STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 31 agosto 2012

FRANKEL CHIUDERA' LA CARRIERA NELLE CHAMPION STAKES IL 20 OTTOBRE. NIENTE ARC PER IL CAMPIONE JUDDMONTE

Il dado è tratto. Lord Teddy Grimthorpe, racing manager di Khalid Abdullah, ha annunciato pochi minuti fa il programma ufficiale di Frankel (Galileo). Dopo un colloquio intercorso tra il Principe e Sir Henry Cecil, è stato deciso che il campione imbattuto chiuderà la sua notevole carriera nelle Qipco Champion Stakes G1 del 20 Ottobre ad Ascot sui 2000 metri, cercando la 14° da imbattuto, la decima vittoria in G1 ed entrando così in razza nel parco stalloniero inglese, nel 2013. L'annuncio non ha colto di sorpresa chi conosce bene il Maestro ed il suo entourage, considerando la particolarità di una corsa come quella di Longchamp ed in fondo questa era la soluzione più logica possibile come abbiamo anticipato a freddo (anche se a caldo abbiamo anche noi pensato all'Arc..) dopo la vittoria scintillante nelle Juddmonte International a York. Il Maestro ed il Principe sanno bene che Frankel batterebbe chiunque dai 1000 ai 4000 metri, e non hanno bisogno della riprova nell'Arco a questo punto. Che Champion Stakes siano, con i suoi £1,3 Milioni in palio (anzichè i €4 milioni dell'Arc) e spettacolo puro anche!!
La scelta dell'entourage, ha invece scoraggiato i sognatori che si aspettavano di vederlo correre all'Arc de Triomphe il 7 Ottobre prossimo..i quali si erano scatenati nella caccia al biglietto e con l'ansia dei francesi per aver la possibilità di ospitare tale campione in casa. Nulla di tutto ciò, stando a quello che ha appena dichiarato Lord Grimthorpe. Frankel rimarrà nel circuito di corse, quelle vere, senza intoppi, senza outsider che rischiano di chiudere il varco e senza scherzi. Nella patria della selezione vera. Riponete ogni speranza o voi sognatori..
SEGUIRANNO APPROFONDIMENTI

giovedì 30 agosto 2012

Breaking News: MIRCO DEMURO SECONDO IN GRUPPO 2 A BADEN BADEN; RISPOLI DOPPIETTA A MARSIGLIA, ora è a quota 20 stagionali.

Oggi a Baden Baden nel Darley Oettingen-Rennen, Gruppo 2 sui 1600 metri, MIRCO DEMURO è riuscito ad ottenere un buon secondo posto in sella a DUX SCOLAR, portacolori di Razman Kadyrov (per il quale ha gia' vinto con Mikhail Glinka qualche giorno fa). Il figlio di Oasis Dream per il training di Herman Brown si è arreso nel finale alla bella stoccata del vincitore Highland Knight (Night Shift) allenato da Andrew Balding. In chiusura altro secondo posto pwr Mirco in giornata. Il video del secondo posto nelle Oettingen-Rennen qui: http://www.youtube.com/watch?v=8Ew0tsR36Gg
In Francia doppietta per UMBERTO RISPOLI il quale in giornata ha ottenuto vittorie in una condizionata ed in un handicap entrambe nel convegno di Marsiglia, portando così il suo bottino stagionale in terra transalpina a quota 20 (fonte Geny) affermazioni. Previsti ingaggi pesanti per lui in settimana...
Cogliamo l'occasione per fare un augurio di pronto ritorno in sella per DANIELE PORCU, caduto rovinosamente qualche giorno fa in corsa proprio in Germania subendo la frattura di 4 costole e la rottura di una clavicola. Tanta paura, ma il peggio sembra passato. Torna presto Campione!
SEGUIRANNO APPROFONDIMENTI

L'autunno del galoppo italiano, tra Roma Capannelle e Milano San Siro..le date da non perdere in agenda

Mercoledì 29 Agosto è iniziato ufficialmente l'autunno delle corse italiane, da un punto di vista tecnico, non certo da quello metereologico. Ha cominciato San Siro, che ha tolto il telo protettivo svelando i cingoli di Wild Wolf (Rail Link), secondo del Derby italiano G2 e vincitore dell'Italia, rientrato con una sfavillante vittoria per 6 lunghezze di margine nei confronti del compagno di scuderia Orpello (Orpen), entrambi paraocchiati, nel Premio Nico E Vittorio Castellini sui 2200 metri della pista grande. Il video della vittoria è visibile qui: http://video.unire.it/?page=1&ippo=MILANO&nazione=ITALIA&pathVideo=video/MIG-04-G-290812.wmv&idVideo=46915&tipo=G
Si è aperto così dunque Milano, con i Botti su tutti (vittoria anche per March Madness ed un puledro interessante, mentre a Grizzetti è andata la condizionata per puledri con Ici La Cote) mentre domenica 2 Settembre toccherà a Capannelle che offrirà agli appassionati una giornata subito interessante con 4 condizionate (due per i puledri, una per i tre anni e una per gli anziani) e poi martedì 4 Settembre subito il Mediterraneo per puledri in odore di Rumon.
Intanto, pubblichiamo quali saranno i momenti salienti della stagione autunnale di Roma e Milano nelle seguenti righe "SAVE THE DATE" con i G1 della stagione in NERETTO:
SETTEMBRE 2012:
MILANO: 09/09/2012 - PR BESSERO (LR), PR EUPILI (LR)
ROMA: 16/09/2012 - PR. REPUBBLICHE MARINARE (LR), PR DIVINO AMORE (LR)
MILANO: 23/09/2012 - PR. TESIO (GR2), PR. RIVA (LR)
ROMA: 23/09/2012 - PR RUMON (LR)
MILANO: 30/09/2012 - PR. VITTORIO DI CAPUA (GR1), PR. CUMANI (GR3), PR CANCELLI (LR), PR. COOLMORE (LR), PR FASSATI (LR)
ROMA: 30/09/2012 - PR ARCHIDAMIA (LR), PR VILLA BORGHESE (LR)
OTTOBRE 2012
MILANO: 07/10/2012 - CRITERIUM NAZIONALE (LR)
MILANO: 14/10/2012 - GRAN CRITERIUM (GR1), PR VERZIERE-MEMORIAL A.CIRLA (GR3)
MILANO: 21/10/2012 - GPR JOCKEY CLUB (GR1), PR. DORMELLO (GR3), PR OMENONI (GR3), PR. PIAZZALE (GR3)
MILANO: 27/10/2012 - ST LEGER (GR3)
ROMA: 28/10/2012 - PR LONGINES LYDIA TESIO (G1) (http://www.longines.com/), CONTE FELICE SCHEIBLER (LR), PR UBALDO PANDOLFI (LR)
NOVEMBRE 2012
ROMA: 01/11/2012 - PR GUIDO BERARDELLI (G3)
MILANO: 03/11/2012 - PR. CHIUSURA (GR3), PR. CAMPOBELLO (LR), PR FALK (LR)
ROMA: 4/11/2012 - PR ROMA GBI RACING (G1), PR RIBOT (G2), CRITERIUM FEMMINILE (LR)
ROMA: 11/11/2012 - PR BUONTALENTA (LR), PR ROMA VECCHIA (LR)

Fantini che vanno, fantini che restano per l'Aga Khan. Lemaire rinnova in Francia, Murtagh conclude il rapporto in Irlanda.

Ancora notizie Aga Khan: Uno va, uno viene..parliamo di fantini ovviamente: Qualche giorno fa è arrivata la notizia del rinnovo contrattuale in Francia per Cristophe Patrice Lemaire che sarà il fantino dell'Aga Khan anche per tutto il 2013. La firma apposta in calce per la "casaque princière" è arrivata lunedì, al termine di un dialogo che ha trovato tutti d'accordo. Lemaire, che ha sostituito Soumillon dal 2010, ha vinto per i nobili colori verde smeraldo e spalline rosse, il Diane e il Grand Prix de Saint-Cloud con Sarafina (Refuse To Bend), il Saint-Alary con Sagawara (Shamardal), le Yorkshire Oaks con Shareta (Sinndar) e le Secretariat con Bayrir (Medicean)...ma avrebbe potuti vincerne di più.
In Irlanda invece, lo stesso Aga Khan ha di fatto lasciato decadere l'accordo che aveva con Johnny Murtagh, addirittura con effetto immediato. Alla base della decisione sembrano alcuni dissapori con il Principe...Il fantino 42 enne irlandese, che montava per John Oxx i cavalli di Sua Altezza, era prima monta da un paio di anni, da quando di fatto era cessato il suo accordo con il Coolmore ed Aidan O'Brien. Per Murtagh quello era un ritorno, perchè era stato fantino della casacca verde anche dal 1992 al 2003, sempre per John Oxx. In totale ha vinto 18 Gruppi 1, tre dei quali con Sinndar (Grand Lodge) nel 2000 quando vinse l'Arc de Triomphe, l'Irish Derby ed il Derby di Epsom. L'ultima vittoria di livello era stato proprio il Diane di Valyra a Chantilly.

mercoledì 29 agosto 2012

La campionessa Valyra eutanasizzata. Si è fratturata un femore mentre era in spiaggia a Deauville, stava preparando il Vermeille e l'Arc.

Una brutta notizia arrivata poche ore fa dalla Francia. Valyra (Azamour), vincitrice di Oaks francesi da supplementata per Jean Cloud Rouget e speranza dell'Aga Khan per l'Arc de Triomphe G1, è stata eutanasizzata in seguito ad un grave incidente accadutole mentre era in passeggiata sulla spiaggia di Deauville. La figlia di Azamour (Night Shift), attualmente a 10-1 per il Prix de l'Arc de Triomphe, ha subito quello che è stato definito un infortunio fatale. Ne ha parlato il Racing manager Georges Rimaud che ha parlato di come sia accaduto: Valyra era in canter sulla spiaggia quando improvvisamente ha riportato la rottura di uno dei femori al posteriore. Come detto, terribile fatalità...grave perdita sportiva e animale per una cavalla che ha dato tanto ai suoi uomini. Anche Jean-Claude Rouget si è detto immensamente dispiaciuto per una cavalla che non aveva tra le altre cose nemmeno mostrato tutto il suo vero potenziale. Era dotata di infinita classe, che ha fatto intravedere nelle sue tre uscite da imbattuta..con il culmine nella vittoria del Diane. 
Valyra aveva in programma di correre il Prix Vermeille il 16 Settembre, e poi concludere la stagione nell'Arco.

Racing News: Orfevre arrivato a Chantilly prepara l'Arc - Saint Baudolino rinuncia con obiettivo Dubai - Camelot viaggia verso la Triple Crown inglese - Frankel: Ancora non deciso il programma, un silenzio che parla..

Racing News: Qualche notizia in breve, da sapere ad ogni costo:
1) Orfevre (Stay Gold), Horse of the Year giapponese, è arrivato da qualche giorno in Francia ed ha cominciato la preparazione che lo porterà ad essere uno dei protagonisti del Qatar Prix de l'Arc de Triomphe G1 del 7 Ottobre prossimo. Il 4 anni allenato da Yasutoshi Ikee è stato catapultato nella realtà francese insieme al compagno di scuderia Aventino sabato scorso dopo 30 ore di viaggio dal Giappone, direttamente nelle scuderie di Satoshi Kobayashi di base in Francia presso Chantilly. Nella giornata di domenica ha compiuto esercizi di stretching mentre lunedì ha fatto un piccolo lavoro che ha soddisfatto i suoi uomini, sui 1200 metri con 800 un pò più svelti in 53 secondi circa...è stato descritto un pò nervoso, ma tutto sommato normale. Orfevre farà il warm up della pista di Longchamp il 16 Settembre prossimo nel Prix Foy G2, tradizionale trial per anziani tre settimane prima dell'Arco. I giapponesi ancora non hanno vinto mai l'Arc, dopo Nakayama Festa (secondo di Workforce nel 2010) e dopo El Condor Pasa secondo di Montjeu nel 1999. Per Orfevre è stato ingaggiato Cristophe Soumillon.
2) Per un candidato all'Arc, un altro che invece lo salterà: Andre Fabre ha rivelato nelle scorse ore che il Godolphin Saint Baudolino (Pivotal) non correrà più questa stagione, perchè verrà mandato in Dubai dove tenterà per Sheikh Mohammed la Dubai World Cup G1 a Meydan nel Marzo 2013.
3) Intanto, il 15 Settembre si avvicina ed è tempo di St Leger G1 a Doncaster. Camelot (Montjeu) è sempre un candidato fortissimo, nei giorni scorsi è stato annunciato in formissima e pronto al big event che potrebbe farlo entrare nella storia, dopo Nijinsky (Northern Dancer) dal 1970 quando vinse per ultimo la triple crown inglese. Dal recente forfait, sono rimasti in 16 e l'alfiere Coolmore figura come il più affascinante della lista che vede i seguenti contendenti con relative quote: Camelot (4/9), Great Heavens (10/1), Michelangelo (10/1), Shantaram (10/1), Guarantee (12/1), Encke (14/1), Thomas Chippendale (14/1), Ursa Major (14/1), Chamonix (16/1), Imperial Monarch (16/1), Father of Science (33/1), Main Sequence (33/1), Thought Worthy (33/1), David Livingston (50/1), Dartford (100/1), Offer (100/1).
4) Un'altra notizia riguarda Frankel (Galileo). Il Principe e Sir Henry Cecil non hanno ancora deciso bene quale sarà l'obiettivo del Campione del mondo. Sulle prime è sembrato scontato rinunciare all'Arc..ma nelle ultime ore il silenzio di cui si sono resi protagonisti, dice più di molte parole...attualmente la percentuale di partecipazione tra Arc de Triomphe suggestivo il 7 Ottobre e programmate Champion Stakes ad Ascot il 20 Ottobre, sono del 30% e 70%, mentre prima erano 20%-80%.

Mirco di Ferro ein-zwei e Grosser Mirco von Baden...da Per Sport di Martedì 28 Agosto 2012

Riproduciamo anche su Mondoturf (il blog che vanta il maggior numero di imitazioni) l'intervista realizzata a Mirco Demuro qualche giorno fa in merito alla doppietta tedesca in relazione all'esperienza inglese, e pubblicata su per Sport di Martedì 28 Agosto 2012, per gentile concessione dello stesso quotidiano. Intanto, un aggiornamento sulla settimana tedesca: Il 29 Agosto ha vinto un'altra corsa, un handicap in sella a Nydamski (Soviet Star). Salgono così a 3 le vittorie di questa settimana di Demuro in Germania.
Grosser Mirco: Due ruggiti, tremendi, in tedesco nel weekend appena trascorso. Due vittorie in corse di Gruppo nel convegno di Baden Baden, grazie a due interpretazioni degne del miglior Mirco. Una nel Preis der Sparkassen G3 in coppia con Mikhail Glinka di Ramzan Kadyrov da favorito, e l’altra in G2 nel Goldene Peitsche per velocisti, grazie a Ferro Sensation da outsider, a 35/1 con il quale è stato autore di una vera e propria pennellata com’è tipico nel suo stile, quando nei giorni di stato di grazia: Nascosto come un gatto dietro al sofà di casa fino ai 200 quand’è improvvisamente sbucato e fatto gridare di gioia. Bingo! Da far rivedere ai nipoti fra qualche anno. Al di la di tutto, uno splendido blitz, quello tedesco, dal valore inestimabile sul piano psicologico ancor più che strettamente numerico. Il perentorio ed inequivocabile stile made in Demuro ha colpito anche la Germania ippica, ed ha costituito, di fatto nel periodo, una dolce pillola di entusiasmo, convinzione ed autostima quanto mai opportuna per Mirco, attorno alla quale iniziavano a serpeggiare perplessità e timori dopo il complicato avvio di stagione in terra inglese: «Mi ci voleva proprio una doppietta del genere, mi sento rinato! Non vedevo l’ora di sentire di nuovo il brivido della vittoria sulla schiena, a certi livelli e davanti ad un bel pubblico affollato e numeroso. Sono per carattere una persona che ha sempre bisogno di stimoli, ultimamente non è che ne abbia avuti poi troppi. Sono arrivato in Inghilterra ad Aprile, una bellissima esperienza che sto vivendo assieme alla mia famiglia, ma per uno come me non è facile stare lontano dai grossi convegni come ce n’è nell’estate inglese. Montare a Folkestone o Ffos Las, non è esattamente la stessa cosa che sentirti importante e vincere Stakes e questo weekend mi ha ricaricato di energia!».
Insomma, non c’era bisogno di intitolargli un "aspettando Godot" perchè Mirco non se n'è mai andato da quel concetto di traguardo piantato in testa a suon di vittorie di prestigio. Serviva una sterzata, una prova maiuscola di compattezza, di equilibrio, di spessore. Urgeva una vittoria, la prima a livello di Gruppo (le uniche altre due vittorie di Gruppo nell’anno sono state con Worthadd a Baden e in Giappone con Grandezza) dopo qualche mese passato nella arida zona degli handicap, nursery e campi simili a toboga dove è stato impiegato ad interpretare e modellare materiale di risulta. Serviva quel guizzo, ce scacciasse via i dubbi dell’ambiente e gli spifferi di taluni sulla completezza e la statura internazionale di Demuro l'italiano. Lui, calmo come il pacifico, ha colpito sfruttando il vecchio paradigma del pescatore seduto vicino alla riva. Quello che attende, tira le reti e aspetta che abbocchi qualcosa: track, abboccato non uno ma due pesci grossi, perché una vittoria tira l’altra.
Quello a caldo, al telefono: uno sfogo naturale, da parte di Mirco, dopo un periodo di silenzio e dopo le vittorie tedesche subito messe in confronto alla sua esperienza in Inghilterra.. e detta così sembra che la nuova carriera inglese e stia andando malino. In realtà non è propriamente così, certi numeri vanno interpretati e letti in controluce: 123 monte, 18 vittorie (15% di strike rate) e 35 piazzamenti con somme vinte per £127,309 e un plus £16.58. Punto primo: se ognuno di noi avesse scommesso una sterlina su ogni cavallo che ha montato Mirco, avrebbe guadagnato oggi almeno 16 sterle e passa, e ciò la dice lunga si quelle che sono state le chances di scuderia, su come sono state ottimizzate e quanto sono valse in termini di realizzo di scommessa, e quel numerino gli inglesi lo apprezzano molto (è arrivato anche a £40,00 ad inizio agosto) e qui in Italia, trovarlo con queste quote era impossibile. Punto due, l’esperienza: «In Inghilterra sono dovuto ripartire da zero, sapevo di essermi catapultato in una realtà lontanissima dal mio stile di monta e da quelle che sono le certezze che hai in altri posti dove sei già apprezzato. Ma avevo un anno per così dire da “buttare” dopo il divorzio dalla Incolinx, ed ho deciso di mettermi in gioco, di fare una vera scommessa con me stesso in un luogo ippicamente lontano da me e dal mio concetto di stare in sella. Ma lo sto facendo nel tempio degli dei ippici, quindi va bene... Mi sono dovuto reinventare, ho allungato le staffe e mi sono messo a montare in modo completamente diverso da come sono abituato…non mi sento nemmeno me stesso, ma in Inghilterra vogliono così, ed è un fatto di bilanciamento. I cavalli sono diversi, vanno montati tutto il percorso, ogni tracciato è ondulato e va studiato, com’è giusto che sia. Gli ordini vanno eseguiti pedissequamente, che si vinca o si perda, si deve spingere con tutto il corpo. Mi è capitato di vincere mettendomi in posizione leggermente diversa, oppure staffato alla mia maniera, perché lo ritenevo più idoneo, più personale, e sono stato guardato in modo strano..ma posso capirlo, questo è il campionato più bello dell’ippica, l’ho deciso io, ed in più ci si è messo anche quell’errore madornale del giro sbagliato, quei 12 giorni non passavano mai c’era Goodwood ed io ero a casa a guardare la pioggia cadere, deprimente. Era una cosa che non mi era mai capitata... Ma poi ho montato di nuovo, e vinto ancora: di cattiveria, tatticamente, d’esperienza, di forza..in ogni modo... La mia buona volontà c’è stata, ed i risultati sono arrivati. 18 vittorie con chances basse non sono poco, speravo di avere qualche chiamata in più, anche per il peso basso che aiuta, ma la chiamata non c’è stata..e sono un po’ amareggiato in questo momento, anche se so perfettamente che non è facile, ma sono ancora carico»
Non sono stati giorni facili quelli appena trascorsi per il fantino italiano, in Inghilterra piove anche nel senso metaforico: stretto nella morsa dei giudizi nazional-prematuri dell’Inghilterra..ed un talento purissimo, a 33 anni e passa, ma ancora buoni da levigare ed incastonare quanto prima nel suo mosaico ippico. Ma se da noi era una pittura in sella, in terra inglese ha dovuto cambiare assetto e prendere una dose di taurina per spingere in modo scomposto ma efficace partendo dalla curva opposta dando fondo alle energie..mentre qui, con uno schiocco di dita era a dama. Uno stile di monta diverso, uno stile di vita completamente diverso da cui era abituato in Italia. Qui ci aspettavamo la pennellata di Mirco, che vincesse con un cavallo di testa venendo dal fondo, o vincendo in testa con un cavallo di attesa. Oppure lo vedevamo vincere da capobranco o meglio jockey-leader. Mirco in Italia è sprecato, lo sappiamo e lo ha dimostrato al paradigma quell'interpretazione nella Dubai World Cup. In Inghilterra non è facile, staccare i ponti con l'Italia nemmeno, ma forse è l'unica soluzione per prendere in mano le redini della sua carriera e spingerla più in la del proprio naso. Non sarà facile, perchè noi conosciamo un Mirco artista, mentre in Inghilterra serve il mirco (con la m minuscola) funzionale ai cavalli che gli vengono dati, non quello che inventa ma quello che fa gli ordini come gli vengono impartiti a seconda delle caratteristiche dell'ippodromo in cui monta. Cercherà ancora di convincere gli inglesi, quelli con il loro stile burbero e diffidente, che hanno preso quell'italiano sottogamba e gli hanno fatto incominciare a montare rozze da basso livello.. resistere e tenere duro! «Vado avanti..e sia chiaro, non mi aspettavo niente da nessuno. Qui tutti hanno il fantino in scuderia, compresi Marco Botti e Luca Cumani che in qualche occasione mi hanno ingaggiato. E anche per Johnston, soverchiare le gerarchie di scuderia con Silvestre De Sousa, Joe Fanning e Franny Norton sopra di me, è dura. Io resisto, ho degli impegni per montare la mattina in lavoro, sono qui alla ricerca di un progetto da sposare, in attesa di una chiamata che spero arrivi.. Non mollo, continuerò almeno fino a fine anno, facendo la spola magari la domenica con l’Italia e qualche incursione in Francia dove spero si possa aprire qualche spiraglio in termini di progetto, e poi c’è anche il Giappone..sono aperto a tante soluzioni, gli impegni ci sono, devo solo avere pazienza e farmi valere». Mirco ha credito a suon di prestazioni spettacolari, è carico a molla, monta come i primi giorni di carriera, sembra una bestia indomabile, il demonio che Sir Lorenz aveva ribattezzato quando lo ha voluto fortemente alla Nuova Sbarra… Intanto, la settimana è organizzata: Nel fine settimana appena trascorso ha montato 13 corse e per tutto il periodo di fine Agosto sarà a Baden Baden per il festival che procederà da Mercoledì 29 fino a Domenica 2 Settembre, quando a concludere ci sarà il Grosser Preis von Baden G1. Demuro l’internazionale tutto prenotato, per quello inglese Good Luck!
Gabriele Candi

Problemi con il FORUM di MONDOTURF. Stiamo lavorando per risolvere e ripristinare il servizio

Come in molti di voi ci hanno fatto notare, da qualche giorno è scomparso il forum MONDOTURF che era stato attivato lo scorso 21 Agosto. Era una versione Beta, e come tutte le versioni Beta che si rispettino hanno bispogno di ulteriori collaudi...sfortunatamente, nonostante fossimo partiti bene con numerose discussioni e tanti iscritti in pochi giorni, è andato perso il codice stringa HTML dal sito che governa il forum stesso sul server proprietario; le discussioni sono salve e le ho ancora ben visibili con tutti gli iscritti dal pannello di controllo, ma non sono ancora riuscito a recuperare "quel" codice specifico di quel forum. A farne un altro ci vuole un attimo, ma sto cercando di rimediare proprio l'originario. 
Chiedendo scusa per l'incoveniente, prometto che a breve verrà ripristinata la funzione fiorum sul sito da molti apprezzata.
Grazie ancora per la disponibilità, a presto.
GC

lunedì 27 agosto 2012

Mirco Demuro uber alles: doppietta di Gruppo in Germania (VIDEO DISPONIBILI), ingaggiato per tutta la settimana a Baden Baden..le Anticipazioni qui sotto. Martedì report esperienza inglese su Per Sport

In Germania, doppietta di Mirco Demuro nel Grosse Woche di Baden Baden, il weekend di apertura del festival che durerà fino al 2 Settembre. Ha aperto le danze sabato nel Preis Der Sparkassen - Finanzgruppe G3 sui 2000 per cavalli anziani, dove ha siglato in sella a Mikhail Glinka (Galileo) per i colori di Ramzan Kadyrov. Seconda Navarra Queen (Singspiel) e terzo Neatico (Mediceal). Il training del vincitore è Savujev, che ha parlato di programmi che illustreremo a breve. Domenica, sempre a Baden Baden, il clou era il Goldene Peitsche G2 sui 1200 metri per anziani, dove Mirco in sella a Ferro Sensation (Paolini) ha colpito duro venendo dal fondo del gruppo e siglando dall'esterno di tutti, pagando da outsider a 35/1 in Germania.
Per Mirco Demuro, intercettato nella serata di domenica, una grande iniezione di fiducia per l'esperienza inglese. Domani in edicola, su Per Sport / Trotto & Turf ampio report dell'esperienza inglese del 5 volte Champion Jockey in Italia: non perdetela.
Prima di tornare in Inghilterra, Mirco è stato precettato per tutta la settimana tedesca, che continuerà fino al 2 Settembre e si concluderà con il Grosser Preis von Baden G1 con nomi di spicco. Dal 29 Agosto alla conclusione, seguiremo le sue gesta.
Il video della vittoria con Mikhail Glinka cliccando qui: http://www.youtube.com/watch?v=ekePfzt5l4E
Il video della vittoria con Ferro Sensation sui 1200 metri, clicca qui: http://www.youtube.com/watch?v=boYXevyIXdw
A BREVE SEGUIRA' PROGRAMMA SETTIMANALE DI BADEN BADEN, NELLA SECONDA PARTE DEL GROSSE WOCHE, INTANTO GLI INGAGGI DI PRESTIGIO PER I QUALI GIA' E' STATO PRECETTATO SONO I SEGUENTI:
Il 29 Agosto nella Coolmore Stud Baden-Baden Cup Listenrennen su Indian Cat (One Cool Cat) per Werner Hefter.
Il 30 Agosto nel Darley Oettingen G2 monterà Dux Scholar (Oasis Dream) per il team R.Kadyrov/A.Shavuev
Il 1 Settembre nel Baden Racing Stuten-Preis G3 del 1 Settembre monterà Leopardin per Hans-Jürgen Gröschel.
Il 2 Settembre, nel Grosser Preis Von Baden G1 sarà in sella a Girolamo (Dai Jin) per Peter Shiergen. Dovrà inventarsi qualcosa contro Danedream (Lomitas), vincitrice di Arc e King George, i tre anni astri nascenti del galoppo tedesco Novellist (Monsun), Pastorius (Soldier Hollow), quest'ultimo vincitore di Derby tedesco G1 e Grosser Dallmayr-Preis - Bayerisches Zuchtrennen G1 contro gli anziani, e la 4 anni Temida (Oratorio), vincitrice recentemente di Grosser Preis von Bayern G1.
Le quote in ANTEPOST del Grosser Preis von Baden le trovi qui di lato.

First Cornerstone vince le Futurity per il Team Valor, a Masterstroke il GP de Deauville

La domenica è stata soprattutto Irlanda e Francia, con le Futurity Stakes G2 al Curragh che hanno perso molto del loro fascino in partenzia per via della rinuncia di Mars (Galileo) e Dawn Approach (New Approach) annunciati al via, ma poi forfeitati causa terreno, si sono rivelate facile preda per il supplementato First Cornerstone (Hurricane Run), allenato da Andrew Oliver per i colori del Team Valor. First Conestone, che ha dimostrato in precedenza di gradire fondi allenatir, ha battuto l'attesissimo di O'Brien Flying The Flag (Galileo), un prodotto della campionessa Halfway To Heaven (Pivotal). Facile l'assunto di Up (Galileo) nelle Fillies Stakes G3 dopo la opaca prova americana nelle Beverley D Stakes G1 di qualche giorno fa. Nelle Flying Five Stakes G3 sul breve, Fire Lily (Dansili) non è riuscita a replicare nella sua nuova carriera da velocista e si è dovuta inchinare a My Girl Anna (Orpen), più attrezzata al pesante.
In Francia, Andre Fabre ha sparato bene le ultime cartucce dell'estate nel nord della Francia con Masterstroke (Monsun e una mezza sorella di Galileo e Sea The Stars) che con in sella Mikael Barzalona, ha battuto il Gosden-Buick Gatewood (Galileo) nel Grand Prix dee Deauville G2...e qui questi tempi battere questa connection non è facile affatto. Al terzo Ok Coral (Timboroa). Masterstroke è stata sempre la seconda scelta di Fabre nei confronti di Saint Baudolino (Pivotal), a ragione, ma anche lui ha sbagliato poco a ben vedere...secondo solo nel Prix Hocquart G2 e Prix du Lys G3...ancora poco per parlare di Campione, ma con quella genealogia..pensarlo un grande anziano non è utopia..certo, sempre se resterà nelle mani di Maitre Andre.
SEGUIRANNO VIDEO

York, Ebor Festival Day 4: Lanfranco finalmente vittorioso con Willing Foe. Lonsdale Cup a Times Up e Buick-Gosden...il resto del sabato

Dopo qualche giorno di malfunzionamento della rete, torniamo con un veloce report del 4° giorno dell'Ebor Festival che ha avuto come momento centrale la disputa dell'Ebor Handicap, l'Heritage Handicap più dotato d'Europa con le sue £200,000 che premia di £130,000 il primo arrivato. La gloria è andata a Lanfranco Dettori che in sella a Willing Foe (Dynaformer) ci ha messo tutta l'esperienza accumulata in tanti anni di mestiere di fantino, e tutta la classe che lo contraddistingue, per portarla a casa nei confronti di Royal Diamond (King's Best) e Number Theory (Halling), con il favorito Motivado (Motivator) al 4° posto. Per Lanfranco, era la prima vittoria nell'Ebor Handicap in 25 anni di onorata carriera...anche se per vincere ha dovuto usare un pò più la frusta (ed è stato anche additato di condotta imprudente), e ciò gli costerà una squalifica di 6 giorni dal 9 al 14 Settembre. Per Willing Foe, un 5 anni allenato da Saed Bin Suroor che era solo rientrato in questo 2012 prima di questa vittoria, opzione Melbourne Cup G1 in Australia, con il placet di Dettori.
Nella Lonsdale Cup G2 ancora William Buick e John Gosden per un estate sempre più prolifica. I due hanno portato alla massima espressione Times Up (Olden Times) sulle due miglia e gli 88 yards. Il sei anni ha battuto High Jinx (High Chaparral), 4° Cavalryman (Halling).
Altri spunti nell'ultima giornata del meeting? Tra i puledri delle Graves Roses Stakes Lr, Hoyam (Royal Applause) ha dimostrato tutta la sua qualità nonostante Jamie Spencer (la rivedremo in ben altri contesti), mentre tra gli anziani delle City Of York Stakes Lr, Gordon Lord Byron (Byron) ha dato ancora una dimostrazione di consistenza dopo la buona prova irlandese dove è andato vicino alla vittoria...in sella, tanto per cambiare, William Buick.
A Goodwood il vecchio Premio Loco (Prized) con un guizzo ha risolto da ultimo cavallo del campo in G3, immeritatamente, mentre in una Listed Quest For Peace (Galileo) sui 2800 metri, ha convinto Luca Cumani a puntare su di lui per la Melbourne Cup G1. In apertura di Goodwood, le Prestige Stakes G3 andate all'imbattuta Ollie Olga (Stormy Atlantic) per Mick Channon. La talentuosa figlia di Stormy Atlantic (Storm Cat) ha battuto la consistente Sky Lantern (Red Clubs) ribattendo colpo su colpo.
VIDEO EBOR HANDICAP:
http://www.chroma.premiumtv.co.uk/streaming/watch/RacingUKFlashVOD/partnerId_166/videoFileId_11782663/clipId_2033273/index.html
VIDEO HOYAM:
http://www.chroma.premiumtv.co.uk/streaming/watch/RacingUKFlashVOD/partnerId_166/videoFileId_11782913/clipId_2033317/index.html
VIDEO TIMES UP:
http://www.chroma.premiumtv.co.uk/streaming/watch/RacingUKFlashVOD/partnerId_166/videoFileId_11782388/clipId_2033228/index.html
VIDEO GORDON LORD BYRON:
http://www.chroma.premiumtv.co.uk/streaming/watch/RacingUKFlashVOD/partnerId_166/videoFileId_11782098/clipId_2033159/index.html

sabato 25 agosto 2012

Grosse Woche a Baden Baden: Mirco Demuro impegnato in 13 occasioni nel weekend tedesco. C'è anche Daniele Porcu. In Francia, Stay Alive rientrata con un secondo posto..gli altri italian-bred nel weekend

In Germania weekend interessantissimo, con il meeting di Baden Baden che prende il volo. Nella fattispecie, tra sabato e domenica, primi due convegni dekka Grosse Woche. C'è Mirco Demuro (www.newracingfactory.com - www.mircodemuro.it ) che è stato ingaggiato nella due giorni con 13 ingaggi complessivi. Inizierà oggi con le prime monte, il clou nella 7° corsa, il Preis der Sparkassen G3 per cavalli anziani sui 2000 metri con €55,000 in cui sarà impegnato in coppia con Mikhail Glinka (Galileo) per i colori del discusso leader Ceceno Ramzan Kadyrov ed il training di Arslangirey Shavuev.
Domenica 26 Agosto, giornata ancora più importante perchè nel Goldene Peitsche G2 per 3 anni ed oltre sui 1200 metri, tradizionale prova per velocisti, dove sarà impegnato su Ferro Sensation (Paolini) per Jan Pubben ed i colori di Cornelis Derks Van De Ven. C'è anche Daniele Porcu nel meeting, di cui vi daremo un resoconto ad inizio settimana.
Per la serie Italians (o ex) all'estero: Sabato a Clairefontaine è rientrata Stay Alive (Iffraaj) vincitrice del Regina Elena 2011, seconda in una condizionata gentlemen (Prix du Bocage Normand sui 1400 metri) per i colori di Teruya Yoshida ed il training di Rod Collet.
Sempre sabato a Goodwood correrà Field Of Dream (Oasis Dream) nelle Summer Stakes, a Newmarket corre Lui Rei (Reinaldo) nelle Hopeful Stakes, domenica a Øvrevoll in Norvegia nel Marit Sveaas Minneslopp G3 corre Fanunalter (Falbrav), con colori diversi ed il training di Michael Wigham. C'è anche Silver Ocean (Silver Train) in pista.

venerdì 24 agosto 2012

York, Ebor Festival Day 3: Ortensia come una furia sulle Nunthorpe! Battuto Spirit Quartz. Blaine vince le Gimcrack, Dubai Prince lucido nelle Strensall. Domani ultimo giorno, le parole di Sir Henry Cecil sul suo sito...

La velocità, il tema dominante del venerdì di York, il terzo dell'Ebor Festival. Ed in questo, gli australiani hanno molto da insegnare agli Europei. L'edizione 2012 delle Coolmore Nunthorpe Stakes G1 sui 1000 secchi, è andata a Ortensia (Testa Rossa), sette anni e non sentirli, la quale ha impiegato qualche furlongs prima di mettersi sulle gambe, ma quando William Buick l'ha sollecitata, (stagione strepitosa per il jockey danese, freddezza scandinava al servizio di Paul Messara), la figlia di Testa Rossa (Perugino) ha fulminato all'interno Spirit Quartz (Invincible Spirit), con in sella Lanfranco Dettori.
Spirit Quartz, è andato a tanto così dalla prima affermazione di livello in terra britannica. Forse Lanfranco è stato fin troppo confidente, non pensando che all'interno si potesse materializzare la figura di Ortensia. Comunque, ha fatto tutto il possibile e la femmina australiana l'ha di nuovo "sverniciato". Troverà la sua corsa di Gruppo, ma di fatto il cavallo allenato ora da Robert Cowell, non ha ancora ottenuto la prima vittoria da quando è stato venduto dall'Italia. La sua ultima affermazione resta la vittoria nel Tudini G3 a Capannelle, del Maggio 2011..poi una serie impressionante di piazzamenti. Comunque, buona la linea delle King George Stakes G2 di Goodwood dove l'ordine di arrivo fu identico. I due, hanno giovato dei parziali infuocati in avanti del vecchio Hamish McGonagall (Namid) sempre al top in contesti del genere. Quarto Humidor (Camacho). Mai pericolosissimo Bated Breath (Dansili) come Sole Power (Kyllachy) ma i due hanno scelto lo steccato forse meno galoppabile.
Ortensia, per la quale William Buick ha speso parole di profondo elogio (è la migliore che abbia mai montato sui 1000 metri) è di proprietà di Miss A C N Fraser & Ms E J H Ridley, è arrivata in Inghilterra insieme alla compatriota Black Caviar (Bel Espirit) senza troppe luci della ribalta, ma dopo una bella vittoria in Dubai nell'Al Quoz Sprint G1. Le due sono state ospitate nelle scuderia di Jane Chapple Hyam, sorella di Peter, la quale ci ha spesso regalato belle foto della velocista attraverso la condivisione delle stesse con Twitter. Il team non ha ancora parlato di obiettivi, ma in genere il target dopo le Nunthorpe è la Sprint Cup di Haydock dove Ortensia è adesso favorita nell'antepost a 3/1 mentre è salita la quota di Bated Breath a 6/1 dai 9/2 di qualche ora prima della prova opaca di York.
Per Ortensia, cavalla molto consistente, un Lifetime Record di 34 corse, 12 vittorie e 7 piazzamenti per £1,419,881 guadagnati. Video delle Nunthorpe Stakes qui: http://www.youtube.com/watch?v=L5YWGi8-byo
In apertura di meeting, da registrare una discreta (non memorabile certamente) edizione delle Gimcrack Stakes G2 per puledri sui 1200 metri con la vittoria andata a Blaine (Avonbridge) per Kevin Ryan, cavallo imbattuto in due uscite, che nell'occasione ha tenuto testa a Heavy Metal (Exceed And Excel), cavallo che a Goodwood aveva vinto le Richmond G2, con al terzo (linea confermata) Cay Verde (Bahamian Bounty).
Nelle Strensall Stakes G3 sui 1800 metri, ottima performance di Dubai Prince (Shamardal) con Lanfranco Dettori in sella, che ha dato un segno evidente della sua classe, sebbene sia dimostrata a corrente alternata, vincendo in modo convincente su un tracciato graditissimo. Ha battuto Side Glance (Passing Glance) e Tazahum (Redoute's Choice). Il video qui: http://www.sportinglife.com/racing/results/24-08-2012/york/result/519474/sky-bet-strensall-stakes-group-3/video
Per Lanfranco, una brutta caduta successivamente in maiden: All'ingresso in retta è capitolato in sella a Brave Command (Hard Spun) che ha avuto la peggio, mentre il jockey italiano si è rialzato sulle sue gambe. Per la cronaca, la maiden è stata vinta da Wentworth (Acclamation), un Coolmore affidato a Richard Hannon..interessante...
Ancora impressioni da York, Sir Henry Cecil ha parlato attraverso il suo sito rilasciando le seguenti dichiarazioni: "Wednesday was a day that we, at Warren Place, will never forget. Frankel did everything right. He behaved beautifully and seemed to get the trip really well. I would like to thank so many people who helped to make it such a wonderful occasion – one I will remember and cherish for the rest of my life.”. Grande sensibilità, per un uomo che sta lasciando una grande testimonianza di sensibilità. Quanto ai programmi, ha confessato che ogni soluzione è al vaglio per Frankel, ma sarà lui stesso a dire agli uomini Juddmonte cosa sarà meglio per lui.
E sabato è tempo di Ebor Handicap.

giovedì 23 agosto 2012

Frankel: Guadagnato un altro 140 ufficiale a York dopo quello di Ascot! Altro record sbriciolato..qual'è il prossimo?

Con la vittoria nelle Juddmonte International Stakes, Frankel (Galileo) ha confermato il suo status di miglior cavallo del globo terracqueo, senza mezzi termini e senza alcun dubbio in virtù di un altro 140 attribuito dagli handicapper del BHA e diventando il primo cavallo della storia ad averlo acquisito in due corse una dopo l'altra, quindi prima nelle Queen Anne di Ascot sul miglio e poi nel magico assunto di York sul doppio chilometro e qualcosina in più.
Ora è imbattuto in 13 corse, ha conquistato 8 vittorie di G1 consecutivamente, altro record, ha accumulato una cosa come 76 lunghezze complessivamente in tutte le 9 di G1 vinte delle 13 in carriera con la media di 5 lunghezze e 3/4 date al secondo arrivato (ah quelle St James dove rischiò tantissimo...) e non è mai andato sotto al 130 nelle ultime sei uscite.
Frankel avrà ora l'opportunità di battere il 141 ottenuto da un altro Juddmonte quale Dancing Brave (Lyphard) sul finire della sua carriera nel 1986 nell'Arco...uno dei più belli della storia (le immagini di quell'Arc qui: http://www.youtube.com/watch?v=Ca3H9GBJXxc )
Ora, rispetto alle International, potrebbe superare questo valore certamente se vincesse nelle Champion Stakes G1 del 20 Ottobre ad Ascot del QIPCO British Champions Day. Quello è l'obiettivo dichiarato, ma a far sognare migliaia di appassionati e forse anche il Maestro Sir Henry Cecil (molta dignità e tanto carisma nel suo essere a York) c'è il retropensiero dell'Arc de Triomphe G1 del 7 Ottobre...il Principe ci sta pensando...
Nella foto, la prima pagina del Racing Post digitalizzata.

York, Ebor Festival Day 2: Shareta tiene a bada The Fugue nelle Yorkshire Oaks, Rosdhu Queen interessante prospetto laureata delle Lowther. Infortunata Newfangled, carriera finita

Secondo giorno al Knavesmire contraddistinto dalla pioggia e dal terreno reso "soft". Da vedere, le Yorkshire Oaks G1 che hanno confermato la bontà della linea francese nel GP de Saint Cloud G1 di qualche settimana fa, perchè a vincere è stata Shareta (Sinndar) che ha piegato di poco The Fugue (Dansili) in una lotta serrata che ha coinvolo le due. La portacolori dell'Aga Khan, anche se non vince da oltre un anno (13 Agosto 2011 Prix Minerve), è una piazzata di grande spessore ed era depositaria effettivamente di linee migliori recentemente (dal Saint Cloud sono usciti Meandre e Danedream), ma per la cavalla di John Gosden che aveva chiuso da favorita, anche complice un tracciato confancente alle proprie caratteristiche, una buona conferma dopo la vittoria nelle Nassau. In sella alla vincitrice allenata da Alain de Royer Dupre, c'era Cristophe Patrice Lemaire. Terza Was (Galileo) che ha ricevuto una frustata sul muso da William Buick nei 100 finali. Il video della corsa lo trovi cliccando qui: http://www.sportinglife.com/racing/results/23-08-2012/york/result/508123/darley-yorkshire-oaks-fillies-group-1-british-champions-series/video
Il resto del convegno tutto al femminile quest'oggi, nelle Lowther G2 per femmine sui 1200 metri, vittoria andata all'imbattuta Rosdhu Queen (Invincible Spirit) che nelle mani di Richard Hughes ha disposto bene di Baileys Jubilee (Bahamian Bounty) e Royal Rascal (Lucky Story) a sorpresa. Per la vincitrice opzioni nelle Flying Childers (Doncaster, September 14) o nelle Cheveley Park Stakes G1 (Newmarket, September 29).
Da registrare, l'infortunio grave per la favorita Newfangled (New Approach), che dopo duecento metri ha dovuto rallentare repentinamente...per lei problemi al bacino, si parla di sopravvivenza ma fine della carriera di corse.
Il video lo trovi qui: http://www.sportinglife.com/racing/results/23-08-2012/york/result/511174/jaguar-cars-lowther-stakes-fillies-group-2/video
Il terzo giorno di York sarà riservato ai velocisti delle Nunthorpe Stakes G1 e le Gimcrack Stakes G2 per puledri, in diretta sul 220 di Sky tutto il pomeriggio.

mercoledì 22 agosto 2012

York, Ebor Festival Day 1: Frankel spaziale anche nelle Juddmonte International! 13 su 13, superato anche l'esame distanza! Emozioni allo stato puro, il resto della giornata con le Acomb e le Great Voltigeur

Proprio a 40 anni da quando l'immenso Brigadier Gerard (Queen's Hussar) incontrò l'unica sconfitta della carriera a York, nelle allora Benson & Hedges Gold Cup ora Juddmonte International, il World Champion Frankel (Galileo) ha sfatato il mito estendendo la sua striscia delle vittorie consecutive da imbattuto a quota 13! Frankel è di un altro mondo ed ha illustrato enciclopedicamente il perchè del fatto che si tratta del cavallo più forte del mondo; e questo lo sapevamo, ma non abbiamo neanche mai dubitato di lui sul doppio chilometro più quei 92 metri del Knavesmire...che non fanno la differenza, per uno come lui.
Stranamente lento al via, Frankel si è messo nel gruppo degli ultimi seguendo l'andatura neanche folle imbastita dai valletti e Coolmore con il chilometro e 88yards passati in 1,07 e 10 circa, prima di entrare in dirittura ha circumnavigato il gruppo ponendosi sullo steccato delle tribune ed è bastato un parziale, quello dai 600 ai 400 (in 11.05 secondi, passato in 40,73 miglia orarie, cioè 65,55 km/h, ed è stato il suo parziale più veloce della corsa, ma più lento di quanto fece registrare Sea The Stars quando vinse la stessa corsa) per togliersi dalle spalle St Nicholas Abbey (Montjeu) che lo ha tallonato e cercato di avvicinare. Tom Queally gliene ha data una sotto giusto per farne apprezzare le qualità al folto pubblico di York. E via lunghezze su lunghezze, alla fine se ne sono accumulate 7 sul secondo (alla fine Farhh (Pivotal) con guizzo di Frankie su Nic..Farhh allontanato dovrà ripetere l'esame gabbie per riotti in partenza) con tempo finale di 2m 6.59s (fast by 0.91s). Il video della corsa potete trovarlo e riapprezzarlo qui: http://www.youtube.com/watch?v=mr_ChX6Jv4s
Questa la cronaca della corsa, ora le sensazioni.. che dire, un cavallo così ne regala a tonnellate. Emozioni che si riassumono nelle parole di Sir Henry Cecil dopo la corsa; visibilmente provato dalla lotta al cancro allo stomaco che sta combattendo da molti anni, pronunciare ai microfoni di mezzo mondo di sentirsi più giovane di 20 anni dopo questa vittoria...Frankel è stato sublime, ha tuonato con il suo incedere, intorpidito, sbalordito e stordito pubblico e cavalli che su di lui fanno l'effetto di una piuma sulla roccia, ogni qual volta che lo incontrano. Emozioni come quelle che ha regalato nel vedere il pubblico applaurire, festante, il rientro del campione...oppure Aidan O'Brien congratularsi con timore quasi reverenziale il Maestro..il quale ha voluto lui stesso dar gamba a Queally al tondino. Frankel ha stravinto, e superato anche questo esame...Wonder Horse, si dirà. Si è detto del confronto con Brigadier Gerard, perchè forse era paragonabile a lui il tipo di carriera intrapresa...ma il Brigadiere qui a York cadde, Frankel no..troppo forte. 
Certo, non c'è Mill Reef e My Swallow degli anni 70, per essere chiari..ma tutta una serie di lunghezze accumulate contro avversari che lasciano spazio interpretativo incredibile (queste sono le 2000 Ghinee del 1971: http://www.youtube.com/watch?v=Es28rlQXdiI). Sarà che lo stiamo vivendo, ma Frankel è negli ultimi 50 anni forse il miglior cavallo mai esistito nel suo segmento, sinora, per quello che ha fatto vedere. Senza scomodare miti americani, Ribot o Nearco..di un'altra epoca e generazione. Forse Sea The Stars (Cape Cross) era qualcosa di incompiuto a livello di valutazioni, pur avendo vinto tutto...il tempo dice poco, o forse molto, in fondo ha vinto le International in tempo minore (vedi sopra) e stravinto l'Arco...
Per ora, il Racing Post gli ha attribuito un RPR di 142, uguale al valore del rombo di tuono nelle Queen Anne ad Ascot. La stessa Ascot dove potrebbe tornare il 20 Ottobre, per le Champion Stakes G1 obiettivo dichiarato da tempo....ma se invece il Principe pensasse all'Arc de Triomphe? Il Maestro in fondo, non l'ha mai vinto. Paddy Power ha fatto già la quota: se correrà, vale 1/3, William Hill ha esposto 1/4 e Ladbrokes 1/2. Altrimenti, a livello commerciale, ci sono le Breeders di inizio Novembre..ma vuoi mettere un Arco? Certo che Queally, se si dovessero mettere male le cose tatticamente, come si comporterebbe?
Staremo a vedere! Seguiranno Approfondimenti!
Intanto, non perdiamo di vista le altre corse della giornata. Oggi era il Day 1 dell'Ebor Festival iniziato bene per il gruppo Juddmonte che si è portato a casa le Acomb Stakes G3 grazie a Dundonnel (First Defence). Il puledro di Roger Charlton è ancora molto verde, e Jason Doyle ha dovuto metterci molto di suo per cercare di farlo andare dritto...c'è riuscito in parte, ma sono peccati veniali per un puledro. Ha respinto il Johnston Steeler (Raven's Pass) e Afonso De Sousa (Henrythenavigator). Dundonnell lo abbiamo definito spesso "Mondoturf Rising Star", è un prospetto interessante..la mamma è Family (Danzig), sorella piena di un certo Danehill. 
Il video delle Acomb cliccando su questo link: http://www.chroma.premiumtv.co.uk/streaming/watch/RacingUKFlashVOD/partnerId_166/videoFileId_11771694/clipId_2031424/index.html
Nelle Great Voltigeur Stakes G2 per i tre anni, dopo strenua lotta ha vinto Thought Worthy (Dynaformer) a 9 contro 1. Corsa tattica per l'allievo di Gosden montato da William Buick per i colori di George Strawbridge. Ha battuto Main Sequence (Aldebaran), che gli era stato davanti nel Derby di Epsom G1 (Main secondo, Thought quarto). Terzo Encke (Kingmambo).
Il video delle Great Voltigeur G2 cliccando qui: http://www.chroma.premiumtv.co.uk/streaming/watch/RacingUKFlashVOD/partnerId_166/videoFileId_11771820/clipId_2031434/index.html

martedì 21 agosto 2012

Arqana Yearling Sale day 3: Ancora un "+" sul complessivo. Top Price un High Chaparral pagato €220,000, tale e quale a So You Think! Attivi Nicolas de Watrigant per Al Thani e JC Rouget

Le Arqana August Yearling Sale sono giunte al 3° giorno con un approccio un pò più soft rispetto al più qualitativo e selettivo catalogo dei primi due giorni. Comunque, non sono mancati spunti degni di nota...diciamo che rispetto ai giorni scorsi, gli stalloni più attesi vale a dire Galileo (Sadler's Wells) ed il suo mezzo fratello Sea The Stars (Cape Cross) sono stati accolti benissimo. Tanto da aver realizzato il top price dell'asta, ed aver realizzato le medie più alte con €416,000 euro per 5 lotti venduti contro i €355,000 circa per 8 lotti da Galileo. A quest'ultimo comunque, complice anche il maggior numero in catalogo, il fatturato più alto con €2,837,625. Tornando al terzo giorno, 12 yearlings hanno fatto almeno €100,000 venduti la maggior parte ad investitori stranieri. 95 i venduti sui 104 offerti (ricomprato l'Astronomer Royal per 3/4 fratello di Monachesi) per un aggregato complessivo di €5,462,000 (+2,6%) con la media a €54,495 (-7.1%) e i mediani a €47,000 (-6%). 
Nicolas de Watrigant (Mandore International Agency) mattatore anche del lunedì con 8 acquisti per €852,000 ed è il leading buyer dell'asta. Faremo un riepilogo alla fine dell'asta. 
Top Price del terzo giorno il Lot 270, presentato dall'Ecurie des Monceaux (record anche per loro di vendite) acquistato per €220,000. Si tratta di un figlio di High Chaparral e Nightdance Sun da Monsun. Famiglia femminile molto buona...Lo ha acquistato ancora una volta per conto di Sheikh Joaan Al Thani, e si dice sia la copia carbone di So You Think (High Chaparral)....vedremo in corsa! Intanto, potete vederne un anteprima cliccando qui: http://www.arqana.com/thoroughbred/index.php?pageid=45&venid=163&lot=270
Nicolas de Watrigant ha comprato anche il 4° e 5° prezzo dell'asta. Uno era il Lot 215, un figlio di Footstepsinthesand (Giant's Causeway) per €150,000 della famiglia veloce di Fire Lily (Dansili). E poi, per €170,000 il Lot 336 un masschio da War Front con mamma da Mr Prospector
Il secondo prezzo più alto è stato per il Lotto 253, un maschio da Elusive City (Elusive Quality) che ha realizzato €190,000 per l'allenatore inglese George Margarson, della famiglia di Mandesha
Shadwell France ha comprato il terzo prezzo più alto, Sheikh Hamdan Al Maktoum ha pizzicato il Lot 317, un Invincible Spirit (Green Desert).
Da segnalare che Jean-Claude Rouget è stato molto attivo, con 8 acquisti per complessivi €442,000 spesi, secondo leading buyer di questo terzo giorno di aste. 
Acquisti italiani da registrare: Uno, di Federico Barberini che ha comperato il Lot 296, una femmina da Whipper (Miesque's Son) per €30,000.

York -1: Martedì comincia l'Ebor Meeting, 4 giorni all'insegna dello spettacolo!! Domani Frankel nelle Juddmonte International Stakes, sabato l'Ebor Handicap da oltre £200,000

Da domani 22 Agosto e per 4 giorni, fino a Sabato 25 Agosto, York sarà il centro nevralgico del galoppo Europeo. L'ippodromo del Knavesmire ospiterà uno dei più bei meeting estivi, imperniato sulle Juddmonte International Stakes G1 che apriranno il meeting, e sull'Ebor Handicap che concluderà la 4 giorni proprio sabato. Ma come, solo un handicap? Certamente no, non è solo un handicap, è una corsa pazzesca, facente parte di un gruppo di periziate che in Inghilterra si chiamano Heritage Handicaps dotati di almeno £50,000. Sono numerosissimi, e la difficoltà primaria è indovinare il vincitore. Sovente, da queste corse, esce un cavallo buono per le Coppe o per le tradizionali corse Australiane sulle lunghe distanze (da qui uscì Purple Moon qualche anno fa). Comunque, l'Ebor Handicap è uno dei più antichi in questo senso. E' aperto ai tre anni ed oltre, si corre sul miglio e 6 furlongs (2816 metri per l'esattezza) e deve il nome all'antica denominazione romana della città di York: Eboracum. Si è corso per la prima volta nel 1843, e si chiamava the Great Ebor Handicap. Attualmente, è l'handicap più ricco in Europa con le sue £210,000 di dotazione (di cui £130,725 vanno al vincitore). Ad oggi, non ancora dichiarati i partenti sono rimasti iscritti in 67....
Foto Sporting Life
Ma partiamo dal primo giorno, che ci interessa molto da vicino. Domani 22 Agosto capiremo se Frankel (Galileo) farà anche i 2092 metri di York, e a dir la verità la concorrenza non sarà nemmeno tanto agguerrita. L'avversario principale si chiama Meeteapiedi (Nessuno).  Scherziamo, naturalmente, le corse non sono mai vinte in partenza ma crediamo davvero che Frankel stia monopolizzando il programma di corse inglese, facendo scappare un pò tutti...ma non è che ci siano in giro altri fenomeni. Il Maestro Henry Cecil però deve capire se veramente potrà puntare con lui alle Champion Stakes G1 contro Camelot, che avranno comunque una valenza commerciale ancora maggiore rispetto alle International di questa occasione. L'antepost lo propone ancora intorno all'1/7, circa 1,14, ingiocabile veramente. Faremo il tifo per lui, e soprattutto per il Maestro, Sir Henry Cecil, che è stato dimesso dall'ospedale e nei giorni scorsi ha dichiarato di voler esser presente a York a tutti i costi nonostante la cautela da parte dei medici. A Goodwood ha dovuto passare la mano, ma a York vorrà sellare i suoi cavalli..se da una parte è una bella notizia..vabbè, non vogliamo neanche pensarci. Diciamo solo, della serie il cattivo gusto, che Paddy Power offre a 16/1 la possibilità che il prossimo figlio di Kind (Danehill) che nascerà nel 2013, se femmina è offerto a 5/6, se maschio..si chiamerà Cecil...no comment! La notizia cliccando QUI
Dicevamo, l'opposizione di Frankel si chiama St Nicolas Abbey (Montjeu) e siamo certi che Aidan O'Brien ha studiato qualcosa per cercare di ingabbiare il mostro di Juddmonte..speriamo non sia qualcosa di antisportivo almeno. La domanda è, St Nicholas Abbey, può impensierire Frankel? Staremo a vedere, la quota di 7/1 è ghiotta per gli antifrankeliani convinti di un cavallo che ha vinto due Coronation, una BC Turf..ma a 2100 non corre da una vita... Altro cavallo è Farhh (Pivotal), il classico terzo incomodo, e gli altri li conosciamo tutti, pronti a raccogliere le briciole di chi stecca, compreso Planteur (Danehill Dancer) e Twice Over (Observatory) che ha vinto lo scorso anno. Comunque, intanto vediamo Frankel e poi tirerò fuori una provocazione. Intanto, oggi a Yoork il Maestro ci sarà..gustatevi un bel video pubblicato nei giorni scorsi, un collage di belle emozioni riguardanti Frankel ed il Maestro. Notare bene gli occhi del trainer quando si posano sulla creatura...: http://www.youtube.com/watch?v=_JX54s6b1Pk&sns=fb
In programma martedì anche le Acomb G3 per i puledri sui 7f, c'è Afonso de Sousa (Henrythenavigator), Dundonnell (First Defence), quello che abbiamo definito il "Mondoturf Rising Star" e Ebn Arab (Dixie Union). Molto interessanti le Great Voltigeur G2 per 3 anni sul miglio e mezzo, il favorito è Main Sequence (Aldebaran) che ha seguito Camelot (2°) e Imperial Monarch (4°) nei Derbies inglese e francese. Ma c'è anche Noble Mission (Galileo), Thomas Chippendale (Dansili), Encke (Kingmambo) e Energizer (Monsun), neo acquisto Godolphin..insomma, una bella corsa davvero..più aperta di quanto sembri. 
Giovedì 23 è il Ladies Day con le femmine protagoniste, le Lowther Stakes G2 per puledre sui 1200 e occhio a Newfangled (New Approach). Molto belle le Yorkshire Oaks G1, The Fugue (Dansili) dopo l'assunto nelle Nassau G1 dovrà vedersela contro Shareta (Sinndar)...è dura, ma la pista piatta di York l'aiuterà.
Venerdì 24 velocità con le Gimcrack G2 per puledri, ma non vediamo fenomeni all'orizzonte..mentre nellle Nunthorpe G1 ci sarà il solito arrivo serratissimo, e magari a sorpresa come spesso accade. Il favorito al momento è Bated Breath (Dansili) a 4/1, ma c'è l'Aussie Ortensia (Testa Rossa), Sole Power (Kyllachy) che qui si rivelò un paio di anni fa, la new entry Mayson (Invincible Spirit) appena acquistato dal Cheveley per farne stallone nel 2013 e vincitore di July Cup sul pesante...e tanti altri. A far da contorno, forse una buona edizione delle Strensall G3, quasi uno sfollamento delle International. 
Sabato 25 oltre all'Ebor Handicap, c'è la Lonsdale Cup G2. 
E' tutto..per ora.

E' attivo il nuovo FORUM di Mondoturf!! Scoprilo e prova ad interagire con noi..

Chi si ferma è perduto! Dalla nostra piccola nicchia nella vastità della rete, noi di Mondoturf proviamo sempre ad apportare novità e migliorie al portale.
Come avrete già scoperto da qualche giorno, sul sito e per i lettori è nato un piccolo forum che trovate nella barra di sinistra accessibile per chiunque voglia interagire con noi. L'idea è nata perchè riteniamo che l'opinione di chi legge sia fondamentale, sappiamo che c'è uno zoccolo duro di appassionati (serbatoi inesauribili di punti di vista preziosi) dal cuore pulsante, duro a morire, e che va continuamente stimolato e preservato. 
Da qualche giorno, grazie al supporto irrinunciabile di voi lettori che ringrazio ancora una volta, abbiamo superato la soglia dei 300,000 visitatori e quotidianamente le visite superano quota 600 da tutte le parti del mondo (dati StatCounter e Google Analytics)..certo, non molto se si pensa ad un blog in senso assoluto, ma neanche poco se si pensa al tipo di informazione settoriale che viene diffusa da noi seguendo il segmento: Ippica-galoppo-cultura ippica..e non è facile, ve lo assicuro. Gli attestati di stima non mancano, per fortuna, ne siamo onorati e sono benzina Super per il nostro motore, e gli Sponsor che ci supportano continuano a chiedere la nostra attenzione perchè felici della risposta e dell'attenzione che viene data dai contenuti.
Insomma, vogliamo essere più completi e ancor più professionali e siamo convinti che solo attraverso il confronto ed il dibattito sano, oltre che con la comunicazione, si possa crescere ulteriormente. 
Proviamo a farlo anche con un FORUM, una vera piazza virtuale dove da appassionati possiamo incontrarci e scambiarci idee, un luogo di incontro senza confini se non quelli mentali, potrete proporre argomenti, discussione e sviscerare qualsiasi argomento vogliate a partire dall'ippica a livello generale, fino a scendere nel dettaglio più tecnico di ogni corsa oppure parlare di qualsiasi altro argomento, dallo sport alla musica, ai libri, cinema e qualsiasi altro argomento. Sempre volando alto, chiaramente. Non ho posto filtri o limiti, dunque rimetto al buon senso ed alla coscienza di ognuno di voi la capacità di essere quantomeno educato qualora si verificassero scambi di opinioni diverse. In fondo, come detto, il buon senso è l'altro lato dell'intelligenza umana, che forse più premia in certe circostanze. Quello del FORUM è solo un esperimento, potrà andare bene come andare male...se ciò avverrà, pazienza..continueremo lo stesso a fare comunicazione. L'importante è provare e riprovare sempre, in ogni ambito della vita. Lo dimostrano le corse dei cavalli...
Tornando a noi, come funziona? E' semplicissimo! I più avvezzi smanettoni avranno già capito il meccanismo, basta avere un account Facebook, Twitter, Gmail, Yahoo, Paypal, OpenId, MySpace, Aol, WordPress, Hotmail o WindowsLiveId, Blogger o Linked In...mentre per chi ha Libero o altri provider...beh, è semplice creare un altro account con quelli gestiti dal nostro forum ospitante. In caso necessitaste di un supporto, basta mandarmi una mail a gabrielecandi@hotmail.it
Insomma, diteci cosa ne pensate e....Enjoy with us!!
Gab

lunedì 20 agosto 2012

Forte Dei Marmi vince le Sky Classic Stakes a Woodbine. Umberto Rispoli solo terzo sfortunato in sella a Scalo, rivincita nelle Canadian International Stakes G1 del 14 Ottobre

In Canada, per poco Umberto Rispoli non si regala un'altra vittoria di Gruppo nel weekend dopo il Calvados di sabato a Deauville. A Woodbine in Nord America nelle Sky Classic Stakes G2 da $266,931 è giunto terzo in sella a Scalo (Lando) per Andreas Wohler. Il figlio di Lando (Acatenango), (nelle immagini con la giubba bianca e cap rosso), secondo nel Milano G1 lo scorso anno, rendeva due chili agli avversari ed è finito fortissimo all'interno ma comunque alle spalle di Forte Dei Marmi (Selkirk) che ha prodotto un cambio di marcia devastante nei 200 metri finali dall'esterno di tutti mentre era ancora lontano dalla testa, e battendo nei metri finali Stormy Lord (Stormy Atlantic) il quale ha fatto la corsa in avanti ed ha forse un filo danneggiato proprio Scalo, che venendo da dietro, è stato incerto nel cercare e trovare lo spazio nei 200 metri finali all'interno appunto. Stormy ha avuto un moto ondivago sin dall'ingresso in retta, disorientando forse nelle scelte finali Umberto ed il cavallo tedesco che comunque può recriminare solo per il secondo posto, ampiamente alla portata. Tuttavia, sirena dei commissari neanche suonata e risultato archiviato così con buona pace per tutti. Se vuoi vedere il video della corsa clicca su questo link: http://bcove.me/r9cjf32u
Forte Dei Marmi (nelle immagini con la giubba verde e cap bianco all'esterno di tutti) aveva in sella Alex Solis è allenato da Roger Attfield, ha sei anni ed aveva cominciato la carriera in Inghilterra agli ordini di Luca Cumani prima per il Fittocks Stud che l'ha allevato, poi per Gary Tanaka vincendo 5 volte in 17 occasioni, perlopiù discreti handicap e tentando corse di Gruppo (terzo di Huxley G3). Nel corso del Settembre 2011 è stato esportato in USA ed acquistato da Stella Perdomo per la quale nel Maggio 2012 ha ottenuto un terzo posto nelle Dixie Stakes G3 a Pimlico sui 1800 metri. Ha vinto stavolta la seconda corsa in sei uscite americane...mentre per Scalo una buonissima prestazione..certo, poteva raccogliere qualcosa di più ma era al rientro, ha avuto una corsa particolare dal punto di vista tattico, rendeva dei chili ed aveva bisogno della corsa. E' finito forte, tempo finale di 2:02.57 (in dirittura era ultimo) e l'appuntamento è solo rimandato alle Canadian International Stakes G1 con $1,5 di dotazione, proprio qui il 14 Ottobre 2012, dove Scalo farà ritorno ed avrà rivincita..speriamo con Umberto ancora ingaggiato.
Nell'altra Listed dove Rispoli era impegnato, solo un 4° posto utile per Lacara (Medicean), 3 anni sempre di Andreas Wohler che non ha raccolto un piazzamento utile al lungo viaggio di accompagnamento a Scalo..ma intanto una buona prova di approccio ai tracciati USA.
Per vedere tutte le corse di Woodbine della domenica, visita il sito http://www.woodbineentertainment.com/Woodbine/Video/Pages/Videos.aspx (grazie a Gianni per il supporto)

Arqana Yearling Sale day 2: Top Price un figlio di Sea The Stars e Alpine Rose a €1,2 milioni venduto a Sheikh Joaan bin Hamad Al Thani. Seconda giornata in calo, ma salgono la media ed i mediani

Secondo giorno di Arqana Selected Yearling Sales e ancora un record frantumato per un figlio di Sea The Stars (Cape Cross) che ha realizzato il top price della domenica. Si tratta del Lotto numero 120, un grigio nato il 13 Febbraio dall'incrocio con la campionessa dell'Aga Khan Alpine Rose (Linamix), famiglia femminile a dir poco di Classe, tra l'altro lei stessa vincitrice di Romanet. Il grigio è stato acquistato da Nicolas de Watrigant della Mandore Agency per conto di Sheikh Joaan bin Hamad Al Thani che ha sborsato per lui ben €1,2 milioni (è attualmente il top price della due giorni in attesa di lunedi e martedi) ed è destinato alle scuderie di Alain de Royer Dupre. C'è anche il video e la descrizione dettagliata per quello che per adesso è il prezzo più alto dell'asta, puoi trovarlo cliccando qui: http://www.seathefirststars.com/host/standup.nsf/html/lot120
Il secondo ed il terzo prezzo più alto della giornata lo hanno realizzato quelli del Coolmore attraverso i bid di Demy O'Byrne che per €650,000 ha acquistato il Lot 142, un figlio dello scomparso Montjeu (Sadler's Wells) e Birmanie (Aldebaran), mezzo fratello dunque di English Channel (Smart Strike), campione americano. Altro prezzo alto è stato realizzato per il Lot 166, sempre Demy O'Byrne, per il fratello pieno di Recital: Dunque Montjeu ancora e Dibenoise (Kendor) per il quale è stato staccato un assegno da €520,000. Coolmore come detto attivissimo, hanno acquistato anche il quarto prezzo della giornata, vale a dire il Lot 162, un figlio di Fastnet Rock (Danehill) per €380,000. Nella giornata O'Byrne ha speso €2,030,000. John Ferguson per conto Darley ha fatto acquisti per sole €620,000 ma si è portato a casa una bella figlia di New Approach (Galileo), Lot 180, per €240,000.
In totale, nella giornata, venduti 62 puledri per un aggregato complessivo di €10,549,000 (-18% rispetto al 2011 nella seconda giornata) con la media a €170,145 (+10) e i mediani a 140,000 (+27).
Ancora numeri, ma è presto per tirare le somme, dicono che per ora in due giorni sono stati venduti 124 puledri (dunque il 92.54% in catalogo) per complessivi €19,538,000 a cui vanno aggiunti €732,000 per 10 vendite private che fanno lievitare il conto a €20,270,000.
Nel 2011, alla fine dei 4 giorni, erano stati venduti 328 puledri (74.89 %) per €31,463,000 con 22 vendite private in più in totale erano €32,936,000. Dunque, mancano ancora circa €12 milioni da realizzare in due giorni per pareggiare il conto rispetto allo scorso anno....
Lunedì il primo lotto a passare nel ring sarà il fratello di Marbye (Marju) da Orpen...siamo arrivati al numero 187.

Snow Fairy torna e vince il Jean Romanet. Reckles Abandon da imbattuto domina il Morny, soddisfazione per Joshua Tree e Marco Botti nel Kergolay

La campionessa è tornata! Cattiva come nei giorni migliori, Snow Fairy (Intikhab) ha vinto con la cattiveria agonistica che l'ha sempre contraddistinta il Jean Romanet G1 di Deauville di domenica pomeriggio. E per fortuna che rientrava da 280 giorni, da quando Kyoto conobbe le sue gesta nella QE II Commemorative Cup G1. La "virago" di Ed Dunlop ha conquistato così il suo sesto G1 di una carriera costellata di successi, come detto alla maniera forte. Si, perchè Ryan Moore non è andato per il sottile quando ha preso a braccia la mascolina figlia di Intikhab (Red Ransom) per spallare via Giofra e socie e produrre un'accelerazione notevole negli ultimi duecento metri, e vincere ai danni di Izzi Top (Pivotal) e Galikova (Galileo) in un finish thrilling. Il video del Jean Romante cliccando su questo LINK
Sarà stata la corsa lenta (primo chilometro in 1,04 e spicci e totale in 2m 6.30s), o forse quasi un anno di assenza dalle piste, ma la 5 anni ha dovuto metterci un po più del normale per mettersi sulle gambe, ma quando lo ha fatto è stata notevole "in the closing stages". Il solito entusiasta Ed Dunlop dopo aver ringraziato mille volte la cavalla, ha parlato di piani alla rinfusa...ma molto probabilmente la cavalla passerà per le Irish Champion G1 e l'Arc de Triomphe G1, e su quest'ultimo punto i bookmakers hanno esposto la quota di Snow Fairy a 20/1 per la sua vittoria. Lo scorso anno finì terza.
L'altro G1 di giornata, il Prix Morny, ha invece laureato un cavallo imbattuto che può essere tutto o niente...a voi la scelta. Si chiama Reckless Abandon (Exchange Rate) ed è allenato da Clive Cox; montato da Gerald Mosse non ha faticato neanche troppo, con l'aiuto dello steccato, per liquidare il duo del Coolmore George Vancouver (Henrythenavigator) e Parliament Square (Acclamation). In particolare, sfortunatissimo il percorso di George Vancouver, che gradirà una maggiore distanza in futuro. Non male Sir Preancelot (Tamayuz) quarto, e nemmeno il quinto Moohaajim (Cape Cross) per Marco Botti...
Il vincitore, era alla quarta vittoria consecutiva da imbattuto, ha incamerato un G1 dopo le Norfolk G2 a Royal Ascot e il Robert Papin G2 a Maisons-Laffitte qualche settimana fa. Come detto, ha vinto da cavallo concentratissimo del suo mestiere, composto, orecchie dritte, e azione fluida completando i 1200 metri in 1m 9.60s. La sua quota per le 2000 Ghinee è di 20/1, è iscritto alle National (ora Vincent O'Brien Stakes G1) e alle Dewhurst G1.
In giornata soddisfazione per Marco Botti nel Kergolay G2 sui 3000 metri con vittoria per Joshua Tree (Montjeu) facile a traguardo, per la doppietta di Ryan Moore che si è ripreso con gli interessi della disfatta della settimana scorsa. Il video del Kergolay cliccando su questo LINK

Breeding News: Redoute's Choice finalmente in Europa nel 2013!

Lo stallone australiano Redoute's Choice (Danehill), sinora funzionante all'Arrowfield Stud in Scone, New South Wales, Australia al tasso di AUS$137,500, nel 2013 effettuerà la stagione di monta nell'emisfero nord del mondo presso gli allevamenti di Sua Altezza l'Aga Khan. Il sedicenne figlio di Danehill (Danzig) è titolare dei seguenti record: Champion 3YO Miler, Champion First Crop Sire in Australia nel 2003-04. Champion Second Crop Sire in Australia nel 2004-05. Sire di 148 prodotti ed 81 vincitori (54.7%) in una annata di produzione record, e 15 SWs qualche anno fa, e nel 2004 ha coperto ben 212 fattrici in una stagione, un record assoluto in Australia. Nel 2008 ha funzionato per AUS$300,000, quest'anno ha prodotto il suo 21° vincitore di G1 e detiene il titolo di Champion Sire in Australia da un sacco di tempo... Ebbene, trattasi di leggenda in razza del galoppo australiano, lui si trasferirà presso l'Haras de Bonneval. Il Manager Georges Rimaud si è detto eccitato dell'occasione da offrire agli allevatori Europei, ma rispondendi ai rigidi canoni del Principe Ismailita gli verrano destinate solo 15 fattrici della loro broodmare band, ma siccome Redoute's ha dato campioni incrociato con sangue di fattrici da Kingmambo, Caerleon, Last Tycoon, Rainbow Quest e Nureyev era appunto un'opportunità da non lasciarsi sfuggire. Redoute's Choice andrà a fare compagnia così a Sea the Stars, Dalakhani, Azamour, Sinndar e Siyouni per il roster dell'Aga Khan del 2013. Stabilito anche il tasso di monta, che sarà di €70,000 al 1 di Ottobre. Not bad...

domenica 19 agosto 2012

Arqana Yearling Sale day 1: Ottimo approccio e top price una Galileo da €1,1 milioni. Mercato attivissimo, i primi Sea accolti da Stars. Una sorella di Joanna venduta al Coolmore

Primo giorno di selezionate di yearlings a Deauville per Arqana e subito partenza col botto. Nella prima tornata venduti 63 lotti su 65 con un "aggregate" di €9.119 milioni ed un +3,6 rispetto all'anno scorso con la media a €144,746 (+8,6). Top price, in attesa del lunedi e martedi, per una figlia di Galileo e Prudenzia (Dansili), lot 49, che ha realizzato €1,1 milioni. Interessantissimo l'approccio dei Sea The Stars (Cape Cross) tutti a cifre molto alte: Il primo giorno di STS ne sono stati venduti 4, il top del primo giorno è stato il lot 48, la mezza sorella di Canford Cliffs (Tagula) che ha spuntato €360,000. Gli altri 3 a €200,000, €170,000 e €150,000. Secondo prezzo più alto dell'asta è stato per un Dubawi (Lotto 20) che ha fatto €450,000 e tra gli altri, la mezza sorella di Joanna (High Chaparral) e Cazals (Aussie Rules) da Galileo è andata al Coolmore per €280,000. I 10 acquisti più alti di lato, clicca per vedere l'immagine a dimensione normale con visualizzazione regolare.
Attivo anche Marco Bozzi che ha acquistato un Dubawi (Lot 40) per €125,000 ed un Holy Roman Emperor (Lot 25) per €32,000.
Tutti gli altri risultati ordinati dal prezzo più alto al più basso, li trovi cliccando qui: http://www.arqana.com/thoroughbred/index.php?pageid=3&venid=163&afCatalogue_page=1&afCatalogue_order=lot_encheres%20desc
SEGUIRANNO APPROFONDIMENTI

Purr Along vince il Calvados in coppia con Rispoli. In Uk, Mount Athos migliora ancora, nelle Hungerford fuga di Lethal Force battuto Strong Suit di pochissimo

Sabato pomeriggio in Francia: Deauville ha inaugurato il weekend da G1 con il Calvados G3 per puledre sui 1400 metri con la vittoria andata a Purr Along (Mount Nelson), montata con gran senso del traguardo da Umberto Rispoli alla prima vittoria in Pattern in Francia (la prima Stakes fu con Basaltico nel 2008), e la 15 di questo 2012 oltralpe. La figlia di Mount Nelson (Rock Of Gibraltar), un first crop sire, è allenata da William Muir ed ha battuto Premier Steps (Footstepsinthesands) e Sara Lucille (Dansili) finite in parità. Corsa lenta nella prima parte, chilometro passato in 1,02 e volatona che ha premiato la tattica studiata a tavolino. Umberto è poi volato in Canada nella mattinata di domenica, per partecipare ad una Listed ed ad un G2 per Andreas Wohler: monterà Scalo (Lando).
In Inghilterra, nelle Geoffrey Freer G3 sui 2700 ha vinto Mount Athos (Montjeu), un 5 anni allenato da Cumani alla 3 vittoria consecutiva in crescendo nel 2012 da imbattuto. Ha battuto Brown Panther (Shirocco). Il portacolori di Koukash è un mezzo fratello di Imperial Monarch (Galileo), ed ora tenterà la Melbourne Cup molto probabilmente, in perfetto stile Cumani.
Nelle Hungerford Stakes G2 letale la tattica di Ryan Moore su Strong Suit (Rahy) troppo attendista, premiata la fuga di Lethal Force (Dark Angel) con Adam Kirby in sella per Clive Cox. Tra l'altro, Adam Kirby ha già vinto le Hungerford quando era in sella ad Excelebration qualche anno fa.
Sempre a Newbury, interessanti le Denford Stud Stakes Lr con vittoria andata alla due anni Just The Judge (Lawman) per Roger Varian. È un buon prospetto.
Nei giorno scorsi, Tullius (Le Vie Dei Colori) è migliorato ancora (tantissimo nel 2012) ed ha vinto le Sovereign G3 a Salisbury per la gioia di Paolo ed Emma Agostini (Archi Romani) che ne sono gli allevatori. E' un mezzo fratello di Maglietta Fina (Verglas) che corre in Italia.
SEGUIRANNO VIDEO ED APPROFONDIMENTI

sabato 18 agosto 2012

Jakkalberry vince l'American St Leger, Bayrir domina le Secretariat Stakes. Beverley dal sapore ancora Europeo con I'm A Dreamer ed Hayley Turner, mentre il Million parla Americano con Little Mike per Carlo e Priscilla Vaccarezza. Corsa tattica, Crackerjack solo quinto, Afsare secondo.

Breaking News: L'edizione inaugurale dell'American St Leger Lr con $ 400,000 di dotazione sui 2700 metri, è andata all'italian bred Jakkalberry (nella foto). Il sei anni allenato da Marco Botti (ma a Chicago era presente Lucje Botti), con Colm O'Donoghue in sella, ha battuto l'americano Ioya Bigtime (Dynaformer) per 2 lunghezze e mezzo e l'altro europeo Zuider Zee (Sakhee) per altre sei lunghezze di margine in un tempo di 2m 49.01s, con al quarto posto Lake Drop (Lemon Drop Kid) allevato dall'Agricola Antezzate. Jakkalberry ora punterà diretto alla Melbourne Cup G1 per la Australian Bloodstock che ne detiene il 100% della proprietà. Il video della corsa qui: http://www.thoroughbredtimes.com/utils/flash_intermediate.aspx?vp=Today&vc=1&vid1=mp4:2012/771/201208181612APM7_771.f4v (ATTENZIONE: consentite accesso al pop up e ricaricate la pagina ove richiesto)
Nelle Secretariat Stakes G1 per tre anni sui 2000 metri in erba ha vinto un altro europeo. Si tratta del francese Bayrir (Medicean), CP Lemaire in sella, che ad Arlington ha battuto i locali Finnegans Wake (Powerscourt) e Summer Front (War Front). Np per il favorito Silver Max (Badge Of Silver). Bayrir è dell'Aga Khan, prima di correre in Isa ha vinto l'Eugene Adam G2, ed è allenato da Alain de Royer-Dupre e con questa vittoria siamo a 4 in 5 uscite complessive. Tempo della corsa di 2m 2.92s, abbastanza lento..Il video della corsa qui: http://www.thoroughbredtimes.com/utils/flash_intermediate.aspx?vp=Today&vc=1&vid1=mp4:2012/771/201208181646APM8_771.f4v (ATTENZIONE: consentite accesso al pop up e ricaricate la pagina ove richiesto).
Nelle Beverly D. Stakes G1, ancora una vittoria dal sapore Europeo, tutta in rosa. Dopo rush serrato è emersa I'm A Dreamer (Noverre) di David Simcock con in sella la jockette Hayley Turner. La 5 anni, ha respinto di pochissimo Marketing Mix (Medaglia d'Oro) e Joviality (Cape Cross). Quarta Kapitale (Dubawi) con Mirco Demuro in sella che dopo percorso difficilissimo l'ha spostata verso l'esterno per finire a bomba! Il video della corsa cliccando qui: http://www.thoroughbredtimes.com/utils/flash_intermediate.aspx?vp=Today&vc=1&vid1=mp4:2012/771/201208181800APM10_771.f4v (ATTENZIONE: consentite accesso al pop up e ricaricate la pagina ove richiesto).
Nell'Arlington Million, fuga in avanti riuscita alla perfezione per Little Mike (Spanish Steps) per i colori italo-americani di Carlo Vaccarezza e di sua moglie Priscilla che lo hanno anche allevato. Little è andato in avanti (Ramon Dominguez in sella, Dale L. Romans al training) ed ha fatto tutti i 2000 metri che affrontava per la prima volta, facendo i suoi comodi addormentando la corsa e scattando sulla curva finale, prendendo d'infilata gli avversari in 2:02.44 e portando a casa il malloppo da $1 Milione! Secondo Afsare (Dubawi), poi terzi in parità il vecchio Rahystrada (Rahy) indivisibile con Colombian (Azamour). Quinto Crackerjack King (Shamardal), sfortunato nella foto...poteva essere terzo. Colm O'Donoghue non ha saputo dargli un percorso migliore, sul particolare tracciato di Arlington Park, rimanendo sempre costretto all'interno e progredendo troppo tardi..poteva raccogliere qualcosa di più. Il video dell'Arlington Million qui: http://www.thoroughbredtimes.com/utils/flash_intermediate.aspx?vp=Today&vc=1&vid1=mp4:2012/771/201208181843APM11_771.f4v
(ATTENZIONE: consentite accesso al pop up e ricaricate la pagina ove richiesto)
SEGUIRANNO APPROFONDIMENTI E VIDEO QUALORA NON FOSSE POSSIBILE LA VISIONE. IN CASO, COMUNICATECELO.