STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 23 ottobre 2018

Scommesse: Bet365 debutta in Italia. Aperta la sezione "cavalli" e sponsor per Orsi Mangelli e Nazioni

Da mesi si parlava dell’ingresso di Bet365 sul mercato italiano per le scommesse ippiche, ed in pochi giorni si è passato ai fatti. 
La prima “apparizione” c’è stata proprio nella giornata di lunedì, sebbene in assenza delle corse italiane ma solo straniere, alla voce “cavalli” del sito www.bet365.it.
Le quote, ad una prima lettura, sono simili a quelle proposte sul “punto com”, ma si capirà qualcosa di più proprio nella giornata di martedì con gli unici due campi italiani in palinsesto che sono Milano e Trieste. Al momento pare che le scoperture non siano esagerate (circa €1,200), ma intanto è un inizio. Basta cliccare QUI per verificare voi stessi. Continuando a leggere la nota diffusa dalla sezione marketing dell'azienda.

Valutazioni internazionali: Bene Anda Muchacho (111) nel Di Capua, un pò meno bene il Jockey Club..

Una notizia buona ed una cattiva. Da quale iniziamo? Da quella buona, dai. Perchè in fondo è stato bello vedere a Milano tanta gente acclamare il rientro di Anda Muchacho nel Di Capua, gli applausi a Fabio Branca, all'Ing Romeo e a Vittorio Caruso arrivato fino al terzo traguardo per andare a riprendere il suo. 
Il trainer, un veterano, che lavora spalla spalla con Nicolò Simondi anche lui protagonista di questa vittoria, ha parlato di sensazioni che lo hanno fatto tornare giovane. Le stesse che lo hanno riportato indietro nel tempo, a cavalli come Misil, Altieri, Voila Ici, Worthadd...che meraviglia!
Partiamo da li, perchè buone notizie arrivano intanto dal fronte valutazioni internazionali, per le corse di domenica scorsa a San Siro, ed in particolare dalla prova sul miglio. Non solo perché gli italiani hanno vinto 3 a 1 nel confronto con gli stranieri, ma perché gli handicapper del Racing Post hanno rilasciato dei rating, provvisori, ma comunque in linea con le impressioni. Parleremo dei vincitori e soprattutto di quello che potranno fare di qui a breve i vari vincitori delle corse di domenica. Chi riposerà, chi correrà ancora, ecco i loro progetti nell'immediato futuro..

Mercato: Flower Party venduta all'estero! Ultima corsa italiana sarà il Lydia Tesio, poi viaggio negli States

Supermarket Italia. Del resto non è che si possa fare altrimenti quando arrivano delle offerte irrinunciabili. 
E così anche Flower Party (Duke Of Marmalade) si iscrive all'albo di quelle che sono state vendute all'estero. La figlia di Duke Of Marmalade (Danehill), vincitrice recentemente del Verziere G3 e miglior femmina italiana in assoluto nella stagione, è stata acquistata nelle scorse ore in una trattativa mediata con agenti stranieri. 
Alduino Botti, si legge in una nota rilasciata al Trotto & Turf, ha detto che purtroppo non si poteva fare altrimenti, visto che non si riscuotono i premi da Gennaio (per i titolari di partita Iva) e dunque era necessario cedere un asset importante. Continua qui sotto per leggere chi l'ha acquistata..

Weekend mondiale: Sabato mattina Winx alla caccia del 4° Cox Plate. Nel pomeriggio il Racing Post Trophy a Donny

Il fine settimana ippico vivrà soprattutto di due corse importantissime di cui tenere conto, tra Inghilterra ed Australia. 
In particolare si parte subito forte sabato mattina nell'alba italiana a Moonee Valley, perchè si potrebbe fare ancora di più la storia nel Ladbrokes Cox Plate G1, meglio conosciuto come “the race where legends are made” sui 2040m metri con $3 milioni di dotazione, dove scenderà in pista (forse per l'ultima volta in carriera ma non è ancora stato deciso), la campionessa Winx (Street Cry) in grado di vincere una cosa come 28 corse consecutivamente di cui 21 a livello di G1, che cercherà di vincere per la quarta volta consecutivamente, storicamente, una corsa del genere come nessuno c'era mai riuscito prima.

lunedì 22 ottobre 2018

Ministro Centinaio, situazione si sta sbloccando. Contratti a gestori corse 42 ippodromi

Le indiscrezioni che avevamo lanciato nel primo pomeriggio, sono diventate una bella realtà. 
Secondo quanto diffuso dagli organi di stampa, il Ministero delle Politiche Agricole ha inviato oggi i contratti alle Società di corse, secondo i criteri generali di erogazione delle sovvenzioni adottati nel 2017. Come stabilito dal D.M. 21 settembre 2018, n. 66046. 
A questo punto si attende solo la formale ufficialità tramite PEC, che verrà inviata a tutte le Società di corse già dalle prossime ore. 
Lo annuncia, in una nota, il ministro Gian Marco Centinaio nel precisare che ogni singolo contratto stipulato con le società di corse gestori dei 42 ippodromi sarà approvato con uno specifico decreto direttoriale. Queste le sue dichiarazioni all'agenzia di stampa Ansa:

Luca Cumani va in pensione. Dopo 43 anni di carriera, il mito si dedicherà solo all'allevamento..

Dopo 43 anni di onorato servizio al mondo del Purosangue, il leggendario trainer italiano Luca Cumani ha deciso di smettere con il ruolo di allenatore ed ha comunicato che smetterà ufficialmente di allenare al termine di questa stagione 2018, in particolare a Dicembre.
Si ferma così la carriera di uno dei più prestigiosi ed influenti maestri del training, che per due decadi ha accompagnato il tempo con belle vittorie. In particolare negli anni 80 e 90 quando, presso le storiche scuderie di Bedford House Stables di Newmarket, ha allenato 2 vincitori di Derby come Kahyasi nel 1988 e High Rise nel 1998.
Cumani, 69 anni, non uscirà completamente dal mondo del purosangue ma rimarrà con il suo allevamento, il Fittocks Stud, dal quale sono usciti numerosi campioni. Il suo impegno rimarrà comunque importante, ma lascerà spazio alle nuove leve del training.

Tattersalls, Book 4. Chiusura con +85%, ed altri italiani per un'asta molto popolare...

Dopo otto giorni di aste a Newmarket, si possono finalmente tirare le somme definitive di tutte le Tattersalls October Yearling Sales dopo Book 1, Book 2, Book 3 e Book 4 che ha preso il posto di un'altra considerata minore. Alla fine le statistiche, per la loro sessione, hanno parlato di un piccolo e relativo record con 103 cavalli offerti, di cui venduti 57 (il 55%), con un fatturato di £179,100 (+85%), una media di £3,142 (-16%) ed il mediano a £2,000 (-38%). 
Dati comunque che fanno riflettere. Si tratta di un'asta estremamente popolare, data la enorme offerta che le isole britanniche propongono in questo particolare periodo storico e non è difficile comprare veramente a basso prezzo. Continuando a leggere il resto delle statistiche. 

domenica 21 ottobre 2018

San Siro, 3: Noblesse Oblige impressionante nel Dormello! Volata Must Be Late e Barbados

Il terzo punto importante del pomeriggio di San Siro è stata la vittoria di una cavalla importantissima che risponde al nome di Noblesse Oblige (Myboycharlie), dominatrice del Premio Dormello G3 sul miglio in pista grande, la corsa più importante per le giovani femmine di 2 anni. 
La cavalla della Scuderia del Girasole, montata da Luca Maniezzi, ha seguito la scia di Miss Moon e poi l'ha saltata via come un birillo e sprintando verso la vittoria, regalando subito un colpo da maestro per la OTI Racing che ne ha acquistato la metà proprio nelle scorse settimane. Noblesse ha battuto l'altra italiana Must Be Late (Champs Elysees), che farà molto meglio allungando la distanza e rimasta in terza posizione, e la tedesca Barbados (Dalakhani), poi seconda all'epilogo, che si era proposta con del buono in mano dal centro della pista.

Crisi ippica: Stop alle corse e sospensione dell'attività, fino alla contrattualizzazione tra Mipaaft e ippodromi!

Con un comunicato reso noto e pubblicato ufficialmente proprio mentre andava in onda lo spettacolo delle corse di San Siro con tanti motivi emozionali e tecnici, che in qualche modo stride con la situazione socio-economico-politica che sta vivendo il nostro settore. Qui sotto il comunicato completo. 
Continuando a leggere più sotto di fatto si ufficializza lo stop ad oltranza fino ad una costituzione definitiva del rapporto contrattuale tra Ministero ed ippodromi. 
Al momento, stante così le cose, si avvicina lo spettro del Lydia Tesio, ultima e unica corsa di G1 in Italia, che rischia di saltare. Qualcuno parla anche dell'eventualità del suo spostamento a Milano, al momento uno dei pochi ippodromi (insieme a Montegiorgio, Modena, Padova, Treviso e Trieste), che non ha firmato il comunicato di seguito con tutte le adesioni dei vari ippodromi.

San Siro, 2: Anda Muchacho e Fabio Branca trionfano nel Di Capua! Battuti i tedeschi in lotta..

L'urlo di San Siro! Meglio, il ruggito di Milano per raccontare, celebrare, accompagnare alla vittoria incredibile Anda Muchacho (Helmet) nel Premio Vittorio Di Capua G2 sul miglio di Milano. Abbiamo scelto di metterlo in un post a parte, proprio per rendere l'idea di quello che ha rappresentato questa vittoria.
Con in sella Fabio Branca, che al rientro dopo tanti mesi di sosta (l'ultima vittoria nel 21 Aprile a San Siro nel Premio Altieri, tu pensa un pò), si è proposto subito come un proiettile per andare a riprendere Ancient Spirit (Invincible Spirit) e Degas (Exceed And Excel), che gli ha fatto successivamente lo spunto addosso nella fase finale dopo aver perso un tempo di galoppo al centro della pista, a 300 da palo. 
Ma Anda aveva ancora tantissimo da spendere ed ha fatto venire giù le tribune di San Siro, appena passato il palo. Veramente una storia commovente per una delle scuderie più vincenti del nostro galoppo, con un cavallo che è stato osannato dal pubblico presente in loco e con un Fabio Branca eccezionale, di fronte per la prima volta nella sua carriera alle due sue bimbe, presenti in ippodromo.

San Siro: Raymond Tusk vola sul Jockey Club, Mission Boy svetta nel Gran Criterium. Call Me Love spaziale..

Nel Gran Premio del Jockey Club G2 bellissima lotta sin sul traguardo, ma a vincere è stato l'ospite inglese Raymond Tusk (High Chaparral), che grazie alla sua prorompente fisicità ha tenuto botta su Walsingham (Campanologist) e Night Music (Sea The Stars) che ha così perso l'imbattibilità a San Siro. Quarto, per la cronaca, Presley (Gladiatorus) mentre quinto, solo a titolo di commento, l'altro italiano andato in avanti Wiesenbach (Jukebox Jury).
Corsa abbastanza veloce nella prima parte, con il 3 anni che ha deciso di galoppare su una fascia larga rispetto allo steccato, ed in dirittura ha sciorinato una progressione produttiva senza mai permettere ai principali avversari di avvicinarsi, pur avendolo questi accerchiato, con un Jamie Spencer a dir la verità magistrale in sella. Il vincitore, che ha corso poco sinora in carriera con 7 uscite, è un portacolori della Middleham Park Racing che vinse questa corsa con Ventura Storm, poi venduto in Australia.

sabato 20 ottobre 2018

Champions Day, Cracksman saluta le piste con un canter nelle Champion Stakes. Doppio in 2 anni..

Ancora Cracksman (Frankel), ancora Frankie Dettori, nel Champions Day. Il 4 anni di John Gosden, al 12° sigillo al massimo livello in questa stagione e alla terza vittoria in Gruppo in questo Champions Day, ha replicato nelle Qipco Champion Stakes (British Champions Middle Distance) (Group 1) nello stesso stile dello scorso anno, cioè con un canter pubblico e allungo deciso e manciata di lunghezze sul secondo, complice anche il paraocchi, circumnavigando il gruppo e filando via per proprio conto.
Il secondo posto catturato da Crystal Ocean (Sea The Stars) ed il terzo, a sorpresa, per Subway Dancer (Shamardal) per Zdeno Koplick al training, venuto dalla Repubblica Ceca in teoria per fare una vacanza e capace di ottenere un piazzamento di prestigio in un tempio come quello di Ascot. Possibile che venga a Roma a chiudere la stagione nel Premio Roma GBI Racing G2.

Champions Day, ancora un ruggito per Roaring Lion nelle QEII Stakes. Quarto G1 consecutivo per il grigio..

Paloooooo! Quanti di voi hanno gridato sul traguardo delle Queen Elizabeth II Stakes (Group 1) (Sponsored By Qipco) (British Champions Mile), con Roaring Lion (Kitten's Joy) capace di vincere pur soffrendo più del necessario per portare a casa una vittoria meritata con Oisin Murphy che ha dovuto tirare fuori l'ultima stilla die energia per il grigio che, una volta superato Century Dream (Cape Cross), capace di fare un mezzo miracolo sgusciando all'interno, ha resistito su un terreno molto faticoso al primo attacco di Recoletos (Whipper) e soprattutto la sorpresona I Can Fly (Fastnet Rock), riuscita a pescare un varco millimetrico a 40/1 con Donnacha O'Brien.
Ci ha provato anche Laurens (Siyouni), ma dopo il primo attacco si è inchinata ai maschi, lasciando via libera anche all'altra femmina, con al terzo rimasto in quota l'altro cavallo a grossa quota quale Century Dream.

Champions Day, ecco le femmine: Magical al primo G1 della carriera, battute Coronet e Lah Ti Dar..

S'è svegliato Ryan Moore. E soprattutto Magical (Galileo) che mai prima dell'Arc de Triomphe si era immaginata di correre sul miglio e mezzo, ma dopo l'esperimento riuscito discretamente al ParisLongchamp, ha risolto il Qipco British Champions Fillies & Mares Stakes (Group 1) di forza prendendo sullo spunto Lah Ti Dar (Dubawi), rimasta sul passo dopo percorso perfetto, e Coronet (Dubawi) venuta a prendersi il secondo posto proprio sulla compagna di training e favorita.
Primo G1 in carriera per la femmina di 3 anni allenata da Aidan O'Brien per i colori del Coolmore che aveva vinto al massimo a livello di G2 ed era giunta a 5 lunghezze da Enable nell'Arco di Parigi. Seconda vittoria in stagione per la figlia di Galileo e Halfway To Heaven (Pivotal), dunque sorella piena di Rhododendron, dopo quella di Luglio al Curragh nelle Killboy Estate Stakes G2.

Champions Day, lo Sprint va a sorpresa a Sands Of Mali. Ancora battuto Harry Angel, maledizione ad Ascot!

Sorpresona nella Qipco British Champions Sprint Stakes (Group 1) sui 1200 metri della pista drittaCome spesso accade, un macchione beffa il favorito sul tema della velocità.
Succede che a vincere sia stato Sands of Mali (Panis) per Rich Fahey e Paul Hanagan in sella, passati molto presto e riusciti a resistere ad Harry Angel (Dark Angel), mai riuscito a vincere ad Ascot e capace di prendere per 4 volte almeno il secondo posto, con il vincitore che ha realizzato il cosiddetto "upset", a 28/1 ma senza mai rubare niente.

Ascot, Champions Day: Frankie Dettori magia per Stradivarius nella Long Distance Cup G2

Un fenomeno! Non ci stancheremo mai di dirlo, ma Frankie Dettori è diventato Frankie Dettori non solo per la sua capacità di stare davanti alla telecamera, ma perchè è capace di abbinare queste sue qualità a quelle ancora più immense in sella. 
A bordo di Stravidarius (Sea The Stars) ha vinto la Qipco British Champions Long Distance Cup (Group 2) sulle due miglia, ma dirlo in questo modo è riduttivo.
Frankie ha disegnato una traiettoria che solo i geni possono scovare con pazienza e furbizia, e visto un corridoio che solo uno con i suoi occhi può vedere, proprio all'imbocco della retta di Ascot, infilando e turlupinando come un pivello Ryan Moore a bordo di Flag Of Honor (Galileo) e andando via di slancio, vincendo proprio in quel momento la corsa, chiudendo successivamente la porta in faccia a Thomas Hobson (Halling), che cercava a sua volta di rubare uno spaziettino a Dettori, e con al terzo Sir Erec (Camelot).

Tattersalls, Book 3. Top price per una Zoffany. Altri acquisti italiani, in attesa del Book 4..

Ed un'altra sessione è andata. Anche il Book 3 ha esaurito gli argomenti per il secondo giorno a loro dedicato, in attesa del Book 4 del 20 Ottobre e poi delle Tattersalls Autumn Horses in Training tra il 29 Ottobre e 1 Novembre, in attesa dell'ultimo stagionale per i puledri delle December che sarà misto a quello delle fattrici.
Nel secondo giorno del Book 3 altri 222 cavalli hanno trovato acquirente con un fatturato giornaliero di £2,241,200 (-13%), in calo rispetto allo scorso anno. 
Il montante generale del Book 3 è stato di 472 (80%) cavalli venduti, con un fatturato di £7,590,800 (-3%), la media a £16,082 (-3%) ed il mediano a £10,000 (-9%).
A realizzare il top price è stata una femmina da Zoffany (Dansili) acquistata per £60,000 dalla BBA Ireland per conto di Mark Johnston. 

venerdì 19 ottobre 2018

Sciopero ad Agnano e Capannelle, oggi non si corre

Improvvisamente, e facendo seguito a quanto accaduto a Napoli, anche i dipendenti di Roma Capannelle hanno proclamato una agitazione dalle 15 alle 17, impedendo di fatto il regolare e completo svolgimento del convegno del 19 Ottobre in protesta alle mancate spettanze da parte del Ministero alle Società di corse che impediscono i pagamenti ai dipendenti.

Milano, dichiarati i partenti. Bellissimo Di Capua con Here Comes When tra gli ospiti. Cinque nel Jockey Club

Tutto fatto, qui sotto potrete trovare i campi partenti delle corse di domenica 21 a San Siro, con 4 prove di Gruppo e 2 Listed e con una prova di livello G3 per i PSA. 
Sorprese rispetto alle anticipazioni? Qualcosa si. Nel Gran Criterium G2 c'è l'inserimento di Frozen Juke (Frozen Power), reduce da 4 vittorie da imbattuto che affronta la curva con potenzialità da esprimere, poi Out Of Time (Sakhee's Secret) vincitore a Roma in maniera convincente. Gli altri sono tutti dentro, tra quelli anticipati compresi gli stranieri che misureranno le nostre linee e di cui abbiamo fatto cenno nel precedente post, recuperabile cliccando QUI.
Nel Dormello la novità è rappresentato da Must Be Late (Champs Elysees) che ha vinto bene a Roma e potrebbe fare la sorpresa rispetto a quanto detto nei giorni scorsi. Nel Premio del Jockey Club G2 inserimento a sorpresa per Wiesenbach (Jukebox Jury), oltre ai 4 già anticipati e attesi come Nigh Music, Raymond Tusk, Walsingham e Presley con assenza per Mac Mahon che virerà verso il Premio Roma GBI Racing. Continua a leggere per le altre news di domenica a Milano..

Tattersalls October, Book 3. Top per un Kodiac da £135,000. Almeno 15 acquisti italiani

A Newmarket si sta tenendo la sessione delle Tattersalls October Yearling Sale Book 3. Nella giornata di giovedì la prima delle 2 parti, con qualche acquisto italiano dopo le sessioni proibitive dei primi 2 libri. 
Sta di fatto che nel primo giorno ci sono stati 326 cavalli in catalogo, di cui offerti effettivamente 297 con 250 venduti (l'84%), con un fatturato di £5,349,600 (+2%), la media a £21,398 (+1%) ed il mediano a £16,000 (-6%).
Il top price è stato per il Lot 1617, un maschio da Kodiac (Danehill) e Lucky (Sadler's Wells), della immediata famiglia del campione Classico King of Kings, acquistato per la cifra di £135,000 da Margaret O'Toole, in ottica breeze up avendo lui un bellissimo modello di cui far vanto. PAGINA CATALOGO QUI.

giovedì 18 ottobre 2018

Conclusa la carriera di Dylan Mouth! Entrerà in razza alla Worsall Grange Farm come stallone da NH

Dopo anni di militanza sulle piste italiane prima, e quelle inglesi poi, termina la carriera di un beniamino come Dylan Mouth (Dylan Thomas) che entrerà ben presto in razza presso la Worsall Grange Farm nel nord dell'Inghilterra a partire per la stagione 2019 ipotizziamo per una carriera da stallone per le fattrici da National Hunt.
Dylan Mouth, ex Effevi, fu comprato da Earle Mack dopo una vittoria in handicap nel Luglio 2017 ad Haydock.
Il 7 anni, allevato dall'Azienda Agricola Mariano e prodotto della fattrice Cottonmouth (Noverre), ha concluso la carriera con 14 vittorie in 31 corse e somme vinte per £949,476, più tre G1 in Italia, da considerare anche il Derby G2, ed un G3 in Inghilterra alla penultima uscita. La scheda cliccando QUI. Qui sotto la pagina Facebook con l'annuncio dell'ingresso.

Ascot, arriva il Champions Day!! Cracksman al passo d'addio, ma con il paraocchi. Roaring Lion opta per le QEII!

In Inghilterra la mattina di giovedì è sempre giorno di dichiarazione dei partenti ufficiali in vista degli appuntamenti del sabato. 
Ed in questo fine settimana non ci sarà solo l'Italia con la giornata di San Siro, ma in maniera diametralmente opposta la qualità la farà da padrone ad Ascot, perchè è il giorno del Champions Day in programma il 20.
Dopo le indiscrezioni degli ultimi giorni ecco allora compilati i campi partenti per le 4 corse di G1, ed una di G2, che costituiranno l'asse portante della giornata. In programma, nell'ordine, la Qipco British Champions Long Distance Cup (Group 2) sulle 2 miglia, le Qipco British Champions Sprint Stakes (Group 1) sui 1200 metri con 17 cavalli al via, le Qipco British Champions Fillies & Mares Stakes (Group 1) sul miglio e mezzo le femmine al via, le Queen Elizabeth II Stakes (Group 1) (Sponsored By Qipco) e appunto le Qipco Champion Stakes (British Champions Middle Distance) (Group 1) sui 2000 metri. Continuando a leggere i dettagli della giornata e le novità su Cracksman e Roaring Lion..

Milano, verso la grande giornata del 21 Ottobre. Ecco le anticipazioni del Jockey Club, Di Capua, Dormello, Gran Criterium

Siamo a giovedì e nella giornata di venerdì ci saranno i partenti ufficiali per la grande giornata di San Siro in programma il 21 Ottobre, con Gran Criterium G2 e Dormello G3 per i puledri divisi per sesso, poi Vittorio Di Capua G2, Premio del Jockey Club G2, Omenoni Lr, St Leger Lr, ed altro come per esempio la corsa internazionale per i PSA.
Dall'Italia siamo in attesa di conferme da parte dei vari team, con sicuramente Stefano Botti a fare la parte del leone per quanto riguarda le attinenze italiane, ma quello che ci interessa anticipare in questa sede sono i cavalli che arriveranno dall'estero, un dato sempre molto interessante, visto che poi dal confronto siamo in grado di capire lo stato di salute ed i reali valori dei nostri cavalli. 
Facciamo il punto della situazione corsa per corsa, continuando a leggere. Nota bene, abbiamo messo un link diretto alla forma dei cavalli stranieri. Basta cliccare sul nome dell'ospite di cui parliamo per leggere l'ultimo score recente e la sua scheda. Buona lettura..

Tattersalls, Book 2 delle October: Movimento a £48M (+1%). Top price un Kingman. Sant'Uberto compra un fratello di Sopran Artemide..

Visto l'andamento generale delle aste in questo periodo, a Tattersalls cera un pò di timore sulla riuscita del Book 2 del catalogo delle October, ed invece tutti i dubbi sono stati spazzati via da una serie di risultati che hanno garantito la buona riuscita, in attesa del Book 3 in programma dal 18 al 20 Ottobre.
L'anno scorso, in questa parte del librone, c'era stato un movimento molto alto ed una sorta di record per tutti gli indici ed in più un cavallo italiano che aveva fatto il record delle aste con i suoi £850,000 spesi, per il fratello di Biz The Nurse che si chiama Alfaatik e ancora deve debuttare.
Sta di fatto che nei 3 giorni del book 2 i numeri sono stati i seguenti: In catalogo 803 cavalli di cui offerti 736, con 631 venduti (l'86%) ed un fatturato di £48,458,500 (+1%), con la media a £76,796 (-2%) ed il mediano a £55,000, uguale al dato dello scorso anno.

martedì 16 ottobre 2018

Enable, luce verde da parte di Khalid Abdullah. La duplice Arc winner proverà la Breeders' Cup Turf!

Luce verde! Il Principe ha detto si, per la partecipazione straordinaria di Enable (Nathaniel) alla Breeders Cup Turf G1 in programma il prossimo mese a Churchill Downs, esattamente il 2 ed il 3 Novembre con le corse al solito in notturna da noi.

News italiane: Stella di Camelot vince all'esordio USA. Il fratello di Sea Of Class a Carlo Ancelotti. Milano, ecco gli iscritti alla grande domenica

Il notiziario di martedì 16 Ottobre riguarda tre notizie essenzialmente provenienti dall'Italia che intendiamo rendere note, perchè quella che si apre è una settimana molto molto interessante. A San Siro c'è una grande domenica con in ballo il Gran Criterium G2, il Premio del Jockey Club G2, il Premio Dormello G3, il Premio Vittorio di Capua G2, e poi ancora il St Leger italiano, l'Omenoni Lr, il Campobello e la qualitativa prova per PSA Milano Jockey Club.
Qui sotto pubblicheremo gli iscritti e poi un paio di notizie che riguardano gli italiani all'estero, in particolare Stella Di Camelot in America e che fine ha fatto il fratellastro di Sea Of Class, invenduto a Tattersalls.

domenica 14 ottobre 2018

Italia ippica: Fullness Of Life troppo più forte nel Pandolfi. Azzurro Cobalto brilla in condizionata..

I motivi tecnici della domenica italiana erano certamente a Roma, dove si è disputata una Listed, poi un HP per i 2 anni, una condizionata per i giovani sui 1800 in ottica Berardelli ed una condizionata per cavalli di tre anni.
Partiamo dall'Ubaldo Pandolfi, la Lr sui 1200 metri per femmine di 2 anni, vinta da Fullness Of Life (Holy Roman Emperor) con lo stile di quella buona per davvero. La Effevi, montata da Dario Vargiu, ha atteso in scia all'ospite inglese Stage Play (Oasis Dream) e poi l'ha infilata dal di dentro, ma senza nessuna accusa da muovere a Fabio Branca, perchè in ogni caso la sua avversaria, o al di fuori o al di dentro, l'avrebbe battuta comunque. L'inglesina è rimasta in quota per il terzo perchè il secondo posto è andato a Nonna Grazia (No Nay Never), rimasta sempre in quota e autrice di una buona prestazione pur essendo ancora maiden.

Canada: Doppio in G1 per Andrea Atzeni! Il jockey italiano ha portato al massimo Desert Encounter e Sheikha Reika

Re per una notte, in Canada. Andrea Atzeni, nella terra della foglia d'acero, ha collezionato una bella doppietta di G1 capitanando il team britannico alla conquista delle prestigiose e ricche corse sull'erba del Nordamerica, come al solito dominate dal vecchio continente. 
Il jockey italiano ha prima vinto il Pattison Canadian International Stakes G1 sul miglio e mezzo, divenuto una battaglia privata tra Desert Encounter (Halling), 6 anni di David Simcock, e Thundering Blue (Exchange Rate), eccellente e progressivo 5 anni allenato da David Menuisier con Fran Berry a bordo, in una corsa dove non sono mancati colpi proibiti.

sabato 13 ottobre 2018

Milano: Flower Party vince anche il Verziere G3, respinta la francese Ficelle Du Houley. Ora il Lydia Tesio G1

"Possiamo fare un giro a coppia, ma non mi passa mai". Apriamo con la dichiarazione a caldo da parte di Dario Vargiu per raccontare la vittoria di Flower Party (Duke of Marmalade) nel Verziere G3 memorial Aldo Cirla. 
Una vittoria arrivata di superiorità, si, ma con brivido finale perchè tanta era la confidenza della saura dopo aver passato di slancio la compagna Lorenda, che non si era quasi accorto che dal centro della pista, lontana, stava finendo come un ossesso Ficelle Du Houley (Air Chief Marshall), cavalla da handicap in Francia allenata da Yannick Barberot, che forse l'ha anche leggermente superata. 
Ma quando Dario Vargiu se n'è accorto ha messo frusta a destra e spinto la sua fino a "percepire" l'avversaria, per farla reagire. Missione compiuta e, appunto, le parole di cui sopra a cui ha aggiunto: "In realtà non è così macchinosa come poteva esserlo prima, ora è matura e consapevole e adesso appena spingi il pulsante parte con un bel cambio di marcia". 

Newmarket e Maisons-Laffitte, ecco il meglio del sabato: Too Darn Hot, un gioco da ragazzi nelle Dewhurst!

Too Darn Hot, troppo dannatamente forte! Il 2 anni di John Gosden ha fatto 4 su 4 risolvendo anche le Darley Dewhurst Stakes G1 sul miglio del Rowley Mile impressionando ancora una volta e regalando a Frankie Dettori (come del resto a Gosden) la prima vittoria della carriera in questa corsa, in una giornata che ha visto altre corse interessantissime proprio tra Newmarket e Maisons-Laffitte di cui parliamo più sotto.
  • Il figlio dei campioni Dubawi e Dar Re Mi ha risolto una corsa che era diventata complicatissima a metà gara, quando davanti Advertise (Showcasing) e soprattutto Anthony Van Dyck (Galileo) non hanno lasciato spazio a nessun tipo di inserimento. E allora è salito in cattedra Frankie che, complice anche una "spallata" da parte di Sangarius (Kingman), ha lanciato il suo dal centro della pista e questo, come nelle precedenti uscite, ha prodotto una accelerazione bruciante, specialmente dai 400 ai 200, grazie alla quale ha messo di passo gli avversari e piazzato un masso di granito tra se e gli altri due.

Mondo del turf, notiziario del 13 Ottobre. Newmarket, America, Australia, stalloni e..Italiani..

Il weekend mondiale è cominciato proprio venerdì con una serie di notizie che un appassionato deve in ogni caso sapere. Continuando a leggere più sotto troverete i risultati dell'ultim'ora nelle grandi corse in Australia nel Royal Randwick e della corsa in erba più ricca al mondo. Parleremo dei nuovi ingressi in razza in Europa e non solo, della prima giornata di Newmarket con il festival dei 2 anni, le news sul Canada e America, e poi la solita spruzzata di italianità con i risultati francesi ed una notizia veramente interessante che riguarda il fratellastro di Sea Of Class. Basta continuare a leggere...
Il notiziario del 13 Ottobre è sponsorizzato dalla RideTech, nuova azienda entrata nel mondo delle corse con una rivoluzionaria novità per i professionisti della sella grazie alle nuove cinghie ultraleggere e super resistenti. Maggiori informazioni cliccando seguendo questo link: https://www.ride-tech.it/shop-1
  • La prima notizia riguarda quanto accaduto venerdì a Newmarket con l'edizione del Fillies' Mile G1 vinto a sorpresa da Iridessa (Ruler Of The World) che ha provveduto a regalare la prima affermazione a livello di G1 per il giovane sire del Coolmore, vincitore del Derby di Epsom G1 nella sua carriera di corse. Iridessa, allenata da Joseph O'Brien, ha seguito il gruppo con in sella Wayne Lordan e poi ha forzato un varco per passare su Pretty Pollyanna (Oasis Dream) e Beyond Reason (Australia), trascinandosi poi Hermosa.

venerdì 12 ottobre 2018

Weekend italiano: Domani Flower Party nel Verziere verso il Lydia Tesio contro 6 staniere. Una inglese nel Pandolfi di Roma

Il fine settimana italiano è tutt'altro che disprezzabile, perchè in programma ci sono un paio di corse, divise tra Milano e Roma, che possono darci utili indicazioni per il futuro. 
Si comincia sabato a San Siro con un programma che include il Verziere G3 memorial Aldo Cirla sulla distanza dei 2000 metri in pista grande per femmine di 3 anni ed oltre. Sono in 9 le femmine al via tra cui Flower Party (Duke Of Marmalade) rientrata impressionando e vincendo per 10 lunghezze nell’Archidamia, che deve rodare la condizione in vista del Lydia Tesio G1 del 4 Novembre prossimo a Roma. Continuando a leggere ulteriori dettagli...

Tattersalls October, finale del Book 1 con Stroud pigliatutto e numeri in crescita. Non bene gli italiani...

È stato un lungo viaggio nella tre giorni del Book 1 delle Tattersalls October Sales, in attesa del Book 2 e del Book 3, ma intanto possiamo tirare qualche somma veloce per concludere il discorso. Le statistiche del 3° giorno sono stati di 130 cavalli venduti per un fatturato di £30,054,000 (-13%) e con gli indici della media e del mediano in calo abbastanza sostanzioso, rispettivamente del -22% e -2%, ma guardando ai dati finali della tre giorni invece c’è un piccolo più alla voce fatturato.
Infatti nel 2018 erano in catalogo nel Book 1 ben 519 cavalli di cui offerti effettivamente 456 e venduti 392 (l’86%), con un “aggregato” di £106,503,000 (+4%) con la media a £271,691 (-7%) ed il mediano a £167,500 (+2%). 
Il dominatore dell’ultima sessione è stato Sheikh Mohammed che ha comprato 7 dei 10 prezzi più alti in catalogo tramite Anthony Stroud della Stroud Coleman Bloodstock, che in generale ha comprato per altri clienti, ma necessariamente i primi due prezzi dell’asta, due femmine da Galileo e Dubawi, entrambe da £1,2 Milioni, sono stati per conto Godolphin.

Quota fissa 2018. Da Gennaio a Settembre raccolti oltre €100M! Ecco i dati Agimeg

Supera i 100,9 milioni di euro la raccolta delle scommesse ippiche a quota fissa effettuata nelle agenzie tra gennaio e settembre del 2018. Milano, secondo i dati elaborati da Agimeg in base a quanto riportato dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha registrato la raccolta più alta: 14,6 milioni di euro in 129 agenzie, per una media di circa 113.700 euro di raccolta per ogni singolo punto. Al secondo posto Napoli, dove la raccolta è stata di 12,6 milioni, ma distribuita su 352 sale e con una media di circa 35.800 euro per agenzia. Completa il podio Roma, dove la raccolta ha raggiunto gli 11,4 milioni di euro (in 211 punti, media di 54.200 euro circa). La performance migliore l’hanno però messa a segno le 8 agenzie di Bolzano: hanno raccolto quasi 215.000 euro a testa. Seguono Grosseto (178.600 euro) e Pisa (145.700 euro)

giovedì 11 ottobre 2018

Mercato: Noblesse Oblige acquistata dal team australiano OTI. Rimarrà in training da Marco Gasparini

Con una trattativa sviluppatasi su 3 continenti, USA, Europa e Australia, la prestigiosa scuderia Australiana di Partnerships OTI ha acquistato il 50% della proprietà della 2 anni Noblesse Oblige
La recente laureata del Premio Eupili Lr (VIDEO QUI) rimarrà in Italia in training da Marco Gasparini a San Rossore con obiettivo il Premio Dormello, Gr3 del 21 Ottobre. «Siamo molto soddisfatti per l'esito della trattativa - ci ha detto Paolo Romanelli della Ital-Cal Horse Management che insieme a Emmanuel de Seroux di Narvick International e Hubie de Burgh ha perfezionato l'acquisto - trattativa resa possibile grazie alla signorilità dimostrata dalla Scuderia Il Girasole e al forte interesse di OTI». Noblesse Oblige fu acquistata per €15,000 alle Selezionate SGA de La Maura dello scorso anno.

Weekend inglese con il Dubai Future Champions Festival. Sabato le Dewhurst con Too Darn Hot vs Sangarius

Il fine settimana che si apre è ricco di qualità, soprattutto in direzione Newmarket dove vivremo la due giorni del Dubai Future Champions Festival sponsorizzato dal Darley con in programma tante corse di Gruppo a partire da venerdì.
La prova certamente più attesa è quella di sabato 13 Ottobre con le Darley Dewhurst Stakes G1 sui 1400 metri nella quale ci sono molte novità di cui tenere conto. Intanto diciamo che sabato il programma prevede, nell'ordine, le Godolphin Flying Start Zetland Stakes (Listed Race) Cl1 (2yo), le Masar Godolphin Autumn Stakes (Group 3) Cl1 (2yo) 1m, le Darley Dewhurst Stakes (Group 1) (Colts & Fillies) Cl1 (2yo), le Dubai £500,000 Cesarewitch Stakes (Heritage Handicap) Cl2 (3yo+ 0-110) 2m2f, le Dubai Life British EBF Boadicea Stakes (Listed Race) (Fillies & Mares) Cl1 (3yo+) 6f e le Darley Stakes (Group 3) Cl1 (3yo+) 1m1f.
Venerdì 12 Ottobre invece, come antipasto, il programma prevede le Newmarket Academy Godolphin Beacon Project Cornwallis Stakes (Group 3) Cl1 (2yo) 5f, le Godolphin Lifetime Care Oh So Sharp Stakes (Group 3) (Fillies) Cl1 (2yo) 7f, le Godolphin Stud And Stable Staff Awards Challenge Stakes (Group 2) Cl1 (3yo+) 7f, il bet365 Fillies' Mile (Group 1) Cl1 (2yo) 1m, il bet365 Old Rowley Cup Handicap (Heritage Handicap) Cl2 (3yo) 1m4f e le Jumeirah Al Qasr Pride Stakes (Listed Race) Cl1 (3yo+) 1m2f. Insomma, tanta qualità nei 2 giorni d'oro a Newmarket con 2 G1 riservati ai giovanissimi.

Tattersalls October: Nuovo record per un puledro, fratello di Too Darn Hot a £3,5M. Oggi passa il fratello di Sea Of Class, ieri male la Biz Bar

Il record 2018 per un puledro, fatto registrare martedì, va subito cancellato per la seconda giornata delle Tattersalls October Yearling Sales che concluderanno il Book 1 nella giornata di giovedì, per passare la mano poi al Book 2 e al Book 3. 
Nella giornata di mercoledì abbiamo toccato un altro picco di questa stagione grazie ai £3,5 milioni spesi dalla Qatar Limited, nel nome di Fahad Al Thani, per il Lot 325, un figlio di Dubawi e Dar Re Mi (Singspiel), cioè fratello pieno di Lah Ti Dar e Too Darn Hot, quest'ultimo sarà protagonista nelle Dewhurst Stakes G1 di sabato prossimo, presentato da Lady Lloyd-Webber del Watership Down Stud. 
Il cavallo era molto attraente e c'era molta aspettativa, tanto che improvvisamente il ring di Tattersalls si è riempito copiosamente di gente, come si evince dalla foto, pronta a gustarsi lo spettacolo a colpi di bid.

mercoledì 10 ottobre 2018

Tattersalls October Yearling: Day del Book 1, record 2018 per un puledro da £3,4M. Oggi passa la Golden Horn e Biz Bar

Grandi aspettative anche quest'anno per il Book 1 di Tattersalls, sono state effettivamente rispettate almeno per ciò che concerne per il prezzo più alto della prima sessione di aste con il top price che ha toccato vertici mai superati prima d'ora, in una sorta di sfida su chi possa esporsi più degli altri. 
A fregarsi le mani, ovviamente, i consignors che hanno fattrici dalle uova d'oro.. nella fattispecie il Newsells Park Stud.
Il primo giorno, nonostante una crescita del fatturato e il numero di 5 cavalli che ha toccato la somma a 7 cifre, uno in più dello scorso anno, ha visto comunque altri indici in leggero calo come la media ed il mediano. 
Nel complesso del Day 1 del Book 1 infatti, c'erano in catalogo 173 cavalli di cui offerti 157 e venduti 133, con un fatturato di £35,505,000 (+5%), la media a £266,955 (-6%) ed il mediano a £170,000 (-15%).

Ministero: Centinaio incontra Associazioni: "Gruppo di lavoro per piano di rilancio"

Si è tenuta ieri, 10 ottobre, al Mipaaft una riunione con le associazioni degli allevatori e dei proprietari convocata dal ministro Gian Marco Centinaio per affrontare alcune problematiche particolarmente rilevanti del settore ippico.
Il confronto si è svolto in un clima di massima disponibilità a trovare le soluzioni alle criticità che interessano l’allevamento ippico. In particolare:

martedì 9 ottobre 2018

Aste: Comincia il Book 1 delle Tattersalls October Yearling Sales. Presente anche un fratello di Sea Of Class

Comincia il libro dei sogni. Da oggi 9 Ottobre e per 3 giorni, dunque fino all'11, è in programma a Newmarket il Book 1 delle Tattersalls October Yearling Sale, l'asta che più di tutte raccoglie la più vasta qualità di cavalli in circolazione in Europa e non solo. 
L'asta, programmata per le 11,00 e che noi proporremo più sotto con il live di Tattersalls, proporrà 519 yearlings tutti inclusi in un bonus di £25,000 secondo lo schema della casa d'aste. 
Ma chi viene alle October non lo fa per poche migliaia di sterline, lo fa per trovare il campione Classico, quello che metterà insieme più G1 nella sua carriera, quello che vincerà le King George e l'Arc de Triomphe G1. Da qui passa tutto il mercato più importante del mondo. 
Ci sono fratelli delle vincitrici Classiche Was (Lot 217) e Just The Judge (Lot 366), sorelle piene dei campioni Kew Gardens (Lot 298) e Capri (Lot 333) e di Too Darn Hot, parenti stretti di Masked Marvel (Lot 186), Legatissimo (Lot 202), Beauty Parlour (Lot 255), Golden Horn (Lot 371), Galileo Gold (Lot 383) ed anche il fratellastro di Sea Of Class (Lot 404), sempre presentato dalla Razza del Velino, e sempre sotto forma di foal sharing che si chiama Honour And Pleasure.

lunedì 8 ottobre 2018

Frankie Dettori racconta le sue sensazioni post Arc: "Era la mia 30° volta all'Arc, ma la più emozionante"

A meno di 24 ore dalla grandissima impresa di Enable nel secondo Arc de Triomphe, in 2 ippodromi diversi, fatto che probabilmente resterà unico nella storia per molti anni, Frankie Dettori ha voluto confessare al Racing Post e alla tv italiana, affidandosi anche ai social, per le sue sensazioni a caldo e a freddo di come ha vissuto la giornata, la corsa ed il post gara. 
Per lui era il sesto Arc, ma soprattutto la consapevolezza di un ragazzo che a 47 anni, quasi 48, trae tutta la sua energia da questo tipo di emozioni che ogni occasione riesce a vivere. Noi le abbiamo raccolte per voi. Buona lettura, e complimenti ancora ad un uomo che ci fa emozionare ogni volta di più.

domenica 7 ottobre 2018

Parigi: Enable replica nell'Arc ed entra nella leggenda! Che finale per Sea Of Class, sfortunatissima..

Che corsa! Che brivido! Che duello! La campionessa Enable (Nathaniel) ha vinto ancora una volta il Qatar Prix de l'Arc de Triomphe (Group 1), stavolta a Longchamp, con un Frankie Dettori impeccabile in sella a sfruttare al massimo lo steccato basso e la tattica vicino alla testa per sfuggire ad un finale incasinato, veemente, incredibile, di Sea Of Class (Sea The Stars) che ha recuperando un mare di lunghezze ed ha preso per mano il vento ma è finita, beffata, ad una cortissima testa dalla campionessa di Juddmonte riuscita in una impresa leggendaria di vincere due Arc di fila, in due ippodromi diversi.
La vincitrice morale è proprio la cavalla allevata dalla Razza del Velino, un pò come Tony Bin nella prima edizione dell'Arc, che purtroppo ha perso per lo steccato pessimo che non le ha permesso di trovare una posizione pulita almeno all'inizio. Speriamo si possa rifare, ma è stata veramente devastante nell'allungo. Il tempo finale è stato di 2m 29.24s (fast by 1.26s).

ParisLongchamp: Live blog dell'Arc Day, corsa dopo corsa. Lili's Candle apre a 30/1! Bene Lagrandecatherine. Colpo Pierantonio Convertino in G1 tra i PSA

Eccoci, siamo alla grande giornata dell'Arc. Corsa dopo corsa faremo il report in una giornata dove sono in programma 7 G1, 5 dei quali li tratteremo in questo post mentre l'Arc avrà uno spazio a parte, ovviamente. Cliccate e aggiornate.
Qui tratteremo Qatar Prix Marcel Boussac - Criterium des Pouliches (Group 1) (2yo Fillies) (Turf), Qatar Prix Jean-Luc Lagardere Sponsorise Par Manateq (Group 1) (2yo Colts & Fillies) (Turf), Prix de l'Opera Longines (Group 1) (3yo+ Fillies & Mares) (Turf), Prix de l'Abbaye de Longchamp Longines (Group 1) (2yo+) (Turf), Qatar Prix de la Foret (Group 1) (3yo+) (Turf). Dunque buona lettura e buona giornata di Arc a tutti!

Mondo del Turf, notiziario del 7 Ottobre. Italiani nel mondo, Longchamp e programmi per il Premio Roma

In questo momento Longchamp è al centro del mondo, un vero e proprio ombelico intellettuale al quale siamo tutti collegati vitalmente. Le ultime news di giornata riguardano il terreno, ancora riportato buono senza che le precipitazioni possano interferire con la bella giornata, quasi primaverile, a Parigi.
I report locali portano una percentuale di possibilità di pioggia per la mattinata vicino al 40%, non un granchè, ed in ogni caso in maniera debole. Insomma, a Longchamp il terreno sarà scorrevole. 
Facciamo il punto della situazione per quanto è accaduto sabato e nei giorni scorsi, con il notiziario del 7 Ottobre, partendo dagli “italians” all’estero.