STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 29 novembre 2010

Non perdete TUTTO GALOPPO!!

Questa sera, non perdete l'appuntamento con TUTTO GALOPPO, l'unica trasmissione interamente dedicata al galoppo con uno sguardo all'allevamento. Anche questa settimana, collegamento telefonico con Franco Raimondi, il quale ci illustrerà il tentativo di Voila Ici nella Japan Cup. Dunque immagini esclusive dall'oriente, contributi filmati ed analisi, ma non solo. Tributeremo un omaggio a due grandi personaggi della nostra ippica come Luigi Camici, da poco 84enne, con immagini introvabili relative all'Arc de Triomphe di Tony Bin nel 1988, ed i ricordi di Mario Berardelli, in più dedicheremo parte della trasmissione per salutare le 100 vittorie in "Blue" di Frankie Dettori, anche in questo caso con immagini introvabili e 4 delle corse più sentite da Lanfranco, selezionate da lui stesso, e raccontate da noi in studio. In più approfondimenti sugli anziani che hanno corso in Italia nel 2010 e tante altre curiosità. Seguici questa sera, ore 20,30, canale 220 di Sky (Snai Sat), e nelle repliche il martedì mattina alle 10,00 e il giovedì sera, sempre alle 20,30, e sempre sul canale 220 di SKY.
(NB: Gli orari, specialmente della sera, possono sensibilmente variare di dieci minuti). Seguiteci, e se volete interagire con noi, scrivete a tuttogaloppo@libero.it

Un pò di gloria italiana in Inghilterra. Incredibile parità tra Fanunalter e Riggins

Ha dell'incredibile quello che è accaduto sabato pomeriggio a Kempton Park, dove nell Hyde Stakes, listed race sulla all weather, a dividersi l'onore della vittoria sono stati Fanunalter (Falbrav) e Riggins (Cape Cross), due cavalli allevati in Italia. In particolare Fanunalter è tutto made in "Salice" della Rencati che ha iniziato la carriera in Italia prima di farsi valere come buon cavallo in Inghilterra agli ordini di Marco Botti, il secondo è un cavallo allevato dalla Compagnia Generale di Franco Polidori ed aveva iniziato la carriera anche lui per i colori della Rencati, però in Inghilterra, ed ora corre per il gruppo Dubai Thoroughbred Racing. Entrambi poi, stanno manifestando valori che valgono come una vittoria di Gruppo. 
Ma l'altra curiosità è quella che Riggins è stato il primo cavallo sellato dal suo allenatore Ed Walker, 27 anni, assistente negli ultimi quattro anni di Luca Cumani e collocato ora presso le storiche scuderie di St Gatien Stables a Newmarket con 24 boxes presi, già base negli anni scorsi di Peter Chapple-Hyam.

Cambio di programma: Lope De Vega entra in razza in Irlanda

Al contrario di quanto stabilito qualche tempo fa, Lope De Vega (Shamardal) lascia la Francia e non continuerà la carriera agonistica e verrà immeditamente ritirato in razza presso il Ballylinch Stud in County Kilkenny in Irlanda nel 2011. In corsa ha dapprima vinto le prime corse in carriera a Deauville e Longchamp,
successivamente si è piazzato quarto di Siyouni (Pivotal) nel Prix Jean-Luc Lagardère G1, dov'era davanti a due vincitori importanti come Beethoven (Oratorio), vincitore delle Dewhurst Stakes G1, e Dick Turpin  (Arakan) vincitore delle Richmond all'epoca, ma successivamente piazzato Classico e vincitore del Jean Prat G1. 
Lope De Vega a tre anni ha completato il doppio Classico vincendo in Francia la Poule d’Essai des Poulains G1 e il Prix du Jockey-Club G1 emulando proprio suo padre Shamardal (Giant's Causeway), ma nella prima  battendo cavalli che successivamente hanno vinto in G1, e mettendo in mostra uno speed fuori dall'ordinario, così come nella seconda corsa classica tre settimane dopo dove ha battuto campioni autentici come Behkabad (Cape Cross), successivamente vincitore del Grand Prix de Paris G1, e Cape Blanco (Galileo), capace di realizzare il doppio Irish Derby G1 ed Irish Champion Stakes G1. Ha guadagnato un rating di 125, il suo picco, anche se successivamente ha steccato pesantemente nel Jean Prat G1, nel Moulin de Longchamp G1 e nell'Arc de Triomphe G1, vanta comunque di essere il miglior figlio di Shamardal (Giant's Causeway).
La mamma è Lady Vettori (Vettori) cavalla precoce, capace di vincere 5 corse tra cui il Prix du Calvados G3, e piazzata di Marcel Boussac G1. Lei stessa proviene dalla famiglia di Lady Blessington (Baillamont) e dunque della campionessa e grande riproduttrice La Mirambule (Coaraze). Il tasso di monta di Lope de Vega quest'anno sarà di €15,000 (1st October), mentre Shamardal quest'anno funziona al Darley per €50,000. Ma è stata anche già sistemata la pratica shuttle perchè lo stesso, una volta finita la stagione di monta al Ballylinch volerà nell'emisfero sud per funzionare alla Patinack Farm in Australia.

domenica 28 novembre 2010

Japan Cup gialla. Vince Rose Kingdom a tavolino

Il momento della "chiusa" di Buena Vista. All'interno, riconoscibile, un canuto Voila Ici
Alla fine i grandi protagonisti della Japan Cup edizione 2010 sono stati i commissari i quali con una decisione forse eccessivamente draconiana hanno distanziato Buena Vista (Special Week) dal primo al secondo posto, rea di aver danneggiato il compagno di colori, ma non per il gioco, Rose Kingdom (Kamehameha) con in sella il JAP Yutaka Take, alla terza vittoria nella Japan Cup dopo Special Week (Sunday Silence) e Deep Impact (Sunday Silence). In sella alla prima vincitrice c'era Cristophe Soumillon il quale è vero che ha un pò intralciato la compagna, ma è pure vero che ha vinto con un margine piuttosto ampio. Per intenderci, questa corsa neanche in Francia l'avrebbero tolta, in Inghilterra neanche a pensarci. Fattosta che terzo è Victoire Pisa (Neo Universe), mentre uno dei favoriti della vigilia Nakayama Festa (Stay Gold), secondo dell'Arc, è finito 14 e così il primo degli europei è Cirrus Des Aigles (Even Top), nono. 
Il nostro italiano Voila Ici (Daylami) è terminato sedicesimo su 18. Per quanto riguarda il cavallo italiano c'è da dire che partito bene, per lui Mirco Demuro ha scelto di restare, complice l'1 di partenza, su una scia interna vicino allo steccato dove è rimasto tutto il tempo, provando qualcosa in dirittura ma senza mai emergere. Ci ha provato dunque, ma senza esito contro i temibili Giapponesi che difficilmente sbagliano in casa. Si sapeva, l'impegno era duro e i 2400 metri, specialità al limite per il grigione, si sono rivelati tostissimi. Secondo il nostro parere inoltre a Voila Ici manca ancora qualche libbra per essere competitivo a livello di G1 internazionale, quanto invece siamo sicuri possa farsi valere a livello di G2 in Europa. Un obiettivo estero per il prossimo anno? Forza, giriamo la domanda ai lettori, qualora lo vogliate, scrivendo a tuttogaloppo@libero.it . Nella giornata di Tokyo comunque una vittoria per Mirco Demuro in sella a Seirios (Twining), per la Shadai Farm ed il training di Yuichi Shikato, mentre è finito terzo in altre due occasioni nella giornata. Il video della JAPAN CUP lo trovi cliccando QUI

sabato 27 novembre 2010

Japan Cup: la grande notte di Voila Ici

Voila Ici (Photo Grasso)
Questa è la notte di Voila Ici (Daylami). Il grigio della Incolinx affronta un impegno severo contro avversari tosti nella Japan Cup edizione 2010. Lo fa cogliendo un buon 1 di steccato che gli permetterà di trovare subito una buona posizione e non strappare dal largo del gruppo. Ma i 2400 metri di Tokyo sono tanti, anche se Mirco Demuro giura che questa è la corsa che serve a Voila, tirata al massimo e con una dirittura consona. Peccato che non ci sono front-runner naturali anche se verosimilmente la corsa sarà comunque infuocata nelle prime frazioni. L'allievo di Vittorio Caruso dovrà vedersela contro Nakayama Festa (Stay Gold), secondo nell'Arc di quest'anno, e la femmina terribile Buena Vista (Special Wee), figlia di uno stallone che vinse la Japan Cup qualche anno fa, con in sella Cristophe Soumillon. C'è Einshin Flash (King's Best), vincitore del Japan Derby G1, e c'è Oken Bruce Lee (Jungle Pocket), secondo lo scorso anno. Dei locali, pericolosi anche Pelusa (Zenno Rob Roy), vero soprannome di Maradona, e Victoire Pisa (Neo Universe). Presenti anche molti Europei dalla Francia, ma il grigio italian-bred Voila Ici è tra i migliori!
Gli italiani hanno un feeling discreto con questa corsa visto che Falbrav (Fairy King) vinse nel 2002, seppure a Nakayama sui 2200 metri con in sella Lanfranco, e nel 2005 per mano di Alkaased (Kingmambo), Luca Cumani e Frankie Dettori ancora in connections. E' dura, ma vale la pena provare. 
A che ora si corre? alle 7,20 ora italiana, ma l'unico modo per vedere la corsa è andare in Giappone o scommettere con RaceBets!
Sul sito www.racebets.com, nella pagina riservata alla Japan Cup raggiungibile cliccando QUI, Voila Ici è appoggiabile a 50 contro 1. Se non sei iscritto, basta registrarsi cliccando qui, inserisci i dati identificativi e al momento del versamento indica come codice bonus la parola "mondoturf" che da diritto a 5 euro gratis e il 50% sul primo versamento. Per cui se versi 20 euro te ne danno 30, più cinque di ulteriore bonus. Non perdere l'occasione di scommettere, considerato anche che puoi vedere la corsa in straming dal sito in diretta alle 7,20 ora italiana!!

Nuovi stalloni in Italia: Gladiatorus e Pounced

La notizia era nell'aria già da tempo e finalmente possiamo dare la conferma ufficiale, tramite le parole di Paolo Crespi, responsabile della stazione di monta dell'allevamento di Besnate (SAB). Gladiatorus (Silic), due volte vincitore in G1, è stato ritirato in razza ed il prossimo anno funzionerà proprio in Italia. Il cinque anni figlio di Silic (Sillery) fu venduto dalla Razza Dell’Olmo a Godolphin dopo la campagna estiva dei due anni che lo vide vincere in sei occasioni su nove uscite, e facendo propri tutti i Criterium giovanili in Italia, come quello Partenopeo, Varesino, il Premio Toscana, il Rumon, ed arrivando secondo nel Criterium Labronico e secondo nel Gran Criterium G1 a Milano dopo una sconfitta patita da Scintillo (Fantastic Light). 
Un anno passato in naftalina, quello dei tre anni, ma a quattro un rientro con il botto per i colori Godolphin in Dubai dove vinse un handicap a Nad Al Sheba, un G2, l'Al Fahidi Fort di preparazione al Dubai Duty Free G1 riportato a tempo di record e guadagnando in un solo colpo oltre £2 milioni. Male nelle Queen Anne Stakes G1, male nel Le Marois G1 e non benissimo nel Moulin de Longchamp G1 dove però si prese una rivincita clamorosa vincendo a paletti il Vittorio di Capua G1 a Milano nella sua penultima corsa, prima di perdere nel BC Mile.
Il padre è Silic (Sillery), discendente del sangue di Blushing Groom (Red God), praticamente inesistente negli stalloni in Europa, visto che anche Rio De La Plata (Rahy) rimarrà molto probabilmente in allenamento anche il prossimo anno. La mamma è Gmaasha (Kris), già madre di My Sweet Baby (Minardi) altra ex Razza dell'Olmo venduta al Darley come fattrice, della famiglia di Al Bahahtri (Blushing Groom), campionessa in corsa e madre di Munir (Indian Ridge) e Haafhd (Alhaarth).
Buon acquisto dunque da parte della SAB, che acquista anche le prestazioni stalloniere di Pounced (Rahy), altro erede del sangue di Blushing Groom, vincitore del Breeders’ Cup Juvenile Turf G1 in America, allenato in corsa da John Gosden ed è stato secondo di Siyouni (Pivotal) nel Jean-Luc Lagardere G1 a Longchamp (il loro Gran Criterium).

Tassi di monta Aga Khan: Sea The Stars invariato

L'Aga Khan ha stabilito e tiene a rendere noto, quali saranno i tassi di monta del prossimo 2011. Spicca subito che Sea The Stars (Cape Cross) è rimasto invariato rispetto allo scorso anno quando entrò in razza per la prima volta, e che quindi anche per il 2011 funzionerà ad un tasso di €85,000.
Per lui parla la famiglia femminile, visto che si tratta di un figlio di Urban Sea (Miswaki) che come lui vinse l'Arco, ma soprattutto di un mezzo fratello di Galileo (Sadler's Wells), stallone perennemente capolista in Europa e dal tasso di monta maggiore sempre in Europa, e figlio di Cape Cross (Green Desert) stallone leader e grande padre di corridori.
Non avvenuto lo stesso per Dalakhani (Darshaan), il quale ha visto ridurre il suo tasso di monta del prossimo 30% scendendo ai €35,000 dai €50,000 dello scorso anno, nonostante comunque sia stato un anno positivo per lui grazie alle vittorie di Chinese White nelle Pretty Polly Stakes al Curragh e grazie anche a Duncan che ha vinto il Prix Foy sempre in Francia. Azamour (Night Shift) invece residente presso il Gilltown Stud funzionerà per €15,000. All'Haras de Bonneval, Sinndar (Grand Lodge), è offerto per €9,500, ribassato del 24% rispetto ai €12,500 lo scorso anno, mentre Siyouni (Pivotal) comincerà la sua carriera di stallone a €7,000, e questo può essere un buon prezzo per gli allevatori che intendono investire in un campione in corsa, di una buona famiglia femminile, quella di Slickly (Linamix), e molto prolifica.

Daylami aumenta il tasso di monta

Daylami, nota bene somiglianza con Voila Ici
Proprio in tema di Voila Ici, vale la pena comunicare che questi giorni è stato annunciato l'aumento del tasso di monta di Daylami (Doyoun), il quale nel prossimo 2011 potrà funzionare per un tasso di €5,000 presso il Coolagown Stud in Contea Cork, di duemila euro superiore rispetto ai €3,000 dell'anno 2010. 
Originariamente ritirato presso il Gilltown Stud in County Kildare per conto dell'Aga Khan in Irlanda, il figlio di Doyoun (Mill Reef), ritorna dunque nel paese dove ha cominciato la carriera di stallone, dopo aver passato tre stagioni in Sudafrica presso il Riethuiskrael Stud.
Daylami da quelle parti ha avuto un discreto successo tanto da aver prodotto anche sui salti, oltre al "nostro" Voila Ici partente alla prossima Japan Cup, cavalli come Ebadiyan, Ebaziyan, Pigeon Island e Zaynar. Ma funziona bene anche come padre di fattrici, o broodmare sire, perchè da sue figlie sono nati prodotti come Arcano (Oasis Dream), Keratiya (Iron Mask) e Summer Fete (Pivotal). In corsa lui st4esso è stato incoronato nel 1999 come Eclipse Champion Turf Horse in N.A. (vedi foto), poi ROA Horse of the Year (UK) e Horse of the World.
Presso il Coolagown ha coperto 105 fattrici nel corso del 2010.
Sempre nello stesso stud Papal Bull (Montjeu) rimane invariato per €5,000. Il figlio di Montjeu (Sadler's Wells), facente parte della famiglia di St Paul House (Machiavellian) in Italia, è stato ben accolto dagli allevatori tanto da aver realizzato il top-price alle Tattersalls Ireland November Breeders Flat Sale vendendo un foal per €25,000 il 14 novembre scorso.

Subito straordinari per Paco Boy

Oltre ad avere ancora un colpo in canna, proprio sul finire della stagione Paco Boy, è iscritto nell'Hong Kong Mile con una quota di 5 contro 1 (fonte RACEBETS, clicca qui per vedere le quote in antepost!!) in un contesto non proprio altamente selettivo, per un cavallo che corre contro Goldikova (Anabaa) in Europa. La corsa sarà l'ultima della carriera prima di prendere parte del roster band di quei simpaticoni dell'Highclere Stud il prossimo 2010. Ma non solo, alla fine della stagione di monta in Europa, il buon Paco dovrà fare i bagagli ed emigrare per fare la stagione anche in Nuova Zelanda, dove gli pagano evidentemente gli straordinari. Bel mestiere comunque il suo! Il figlio di Desert Style ((Green Desert) (Danzig)), funzionerà da dopo giugno prossimo, presso la Waikato Stud in New Zealand appunto, dopo un accordo con una "Matamata-based operation" che ne acquistato gli interessi stallonieri del tre volte vincitore in G1. 
Quelli del Waikato Stud, incoronati come ‘Breeder of the Year’ della Nuova Zelanda in quattro degli ultimi cinque anni, hanno tra i loro sette stalloni, tra cui il campione degli stalloni O’Reilly (Last Tycoon) e Pins (Snippets), ed il proprietario dello stud Garry Chittick è fiero di ospitare Paco Boy.
Vale la pena ribadice come il buon Paco, comincerà il mestiere di stallone presso l'Highclere Stud per £8,500.

Whipper si sposta

Il campione in corsa Whipper (Miesque's Son), campione dei first crop sire in Francia lo scorso anno, è in procinto di muoversi proprio in direzione dove ha ottenuto i migliori successi in carriera, raggiungendo la meta dell'Haras du Mezerary, lasciandosi così alle spalle l'esperienza in Irlanda dove ha fatto campo base presso il Ballylinch Stud. Nel prossimo 2011 dunque, comincerà la stagione ad un tasso di €7,500, raggiungerà Naaqoos (Oasis Dream), vincitore due anni fa del Prix Jean-Luc Lagardere G1, e Muhtathir (Elmaamul) vincitore del Prix Jaques Le Marois a Deauville qualche anno fa oramai.
Whipper è un figlio di Miesque's Son (Mr Prospector), ed è per 3/4 fratello della campionessa indiscussa Divine Proportions (Kingmambo), che vinse 9 delle 10 corse disputate, perdendo all'ultima occasione proprio da Dubawi (Dubai Millennium) nel Prix jaques Le Marois che Whipper stesso ha vinto. 
Whipper dunque ha vinto al massimo livello nel Morny G1, nel Jacques le Marois G1 e nel Maurice de Gheest G1. La tendenza in razza di Whipper è quella di dare prodotti non proprio correttissimi, ma comunque qualitativamente forti.
Della sua migliore progenie ricordiamo Dolled Up, vincitrice del Prix du Bois a Chantilly, e di Royal Bench, vincitore del Prix Daniel Wildenstein G2 a Longchanp nel weekend dell'Arco.

martedì 23 novembre 2010

Iffraaj, record frantumato: sono 36

Abbattuto il muro dei 35 vincitori, Iffraaj (Zafonic) ha guadagnato il riconoscimento come miglior first-season sire della storia nel momento in cui domenica pomeriggio Dixlesio ha vinto la sua maiden in Spagna sui 1200 metri di Madrid, regalando allo stallone Darley il 36esimo sigillo come vincitore individuale. Qualche settimana fa Iffraaj aveva eguagliato il record che durava dal 2006 di Invincible Spirit (Green Desert), finito a quota 35 vincitori individuali. Iffraaj può ora dunque confermarsi come un buon prospetto di stallone, cioè non uno che è destinato a scomparire già dal prossimo anno, oppure essere un flop clamoroso. Per lui il primo vincitore è stato Nasharra in maggio, a Leicester. Ma nel corso dell'annata è stato rappresentato da sette stakes performer, capitanati da Wootton Bassett, imbattuto puledro che ha vinto il Prix Jean-Luc Lagardere G1 a Longchamp, e Espirita vincitore in G3. Iffraaj ha vinto a livello di G2, è un figlio di Zafonic (Gone West), e quest'anno e nel prossimo 2011 funzionerà al Kildangan Stud in Irlanda per €15,000.

Venduta anche Soberania, influenza Monsun

Un'altro grande performer da Monsun (Konigsstuhl) è in procinto di lasciare la Germania, se già non l'ha fatto. Il Gestüt Karlshof ha reso noto di aver venduto la 4 anni Soberania all'allevatore Giapponese Katsumi Yoshida, il fratello di Teruya, già proprietario di Anna Monda (Monsun) e Kali (Areion), vincitrici entrambe di 1000 Ghinee tedesche. In carriera Soberania ha vinto una sola corsa, di piccolo rilievo, ma si è piazzata sempre ad altissimo livello. E' stata runner-up di Night Magic (Sholokhov) nel Preis der Diana G1, una controversa 4° di Prix Vermeille G1 vinto nell'occasione da Stacelita (altra Monsun) e quest'anno terza di Premio Lydia Tesio G1, vinto da Aoife Alainn (Dr Fong), quando fu supplementata. La mamma Sasuela (Dashing Blade), è una sorella di Sacarina (Old Vic), fattrice molto prolifica tanto da essere diventata "broodmare of the year", e questa è mamma di Samum (Monsun), campione e stallone, Schiaparelli (Monsun), vincitore del Derby tedesco G1, e di Salve Regina (Monsun), vincitrice del Preis der Diana G1. Come avrete notato, i prodotti sono tutti dal perenne leading sire Monsun (Konigsstuhl), ed in effetti Soberania è per 3/4 sorella di tutti questi vincitori Classici. Monsun, sempre sulla breccia all'età di 20 anni, funziona alla grande presso il Gestüt Schlenderhan, mentre sui figlio Samum, vincitore del Deutsches Derby G1 del 2000, è stato Champion Sire in Germania nel 2008. Samum funziona al Gestüt Karlshof, vicino suo figlio Kamsin, vincitore del German Derby del 2008.

Getaway al Coolmore...reparto ostacoli

Il duplice vincitore di G1 Getaway (Monsun), è stato ufficialmente ritirato in razza come stallone per il 2011, ma acquistato per far parte della band del Coolmore, ma sotto l'insegna degli ostacoli che è situata in Irlanda. L'esatta locazione del sette anni da Monsun (Konigsstuhl) ed il tasso di monta non è stato annunciato, ma si sa solo che andrà in una di queste tre località, ovvero Castlehyde Stud, o Beeches e Grange Stud. Si tratta di un cavalli che in corsa ha dimostrato tanta classe e il saper fare tantissima distanza, nella sua carriera per i colori del Barone G. Von Ullmann, ha corso per 22 volte vincendo in 9 occasioni, e trovando le vittorie in G1 nella seconda parte della sua carriera, quella di quando è stato allenato da Jens Hirschberger. E con lui ha vinto il Deutschland-Preis G1 ed il Grosser Mercedes-Benz Preis von Baden G1. Come detto però, Getaway ha cominciato la carriera con Andre Fabre, raccogliendo tre sigilli in G2, come nele Jockey Club Stakes G2 a Newmarket, nelle quali ha battuto Sixties Icon (Galileo) per 3 lunghezze e 3/4, è stato secondo nel Milano G1 di quest'anno vinto da Jakkalberry (Storming Home), e quarto di Dylan Thomas (Danehill), nell'Arc del 2007.
Famiglia prolifica quella di Getaway, la mamma Guernica (Unfuwain) ha prodotto anche Guadalupe (Monsun), vincitrice delle Oaks d'Italia, e Guadalajara (Acatenango), piazzato di Listed. La famiglia è quella del vincitore della Ascot Gold Cup Royal Rebel (Robellino) e di Alexander Goldrun (Gold Away).

lunedì 22 novembre 2010

Se n'è andato Cadeaux Genereux

Solo pochi mnesi dopo l'annuncio del pensionamento, il veterano del Whitsbury Stud Cadeaux Genereux (Young Generation) è deceduto all'età di 25 anni a causa dell'avanzata età. Allevato da Helen e Bobby Kennard, il figlio di Young Generation (Balidar), in corsa è stato Campione Europeo degli Sprinter dopo la vittoria nella July Cup G1 a tempo di record e nelle Nunthorpe Stakes G1 per il suo proprietario Maktoum Al Maktoum. Egli aveva un bel pedigree, abbinato al fatto che fosse un campione in corsa, ed un modello davvero interessantissimo che ha fatto si che molti allevatori scegliessero lui, anche per la rarità del suo pedigree in quanto outcross completo per linee da Northern Dancer, quindi con una possibilità maggiore di essere incrociato senza incorrere in eccessive dosi di "insanguamento". Il suo tasso salì in modo screscente fino a toccare i £25,000, di ben cinque volte un suo tasso normalmente considerato. In razza ha prodotto bene, di lui ricordiamo 4 campioni indiscussi come Embassy, vincitrice delle Cheveley Park Stakes G1, Hoh Magic, che toccò il Prix Morny G1, più altri vincitori al massimo livello come May Ball (Prix Maurice de Gheest). Ma la sua dinastia è continuata certamente con un tipetto niente male, quel Bahamian Bounty, vincitore di G1 e residente al National Stud, dove c'è anche suo figlio Pastoral Pursuits che ha iniziato niente male. Altri suoi prodotti che sono in allevamento, annoveriamo Bijou D’Inde, (St James’s Palace Stakes G1), Touch Of The Blues (Atto Mile G1), e l'altro campione Toylsome, grande sprinter in Germania ed il grigio Donativum che ha vinto la Breeders' Cup Juvenile Turf.
In corsa c'erano due tipi di “Cadeauxs”, il classico due anni veloce che tirava molto e correva di rimessa, e l'altro invece genuino che faceva anche il miglio e veniva impiegato vicino alla testa. Non ha mai prodotto vincitori Classici, è vero ma con quasi 100 Stakes performers con madri non al top non sono poco. In pratica, è stato un buon stallone, naturalmente ha pagato il fatto che tutti i migliori purosangue discendono da linee da Nearco, tuttavia è stato molto apprezzato anche come padre di fattrici. In particolare quest'anno è stato portato alla ribalta per essere il broodmare sire di Dream Ahead (Diktat), ma prima anche di Notnowcato (Inchinor), Ashkal Way (Ashkalani) and Rajeem (Diktat) ed il nostro Black Mambazo (Statue Of Liberty). Charlie Oakshott, manager del Withsbury ha dichiarato che.."la decisione dell'eutanasia è stata inevitabile prima che soffrisse troppo e gli organi si deteriorassero oltremodo. In razza è stato un servitore eccellente e siamo stati fieri di lavorare per e con lui. Ma la vita va avanti, speriamo ora in Showcasing (Oasis Dream), ben accolto dagli allevatori, sperando nella fama di suo padre Oasis Dream (Green Desert), che è di certo più considerato di quando non lo fosse Young Generation (Balidar) in quei tempi”

sabato 20 novembre 2010

Comincia l'avventura di Voila Ici in Giappone

Voila Ici all'arrivo in Giappone
E' ufficialmente cominciata l'avventura giapponese di Voila Ici (Daylami), la nostra punta di diamante che vorrà farsi un nome anche all'estero, all'insegna della fruttuosa esperienza di Falbrav (Fairy King) qualche anno fa. Voila Ici è atterrato presso l'aereoporto Narita International giovedì mattina alle 7:10ed è stato immediatamente trasportato presso la JRA Horse Racing School Quarantine Center, dove è arrivato poco prima delle 11 a.m. ora locale, in compagnia dell'Assistant trainer Sergio Urru, che da un pò di tempo collabora con gli effettivi di Vittorio Caruso a Milano. Le prime dichiarazioni, rese note attraverso gli organi di stampa giapponesi, sempre molto attenti alla comunicazione in tal senso, sono state quelle di attendere istruzioni dal proprio allenatore per il canuto 5 anni di proprietà della Incolinx. Ha dichiarato comunque che ha affrontato bene il viaggio e che gradualmente prenderà confidenza con il tracciato, per effettuare qualche lavoro di mantenimento. Il figlio di Daylami (Doyoun), allevato dalla Finanza Locale Consulting, è prodotto di Far Hope (Barathea) e resta su un secondo posto nel Premio Roma G1. In carriera ha ottenuto sinora 11 vittore su 20 uscite, con punte secondo del Premio Presidente della Repubblica e la vittoria del Roma edizione 2009 e nel Premio Federico Tesio G3. Voila Ici ha già ottenuto una vittoria fuori dai confini italiani, nel Maurice de Nieuil G2 a Longhamp, nel luglio 2009. Naturalmente nella Japan Cup farà coppia con Mirco Demuro, che ha vinto la Japan Cup in sella a  Screen Hero (Grass Wonder) nel 2008, ma per la prima volta Voila Ici affronterà un tracciato a corda sinistra.
Intanto il primo bilancio di Mirco Demuro in Giappone, lo vede con 3 vittorie (20%), di cui una in G2 e 5 piazzamenti su 15 monte effettuate. Questo fine settimana sarà a Kyoto e monterà nel Mile Championship G1 in sella a To The Glory (King Kamehameha)

Tassi di monta Coolmore in Europa

Il gruppo Coolmore Europa ha annunciato nei giorni scorsi i tassi di monta degli stalloni residenti, adeguandoli al mercato per il prossimo 2011. In particolare si rende nota la riduzione di Danehill Dancer (Danehill) e Montjeu (Sadler's Wells), quest'anno acquistabili per €75,000, mentre gli anni scorsi resi nascosti dal tasso di monta privato. Ovviamente, chi è rimasto con tasso privatamente acquistabile, è Galileo (Sadler's Wells), (anche se si vocifera sia €250,000 ndr), mentre High Chaparral (Sadler's Wells) ha visto incrementare la propria considerazione crescendo fino a €25,000. Questa è la conseguenza dei successi ottenuti in entrambi gli emisferi del mondo. Del roster irlandese entrano a far parte anche l'australiano Fastnet Rock (Danehill), capace di produrre vincitori di G1 laggiù ma esploso come stallone, e Thewayyouare (Kingmambo) che funzioneranno rispettivamente per €30,000 e €10,000. L'italian-bred Rip Van Winkle (Galileo) vede il suo tasso come impostato per €20,000 in questo primo anno, mentre il campione dei velocisti Starspangledbanner (Choisir), funzionerà per €15,000. Il nuovo entrato, annuncio di questi giorni, Alfred Nobel (Danehill Dancer), comincerà a funzionare per €5,000. Eddie Fitzpatrick, manager Coolmore si è detto soddisfatto di poter annunciare ulteriori 4 vincitori di G1 al roster irlandese, che si tratta di ottimi prospetti ovviamente, e che alcuni tassi sono stati ridotti in relazione alle condizioni di mercato attuali, in particolare per Danehill Dancer sempre sulla breccia. Dello stesso avviso anche Christy Grassick che si è detto entusiasta anche dell'ingresso in razza di Rip Van Winkle.
In alto in allegato i tassi ufficiali Coolmore Europa per il 2011.

Lookin At Lucky ritirato in razza per il Coolmore America

L'Ashford Stud in Kentucky, ha annunciato di essersi assicurato le prestazioni stalloniere di Lookin At Lucky (Smart Strike), per il prossimo 2011. Il figlio di Smart Strike (Mr Prospector), insignito nel 2009 del "Eclipse Award for Two-Year-Old Male", è attualmente un "contender" per un'altro riconoscimento come Eclipse Award, grazie alle vittorie delle Preakness Stakes G1, seconda prova della triplice corona americana, e per la vittoria nell'Haskell Invitational 1 per ben 4 lunghezze. Lookin At Lucky si ritira con una score che lo vede vincere 9 corse su 13 disputate, per guadagni per oltre $3.3 milioni. Ma la sua leadership dei due anni va avvalorata per il fatto che sia nato il 27 maggio del 2007, molto tardi per l'ippica moderna, ma mai troppo discusso in america dove c'è una grande media di cavalli americani che vincono prove della triplice corona pur essendo nati in maggio. Tuttavia, in corsa ha vinto le Gr.2 Best Pal Stakes, le Gr.1 Del Mar Futurity, le Gr.1 Norfolk Stakes americane e le Gr.1 Cashcall Futurity. Demi O’Byrne, direttore del Coolmore America all'Ashford Stud è compiaciuto dell'acquisto, ed ha rimarcato come sia un colpo per l'Ashford Stud. 
Lookin At Lucky, oltre ad essere figlio di Smart Strike (Mr Prospector), champion sire nel 2007 e 2008, può vantare l'incrocio Mr Prospector/Danzig come Distorted Humor (Forty Niner), uno dei migliori ed apprezzati stalloni dell'ultima decade ed incrocio molto prolifico e sviluppato anche in Europa, come fa Shadwell per esempio. Tra i figli famosi di Smart Strike si annoverano il campione sull'erba nella BC English Channel e Soaring Free, campione sull'erba in Canada. La mamma di Lookin At Lucky è Private Feeling (Belong To Me), la quale ha prodotto già Kensei (Mr Greeley), vincitore di G2. La famiglia è quella di Wait A While (Maria's Mon) e la terza mamma è Sharp Belle (Native Charger), campionessa nelle Monmouth Oaks G1.
E a proposito di Distorted Humor (Forty Niner), il Vinery con nuova sede in New Yoark ha annunciato di aver aggiunto nel proprio roster di stalloni il vincitore di G2 Justenuffhumor, piazzato di G1, che funzionerà alla Hudson Farm nel 2011 per $5,000 live foal.

Special Duty in America

Special Duty (Hennessy), duplice vincitrice di 1000 Ghinee inglesi e francesi non sarà ritirata per ora in razza perchè la sua ultima apparizione in corsa saranno le Matriarch Stakes G1 del 26 novembre prossimo ad Hollywood Park. La saura del Principe Khalid Abdullah, allenata da Criquette Head-Mareek, dopo aver vinto incredibilmente le due prove Classiche grazie all'intervento dei commissari in entrambe le occasioni, ha subito un brusco stop nelle Falmouth Stakes G1 dov'è terminata nelle retrovie, salvo riprendersi solo in parte nel Prix de la Foret G1 vinto da Goldikova (Anabaa), dove la figlia di Hennessy (Storm Cat) è terminata sesta. La minuta saura è già arrivata ad Hollywood, secondo le parole della sua allenatrice, ha preso bene il viaggio ed è rilassata, ma in generale in buone condizioni fisiche. Sarà allenata da Bill Mott, che ha preso i consegna i cavalli del Principe in America, dopo il fruttuoso rapporto con Bobby Frankel, ed in corsa sarà montata da Rafael Bejarano. Quella, potrebbe essere la sua ultima corsa in carriera prima di entrare in razza, oppure un nuovo capitolo per una carriera americana.

giovedì 18 novembre 2010

Ufficiale: Zenyatta va in razza

Avrebbe potuto concludere la sua magnifica carriera da imbattuta, ma cosa importa se alla fine non c'è riuscita, di un solo minuscolo baffo. Jerry and Ann Moss hanno confermato nei giorni scorsi l'ufficiale ritiro in razza della loro mastodontica femmina, la spettacolare Zenyatta (Street Cry) che così si godrà un pò di meritata pensione, dopo aver regalato emozioni uniche in corsa. E' stato deciso anche l'allevamento che la ospitera, vale a dire la Lane'd End Farm vicino Versailles in Kentucky, dei signori Mr e Mrs William S Farish. Ci si aspetta che la figlia di Street Cry (Machiavellian) arrivi in allevamento a Dicembre, ricordando la sua carriera scriviamo che ha debuttato alla fine dei tre anni, vincendo 19 delle 20 corse disputate, di cui 13 al massimo livello per un bottino di $7,304,580. Ha guadagnato l'onore di essere insignita come Eclipse Awards e Champion Older Mare nel 2008 e nel 2009.
Quale stallone vedete bene per lei? rispondete al microsondaggio sul sito www.mondoturf.net

Goldikova: sempre lei. Migliore cavalla dell'anno

La campionessa mondiale Goldikova (Anabaa), è stata nominata come Cartier Horse Of The Year alla cerimonia dei Cartier Racing Awards del 2010, dove ha ricevuto anche il riconoscimento come Cartier Older
Horse Award per il secondo anno consecutivo. Il riconoscimento è stato raggiunto qualche notte fa presso il  Dorchester Hotel in Mayfair, Londra. La brillante figlia di Anabaa (Danzig) ha vinto quest'anno per la terza volta consecutiva il BC Mile G1, per il training di Freddy Head, il jockey Olivier Peslier ed i proprietari che sono Alain e Gerard Wertheimer. Goldikova resterà in allenamento anche nel prossimo anno, dove tenterà la vittoria del dodicesimo G1, finora ha vinto il Prix d’Ispahan, le Queen Anne Stakes, il Prix Rothschild ed il Prix de la Foret, il Prix du Moulin, le Falmouth Stakes e il Jaques Le Marois G1.
Altri riconoscimenti sono stati dati a Frankel (Galileo) come miglior due anni, a Misty For Me (Galileo) come miglior puledra femmina, Rite Of Passage (Giant's Causeway) come miglior Stayer, il tre anni maschio Workforce (King's Best), la tre anni femmina Snow Fairy (Intikhab), il miglior sprinter Starspalngledbanner (Choisir) mentre Richard Hannon è stato insignito di un premio alla carriera e al merito.

Tassi di monta in America

Nella foto Ubridled's Song
Di seguito, alcuni tassi di monta dei più importanti stalloni in America. La Taylor Made Stallions ha reso noto quello di Unbridled’s Song (Unbridled), perenne leading sire, che funzionerà per $85,000. Tra le sue ultime creature ricordiamo Unrivaled Belle, vincitrice del Breeders’ Cup Ladies’ Classic. Ma in generale ha prodotto 87 Stakes winners, 38 Graded Stakes winners, 13 Gr.1 winners ed 8 milionari. 
La Gainesway Farm in Kentucky ha reso noto l'ennesimo incremento del tassi di monta di Tapit (Pulpit), quest'anno schizzato ad $80,000 per il 2011, per il giovane stallone. Il figlio di Pulpit (A P Indy) ha prodotto quest'anno 4 vincitori di G1, al terzo anno in razza quando cominciò per $15,000. Tapit ha coperto quest'anno 169 fattrici al tasso di $50,000. Sempre per la Gaineway, lo stallone rivelazione Afleet Alex (Northern Afleet) ha visto il suo tasso incrementarsi dai $15,000 ai $25,000, Mr Greeley (Gone west) invece è stato ridotto dai $50,000 ai $40,000.
La WinsStar ha reso noto il tasso di Distorted Humor (Forty Niner), padre di Drosselmeyer, è confermato ad un tasso di $100,000 la prossima stagione. Dopo aver coperto 127 fattrici nel 2010, mentre funzionò per $225,000 nel 2009. 
Speightstown (Gone West), rappresentato da vincitori di G1, otterrà un incremento del tasso dai $30,000 ai $50,000.

Johnny Murtagh ha deciso per l'Aga Khan in Irlanda

Il Criterium de Saint-Cloud è stato, come previsto, l'ultimo G1 vinto con la giubba del Coolmore per Johnny Murtagh. Il fantino irlandese però, che aveva comunicato l'intenzione di non rinnovare il rapporto con il team di Ballydoyle nei giorni scorsi, ha annunciato il rinnovo della collaborazione con il team dell'Aga Khan in Irlanda. L'accordo include dunque la collaborazione già fruttuosa con John Oxx (90 cavalli) e con Michael Halford (30 cavalli). Johnny Murtagh, come detto, è stato già stabile jockey per John Oxx dal 1992 al 2003, dove durante questo sodalizio portarono alla vittoria in 18 G1, incluse le vittorie in sella a Sinndar (Grand Lodge), che completò un hat-trick vinendo l'Epsom Derby, l'Irish Derby e l'Arc nel 2000. Sua Altezza, l'Aga Khan ha commentato di essere compiaciuto del rinnovo di questo accordo, e di essersi assicurato le prestazioni di un jockey di classe come Johnny Murtagh, rinnovando e potenziando il settore irlandese per ricominciare a vincere come molti anni fa. Per il resto, in Francia, Christophe Lemaire rimarrà sotto contratto per la giubba verde smeraldo anche per gli anni 2011 e 2012, con il quale è stato già siglato l'accordo. Fran Berry, che è stato seconda monta di Michael Kinane negli anni scorsi, sarà sempre un valido supporto per la giubba Aga Khan, nella succursale irlandese.

martedì 16 novembre 2010

Aprono oggi le Goffs November Sales: I pezzi pregiati..

Si aprono oggi le Goffs November Foal Sales, una buona occasione per fare degli affari di qualità, vista la situazione ottimale quest'anno dal punto di vista degli acquirenti. Basta ricordare che da quest'asta sono usciti cavalli del calibro di Canford Cliffs (Tagula), pagato €46,000 nel 2007 vincitore di G1, poi anche Dick Turpin (Arakan) pagato €12,000, Casamento (Shamardal), vincitore del Racing Post Trophy pagato €54,000, Aoife Alainn (Dr Fong), pagata €65,000 e successivamente vincitrice di Lydia Tesio G1, e poi ancora Kingsgate Native (Mujadil) pagato €28,000 ed Approve (Oasis Dream), acquistato per €52,000. Inseriti almeno 100 stalloni diversi, ed il 50% dei foals sono da stalloni giovani. Ci sono 8 Acclamation (Royal Applause), 6 Azamour (Night Shift), 9 Cape Cross (Green Desert), 4 Danehill Dancer (Danehill), 3 Galileo (Sadler's Wells), 22 High Chaparral (Sadler's Wells), 6 Intikhab (Red Ransom), 12 Invincible Spirit (Green Desert), 5 Marju (Last Tycoon), 26 Oratorio (Danehill), 10 Rock of Gibraltar (Danehill), 3 Royal Applause (Waajib) e 14 Shamardal (Giant's Causeway). I lotti più interessanti, a partire da domani mattina, saranno:
Lot 380, una femmina da High Chaparral (Sadler's Wells), mezza sorella di Questi Amori (Choisir) vincitore per Maurizio Guarnieri e Gossamer Seed (Choisir), quest'ultima iscritta nelle 1000 Ghinee irlandesi, e molto chiacchierata in Irlanda dov'è allenata da J J Murphy. La famiglia è piena di vincitori e discende da quella di Shareef Dancer (Northern Dancer), campione europeo dei tre anni.
Il Lot 501, un Invincible Spirit mezzo fratello di Approve (Oasis Dream), vincitore di G2
Il Lot 641, una Galileo mezza sorella dello sprinter Kingsgate Native, vincitore di G1
Il Lot 666, un Nayef mezzo fratello della vincitrice delle 1000 Ghinee irlandesi Bethrah
Il Lot 671, una Teofilo mezza sorella della vincitrice delle Railway G2 Formosina
Il Lot 679, una Duke of Marmalade mezza sorella di Folk Opera vincitrice delle E P Taylor G1
Dei nuovi stalloni, quelli first crop sire, ci sono 15 Duke Of Marmalade (Danehill), 8 figli di Haatef (Danzig), e ben 7 figli di Ramonti (Martino Alonso), ora funzionante in Italia dopo la stagione al Darley presso il Kildangan Stud. Ci sono poi 2 Raven’s Pass (Elusive Quality).
Il Catalogo Goffs November Foal Sale è disponibile cliccando QUI, mentre per vedere il LIVE da Goffs per vedere i cavalli nel ring e per presentare anche un'offerta, basta cliccare QUI.

lunedì 15 novembre 2010

Non perdete TUTTO GALOPPO!!

Questa sera, ore 20,45 sul canale 220 di SKY (Snai Sat), non perdete TUTTO GALOPPO, l'unica trasmissione interamente incentrata sul galoppo e sull'allevamento del purosangue a 360 gradi. Questa settimana, ospiti telefonici in Armando Renzoni, allenatore di Rosendhal, e Franco Raimondi, il campione, l'elemento imprescindibile del team formato da me e Mario Berardelli. Proporremo immagini dalla Francia con la disputa del Criterium de Saint-Cloud, analizzeremo la domenica romana dopo l'Aloisi, il Valiani ex Buontalenta ed il Roma Vecchia. In più lanceremo filmati sulle migliori promesse sul panorama nazionale, i due anni migliori sinora visti in corsa. In più immagini dal Sudafrica che documentano una vittoria ottenuta da Umberto Rispoli, visto che siamo nel..Villaggio Globale..
Guardateci anche nelle repliche, di martedì alle 10,00 sempre sul canale 220 di Sky, e giovedì sera alle 20,45 sul medesimo canale. Potete interagire con noi, scrivendoci all'indirizzo email tuttogaloppo@libero.it e ricordate che Tutto Galoppo, è 100% grande, grandissimo galoppo!!!

Il bello del weekend in Italia e Francia

Se da una parte Figli Fanesi (Tiger Hill) ha deluso nel Criterium de Saint-Cloud G1 sui 2000 metri dell'omonima pista, i colori italiani tornano competitivi grazie alla performance di Bubble Chic (Acatenango), della filiale dei Botti in Francia, in una corsa dominata dal Coolmore e dal loro Recital (Montjeu), facente parte di una famiglia femminile sviluppata interamente in Francia.
A Kyoto in Giappone, la Ed Dunlop Snow Fairy (Intikhab), vincitrice Oaks inglesi ed irlandesi, ha vinto nella nottata di domenica la Queen Elizabeth II Commemorative Cup G1, montata da Ryan Moore. La figlia di Intikhab (Red Ransom), è stata pagata €1,800 alle Tattersalls Ireland.
Per il resto, domenica pomeriggio Capannelle ha vissuto una domenica di prestigio grazie all'Aloisi G3, ultima pattern dell'anno che ha lanciato in orbita Rosendhal (Indian Ridge) e il mestiere di Armando Renzoni che ha vinto questa corsa per ben sei volte. Rosendhal, mezzo fratello del top price realizzato quest'anno alle SGA selezionate di Milano per €190,000, è stato supplementato appositamente per correre, ed è allevato dalla Pian Di Neve per la famiglia Battilocchio. Secondo è finito Morgan Drive (Namid) murato fino ai 100, mentre terzo è Jiroft (Blu Air Force). Curiosità d'allevamento, Indian Ridge (Ahonoora) è presente nei primi tre in quanto padre di Rosendhal, come padre di Namid cui è padre di Morgan Drive, e nella mamma di Jiroft che è Dexia, proprio da Indian Ridge.
Nel Valiani ex Buontalenta Lr finalmente ha il suo riconoscimento come "stakes winner" anche Quiza Quiza Quiza (Golden Snake), che ha vinto alla grande rispolverando la classe di cui è dotata e respingendo Quissisana (Antonius Pius) e Famusa (Medicean). Nel Roma Vecchia Lr, ha vinto il tedesco di nascita ma italianissimo di colori Nebukadnezar (Lomitas) per Pierluigi Giannotti, che ha disposto di Cape Martin (Polish Precedent) e Trovajoli (Fisich).
Per la serie: fantini italiani che vincono all'estero, in Sudafrica, Umberto Rispoli ha vinto un handicap per la gloria italiana anche dall'altra parte dell'emisfero, così come Mirco Demuro in Giappone che ha riportato un G2. In Inghilterra Andrea Atzeni ha portato la vittoria The Big Hearth (Elusive City) in un handicap classe 7 a Wolverhampton.

Il Cheveley abbassa il tasso di monta di Pivotal

Il Cheveley Park Stud di Newmarket ha resi noti quali sono i tassi di monta dei propri stalloni base nel corso del 2011, annunciando di aver operato degli sconti e dei tagli specifici nella forbice che va tra il 15% ed il 20%. Dunque tra questi è incluso anche Pivotal (Polar Falcon), stallone leader in Europa che più invecchia e più produce bene, che è stato ridotto nelle pretese dalle £65,000 lo scorso anno, alle £55,000 del prossimo anno. Tutto ciò, quando in questa stagione è statoo ben rappresentato da vincitori di Gruppo 1 come Buzzword nel Derby Tedesco ad Amburgo, e Regal Parade nel Maurice de Gheest G1 a Deauville quest'estate. In generale Pivotal quest'anno è rimasto in auge grazie ai 17 stakes winner individuali, e qui la lista è lunga. Per quanto riguarda gli altri stalloni, Virtual (Pivotal), Killachy (Pivotal) e Medicean (Machiavellian), sono stati ridotti del 20% in modo piuttosto netto, mentre Dutch Art (Medicean), ha subito una riduzione del 17%.

domenica 14 novembre 2010

Lo stallone Empire Maker venduto in Giappone

Il Juddmonte ha reso noto di aver venduto Empire Maker, stallone di proprietà Abdullah ma residente in America, alla Japan Bloodhorse Breeders’ Association. I termini della vendita sono rimasti ancora ignoti, si sa solo che il team inglese che si è sviluppato anche in America, ha accettato un'offerta decisamente importante per il proprio stallone, prestigioso ed andremo a vedere perchè. Empire Maker (Unbridled), con le sue prime cinque annate in razza e dalla sua prima annata, è rappresentato da cinque vincitori di Graded 1. L'ultima, solo in ordine di tempo è la vincitrice delle Spinster Stakes G1, ovvero Acoma, senza dimenticare lo scorso anno il secondo arrivato del Kentucky Derby Graded 1 Pioneerof The Nile. Il dieci anni, vincitore tre volte in Graded 1 in Usa, inclusa la vittoria nelle Belmont Stakes, è figlio di Unbridled (Fappiano), sire influentissimo in America, ma prodotto soprattutto dell'eccezionale fattrice Toussaud (El Gran Senor), madre di altri campioni come Chester House (Mr Prospector), Chiselling (Woodman) e Honest Lady (Seattle Slew).
Funzionante per $50,000 nel 2010, Empire Maker approda dunque al JBBA di Shizunai Stallion Station houses, che annovera anche Bago (Nashwan), Johannesburg (Hennessy), Opera House (Sadler's Wells) e Stravinsky (Nureyev).

Tassi di monta Lane's End in America



La Lane's End Farm in Kentucky ha resi noti i tassi monta dei propri stalloni del prossimo 2011. Tra tutti spicca l'incremento del tasso di Candy Ride (Ride The Rails) questo grazie anche alla rinomanza acquisita l'anno scorso per aver prodotto 3 vincitori di Graded 1. Sta di fatto che il proprio tasso di monta si è innalzato del 60% portandosi attualmente a $40,000 dai $25,000 dello scorso anno. Il figlio di Ride The Rails (Cryptoclearance), è stato magnificato quest'anno grazie alle performances di El Brujo (Pat O'Brien Stakes (USA-G1)), Misremembered (Santa Anita Handicap (USA-G1)), Evita Argentina (La Brea Stakes (USA-G1)), Sidney's Candy (Santa Anita Derby (USA-G1)), senza dimenticare Capt. Candyman (King's Bishop Stakes (USA-G1)). La Lane's End ha inoltre incrementato i tassi di City Zip (Carson City) e Mineshaft (A P Indy). Lo stesso A. P. Indy (Seattle Slew), due volte leading sire in Nordamerica vede il proprio tasso invariato rispetto allo scorso anno, ovvero uno dei più ricchi con $150,000.
After Market (Storm Cat), Aragorn (Giant's Causeway), Langfuhr (Danzig), Pleasantly Perfect (Pleasant Colony) e War Pass (Cherokee Run) vedono i loro tassi diminuire in una forbice tra il 14% ed il 40%.

Fissato il tasso di Super Saver

Super Saver, vincitore lo scorso maggio del Kentucky Derby G1 edizione 2010, è stato ufficialmente ritirato in razza poichè ne è stato anche stabilito il tasso di monta. Il figlio di Maria's Mon (Wavering Monarch), padre questo di cavalli da Kentucky Derby per una curiosa tradizione, sarà residente presso la WinStar Farm e sarà disponibile per un tasso abbastanza accessibile di $20,000. Super Saver proviene da una delle famiglie femminili più prolifiche sviluppate dai Phipps. La mamma di Super Saver è Supercharger (A P Indy), sorella piena dei campioni e vincitori in G1 Daydreaming, Girolamo ed Accelerator, nonchè anche di She’s a Winner, madre del campione in corsa ed in razza già da quest'anno, Bluegrass Cat (Storm Cat). La famiglia fa capo alla fenomenale La Troienne (Teddy), una delle migliori importazioni dell'America, e che ha dato sviluppo a campioni quali Dance Number (Northern Dancer), Buckpasser (Tom Fool), Private Account (Damascus), Woodman (Mr Prospector), Mutakddim (Seeking The Gold) e Not For Love (Mr Prospector). Hai capito!

giovedì 11 novembre 2010

Tassi di monta Darley. Ritirati in razza anche Alexandros e Vale Of York

Come i grandi colossi dell'allevamento stanno facendo in questi giorni, anche Darley ha annunciato i tassi monta dei suoi 23 stalloni che funzionano in Europa, per la stagione 2011 ed in generale ha annunciato un decremento del 25% per molti degli stalloni del proprio roster, ma non i più richiesti ovviamente. Dubawi (Dubai Millennium), titolare tra la sua progenie di 8 vincitori di G1, funzionerà per £55,000, in aumento dai £20,000 lo scorso anno, e non c'è miglior stallone che abbia cominciato in questo modo in razza da 1971; Shamardal (Giant's Causeway), padre di 4 vincitori di G1 e secondo stallone per guadagni comulativi quest'anno, funzionerà per €50,000, dai €20,000 dello scorso anno. La rivelazione Iffraaj (Zafonic), leader tra i first season sire of 2010, funzionerà per €15,000; Cape Cross (Green Desert), padre di Behkabad, è prenotabile per €35,000, un prezzo che è più di un affare!! King’s Best (Kingmambo), padre di Workforce, eroe di Arc e Derby inglese, nonchè del vincitore di Derby Giapponese Eishin Flash, funzionerà per €15,000.
Degli stalloni complessivi diamo un rimando cliccando su questo LINK.
Per quanto riguarda le novità dell'anno, vale la pena annunciare che Vale Of York (Invincible Spirit) e Alexandros (Kingmambo), sono stati ritirati in razza per cominciare la stagione nel 2011 la loro nuova carriera da stalloni. Vale Of York è un duplice vincitore di Stakes, che ha vinto la Breeders’ Cup Juvenile G1 per Sheikh Mohammed e sarà ritirato presso il Kildangan Stud in Irlanda ad un tasso di €5,000. Vale Of York è stato anche secondo nel nostro Gran Criterium G1.
In Francia andrà invece Alexandros, vincitore del Prix de Cabourg G3 a Deauville ed in carriera terzo di Prix Morny G1n e nelle Lockinge Stakes G1 vincendo. Funzionerà per €4,000, della famiglia di Dubawi.
Altra novità riguarda Kheleyf (£4,000) che si muoverà dal Kildangan Stud al Dalham Hall.
Per la lista completa dei tassi, clicca su questo LINK.
Per informazioni, prenotazioni o studi incroci, contattaci via mail oppure se sai l'inglese chiama direttamente al +44 1638 730 070

Tassi di monta Juddmonte

La Juddmonte farm ha reso nota tutti i tassi di monta della propria farm con riferimento al prossimo anno. Spicca su tutti l'incremento avuto per Oasis Dream (Green Desert), che funzionerà ad un tasso di £20,000 superiore rispetto allo scorso anno, in quanto ha confermato quanto di buono ha espresso nei primi anni in razza, grazie alle individualità di spicco in Approve, Lady Jane Digby, Midday e Tuscan Evening. Dunque un incremento del 30% per lui che balzerà dai £65,000 del 2010, agli £85,000 del prossimo anno. La cosa curiosa è che l'altro stallone ugualmente altamente competitivo quest'anno come Dansili (Danehill), è rimasto inavariato come tasso a £65,000, nonostante anche lui abbia avuto evidenza da cavalli come Harbinger, Proviso e Zoffany.
Degli altri, Beat Hollow (Sadler's Wells) scende di £1,000 dai £6,000 dello scorso anno (-17%), Champs Elysees (Danehill) rimane a £10,000, Observatory (Distant View), padre di Twice Over, sale a £5,000 dai £4,000 dello scorso anno con un +25%, Rail Link (Dansili) scende di £500 to £7,000 (-7%), Three Valleys (Diesis) staziona a £5,000 come lo scorso anno, mentre Zamindar (Gone West) scende a £12,000 dai £15,000 (-20%).

mercoledì 10 novembre 2010

Tassi Ballylinch

Il Ballylinch Stud, Contea Kilkenny in Irlanda, ha annunciato i tassi di monta dei propri stalloni per quanto riguarda la stagione 2011. C'è subito da dire che i tassi sono rimasti tutti invariati tranne uno, quello di Intense Focus (Giant's Causeway), vincitore delle Dewhurst Stakes due anni fa, che lo scorso anno ha funzionato per €6,500, mentre quest'anno ha subito una lieve diminuzione (8%), portandosi a €6,000.
Lawman (Invincible Spirit), vincitore del Prix du Jockey Club G1, i cui prodotti sono quest'anno yearling, ben accettati peraltro dal mercato, è rimasto anch'esso invariato a €15,000. 
Bachelor Duke (Miswaki), vincitore delle 2000 Ghinee Irlandesi, per il secondo anno consecutivo rimarrà nell'emisfero sud, per completare lo shuttling presso l'Oaks Stud in Nuova Zelanda. Il figlio di Miswaki (Mr Prospector), era entrato al far parte della band Ballylinch nel 2005, e subito si è imposto come leader dei first season sire proprio in Nuova Zelanda nel 2008-2009, e la sua miglior progenie in Europa annovera Luminous Eyes, vincitore delle Silver Flash Stakes G3. 
Tra gli altri, Whipper (Miesque's Son) è confermato a €10,000, e stesso prezzo per l'anno scorso anche per Soviet Star (Nureyev) prenotabile ad €8,000. E poi, King's Theatre (Sadler's Wells), è disponibile a €9,000, molto in voga tra chi intende dare un'ulteriore specializzazione ostacolistica al proprio futuro prodotto.
La brochure pubblicitaria del Ballylinch è disponibile al sito http://www.ballylinchstud.com/Ballylinch_Brochure_2010_low.pdf

martedì 9 novembre 2010

Johnny Murtagh non sarà più fantino Coolmore

Il jockey Johnny Murtagh ha annunciato che il prossimo anno, nel 2011, non sarà più la prima monta del Coolmore e Ballydoyle. Il jockey irlandese, ha avuto un bienno molto importante con l'importante colosso d'Irlanda, venedo ingaggiato nel 2008 dopo che Kieren Fallon era stato trovato positivo ad un controllo in Francia dopo l'Arc di Dylan Thomas (Danehill). Con un comunicato Johnny Murtagh ha dichiarato di voler ringraziare Mr Magnier, Mr Smith, Mr Tabor ed Aidan O'Brien per questi tre anni spettacolari, augurando ancora una miriade di successi in futuro. Ringraziamenti anche per Mr David Wachman, Mr Charles O'Brien e Mr Tommy Stack. Si apre dunque il toto successione. William Hill ha posto Pat Smullen come favorito per prendere il trono a 6-4, poi c'è Cristophe Soumillon (questo lo banco volentieri, visto che non diventerà mai fantino Coolmore) a 7-2, mentre Ryan Moore è a 5-1. Il ritorno di Kieren Fallon è a 7-1 (in discesa dai 9) e Colm O'Donoghueè a 8-1 (dai 16). Seamus Heffernan è un altro dei papabili. Inserite la vostra idea!!

Fasig Tipton sales dopo le Breeders', Pezzi pregiati passati di mano

Il giorno dopo la disputa del Classic, si sono svolte le Fasig-Tipton miste. In totale, nella prima sessione, venduti 89 cavalli per $ 27.996.500, alla media di $ 314.567 (- 12,9% rispetto al 2009), con i mediani a $130.000 (- 23,5%). Pezzi importanti sono stati i seguenti: Awesome Feather (Awesome of Course), femmina imbattuta che ha vinto il Juvenile Fillies Breeders' Cup G1 è stata acquistata da Frank Stronach (Adena Springs) per $ 2.300.000. Crisp (El Corredor), una tre anni vincitrice quest'anno delle Santa Anita Oaks G1 e delle Santa Isabel Stakes G3é stata acquistata da tale Ajay Anne per $900.000.
Dubai Majesty (Essence of Dubai), vincitrice del Filly and Mare Sprint G1, è stata acquistata da Katsumi Yoshida (fratello di Teruya) per $ 1.100.000. Love To Dance (Sadler's Wells), mezza sorella di Dylan Thomas (Danehill) e di Queen's Logic (Grand Lodge), gravida di Sea The Stars (Cape Cross), é stata acquistata da Reynold Bells AGT / Alpha Delta per $ 1.050.000
Careless Jewel (Tapit), vincitrice delle Alabama Stakes G1è stata acquistata da Southern Equine Stables LLC per $ 1.950.000. Gabby's Golden Gal (Medaglia d'Oro), figlia di Gabriellina Giof (Ashkalani) allevata in Italia, è andata alla Shadai Farm per $1,25 milioni. La mamma di Uncle Mo (Indian Charlie), gravida di Broken Vow (Ubridled) è stata venduta per $1,65 milioni a M. V. Magnier, figlio di John Magnier, il "Supremo" del Coolmore Group. La cavalla si chiama Playa Maya (Arch), ed ha 10 anni. L'acquisto è in prospettiva, visto che Uncle Mo potrebbe vincere il Kentucky Derby, binomio con Juvenile che non è sfuggito a Street Sense (Street Cry)

Chi resta in corsa e chi va in razza

Teddy Grimthorpe, Racing Manager Juddmonte, ha annunciato che Workforce (King's Best) rimarrà in allenamento anche nel 2011. Dopo il ritiro nel BC Turf di sabato sera a causa del terreno duro, il vincitore dell'Epsom Derby e dell'Arc, per decisione del Principe Khalid Abdullah, tenterà un'altra prestigiosa carriera a 4 anni. 
Stessa decisione per Goldikova (Anabaa), per la quale Alain & Gerard Werheimer vogliono tentare l'assalto al quarta vittoria nel Mile a sei anni per la stupenda campionessa. La figlia di Anabaa (Danzig) ha già migliorato il record di Miesque (Nureyev), la quale vinse due volte il Mile nel 1987-88, quando era montata da Freddy Head, attuale allenatore di Goldikova. Con le sue 12 vittorie in G1, è la più grande di tutti i tempi in Europa. Il prossimo anno probabilmente cambierà programma cercando la vittoria nelle Queen Anne Stakes G1 a Royal Ascot, invece di correre le Falmouth Stakes G1 a Newmarket. 
Dall'America giungono invece notizie sul ritiro ufficiale di Blame (Arch), il giustiziere di Zenyatta (Street Cry) nel Classic G1 di sabato sera, il quale è stato ritirato in razza presso la Claiborne Stud per la stagione 2011, dai suoi proprietari, in connections con Adele Dilschneider. Blame, che ha vinto 9 volte in 13 uscite, ha vinto $4.3 milioni ed andrà a fare compagnia a suo padre Arch (Kris S). Blame fa parte della famiglia di Jade Robbery (Mr Prospector), dunque della famiglia di Special (Forli), la mamma di Nureyev (Northern Dancer), e seconda madre del sommo Sadler's Wells (Northern Dancer).
Dall'Italia emerge invece del ritiro in razza della vincitrice del Lydia Tesio G1 Aoife Alainn (Dr Fong). La tre anni allenata da Maurizio Guarnieri partirà nei prossimi giorni per il Deer Forest Stud dei Somaini che l'hanno allevata. La bella Aoife, lascia con 5 vittorie e 3 piazzamenti e 174.556 euro di somme vinte nella sua fruttuosa carriera. Buona fortuna! (Nella foto Mr Prospector nella sua casa alla Claiborne)

domenica 7 novembre 2010

Il bello della domenica..a Roma nel..Roma, Ribot e Criterium Femminile

Giornata a dir poco spettacolare a Capannelle, dove l'appuntamento più importante del Premio Roma GBI G1 è andato al Godolphin Rio De La Plata (Rahy), che con Frankie in sella ha celebrato al meglio la 100° vittoria del jockey italiano in sella ai blues di Sheik Mohammed. Spettacolare nel fisico e nelle movenze, il figlio di Rahy (Blushing Groom) ha disposto con netta superiorità dei suoi avversari, sorvolando il gruppod egli inseguitori con un cambio di marcia devastante ai duecento, seppure ci sia stato poco ritmo, capeggiati da un valido Voila Ici (Daylami), vincitore del Roma nel 2009 e sempre nel marcatore, mentre al terzo è finito Estejo (Johann Cruyff), vincitore del Roma edizione 2008, in una grandissima prova di carattere. Quarto il tedesco Zazou (Shamardal), e malino Lord Chaparral (High Chaparral) e soprattutto la supplementata Clowance (Montjeu). Nel Ribot G2, trionfo per la Incolinx che conquista la decima pattern quest'anno, grazie a Worthadd (Dubawi), alla terza vittoria a Roma dopo Parioli G3 e Derby G2. Secondo è finito Sehrezad (Titus Livius), mentre terzo Ransom Hope (Red Ransom), su livelli altissimi. Il Criterium Femminile è andato a Paris To Peking (Intikhab), su Street Force (Blu Air Force) e Mantissa (Oratorio). Il Premio Allevamento HP ha laureato Passavanti (Desert Prince), un bel regalo di compleanno per il "Sor" Luigi Camici, alla sua 84° candelina: Tanti auguri ad un grande uomo di cavalli! (Ph. Puccini)

Il bello del weekend..al sabato: impera Big Shuffle e ancora un erede grandioso

Milano ha messo in scena l'ultimo appuntamento ricco della stagione con Chiusura G3, Campobello Lr e Falck Lr. La prova per flyer allungati sui 1400 metri di San Siro ha visto trionfare ai primi tre posti, tre figli di Big Shuffle (Super Concorde), stallone tedesco deceduto qualche tempo fa lasciando un vuoto incredibile. A dimostrazione di ciò i suoi figli che continuano a vincere. Il Chiusura G3 è andato dunque a Konig Concorde, alla prima vittoria a livello di pattern, che ha battuto Le Big (Big Shuffle) e Glad Sky (Big Shuffle). Allevato dal Gestut Elsetal, il vincitore proviene dalla famiglia del campione tedesco, anche in razza, Konigsstuhl (Dschingis Khan), padre di Monsun. Altra bella corsa il Campobello LR, alternativo al Berardelli G3 a Milano. Ha vinto, come da previsione, il facoltoso Crackerjack King (Shamardal), che in poche folate si è disfatto del ceco My Old Husband (Gentlewave), mentre terzo l'altro straniero Secret Flay (Motivator). Il vincitore è allevato dall' Azienda Agricola Allevamento Deni, fa parte della faretra Effevi, ma è soprattutto mezzo fratello di Jakkalberry (Storming Home), Kidnapping (Intikhab) e Awelmarduk (Almutawakel). Il Falck ha visto la facile vittoria di Irini (Areion, un figlio di Big Shuffle, ancora lui), già vincitrice del Premio Verziere G3.

Goldikova vince, e sono tre nel Mile

Ma la Breeders' non è stata solo Zenyatta, ma anche e soprattutto Goldikova (Anabaa), che non ha deluso i suoi fans vincendo per la terza volta in tre anni il BC Mile G1, rendendo una felicità immensa alla famiglia Wertheimer, che per la figlia di Anabaa (Danzig) ha dichiarato di voler lasciare in training la campionessa anche il prossimo anno, ma la decisione definitiva sarà presa la prossima settimana. Olivier Peslier ha dato a Goldi un percorso vicino alla testa e nella breve dirittura americana ha lasciato esplodere il potente scatto di cui è dotata la spettacolare femmina. Ora Freddie Head dovrà rivedere le proprie valutazioni in base ad una comparazione con la sua allieva e la campionessa Miesque (Nureyev), della quale Goldi ha superato ogni record: magnifica! Del resto, Lanfranco ha vinto il BC Turf G1 in sella a Dangerous Midge (Lion Heart), un cavallo dal pedigree americano di Brian Meehan, con Bekhabad (Cape Cross) che ha sbagliato un rigore a porta vuota, dopo il ritiro di Workforce (King's Best). Altra spettacolare corsa è stato il Juvenile G1, con la vittoria di Uncle Mo (Indian Charlie) che ha passeggiato per quattro lunghezze. Big Drama (Montbrook) ha vinto lo Sprint e per il suo allenatore David Fawkes era la prima vittoria in BC. Dakota Phone (Zavata) ha vinto il Breeders’ Cup Dirt Mile.

Zenyatta perde, ma quante emozioni!

Per noi, è come se avesse vinto lo stesso e in fondo, una cavalla del genere, non ha mai perso. Nel passo d'addio Zenyatta (Street Cry) cede la corona ad un cavallo infinitesimamente inferiore, quel Blame (Arch) che ha avuto la sfortuna di incontrarsi con una Regina mediatica, e sarà ricordato non come vincitore del Classic, ma colui che ha battuto una cavalla imbattibile: ma è la storia di una corsa. Quella della vita agonistica di Zenyatta è lunga e colma di successi, ed il film a lei dedicato, non renderà mai la stessa emozione che vederla in corsa. La mastodontica femmina ha catalizzato flash e attenzioni dei media, forse più nervosa che nelle altre occasioni, ed ha regalato brividi lungo la schiena; in corsa è partita male, malissimo, forse con atteggiamento vanitoso, (a proposito, ma le erano stati tolti i tappi dalle orecchie?) come se dovesse fermarsi dopo duecento metri, quando aveva 10 lunghezze di distacco dal penultimo. Tutto questo mentre Mike Smith l'ha stimolata per farle aprire il compasso e cominciare la sua lunga progressione, recuperando lunghezze su lunghezze, circa 40, calcolando quello che aveva perso in partenza, e finendo ad una corta testa dalla gloria, "basculando" come al solito al largo di tutti,  macinando metri su metri, ma perdendo, ma questo è un dettaglio al momento. Gli altri? non ci interessa, così come non ci interessa commentare il comportamento censurabile di Gomez irrispettoso verso una cavalla che ha fermato l'America. Ma chi era Blame prima d'ora? e chi sarà Zenyatta ancora? Per lei ora si aprono le porte dell'allevamento, come lo scorso anno, oppure continuerà ad emozionare gli spettatori di tutto il mondo.
Il video della corsa lo trovi cliccando QUI!

sabato 6 novembre 2010

Breeders' Cup: Day 1

Primo giorno di Breeders', spettacolo autentico e come da previsione nessuna vittoria Europea. Grande effetto comunque per la cornice di Churchill Downs con le twin spires a far da sfondo. La cavalla più attesa del giorno, la Khalid Abdulla Midday (Oasis Dream), vincitrice lo scorso anno delle Breeders’ Cup Filly & Mare Turf G1, è stata la migliore del vecchio continente arrivando seconda quest'anno, complice una discutibile monta di Tom Queally ma soprattutto per merito di una tenace Shared Account (Pleasantly Account), coraggiosa nel difendere lo steccato. La serata è cominciata con la disputa del Marathon G3, corsa inutile in Europa, figuriamoci in America, andata a Eldaafer (A P Indy), allevato da Shadwell, della famiglia di Street Cry (Machiavellian). Secondo Prince Will I Am (Victory Gallop), squalificato poi al decimo, e rissa tra Calvin Borel e Castellano. Il Breeders’ Cup Juvenile Fillies Turf, è stato riportato alla grande da More Than Real (More Than Ready), con le europee Together (Galileo) e Quiet Oasis (Oasis Dream), finite quinta e settima. Awesome Feather (Awesome Of Course), figlia di uno stallone che funziona a $1,700 e ha dato vincitori di G1 alla prima annata, ha vinto le Grey Goose Breeders’ Cup Juvenile Fillies, mentre Dubai Majesty (Essence Of Dubai), e Switch (Quiet American), sono finiti prima e seconda nel Breeders’ Cup Filly & Mare Sprint. L'ultima corsa della serata, il Ladies Classic G1, senza europei in pista, è stata vinta dalla quattro anni Unrivaled Belle (Unbridled’s Song), mentre seconda è finita Blind Luck (Pollard’s Vision)

mercoledì 3 novembre 2010

Stallion News, in giro per l'Europa

Ed ora un pò di pillole per quanto riguarda gli aggiornamenti di alcuni stalloni qui e li per l'Europa: 
Di preminente importanza l'acquisti di Ask (Sadler's Wells da parte del Coolmore, ma per quanto riguarda la sezione National Hunt in Irlanda, per gli ostacolisti, ed il tasso di monta però non è stato ancora comunicato, e nemmeno se funzionerà presso il Castlehyde Stud, o presso il Beeches and Grange Stud. Ask, in corsa per il training di Sir Michael Stoute, ha passato i suoi cinque anni di carriera in corsa, ora ha sette anni, e da tipico cavallo di Stoute ha manifestato tutta la sua bontà correndo ogni anno in progresso, finendo per battagliare con Youmzain (Sinndar) e Look Here (Hernando), avendo la meglio nella Coronation Cup G1 di Epsom. Suo padre, Sadler’s Wells, ha dato un grosso contributo al reparto ostacoli, producendo i celebri stalloni Accordion, Kayf Tara, King’s Theatre, Old Vic ed Oscar. La famiglia di Ask, è quella pluridecorata di Highclere, che annovera anche Nashwan (Blushing Groom), Nayef (Gulch) e Deep Impact (Sunday Silence). 
In riferimento agli ostacolisti una novità riguarda anche Black Sam Bellamy (Sadler's Wells), che oltre ad essere il fratello pieno meno famoso di Galileo e Sea The Stars (Cape Cross) e seppure abbia vinto in G1, è molto richiesto dagli stallonieri inglesi che si occupano di ostacoli, e che hanno deciso per il figlio di Sadler's Wells, il "buon retiro" presso lo Shade Oak Stud in Shropshire per almeno tre stagioni. I primi anni ha funzionato presso il Gestüt Fährhof. Lo scorso anno presso Hockenhull ha coperto 84 fattrici ad un tasso di £4,500.
Altre notizie: Daj Jin (Peintre Celebre), padre dell'utilissimo intermediate Liang Kay, è stato trasferito presso il Gestut Erftmuhle per la stagione 2011. Il figlio di Peintre Celebre (Nureyev), ha trionfato nel 2003 nel Deutsches Derby. Sempre in Germania il globe-trotter di Godolphin Mamool (In The Wings), è stato trasferito dal Gestut Isarland al Gestut Romerhof.

Kris Kin in Italia

Una new entry nel panorama stalloniero italiano. Nelle scorse ore è stato formalizzato l'accordo che prevede l'acqquisto da parte dell'Allevamento I Mandorli, per lo stallone Kris Kin (Kris S), vincitore del Derby di Epsom G1 nel 2003 per Sir Michael Stoute, e quindi che ora ha 10 anni. Il figlio di Kris S (Roberto), funzionerà ad un tasso di €4,000. Pagato $275,000 da yearling, è stato il terzo foal di Angel Of My Heart (Rainbow Quest), vincitrice di G3, facente parte dell'eccellente famiglia di Common Grounds (Kris). Kris Kin oltre ad aver vinto le Dee Stakes ed il Derby, è finito terzo di Alamshar (Key Of Luck) nelle King George VI and Queen Elizabeth Stakes G1 e successivamente ha corso senza esito l'Arc di Dalakhani (Darshaan). Ritirato inizialmente in razza presso il Derrinstown Stud in County Kildare, ha speso gli ultimi 4 anni presso il Morristown Lattin Stud, coprendo 24 fattrici. Con la sua progenie, di cui il più vecchio ha cinque anni, il Racing Post Rating annovera tra i migliori Altair Star e Mystery Star. L'unico stakes winner in Italia che viene ricordato è Cima On Fly, vincitore di Listed. La scelta del gruppo dei Mandorli, che annovera nel proprio roster anche Daggers Drawn (Diesis), è finalizzata nella ricerca di Roberto (Hail To Reason) in linea maschile, incrociato con linee femminili da Northern Dancer.

Americain vince la Melbourne Cup

Proprio nel mese in cui i francesi le stanno prendendo un pò dappertutto ecco che la legge di Murphy colpisce ancora. Il maestro Alain de Royer Duprè è andato fino all'altro emisfero per vincere la 150° edizione della Melbourne Cup G1, la corsa sui 3200 metri a Flemington che ferma l'Australia martedì presente con 110,000 spettatori, sellando Americain (Dynaformer) con Gerald Mosse a bordo, e diventando il secondo allenatore europeo a vincerla dopo Dermot Weld con Vintage Crop nel 1993 e Media Puzzle nel 2002. Americain, ha preceduto Maluckyday (Zabeel) ed il favorito So You Think (High Chaparral), che a breve verrà in Europa in procinto di passare al Coolmore, sinora però allenato della leggenda australiana Bart Cummings, malato in questi giorni. I Godolphin Holberg (Halling), con Lanfranco in sella, e Campanologist (Kingmambo) sono finiti sesto e sedicesimo, mentre il Cumani Manighar (Linamix) è terminato settimo. Il 5 anni, allevato dai Wertheimer, aveva iniziato la carriera in Francia e dopo un breve periodo
in America è tornato a Chantilly dove Alain de Royer Dupre ha fatto il capolavoro. Americain appartiene a proprietari australiani e dopo l’Hong Kong Cup tornerà in Francia, ma aveva già vinto in loco siglando la Geelong Cup G3. La vittoria di Americain è un'altra pubblicità per lo stallone evergreen, il gigantesco Dynaformer (Roberto), della cui progenie si può vantare per cavalli del calibro di Barbaro, Lucarno e White
Moonstone
, per citarne alcuni.