STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 28 febbraio 2017

Meydan, ecco il #SuperSaturday: Sabato 4 Marzo rientra #Postponed! In corsa anche Dylan Mouth con Frankie. Poi..

Siamo quasi giunti al momento clou del Carnival Dubaiano, ed in effetti le grandi manovre in vista della Dubai World Cup del 25 Marzo sono già iniziate. Sabato 4 Marzo è in programma il Super Saturday, il giorno cioè che dista 3 settimane dall'appuntamento clou e servirà ai vari candidati di rifinire la condizione. Su tutti il terzo Round del Maktoum Challenge G1 sui 2000 metri in sabbia dove i cavalli al via sono in 8 tra cui il rientrante Special Fighter (Teofilo) per Sheikh Mansoor bin Mohd Al Maktoum, al rientro dal quarto posto nella Dubai World Cup dello scorso anno vinta da California Chrome. Poi il coreano Triple Nine, la femmina Furia Cruzada (Newfoundland), vincitrice del secondo Round, che avrà ancora a bordo Antonio Fresu. Dall'America ecco Second Summer (Summer Bird), piazzato dietro a Furia nel Challenge, poi il Giapponese Lani (Tapit), vincitore qui del Derby degli Emirati prima dei tentativi ambiziosi in America. 
Entreremo nel dettaglio nei prossimi giorni, quando sarà più opportuno fare il conto dei partecipanti, ma intanto vi diciamo che in giornata ci saranno 2 italiani come Brex Drago (Mujahid) impegnato nel Burj Nahaar Sponsored by Emirates Holidays G2 sul miglio in sabbia per capire se veramente la sua prima esperienza in sabbia potrà portare qualcosa di importante, mentre nel Dubai City Of Gold Sponsored by Emirates SkyCargo G2 sul miglio e mezzo prova a salire ancora in pattern Dylan Mouth (Dylan Thomas) il quale sinora ha avuto un esperienza a Meydan, a livello di handicap, comunque positiva. Avrà in sella Frankie Dettori ma sulla sua strada, in questa occasione, incontrerà però il campione Postponed (Dubawi) al rientro per rifinire la condizione in vista di una replica nello Sheema Classic G1.

Allevamento: Sangue americano, SAMYSILVER disponibile per la stagione di monta 2017 nel Lazio, vicino Anagni

Per la stagione di monta 2017, un altro stallone è disponibile sul mercato italiano. Si tratta di SAMYSILVER (Indian Charlie) che con la sua presenza propone del buon sangue americano a tutti gli allevatori interessati. Samysilver in carriera si è dimostrato sempre un cavallo dotatissimo di velocità e gran cambio di marcia. Nel suo palmares la vittoria ottenuta alla maniera forte nel Premio Città di Napoli del 2011 sui 1000 metri secchi con un tempo quasi record di 56,30s, ad un decimo dal record della pista che sopravvive ancora dai tempi di Late Parade.
SAMYSILVER è un figlio del campione americano Indian Charlie (In Excess), deceduto prematuramente nel 2015 quando era sulla cresta dell’onda e funzionava ad un tasso di $70,000 ed è un noto padre di stalloni in USA. A continuare la sua linea di sangue è proprio il campione Uncle Mo, che nel 2017 funziona ad un tasso di $150,000 ed è padre di Nyquist, plurivincitore di G1 e trionfatore nel Kentucky Derby. Ecco, tutto questo è possibile trovarlo nei geni di Samysilver. La mamma dello stallone in Italia è Hidden Ransom (Silver Ghost, da Mr Prospector), che in corsa si è piazzata a livello di Stakes vincendo $182,000. La seconda mamma è Ransom Dance (Red Ransom), che ha dato 6 vincitori discreti, e che proviene da una famiglia di vincitori in G1. Dunque un sangue che ben si incrocia con la maggior parte delle linee di sangue europee.
INFO E CONTATTI: SAMYSILVER funziona al tasso di €1,500 euro nel Lazio presso l'Azienda Agricola Vico di Claudio Giudici, via Anticolana km 5 ad Anagni, 03012 (FR). Contatti via telefono al + 39 328 3184188 oppure via mail all'indirizzo clasim03@virgilio.it

Allevamento: Scomparso il campione White Muzzle, vincitore di Derby Italiano a tempo di record e piazzato di Arc

Dal Giappone ci giunge un'altra notizia. Il vincitore Classico e piazzato di Arc de Triomphe White Muzzle (Dancing Brave) è scomparso all'età di 27 anni, a causa di problemi legati inevitabilmente all'età. Il campione, che non funzionava più come stallone da quando aveva 21 anni, è venuto meno nella sua pensione presso il Lex Stud presso l'isola di Hokkaido in Giappone. Cavallo fortissimo, era allenato da Peter Chapple-Hyam per i colori della White Star di Luciano Gaucci, per il quale vinse il Derby G1 vinto di 5 lunghezze e realizzando il tempo record di 2m 24,5s. Dopo quella vittoria fu acquistato dallo scomparso Zenya Yoshida per i cui colori ha fallito le vittorie nel Prix de l’Arc de Triomphe G1 e nelle King George VI and Queen Elizabeth Stakes G1, piazzandosi ma non riuscendo a conseguire vittoria. Si trattava forse del più forte cavallo della sua generazione nel 1993, quando dopo il Derby subì Opera House (Sadler’s Wells) nelle King George VI and Queen Elizabeth Stakes, ma battendo comunque il campione Commander In Chief (Dancing Brave), vincitore in UK del Derby e dell'Irish Derby. A distanza di qualche mese provò l'Arc e nonostante un terrificante 23 di partenza, arrivò secondo di Urban Sea (Miswaki). White Muzzle non è stato fortunato nemmeno a 4 anni con un percorso pessimo nelle King George VI and Queen Elizabeth Stakes vinte quell'anno da King’s Theatre (Sadler’s Wells). In seguito ha vinto il Grand Prix de Deauville G2 e poi è stato ritirato alla Shadai Farm dove ha prodotto 593 vincitori su 944 figli, tra cui il vincitore Classico Asakusa King, il vincitore della Japan Cup Dirt Nihonpiro Ours ed un altro paio di vincitori di G1 quali Shadow Gate ed Ingrandire.

Meydan: #Arrogate correrà la Dubai World Cup del 25 Marzo da $10 milioni. Bob Baffert annuncia un cavallo al top

10 milioni sono sempre 10 milioni. Non che Khaled Abdulla ne abbia bisogno di soldi, ma vuoi mettere incamerarli o pure no? Del resto sappiamo già che tecnicamente, una sconfitta o una vittoria non aggiungerebbe niente alla carriera di un campione già acclamato. La notizia è che Arrogate (Unbriled's Song) correrà la Dubai World Cup G1 del 25 Marzo a Meydan, secondo quanto riferito da Bob Baffert nella giornata di lunedì ai media americani. E così, dopo la Pegasus World Cup G1 da $12 milioni, l'obiettivo è quello di ripetersi in quella che fino a qualche mese fa era la corsa più ricca al mCalifornia Chrome, che a Meydan vinse proprio lo scorso anno. A proposito del sauro, prima fattrice diagnosticata gravida per lui secondo la comunicazione del Taylor Made. Tornando ad Arrogate, Baffert ha riferito di come il grigio sia uscito alla grandissima della vittoria di Gulfstream Park e dunque pronto ad un viaggio del genere. Lunedì ha lavorato a Santa Anita sul miglio, un bel canter rifinito in 1m38.4s. Dopo questa ufficializzazione la quota di Arrogate è scesa a 1/2 da 5/6. fino ad 1/3. Bob Baffert avrà un candidato a Meydan anche in Hoppertunity. Per Arrogate c'era anche la possibilità corresse il Santa Anita Handicap G1, ma alla fine virerà direttamente verso i petroldollari degli Emirati Arabi Uniti.
ondo, soppiantata proprio dalla rivoluzionaria idea di Frank Stronach, diventando dunque il cavallo più ricco del Nordamerica superando proprio
IL VIDEO DEL LAVORO DI ARROGATE QUI.

#Ippica #Ministero: Ecco il calendario ufficiale nazionale delle corse per il mese di Marzo 2017

Con Decreto Ministeriale numero n. 15760 del 28/02/2017, è stato reso noto il calendario ufficiale di corse per il mese di Marzo in Italia. Alleluia! La notizia più rilevante è quella già anticipata, con l'inizio ufficiale anche delle corse all'ippodromo delle Capannelle con data 5 Marzo. Per il resto la stagione "Classica" di Milano inizierà ufficialmente domenica 12 Marzo, mentre gli altri campi del galoppo del mese saranno quelli di San Rossore, con clou del Premio Pisa. Nel mese si correrà ancora a Napoli, Varese, Grosseto, Treviso e Siracusa.
Tutti i documenti completi cliccando sui relativi LINK.

lunedì 27 febbraio 2017

+++Breaking News: #Capannelle, si riparte! Arrivata la comunicazioneufficiale, a breve i dettagli sui prossimi convegni.

La comunicazione è arrivata nella tarda serata di lunedì, ma alla fine è giunta repentina e quasi inattesa. La notizia è che il Comune di Roma ha dato l'autorizzazione al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali nel dare il via libera all'ippodromo delle Capannelle per proseguire l'attività nel 2017 per intero. Nella mattinata di martedì si saprà di più su tempi e modi di inizio della stagione primaverile, ma sembra scongiurato anche lo slittamento delle giornate in maniera eccessiva. Probabilmente non si farà in tempo a cominciare il 3 Marzo come originariamente previsto, ma già per domenica 5 Marzo si dovrebbe trovare la giusta coordinazione tra ufficio tecnico ed operatori.
Maggiori informazioni verranno comunicate nonappena ci saranno dettagli. 

Hong Kong: Non positivo il debutto per Dee Dee D''Or e Biz Heart. #Werther ed Helene Paragon vincono i G1 di giornata

Da italiani molto dell'interesse del convegno di Hong Kong era incentrato sull'ultima corsa in programma della giornata, il Citi Insurance Services Handicap - Class 2 sui 1600 metri da $HK 1,750,000 di dotazione, dove c'era da vedere il debutto "cinese" di due ex italiani come Dee Dee D'Or (Zebedee) e Biz Heart (Roderic O'Connor), ora Bullish Glory, rispettivamente secondo e quarto di Derby Italiano G2, che però non si sono piazzati arrivando, anche in questo caso rispettivamente, decimo e tredicesimo in una corsa con 13 cavalli. Va detto che per entrambi la distanza era corta, sul miglio, ma mentre Dee Dee D'Or dopo percorso dalle retrovie ha recuperato in fondo, Bullish Glory ultimo è partito ed ultimo è rimasto, senza grossi recuperi. Ricordiamo anche un caratterino non semplice, il suo, quando era in Italia. Sta di fatto che la corsa l'ha vinta tale Gold Mount (Excellent Art), ex di Alan King, che in Inghilterra si chiamava Primitivo e prima della vendita aveva concretizzato 4 vittorie consecutive culminate con l'affermazione semplice nel King George V Stakes al Royal Ascot, arrivando ad un apice di 95 di OR. Al debutto locale, quello di ieri insieme ai nostri italiani, ha subito vinto per il training di Tony Cruz e la proprietà di Sutong Pan. Ora è titolare di 5 affermazioni consecutive e guarda al Derby di Hong Kong con fiducia. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.

George Baker cade in una buca nel ghiaccio a St Moritz. Convegno sospeso! Il jockey britannico sulla via del recupero

Una notizia assurda ci arriva dalla Svizzera dove, nell'annuale meeting di St Moritz, c'è stata una brutta caduta in apertura di convegno dove a farne le spese è stato il jockey inglese George Baker caduto quando era in sella a Boomerang Bob (Aussie Rules), a causa di una profonda buca nel ghiaccio a 150 metri dal palo. Ad informare gli stewards Cristophe Soumillon, vincitore della prima corsa di un pomeriggio in un convegno di corse poi sospeso per pericolosità della pista. Baker è stato trasportato in ospedale a 100 km di distanza con una situazione molto seria. A 24 ore dall'accaduto emergono prime notizie dall'ospedale, che ha riportato le migliorate condizioni di Baker ora cosciente. 

domenica 26 febbraio 2017

Giappone: Ancora Magic Mirco Demuro! Vince il Nakayama Kinen con #Neorealism G2, il quinto Gruppo del 2017

Altro giro di giostra, altro regalo. Il Febbraio di Mirco Demuro si è confermato magico. Alle vittorie già raccontate settimana scorsa, si sono aggiunte altre due affermazioni in questo weekend tra Hanshin e Nakayama dove ha collezionato, rispettivamente, la quarta e quinta vittoria in Gruppo di questo 2017. Sabato ad Hanshin ha vinto a bordo di Persian Knight (Harbinger) la The Arlington Cup G3 per cavalli di 3 anni sul miglio, allenato da Yasutoshi Ikee per i colori della G1 Racing. Persian è uno che ha battagliato con Soul Stirring, una considerata potenzialmente protagonista della stagione Classica. IL VIDEO DELLA THE ARLINGTON CUP QUI. RISULTATO COMPLETO QUI.
La vittoria più importante per il jockey italiano è arrivata domenica nel Nakayama Kinen G2 sui 1800 metri in erba grazie ad una straripante performance in sella a Neorealism (Neo Universe), per i colori della Carrott Farm ed il training di Noriyuki Nori, che ha vinto molto bene con un Demuro ispiratissimo a tenere il suo proprio ad un palmo dai primi 2 che hanno cadenzato l'andatura, in retta ha spostato e li ha volati via.

Doha: Alberto Sanna e #Chopin vincono il The Emir’s Trophy! Incredibile storia del tedesco che era considerato fortissimo

Altra soddisfazione italiana è arrivata da Doha, in Qatar, nell'ultimo giorno dell'Emir’s Sword Festival per il cavallo allenato da Abdullah Kuwaiti Chopin (Santiago), ex Qatariota ed ora in Bahrain, e tedesco di nascita titolare di vittorie nella preparazione in vista del Derby tedesco, che a distanza di qualche anno è tornato su livelli che gli sono consoni, vincendo la prova da $1,000,000 che si chiamava H H The Emir’s Trophy, G1 locale, con in sella il nostro Alberto Sanna. Si trattava della corsa più ricca a livello locale, ad Al Rayyan sui 2400 metri, che aveva rappresentanti da Francia, Inghilterra ed America ma è stata decisiva la vittoria del neo cavallo locale che, ironia della sorte, ha battuto Noor Al Hawa (Makfi), allenato da Andreas Wohler che in principio allenava proprio Chopin. Curiosa la storia del tedesco. Figlio di Santiago (Highest Honor), che vinse il Ribot G2 in Italia, ora è di proprietà di Maher Ebrahim Lutfalla il quale ha rivelato che quando lo ha acquistato era perchè questo fosse destinato a dressage, tanto che non andava più in corsa. Lo acquistò con un gruppo di amici alle Tattersalls Autumn Horses in Training Sale del 2015 per sole 9,000gns, valore basso a causa dei problemi noti ai piedi. Prima della sua pessima seconda parte di carriera, aveva vinto la preparazione del Derby tedesco, il Dr Busch Memorial G3, poi acquistato da Fahad Al Thani aveva provato il Derby di Epsom giungendo 7° di Ruler Of The World e, dopo la fallimentare stagione Classica era giunto quarto di Olympic Glory nelle Lockinge Stakes G1. Da quando è arrivato in Bahrain, è apparso tanto rigenerato da aver vinto 3 G1 locali ed ora punta deciso verso lo Sheema Classic G1 di Dubai. Incredibile.

Inghilterra: #Convey ed Andrea Atzeni piombano sul Winter Derby! Royal Birth guadagna l'accesso al Good Friday

Subito diciamo che non c'erano due dei cavalli più attesi dell'antepost del Winter Derby G3, vale a dire Decorated Knight (Galileo) e Mutakayyef (Sea the Stars), quest'ultimo favorito fino al giorno prima e ritirato nella mattinata a causa di un ascesso ad un piede. Senza i due, il Winter Derby è stato lo stesso avvincente e si è concretizzato un bellissimo arrivo a 5 cavalli con vittoria andata a Convey (Dansili), autore di grandissimo finale sotto la spinta di Andrea Atzeni che ha posizionato il suo in mezzo al gruppo e lo ha fatto progredire per avere la meglio di Pinzolo (Monsun) e Absolute Blast (Kodiac), con il favorito Battalion (Authorized) solo quinto. Il vincitore è un ex di Juddmonte, neo portacolori di Robert Ng e vincitore alla prima uscita per i nuovi colori ma per il training di Sir Michael Stoute, alla prima vittoria nel Winter Derby in una carriera costellata di successi, con il proprietario cinese che si è già ripagato dell'investimento appena fatto quando aveva speso £130,000 per acquistarlo alle Tattersalls Autumn Horses In Training Sale. IL VIDEO DEL WINTER DERBY QUI.
Non solo Convey, ma in giornata da registrare anche la vittoria del 6 anni Royal Birth (Exceed And Excel), vincitore delle Hever Sprint Stakes Lr per Aaron Jones in sella per Stuart Williams, con il castrone che ha guadagnato insieme a Convey un biglietto per l'ingresso nella All-Weather Championships Finals Day da £200,000 dell'Easter Classic su tracciato e distanza nel giorno del Good Friday. I RISULTATI DI LINGFIELD SABATO QUI. Da segnalare che secondo nelle Hever Sprint è arrivato l'italian bred Lancelot Du Lac (Shamardal), allevato da Fausto Martellozzo e diventato un performer di livello in Inghilterra oramai da qualche anno.

sabato 25 febbraio 2017

Situazione Capannelle: Lettera partita dal Comune. Ma i tempi sono ristretti, ipotesi slittamento inizio stagione

Siamo di nuovo a sabato, ma qualcosa di muove sul fronte Capannelle. Le ultime notizie danno per inviata da Roma Capitale al Ministero delle Politiche Agricole la famosa lettera con la quale si invita a riprendere le corse all'Ippodromo di Capannelle, far proseguire le attività secondo il calendario Mipaaf e tutelare i lavoratori per i quali il concessionario ha avviato la procedura di licenziamento. Questo ha scritto ieri sulla propria pagina Facebook l'assessore del comune di Roma, Daniele Frongia, con data 24 Febbraio. Una dichiarazione certamente importante per l'ippodromo che, così, può far tornare i cavalli in pista ma a quanto pare non così velocemente in modo tale da garantire l'inizio della stagione del galoppo il 3 Marzo. 
Anche perchè un altro weekend di inattività da parte del Ministero sta passando, lunedì sarà già 27 e le pratiche burocratiche da disbrigare, in considerazione anche del fatto che l'ufficio tecnico ha bisogno di tempi necessari per realizzare moduli, ricevere indicazioni, rimodulare il libretto, e dunque chiedere iscrizioni, comunicarle agli handicapper che poi realizzeranno il pesi etc, con conseguenza pratica di un ulteriore slittamento della ripresa dell'attività con rischio di dover saltare le prime 3 giornate. L'impressione, secondo le indiscrezioni da noi raccolte, è che si possa iniziare ottimisticamente, se tutto procederà per il verso giusto, con qualche giorno di ritardo. Nella peggiore delle ipotesi con una settimana di ritardo e dunque il 10 Marzo. Ma nella giornata di lunedì avremo ulteriori indicazioni, è possibile che si debba saltare solo la prima giornata con dunque inizio fissato per il 5 Marzo. Ripetiamo, se tutto filerà per il verso giusto.
Ma anche qui attendiamo aggiornamenti in merito anche perchè siamo al 25 Febbraio ed il calendario di Marzo, che inizierà mercoledì, non è ancora uscito. 

Australia: #Winx ancora lei, ora sono 15 consecutive! La campionessa vince anche le Chipping Norton di Randwick e guarda a Rosehill. Ecco anche gli altri risultati di Caulfield..

E sono 15. La striscia di Winx (Street Cry) non conosce sosta, tanto che anche in una piovosa giornata al Royal Randwick ha concluso la sua 15° affermazione consecutiva, superando i rivali come fossero birilli nelle Chipping Norton Stakes G1 da $600,000 incassati come spiccioli. Abbiamo accennato alla pioggia perchè fino a qualche ora dalla corsa, Chris Waller aveva messo in dubbio la presenza della campionessa americana in una corsa dominata nonostante l'atmosfera umida ed il terreno quantomeno bagnato. La notizia è semmai che non sia arrivato secondo Hartnell (Authorized), ma solo 8°, dopo una corsa che ha visto salire sul podio dei piazzati Lasqueti Spirit (Beneteau), una 3 anni da 150/1, ed al terzo Who Shot Thebarman (Yamanin Vital), altro a quota esorbitante sempre allenato da Chris Waller, ancora a 150/1. Winx ha vinto facile facile facile con in sella Hugh Bowman, ha scherzato in maniera tale che neanche vale la pena raccontare dettagli tecnici. La domanda è un'altra: Cos'altro deve dimostrare Winx in patria, se non fare passerella ad ogni occasione. La sei anni pare viva di una dimensione ancora più ampliata di quanto non lo sia stata nel passaggio dai 2 ai 3 anni, dai 3 ai 4 e dall'ulteriore passaggio da anziana. Il suo score parla ora di 25 corse disputate, 19 vittorie e 3 piazzamenti. IL VIDEO DELLE CHIPPING NORTON STAKES QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Numeri. Winx ha vinto la sua 15 corsa consecutivamente raggiungendo in un sol colpo i seguenti 4 obiettivi;

Francia: Si ritira il jockey Thierry Jarnet, 49 anni, titolare di 4 vittorie nell'Arc de Triomphe e quasi 50 G1 in carriera

La sala fantini francese perde un grande protagonista dell'ippica transalpina. Notizia di ieri è quella del ritiro ufficiale dall'attività agonistica di una leggenda come Thierry Jarnet, fra un mese 50 anni. 
Quattro volte French Champion Jockey, Jarnet ha annunciato che ha dovuto dire basta a causa dei continui problemi alle ginocchia, in particolare uno come strascico di un problema avvenuto in Novembre. 
Nel suo palmares quattro vittorie nel Prix de l’Arc de Triomphe, un record che condivide con altri 6 fantini. Ha vinto con Subotica nel 1992 e Carnegie nel 1994, prima di vincerne due consecutivamente con la "mighty" Treve nel 2013 e 2014. 
Per lui parlano oltre 30 anni di carriera che includono quasi 50 vittorie a livello di G1, con prestigio Classico nel 1995 con la vittoria in sella a Pennekamp nelle 2000 Ghinee ed una sempre collaborazione fruttuosa con la famiglia Head e con Andre Fabre. Negli ultimi anni il suo nome è stato abbinato a quello di Treve ma anche con Moonlight Cloud, con la quale ha vinto il Prix Jacques le Marois, il Prix de la Foret, ed il Prix Maurice de Gheest 3 volte senza dimenticare il Prix du Moulin. 

venerdì 24 febbraio 2017

Hong Kong: Domenica debutto locale per Dee Dee D'Or e Biz Heart, ora Bullish Glory..Giornata interessante a Sha Tin

Ad Hong Kong sono stati dichiarati i partenti per la giornata che domenica si disputerà a Sha Tin. Due sono le prove tecnicamente più interessanti mentre in chiusura ci saranno un paio di attesi debutti di cavalli ex italiani. Partiamo dalla tecnica e dalla dichiarazione della terza di Sha Tin come la Queen's Silver Jubilee Cup G1 da $10 milioni in palio sui 1400 metri dove si rivedono contro campioni locali come Able Friend (Shamardal) contro Helene Paragon, Joyful Trinity e Contentment
Nella settima c'è la The Citi Hong Kong Gold Cup G1 sui 2000 metri da $10 milioni in palio, dove si rivedono all'opera l'italian bred Beauty Only (Holy Roman Emperor) contro Designs Of Rome, Werther e Blazing Speed. Ma la colonia "cinese" di Parri, non potrebbe non essere altrimenti dopo che alcuni dei migliori cavalli italiani allevati dalla famiglia Parri sono stati venduti ad Hong Kong, non si esaurisce qui. Nella decima ed ultima corsa del convegno faranno il loro debutto locale Dee Dee D'Or (Zebedee), secondo del Derby Italiano G2 del 2016 e fratellastro proprio di Beauty Only, e Bullish Glory (Roderic O'Connor), ex Biz Heart (figlio di Biz Bar) vincitore del Gran Criterium G2 in Italia e quarto arrivato del Derby Italiano.

Cultura: Pubblicato il nuovo Annuario del Purosangue per tutto ciò che è accaduto nel 2016. Fanne richiesta!

Tutto il 2016 del galoppo italiano e mondiale in 240 pagine! La quinta edizione dell'Annuario del Purosangue, realizzato a cura dell'Anac, ha visto luce. 
Il volume contiene tutti i risultati e i pedigree dei vincitori di Gruppi e Listed in Italia, quelli dei Gruppi 1 europei e delle più importanti corse mondiali oltre a statistiche ed articoli di commenti a corredo, analizzati da una firma prestigiosa come quella di Franco Raimondi
L'Annuario del Purosangue, con una luminosa copertina rosa, è in distribuzione gratuita per i soci ANAC e può essere richiesta da quanti coloro ne facciano richiesta ad info@anacpurosangue.com e a b.iovenali@anacpurosangue.com per informazioni e costi sia del volume che per quanto riguarda la spedizione. 
Anche quest'anno il magazine sarà distribuito in Italia ed Europa con una tiratura di circa 4.000 copie.
La pubblicazione conterrà articoli di vario interesse: allevamento, attualità, oltre che a tutti i risultati delle corse principali in Italia ed Europa, statistiche, servizi completati da foto con i report delle più significative riunioni di corsa italiane ed europee. Come consuetudine, grazie al contributo di prestigiose "penne dell'Ippica" offriremo al lettore un quadro chiaro e puntuale della situazione del nostro comparto.
Ancora disponibili copie degli annuari 2012, 2013, 2014 e 2015 a prezzi scontatissimi.
Si tratta di un documento imperdibile per tutti gli appassionati, che hanno la possibilità di conservare il meglio della stagione 2016, ma anche degli anni precedenti, in un preziosissimo plico. Cosa aspetti allora? Manda una mail e prenota la tua copia!

Riceviamo e pubblichiamo: Ecco le proposte tecniche del Comitato Nazionale Galoppo al Ministero. Un passo in avanti..

Per conto del Comitato Nazionale Galoppo (CNG), pubblichiamo una lettera diffusa sui vari organi di stampa interessati, nella quale si richiedono delle modifiche dei regolamenti e di alcuni aspetti operativi nel mondo del galoppo, soprattutto per quanto concerne la programmazione. Sono stati toccati vari punti, come l'handicap a fasce esteso anche alle corse in piano oltrechè a quelle in GR, poi alcune modifiche relative a corse a vendere e reclamare, correzione di disposizione di corsa nelle condizionate con peso da attribuire inficiandone poi la collocazione successiva in handicap. 
La lettera, che fa seguito ad una riunione del 20 Febbraio us, ha come scopo quello di venire incontro ai Ministeriali, che ovviamente si occupano solo di cose di ufficio, cercando di dare un supporto "tecnico" che molto spesso viene a mancare. Quanto alle proposte possono essere condivisibili o no, ma sta di fatto che qualche passo in avanti è stato fatto toccando argomenti anche interessanti. Molto lo è per esempio quella che riguarda la "chiarezza" delle perizie, relativamente ai valori dei cavalli, sconosciute ai più
 Comunque, la pubblichiamo integralmente:

Meydan: Antonio Fresu e #Nomorerichblondes stravincono le UAE Oaks. #Vazirabad e #Mubtaahij perdono i loro trials

Antonio Fresu è un fantino in continua crescita. Questa non è la solita storia di provincialismo italiano per cui siamo orientati ad esaltare sempre e comunque le gesta dei nostri fuori. No. Antonio, dopo aver sfiorato da carneade il titolo di Champion jockey in Italia qualche anno fa, da fantino acerbo è andato a fare esperienza fuori che gli ha dato un bagaglio di esperienza utilissimo a completare il suo percorso di crescita. E sta diventando grande. Dopo aver vinto il secondo Round del Maktoum Challenge in sella a Furia Cruzada, ha ottenuto un'altra brillante affermazione nel giovedì appena trascorso nelle UAE Oaks G3 in sella a Nomorerichblondes (Hard Spun), montata con totale percezione di sapere cosa aveva in mano, per vincere di una e mezza nei confronti di Midnight Chica (Midnight Lute) e Complimenti (Congrats). Va detto che prima della corsa è stata ritirata la favorita saudita Nashmiah (Alnajim Althakeb), che aveva battuto tutte le rivali delle Oaks nelle 1000 Ghinee locali, ma questo non toglie comunque prestigio ad Antonio ed alla 3 anni di proprietà di Buti Bintooq Almarri, ed allenata da Ahmed bin Harmash, che ha costruito finora tutta la sua carriera a Meydan dal debutto vittorioso in Dicembre fino al titolo Classico negli Emirati. Sarà curioso capire cosa farà da qui in avanti, ma certamente per Antonio è un plus per alzare le sue quotazioni in contesti internazionali. Bravo! IL VIDEO DELLE UAE OAKS QUI.

giovedì 23 febbraio 2017

Appuntamenti: Il 17 Aprile torna il Palio della Costa Etrusca a San Vincenzo. Nomi di spicco per un appuntamento da non perdere! Per acquisto biglietti, pacchetti e pernottamenti ecco i contatti dell'Agenzia Tuscany4me

Il 17 Aprile non prendete appuntamenti! Torna il Palio della Costa Etrusca, una manifestazione ippica che nasce nel 1995 e mette di fronte tutti i comuni toscani appartenenti al tratto di costa denominato Costa degli Etruschi. I partecipanti al Palio della Costa Etrusca sono gli 8 comuni, sotto riportati in ordine alfabetico
  • Bibbona
  • Campiglia Marittima
  • Castagneto Carducci
  • Cecina
  • Piombino
  • Rosignano Marittimo
  • San Vincenzo
  • Suvereto
La manifestazione si svolgeva annualmente, nel periodo di Pasqua (Lunedì di Pasqua), direttamente sulla spiaggia di San Vincenzo, luogo ideale e sicuro per la corsa dei cavalli. A correre sono cavalli purosangue, anche se prendono parte alla manifestazione anche due batterie di cavalli mezzosangue.
La spiaggia di San Vincenzo è stata calcata dai più forti fantini del circuito paliesco, come Aceto, Il Pesse, Bastiano e Cianchino… Il Palio è arrivato alla sua X edizione nel 2004, da allora, sospeso per la costruzione del nuovo porto turistico del paese, non è più stato disputato.
Consiste in una serie di batterie (4) con tutti i cavalli e i fantini iscritti, i primi due di ogni batteria vengono poi assegnati a ciascun Comune per contendersi la vittoria finale. Nella giornata di Pasquetta la spiaggia di San Vincenzo si trasforma in una pista da corsa… sono infatti i fantini ed i cavalli che correranno i famosi Pali italiani a disputarsi il drappo dipinto da celebri artisti. 
Lo svolgimento della manifestazione consterà dei seguenti elementi: Innanzitutto si correrà un chilometro più a nord rispetto a dove veniva corso prima. Ci saranno 32 cavalli divisi in 4 batterie da 8 sulla distanza di 850 metri circa. I primi 2 di ogni batteria avranno accesso alla finale che sarà a 8. Prima della finale ogni accoppiata verrà abbinata a un comune della Costa Etrusca.
Per quanto riguarda i nomi hanno dato adesione nomi forti come Luigi Bruschelli, Giovanni Atzeni, Andrea Mari, Giuseppe Zedde e Jonatan Bartoletti.
Inoltre, tra la quarta batteria e la finale, ci saranno due corse secche per cavalli mezzosangue da 8 cavalli l'una. Queste corse potrebbero interessare soprattutto Fucecchio dove hanno un fondo simile al nostro. Il montepremi per il palio sarà di 16mila euro mentre per le due corse di mezzosangue sarà di 2000 euro l'una! 
In questa occasione la corsa dei cavalli montati a pelo avviene in un contesto ambientale diverso e davvero suggestivo….la spiaggia di sabbia chiara e sottile di una delle più note località marine della Costa degli Etruschi.
Nell’aria tiepida della primavera, con il mare azzurro che fa da sfondo alla manifestazione, i fantini che indossano le casacche con i colori dei Comuni della Costa degli Etruschi danno vita ad una disputa appassionante.
Nella settimana del Palio, San Vincenzo si veste a festa ed ospita tante iniziative culturali e folkloristiche a fare da contorno alla manifestazione. L'albo d'oro della competizione è disponibile cliccando su questo LINK
L'organizzazione che si occupa dell'evento è il sito http://www.tuscany4me.net/palio-costa-degli-etruschi/ raggiungibile su internet. Per informazioni e acquisto biglietti e pacchetti contattare l'Agenzia Tuscany4me. P.zza Umberto I - San Vincenzo (Li). Telefono: +39 0565-705205. 

Situazione Capannelle: Non ancora pervenuto il via libera alla disputa delle corse di Marzo. Tutto in stand-by

Molti di voi ci chiedono quale sia la situazione ippodromo delle Capannelle a qualche giorno dall'eventuale inizio della stagione in erba che, secondo i programmi, dovrebbe prendere il via venerdì 3 Marzo prossimo. Ebbene, si attendeva per mercoledì 22 il via libera tramite una lettera da inviare al Mipaaf da parte del Comune nella quale si sarebbe dovuta attestare la proroga della concessione dell'ippodromo alla Hippogroup Capannelle fino a fine anno, con condizioni da stabilire in seguito nel tempo necessario per costruire un altro bando di concorso. A quanto pare la lettera non è ancora partita dal Comune, pertanto la decisione è destinata ulteriormente a slittare. Rimaniamo attesa degli eventi. 
Intanto vi anticipiamo che, secondo la bozza diffusa brevi manu dall'ippodromo, il programma prevede in Marzo 13 giornate con la solita cadenza martedì-venerdì-domenica e già dalla prima giornata ecco le condizionate di preparazione ai vari appuntamenti di spicco nella stagione. Il 3 Marzo una condizionata per 3 anni in pista dritta come primissima eliminatoria per il Tudini di Maggio. Poi cominceranno le condizionate per 3 anni intorno al miglio e con distanze via via superiori, che porteranno alle Classiche. Ma non diciamo altro, per ora. Ad oggi, giovedì 23 Febbraio, la situazione è questa. Magari nelle prossime ore arriva la tanto attesa comunicazione...
Per dare intanto uno sguardo alle bozze della stagione del galoppo visitare il sito TuttoIppicaWeb.it raggiungendo direttamente la sezione cliccando su questo LINK.

Medio Oriente: Oggi a Meydan il Nad Al Sheba Trophy e le Uae Oaks, c'è anche Mubtaahij verso la DWC. In Qatar..

A Meydan va in scena un altro giovedì di avvicinamento al Super Saturday con vista sulla notte della Dubai World Cup. A proposito di Super Saturday è stato annunciato ieri che Postponed (Dubawi), che cercherà un doppio nello Sheema Classic, rientrerà proprio nel City Of Gold G2 con Andrea Atzeni in sella. Questo nelle prossime settimane. Invece oggi si corrono un paio di corse che diranno qualcosa in più sulla strada verso la notte più ricca al mondo. In programma il Nad Al Sheba Trophy G3 sui 2810 metri con al via Sheikhzayedroad (Dubawi), già vincitore di questa corsa lo scorso anno, controo tra gli altri Vazirabad (Manduro) e 2 di Godolphin come Beautiful Romance (New Approach) e Red Galileo (Dubawi). 
Non meno interessanti le UAE Oaks G3 dove si rivedono le prime 3 delle UAE 1000 Guineas e cioè la Saudita imbattuta Nashmiah (Alnajim Althakeb), poi Nomorerichblondes (Hard Spun), con Antonio Fresu, e Rajar (Archipenko). 
Oggi anche il Curlin Handicap, Listed, già vinta lo scorso anno da California Chrome, nel quale si rivedrà in pista Mubtaahij (Dubawi), allenato da Mick de Kock e montato da Soumillon, alla ricerca di un pass per la Dubai World Cup. IL CAMPO PARTENTI DELLA GIORNATA QUI.
Oggi cavalli italiani, tipo Brex Drago, non ci sono e lo stesso Jalapeno ha già fatto ritorno in Italia dopo 2 infruttuose prestazioni.
Rimanendo in Medio Oriente sabato ad Al Rayyan in Qatar si corre la HH The Emir's Trophy G1 da $1 milione con 16 cavalli in pista e interessi europei in Duke Of Dundee (Duke Of Marmalade) con Cristian Demuro in sella, Chopin (Santiago) con Alberto Sanna a bordo, Arab Spring (Monsun) con Frankie Dettori e Ningara (Singspiel) con Pier Convertino in una corsa con 16 cavalli al via.
Venerdì a Doha c'è l'Irish Thoroughbred Marketing Cup G2 locale, con al via cavalli di 3 anni ed oltre tra cui Cougar Mountain (Fastnet Rock) al rientro dai "Mile" G1 di Sha Tin e Santa Anita con in sella Donnacha O'Brien, poi in pista c'è anche Diplomat (Teofilo), vincitore del Premio Presidente della Repubblica G2 di Maggio, Dettori a bordo di Moheet (High Chaparral) per i colori dell'Al Shaqab ed il training di Jassim Mohammed Ghazali, Pier Convertino su Extremis (Invincible Spirit) e Marco Monteriso su Barwod (Lope De Vega). IL CAMPO PARTENTI QUI.

Australia: #Winx va per la 15° consecutiva! Sabato partente nelle Chipping Norton di Randwick. A Caulfield i 2 anni

Sulla strada di Black Caviar. In Australia, si sa, gli impegni sono molto ravvicinati l'uno dall'altro ed il team di Winx (Street Cry) non intende soprassedere alla consuetudine downunder e difatti nella giornata di sabato correrà le Chipping Norton Stakes G1 di Randwick sul miglio con $500,000 locali sul palo, già vinte nel corso del 2016, per cercare di raggiungere la vittoria consecutiva numero 15. La campionessa, reduce dalla netta affermazione delle Star Apollo Stakes G2 del 13 Febbraio, correrà contro 9 avversari partendo dallo stallo 4. Chris Waller, allenatore di Winx, farà la parte del leone con 6 dei 10 partenti dichiarati, molti di questi sono usuali sparring partner della wondermare. John O'Shea ci riproverà con Hartnell (Authorized), vittima preferita di Winx, e mentre Endless Drama (Lope De Vega) è un altro che in termini di numeri può risultare temibile, ma è sempre allenato da Chris Waller. La quota di Winx? 1/10, ovviamente. IL CAMPO PARTENTI QUI.
Sabato, sempre in Australia, si tengono altri 2 appuntamenti di prestigio come le italktravel Futurity Stakes G1 ancora da $500,000 e le elimnatorie dei puledri in vista del Golden Slipper, la corsa più pazza d'Australia. 

Pisa: Domenica 5 Marzo la Ribot Cup. Ci sono Tom Marquand ed Hollie Doyle..Ecco gli altri fantini invitati!

Domenica 5 marzo, nel giorno dei Premio Thomas Rook e Andreina, le tradizionali 'poules' di avvicinamento al Premio Pisa che si terrà a fine mese con i 3 anni al via, si disputerà anche la 10^ edizione della RIBOT CUP, il torneo riservato ai giovani fantini sotto i 25 anni, come attrazione principale. Al solito non ci sarà una finale unica ma un concorso con un punteggio per ogni piazzamento ottenuto, mediante il quale si arriva ad avere il maggior numero di punti. 
Sono 10 i jockey invitati e tra questi anche due fortissime ragazze, Hollie Doyle (Inghilterra) e Pauline Dominois (Francia). 
La lista è capeggiata dal britannico Tom Marquand che è senza dubbio uno dei più forti giovani d'Oltremanica. Ma in generale ecco l'elenco degli invitati, mentre più in basso pubblichiamo il regolamento in PDF per una più semplice consultazione.
Ecco l’elenco degli invitati:
TOM MARQUAND: Champion Apprentice Jockey in Inghilterra nel 2015. Nel 2016 ha lottato per il secondo titolo fino a quando non ha perso la qualifica di allievo. Ha montato circa 1400 corse vincendone 141. Il suo allenatore è Richard Hannon e tra le vittorie più importanti dei grossi handicap a Goodwood, York e Windsor Lo scorso anno ha effettuato uno stage in Australia dove ha anche vinto in corsa. Ha 19 anni e monta a 54 Kg.
HOLLIE DOYLE: inglese, 20 anni, lavora per Richard Hannon.

mercoledì 22 febbraio 2017

Aste: Il 5 Aprile il primo Breeze up della stagione ad Ascot organizzata da #Tattersalls Ireland, ecco i 99 lotti

Il catalogo della prima asta europea di Breeze-Up in questo 2017, è stato ufficialmente rilasciato da Tattersalls Ireland, che ospiterà l'asta ad Ascot il 5 Aprile prossimo..Almeno 14 dei 99 presenti in lista sono figli dell'imprendibile Kodiac (Danehill), mentre ci sono 4 figli di Dandy Man (Mozart) ed uno da Dark Angel (Acclamation). Molti i first-season sires rappresentati inclusi Epaulette (Commands), Havana Gold (Teofilo), Lethal Force (Dark Angel), Planteur (Danehill Dancer), Red Jazz (Johannesburg), Society Rock (Rock Of Gibraltar), Swiss Spirit (Invincible Spirit), Style Vendome (Anabaa) e l'italiano Worthadd (Dubawi). 
Ci sono anche figli di Reckless Abandon (Exchange Rate), campionissimo a 2 anni ma con problemi di fertilità tanto che ci sono pochi figli rappresentanti in vita, poi un aggiunta prestigiosa come quella di The Wow Signal (Starspangledbanner), residente presso l'Al Shaqab (CLICCA QUI PER LA SCHEDA), acquistato proprio a queste aste qualche anno fa per 50,000 euro e poi diventato vincitore di Coventry Stakes G2 e del Morny G1 prima di essere ritirato in razza all'Haras de Bouquetot in Normandia. I cavalli breezeranno ad Ascot il 4 Aprile a mezzogiorno. Il catalogo è in distribuzione dal 24 Aprile, ma è disponibile su internet cliccando su questo LINK.
Maggiori informazioni su questo link: http://www.tattersalls.ie/

Doping: Sei mesi di squalifica a Robert Havlin. Il jockey scozzese trovato positivo in Francia

Il jockey Robert Havlin è stato ufficialmente squalificato dalle corse per 6 mesi da parte di France Galop, che lo ha trovato positivo a sostanze proibite, secondo quanto riferito dal Racing Post. Il fantino scozzese, che collabora con John Gosden nelle sue scuderie di Clarehaven a Newmarket, è stato pizzicato positivo in seguito ad un controllo effettuato il giorno del Criterium de Saint-Cloud G1 il 30 Ottobre scorso quando montava Cunco (Frankel), già montato in occasione del suo debutto vittorioso. 
La commissione medica ha diffuso uno "statement" nel quale si precisa che nel corpo del jockey sono state trovate 2 sostanze relative alla classificazione delle morfine e 3 relativa alle sostanze psicotropiche, che alterano i sensi e la percezione, secondo l'articolo 143 del "Code des Courses au Galop." Havlin, che in Italia ha vinto il Derby con Feuerblitz e le Oaks con Lovelyn, si è detto scioccato. Ciccio, in Francia sono severi. 

Allevamento: Il #Darley annuncia il ritiro dal mercato #Toormore. Insufficiente la richiesta dei suoi servizi...

Una notizia curiosa arriva dal Darley che ha deciso di ritirare dal roster degli stalloni in Europa, il champion 2-year-old del 2013 Toormore (Arakan) a causa di scarso interesse da parte degli allevatori che non hanno riposto abbastanza fiducia in lui, tanto da renderne quasi inutile l'ingresso in razza. Il 6 anni, vincitore di 6 corse di Gruppo, era stato ritirato al termine della scorsa stagione ed era entrato nel "Club" di Darley al Dalham Hall Stud ma senza avere sufficienti richieste. Chiaramente è ancora da stabilire il futuro, ed è curioso che non sia stato spostato in altri stud, venduto, mandato in affitto. Chissà che in Italia qualcuno non sia interessato, oppure in paesi arabi o in evoluzione. Invece no, rimosso dai servizi e destinato a chissà quale carriera. 
Sta di fatto che a 2 anni era allenato da Richard Hannon per i colori del Middleham Park Racing syndicate, imbattuto nelle 3 corse disputate di quella stagione compresa l'affermazione nelle Goffs Vincent O'Brien National Stakes G1 al Curragh e nelle Vintage G2. A 3 anni ha vinto le Craven Stakes G3, in preparazione alle 2000 Ghinee ma senza poi esito, ed è stato in seguito venduto a Godolphin per i quali ha vinto le Lennox Stakes G2 a Goowood, l'International Topkapi Trophy G2 in Turchia prima di vincere il bet365 Mile G2. Senza contare i piazzamenti in G1 nelle Queen Elizabeth Stakes, nel Prix de la Foret e nelle Lockinge Stakes. Mah! Vero che non era un fulmine di guerra, ma comunque le sue corsette le ha vinte ed anche bene..Aiutiamo a trovare casa a Toormore!
Allevato da Jimmy Murphy del Redpender Stud, Toormore è un figlio di Arakan (Nureyev) e prodotto della fattrice Danetime Out (Danetime), mezzo fratello di Estidhkaar (Dark Angel), vincitore di G2, ed anch'esso ritirato in razza in Irlanda al Tara Stud.

martedì 21 febbraio 2017

Inghilterra: Tutto pronto per il Winter Derby di Lingfield del 25. Favorito #Mutakayyef, non c'è Poeta Diletto

Fra qualche giorno si terrà il primo appuntamento clou della stagione inglese, ovviamente aspettando l'erba che fra poco arriverà. Intanto arriva il culmine della stagione invernale e si terrà a Lingfield con il Betway Winter Derby G3 con nomi di spicco. Nelle scorse ore è stata infatti ufficializzata la presenza di Mutakayyef (Sea The Stars), allenato da Willy Haggas, potenzialmente la star della corsa contro 8 potenziali cavalli al via. Il 6 anni dovrà concedere 5 libbre ai rivali, ma le credenziali sono notevoli se pensiamo all'ultima parte della carriera che lo ha visto piazzarsi a Woodbine in Canada nel Mile G1 alle spalle della campionessa Tepin (Bernstein), mentre in precedenza aveva ottenuto lo stesso piazzamento, un terzo posto, nelle Juddmonte International G1 di York alle spalle di Postponed (Dubawi), senza dimenticare la vittoria nel Summer Mile G2 di Ascot in Luglio davanti a Dutch Connection (Dutch Art). 

lunedì 20 febbraio 2017

USA: Verso il Kentucky Derby Presented by Yum! Brands G1! Ecco i punteggi, le corse ed i sogni dei candidati al trono

Non a caso si tratta dei 2 minuti più eccitanti dello sport americano! Proprio per questo la strada per "the roses" del Kentucky Derby Presented by Yum! Brands G1 da $2 milioni è lunga e tortuosa. Una corona di 554 rose a cingere il vincitore, ed il primo passo verso la Triple Crown. Il sogno comincia da lontano. Quest'anno si corre l'edizione numero 143 nel primo sabato di Maggio, esattamente il 6, presso Churchill Down. Per accaparrarsi un posto nelle gabbie di partenza è necessaria qualità, programmazione e da 5 anni a questa parte acquisire un punteggio tale da poter essere considerato in linea con le regole. Per guadagnare punti bisogna viaggiare all'interno della Road to the Kentucky Derby, una serie di corse che attraversano il paese a stelle e strisce (ma non solo), che servono a far guadagnare punti e considerazione generale. Abbiamo diviso in 3 step le varie fasi di partecipazione.
PRIMO STEP: Un allevatore sogna. Ha una fattrice, decide l'incrocio, lo attua, il cavallo nasce, cresce ed arriva al momento del debutto. La lunga strada per il Kentucky Derby comincia a 2 anni, da Settembre, con la disputa delle Iroquois proprio da Churchill Downs, una corsa che da diritto a 10 punti per il vincitore e schema per i piazzati con punteggi distribuiti in 4, 2, 1. Si corre a Santa Anita, a Belmont, a Keeneland, a Delda Down, ad Aqueduct a Los Alamitos e poi prosegue con i vari test più accreditati. Quella che da più punteggio a 2 anni è la BC Juvenile con schema di punti in 20, 8, 4 e 2. 
SECONDO STEP: Per la generazione dei nati nel 2014, per i 3 anni nel 2017, si sono tenuti dei test già abbastanza indicativi, ma per fare sul serio bisogna almeno aspettare i test ancora più tradizionali in vista del Derby e sono le Risen Star di Fair Grounds, le Fountain of Youth di Gulfstream, le Gotham di Acqueduct, il Tampa Bay Derby di Tampa Bay Downs, le Rebel Stakes di Oaklawn, le Spirla di Turfway Park, il Sunland Derby di Sunland Park.. tutte prove che danno al primo 50 punti, al secondo 20, al terzo 10 e al quarto 5.

Allevamento: BLACK MAMBAZO, Champion Sprinter italiano, è disponibile per la stagione 2017 ad Anguillara Sabazia

Un proiettile! Quando correva, così nero e così veloce, faceva impressione. Ma ora che è cominciata la stagione di monta 2017, il campione BLACK MAMBAZO è disponibile anche in razza a tutti gli allevatori interessati. Anche come stallone ha cominciato fortissimo! Ben 4 dei suoi figli, sugli 8 nati nella stagione 2014, hanno vinto e non premi qualsiasi, ma maiden con dotazioni sufficientemente alte per non passare inosservato. Black Mambazo funziona ad Anguillara Sabazia presso la Scuderia Clodia gestito da Massimo Minelli, al quale bisogna telefonare per chiedere informazioni al riguardo. Si, perchè Black Mambazo, è disponibile a condizioni vantaggiose per fattrici qualificate ma a prezzi assolutamente in linea con quelle che sono le caratteristiche del mercato italiano. 
I vincitori rappresentanti di Black Mambazo sono stati il maschio COMMON BLACK, già vincitore di 2 corse e dotato di ottimo cambio di marcia, poi le femmine PURE GRACE, vincitrice di Maiden sui 1200 metri in Settembre, SHARP SOLEIL capace di vincere due nursery a fila sui 1200 metri, e recentemente LARVITAR autrice di uno sparo al debutto contro avversari noti sui 1000 metri di Napoli. 
Nel 2015 ci sono 7 cavalli registrati di cui si parla un gran bene, di cui 4 sono in allenamento da Luigi Riccardi con 2 in particolare che promettono molto molto bene e sono potenzialmente dei buonissimi cavalli, tanto che nel 2016 il mercato si è accorto di Black ed ha cominciato a destinare progressivamente più fattrici, anno per anno, sintomatico che fiducia da parte degli allevatori non è casuale. Il 2017 è arrivato!
SUCCESSI IN PISTA: BLACK MAMBAZO è un figlio di Statue Of Liberty (Storm Cat) e Rich Gift (Cadeaux Genereux), dunque un pedigree assolutamente da velocista con miscela americana ed europea. In corsa è stato uno sprinter sopraffino, sin dagli esordi, per il training di Luigi Riccardi. 
A 2 anni: Black Mambazo ha vinto al debutto ad inizio Maggio, stampando un 58,90 su terreno morbido e subito dopo ha replicato nel Giubilo Lr vinto alla grande e poi facendosi onore nel Primi Passi G3 giugendo terzo.
La stagione dei 3 anni è stata contraddistinta con un terzo posto nel Premio Tudini G3 e poi vincendo il primo dei 2 Città di Napoli Lr in carriera, poi è giunto secondo nel Cancelli Lr che ha fatto da preludio al primo tentativo nell'Abbaye de Longchamp G1, nel massimo contesto della velocità in Europa, arrivando 8 ma correndo alla grande. La stagione dei 3 anni si è conclusa con un secondo nell'Aloisi G3. 
A 4 anni forse la sua migliore stagione della carriera: ha iniziato subito forte correndo a Nad Al Sheba, e poi arrivando secondo nel Tudini G3 ma soprattutto riuscendo a raggiungere il suo massimo livello con un secondo posto nel Gros Chene G2 di Chantilly ad una incollatura da Tax Free, ma tenendosi alle spalle campioni del tema come Benbaun, African Rose, Marchand D'Or, Equiano acquisendo un 116 di RATING INTERNAZIONALE! Tutti vincitori di Gruppo 1! Tornato in Italia ha vinto ancora il Città di Napoli, è arrivato secondo nel Cancelli e poi nel giorno dell'Abbaye de Longchamp G1, al secondo tentativo, Frankie Dettori ha chiamato il suo troppo tardi e Black, partito con un cambio di marcia devastante, è arrivato solo quinto (VIDEO QUI) ma ad una lunghezza e mezza da Total Gallery, in una edizione eccezionale, ribaltando riferimento con Tax Free e tenendo ancora dietro, tra gli altri, Equiano. Una sfortuna incredibile ma una prestazione che rende l'idea sullo spessore di Black! Nella foto il dettaglio.
A 5 anni ancora una stagione sopra le righe con il quarto posto a Longchamp nel Prix de Saint Georges G3 tra i vari successi nell'annata, tanto che per almeno un paio di anni abbondanti è stato CHAMPION SPRINTER ITALIANO!
In totale, in carriera, ha vinto 9 delle 32 corse disputate con 15 piazzamenti ed un bottino al palo di €268,000. 
IL PEDIGREE di Black Mambazo è molto ricco: Il padre è Statue Of Liberty, stallone che apporta molta velocità. Ha vinto le Coventry G3 al Royal Ascot, è stato poi esportato in Giappone e Australia dove è stata valorizzata la sua enorme dote di velocista con fattrici ad hoc. Tra gli altri si ricorda anche la paternità di Hay List, che correva contro Black Caviar. La mamma di Statue Of Liuberty proviene da una delle famiglie americane più importanti! Lassie Dear (Buckpasser) è infatti la mamma di Wolfhound ma soprattutto Weekend Surprise (Secretariat), fattrice che ha dato alla luce il campionissimo Summer Squall e soprattutto A. P. Indy (Seattle Slew), capostipite di una generazione di fenomeni e champion sire in America tanto da far concorrenza a Mr Prospector!! Insomma, il meglio del meglio.
Black Mambazo è prodotto di Rich Gift (Cadeaux Genereux), fattrice veloce che ha dato solo vincitori! Piazzata di Listed in Inghilterra, ha prodotto oltre a Black anche i velocissimi Diglett, Way To Fly (piazzato di Giubilo), Airdryer, Market Index e Poliwag in Italia. Successivamente venduta dalla Valle Falcone in Inghilterra qualche anno fa, la oramai 19enne fattrice ha dato un maschio da Lope De Vega che ha realizzato €340,000 alle Goffs di Settembre 2016 acquistato come yearling da Joseph O'Brien!!
Il tutto non è casuale: Black è stato allevato per vincere dalla Valle Falcone che non ha lasciato nulla al caso ed è una famiglia di enormi tradizioni in tema di allevamento. Negli anni 70 l'importazione dello stallone MAESTRALE in Sardegna, fino alla "creazione" di Waajib (Try My Best), ed ancora presente nelle linee di sangue moderne e di gran moda come Dark Angel tramite Acclamation, appunto Royal Applause da Waajib. Senza dimenticare Old Country che alla fine degli anni 70 vinse 3 G1 tra Italia ed Inghilterra, e titolare di buon score in razza prima della prematura dipartita
IL FISICO DI BLACK MAMBAZO: Dal punto di vista morfologico è uno stallone tipicamente velocista. Fisicamente raccolto, collo imponente, spalle e petto importanti e posteriore rotondissimo. Praticamente un proiettile! Perfetto dunque per il mercato italiano.. 
CONTATTI PER PRENDERE VISIONE DELLO STALLONE E DELLE OFFERTE DEDICATE AGLI ALLEVATORI.
CONTATTI: BLACK MAMBAZO funziona nel Lazio presso la Scuderia Clodia ad Anguillara Sabazia. Via Braccianese Claudia KM 14.300, provincia di Roma. IL TASSO DI MONTA E' PRIVATO. Telefono MASSIMO MINELLI: +39 3282486859
Indirizzo MAIL: massimominelli1973@gmail.com

domenica 19 febbraio 2017

Hong Kong: Rapper Dragon talento in ascesa, vince anche la Hong Kong Classic Cup (G1 locale). Saent ultimissimo..

Non solo Giappone nella domenica italiana. A Sha Tin si è corso Hong Kong Classic Cup G1 locale per 4 anni, vinto dal favoritissimo Rapper Dragon (Street Boss) per John Moore con Joao Moreira a bordo, sottrattosi al finale al solito travolgente di Pakistan Star (Shamardal) con Season Bloom (Captain Sonador) giunto al terzo posto in una corsa che ha vissuto di ritmi altissimi. 
Nella stessa corsa ci ha provato anche Super Chic (Strategic Prince), ex Saent vincitore del Derby Italiano G2 2016, finito tristemente ultimo a 25 lunghezze dal penultimo con in sella Umberto Rispoli. Per Super Chic non passa la nottata da quando ha lasciato l'Italia. Per lui 3 corse ad Hong Kong e tre prestazioni di gran lunga al di sotto delle aspettative. Va bene che il nostro Derby non è una pietra di paragone esagerata, ma sta di fatto che ha corso fin troppo male per essere considerata vera la prestazione.
Rapper Dragon è un ex australiano in origine allenato da Gai Waterhouse quando si chiamava Street Rapper, fino ad Agosto 2015 quando è stato acquistato da Albert Hung Chao Hong per correre ad Hong Kong. Ha vinto al debutto locale a fine Maggio 2016 battendo un campione come Beauty Only e mostrando buonissime doti, poi ha corso alla grande arrivando quinto ma ad una lunghezza dal primo in un handicap sui 7 furlongs, mentre tornato sul tema del miglio il 22 Gennaio ha vinto alla grande l'Hong Kong Classic Mile, un altro G1 locale, mettendosi alle spalle molti degli avversari calpestati anche in questa occasione.

Giappone: Mirco Demuro vince le February Stakes G1 a bordo di Gold Dream! Areoplanino per il jockey italiano

Don't try this at home. L'areoplanino, gesto a volte irriverente ma che rende una vittoria più dolce. Domenica mattina ci siamo svegliati con la braccia larghe di Mircosan Demuro a fendere l'aria, capace di vincere il primo G1 della stagione nipponica, le February Stakes G1 sul miglio di Tokyo in sabbia (da ¥209,920,000 di dotazione, equivalenti a circa $1,909,000), in sella ad uno specialista come Gold Dream (Gold Allure), titolare di 3 vittorie su 4 sul dirt del capoluogo giapponese, conquistando il suo secondo Gruppo in loco dopo le Unicorn Stakes G3 del Giugno scorso. Lo stesso Gold Dream che in Dicembre era giunto ultimo nella December Champions Cup alle spalle di alcuni avversari incontrati oggi, rendendo onore a suo padre, Gold Allure (Sunday Silence) appunto, scomparso nei giorni scorsi.
La vittoria è la seconda al massimo livello per l'allenatore Osamu Hirata, mentre per Mirco il 19° titolo al massimo livello nel circuito JRA dopo Queens Ring nella Queen Elizabeth II Cup della scorsa stagione e dopo la vittoria nello scorso anno con Moanin, nella stessa corsa. Gold Dream è partito bene dalla gabbia tre e si è sistemato in posizione da sparo curvando vicino alla testa sulla curva finale, venendo dal centro della pista quasi isolato ma lottando come un leone per respingere il vecchio Best Warrior (Majestic Warrior), 7 anni, per una incollatura con al terzo Kafuji Take (Precise End) a 3/4 di distanza, con quest'ultimo che ha chiuso da favorito un betting incerto con 16 cavalli al via.

sabato 18 febbraio 2017

Italians ad Oriente: Domenica a Tokyo le February Stakes con Demuro favorito. Ad Hong Kong ecco l'ex Saent in G1 locale. Dee Dee D'Or intanto lavora proficuamente..

Weekend a forza orientale. Innanzitutto diciamo che Mirco Demuro si prepara ad un weekend nel quale può balzare in testa alla classifica fantini visto in questo sabato di Kyoto ne ha vinte 2 che lo hanno fatto salire a quota 18 in stagione, a pari merito con Hironobu Tanabe e davanti a CP Lemaire con 17 affermazioni, autore di un triplo nel sabato.
Domenica mattina ci sarà il primo G1 della stagione nipponica: Si corrono le The February Stakes G1 sul miglio in dirt di Tokyo, alle ore 15,40 locali ma orario mattutino in Italia, con un campo partenti di 16 unità. Ci sono i primi tre dello scorso anno come Moanin (Henny Hughes), Nonkono Yume (Twining) ed Asuka Roman (Agnes Digital) che rinnoveranno il duello con quest'ultimo che ha mostrato più forma recente rispetto agli altri con il terzo nella Champions Cup di Chukyo in Dicembre, vinta da Sound True (French Deputy). In pista c'è anche il campione locale Copano Rickey (Gold Allure), vincitore nel 2014 e 2015, ma settimo nel 2016, che cerca il triplo. Mirco Demuro sarà in sella a Gold Dream (Gold Allure), piazzato nel Japan Dirt Derby G1 locale di Ohi, mentre ha fallito il G1 di Chukyo, ma è considerato comunque il favorito della competizione. Desta curiosità il tentativo di Denim And Ruby (Deep Impact), nona nell'Arima Kinen G1. Insomma, molti altri sono rappresentanti locali di circuiti apparentemente minori ma comunque specialisti della sabbia, pertanto aspettiamo e vedremo cosa accadrà.

Les italiens: Ieri 4 vittorie a Chantilly: Ale Botti doppio, Gianluca Bietolini a segno e poi Shamar Love per la Briantea..

La rubrica italians in questo fine settimana è abbastanza ricca e ci scusiamo in anticipo se dimenticheremo qualcuno, inevitabilmente. In particolare i nostri in Francia nei giorni scorsi hanno ottenuto vittorie interessanti: Alessandro Botti ha sellato il talentuoso, ma sfortunato, Kahouanne (Cockney Rebel) il quale nel 2015 aveva tentato nel Gran Prix du Jockey Club (vinto da New Bay su Highland Reel) dopo il Dquale non si è più vista in pista causa infortunio. Ebbene è rientrato a fine Gennaio con un terzo e poi ha vinto ieri sul miglio in PSF di Chantilly con in sella uno scatenato Soumillon, autore di un poker in giornata. Il 5 anni è di proprietà di Robert NG, assente in giornata ma presente nella persona di Rupert Pritchard-Gordon che ha scattato la foto ed ha parlato anche di Dicton (Lawman), allenato da Gianluca Bietolini e titolare lo scorso anno di una crescita esponenziale partendo dalle reclamare e piazzandosi in G1, spiegando che quest'ultimo molto probabilmente rientrerà nell'Edmond Blanc G3 ad inizio Aprile per poi effettuare una trasferta ad Hong Kong per correre il Champions Mile G1 o la Queen Elizabeth Cup G1 tra inizio e fine Aprile. Nella foto pubblicata da JDG su Instagram tutto l'entourage di Kahouanne, con a destra Rupert Pritchard Gordon. 
Detto questo completiamo il discorso italiani dicendo che Alessandro Botti ha vinto anche con Going Viral, recente acquisto di Alessandro, che ha completato un doppio di vittorie. Potevano diventare tre con Mon Bisou, terzo sempre in giornata.

Bruttissima caduta a Wolverhampton. Coinvolti tre allievi fantini ma nessuna conseguenza grave, solo fratture sparse..

Momenti di terrore ieri pomeriggio a Wolverhampton. In pochi istanti si sono materializzati i fantasmi del terribile incidente occorso a Frederick Tylicki in Ottobre che lo ha paralizzato dalla vita in giù. Nella prima del convegno di Dunstall Park sono stati vittima di una bruttissima caduta tre allievi fantini in un tamponamento a catena che ha fatto subito inorridire gli spettatori. Abbiamo dato subito menzione dell'accaduto sulla pagina Facebook di Mondoturf. 
I jockey coinvolti sono stati Eoin Walsh, Toby Eley e William Cox. I primi due si sono rialzati quasi subito, mentre il terzo è rimasto esanime al suolo non riuscendo a lasciare la pista sulle proprie gambe. Alla fine l'ambulanza ha traghettato Walsh e Cox in ospedale dove i due hanno passato la notte ma senza gravi conseguenze, per fortuna con tanto spavento ad accompagnare le ultime ore. Eoin Walsh ha riportato la frattura del braccio sinistro, mentre Cox, che sembrava più in pericolo, non ricorda nulla ma ha ripreso conoscenza e secondo le lastre effettuate ha subìto una frattura alla mascella e la rottura di qualche dente incisivo.. I cavalli in questione, Mobley Chaos, Secret Lightning e Binky Blue, sono tornati a loro volta sani e salvi a casa. Un sospiro di sollievo.. 
IL VIDEO DELLA CADUTA QUI SOTTO:

venerdì 17 febbraio 2017

Aste: #Goffs February Mixed Sale, un quasi "Mister X" sardo compra 20 cavalli! Il suo nome è Domenico Manca..

Qualche giorno fa si sono tenute le Goffs February Mixed Sale di cui abbiamo solo anticipato i temi. Riepilogando e riprendendo un pò il filo del discorso possiamo dire che nell'asta erano presenti 619 cavalli, di cui venduti 396 per un movimento totale di €5,205,100 (+19%) con media a €13,144 e mediano a €5,500 con indicatori, questi ultimi in ribasso rispetto al movimento completo invece in + del quasi 20% perchè non si considera che c'era un giorno in più d'asta rispetto allo scorso anno. Il top price lo ha realizzato Military Angel (Big Brown), una 5 anni americana con massimo di rating di 103 e piazzamenti a livello di Listed e G3,d ella famiglia di Alexander Goldrun. A comprarla è stata la MAB Agency di Hugo Merry che ha specificato come si tratti di un acquisto per un cliente francese.
Scavando un pò più in profondità ci siamo resi conto di una particolarità, all'inizio sfuggita ai nostri occhi che merita un piccolo approfondimento alla voce curiosità. Di fatto sono stati acquistati, nella fascia bassa del mercato, circa 18 cavalli (senza considerare quelli all'amichevole) sotto il nome dell'Azienda Agricola Domenico Manca. Così tanti cavalli, per un unico proprietario, e di quel livello, balza certamente subito all'occhio ma noi all'inizio non ce ne eravamo accorti....

Meydan: #Zarak impressiona in G3, #Ertjaal vola sullo sprint, #Championship nello Zabeel Mile! Brex Drago buon 3°..

Im-pres-sio-nàn-te. Letteralmente, sillabando, Zarak (Dubawi) ha dato forse una scossa alla sua carriera da eterno figlio di Zarkava (Zamindar), buttando sul campo una prestazione sopra la media al debutto emiratino in quel di Meydan, dopo aver fallito la stagione Classica da cavallo forse sopravvalutato. Non quello che abbiamo visto ieri, mai uscito dal canter, nelle Dubai Millennium Stakes G3 sui 2000 metri in erba. Il portacolori dell'Aga Khan ha seguito l'andatura imbastita da Promising Run (Hard Spun) e poi ha gradualmente incrementato i giri del motore fino ad entrare in dirittura con ancora molto da spendere, quasi impennando, tanto che quando Cristoforo ha mosso le mani questo ha percorso 100 metri volando, salvo poi ripiegare le ali e finire con inerzia con 2 lunghezze e mezzo nei confronti di Earnshaw (Medaglia D'Oro) e Promising Run rimasto in quota per il terzo. Male, ultimo, senza mai migliorare la posizione da centro gruppo, l'atteso Elliptique (New Approach), il secondo arrivato del premio Roma. Ma questa è un'altra storia. Torniamo a Zarak. Impressionante, appunto. Al di la degli avversari affrontati, nettamente inferiori a quelli della stagione Classica, abbiamo visto un cavallo in ottima condizione e con una frequenza di gambe mai vista fino ad oggi...Vedremo se questa prestazione sarà confermata anche in Europa, o sarà solo un miracolo del deserto..

Allevamento italiano: FROZEN POWER domenica in visita a San Rossore. Una monta estratta a sorte per chi fosse interessato!! Il figlio di Oasis Dream si mette in vetrina per la stagione di monta 2017!

Il Centro Equino Arcadia, in ottica apertura stagione di monta 2017, intende comunicare a tutti gli appassionati ed operatori interessati che domenica lo stallone residente in Piemonte FROZEN POWER (Oasis Dream) sarà presentato ufficialmente presso l'Ippodromo di San Rossore, nella giornata di corse.
INFORMAZIONE IMPORTANTE: Sarà OCCASIONE PER EFFETTUARE UNA MONTA ESTRATTA A SORTE TRA GLI ALLEVATORI INTERESSATI.
Frozen Power è uno stallone di grande talento ed avvenire, con molta qualità nel suo pedigree: Proveniente dal Ballyhane Stud in Irlanda dove funzionava ad un tasso di €4,000, è figlio del champion sire OASIS DREAM (Green Desert), ma è prodotto della fattrice Musical Treat (Royal Academy) e dunque mezzo fratello della campionessa e fattrice pregiata Finsceal Beo (Mr Greeley) che vende i suoi figli a prezzi stratosferici ed è depositaria di solide radici. Tanta qualità in un pedigree che apporta molta velocità e precocità, proprio quello che il mercato italiano cerca. 
In corsa ha vinto a 2 anni, a 3 è stato campione Classico in Germania con la vittoria delle Mehl-Mulhens Rennen, le 2000 Ghinee tedesche. In carriera ha vinto anche a Meydan, aveva un robusto cambio di marcia che trasmette ai suoi figli. 
In Italia hanno corso e vinto molti di questi, ma per un report completo cliccare su questo LINK con valutazioni in termini di rating dei suoi migliori esponenti. Proveniente dal nick Green Desert/Nijisnky, funziona con molte fattrici da linee americane come Mr Prospector, ma anche con i Danehill e non solo. SE VUOI AVERE UN REPORT SULL'INCROCIO PUOI AVVALERTI DEL SERVIZIO PROPOSTO DA GOLDMINE PER VEDERE QUANTE E QUALI POSSIBILITA DI INCROCIO SONO POSSIBILI CON FROZEN POWER. CLICCA QUI ED INSERISCI IL NOME DELLA FATTRICE!
Per info: Dr.ssa Giovanna Romano +39 335 57.29.986; Mail: info@centroequinoarcadia.it.
Da sottolineare il Centro Equino Arcadia non è solo stazione di monta ma anche e soprattutto un cento polifunzionale anche per fattrici, puledri ed in generale una isola felice all’avanguardia che affronta con responsabilità e professionalità le problematiche della Riproduzione e dell’Allevamento Equino con un gruppo capitanato dalla Dottoressa Giovanna Romana, ed un team ad alta professionalità.
IN PIU': SAVE THE DATE: Sabato 11 marzo  2017 sarà occasione di assistere ad una lezione: Allevare un campione
1° seminario internazionale in Italia
si terrà in Piemonte presso il nostro Centro Equino Arcadia 
Grandi nomi: John Osborne, Charles-Henry De Moussac, Luca Cumani, Massimo Parri, Isabella Bezzera, Franca Vittadini, Giulio Predieri. Moderano: Franco Raimondi (JdG) e Giovanna Romano

giovedì 16 febbraio 2017

Meydan: Oggi 4 corse di Gruppo in preparazione alla notte della DWC, ecco quali sono. Brex Drago sperimenta il dirt.

Si comincia a fare sul serio, a Meydan. Oggi pomeriggio tanti gli spunti degni di essere menzionati con 4 corse di Gruppo in programma e un pò di italianità a contraddistinguere la campagna 2017 negli Emirati Arabi. Nello Zabeel Mile G2 sul miglio con 7 cavalli al via ecco confrontarsi ancora il cresciuto Championship (Exceed And Excel) ed il Sudafricano Light The Lights (Western Winter). In pista per Marco Botti Fanciful Angel (Dark Angel) che prova a salire di categoria. Nelle Dubai Millennium Stakes G3 sui 2000 metri si rivede invece il Fabre Elliptique (New Approach) al debutto stagionale al rientro dal 7° posto nell'Hong Kong Cup G1. Elliptique, secondo del Premio Roma, è ora allenato da Satish Seemar ed affronterà una serie di performer come Promising Run (Hard Spun) e l'australiano Elite Excalibur (Fastnet Rock) e Zarak (Dubawi) al debutto locale. In programma anche le Balanchine Stakes G2 per femmine di 3 anni ed oltre ed in pista scende di nuovo attesissima Very Special (Lope De Vega) in una corsa dove c'è anche Realtra (Dark Angel) per Roger Varian con Atzeni a bordo. Altra corsa interessante in vista dello Sprint in erba è il Meydan Sprint G3 sui 1000 metri con l'Hamdan Ertijaal (Oasis Dream) che dovrà dire a che punto della condizione si trova. Contro di lui, tra gli altri, anche Moviesta (Hard Spun), il vecchio Sole Power (Kyllachy) ed altri scafati sprinters. 
Nella sesta corsa si rivede anche un italaino che testa il dirt. Si tratta di Brex Drago (Mujahid) impegnato nell'Inside Out Handicap sul miglio da $125,000. Il portacolori italiano sarà montato da Antonio Fresu ed è alla terza corsa in stagione, avrà contro degli specialisti del dirt. IL CAMPO PARTENTI GENERALE DELLA GIORNATA CLICCANDO SU QUESTO LINK.
Intanto sono state rese note quelle che saranno le novità della notte della Dubai World Cup. L'ospite d'eccezione sarà Sia, che farà una performance di 70 minuti di concerto alla fine della disputa della DWC. 

Aste: #Arqana Vente Mixte de Février, top prices 2 saltatori. Venduta anche Catalina Bay, ex di Maurizio Guarnieri

In Francia si sono tenute le Arqana Vente Mixte de Février, tipica asta stagionale dove è passato un pò di tutto tra fattrici, horses in training, prospetti di stalloni etc. In generale c'erano 263 cavalli offerti di cui ne sono stati venduti 201 (il 76%) per un fatturato generale di €2,069,900 (+22%) con una media a €10,328 (+45%) ed il mediano a €5,000 (+11%). Il prezzo più alto è stato realizzato da Roi Mage (Poliglote), un molteplice piazzato in corse da black type, che ha attratto una folla di acquirenti internazionali in tema di ostacoli fino ad una offerta ritenuta buona di €210,000 da parte della Sofiga. Stessa società che ha acquistato anche il secondo prezzo più alto della sessione, vale a dire Gianicolo (Balko), un altro "chaser" vincitore sia sulle fences che sugli hurdles, acquistato per €150,000.
Oltre ai primi 2 sono stati venduti anche una fattrice come Desert Red (Green Desert), gravida di Zoffany, per €81,000 acquistata da NACL Associates con Jan Sundstrom che ha fatto il bid per un cliente Neozelandese, dove la fattrice è destinata, prima che il foal passi le aste francesi. E poi per €70,000 uno yearling femmina da Olimpic Glory, residente presso l'Al Shaqab, sponsor di Mondoturf dal 2017, e si tratta di una sorellastra di Home Of The Brave (Starspangledbanner), piazzato di G2 e G3. 
Il quinto prezzo più alto della sessione, e concludiamo, è italiano: Si tratta di Catalina Bay (Pastoral Pursuits), acquistata da Federico Barberini per €47,000 come prospetto di fattrice. Gli underbidder sono stati parecchi, ma alla fine l'agente italiano ha spiegato che si tratta di un acquisto per conto del Ballyhane che la coprirà con lo stallone di casa Dandy Man (Mozart). Catalina Bay, allenata da Maurizio Guarnieri per Cristiano Claguna, poteva benissimo essere fattrice in Italia, per rinforzare il nostro allevamento, ma ovviamente non è possibile più fare discorsi del genere fino a quando nel paese vigerà il caos nel settore. Catalina Bay se ne va in razza dopo aver vinto l'Eupili Lr, essersi piazzata nel Pandolfi Lr e nel Criterium de Vitesse Lr.

martedì 14 febbraio 2017

Allevamento: Deceduto Fame And Glory, il campione aveva 11 anni. Stessa sorte per il papà di California Chrome

Dal mondo dell'allevamento ci arrivano due tristi notizie. La prima riguarda l'Europa e raccontiamo la prematura dipartita del campione Fame And Glory (Montjeu), scomparso all'età di 11 anni a causa di un attacco cardiaco che, secondo fonti non confermate, lo ha colpito mentre stava facendo il suo onesto lavoro di stallone, mentre copriva una fattrice. Si tratta di una grave perdita per l'allevamento da National Hunt, visto che dei suoi nati, 2 anni nel 2016, non ne abbiamo visti granchè proprio per la tipologia di fattrici coperte non proprio orientate in ottica flat. Insomma, li dobbiamo aspettare non c'è che dire. Del resto, con quel pedigree, era lecito aspettarsi un posto in razza ma improntata più al discorso ostacolistico. Peccato, perchè la classe non gli mancava certamente. Fame and Glory ha vinto 14 delle 26 corse disputate con £2,3 milioni vinti per il training di Aidan O'Brien ed i colori di Coolmore prima e Fitry Hay poi, e picchi altissimi nell'Irish Derby e nella Ascot Gold Cup G1, totalizzando in generale 5 G1 nel suo palmares con anche Tattersalls Gold Cup G1 nel carniere. Anche a 2 anni era stato un campione vincendo il Criterium de Saint-Cloud G1, una corsa prettamente non da cavalli precoci e da breve distanza. Un test un pò così. Ma il tipico viatico di chi insegue le coppe. A 3 anni il logico percorso Classico cominciato con il Derby di Epsom perso da uno come Sea The Stars, non uno qualsiasi, prima di vincere quello in casa in assenza della superstar che in quell'anno monopolizzò l'Europa. Fame fu anche sesto di Arc (quello di Sea), e quinto l'anno dopo di Workforce, ma ha vinto comunque la Coronation Cup G1 battendo Sariska, tra gli altri.

lunedì 13 febbraio 2017

#Sondaggio sul Mondo del #Turf: Chi è il più forte cavallo in erba in circolazione? Dicci la tua votando! Ecco il link

Dopo le ultime discussioni in tema di ratings, abbiamo deciso di aprire un sondaggio per capire chi è secondo voi il più forte cavallo in erba. Secondo le ultime stime da parte della International Federation of Horseracing Authority, i cavalli più forti al mondo su ogni superficie sono americani e difatti in cima alle classifiche ci sono Arrogate e California Chrome con valutazioni di 134 e 133. Ma noi abbiamo voluto scientificamente scindere le specialità sulle varie superfici e affidiamo a voi il potere di voto per stabilire chi, secondo voi, è appunto il più forte in assoluto senza che consideriate le mode, le paternità, le lobby degli stalloni, delle case d'aste, degli allevamenti e amenità varie. Chi è il più forte e basta! VOTA CLICCANDO SU QUESTO LINK.
Abbiamo selezionato alcune delle migliori corse e preso in esame alcune valutazioni rimanendo in linea con quelli della IFHA. Abbiamo inserito: Almanzor (vincitore delle Champion Stakes), Found (vincitrice dell'Arc), Highland Reel (vincitore delle King George), Winx (vincitrice di Cox Plate), Kitasan Black (vincitore di Japan Cup), Satono Diamond (vincitore di Arima Kinen), Postponed (vincitore di Juddmonte International Stakes). Ora tocca a voi. Noi abbiamo già espresso il nostro voto, ora tocca a voi cliccando su questo LINK ed effettuando la scelta.
Insomma, scegliete, condividete, contestate, polemizzate, sbraitate, scrivete..date la vostra idea, perchè solo attraverso il confronto si può crescere. 

Inghilterra: Aumentata la dotazione delle #Juddmonte International Stakes di York! Nel 2017 £1 milione al palo..

La stampa inglese questa mattina ha reso noti dei cambiamenti per la stagione 2017 di una delle corse più importanti nel calendario delle corse britanniche. Le Juddmonte International Stakes G1, gioiello della corona che si incastona nel prestigioso Ebor Meeting di York, avrà un aumento della dotazione fino ad arrivare alla cifra record di £1 milione, rispetto alla cifra stanziata per il 2016 di £963,750, di cui £546,543 al primo. Ma non è tutto: York ha aumentato in generale anche le dotazioni delle Darley Yorkshire Oaks G1 e delle Nunthorpe Stakes G1 di £10,000 arrivando alla quota di £350,000, mentre per il Betfred Ebor Handicap c'è stato un aumento di £5,000 fino ai £285,000, la dotazione più alta per un Heritage Handicap in assoluto. 
Le Juddmonte sono una corsa assolutamente prestigiosa, sponsorizzata dal Principe Khaled Abdulla, che ha voluto rinforzare un contesto nel quale negli ultimi anni sono passati nomi autorevoli come quelli di Frankel, Sea The Stars, Australia e per ultimo nel 2016 Postponed. Aumentando in generale di £100,000 il montepremi, continuerà ad attrarre stelle del firmamento internazionale, se mai ce ne fosse ancora bisogno, e tutto questo per la vena generosa del Principe stesso secondo le dichiarazioni rilasciate da Lord Teddy Grimthorpe, racing Manager del Principe e Direttore dell'ippodromo di York nel quale, quest'anno, si terrà la 45° edizione di una corsa cresciuta anno dopo anno.

Questione Ippodromo delle #Capannelle, Uilcom e Cgil: 'Avviato licenziamento collettivo'. La speranza di Pautasso..

Arrivano altre novità sul capitolo Ippodromo delle Capannelle. A riportarle è il sito Gioconews che nelle scorse ore ha diffuso il seguente comunicato, a firma di Francesca Mancosu, di cui riportiamo integralmente il testo: 
"Ufficialmente, a noi non è arrivata nessuna convocazione per l'incontro fra Comune di Roma e Mipaaf anticipato dall'assessore allo Sport, Daniele Frongia. Vedremo se e come si sbloccherà la situazione: senza dubbio è necessario un accordo fra ministero e Comune per superare le formalità che hanno portato a questa impasse".
Con queste parole Giuseppe Sperandio (Slc-Cgil Roma e Lazio) commenta a Gioconews.it la situazione dell'ippodromo romano di Capannelle, dopo la sospensione delle corse per il mese di febbraio che ha portato all'avvio di una procedura di licenziamento collettivo di tutte le unità lavorative dell'impianto...

Australia: #Winx si conferma campionessa nelle The Apollo Stakes G2. Eguagliato Phar Lap con 14 vittorie consecutive

L'estate australiana non fa sconti, un pò come Winx. Sotto un caldo torrido, tanto che le corse di Randwick sono state spostate dalla domenica al lunedì, la campionessa australiana, considerata il più forte purosangue in erba del 2016 con una valutazione di 132, dietro solo ad Arrogate e California Chrome, cavalli da dirt, ha ricominciato laddove aveva lasciato: Vincendo. Stavolta completando una striscia di 14 vittorie, raggiungendo un mito australiano come Phar Lap, e confermandosi fortissima sul tema vincendo anche le The Star Apollo Stakes G2 sui 1400 metri. La cavalla di Chris Waller ha dominato letteralmente la contesa nonostante una partenza lenta che ha fatto un pò tremare quelli del suo entourage, tranne Hugh Bowman che è stato algido a bordo consentendole di prendere bene l'azione e facendola distendere poco dopo l'ingresso in dirittura quando la figlia di Street Cry (Machiavellian), 6 anni, di proprietà dei vari Magic Bloodstock Racing, R G Treweeke & Mrs D N Kepitis, ha preso margine cambiando marcia senza mai farsi avvicinare dai rivali. Alla fine il tempo è stato di 1m 22.57s, con 2 lunghezze e mezzo di margine nei confronti di Hartnell (Authorized), sempre battuto dalla campionessa, con al terzo l'altro di Chris Waller, l'ex irlandese Endless Drama (Lope De Vega), giunto a 4 lunghezze dal terzo. Insomma, un dominio totale per la duplice vincitrice di Cox Plate G1 che quest'anno cercherà di ottenere la terza vittoria nella prestigiosa corsa. IL VIDEO DELLE THE STAR APOLLO STAKES QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Il record di Winx