STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 29 settembre 2015

Verso l'Arc de Triomphe: 20 i cavalli rimasti al forfait di martedì, in attesa di 3 supplementazioni di giovedì!

Al primo forfait di martedì, l'ultimo in ordine temporale diffuso da France Galop, sono ancora 20 i cavalli rimasti al Qatar Prix de l’Arc de Triomphe G1 da €5 milioni di domenica 4 Ottobre a Longchamp. Questa lista illustra sorprese come Criterion (Sebring), che figura ancora nonostante il cavallo sia attualmente in Australia, mentre giovedì verranno supplementati Spiritjim (Galileo), Golden Horn (Cape Cross) e Shahah (Motivator) al costo di €120,000. 
John Gosden ha lasciato ancora Jack Hobbs anche se questo sarà molto probabilmente destinato alle Champion Stakes G1 di Ascot, ma in caso di terreno pesante correrà con lui e non con Golden Horn. Di seguito i rimasti ufficiali all'ultimo forfait: 
Numero, cavallo ed allenatore: 1 - FLINTSHIRE - A. Fabre; 2 – EAGLE TOP – J. Gosden; 3 – CRITERION – D. Hayes; 4 – MANATEE – A. Fabre; 5 – MELEAGROS – A. Couétil; 6 – PRINCE GIBRALTAR – J.-C. Rouget; 7 – FREE EAGLE – D. Weld; 8 – SEA MOON – J. OXX; 9 – DOLNIYA – A. De Royer Dupré; 10 – TRÊVE – C. Head-Maarek; 11 – FRINÉ – C. Laffon-Parias; 12 – SILJAN’S SAGA – J.-P. Gauvin; 13 – TAPESTRY – A. P. O’Brien; 14 – NEW BAY – A. Fabre; 15 – KARAKATAR – A. De Royer Dupré; 16 – MIGWAR – F. Head; 17 – JACK HOBBS – J. Gosden; 18 – SILVERWAVE – A. Couétil; 19 – ERUPT – F.-H. Graffard; 20 – FOUND – A. P. O-Brien

lunedì 28 settembre 2015

+++Breaking News+++: Concluso il rapporto Grizzetti/Riccardi con La Nuova Sbarra, i cavalli tutti da Endo Botti

Si interrompe ufficialmente dopo poco meno di un anno il rapporto che legava la coppia di trainer Bruno Grizzetti e Luigi Riccardi alla famiglia Scarpellini. I portacolori della Scuderia La Nuova Sbarra saranno tutti inviati agli ordini di Endo Botti, che già gestisce diversi effettivi di quest'ultima, tra cui Kaspersky
Si interrompe dunque di comune accordo il rapporto tra il team Riccardi Grizzetti e la famiglia Scarpellini, i quali hanno portato alla decisione di chiudere la parentesi con il trainer di Viggiù, a meno di un anno di distanza dall'inizio della partnership. Bisognerà capire come si svilupperà ora il rapporto dato che il 6 Ottobre a Roma ci sarà un dispersal mentre il 4 a Saint Cloud nell'asta dell'Arc sono in vendita Ottone e Winklemann.
A confermare la notizia anche un comunicato diffuso dai vertici della proprietà:
Comunichiamo che, nella giornata odierna, si è risolto il rapporto di collaborazione tra l'Allevamento La Nuova Sbarra e la Grizzetti Riccardi Italia.
Tutto il materiale della scuderia di Capannelle sarà affidato ad Endo Botti e Cristiana Brivio che, con i cavalli già in allenamento a Pisa, diventeranno gli unici allenatori di tutti i nostri effettivi.
L'Amministratore Unico
Andrea Scarpellini
L'altra news di giornata riguarda la collaborazione richiesta a Giorgio Pucciatti per le scuderie romane dove risiede tutto il materiale "locale" della famiglia Scarpellini. Dunque Endo Botti farà la spola da Pisa, ma avrà un riferimento in una persona di grande mestiere tornato a collaborare con la giubba bianca a rombi azzurri con la quale, per poco, non otteneva una storica vittoria nel Derby con Turati. Bentornato Giorgio! 

Francia, domenica c'è l'Arc de Triomphe: Golden Horn verso la supplementazione a €120,000, favoritissima Treve

Sembra strano, ma in realtà manca solo una settimana alla disputa dell'Arc de Triomphe G1 la corsa più prestigiosa e più ricca (€5 milioni di dotazioni) d'Europa per una edizione che potrebbe diventare storica. Facciamo un pò il punto della situazione di quello che potrebbe accadere domenica 4 Ottobre a Longchamp. Lunedì mattina è arrivata la notizia di un grosso movimento di denaro giunto sulla quota di Golden Horn (Cape Cross) la cui quota è scesa dal 6/1 al 5/1. La novità è data dal fatto che il meteo su Parigi prevede bel tempo e terreno scorrevole, dunque è difficile si corra sul pesante, la vera criptonite per il cavallo di John Gosden. Ma la cosa strana è che nei 104 rimasti iscritti (il forfait ci sarà martedì mattina e ve ne daremo conto) non figura il nome di Golden Horn il quale, qualora il tempo volga al meglio, sarà supplementato al costo di €120,000 che il suo proprietario Anthony Oppheneimer non esiterà a sborsare se il disegnino del sole sull'app de Il Meteo.it continuerà ad imperversare. 
Tutti gli altri sono praticamente confermati, con lady Arc ossia Treve (Motivator) è proposta tra i 10/11 ed i 4/5 nei vari antepost e cercherà di ottenere una terza, leggendaria, vittoria nell'Arc de Triomphe G1, cosa mai accaduta nella storia. Certo è che la prestazione nel Vermeille è stata talmente spaventosa che non ammette grossissime repliche, se ripetuta. Ma vincere il Vermeille in quel modo è un pò come aver anticipato l'Arc, in termini di prestazioni, ed i dubbi sono sempre dietro l'angolo per la cavalla dell'Al Shaqab Racing. 
Nell'antepost è stabile a 4/1 il....

Irlanda e Germania: Coolmore e Port Douglas al Curragh, a Colonia Nightflower vince il GP von Europa e punta l'Italia

Nella domenica appena trascorsa un pò d'Irlanda ed un pò di Germania, giusto per fare un rapido punto della situazione. Al Curragh abbiamo visto due potenziali prospetti Classici per il 2016, entrambi figli del champion sire Galileo, ma questo oramai non fa più notizia. La femmina Coolmore (Galileo) ha mostrato tutta la sua maturità acquisita e la crescita riportando con Joseppino in sella le Weld Park Stakes G3 (VIDEO CORSA QUI). La sorella piena di Marvellous e soprattutto Gleneagles, è prodotto della fattrice You’resothrilling (Storm Cat), nome del sindacato che l'ha allevata anche se è di proprietà del Coolmore come scuderia, nel nome di Tabor, Derrick e Smith. Dopo un debutto prudente ed una maiden persa da Anamba (Shamardal), si è tolta la qualifica di maiden in pattern migliorando corsa dopo corsa e ribaltando il riferimento con la cavalla di Michael Halford. Coolmore è a 17/1 nell'antepost delle 1000 Ghinee 2016.
Aidan O'Brien ha proseguito nella giornata vincendo la sua 15° edizione delle Beresford Stakes G2 (VIDEO CORSA QUI) sul miglio, corsa vinta in passato da Sadler's Wells e Sea The Stars, in modalità quasi inattese a 14/1 e regalando la soddisfazione della prima vittoria a questo livello al jockey Emmet McNamara un trascorso sugli ostacoli, in sella a Port Douglas (Galileo), nella foto a sinistra, all'inizio deputato come battistrada degli altri Coolmoriani ma capace di portare tutti a spasso ed emergere nei confronti di True Solitaire (Oasis Dream) per Dermot Weld e al terzo Beacon Rock (Galileo), altro Coolmore con in sella Ryan Moore che era il favorito della corsa. Port è migliorato moltissimo con il paraocchi ed ha sempre risposto alle sollecitazioni del suo interprete.
Come la femmina di cui sopra, Port è....

San Siro, dominio straniero nel Di Capua e Cumani: Red Dubawi vola su Bookrunner. Tra le femmine ecco Victoria Regina. Soddisfazioni italiane per Zapel, verso il Criterium de Maisons-Laffitte, poi Brex Drago e Saent tra gli altri

Tutto sommato è stata una domenica molto bella di corse, con prove incerte e puntellate di ospiti stranieri che fa sempre molto bene al sistema anche se, molto spesso, ci ricordano come le nostre corse stiano vivendo un periodo tutt'altro che florido dal punto di vista delle categorie. Basti pensare che a vincere il Di Capua è stato il 7 anni Red Dubawi (Dubawi), a 12/1, che dopo tanti tentativi di andare a bersaglio in G1, finalmente c'è riuscito in un contesto onestamente abbordabile per uno che ha fatto tante battaglie. Alla 42° corsa in carriera è arrivato il meritato traguardo, giovandosi però di un terreno che stranamente era soffice nonostante i 4 giorni precedenti alla corsa fossero stati con un bel sole su Milano. Il cavallo allenato da Frau Erika Mader e montato da Andreas Suborics ha approfittato della discreta andatura per piazzare lo spunto al momento giusto e controllare sul gruppo con 2 lunghezze di margine nei confronti di Bookrunner (Tiznow), arrembante nel finale, e con Circus Couture (Intikhab) che ha vinto la sua battaglia "domestica" con Kaspersky (Footstepsinthesand) per il 3 ed il quarto posto. La questione terreno ha tenuto banco anche nel dopo corsa con lamentele da parte di Endo Botti, per Kaspersky, e Umberto Rispoli per Bookrunner il quale era sceso in Italia convinto di giocarsi le proprie chances su un terreno veloce. E invece no, ma questa è tutta un'altra storia. Quinto è arrivato l'altro supplementato Mind That Boy (Acclamation), mentre sesto Fanciful Angel (Dark Angel) che, come ampiamente previsto, non arriva ad un 1600 di Milano. Consiglio a Marco Botti: Mettilo a 1200 massimo 1400. Ma sappiamo che lo sa già.. Gli altri si sono confermati a livello di Listed, al massimo. IL VIDEO DEL DI CAPUA QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI. LA CARRIERA COMPLETA DI RED DUBAWI QUI.
Il vincitore è un 7 anni, 95 di Official Rating, che..

sabato 26 settembre 2015

Italians in Repubblica Ceca: Cristian Demuro vince 2 corse e la Jockey's Cup di Praga. Terzo Umbertino Rispoli

Italians in giro per il mondo. Nella giornata di sabato a Praga Umbertino Rispoli e Cristian Demuro impegnati nella Jockey's Cup organizzata dall'ippica Ceca in 7 corse in giornata, nella quale oltre ai nostri hanno partecipato Theo Bachelot, Filip Minarik, Oliver Placais, Vaclav Janacek, Martin Dwyer, Tadhg O'Shea, Bauyrzhan Murzabayev, Jose Luis Martinez, Fabrice Veron, Martin Lane, Jaroslaw Linek, Szczepan Mazur, Per Anders Graberg. Con 2 vittorie Cristian ha vinto la manifestazione portando al palo i primi 2 cavalli montati in giornata. Nella prima corsa con Dumnonia per Pavel Tuma e con Prince Orpen per Helena Blažková. Il computo totale dei punti ha il visto il jockey italiano emergere nei confronti di Fabrice Veron ed Umbertino, autore di piazzamenti. Grazie a Mirek Hlahulek per le informazioni. Seguiranno risultati completi e video.
Intanto Antonio Polli continua la sua esperienza del fine settimana a Varsavia, anche oggi è arrivata una vittoria.

#Newmarket bella gioventù! #Shalaa si conferma nelle Middle Park Stakes, #Lumiere redenta nelle Cheveley Park Stakes

Il sabato che abbiamo vissuto a Newmarket è stato davvero di altissimo profilo. In programma due G1 ed un G2, tra cui alcune prove di maggiore selezione per ciò che riguarda i 2 anni in ottica futura. Solo il tempo dirà, per esempio, quanto sia buono Shalaa (Invincible Spirit) che praticamente si è già costruito una carriera di stallone facendo tutto con velocità a professionalità. Potrebbero anche metterlo in razza subito. Comunque, non molti cavalli riescono ad essere così solidi e così, dopo le July Stakes G2, le Richmond Stakes G2 ed il Morny G1 il figlio di Invincible Spirit (Green Desert) ha allungato la incredibile striscia di vittorie nelle Middle Park Stakes G1 (VIDEO CORSA QUI) mettendo in scena il pezzo forte del repertorio: Parziali bollenti, cambio di marcia e gran velocità di base. Nelle mani di Frankie Dettori il portacolori Al Shaqab allenato da John Gosden ha battuto, meglio di quanto non dica il risultato, Buratino (Exceed and Excel). Non ha forse prodotto la sua migliore prestazione della carriera e non ha battuto fenomeni, ma vincere anche quando non si è al top è comunque sintomatico della grandissima qualità di cui dispone. Frankie si è spinto anche più avanti in una valutazione piuttosto importante, ha detto infatti che si tratta del cavallo più veloce che abbia mai montato paragonandolo, su piste piatte, ad un Frankel della velocità. Di allungare, però, pare non sia il caso. Gosden ha detto che..

giovedì 24 settembre 2015

Milano, ultime verso il Di Capua: Supplementato Mind That Boy per €18,700. Atzeni su Kaspersky, Demurino su Fanciful

Entro le 12 di giovedì mattina è arrivata la supplementazione, al costo di €18,700 euro, di Mind That Boy (Acclamation) per partecipare al Vittorio Di Capua G1 di domenica pomeriggio a San Siro. La lista dei rimasti così si allarga a 13 unità rispetto ai 12 di ieri. Il cavallo in più ha una giubba simile a quella della Effevi, è in comproprietà tra la Ecurie Pandora e Gerard Augustin Normand allenato da Yan Durepaire. Ha corso 4 volte, 2 vittorie, 1 piazzamento ed un np nella Poule d'Essai des Poulains G1 di Make Believe ma poi si è imposto sulla all weather di Deauville quest'estate. Può diventare pericoloso, se migliorato ancora. Per gli altri, tutto confermato o quasi.
Stamattina è arrivata l'ufficialità dell'ingaggio di Andrea Atzeni per montare Kaspersky. Dunque Umberto Rispoli libero di montare Bookrunner per Mikel Delzangles. Fabio Branca ovviamente su Circus Couture, su Porsenna salirà Colombi, mentre Cristian Demuro alla fine salirà su Fanciful Angel, il Blueberry in trasferta dall'Inghilterra allenato da Marco Botti. Confermati al via tutti i tedeschi, in una edizione che diventa molto internazionale. A breve altri aggiornamenti: 
Ecco intanti i rimasti al Di Capua, a poche ore dalla dichiarazione dei partenti: AZARI (56), BOOKRUNNER (58), CIRCUS COUTURE (56), FANCIFUL ANGEL (56), FELICIAN (58), KASPERSKY (58), MIND THAT BOY (56) MOLLY LE CLOU (56), NABUCCO -GER- (58), PORSENNA (58), PRIORE PHILIP (58), RED DUBAWI (58), SPOIL THE FUN (58). ( 13 )
Aggiornamento di venerdì 25 ore 10,30, ecco i partenti definitivi del Di Capua con relativi steccati ed antepost con quote aggiornate alle 12,00 di sabato 26 Settembre: MI 27/09/2015 Pr. VITTORIO DI CAPUA € 242.000 564 P.Grande 1600 GRUPPO I per cavalli di 3 anni e oltre
1 BOOKRUNNER           7   U.Rispoli    58
2 CIRCUS COUTURE   3   F.Branca    56
3 FANCIFUL ANGEL   6   C.Demuro    56
4 FELICIAN                   4   Havlin Robert    58
5 KASPERSKY   (L)        11   A.Atzeni    58
6 MIND THAT BOY   5   G. Benoist    56
7 MOLLY LE CLOU   8   M.Cadeddu    56
8 NABUCCO -GER-   9   D.Vargiu    58
9 PORSENNA   (P)         2   C.Colombi    58
10 RED DUBAWI          10   A.Suborics    58
11 SPOIL THE FUN   (L) 1   O.Peslier    58
PER I CAMPI PARTENTI DELL'INTERA GIORNATA MILANESE CON I PREMI SERGIO CUMANI, VITTORIO RIVA, CRITERIUM NAZIONALE ED IPPOLITO FASSATI CLICCARE QUI.

Calendario: Il Ministero ha pubblicato le date di Ottobre, ecco le giornate, gli stanziamenti e le date dei Gran Premi

E' stato reso noto da poche ore, ma con ampio anticipo rispetto ai canoni standard, il calendario per le corse di Ottobre in Italia. Milano e Roma hanno rispettivamente 13 e 12 giornate, Firenze ne ha 6, Grosseto 4, Siracusa 4, mentre la Sardegna 5 giornate divise tra Sassari (3) e Chilivani (2). Ottobre è il mese di Milano con 4 giornate di Gran Premio tra cui 11 e 18 Ottobre tra Jockey Club G1 e Gran Criterium G2, mentre Roma ospiterà delle Listed il 4 Ottobre e poi il Lydia Tesio G1 il 25 Ottobre insieme al Premio Ribot memorial Loreto Luciani. Di seguito le giornate divise per ippodromo. 
MILANO: (13) 3-4-7-10-11-14-17-18-21-24-25-28-31; ROMA: (12) 2-4-6-9-13-16-18-20-23-25-27-30; FIRENZE: (6) 1-8-11-15-22-29; GROSSETO: (4) 7-14-21-28; SIRACUSA: (4) 3-10-17-24; SASSARI: (3) 16-23-30; CHILIVANI: (2) 3-10.

Aste: Boom delle Tattersalls Ireland September Yearlings. fatturato di €9,9 milioni e +33% di movimento. Attivissimi gli italiani con 44 acquisti complessivi; Alduino Botti ne prende 9 spendendo €200,000

Come ampiamente previsto, le Tattersalls Ireland September Yearlings 2015 sono state un successone di numeri, statistiche, presenze italiane in loco a simboleggiare che c'è sempre fame di purosangue. Del resto ne avevamo parlato in occasione delle DBS di Doncaster e di come i "brizuppari" fossero carichi come cannoni, pronti a spendere denari rimasti nelle tasche in quella occasione. Le indicazioni sono tutte molto buone. Il Day 1 ed il Day 2 sono andati avanti all'insegna di un +32% circa sul fatturato completo, cosa poi emersa dai dati complessivi che sono i seguenti: In totale sono stati offerti 440 cavalli, 5 in più dello scorso anno, ne sono stati venduti 410 (il 93%) con un movimento completo di €9,878,000 (+33% rispetto ai €7,4 dello scorso anno) con la media a €24,093 (+29%) ed il prezzo mediano a €18,000 (+20%).
Sono stati 4 i cavalli venduti sopra i €100,000, il top price lo ha fatto il Lot 164 da Kodiac (Danehill) presentato dal Tally-Ho Stud e venduto ad Amanda Skiffington per €130,000. I due secondi prezzi più alti sono stati per un Harbour Watch (Acclamation), stallone debuttante, venduto per €120,000 alla Hillen & Tuite, due agenti, mentre per lo stesso prezzo è stato acquistato un figlio di Elusive Pimpernel (Elusive Quality) preso dalla BLM Bloodstock. Il quarto prezzo sopra 100 è stato per un maschio da Foostepsinthesand (Giant's Causeway) preso da Peter & Ross Doyle.
Molto attivi gli italiani con Alduino Botti (nella foto) che ha preso 9 yearlings spendendo circa €200,000 con il prezzo più alto per un Dream Ahead (Diktat) da €54,000. La Chimax, non presente a Settimo Milanese, ha comprato 7 puledri spendendo in generale un €70,000. Molti altri italiani hanno comprato nella parte bassa del mercato i primi 3 acquirenti sono stati Salvatore Sciortino (3 acquisti), Agostino Affè (2 acquisti), Vincenzo Fazio (2 acquisti), Glauco Cicognani (2 acquisti), Mark Cuschieri (3 acquisti), Sebastiano Guerrieri (3 acquisti), la New Racing Factory (2 acquisti), Soc All Pdi Pietra Di Filippo Sbariggia (5 acquisti per €50,000 circa), Andrea Marcialis (3 acquisti), Mancini Velia (1 acquisto), Bruno Grizzetti (1 acquisto), Francesco Santella (1 acquisto).
Intanto se volete consultare i dati definitivi ed i risultati completi dal prezzo più alto a quello più basso cliccate sul seguente LINK. RISULTATI COMPLETI TATTERSALLS IRELAND SEPTEMBER YEARLING SALES.
Non solo la 2 giorni, ma c'è stato anche il libro 3 che ha lanciato i seguenti risultati: Offerti 212 yearlings, ne sono stati venduti 182 per un movimento di €1,636,200 (+29%) con la media a €8,990 (+22%) ed il prezzo mediano a €7,399 (+40%). Il top price è stato una femmina da Cockney Rebel (Val Royal) acquistata per €60,000. Anche qui italiani molto presenti, con Alduino Botti che ha preso i più costosi per i nostri connazionali comprando una Intense Focus ed un Captain Gerrard da €12,000 entrambi. La Chimax ha preso una femmina da Fast Company spendendo €11,500. I RISULTATI COMPLETI DELLE Tattersalls Ireland September Yearlings (2) cliccando QUI.

Doncaster: Ricorso accettato per il St Leger, la vittoria torna a Simple Verse ed Andrea Atzeni!

Giustizia è fatta. La British Horseracing Authority ha ripristinato il risultato maturato sul traguardo del St Leger di Doncaster, restituendo la vittoria a Simple Verse (Duke Of Marmalade), femmina di Ralph Beckett che, con in sella Andrea Atzeni, era stata retrocessa a favore di Bondi Beach nel convulso finale della Classica più antica d'Europa. Già in diretta avevamo commentato come la decisione presa dai commissari fosse forse troppo severa nei confronti del fantino italiano e, a distanza di un paio di settimane in seguito al ricorso presentato, le entità superiori sono tornate sui loro passi per dare la versione definitiva a Londra, in una riunione nella quale hanno partecipato anche David Redvers, racing manager della Qatar Racing, Graeme McPherson QC, Andrew Chalk, John Maxse e Kevin Darley, tutti rappresentanti del Qatar. Non c'era Fahad Al Thani, ma quello si era infastidito parecchio già a Doncaster quando dopo la foto di rito, festeggiamenti e robe varie, gli hanno scippato la corsa. Mai mettersi contro chi ti sponsorizza! Scherziamo, ma sicuramente il peso specifico è stato molto. Dunque, tutto come da previsione. Andrea Atzeni vince il suo secondo St Leger consecutivo dopo quello con Kingston Hill lo scorso anno. Aidan O'Brien l'ha presa bene dichiarando: "That's racing". Andate in pace. 

mercoledì 23 settembre 2015

Saranno Famosi: Victim Of Love, sorellastra di Goldstream, impressiona al debutto alle Capannelle...obiettivi Classici!

Per non essere solo la "sorella di", doveva scegliere un debutto particolare. C'è riuscita alla grande Victim Of Love (Ramonti), la sorellastra per 3/4 di del campione italiano Goldstream (Martino Alonso), vincitore del Derby G2 in maggio, che ha risolto una maiden sui 1800 metri in pista piccola con il piglio della cavalla buonissima ed in modalità simili a quelle del fratello, anche se non completamente dal punto di vista fisico. Appena entrata in retta ci ha messo 2 secondi a mettersi sulle gambe e poi in pochi tempi di galoppo ha risolto la contesa vincendo di 5 nei confronti di Black Glory (Golden Titus), ma galoppando come una cavalla navigata in questo mestiere. Il parziale tra i 600 ed i 200 è stato notevole e, come si immagina, inseguirà l'obiettivo del Derby a lungo raggio. Chiaramente se tutto andrà bene..
Prodotto della fattrice Imco Imagination (Darshaan), che ha vinto 6 corse su 78 in Italia, è stata acquistata alle Goffs February Sale del 2003 per €25,000 da Alduino Botti quando la fattrice aveva 11 anni e solo 1 foal all'attivo. Il primo vincitore nel 2006, quando aveva sedici anni, e poi piano piano è sbocciata con Bit To Hell (Hurricane Run), il primo vincitore di Stakes, poi Sweet Lollipop (Shamardal) fino a produrre Goldstream (Martino Alonso), imbattuto in Italia fino al Derby e poi ora allenato da Andreas Wohler per Australian Bloodstock Stable. Imco è stata pensionata dopo aver dato alla luce Victim Of Love, che ora ha un valore anche come fattrice. La seconda mamma è Maria Flying (Critique) vincitrice di Criterium Femminile G3 quando era di Gruppo, di una famiglia che fa capo a Lear Fan (Roberto). Il video del debutto di VICTIM OF LOVE QUI.

Postponed non correrà l'Arc. Roger Varian annuncia già che non sarà a Parigi, pur non avendolo ancora a disposizione..

Abbiamo atteso qualche giorno prima di scrivere la nostra sulla notizia (pubblicata sulla pagina Facebook di Mondoturf in anteprima QUI) per capire se c'erano dei motivi per i quali uno dei più attesi all'Arc, Postponed (Dubawi), è stato annunciato come un non partecipante nella corsa più ricca d'Europa quando tutto faceva prevedere che invece l'avrebbe fatto. Come molti già hanno appreso, e pubblicato su queste colonne, Sheikh Mohammed bin Obaid Al Maktoum almeno una settimana fa ha tolto tutto il materiale dalle mani di Luca Cumani (alla fine erano più di 30 cavalli e non 23 come riferito inizialmente), apparentemente anche li senza alcun motivo come confessato anche dallo stesso trainer italiano. Una scelta controversa che ha posto fine ad un sodalizio ventennale con tantissime soddisfazioni, soprattutto quest'anno con Postponed appunto, capace di vincere le King George con Andrea Atzeni, con il jockey italiano messo su dopo aver "messo giù" il fantino sotto contratto di Obaid, vale a dire Adam Kirby. Non che ci volesse uno scienziato per capire che non è affatto simpatico il jockey inglese allo Sceicco, ma quello che è più strano è successo dopo: Da Ascot in poi il cavallo è sempre stato dichiarato partente nell'Arco con un percorso che prevedeva la partecipazione nel trial classico dell'Arc, nel Prix Foy G1 risolto di forza, non impressionando, ma facendo quello che deve fare un cavallo a 3 settimane dall'obiettivo principale. Da li, tutto è precipitato; Dopo..

martedì 22 settembre 2015

San Siro: Verso Cumani G3 e Di Capua G1. Ecco i rimasti ed i probabili partenti alla prima domenica di G1 della stagione..

Siamo ad inizio settimana, la domenica che ci si prospetta è la prima di G1 della stagione autunnale. In programma a San Siro ci sono Di Capua G1 e Cumani G3, cominciamo a vedere come si può comporre il campo dei partecipanti. Ecco gli iscritti alle due corse: VITTORIO DI CAPUA G1 - 1600 metri - €242,000.
AZARI, BOOKRUNNER, CIRCUS COUTURE, FANCIFUL ANGEL, FELICIAN, KASPERSKY, MOLLY LE CLOU, NABUCCO, PORSENNA, PRIORE PHILIP, RED DUBAWI, SPOIL THE FUN. (12)
PREMIO SERGIO CUMANI G3 - 1600 METRI - €77,000
AURY TOUCH, DON'T BE, KYLLACHY QUEEN, LINARD, LOVE HAPPENS, MALASPINA, MALKA, RESET IN BLUE, ROSEBAY, SOGNANDO LA COMETA, VAGUE NOUVELLE, VICTORIA REGINA, WORDLESS. (13).
Nel Di Capua, al netto di eventuali supplementazioni entro giovedì ed il valzer di fantini di cui parliamo sotto, confermatissimi i migliori italiani con Kaspersky e Circus pronti a darsele ancora di santa ragione dopo il Vittadini G2 di Maggio che ha visto il Nuova Sbarra battere l'Effevi. Entrambi sono rientrati e se la giocheranno alla grande. Cenaia dovrebbe mettere dentro anche Porsenna e Priore Philip, al momento delle seconde linee italiane, mentre Grizzetti getterà nella mischia Azari.

Italians all'estero: Fly On The Night 5° nel Prix Eclipse. I jockey che vincono: Mirco Demuro, Mario Esposito, Antonio Polli.

Italians in Francia. Riportiamo stavolta di una prestazione non in linea con le aspettative di ieri a Chantilly con protagonista Fly On The Night (Equiano) nel Prix Eclipse G3 sui 1000 metri la quale non è riuscita ad emergere su distanza a limite (1200 metri) e su terreno troppo soffice per una come lei. La cavalla di Pietro Sinistri, vincitrice di Bois G3 e Perrone Lr, è andata avanti ma ai 200 ha alzato bandiera bianca finendo quinta di 5 in una corsa vinta dalla progressiva Sasparella (Shamardal), alla terza uscita in carriera. La vincitrice, con in sella Maxime Guyon, ha risposto alle sollecitazioni del suo interprete per vincere di 4 comode lunghezze per i colori della famiglia Wertheimer. Vincitrice al debutto, ha ottenuto un quarto posto nel Prix du Calvados G3. Fly On The Night è iscritta all'asta dell'Arc il 3 Ottobre a Saint Cloud.
In giornata a Chantilly, vittoria per Cristian Demuro in chiusura di pomeriggio: Si tratta della sua 55° affermazione in stagione in Francia. 
Per ciò che riguarda gli altri italiani all'estero in questo fine settimana appena trascorso, ricordiamo la vittoria di Antonio Polli a Varsavia (Video Corsa QUI).
Mirco Demuro...

lunedì 21 settembre 2015

San Siro: Dylan Mouth prosegue da imbattuto nel Federico Tesio, e fa 10 su 10 in Italia. Progetti: Jockey Club, Roma e poi in Inghilterra da Marco Botti. La nostra analisi dello strapotere del 4 anni, il miglior cavallo italiano al momento...

Imbattuto in Italia, 10 su 10. Dylan Mouth (Dylan Thomas) come ampiamente prevedibile ha allungato la striscia di vittorie contro dei connazionali che, onestamente, non possono mai valerlo. Dylan Mouth ha completato la missione Federico Tesio G2 per il secondo anno consecutivo rispetto allo scorso anno quando era un 3 anni forte ma non come quello che abbiamo visto a 4 anni. Il portacolori Effevi (nella foto De Nardin) ha seguito la forte andatura imbastita da Celticus (Stroll) ed ai 600 ha preso iniziativa andando in lunga progressione concludendo con 8 lunghezze di margine nei confronti del solito Bertinoro (Aussie Rules) e Cleo Fan (Mujahid), con le lunghezze limate poi a 5 quando Fabio Branca ha messo giù le mani a partita ampiamente chiusa facendo registrare un tempo di 2m 14,7s, più veloce di quello dello scorso anno di 2m 15,30 con un terreno meno veloce di quello di ieri. IL VIDEO DEL FEDERICO TESIO QUI......

venerdì 18 settembre 2015

Risultati Asta Selezionata SGA: Movimento di €881,500 (-29%), ma cresce la media. Top Price per la Effevi da €70,000

La giornata si è sviluppata con una convinzione. La fascia alta tiene abbastanza, quella bassa tiene relativamente. Due, le altre cose da sottolineare: le riserve molto alte hanno impedito una certa fluidità sul mercato, molti proprietari di conseguenza sono rimasti senza cavallo da acquistare proprio perché quelli "alti" hanno ripiegato su quelli possibili mentre quelli nella fascia bassa hanno atteso l'uscita del ring dei no bid per comprarli all'amichevole. Cosa riuscita in tantissimi casi, quasi sempre.
Alla fine i risultati completi sono i seguenti: I lotti in catalogo erano 73, 7 sono stati ritirati e dunque ne sono passati 66 (l'anno scorso 85) di cui venduti 46 (70%), lo scorso anno erano 67 (79%). Il movimento totale ha fatto registrare un fatturato di €881,500 (-29%), rispetto ai €1,243,000 dello scorso anno. Cresce la media a €19,163 (+3%) ed il prezzo mediano €12,000 (+9%). 
Quanto al top Price, alla fine sono stati due: uno si chiama Miraccomando, una figlia di Poet's Voice (Dubawi) (nella foto sopra) presentata dalla Razza del Sole andato alla Effevi per €70,000, l'altro è stato un figlio di Exceed And Excel (Danehill) venduto alla Rencati, per sciogliere una comproprietà, sempre a €70,000. 
Il Real top Price sarebbe stato quello fatto da Cotton In Law, la figlia di Lawman e Cottonmouth (sorellastra di Dylan Mouth) ricomprata per €110,000 dall'Azienda Agricola Mariano, mentre Felice Villa era arrivato fino a €105,000. Il sciur Villa si è comunque accontentato anche del terzo prezzo più alto dell'asta, il Rip Van Winkle e Fairy Oasis preso per €60,000. 
Degli altri, da menzionare la Incolinx che ha comprato due bei cavalli su una fascia media, tra cui una Requinto (Dansili) ed un Pour Moi (Montjeu) spendendo tra i €37,000 ed i €40,000. La Colle Papa ha comprato un Dragon Pulse (Kyllachy) spendendo €25,000 per un cavallo allevato Luciani. La Aleali ha preso un Myboycharlie spendendo €13,000. Con Marnane, unico straniero, è stato molto attivo ed ha comprato 3 cavalli tra cui il Dark Angel e Lan Fei di Luciani, una bellissima Cape Cross (Green Desert), che si chiama Domitilla, della Razza del Sole e l'unico Mayson (Invincible Spirit) del catalogo spendendo, rispettivamente, €33,000 poi €45,000 e €30,000. All'estero è andato anche un Iffraaj (Zafonic) venduto a Marco Botti per €28,000.
Peccato per le riserve alte della Razza La Tesa, uno dei venduti ha fatto €45,000 spesi per un Aussie Rules con lotta a colpi di bid tra Effevi (risolta in suo favore) con la famiglia Marcialis, altrimenti il mercato sarebbe stato ancora più effervescente. Ma ognuno decide per quello che desidera ed in qualche modo erano giustificate..

giovedì 17 settembre 2015

Sheikh Mohammed Obaid Al Maktoum toglie i cavalli a Cumani! Postponed ed altro materiale passa nelle mani di Varian

Come un fulmine a ciel sereno è arrivata una notizia destinata a far discutere. Sheikh Mohammed Obaid Al Maktoum (nella foto), storico proprietario di Luca Cumani, ha deciso di interrompere il rapporto con l'allenatore italiano con effetto immediato, e dunque anche la chance Postponed (Dubawi), vincitore di King George G1 e Foy G2, dunque candidato per l'Arc de Triomphe G1 fra 3 settimane, passerà agli ordini di Roger Varian come tutto il resto del materiale. Notizia che ha destato scalpore, ovviamente, sia per le tempistiche che per i modi, e che comporta una brutta tegola per il trainer italiano che perde in un colpo 23 cavalli tra 2 anni, 3 anni ed anziani. Pare che alla base ci fossero frizioni per la monta di scuderia Adam Kirby...ma lo stesso Cumani si è detto "devastato" per la decisione, soprattutto perchè apparentemente immotivata. Secondo uno statement diffuso sul sito ufficiale (QUI) ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "No reasons have been given to us as to why this decision has been taken after an association that has lasted 20 years and has enjoyed plenty of success from High-Rise winning the Derby in 1998 through to Postponed landing the King George VI & Queen Elizabeth Stakes this year. Needless to say, it is a devastating blow for the whole team with the news coming so soon after Postponed's win in the Prix Foy at the weekend which confirmed he was well on target for the Prix de l'Arc de Triomphe." I cavalli varcheranno i cancelli di Bedford House per approdare in quelle di Varian, a brevissimo, le Kremlin House Stables con l'ex assistente di Jarvis che ha ovviamente preso bene la news, annunciandolo sul proprio sito ufficiale (QUI). Un duro colpo per l'allenatore italiano..
Sheikh Obaid ha i cavalli da Cumani dal 1997, ha vissuto un momento altissimo grazie alla vittoria di High-Rise nel 1998. Il cugino di Sheikh Mohammed aveva sostituito quest'anno Kirby con Atzeni proprio nelle King George ma già in precedenza aveva qualcosa da ridire sul jockey inglese.

Italians in giro per il Mondo, professionalità a 2 e 4 gambe. Ecco le news che un appassionato deve sempre sapere..

Italians a tutto tondo. Oggi come non mai sono tante le news da dare ai nostri lettori (date in anteprima in versione smart a chi segue la pagina Facebook di Mondoturf cliccando sul MI PIACE QUI) ma che noi vi riportiamo anche con dovizia di particolari.
Lunedì a Saint Cloud soddisfazione italiana nel Prix de Thoiry - Reclamare (Corsa E ) per anziani sui 1600 metri da €19,000 dove, sul pesante, a vincere è stato l'italiano Monte Fanum (Blu Air Force) da qualche tempo in training presso Gianluca Bietolini in Francia. Montato da Jessica Marcialis, si è portato a casa un bel risultato per la gioia del suo team marchigiano. La nostra Jessica ha successivamente vinto a Maisons-Laffitte il giorno successivo, martedì, nel Prix de Gambais, una reclamare sui 2100 metri, a bordo del vecchio Zimri (Take Risks), un 11enne allenato e di proprietà di Mademoiselle Myriam Bollack-Badel.
Sempre martedì, a Maisons, colpo per Daniele Zarroli che con una corsa anche sfortunata ha piazzato al terzo posto la sua puledra Yubris (Frozen Power), al debutto con la monta di Cristian Demuro, piazzatasi terza in una buona reclamare di cavalle discrete pagando 9 di piazza. La femmina acquistata a Tattersalls, tornerà a correre in Italia a meno che Daniele non decida di rimanere stabile in Francia. Lo score di Daniele in Francia parla di 4 corse disputate, 1 vittoria e 3 piazzamenti. Mica male. A fine mese dovrebbe anche rientrare Anchise (Echo Of Light) in Listed, per capire dove potrà arrivare. La cavalla italiana alla fine non è stata iscritta all'asta dell'Arc, dove invece ci sono i "Nuova Sbarra" Ottone e Winklemann, insieme a Fly On The Night (Equiano), vincitrice di Bois G3, allenata ora da Alessandro Botti a Chantilly. 
Qualche giorno fa a Sha Tin, Hong Kong, rientro con vittoria per Beauty Only (Holy Roman Emperor, ex Gentleman Only) al rientro in un ricco handicap "The Kwangtung Handicap Cup" sui 1400 metri da 2.400.000 HKD. Il cavallo allevato dalla famiglia Parri punterà deciso verso l'Hong Kong Mile G1 di Dicembre, se tutto andrà bene, ma intanto Neil Callan ha paragonato il cavallo da lui montato a Blazing Speed. Mica male.. intanto Beauty ha vinto 4 delle 11 corse disputate nell'ex colonia britannica. IL VIDEO CORSA QUI.
Ieri a Yarmouth una bella soddisfazione se l'è tolta al debutto Gabriele Malune, un 19enne sardo, che da qualche tempo lavora per Luca Cumani e nella giornata di mercoledì ha vinto al debutto in sella a Banksea (Lawman) per i colori di Leonidas Marinoupolous, a 34/1! Complimenti ed un buon auspicio per la nuova carriera, iniziata con il piede giusto.
A proposito di fantini ricordiamo come Dario Vargiu il prossimo 30 Settembre proverà a sostenere l'esame di Giapponese per ottenere la licenza permanente nel circuito JRA proprio come hanno fatto prima di lui Mirco Demuro e Cristophe Patrice Lemaire. Anche in questo caso, auguri doppi perchè l'esame è veramente difficile. Mirco Demuro intanto si sta continuando a togliere belle soddisfazioni: DemuroSan è giunto 72 vittorie (6° posizione in classifica generale a pari merito dal quinto e a 3 vittorie dal quarto), ed in più negli scorsi giorni ha vinto ¥1,000,000 per esser diventato leader nella RA's Summer Series leading Jockey.
Cristian Demuro invece continua la sua tourneè in giro per l'Europa e non solo, prossimamente sarà insieme a Umberto Rispoli ospite di un meeting di livello in Repubblica Ceca. 

martedì 15 settembre 2015

Programmi: Golden Horn tra l'Arc de Triomphe, le Champion Stakes e la Breeders' Cup Classic. Decide il meteo..

Golden Horn sfoglia la rosa delle possibilità. Dopo la vittoria sofferta a Leopardstown, sopravvivendo ad una inchiesta dei commissari per una retrocessione che sembrava cosa fatta ed invece ha lasciato tutto immutato, si aprono delle prospettive interessanti in vista di questo fine 2015, forse l'ultima stagione del vincitore del Derby di Epsom G1, di Eclipse e di Irish Champion. Dalle ultime dichiarazioni è emerso che il figlio di Cape Cross correrà per almeno 2 volte, e le opportunità per il cavallo di Anthony Oppenheimer sono le seguenti: Il Prix de l'Arc de Triomphe sul miglio e mezzo, le Champion Stakes sui 2000 metri o la Breeders' Cup Classic G1 sui 2000 metri e sul dirt. Tutto dipenderà dalle condizioni del terreno, ma tra Parigi ed Ascot da inizio a metà Ottobre è normale attendersi un pò d'acqua e terreno non velocissimo. Motivo per cui prende sempre più piede la trasferta Americana, ambiziosa ma affascinante e comunque faticosa. Ecco perchè il suo proprietario ha parlato di speranze nel terreno buono sia a Longchamp che in Inghilterra. In tal caso, sarebbero tutti e due potenzialmente obiettivi per il 3 anni. 

Asta Selezionata SGA per gli yearlings del 18 Settembre 2015. Qualità in offerta a Settimo Milanese, con Bonus SIRE!


Ancora una volta, vogliamo ricordarvi che venerdì 18 Settembre a Settimo Milanese si svolgeranno le aste degli yearlings nati nel 2014! Si tratta come al solito dell'opportunità di acquistare un sogno. L'inizio delle licitazioni è fissato per le 14,00. 
Il catalogo delle aste di ogni appassionato ed operatore ippico è utilizzato come un’agenda segreta: pieno zeppo di scritte, segni, simboli, croci, e riflessioni criptiche degne del miglior archivio di x-files. È il rito delle aste degli yearlings, che si consuma in maniera uguale e diversa ogni anno, in ogni posto del mondo. Un “libricino” che contiene sogni, speranze e auspici di migliaia di proprietari, allenatori o semplici appassionati in cerca del campione di domani, o solo per poter dire…”l’avevo detto io”. 
Il catalogo dell'asta selezionata SGA riservata agli yearlings è finalmente disponibile per la consultazione. Il catalogo infatti da qualche tempo è in distribuzione presso i maggiori ippodromi italiani e stranieri, ma da qualche tempo anche disponibile online al sito www.sgasales.com ma scaricando direttamente il PDF da questo LINK
Come al solito si dice in questi casi, un catalogo estremamente interessante, che contiene molte delle migliori promesse italiane con alcune delle migliori famiglie ed allevamenti nel panorama italiano.
Quest'anno saranno 73 i puledri che sfileranno sotto il martello del banditore il 18 Settembre prossimo a Settimo Milanese (inizio licitazione ore 14,00), tra cui rappresentanti di importanti stalloni cosidetti “proven” nel panorama europeo e i migliori stalloni debuttanti del vecchio continente. Ma non è tutto. Ricordiamo che chi compra alle Aste Selezionate SGA ha diritto anche al BONUS SIRE, capace di distribuire cash €4,000 ai vincitori di una qualsiasi maiden in Italia. Più sotto vi spiegheremo meglio il funzionamento ma in questo frangente della stagione, per esempio, tanto Basilius a Roma quanto Michele Strogoff a Milano hanno guadagnato il primo premio della maiden + i 4,000 euro pronta cassa che la SGA ha previsto per ognuno dei puledri acquistati all'asta. 
Come tutti sanno si tratta di un anno particolare, nel quale il calo delle nascite, la crisi nel settore e la voglia di non investire a causa di pochi incentivi statali, ha contribuito ad avere un catalogo con meno di 100 yearlings che comunque i migliori allevamenti italiani hanno da proporre. Nonostante i non molti effettivi, alcuni hanno preferito vendere privatamente senza arrivare alla "lotteria" dell'asta, ci sono delle buonissime individualità e venire a Settimo è sempre una buona occasione per fare un affare, oltre che essere un momento conviviale. Come banditori avremo John O’Kelly, Franco Raimondi ed Andrea Zanoboni, la diretta dell'evento affidata a Luca Galbiati. 
Entriamo nel vivo del catalogo raccontando che spulciando nella sezione aste del sito la sottosezione "crea il tuo catalogo" sul sito SGA (Powered by MagProject) e soprattutto sull'app di equineline (Sales Catalogue), quando verrà reso noto il catalogo, a ore. Puoi modificare, sottolineare e votare i tuoi cavalli ogni pagina di catalogo direttamente da iPad o iPhone come fosse un catalogo cartaceo. 
GLI STALLONI: Ce ne sono 37 e la forbice è ampia. Ci sono alcuni dei top class europei ed altri molto molto commerciali. Si parte da Cape Cross, quest'anno "on fire" come padre di Golden Horn, vincitore di Derby e di Eclipse. Poi ci sono 2 Kyllachy, 2 Dark Angel, 2 Exceed And Excel, 1 Holy Roman Emperor, Lawman, Rip Van Winkle, Dutch Art, Henrythenavigator, Approve, Iffraaj, Aussie Rules, Choisir, Rock Of Gibraltar, Myboycharlie, Aqlaam, Rail Link, Air Cheif Marshall ed i talentuosissimi figli di Canford Cliffs e Poet's Voice, i first crop sires Mayson, Power, Harbour Watch, Requinto, Dragon Pulse ed il derbywinner Pour Moi i cui primi figli hanno cominciato a vincere.
Presenti poi tutti i migliori stalloni italiani con Ramonti (2), Blu Air Force (2), Mujahid (2), Red Rocks (7), Pounced (3), Desert Prince (4), Daggers Drawn (7), Gladiatorus (1), Kingsfort (9), Prussian (1), Colossus (1) e Shamdinan (2) rappresentanti dei migliori allevamenti nostrani. 
GLI ALLEVAMENTI PRESENTI. La Le.Gi., negli ultimi anni ai vertici dell'allevamento italiano con vincitori di Derby, talenti internazionali e bellissimi cavalli con ottime genealogie proposte nel ring, quest'anno arriverà a Settimo Milanese con 5 yearling prodotti di alcune delle famiglie più interessanti nel panorama nazionale. La Razza del Velino made in Botti presenterà 9 yearlings, il Centro Equino Arcadia avrà gli ultimi Red Rocks come proposte, dall'anno prossimo (2017) ci saranno i primi Sakhee's Secret attesissimi sul mercato. Comunque, sono 5 i cavalli che passeranno a Settimo Milanese. La Razza del Sole avrà 9 yearlings da presentare, La Tesa avrà 5 cavalli, la Agricola Patrizia ben 4, L'Azienda Agricola Cansana 6, 1 Giuliano Fanti, 3 Roberto Bernardoni, 1 l'Andy Capp, 6 i Mandorli di Bruno Bardi, 3 La Morosina solo per citare alcuni dei complessi. Non vogliamo svelarvi tantissimo altro, nelle prossime settimane faremo un check sui puledri più interessanti ma intanto quello che vi raccontiamo sono le proposte più succose:
LOT 2PIRATE LOOK un maschio da CANFORD CLIFFS e Gerika
LOT 7, una Rock Of Gibraltar per 3/4 sorella di Irene Watts e Iomeeirene, vincitrici
LOT 11, un Exceed And Excel e della buonissima L'Indiscreta
LOT 14, LOST ANGEL un Dark Angel e Lan Fei, stretto consanguineo di PRIORE PHILIP
LOT 16, FLASH D'OR una Henrythenavigator e Life At Night, la mamma di REGARDE MOI e di Voila La Victoire, terza nei giorni scorsi a Saratoga in una ricca condizionata da $90,000.
LOT 19, MI RACCOMANDO una Poet's Voice e Maschera D'Oro, da cui Michele Strogoff e Mia Diletta
LOT 26, una KYLLACHY stretta consanguinea del campionissimo OVERDOSE
LOT 29, VALCUVIA una femmina da RED ROCKS e dalla buonissima RIVELAZIONE
LOT 31, una figlia di REQUINTO e SAMADEN, vincitrice di Perrone Lr
LOT 37, MOON ESCAPE da Power e Star Force, consanguinea di BLU CONSTELLATION
LOT 42, VERONICA WATCH da Harbour Watch e la buonissima Veronica Franco
LOT 43, SOUNDS OF APRIL una femmina da Exceed And Excel e Wickwing
LOT 44, WEILL un maschio da Red Rocks e Wide Range, madre di vincitori
LOT 47, ZOLTAN maschio da RED ROCKS e ZARIMILLA, stretta consanguinea della campionessa Sudafricana IGUGU (Galileo).
LOT 49, DRAGON FORCE da Dragon Pulse ed Air County, di una famiglia di vincitori
LOT 52, ARIA DI QUALITA, una femmina da DUTCH ART e Aria di Festa
LOT 58, Best Actress una femmina da KYLLACHY, mezza sorella di Panther Cat
LOT 59, COTTON IN LAW, figlia di LAWMAN e COTTONMOUTH, sorellastra del Derbywinner DYLAN MOUTH
LOT 61, DOMITILLA, una femmina da CAPE CROSS e DAN LOOSE DAUGHTERS
LOT 63, LIFE AT BEST, femmina da Holy Roman Emperor e Diavla. Sorellastra di Souviens Toi
LOT 67, NE PAS SUBIR maschio da POUR MOI ed Entraque
LOT 68, PUNTA LINKE femmina da DARK ANGEL ed Eroica, sorellastra di Punta Stella
LOT 70, maschio da EXCEED AND EXCEL e Fair Nashwan
LOT 71, RIP OASIS maschio da RIP VAN WINKLE e Fairy Oasis, parente di Fair Nashwan
Basta non diciamo nient'altro per non togliervi il gusto di spulciare pedigree per pedigree alla ricerca del migliore affare! Buona lettura!
Per informazioni, assistenza e prenotazioni alberghiere scrivere al seguente indirizzo email: info@sgasales.com
Ed ora, a proposito del BONUS SIRE ecco alcune delle domande più frequenti:
Chi può vincere il bonus nel 2016?
Tutti i cavalli italiani nati nel 2014 e in catalogo alle aste yearling Sga 2015
Ma quanto si vince?
4.000 euro pronta cassa
Come si vincono questi 4.000 euro?
Il Bonus SIRE verrà corrisposto ai proprietari dei cavalli acquistati alle aste yearling  SGA vincitori a 2 anni di una corsa con premio al primo di almeno 5.100 euro
Cosa bisogna fare per accedere al bonus e quanto costa?
L’allevatore deve aderire al Bonus SIRE all’atto dell’iscrizione alle aste, versando 100 euro. Il proprietario dovrà confermare la partecipazione, pagando altri 100 euro, al momento dell’acquisto
Ma se uno yearling passa invenduto alle aste può concorrere al Bonus SIRE? 
C’è la possibilità di un’iscrizione supplementare, per tutti i cavalli in catalogo che non sono stati venduti e per quelli che sono stati ritirati, a patto che figurino in catalogo. Il proprietario avrà agio di iscrivere il puledro entro il 15 dicembre 2015 pagando 500 euro sempre che l’allevatore abbia aderito in precedenza al Bonus Sire
Come riconosco uno yearling eleggibile per il Bonus Sire?
Sul catalogo delle aste verrà indicato chiaramente con un Logo
Puntare 100 euro sulla vittoria a 2 anni di un puledro che ho appena comprato all’asta è una buona scommessa?
Se non si pensa che quel puledro sia buono abbastanza per vincere una maiden a 2 anni allora è meglio non comprarlo… Semplificando la scommessa è: 100 euro a 40 contro uno che vincerà a 2 anni. Magari trovare un bookmaker che la reggesse!
Allora quanto può portare a casa un puledro iscritto al Bonus SIRE se vince una corsa da 5.100 euro al vincitore?
Facciamo i conti della serva: 5.100 euro di premio, più 4.000 di Bonus SIRE. Più il premio aggiunto, perché i cavalli eleggibili sono tutti italiani, del 50%. Alla fine una maiden da 5.100 vale 11.750 euro con un cavallo acquistato alle aste SGA. Con quelli comprati all’estero vale solo e sempre 5.100!
Allora è l’albero della cuccagna, bisogna approfittarne prima che tutti ci si buttino…
Approfittane!

domenica 13 settembre 2015

Capannelle a tinte Botti: Azzeccagarbugli domina il Rumon, Cassina De Pomm bissa nel Repubbliche Marinare

In Italia sono andati in scena dei trials interessanti in vista delle corse di selezione per i 2 anni locali, cioè il Gran Criterium G2 del 18 Ottobre e il Dormello G3 per femmine l'11 Ottobre. Nel Rumon Lr per i maschi, la vittoria è andata come da copione ad Azzeccagarbugli (Kodiac), un portacolori Effevi, allenato da Stefano Botti, che ha replicato il netto assunto di Agnano dove ha disperso la compagnia di 8 lunghezze, qui fermandosi ad 3 lunghezze di margine sul secondo arrivato Arcan Boy (Arcano) per Glauco Cicognani e Staisenzapensieri (Royal Applause), finito bene all'epilogo e facente parte di un team di neo proprietari appassionati. Il vincitore è un figlio di Kodiac (Danehill) che ha rifinito i 1500 in 1m 33,8s. Destinato probabilmente al Gran Criterium ma Fabio Branca ha smorzato sul nascere paragoni con Hero Look. Azzecca è stato acquistato per €18,000 alle Goffs di Febbraio 2015. Non pervenuto Stefano Botti che ha embargato da qualsiasi dichiarazione la stampa. Peccato. Si trattava della quarta vittoria consecutiva in questa corsa per il trainer di Cenaia che ha vinto con Virtual Game, Priore Philip, Ginwar ed ora con l'Avvocato di Manzoniana memoria. Per i 2 piazzati si parlava di Premio Guido Berardelli G3, dove troverebbero comunque Voice Of Love (Poet's Voice), l'altro buono di Botti che ha vinto ad inizio stagione a Capannelle. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
Nella prova per le femmine, il Repubbliche Marinare, bella impressione destata da Cassina De Pomm (Pounced), allevata in Italia dalla SAB di Besnate, che ha risolto in grande stile in 1m 32,6s la corsa rischiando molto non trovando spazio in retta, allargando e coinvolgendo in un cross Renee Montoya, rischiando per se e per gli altri, e facendo suonare la sirena ai commissari. Ma le 3 lunghezze di margine sulla seconda hanno spento sul nascere qualsiasi discussione. Cassina aveva debuttato vincendo molto bene e mettendosi in moto nei 200 finali, qui ha risolto ancora con ampio margine rimanendo imbattuta in 2 uscite. Seconda è arrivata la interessante Moira In Love (Prussian) con Marco Monteriso a bordo per Maurizio Guarnieri in formissima nel periodo, e sempre molto disponibile nelle interviste. Terza è finita bene e cattiva Rabiosa Fiore che ha raccolto le avversarie in fondo. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
Queste erano le 2 Listed, tecnicamente era bello vedere una condizionata sul miglio dove a vincere è stato per dispersione Circus Couture (Intikhab) per il quale è stato tutto veramente troppo facile nei confronti di Spiridon Louis inventatosi milerSei le lunghezze di margine che fanno riaprire la polemica sulle condizionate fatte ad hoc per cavalli nettamente superiori. Circus, che rendeva 4 chili agli avversari, ha scherzato letteralmente rifinendo la condizione in vista del Di Capua G1 e rispondendo così a Kaspersky, vincitore del Vittadini G2 proprio davanti al 3 anni della Effevi la scorsa stagione, e autore di ottimo rientro la settimana scorsa. La nota lieta è Paco Royale (Paco Boy), astro nascente l'anno scorso, che ha risolto i suoi problemi fisici post Gran Criterium venuto a prendere il terzo posto ai danni di Winklemann (Rip Van Winkle) sottotono. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
A San Siro invece in una condizionata stringata a sole 4 unità, ancora Botti con Basilius (Dream Ahead) che dopo lo sparo nel debutto ha messo in riga Lucan Sweet (Dark Angel), secondo nel Primi Passi G3, che rendeva chili e forse distanza. Il fratellastro di Porsenna ha vinto mettendo in mostra un bel cambio di marcia. Insomma, l'autunno che ci aspetta è sempre più in tinte Botti. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.

Irlanda: Magnifico Air Force Blue nelle National, Order Of St George nel St Leger. Grave infortunio per Brown Panther..

Al Curragh c'è stata una giornata di livello a chiudere il weekend irlandese. Nelle Goffs Vincent O'Brien National Stakes G1 a vincere è stato impressionando il favorito Air Force Blue (War Front), un bestiazzone di 2 anni che con Joseppino in sella per Padre Aidan ha vinto di 3 su Herald The Dawn (New Approach), il fratello di Dawn Approach. Bene, molto bene. VIDEO CORSA QUI.
Nel Palmerstown House Estate Irish St. Leger G1 vittoria andata al tre anni Order Of St George (Galileo), ritirato nel St Leger inglese, che ha battuto Agent Murphy (Cape Cross). Ma la corsa resterà alla storia come l'ultima per Brown Panther, cavallo di Michael Owen, infortunatosi gravemente in corsa. Pace all'anima sua, un cavallo con il cuore grande così. Grinta impareggiabile, allenato da Tom Dascombe ha vinto 11 delle 28 corse disputate tra cui il St Leger con oltre un milione di sterline vinte. In generale, ha dato tanto ai suoi uomini. L'ex pallone d'oro ha rilasciato questo statement sul suo profilo ufficiale: "I was with him when he was born, shared an experience for seven years that will never be repeated and gave him his last kiss goodbye. I've not shed so many tears in years but my grief is shared. Life will not be the same without you." Commovente addio.
Nelle Flynig Five Stakes G2 bella verve per il vecchio Sole Power (Kyllachy), 8 anni e non sentirli, che ha battuto Maarek e Take Cover con Toscanini solo al quarto posto. VIDEO CORSA QUI.

Longchamp: #Treve, #Postponed e New Bay superano i test #Vermeille, #Foy e #Niel verso l'Arc de Triomphe

In Francia sono andati in scena i trials in vista della giornata dell'Arc de Triomphe. Tutto come da pronostico, nel senso che nelle prove di maggior spicco non ci sono state sorprese dell'ultima ora. Ricordate che tutto quello che accade nelle preparazioni a Longchamp, può essere sovvertito in 3 settimane. Nella fattispecie si sono fatti trovare pronti tanto Treve, quanto Postponed, New Bay e ci mettiamo anche Ervedya che ha vinto una corsa imperdibile causa manifesta inferiorità degli avversari, quelli presenti dopo i numerosi ritiri. Partiamo dalla detentrice del titolo dell'Arc de Triomphe G1 Treve (Movitator) che ha vinto il Vermeille (VIDEO QUI) G1 con poderosa azione, sfrizionando negli ultimi 400 metri scattando come un pendolino e risolvendola da lontano, debellando la debole resistenza di Arabian Queen che sulla falsa dirittura era già del gatto. Forse le è rimasta sul collo la prestazione contro Golden Horn a York. Ma a vincere è stata la cavalla di Criquette Head con Thierry Jarnet a bordo, già in formato Arc che cercherà di vincere per la terza volta consecutivamente. Cosa mai accaduta nella storia delle corse, ma i miti sono fatti per essere sfatati. La domanda è: Ce la farà Treve? Chi è il suo avversario più temibile nell'Arco? Qui a Longchamp ha battuto nell'occasione Candarliya (Dalakhani) e Sea Calisi (Youmzain). 
Chi sono costoro? Non certo un Postponed (Dubawi) d'annata, che ha risolto di forza il Prix Foy G2 (VIDEO QUI) per Luca Cumani con Andrea Atzeni a bordo. Il figlio di Dubawi (Dubai Millennium) non è apparso tiratissimo, però intanto ha vinto e le vittorie fanno venire gli occhi azzurri ed i capelli ricci. Il tempo dice 2m 32.88s (slow by 2.38s), meno alto di quello di Treve (2m 34.09s (slow by 3.59s)), con avversario battuto in Spiritjim (Galileo) ed al terzo Baino Hope (Jeremy), con al quarto Dolniya (Azamour) troppo brutta per esser vera. Ma sarà bella fra tre settimane. 
Nel Niel G2 (VIDEO QUI) ha fatto un canter di salute il favorito New Bay (Dubawi) che ha sfruttato al massimo la situazione tattica seguendo il battistrada ed andando in lunga progressione con Vincent Cheminaud passeggero non pagante a bordo, per debellare a 2 lunghezze e mezza (che sarebbero potute essere anche di più) nei confronti di Silverwave (Silver Frost). Insomma, secondo noi in giro ci sono 3 anni più forti di New Bay, ma in Francia è stimatissimo ed il suo allenatore merita rispetto perchè sa che non era al 100%. Il tempo è il peggiore di tutte le prove sul miglio e mezzo, di 2m 35.10s (slow by 4.60s). 
Il betting dell'Arc de Triomphe ha reagito abbassando ancora di più la quota di Treve a 1,9, mentre New Bay è il secondo Favorito con Jack Hobbs e Golden Horn proposti a 8/1, mentre Found, Postponed, e Free Eagle sono proposti tra il 15/1 ed il 17/1. Dolniya è a 26/1.  
Nelle altre prove: Il Petit Couvert G3 (VIDEO QUI) ha laureato Movie In Time (Monsieur Bond) il quale ha rifinito alla grande per l'Abbaye G1 già vinto lo scorso anno. Nel 2014 era arrivato secondo di Mirza, mentre nell'occasione si è dimostrato già in palla (pure troppo) per quello che è il chilometro meno comprensibile (in tv e sul campo) d'Europa. Se vince, non lo vedremo mai bene ma solo dopo il palo. Comunque, David O'Meara al training e Danny Tudhope in sella.
Nel Moulin G1 (VIDEO CORSA QUI) il terreno pesante ha tolto di mezzo i vari Arod, Dutch Connection, Esoterique e Territories dunque tra i rimasti Ervedya (Siyouni) ha calciato un calcio di rigore a porta vuota con Cristophe Soumillon in sella che avrebbe perso solo causa rottura staffile o tragedia megagalattica. La femmina di Jean Claude Rouget ha passeggiato su Akatea (Shamardal). Gli altri, non c'erano. Peggio per loro.

sabato 12 settembre 2015

Leopardstown: Golden Horn vince le Irish Champion Stakes battendo Found e quasi abbattendo Free Eagle!

Ancora più incredibile, se prendiamo a riferimento quanto accaduto a Doncaster, quello che è successo a Leopardstown. Nelle Irish Champion Stakes G1 a vincere sul palo è stato Golden Horn (Cape Cross) il quale è sopravvissuto ad un intervento dei commissari dopo una netta deviazione ai danni di Free Eagle (High Chaparral) con il quale aveva dato vita ad un duello prima che il cavallo montato da Frankie, complice un'ombra, non scartasse nettamente verso il cavallo di Dermot Weld fermandone l'azione. Golden Horn ha proseguito per la sua strada e sul palo è passato per primo mentre Found, acquattata dietro ai primi, è riuscita a prendere il secondo posto. Ne ha fatto le spese solo Free Eagle, di fatto, perchè la deviazione è stata davvero molto pericolosa ed il risultato invariato. Questa si, che è una vera decisione all'inglese che ha salvaguardato il risultato sportivo che altrimenti avrebbe avuto Found al primo posto. Anche qui, come sopra, dateci la Vostra impressione. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
Comunque, al netto di tutte le storielle, Golden Horn è andato forte partendo ancora una volta brillante e gestendola in avanti, girando stretto.. Found ha confermato di essere in ordine e di contare tanto quando è fresca, e stessa cosa per il povero Free Eagle a cui non ne va una dritta. Stagione da incorniciare per Frankie (21° pattern in stagione) e John Gosden, con Anthony Oppenheimer quasi sorpreso di salire in premiazione. Prossimo obiettivo per il figlio di Cape Cross (Green Desert) è l'Arc de Triomphe. Questa corsa ci ha dimostrato che deve sfogarsi, ogni tanto, ed ha bisogno di correre. 
Quanto agli altri: Direi che per il leone Cirrus è giunto il tempo di una meritata pensione con tanta erba da brucare. 

Doncaster: Atzeni vince il St Leger, ma viene retrocesso. Promosso Bondi Beach. Bocciati i commissari

Incredibile a Doncaster. Sul palo del St Leger è passata Simple Verse (Duke Of Marmalade) ma poco dopo i commissari hanno ritenuto di intervenire per distanziare la cavalla montata da Andrea Atzeni per i colori della Qatar Racing, a favore di Bondi Beach (Galileo) che dunque è stato promosso al primo dopo decisione presa dopo la corsa, in sala commissari. Scelta a nostro avviso estremamente discutibile perchè la femmina di Ralph Beckett si è presa si lo spazio quando non ne aveva, è vero, ma il tutto è rimasto secondo quelli che sono i criteri di liceità assorbiti da tante corse inglesi viste e riviste. I commissari hanno invece ritenuto quella spallata pregiudizievole di un miglior piazzamento per il Coolmoriano con Colm O'Donoghue che ha convinto gli stessi nella Steward's Room, i quali dunque hanno tolto il titolo alla femmina. Atzeni incredulo, Ralph Beckett indignato e Fahad Al Thani che ha lasciato Doncaster furioso annunciando che farà ricorso. Quanto alla corsa, per Andrea Atzeni era la seconda affermazione consecutiva nella Classica più vecchia in Inghilterra, un anno dopo la vittoria con Kingston Hill con Simple Verse, supplementata per £50,000 nei giorni precedenti. Giudicate voi. IL VIDEO DEL ST LEGER QUI.
Seguiranno approfondimenti.
La retrocessione di Atzeni, per poco non ci faceva dimenticare che ne ha vinte altre due nel convegno. Una, bellissima, con Limato (Tagula) che ha vinto le Park Stakes G2 (VIDEO QUI) al rientro dal terzo nella Commonwealth Cup G1 di Ascot. il figlio di Tagula (Taufan) allenato da Henry Candy ha dato una categoria a Markaz (Dark Angel) e Breton Rock (Bahamian Bounty) sul quale c'era Umberto Rispoli. Dopo la retrocessione, è arrivata una facile vittoria in handicap sempre per i colori di Al Thani su Captain Morley, ma quando il boss se n'era già andato altrove.
Alla voce imprese memorabili della giornata, segnatevi il nome di questo cavallo: Emotionless (Shamardal) che ha vinto le Champagne Stakes G2 per i colori Godolphin sui 1400 metri senza mai uscire dal canter con William Buick in sella. Il figlio di Shamardal ha avvicinato Ibn Malik, secondo di Vintage Stakes G2 a Goodwood, e lo ha disperso nettamente. Emotionless è un bel cavallo che ha ottimo cambio di marcia, anche se ha corso solo 100 metri, ma personalmente ha impressionato tantissimo per la concentrazione e la facilità d'azioni. Ha iscrizioni alle Royal Lodge Stakes G2, alle Dewhurst Stakes G1 e Racing Post Trophy G1 qui a Donny. In generale, è diventato il fava nell'antepost delle 2000 Ghinee 2016. Giudicate voi, il video lo trovate QUI.

Leopardstown: Ritirato Gleneagles dalle Irish Champion Stakes. Terreno non sufficientemente asciutto...

Niente, neanche stavolta. Uno dei più attesi, Gleneagles, è stato ufficialmente ritirato dalla partecipazione nelle Irish Champion Stakes G1 di Leopardstown. Ad indurre Padre Aidan al ritiro, ovviamente, sono ancora una volta le condizioni del terreno non abbastanza veloce per il figlio di Galileo, che resta dunque sulla vittoria nelle St James G1 di Giugno. Ora però, dopo i ritiri nelle Sussex, nel Le Marois, nelle Juddmonte International, qualcosa comincia a puzzare di bruciato....

Irlanda: Gli ultimi update su Leopardstown dicono bel tempo e terreno che asciuga. Tutti presenti alla sfida delle sfide?

Diamo conto delle ultime news dall'Irlanda di sabato mattina in vista di quella che potrebbe essere la corsa più bella della stagione, le Irish Champion Stakes dove potrebbe materializzarsi una sfida tra i più forti, con 8 vincitori di G1 in pista. Ricordiamo che sono stati dichiarati partenti i migliori disponibili sul segmento dei 2000 metri: Golden Horn, Gleneagles, Cirrus Des Aigles, The Grey Gatsby, Free Eagle, Highland Reel e le femmine "virago" Pleascach e Found. Al momento le quote antepongono la chance di Golden Horn a quelle degli altri: Ora è a 7/4 ma la quota "drifta" verso il 3. Il controfava è Gleneagles a 4/1, come Free Eagle. Found è a 15/2, Cirrus a 8/1, il grigione è a 9/1, Pleascach a 16/1 e Highland Reel a 25/1. 
Ieri su Dublino è caduta molta pioggia che per molte ore ha fatto pendere la bilancia verso il no definitivo, anche se non ancora comunicato, per la presenza di Gleneagles e Golden Horn alle Irish Champion irlandesi. Lo statement mattutino recita così: going yielding, soft in places (inside). Yielding, good in places (outside). Significa che al 99% i due non correranno, o almeno solo Gleneagles. 
Ma, c'è un ma. Giove pluvio deve essersi messo una mano sulla coscienza, perchè nelle ultime ore su Leopardstown brilla un bel sole e c'è anche del venticello. Tutto questo, contribuirà a far asciugare la pista? Di sicuro si correrà su un tracciato poco lavorato, per questo (cosa inusuale) è stata anticipata la disputa delle Irish Champion alle 5,45 ora locale, anzichè le 6,50 come previsto nei giorni scorsi. Intanto negli ultimi 3 minuti in cui vi scrivamo è stato pubblicato un aggiornamento che recita così: Leopardstown: Good to Firm (Outer track: Firm in places). La pioggia dunque sembra essersi spostata verso l'Inghilterra.. Intanto Brian Kavanagh, direttore dell'ippodromo ed in generale impegnatissimo per far riuscire questa giornata, è stato visto con un phon Rowenta intento ad asciugare il tracciato..Si vede, proprio li, in mezzo alla pista.. fateci caso..
Nel frattempo facciamo un gioco sulla pagina Facebook. Clicca mi piace sul tuo favorito seguendo il Link, vediamo quanti ne otteniamo!
Se ti piace GOLDEN HORN clicca QUI e metti mi piace alla foto.
Se ti piace GLENEAGLES clicca QUI e metti mi piace alla foto.
Se ti piace CIRRUS DES AIGLES clicca QUI e metti mi piace alla foto.
Se ti piace THE GREY GATSBY clicca QUI e metti mi piace alla foto.
Se ti piace FREE EAGLE clicca QUI e metti mi piace alla foto.
Vai, spolliciate!

St Leger Festival: Molta Italia al Town Moor. #Atzeni e #Pallasator nella Cup, Frankie e #Gutaifan nelle Flying Childers

Il Festival del St Leger comincia a salire di tono. Venerdì al Town Moor abbiamo visto qualche individualità che va raccontata soprattutto in chiave italiana, o semi. Nella Doncaster Cup G2 la vittoria è andata al "quirky but talented" Pallasator (Motivator) che grazie ad una sensibile ma decisa monta di Andrea Atzeni ha prodotto il meglio che poteva fare per disporre di Clondaw Warrior (Overbury), sul quale c'era Frankie Dettori. Al terzo è finito l'ex Rencati Suegioo (Manduro), sempre allenato da Marco Botti. Per il cavallo allenato da Sir Mark Prescott (già farlo vincere è stata una impresa) è la prima vittoria a livello di Gruppo. Sheikh Fahad Al Thani è apparso visibilmente soddisfatto sotto i suoi baffetti delicati. ed ha annunciato che è fantastico vincere in giornate del genere annunciando l'obiettivo del suo cavallo tutto matto, e sarà la British Champions Long Distance Cup, una corsa nella quale è finito terzo lo scorso anno. Dicevamo: In Pallassator, non solo la monta, ma anche un pedigree che rimanda molto all'italianità: La mamma è Ela Athena (Ezzoud), piazzata di G1 in carriera. La 4° mamma è Croda Alta, dunque della famiglia di Jakkalberry, Crackerjack King, Awelmarduk etc..IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
Ancora un pizzico di tricolore nelle Flying Childers Stakes G2 dove si è confermato Gutaifan (Dark Angel), nella foto, per i colori Al Shaqab e Frankie in sella, che dopo esser arrivato secondo nel Papin G2 si è ripreso la scena vincendo sui 1000 metri ed spaccando il cronometro sul 58.04s, realizzato il record della corsa e battendo quello precedente di Sand Vixen nel 2009. Il figlio di Dark Angel, stallone infuocato al momento, ha dato la sua accelerazione quando il jockey glielo ha chiesto ed ha dovuto battagliare per opporsi alla resistenza di Ornate (Bahamian Bounty) nei 100 metri conclusivi ma risolvendola con gran coraggio. Molto tenace, è stata una bella lotta risolta da un cavallo che piace moltissimo. Per Frankie era la 20° corsa di Gruppo della stagione. Terzo è finito l'altro di Hannon Log Out Island (Dark Angel). Guta torrnerà sui 1200 ed è probabile un suo summit a Newmarket per le Middle Park G1. Ma in pratica, è già uno stallone. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
Dall'Irlanda Jim Bolger ha inviato Turret Rocks (Fastnet Rock) la quale ha vinto con stile le May Hill Stakes G2 sul miglio in pista dritta sotto la spinta di genero Kevin Manning, andando a riprendere la fuggitiva Marenko (Exceed And Excel). La cavalla irlandese veniva dal quarto posto nelle Debutante G2 Stakes vinte da Ballydoyle, ed ha fatto valere i riferimenti allungando sull'extra furlong. In futuro allungherà ulteriormente, venendo da una famiglia di cavalli che fanno la distanza.. anche se c'è di mezzo anche Goldikova, in quel pedigree. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.

venerdì 11 settembre 2015

Australia: Snow Sky in partenza per Flemington, obiettivo Melbourne Cup. Dritti alla meta, senza preparazioni..

Un altra barriera sta per essere distrutta. Quella di Khalid Abdullah che potrebbe avere il primo rappresentante in Australia nella Emirates Melbourne Cup G1 con Snow Sky (Nayef), annunciato nei giorni scorsi come in grado di assolvere l'obiettivo del 3 Novembre prossimo a Flemington. Il cavallo allenato da Sir Michael Stotute, vincitore della Yorkshire Cup e delle Hardwicke Stakes G2, attualmente è a 12/1 nell'antepost della corsa che ferma una nazione. Ma cercherà il colpo senza preparazione perchè non ci sarebbe abbastanza tempo per fare la quarantena, ambientarsi, rifinire e correre. D'altronde il figlio di Nayef (Gulch) rende meglio da fresco, ed ecco la decisione di andare diretti al bersaglio senza passare per Irish St Leger o per Cox Plate in loco. 
Juddmonte però in passato ha avuto un partecipante in questa corsa in Sea Moon (Beat Hollow), cavallo dal profilo simile a quello di Snow Sky, che fu venduto a Lloyd Williams, corse la Melbourne Cup G1 ma finì 13° rispetto a a Fiorente che la vinse quell'anno.

Aste: In Irlanda le Goffs Sportsman’s Sale in programma il 1 Ottobre 2015. Puledri irlandesi per il mercato italiano..

Goffs Sportsman’s Sale, 1 ottobre 2015
Goffs è entusiasta di offrire altri 244 eccezionali puledri irlandesi di un anno nella Sportsman’s Sale da tenersi dopo i 2 giorni di grande eccellenza della Orby Sale.
Molti degli stalloni più importanti sono ben rappresentati, compresi Acclamation, Canford Cliffs, Cape Cross, Dandy Man, Dark Angel, Dream Ahead, High Chaparral, Holy Roman Emperor, Kodiac, Lawman, Mastercraftsman, Pivotal, Rock of Gibraltar, Royal Applause, Zebedee, Zoffany, ecc.
Il catalogo è molto vasto e offre ai compratori diverse opportunità per acquistare fratelli di vincitori. Ecco alcuni esempi della selezione in offerta:
• Un Famous Name, fratello di 4 vincitori, tra cui Croisultan, vincente di Stakes e piazzato di Gruppo 2 e 3 (Lot 496 da Harefield Stud (Agent))
• Puledro da Rip Van Winkle e della seconda classificata alle Gr.3 Queen Mary, Al Lhasa (Lot 499 da Glenvale Stud)
• Una Dream Ahead, sorella di Questioning, vincente di Gr.3, piazzato di Gr.2 (Lot 503 da Ridge Manor Stud)
• Una Choisir, mezza sorella di Obviously, vincente di Grade 1 (Lot 504 da Woodleigh Stables)
• Un maschio da Power, figlio della sorella di Imperial Beauty, vincitore di Gruppo 1 (Lot 516 da Railstown Stud)
• Una sorella di Accepted, piazzato Gr.2 alle Flying Childers, e di May Day Queen, piazzata Gr.3 (Lot 520 da Rossenarra Stud)
• Un maschio da Lawman, fratello di Sir Xaar, vincitore di Stakes e piazzato di Gr.2 (Lot 544 da Betaghstown)
• Un maschio da Canford Cliffs, figlio di Igreja, vincente di Gr.1 e Gr.2 (Lot 598 da Glenvale Stud)
• Una sorella di Pollys Mark, vincente di stakes e piazzata di Gr.2 (Lot 616 da Glashare House Stud)
• Un maschio da Casamento, nipote del vincente di Gr.1 della Prix Diane Hermes, Sil Sila (Lot 635 da Parkway Farm)
• Una Kodiac, figlia di una sorella vincente di Gr.1 delle Cheveley Park Stakes, Rosdhu Queen (Lot 643 da Grove Stud)
• Una Iffraaj, nipote della vincitrice di Gr.1 delle Nassau Stakes, Zahrat Dubai (Lot 663 da Golden Vale Stud)
• Una Casamento, sorella di Brusque, puledra campionessa di due anni in Canada, (Lot 672 da Ringfort Stud (Agent))
• Una Acclamation, sorella di un vincitore e nipote della vincitrice di Gr.1 del Prix De L’Opera, Satwa Queen (Lot 676 da Kilcarn Stud)
• Una figlia di una piazzata di Gr.3 sorella di Pipalong, campionessa e vincente di Gr.1 (Lot 701 da The Castlebridge Consignment)
• Una So You Think, figlia di una sorella di un vincitore di Gr.1 della Criterium International, Zafisio (Lot 724 da Castletown Stud (Agent))
• Una Casamento, nipote di Preseli, puledra campionessa e vincitrice di Gr.1 (Lot 725 da Rockfield Farm)
La Sportsman’s Sale dispone, ancora una volta, del sostegno dei venditori leader irlandesi compresi, tra gli altri, Abbeville & Meadow Court Studs, Ballyhimikin Stud, Ballylinch Stud, Baroda & Colbinstown Studs, Camas Park Stud, Glenvale Stud, Irish National Stud, Lynn Lodge Stud, Manister House Stud, Pier House Stud, Rathasker Stud, Rathbarry Stud, Tally-Ho Stud, The Castlebridge Consignment, Tinnakill House, Yeomanstown Stud.
La Goffs Sportsman’s Sale inizia alle 10:00 di giovedì 1 ottobre. Per ulteriori informazioni, non esitate a contattare Goffs, Kildare Paddocks, Kill, Co Kildare, Irlanda Tel: +35345886600 E-mail: sales@goffs.ie o l'agente italiano Goffs Angelo Robiati: Tel: 0331784654 Cell: 03381567786 o ITM Irish Thoroughbred Marketing Tel: +353 45 443060
Email: winninghorse@tin.it. Fate clic qui per il link al Goffs Sportsman’s catalogue. (http://goffs.com/sales-results/sales/sportsmans-sale/)