STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 28 giugno 2010

Il bello della domenica..in Italia e all'estero

Weekend di belle corse tra Irlanda, Francia ed Italia. Al Curragh il Derby irlandese, dominato come accade ormai da qualche anno da Aidan O'Brien e la flotta Coolmore: Un 1-2-3 da paura, ha vinto Cape Blanco (Galileo), la scelta di Johnny Murtagh sul quale molti non credevano all'adattabilità di un 2400 duro e puro. A mezza lunghezza da lui Midas Touch (Galileo) che sembra un bel soggetto da St Leger, mentre terzo l'altro Coolmore Jan Vermeer (Montjeu). Al quarto è finito Monterosso (Dubawi), molto stimato prima della corsa ma in realtà dimensionato da questo Irish Derby, quinto è At First Sight (Galileo), che ha restituito una linea credibile, quella di un Derby che non è colmo di fenomeni. Nella giornata si sono corse anche le Railway G2 che sono andate a Formosina (Footstepsinthesand) per il team Jeremy Noseda-Ryan "air" Moore, e hanno regalato allo stallone del Coolmore il primo alloro in G2. Le Sapphire Stakes G2 hanno regalato la vittoria all'allevamento italiano grazie a Glamorous Spirit (Invincible Spirit), un 4 anni allevato da Carlo Soria.
In Francia si è corso il Gran Prix de Saint-Cloud G1 che ha visto la vittoria di Plumania (Anabaa), per Andre Fabre, dopo accesissima lotta con Youmzain (Sinndar), al quale continua a sfuggire il sigillo di G1, e Daryakana (Selkirk) la quale è alla seconda sconfitta consecutiva in carriera. 
In Italia ancora dominio teutonico nel Mezzanotte Lr vinto da Bella Amica (Black Sam Bellamy), sulla quale Pier Convertino ha montato benissimo, su Doggerbank (Oasis Dream) e l'unica che si salva è Tremoto (Generous), finita terza. Stessa storia nell'Incisa G3, dove però Tech Exceed (Exceed and Excel) ha dovuto faticare non poco per piegare di un muso Lolamar (Martino Alonso), l'unica nota positiva della giornata.

Sabato al Curragh

In scena le Pretty Polly G1 combattutissime, hanno regalato la vittoria alla grigia Chinese White (Dalakhani), alla prima vittoria in G1, ottenuta al quinto tentativo dopo aver anche provato la carta facile sul pesantissimo del Lydia Tesio a Capannelle lo scorso novembre. Seconda è arrivata la Godolphin Flying Cloud (Storming Home) vincitrice delle Ribblesdale e sesta nel Lydia Tesio medesimo di cui sopra, mentre terza nell'occasione è finita Akdarena (Hernando) sesta nelle Oaks.
Da notare come la corsa calzi a pennello alla grigia, perchè la vittoria in G1 è avvenuta mentre è gravida del sire Cape Cross (Green Desert) e dunque, questa è stata anche la sua ultima corsa in carriera, un bel colpo per questa portacolori della signora O'Reilly. Quarta è finita Remember When (Danehill Dancer), terza nelle Oaks ma soprattutto una sorella per 3/4 di Dylan Thomas e Queen's Logic
Chinese White, come detto appartiene a Lady O'Reilly che l'ha anche allevata, è allenata da quel maestro quale Dermot Weld, ed è la terza vincitrice di G1 per lo stallone Aga Khan Dalakhani (Darshaan), dopo Conduit nelle Breeders e Moonstone nelle Irish Oaks. E' il prodotto di Chiang Mai (Sadler's Wells), la quale è una mezza sorella di Rafha (Kris), vincitrice di Diane G1 e mamma di Invincible Spirit (Green Desert). Il 20 febbraio scorso è nata una sorella piena di Chinese White. Infine una nota di allevamento, tre vincitori di gruppo prodotti da Dalakhani, hanno la mamma da Sadler's Wells (Northern Dancer), ovvero Chinese White, Conduit e Deem, vincitrice delle Balanchine Stakes in Dubai.

domenica 27 giugno 2010

First Crop Sires: Araafa

Il first crop sire Araafa (Mull Of Kintyre), vincitore delle Irish 2000 Guineas G1 e successivamente delle St James's Palace Stakes G1, ha ottenuto il suo primo rappresentante vincitore della carriera da stallone in Cheque Book, una femmina allenata da Barry Hills, che ha vinto una maiden sui 1400 metri della pista di Chester qualche giorno fa. Araafa per ora ha visto correre 10 suoi prodotti, ricordiamo inoltre come questo funzioni presso il Plantation Stud a Newmarket con un tasso di £7,000. I suoi prodotti registrati nel primo anno sono stati 28 che sono stati venduti ad una media di £18,600.
La tabella dei first crop sires è capeggiata sempre dal Coolmore's Holy Roman Emperor (Danehill), per lui otto vincitori che hanno guadagnato £113,000, tuttavia i Darley's Iffraaj (Zafonic), hanno guadagnato un pò meno ma sono numericamente maggiori. Infatti per il figlio di Zafonic (Gone West), si registrano 9 vincitori su 30 cavalli che hanno corso. 
(nella foto Araafa)

venerdì 25 giugno 2010

Rientro OK per Orpen Shadow


Quest'oggi a Maisons-Laffitte Orpen Shadow (Orpen), ha effettuato il rientro nel Prix Hampton, una LR sui 1000 metri della pista di Maisons-Laffitte, dopo essere stato acquistato da Sheik Hamdan per poi essere affidato alle cure di Jean Claude Rouget. L'ex portacolori della Blueberry era reduce da un rientro vittorioso in aprile a Roma e dopo quella ha saltato sia Parioli che Poules per un inconveniente. Nel mezzo la vendita, e così il neoportacolori di Hamdan, montato da Cristophe Soumillon, nell'occasione del rientro ha gravitato sempre dietro ai primi dopo aver colto un buon avvio, ha costruito un buon parziale ma si è dovuto accontentare di un quarto posto, ottenuto peraltro con qualche recriminazione per via del fatto che il baio, piuttosto sudato, ha fatto l'arrivo praticamente murato da un nugolo di avversari che hanno concluso ai primi tre posti in palio. Per la cronaca, ha vinto Delvita (Pinmix) su Dam D'Augy (Bernebeau) e Moorhouse Lad (Bertolini), battendo dunque Mood Music (Killachy) che aveva linea con Black Mambazo (Statue Of Liberty), come la vincitrice.
Buono per la prossima dunque!

Shuttling per Peintre Celebre


Lo stallone del Coolmore Peintre Celebre (Nureyev) effettuerà a breve l'esperienza di shuttler per andare a funzionare in Brasile presso l'Haras Kigrandi di Sergio Maggiore in San Paolo, per la stagione nell'emisfero sud del mondo. Il 16 figlio di Nureyev (Northern Dancer), è salito alla ribalta ultimamente grazie a Byword per Khaled Abdullah che ha vinto le Prince Of Wales's Stakes G1 ad Ascot davanti a Twice Over (Observatory). La sua progenie include anche Collection, Dai Jin, Helene Mascot e Pride. Negli anni scorsi Peintre Celebre ha fatto lo shuttling presso la Hunter Valley in Australia, dove ha lasciato buoni ricordi con Bentley Biscuit e La Mission in Argentina.

mercoledì 23 giugno 2010

Juddmonte International: tra i 55 iscritti anche Jakkalberry

Il 17 agosto si disputano le Juddmonte International Stakes G1 a York, è tempo di vedere le prestigiose firme iscritte al Gruppo 1 sui 2100 metri della pista inglese. Gli iscritti sono in tutto 55 e sono tra tutti spiccano i nomi di Gloria de Campeao (Impression), vincitore dell'ultima Dubai World Cup, poi il tre anni eroe del Derby di Epsom G1 Workforce (King's Best), e Fame And Glory (Montjeu) vincitore della Coronation Cup. Monterosso (Dubawi), vincitore delle King Edward VII Stakes G2 e Byword (Peintre Celebre) recente vincitore delle Prince Of Wales’s Stakes G1 sono iscritte insieme con Midday (Oasis Dream) vincitrice della Breeders’ Cup Filly & Mare Turf. Tra gli iscritti anche un pò d'Italia con Jakkalberry (Storming Home), Endo Botti è ancora indeciso se proseguire su questa strada che ha già celebrato le gesta di un campione come Electrocutionist (Red Ransom) (Premio Milano e Juddmonte International) in sella al quale nel 2005, c'era proprio Endo.
 (Nella foto Electrocutionist piega Vol De Nuit nel Milano del 2005).

Starspangledbanner, già fissato il tasso di monta

Nonostante alla sua carriera non è ancora stata posta la parola fine, il tasso di monta della freccia Australiana Starspangledbanner (Choiris) è stato già fissato in AUS$33,000 (£19,624/€23,479) per conto del Coolmore, che lo ha pagato AUS$ 10 milioni quakche mese fa, presso la base del gruppo irlandese in Australia alla Hunter Valley, naturalmente dopo che avrà preso parte alla July Cup G1 del prossimo mese a Newmarket. Il padre è Choisir (Danehill Dancer) che ha vinto ugualmente le Golden Jubilee Stakes, ed è funzionato sei stagioni in Irlanda prima di essere dirottato nella madre patria australiana dove funziona al tasso di AUS$35,750 (£21,256/€25,435).

Sea The Stars, ora il meritato riposo

La prima stagione in allevamento del crack-horse Sea The Stars (Cape Cross) è praticamente giunta alla conclusione e dunque si tirano le prime somme. Quest'anno ha funzionato presso il Gilltown Stud in County Kildare in Irlanda al tasso di €85,000, ed il totale delle fattrici coperte è stato di 140, e per fare un paragone con altri in Europa, Duke Of Marmalade (Kingmambo) e New Approach (Galileo), hanno rispettivamente coperto 170 e 136 fattrici nel loro primo book due anni orsono. Tra le fattrici di pregio per l'imbattuto fratello di Galileo (Sadler's Wells), ci sono Vodka (Tanino Gimlet), Alpine Rose (Linamix), Finsceal Beo (Mr Greeley), Look Here (Hernando), Lush Lashes (Galileo), Speciosa (Danehill Dancer) e nientepopodimenoche la sensazionale Zarkava (Zamindar), imbattuta vincitrice di Arc come lo stallone di casa Tsui, e queste sono tutte fattrici vincitrici di G1. Tra le altre prestigiose fattrici ci sono anche a mamma di Zarkava, Zarkasha (Kahyasi), e la mamma di Azamour (Night Shift), ovvero Asmara (Lear Fan).

Claudio Zucchelli è il nuovo Commissario UNIRE

Di qualche minuto fa il comunicato il seguente comunicato che da notizia della nomina del nuovo Commissario UNIRE:
Il Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Giancarlo Galan, ha nominato oggi Claudio Zucchelli Commissario straordinario dell'Unire con tutti i poteri di ordinaria amministrazione.
Claudio Zucchelli e' Consigliere di Stato e Giudice componente la commissione tributaria del Lazio, ha svolto le funzioni di Capo di Gabinetto del Ministero delle Finanze dal 17 maggio 1994 al 30 maggio 1995, dal 2 novembre 1994 al 27 novembre 1996 ha ricoperto la carica di Segretario generale del Ministero delle Finanze, dal 28 novembre 1997 al 10 di gennaio 2000 e' stato Commissario di Governo alla Regione Emilia Romagna. Attualmente e' Capo Dipartimento degli affari Giuridici e legislativi della presidenza del Consiglio dei Ministri.

Programmi a breve termine

L'entourage di Monterosso (Dubawi) ha deciso di supplementare il suo per l'Irish Derby G1 al Curragh al costo di €125,000, dopo la bella vittoria nelle King Edward VII Stakes G1 quando ha relegato al quarto il runner-up del Derby At First Sight (Galileo). Il pupillo di Mark Johnston dovrà vedersela contro 11 avversari capeggiati dal Coolmore Jan Vermeer (Montjeu), reduce da un Derby sottotono ma già vincitore in grande stile al Curragh. Chabal (Galileo) è il rappresentante di Godolphin, insieme ad Coordinated Cut (Montjeu) per Michael Bell. Nelle Pretty Polly G1 non ci sarà la campionessa Sariska (Pivotal) recente seconda delle Coronation Stakes G1, ma ci sarà Strawberrydaiquiri (Dansili), vincitrice delle Windsor Forest Stakes G2, insieme con Remeber When (Danehill Dancer), 3/4 sorella di Dylan Thomas (Danehill) e terza nelle Oaks G1. La July Cup G1 vedrà ancora una sfida esplosiva tra Fleeting Spirit (Invincible Spirit), quarta al rientro nelle Golden Jubilee G1 e il dragster Australiano Starspangledbanner (Choisir) forse all'ultima uscita in carriera, dopodichè per lui si aprono le porte dell'allevamento. Le July Stakes G2 invece vedrà nuovamente in campo Strong Suit (Rahy) ma anche Elzaam (Redoute's Choice).

martedì 22 giugno 2010

First Crop Sires


IN ALLEGATO LA CLASSIFICA DEI FIRST CROP SIRES IN EUROPA. COME AL SOLITO DIVIDIAMO IN DUE FASI LA CLASSIFICA PER UNA MIGLIORE CONSULTAZIONE DA PARTE DEGLI UTENTI.
IL LEAEDR E' HOLY ROMAN EMPEROR (Danehill) con 8 vincitori su 24 che hanno corso con €116,392 di somme vinte, il secondo è AUSSIE RULES (Danehill) con 6 vincitori e €96,062 di somme vinte. Il miglior rapporto corridori/vincitori è per Golden Stravinsky (Stravisnky), al 100%.

lunedì 21 giugno 2010

Il bello della domenica milanese

Il fattore Incolinx si è nuovamente fatto sentire a Milano, con le nuove leve naturalmente. Blu Constellation (Orpen) ha vinto il Premio Primi Passi G3 dimostrando grande adattabilità al terreno ed un netto miglioramento rispetto alle ultime uscite, battendo il progressivo Avatar Day (Afleet Alex) e Step Up (Footstepsinthesand) che ha ripetuto tutto sommato la linea romana del Giubilo. Nel Vittorio Crespi Paris To Peking (Intikhab) ha trionfato con in sella Umberto Rispoli, e dietro si è messa Sgarzulina (Invincible Spirit) mentre terza è finita Oeuvre d'Art (Marju). Il Royal Mares Lr come prevedibile è stato dominato dalle tedesche con Rockatella (Rock Of Gibraltar) finita davanti a Sakheart (Sakhee), la prima delle italiane è terza ed è Gazzosa Alla Menta (Gold Sphinx), rea di qualche ondeggiamento.

sabato 19 giugno 2010

Soumì non smetti di stupire

A neanche una settimana dal suo debutto in ostacoli, Cristophe Soumillon ha messo in mostra la vera stoffa del campione, vincendo la Gran Corsa Siepi d'Auteuil (sarebbe l'equivalente francese del Champion Hurdle-Gr1). Il jockey belga, ha vinto a bordo di Mandali (Sinndar) in modo spettacolare ha staccato di un chilometri gli avversari, battendo peraltro il favorito Questarabad (Astarabad). Mandali è stato allevato dall'Aga Khan dal quale Soumillon ha divorziato dall'inizio di quest'anno. Inoltre il vincitore, allenato da Jean-Paul Gallorin, è un mezzo fratello di Mandesha (Desert Style), vincitrice del Prix de l'Opera G1 con Soumillon in sella.

Workforce, destinazione King George

Il recente vincitore del Derby di Epsom Workforce (King's Best), che ha spaziato di sette lunghezze sui 2400 metri più tosti del mondo, molto probabilmente bypasserà il Derby Irlandese (obiettivo annunciato dopo la vittoria ad Epsom), ma farà rotta direttamente alle King George VI And Queen Elizabeth Stakes ad Ascot il 24 luglio. Il maschio di Sir Michael Stoute, se tutto procederà come i piani, prenderà in considerazione il Prix de l'Arc de Triomphe a Longchamp la prima domenica di ottobre.

Una sorella buona..a quanto pare

Una figlia di Storm Cat (Storm Bird), mezza sorella di un campione come Duke Of Marmalade (Danehill), ha vinto la sua maiden in modo impressionante a Leopardstown martedì scorso, alla sua seconda apparizione. La femmina si chiama Looking Lovely, sesto foal di Love Me True (Kingmambo), e la più giovane sorella di Countess Lemonade che per Jean Claude Rouget si è piazzata seconda in una Listed in Francia. Looking Lovely corre per il training di Aidan O'Brien ed i colori di John Magnier. Duke Of Marmalade, vincitore di sei G1, funziona al Coolmore per €30,000 dopo gli iniziali €40,000 del 2009.

Gran finale ad Ascot, tanto Galileo e allevamento italiano

Ultimi fuochi nelle ultime due giornate del meeting del Royal Ascot 2010. Degne di grande interesse i risultati delle Coronation Stakes G1 che hanno laureato Lillie Langtry (Danehill Dancer) su Gile Na Greine (Galileo). Solo quinta Evading Tempete (Dubai Destination), ma molto sfortunata lungo il tracciato. Le King Edward VII Stakes G2, sfollamento del Derby G1, hanno lanciato Lanfranco e Monterosso (Dubawi), mentre At First Sight (Galileo), secondo ad Epsom si è confermato casuale nell'occasione. Il Queen's Vase G3 ha lanciato Mikhail Glinka (Galileo) su Theology (Galileo), questo allevato da Giacinto Guglielmi. Italia che ha trionfato anche a Chantilly in una condizionata grazie a Toi Et Moi (Galileo), allevata da Franca Vittadini.
Per il resto, ultima giornata ad Ascot senza tanti squilli, ma con le affermazioni dell'Australiano Starspangledbanner (Choisir), pagato dal Coolmore A$10 milioni dopo la vittoria nelle Ghinee locali, che come suo padre ha vinto le Golden Jubilee Stakes G1, lega inglese per i velocisti, ed ha battuto 23 concorrenti. Le Hardwicke G2 hanno lanciato Harbinger (Dansili) e Sir Michael Stoute, mentre le Chesham LR hanno incoronato Zaidan (Street Cry).
Si chiude così il meeting più bello al mondo, appuntamento al prossimo anno.

venerdì 18 giugno 2010

Royal Ascot! Resoconto "Day 3" e presentazione "Day 4"

La sensazione è che se Yeats (Sadler's Wells) avesse corso quest'anno, avrebbe vinto la quinta Gold Cup di fila. Ma siccome il vecchione ora sta su una panchina a dar da mangiare ai piccioni, la Gold Cup G1 è andata a Rite Of Passage (Giant's Causeway), uno che a storie da raccontare ne ha tante e che ha regalato una grande gioia a Dermot Weld. Secondo è finito Age Of Aquarius (Galileo), buono per l'anno prossimo, e Purple Moon (Galileo). Manifest (Rainbow Quest) e Kite Wood (Galileo) non crediamo correranno ancora su queste distanze. Le Ribblesdale G2 sono andare alla Godolphin a Hibaayeb (Singspiel) mentre Middle Club (Fantastic Light) è solo quinta. Le Norfolk sono andate ad Approve (Oasis Dream).
(Nella foto, la prima pagina apparsa ieri sul T&T riguardante il futuro vincitore della Gold Cup, a firma di Franco Raimondi)

Quest'oggi nelle Coronation Stakes G1 ci sarà da vedere Evanding Tempete (Dubai Destination), vincitrice del nostro Elena, ed Anna Salai (Dubawi). Nelle King Edward VII Stakes G2 sfollamento del Derby di Epsom con in pista At First Sight (Galileo), secondo di Workforce (King's Best) e Bullet Train (Sadler's Wells).
Sul meeting di Ascot e tanto altro scommetti su www.racebets.com

giovedì 17 giugno 2010

Royal Ascot! Resoconto "Day 2" e presentazione "Day 3"

Seconda giornata del meeting nel segno della bandiera verde-fucsia di Mr Khaled Abdullah, maestoso nella giornata celebrata dai suoi stalloni e dal suo team. A cominciare da un uno-due terrificante nelle Prince Of Wales's Stakes G1 che hanno visto primeggiare Byword (Peintre Celebre) su Twice Over (Observatory), entrambi del team Juddmonte ma di allenatori diversi, il primo Andre Fabre, ed in sella c'era un freddissimo Maxime Guyon, mentre sull'altro un Tom Queally non proprio irreprensibile nell'occasione. Le Windsor Forest G3 sono state vinte da Stawberrydaiquiri (Dansili), figlia di uno stallone Juddmonte, mentre le Jersey Stakes sono andate a Rainfall (Oasis Dream), ancora per uno stallone del team che staziona in Inghilterra. L'italian-bred Field Of Dream (ancora Oasis Dream) è arrivato quinto non male. Timepiece (Zamindar) ha chiuso prima nel Sandrigham Handicap LR una giornata da consegnare alla storia per Khaled Abdullah.
Oggi il Principe poi avrà a disposizione la Gold Cup G1, che avrà uno Yeats (Sadler's Wells) in meno ma un Manifest (Rainbow Quest) in più, un mezzo fratello di Elmaamul (Diesis), soprattutto se il terreno sarà ben galoppabile. Ma occhio ad Ask (Sadler's Wells), Kite Wood (Galileo). Oggi anche le Ribblesdale G2 che ci riguardano da vicino con la presenza di Middle Club (Fantastic Light), seconda nelle nostre Oaks G2, e con il team Juddmonte in corsa con Principal Role (Empire Maker).

mercoledì 16 giugno 2010

Royal Ascot day 2

Quest'oggi in scena le Prince Of Wales's Stakes G1 che non avranno in pista il campione assoluto da seguire ma molti buoni calibri, come Twice Over (Observatory), Cavalryman (Halling), Presvis (Sakhee) e Allybar (King's Best), nelle Jersey Stakes G3 in rappresentanza dell'allevamento italiano c'è Field Of Dream (Oasis Dream) annunciato in grande miglioramento da Luca Cumani. Ma tutti dovranno tenere d'occhio Free Judgement (Vindication) e Meezaan (Medicean). Le Windsor Forest G2 che due anni fa hanno regalato una gioia immensa a quelli della Zaro con Sabana Perdida (Cape Cross), avrà in campo presenze di discreto spessore come Shamwari Lodge (Hawk Wing) per Richard Hannon pigliatutto in questo periodo. Interessanti anche le Queen Mary G2 per puledre di 2 anni con attenzione per Meow, una delle ultime Storm Cat.
SUL MEETING DI ASCOT E SU TANTO ALTRO ANCORA, E' POSSIBILE SCOMMETTERE IN ANTEPOST GRAZIE AL SITO WWW.RACEBETS.COM.
SE NON SEI REGISTRATO, FALLO SUBITO QUI, INSERISCI I TUOI DATI ANAGRAFICI E IL CODICE PROMOZIONALE "MONDOTURF" (nella dicitura BONUS CODE) e AVRAI DIRITTO A MOLTI SCONTI, PRIVILEGI SULLE SCOMMESSE ED UN BONUS DI BENVENUTO DI 5 EURO, OLTRE AL CANONICO BONUS DEL 50% SUL PRIMO VERSAMENTO ED IL 10% IN PIU' SU OGNI SCOMMESSA VINTA. Come puoi vedere molti campi su cui scommettere, anche su classifiche finali dei fantini, testa a testa e tanto tanto altro in tutto il mondo con la possibilità di essere avvertito ogni volta che un cavallo da te segnalato sarà dichiarato partente. COSA ASPETTI? REGISTRATI TRAMITE QUESTO FORM: https://www.racebets.com/register

PER ULTERIORI DOMANDE O CHIARIMENTI NON ESITATE A CONTATTARMI, VISITATE IL SITO E DITEMI COSA NE PENSATE. E' PERSINO POSSIBILE SCOMMETTERE DA UN'UNITA' MINIMA DI 0,50 CENTS, OPPURE FARE MULTIPLI SULLE CORSE DI CAVALLI OPPURE INDOVINARE SEI VINCENTI E PRENDERE PARTE AD UN REMUNERATIVO GIOCO. TANTO ALTRO LO TROVI SU WWW.RACEBETS.COM

martedì 15 giugno 2010

Resoconto prima giornata ASCOT

Spettacolo doveva essere ed il meeting più prestigioso del mondo non ha tradito. Corse avvicenti e spettacolari appunto. Ha aperto la suite la fenomenale Goldikova (Anabaa), arrivata a quota 9 in G1, che nelle Queen Anne Stakes sul miglio di Ascot ha respinto di un muso il ruggito tardivo di Paco Boy (Desert Style) complice anche Hughes che si è incaponito a cercar varchi invece di prendere una scia pulita. La delusione è arrivata da Rip Van Winkle (Galileo), partito lungo e arrivato sesto, ma mai decisamente pericoloso.
Nelle King's Stand Stakes G1 è emersa la forma di Equiano (Acclamation), già vincitore due anni fa davanti al campionissimo Takeover Target (Celtic Swing), che stavolta ha battuto Markab (Green Desert) e Borderlescott (Compton Place). Quarto l'Aussie Nicconi (Bianconi).
Le St James's Palace Stakes G1 hanno ribadito la classe e la consistenza di Canford Cliffs (Tagula) il quale ha battuto l'altro di Hannon Dick Turpin (Arakan) e Hearts Of Fire (Firebreak).
Le Coventry, che l'anno scorso hanno lanciato proprio Canford Cliffs, sono state vinte da Strong Suit (Rahy), ancora per Hannon, davanti Elzaam (Redoute's Choice) e Roayh (Speightstown).

Royal Ascot! Day 1

Quest'oggi apre il meeting più bello al mondo, 300 anni di storia per uno spettacolo che non ha uguali. Si parte subito con il top, le Queen Anne Stakes G1 lanciano il miglior miler della stagione, a fronteggiarsi 3 fuoriclasse che dovranno mostrare i muscoli ed imporre la legge del più forte. Uno avanti all'altro, la campionessa Goldikova (Anabaa), reduce da 8 vittorie in G1 e da una stagione a dir poco esaltante. C'è anche l'italian bred Rip Van Winkle (Galileo), vittorioso lo scorso anno nelle Sussex Stakes G1 e reduce da qualche problemino patito in USA che sembra ancora non aver del tutto smaltito. C'è Paco Boy (Desert Style) in forma atomica, campione delle Lockinge Stakes G1 e portatore sano di classe.
A seguire le King's Stand Stakes G1 sui 1000 metri, una vera e propria lega dei velocisti, negli ultimi anno presa d'assalto dagli Australiani, anche quest'anno ce ne saranno di temibili come Nicconi (Bianconi) favorito su tutta la linea e Gold Trail (Hussonet), ma con degli europei come Kingsgate Native (Mujadil), Total Gallery (Namid) ed Equiano (Acclamantion) che non gli renderanno la vita facile.
Le St James Palace Stakes G1 sul miglio laureano il miglior tre anni sul miglio, in pista Canford Cliffs (Tagula), vincitore qui lo scorso anno delle Coventry Stakes G2, e quest'anno vittorioso nelle 2000 Ghinee irlandesi. Poi Makfi (Dubawi) che ha vinto le 2000 Ghinee inglesi e poi Dick Turpin (Arakan) guerriero in tutte le linee.
Chiudiamo la giornata inaugurale proprio con le Coventry e la defezione dell'ultimo minuto di High Award (Holy Roman Emperor) per un infortunio. Ma qui c'è da vedere Samuel Morse (Danehill Dancer) e, con Richard Hannon sempre sugli scudi con i puledri, Strong Suit (Rahy) e poi il Coolmore Zoffany (Dansili).
SUL MEETING DI ASCOT E SU TANTO ALTRO ANCORA, E' POSSIBILE SCOMMETTERE IN ANTEPOST GRAZIE AL SITO WWW.RACEBETS.COM.
SE NON SEI REGISTRATO, FALLO SUBITO QUI, INSERISCI I TUOI DATI ANAGRAFICI E IL CODICE PROMOZIONALE "MONDOTURF" (nella dicitura BONUS CODE) e AVRAI DIRITTO A MOLTI SCONTI, PRIVILEGI SULLE SCOMMESSE ED UN BONUS DI BENVENUTO DI 5 EURO, OLTRE AL CANONICO BONUS DEL 50% SUL PRIMO VERSAMENTO ED IL 10% IN PIU' SU OGNI SCOMMESSA VINTA. Come puoi vedere molti campi su cui scommettere, anche su classifiche finali dei fantini, testa a testa e tanto tanto altro in tutto il mondo con la possibilità di essere avvertito ogni volta che un cavallo da te segnalato sarà dichiarato partente. COSA ASPETTI? REGISTRATI TRAMITE QUESTO FORM: https://www.racebets.com/register

PER ULTERIORI DOMANDE O CHIARIMENTI NON ESITATE A CONTATTARMI, VISITATE IL SITO E DITEMI COSA NE PENSATE. E' PERSINO POSSIBILE SCOMMETTERE DA UN'UNITA' MINIMA DI 0,50 CENTS, OPPURE FARE MULTIPLI SULLE CORSE DI CAVALLI OPPURE INDOVINARE SEI VINCENTI E PRENDERE PARTE AD UN REMUNERATIVO GIOCO. TANTO ALTRO LO TROVI SU WWW.RACEBETS.COM

Singspiel, carriera a rischio

La carriera stalloniera di Singspiel (In The Wings), funzionante al Darley dal 1998, potrebbe giungere ad una rapida conclusione a causa di problemi di fertilità manifestati recentemente. Il molteplice vincitore di G1 figlio di In The Wings (Sadler's Wells), ha dato le prime avvisaglie in marzo quando si sperava fossero problemi provvisori, in realtà Sam Bullard direttore dell'parea stalloni del Darley ha dichiarato che non ci sono stati miglioramenti sostanziali. Singspiel in corsa ha vinto il Canadian International G1, la Japan Cup G1, la Coronation Cup G1 e le Juddmonte International Stakes G1 in una carriera davvero stellare, vincendo anche la Dubai World Cup quando però non era di G1. La sua miglior progenie include Moon Ballad, vincitore di Dubai World Cup, e Papineau, vincitore della Ascot Gold Cup. Nel 2009 hanno tenuto alto il suo nome gente come Dar Re Mi, Eastern Anthem e Hibaayeb.

lunedì 14 giugno 2010

Zenyatta fa 17

Stavolta se l'è sudata più che in altre volte ma la sensazionale Zenyatta (Street Cry) ha comunque vinto e fatto 17° vittorie da imbattuta, superando Citation (Bull Lea) e Cigar (Palace Music), a 16 dopo la strepitosa performance nel Vanity Handicap. La figlia di Street Cry (Machiavellian) ha corso come al solito dal fondo del gruppo, al palo dei seicento ha mosso all'esterno del gruppo ma quando mancavano cento metri non aveva ancora aperto del tutto il compasso, ma risolvendo lo stesso in 50 metri la contesa. Il record di Peppers Pride (Desert God) di 19 corse da imbattuta, è sempre più vicino.

domenica 13 giugno 2010

Jakkalberry domina il Milano.

Quando hai una fattrice come Claba di San Jore (Barathea) puoi solo sorridere. Anche in questa domenica dominata dagli italiani nelle corse che contano. Dopo il Derby di Awelmarduk (Almutawakel) e il terzo di Jakkalberry (Storming Home), questo ha ribadito di essere un fuoriclasse nel Milano G1 vinto alla maniera forte, sotto le mani ed il talento cristallino di uno come Fabio Branca e di un grande allenatore come Endo Botti, coadiuvato sempre da Cristiana Brivio Sforza. Il figlio di Storming Home (Machiavellian) ha respinto Getaway (Monsun) e Campanologist (Kingmambo) in una retta lottatissima, e regalato a Felice Villa la faccia e la copertina di questa domenica dominata in lungo ed in largo, anche nel Gran Premio d'Italia vinto da Kidnapping (Inthikab) sempre con la monta di Branca. Come detto i complimenti si sprecano, ma per Endo Botti che il Milano lo aveva vinto in sella ad Electrocutionist (Red Ransom) in un entusiasmante arrivo con Vol De Nuit (Linamix), la gioia è doppia-tripla-quadrupla. Nel Bersaglio ha vinto la tedesca Intigra (Tiger Hill) con la perfetta monta di Daniele Porcu.

La domenica francese, peccato per gli italiani

Chantilly ha imperato su tutta la linea. In programma tre appuntamenti di rilievo e visti i risultati qualcosa per gli italiani ci poteva scappare. Apriamo innanzitutto con il Diane G1 sui 2100 metri che ha salutato la vittoria di Sarafina (Refuse To Bend), in coppia con l'altra di scuderia Aga Khan Rosanara (Sinndar) e Sandbar (Oasis Dream) con quarta Deluxe (Storm Cat e Hasili), entrambe per il training di Alain de Royer Duprè. Da segnalare che nel Prix Chemin de Fer du Nord G3, l'italiana Sweet Hearth (Touch Gold) non è andata oltre un tiepido quinto posto, vincitrice è stata Fuisse (Green Tune), che non sa di molto. La pupilla di Ric Betti non ha ancora messo in mostra lo speed di cui è capace. Ed ora un'opportunità persa per gli italiani. Ci riferiamo al Prix de Moussac G3 sul miglio che ha laureato Sormiou (Califet) su Blue Panis (Panis) e Emerald Commander (Pivotal) con quarto Ramble On (Tobougg), questo per i colori del signor Tabone con Giuseppe Botti al training. Qui in effetti un Marshade (Martino Alonso) o Back Hunting (Put It Back) avrebbero potuto correre bene dopo la pausa Parioli. Idem nel Prix du Lys G3 vinto dal Wertheimer Godlwaki (Dalakhani) su Mashoor (Monsun) e Le Larron (High Chaparral). Qui ci sarebbero stati benissimo un Saratoga Black (Pyrus) o un Ansiei (Highest Honor).

Il bello del weekend in USA

Ancora un weekend ricchissimo di appuntamenti di prestigio, da una parte all'altra del mondo. Ha cominciato Rachel Alexandra (Medaglia d'Oro) la quale dopo due sconfitte ha ottenuto una vittoria limpida nel Fleur de Lis Handicap (200 mila dollari al primo) all'ippodromo di Churchill Downs sul dirt. In sella alla quattro anni di Steve Asmussen c'era Calvin Borel. Questa notti è attesa la risposta di Zenyatta (Street Cry) che cercherà di battere il primato (16 vittorie consecutive) di due miti del galoppo americano come Citation (Bull Lea) e Cigar (Palace Music) nel Vanity Handicap G1 ad Hollywood Park.

First Crop Sires: Iceman

Lo stallone del Cheveley Park Stud Iceman (Polar Falcon), ha ottenuto il suo primo prodotto vincitore grazie a Bussa che ha capitalizzato al massimo una maiden sui 1200 metri di Nottingham. Il figlio di Polar Falcon (Nureyev), che ha vinto le Coventry Stakes G2 da puledro, è entrato in razza nel 2006 dove ha completato due stagioni di monta a Newmarket prima di morire nel dicembre 2008. La sua discendenza però è vitale, e suo fratello per 3/4 Virtual (Pivotal), vincitore delle Lockinge Stakes G1, è residente proprio al Cheveley Park Stud. Iceman quest'anno ha avuto 44 yearlings venduti ad una media di £12,700 e su 26 hanno corso in Europa.

mercoledì 9 giugno 2010

Classifica Stalloni in Europa


Come ogni settimana, alleghiamo la Classifica aggiornata degli stalloni in EUROPA. In particolare, in questo riferimento, la classifica per percentuali di vincitori su corridori. PS: Allegato diviso in due parti per consentire una migliore consultazione

Programma Royal Ascot "rettificato"

Non si fa altro che parlare del meeting di Royal Ascot, da molti definito come "The greatest race meeting in the world" a ragione più che evidente. Avrà inizio martedì 15 giugno, e finirà sabato 19 giugno. Andiamoci a vedere allora come si distribuirà nei giorni della prossima settimana: In aggiunta alcune delle più importanti corse ahime sfuggitemi nel post precedente. Questa è la lista riveduta, corretta e soprattutto completa.
Martedì 15 giugno: King's Stand Stakes (G1, 5f); Queen Anne Stakes (G1, 1m); St James's Palace Stakes (G1, 1m) Coventry Stakes G2; Mercoledì 16 giugno: Prince Of Wales's Stakes (G1, 1m 2f); Windsor Forest Stakes (G2, 1m); Queen Mary Stakes G2; Jersey Stakes G3; Giovedì 17 giugno: Gold Cup (G1, 2m 4f); Ribblesdale Stakes (G2, 1m 4f), Norfolk Stakes G2; Venerdì 18 giugno: Coronation Stakes (G1, 1m); King Edward Vii Stakes (G2, 1m 4f); Queen's Vase G3; Albany Stakes G3; Sabato 19 giugno: Hardwicke Stakes (G2, 1m 4f); Golden Jubilee Stakes (G1, 6f). IN ALLEGATO, IL VIDEO PROMOZIONE ROYAL ASCOT. RICORDIAMO A TUTTI GLI UTENTI CHE SUL MEETIN PIU' BELLO DEL MONDO, E' POSSIBILE SCOMMETTERE GRAZIE AL SITO WWW.RACEBETS.COM REGISTRATI CON IL CODICE BONUS "MONDOTURF" ED AVRAI DIRITTO AL 50% IN PIU' SUL PRIMO DEPOSITO E IL 10% IN PIU' AD OGNI SCOMMESSA VINTA. RACEBETS TI OFFRE ANTEPOST, MULTIPLI, MEMORIZZAZIONE PARTENTI E LA POSSIBILITA' DI SCOMMETTERE DA UN MINIMO DI 0,50 CENTESIMI.

Programmi Europei

La duplice vincitrice di 1000 Ghinee Special Duty (Hennessy), sembra aver cambiato il proprio obiettivo estivo dirottando le attenzioni sulle Falmouth Stakes G1 a Newmarket del 7 luglio, anzichè correre troppo a breve termine le Coronation Stakes di Royal Ascot il prossimo venerdì. Lo ha dichiarato Khalid Abdullah per bocca del racing manager Teddy Grimthorpe ai microfoni di At The Races. Jaqueline Quest (Rock Of Gibraltar) invece, la battura per mano degli stewards nei confronti di Special Duty, sarà molto probabilmente partente a Royal Ascot nelle Coronation.
Canford Cliffs (Tagula) invece, vincitore delle Irish 2000 Guineas, sulle ali della forma con molta probabilità sarà partente nelle St James's Palace Stakes G1 a Royal Ascot, come ha dichiarato Richard Hannon. Sempre Hannon, in merito ai programmi di Dick Turpin (Arakan) e Paco Boy (Desert Style) ha dichiarato che sul primo è in attesa di vedere bene il cavallo ma che lo reputa un campione confermato dal fatto che Lope De Vega (Shamardal) si è ripetuto nel Derby Francese (?), mentre sul secondo ha detto che una grossa opportunità correre le Queen Anne Stakes G1, seppure contro una campionessa come Goldikova (Anabaa).

domenica 6 giugno 2010

Il bello della domenica..in Italia e negli USA

L’esperienza di Mike Smith ha fattto la differenza per portare a casa una corsa dura e pura come le Belmont Stakes sui 2400 metri a Belmont, terza prova della triplice corona USA. Ha vinto Drosselmeyer (Distorted Humor), si tratta di un allievo della Winstar Farm, stessa di Super Saver. Drosselmayer, prodotto di Golden Ballet (Moscow Ballet) è stato acquistato per $600,000 alle Keeneland September Sale del 2008. In Italia, belle corse nonostante la stagione viva un momento difficile. A Merano, ennesima conferma per Frammassone (Fraam) che si è ripreso con gli interessi quello che gli era stato tolto nella corsa precedente, imponendo la sua legge, quella del più forte nella Gran Siepi d'Italia G1. A Milano nel Nogara sui 1400 di San Siro ha vinto Corcovada (Captain Rio) con Umbertino Rispoli in sella su Golden Ramon (Captain Rio) e Douala (Dubawi), l'Estate sul miglio ha laureato un mastino come Marshade (Martino Alonso), interpretato magistralmente da Fabio Branca, reduce dal quinto nel Vittadini ex Turati G2.

Il bello della domenica in Francia

Giornata di grande galoppo in Francia, con la disputa del Prix du Jockey Club G1 sui 2100 di Chantilly che ha laureato il "Fabre" Lope De Vega (Shamardal) il quale nelle mani di Maxime Guyon è riuscito a mettere tutti nel sacco a cominciare da Planteur (Danehill Dancer) e Pain Perdu (Vespone). Solo 20° l'italiano Big Creek (Galileo). Il vincitore dunque, da tipico Shamardal (Giant's Causeway) è riuscito a replicare alle gesta del padre che vinse incredibilmente nei confronti di Hurricane Run (Montjeu) nel 2005, la prima edizione del Derby Francese (se così vogliamo ancora chiamarlo) sui 2100 metri. Un Prix du Jockey Club che ogni anno di più si conferma adatto a cavalli che sono più che altro dei miler allungati, basti pensare allo stesso Shamardal nel 2005, poi a Darsi (Polish Precedent), Lawman (Invincible Spirit), Le Havre (Noverre), Vision d'Etat (Chichicastenango) che è un performer da 2000, e poi in ultimo a Lope De Vega, già vincitore delle Poule a 1600 metri.
Il resto della giornata ha visto trionfare l'allevamento italiano grazie a Joanna (High Chaparral) nel Prix de Sandringham G2, sfollamento delle Poules femminili, poi la debacle di Black Mambazo (Statue Of Liberty) nel Gros-Chene vinto da Planet Five (Storm Cat) e la conferma di Lady's Purse (Doyen) nel Prix du Royaumont G3.