STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2017. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2017 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 4 dicembre 2016

Giappone: #SoundTrue vince la Champions Cup, battuto il favorito Awardee. Scommessi $127 milioni solo sulla corsa!

Praticamente era l'unico del quale non avevamo ancora parlato in sede di presentazione della Champions Cup G1 di Chukyo sui 1800 metri in sabbia con dotazione da $2 milioni. Del resto in Giappone capita molto spesso di trascurare cavalli molto buoni a vantaggio di quelli ancora più buoni. La qualità, però, non manca mai. Lo scorso anno fu la 12° favorita Sambista a vincere con un Mirco Demuro eccezionale a bordo, quest'anno a vincere è stato il sesto favorito della competizione Sound True (French Deputy), specialista comunque, che nelle battute finali ha piegato le velleità del favorito Awardee (Jungle Pocket), reduce da 6 vittorie consecutive in sabbia ed imbattuto prima di questa giornata, abbassando il record di Sambista nella fase finale di 0,3s completando i 1800 metri in 1m 50,1s. Da sottolineare una cosa fondamentale sul gioco: Il totalizzatore JRA Tote ha registrato un movimento, solo sulla 11° corsa di Chukyo cioè la Champions Cup, di ¥14,365,851,600 ($127 milioni) in leggero + rispetto al movimento raccolto lo scorso anno di ¥13,284,743,400 ($117milioni). Numeri che devono far riflettere, e non poco.

sabato 3 dicembre 2016

Giappone: Domenica si corre la Champions Cup, ex Japan Cup Dirt. I migliori "sabbiaroli" giapponesi scendono in pista!

Koji Maeda ha già avuto modo di sognare lo scorso anno con il giapponese di training Lani (Tapit) capace di partecipare in tutte e tre le leghe della Triple Crown americana, dopo una campagna invernale a Dubai. In questa stagione tenterà di ottenere qualcosa di "strano" con Lani stesso e con il fratellastro più anziano, cioè Awardee (Jungle Pocket), 2 di quelli da battere nella Champions Cup G1 di Chukyo (1800 metri in dirt con dotazione di ¥189,320,000 in programma alle 7,30 di domenica mattina), quella che una volta era conosciuta come la Japan Cup Dirt ed oggi come oggi è una corsa riuscitissima perchè mette dentro tutti gli specialisti più agguerriti del paese, senza stranieri. Awardee dicevamo, più vecchio dei due, 6 anni, ha avuto una carriera double-face. Le prime 26 corse in carriera le ha sostenute in erba ed onestamente non è che si sia dimostrato un crack, con 4 vittorie "normali". Da quando però ha sperimentato il dirt, il sabbione giapponese, Settembre 2015, ha cambiato volto inanellando una serie di 6 vittorie consecutive arrivando a vincere a livello di G2 in Settembre 2016 nel Nippon Tv Hai G2 di Funabashi battendo il campione locale Moanin (Henny Hughes), vincitore lo scorso anno della Champions Cup e dentro ovviamente anche quest'anno, mentre ad inizio Novembre ha vinto il JBC Classic di Kawasaki tenendo a distanza il campionissimo Hokko Tarumae (King Kamehameha), che anche stavolta ci sarà ancora, per la quinta volta in un contesto dove ha ottenuto già una vittoria.

venerdì 2 dicembre 2016

Calendario 2017 in Francia, arrivano novità: I convegni delle Poule e del Prix de Diane in 2 giorni. Cambia ruolo l'Hocquart

I vertici del galoppo francese hanno pubblicato degli aggiornamenti in merito alla stagione di galoppo 2017, che sarà ancora priva dell'apporto di Longchamp che dovrebbe tornare operativo nella stagione prossima in Settembre 2017 ma con l'Arc de Triomphe G1 che per il secondo anno consecutivo dovrebbe disputarsi ancora a Chantilly. Infatti, nonostante il sito ufficiale dei lavori e del nuovo Longchamp (http://www.nouveaulongchamp.com/en) ottimisticamente aveva previsto il ritorno al Bois de Boulogne per il prossimo Arco, pare che dopo attente riflessioni la pista tradizionale tornerà ad ospitare l'Arco nel 2018. Ma indipendentemente da questo, di cui avremo ufficialità più avanti, parliamo di come cambierà leggermente il calendario delle corse francesi. Su tutto il meeting delle prime Classiche francesi con Poule d'Essai des Poulains G1 e Poule d'Essai des Pouliches G1 che saranno spacchettate in 2 giorni tra il 13 ed il 14 Maggio, con le femmine programmate per correre il sabato mentre i maschi avranno il secondo giorno a disposizione nella tradizionale domenica. Contestualmente si terrà il breeze up di Arqana a Deauville nella giornata di venerdì 12 Maggio, per dare modo agli operatori di partecipare a tutto il lungo weekend.
Anche il meeting del Prix de Diane Longines cambierà un pochino. Si correrà sempre a Chantilly, ma in un convegno che durerà 2 giorni. Le Oaks francesi si correranno domenica 19 Giugno, mentre il sabato ci sarà un programma con 2 corse di gruppo previste e supporto del convegno. Tra queste il Prix Hocquart G2 che cambierà il ruolo da preparazione al Prix du Jockey Club in Maggio, e fornirà supporto invece alla causa del Juddmonte Grand Prix de Paris G1. Alcune altre corse cambieranno destinazione come il Prix D'Ispahan che si correrà di domenica anzichè in mezzo alla settimana, in programma il 28 Maggio a Chantilly.

Italia sotto minaccia esclusione dal Comitato Pattern, ecco lo scambio epistolare tra Anac e vertici dell'EFTBA

La situazione è sotto continua osservazione. Qualche giorno fa vi abbiamo riferito di come ci sia una seria minaccia in atto da parte del Jockey Club tedesco nei confronti dell'ippica italiana per favorire l'esclusione delle nostre corse dal circuito delle Pattern a causa dei continui ritardi nei pagamenti dei premi promessi entro una determinata data, a quanto pare non rispettata. L'ANAC a tal proposito si sta dimostrando molto attiva su questo fronte ed, a seguito del Meeting annuale dell'EFTBA (European Federation of Thoroughbred Breeders' Associations), quello che Vi proponiamo più sotto è lo scambio epistolare tra la Presidente dell'ANAC Isabella Bezzera, il Chairman dell'EFTBA Mr. Hubert Honoré ed il Segretario Generale EFTBA Mrs. Camille Vercken
Di seguito la corrispondenza intercorsa: 
  • Gentilissimo Dr. Honore', La ringrazio per il Suo determinante appoggio durante il Meeting dell'EFTBA del 22 Novembre u.s. Le chiedo cortesemente di continuare a sostenere gli allevatori italiani che, dopo l'intervento del rappresentante tedesco Mr. Andreas Tiedtke ed all'esplicita dichiarazione di voler espellere l'Italia dal Comitato Pattern a causa del ritardo dei pagamenti, pagheranno per gli errori di qualcun altro ed il nostro allevamento sarebbe destinato a scomparire. Le nostre corse Pattern e Listed sono di qualità ed il ritardo dei pagamenti da parte del Ministero dell'Agricoltura non è colpa degli operatori del settore. L'Europa sta attraversando un momento molto difficile e l'espulsione dell'Italia dal Comitato Pattern non è la soluzione giusta. Se un paese fallisce anche tutti gli altri saranno coinvolti. Il Ministero dell'Agricoltura mi ha assicurato che entro il mese di Dicembre saranno pagati tutti i premi fino al mese di Luglio e stanno predisponendo una lettera di impegno da inviare al Comitato Pattern. Lunedì prossimo avrò una riunione al Ministero e spero di poterLe dare ulteriori notizie. La ringrazio nuovamente per il prezioso supporto dell'EFTBA agli allevatori Italiani. A.N.A.C. Il Presidente - Isabella Bezzera)

Emirati Arabi: Tre vittorie in 2 giorni per Antonio Fresu, 1 a Meydan e 2 d Al Ain. Una per conto di Hamdan Al Maktoum

Giovedì pomeriggio prima affermazione a Meydan, ma terza nella stagione degli Emirati Arabi Uniti dopo le due a Jebel Ali, per Antonio Fresu che ha colto un bel successo nel Longines Conquest Classic, una maiden per cavalli di 2 anni sui 1400 metri in sabbia da $150.000 a bordo della debuttante Nomorerichblondes (Hard Spun) che ha colpito a 21/1 per conto di Ahmad bin Harmash ed i colori di Hamdan Al Mansoori. IL VIDEO DELLA VITTORIA QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Antonio resterà tutta la stagione negli Emirati Arabi con un contratto di prima monta con Erwan Charpy, e dunque sarà possibile vederlo protagonista nel Carnival che dovrà iniziare a breve e che porterà alla notte della Dubai World Cup G1 in programma il 25 Marzo.
AGGIORNAMENTO IMPORTANTE: Proprio nel giorno in cui vi abbiamo documentato la vittoria di Antonio Fresu, è arrivata una fresca doppietta ad Al Ain, una per conto di Hamdan Al Maktoum nel Shabyat Al Rawdah, una maiden per cavalli di 2 anni in sella al 4 anni Tartoor (Oasis Dream) per Erwan Charpy, mentre l'altra vittoria è arrivata con Shamikh Al Wathba (AE) per J de Roüalle. VIDEO E RISULTATI CLICCANDO QUI.
In questa stagione negli Emirati ci sarà anche Paolino Sirigu che in 10 corse disputate ha ottenuto 2 vittorie ed un secondo posto.. complimenti ed auguri!

giovedì 1 dicembre 2016

America: #Arrogate possibile ingresso nella Pegasus World Cup di Gulfstream Park. Re-match con California Chrome?

Dall'America arriva una news interessante. Pare che il team di Arrogate (Unbridled's Song), fresco vincitore della Breeders' Cup Classic G1 contro California Chrome, stia pensando seriamente ad una partecipazione del 3 anni alla prima edizione della Pegasus World Cup G1 del 28 Gennaio a Gulfstream Park con dotazione di 12 milioni di dollari. Il grigio ha infatti programmato un lavoro martedì mattina a Santa Anita sui 3 furlongs, una volatina, per verificare la condizione. Bob Baffert ha confermato ai giornalisti locali l'eventualità via sms in una edizione che potrebbe rivederlo ancora una volta contro California Chrome (Lucky Pulpit), in quello che potrebbe servire a capire chi possa diventare Horse of the Year. 
Garrett O'Rourke, manager americano di Prince Khalid Abdullah, ha parlato come questa eventualità sia ancora in stand by perchè per Arrogate è necessario un periodo di riposo dopo le esaltanti prestazioni autunnali, ma i lavori che sta svolgendo sono talmente incoraggianti che la decisione è ancora pendente. Quello che è sicuro è che Arrogate punterà alla Dubai World Cup del 25 Marzo 2017, dunque una decisione verrà presa in considerazione del fatto che poi dovrà fare tutta la stagione d'un fiato, rischiando di arrivare a corto di energie alla Breeders del prossimo anno. Ne sapremo di più a breve, ma intanto è una bella suggestione per gli appassionati.
Maggiori informazioni sulla Pegasus World Cup con video promozionale cliccando sul sito http://www.pegasusworldcup.com/

Hong Kong, le notizie del periodo in ottica International Races e International Jockey Championship con Mirco Demuro

Intanto ad Hong Kong continua l'avvicinamento alle International Races dell'11 Dicembre prossimo. L'ultima notizia riguarda la defezione del campione Military Attack (Oratorio), Horse of the Year in Hong Kong nel 2013, tirato fuori dalla contesa della Hong Kong Cup perchè non ha recuperato dalle fatiche dal terzo posto nella Longines Jockey Club Cup di Sha Tin del 20 Novembre scorso come preparazione per la Coppa. Military, 8 anni, era arrivato terzo di Secret Weapon (Choisir) ma non era alla grande dopo la corsa. Vincitore di G1 ad Hong Kong e Singapore, è stato esaltante nelle prestazioni contro il rivale storico Designs Of Rome (Holy Roman Emperor) nella Hong Kong Cup G1 del 2014. Il veterano vanta al momento 44 corse in carriera, sempre più in dubbio dati gli ultimi fatti.
Intanto altre notizie che arrivano da Hong Kong

#Tattersalls December Mares: Terzo giorno con il dispersal #Juddmonte, top price una figlia della immensa Banks Hill

Intanto le Tattersalls December Mares continuano. Diamo conto anche del day three, fermo restando che tireremo le conclusioni più avanti, dicendo che nella sessione sono passati 238 capi di allevamento, di cui 184 venduti per un fatturato completo di £7,159,200gns (+8%) con una media a £38,909 (+16%) con il mediano a 18,000gns (-11%). Il prezzo al rialzo è dovuto per gran parte della presenza della vendita di molte delle fattrici Juddmonte che ogni anno rinverdisce il parco allevamento. Il gruppo del Principe Khalid Abdulla ha venduto 33 fattrici ad una media di 80,530gns l'una, con 7 di queste che sono state vendute a cifre con 6 numeri. 
La star della giornata è stata una figlia della immensa Banks Hill (Danehill) che tutti gli appassionati conoscono come fattrice base dell'allevamento mondiale. La fattrice in questione si chiama Replete (Makfi) ed è stata pagata £775,000 da Amanda Skiffington. Replete non ha mai corso ma proviene da una delle famiglie più nobili del nostro turf.

Mercato: Godolphin acquista #Profitable! Il figlio di Invincible Spirit rimarrà in training da Clive Cox.

Secondo una nota pubblicata nei giorni scorsi, un campione ha cambiato casacca. Infatti Profitable (Invincible Spirit), vincitore delle King's Stand G1 al Royal Ascot lo scorso Giugno, è stato acquistato da Sheikh Mohammed come prospetto di stallone per il Darley, ma continuerà la carriera sotto i colori Godolphin anche nel 2017. Il figlio di Invincible Spirit (Green Desert), velocità pura, rimarrà in training da Clive Cox. A renderlo noto è stato il sito Godolphin (www.godolphin.com) che attraverso uno statement ha utilizzato anche le parole del team manager John Ferguson: “Profitable è un cavallo di enorme talento e potenziale, siamo certi che il prossimo anno farà ancora meglio del 2016 per diventare il miglior sprinter in Europa. E' ben allevato, è figlio di uno stallone ricercatissimo mentre la mamma è Dani Ridge (Indian Ridge), quindi è un ottimo incrocio per i nostri allevatori che supportano la causa". Da yearling fu pagato £95,000 da Clive Cox per Alan Spence ed in carriera ha vinto anche le Palace House Stakes G3 e le Temple Stakes G2 prima del raid ad Ascot. IL VIDEO COMPLETO DELLE KING'S STAND 2016 QUI.

mercoledì 30 novembre 2016

Francia: Guarnieri, colpo sfiorato in Listed a Deauville con Endless Summer. Vince l'inglese Dawn Of Hope per Varian

Da un pò non scriviamo di italians all'estero, ma ce ne sono talmente tanti in giro che rischiamo di farci sfuggire qualcosa soprattutto in questa stagione. Va menzionato però un risultato importante sfuggito di poco a Maurizio Guarnieri nella giornata di martedì a Deauville dove è giunto secondo con la sua Endless Summer (Pounced) nel Prix Petite Etoile Lr sui 1900 metri, battuta solo dalla britannica Dawn of Hope (Mastercraftsman), allenata da Roger Varian, a proposito in procinto di spostarsi per la nuova stagione al Carlburg Stables, che lo scorso anno era ritenuta buonissima tanto da aver tentato il Fillies Mile G1 di Minding giungendo sesta. Dopo rientro stagionale ed opportuno rodaggio sempre in crescita, ecco la vittoria in Francia con Maxime Guyon in sella per i colori di Saleh Al Homaizi & Imad Al Sagar sul sintetico, convincente, contro la portacolori di Giulio Lachi. La femmina italiana dopo una buona prestazione nel Regina Elena G3 è andata a cercare fortune in Francia dove al momento ha ottenuto una vittoria in condizionata a Giugno, 2 piazzamenti tra Tolosa e Vichy in Listed ed ancora un secondo posto proprio martedì, acquisendo comunque un buonissimo "valeur" di 44,5. 

#Tattersalls December Mares Sale 2016: #Hazariya, la madre di #Harzand, acquistata per £2 milioni dal Coolmore..

Alla fine la star della sessione è stata proprio Hazariya (Xaar), madre del duplice Derby winner Harzand (Sea The Stars) che ha catturato l'essenza di un'asta pubblica ricevendo parecchie attenzioni come pezzo forte della giornata. Alla fine l'offerta giusta l'ha formulata MV Magnier per il Coolmore che ha staccato un assegno da £2,000,000 per assicurarsi la fattrice del momento per la quale, come è stato già annunciato, farà visita a Galileo nel prossimo 2017. 
La vendita è stato un successo per quelli del Newsells Park Stud, che comprarono la fattrice di 14 anni dall'Aga Khan per €480,000 alle Goffs November Sale di 2 anni fa quando il suo futuro vincitore Classico stava entrando in training da yearling presso Dermot Weld proprio per conto dell'Aga Khan. Da sottolineare che l'underbidder dall'asta è stato Sheikh Fahad della Qatar Bloodstock, all'opposto della sala. MV Magnier ha motivato l'acquisto non solo per infoltire ancora di pregio la broodmare band del Coomore, ma perchè Dermot Weld gli ha rivelato di essere innamorato pazzo del fratello di Harzand, che si chiama Haripour (Shamardal) ed ha debuttato con un secondo posto ma andrà visto in ottima Classica. L'acquisto è stato effettuato per conto di Michael Tabor, Derrick Smith ed i sudafricani della Mayfair Speculators (Markus Jooste e la moglie).
Hazariya è stata offerta ed acquistata gravida di Invincible Spirit, mentre il Newsells l'aveva fatto quando era piena di Fastnet Rock e successivamente è rimasta gravida di Dansili, prima della gravidanza con Invincible Spirit per il quale avrà il parto nel 2017, e la destinazione garantita con Galileo. Le Tattersalls December Mares intanto stanno procedendo e faremo solo alla fine la conta dei risultati. Nel momento in cui vi scriviamo c'è stato un movimento completo di £25,512,500 (-8%), ma come detto con risultati parziali.

Tassi monta in Giappone: Deep Impact capeggia la lista del roster della Shadai ad Hokkaido. Funzionerà per ¥30 milioni

Dal Giappone sono stati rilasciati i tassi di monta degli stalloni della Shadai Stallion Station per il 2017. Si tratta di un roster di 30 soggetti dal quale spicca il campione in corsa ed in razza Deep Impact (Sunday Silence), quest'anno padre dell'impressionante vincitore dell'Ispahan G1 A Shin Hikari, senza citare tutta la lista dei campioni prodotti in casa, che avrà un tasso di ¥30 milioni, equivalenti a £214,000 o €252,000. Praticamente confermato il tasso di monta già realizzato nel 2016, con un book di fattrici sempre pienissimo. Lo scorso anno ha coperto 230 fattrici, e non è un numero di poco conto. Clicca qui per vedere il tour virtuale alla Shadai per Deep Impact.
C'è da dire che l'influenza giapponese ha attratto sempre un bel pò di interesse, tanto che il primo vincitore di Stakes di "Impacto" si chiama Danon Ballade ed è stato importato in Italia dalla Turkish Bloodstock for Medya Sarl & la SiFra per il cui conto funzionerà in Umbria per il 2017. In corsa ha vinto a livello di G2, ma si è piazzato nel Satsuki Sho G1, le 2000 Ghinee giapponesi, e nel Takarazuka Kinen G1.
Comunque, tornando agli altri stalloni di casa Shadai. Il vincitore del Derby 2015 Duramente, tra l'altro con in sella Mirco Demuro, è stato ritirato in razza ed ha già anche lui un book prenotatissimo di fattrici disponibili a spendere ¥4m (£28,600/€33,500) per i suoi servizi.

lunedì 28 novembre 2016

Aste: Da lunedì 4 giorni di Tattersalls December Mare Sale, in vendita anche la Classica Conselice

La terza ed ultima fase delle aste Tattersalls December Sale del periodo, si terrà nella giornata di lunedì con la prima delle 4 sessioni dedicate alle fattrici. Molto atteso il passaggio di Hazariya (Xaar), la mamma del duplice derbywinner inglese ed irlandese Harzand (Sea The Stars) catalogata al numero di Lot 1826. La 14enne ha prodotto anche i vincitori di Stakes Harasiya (Pivotal) ed Hazarafa (Daylami) così come il piazzato di Listed Haziyna (Halling), e sarà offerta dal Newsells Park Stud gravida di Invincible Spirit (Green Desert). Altri highlights dell'asta saranno il passaggio delle vincitrici di G1 Euro Charline (Myboycharlie) e la cilena Furia Cruzada (Newfoundland), valorizzata anche in Europa. Di italiano avremo la vincitrice di Regina Elena G3 Conselice (Showcasing). In totale il catalogo include più di 120 vincitrici di Gruppo e Listed e produttrici di grandissimo livello, a loro volta gravide dei migliori 20 stalloni in Europa inclusi Dubawi e Frankel tanto per citarne due. Ci sono poi fattrici che vengono dai ricambi generazionali di Juddmonte Farms, Cheveley Park Stud, Gestut Fahrhof, Godolphin, Haras de Fresnay-le-Buffard, Hascombe and Valiant Stud, Lanwades Stud, Newsells Park Stud, The Royal Studs, Shadwell senza dimenticare la solita immensa proposta di Godolphin.

domenica 27 novembre 2016

Giappone: Kitasan Black una bestia nella Japan Cup! Battuto Sounds Of Heart, settimo Iquitos il migliore degli europei

Troppo più forte. Kitasan Black (Black Tide), il più in forma, il più carico, il più accreditato, il più vicino allo steccato, ha vinto da favorito a 14/5 la Japan Cup G1 di Tokyo risolvendo come i cavalli più forti sanno fare, andando in avanti e rendendosi intangibili in una vera e propria tattica wire to wire. Per realizzare questi capolavori in corse complicatissime però è sempre necessaria una mente superiore in regia, e a contribuire a fornire la buona dose di saggezza ci ha pensato la leggenda Yutaka Take (quarta vittoria nella Japan Cup) che dopo aver fatto partire bene il suo si è posizionato davanti con parziali regolari, con i primi 1000 metri passati in 1m 01,7s portando a spasso la compagnia fino in dirittura quando ha lasciato che gli altri ricucissero il gap proprio mentre Kitasan rifiatava, ma quando i primi avversari si sono cominciati ad avvicinare il 4 anni da Black Tide (Sunday Silence) è ripartito di slancio, in versione "beast mode", quasi impennandosi come un dragster per involarsi verso il palo.

sabato 26 novembre 2016

Giappone: #Erupt capeggia la task force europea per la Japan Cup. Favorito Kitasan Black, Demuro su Sounds Of Heart

E siamo a 36! Tutto pronto o quasi per la Japan Cup G1 edizione numero 36, che si terrà domenica mattina alle 7,40 ora italiana a Tokyo sui 2400 metri, con un montepremi record dell'ammontare di ¥575,340,000, equivalente a $5 milioni. Alla fine dei 21 rimasti hanno accettato l'ingresso 17 cavalli, con scarsa rappresentanza degli europei anche in considerazione del fatto che di appuntamenti in giro per il mondo ce ne sono davvero tantissimi e correre in Giappone in questa stagione significa tirare il collo per molti mesi prima di effettuare comunque una trasferta dura e dispendiosa di energie, se consideriamo anche la quarantena. Comunque, alla fine sono 3 gli europei annunciati con un terreno che si preannuncia pesante. Ieri nevicava addirittura e molti dei partecipanti hanno rifinito sotto dei candidi fiocchi ghiacciati. Ma ecco gli europei: Erupt (Dubawi) lo scorso anno arrivò sesto alle spalle di Shonan Pandora, (nella foto) poi ci sono i 2 tedeschi Nightflower (Dylan Thomas) ed Iquitos (Adlerflug). Il più accreditato del vecchio continente è proprio Erupt, portacolori Niarchos che Francis Henry Graffard annuncia ovviamente al top dopo la convincente vittoria nel Canadian International a Woodbine in Canada a metà Ottobre. Nightflower ha già provato senza esito, Iquitos p il tedesco più cresciuto nella stagione. Come anticipato, gli europei da queste parti non vincono dal 2005 e l'ultima volta fu con Alkaseed (Kingmambo) per Luca Cumani con Frankie Dettori in sella. Negli ultimi 10 anni a vincere sono stati solo i nipponici. Nelle precedenti 35 hanno vinto 21 cavalli giapponesi e 14 stranieri nel complesso.
Frankie vinse anche l'edizione del 2002 che si tenne straordinariamente a Nakayama, in sella a Falbrav (Fairy King) per il Diavolone D'Auria, in quello che rappresenta forse il momento più alto dell'allevamento italiano nel mondo, punto dal quale poi siamo solo inesorabilmente scesi sebbene qualche meteora di spessore ci sia stata come Ramonti, Rakti, Electrocutionist, Worthadd e sicuramente dimentichiamo qualcosa o qualcuno. Ma quella vittoria rappresenta l'apice vero e proprio di un movimento che da quel momento visse di inerzia, fino ai giorni nostri, dilapidato, dilaniato, sventrato da politiche scellerate.

venerdì 25 novembre 2016

Italia ippica: Torna lo spettro dell'esclusione dal Comitato Pattern. Minacce dalla Germania, urge un provvedimento immediato!

Allarme rosso, o quasi. La situazione è diventata critica dopo l'ulteriore conferma del fatto che i tedeschi vogliono chiedere al Comitato Pattern di escludere l'Italia dal cricuito in quanto non sono stati pagati i premi entro i 90 giorni previsti e garantiti dal Ministero. La bomba è esplosa qualche giorno fa in occasione della riunione della EFTBA di martedì scorso in Inghilterra, dove la Presidente Anac Isabella Bezzera è stata informata dal delegato tedesco Andreas Tiedtke di questa eventualità. Smarrimento, raggelamento e rabbia perchè a pagare di questa situazione sono soprattutto gli operatori, per colpe non proprie. Di seguito la lettera inviata dalla Presidente ANAC alla segreteria del Sottosegretario Castiglione il quale, in più occasioni pubbliche, ha ribadito la volontà di allinearsi con i pagamenti per renderli meno "statali". Cosa, al momento, non accaduta.. con rischi di azzeramento del patrimonio, già comunque disperso, che produrrebbe danni ancora più ingenti. Di seguito, ecco la lettera inviata ai vertici del Mipaaf.

Jim Crowley prima monta di Sheikh Hamdan Al Maktoum per il 2017. Il Champion jockey inglese sostituirà Hanagan

Step by step, day by day. L'ascesa di Jim Crowley non si è arrestata ancora, e dopo il progressivo credito accumulato in Inghilterra e dopo il titolo di Champion Jockey, è stato scelto ed eletto come prima monta di Sheikh Hamdan Al Maktoum, che aveva annunciato la conclusione del rapporto con Paul Hanagan a fine del mese scorso e per il 2017.
Jim Crowley, 38 anni e 3 figli, ha superato tantissime sabbie mobili del settore partendo da lontano e cominciando a montare in ostacoli, superando infortuni, scarso appeal, ed anche un paio di cadute bruttissime. Crowley comincerà ufficialmente per la casacca di Hamdan in occasione del Carnival di Meydan da Gennaio. Al momento è alle prese con la rottura del naso in cui è incappato nella disastrosa e terribile caduta di Kempton dove a farne le spese in maniera tragica è stato Freddy Tylicky, rimasto paralizzato. 

mercoledì 23 novembre 2016

Cavallo italiano: Importante comunicazione da parte dell'Anac in ottica Premio Aggiunto per il 2017 che sale al 60%

Un bel traguardo per l'ANAC che ha rilasciato il seguente documento sul sito ufficiale dell'Associazione Nazionale Allevatori Cavalli. Il riferimento è quello relativo al Premio Aggiunto per i cavalli di 2 anni e 3 anni in Italia nella prossima stagione. 
Facciamo seguito alla news del 16-11 in cui riportavamo integralmente la comunicazione inviata all'ANAC dalla Dott.ssa Mastromarino in merito alle decisioni annuali 2017 e al Premio Aggiunto.
Siamo felici di confermarvi che abbiamo ricevuto la bozza delle decisioni annuali 2017 nelle quali è stato confermato l'aumento del premio aggiunto dal 50% al 60% per i cavalli di 2 e 3 anni. 
Siamo orgogliosi che l'impegno costante dell'ANAC in campo di provvidenze, la valutazione del prodotto italiano e gli innumerevoli incontri con il Ministero da parte della Presidente e dei nostri Consiglieri siano stati finalmente premiati da parte del M.I.P.A.A.F.
Pubblicheremo le Decisioni Annuali e la circolare di Programmazione 2017 non appena saranno rese pubbliche e ufficiali.
Maggiori informazioni cliccando sul sito ufficiale QUI.

Giappone: Domenica 27 Novembre c'è la Japan Cup G1 a Tokyo. Ecco gli europei, i rimasti e le ultime news..

Dicevamo della Japan Cup G1 sul miglio e mezzo da 575.400.000 yen si correrà domenica 27 Novembre a Tokyo. Si tratterà della 36° edizione con tinte internazionali. Nelle precedenti 35 hanno vinto 21 cavalli giapponesi e 14 stranieri. L'ultimo è stato Alkaased (Kingmambo) nel 2005, nel 2002 a vincerla fu Falbrav nella edizione storica che si tenne a Nakayama con Frankie Dettori per Luciano D'Auria, mentre il Giappone è stato dominante negli ultimi 10 anni.. Dall'Europa comunque parteciperanno 3 cavalli e sono Erupt (Dubawi) dalla Francia, che ci riprova dopo il sesto dello scorso anno, poi Iquitos (Adlerflug) e Nightflower (Dylan Thomas) dalla Germania. CLICCANDO QUI I REPORT DEGLI ULTIMI GIORNI DI TRAINING DEGLI EUROPEI. In generale sono ancora iscritti in 21 i rimasti, ma posto nelle gabbie ce ne sarà solo per 18 cavalli. Il Giappone è favorito con Real Steel (Deep Impact), vincitore del Dubai Turf, con Ryan Moore in sella e Kitasan Black (Black Tyde) vincitore del Tenno Sho primaverile, ed al momento sono i favoriti dell'antepost. La generazione dei 5 anni sarà capeggiato da Gold Actor (Screen Hero), vincitore dell' Arima Kinen nel 2015. Tra i 3 anni spicca Dee Majesty (Deep Impact), vincitore del Satsuki Sho. Mirco Demuro avrà una chance a 17/1 con Sounds Of Heart (Neo Universe). 
Intanto possiamo prepararci al big event rileggendo le ultime prestazioni dei 21 cavalli ancora iscritti alla Japan Cup di domenica che, come ogni anno, si correrà alle 15,40 ora locale posta come 11° corsa del convegno. CLICCANDO QUI LE PAST PERFORMANCES DEGLI ISCRITTI.
Prima di domenica cercheremo di presentarvela al meglio.

Hong Kong: Highland Reel, Potemkin e tanta altra europa per le International Races dell'11 Dicembre a Sha Tin

Tanta Europa ad Hong Kong. Sono state rese note le nominations dei cavalli che parteciperanno alle Longines Hong Kong International Races, che loro spacciano come "turf world championships", in programma l'11 Dicembre a Sha Tin. Ci sarà Highland Reel (Galileo), vincitore delle King George G1, secondo dell'Arc e primo ancora nella BC Turf, che da vecchio giramondo tornerà da dove era iniziato tutto lo scorso anno cercando di difendere la corona del campione nel Vase G1 sul miglio e mezzo da HK$16.5 milioni. Il globetrotter di Aidan O'Brien sarà accompagnato dal compagno Cougar Mountain, programmato per l'Hong Kong Mile G1 da HK$23 milioni. Dall'Europa ci sarà anche Big Orange, dopo le esperienze australiane che lo hanno portato ad arrivare ad un decimo nella Melbourne Cup. Nello Sprint da HK$18.5 milioni ci sarà l'eroe delle King's Stand Stakes Profitable mentre quasi a sorpresa parteciperà anche Growl per Richard Fahey, vincitore delle Wentworth Stakes Lr a Doncaster recentemente. La Francia sarà rappresentata da Silverwave, Erupt, Garlingari e One Foot In Heaven in corsa per il Vase mentre Signs Of Blessing proverà lo Sprint. Elliptique, terzo nel Premio Roma G1, è inserito tra i partecipanti della Hong Kong Cup da HK$25 milioni, con Andre Fabre alla ricerca della terza vittoria nel meeting. Stessa cosa farà Potemkin, il vincitore del Premio Roma per Andreas Wohler che l'aveva già annunciato subito dopo l'affermazione a Capannelle. Dal Giappone ovviamente corposa partecipazione anche se domenica ci sarà la Japan Cup di cui parleremo fra poco. Comunque Maurice e A Shin Hikari saranno protagonisti nel Mile e nella Cup.
Maggiori informazioni sull'Hong Kong International Meeting cliccando su questo LINK.

Record: Pierre Charles Boudot nuovo primatista europeo per vittorie in una stagione! Raggiunta quota 275 e superato Schiergen

Un record è un record. Ma tutto sommato ce lo aspettavamo, visto il ritmo incessante con il quale aveva inanellato affermazione dopo affermazione. Il nuovo titolare del trono del record delle vittorie in un anno è Pierre Charles Boudot che, grazie al poker di martedì pomeriggio a Chantilly, ha raggiunto e superato di slancio il record di Peter Schiergen di 273 affermazioni che durava dal 1995. Boudot, 23 anni, attualmente ha vinto 276 corse, tra cui una in Italia in Listed sebbene a tavolino, e data lo slancio di cui si sta rendendo protagonista non è difficile pensare possa arrivare alla cifra incredibile di 300 affermazioni nell'anno. Boudot nel 2016 in Francia ha sinora montato 1391 corse, vincendo appunto 275 corse con 670 piazzamenti per somme vinte di €10.129.272. Al momento Maxime Guyon è secondo con 151 vittorie, Cristophe Soumillon è a quota 144. Ma tutto è aggiornato al 23 Novembre, e nel pomeriggio potrebbero già cambiare.
Gli altri record che vanno ricordati sono quelli di Cristian Demuro che vinse 264 corse nel 2012, oppure Halis Karatas che nel 2006 arrivò addirittura a quota 330, ma in un ippica poco sviluppata tecnicamente. Un pò come i coefficienti di difficoltà che vengono utilizzati per la Scarpa D'Oro nel calcio, il record di Boudot è da pallone d'oro perchè realizzato in Francia dove, tra l'altro, ha ottenuto 5 vittorie di Gruppo. Conosciuto come PC dai suoi amici, è figlio di Marc Boudot, allenatore ed allenatore di Paray le Monial, venuto a mancare nel 2008. La famiglia ha continuato l'operazione allevatoria ed è riconoscibile con il suffisso di “du Seuil” nel nome dei cavalli che vengono da li.

martedì 22 novembre 2016

#Amazon, -4 al Black Friday: migliori offerte e sconti di oggi 22 novembre tra film, smartphone, stampanti e PC

Oggi, 21 Novembre, parte la settimana delle offerte Black Friday! Un’iniziativa che culminerà con i due eventi del Black Friday (Venerdì 25 Novembre) e del Cyber Monday (Lunedì 28 Novembre). In questo periodo ci saranno migliaia di offerte ogni giorno, divise tra offerte del giorno (valide per 24 ore), offerte lampo (valide solo per poche ore) e offerte in vetrina (valide per più di un giorno).
La keyword “Black Friday” sarà un trending topic nel mondo di internet: non perdere l’occasione di fare affari CON MONDOTURF cercando tra le offerte incredibili eventualmente acquistando cliccando attraverso QUESTO LINK. Oppure cliccando su questo BREVE LINK.
Cos'è il Black Friday: La sveglia puntata alle prime luci dell'alba, negozi presi d'assalto, portali web in tilt per sovraccarico di utenti a caccia del miglior affare nel giorno dei prezzi più bassi dell'anno.
Dall'high-tech all'abbigliamento, passando per il gaming e gli elettrodomestici. Il «Black Friday» non è più solo un film americano: il 25 novembre, fatidico venerdì post ringraziamento negli Stati Uniti, è cerchiato in rosso anche sul calendario dei consumatori italiani in cerca di shopping natalizio. Insieme a lunedì 28, quando cadrà la più recente e meno nota ricorrenza del «Cyber Monday», il lunedì dedicato agli sconti nell'universo delle piattaforme online.

Aste: #Tattersalls December fanno +7%. Top price un Frankel, secondo prezzo per una sorellastra di campionesse italiane..

Le aste per gli yearlings di questa stagione in Europa, si sono ufficialmente concluse con l'ultimo atto a Park Paddocks per le Tattersalls December Yearling Sale. Le statistiche parlano di 200 cavalli in catalogo, 168 passati sotto il martello del banditore, 142 venduti (l'85%) per un movimento complessivo di £4,377,500 (+7%), una media di £30,827 (+7%) ed il mediano a £21,500 (+8%). Il top price lo ha realizzato un figlio di Frankel venduto per 250,000gns, offerto dall'Highclere Stud ed acquistato da Charlie Gordon-Watson per un cavallo nato presto, il 3 Febbraio. Si trattava del Lot 166, prodotto della fattrice Debonnaire (Anabaa), già madre di Hartnell (Authorized) vincitore di G3 in Europa ma poi diventato campione in Australia con le vittorie nelle Turnbull Stakes G1 e nelle BMW Stakes G1 e si è piazzato nel Cox Plate e nella Melbourne Cup. Sarà allenato da Ed Dunlop. Lady Carolyn Warren, per l'Highclere, ha spiegato che quando è andato in America per venderlo non ha raggiunto la riserva di $325,000 alle Keeneland September Yearling Sale. LA PAGINA DI CATALOGO CLICCANDO QUI.
Il secondo prezzo più alto della sessione è un qualcosa di italiano che se ne va altrove. Il Lot 181, presentato dall'Buckenham Stud per conto della Razza del Velino SRL, era una femmina da Sea The Stars e Holy Moon (Hernando), dunque il conto è presto fatto. Si tratta di una sorellastra di Cherry Collect (Oratorio), Charity Line (Manduro) e Final Score (Dylan Thomas), vincitrici nel 2012, 2013 e 2014 delle Oaks d’Italia G2 e le ultime due vincitrici di Lydia Tesio G1 mentre la prima vincitrice anche di Regina Elena G3.

Allevamento: Soldier Of Fortune è stato lo stallone più richiesto del 2016. Ben 304 le fattrici coperte in ottica National Hunt

Il Racing Post ha reso noto quelli che sono stati gli stalloni più attivi nel 2016 in Europa in termini di coperture effettuate. Il leader della particolare classifica è stato Soldier Of Fortune (Galileo) che, al ritorno in Irlanda dopo aver speso 6 anni in Francia, è tornato protagonista in Irlanda coprendo un numero di fattrici incredibili, sotto il banner del Coolmore National Hunt. Il vincitore dell'Irish Derby, secondo dati Weatherbys, ha coperto ben 304 fattrici. Hai voglia a zabaione.... Il migliore rappresentante in razza per ora è Fire Fighting che ha vinto 11 volte per Mark Johnston, ma la vera rivelazione è sugli ostacoli dove ha prodotto Slowmotion, giovane in ascesa e vincitore di G2 in ostacoli, ed i promettenti francesi Bleu Azur e Carlita Du Berlais
Dopo Soldier Of Fortune, altri 3 stalloni più attivi sono figli di Monsun e sono Getaway con 299 fattrici coperte e padre del promettente bumper Agamemmon, Ocovango i cui figli sono nati quest'anno con 274 e Shirocco, padre di Annie Power, con 248. 
Fame And Glory (Montjeu), la cui prima progenie ha due anni, è il quinto sire più prolifico con 243 fattrici coperte. 
Parlando di stalloni in piano, Kodiac (Danehill) è quello che ha coperto di più nel 2016. Il residente del Tally-Ho Stud ha coperto 232 mares. Poi con 208 c'è Zoffany (Dansili) per il Coolmore, mentre Camelot, i cui primi figli correranno nel 2017, ha coperto 207 fattrici. 
Di seguito la lista completa degli stalloni più attivi con almeno 130 coperture tra Irlanda ed Inghilterra tra piano ed ostacoli.

domenica 20 novembre 2016

Hong Kong Trials: Beauty Only, allevato dalla famiglia Parri, vince la preparazione del Mile G1 di Dicembre..

Domenica di corse belle in Oriente. A Sha Tin sono andati in scena i trials in vista delle International Races di Hong Kong a Dicembre. Partiamo con una bella soddisfazione italiana nel Bochk Wealth Management Jockey Club Mile G2 sul miglio vinto dall'italian bred Beauty Only (Holy Roman Emperor), ex Gentleman Only in Italia vincitore di Berardelli G3, allevato dalla famiglia Parri, che ha conquistato una bella affermazione in lotta candidandosi al meglio per l'Hong Kong Mile G1. Presentato da Tony Cruz con Zac Purton a bordo, aveva dato dei segnali incoraggianti all'ultima uscita quando era finito forte in una corsa molto tattica giungendo terzo. Beauty Only, già vincitore di G1 nel Gennaio 2015 nell'Hong Kong Classic Mile G1, si era ben disimpegnato anche nel 2016 senza vincere ancora al massimo livello. Nell'occasione ha battuto un altro cavallo di Tony Cruz quale Romantic Touch (Northern Meteor) che pagava 96/1, e Sun Jewellery (Snitzel), il favorito, con Joao Moreira. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI. Beauty Only è un prodotto della fattrice Goldendale (Ali-Royal), madre anche di Dee Dee D'Or (Zebedee), giunto secondo nel Derby Italiano G2 di Saent (Strategic Prince), entrambi venduti ad Hong Kong, ma per i quali non risultano ancora iscrizioni in corso nemmeno un censimento ufficiale. Vi terremo informati.

Giappone: Stewards protagonisti del Mile Championship. Vince Mikki Isle sopravvivendo ad inchiesta, battuto Isla Bonita

Anche in Giappone ogni tanto i commissari prendono decisioni non coerenti con il passato. A Kyoto si è corso il Mile Championship G1 sul miglio vinto da Mikki Isle (Deep Impact), un 5 anni di Hidetaka Otonashi montato da Suguru Hamanaka che è sopravvissuto all'intervento dei giudici nonostante una netta deviazione verso l'esterno che ha coinvolto altri concorrenti in lotta per la vittoria. Mikki Isle era infatti in lotta con Neorealism (Neo Universe) e Ryan Moore, quando improvvisamente ha "driftato" verso il dirimpettaio che suo malgrado è finito per invadere la linea di Danon Shark (Deep Impact), Satono Aladdin (Deep Impact), Fiero (Deep Impact) e Decipher (Deep Impact), con quest'ultimo a farne le spese più degli altri, mentre all'esterno senza troppi intralci stava prendendo l'azione Isla Bonita (Fuji Kiseki) finito poi a ridosso di Mikki fino ad insidiarne la vittoria, vanamente. I commissari alla fine hanno optato per lasciare tutto com'era, preservando il risultato sportivo in maniera abbastanza discutibile. Si trattava del primo G1 per Hamanaka nella stagione, il primo della stagione anche per Mikki Isle che il suo G1 lo aveva vinto nel 2014 con la Mile Cup G1 di Tokyo nel 2014, ma segnali li aveva dati l'ultima volta finendo forte a ridosso di Red Falx nelle Sprinters Stakes G2. Ultimo Mirco Demuro su Satono Lupin, mai della corsa. Tempo finale di 1m 33.10s, più alto di quello realizzato da Maurice lo scorso anno. Questa, senza il campione, è stata una edizione normalissima di un G1 giapponese. IL VIDEO COMPLETO ED INTEGRALE CON LA FRONTALE DEL MILE CHAMPIONSHIP QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

sabato 19 novembre 2016

Tassi di monta: Lo #Yeomanstown Stud proporrà Dark Angel a €65,000, in leggero incremento

Lo Yeomanstown Stud ha annunciato i nuovi tassi di monta della stagione 2017. Ci concentriamo soprattutto su Dark Angel (Acclamation) che ha vissuto una stagione straordinaria in termini di risultati in pista ed in razza. Il grigio, 11 anni, funzionerà il prossimo anno in Irlanda al tasso di €65,000, con un leggero incremento rispetto ai €60,000 ai quali ha funzionato nel 2016. Dark Angel, che aveva cominciato in razza a €10,000 per scendere fino a €7,000, è ripartito di slancio dal 2012 con il tasso di monta sempre in salita, ed i suoi figli alle aste sono molto ambiti. Quest'anno è stato rappresentato dalla eroina delle Nunthope Stakes G1 Mecca’s Angel, ed ha inoltre prodotto 40 vincitori di 2 anni in Europa. Mentre la media dei suoi figli venduti alle aste ha toccato gli 124,820gns. Camacho (Danehill), 14 anni, che avrà i primi figli prodotti del suo book di fattrici più vasto e qualitativo della carriera solo il prossimo anno, avrà un tasso invariato di €7,500 per il 4° anno consecutivo mentre l'altro rappresentante dello Yeomanstown Gutaifan (Dark Angel), vincitore delle Flying Childers Stakes G2 e del Prix Robert Papin G2, che nel 2016 ha coperto la bellezza di 203 fattrici alla prima stagione da stallone, ha visto il suo tasso ridursi da €12,500 a €10,000.

Domenica a Capannelle "La Scuola nella Riforma", presentazione dei nuovi corsi formativi.

Riceviamo e pubblichiamo dall'ufficio stampa della Scuola Ippica Italiana: Domenica 20 novembre alle ore 12.00 presso la Club House dell’Ippodromo Capannelle di Roma la Scuola Ippica Italiana organizzerà la conferenza "La Scuola nella Riforma" nell'occasione saranno presentati i prossimi progetti formativi.
Al termine della presentazione dei progetti si aprirà un confronto sui temi proposti.
I progetti riguarderanno e prevedono corsi teorico / pratico per aspiranti proprietari, corso teorico /pratico per veterinari, corso preparazione esame concessione della patente di cavaliere dilettante e presentazione della terza edizione dello stage riservato a patentati FISE di 1° e 2° grado e FITETREC ANTE A2 che si svolgerà presso l’ippodromo Capannelle. 
Relatori della giornata: Ing. Elio Pautasso, Dott. Enrico Tuci, Col. Giuseppe Satalia.
Per gli interessati la giornata continuerà in Terrazza Derby dove si potrà assistere alla riunione di corse in programma e partecipare al brunch domenicale.

Mondo del Turf. Weekend ricco tra America, Giappone ed Hong Kong. A Kyoto il Mile Championship!

Ferma l'Europa, dobbiamo guardarci a destra e sinistra dell'atlante per raccontare qualcosa di quello che accade in giro per il mondo. Diciamo subito, e lo facciamo sintetizzando all'estremo, che l'America manda in scena un weekend che ha il lontanissimo retrogusto Classico. Forse la corsa più importante del fine settimana a stelle e strisce è il Delta Downs Jackpot G3 da $1 milione per i 2 anni, una prova vinta lo scorso anno da Exaggerator. Quest'anno ci sono i migliori esponenti della California, Kentucky, Minnesota e New York. La lista include Line Judge (Spring At Last) per Joey Sharp, vincitore delle ultime 3 corse consecutivamente. Bob Baffert presenta Hot Sean (Flatter), ritenuto potenzialmente buono. Laurel Park spingerà sull'acceleratore con il Fall Festival of Racing di sabato mentre Fair Grounds accende i riflettori con il lungo percorso invernale verso il Big Easy, mentre Churchill Downs, Aqueduct e Del Mar "will roll on"! 
Sulla scena internazionale massima attenzione al Giappone! A Kyoto si corre il Mile Championship G1 che anticipa la settimana della Japan Cup di cui parleremo opportunamente più avanti. Nel Mile sul miglio in erba, campo completissimo con 18 partecipanti e solo un 3 anni al via, per il resto tutti anziani.

Allevamento: Goffs November Breeding Stock Sale, top price da €1,6 Milioni per Beauty Parlour

Perdonate il ritardo. Giorni nei quali non ci sono state molte notizie da approfondire, perchè la stagione europea si è conclusa mentre quella orientale è ancora in fase preparatoria. In questo interregno, però, non è successo niente. Le prime notizie sono cominciate ad arrivare proprio nelle ultime ore, ed in particolare riguardano il primo giorno delle Goffs November Breeding Stock Sale che propongono l'intero dispersal della famiglia Wildenstein presentato da Bill Dwan del Castlebridge Consignment. Numeri condizionati da questo aspetto, con in generale 272 cavalli in catalogo di cui 242 offerti, 216 venduti per un movimento di €18,619,000 (+115%) con la media a €86,199 (+98%) ed il mediano a €30,000 (+20%).