STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 25 giugno 2019

Allevamento, 2: Deciso il primo Principe Azzurro per la campionessa Winx. Ecco di chi si tratta..

Finalmente è stato deciso il prossimo principe azzurro della campionessa australiana Winx (Street Cry), ritirata dalle competizioni a metà Aprile ed ora destinata al ruolo di mamma.
La 7 anni è stata una gioia per gli occhi con 37 vittorie in 43 corse disputate con uno strike rate dell'86%, ma con un incredibile serie di 33 vittorie consecutive che abbiamo raccontato in lungo ed in largo con somme vinte per oltre £14m, parametrati in sterline, ma che in dollari australiani fanno molto più effetto: $26 Milioni! Ben 25 vittorie di queste vittorie citate in precedenza, sono arrivate al massimo livello ed alcune delle corse in questione le ha addirittura vinte più volte, e tra queste il Cox Plate G1 vinto nel 2015, 2016, 2017 e 2018. Leggendaria..

Allevamento: Blue Point ritirato in razza! Ad annunciarlo, prematuramente, il Darley dove funziona papà Shamardal

La notizia è arrivata quasi inaspettatamente visti i tempi di chiusura della stagione di monta, ed in maniera anticipata in prospettiva 2020. 
Il champion sprinter Blue Point (Shamardal), diventato il primo cavallo europeo in 100 anni a vincere a distanza di pochi giorni King’s Stand Stakes G1 e Diamond Jubilee Stakes G1, è stato ufficialmente ritirato in razza per andare a funzionare il prossimo anno per gli stud Darley. Dunque, apparentemente, non c'è l'idea di anticipare i tempi solo per sfruttare la finestra dell'emisfero sud del mondo. Resta questo piccolo alone, con dubbio per eventuali contrattempi non resi noti e sopraggiunti successivamente.
Il 5 anni chiude così con 11 vittorie in 20 corse disputate, ed entrando nel marcatore in altre 7 occasioni. Imbattuto in questo 2019, ha messo in cascina anche l'Al Quoz Sprint G1 a Meydan durante il Carnival.

lunedì 24 giugno 2019

Milano: Lamaire torna a far brillare la Dormello in una Classica, finale thrilling nelle Oaks. Assiro, secondo capolavoro Biondi nel Milano. Malotru da imbattuto nel Primi Passi

Un finale che forse nemmeno i fratelli Grimm, avrebbero potuto scrivere meglio. La domenica di Milano ci ha lasciato delle belle sensazioni di tecnica, passione, romanticismo, ed in particolare un finale così intenso e così carico di passione nelle Oaks D'Italia G2 che non si vedeva da tempo.
Ma è una storia che parte da lontano: Nato il 17 Gennaio del 1869, 150 anni fa, Federico Tesio fondò la Razza Dormello nel 1898, e sarebbe stato destinato a diventare il più grande allevatore di tutti tempi, grazie alle creazioni di Nearco e Ribot, presenti attualmente nel 90% dei pedigrees del mondo.
I suoi successi classici sono stati almeno 15 e tra questi, a 150 anni dalla sua nascita, quello di Lamaire si deve anche un pò al suo genio e alla tradizione, anche se sono passati tanti anni dalla sua scomparsa e le gestioni si sono avvicendate. Ma tutte con un unico filo conduttore: La qualità e la selezione. Tutto il mondo dovrebbe prendersi un attimo e ragionare quando quei colori varcano la soglia di una Classica.
C'è stato di tutto in corsa: Il riscatto e l'orgoglio di un fantino come Fabio Branca, quest'anno passato dall'inferno al paradiso, sportivo, nel giro di poche settimane, la capacità finalmente valorizzata di un allenatore come Riccardo Santini, capace negli ultimi anni di piccoli capolavori certosini, ma preziosissimi, e la sapiente gestione tecnica di una scuderia rivitalizzata dall'avvento di Franca Vittadini come advisor della scuderia più prestigiosa d'Italia. 
Se, a questi ingredienti, aggiungiamo anche un pizzico di pathos pre e post gara, allora siamo di fronte ad una corsa non qualsiasi da raccontare. Foto credit: nickoutdoorphotography@gmail.com.

sabato 22 giugno 2019

Royal Ascot, day 5: Blue Point nella leggenda, riuscito il doppio King's Stand-Diamond Jubilee. Doppio anche per Andrea Atzeni. Frankie Dettori leader con 7 affermazioni nel meeting

Quinto ed ultimo giorno al Royal, per la copertina abbiamo scelto un "close up" del copertino di Blue Point (Shamardal), vero protagonista della giornata. Ma non solo. I video più importanti di questo quinto ed ultimo giorno li abbiamo messi in fondo, con le prove più belle ed anche la "Royal Procession" della giornata con la Regina Sua Maestà Elisabetta II che è stata accolta con ancora più calore degli altri giorni, complice anche il clima favorevole, vestita di un completo completamente verde in tinta con il cappellino, ovviamente. 
Numero 1 di numero e di fatto, con il pallino blue che ha scritto una bellissima pagina di ippica cancellando in pochi giorni l'impresa compiuta 16 anni fa da Choisir, il "dragster" australiano unico finora a vincere nel giro di 4 giorni le King's Stand Stakes G1 e le Diamond Jubilee Stakes G1. Impresa titanica e leggendaria.
Il figlio di Shamardal (Giant's Causeway), portacolori Godolphin, ha messo in mostra una condizione a dir poco superiore per risolvere nei confronti di Dream Of Dreams (Dream Ahead), un velocista per Sir Michael Stoute (??) e al terzo Kachy (Kyllachy) con Speak In Colours (Excelebration), nelle cui vene scorre sangue italiano della scuderia Archi Romani di Paolo ed Emma Agostini, al quarto posto.

Bunora De L'Alguer: Dalla Sardegna alle Oaks, la spinta isolana verso un'impresa titanica

GC. Non sarà favorita, ma sicuramente avrà la spinta di una intera isola e di tutti i 4 mori compresi.
Tutta la Sardegna soffierà infatti nelle vele di Bunora De L'Alguer (Battle Of Marengo), vincitrice delle 6 delle 13 corse disputate sull'isola, che domenica sarà partente nell'edizione 2019 delle Oaks d'Italia G2 sui 2200 metri con in sella Nino Murru, per il training di Gian Marco Pala.
La figlia di Battle Of Marengo (Galileo), acquistata in Irlanda per €2,000 alle Open Yearling Sale 2017, è considerata una sorta di Reginetta in patria, e dunque suscita tantissima simpatia. Ha vinto 4 volte a Chilivani, 1 volta a Villacidro ed 1 volta a Sassari. Ha tentato a Firenze, Pisa, Varese e Milano appunto. In generale il suo score parla di 13 corse in carriera, 6 vittorie (tutte in Sardegna) e 3 piazzamenti per somme vinte di €24,000 circa.

venerdì 21 giugno 2019

Royal Ascot, day 4: Hayley Turner nella storia dopo Gay Kelleway! Ancora Dettori (67) in G1, per il Coolmore svetta Japan

Quarta e penultima giornata del Royal Ascot, ancora intensissima e ancora una volta un sigillo da parte di Frankie Dettori che ha raggiunto quota 67 al meeting che più di tutti lo esalta. Qui sotto raccontiamo il meglio della giornata, dopo ogni corsa anche il video ed il risultato completo di tutte le corse importanti per una serie di motivi.
Ma per la copertina, in questa occasione, scegliamo lei: Hayley Turner che, a 32 anni dall'ultima volta che era accaduto, è tornata a far brillare il gentil sesso nel meeting reale. La ragazza terribile ha vinto infatti in sella a Thanks Be (Mukhadram) le Sandringham Stakes, a 33/1, per Charlie Fellowes, una edizione storica. Dal 1987 infatti non accadeva che una donna vinceva, e l'ultima è stata Gay Kelleway, omaggiata ogni anno fino ad oggi perchè era stata l'unica sinora a farlo con Sprowston Boy nelle Queen Alexandra Stakes. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

Milano: Grande spettacolo 🏆🏇 con Oaks G2, GP Milano G2, Primi Passi G3. Ecco le 9 corse e orari

Si inizia alle 14,55, pronti per un pomeriggio da leoni a San Siro, 9 corse fino alle 20 e chiusura in bellezza. C’è l’ultimo pomeriggio Classico con le Oaks d'Italia G2 per femmine di 3 anni sui 2200 metri, abbinato al Gran Premio Milano G2 per 3 anni ed oltre sui 2400 metri, al Primi Passi G3 sui 1200 metri per 2 anni, a 2 Listed come il Paolo Mezzanotte ed il Royal Mares, ed ancora handicap incertissimi con la finale del premio NBF LANES SPRINT sui 1200 metri e il Milano President Of The UAE Cup G3 per PSA.
Si inizia con i tre anni PSA, si continua con la prova Fegentri e poi con la prova di G3 per i Purosangue Arabi di cui abbiamo presentato gli estremi nei giorni scorsi.
Dalla quarta corsa del pomeriggio, alle 16,40, il tasso tecnico dei PSI comincia a salire con il Paolo Mezzanotte e 10 cavalle al via tra cui le ospiti Light My Fire (Camelot) per Karoly Kerekes e Cristian Demuro, poi Lovelett (Arcano) per Michael Figge e Luca Maniezzi e infine Shailene (Rip Van Winkle) per Andrew Balding, contro le nostre. Da questo momento in poi, il convegno entra nel vivo. Continuando a leggere tutto quello che sarà possibile vedere domenica, con orari e campi partenti completi...

Night Music e Quest The Moon distanziati dai GP di Ottobre a Milano. 😵🤦‍♂️Ecco il perchè!

Una tipica storia italiana. La bomba l'ha lanciata il principale quotidiano di settore, il Trotto e Turf. Vanno ancora ben definite tutte le responsabilità e la legittimità delle stesse, quindi prima cerchiamo di capire bene, ma come altro definire quanto accaduto recentemente in relazione al distanziamento avvenuto ai danni di Night Music nel Jockey Club G2 e a Quest The Moon nel Gran Criterium G2 del 18 Ottobre scorso, per i quali la comunicazione è avvenuta solo a Maggio 2019 inoltrato?
Ripercorriamo le tappe attraverso 2 articoli che sono stati pubblicati dal trisettimanale Trotto & Turf tra martedì e giovedì che ha fatto cadere l'ennesima scure sulla credibilità della nostra ippica fuori dai nostri confini ed impedendo, anche rimanendo nella stretta attualità, a molti cavalli tedeschi di partecipare domenica a San Siro, alle nostre corse per una sorta di protesta bianca. 
Una vicenda che comunque va chiarita in tutti gli aspetti, formali, e chiama in causa anche le responsabilità dell'istituzione che regolamenta le corse in Italia, decisamente meno snello degli organi che funzionano all'estero. Ma prima, in sintesi, vi raccontiamo cosa è successo nelle righe qui sotto.

Francia: Colpo italiano in Listed a La Teste de Buch con Stone Tornado per Marco Bozzi

Altra bella soddisfazione italiana, fuori dai nostri confini. Giovedì tardo pomeriggio a La Teste de Buch la 3 anni Stone Tornado (Toronado), che in Italia si era piazzata nel Seregno ed era stata deludente con attenuanti nel Regina Elena, ha vinto il Prix La Sorellina Listed sui 2000 metri con Julien Auge in sella, che ha battuto Kanuka (Footstepsinthesand) e Firebird Song (InvincibleSpirit). Continuando a leggere fino in fondo troverai il risultato completo ed il video della corsa
Ora prtacolori di Marco Bozzi, alla prima uscita per Christophe Ferland che è di stanza proprio nel sud della Francia, ha risolto rinvenendo da metà gruppo per regolare le avversarie.

giovedì 20 giugno 2019

Royal Ascot: È Frankie Dettori show! Incredibile poker nel Ladies' Day, raggiunta quota 66..

Ad un certo punto ho smesso di scrivere. Ad ogni vittoria cambiava anche il senso del precedente cappello. Colpa, merito più che altro, di Frankie Dettori. Dopo l'asciutto della prima giornata, il doppio al secondo giorno raggiungendo quota 62 al Royal, più di tutti quanti, ha lanciato il definitivo assalto alla leggenda mondiale raggiungendo quota 66. 
Il ragazzotto, 49 anni a Dicembre, ha disegnato quattro vittorie nel terzo giorno, al Ladies' Day, nelle prime 4 corse, realizzando un quadruplo da 450/1, se qual
cuno lo avesse mai giocato. Una impresa titanica, incredibile, incommensurabile. Ogni volta che vince nasce un fiore ad Ascot, ed è sempre stato così. E qui spunta una frase detta da Mark Johnston nella giornata di ieri dopo la vittoria nelle Queen Mary: "No disrespect to Piggott, he is a superhero, but is Frankie Dettori not just the greatest jockey?" Misa che ha ragione il trainer scozzese, Frankie è meglio di un gigante come Lester Piggott.

Royal Ascot news: Blue Point vuole emulare Choisir! Dichiarato anche nelle Diamond Jubilee di sabato

Una news appena battuta dagli organi di stampa inglesi. Questa mattina c'era la dichiarazione partenti delle Diamond Jubilee Stakes G1 sui 1200 metri al Royal Ascot, che fa pendant con le King's Stand Stakes G1 del primo giorno.
Ebbene, Blue Point (Shamardal), vincitore proprio l'altro ieri per il training di Charlie Appleby, cercherà uno storico doppio riuscito solo a uno come Choisir (Danehill Dancer) nel 2003.
Il cavallo australiano, con in sella Johnny Murtagh per il training di Paul Perry, vinse la prima prova il 17 Giugno 2003 nei confronti di gente come Acclamation e Oasis Dream, e poi replicò il 21 Giugno 2003 nelle Diamond Jubilee, che in quegli anni si chiamano Golden Jubilee Stakes G1.

Purosangue Arabo: Domenica a Milano la tappa UAE PRESIDENT CUP. Un movimento in perenne crescita..

Domenica a Milano San Siro si correrà la tappa italiana della UAE PRESIDENT CUP. La “UAE PRESIDENT CUP series” è arrivata alla sua 26ª edizione ed è stata creata nel 1994 da un’intuizione del compianto Sheikh Zayed bin Sultan Al Nahyan con l'obiettivo di promuovere e celebrare i cavalli purosangue arabi.
Da allora, gli Emirati Arabi Uniti sostengono e organizzano tale manifestazione con lo scopo principale di promuovere i cavalli arabi, la cultura e il patrimonio della penisola arabica, con l’aiuto della Federazione Equestre degli Emirati.
L’obbiettivo è quello di creare una consapevolezza globale verso il puro sangue arabo visto il suo posto significativo nella cultura e nella storia degli Emirati Arabi Uniti, cavallo puro sangue arabo che ora sta crescendo in popolarità e appeal in tutto il mondo.

mercoledì 19 giugno 2019

Royal Ascot: Crystal Ocean e Frankie Dettori vincono le Prince of Wales's Stakes! Primo G1 a 5 anni

La vita comincia anche a 5 anni. La vita al massimo livello, ovviamente. Se c'è un allenatore in grado di far vincere un G1 ad un cavallo che non lo aveva mai fatto a 5 anni, allora questo è Sir Michael Stoute che, in coppia con Frankie Dettori, cioè l'allenatore ed il fantino tra quelli in attività che hanno il maggior numero di vittorie da allenatore e da fantino al Royal Ascot, rispettivamente 80 e 62 vittorie, hanno fatto si che Crystal Ocean (Sea The Stars) finalmente riuscisse in questa impresa nelle Prince Of Wales's Stakes G1 sui 2000 metri, dopo tanti piazzamenti in G1 ma sul miglio e mezzo.
Il jockey italiano, al doppio in giornata, ha lanciato il suo verso la gloria dando un clamoroso anticipo alla favorita Magical (Galileo), che ha provato ad andare prima di fuori, poi di dentro, ma non riuscendo mai ad agganciare il suo dirimpettaio che in questo 2019 è imbattuto in 3 uscite. Insomma, era il suo turno e lo ha rispettato con un Frankie magistrale, giostrata in lungo ed in largo a piacimento, cercando anche una traiettoria più favorevole.

San Siro: Verso le Oaks, Gran Premio Milano e Primi Passi. Ecco la composizione della giornata

Man mano che passano le ore si smussano tutti gli angoli per arrivare alla definitiva costruzione dei vari campi partenti della grande giornata di San Siro domenica 23 Giugno, con in programma Oaks d'Italia G2, Gran Premio Milano G2, Primi Passi G3, poi ancora Mezzanotte Lr, Royal Mares Lr e le importanti corse per i PSA.
Qui sotto le anticipazioni aggiornate sugli stranieri che dovrebbero presenziare, a meno di cambi di direzione, nella giornata di domenica. 
La prima news è infatti un cambio nei presupposti. Contrariamente a quanto dichiarato ad inizio settimana, John Gosden ha scelto per la sua Fanny Logan (Sea The Stars) l'opzione Ribblesdale Stakes (Group 2) (Fillies) (Class 1) (3yo) dove ha attualmente una quota di 12/1, in discesa dal 20/1 quando era ancora in dubbio se venire a San Siro oppure no. A meno di clamorosi capovolgimenti di fronte sarà presente ad Ascot, con la monta di Andrea Atzeni.
Resta dunque libera la sella di Frankie Dettori che per il momento è stato ingaggiato solo per montare Gerardino Jet (Henrythenavigator) nel Primi Passi G3.
Qui sotto le altre news e anticipazioni per la prove importanti, che verranno aggiornate nel corso della giornata perchè entro giovedì ci dovranno essere le eventuali supplementazioni, ma indipendentemente da questo si tireranno in maniera più serrata le fila e si avranno maggiori certezze in merito. Tutto è ancora in fase di sviluppo, ma ecco le prime news degli italiani e degli stranieri al via.

martedì 18 giugno 2019

Royal Ascot: Circus Maximus svetta da supplementato nelle St James! Terzo Too Darn Hot

Ottavo successo per Aidan O'Brien nelle St James Palace's Stakes G1, stavolta è stato il turno di Circus Maximus (Galileo), supplementato per l'occasione e schierato a sorpresa a metà settimana scorsa, e reduce dal sesto posto nel Derby di Epsom, che con Ryan Moore in sella è riuscito a debellare la resistenza di Too Darn Hot (Dubawi) il quale ha poi perso anche il secondo a favore di King Of Comedy (Kingman), altro di John Gosden, ma per i colori di Lady Bamford quasi disturbando il portacolori di Lloyd Webber, un filo deludente anche in questa occasione e mai vincitore in questo 2019 dopo un 2018 esaltante.
La generazione dei 3 anni si è dimostrata dunque ancora molto "liquida", senza un vero e proprio leader, ma a vincere è stato un cavallo che proveniva dal Derby e dunque ennesimo capolavoro di training del mago di Ballydoyle. Sono 2 le cose: O è veramente un mago, o neanche lui ha benissimo chiaro in testa la gerarchia dei valori.

Ascot: Blue Point è ancora il Re! Battuto Battaash, è al doppio un anno dopo nelle King's Stand

The same old story. Eppure con i velocisti non è mai così facile, ma Blue Point (Shamardal), così come lo scorso anno, ha tenuto a bada Battaash (Dark Angel) da molti definito con il miglior sprinter europeo.
Intanto, però, zitto zitto Blue Point continua a menargli forte, che siano 1000 o 1200 metri.
Stesso identico arrivo delle King's Stand Stakes G1, sui 1000 metri, dello scorso anno, con l'unica differenza che il terreno oggi era un filo più soft, date le piogge insistenti delle ultime ore sul Berkshire. Continuando a leggere fino in fondo trovi il risultato completo ed il video completo delle King's Stand Stakes G1.
Il blue di Godolphin ha certamente tratto giovamento da un percorso migliore del suo rivale, con l'Hamdan che al contrario ha dovuto industriarsi per arrivare da lontano, dopo che la femmina australiana Houtzen (I Am Invincible) lo ha un filo disturbato, e alla fine recuperando anche tanto ma perdendo la strada di casa quando ha visto davanti a se il rivale di sempre. "Ancora una volta!", avrà pensato, Jim Crowley. Anche qui però nessuna giustificazione per nessuno, perchè conta chi ci crede fino in fondo.

Ascot: Lord Glitters redento nelle Queen Anne Stakes, battuto Beat The Bank. Favoriti np

C'è sempre redenzione, anche nel peccatore più incallito. E così, a distanza di un anno dalla sconfitta di misura patita da Accidental Agent, che stavolta si è rifiutato incredibilmente di entrare nelle gabbie, è arrivato il giorno di Lord Glitters (Whipper) che si è preso tutto il palcoscenico non lasciandosi sfuggire nulla del colpo grosso, afferrando la chance per la mano e stringendo fortissimo le Queen Anne Stakes G1. Almeno stavolta non ha permesso a niente e nessuno di scippargli il primo G1 di una carriera in perenne ascesa. Qui sotto continuando a leggere parliamo sia delle Queen Anne Stakes che delle Coventry Stakes G2, per i 2 anni sulla distanza dei 1200 metri.
Il grigio di Geoff & Sandra Turnbull, allenato da David O'Meara, del resto ad Ascot conosceva ogni metro avendo già vinto, anche se ad altri livelli. Con uno spunto poderoso ha lasciato di sasso Beat The Bank (Paco Boy) e One Master (Fastnet Rock), entrambi a 20/1, svettando dal cuneo centrale di uno schieramento a 3 punte, dalla sua chance a 14/1.

San Siro, verso le Oaks, Primi Passi e Milano. Ecco i fantini 🐱 ed i cavalli stranieri in arrivo

È vero, siamo tutti concentrati sul Royal Meeting di Ascot, ma cominciamo anche a gettare le basi per raccontare cosa accadrà a Milano domenica pomeriggio 23 Giugno.
In programma c'è l'ultima Classica italiana del 2019, le Oaks d'Italia G2 sui 2200 metri, poi a reggere il cartello anche e soprattutto il Gran Premio Milano G2 sui 2400 metri, il Premio Primi Passi G3 sui 1200 metri ed ancora il XCI Royal Mares Lr sui 1600 metri per femmine di 3 anni ed oltre, il Premio Mezzanotte Lr per femmine di 4 anni ed oltre sui 2200 metri e per concludere in bellezza le 2 prove per i PSA e cio è il MILANO PRESIDENT OF THE UAE CUP G3 per PSA arabi 4 e oltre sui 2000 metri, oltre a quella dedicata ai PSA di 3 anni.
Qui sotto facciamo il punto della situazione cominciando a dire quali saranno gli ospiti stranieri in procinto di venire a San Siro, tra cavalli dall'Inghilterra e dalla Francia e fantini importanti dall'Inghilterra...

Aste: Goffs London Sale 2019, £3,150,000 (-15%), top price per Mohican Heights. Molti ricomprati..

Di gran classe, l'asta organizzata da Goffs per le London Sale 2019 è andata in scena presso i Kensington Gardens, e come era prevedibile alcuni cavalli sono andati via per cifre alte mentre altri, che non hanno visto incontrare domanda e offerta, pur valendo tanto, sono andati invenduti. Nell'asta c'erano anche un paio di cavalli italiani.
Facciamo il punto. In catalogo c'erano 23 cavalli, di cui offerti realmente 22 e 10 di questi venduti con un "rate" del 45%, rispetto ai 13 venduti e 43% del 2018. Come detto 10 venduti che hanno generato un fatturato di £3,150,000 (-15%) mentre è salita la media a £315,000 (+10%) ed il mediano a £332,500 (+11%). Chiaramente molti sono acquisti da valutare, perchè sono ricomprati.

💣💥💥 Royal Ascot, il dado è tratto. Ufficiale la messa in palinsesto, accettazione gioco e tv!

Ascot c'è! Sebbene in ritardo, senza tanto preavviso, alla fine la macchina amministrativa è riuscita a chiudere i contratti con l'Inghilterra e superare tutte le distanze per proporre agli appassionati italiani il meeting reale del Royal Ascot 2019, sugli schermi italiani ed in accettazione di gioco sui vari bookmakers.
Se non vedete ancora nulla nei palinsesti, state tranquilli. Fra poco verrà inserito il tutto e indirizzeremo sulla apertura delle contrattazioni.
Il programma è il seguente:

lunedì 17 giugno 2019

Royal Ascot 2019: 🎩🤩🇬🇧 Tutto pronto più importante meeting del mondo. Ecco il programma completo!

Quanto manca? Poco. Il Royal Ascot è dietro l'angolo, manca solo un giorno e poi saremo pronti per uno spettacolo imperdibile. Cinque giorni di corse, ma soprattutto cinque giorni di unicità. Si, perchè il Royal Ascot illumina. Il Royal Ascot accelera le particelle, accende la luce. Siete pronti per un altro viaggio? Bene. Sarà magnifico. Anche se al momento in cui vi scriviamo non abbiamo conferme sull'accettazione di gioco, contrariamente a quanto da noi pubblicato qualche giorno fa. Evidentemente tutti i nodi, burocratici, contrattuali, non sono stati sciolti. Ci dicono ci sia una riunione in corso, vi teniamo aggiornati. Ci dispiace, ma alla fine gli appassionati duri e puri troveranno lo stesso il modo di vedere e di scommettere in barba alla legalità. Purtroppo.
Si tratta del "Meeting" per eccellenza, quello che ogni anno fa vibrare l'anima in un turbinio di emozioni, e ferma tutto il resto. L'ippica andrà avanti, ma il Royal è il Royal. Il promo dice "Like Nowhere Else". Ed infatti, hanno ragione.
Ci sono tantissimi motivi per assistere al Royal edizione 2019, ma in realtà lo è sempre stato così. Dal 1711, da ben 308 anni. Innanzitutto perchè è...bellezza allo stato puro. Cultura, classe, eleganza, tradizione. 
L'ippodromo del Berkshire si riempirà di opere d'arte sotto forma di qualsiasi cosa avverrà. Godiamocelo incantati, liberi e vogliosi di tifo verso le belle storie, le scommesse da prendere, gli insulti a chiunque butti una corsa su un cavallo che abbiamo giocato. Indipendentemente da tutto, cercheremo di raccontare la bellezza e l'unicità, seppure da lontano. Anzi, se siete sul campo e decidete di buttare qualche riga, siete i benvenuti.

domenica 16 giugno 2019

Milano: The Conqueror schiacciasassi nel Bersaglio! Battuti Trust You e Bloody Love..

Mancava solo il sigillo, la ciliegina sulla torta, ed è arrivata dopo tanto girarci intorno. The Conqueror (Excelebration) domenica a Milano è riuscito finalmente a vincere la sua prima corsa Stakes della carriera, mettendo a frutto una stagione che ne ha esaltato le doti di gran velocista migliorato anno dopo anno. 
Il 4 anni da Excelebration (Exceed And Excel), allenato da Stefano ed Alduino Botti per la scuderia New Age riconducibile sempre alla famiglia Villa, ha messo un timbro enorme sul Premio Bersaglio Lr sui 1200 metri della pista dritta di Milano dominando da un capo all'altro con in sella Dario Vargiu, e lasciando a lottare per le piazze Trust You (Kheleyf), arrivato a 2 lunghezze, con al terzo Bloody Love (Rip Van Winkle).

Prix de Diane: A Channel le Oaks francesi, battuta Commes! Ottima 3° Grand Glory, 6° Siyarafina

Arrivo a sorpresa, o quasi, nel Longines Prix de Diane G1 di Chantilly sui 2100 metri che ha premiato la "fresca" Channel (Nathaniel), che aveva saltato tutti gli appuntamenti più duri del periodo, riuscita a resistere al gran finale di Commes (Le Havre) con Cristian Demuro in sella, ma grande prestazione per il terzo posto di Grand Glory (Olympic Glory) allenata da Gianluca Bietolini, autrice di un gran finale ed un pizzico di sfortuna. Solo sesta la favorita Siyarafina (Pivotal), incapace di dare l'ulteriore cambio di marcia.
Channel, allenata da Francis Henry Graffard, di proprietà di Samuel De Barros è stata pennellata da Pierre Charles Boudot che è riuscito a farle mantenere un pò di vantaggio lungo lo steccato rispetto a quell'ossesso portentoso di Cristian Demuro che ci ha provato fino in fondo, invano, sulla neo giapponese di Teruya Yoshida. Continuando a leggere il resoconto completo ed il video della corsa.

Francia: Solo un 6° per Mission Boy nel Paul De Moussac. Vince Azano, ottimo secondo per Pizzicato 🇮🇹

In Francia non sono arrivate buonissime notizie da Chantilly, perchè Mission Boy (Paco Boy), vincitore del Gran Criterium G2 e piazzato sia nel Parioli G3 e nel Derby G2, non è andato oltre ad un sesto posto nel Prix Paul De Moussac G3 sulla distanza del miglio.
A vincere è stato l'inglese Azano (Oasis Dream), a 8/1, allenato da John Gosden e di proprietà di Martin and Lee Taylor, che aveva tentato anche le 2000 Ghinee di Newmarket arrivando 11° su 19 alle spalle di Magna Grecia..
Azano, montato da Robert Havlin, il 2° di Gosden dietro a Frankie Dettori, ha fatto emergere il suo nel solito cappottone inglesi contro i francesi. Al secondo è arrivato invece Pizzicato (Dabirsim), allevato da Francesco Loi e Simone Esposito, mentre al terzo Admiral Rous (Henrythenavigator) per Eogan O'Neill. Continuando a leggere il video ed il risultato completo.

Germania🇩🇪: 💥💣 Colpo di Andrea Marcialis in G3 🇮🇹 con il trasformato Brian Ryan a Dresda!

Ancora un grande colpo all'estero per Andrea Marcialis che nel primo pomeriggio di domenica ha vinto in Germania, a Dresda, nel Grosser Preis der Landeshaupstadt Dresden (Group 3) (3yo+) (Turf)  sui 1400 metri con in palio £49,000, grazie a Brian Ryan (Finjaan), castrone di 4 anni di proprietà della signora Mme Janina Burger, con Maxime Pecheur in sella.
Ex inglese, il cavallo ora francese allenato dal trainer italiano in grande spolvero, è riuscito a svettare a 10/1 nei confronti dei più attesi Waldpfad (Shamardal) del Gestut Brummerhof con al terzo il favorito Broderie (Pivotal), un portacolori Godolphin allenato in Francia da Henri Alex Pantall. Per la cronaca ultimo Revelstoke (Toronado), un 3 anni che nel 2018 era giunto terzo di Mission Boy nel Gran Criterium G2. Continuando a leggere il video e risultato completo..

Inghilterra: Masar ha optato per le Hardwicke, James Doyle libero di montare Sea Of Class

Il vincitore del Derby 2018 Masar (New Approach) è vicino al rientro e lo farà al Royal Ascot 2019, a distanza di oltre un anno dall'ultima corsa disputata.
Il 4 anni di Godolphin ha alla fine optato per un ritorno in pista più soft del previsto, ed ha deciso di bypassare le Prince Of Wales's Stakes G1 a favore di un più tranquillo, in linea teorica, rientro nelle Hardwicke Stakes G2 sui 2400 metri.
Con questa decisione Charlie Appleby ha di fatto "liberato" James Doyle, sotto contratto con Godolphin, che dunque potrà tornare a fare coppia con la campionessa Sea Of Class (Sea The Stars), che rientrerà direttamente dal piazzamento nell'Arc de Triomphe.

sabato 15 giugno 2019

Francia: In 16 femmine nel Prix de Diane, Siyarafina contro il tabu steccato. Mission Boy contro 6 nel De Moussac

Tutto pronto e definita, la domenica di corse in Francia a Chantilly che ospiterà il "Derby delle ragazze", ovviamente le Oaks francesi nel Prix de Diane G1 sponsorizzato Longines sulla distanza dei 2100 metri per femmine di 3 anni. 
La giornata si svilupperà, come abbiamo anticipato, anche di altre 3 Pattern che hanno una certa rilevanza ed in particolare il Prix Paul de Moussac G3 che vedrà un portacolori italiano. Il convegno si completerà con il Prix Hocquart G2 per i 3 anni maschi e femmine sul miglio e mezzo e poi ancora il Prix Bertrand du Breuil Longines G3 sul miglio per cavalli anziani. Vi presentiamo la domenica dopo il sorteggio degli steccati, raccontando in breve che cosa possiamo seguire nella domenica 16 Giugno, altra domenica di Classiche. Sarà prevista per tutte e quattro le corse sia l'accettazione del gioco in italia sia la visione in tv, con l' unica differenza che il Prix De Diane G1 andrà in onda in diretta, mentre le altre tre in leggera differita . Qui sotto l'analisi delle corse di domenica in Francia...

Weekend mondiale tra San Siro, Giappone, Germania ed America. Anticipazioni per Oaks e GP Milano

Il fine settimana di corse non è solo rappresentato dalla Francia, ma domenica ci sono altre tre corse che meritano di essere vissute tra Italia e San Siro, poi la Germania con
Dresda, il Giappone con Tokyo, l'America con Monmouth Park ed il ritorno in pista di un tre anni molto atteso, e poi anche di anticipazioni..
Si, perchè questa sarà la settimana che celebrerà le Oaks francesi a Chantilly, ma la settimana entrante è di quelle da non perdere. Oltre il Royal Ascot, che merita una citazione a parte, c'è San Siro. Diamo dunque delle anticipazioni. Partiamo proprio con Milano, perchè questa è la domenica del Premio Bersaglio Lr e di buone condizionate, in generale corse belle ed affollate tra sabato e domenica, in attesa della domenica 23 Giugno di cui cominceremo ad approfondire da lunedì 17 Giugno, con presenze straniere previste nelle Oaks G2 e nel Gran Premio Milano G2.. di cui anticipiamo i temi. Buona lettura.

World's Best Racehorse, ecco i ratings mondiale dei primi 6 mesi del 2019. Tre cavalli a 125

Tre cavalli di 3 paesi diversi occupano i primi 3 posti e sono in cima alla classifica periodica diffusa dal World's Best Racehorse sponsorizzato da Longines con il ranking rilasciato nella giornata di giovedì per ciò che concerne i valori dal 1 Gennaio 2019 al 9 Giugno 2019, i primi sei mesi dell'anno in pratica.
Con un valore di 125 ci sono, a pari merito, il campione di Hong Kong Beauty Generation (Road To Rock), vincitore di 6 G1, unico ancora in attività rispetto agli altri 2 che invece sono stati ritirati in razza. Si tratta del vincitore della Pegasus World Cup G1 City of Light (Quality Road) e la campionessa australiana Winx (Street Cry) che ha appeso i ferri da corsa al chiodo qualche mese fa.

venerdì 14 giugno 2019

++++Ultim'ora 💣💣: Novità sulla trasmissione del Royal Ascot 2019 in TV in Italia!! 🎩 🇬🇧 🤩

Finalmente una buona notizia per gli appassionati italiani di corse straniere, arrivata nelle prime ore di venerdì pomeriggio.
Una notizia che deve essere ancora confermata definitivamente, ma possiamo anticipare ai lettori di Mondoturf che siamo a buon punto per una risoluzione positiva di una trattativa lunga e faticosa, capace di lenire solo parzialmente la delusione di tutti gli appassionati nei primi mesi di questo 2019, quando non c'era stata mai la possibilità di vedere e scommettere sulle corse inglesi dall'Italia.

Scommesse: Nasce il "Totalizzatore" globale per il Royal Ascot. Ben 30 paesi coinvolti..

Un paio di novità molto interessanti in vista del Royal Ascot. Noi, dall'Italia dobbiamo aspettare quasi l'ultimo momento per capire se avremo l'accettazione di gioco, come se fosse un male necessario o un fastidio, mentre all'estero come al solito si muovono prima ed in grande.
La prima riguarda il Giappone con la JRA, Japan Racing Association, che ha dato il via alle scommesse per il Royal Ascot per la prima volta nella storia con la possibilità di scommettere sul market nipponico le Prince Of Wales's Stakes. 
Una corsa sola, ma importante, e non solo perchè trainata da Deirdre (Harbinger), partecipante "giallo", per Mitsuru Hashida ed i colori di Toji Morita, ma perchè ci credono e basta nel fatturato e nelle scommesse.
Altra notizia, decisamente più importante e riportata dal Racing Post di ieri ma se ne parlava da almeno un anno, esattamente dal 25 Giugno del 2018 quando un articolo di un giornalista insider aveva lanciato la news.

Allevamento: Primo vincitore per Free Eagle in Justifier a Leopardstown. Il video..

Finalmente a segno anche Free Eagle (High Chaparral), tra gli stalloni first crop sires, residente presso l'Irish National Stud rappresentato a Leopardstown da Justifier che ha vinto la sua maiden sui 7 furlongs in grande stile. 
Allenato da Ger Lyons, portacolori di Sean Jones/David Spratt/Mrs Lynne Lyons, è stato allevato dal Tally-Ho Stud ed acquistato per €60,000 dalla Gaelic Bloodstock alle Goffs Orby Sale, Justifier è prodotto di una fattrice mezza sorella del campione del Gr.1 St Leger e Gr.1 Grand Prix de Paris winner Kew Gardens (Galileo), della famiglia della vincitrice di G1 Chelsea Rose (Desert King). Continuando a leggere il video della prestazione, molto buona, prodotto da Justifier.

Aste in America: Primo giorno delle OBS June Two-Year-Olds & Horses of Racing Age. Ecco i risultati

Mickey Gonzalez della M Racing non aveva intenzione di comprare nessun cavallo. Avendo speso tanto per una farm in Ocala, l'influente uomo americano alla fine ha ceduto. 
La sua amica e bloodstock agent Christina Jelm lo ha chiamato nel cuore della notte per dirgli di vedere il breeze del Lot 277, un maschio da Tapit (Pulpit) che aveva fatto un lavoro eccellente alle Ocala Breeders' Sales June 2-Year-Olds and Horses of Racing Age Sale
Beh, alla fine l'offerta vincente è stata di $400,000, il prezzo più alta per la prima sessione, acquistato proprio dall'influente personaggio di Las Vegas. 

Aste: Pure Zen inserita come Wild Card all'esclusiva Goffs London Sale. Anche Sestilio Jet

In tema di aste diamo conto di una news che riguarda le Goffs London Sale in programma lunedì 17 Giugno a Kensington Palace Gardens, una sorta di boutique di alto livello, certamente esclusivo ed elitario, per chi vuole pescare qualche cavallo in lizza per il Royal Ascot, nell'ultima ora. 
L'asta è sponsorizzata dai soldi Qatarioti della QIPCO, più sotto rendiamo noto il catalogo ed il sito di riferimento per trovare tutte le informazioni necessarie e per farvi capire che quando circola la "fresca" si organizzano cose di livello.
Ovviamente non ci sono campionissimi inestimabili, ma ci sono grossi nomi per una sorta di vetrina internazionale. Insomma, pochi ma di qualità. Ai 22 previsti in lizza, si è per esempio aggiunta Pure Zen (Zoffany), vincitrice di Prix Francois Boutin Lr e seconda del Prix de Sandringham G2, inserita come Wild Card. 

giovedì 13 giugno 2019

Da Trotto & Turf: Accettazione corse straniere e avvio del Complementare, Concessionari in ritardo? Ecco la situazione

Molti di voi ci stanno chiedendo, con ovvia insistenza, che fine abbia fatto il palinsesto complementare e quando dovrà vedere luce insieme, possibilmente, all'accettazione delle scommesse. 
Da informazioni raccolte siamo veramente molto vicini, perchè dal punto di vista burocratico ed amministrativo è tutto a posto, ma cambiano le cose quando parliamo di prontezza di riflessi di chi dovrebbe acquistare e conseguentemente proporre materialmente le corse al pubblico di potenziali clienti. Ci sono infatti problemi "infrastrutturali" nella gestione delle scommesse, che comportano inevitabili ritardi. Possiamo dire che pare ci siano trattative in corso per stabilire una nuova data per l'apertura dei giochi, con da un lato chi vorrebbe procrastinarla addirittura a ottobre o al minimo a fine settembre. Cioè una enormità. Altri dicono che la data è procrastinata almeno, al massimo, entro il 15 Luglio. Non ci sono certezze in merito sul fronte Palinsesto Complementare, dunque. 
Quando invece ci viene chiesto se verranno accettate le corse straniere in Italia possiamo rispondere che potrebbero arrivare lo stesso, attingendo ai fondi che il Mipaaft ha risparmiato per questi primi 6 mesi. Per il rapporto con la Francia il contratto è in essere, mentre per ciò che concerne l'Inghilterra siamo ancora in alto mare.. chissà se si farà in tempo per il Royal Ascot, ma a questo punto dubitiamo. 
Ma tornando al discorso del Palinsesto Complementare, per spiegarlo nei dettagli, riportiamo integralmente un articolo pubblicato questa mattina 13 Giugno sul trisettimanale Trotto & Turf che si intitola così: Avvio del Complementare, Concessionari in ritardo? Qui sotto l'articolo completo.

Mondo del Turf, speciale Ascot. Quattro news verso il Royal Meeting e verso le King George VI & Queen Elizabeth Stakes

Siamo in attesa dei partenti definitivi in Francia per la grande domenica di Chantilly con il Prix de Diane Longines G1 ed il Prix Paul de Moussac G3, soprattutto per ciò che ci riguarda da vicino. 
Facciamo allora il punto con alcune news che arrivano dall'Inghilterra, in particolare parleremo di tutto ciò che gira intorno ad Ascot nel periodo, con questa foto pubblicata dai social media manager dell'ippodromo.
Per esempio racconteremo come Sea Of Class forse dovrà trovare un nuovo fantino se certi incastri saranno inevitabili, oppure della supplementazione di un Coolmoriano in luogo di un altro che, invece, non ci sarà. Sempre in tema Royal Ascot annunciamo una presenza già confermata per Eve Johnson Houghton, mentre sempre per ciò che concerne Ascot, ma nella riunione di fine Luglio, cominciano ad uscire i primi nomi caldi per le King George VI & Queen Elizabeth Stakes G1. Buona lettura.

Ministro Centinaio, un anno di Mipaaft: "Rivedere la legge dell'ippica, velocizzare i premi e rivedere il settore".

Il ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio, è tornato a parlare di ippica l'altro ieri, martedì 11 giugno, nel corso della conferenza stampa "Un anno di Mipaaft - Tra agricoltura e turismo", in cui ha illustrato le misure realizzate nel suo primo anno di ministero.
Queste le sue parole, riprese dalla testata Gioconews, su domanda espressa ed effettuata da un collega presente presso la Sala Cavour: “L’Ippica non è solo un atto sportivo ma anche allevamento e di conseguenza l’obiettivo finale è quello di rivedere la legge sul settore. Prevedendo pagamenti che permettano al nostro Paese di essere competitivo e una comunicazione diversa che riporti il settore ad essere un momento di aggregazione”.
Continuando a leggere troverete la diretta completa della conferenza stampa, e dunque tutti i passaggi in cui si parla di ippica. Un anno di gestione del Mipaaft sotto la sua gestione, ma per ora le cose sono cambiate in maniera molto lenta.

mercoledì 12 giugno 2019

Francia: Verso il Prix de Diane, supplementata Amarena acquistata dai giapponesi. In 7 per Mission Boy

Continua il percorso di avvicinamento alla domenica 16 Giugno da Chantilly, con in programma il Prix de Diane Longines G1, le Oaks francesi, ed il convegno che proseguirà con il Paul de Moussac G3 sul miglio per 3 anni ed il Prix Hocquart G2 sul miglio e mezzo per cavalli di 3 anni in una sorta di preparazione al Grand Prix de Paris G1, da molti considerato il "vero" Derby francese, e non l'accorciato Prix du Jockey Club.
A qualche giorno dalla disputa del Prix de Diane anticipiamo qualche altra news. Alla dichiarazione dei partenti probabili si è per esempio capito che saranno in 17 al via, in attesa del sorteggio degli steccati. Ecco le ultime news..

Royal Ascot, meno 6. Ecco le anticipazioni, il programma ed i campioni in lizza per la 5 giorni 🇬🇧

Alcune news in pillole per questo caldo mercoledì di Giugno, per tenervi freschi come una limonata a bordo piscina.
Partiamo dall'Inghilterra, dato che mancano 6 giorni al Royal Ascot. A quelli che ci chiedono se potranno essere viste e scommesse dall'Italia possiamo dire che si è veramente al lavoro per soddisfare questo tipo di richiesta. So che l'ho detto tante volte, ma al momento la situazione è che il palinsesto complementare è pronto a partire e gli interessati a comprare i diritti tv dovranno poi rivenderli eventualmente al Ministero delle politiche Agricole affinchè possano essere proposte in tv. Questa è solo una idea, il budget in linea teorica è pronto per essere toccato visto che fra poco inizieranno le notturne e dunque il materiale per il pomeriggio deve essere disponibile.
Conoscendo la velocità elefantiaca dell'apparato italiano, è molto complicato si vedano. Però tutti gli interessati sono al lavoro per provare a riuscirci. Altra cosa sicura è che il contratto con l'ente francese è attivo, dunque possibile anche domenica la visione di Chantilly, mentre per l'Inghilterra ed Irlanda siamo in alto mare.
E allora intanto diamo qualche notizia veloce, soprattutto al massimo livello. Parliamo di anticipazioni e di G1, poi man mano che passeranno le ore entreremo più nel nocciolo della questione.

Aste: Pubblicato il catalogo delle Tattersalls July Sale dal 10 al 12 Luglio. Ecco il catalogo..

Un totale di 904 cavalli, di cui 814 saranno horses in training tra maschi e femmine, anche out of training, ed in più ben 90 fattrici e 7 delle quali con il foal al piede, compongono il super catalogo delle Tattersalls July Sale che avranno luogo a Newmarket per 3 giorni sviluppati tra il 10 ed il 12 Luglio, senza sosta o quasi.
L'unico stop alle contrattazioni avverrà in occasioni delle corse tra giovedì e venerdì al July Course, il meeting estivo di Newmarket. 
Ne ha parlato il Tattersalls Chairman Edmond Mahony che ha così commentato: “Come al solito alle Tattersalls July Sales c'è un mare di qualità che ne fa una asta base di mezza estate in Europa. Da fattrici vendute qui hanno prodotto poi campioni come Fairyland e Ten Sovereigns, vincitori di G1 a 2 anni. C'è sempre una grande scelta di enorme qualità, le pepite d'oro esistono e vanno scovate e questa è una opportunità di non perdere".

martedì 11 giugno 2019

Francia 💣: Mission Boy 🇮🇹 supplementato nel Prix Paul de Moussac G2 💪🏻! Ingaggiato Cristian Demuro..

Non solo Prix de Diane Longines G1 domenica a Chantilly, ma noi italiani avremo un altro rappresentante pronto a partire alla volta della Francia, senza dimenticare che i nostri connazionali sono spesso presenti anche nei pedigrees dei vari partecipanti.
Nelle ultime ore nella lista degli iscritti al Paul de Moussac G2 sulla distanza del miglio per cavalli di 3 anni è infatti apparso il nome di Mission Boy (Paco Boy), il secondo arrivato del Premio Parioli G3 (le 2000 Ghinee italiane) e secondo anche nel Derby Italiano G2, quando sembrava potesse essere oramai il vincitore.

Francia 🇫🇷: Verso il Prix de Diane Longines G1. Demurino su Commes, Gianluca Bietolini con Grand Glory. Le ultime news, i video dei lavori e le chances italiane

Il nocciolo del fine settimana europeo, in questo weekend, sarà concentrato tutto a Chantilly. Si, perchè a Milano sono in programma il Bersaglio Lr sui 1200 metri ed il Trivulzio come Handicap Limitato e poi il Trenno HP.
Nelle isole britanniche c'è qualcosa di minore prima di scatenare tutte le forze per il Royal Ascot che comincerà il 18 Giugno prossimo e ci terrà compagnia fino al 22 e dunque i "big guns" sono tutti concentrati per quell'evento.
Anticipiamo qualche tema dalla Francia dunque, perchè questa è la settimana che porterà al Prix de Diane Longines G1, sui 2100 metri, per femmine di 3 anni con €1 milione in palio, nella quale sono rimasti iscritte ancora 26 cavalle. Nella foto, il trofeo in palio.

lunedì 10 giugno 2019

Ratings: Ecco il valore espresso dal Racing Post Rating per Anda Muchacho. Obiettivi e prospettive

Sguardo fiero, testa in alto. Anda Muchacho (Helmet) si è confermato campione in Italia, risolvendo come meglio non avrebbe potuto il Premio Carlo Vittadini G3 sul miglio di San Siro, con in sella Antonio Fresu il quale era alla prima interpretazione in sella al cavallo dell'Ingegner Romeo. Insomma, un bel modo per presentarsi a colui il quale gli consentirà di montare ancora i pensionari in scuderia di Niccolò Simondi, per quella che si preannuncia come una "girandola" di monte prevista per l'anno prossimo. Ma non è questa la sede attuale per parlarne.
Qui parliamo del 5 anni della scuderia Incolinx che ha così ottenuto la quinta affermazione in Pattern della sua carriera dopo aver risolto, a 3 anni, il Premio Roma G2 prendendosi la rivincita su Mac Mahon, ma prima ancora vincendo anche il Premio Parioli G3 (le 2000 Ghinee italiane) e successivamente il Premio del Piazzale G3, inframezzando con il terzo posto ottenuto nel Derby italiano G2 del 2017.
A 4 anni il Premio Vittorio di Capua G2 ed il terzo posto nel Premio Roma G2, mentre a 5 anni è arrivata appunto la vittoria nel Vittadini G3 alla seconda uscita di questo 2019, dopo il secondo posto nel Premio Presidente della Repubblica G2. 
Il giorno dopo ogni pattern facciamo il punto della situazione sul valore espresso dal Racing Post Rating che ha valutato così il figlio di Helmet (Exceed And Excel), stallone ora residente in Germania e padre anche di Thunder Snow, duplice vincitore di Dubai World Cup. Per saperlo, basta continuare a leggere. La foto è stata scattata subito dopo il Vittadini da Giulia Filippini, che ritrae il bellissimo e mastodontico Anda Muchacho.

domenica 9 giugno 2019

San Siro: Anda Muchacho come un leone! Vince il Vittadini e batte il giovane Out Of Time. Il report completo

A Milano è andato in scena il primo weekend di livello dell'estate 2019, una giornata che fa da base a quello che accadrà il 23 Giugno e la giornata delle Oaks G2, Gran Premio Milano G2, Primi Passi G3 etc etc.
Il pomeriggio del 9 Giugno ha svelato sorprese e lanciato conferme, ma su tutte la prestazione di quello che è il miglior cavallo italiano di quest'anno.
PREMIO CARLO VITTADINI G3: Il campione, è sempre il campione. Anda Muchacho (Helmet) ha risolto il Carlo Vittadini con la forza del cavallo buono, tenendo sul finale tardivo ma ficcante di Out Of Time (Sakhee's Secret), il giovane vincitore del Parioli che aveva un vantaggio ponderale di 6 chili rispetto al 5 anni, mentre al terzo è giunto Fulminix (Blu Air Force), capitalizzando al massimo un percorso all'attesa per venire a prendere il meglio possibile, comunque a sorpresa rispetto a Wait Forever (Camelot) e Time To Choose (Manduro), questo giunto quarto.
Il 5 anni della Incolinx, allenato da Niccolò Simondi, ha vinto con un glaciale e perfetto Antonio Fresu, resistendo e rilanciando sempre agli attacchi che gli sono stati portati prima dallo stesso Time To Choose che ne ha sfruttato la scia e la schiena, e poi dai "cattivi" dal centro della pista che si sono materializzati nella figura del giovane, che ha sparato il solito parzialone, seguito dallo stesso Fulminix. Credito fotografico nickoutdoorphotography@gmail.com.

Italians: 🇮🇹 Eagleway vince in Listed in Francia, Stella di Camelot rientra con un 3° in G3 in America. Wakea impressiona in Giappone

Il capitolo italians in questo fine settimana è stato molto ricco. Completiamo il quadro raccontando di come le note di italianità siano svettate tra America, Francia e anche Giappone nella giornata di domenica con un risultato che fa ben sperare il nostro allevamento.
Dopo aver parlato abbondantemente di Amade nella giornata di ieri, raccontiamo cosa è successo tra sabato e domenica, e non solo, fuori dai nostri confini.
Sabato a Maisons Laffitte una vittoria per Andrea Marcialis, a quota 27 nel 2019, stavolta grazie ad Eagleway (Sakhee's Secret), allevato dalla Si.Fra di Simone Esposito e Francesco Loi, che ha vinto il Prix de l'Office de Tourisme de Maisons-Laffitte (Listed Race) (3yo) (Turf) con in sella Stephane Pasquier.

America: A Sir Winston le Belmont Stakes! Nelle Acorn Stakes è nata una stella: Guarana

Una storica retrocessione e poi un cavallo in grado di ribaltare la storia della prima prova, hanno contribuito a rendere pazza l'edizione 2019 della Triple Crown. 
E così, i racing fans, in occasione dell'ultimo gioiello della corona, hanno trattenuto il respiro fino alla fine in attesa di colpi di scena che non sono arrivati in maniera così teatrale come nelle prime due, ma hanno mantenuto comunque le aspettative di un manifesto propagandistico di questo particolare 2019. 
A vincere l'edizione 151 delle Belmont Stakes presented by NYRA Bets (Grade 1) (3yo) (Main Track) (Dirt), è stato un cavallo a sorpresa, Sir Winston (Awesome Again), homebred di Tracy Farmer, allenato da Mark Casse, e montato da Joel Rosario, che a 10/1, al primo summit classico dopo aver saltato Kentucky Derby e Preakness, ha lasciato al secondo posto Tacitus (Tapit) con al terzo Joevia (Shanghai Bobby), complentando il miglio e mezzo del "big sandy" in 2:28.30.

sabato 8 giugno 2019

America: Amade conquista New York e la Belmont Gold Cup G2 per Alessandro Botti! 💥💣

La notizia corre nel mondo dei social, ma anche per i meno internauti rendiamo noto un colpo da maestro realizzato da Alessandro Botti in America proprio nella notte tra venerdì e sabato, facendo riscoprire il gusto dell'esultanza per un allenatore italiano all'estero.
Il 5 anni Amade (Casamento), recentemente venduto in partnership alla OTI Management e dunque anche di proprietà ancora di Lauren Dassault & Elisa Berte, ha vinto l'edizione 2019 delle Belmont Gold Cup Invitational Stakes G2 da $400,000, con una quota a 7/1, e grazie ad una monta coraggiosa da parte di Flavien Prat che ha tenuto il suo sempre sul pezzo, per battere sul palo gli americani Arklow (Arch) e Highland Sky (Sky Mesa), in una corsa che gli americani hanno definito una sorta di imitazione di Swain nella Breeders Cup Classic G1 del 1998, quando perse incredibilmente da Awesome Again, con l'unica differenza che rispetto a quella volta Amade è entrato nel winner circle da vincitore e non da battuto.

venerdì 7 giugno 2019

San Siro: Domenica Anda Muchacho contro tutti nel Vittadini. Il resto del pomeriggio da Stakes!

Domenica di assoluto livello a San Siro che domenica 9 Giugno manda in scena un convegno decisamente interessante, in attesa della grande giornata di domenica 23 con vari Gran Premi.
Tutto sommato gli argomenti sono buoni anche in questa di giornata, con in ballo il Premio Carlo Vittadini G3 sulla distanza del miglio, per cavalli di 3 anni ed oltre, poi il Mario e Vittorio Crespi come Listed per femmine di 2 anni sui 1200 metri, il Premio Estate Memorial Arturo Brambilla come Listed Race per i 3 anni e basta sulla distanza del miglio, poi il Gran Premio d’Italia come Listed per i 3 anni ma sul miglio e mezzo, come alternativa o sfollamento del Derby, ed in apertura i 2 anni con il Premio Bimbi che però affronteranno una condizionata per sui 1200 metri, come ultima chiamata in vista del Primi Passi G3 di scena il 23.
Continuando a leggere troverai la presentazione delle corse elencate più sopra, con i video di riferimento mentre in fondo alla pagina i campi partenti completi del pomeriggio di San Siro. Buona lettura.

Inghilterra: Jeremy Noseda annuncia il ritiro a sorpresa. Ha vinto il St Leger con Sixties Icon

Annuncio quasi a sorpresa nelle ultime ore. Jeremy Noseda, allenatore e vincitore Classico, che ha annunciato il suo ritiro dal ruolo di trainer dopo 23 anni di carriera.
Tra i suoi momenti più alti ricordiamo il St Leger con Sixties Icon nel 2006, ma in generale ha vinto 14 corse a livello di G1 in una carriera cominciata in California nel 1995.
Di stanza a Newmarket, 55 anni, ha lavorato con e per John Dunlop, John Gosden e Godolphin dopo il ritorno in Inghilterra nel 1997. Il suo primo vincitore britannico nel 1998 con Nautical Warning a Lingfield nel 1998, ma nel 2011 il suo picco con 62 vincitori senza dimenticare la campagna del 2006 appunto con più di £1.2 milioni vinti. Negli ultimi anni ha ottenuto 19 vittorie e 32 prima dell'anno corrente.

giovedì 6 giugno 2019

Divorzio in casa Incolinx! 💣 Ecco cosa è successo nelle ultime ore a Milano..

La notizia era nell'aria da qualche giorno, tra Milano e Roma la voce correva su un filo lunghissimo, ma non c'erano ancora particolari conferme da parte dei diretti interessati, almeno ufficialmente. Insomma, tutti lo sapevano, ma nessuno aveva il coraggio di dirlo pubblicamente.
Poi le voci si sono intensificate, le testimonianze dirette cercavano conferme, i cavalli correvano lo stesso, ma con altri fantini... e a quel punto il passaggio è stato automatico, e la conferma imminente.
Essendo passato qualche altro giorno, avendo visto la dichiarazione dei partenti della giornata di mercoledì 5 Giugno, dopo aver verificato le fonti in nostro possesso, dopo aver incrociato le informazioni, sentiti i diretti interessati, possiamo affermare che è giunto a termine il rapporto contrattuale tra Fabio Branca e la scuderia Incolinx dell'Ingegner Diego Romeo, i cui pensionari sono allenati da Niccolò Simondi.