STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2016. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2016 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Prezzi modici e massimo profitto!

giovedì 3 settembre 2015

Clive Brittain va in pensione! Ad 80 anni si ritira uno degli allenatori più longevi a Newmarket, che ha vinto tutto in Italia

Il "Pittore" va in pensione. Clive Brittain ha annunciato nelle scorse ore che alla fine della stagione 2015 non rinnoverà la licenza di allenatore e si ritirerà dalle competizioni. L'allenatore inglese, 81 anni in Dicembre, ha preso la patente nel 1972 ed è stato uno dei più longevi allenatori di base a Newmarket. Tante le vittorie, ma la prima affermazione Classica è stata con Julio Mariner nel 1978 nel St Leger a 28-1. Poi la campionessa Pebbles nelle 1,000 Guineas nel 1984. Con Mystiko le 2000 Ghinee nel 1991, poi Oaks e St Leger con User Friendly nel 1992. 
Veniva spesso in italia dove ha vinto tutto: Due Derby (Hailsham e Luso), un Parioli (Air Express), un Regina Elena (Love Of Dubai), una edizione delle Oaks con Menhoubah. Ma non solo. Anche 2 Premio Presidente della Repubblica, un Roma ed un Di Capua..tutti con Sikeston. Brittain eccelleva con le femmine, ed il suo ultimo capolavoro è stato con Rizeena (ritirata anche lei nelle ultime ore) con la quale ha vinto Coronation Stakes G1 e Moyglare Stud Stakes G1.

Francia: #Yakaba stravince il Prix d'Arenberg G3 a Longchamp in 55,93s!!. Solo quarta l'italiana Fly On The Night

Ci ha provato Fly On The Night (Equiano), ma la cavalla italiana non è riuscita ad andare oltre ad un quarto posto a Longchamp nel Prix d'Arenberg G3 (VIDEO QUI) sui 1000 metri. Montata da Umberto Rispoli è partita da uno steccato largo andando subito sui primi, correndo da protagonista, ma negli ultimi 150 metri è calata sulla gran progressione di Yakaba (Medicean) che ha rifinito in 55,93s (tempo eccezionale, più veloce dello standard di 0.87s) il chilometro secco al Bois de Boulogne con in sella Maxime Guyon, per il training di Freddy Head ed i colori della famiglia Wertheimer. Seconda è arrivata la britannica  Lil's Joy (Lilbourne Lad) e terza Noce (Le Havre).
Nella stessa giornata a Longchamp nel Prix de Liancourt (Listed Race) per femmine di 3 anni la "Vittadini" Moi Meme (Teofilo e Di Moi Oui) ha vinto per Pascal Bary e la monta di Thierry Thulliez. IL VIDEO QUI.

Aste: Qualità in offerta alle #Tattersalls Ireland September Yearling Sales del 22, 23 e 24 Settembre a Fairyhouse

QUALITÀ IN OFFERTA ALLE PROSSIME TATTERSALLS IRELAND SEPTEMBER YEARLING SALE!!
Le Tattersalls Ireland September Yearling Sale si svolgeranno nella prima sessione i giorni di martedì 22 e mercoledì 23 Settembre, mentre per ciò che riguarda la seconda parte del catalogo avrà luogo giovedì 24. La vendita inizierà ogni giorno alle 10:00. 
Gli italiani sono molto presenti a Tattersalls Ireland, situata a soli 20 minuti dall'aeroporto di Dublino. Negli ultimi anni, allenatori e proprietari italiani hanno cavalcato l'onda del successo con titolati come Falest, acquistato per € 7,000, che quest'anno è esploso con la sua solidità e prolificità vincendo il Premio Aloisi Gruppo 3 e una Listed a Milano e Roma. Anche Bertinoro, un acquisto da € 15,000, ha brillato nell'ambito Listed a Roma ed è piazzato di Pattern, sempre più solido rappresentante tra i cavalli che corrono su distanze tra i 2000 ed i 2400 metri. 
Anche i cavalli di due anni acquistati alla September Yearling Sale del 2014 stanno vincendo sul circuito italiano delle corse. 21 cavalli hanno vinto 28 corse, compreso il tre volte vincitore Crazy Feeling; ad oggi Approvation, Bibietoni, Busher King, Giacalmarbar e Vernaccia hanno vinto già due corse. Il prezzo medio di un vincitore italiano di due anni proveniente da una September Yearling Sale è di € 7,619, un ottimo segno in relazione al forte tasso di cambio attuale della sterlina. 
I lotti in catalogo saranno 471 per la prima parte, mentre per ciò che riguarda la seconda ce ne sono altri 235. A proposito di italiani, il catalogo presenta alcuni yearlings che hanno molte affinità con quelli che già sono stati acquistati a Fairyhouse e vantano attualmente dei numeri interessantissimi. Clicca sul Lot per vedere il pedigree e le connessioni con l'Italia. Ma non è tutto, perchè il catalogo è ricchissimo di suo. Ecco alcuni esempi, comunque.
Lot 5, una figlia di Helmet, mezza sorella della sei volte vincitrice Vadhrimati
Lot 7, un figlio di Roderic O'Connor, mezzo fratello del due volte vincitore Dubai Prince
Lot 15, una Big Bad Bob mezza sorella del sei volte vincitore sugli ostacoli Imperioso
Lot 20, Un Mastercraftsman mezzo fratello della sei volte vincitrice Naxos Beach, anche lui grigio!
Lot 56, un Approve mezzo fratello del sei volte vincitore Romancero, prima in Italia e poi distintosi ad Hong Kong. 
Lot 91, una figlia di So You Think mezza sorella dei vincitori Sweet Didi, Ferdoussi e Gioral di una famiglia buonissima sviluppata dal compianto Antonio Gioffredi.
Lot 174, uno Zebedee mezzo fratello di Nocchiari, Sella Del Vento, Frondara e Carpineto
Lot 175, una Intense Focus mezza sorella del quindici volte vincitore e vincitore di Listed e piazzato di corse di Gruppo, il solidissimo Farrel
Lot 188, un figlio di Intikhab, fratello pieno della femmina Lulalula ora fattrice
Lot 189, una figlia di Sakhee's Secret, secondo prodotto e mezza sorella del velocista e vincitore di Listed Terre Brune
Lot 232, un Vale Of York mezzo fratello di Chikorita e Via di Fuga
Lot 248, una figlia di Zebedee mezza sorella della vincitrice di due anni Approvation
Lot 269, un Mastecraftsman mezzo fratello della sette volte vincitrice Alca Melany
Lot 289, un figlio di Casamento mezzo fratello di Corcovada, vincitrice del Listed Premio Nogara C. Naz
Lot 307, un maschio di Dandy Man e My Funny Valentine, due volte vincitrice di Listed e fattrice prolifica
Lot 311, una figlia di Sir Prancealot e della vincitrice di Listed Nashatara
Lot 454, figlio di Aussie Rules fratello pieno di Belle Rive, due volte vincitrice e due volte piazzata in Listed
Lot 480, mezza sorella di Princess Gold, King Cry, King Classic, Classic Spectrum, Adanospirit e Mystic Song
Lot 533, mezza sorella del tredici volte vincitore Dixie General
Lot 664, mezza sorella di Lucky Serena, cinque volte vincitore comprese due corse Listed
Anche nel 2015 i "laureati" alla università di Tattersalls Ireland September Sale hanno avuto un anno incredibile sul circuito, in particolare il vincitore di Gruppo 1 della Coronation Cup Pether’s Moon, il brillante esemplare di due anni vincitore delle Qatar Vintage Stakes G2 Galileo Gold, il vincitore di diverse corse stakes quale Waady, la vincitrice tedesca della 1000 Guineas Full Rose e la vincitrice di Gruppo 3 del Prix du Calvados, Great Page
Ad oggi, non meno di 69 cavalli di due anni venduti l'anno scorso hanno vinto 83 corse
Per assistenza contattare Tattersalls Ireland (+353 1 8864300) o ITM - Irish Thoroughbred Marketing (+353 45 443060). 
Per consultare il catalogo della Tattersalls Ireland September Yearling Sale, visitate il sito www.tattersalls.ie
Se vuoi direttamente scaricare la versione in PDF delle Tattersalls Ireland September Sales clicca su questo LINK.

Capannelle e San Siro: Benvenute corse belle! Benvenue e Time Chant illuminano San Siro. I puledri a Roma...

Intanto in Italia hanno riaperto gli impianti metropolitani di Roma e Milano. Subito belle corse all'insegna di quello che è stato e quello che potrà essere. A San Siro abbiamo assistito subito al rientro da dominatore di Time Chant (War Chant) nel Castellini sui 2200 metri in pista grande. Il terzo di Derby italiano G2 alle spalle di Goldstream e dominatore del Gran Premio d'Italia a fine Giugno, è rientrato mostrando già i muscoli possenti in una corsa venuta male tatticamente e risolta di forza rendendo chili e con Claudio Colombi che si è dovuto adoperare per andare a prendere il battistrada e surclassandolo nettamente. Per il cavallo allenato da Stefano Botti, molto sudato per via del caldo, l'obiettivo ambizioso e a lungo raggio è quello del Gran Premio del Jockey Club G1. Il tempo finale è stato di 2m 14,2s, il migliore della giornata su questo segmento, con Ouragan Gris (Mastercraftsman) che ha catturato il secondo posto su Azari che invece, per cercare di andare contro Time, ha perso anche la miglior piazza. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
La prima della Scala di Milano ci ha detto anche che Bruno Grizzetti (o Il Cavallo in Testa o Viggiù Srl) ha voluto iniziare subito forte con gli Incolinx. Prima vittoria ufficiale nella prima corsa con Abenula (Acclamation) in pista dritta, poi il marchio di fabbrica nelle corse buone con il redivivo Benvenue (Iffraaj) subitoo a segno al rientro nello Zanocchio sui 2200 metri in pista grande. Vincitore a sorpresa del Milano G1 edizione 2014, il cavallo di Diego Romeo era una statua dietro le gabbie ed ha subito mostrato condizione dei giorni migliori nelle mani di Dario Vargiu che ha pilotato il suo gestendo la plancia ma non chiedendo mai il massimo. Davvero una bella impressione, poderoso il suo cambio di marcia, condito da un tempo di 2m 15,8s con al secondo posto uno scomposto Bertinoro (Aussie Ruler) mentre al terzo un magnifico, fisicamente, Duca di Mantova (Manduro) che ha assolto il compito di compagno di banco nel migliore modo possibile ma dirà molto di se soprattutto nella stagione autunnale. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
Tutto qui? No, perchè i due anni sono la vera linfa dell'ippica e nella stagione cominciano a farsi vedere soggetti interessanti. A Roma ha vinto al debutto Basilius (Dream Ahead), un fratellastro "diverso" di Porsenna (Dylan Thomas), meno fisico e diverso nel mantello (sauro) che però di uguale al fratello ha il talento da "spronare". Basilius è un pò duro da portare avanti ma ha vinto con stile galoppando solo gli ultimi 200 metri. Per lui l'obiettivo è quello del Gran Criterium G2 se manterrà le promesse. VIDEO CORSA QUI. Allevato da Gennaro Stimola, è stato pagato €36,000 alle SGA selezionate dello scorso anno e per questo ha guadagnato un bonus sire di €4,000 cash come incentivo per chi compra alle aste italiane, di cui parleremo a breve. La mamma è Miss Mariduff (Hussonet) che, oltre a produrre Porsenna vincitore di Ribot G2, ha dato anche la buona Astrelle (Makfi) in Inghilterra. Un tempo più basso a Roma lo ha fatto la femmina Cassina De Pomm (Pounced) in 1m 30,79s, ma con andatura decisamente più svelta e condizionata da Endless Summer (Pounced) che per fare ciò, ha perso anche il secondo. Comunque a Roma 1-2 Botti. IL VIDEO CORSA QUI.
A Milano invece dopo 2 secondi posti si è tolto la qualifica di maiden Michele Strogoff (Aqlaam), che sui 1200 ha realizzato un tempo di 1m 11,3s ed ora punterà al Criterium Nazionale. Prodotto della fattrice Maschera d'Oro (Mtoto), è mezzo fratello della buona Mia Diletta (Selkirk) ed è stato pagato €20,000 alle Selezionate SGA e dunque usufruirà anche lui del buono Sire SGA di €4,000 cash. Maschera D’Oro ha una yearling gemmina da Poet’s Voice catalogato come Lot 19 alle prossime selezionate. VIDEO CORSA QUI.

Verso l'Arc de Triomphe: Jack Hobbs inusuale preparazione nelle September Stakes di Kempton il 5 Settembre

I prossimi giorni ci sveleranno molto circa i grossi calibri partenti in Europa. Domenica 13 Settembre infatti si disputeranno Prix Foy G2, Prix Niel G2, Prix Vermeille G1 e Prix du Moulin G1 con, soprattutto le prime tre corse, che ci daranno valide indicazioni in chiave Arc De Triomphe G1 2015 tra anziani, 3 anni e femmine volenterose. Nella prova per femmine, poi, dovrebbe rientrare Treve attualmente in preparazione verso la storica e leggendaria tripletta nella corsa più importante d'Europa, quest'anno in scena il 4 Ottobre. 
Ma non è tutto: C'è un cavallo che ha cambiato i piani strada facendo ed è il Godolphin Jack Hobbs (Halling), il quale all'inizio sembrava solo uno dei tanti 3 anni in circolazione a fare il Niel, ma dimostrando di gradire terreni soffici e distanza, si è guadagnato un post nell'antepost dell'Arc a 7/1 per la sua qualità e la progressione che possono ben adattarsi a Longchamp. Jack le ha prese sempre da Golden Horn (che lo ha preceduto nel Derby), suo compagno di banco alla scuola di John Gosden, e rispetto al quale sarebbe avvantaggiato da un terreno "Ottobrino", ma ha vinto con convinzione l'Irish Derby G1 al Curragh, come da foto, per ben 5 lunghezze. 
Sta di fatto che Jack Hobbs non passerà per i tradizionali trial di metà Settembre a Longchamp sulla strada dell'Arco ma batterà altre strade come quella delle September Stakes G3 di Kempton dii sabato 5 Settembre dove affronterà 11 avversari per limare la condizione in vista della Francia. Si tratta di un cammino inedito ma non del tutto scontato: Qui affronterà il sintetico, cosa che ha già fatto a 2 anni nella vittoria del debutto di Wolverhampton lo scorso anno. IL CAMPO PARTENTI QUI.
Per il resto non vogliamo spoilerare nulla: Gli altri grossi calibri si vedranno il 13 a Longchamp, anticipiamo solamente che nel Niel ci dovrebbe essere il rientro di New Bay, mentre il Foy G2 è la corsa scelta per rientrare da Postponed (Dubawi), vincitore di King George G1, allenato da Luca Cumani all'inseguimento di un Arc che potrebbe essere storico in ogni senso.

mercoledì 2 settembre 2015

Germania: Sognando La Cometa seconda a Baden Baden in Listed. Soddisfazione Giannotti..

Italienisch! A Baden Baden soddisfazione italiana in Listed. Sognando La Cometa (Clodovil) ha ottenuto un secondo posto nella Baden-Baden Cup - Listed Race (A), una corsa per cavalli di 3 anni ed oltre sui 1400 metri da 25.000 EUR di dotazione. La grigia del Dottor Pierluigi Giannotti, cavalla da handicap buoni in Italia, ha fatto una bellissima figura nelle mani di Mario Sanna raccogliendo il massimo possibile, battuta solo da Peace Society (Iffraaj) di una incollatura, una cavalla montata da Edu Pedroza per Andreas Wohler che vestiva i colori di un altro Dottore, Cristoph Berglar... IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
Nel Zukunftsrennen - Gruppo 3 per 2 anni (VIDEO QUI), vittoria per l'inglese Dessertoflife (Mastercraftsman) per Mark Johnston, prodotto della fattrice Cranky Spanky (Spectrum)...ex mamma italiana ma ancora di proprietà di Angelo Robiati, all'estero.. La femmina, grigia, aveva in sella Joe Fanning ed ha battuto Shy Witch (Areion) con al terzo l'unico figlio di Sehrezad (Titus Livius) in Europa, Millowitsch, una ulteriore lunghezza dietro. Vincitrice di una maiden a Doncaster alla seconda uscita, Dessertoflife è finita seconda nelle Star Stakes e nelle Washington Singer Stakes, sempre a livello di Listed. Possiede iscrizioni al Fillies’ Mile on Future Champions Day di Newmarket. Cranky Spanky (Spectrum), che in Italia era allenata da Maurizio Grassi, nel 2007 ha vinto il Royal Mares Lr e si è piazzata seconda nel Tadolina. Un altro suo figlio, fratello pieno, è inserito nel Book 2 delle Tattersalls’ October Yearling Sale come Lot 733.  Cranky Spanky è mezza sorella di Pepper Popper (Indian Haven), piazzata di Listed sempre in Italia.

Francia: Giovedì Fly On The Night partente nell'Arenberg G3 di Longchamp, per cercare di emulare Pleasure Place..

Fly On The Night
Foto Scoopdyga
Gli italiani di Francia sono molto attivi in questo periodo. Domani a Longchamp torna l'edizione del Prix D'Arenberg G3 sui 1000 metri in pista dritta (€80,000 euro di dotazione) dove rivedremo all'opera l'italiana Fly On The Night (Equiano), rimasta nelle scuderie di Alessandro e Giuseppe Botti dopo l'infruttuoso tentativo nel Prix Robert Papin G2 del 26 Luglio scorso. La cavalla di proprietà di Pietro Sinistri, allenata in precedenza da Mario ed Attilio Giorgi, era esplosa proprio in Francia a fine Giugno con una bellissima vittoria nel Prix du Bois G3 a Chantilly, dopo aver vinto le prime 2 in Italia tra cui il Perrone Lr di Capannelle ad inizio Giugno. Correrà alle 14,50 ora italiana e la corsa verrà trasmessa in diretta da UNIRE TV.
Nell'occasione avrà in sella Umberto Rispoli, proprio come a Chantilly, e contro avrà 7 avversari tra cui Yakaba (Medicean), una femmina di Freddy Head, già incontrata nel Papin, ma in seguito vincitrice di Listed a Deauville con buone linee, poi Noce (Le Havre), vincitrice di Listed a Chantilly su Baciami Piccola, altra italiana che ha linea sfavorevole proprio con Fly, Goona Chope (Namid), già battuta nel Bois G3 dalla nostra, ed il più pericoloso forse in Money Maker (American Post), un fratellastro di Noozhoh Canarias, allenato da Fabrice Chappet che ha vinto al debutto, ha fatto quarto nel Cabourg G2, ed ora avrà di nuovo in sella Cristian Demuro come nella prima sortita vittoriosa in carriera. In pista anche Chance The Life (Frozen Power), inizialmente allenata dalla famiglia Marcialis in Italia, vincitrice a reclamare a Chantilly ed in seguito acquistata da Guy Pariente per circa 30,000, e successivamente inefficace in Listed a Deauville proprio dietro a Yakaba dalla quale ne ha prese 12 di lunghezze. Chance aveva linea sfavorevole anche in Italia con Fly On The Night, tramite linee comuni. 
Fly On The Night, che tornerà sull'amato chilometro, ha pescato il 6 di steccato ed al momento capeggia il betting di una corsa in passato vinta già da una italiana quale Pleasure Place nel 2002, nell'edizione disputata a Maisons-Laffitte, con Thierry Jarnet in sella per Riccardo Menichetti ed i colori della Razza dell'Olmo. 

martedì 1 settembre 2015

Francia: Tripletta per Cristian Demuro a Nancy, raggiunta quota 48 affermazioni in stagione! Sempre più convincente..

Vola Cristian! Il jockey italiano ha vissuto una eccezionale giornata a Nancy dove ha collezionato una suite di 3 vittorie che cementano la sua verve realizzativa anche oltralpe e non solo quando le collezionava in Italia, ed ha raggiunto così quota 48 affermazioni stagionali in Francia in questo primo scorcio di 2015. 
La prima vittoria della giornata è arrivata con Gylata per Waldemar Hickst in una handicap per cavalli anziani a 5/1, poi a 6/1 con Lorenzo Boy sempre per lo stesso training in una reclamare sul miglio e mezzo e poi in condizionata da favorito a 3/1 in sella a Gentle Storm, un sei anni, per Yann Barberot in una corsa sul miglio e mezzo. Cristian va che è una bellezza...

Pagamento premi, ecco le news del Ministero con data 1° Settembre. Marzo ed Aprile 2015, Dicembre 2012..

Scrive il Ministero, sul proprio sito ufficiale nell'area delle news, la situazione riguardante il pagamento dei premi. Ecco gli aggiornamenti pubblicati in data 1° Settembre 2015, giorno in cui, forse, anche da quelle parti si riprende a lavorare.. Guarda caso il 18 ci sono le aste. Speriamo non sia solo un caso.. a pensare male si fa peccato, ma molto spesso ci si azzecca. Di seguito il testo..
Si informano gli operatori ippici che sono in corso di liquidazione i premi al traguardo di seguito indicati:
- Aprile 2015, esclusi proprietari iscritti all'Albo Iva (trasmissione mandati in banca entro il 4 settembre p.v.);
- Marzo 2015 proprietari iscritti all'Albo Iva (trasmissione mandati in banca entro l'11 settembre p.v.);
- Novembre 2012 proprietari iscritti all'Albo Iva (trasmissione mandati in banca entro l'11 settembre p.v.);
- Dicembre 2012, esclusi proprietari iscritti all'Albo Iva (trasmissione mandati in banca entro il 18 settembre p.v.).

#Gleneagles: Obiettivo Breeders's Cup Classic a Keeneland il 31 Ottobre. Sfida con American Pharoah? O'Brien conferma..

Aidan O'Brien ha confermato nella giornata di martedì che il suo campione Gleneagles (Galileo) è abile ed arruolato per le prossime prove nelle quali verrà impiegato, citando come obiettivo finale della stagione le Breeders’ Cup Classic G1 di Keeneland che, se confermato, potrà vivere del duello con gli americani e campioni American Pharoah (Pioneerof the Nile), poi Honor Code (A. P. Indy) vincitore del Whitney H. e GI Met Mile e la fortissima Beholder (Henny Hughes). Gleneagles, champion miler assoluto in Europa, non è riuscito ancora a correre ne contro gli anziani ne su distanze superiori ai 1600 metri. Lo avrebbe potuto fare, ma il terreno non glielo ha consentito perchè non al massimo delle proprie possibilità, secondo il suo demiurgo. In America il tentativo, commercialmente spaventoso in caso di vittoria, sarebbe sui 2000 metri in sabbia. 
Ma non solo: Gleneagles, dopo i ritiri nelle Sussex Stakes, nel Le Marois e nelle Juddmonte International, dovrebbe correre le Irish Champion Stakes G1 di Leopardstown, come anticipato, le Queen Elizabeth II Stakes di Ottobre nel Champions Day del 17, e poi, in caso, andare proprio in America. C'è qualcuno che già scommette che verrà ritirato il giorno della corsa..

Il lunedì dei ritiri. Hayley Turner concluderà la carriera a fine anno, pensione immediata per Hurricane Fly e Telescope..

Quello di lunedì è stato il giorno dei ritiri. 1/ Quello che ha fatto più scalpore riguarda la jockette Hayley Turner che, nemmeno a 24 ore dalla sua prima vittoria in Giappone in assoluto e nell'anno della prima storia vittoria nella Shergar Cup per il team al femminile di Ascot, ha annunciato che si ritirerà alla fine della stagione. La Hayley, 32 anni, ha montato il suo primo vincitore a Pontefract nel Giugno del 2000 ed ha conquistato la sua prima vittoria a livello di Pattern con Lady Deauville nel 2008. Nota la sua associazione con Michael Bell, è diventata il primo fantino donna a vincere il titolo Champion Apprentice nel 2005 con 44 vittorie. La sua prima monta a livello di G1 è stata con Barshiba nelle Nassau, curiosamente in sella alla mamma della cavalla del momento Arabian Queen. La sua prima vittoria in G1 con Dream Ahead nella July Cup del 2011, e ancora più bella quella in sella a Margot Did nelle Nunthorpe Stakes G1 di qualche settimana dopo. Nel 2012 è diventata la prima donna della storia a montare nella Dubai World Cup Night, di fronte agli sguardi indiscreti del mondo arabo, e la seconda donna a montare nel Derby di Epsom. Ha vinto anche in America nelle Beverly D Stakes G1 con I’m A Dreamer, ed è stata la prima fantina europea a farlo. Nel 2008 ha vinto 100 corse, quest'anno è a quota 40 con un dato già superiore ai 39 dello scorso anno. La decisione è maturata per via dei tanti infortuni che ne hanno condizionato la carriera, e per il fatto che possa avere maggiori opportunità a terra.
2/ Sempre a proposito di ritiri, uno più atteso era quello del campionissimo Hurricane Fly che, a 11 anni, ha chiuso con le corse dopo anni di onorata, longeva, fantastica carriera. Il figlio di Montjeu lascia le competizioni ad 11 anni e una vita agonistica sui salti piena di successi. Attualmente è il cavallo che detiene il record assoluto dei G1 vinti a livello mondiale. Ben 22!! Un campione autentico allenato da Willie Mullins e allevato dall'italiana Azienda Agricola Del Parco di Piero Caiani. 
3/ Era atteso anche questo. Il ritiro dalle competizioni di Telescope (Galileo) dopo il riacutizzarsi di un problema già subito in passato che gli ha fatto saltare le King George VI and Queen Elizabeth Stakes. Allenato da Sir Michael Stoute non è mai stato un leone coraggioso ne un esempio di continuità. Però aveva qualita tanto che è uscito dal marcatore solo 2 volte in 14 occasioni. La sua migliore prestazione le Hardwicke Stakes G2, la sua peggiore..ogni volta che partiva da favorito e poi non correva. E' accaduto anche nel Derby di Epsom. Figlio di Galileo, è prodotto di un pedigree classicissimo. La mamma Velouette (Darshann), con un cross che solo i Classici hanno. Vedremo se in razza riuscirà a produrre cavalli forti e tenaci. 

lunedì 31 agosto 2015

Allevamento: Il #Darley investe in Dark Angel, acquistate quote per il leading sire dei 2 anni in Europa

Il Darley con una nota privata ha annunciato nei giorni scorsi di aver acquisito delle partecipazioni nei confronti del "red hot sire" del momento Dark Angel (Acclamation) dal Morristown Lattin Stud in County Kildare in Irlanda, dove il 10 anni grigio funziona. 
Dark Angel sta vivendo una fantastica annata. Tra i rappresentanti non solo Mecca's Angel che ha vinto le Nunthorpe Stakes G1 di York, ma anche Birchwood e Gutaifan che hanno vinto a livello di G2. Dark Angel è il leading sire dei 2 anni in Europa in ordine di somme vinte ed ha il 41% nella statistica winners-to-runners. 
I successi in pista sono anche gli stessi sul ring con, recentemente, 22 suoi figli venduti alle DBS Premier Yearling Sale ad una media di £93,864, con John Ferguson per conto Godolphin che ha operato con 3 acquisti per £270,000, £240,000 e £110,000.
Dark Angel è stato allevato dal Yeomanstown Stud e ritirato al Morristown Lattin dopo le vittorie a 2 anni nelle Mill Reef Stakes G2 e nelle Middle Park Stakes G1. In razza ha cominciato con un tasso di €10,000, sceso a €7,000 nel 2010 e 2011, quando cioè i suoi figli ancora non avevano corso, ed è incredibilmente e vertiginosamente risalito a €27,500 nelle ultime due stagioni dove, come suoi rappresentanti vincitori, ci sono stati anche Alhebayeb, Estidhkaar, Heeraat e Lethal Force.

Weekend Europeo da Saranno Famosi: Smash Williams, Bocca Baciata, Kodi Bear e Hawksmoor

Facciamo un pò il punto dell situazione di quanto accaduto in Europa negli ultimi giorni. Al Curragh domenica ottimi secondo noi gli spunti tecnici. Nelle Dance Design Fillies Stakes G3 sui 2000 metri, finalmente si è ritrovata la Jessica Harrington (colori Niarchos) Bocca Baciata (Big Bad Bob) che a 2 anni era stata davanti a Pleascach (Teofilo) e quest'anno ancora a secco, ha vinto bene lasciando a 4 lunghezze comode Easter. I 2000 metri le calzano a pennello, è iscritta alle Qipco British Champions Fillies & Mares Stakes G1 di Ascot. Chi è piaciuto tantissimo, confermando il debutto che vi avevamo segnalato, è stato Smash Williams (Fracas), nella foto con giubba verde, che proprio una settimana fa aveva vinto su tracciato e distanza, ha affermandosi bene nelle Round Tower Stakes G3 sul pesante per il training di Jim Bolger. Allevato da Mrs M Joyce, si tratta del primo Stakes Winner per Fracas (In The Wings), vincitore di Gruppo in corsa e 4° nel Derby di Epsom di Motivator, che funziona per la tenuta di famiglia del Cahermorris Stables in Galway ad un tasso privato. I suoi figli si contano sulle dita di una mano. Lo seguiremo ancora, perchè ci ha dato ottime sensazioni. 
Sabato a Goodwood una giornata interessante dal punto di vista tecnico. Nel Celebration Mile G2 l'impressionante Kodi Bear (Kodiac) ha dato replica alla già notevole prestazione di Salisbury nelle Sovereign Stakes G3, stravincendo ancora per Clive Cox con Gerald Mosse ancora a bordo. Il tempo è stato di 1m 39.46s sul soft. Non citiamo i piazzati che valgono meno del G2, ma il vincitore è migliorato tantissimo rispetto alla scorsa stagione e se troverà continuità potrà essere una pedina interessante in chiave miler di 3 anni in Europa. Lo scorso anno è stato secondo di Dewhurst Stakes G1, ha saltato la stagione Classica ma dopo essere rientrato con una vittoria e poi un quarto nel Jean Prat G1, ora ha preso condizione ed è attualmente uno dei candidati alle Queen Elizabeth II Stakes G1 di Ottobre ad Ascot, dove è proposto a 7/1.
Nelle Prestige Stakes G3 soddisfazione quasi italiana per la Hugo Palmer Hawksmoor (Azamour), ora imbattuta in 2 uscite. La figlia di Azamour è prodotto della fattrice Bridal Dance (Danehill Dancer) ed è allevata dalla Tenuta della Genzianella, anche se non ha mai visto neanche lontanamente l'Italia. E' stata acquistata per €80,000 alle Tattersalls di Fairyhouse da Amanda Skiffington. 
In Francia ultimi fuochi a Deauville. Da registrare la trasferta negativa da parte di Avabin nel Prix de Meautry G3. Ben battuto a palo lontano il cavallo di Marco Gonnelli. Sicuramente la stagione intensa e la categoria hanno fatto la differenza tra italiani e francesi. Corsa vinta da Suedois (Le Havre) per Baillet, nei confronti di The Right Man (Lope De Vega) con al terzo Queen Bee (Le Havre) con Crastus indecente a bordo. Sesta Omaticaya, in linea con quelle che erano le aspettative italiane nella categoria di G3 francese rispetto alle corse italiane. Tra gli altri nel Grand Prix de Deauville è emersa Siljan's Saga (Sagamix) mentre delusione pesante per Sumbal (Danehill Dancer) con Andrea Atzeni. Dopo 3 vittorie consecutive sembrava buono. Poi le cocenti delusioni nel Prix du Jockey Club G1 ed ora in gruppaccio 2. Nel Prix Quincey Barriere G3 Frankie Dettori preciso alla meta con Johnny Barnes (Acclamation), montato con attesa e scatto risolutivo per John Gosden.

domenica 30 agosto 2015

America: Keen Ice stupisce nelle Travers Stakes, battuto a sorpresa il campionissimo American Pharoah solo secondo!

Clamoroso a Saratoga! Il campione American Pharoah (Pioneerof The Nile), 12° vincitore di Triple Crown americana ed indiscusso fuoriclasse, è incappato nella seconda sconfitta della carriera dopo quella del debutto soccombendo nelle Travers Stakes G1, in una corsa definita maledetta per via delle sconfitte di molti campionissimi assoluti. Infatti è considerata la tomba dei campioni dopo che qui, in un modo o in un altro, sono caduti Man O'War, Secretariat ed Affirmed, l'ultimo triple crown winner nel 1978 prima del Faraone nel 2015, che varcò il traguardo per primo ma fu squalificato per una mossa azzardata da parte di Laffit Pincay che sostituiva l'infortunato Steve Cauthen, nei confronti di Alydar poi promosso al primo. Ma questa è storia, l'attualità parla di altro. Di un cavallo che non era lo stesso della triple crown, stanco forse per gli impegni e per una stagione iniziata presto con molti viaggi tra uno stato e l'altro per correre. Si contano ben 13 voli e 7 corse in sei mesi su 6 tracciati differenti. Insomma, sono cavalli e non macchine e forse è stato un errore di presunzione da parte di Bob Baffert per una corsa posizionata nel calendario un pò a metà, così come avviene per York a metà stagione tra quella Classica e l'autunno altrettanto impegnativo. Logico che non si può andare sempre a tutta manetta con il gas aperto... E lo stesso Espinoza ha confermato che il Faraone non era quello di qualche settimana fa..
Il cavallo di Ahmed Zayat ha fatto la sua corsa andando avanti, pur forse non essendo un vero front runner, e facendo i suoi comodi ma fino ad un certo punto; Con frazioni di :24.28 and :48.30 ed 1:11.48 passando i 1200, ma spendendo molto e ribattendo colpo su colpo agli attacchi da Frosted che metro dopo metro si sono reiterati e alla fine hanno sfiancato anche uno che ha la nome di mostro. American ha reagito si, ma non staccandolo mai definitivamente, per poi trovarsi ad essere veramente bollito e dunque trafitto nelle fasi finali da Keen Ice (Curlin), a 16/1, autore di un gran finale negli ultimi 100 metri, studiato appositamente per raccogliere le briciole di quelli stanchi davanti. Da un piazzamento subdorato, è arrivato il colpaccio da $1,6 milioni! Figlio del campione Curlin (Smart Strike), il vincitore è allenato da Dale Romans ed aveva in sella Javier Castellano. Il tempo finale è stato di 2m 1.57s. Ad un paio di lunghezze il campione di Bob Baffert, mentre al terzo il Godolphin americano Frosted (Tapit), appunto.
Keen Ice aveva incontrato 3 volte in stagione American Pharoah e le ha sempre prese ma limando ogni volta di più il distacco rispetto allo stesso. Nel Kentucky Derby di Churchill Downs era arrivato 7° a 8 lunghezze e mezzo, nelle Belmont Stakes era arrivato 3° a 7 lunghezze e mezzo mentre nell'Haskell Invitational G1 di Monmouth Park  era arrivato secondo a 2 lunghezze e mezzo, ma finendo bene. A Saratoga, la beffa meditata a tavolino con un cavallo che sa finire molto forte. Keen Ice, curiosamente, ha spezzato l'incantesimo a 8 vittorie consecutive e proprio lui non vinceva da 8 corse rompendo a sua volta il digiuno. L'ultima vittoria era quella del debutto di Churchill Downs il 9 Giugno 2014, in seguito a quella affermazioni solo piazzamenti! IL RISULTATO COMPLETO DELLE TRAVERS QUI.
IL VIDEO DELLE TRAVERS STAKES QUI.
Aggiornamento del 30 Agosto: In seguito alla sconfitta cominciano ad emergere le ipotesi più probabili della sconfitta e quelli che saranno gli scenari futuri del campione di Ahmed Zayat. Innanzitutto c'è da preservare l'integrità fisica e per questo il suo proprietario sta passando al vaglio l'ipotesi di ritiro in razza anticipato. American Pharoah ha in programma di chiudere la stagione nella BC Classic di Keeneland il 31 Ottobre e poi entrerà in razza per conto del Coolmore America all'Ashford Stud in Kentucky. Forse il ritiro potrà essere anticipato.
Nel resto della serata soddisfazione europea a Saratoga nelle Sword Dancer Stakes G1 con la vittoria, finalmente, andata a Flintshire (Dansili) da favorito con Vincent Cheminaud a bordo per Andre Fabre. Battuto Red Rifle (Giant's Causeway) con al terzo Twilight Eclipse (Purim). IL VIDEO DELLA CORSA QUI.

sabato 29 agosto 2015

Francia: A Deauville ultimo meeting di livello. In pista Avabin nel Prix de Meautry, ecco tutte le ultime news!

Domani a Deauville il gran finale della stagione durata tutto il mese di Agosto. Speriamo possa avere maggiori tinte italiane. A difendere i nostri colori nel Prix de Meautry G3 da €80,000 sui 1200 metri per 3 anni ed oltre in programma alle 15,40 ora italiana ci sarà, come anticipato, Avabin (Amadeus Wolf) allenato da Marco Gonnelli per un cavallo allevato da Daria Camilla Fantoni. Il recente vincitore del Città di Napoli Lr avrà in sella Umberto Rispoli ed ha pescato un brutto numero di steccato, l'ultimo e dunque il numero 8 di 8 cavalli al via. 
Al momento su Deauville piove, condizione non malvagia per il cavallo italiano che su questo terreno ha vinto il Criterium Nazionale Lr. Nell'antepost betting Avabin è l'outsider a 34/1, il favorito è una femmina di 3 anni che si chiama Queen Bee (Le Havre) per Ellie Lellouche. Della corsa saranno anche Gammarth 5/1, Suedois 5/1, The Right Man 6/1, Muharaaj 6/1, l'ex italiana Omaticaya a 7/1, con Soumillon in sella, e poi Finsbury Square a 13/1. Il campo partenti cliccando QUI.
Nel resto del convegno previsti anche il Lucien Barriere Grand Prix de Deauville G2 per 3 anni ed oltre sui 2500 metri da €200,000 ed il Prix Quincey Barriere G3 per 3 anni ed oltre sul miglio da €80,000.

Finanza ippica: Il Pmu acquista il Tot tedesco, che vale meno di quello italiano. Quali prospettive di investimento?

In Europa si muovono. L'ultima notizia, che deve far riflettere l'Italia, è stata l'acquisizione del "totalizzatore" tedesco da parte del PMU con obiettivo di crescita ed espansione. Una scelta curiosa che comunque dovrà essere ben ponderata. Il totalizzatore germanico produce la metà di quello che attualmente produce l'Italia (movimento di 234 milioni di euro all’anno contro i 500 circa di quelli italiano), per farne un business. Vedremo se ci riusciranno, è comunque una notizia che merita attenzione ma come tutte le cose la componente fondamentale di un "core business" è far riuscire bene le corse, dunque l'obiettivo primario è cercare di renderle vendibili. Per ora non lo sono, come le nostre, ma intanto sono riuscite a vendere la possibilità di farle diventare ancora più appetibili. E noi? Ancorati a Sogei. 

Richard Hughes, rilasciata la patente da allenatore dalla BHA. Primo vincitore sellato a 5/1, propone Coral..

Nelle ultime ore è arrivata anche l'ufficialità, da parte della British Horseracing Authority, nell'aver rilasciato la licenza da allenatore a Riccardo Hughes che comincerà a breve la sua nuova vita. I bookmakers ovviamente scatenati hanno già proposto a 5/1 che il primo partente dichiarato, sarà anche vincitore. 
Hughesie, 42 anni, tempo fa aveva dato come termine ultimo del suo ritiro la fine del 2015 ma poche settimane dopo ha deciso che era tempo di appendere la sella al chiodo non prima di aver disputato il suo ultimo Glorious Goodwood, chiamato quest'anno Qatar Goodwood Festival, per cominciare immediatamente ad allenare. Tre volte Champion jockey ha guidato alla vittoria 6 vincitori Classici in Irlanda, Francia, ed Inghilterra. Nei giorni scorsi è stato avvistato a Doncaster all'opera nella ricerca dei puledri alle DBS appena recensite. 

USA: American Pharoah, tutto pronto per le Travers Stakes e tutto esaurito per il campionissimo all'esame Saratoga..

Stanotte è la notte delle Travers Stakes G1. Alle 23,46 ora italiana, live su At The Races e non solo (più tardi pubblicheremo il link dove vedere lo streaming della corsa), American Pharoah (Pioneerof The Nile) cercherà di estendere ancora di più il suo score aggiungendo anche la vittoria nelle Travers a quelle dell'Haskell di inizio Agosto, senza dimenticare la perla della Triple Crown. American Pharoah, vincitore di 8 delle 9 corse disputate (ha steccato solo il debutto), cercherà di vincere la 9° proprio laddove sono "caduti" cavalli come Secretariat e Man ‘o War, e mettiamoci anche Affirmed stesso anche se vittima di un distanziamento. Per questo Saratoga, un pò come York, viene definito il cimitero dei campioni. Molti sono caduti come detto ma l'unico ad esserci riuscito è stato Whirlaway nel 1941. La dotazione delle Travers è attualmente di $1,25 milioni, ma se American realmente partirà la dotazione diventerà automaticamente di $1.6 milioni aumentando di $350,000. Proprio per questo motivo in 9 hanno accettato la sfida: Una corsa ricca dove si va alla grande anche arrivando secondi. A vincerla, poi.. va da se. Il favorito ad 1/10 è il cavallo di Ahmed Zayat allenato da Bob Baffert, ed il contro fava è Texas Red (Afleet Alex), figlio di un campione tenace da cui ha assorbito i geni. Texas ha vinto la BC Juvenile G1 quando American era infortunato. Poi ha subito lui stesso un infortunio che gli ha fatto saltare la triple crown tutta e quindi i confronti con il campionissimo. Stavolta c'è lo showdown, anche se American è di un'altra lega..Texas Red da quando è rientrato è cresciuto esponenzialmente, sa lottare come ha dimostrato, ha battuto avversari diretti come Frosted, ed avrà l'opportunità di far valere la freschezza nei confronti di un cavallo come il Faraone che invece è alla settima uscita stagionale. E' di un'altra dimensione ma.. non si sa mai! Occhio, dunque. IL CAMPO PARTENTI DELLE TRAVERS QUI.
In America nella notte di Saratoga non ci saranno solo le Travers. La suite di 5 G1 della serata comincerà alle 20,35 (ora italiana) con le Personal Ensign Stakes G1 per femmine da $750,000, le Ballerina Stakes G1 ancora per femmine sui 1400 da $500,000 poi le King's Bishop Stakes G1 per 3 anni sui 1400 da $500,000, le Forego Stakes G1 da $700,000 e poi in chiave europea le Sword Dancer Stakes G1 alle 23,04 sul miglio e mezzo da $1 milione di dotazione con in pista il giramondo Flintshire (Dansili) intenzionato a togliersi l'etichetta di eterno piazzato senza culmine, per Andre Fabre con Vincent Cheminaud in sella. Tra gli altri europei anche Guardini (Dalakhani) per Paul Harley, con Martino Harley on board. 

venerdì 28 agosto 2015

Irlanda: Irish Champion Stakes stellari! Previsti Golden Horn, Free Eagle e Gleneagles. Possibile corsa dell'anno 2015

Potrebbe diventare un corsone! Le Qipco Irish Champion Stakes G1 di Leopardstown del 12 Settembre da €1,1 milioni sui 2000 metri per 3 anni ed oltre, si preannunciano davvero molto belle in una edizione che molti media hanno definito come la più bella corsa della stagione, un anticipo delle Champion Stakes G1 inglesi nel British Champions Day di Ascot. Al momento sono in 26 gli iscritti, molte ancora le incertezze, ma i pezzi grossi dovrebbero tutti esserci e molti team hanno annunciato la presenza. 
Al via potrebbero esserci Golden Horn (Cape Cross), sconfitto a sorpresa nelle Juddmonte International Stakes G1 di York, che potrebbe ritrovare Arabian Queen (Dubawi), colei che gli ha fatto lo scalpo, in una immediata rivincita a favore del cavallo di John Gosden. Ma per la femmina di David Elsworth il team ha alternativa il Vermeille G1 in Francia del 13 Settembre solo contro le femmine, ma è vero pure contro Treve (Motivator) annunciata al via come rientro in vista dell'Arc, mentre Arabian in Irlanda dovrebbe comunque essere supplementata per €75,000. Dei due, il male minore verrà subito.. per forza!
Poi, della stessa lega di quelli già affrontati dovrebbe correre The Grey Gatsby (Mastercraftsman) il quale qui lo scorso anno ha vinto con Ryan Moore a bordo beffando Australia, nella foto. Nella stagione ha confermato di essere forte, un orologio svizzero, ma 3 lunghezze dietro a Golden Horn come dimostrano le Eclipse e le International di York. Dal quartier generale di...

Aste: #DBS in positivo. Premier Yearling Sales chiudono con oltre £17M (+14%), le Silver a £1,3m (+8). Gli italiani attivi

Dopo la prima sessione, le DBS Premier Yearling Sale sono proseguite il 26 Agosto all'insegna di un più ancora generalizzato sintomatico della molta attenzione che riscuote quest'asta in Europa. Il day 2 ha visto 235 cavalli proposti di cui 204 venduti (87%) per un fatturato totale di £9,490,000 (+23%), una media a £46,520 (+27%) ed il mediano a £30,500 (+15%). 
Le statistiche cumulative della due giorni sono state le seguenti: 477 cavalli offerti di cui 416 venduti (87%) con un movimento globale di £17,776,000 (+14%), la media a £42,731 (+15%) ed il prezzo mediano a £30,000 (+11%). Ci eravamo lasciati con la prima sessione ed il top price da £200,000, in realtà i prezzi del secondo giorno sono ulteriormente saliti e ben 31 cavalli sono arrivati a cifre superiori le £100,000. Il top price delle due sessione è stata una femmina: Il Lot 286, nella foto, una figlia di Paco Boy (Desert Style), sorella piena di Galileo Gold, vincitore delle Vintage Stakes G2 a Goodwood, che ha realizzato £280,000 spesi da Tony Nerses che agiva per conto di Saleh Al Homaizi ed Imad Al Sagar (giubba verde e stelle gialle sulle maniche, per intenderci). La femmina andrà in allenamento da Hugo Palmer. Quest'asta ha fatto allargare i cordoni della borsa a gruppi importanti come Shadwell, Peter & Ross Doyle (che qui hanno sempre comprato), i quali hanno speso cifre superiori alle £2 milioni comprando rispettivamente 20 e 31 cavalli. Neanche Darley ha fatto mancare il suo apporto, tanto che il secondo, il quarto ed il sesto prezzo più alto dell'asta li ha realizzati proprio John Ferguson che agiva per loro conto. Si tratta del Lot 372, un maschio da Dark Angel (Acclamation) pagato £270,000, poi un'altra Dark Angel per £240,000 ed un Kodiac (Lot 307) da £220,000. Se vuoi continuare a leggere il report clicca sul tastino qui sotto.. 

mercoledì 26 agosto 2015

Francia: #Avabin domenica a Deauville nel Prix de Meautry G3, ingaggiato Umberto Rispoli in formissima

Italians in Francia. Negli ultimi giorni vittorie dei jockey italiani tra Clairefontaine e Deauville. In particolare Umberto Rispoli ha vinto il Grand Prix de Clairefontaine in sella al favorito Ming Dinasty (King'S Best), imbattuto in 3 corse, per i colori Wildenstein ed il training di Mikel Delzangles. Il nostro Umbertino ha vinto anche nella giornata di mercoledì (41° vittoria stagionale) e domenica 30 avrà l'opportunità di fare coppia con un cavallo italiano nel Prix de Meautry Barriere G3 di Deauville. Infatti è stato ingaggiato dalla Gonnelli Team per Avabin (Amadeus Wolf) con il 3 anni che nell'estate napoletana ha strapazzato i concorrenti nel Città di Napoli. 
Umbertino, tramite una press release della scuderia, si è detto onorato di poter montare con chances un cavallo italiano interessante che cerca il colpo in un G3 in Francia.
Al forfait di mercoledì i rimasti alla prova sui 1200 in pista dritta sono ancora in 12 tra cui i buoni Gammarth, Justice Day, Queen Bee, colori Katsumi Yoshida, ed una vecchia conoscenza del galoppo italiano. Ritroveremo infatti Omaticaya (Bernstein), l'americanina ex di Fazio, la quale oramai venduta ora correrà per i colori di Michel Zerolo ed il training di Jean Claude Rouget. Giovedì la conferma ufficiale dei partenti, venerdì il sorteggio degli steccati.
Avabin, allenato da Marco Gonnelli, ha vinto a livello di Listed in Italia in 2 occasioni tra cui Criterium Nazionale e Città di Napoli contro gli anziani. In altrettante occasioni ha tentato l'esperienza in Francia, entrambe a Maisons-Laffitte, senza riuscire a piazzarsi. Lo score di Avabin parla di 20 corse disputate, con 6 vittorie e 9 piazzamenti per un totale di circa €75,000 al palo. Un ottimo profit per un cavallo pagato pochissimo. Nella stagione è cresciuto tantissimo, medita un ruolo da primattore. 

Aste: DBS Premier Yearling Sales, nel Day 1 Top Price per un Casamento da £200,000.. Aggiornamenti in corso

Si è tenuta nella giornata di martedì la prima sessione delle DBS Premier Yearling Sales a Doncaster. Ottima la prima giornata con un segno più generalizzato. 
Offerti 242 cavalli ne sono stati venduti 212 (88%) con un fatturato complessivo di £8,286,000 (+6%) con la media a £39,085 (+4%) ed il mediano a £30,000 (7%). 
Il top price della prima sessione è stato un cavallo presentato dal Yeomanstown Stud ed è un bellissimo figlio di Casamento (Shamardal) venduto all'Hong Kong Jockey Club per £200,000.
Shadwell, molto attivo sul mercato, ha preso il secondo ed il terzo prezzo più alto: il Lot 58, un maschio da Nathaniel (Galileo) pagandolo £190,000 e stessa cifra ha speso per il Lot 120, un maschio da Dutch Art (Medicean). Peter & Ross Doyle, sempre presenti qui, hanno preso il quarto prezzo dell'asta: Il Lot 183, una femmina da Dark Angel pagata £180.000.
Note particolari: L'unico figlio prodotto dalla velocissima carriera in razza di Caspar Netscher (Dutch Art) è stato acquistato da Charles Wentworth, proprietario proprio di Caspar, per £50,000 ed è una femmina, dei 3 prodotti registrati di questo stallone attualmente tornato a correre. La femmina sarà allenata da Ivan Furtado.
Statistiche: PETER AND ROSS DOYLE BLOODSTOCK hanno comprato 18 cavalli per un totale di£1,256,000. SHADWELL ESTATE CO. LTD: 10 acquisti per £956,000, mentre il BBA IRELAND 7 acquisti per £296,000.
Gli italiani: La New Racing Factory di Gianluca Di Castelnuovo ha speso £20,000 per un cliente italiano il Lot 119, uno yearling sauro dal giovane stallone Mayson (Invincible Spirit), funzionante al Cheveley Park Stud per £6,000.
Vincenzo Fazio ha speso £8,000 per il Lot 207, una femmina da Lilbourne Lad (Acclamation).
Federico Barberini ne ha presi 3; Il lot 196, una femmina da Zoffany (Dansili), pagata £125,000, poi il Lot 55, altra femmina da Paco Boy (Desert Style), per £46,000 ed il Lot 181, un maschio da Sixties Icon (Galileo), spendendo £16,000.

Usa: Vittoria al debutto a 3 anni per Jess's Dream, il primo figlio (secondo in corsa) di Rachel Alexandra

Rimanendo sempre in America, qualche giorno ha debuttato vincendo Jess's Dream, un 3 anni figlio della campionessa ed horse of the year Rachel Alexandra (Medaglia D'Oro), che ha siglato con stile una maiden a Saratoga. Non è una novità per Rachel Alexandra, qualche settimana fa abbiamo commentato il debutto vittorioso dell'altra figlia, la 2 anni Rachel's Valentina (Bernardini), che ha debuttato sempre a Saratoga ma cronologicamente prima della 3 anni ma sempre con notevole stile. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
Jess's Dream, nominato così in onore del compianto Jess Jackson che ha accompagnato le gesta di Rachel Alexandra quando correva. Rachel vinse di 20 lunghezze il Kentucky Oaks G1 ed è stata la prima femmina in 85 anni a vincere le Preakness Stakes contro i maschi. In razza ha prodotto, come detto, un primo foal da Curlin morto poco dopo la nascita. Poi è venuta al mondo Jess's Dream, poi Rachel Valentina e proprio in contemporanea a quest'ultima gravidanza sono nate delle complicazioni per le quali Rachel è stata operata d'urgenza, ha rischiato la vita, è stata recuperata ma a scopo cautelare ne sono state pensionate le attività riproduttive. 

Usa: American Pharoah pesca il 2 di steccato per le Travers Stakes G1 di Saratoga del 29 Agosto

Nella notte tra martedì e mercoledì si è tenuto il sorteggio per gli steccati delle Travers Stakes G1 di Saratoga del 29 Agosto, tappa scelta dal campione American Pharoah (Pioneerof The Nile) sulla strada che porterà alla Breeders' Cup Classic di fine Ottobre a Keeneland. Il triple crown winner ha pescato il numero 2 ed è al momento il logico favorito ad 1/5. Sono 9 gli avversari del cavallo di Ahmed Zayat per quello che viene definito il "Midsummer Derby" che avranno una dotazione di $1,6 milioni in aumento di $350,000 rispetto alla dotazione originaria. 
A patto che American corra, comunque. Gli avversari saranno i soliti Frosted e Texas Red, a cui vanno aggiunti gli altri: Upstart, terzo nell'Haskell G1, Tale Of Verve, secondo delle Preakness Stakes, poi Smart Transition (20/1) vincitore delle Curlin Stakes, Frammento, King Of New York, Mid Ocean.. tutti cavalli non eccezionali ma pronti eventualmente a fare lo sgambetto a colui il quale dopo tanti anni di interregno ha ripreso lo scettro della Triple Crown. 

lunedì 24 agosto 2015

Clamoroso a Ballydoyle! O'Brien e Magnier ai ferri corti e rapporti tesi. David O'Meara nuovo allenatore del Coolmore? Smentite, ma ipotesi plausibile.

L'ultima notizia riguarda un rumours destinato ad essere approfondito su quello che potrebbe essere la vera e propria fine di una era, se la notizia si rilevasse fondata. 
Lunedì pomeriggio infatti il Racing Post ha adombrato il sospetto che il maghetto (con la "m" minuscola) David O’Meara potrebbe diventare il nuovo allenatore del Coolmore qualora il gruppo di Tabor, Derrick e Smith dovessero liberarsi del Mago (con la "M" maiuscola) Aidan O'Brien il quale, a quanto pare, sembra essere ai ferri corti con i suoi boss. 
A lanciare l'esclusiva è stato il quotidiano locale The Phoenix (thephoenix.ie) che sulle sue colonne continua ad alimentare il gossip da Aprile scorso, quando sulle prime sembrava solo una boutade. Invece, sempre stando a quelle che al momento sono solo voci, a metà Luglio è arrivata la nuova stilettata su un quotidiano pubblico, fino alla notizia lanciata anche dal Racing Post. Ad infastidire Padre Aidan pare sia stata la decisione di John Magnier di ingaggiare Ryan Moore per sostituire figlio Joseph. Una decisione perlomeno logica che comunque ha freddato i rapporti tra allenatore e boss, che non si sono sentiti nemmeno ultimamente.. 
Magnier, da par suo, non ha fatto nulla per evitare di alimentare queste voci facendosi vedere sempre meno insieme al Master ed in più disertando il Derby day al Curragh in compagnia di O'Brien stesso quando, per la prima volta in 10 anni, O'Brien non è riuscito a fare 1-2 con la vittoria andata a Jack Hobbs. Dettagli, anche perchè è accaduto anche un paio di anni fa. Sono solo appiglia. Ma ol fatto che sia uscita una cosa del genere basta a farne pensare ad una clamorosa svolta in casa. D'altro canto O'Brien ha sempre più avviata la sua operazione di scuderia a Piltown, Contea Kilkenny con sua moglie Anne-Marie O’Brien ed i figli tutti sparsi e coinvolti nell'investimento.
Intanto a Ballydoyle il nome che risulta il più sussurrato è proprio quello di David O'Meara, capelli rosso fuoco, un trascorso come leading jockey per 13 anni in ostacoli, ed una licenza da allenatore acquisita nel 2010 con un curriculum di tutto rispetto se consideriamo gli effettivi a sua disposizione. L'ultima creazione è Amazing Maria, trasformata da quando ha lasciato lo yard di Ed Dunlop. Comunque un palmares che dice oltre 500 vittorie in carriera per l'allenatore con base a York (Arthington Barn Stables Highfield Lane Nawton York) ed un motto che dice tutto sulla sua devozione alla professione: "Get your heart racing". 
Al momento non ci sono conferme ma solo smentite con il "rossino" che ha lanciato acqua fredda sul fuoco: “I have never been approached by anyone at Coolmore regarding Ballydoyle. There is no substance to the rumour.” avrebbe detto al Racing Post, una volta interpellato. E cioè, testuale: "Non sono mai stato avvicinato da nessuno da parte del Coolmore e non so nulla per quanto riguarda Ballydoyle. Queste voci non sono fondate". Per ora. Tradotto: "Non vedo l'ora di cominciare!". Ma questa è una libera interpretazione....

America: American Pharoah correrà le Travers Stakes G1 di Saratoga sabato 29 Agosto! Dotazione a $1,6 milioni..

Ora è ufficiale. L'eroe della triple crown American Pharoah (Pioneerof The Nile) correrà le Travers Stakes G1 sui 2000 metri di Saratoga (per cavalli di 3 anni) sabato prossimo, il 29 Agosto. Lo ha confermato Ahmed Zayat parlando della sua super star dopo un lavoro monstre a Del Mar domenica scorsa nel quale il 3 anni ha breezato in maniera eccezionale, di fronte a 2000 persone accorse solo per vedere il suo esercizio nel quale ha completato il miglio in 1m 36,4s. 
American Pharoah, vincitore di Kentucky Derby, Preakness Stakes e Belmont Stakes G1 un fottio di anni dopo Affirmed che completò il trittico nel 1978, ha lasciato soddisfattissimo anche il suo allenatore Bob Baffert il quale ai microfoni di Blood-Horse ha descritto il suo come "incredible horse". IL LAVORO SOSTENUTO CLICCANDO QUI.
American Pharoah sarebbe il quarto Triple Crown a tentare di vincere le Travers. Molti sono caduti ma l'unico ad esserci riuscito è stato Whirlaway nel 1941. Saratoga infatti è definito, un pò come York e le sue Juddmonte International, il ‘graveyard of champions', cioè il cimitero dei campioni perchè qui non sono riusciti a vincere cavalli come Secretariat e Man ‘o War. La dotazione delle Travers è attualmente di  $1,25 milioni, ma se American realmente partirà la dotazione diventerà automaticamente di $1.6 milioni aumentando di $350,000. Sono attese circa 50,000 persone.
Intanto tra i candidati a prendere lo scalpo di American Pharoah si è proposta la campionessa Beholder (Henny Hughes), 5 anni, allenata da Richard E Mandella che nella sua ultima uscita di un paio di giorni fa ha vinto in canter il Pacific Classic G1 per 8 lunghezze e mezzo di margine. Lo scontro, verosimilmente, arriverà nella Breeders' Cup Classic G1 che si disputerà a Keeneland il 31 Ottobre prossimo, in una edizione delle Breeders in generale che si correranno tra il 30 ed il 31 Ottobre, appunto. 

domenica 23 agosto 2015

Giappone: Mirco Demuro a rullo continuo. Sei vittorie nel weekend di Niigata, raggiunta quota 64 affermazioni in stagione

Mirco, ma che combini! Non si esaurisce l'onda lunga di Demurone che nel weekend di Niigata ha collezionato 6 vittorie (di cui una in parità) ed una quantità innumerevoli di piazzamenti in due giornate di corse. Da 58 dello scorso fine settimana è salito fino alle 64 vittorie attuali con aggancio della posizione 5 e 6 in classifica dei fantini in Giappone e vittorie totali in terra nipponica quantificabili in 418 vittorie. Al momento il leader è Yuichi Fukunaga con 89 vittorie, secondo è Keita Tosaki, terzo Yasunari Iwata, quarto Suguru Hamanaka e poi Yuga Kawada e Yutaka Take agganciati finalmente dal jockey italiano che dunque potrà mirare la cima, da qui a breve. Sarà un compito arduo, ma con queste medie tutto è possibile. Mirco ha portato al palo nella prima giornata 4 cavalli tra cui B B Barrel (Pyro) per Eiji Nakadate e Katsuhiko Bando, poi Quelle Freude (King Kamehameha) Yukihiro Kato e la U.Carrot Farm, Rainbow Love Love (Meiner Love) in parità per Yasuo Takeichi e Soichiro Ida, poi Sekisho (Symboli Kris S) per conto di Hiroaki Sugiura ed i colori di Keiichi Yamagishi. 
Nella domenica invece ha colpito subito in sella al 2 anni Shonan Rise (Daiwa Major) per Hiroyuki Uehara ed i colori di Tetsuhide Kunimoto. L'ultima vittoria di giornata, condita da tantissimi secondi e terzi posti, è stata con Supple Mind (Deep Impact) per Hideaki Fujiwara ed i colori della Shadai Race Horse Co. Ltd. In particolare questa cavalla è stato autore di un vero e proprio numero finendo i 1600 in 1m 36s, ma con un parziale finale notevole. può essere una buona cavalla. VEDI IL VIDEO CLICCANDO QUI

Francia: A Deauville #Shalaa domina il Morny G1 con Frankie, doppietta Al Shaqab. Ieri doppietta Hannon nel Calvados G2

Deauville tra ieri ed oggi. Frankie ha messo un altro tassello nella sua incredibile carriera vincendo a bordo di Shalaa (Invincible Spirit) la stringata edizione del Prix Morny G1 a Deauville battendo il compagno di colori Gutaifan (Dark Angel) con una monta sopraffina. Il figlio di Invincible Spirit (Green Desert) allenato da John Gosden, è alla quarta affermazione consecutiva sempre in crescita. Dopo il pessimo esordio in Maggio dove è arrivato ultimo, ha vinto successivamente la sua maiden, le July Stakes G2 e poi le Richmond Stakes G2, sempre per i colori dell'Al Shaqab, ed ha risolto ora il suo G1 guadagnandosi un bel titolone per via del fatto che Frankie lo ha definito il miglior 2 anni che abbia mai montato. Parole di circostanza? Forse, sicuramente è un boost decisivo in ottica stalloniera, con quella genealogia. Oltre al fatto che va molto forte..Al momento è uno dei cavalli più attesi in ottica 2000 Ghinee del prossimo anno, dove è proposto a 10/1. Ma il vero obiettivo potrebbe essere la Commonwealth Cup G1 per soli 3 anni sui 1200 in pista dritta del Royal Ascot 2016. 
Nel Darley Prix Jean Romanet G1 vittoria a sorpresa per Odeliz (Falco) che a 40/1, per Karle Burke ed Adrie De Vries, ha dominato dal primo all'ultimo metro respingendo Bawina (Dubawi) e Avenir Certain (Le Havre) in gran recupero finale. 
Nel Calvados G2 di sabato doppietta Hannon con le sue puledre. A vincere è stata Great Page (Roderic O’Connor), prima figlia di suo padre a vincere una Pattern, che è andata in pressione alla compagna Marenko (Exceed And Excel) e l'ha battuta abbastanza nettamente.

York e Curragh: #Ajaya domina le Gimcrack, nell'Ebor Handicap sorpresissima Litigant al rientro dopo 491 giorni!

Di tutto un pò. Perchè il sabato ippico era impegnato su più tavoli.. Nell'ultimo giorno dell'Ebor Meeting la corsa tecnicamente più rilevante erano le Gimcrack Stakes G2 vinte dal vero dominatore del meeting, cioè Willy Haggas che ha piazzato al primo ed al terzo posto due suoi pensionari. Ha vinto Ajaya (Invincible Spirit), già piazzato nel Papin G2, amante dei terreni un pò lenti, ha corso sui primi ed approfittato, come ha fatto Mecca's Angel con Acapulco, dell'andatura folle imposta da Finnegan (Unbridled's Song) sul quale Edgar Prado ha fatto l'americano. Dopo 600 metri era finita la benza, è andato in difficoltà, e li è emersa la progressione di Ajaya, ficcante. Dalle retrovie quatti quatti si sono avvicinati per le piazze Ribchester (Iffraaj) e Raucous (Dream Ahead), mentre gli altri erano del gatto. Ajaya è un cavallo interessante, che ha patito la velocità di Ascot nelle Norfolk, ma si è rifatto ampiamente a York in un meeting quasi tragico per la punta. Comunque lui ci stava benissimo ed ha mantenuto le promesse. Il cavallo di Saleh Al Homaizi & Imad Al Sagar correrà le Middle Park G1. VIDEO QUI.
L'Ebor Meeting, come al solito, ha regalato una incredibile sorpresa. Nessuno o quasi si poteva aspettare potesse vincere Litigant (Sinndar), un castrone di 7 anni, lontano dalle piste da 491 giorni, che ha colpito duro per conto di Joseph Tuite, un piccolo allenatore, ed Oisin Murphy in sella che ha interpretato bene lo svolgimento tattico per risolvere una corsa difficilissime. Ha vinto a 33/1 e fatto saltare di gioia quelli del suo gruppo, evidentemente ben consapevoli di quanto poteva dare il loro. Incredibile.. comunque, in passato, ha frequentato buone categorie. Comunque per prevederlo serviva o una botta di c..fortuna, oppure si sapeva qualcosa. La cosa più fastidiosa è che Fields of Athentry, a 9/1, un 3 anni contro gli anziani in ottica St Leger, è stato montato in quel modo da Donnacha O'Brien. Ben presto in avanti, ha fatto la corsa agli altri ed è crollato pur rimanendo quarto. Non immaginiamo come possa stare nel suo box ora. Una corsa scriteriata, ed il fratellino di Joseph ha montato davvero malissimo. Secondo è arrivato Frankie su Wicklow Brave (Beat Hollow) e terzo il Marco Botti Suegioo (Manduro). VIDEO QUI.
Al Curragh il 5 anni Moviesta (Hard Spun) ha messo in campo una progressione notevole per risolvere dall'interno con una fiondata le Renaissance Stakes G2. Ovviamente l'avevamo giocato a Goodwood quando non si è piazzato, in questa occasione su Toscanini (Shamardal) e Gordon Lord Byron (Byron). 
Nelle altre corse ci è piaciuto tanto ma tanto un sauro che si chiama Smash Williams (Fracas) ed è allenato e di proprietà di Jim Bolger. Posto dietro ai primi è andato dritto per la tangente vincendo di 6, ma con azione devastante. Lo vorremmo rivedere in contesti più selettivi, può essere buono per davvero.

sabato 22 agosto 2015

York: Mecca's Angel infilza Acapulco nelle Nunthorpe Stakes! Primo G1 per tutti. Il resto della giornata..

C'è sempre una prima volta. Lo è stata a York nelle prestigiose Nunthorpe Stakes G1 per Paul Mulrennan, Michael Dods, per David Metcalfe e soprattutto per Mecca's Angel (Dark Angel), una 4 anni, la quale con uno spunto che non ha ammesso repliche ha messo di passo Acapulco (Scat Daddy) autrice di un corsone ma vittima di una monta semi-scellerata da parte di Irad Ortiz. L'americana del Coolmore allenata da Wesley Ward, una 2 anni contro gli anziani, ha corso in modalità simili con le quali ha vinto le Queen Mary ad Ascot, cioè correndo in avanti e ripartendo con brutali accelerazioni ogni volta che è stata avvicinata. Solo che il suo interprete ha un filo esagerato con i parziali e la monumentale figlia di Scat Daddy, già innervosita prima della partenza per il ritardo, la fuga ed il conseguente ritiro di Take Cover, ha praticamente finito di passo lasciando il via libera a tutto il team del nord. Il tempo finale la dice lunga: Un 57.24s (fast by 0.06s) stampato sl good to soft, tanta roba se si pensa al terreno. Certo, siamo lontani dal record di Borderlescott di 56,00 netti, ma con il going di giornata è veramente un numero straordinario. IL VIDEO DELLA CORSA QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI. Foto RTE.ie.
La vincitrice veniva in progresso dopo la vittoria in Listed a 2 anni, quella in G3 a 3 anni ed una preparazione affinata appositamente di York. Quest'anno per prendere la condizione ha vinto al rientro il Prix de Saint-Georges G3 in Francia, è stata seconda nelle Sapphire Stakes G2 e poi il colpo da maestro a 7/1 nelle veloci ed infide Nunthorpe Stakes. Prossimo obiettivo il Prix de l'Abbaye a Longchamp nel giorno dell'Arc. Allevata in partership dal Yeomanstown Stud & Doc Bloodstock, è prodotto della fattrice Folga (Atraz) ed è stata pagata £16,000 alle Tattersalls di Ottobre. Figlia di Dark Angel (Acclamation), si tratta di una sorella piena del buon Markaz.. e sono solo i primi due figli di loro madre. A breve passerà una sorella piena dei due sopra citati, alle Tattersalls’ October Yearling Sale Book 1 con Lotto 204. Se vuoi continuare a leggere clicca più sotto sul tastino...