al 906 il giovedì e la giornata conclusiva con i cavalli dal Lot 907 al 1208.
Il cosidetto "Under Tack Show" si terrà in 6 giorni e comincerà il 17 Aprile, un lunedì, e continuerà fino al sabato 22 Aprile, con tutti i breeze che saranno trasmessi in streaming live sul sito OBS e su altri siti americani, ma quando sarà il caso vi gireremo il link per seguire i breeze. La The Spring Sale è stata per molto tempo l'asta nella quale ricercare la qualità: Da queste classi sono passati i campioni Lil E. Tee, Silver Charm ed I'll Have Another, senza dimenticare altri 10 campionissimi e 25 cavalli milionari. Citiamo altri numeri: Dall'inizio del 2016 almeno 63 cavalli passati da quest'asta hanno vinto o si sono piazzati in 96 corse di gruppo. In generale 181 hanno vinto 322 corse stakes.
PER PRENDERE CONTATTI ED INFORMAZIONI CON L'AMERICA PER L'ASTA DESCRITTA, POTETE CONTATTARE PAOLO ROMANELLI DELLA Ital-Cal Horse Management raggiungibile all'indirizzo internet http://www.italcalhorse.com o via mail romanelli135@aol.com o via telefono allo (001) 954-249-6964.

giovedì 23 marzo 2017

Allevamento: Il Centro Equino Arcadia regala agli appassionati l'ebook del Seminario Internazionale sull'allevamento del campione da corsa. Scaricalo in PDF cliccando sul link

Qualche giorno fa, come abbiamo documentato, c'è stato un incontro molto interessante presso il Centro Equino Arcadia dove gli allevatori del Galoppo italiano e internazionale si sono dati appuntamento per scambiarsi opinioni, idee e non solo, sviluppando il Seminario Internazionale sull’allevamento del campione da corsa. Si sono toccati tantissimi temi, tra cui fondamenti, strategie, trucchi svelati da relatori di fama internazionale. Ora è disponibile un documento per chi avrebbe voluto esserci, ma non c'è stato. Il Centro Equino Arcadia ha rilasciato infatti nelle scorse ore un E-Book gratuito, disponibile cliccando su questo LINK. Appunti preziosissimi. Una dispensa da leggere avidamente e conservare grazie anche alla generosità di chi ha deciso di condividere le slides, i pensieri, i segreti del mondo del purosangue. 
Nell'ebook troverete le immagini, i commenti e le riflessioni dei partecipanti al Seminario dell' 11 marzo 2017 tenuto presso la stazione di monta ed il prezioso allevamento, insieme alle slide di relatori del calibro di: John Osborne (dvm, Irish National Stud, Kildare, Irlanda), Charles-Henri De Moussac (Haras Du Mezeray, Francia), Luca Cumani (allenatore, Newmarket, UK), Massimo Parri (Allevamento Le.Gi, Italia), Isabella Bezzera (Allevamento Razza del Sole, Italia) e Giulio Predieri (dvm, alimentarista, Acme). L'incontro è stato raccontato anche sul Trotto & Turf in un articolo a firma di Franco Castelfranchi, ma per poter continuare a sognare nel mondo dei cavalli e allevare cavalli che vincono, è fondamentale leggere questo ebook in formato pdf. Buona lettura!
"Un caro saluto e un grazie speciale a chi nel nostro settore sta lavorando con grande passione". Dr.ssa Romano Giovanna + 39 335.5729986 – info@centroequinoarcadia.it

mercoledì 22 marzo 2017

Pier Convertino torna in Italia dopo una bella stagione in Qatar. Disponibile sin da domenica, sarà gestito dalla Horses & Jockeys di Alessandro Santoni

Fantini che vanno, fantini che vengono. Uno, in particolare, tornerà a breve in Italia per ricominciare a montare nella patria che lo ha fatto crescere e fatto diventare importante. Si tratta di Pierantonio Convertino che, forte dell'esperienza accumulata in Qatar oramai da qualche anno, e con un bottino della stagione locale di 12 vittorie e 57 piazzamenti su 188 monte effettuate, tornerà Milano fra qualche giorno, dopo le ultime cartucce da sparare oggi e domani per Jassim Mohammed Ghazali e venerdì in Bahrein. 
Da domenica infatti il jockey italiano, cresciuto alla scuola di Luigi e Fabrizio Camici, sarà già disponibile a tutti gli allenatori interessati a 53,5 chili. 
Ma non è tutto: per questo nuovo inizio di 2017 ha inaugurato una collaborazione con un nuovo Management della Horses & Jockeys di Alessandro Santoni, che si prega di contattare qualora foste interessati per email horsesandjockeys@gmail.com o via telefono al +39 3928281748
Dall'inizio della carriera in Italia Pier, 33 anni da compiere in Ottobre, ha vinto 986 corse nel nostro paese. L'augurio di Mondoturf è che questa nuova collaborazione possa portare ben presto al traguardo delle 1000 vittorie.

Italians in Francia: Mon Tresor vince un bell'handicap a Chantilly, ipotesi Prix de Diane per la cavalla di Ferdinando Fratini

Les italiens che tanto fanno bene all'estero. La notizia recente riguarda una bella vittoria ottenuta ieri pomeriggio, martedì, a Chantilly per Mon Tresor (Kendargent) la quale ha riportato il Prix Optional 2, un mega handicap da €20,000, sui 1900 metri in fibre per il training di Alessandro Botti, la monta di Pierre Bazire ed i colori di Ferdinando Fratini. 
Mon Tresor, che aveva vinto la sua maiden a Cholet in Settembre, è così arrivata alla seconda vittoria in carriera in stile dominante dopo aver frequentato buone categorie in terra transalpina. prima di questa ha ottenuto un np al debutto a Vichy sul pesante, poi la vittoria in maiden, un secondo e poi un quarto in condizionate a Lyon-Parilly sempre su terreno molto soffice. Alla prima vera esperienza su una superficie compatta, ecco una franca affermazione. Al momento sono 2 vittorie ed 1 piazzamento in 5 corse disputate. 
Nell'occasione, tra gli altri, ha battuto anche Bootcamp, cavallo allenato da Maurizio Guarnieri ritenuto uno delle punte della stagione in Francia. Per Mon Tresor il programma è tutto da studiare, ma c'è la ferma intenzione da parte della proprietà di correre tutte le prove preparatorie che serviranno per capire la bontà delle sue qualità effettive, ed in caso di responso positivo di iscriverla nel Prix de Diane G1 del 2017, le Oaks francesi, in programma il prossimo 18 Giugno a Chantilly. Intanto, complimenti. PER VEDERE IL FOTORACCONTO DELLA VITTORIA CLICCARE SU QUESTO LINK.

#Meydan: Sorteggiati gli steccati della #DubaiWorldCup: Ad #Arrogate il 9, a #Mubtaahij il 14. Ecco tutte le news..

Dubai World Cup, meno 3 giorni al grande appuntamento di sabato. Mercoledì mattina sono stati sorteggiati gli steccati per la notte che mette in palio quasi $30 milioni, in una effervescente cerimonia presso l'ippodromo di Meydan. Il campione Arrogate (Unbridled's Song), la stessa indiscussa della serata, ha pescato un 9 di steccato ritenuto da Bob Baffert ancora buono per il suo che nel frattempo da quando è arrivato a Dubai si è ben ambientato ed è parso rilassato. Arrogate partirà tra Furia Cruzada (8) e Keen Ice (10). 
Il compagno di scuderia Hoppertunity ha preso il 12, mentre malissimo è andata a Mubtaahij, secondo lo scorso anno ed una delle pedine chiave di De Kock per la serata, che ha pescato il 14 cioè l'incubo di ogni allenatore. Dopo il sorteggio abbiamo assistito a lievi movimenti di betting con Arrogate rimasto invariato ad 1/3 da Coral, mentre Mubtaahij è salito da 7 a 9, a favore di Gun Runner, il quale ha preso lo stallo 5, sceso da 9/1 a 7/1. 
Bob Baffert, che allena il gran favorito, ha vinto la Dubai World Cup nel 2001 e nel 1998. Ha paragonato il suo al "Frankel" del dirt, e non è casuale che abbia la stessa giubba. The Silver Fox, come lo chiamano in America per la sua folta chioma bianca, ha confessato che quando correva Frankel si alzava in orari strani per vedere le sue corse, rimanendo incantato. Comunque, attualmente, Arrogate vale un 134, ma il riferimento è proprio Frankel che prese un 140 al top della carriera. 
Altre notizie veloci sui candidati alla DWC:

Aste: #GoffsUk lancia il Breeze Up a Doncaster tra l'11 ed il 12 Aprile. Ecco tutti i motivi per cui gli italiani hanno agevolazioni a comprare ed i contatti da prendere. Non perdere altro tempo, vola a Doncaster!

La parola d'ordine è qualità. Tanta qualità! Quella presente in Inghilterra per le prossime Goffs UK Breeze-up Sale in programma tra l'11 ed il 12 Aprile 2017 a Doncaster. Tanti sono gli elementi favorevoli per cui parlare di quest'asta, ma per convenzione citiamo anche le più significative che rendono bene l'idea di cosa ci si possa aspettare.
Solo lo scorso anno, da questa asta, sono usciti cavalli che hanno fatto grandissime cose al Royal Ascot. Non solo i 2 anni, ma anche cavalli già affermati come Quiet Reflection (Showcasing) e My Dream Boat (Lord Shanakill) che si sono resi protagonisti, rispettivamente, della Commonwealth Cup G1 e delle Prince of Wales's Stakes G1. Poi i 2 anni come Prince Of Lir (Kodiac), Ardad (Kodiac), vincitori delle pattern a loro dedicata. Quindi, basta partire per Doncaster e cominciare a coltivare un sogno! 
C'è da dire che proprio il 2016 è stato l'anno in cui i cavalli giovani usciti dalla fucina di questo breeze up, sono stati numericamente più rappresentati in termini di vincitori. BEN 37 NE HANNO VINTO, PIU' DI QUALSIASI ALTRA ASTA EUROPEA. Il catalogo 2017 è formato da 152 cavalli, con catalogo in distribuzione in tutti gli ippodromi ed informazioni utili circa la logistica, la programmazione del viaggio e dell'acquisto di un cavallo, potete trovarle contattando l'agente Goffs Uk per l'Italia Gianluca Di Castelnuovo, mail newracingfactory@gmail.com, cellulare +39 3332927168.
Noi, qui sotto, elenchiamo brevemente perchè un italiano debba andare a Doncaster a spendere un pò di grano. 
  • AEREO PAGATO SE SI ACQUISTA
  • Trasferimenti gratuiti da/per aeroporti
  • Altri incentivi per operatori italiani
  • Minimum bid da 5000 a 3000
  • Nel 2016 sono stati acquistati 14 cavalli, di cui 9 hanno subito vinto, e solo 4 acquistati oltre le £10,000. E sono i buoni Lady Gio, Biri's Angel, Fast Wind, Kyllachy Blake, Mr Eugenio, Transporter, Perla dell'Etna, Diamond Grey, Akyra Magic, oltre ai piazzati Fizzy Special e Doncaster Magic
  • Oggi 1 Sterlina vale 1 Euro e 16, quindi condizioni STRAFAVOREVOLI per la zona europea dell'Italia
  • Gli stalloni debuttanti, sempre molto attraenti: Epaulette, Havana Gold, Intello, Most Improved, Red Jazz, Society Rock, Swiss Spirit, Worthadd
  • Ci sono i "Big" sires tipici di Doncaster: Ben 4 Acclamation, 4 Dark Angel, 1 Dutch Art, 1 Invincible Spirit, e ben 9 Kodiac
  • Tanti stalloni USA, senza spese viaggio per andare in America a comprare gli stessi già "tagliati" per l'Europa e selezionati da Goffs: Figli di Blame, Exchange Rate, Jimmy Creed, Kitten's Joy, More The Ready, Street Boss, Uncle Mo
  • Parenti italiani, quindi cavalli di cui si conoscono le potenzialità: Un fratello di Pedra Pompas, un fratello della velocissima Pontallmagne,
  • Fratelli di grandi vincitori in Europa tra cui n figlio di Declaration of War mezzo fratello di Frozen Fire (Montjeu), vincitore dell'Irish Derby. Poi una Society Rock mezza sorella proprio di Ardad; Un Le Havre prodotto da una sorella piena di Joursanvault (Verglas), vincitore di Stakes; Una More Than Ready della famiglia dei campioni allevati da Juddmonte quali Cityscape (Selkirk), Bated Breath (Dansili); Un Kitten's Joy della famiglia della campionessa Escena (Strawberry Road); Un Dark Angel prodotto di una mezza sorella del derbywinner Camelot (Montjeu); Un Elnadim mezzo fratello proprio di My Dream Boat; Una femmina da Invincible Spirit, prodotto da una mezza sorella della campionessa giovanile Hooray.
Insomma, sono veramente tanti i motivi per cui prenotare un aereo e volare verso Doncaster. L'asta, oltre ad essere un luogo conviviale dove creare relazioni e potenziali connection, è uno spettacolo anche solo da vedere. Visita il sito http://www.volagratis.com/ e cerca subito la migliore combinazione per il tuo volo. IL CATALOGO ONLINE DISPONIBILE CLICCANDO SU QUESTO LINK.
Ricordiamo che per informazioni utili circa la logistica, la programmazione del viaggio e dell'acquisto di un cavallo, potete trovarle contattando l'agente Goffs Uk per l'Italia Gianluca Di Castelnuovo, mail newracingfactory@gmail.com, cellulare +39 3332927168

martedì 21 marzo 2017

EAU: Tutto pronto per la Dubai World Cup di sabato a Dubai. Arrogate è la star della serata, pioggia di dollari su Meydan

Come promesso, nella giornata di lunedì sono stati diramati i campi partenti della notte della Dubai World Cup del 25 Marzo da Meydan. Prima di tutto sveliamo gli orari di una diretta che sarà possibile seguire anche dall'Italia sul canale 220 di Sky. Dalle 12,45 mettetevi comodi davanti alla tv, l'ipad, il pc o tutto quello che potete per seguire l'intera diretta dal campo. I campi sono stati tutti fatti, manca la dichiarazione ed il sorteggio degli steccati che arriverà entro un paio di giorni.
La giornata partirà ufficialmente alle 12,45 ora italiana con il Godolphin Mile G2, poi alle 13,15 è in programma il Dubai Kahayla Classic Empowered By IPIC, la DWC dei purosangue arabi. Alle 13,50 c'è la Dubai Gold Cup G2, alle 14,25 l'UAE Derby G2, alle 15 cominciano i G1 di giornata così distribuiti:
15,00 Al Quoz Sprint Sponsored By Azizi Developments sui 1200 in erba.
15,35 Dubai Golden Shaheen Sponsored By Gulf News sui 1200 in dirt.
16,30 il Dubai Turf Sponsored By DP World sui 1800 metri. 
17,05 il Longines Dubai Sheema Classic sui 2400 metri in erba.
17,45 la Dubai World Cup Sponsored By Emirates Airline sui 2000 metri in dirt
Per i link della corsa andare a fondo pagina
La star, tra le stars, della serata sarà certamente Arrogate (Unbridled’s Song), campione americano già vincitore di Breeders' Cup Classic G1 e Pegasus World Cup G1, la corsa più ricca del mondo con $12 milioni, che capeggia il campo della corsa più ricca della serata con $10 milioni di dotazione.

lunedì 20 marzo 2017

Giappone: Fan Dii Na impressiona a Nakayama, candidata alle 1000 Ghinee! Mirco Demuro poker a Chukyo

In Giappone è andato in scena un weekend lungo di corse, con interessanti motivi anche nel lunedì tra Nakayama e Chukyo. A Chukyo da segnalare un poker di Mirco Demuro che ne montava 4 e ne ha vinte 4, aggiungendo la perla di domenica fanno dunque 5 corse vinte consecutivamente e score che sale fino alle 40 vittorie in stagione con testa parziale nella classifica fantini JRA.
Tecnicamente a Nakayama c'era la Flower Cup G3 per femmine di 3 anni in ottica Classica, che serviva come eliminatoria e come preparazione delle 1000 Ghinee nipponiche, le Oka Sho G1 in programma a metà Aprile. A vincere è stata una devastante Fan Dii Na (Deep Impact), con mamma da Pivotal, montata da Yasunari Iwata per il training di Tomokazu Takano ed i colori della Turf Sport. La 3 anni, imbattuta in 3 uscite, ha risolto con 5 lunghezze di margine nei confronti di Sea's Lullaby (Falbrav) ed i colori della Shadai Farm, ed al terzo Draw a Card (Daiwa Major) per la stessa proprietà della seconda. Se guardate il video si nota come il suo interprete l'abbia chiamata poco prima della retta e questa è partita con uno schiocco di dita facendo le vere buche per terra. In Giappone parlano già di una rivale da maneggiare con cura per Soul Stirring (Frankel), la favorita dell'antepost. Gli ultimi 600 metri li ha percorsi in 34,9s, non male se pensiamo che il miglior riferimento della giornata era in 34,7. IL VIDEO DELLA FLOWER CUP QUI.
Fan Dii Na ha debuttato a 3 anni a Kyoto a metà Gennaio ed ha replicato con stile a fine Febbraio sempre a Kyoto. Vedremo a breve dove arriverà. 

domenica 19 marzo 2017

Il bello della domenica italiana: A Roma Per Un Dixir e Mac Mahon, a Milano Holy Water ed Into The Lane impressionano

Finalmente il profumo delle domeniche belle, con i cavalli buoni. Tra Roma e Milano da registrare il dominio Botti, ma del resto è anche abbastanza normale visto il materiale. Ieri abbiamo visto qualcosa di interessante che cercheremo di sintetizzare in poche righe. Tra gli anziani del Premio Tupini (VIDEO QUI) 2 su 2 per Per Un Dixir (Holy Roman Emperor), un 4 anni fratellastro di Dylan Mouth, che ha debuttato a fine Gennaio del 2017 con una vittoria ed ha mantenuto il suo score di imbattuto vincendo ancora in condizionata, per i colori della Azienda Agricola Mariano ed il training di Alduino Botti, con la monta di Tore Sulas autore di un triplo in giornata. Si tratta di un cavallo che ha debuttato tardi perchè un infortunio serio lo ha tolto di mezzo a 2 e 3 anni, ma proprio perchè dotatissimo è stato curato ed atteso. Ed ora? Come minimo farà il D'Alessio, il Repubblica G2 sembra troppo corto. Chissà che non faccia il Milano G2 proprio, poi.
Tra i 3 anni due nomi interessanti a Capannelle. Nel San Giuseppe (VIDEO QUI), primo test da Derby in Italia, a vincere è stato Mac Mahon (Ramonti) rimasto imbattuto in 2 uscite, che ha battuto il favoritissimo e compagno di training Together Again (Pivotal), già bello tirato da corsa ma non ancora al top della condizione. I primi due ci scommettiamo correranno il Derby, il primo è un bellissimo cavallo che però forse non ha la Classe di un Goldstream, per esempio. Intanto ha tolto l'imbattibilità all'Effevi, sa andare forte in corsa, e probabilmente i due più avanti se le daranno ancora. In una maiden sui 1800 metri (VIDEO QUI) abbiamo visto anche una buonissima Ra Valles (High Chaparral), portacolori della Ste.Ma., che ha risolto "gigioneggiando" qua e la per la pista, battendo altri 2 Bottiani nella corsa. Insomma, è ricominciato il loro dominio. Quanto alla femmina di Luciano Monaldi, è un interessantissimo prospetto sulla strada per le Oaks, strada ancora lunga ma con calibri che cominciano ad uscire nel periodo. Prodotto della fattrice Slow Sand (Dixieland Band), è stata pagata 15,000gns alle Tattersalls October Sale Yearling Sale Book 2.

Francia: Cloth of Stars vince la prima pattern della stagione europea. Debutto notevole per Lady Frankel, ancora Fabre!

Il bello della domenica comincia da Saint Cloud, dove si è disputata la prima Pattern della stagione Europea in Francia nel Prix Exbury G3 vinto dal talentuoso Cloth Of Stars (Sea The Stars), per i colori Godolphin ed il training di Andre Fabre, e la monta di Mickael Barzalona. Il 4 anni, che non correva da Luglio, ha convinto nel passaggio d'età ed ha battuto bene Star Of Victory (Tot Ou Tard) ed al terzo Cafe Royal (Nicaron). 
Per il blue era la quinta vittoria, la quarta a livello di Gruppo, per il baio che ha vinto in carriera il Prix des Chenes G3 a 2 anni, il Prix La Force G3, il Prix Greffulhe G2 la scorsa stagione, senza dimenticare il terzo nel Grand Prix de Paris G1 e l'ottavo posto nel Derby G1. Acquistato da John Ferguson per 400,000gns a Tattersalls da yearling, è prodotto di Strawberry Fledge (Kingmambo), cavalla inedita ma sorella piena della campionessa Light Shift, vincitrice di Oaks, e mamma di Ulysses. Per Cloth Of Stars il programma prevede il salto in G1 nel prossimo Ganay. IL VIDEO DEL PRIX EXBURY QUI.
Sempre in Francia abbiamo visto un ottimo debutto per Lady Frankel (Frankel), cavalla iscritta alle Classiche francesi, è allevata e di proprietà del Gestut Ammerland ed aveva in sella Pierre Charles Boudot. Si tratta di un prodotto di Lady Vettori (Vettori), già madre del campione Classico e sire Lope De Vega (Shamardal), vincitore delle Poule d’Essai des Poulains e Prix du Jockey Club. Lady Vettori ha una femmina di 2 anni sorella piena di Lady Frankel, e lo scorso anno ha visitato Invincible Spirit (Green Desert). IL VIDEO DELLA VITTORIA DI LADY FRANKEL CLICCANDO QUI.
In ottica 3 anni già affermati, o quasi, da segnalare la vittoria per Christophe Soumillon a bordo a Markazi (Dark Angel) nella Listed Prix Omnium II, sul miglio in ottica Classica. Il grigio è allenato da Jean-Claude Rouget per i colori dell'Aga Khan, ed è un figlio di Dark Angel (Acclamation), che quest'anno funziona per €65,000. Markazi, iscritto nelle Poule d’Essai des Poulains ha vinto 5 delle 7 corse disputate. Sempre per Dark Angel nel Prix la Camargo, paritetica per femmine, a vincere è stata la femmina di Richard Fahey Melesina. Vedremo dove arriveranno questi..

Hong Kong: Rapper Dragon vince il Derby locale, il primo a completare la Triplice di Sha Tin! Rispoli ritorno alla vittoria...

In Oriente non c'era solo il Giappone e l'Australia, ma anche il Derby di Hong Kong che in questo particolare paese si corre a 4 anni e mette in campo anche e soprattutto i castroni. Come abbiamo descritto tempo fa nelle prove preparatorie, fatichiamo a trovare quest'anno uno più forte di Rapper Dragon (Street Boss) il quale ha completato il puzzle della triple crown dei 4 anni dopo Classic Mile, Classic Cup ed ora il Derbone, mai successo prima, vincendo una prova con piglio del cavallo più forte della generazione tra quelli raccattati in giro per il mondo da facoltosi proprietari cinesi. Allenato da John Moore, era montato da Joao "meravigliao" Moreira, il quale ha fatto il compitino per portare a casa la coppona e parandosi dal finale di Pakistan Star (Shamardal), finito ancora secondo, ancora finendo forte dopo la Classic Cup, con in sella Silvestro De Sousa il quale lo ha imparato a conoscere per averlo montato 2 volte precedenti. Terzo è finito l'australian bred Beauty Generation (Road To Rock). IL VIDEO DELLA CORSA QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Per Joao Moreira (poker nel convegno) era la sesta vittoria in questa corsa ma ha parlato di un cavallo davvero fortissimo che, a questo punto, mirerà verso il Champions Mile e la QEII G1. Da segnalare che non ha fatto parte della contesa l'ex italiano Dee Dee D'Or (Zebedee), il secondo arrivato del Derby Italiano G2 che in qualche modo si è mosso ad Hong Kong, ma non ha ancora preso la migliore condizione. 
Da segnalare il ritorno alla vittoria in giornata per Umbertino Rispoli, a secco ormai da qualche mese complice anche una brutta caduta patita ad Happy Valley ad inizio Novembre, che ha vinto (alleluja!) a bordo di Right Call (Darci Brahma) per il training di John Size, alla quota paciarotta di 23/1. baci e cuori per tutti, infine. Bravo Umbertino! IL VIDEO DELLA VITTORIA DI RISPOLI QUI.

Giappone: Satono Diamond rientro con vittoria ad Hanshin, lungo viaggio mentale verso l'Arc. A Nakayama test per i 3 anni..

Il campione è tornato, e stavolta è più cattivo che mai. Detto così sembra lo spot di un film d'azione, in realtà si tratta della vittoria al rientro di uno dei cavalli più esaltanti del Giappone, uno di quelli che porterà la bandiera nipponica in Francia laddove c'è una corsa diventata una vera e propria ossessione per gli orientali: L'Arc de Triomphe. Lui è Satono Diamond (Deep Impact) e domenica mattina ha vinto l'Hanshin Daishoten G2 sui 3000 metri, per Yasutoshi Ikee e la monta di Christophe Lemaire. Il campione, era al rientro rispetto alla impressionante vittoria nell'Arima Kinen G1 di fine anno, ma la campagna dei 4 anni è iniziata nel migliore dei modi anche se lui, così bello e così grosso, non sembra adattissimo così a naso alla breve e particolare dirittura di Chantilly. Lui avrebbe bisogno di diritture lunghe, di una andatura sostenuta e di scrollarsi via di dosso la scimmia dell'Arco. Sta di fatto che Satono per ora ha fatto tutto bene vincendo la prova da 128,700,000 yen (circa £920,000) di una lunghezza e mezzo rispetto a Cheval Grand (Heart's Cry) e Tosen Basil (Harbinger). Più bello. Più forte. Comunque. IL VIDEO DEL HANSHIN DAISHOTEN QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Ricordiamo come non abbia vinto il Derby solo perchè ha perso da Makahiki che già abbiamo visto a Parigi ma in una versione "minus" di se stesso, che non sembra come il Satono di oggi. Il nostro ha poi vinto il Kikuka Sho (St Leger) G1 e da fresco l'Arima Kinen su Kitasan Black completando una stagione di alto livello. Il suo obiettivo, se avrete la bontà di seguirci, passerà attraverso il Tenno Sho G1 di primavera il 30 Aprile, poi un summit nel Takarazuka Kinen del 25 Giugno sui 2200 metri, il Prix Foy G1 del 10 Settembre, ed appunto l'Arco in programma il primo di Ottobre a Chantilly, in attesa del restauro di Longchamp. Cioè, i giapponesi vogliono vincerlo li..proprio li..

sabato 18 marzo 2017

Australia: #Winx supersonica, vince anche la sedicesima consecutiva. Nel Golden Slipper emerge la femmina She Will Reign

Nemmeno il pesante ha fermato la campionessa. Anzi, per certi versi è sembrato esaltarne le capacità. Winx (Street Cry) ha vinto ancora e lo ha fatto polverizzando il campo dei partecipanti delle George Ryder Stakes G1 e spazzando via a 7 lunghezze e mezzo un vincitore di G1 come Le Romain (Hard Spun) e ridicolizzando uno forte, champion Sprinter australiano, come Chautauqua (Encosta De Lago). Per lei altri record sbriciolati: Sedicesima vittoria consecutiva, muro dei $10 milioni superato e 11° vittoria a livello di G1. Ma le statistiche dicono poco su quanto visto a Rosehill per la cavalla di Chris Waller montata da Hugh Bowman. IL VIDEO DELLE GEORGE RYDER QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Il suo score dice ora 26 corse disputate, 20 vittorie e 3 piazzamenti per una cavalla per la quale abbiamo finito la valigia di aggettivi per descriverne le potenzialità. Il prossimo obiettivo sarà quello delle Longines Queen Elizabeth Stakes G1 sui 2000 da $4 milioni in programma l'8 Aprile prossimo.
Resta da dire come siamo messi a scalata verso la striscia di imbattibilità più lunga in Australia. Come già anticipato chi detiene il titolo è Black Caviar con 25 vittorie, da imbattuta, ottenute consecutivamente. Poi a 19 ci sono Gloaming e Desert Gold. A 18 Ajax, a 17 Mainbrace e ora a 16 appunto Winx, staccati a 15 Bernborough e Carbine. Fermi a quota 14 Phar Lap, a 13 Limerick.

Saranno famosi: Debutto impressionante per Giant's Treasure (Shamardal) a Wolverhampton. Cavallo da Derby?

Venerdì pomeriggio a Wolverhampton ha destato scalpore un debutto ritenuto impressionante. Sappiamo, molto spesso, che quelli annunciati sono in qualche modo mirati per la particolare genealogia, ma noi comunque lo veicoliamo agli appassionati italiani, perchè in effetti la dimostrazione in pista è stata per certi versi notevole. Lui si chiama Giant's Treasure (Shamardal e Ballybacka Lady da Hurricane Run), che da favorito ha risolto una maiden sui 7 furlongs entrando in dirittura dando l'impressione di avere il totale comando della competizione e mantenendo le aspettative producendo una bruciante progressione che ha lasciato impressionati tutti gli avventori all'ippodromo e chi ha visto la corsa. 
Al secondo posto a 4 lunghezze e mezzo è arrivato Trenchard (Elusive Quality). Pagato 105,000gns da foal, è stato venduto per 525,000gns alle Tattersalls October Yearling Sales. La mamma ha vinto un trial per le 1000 Ghinee, proviene da una famiglia sviluppatasi soprattutto in Nuova Zelanda e che include il vincitore del Queensland Derby G1 e del South Australian Derby Westsouthwest (Darci Brahma) ed Aurora Lights (Darci Brahma), terza di Oaks neozelandesi. Allevato dalla Yeguada de Milagro, è di proprietà degli investitori Sudafricani della Mayfair (coniugi Jooste) e del China Horse Club, ed è allenato da Richard Hannon. Ha l'iscrizione al Derby. IL VIDEO DELLA PRESTAZIONE QUI.

Palio della Costa Etrusca del 17 Aprile, ecco i fantini che parteciperanno all'evento. Nomi di spicco per un appuntamento da non perdere!

Qualche settimana fa abbiamo messo in evidenza una manifestazione importantissima alla quale sono tutti invitati i lettori di Mondoturf. Si tratta del Palio della Costa Etrusca in programma il 17 Aprile a San Vincenzo, un appuntamento molto atteso a livello locale e non solo, con la possibilità di assistere ad un evento seguitissimo e pranzare in riva al mare. 
La manifestazione si svolgeva annualmente, nel periodo di Pasqua (Lunedì di Pasqua), direttamente sulla spiaggia di San Vincenzo, luogo ideale e sicuro per la corsa dei cavalli. A correre sono cavalli purosangue, anche se prendono parte alla competizione anche due batterie di cavalli mezzosangue.
Consiste in una serie di batterie (4) con tutti i cavalli e i fantini iscritti, i primi due di ogni batteria vengono poi assegnati a ciascun Comune per contendersi la vittoria finale. Nella giornata di Pasquetta la spiaggia di San Vincenzo si trasforma in una pista da corsa… sono infatti i fantini ed i cavalli che correranno i famosi Pali italiani a disputarsi il drappo dipinto da celebri artisti. 
L'organizzazione che si occupa dell'evento è il sito http://www.tuscany4me.net/palio-costa-degli-etruschi/ raggiungibile su internet. Per informazioni e acquisto biglietti e pacchetti contattare l'Agenzia Tuscany4me. P.zza Umberto I - San Vincenzo (Li). Telefono: +39 0565-705205. Contattateli per avere informazioni su come pernottare e prenotarsi per il pranzo.
Lo svolgimento della manifestazione consterà dei seguenti elementi: Innanzitutto si correrà un chilometro più a nord rispetto a dove veniva corso prima. Ci saranno 32 cavalli divisi in 4 batterie da 8 sulla distanza di 850 metri circa. I primi 2 di ogni batteria avranno accesso alla finale che sarà a 8. Prima della finale ogni accoppiata verrà abbinata a un comune della Costa Etrusca. 
Nella fattispecie diamo menzione dell'ufficializzazione della presenza dei seguenti fantini che, come descritto di fianco, vicino al nome di battaglia, saranno disponibili per le categorie definite:
I nomi dei fantini che correranno parlano da soli, eccoli.....

Easton Angel, acquistata come prospetto di fattrice, è nelle scuderie di Coolmore. Aidan O'Brien ci crede!

Tempo fa avevamo documentato con un report la cifra record spesa per una cavalla come Easton Angel (Dark Angel), duplice Stakes Winner proveniente dal roster dell'Al Shaqab, acquistata come prospetto di fattrice per la cifra di £500,000 alle Tattersalls February Stakes (REPORT QUI) ma che invece, a distanza di un mesetto non è affatto entrata in razza ma ha preso la via delle scuderie di Ballydoyle. 
Secondo i documenti diffusi dalla Horse Racing Ireland (HRI), è stato depositato un passaggio di proprietà con data 8 Marzo a favore di Mrs John Magnier, Mrs David Wachman, Mrs MV Magnier e Mrs Paul Shanahan. Ergo, rimarrà in allenamento da Aidan O'Brien che per lei ha intravisto una carriera di corse a breve, si spera soddisfacente. La 4 anni era stata venduta all'agente Mick Flanagan ed è stato il prezzo più alto di questa asta in 18 anni. Ecco il perchè, appunto. Obiettivi della stagione verranno resi noti più avanti. Intanto è una duplice stakes winner ed in carriera, a 2 anni, è giunta seconda delle Queen Mary G2 al Royal Ascot, alle spalle di Acapulco. Dopo una stagione dei 3 anni ordinaria, a 4 cerca una ulteriore valorizzazione.