STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 31 maggio 2014

Solo sesto Hydrogen, il cavallo pagato €3,3 M da yearling. Ha vinto una mezza sorella di George Washington

A Newmarket ieri è arrivato l'atteso debutto del cavallo più pagato alle aste 2012. Hydrogen (Galileo), per il quale sono state sborsate £2,6 milioni (circa €3,3 milioni) però è arrivato solo sesto nelle Lloyds Bank Commercial Maiden Stakes (Class 5) sul miglio e mezzo. Il cavallo allenato da Peter Chapple-Hyam, dopo qualche contrattempo, ha finalmente visto la pista ma i risultati sono stati davvero scarsi. David Redvers, manager della Qatar Racing che ne detiene la proprietà, ha detto che Hydrogen a breve correrà un'altra maiden avendo raggiunto quella integrità fisica che finora gli è mancata. Era favorito, non si è piazzato, ma a vincere la maiden è stata una cavalla comunque dal pedigree notevole. Ha vinto la William Haggas Wonderstruck (Sea The Stars), mezza sorella del campione e sfortunato stallone George Washington (Danehill), che aveva in sella Lanfranco Dettori ed ora punta decisa verso le Ribblesdale G2 di Ascot, dove potrebbe trovare Final Score (Dylan Thomas), vincitrice delle nostre Oaks. Il video della maiden cliccando QUI.

Galoppo italiano: Domenica a Milano Nogara e Merano, a Roma lunedì Giubilo e Perrone. Rosendhal in Germania..

Tra domenica e lunedì c'è tanta Italia. A Capannelle il 2 Giugno andrà in scena il convegno con protagonisti i 2 anni della generazione 2012, con l'Alberto Giubilo per i maschi e l'Alessandro Perrone per le femmine a reggere il cartello sui 1100 metri in pista dritta. Negli ultimi anni sono corse che hanno lanciato cavalli come Golden Titus (Titus Livius), Le Vie Dei Colori (Efisio) e Vedelago (Red Clubs). Tra le femmine ancora meglio: Rolly Polly (Mukaddamah), Miss Vegas (Efisio) sono due esempi, Tuttipaesi (Clodovil) ne è un altro mentre l'ultima a vincere nel 2013 è stata Omaticaya (Bernstein), poi piazzata nel Primi Passi G3, nel Papin G2 e recentemente vincitrice del Tudini G3 ed in corsa per correre il Prix de Ris-Orangis G3 sui 1200 a Deauville a fine mese prossimo. L'edizione di quest'anno vede al via Fontanelice (Vale Of York) tra le favoritissime.

Derby nel mondo: Domenica a Chantilly il Prix du Jockey Club, a Tokyo va in scena il Tokyo Yushun

In Italia si sono già disputati Derby ed Oaks, all'estero la stagione dei 3 anni sta entrando nel vivo proprio nel periodo. Domenica a Chantilly c'è il Prix du Jockey Club G1, il Derby francese sui 2100 metri (c'è chi considera ancora il Paris G1 sui 2400 di Luglio il vero Derby..) e ad una settimana da quello inglese si corre quello Giapponese. Parliamo della Francia e dei nomi da seguire. Uno dei più attesi è Prince Gibraltar (Rock Of Gibraltar), vincitore del Criterium de Saint-Cloud G1 impressionando a due anni, è rientrato vincendo molto bene il Prix Greffulhe G2 davanti ad Earnshaw (Medaglia D’Oro) e Nolohay (Dubawi) che ritroverà domenica. Il figlio di Rock Of Gibraltar (Danehill) è allenato da Jean Claude Rouget, già vincitore di questa corsa con Le Havre (Noverre) nel 2009, che presenterà anche Gonna Run (Hurricane Cat). A proposito di Giappone c'è il Japanese bred Karakontie (Bernstein), vincitore del Prix Jean-Luc Lagardere G1 a due anni e poi vincitore della Classica francese, le Poule d’Essai des Poulains G1.

Approvato il calendario nazionale delle corse per il mese di Giugno 2014 in Italia

All'alba del 31 Maggio, è arrivato il calendario corse di Giugno 2014. Per quanto riguarda il galoppo tante variazioni ed un taglio abbastanza netto delle giornate. Ecco il calendario completo come diffuso dal nostro veloce Ministero, clicca su questo LINK: Decreto n. 43564 del 30/05/2014. Approvazione del calendario nazionale delle corse per il mese di giugno 2014 (.pdf - 386,44 kB )
Per fare ordine dividiamo le giornate per ippodromo: MILANO (1, 2, 7, 8, 14, 15, 21, 22, 28, 29), MERANO (1, 9, 15, 22, 29), FIRENZE (5, 12), GROSSETO (4, 11, 18, 25), ROMA (2, 6 e cancellata la giornata del 10 ad iscrizioni fatte), NAPOLI (13, 17, 20, 24, 27), SIRACUSA (2, 7, 14, 21, 28), TAGLIACOZZO (22, 29), SASSARI (12, 19, 26).
Di seguito la lista dei Premi da non perdere nel mese:
1 Giugno a SAN SIRO: Premio Merano Lr, Premio Nogara Lr
2 Giugno a CAPANNELLE: Alberto Giubilo Lr, Alessandro Perrone Lr, Tullio Mei HP, Aldo e Renato Ricchi Hp, Tor Di Valle Hp
8 Giugno a SAN SIRO: GP Milano G1, Premio d'Estate Lr, Bersaglio Lr, Trenno Hp.
15 Giugno a SAN SIRO: Royal Mares Lr, Vittorio Crespi Lr
22 Giugno a SAN SIRO: Mario Incisa, Gp D'Italia Lr, Paolo Mezzanotte G3
29 Giugno a SAN SIRO: Primi Passi G3, Lombardia Hp, De Montel, Del Giubileo, Mantovani Lr.

venerdì 30 maggio 2014

Verso il Derby di Epsom: Aidan O'Brien enigmatico parla di Australia, sale la candidatura di Geoffrey Chaucer..

Intanto mancano solo 8 giorni all'Investec Epsom Derby G1. Ma se tutto sembrava già scritto con un favorito quale Australia (Galileo) all'apparenza imbattibile contro una serie di cavalli che ancora non si sono manifestati in maniera evidente, cominciano a sorgere i primi dubbi riguardo anche la semplice ed eventuale partecipazione. Saranno solo dichiarazioni di facciata, legati al tema delle scommesse, ma ci sono molti elementi che inducono molte riflessioni. Nei giorni scorsi ci ha pensato John Magnier a sostenere la candidatura del figlio di Galileo e Ouija Board. Il Supremo del Coolmore ha dichiarato che Ballydoyle sarebbe sorpreso se Australia non vincesse il Derby..a queste dichiarazioni però hanno fatto da contraltare la freddezza ed una forma di nervosismo malcelato da parte di Aidan O'Brien che, in occasione del Breakfast with the Stars di giovedì mattina ad Epsom, ha gettato i primi semi del dubbio dichiarando che Australia preferirebbe un terreno assolutamente buono ed un eventuale morbido non garantirebbe la prestazione che ci si aspetta: i Bookmaker hanno reagito "driftando" la sua quota fino 11-10 (in realtà solo Betfair nelle ultime ore ha modificato lievemente al ribasso) ma tutto si saprà con certezza venerdì prima della corsa. Per Aidan O'Brien è stato il primo report per certi versi negativi riguardante Australia, e pensare che anche la rivelazione del fatto che avesse tossito fino a qualche settimana dalle 2000 Ghinee (dove è poi finito terzo) era stato considerato quasi irrilevante dal team....

Sandown: Brown Panther convince nelle Henry II Stakes e punta ad Ascot, Sharestan rientra bene nelle Brigadier Gerard

Ieri a Sandown si sono disputati trials interessanti per tutti i segmenti di età. Brown Panther (Shirocco), recentemente in vista nelle Ormonde Stakes G3 di Chester, ha aggiunto un'altra vittoria di Gruppo nel suo palmares riportando le Henry II Stakes G3 del giovedì in serale sui 3200 metri. Il progressivo sei anni da Shirocco (Monsun), di proprietà di Michael Owen, ben supportato al betting è emerso nell'ultimo furlong per disporre bene di High Jinx (High Chaparral) con mezza lunghezza di margine con Richard Kingscote in sella. Brown Panther in pratica ha rifinito bene per poter ambire a fronteggiare altri stayer nella Gold Cup G1 del Royal Ascot, una tappa intermedia in vista di quello che potrebbe essere l'obiettivo primario e cioè il ritorno in Australia per la Melbourne Cup G1 di Novembre, una corsa dove è finito decente decimo lo scorso anno. IL VIDEO DELLE HENRY II STAKES QUI.
In programma, come da tradizione, c'erano anche le Brigadier Gerard Stakes G3 con soli 5 cavalli previsti e con relativi 2 ritiri rimasti in 3 al via ma un finale acceso nel quale è emerso Sharestan (Shamardal) riuscito a prevalere per un muso nei confronti di Sheikhzayedroad (Dubawi), con al terzo ad un paio di lunghezze Top Notch Tonto (Thousand Words) che provava ad allungare. Il vincitore, che aveva in sella Kieren Fallon secondo le ultime indicazioni Godolphin per quanto riguarda il fantino, è un sei anni che ama correre fresco tanto che ha sempre sbagliato poco al rientro. Per il cavallo dello Sceicco missione Hardwicke G2 ad Ascot oppure Eclipse Stakes G1 sempre a Sandown ad inizio Luglio. IL VIDEO DELLE BRIGADIER GERARD STAKES QUI.

mercoledì 28 maggio 2014

Night Of Thunder e Kingman in corsa verso le Sussex Stakes G1. Ecco gli altri miler in lizza per Goodwood

L'ippodromo di Goodwood si appresta a vivere un'altra edizione delle Qipco Sussex Stakes G1 scintillante, tra i migliori miler della stagione che si incontreranno nel meeting del Glorious Goodwood. Il duello che si sta accendendo riguarda Kingman (Invincible Spirit), vincitore delle 2000 Ghinee irlandesi, e Night Of Thunder (Dubawi), vincitore delle 2000 Ghinee inglesi. Solo li capiremo se la sconfitta inattesa a Newmarket si è rivelata veritiera oppure solo un passo falso di Kingman sul Rowley Mile. Tra i 28 iscritti illustri ci sono anche Verrazano (More Than Ready), recente terzo con molte recriminazioni nelle Lockinge Stakes G1. Richard Hannon ha come da previsione iscritti Olympic Glory e Toronado. Soft Falling Rain, non sicuro di andare al Royal Ascot, potrebbe rappresentare Mick de Kock.

Allevamento: Danehill Dancer va in pensione. Il figlio di Danehill, champion sire, ha funzionato per €115,000. Ha 21 anni

Il Coolmore sfoltisce: Dopo la vendita di Duke Of Marmalade è una notizia delle ultime ore quella che riguarda il pensionamento dalle attività riproduttive del champion sire europeo Danehill Dancer (Danehill), 21 anni, residente presso l'allevamento irlandese. Le motivazioni risiedono nella diminuzione negli scorsi mesi dellla sua fertilità, dovuta proprio all'età: Nel 2014 non ha ingravidato nessuna fattrice... Acquistato da yearling per Ir38,000gns, Danehill Dancer è prodotto di Danehill (Danzig) e Mira Adonde (Sharpen Up) frutto di un incrocio molto consistente: ha vinto le Phoenix Stakes G1 e le National Stakes G1 a due anni per conto di Neville Callaghan. Inizialmente ritirato in razza come una proposta alternativa a suo padre e come scelta economica e veloce, il primo tasso di monta è stato di Ir£4,000 nel 1998 e nel giro di 10 anni dopo aver prodotto bene il suo tasso era salito fino ai €115,000 del 2007 e 2008. Danehill Dancer, sebbene forse sia stato molto sopravvalutato in rapporto alle fattrici coperte (anche se i risultati sono stati molto buoni), tutto sommato ha prodotto 266 stakes performers, 82 vincitori di Gruppo e cui 17 a livello di G1. I suoi migliori esponenti in corsa, che continueranno la sua linea in razza, sono Choisir, Where Or When ed i vincitori Classici Again, Dancing Rain, Mastercraftsman e Speciosa. Mastercraftsman in particolare ha vinto le Irish 2,000 Guineas G1 le St James's Palace Stakes G1 ed ha battagliato contro cavalli buonissimi: In razza da poco è stato subito Champion First Season Sire. Altri suoi figli come Jeremy e Monsieur Bond hanno cominciato bene in razza.

Allevamento: Lo stallone Duke Of Marmalade venduto in Sudafrica. Ciao Coolmore, funzionerà per il Drakenstein Stud

Il Drakenstein Stud in Sudafrica ha annunciato nei giorni scorsi di aver acquistato il campione e stallone Duke Of Marmalade (Danehill), 5 volte vincitore a livello di G1, in una trattativa mediata dalla Blandford Bloodstock con il Coolmore. Duke Of Marmalade, 10 anni figlio di Danehill (Danzig) con mamma da Kingmambo (Mr Prospector) di una famiglia femminile molto buona, per ora ha in giro 3 annate di produzione con 23 stakes performers capeggiati dalla femmina Venus De Milo che lo scorso anno ha vinto in G3 e si è piazzata nelle Irish Oaks G1 e Yorkshire Oaks G1. Della progenie italiana c'è So Many Shots, piazzata di Oaks G2 d'Italia, ma in generale su Duke ci sono delle aspettative allevatorie soprattutto per quanto riguarda il ruolo di padri di fattrici.. e non a caso i suoi migliori prodotti sinora sono soprattutto femmine. Duke Of Marmalade è mezzo fratello del campione Ruler Of The World (Galileo), vincitore di Derby, e come detto della sua famiglia fanno parte anche A.P. Indy e Lemon Drop Kid. Duke a tre anni non era ancora un cavallo solido, nonostante ciò si è piazzato in ottimi contesti: A 4 l'esplosione in una stagione da top-class older performer, nella quale ha riportato 5 vittorie a livello di G1 incluse le King George VI and Queen Elizabeth Stakes e le Juddmonte International. Il Drakenstein Stud che ospiterà Duke, ha nel suo roster anche stalloni del calibro di Trippi (End Sweep), Horse Chestnut (Fort Wood), Philanthropist (Kris S) e What A Winter (Western Winter). 

lunedì 26 maggio 2014

Tokyo: Nuovo Record batte Harp Star in un finale intenso del Yushun Himba (Oaks Giapponesi). Obiettivo Arc immutato..

In Giappone, a Tokyo, sono andate in scena le Yushun Himba (Oaks Giapponesi) G1 da ¥224,760,000 sui 2400 metri ed il risultato è stato sorprendente. A vincere è stata Nuovo Record (Heart's Cry), stavolta riuscita a resistere ai soliti affondi di Harp Star (Deep Impact) subita due volte nel Tulip Sho G3 e nelle Oka Sho (1000 Ghinee Giapponese). A far la differenza questa volta un percorso pulito per la figlia di Heart's Cry (Sunday Silence) montata da Yasunari Iwata sempre per corsie interne utilizzando un minimo di cervello in uno schema deciso a tavolino con il trainer Makoto Saito, ed allo stesso tempo tattica ancora una volta suicida di Harp Star che stavolta non è riuscita nell'impresa. La figlia di Deep Impact (Sunday Silence) corre così: Ultima, stavolta si è messa penultima, e quando entra in retta spara una progressione ai limiti del sovraequino. Stavolta Yuga Kawada ha fatto harakiri, o meglio ha scherzato con il fuoco ed è rimasto bruciato perchè Harp Star è si finita fortissimo con una frazione di 600 metri in 33,6s contro i 34,2s della avversaria, con la solita valanga di lunghezze recuperate dall'esterno di tutti e partendo da casa di dio, in una corsa con neanche troppa andatura. Ma correre in questo modo, a volte può diventare proibitivo in un campo con 18 cavalle al via. Giudicate voi. IL VIDEO DEL YUSHUN HIMBA (JAPANESE OAKS) CLICCANDO QUI. IL RISULTATO COMPLETO CLICCANDO QUI.

Francia: Cirrus Des Aigles colpisce ancora! Suo anche il Prix d'Ispahan, è la 20° vittoria in carriera. Male Olympic Glory, solo quarto. We Are vince il Saint-Alary porta in su il Derby Italiano..

Un paio di risultati importanti dalla Francia: Il cavallo di una vita Cirrus Des Aigles (Even Top) ha ottenuto la sua vittoria numero 20 in carriera, per oltre €6 milioni vinti, che ha riportato finalmente il Prix d’Ispahan G1 sui 1850 metri di Longchamp, sotto la spinta di colui che lo interpreta sempre al meglio: Christophe Soumillon. Il castrone di 8 anni, allenato da Corine Barande-Barbe, ha dato seguito alla brillante affermazione nel Ganay G1 dove dispose di Treve, battendo il Freddy Head Anodin (Anabaa), con al terzo Pollyana (Whipper). Nulla da fare per Olympic Glory (Choisir), a corto di fiato sui lunghi 1850, e un filo stanco dopo le fatiche della scorsa settimana a Newbury nelle Lockinge Stakes G1 dove vinse molto bene. Non si capisce molto bene questa mossa da parte dei Qatarioti, ma forse nell'ottica di investimenti in quel di Longchamp (stanno contribuendo al rifacimento dell'ippodromo parigino del quale abbiamo parlato settimane fa) volevano vitalizzare un Ispahan altrimenti un pò debole, rimpolpando oltre a Cirrus con un altro campione. Cirrus Des Aigles invece non smette di stupire, è andato davanti e nemmeno ha faticato troppo finendo in 1m 57.98s (slow by 4.98s). Ora si parla del prossimo obiettivo che pare essere la Coronation Cup G1 di Epsom, fra un paio di settimane. IL VIDEO DELL'ISPAHAN CLICCANDO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Poco prima a Longchamp, una spinta per il nostro Derby è arrivata dalla vittoria di We Are (Dansili) nel Prix Saint-Alary G1.

Irlanda: Noble, missione compiuta. Il fratello di Frankel vince la Tattersalls Gold Cup G1. Marvellous tra le femmine..

Galoppo in giro per il mondo. La giornata di ieri ha dato parecchie risposte importanti e positive, anche per il nostro movimento. In Irlanda si è celebrata la continua trasformazione di Noble Mission (Galileo) progredito ancora nella stagione ed andato a segno per la prima volta a livello di G1 nella Tattersalls Gold Cup al Curragh. Missione compiuta, diremmo utilizzando una cosa che hanno pensato un pò tutti. Il fratello ex scemo di Frankel finalmente degno di questa famiglia dopo che nella giornata di sabato la sorellina del campionissimo, Joyeuse (Oasis Dream), aveva vinto una Listed ad Haydock sui 1200 metri. Noble Mission, quest'anno già vincitore delle Gordon Richard Stakes G3 e delle Huxley G2 a Chester, era stato supplementato per la massima prova per anziani in Irlanda, giustificando tutti i €21,000 spesi per farlo entrare nei rimasti da parte di Lady Cecil..

San Siro: Final Score fa la storia nelle #Oaks d'Italia. La saura della Effevi succede a Cherry Collect e Charity Line nell'albo d'oro della Classica al femminile. Podio tutto a tinte Botti, con Scighera e So Many Shots alle piazze. Nel Vittadini colpo d'autore di Priore Philip, battuto Verdetto Finale e terzo Passaggio

È storia! Tris! Botti, Botti, Botti!! Siamo pieni zeppi di esclamazioni per esaltare la giornata delle Oaks G2 a Milano, e tutti i titoli sono buoni. La imbattuta Final Score (Dylan Thomas) ha scritto un pezzo di storia dell'ippica mondiale completando un tris storico di vittorie nelle Oaks per Felice Villa, Stefano Botti, Fabio Branca e soprattutto per sua madre Holy Moon (Hernando), che per la terza volta di seguito ha piazzato una sua figlia sul gradino più alto del podio nella Classica al femminile dopo Cherry Collect (Oratorio) nel 2012 e Charity Line (Manduro) nel 2012, e regalando allo stallone Dylan Thomas (Danehill) un doppio Classico dopo il Derby, vinto da Effevi. Cherry era esile nel fisico ma dotatissima di spunto, mentre Charity (iscritta alle Pretty Polly G1 del Curragh a fine Giugno) aveva più mole ed era più forte fisicamente: Final rappresenta il meglio delle due sorelle in termini di speed e fisico, ma il risultato non è stato così schiacciante come nei due anni precedenti. Final Score è partita da uno steccato largo da una posizione scomoda, Fabio Branca ha approfittato di un momento in cui l'andatura non era importante per andare vicino alla testa senza spendere tanto (mossa di cui sono capaci solo i fantini dotati di freddezza algida) e quando è entrata in dirittura, seguendo le mosse di Finida (ancora Atzeni per poco vicino al colpaccio) ha avuto un momento di defaillance quando ai 400, presa improvvisamente in velocità nella morsa stretta da Finidaprest (Dylan Thomas) e Scighera (New Approach) al suo interno e So Many Shots (Duke Of Marmalade) con Elektrum (High Chaparral) che era passata al suo esterno: Colpo di scena: si la trama si stava infittendo e si stava materializzando un epilogo tutt'altro che scontato quando all'improvviso è arrivata la svolta: Fabio Branca l'ha presa dura e la saura con 1000 leoni nel cuore ha risposto coraggiosamente dando il primo calcio alla pietra che è rotolata a valle in spinta. Vittoria! Storia! L'ha risolta di prepotenza, con gli occhi da cerbero. Al secondo posto l'altra saura della Rencati, al terzo l'avversaria più coriacea, con al quarto Finidaprest che se l'era fatta davanti e al quinto Elektrum comunque bene dopo un attacco un filo anticipato. Sesta è finita Vallecupa (Mujahid), che ha avuto il percorso peggiore di tutti finendo per filtrare per corsie interne. Tempo finale di 2m 14.50s, non male sullo scorrevole di ieri ma nemmeno eccezionale. Foto per concessione Stefano Grasso Group (www.stefanograsso.it), sul sito il fotoracconto della giornata. IL VIDEO DELLE OAKS D'ITALIA CLICCANDO QUI. IL RISULTATO COMPLETO CLICCANDO QUI.

sabato 24 maggio 2014

Curragh: #Kingman facile nelle Irish 2,000 Guineas, battuto di 5 Shifting Power. Obiettivo St James Palace Stakes..

Tutto come da copione. Al Curragh sono andate in scena anche le Tattersalls Irish 2,000 Guineas G1 sul miglio dove è stato tutto davvero molto semplice per Kingman (Invincible Spirit), facile alla meta da favorito a 4/5 (ma valeva anche di meno) che con il suo solito cambio di marcia, sul terreno reso morbido dalle piogge dei giorni scorsi (ma poi diventato molto compatto), ha fatto una sorta di canter di salute tenendo ad ampio distacco Shifting Power (Compton Place), già quarto nelle 2000 Ghinee di Newmarket, con al terzo Mustajeeb (Nayef). John Gosden, che aveva manifestato anche l'intenzione di ritirare il suo a causa di un terreno che pian piano si è asciugato, ha espresso soddisfazione per una prestazione tutto sommato attesa del portacolori di Khalid Abdullah. In fondo il Curragh con la sua curva ed un percorso meno difficile di Newmarket, era abbastanza "suitable" per il figlio di Invincible Spirit (Green Desert) che l'ha risolta con uno scatto solo, senza nessun problema. Quarto è finito, ad ampio distacco dal terzo, il Coolmore Johann Strauss (High Chaparral) con Josh O'Brien in sella in sostituzione di M. C. Hussey, poichè la sua candidatura primaria War Command (War Front) è stato ritirato qualche ora prima della corsa a causa del terreno troppo morbido secondo un gradimento non accettato dal cavallo di comproprietà di Joseph Allen che molto probabilmente vedremo più avanti su un fondo compatto. IL RISULTATO COMPLETO QUI. IL VIDEO DELLE TATTERSALLS IRISH 2000 GUINEAS QUI.

First Crop Sires: Primo vincitore per Rip Van Winkle, è Jeanne Girl (allevata Eugenia Farm) vincitrice al Curragh

Lo stallone del Coolmore Rip Van Winkle (Galileo) è entrato nel marcatore con il primo rappresentante vincitore nella giornata, grazie ad una sua figlia che si chiama Jeanne Girl che nella giornata di sabato, migliorando rispetto il sesto posto del debutto, ha vinto una affollata maiden sui 1200 metri del Curragh. Jeanne Girl è allenata da Jessica Harrington per Richard Galway, che tramite intermediari l'ha acquistata alle Goffs Orby Sale per €26,000. Si tratta di una cavalla che ha molte note di italianità: E' infatti allevata dalla Eugenia Farm del signor Pianca ed è prodotto della fattrice Sister Golightly (Mtoto), mezza sorella di Rajeem (Diktat) vincitrice di Falmouth Stakes G1. Sister Golightly è già madre di Jack Boy (Hawk Wing) che in Italia si è piazzato in Listed, ed Erbonne Girl (Redback), vincitrice seriale in Italia. Sister Golightly purtroppo non è più di proprietà della Eugenia, poichè venduta proprio a Febbraio durante Goffs February Sale andata a Charlie Gordon-Watson per €22,000. 
Del padre conosciamo quasi tutto: Rip Van Winkle, allevato da Roberto Brogi, è stato un campione oltremanica. Allenato da Aidan O'Brien ha vinto 5 corse tra cui le Tyros Stakes G3 a due anni, le Sussex Stakes G1 e le Queen Elizabeth II Stakes G1 a 3 anni e le Juddmonte International Stakes G1 a 4 anni. Una delle sue prestazioni memorabili è stata la corsa data a Sea The Stars (Cape Cross) in occasione del confronto nelle Eclipse di Sandown. Rip Van Winkle funziona al Coolmore, al fianco di suo padre Galileo, al tasso di €20,000.

Goresbridge Breeze-Up Sale da segno positivo e top price a €125,000. Italiani molto attivi, acquisti per il 20% dei venduti

Ieri in Irlanda si sono tenute le Goresbridge Breeze-Up Sale che hanno avuto un riscontro positivo su tutti gli indicatori utili: In catalogo erano presenti 183 lotti, ne sono stati venduti 163 (l'89%) con un fatturato totale di €3,470,200 (+44%), con la media a €22,474 (+26%) ed i mediani a €14,000 (+27%). Non è stato raggiunto il prezzo record dello scorso anno di €145,000 ma ne sono stati spesi €125,000 per un figlio di Astronomer Royal (Danzig), vincitore delle 2000 Ghinee francesi, che è stato il top della sessione. Molti italiani presenti, ma vale la pena parlare dei prezzi più alti realizzati: Come detto il top price è stato un buon affare per chi ha venduto, infatti il puledro in oggetto era stato acquistato per €12,000 da yearling lo scorso autunno in Francia. Ad acquistarlo stavolta è stato Adam Driver per conto della Global Equine Group, che ha messo d'accordo tutti gli acquirenti interessati. Il secondo prezzo più alto della sessione è stato realizzato per un figlio di Scat Daddy (Johannesburg) acquistato per $100,000 da Jamie Osborne, che agiva per conto di Michael Buckley, proprietario di Toast Of New York, vincitore del Derby UAE e speranza per Epsom. Da puledro era stato acquistato per $25,000 alle Keeneland dello scorso Settembre.

giovedì 22 maggio 2014

Weekend europeo: Sabato al Curragh #Kingman nelle 2000 Ghinee irlandesi, domenica Olympic Glory vs Cirrus Des Aigles nel Prix Ispahan a Longchamp

Si delineano i campi partenti in vista del weekend europeo. Di San Siro e le Oaks riferiamo a parte, per il resto sabato potremo assistere alla partecipazione di Kingman (Invincible Spirit) nelle Tattersalls Irish 2000 Guineas G1 in programma sabato 24 Maggio al Curragh. Kingman è il favorito logico di una corsa che vedrà al via 14 cavalli secondo la dichiarazioni partenti di questa mattina (cliccando QUI). In accordo con Khalid Abdullah, il racing manager Teddy Grimthorpe ha descritto la condizione del cavallo allenato da John Gosden raccontando di come sia uscito bene dal secondo posto nelle 2000 Ghinee inglesi alle spalle di Night Of Thunder, battuto in precedenza nelle Greenham che invece è dirottato verso le St James's Palace Stakes G1 del Royal Ascot. Le condizioni del terreno attualmente dicono "yielding", pesante, e come minimo rimarrà morbido. Quindi luce verde sulla candidatura del portacolori Juddmonte. Tra quelli che avrà contro ci sarà War Command (War Front), già battuto bene a Newmarket, e Shifting Power (Compton Place), quarto a Newmarket, supplementato per l'occasione da Richard Hannon. 

Road to Epsom Derby: Sono 28 i rimasti iscritti all'ultimo forfait. Lista capeggiata da #Australia, ecco i più attesi..

Un totale di 28 cavalli, rappresenta l'elenco dei 3 anni rimasti iscritti al Derby di Epsom G1 del 7 Giugno prossimo. La lista è capeggiata dal favorito Australia (Aidan O'Brien), attualmente proposto a 4/6. Il figlio di Galileo, vincitore di Derby nel 2001, e della campionessa Ouija Board, Oaks winner nel 2004, qui di fianco in una foto per concessione www.racingpost.com, è arrivato terzo nelle 2000 Ghinee di Newmarket alla ricomparsa stagionale. Aidan O'Brien, che cerca la terza affermazione consecutiva nel blue ribbon ed il quarto in assoluto, è rappresentato anche da altri 6 cavalli rimasti negli iscritti: C'è il vincitore del Chester Vase G3 Orchestra (12/1), il vincitore delle Dee Stakes Kingfisher, poi Geoffrey Chaucer (12/1) terzo nel Derrinstown Stud Derby Trial third, poi il secondo del Prix Hocquart Adelaide e Gypsy King.
John Gosden, vincitore nel 1997 con Benny The Dip, sarà rappresentato dal secondo favorito Western Hymn (High Chaparral), imbattuto in 3 uscite, rientrato con una vittoria nel Classic Trial G3 di Sandown del 25 Aprile. Un altro trial winner rimasto ingaggiato è Snow Sky, che ha vinto quello di Lingfield, rimasto iscritto per Sir Michael Stoute anche se Lord Grimthorpe, manager di Khalid Abdullah, ha detto che c'è l'opzione King Edward Stakes G2 ad Ascot.

Se n'è andato Mark Of Esteem, 21 anni, uno dei migliori miler di Sheikh Mohammed che contribuì al Magnificent Seven di Frankie Dettori ad Ascot

Il Darley ha annunciato nella giornata di ieri la dipartita del champion miler e sire Mark Of Esteem (Darshaan), eutanasizzato dove era pensionato a causa di problemi degenerativi derivanti dall'età. Il baio, che aveva 21 anni, ha avuto un ruolo molto importante nell'industria delle corse, dell'allevamento e della comunicazione. Ha cominciato la carriera sotto le cure di Sir Henry Cecil e a due anni ha vinto 2 corse da imbattuto, poi è stato successivamente acquistato da Sheikh Mohammed che lo ha affidato a Saeed bin Suroor crescendo ulteriormente per diventare un campione vero ed uno degli eroi in blue: Mark Of Esteem è diventato infatti Champion Miler nel 1996 dopo le vittorie nelle 2000 Ghinee G1, il Celebration Mile, prima di produrre una scintillante prestazione nelle Queen Elizabeth II Stakes battendo Bosra Sham, e contibuendo a regalare la terza gamba del ‘Magnificent Seven’ ottenuto da Lanfranco Dettori proprio in quel Settembre. Frankie, non potendo portarlo a casa per ovvi motivi (cosa che fece invece con Fujiyama Crest che vinse proprio la settima corsa per Lanfranco ed è attualmente nel suo giardino), gli fu comunque molto grato.
Quel giorno Mark Of Esteem

USA: California Chrome è arrivato a New York, verso le Belmont Stakes e la Triple Crown. Accordato l'uso dei nasal strips

Alle 10,43 di martedì mattina, è cominciata ufficialmente l'avventura di California Chrome, arrivato a New York, con missione Triple Crown. Ad attendere il mega van del campione di Steven Coburn & Perry Martin tantissimi media che hanno documentato la giornata di quello che potrebbe diventare il primo cavallo dopo Affirmed nel 1978 a vincere la triple crown americana se il 7 Giugno prossimo passerà anche l'esame delle Belmont Stakes G1, sui 2400 metri. Prima di lui ci sono riusciti in 11, dopo di lui hanno tentato 12 candidati vincitori di Kentucky Derby e Preakness Stakes che però hanno incontrato sulla propria strada la fatica, i metri eccessivi, la pressione, un avversario più forte o semplicemente la sfiga. Di fianco trovate la tabella di quelli che dopo il 1978 sono andati vicino a vincere la triplice non riuscendoci..i famosi "near misses". 
L'anatema potrebbe essere spezzato da un cavallo semplice, umile, non nato nella porpora, ma che sa muovere le gambe velocemente. Vedremo come andrà a finire, ma nei giorni scorsi ha tenuto banco un dibattito in America: Strip nasale oppure no? California Chrome ha vinto sempre con il famoso cerottone che aiuta la respirazione, anni fa usato anche dagli uomini, e che inevitabilmente ha sollevato un polverone prontamente innaffiato dalla decisione della NYRA (New York Racing Association) che ha dato il permesso all'uso del cerotto dopo un consulto con il Dottor Scott Palmer, direttore medico veterinario della Commissione ippica di New York, il quale ha comprovato che l'utilizzo dei nasal strip facilita si la respirazione, ma non altera la prestazione e dunque non è da considerarsi doping. Potrebbe essere considerato dopante se, per esempio, sotto al cerotto si mettessero delle sostanze non legali. Ma queste sono leggende metropolitane, non si sa con quale fondamento di verità.

mercoledì 21 maggio 2014

Milano: Verso le #Oaks d'Italia G2 di domenica 25 Maggio a San Siro. In giornata anche il Vittadini, ecco le ultime..

E' già tempo di Oaks. Ad una settimana di distanza dal Derby si disputano le Oaks d'Italia a San Siro domenica 25 a Milano, una giornata mediaticamente ben proposta con il trofeo Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport. Dress Code d'obbligo in rosa. Ultime news: Stefano Botti correrà a 4 punte, con Donna Prassede, la favoritissima Final Score, colori Effevi ad una settimana dalla vittoria nel Derby e alla ricerca della terza vittoria consecutiva nelle Oaks, poi la cofavorita So Many Shots che ha vinto benissimo il Baggio G3 e Scighera. Bruno Grizzetti proporrà un duo guidato da Finidaprest e Fair Dubawi, da Roma saliranno Vallecupa ed Hurrimera, da Milano pronte a sorprendere anche Vague Nouvelle, vincitrice di Regina Elena G3 per il team Incolinx-Biondi e pronta al salto, con Daring Life che è migliorata corsa dopo corsa. Dalla Francia scenderà Elektrum, Ecurie Magenta, per Alessandro Botti ed in procinto anche Oryetta, colori Dormello Olgiata e training Botti France. C'è una tedesca rimasta, si chiama Nauka ed è allenata da Markus Klug, di proprietà del Gestut Rottgen.. Ecco le rimaste al netto di eventuali supplementazioni..

martedì 20 maggio 2014

L'ANGOLO DEI #PRONOSTICI DEGLI UTENTI DI #MONDOTURF. CAPANNELLE martedì 20 Maggio

È il post più visitato. Diamo spazio e voce ai vostri pronostici sui maggiori e principali campi di galoppo, secondo lo schema de LA SINGOLA DEL GIORNO, IL MULTIPLO o segnalazioni MULTIPLE da scegliere singolarmente ed il "CLAMOROSO" o meglio, un cavallo a quota troppo alta rispetto alle possibilità. Noi diciamo la nostra mentre VOI UTENTI proponete quale, secondo il vostro intuito, potrà essere la più remunerativa scommessa della giornata in base alle quote fisse in apertura oppure al totalizzatore.
Si tratta di un modo per cercare di condividere il più possibile le idee di tutti i visitatori. In questa occasione ci concentriamo con domenica 20 MAGGIO ROMA CAPANNELLE (partenti ufficiali cliccando QUI).
Se non avete un conto gioco, potete registrarvi con SNAI che offre bonus di benvenuto e promozioni!

Potete usare come per HIPPOWEB, qualora non aveste un account, le seguenti credenziali: nome utente e password: mondoturf
Ecco le nostre segnalazioni ed i nostri suggerimenti, tu piuttosto di la tua. Vuoi condividere la tua idea? Ecco come si fa: Commentare è semplice, basta inserire il commento in fondo al post e alla domanda "commenta come" inserisci la modalità: Anonimo, via account Google, con un nome qualsiasi e in altre modalità proposte. Se sei interessato a leggere, consultare e dire la tua.. clicca sul tastino qui in basso....

Il bello della domenica in giro per il mondo tra le Ghinee tedesche, un buonissimo rientro irlandese e tutto l'Oriente..

Non c'è stato solo il Derby italiano nella domenica appena trascorsa. Facciamo il giro del mondo per capire cosa di interessante è successo all around the world: In Germania, a Colonia, si sono disputate le 2000 Ghinee tedesche chiamate Mehl Mulhens-Rennen G2 vinte da Lucky Lion (High Chaparral) nei confronti di Nordico (Medicean) e Stillman (Vespone). Il vincitore è un cavallo progressivo, imbattuto in 3 uscite, che aveva rifinito nella preparazione canonica alle Ghinee tedesche, cioè il Preis Des Krefelder Rennclub 1997 – Dr. Busch-Memorial G3 di Krefeld in Aprile. Montato da Ioritz Mendizabal e allenato da Andreas Lowe, da puledro è stato pagato €80,000 dal Gestut Winterhauch. 
In Irlanda è tornato in azione Leading Light (Montjeu), vincitore lo scorso anno del St Leger, che ha riportato impressionando le Vintage Crop Stakes G3 di Navan, ribattendo colpo su colpo al Murtagh Royal Diamond (King's Best). Leading Light, che aveva terminato la stagione con un nulla di fatto nell'Arc de Triomphe G1, era alla prima apparizione stagionale e per lui Aidan O'Brien ha previsto un programma da stayer e quindi si pensa di tornare dove ha vinto il Queen's Vase di Ascot lo scorso anno sul doppio miglio e quindi alla Gold Cup G1. 
In Giappone

lunedì 19 maggio 2014

#Capannelle: Dylan Mouth da imbattuto vince anche il 131^ Derby Italiano, storico 1-2 della Effevi. Battuto Autre Qualite, terzo Oil Of England. Nel Tudini G3 si ritrova Omaticaya su Rosendhal, nel Carlo D'Alessio svetta Orsino..

Il Derby del Sciur Villa, storico per molti versi. Dylan Mouth (Dylan Thomas) ha continuato la sua striscia da imbattuto in 5 corse disputate riportando anche il Derby Italiano G2 a Capannelle, battendo il compagno di scuderia Autre Qualite (Intikhab) per una lunghezza e mezza di margine. Nella storia, è accaduto anche a Sheikh Mohammed nel 1999 con Mukhalif primo per i colori Godolphin e il suo runner-up Iscan che vestiva i colori amaranto. L'ultimo 1-2 nella Classica per la stessa giubba è stato nel 1967 con la Dormello Olgiata che piazzò al primo ed al secondo posto Ruysdael e Raerbun. Fabio Branca invece ha scelto nel modo migliore, sfogliando tra i petali della margherita Effevi il cavallo che più lo aveva convinto nel percorso verso la Classica. Dylan Mouth, vincitore del Filiberto, è un cavallo genuino, forte, da distanza ed era anche la prima scelta in fatto di preferenze personali di Stefano Botti che torna a festeggiare il Derby dopo quello di Crackerjack King e Biz The Nurse lo scorso anno, e con questo fanno 3 Derby vinti in 4 anni. Per il Sciur Villa ormai il feeling con il Derby è comprovato: Ne ha vinti 3 (Awelmarduk, Crackerjack e Dylan), si è piazzato secondo con Wild Wolf e Autre Qualite, terzo "sfortunato" con Jakkalberry. Notare bene che abbiamo volutamente mettere tra virgolette la parola sfortunato, un ossimoro se si parla di Felice Villa. Foto per concessione www.stefanograsso.it, il servizio completo sul sito.. IL RISULTATO COMPLETO DEL DERBY CLICCANDO QUI. IL VIDEO DEL 131^ DERBY ITALIANO CLICCANDO QUI.

domenica 18 maggio 2014

California Chrome: Conquistate anche le Preakness Stakes, seconda gemma della triplice. Obiettivo Belmont Stakes..

È venuto, ha tossito, ha vinto. California Chrome (Lucky Pulpit), già vincitore del Kentucky Derby G1, ha replicato nella notte tra sabato e domenica riportando anche le Preakness Stakes G1 da $1,5 milioni a Pimlico (Baltimora) nel Maryland. Risolti i problemi alla gola che ne avevano contraddistinto la vigilia, il cavallo allenato da Art Sherman ha beneficiato di un perfetto percorso, pulitissimo, anzi uguale a quello del Kentucky Derby a dirla tutta, da parte di Victor Espinoza che ha fatto si di non trovare intralci o dare al suo una corsa difficile per vincere la sesta consecutiva ma soprattutto per far si che conservi le energie per cercare di sfatare un tabù che dura da troppi anni, ossia cercare di diventare il 12° cavallo nella storia ad afferrare la Triple Crown americana dopo Affirmed, l'ultima a vincerla nel 1978. Partito bene dal 3 si è assestato subito sui primi tenendo la destra ben libera e poco prima della dirittura è andato in gas, senza riscontrare cavalli particolarmente agguerriti..e forse questa è una generazione di cavalli non esattamente sopra le righe, a parte California chiaramente. IL VIDEO DELLE PREAKNESS STAKES CLICCANDO QUI.
Allevato in California, il figlio di Lucky Pulpit ha vinto facile battendo Ride On Curlin (Curlin) e Social Inclusion (Pioneerof The Nile) in 1m 54,84s. Il sogno si chiama ora Belmont Stakes G1, in programma il 7 Giugno prossimo a Belmont Park in Elmont, New York..Certo, 2400 sono un viaggio, ma provarci vale la pena...

sabato 17 maggio 2014

#Newbury: Olympic Glory e Frankie Dettori (200 vittorie in G1) facili nelle JLT Lockinge Stakes! Battuto un ottimo Tullius, terzo Verrazzano..

Da favorito, senza mai rischiare. Così Olympic Glory (Chosir) ha risolto le JLT Lockinge Stakes G1 sul miglio in pista dritta di Newbury. Con Lanfranco Dettori in sella, che ha celebrato il raggiungimento delle 200 vittorie in G1, il portacolori dell'Al Shaqab Racing per Joann Al Thani ha seguito il gruppo dalle retrovie e quando gli è stato chiesto di produrre lo sforzo ha risposto senza fare prigionieri, allontanandosi dalla compagnia con un paio di lunghezze di margine senza troppi patemi finendo il miglio in 1m 36.98s (slow by 1.18s). Secondo in grande stile è arrivato Tullius (Le Vie Dei Colori), allevato dalla Archi Romani, che ha seguito la scia del vincitore, ha provato a dargli un attacco ma si è dovuto inchinare allo strapotere del cavallo allenato da Richard Hannon. Il ogni caso, Tullius, già vincitore del Sandown Mile G2 recentemente, ha risposto alle aspettative di Andrew Balding che per lui aveva previsto una grande prestazione. Terzo è arrivato Verrazzano (More Than Ready), alla prima uscita sull'erba in Europa per il training di Aidan O'Brien dopo aver calcato i migliori palcoscenici americani, con una prestazione definita "eyecatching". Quarto è finito Chopin (Santiago), supplementato per l'occasione ed in buon formato da quando si è inventato miler. IL VIDEO DELLE JLT LOCKINGE STAKES QUI. IL RISULTATO COMPLETO CLICCANDO QUI. Olympic Glory è un figlio di Choisir (Danehill Dancer) che ha vinto 7 delle 12 corse disputate, cresciutissimo sul finire della scorsa stagione tanto da vincere molto bene le Queen Elizabeth II Stakes G1. Al termine della stagione ha tentato il Mile G1 di Santa Anita, non trovandosi sulle 2 curve. In precedenza era arrivato secondo nel Moulin G1 di Longchamp, secondo nel Jacques Le Marois G1 di Deauville. 
Per Lanfranco Dettori, che domenica sarà a Roma per inseguire la 3° vittoria nel Derby Italiano, era la quarta affermazione nel G1 di Newbury dopo Emperor Jones (1994), Aljabr (2000) e Creachadoir (2008). Subito dopo la corsa Frankie ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “I was thinking there’d be no pace and it would be complicated, but it was just as easy as riding work. He quickened like true champion. His form is rock-solid and he goes on any ground. He’s a great ride, has a great kick and is a jockey’s dream. I’ll be surprised if he’s not champion miler again.”
Prossimi obiettivi per Olympic Glory in Inghilterra possono essere le Queen Anne Stakes G1 ad Ascot, le Sussex Stakes G1 di Goodwood ed ancora le Queen Elizabeth II Stakes G1 di Ascot. 

#Capannelle: 131^ Derby Italiano del galoppo: Ecco la guida completa, l'analisi cavallo per cavallo, e di tutti i protagonisti che partecipano. Le ultimissime dalla Classica in una giornata da non perdere..

Momenti da Derby. Domenica c'è la madre di tutte le corse, quella che tutti gli appassionati sognano di vincere in ogni paese si disputi. Siamo arrivati alla 131^ edizione, storicamente potrebbe essere l'ultima con lo status di Gruppo per l'annosa questione premi non pagati che infastidisce e non poco. Il Derby è pur sempre il Derby, qualsiasi status abbia, ed elegge il migliore 3 anni della categoria. Al netto di queste considerazioni parliamo di una giornata a Capannelle che prevede la disputa di 9 corse, si parte alle 14,30 e si finisce alle 19,10 con intermezzi del Premio Tudini G3 sui 1200 metri ed il Premio Carlo D'Alessio G3 a fare da cornice ad una giornata che si presenta molto bella, almeno nelle intenzioni. Le previsioni dicono tempo bello, al massimo velato, e terreno buono per tutti. Insomma, le migliori condizioni possibili per tutti... Il Derby Italiano è la 7° corsa in programma alle 18,10, ci sarà grande partecipazione mediatica con la Rai, Mediaset e il canale 219 di SKY che metteranno a disposizione le immagini in diretta in HD. Sarà un Derby soprattutto italiano, con 15 cavalli al via, 2 ospiti quali Oil Of England e Dark Sea, con quest'ultimo che è praticamente italiano per training, monta e proprietà. Curiosamente sono tutti e due maiden.. Uno per uno mettiamo a disposizione le nostre impressioni per ciò che riguarda i partecipanti. Ricordiamo che si corre sui 2200 di Roma, un tracciato particolarmente veloce, non tutti ci si adattano, l'arrivo è in discesa ma a garanzia della selettività della corsa ci sono le due diritture, quella opposta e quella di arrivo, che permetteranno a tutti di prendere la posizione preferita, fare la curva in respirazione ed aprire i rubinetti per portare a casa la corsa più bramata del calendario. Il campo partenti del 131^ Derby Italiano G2 cliccando su questo LINK. L'ALBO D'ORO DEL DERBY ITALIANO E DEGLI ALTRI GRAN PREMI DELLA GIORNATA CLICCANDO SU QUESTO LINK.

venerdì 16 maggio 2014

First Crop Sires: Primo vincitore per Paco Boy, residente all'Highclere in Inghilterra, vincitore di 3 G1 in carriera..

L'ultimo in ordine temporale ad essersi togliersi l'etichetta di stallone maiden è Paco Boy (Desert Style), rappresentato nella giornata di giovedì dal primo esponente vincitore in Beacon che ha riportato una maiden sui 1000 metri di Salisbury. Montato con confidenza da Richard Hughes, si tratta di un cavallo allenato da suo cognato Richard Hannon che ha battuto Fine Prince (Strategic Prince) negli ultimi 50 metri in lotta. Si tratta di un successo per l'Highclere Stud, dove funziona proprio Paco Boy, che ha consegnato Beacon alle DBS Premier Yearling Sale, ed acquistato da John Warren per £52,000 per conto della stessa Highclere Thoroughbred Racing. Beacon è anche il primo figlio nato di Paco Boy, che proprio Richard Hannon senior forgiò fino a farne un campione. In corsa il figlio di Desert Style (Green Desert) vinse 11 corse e molte delle quali con Richard Hughes in sella. In generale corse 24 volte e vinse 8 volte a livello di Gruppo, 3 al massimo livello di G1. Ha vinto le Queen Anne Stakes al Royal Ascot e le Lockinge Stakes a Newbury ed il Prix de la Foret G1 a Longchamp battendo la Classica Natagora. Ha cominciato da stallone nel 2011 all'Highclere, ma durante la stagione opposta a quella dell'emisfero nord ha fatto da stallone presso il Waikato Stud in Nuova Zelanda nell'emisfero sud. I figli dello stallone sono stati molto popolari alle aste e l'85% dei cavalli presentati sono stati venduti, quando Paco faceva la monta a £8,500. Oggi funziona sempre in Inghilterra ad un tasso di £8,000.

L'ANGOLO DEI #PRONOSTICI DEGLI UTENTI DI MONDOTURF: ROMA CAPANNELLE DEL 16 MAGGIO

È il post più visitato. Diamo spazio e voce ai vostri pronostici sui maggiori e principali campi di galoppo, secondo lo schema de LA SINGOLA DEL GIORNO, IL MULTIPLO o segnalazioni MULTIPLE da scegliere singolarmente ed il "CLAMOROSO" o meglio, un cavallo a quota troppo alta rispetto alle possibilità. Noi diciamo la nostra mentre VOI UTENTI proponete quale, secondo il vostro intuito, potrà essere la più remunerativa scommessa della giornata in base alle quote fisse in apertura oppure al totalizzatore.
Si tratta di un modo per cercare di condividere il più possibile le idee di tutti i visitatori. In questa occasione ci concentriamo con domenica 16 MAGGIO ROMA CAPANNELLE (partenti ufficiali cliccando QUI).
Se non avete un conto gioco, potete registrarvi con SNAI che offre bonus di benvenuto e promozioni!

Potete usare come per HIPPOWEB, qualora non aveste un account, le seguenti credenziali: nome utente e password: mondoturf
Considerata l'alta redditività delle segnalazioni espresse negli ultimi mesi, stiamo predisponendo una pagina Facebook chiamata "Pronostici ippici di Mondoturf" nella quale per entrare bisognerà essere affiliati SNAI secondo un codice gioco che vi daremo in separata sede o cliccando sul banner in alto. Hai già un conto gioco? Puoi farne un altro.. soprattutto quando i pronostici sono sinonimo di vittoria. Se vuoi far parte del gruppo facebook contattaci su gabrielecandi@gmail.com, chiedici di entrare e le intenzioni di affiliarti. Non te ne pentirai..
Ecco le nostre segnalazioni ed i nostri suggerimenti, tu piuttosto di la tua. Vuoi condividere la tua idea? Ecco come si fa: Commentare è semplice, basta inserire il commento in fondo al post e alla domanda "commenta come" inserisci la modalità: Anonimo, via account Google, con un nome qualsiasi e in altre modalità proposte. Se sei interessato a leggere, consultare e dire la tua.. clicca sul tastino qui in basso....

giovedì 15 maggio 2014

York: The Grey Gatsby si impone nelle Dante Stakes G2, battuto Arod. Australia sempre più favorito del Derby..

Australia (Galileo) può dormire sonni tranquilli. Dal Knavesmire non è uscito un nome abbastanza buono in vista del Derby, anzi nelle Dante Stakes G2 sui famosi 2092 metri di York come preparazione al Derby, a vincere è stato The Grey Gatsby (Mastecraftsman), decimo nelle 2000 Ghinee, a 6 lunghezze da Night Of Thunder, a circa 5 dallo stesso Australia, che ha portato a casa il risultato in una corsa che non pare abbia lanciato segnali incoraggianti in vista del Derby. Il figlio di Mastercraftsman (Danehill Dancer), inspiegabilmente a 9/1 in Inghilterra, è stato trascinato a riva da Ryan Moore che gli ha chiesto il massimo facendolo progredire sebbene ondeggiando per battere Arod (Teofilo), l'unico in grado di produrre una progressione degna, quando gli altri erano fermi. Terzo il favorito True Story (Manduro), mai capace di segnare significativo affondo anche se un filo danneggiato da The Grey, ma non in modo eccessivo. The Grey Gatsby, pagato €120,000 alle Arqana dello scorso anno, non correrà il Derby inglese dove non è nemmeno iscritto ma molto probabilmente parteciperà al Jockey Club G1 di Chantilly da cavallo che fa la distanza ma anche con un bit di speed. Insomma, Australia va giocato ad ogni quota. IL VIDEO DELLE DANTE STAKES QUI.

Francia: L'impressionante Super Ale acquistato da Sheikh Joann Al Thani (Al Shaqab Racing). Rimarrà in training a Chantilly da Alessandro Botti, obiettivo Ascot..con Lanfranco Dettori

E' arrivata anche l'ufficialità, nelle scorse ore, della notizia che vi avevamo dato in anteprima qualche giorno fa. Dopo un debutto scintillante a Longchamp, il 2 anni Super Ale (Elusive City) è stato acquistato dallo Sceicco Joann Al Thani per una cifra non resa nota ma che i rumours stimano attorno ai €550,000. Magari non sarà così, sono solo voci, ma quello che è sicuro è che la cifra proposta è stata ritenuta irrinunciabile. Super Ale ha debuttato qualche giorno fa con Cristian Demuro in sella realizzando 58 secondi netti sui 1000 metri di Longchamp su terreno morbido, battendo di 5 il secondo arrivato e con frazioni esaltanti tenendo a bada allievi stimati di scuderie prestigiose. IL FOTOFILM DELLA CORSA CLICCANDO QUI.
Tutte queste considerazioni hanno indotto Sheikh Joann ad aprire i cordoni della borsa ed acquistare il figlio di Elusive City (Elusive Quality) che era in comproprietà tra il l'italiano Ferdinando Fratini e Giuseppe Botti appunto. Super Ale, che era stato pagato €14,000 alle Arqana Deauville October Yearlings 2013 (pagina catalogo cliccando QUI), resterà in allenamento da Giuseppe ed Alessandro Botti e come obiettivo immediato si pensa alle Coventry Stakes G2 di Royal Ascot, senza passare per Papin G2 o Morny G1 nelle intenzioni, dopo una corsa di preparazione. E' tutto ancora da stabilire, comunque.. In sella dunque potrebbe comporsi una connection italiana con Lanfranco Dettori per i colori Al Shaqab Racing ell'Ecurie Botti al training. 

USA news: California Chrome pronto anche per le Preakness Stakes, sorteggiato lo steccato 3. Verso la Triple Crown..

La corsa continua, la maledizione chi lo sa. Verso la triple crown americana, che sfugge dal 1978 quando Affirmed vinse Kentucky Derby, Preakness Stakes e Belmont Stakes. Ci hanno provato in tanti e molti ne hanno vinte solo 2 di 3, alimentando il tabu. Ci riprova California Chrome (Lucky Pulpit), vincitore per distacco della corsa delle rose, che proprio ieri ha pescato il 3 di steccato nelle Preakness Stakes G1 da $1,5 milioni di Pimlico sabato 17 Maggio. Dovrà vincerla per sperare di essere il cavallo abile a spezzare l'incantesimo e poi dovrà puntare ai 2400 di Belmont.. missione tostissima. Il cavallo di Steve Coburn e Perry Martin, ancora montato da Victor Espinoza, è il logico favorito di una corsa con 10 cavalli al via. Art Sherman ha detto che per lui è tutto ok, in fondo la distanza è ancora buonissima.. ma il vero ostacolo per California, qualora dovesse vincere, sarebbe la fatica e la pressione dei media che da troppo tempo rincorrono con una falce la maledizione. I fantasmi di Real Quiet (Quiet American), Smarty Jones (Elusive Quality), Funny Cide (Distorted Humor), Big Brown (Boundary) e I'll Have Another (Flower Alley), cinque casi di vincitori delle prime due prove e, solo piazzati, infortunati o fermati, nell'ultima prova.. sono solo le ultime vittime della sindrome Triple Crown, pronti a gufare o a tifare.

First Crop Sires: Primo rappresentante vincitore per il derbywinner Cima De Triomphe: Can Chen Junga a San Siro

Can Chen Junga, terzo al debutto della scorsa settimana a San Siro, si è giovato del passaggio dai 1000 ai 1200 metri ed ha provveduto a regalare il primo rappresentante vincitore per lo stallone Cima De Triomphe (Galileo), vincitore del Derby Italiano G1 del 2008, per il training di Bruno Grizzetti che è "former" anche di Can Chen. Ricordiamo inoltre che domenica il "Griz" sellerà Sopran Nicolo (Sea The Stars), per 3/4 fratello di Cima, nel Derby Italiano G2 di domenica 18 con in sella Lanfranco Dettori. Cima, ora 9 anni, ha vinto anche le Brigadier Gerard Stakes G3 quando è passato sotto le cure di Luca Cumani per i colori di Teruya Yoshida. Cima de Triomphe funziona come stallone presso l'Haras du Thenney in Normandia al tasso di €3,000 mentre nella stagione di riposo nell'emisfero nord, fa la monta in quella sud del mondo in Argentina dove i compratori sono molto ben disposti e lo hanno accolto bene: Basti pensare che la scorsa settimana un suo prodotto femmina ha fatto registrare il top della seconda sessione delle aste Venta Argentina Premier, con martello caduto ad una cifra di 440,000 pesos, circa €38,000, sborsati da Augusto Olivares. Tornando al vincitore Can Chen Junga, si tratta di un mezzo fratello di Red Cartesio (Red Rocks), per ora sempre piazzato, prodotti di Gemma Preziosa (Gold Sphinx) che ora ha uno yearling da Red Rocks (Galileo), pagina stallone cliccando QUI.. Can Chen Junga è stato pagato €7,000 alle Selezionate SGA ed è di proprietà del suo allenatore. IL VIDEO DELLA VITTORIA QUI.

Meydan: Dalla stagione 2014-2015 verrà smantellato il tracciato in Tapeta, torna la sabbia a Dubai

Era ora! Nella giornata di ieri è stata ufficializzata l'intenzione di rimuovere la superficie in Tapeta dell'ippodromo di Meydan e soppiantarla con quella in dirt, il celebre sabbione, a partire dalla stagione 2014-2015 di Dubai ed in occasione della celebrazione dei 20 anni della Dubai World Cup. Ad annunciarlo Saeed H Al Tayer, Chairman e Chief Executive Officer della Meydan Group il quale ha dichiarato che la decisione è stata presa per garantire il meglio del futuro di Meydan e per il Dubai World Cup Carnival. Sono già passati 20 anni, il progetto Dubai World Cup è cominciato nel 1995 nel defunto e rimpianto ippodromo di Nad Al Sheba con tracciati in sabbia ed erba. Nad Al Sheba è stato poi sostituito dalla mega costruzione di Meydan, una delle opere ingegneristiche più avanzate nel mondo, che ha una superficie in Tapeta ed un tracciato in erba da 2400 metri. Il Tapeta non è stato mai troppo amato, molti cavalli non ci si adattano e spesso i valori dei cavalli vengono completamente capovolti da riferimenti ballerini. A dare l'ultima stoccata è stato Hamdan Al Maktoum proprio il giorno prima dell'ultima Dubai World Cup. Ed in effetti il Tapeta negli ultimi anni ha fatto scappare molti iscritti americani per la corsa da $10 milioni, corsa vinta da cavalli come Cigar, Captain Steve, Street Cry e Curlin quando era in sabbia. Negli ultimi 5 anni i vincitori della corsa più ricca del mondo sono stati Gloria De Campeão, Victoire Pisa, Monterosso, Animal Kingdom e quest'anno African Story.

martedì 13 maggio 2014

Olympic Glory è pronto per le Lockinge Stakes di sabato a Newbury. E giovedì a York le Dante Stakes verso il Derby..

Fervono i preparativi per il fine settimana che prevede la disputa di una delle più belle corse nel panorama inglese. A Newbury sabato si corrono le JLT Lockinge Stakes G1, primo appuntamento di un certo per i miler che si risvegliano dal letargo invernale. Era ora. Richard Hannon qualche ora fa ha confermato la presenza di Olympic Glory (Choisir) considerato "ready to roll" sul tracciato inglese, uno dei più particolari se in condizioni di terreno estreme. Oggi a Newbury piove e lo farà anche domani e dopodomani, dunque questo potrebbe condizionare le prestazione dei vari concorrenti. Olympic Glory rientra dal nulla di fatto nella Breeders Cup Mile G1 ma prima ancora si era distinto come uno dei migliori in circolazione con la vittoria nelle Queen Elizabeth II Stakes G1. Hannon potrebbe avere in corsa anche Montiridge (Ramonti) mentre per Toronado (High Chaparral), vincitore delle Sussex Stakes G1 lo scorso anno a Goodwood, si aspettano le Queen Anne G1 al Royal Meeting di Ascot. 

lunedì 12 maggio 2014

#Capannelle: Derby Italiano - 6 al 18 Maggio: Ecco i 18 rimasti dopo il forfait di lunedì, verso un Nastro Azzurro tutto italiano..

Manca meno di una settimana al Derby Italiano che si preannuncia sempre molto italiano. Dal forfait di lunedì è infatti uscito dal novero dei possibili Good Tradition (Pivotal) che sembrava in procinto di venire a Roma. Dermot Weld aveva annunciato la presenza ed invece non lo ha soddisfatto dopo l'ultima rifinitura. Nulla da fare per lui, resta solo Oil Of England (Lord Of England) per Michael Figge che il Derby lo vinse già qualche anno fa con Feuerblitz. 
Intanto cominciano a delinearsi i contorni anche con i fantini ingaggiati per i vari cavalli e tra questi 18 pretendenti (al netto di eventuali supplementazioni entro giovedì mattina) c'è il vincitore della 131^ edizione del Nastro Azzurro. 

Double in G3 per 2 figli di Sea The Stars domenica tra Irlanda (Afternoon Sunlight) e Germania con Sea The Moon

Arrivano i Sea The Stars (Cape Cross), atto terzo. Non facciamo pubblicità ma ne prendiamo atto: Nella domenica appena trascorsa in giro per l'Europa i figli del campione della famiglia Tsui continuano a vincere e a crescere. A Leopardstown, la Dermot Weld Afternoon Sunlight (Sea The Stars) ha riportato il Derrinstown Stud 1,000 Guineas Trial per i colori del Moyglar Stud, battendo Palace (Fastnet Rock) di una testa. A proposito, Dermot Weld è in viaggio verso Roma e verso il Derby Italiano G2 di domenica 18 Maggio a Capannelle con Good Tradition (Pivotal). Chiusa parentesi, tornando alla vincitrice Pat Smullen l'ha elogiata dicendo che ha vinto perchè ha classe ma dovrebbe fare più metri. IL VIDEO DEL TRIAL CLICCANDO QUI.
In Germania, a Francoforte, un'ora dopo Sea The Moon (Sea The Stars) ha vinto il trial tedesco Fruhjahrs-Preis des Bankhauses Metzler G3 sui 2000 metri, guadagnando un posto in prima fila per il Deutsches Derby G1 di Amburgo a Luglio. Sea The Moon è un cavallo allenato da Markus Klug per i colori del Gestut Gorlsdorf, prodotto della fattrice Sanwa (Monsun), rimasto al venditore dopo €230,000 non soddisfacenti. Il video della corsa cliccando su questo LINK.

First Crops Sires: Giacas è il primo vincitore per Lord Shanakill a Capannelle, ad Ascot il primo per Starspangledbanner

Due stalloni alla prima annata di produzione in pista, rappresentati da primi vincitori. A Capannelle ha vinto Giacas (Lord Shanakill) che ha regalato a suo padre Lord Shanakill (Speightstown) il esponente della sua produzione di 72 puledri nella prima stagione in razza. Giacas, acquistato da Gianluca di Castelnuovo (da cui prende il nome) alle Goffs di Doncaster a fine Agosto, ha fatto un vero e proprio numero sui 1200 di Roma ingranando i giri giusti e finendo con del buono in mano e 5 lunghezze di margine sul secondo arrivato finendo in canter in 1m 10,31s. Il cavallo allenato da Giuseppe Di Chio, come lo scorso anno Pablosky (Mastercraftsman) venduto ad Hong Kong, potrebbe essere ben presto oggetto di attenzioni dall'estero.. se così non fosse l'obiettivo normale è quello dell'Alberto Giubilo Lr e poi il Primi Passi G3 di San Siro. IL VIDEO DELLA VITTORIA DI GIACAS QUI.
Insomma potrebbe ricominciare la diaspora dello scorso anno e a tal proposito diciamo anche che Super Ale (Elusive City), vincitore per colori italiani qualche giorno fa a Longchamp impressionando (58 secondi sui 1000 e sul pesante) è stato acquistato dai Qatarioti per oltre €500,000. A parte questa parentesi torniamo a Lord Shanakill che funziona all'Irish National Stud al tasso di €5,000. In corsa ha vinto 5 corse fino al miglio incluse il Prix Jean Prat G1, le Mill Reef Stakes G2 e le Lennox Stakes G2. Figlio dello sprinter Speightstown (Gone West), proviene dalla famiglia della recente scomparsa Al Bahathri. In corsa è stato un duro e puro, correndo 18 volte e vincendo a 2, 3 e 4 anni. E' stato allenato da Karl Burke, ha perso di un musetto da Intense Focus nelle Dewhurst, poi è andato in training da Alan Jarvis, poi Richard Mandella, ed ha chiuso la sua carriera alle cure di Sir Henry Cecil a Warren Place.
Altro First cros sire entrato nel marcatore è

#Longchamp: Avenir Certain vince e rimane imbattuta le Poule femminile, #Karakontie da favorito nella Classica maschile

Le Classiche sono arrivate anche in Francia. A Longchamp tra le femmine Avenir Certain (Le Havre) ha mantenuto il suo score illibato in 4 uscite grazie alla affermazione nelle Poule d'Essai des Pouliches G1 pur resistendo ad un intervento dei giudici che alla fine hanno decretato ininfluente ai termini del risultato la deviazione sulla seconda Veda (Dansili) e la terza Xcellence (Champs Elysees) con Cristian Demuro in sella che ha fatto il massimo per resistere all'arrivo di Bawina (Dubawi), compagna di scuderia della favorita Lesstalk In Paris (Cape Cross) che ha fatto poco per essere competitiva. Si tratta di una vittoria per Jean-Claude Rouget, anche con l'aiuto di Simone Brogi festante al rientro. Avenir Certain ha saltato tutti i trials classici per mantenere una carriera da imbattuta ma in maniera soft: Corre per i colori di Antonio Caro e Gerard Augustin-Normand, ed al debutto ha vinto a Bordeaux Le Bouscat prima di replicare a Chantilly in autunno ed in primavera al rientro il 9 Aprile scorso in condizionata. IL VIDEO DELLE POULE D'ESSAI DES POULICHES QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

Capannelle: Refuse To Bobbin vola sul Premio Presidente della Repubblica, beffato Biz The Nurse. Terzo Occhio della Mente

Benvenuto Presidente! Refuse To Bobbin (Refuse To Bend), a 58/1, ha vinto il Presidente della Repubblica GBI Racing all'ultimo tuffo, facendo diventare il sogno realtà proprio nell'ultimo momento utile per battere Biz The Nurse (Oratorio) sul traguardo. Il figlio di Refuse To Bend (Sadler's Wells) ha accelerato nell'ultimo furlong quando ha dato un colpo di pedalina per accendere il motore e prendere i giri giusti per finire in gas, proprio quando serviva e li davanti c'era la bagarre per la vittoria. Uno sguardo al maxischermo e si, la vittoria andata al cavallo della Chimax in un arrivo serratissimo che ha coinvolto quasi tutti i partecipanti al Presidente. Djordje Perovic che guarda al cielo, Paola Torchia che corre in pista e festeggia, Mario ed Attilio Giorgi che danno voce ad una gioia incontenibile e poi il salto del fantino di Kragujevac. Ha vinto Refuse To Bobbin, a secco dalla vittoria da 15 corse, cioè da un anno, cioè dal Tullio Righetti Lr dello scorso anno, vinto anche in quel caso all'ultimo tempo di galoppo. Alla fine c'è stata una corta testa nei confronti del Derbywinner Biz The Nurse (Oratorio) con Occhio Della Mente (Le Vie Dei Colori) finito forte al terzo e Lodovico Il Moro (Shamardal), che ha anticipato molto, arrivato quarto in un tempo finale di 2m 03,78s. Ecco, proprio Lodovico ed Andrea Mezzatesta sono stati fattori di una corsa che, se la fai dieci volte, ha forse dieci arrivi diversi. Davanti è andato in ritmo regolare Orpello (Orpen), in schiena gli si è messo Biz e a rimorchio Lodovico. (Foto per concessione del gruppo Stefano Grasso (www.stefanograsso.it), il servizio completo sul sito). In dirittura...

domenica 11 maggio 2014

L'ANGOLO DEI #PRONOSTICI DEGLI UTENTI DI MONDOTURF. CAPANNELLE e SAN SIRO domenica 11 Maggio

È il post più visitato. Diamo spazio e voce ai vostri pronostici sui maggiori e principali campi di galoppo, secondo lo schema de LA SINGOLA DEL GIORNO, IL MULTIPLO o segnalazioni MULTIPLE da scegliere singolarmente ed il "CLAMOROSO" o meglio, un cavallo a quota troppo alta rispetto alle possibilità. Noi diciamo la nostra mentre VOI UTENTI proponete quale, secondo il vostro intuito, potrà essere la più remunerativa scommessa della giornata in base alle quote fisse in apertura oppure al totalizzatore.
Si tratta di un modo per cercare di condividere il più possibile le idee di tutti i visitatori. In questa occasione ci concentriamo con domenica 11 MAGGIO ROMA CAPANNELLE CON IL PREMIO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GBI (partenti ufficiali cliccando QUI), con MILANO SAN SIRO (partenti ufficiali cliccando QUI).
Se non avete un conto gioco, potete registrarvi con SNAI che offre bonus di benvenuto e promozioni!

Potete usare come per HIPPOWEB, qualora non aveste un account, le seguenti credenziali: nome utente e password: mondoturf
Considerata l'alta redditività delle segnalazioni espresse negli ultimi mesi, stiamo predisponendo una pagina Facebook chiamata "Pronostici ippici di Mondoturf" nella quale per entrare bisognerà essere affiliati SNAI secondo un codice gioco che vi daremo in separata sede o cliccando sul banner in alto. Hai già un conto gioco? Puoi farne un altro.. soprattutto quando i pronostici sono sinonimo di vittoria. Se vuoi far parte del gruppo CLICCA QUI, chiedici di entrare e le intenzioni di affiliarti.  Non te ne pentirai..
Ecco le nostre segnalazioni ed i nostri suggerimenti, tu piuttosto di la tua. Vuoi condividere la tua idea? Ecco come si fa: Commentare è semplice, basta inserire il commento in fondo al post e alla domanda "commenta come" inserisci la modalità: Anonimo, via account Google, con un nome qualsiasi e in altre modalità proposte. Se sei interessato a leggere, consultare e dire la tua.. clicca sul tastino qui in basso....

sabato 10 maggio 2014

#Lingfield: Vittoria per Daniele Porcu ed Emerald Star in Gruppo 3. Nel Derby Trial emerge un progressivo Snow Sky..

Sabato a Lingfield, soddisfazione per un jockey italiano all'estero. Daniele Porcu ha portato al traguardo la tedesca Emerald Star (Mount Nelson) nelle Chartwell Fillies' Stakes (Group 3) sui 7 furlongs del tracciato inglese colpendo duro a 17/1 per il training di Peter Shiergen, battendo Veiled Intrigue (Pastoral Pursuits) con al terzo Annecdote (Lucky Story). Una bella soddisfazione per il nostro fantino, da qualche anno stabilmente in Germania e solo da qualche mese stretto collaboratore del forte allenatore tedesco. Emerald Star, portacolori della Stall Emerald, quest'anno aveva vinto già a Dusseldorf e si era piazzata terza nelle Schwarzgold-Rennen G3 di Colonia. Per Daniele si trattava della prima vittoria in terra d'Albione, mentre in "casa" è quarto nella classifica fantini con 14 affermazioni.
Da vedere a Lingfield c'era anche il Derby Trial Stakes Lr sui 2310 metri. A vincere è stato un progressivo Snow Sky (Nayef), che ha mostrato un tocco di classe per il training di Sir Michael Stoute e la monta di Jim Crowley che sostituiva James Doyle infortunato. Snow Sky è passato ai 600 dal palo con una bella azione, si è impegnato scendendo allo steccato e tenendo ben lontano Hartnell (Authorized) e Sudden Wonder (New Approach) al terzo con il Coolmore Blue Hussar (Montjeu) al quarto tutto per varchi dopo una partenza lenta. Snow Sky, che ha realizzato un lento 2m 30.68s (slow by 3.68s), ora è stato inserito a 16/1 da 50/1 nell'antepost dell'Investec Derby di Epsom del 7 Giugno anche se il figlio di Nayef (Gulch) ha anche come opzione le King Edward G2 di Ascot. 

Verso il Derby Italiano: Ingaggiato Lanfranco Dettori per Sopran Nicolò, Mirco Demuro salirà su Hoovergetthekeys..

Vero il Derby Italiano G2 di domenica 18 Maggio a Capannelle, cominciano ad arrivare le prime conferme ed i primi ingaggi prestigiosi. Uno su tutti riguarda Lanfranco Dettori chiamato ad interpretare il talentuoso Sopran Nicolo (Sea The Stars), imbattuto nelle due sue uniche uscite in carriera, tutte nella stagione, per il signor Leonardo Ciampoli che lo ha allevato e ne detiene la proprietà. Lanfranco ha confidenza con il Derby, lo ha già vinto due volte: Nel 1999 in sella a Mukhalif (Caerleon) e nel 2009 in sella a Mastery (Sulamani), entrambi allenati da Saeed bin Suroor per i colori Godolphin. Sopran Nicolo, per 3/4 fratello di Cima De Triomphe (Galileo), vincitore del Derby del 2009, ha vinto al debutto e poi ha replicato nel Premio Montenapoleone disperdendo Kaspersky (Footstepsinthesand) per 13 lunghezze. Bruno Grizzetti presenterà in corsa anche Grey Greezly (Red Rocks), molto probabilmente affidato a Dario Vargiu. 
Tra gli altri..

#Chester, May Festival day 3: Brown Panther sigla ancora le Ormonde Stakes, a #Kingfisher le Dee Stakes

A casa sua, è tutta un'altra storia. Michael Owen era presente ieri a Chester dove il suo Brown Panther (Shirocco) ha vinto per la seconda volta le Ormonde Stakes G3 per il training di Tom Dascombe proprio al Manor House Stables. Il sei anni da Shirocco (Monsun) ha capitalizzato al meglio una corsa non proprio ideale inizialmente dal punto di vista tattico, seguendo le orme di Jathabah (Singspiel), calata a 400 dal palo, lasciando spazio all'affondo del cavallo montato da Richard Kingscote che ha tenuto a bada Hillstar (Danehill Dancer) per un paio di lunghezze e mezzo. Il baione lo scorso anno vinse la Goodwood Cup G2. Allevato proprio dal pallone d'oro Michael Owen, Brown Panther è prodotto della fattrice di casa Treble Heights (Unfuwain). IL VIDEO DELLE ORMONDE STAKES QUI.
Poco prima i 3 anni sugli scudi delle Dee Stakes, degradate Listed da G3 di qualche tempo fa. Ha vinto Kingfisher (Galileo), iscritto al Derby di Epsom G1, per Aidan O'Brien ed i colori del Coolmore. Il figlio di Galileo, montato da Josh, ha battuto Bow Creek (Shamardal) sul terreno reso abbastanza morbido dalle piogge mattutine tanto che il tempo è stato di 2m 20.49s (slow by 12.59s). IL VIDEO DELLE DEE STAKES QUI.
Che profilo ha Kingfisher? Cavallo abbastanza tubolare nel fisico, è arrivato 4° in un debutto di Leopardstown in Agosto. Si è tolto la qualifica di maiden a Killarney ed ha fatto un passo avanti a Settembre quando fu terzo di Australia (Galileo) nelle Breeders’ Cup Juvenile Turf Trial Stakes G3 e poi è terminato quinto nelle Royal Lodge Stakes G2. Nel 2014 ha corso nelle Ballysax Stakes G3, trial spesso indicativo per Padre Aidan, arrivando quinto. 

venerdì 9 maggio 2014

Arrivano i Sea The Stars: Nel 2014 sono 16 vincitori individuali, nelle ultime due settimane 3 vincitori di Stakes..

Stanno sbocciando, anche se qualcuno voleva già affossarlo. Il campione Sea The Stars (Cape Cross), residente al Gilltown Stud in Irlanda al tasso di €85,000, sta vivendo un periodo molto proficuo con i primi rappresentanti di 3 anni della sua carriera di stallone che hanno vinto a livello di Stakes (3 in due settimane tra Francia ed Inghilterra) e si apprestano a migliorare ancora. Sea The Stars in fondo ha debuttato arrivando terzo, ma successivamente ne ha infilate 8 di seguito vincendo 6 G1 consecutivamente in 8 mesi tra i 1600 ed i 2400 metri. Ha cominciato con le 2000 Ghinee, Derby, Eclipse, Juddmonte International Stakes (tempo migliore di quello realizzato da Frankel), Irish Champion Stakes ed in chiusura di carriera Arc de Triomphe G1. Forse è stato più forte di Frankel stesso, più versatile, ed in razza si appresta a stupire. 
Qualche giorno fa a San Siro Sopran Nicolo (Sea The Stars e Sopran Londa) ha vinto per 13 lunghezze il Premio Montenapoleone guadagnandosi un posto nelle gabbie del Derby Italiano G2 del 18 Maggio (a proposito, per lui già ingaggiato Lanfranco Dettori), nonostante si tratti di un cavallo ancora poco esperto. Nel Derby italiano potrebbe correre anche Dark Sea, un mezzo fratello del Derbywinner De Sica. A quanto sta che Sea possa dare un vincitore di Derby al primo colpo? Ed uno Classico? Intanto in giro per l'Europa ce ne sono 33 iscritti ai vari Derbyes. ...

Chester, May Festival day 2: Noble Mission conferma nelle Huxley Stakes, Orchestra di muso nel Chester Vase..

Che abbia acquisito la giusta maturità a 5 anni? Tutto è possibile, in fondo la qualità non manca. Ieri a Chester la seconda giornata del May Festival e su tutti va raccontata la vittoria di Noble Mission (Galileo) che ha riportato le Huxley Stakes G3 dimostrando di essere un degno fratello di Frankel. Stavolta, come anche la penultima, si è impegnato a dovere e sebbene sia ancora un filo duro da portare avanti, si è impegnato per tutta la corsa tenendo a 2 lunghezze e mezzo il favorito Telescope (Galileo). Sarà perchè a Chester la dirittura è corta, sarà che lo paragoniamo sempre al celebre fratello, ma Noble ad un certo punto ha preso iniziativa e non si è mai piegato agli attacchi respingendo il rivale con il quale si era staccato in lotta e riuscendo ad ottenere la terza vittoria di Gruppo della carriera, la seconda consecutiva dopo le Gordon Richard Stakes G3 di Sandown quando ne diede 9 proprio a Telescope, anche se si tratta di un livello di G3. Presentato da Lady Cecil e montato da James Doyle ha rifinito il tutto in 2m 13.11s (slow by 5.21s), con gli altri rappresentanti della compagnia ben battuti. Lady Cecil ha dichiarato che...

First Crop Sires: Primo vincitore per #Youmzain, storicamente 3 volte secondo nell'Arc de Triomphe..

L'Haras du Quesnay ha ieri festeggiato a Bordeaux le Bouscat il primo rappresentante vincitore per lo stallone di casa Youmzain (Sinndar), alla prima annata di produzione in pista come raccontiamo nel periodo. A vincere è stata una sua figlia che si chiama Asantasana che ha riportato una maiden sui 1000 metri per il training di Christophe Ferland ed i colori di M.Salvert e B.Chalmel. 
Youmzain è stato un campione sfortunato: In corsa, quando allenato da Mick Channon per Jaber Abdullah, ha vinto il Grand Prix de Saint-Cloud G1 ed il Preis von Europa G1 a livello di G1, ma è riuscito storicamente ad arrivare per 3 volte consecutivamente secondo nell'Arc de Triomphe G1 incontrando gente come Dylan Thomas (Danehill), Zarkava (Zamindar) e Sea The Stars (Cape Cross) tra il 2007 ed il 2009. Ci ha riprovato anche nel 2010, ma è arrivato nelle retrovie in quello vinto da Workforce (King's Best). Entrato in razza nel 2011 all'Haras du Quesnay, funziona per un tasso di €3,000.

Les italiens: Vittoria numero 13 per Umberto Rispoli a Longchamp, in sella a Nordic Truce.. Poteva essere la 14°..

Alla vittoria di Cristian Demuro ieri a Longchamp (di cui abbiamo riferito parzialmente mentre il convegno era in essere), ha fatto eco l'affermazione dell'altro jockey italiano in terra di Francia Umberto Rispoli (quello che ha aperto la via oltralpe per primo) che ha raggiunto il collega italiano a quota 13 affermazioni nel corso della stagione francese, nella giornata. Umbertino ha infatti portato al traguardo il vecchio Nordic Truce (Yes It's True) per Peter Schiergen ed i colori di Christian Ahlmann nel Prix des Fortifications, una reclamare da 19 000€ sui 1700m in erba, dominando la contesa andando in avanti e vincendo per 6 lunghezze di margine nei confronti del secondo che era montato da suo "suocero" Gerald Mossè. Umberto è attualmente 29° nella classifica fantini in Francia, monta sempre cavalli con chances di risulta ma con grande efficacia difende le sue possibilità portando a casa il massimo risultato possibile. Le vittorie sarebbero potute essere 14 se, qualche giorno fa il 5 Maggio, Umbertino non fosse stato vittima di un distanziamento dal primo all'ultimo posto in un handicap folto a Maisons-Laffitte in sella a Sagehope (Sageburg). Le cronache locali, quotidiani alla mano, parlano proprio del fatto che c'è stato un contatto tra i due jockey italiani e lo stesso Cristian Demuro abbia contribuito a far propendere per il distanziamento...Colleghi si, amici forse no...

giovedì 8 maggio 2014

Italians: Super Ale impressionante al debutto a Longchamp. 13° vittoria per Cristian Demuro in Francia...

Qualche giorno fa ci ha pensato Rosendhal (Indian Ridge) a vincere una reclamare a Maisons-Laffitte e a tenere alti i colori italiani in Francia. Il saurone, 7 anni, ha siglato sui 1400 metri preparandosi nel migliore dei modi ad un nuovo affondo nel Premio Tudini G3 del 18 Maggio a Capannelle su una pista che conosce benissimo. Ma non è tutto perchè nella giornata del 8 Maggio a Longchamp, e scriviamo mentre il convegno è ancora in essere, Cristian Demuro ha vinto la sua corsa numero 13 della stagione francese in sella ad un cavallo italiano che ha impressionato. Super Ale (Elusive City), per i colori di Ferdinando Fratini ed il training di Alessandro Botti, ha siglato il Prix des Nouveautés, una condizionata per debuttanti di due anni da 25 000€ di dotazione, strabiliando sui 1000m spazzando via la concorrenza in pochi tempi di galoppo realizzando un 58,00 secco su terreno soffice, vincendo facilmente e lasciando a 5 lunghezze di margine il secondo arrivato Celestial House (Acclamation). Insomma, si tratta di un prospetto che lascia spazio ad interessanti suggestioni.. Si tratta di un cavallo acquistato da yearling per €14,000. Il fotofilm della corsa cliccando su questo LINK
Intanto anche Umberto Rispoli continua a farsi onore in terra di Francia, sono sempre tanti i piazzamenti ottenuti anche a grossa quota. La cifra per ora parziale delle sue vittorie in Francia è a 12. Ieri in particolare i due nostri jockey, che forse non si annusano nemmeno tanto, hanno dato vita ad un bel duello a Chantilly in una condizionata sul miglio e mezzo. Cristian era su Oryetta (Henrythenavigator) per i colori Dormello ed il training di Giuseppe ed Ale Botti, Rispoli era su Diavola (Duke Of Marmalade) per Mikel Delzangles, con i due che si sono staccati in lotta furibonda ma a vincere è stata la terza incomoda Icarium (Medicean) con Olivier Peslier. Insomma, i nostri ragazzi si stanno dando da fare..