STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 31 luglio 2009

Elusive City in Francia

Il leading first-season sire dello scorso anno Elusive City (Elusive Quality) lascerà l'Irlanda ed il National Stud nel 2010 per funzionare in Francia presso l'Haras d’Etreham in Normandia, andando ad incrementare il parco stalloni che l'allevamento ha recentemente allestito dopo le morti di Marchand De Sable (Theatrical) e Anabaa (Danzig), oltre la vendita di Chichicastenango (Smadoun) in Giappone e quella di Montmartre (Montjeu) a causa di mancanza di libido. D'altronde Elusive City ha costruito la sua prestigiosa carriera proprio in Francia con la vittoria del Morny G1, prima di piazzarsi terzo nelle Middle Park Stakes G1 di Oasis Dream (Green Desert). Della sua progenie migliore si annoverano sicuramente l'eroina delle Poule d'Essai des Pouliches G1 Elusive Wave, e quello delle Irish 2,000 Guineas terzo arrivato Soul City. Elusive City continuerà a fare lo shuttle presso il Trelawney Stud in Nuova Zelanda, mentre il suo tasso ancora non è stato annunciato ma continuerà sicuramente a crescere dopo gli €8,000 del primo anno e i €12,000 del secondo anno.

Terza giornata Goodwood

Nella terza giornata del meeting di Goodwood sicuramente da celelbrare la prima vittoria in blue per il tedesco di allevamento Schiaparelli (Monsun) il quale ha vinto in modo deciso la Goodwood Cup G2 sull'inedita distanza dei 3200 metri. Lanfranco Dettori ha anticipato le mosse del sauro alla fine della curva che immette in dirittura ed ha respinto gli attacchi di Mourilyan (Desert Prince) e Betchwork Kid (Toubougg). Da sottolineare invece il superbo rientro in pista di Kingsgate Native (Mujadil) nelle Audi Stakes G3. Il baio di Sir Michael Stoute era stato ritirato in razza in seguito alle celebri vittorie delle Nunthorpe G1 e del Golden Jubilee G1, ma in quel campo ha leggermente deluso le aspettative tanto da farlo tornare in pista. In modo eccellente, a quanto pare. Kingsgate ha vinto nettamente sbaragliando il campo composto da buoni calibri della velocità.

giovedì 30 luglio 2009

Acquisti e spostamenti

Sheikh Hamdan bin Rashid Al Maktoum ha acquistato dalla famiglia Sangster l'imbattuto vincitore delle July Tnt Stakes G2 Arcano (Oasis Dream), e l'ha lasciato in allenamento presso Brian Meehan. L'allenatore, che si è detto onorato di allenare un cavallo di Hamdan, ha inoltre annunciato di avere il cavallo in perfetto ordine e che è intenzione comune di prepararlo per il Morny G1 a Deauville il 23 agosto.

Il sudafricano J J the Jet Plane (Jet Master) ha cambiato scuderia. Dallo stabile di Mick De Kock è stato dirottato nelle scuderie di Richard Hannon dopo il flop nelle Lennox S. G2 dove è arrivato in coda al gruppo. Hennie du Preez, coproprietario, ha dichiarato che i motivi dello spostamento sono di natura personale e non riferiti alla brutta prestazione del cavallo.


mercoledì 29 luglio 2009

Finalmente Rip

Che Rip Van Winkle (Galileo) fosse un cavallo buono lo si sapeva già, ma per avere piena cognizione della sua qualità quelli del Coolmore hanno cercato in tutti modi di non far trovare Rip sulla strada di Sea The Stars ed ecco che oggi, dopo l'altalena di distanze sulle quali è stato impiegato, ci sono riusciti nelle Sussex G1 battendo maschi, femmine ed anziani, insomma tutti per far capire chi comanda veramente. A Goodwood il baio non ha mai dato l'impressione di cedere un metro ai propri avversari, anticipando gli attacchi in chiusura di curva e respingendo ogni volta gli attacchi di Ghanaati (Giant's Causeway) prima e Paco Boy (Desert Style) poi in dirittura conclusiva. Naturalmente è anche merito di Johnny Murtagh che ne è stato la mente in sella. Il Coolmore ha così pronto un Galileo da inserire nel proprio roster, perlopiù vincitore a 1600. Complimenti vanno naturalmente a Roberto Brogi che ne è l'allevatore, e che sarà sicuramente orgoglioso del lavoro svolto.

Un pò d'America

La Preakness winner Rachel Alexandra (Medaglia D'Oro) ha rifinito ieri un lavoro in vista dell Haskell Invitational G1 a Monmouth Park domenica sera. La campionessa ha breezato 800 metri in 00:49.26. La figlia di Medaglia D'Oro (El Prado), frutto dell'incrocio con Lotta Kim (Roar), ha vinto le ultime sette corse disputate tra cui le sensazionali Mother Goose (vinte per 19 ¼ lunghezze) e le Kentucky Oaks (vinte di 20 ¼ lunghezze).

Il freshmen sire Afleet Alex (Northern Afleet) ha avuto il suo primo vincitore della carriera di stallone in Kratisto a Delaware sui 1100 metri con un tempo di 1:05:80.

Prima giornata meeting Goodwood

Prima giornata con qualche sorpresa e qualche confema. La Betfair Cup G2 (ex Lennox Stakes) è andata a Finjan (Royal Applause) il baio di Trekoning, homebred Shadwell, che aveva patito l'influenza proprio quando la stagione era entrata nel vivo delle Ghinee, e che è tornato quello dei due anni quando era terzo nelle Dewhurst G1. A mezza lunghezza è finito Balthazaar's Gift (Xaar), mentre hanno deluso fortemente i favoriti J J The Jet Plane (Jet Master) e Main Aim (Oasis Dream). Nelle Molecomb Stakes G3 vittoria come preventivata che è andata ad un audace Monsieur Chevalier (Chevalier) che ha corso qui rinunciando alle Richmond S. G2 di venerdì. Per il baio di Hannon è la sesta vittoria in sette uscite. Nelle Gordon S. G3 c'era da vedere Urban Poet (Dynaformer), mezzo fratello di Pulpit (A. P. Indy) pagato da yearling $2,9 milioni da Godolphin, il quale non è andato oltre ad un terzo posto nella corsa che ha visto trionfare Harbinger (Dansili). Il baio di Sir Michael Stoute si attesta ora tra i favoriti del St. Leger G1, molto strano per un figlio di Dansili (Danehill).

martedì 28 luglio 2009

Poteva andare meglio

Ieri ottima conferma di Sweet Hearth (Touch Gold) nel Prix Bagatelle a Chantilly, una Listed sui 1500 metri. Non ha vinto, ma ha racoolto un terzo posto che sa tanto di buono vista la conferma rispetto al rientro. La figlia di Touch Gold (Deputy Minister) è stata sempre nelle posizioni interne e di coda e Gerald Mossè è riuscito a trovare spazio ai duecento conclusivi ma quando ormai Mary's Precedent e Picture Hat erano al salvo dai suoi serrate. Come detto comunque una prestazione superlativa per la saure della Ri.Ma, che ne rilancia le ambizioni europee.

lunedì 27 luglio 2009

Riuscirà ad emulare i fratelli?

Questioni di famiglia: Ieri al Curragh ha debuttato vincendo una puledra femmina che solo a guardare il pedigree ti viene da pensare: Riuscirà ad emulare i più famosi fratelli? Si tratta di Sagacious, una figlia di Dalakhani e Sadima (Sadler's Wells) quest'ultima facente parte della famiglia di Pildulski (Polish Precedent). Chi sono i fratelli famosi di cui sopra? Naturalmente Youmzain (Sinndar) e Creachadoir (King's Best), il primo ha vinto due G1 in carriera ed è finito per due volte secondo nell'Arc guadagnandosi la fama di eterno secondo, vedi anche Coronation S. Il secondo è Creachadoir che ha vinto le Lockinge S. G1 ed ha corso sotto le insegne Godolphin. Attualmente Sadima ha uno yearling femmina da Sinndar (Grand Lodge) ed un foal da King's Best (Kingmambo) sorella piena di Creachadoir.

Deceduta Sulk

La campionessa dei 2 anni nel 2001 Sulk (Selkirk) è deceduta in seguito a complicanze nate da una colica. Era gravida di Dansili (Danehill) ed aveva una femmina da poco nata da Oasis Dream (Green Desert). Allenata da John Gosden per James Wigan, ha vinto in corsa il Prix Marcel Boussac G1 a due anni, ed è stata seconda nelle Nassau Stakes G1 e nel Prix Royal Oak e terza nelle Yorkshire Oaks G1 a tre. Sulk era sorellastra di molti vincitori, tra cui Eagle Mountain (Rock Of Gibraltar). Un suo figlio da Seeking The Gold (Mr Prospector), è stato acquistato da John Ferguson nel 2006 per $900,000 alle Keeneland September yearling sale.

Tris Danehill Dancer e record

Aidan O’Brien non smette di collezionare record. Ieri ha realizzato un fantastico tris per lui e per il colosso alle sue spalle, vincendo e piazzando ai primi tre posti delle Camas Park & Ashtown House Studs Phoenix S. G1, tre cavalli Coolmore tutti allevati dalla casa Irlandese. Si tratta di Alfred Nobel (Danehill Dancer), Air Chief Marshall (Danehill Dancer) e Walk On Bye (Danehill Dancer), terminati nell'ordine. Aidan O'Brien ha vinto questa corsa 10 volte su dodici edizioni, un vero e proprio dominio. Il trio è completato inotre da Danehill Dancer, il quale è padre di tutti e tre e che 14 anni fa vinse anche lui questa corsa.

Primo Stakes Winner

Shamardal (Giant's Causeway) ha avuto ieri il suo primo prodotto vincitore di Stakes nell'emisfero nord del mondo in Arctic, facile nelle Grangecon Stud Stakes, una Listed al Curragh. Pagato dal suo allenatore Tracey Collins solo 9,000gns alle Tattersalls October Yearling sale, Arctic è imbattuto in due uscite. La madre, Shawanni (Shareef Dancer) allevata dal Darley, in corsa è arrivata quinta nel Fillies' Mile e sesta nelle Poule d'Essai des Pouliches per Godolphin.

Domenica italiana

Mentre all'estero si disputavano alcuni Gruppi di livello, Agnano mandava in scena la seconda giornata qualitativa della sua estate, due Listed (Criterium e Unire) ed un HP di fascia C il Mergellina. Nei puledri netto assunto del locale Collesano (Pearl Of Love) allenato da Raffaele Biondi ma di proprietà siciliana di Antonino Bosco, che ha tenuto testa al validissimo ancora una volta Air Crew (Pollard's Vision), mentre terzo è finito non male Rosendhal (Indian Ridge). Nell'Unire Awelmarduk (Almutawakel) ha mostrato il suo lato migliore vincendo di prepotenza contro Pedra Pompas (Mark Of Esteem) e Vol De Nuit (Linamix). Il Mergellina è andato a Sant'Antonio per la Siba ai colori, secondo un coriaceo Dar Said (Sulamani) mentre terzo Lucky Choice (Shantou) ha respinto il serrate di Silver Eyes e Magic Love.

Altro Gruppo 1

L'oramai internazionalissimo Pressing (Soviet Star - Rafif da Riverman), ha conquistato ieri il suo secondo G1 della carriera vincendo per 3/4 di lunghezza il Grosser Dallmayr-Preis a Monaco. Il pupillo di Jarvis ha battuto Precious Boy (Big Shuffle) e Trincot (Peintre Celebre) parzialmente ritrovato dopo le delusioni post acquisto Godolphin. Daniele Porcu in sella ad Integral (Lando) è arrivato quarto.

domenica 26 luglio 2009

Italiani all'estero

Se non fosse per il quarto posto ottenuto da Orpen Shadow (Orpen) nel Papin G2, la trasferta degli italiani in Francia si sarebbe conclusa in modo tragico. Golden Ramon (Captain Rio) è arrivata ultima rallentata da Mirco Demuro, ma qualcosa non funzionava alla perfezione nel suo galoppo, così come Mr Kintyre (Mull Of Kintyre) finito anch'esso rallentato da Pier Convertino dopo non essere riuscito a stare dietro agli avversari nel Prix Eugene Adam G2. Come se non bastasse, nella stessa corsa la vincitrice delle nostre Oaks Night Of Magic (Peintre Celebre) è arrivata penultima. Per la cronaca, il Papin è andato alla Juddmonte Special Duty (Hennessy) davanti a Siyouni (Pivotal), l'Eugene Adam ha visto la vittoria di Debussy (Diesis)

Timboroa cambia casa

L'ex italiano di proprietà Timboroa (Salse), vincitore del Presidente della Repubblica G1 in Italia per Roberto Brogi, e poi top-class performer in America per Edmund Gann, ha cambiato casa come stallone. Dal 2010 funzionerà presso l'Haras de Preaux. Il tredicenne fratellastro di Efisio, ha funzionato dal 2004 presso l'Haras de Chartreux al tasso di €3,000, ora il suo tasso di è quasi dimezzato a €1,700. Timboroa è stato allevato dall'Angmering Park Stud in America, la madre è Kisumu (Damister), in america ha vinto Turf Classic Invitational G1.

1, 2, 3, Sir Michael Stoute


Di soddisfazioni in carriera Sir Michael Stoute ne ha avute tante, ma quello che è successo ieri ad Ascot ha dello straordinario. Nelle King George VI and Queen Elizabeth S. G1, ha vinto Conduit (Dalakhani), secondo Tartan Bearer (Spectrum) terzo Ask (Sadler's Wells), un podio che ha regalato al trainer di Fremason Lodge un tris storico. Di sicuro si parlerà di una corsa che non proponeva grossi calibri ma tant'è, che Conduit è apparso il cavallo che impressionò tutti in America nel BC Turf G1 ed è tornato su distanza a lui più congeniale, Tartan Bearer è sembrato un cavallo onesto ed in progresso che non trova una corsa lineare per lui neanche a cercarla ed Ask ha ritrovato lo smalto di qualche tempo fa. Non sarà un campione, ma la genealogia da tardivo gioca a suo favore, ed il sesto posto nell'Arc 2008 a questo punto non è sembrato di certo il picco più alto della sua carriera. Gli altri piazzamenti: Alwaary (Dynaformer) quarto, Golden Sword (High Chaparral) quinto. Da registrare che i primi due sono allevati e di proprietà del Ballymacoll Stud che nella sua storia ha allevato 27 vincitori individuali in G1. Con molta probabilità questi tre li rivediamo all'Arc del 4 ottobre.
E per la serie, gli eventi non sono mai casuali, ieri in America si è registrato il primo prodotto vincitore per North Light (Danehill), allevato sempre dal Ballymacol che vinse il Derby di EPSOM per Sir Michael Stoute nel 2004.

sabato 25 luglio 2009

Pubblicato catalogo Aste SGA

Un fratellastro da Oasis Dream (Green Desert) dell'otto volte vincitore in G1 Falbrav (Fairy King), allevato da Azienda Agricola Francesca e presentato dalla Razza Latina, capeggia il catalogo appena reso pubblica dell'Asta Selezionata della SGA che avrà luogo a Milano il 21 ed il 22 settembre. I lotti in vendita sono 319 e tra i pezzi forti sicuramente un fratellastro da Shamardal (Giant's Causeway) della vincitrice dell'Astarte Marbye (Marju), una sorellastra da Hurricane Run (Montjeu) della campionessa Sweet Stream (Shantou) ed un mezzo fratello di Selmis (Selkirk) da Royal Applause (Waajib). Nel catalogo sono presenti figli di stalloni Top-Class sul mercato europeo, quali Cape Cross (Green Desert), Galileo (Sadler's Wells), Invincible Spirit (Green Desert), Orpen (Lure), High Chaparral (Sadler' Wells), Oratorio (Danehill), Elusive City (Elusive Quality), One Cool Cat (Storm Cat) e Dalakhani (Darshaan). In più Ad Valorem (Danzig) e Librettist (Danzig) che alla loro prima annata hanno un ampia rappresentanza di puledri nel catalogo, al pari di Aussie Rules (Danehill), Borrego (El Prado), Byron (Green Desert), Diamond Green (Green Desert), Gentlewave (Monsun), Giacomo (Holy Bull), Good Reward (Storm Cat), Hurricane Run (Montjeu), Iffraaj (Zafonic), Ivan Denisovich (Danzig), Johnny Red Kerr (Mr Greeley), Kodiac (Danehill), Majestic Missile (Royal Applause), Moscow Ballet (Sadler's Wells), Proclamation (King's Best) e Shirocco (Monsun). Da ricordare come nella suddetta asta sono stati presentati cavalli del calibro di Electrocutionist (Red Ransom) e lo scorer delle Middle Park G1 Amadeus Wolf (Mozart), nonchè il Runner Up di Sea The Stars nelle Eclipse Rip Van Winkle, acquistato da John O'Byrne per €170,000 nel 2007.

Altro Galileo

Cape Blanco, vincitore di una maiden lo scorso mese a Fairyhouse, ha intensificato lo sforzo precedente vincendo in bello stile le Tyros Stakes G3 a Leopardstown. La cosa curiosa è che il puledro è diventato il quarto figlio di Galileo consecutivo che vince questa corsa. E così spera di ripetere il percorso intrapreso da Rip Van Winkle, New Approach e Teofilo in questi anni. Il sauro è allevato da Jack Ronan e la Des Vere Hunt Farm Company, è stato acquistato da Demi O’Byrne per €300,000 al Goffs Million Sale. Esso ìfa parte della famiglia di Paris House (Petong), vincitore di Gruppo e sire, della eroina del Prix de Diane G1 Latice (Inchinor) e di Lawman (Invincible Spirit), vincitore del Prix du Jockey-Club G1 e sire.

giovedì 23 luglio 2009

Niente Cima

Contrariamente a quanto dichiarato nei giorni scorsi Cima De Triomphe alla fine non correrà sabato nelle King George VI And Queen Elizabeth Stakes G1. La decisione è stata maturata dopo vari ripensamenti, e così proprio mentre sembrava aver perso quota la possibilità americana nell'Arlington Million XXVII G1 di Chicago, ecco che Luca Cumani ne ripropone la candidatura come prossimo obiettivo. Il figlio di Galileo potrà trovarsi di fronte ad un altro ex-italiano, ovvero quel Gladiatorus (Silic) che ha rinunciato alle Sussex Stakes G1 di Goodwood e per il quale Simon Crisford ha annunciato la possibilità di correre o l'Arlington dell'8 agosto sui 2000 metri, oppure il Prix Jacques le Marois G1 del prossimo 16 agosto a Deauville.

Altri acquisti Godolphin parte 3

Prosegue la campagna acquisti Godolphin in tutto il mondo. In questi giorni il team in blu ha acquistato Atomic Rain (Smart Strike), vincitore di Listed da George e Lori Hall. Termini della transazione non sono stati resi noti. Il baio ha corso anche il Kentucky Derby G1 dello scorso 2 maggio non piazzandosi, è tornato competitivo poi nelle Long Branch Stakes dell'11 luglio ed è attualmente iscritto nell'Haskell Invitational G1, ma non è ancora certa la sua presenza. Simon Crisford, TM Godolphin, ha annunnciato di averlo acquistato per correre in Dubai quest'inverno, vista il suo feeling con il dirt. Atomic Rain è stato pagato $170,000 da puledro a Keeneland.

mercoledì 22 luglio 2009

Alle October l'unico yearling da George Washington..un pò italiana

Il ring Tattersalls ben presto sarà gratificato della presenza dell'unico yearling vivente del deceduto campione irlandese George Washington (Danehill). naturalmente presente nel Book 1 delle October Yearling Sale, che avranno luogo dal 6 all'8 ottobre. La femmina baia è il prodotto di Flawlessly (Rainbow Quest), già madre di Flawly (Old Vic) piazzata in G1 e madre di Best Name (King's Best), secondo del Prix du Jockey Club G1. Della famiglia fa parte anche Ombre Legere (Double Bed), vincitrice in G3 e madre del piazzato Classico in Giappone Germinal (Agnes Tachyon). Lo scorso anno la puledra, allevata sotto il nome dell'Azienda Agricola Luciani, è stata il foal più pagato alle Goffs November Sale per €280,000. I suoi acquirenti Gerry e Patricia Burke del Glidawn Stud, la ripropongono ora come yearling. Naturalmente tutti ricordiamo George Washington (Danehill) vincitore Classico a due e tre anni con le stupende performances delle 2000 Ghinee Inglesi G1 e delle Queen Elizabeth II S., era stato ritirato in razza al tasso di €60,000 salvo poi rientrare in corsa per problemi di fertilità, ed infortunarsi fatalmente nel Breeders’ Cup Classic G1 a Monmouth Park.


Ritirata Sun Classique

La recente vincitrice del Dubai Sheema Classic G1 Sun Classique (Fuji Kiseki) per Mick de Kock, è stat ritirata dalle competizioni ed è stata dirottata in Australia dove inizierà la propria carriera di fattrice. La cinque anni da Fuji Kiseki (Sunday Silence) si è infortunata ad un tendine mentre era a Newmarket in preparazione delle King George VI and Queen Elizabeth Stakes G1 di sabato prossimo. Già è stato deciso lo stallone a cui farà visita, si tratta di Redoute's Choice (Danehill), top sire in Australia che funziona al tasso di A$198,000 (£97,383/€113,129) presso l'Arrowfield Stud. Redoute's Choice è attualmente sire di 15 vincitori di G1 e divide i guadagnin della progenie insieme a Encosta De Lago (Fairy King) nell'Australian leading sires' list.

Kafwain cambia casa

Lo stallone Kafwain (Cherokee Run), padre del recente vincitore in G3 americano The Pamplemousse, nel 2010 funzionerà presso il Tommy Town Thoroughbreds in California al tasso di $5,000. Inizialmente ritirato presso il Jonabell Farm del Darley in Kentucky al tasso di $10,000, è stato immediatamente spostato presso la Hurstland Farm, dove ha funzionato a $6,500 in questo 2009. Allenato da Bob Baffert per il Thoroughbred Corporation, Kafwain è stato un buon puledro. In corsa ha vinto le Norfolk Stakes G2, è stato secondo di Vindication (Seattle Slew) nel Breeders' Cup Juvenile G1. E' inoltre finito terzo nel Santa Anita Derby G1 a tre anni.


Deceduto Forzando

La London Thoroughbred Services ha annunciato in queste ore la morte di Forzando. Lo stallone 28enne è deceduto presso il Throckmorton Court Stud dove funzionava, a causa dell'infermità dovuta all'età. Figlio di Formidable (Forli), la sua carriera agonistica è culminata con le vittorie in Inghilterra ed a livello di G2 in Italia (Pr. Melton), poi è stato traferito in America ed ha vinto il Metropolitan Handicap G1 a Belmont Park ed altri due G3. Nel 1987 è stato ritirato in razza ed ha prodotto vincitori per oltre 650 corse. Della sua progenie migliore si annoverano Superior Premium, Easycall, Up And At’Em, Great Deeds, High Premium e Philidor. Throckmorton Court è attualmente casa di Assertive (Bold Edge), Fantastic View (Distant View) ed il recente arrivato Piccolo (Warning).

lunedì 20 luglio 2009

Cosa ne pensi?

Dopo qualche mese di esperimenti, il blog ha raggiunto un buon livello di conoscenza e fama data la particolare diffusione e mole di notizie in italiano tale da renderlo ottimo contenitore di notizie mondiali per quanto riguarda corse ed allevamento in particolare. Unico nel suo genere ed introvabile altrove, se non in siti specializzati ed ultrapubblcizzati (condizione quest'ultima, che spero di raggiungere). Ogni giorno si contano centinaia di accessi, in pochi mesi il blog ha raggiunto un know-how interessante anche all'estero, e tutto ciò non può che inorgoglirmi e credo davvero sia il miglior compenso possibile per un self-made del genere, e non del tutto una perdita di tempo. Tuttavia, opinione comune, l'indirizzo è poco ottimizzato e poco godibile per chi ha problemi di tempo per accedere o perchè troppo lungo e poco incline ad una diffusione pubblicitaria ottimizzata e per veicolarlo anche a voce. Da qui l'idea di creare un indirizzo più veloce, su cui sto lavorando, ed una piattaforma, o ancora blog, per cercare di traslocare tutta la mole di notizie altrove. A tal proposito volevo raccogliere dai lettori qualche impressione al riguardo, sperando che tutti voi che mi avete sin qui sostenuto, possiate continuare a seguirmi nell'avventura leggendo quotidianamente il blog, gestito assolutamente in maniera autonoma, univoca e soprattutto..gratis. Attendo vostre considerazioni, anche critiche. Proponetele qui sotto nell'area commenti, sarò lieto di rispondere o leggere le vostre attenzioni.
Cordialmente, Gabriele Candi.

In terapia intensiva

Il Leading sprinter inglese Utmost Respect (Danetime) è in terapia intensiva a causa di una peritonite sopravvenuta ad un intervento chirurgico per guarire un infezione ad uno zoccolo. In un primo momento è sembrato tutto andare per il verso giusto, ma improvvisamente si sono abbassate le difese del vincitore quest'anno delle Duke of York S. G2 e delle Greenlands S. G3. Novità saranno comunicate nonappena possibile.

Finalmente un G1

Getaway (Monsun) da buon tedescone ha finalmente vinto in G1, anche se alla veneranda età di 6 anni. Ieri a Dusseldorf ha stravinto alla grande nel Deutschland Preis G1 sui 2400 metri, lasciandosi alle spalle Flamingo Fantasy (Fantastic Light) e Appel au Maitre (Starborough). L'homebred del Barone Georg von Ullmann ha vinto tre volte in G2 nelle mani di Andre Fabre. Attualemte è allenato in Germania da Jens Hirschberger, ed è stato secondo proprio di Flamingo Fantasy, nel suo debutto stagionale in G2. Getaway è fratello pieno di Guadalup, vincitrice delle Oaks d'Italia G2 e di Guadalajara (Acatenango), piazzato di Gruppo. Il sire Monsun, padre di Getaway, quest'anno ha 5 Stakes Winner inclusa Stacelita e 23 vincitori individuali su 67 che hanno corso.

domenica 19 luglio 2009

Un anno dopo, è ancora Black

Un anno dopo, è ancora Black Mambazo (Statue Of Liberty) a segno nel Città di Napoli, tradizionale Listed sui 1000 metri di Agnano. All'homebred della Valle Falcone sono bastati duecento metri per dimostrare la netta superiorità ed una forma che lo tiene ai vertici da qualche mese a questa parte. Merito naturalmente di Luigi Riccardi che ne cura ogni giorno la preparazione e di Germano Marcelli freddissimo ad attendere il momento giusto per scattare ed esultare sul traguardo. La corsa di per sè è stata molto tirata, a testimonianza il tempo finale di 56.30. Docksil (Docksider), pace maker per almeno 800 metri, ha ceduto il secondo posto solo per un muso a favore di Thinking Robins (Plumbird) che si è sempre proposto positivo al largo. Per il Black è il secondo Città di Napoli consecutivo, ed ora l'obiettivo si sposta all'Abbaye G1 a Longchamp.

Cima alle King George

Dopo una prolungata consultazione con Teruya Yoshida, Luca Cumani ha annunciato che Cima De Triomphe (Galileo) prenderà parte alle King George VI and Queen Elizabeth Stakes G1 sui 2400 di Ascot sabato prossimo, anzichè puntare all'Arlington Million G1 sui 2000 metri in America. La decisione è stata presa soprattutto dopo i forfait di Sea The Stars (Cape Cross) e Youmzain (Sinndar) che ne hanno incoraggiato il proprietario giapponese a partecipare. Inoltre l'antepost da tra i favoriti Conduit, il Dalakhani di Sir Michael Stoute che Cima ha già battuto in occasione delle Brigadier Gerard G3. Cumani ha inoltre annunciato attraverso il suo sito lucacumani.com che nonostante il risultato si sia capovolto nelle Eclipse dove Conduit ha dato quattro lunghezze al grigio italiano, Yoshida e lui stesso sono fiduciosi per un buon risultato.


Coastal Path in razza

Il molteplice vincitore di Gruppo e stayer Coastal Path (Halling) è stato ritirato in razza ed inizierà la propria carriera stalloniera presso l'Haras de Saint-Voir nell'Arvegna in Francia nel 2010. Il Juddmonte homebred, è fratellastro di Martaline (Linamix) vincitore del Prix Maurice de Nieuil G2 e sire, e di Reefscape (Linamix) quest'ultimo vincitore del Prix du Cadran G1. La madre è Coraline (Sadler's Wells), sorellastra di Wemyss Bight (Dancing Brave), vincitrice delle Irish Oaks, madre del molteplice vincitore in G1 e sire Beat Hollow (Sadler's Wells) e sorella piena di Hope (Dancing Brave), madre a sua volta del sire Oasis Dream (Green Desert). Coastal Path ha vinto le prime sei corse delle 10 disputate in carriera per Andre Fabre, tra cui il Prix Chaudenay G2 ed il Prix du Lutece G3 a tre anni, poi il Prix Vicomtesse Vigier G2 ed il Prix de Barbeville G3 a quattro. Lo scorso anno è stato terzo nella Gold Cup di Ascot G1. A cinque anni raggiungerà Alberto Giacometti (Sadler’s Wells) e Sacro Saint (Kendor) presso l'Haras de Saint-Voir. Ci si aspetta che il suo tasso sia di circa €3,000, prezzo equo per uno stayer.

Asmussen squalificato per 6 mesi

Steve Asmussen, leader degli allenatori negli Usa ed allenatore tra gli altri anche del cavallo più ricco d'america Curlin e della attualissima Rachel Alexandra, è stato squalificato per 6 mesi e multato di $ 1.500 dopo che un suo cavallo, Timber Trick è stato testato positivo alla lidocaina dopo la vittoria in maiden a Lone Star Parl il 10 maggio dello scorso anno. Maggi Moss, avvocato di Asmussen, ha già inoltrato appello. In Texas la legge locale viene praticata con la massima severità, supportando la tesi con argomentazioni nel quale inducevano gli scommettitori a valutare bene su chi destinare i propri soldi. Un esempio, di cui l'Italia ha bisogno.

Fertilità in declino per El Prado

Eric Hamelback, general manager dell'Adena Springs in Kentucky, ha annunciato che El Prado (Sadler's Wells), perenne top sire in america e sire del recente vincitore del Grand Prix de Saint-Cloud G1 Spanish Moon, ha subito nel 2009 l'inesorabile declino della fertilità, data l'età di 20 anni. Ha annunciato però che lo stesso continuerà comunque a coprire fattrici anche nella stagione 2010, finchè la salute glielo permetterà. El Prado quest'anno ha coperto 54 fattrici al tasso di $75,000. Della sua migliore progenie si annoverano il leading second crop sire Medaglia d'Oro, padre della campionessa Rachel Alexandra, il campione sull'erba Kitten's Joy ed il vincitore della Breeders’s Cup Mile Artie Schiller.

venerdì 17 luglio 2009

On the move

Lo sprinter Monsieur Bond (Danehill Dancer) vincitore in corsa delle Duke Of York Stakes G2 e delle Gladness Stakes G3, dopo aver completato cinque anni presso il Whitsbury Manor Stud nel 2010 funzionerà presso il Norton Grove Stud in Nord Yorkshire. Gli scorsi anni ha funzionato al tasso di £3,000 ed ha prodotto 15 vincitori individuali in Inghilterra ed Irlanda, inclusa Sneak Preview piazzata di G3.

Forfaits King George

John Oxx ha annunciato ieri che Sea The Stars (Cape Cross) non parteciperà al miglio e mezzo delle King George VI and Quenn Elizabeth Stakes G1 di sabato prossimo ad Ascot. Oxx ha rivelato per il suo pupillo un percorso che prevede le Juddmonte International Stakes di York sui 2000 metri. Poco dopo il fratellastro di Galileo, Mick Channon ha dichiarato che non prenderà parte nemmeno Youmzain (Sinndar) a causa di un gonfiore ad un nodello. Sembra sia nulla di grave, ma eventuale lastre chiariranno se sussiste qualche problema che può impensierire il campione di Jader Abdullah.

mercoledì 15 luglio 2009

Programmi per CIMA

Dopo la decente prestazione di Cima De Triomphe nelle Eclipse stravinte da Sea The Stars, Luca Cumani ha tracciato una nuova via per il figlio di Galileo. Sembra prendere quota infatti l'idea di far correre in America l'italian-bred, esattamente nell'Arlington Million, rispetto alle fatiche che incontrerebbe nelle King George ad Ascot. Ed in effetti il doppio chilometro di Chicago potrebbe essere più congeniale rispetto alla classica inglese sul miglio e mezzo. Nei prossimi giorni sarà presa una decisione definitiva insieme con il proprietario Yoshida.
Luca Cumani ha già vinto una volta questa corsa, nel 1983 con Tolomeo per i colori dell'indimenticabile Carlo D'Alessio.


News allevamento

Il campione americano sull'erba English Channel (Smart Strike), sarà spostato presso la Lane's End Farm in Kentucky, stesso stud del padre Smart Strike (Mr Prospector), dal 2010 nella prossima stagione di monta. Il sette anni finora ha funzionato presso la Hurricane Hall Farm in Kentucky al tasso di $25,000. Allenato da Todd Pletcher, in corsa ha vinto una cosa come sei corse Graded 1 per un bottino di$5,319,028. Il nuovo tasso di monta non è stato ancora comunicato.

Un pò d'America

Finalmente tutto il mondo dell'ippica potrà ammirare il ritorno in pista della campionessa Rachel Alexandra (Medaglia D'Oro). dopo la vittoria per 20 lunghezze nelle Mother Goose S. G1. La Stonestreet ha annunciato che la femmina prenderà parte all'Haskell Invitational G1 del prossimo 2 agosto a Monmouth Park contro i maschi, come avvenuto nelle Preakness G1. In questo confronto dovrà sfidare gli altri vincitori delle prove valevoli per la Triple Crown Americana come Summer Bird, forse Papa Clem e poi Munnings. Ricordiamo inoltre come l'unica femmina vincitrice delle Haskell Invitational, è stata Serena's Song nel 1995.

Presa della Bastiglia


Assolutamente positiva l'evento francese per quanto riguarda noi italiani impegnati ieri a Longchamp. Nel Prix Maurice de Nieuil sui 2800 ha vinto Voila Ici (Daylami) il grigione della Incolinx che ha avuto ragione di Winkle (High Chaparral) e Shemima (Dalakhani), seppure in un campo non trascendentale. Infallibile la monta audace di Mirco Demuro che per prevenire le eventuali difficoltà del suo su una dirittura troppo corta, ha anticipato le mosse prima dell'imbocco della curva. Voila si è fatto prima passare nei cento conclusivi, salvo poi rientrare di gran carattere in una lotta a tre. Una grandissima soddisfazione ed il merito è proprio del nostro crack jockey e di Vittorio Caruso che l'ha presentato comunque in maniera infallibile.
Il Grand Prix de Paris ha visto invece la vittoria a sorpresa di Cavalryman (Halling) un homebred dello Sceiccone che vede così i primi frutti della connections rinnovata con Andre Fabre. Il figlio di Halling (Diesis), primo vincitore di Gruppo 1 per suo padre, ha battuto tutti gli O'Brien a cominciare da Age Of Aquarius (Galileo) mentre terzo positivo è finito Mastery (Sulamani) il vincitore del Derby italiano. Ha deluso Behestam (Peintre Celebre), da molti considerato la carta migliore dell'Aga Khan per l'Arc.

lunedì 13 luglio 2009

Programmi Classici

Che sia un campione lo su sa già e non ha bisogno di altre dimostrazioni. Tuttavia anche Sea The Stars (Cape Cross) necessita di un programma adeguato e di livello. John Oxx ha così dichiarato che il fratellastro di Galileo correrà altre tre volte quest'anno, ma non è ancora dato stabilire come e quando. Sembra tramontata l'ipotesi Arc per sua stessa ammissione (solo 4 volte in 16 edizioni il terreno è stato buono, avrebbe detto Oxx), mentre le King George VI And Queen Elizabeth Stakes ad Ascot G1 sono ancora un possibilità non del tutto remota, perchè.."il cavallo nonostante tutto è ancora fresco ed in forma". Decisioni saranno comunque annunciate nei prossimi giorni.

Stalloni Aga Khan

Sinndar (Grand Lodge) e Linngari (Indian Ridge), stalloni base dell'allevamento Aga Khan, faranno lo shuttle in Brasile in questa seconda parte del 2009. Sinndar funzionerà presso l'Haras Calunga a Sao Paulo, mentre Linngari sarà ospite presso l'Haras San Francesco in Sao Paolo. Ed ora un pò di storia; Sinndar nel 2000 è stato il primo cavallo nella storia a completare Epsom Derby, Irish Derby ed Arc de Triomphe nello stesso anno. E' inoltre sire dei vincitori in G1 Youmzain e Shawanda, oltre ad altri sei vincitori di Gruppo in questa sesta annata di prodotti in pista. Linngari ha sette anni ed è prodotto dell'incrocio tra Indian Ridge e Lidakiya, una triplice vincitrice da Kahyasi. In corsa ha vinto 11 volte in 29 uscite, per guadagni di circa £1,435,232. Le sue perle il Premio Vittorio di Capua G1 nel 2007, e il Grosser Dallmayr-Preis Bayerisches Zuchtrennen nel 2008.

Immensa Sariska, Tiza ok

Pur non avendo molta carne al fuoco, la domenica europea si è comunque rivelata una interessantissima giornata. Ad alimentarla è stata sicuramente la superba vittoria di Sariska (Pivotal) nelle Oaks irlandesi, che così va a fare il paio con le Oaks inglesi. Ma quello che ha fatto la figlia di Pivotal è unico. E' arrivata fermando, senza che Jamie Spencer la solleticasse nemmeno. Un assolo, è sembrato meno di un canter di mantenimento. A questo punto è lecito chiedersi se gli avversari fossero alla loro portata, di fatto seconda è arrivata Roses For The Lady (Sadler's Wells) quella che era il bilancino di Beauty O'Gwaun (Rainbow Quest) fermata forse da un problema fisico, e terza quella Midday (Oasis Dream) che aveva impensierito Sariska nelle Oaks inglesi. Ora solo le Yorkshire Oaks potranno dire chi è veramente la femmina di Michael Bell, oppure direttamente l'Arc per il quale sarà supplementata se tutto va come deve e nel quale è stata posta ad 8/1 dall'antepost.
La domenica ha parlato anche francese con una discreta edizione del Prix De-Ris Orangis G3, andato al Sudafricano Tiza (Goldkeeper) davanti a un campo non selettivissimo.

Acqua al Milano

Le Man O'War G1 sono semre una prestigiosa ed indicativa prova sull'erba americana.. sui 2200 metri. L'edizione 2009 è andata ad uno straordinario Gio Ponti (Tale Of The Cat), alla Terza Graded Uno a seguire, il quale ha davvero lasciato il campo a lunghezze a cominciare da Musketier, mentre terzo è finito forte Quijano (Acatenango), vincitore del nostro Milano. Da sottolineare come in corsa c'erano ben sei cavalli vincitori di Gruppo o Graded Uno: oltre a Gio Ponti e Quijano, anche Dancig Forever, Grand Couturier, Marsh Side e Midships.

domenica 12 luglio 2009

Ancora acquisti per Godolphin

Lo shopping Godolphin continua. Nelle scorse ore il gruppo dello sceiccone ha acquistato la puledra Long Lashes recente vincitrice in Listed nelle Ballygallon Stakes. La figlia di Rock Hard Ten (Kris S), stallone americano, è stata pagata $95,000 da yearling alle Keeneland del 2008, e fa parte della famiglia di Plenty (Boundary) , molteplice piazzata di Gruppo.

Ritirato Takeover Target

Anche la carriera di un fenomenale campione e sprinter internazionale quale Takeover Target (Celtic Swing), è giunta al termine. Il figlio di Celtic Swing (Damister) a 10 anni si è infortunato sulla dirittura di Newmarket nella July Cup vinta da Fleeting Spirit giovedì scorso, ed è stato immediatamente ritirato dalle competizioni dopo che il veterinario gli ha impiantato cinque viti nell'osso fratturato. Takeover Target ha vinto 21 corse con guadagni per oltre $6 milioni. Il suo trainer Joe Janiak, che ne è anche il proprietario, era un tassista e lo comprò per $1250 nel 2003, naturalmente da quel momento la sua vita è radicalmente cambiata.

Primo vincitore per Leporello

Il first season sire Leporello (Danehill), ha avuto il suo primo vincitore in Bella Swan in maiden sui 6 furlong a Newmarket venerdì scorso. Leporello ha funzionato gli scorsi anni presso la Scarvagh House Stud, ed è stato traferito presso l'Haras des Chartreux in France nel 2008. Funziona al tasso di €2,500

Black Tie Affair in pensione

Lo stallone americano Black Tie Affair (Miswaki) è stato ritirato dall'attività stalloniera a causa di problemi di fertilità. Il 23enne figlio di Miswaki (Mr Prospector), fratellastro di Great Palm (Manila) vincitore del nostro Repubblica G1, riposerà dove funzionava in questi ultimi anni, ovvero presso la O'Sullivan Farms a Charles Town in West Virginia. In corsa si è guadagnato la fama di Horse of the Year nel 1991 dopo la vittoria del Philip H Iselin Handicap G1 e del Breeders' Cup Classic G1. In razza ha prodotto 410 su 683 che hanno corso e guadagnato oltre $56 milioni. Quest'anno è salito alle ribalte delle cronache per essere il padre di Starlight Dreams, madre del campione del Coolmore Mastercraftsman (Danehill Dancer), vincitore delle 2000 Ghinee irlandesi G1 e delle St. James Palace S. G1

Abbattuto Lawyer Ron

Il campione americano Lawyer Ron (Langfuhr), nonchè giovane sire presso la Stonewall Farm in Kentucky, è stato abbattuto a causa di complicazioni derivanti da una colica per la quale era stato ricoverato in clinica. Il sei anni figlio di Langfuhr (Danzig), che ha corso anche contro Curlin in qualche occasione e che ha funzionato sinora al tasso di $25,000, ha raggiunto il picco massimo di popolarità a 4 anni dopo la vittoria nel Whitney Handicap G1 e nelle Woodward Stakes G1, mentre a tre anni ha vinto l'Arkansas Derby G1.

venerdì 10 luglio 2009

Pioneerof The Nile infortunato

Il rappresentante della Zayat Stables Pioneerof the Nile (Empire Maker), vincitore di quattro Graded consecutive in America prima del secondo posto nel Kentucky Derby G1 e la brutta prova nelle Preakness G1, è stato ritirato in razza a causa di un infortunio riportato proprio nelle Preakness. Uno dei migliori maschi della generazione, l'homebred figlio di Empire Maker (Unbridled), ha vinto in successione le Futurity S. G1, le Lewis Stakes G2, le San Felipe Stakes G2 ed il Santa Anita Derby G1 con una retta esplosiva. Il trainer Bob Baffert si è detto distrutto dell'infoprtunio, soprattutto per la speranza che egli riservava nel maschio, nel dargli la prima vittoria nel Breeders’ Cup Classic G1.

Terza giornata Newmarket

Terza ed ultima giornata del July meeting che non poteva non regalare sorprese. La July Cup G1 è andata alla femmina Fleeting Spirit (Invincible Spirit) la quale ha respinto con veemenza il serrate di Main Aim (Oasis Dream) e del Sudafricano J J The Jet Plane (Jet Master), non senza qualche colpo proibito. La corsa che di solito vale una forte candidatura in prospettiva stalloniera, è così andata ad una femmina. Delusioni sono arrivate dai più attesi, ovvero da Paco Boy (Desert Style) che ha forse trovato un pò corti i 1200 metri lui che è ormai quasi un miler, dalla fenomenale Australiana Scenic Blast (Scenic) quasi mai in corsa, ma soprattutto da Takeover Target (Celtic Swing), il quale ha riportato un settimo posto oltre ad un infortunio che ne comprometterà probabilmente il proseguio della carriera agonistica.
Nella giornata da sottolineare il bel successo di Silver Grecian nelle Superlative S. G2, che ha regalato a papà Haafhd (Alhaart) il primo vincitore di Gruppo internazionale.

Seconda giornata Newmarket

Newmarket è diventata ufficialmente la pista dei risorti. Dopo Goldikova (Anabaa) nella giornata inaugurale del meeting, la pista inglese ha portato bene a Godolphin a Lanfranco e a Kite Wood (Galileo) che hanno riportato la vittoria nel Bahrain Trophy, prova di G3 per cavalli di tre anni sui 2600 metri, e a Doctor Freemantle (Sadler's Wells) nelle Prince of Wales' G2 che ha riscattato la bruttissima performance nelle Hardwicke G2 ad Ascot, con una buona prestazione tutto cuore. L'homebred Juddmonte allenato da Sir Michael Stoute, ha vinto tuttavia in una corsa abbastanza caotica sin dalle prime battute. Tra i puledri da segnalare il bell'assunto di Arcano (Oasis Dream) nelle July Stakes G2.
In ultima analisi, a Folkestone ha corso Titoli Di Coda, un fratellastro di Le Vie Dei Colori homebred Archi Romani da Bertolini (Danzig) in training da Cumani, che non è andato oltre un settimo posto.

giovedì 9 luglio 2009

Antonius Pius in Sudafrica

Il performer del Coolmore Antonius Pius (Danzig), quest'anno alla sua prima annata di prodotti in pista già con 11 vincitori, funzionerà dal prossimo anno presso l'Highlands Stud di Graham Beck vicino a Cape Town in Sudafrica, dopo una trattativa portata a termine dalla Blandford Bloodstock. L'otto anni figlio di Danzig, pagato $1,5 milioni da yearling, ha funzionato sinora in Irlanda al tasso di €5,000. Ci si aspetta possa traslocare già dal prossimo 23 agosto presso il suo nuovo Stud, già casa di Spectrum (Rainbow Quest). Antonius Pius si è guadagnato in corsa la fama di eterno piazzato, seppure ai massimi livelli. A due anni ha vinto le Railway Stakes G2, poi a tre si è piazzato secondo nella Breeders' Cup Mile G1 e terzo nelle St. James's Palace Stakes G1 e nel Prix du Moulin G1. I suoi vincitori in Australia sono stati 4 in tutto, in Europa per ora sono 11 tra cui l'impressionante Metal Soldier ed Ailsa Carmel, i soggetti più interessanti.

mercoledì 8 luglio 2009

Prima giornata Newmarket

Prima giornata del meeting della July Cup a Newmarket ricca di spettacolo. Finalmente Goldikova dopo un periodo opaco ed il rientro fallito nell'Ispahan G1, è tornata quest'oggi alla vittoria, insieme con Freddy Head ed Olivier Peslier, con una bella prestazione nelle Falmouth Stakes G1 sul miglio in pista dritta del nuovo tracciato inglese. La figlia di Anabaa ha reso onore al padre scomparso ieri, respingendo con carattere le folate del duo del Cheveley Heaven Sent (Pivota) e Spaciosa (Nayef). Ancora una volta quarta Rainbow View (Dynaformer). Nelle Cherry Hinton G2, netta la vittoria di Misheer, una figlia di Oasis Dream (Green Desert) la quale ha avuto ragione di Habaayib (Royal Applause) e Lady Darshaan (High Chaparral). Misheer, ha ricevuto una A++ sul suo pedigree, frutto dell'incrocio riuscitissimo di Green Desert (Danzig) su Cadeaux Genereux (Young Generation).

martedì 7 luglio 2009

Deceduto Anabaa

L'Haras du Quesnay ha appena annunciato la morte del French champion sire Anabaa (Danzig) per problemi sopraggiunti dopo una colica. Il figlio di Danzig è stato abbattuto all'età di 17 anni. Il picco della carriera di Anabaa in corsa, è arrivato a quattro anni con la superlativa vittoria nella July Cup G1 e nel Prix Maurice de Gheest G1. Oltre ad aver vinto naturalmente nel Prix de Saint-Georges G3, ed è finito secondo nel Prix de l'Abbaye G1, per guadagni pari a $481,879. In razza è diventato ben presto uno stallone base dell'allevamento francese. La sua progenie include la molteplice vincitrice in G1 Goldikova, Anabaa Blue (che vinse il Prix du Jockey-Club G1), poi Anabar, lo sprinter Yell, Martillo e l'australiano Headturner. Questi anni in Europa è primo come guadagni per figli di Danzig. Nel 2009, Anabaa ha coperto 85 fattrici, tra cui Born Gold (madre di Goldikova), Daltaiyma (madre di Daltaya), Funny Feerie (madre di Full Of Gold e Fuisse) e Marie Rheinberg (madre di Le Havre). Nel 2007 ha funzionato in America presso il Castleton Lyons in Kentucky prima di tornare all'Haras du Quesnay. Attualmente è rappresentato da 66 black-type winners


lunedì 6 luglio 2009

Il bello della domenica..in Italia

La domenica ha esaurito anche i motivi più interessanti di San Siro, che comunque resterà aperto fino al 15 luglio, con 4 Listed di discreto spessore. Lo spettacolo anche qui non è mancato, in particolare dalle Listed giovanili. Nei maschi ha impressionato oltremodo Marshade (Martino Alonso), che ha fatto una passerella nel De Montel sui 1500 metri. Per chi avesse avuto dubbi sulla tenuta, ecco che si dovrà ricredere. D'altronde nel pedigree del pupillo della Intra c'è molto fondo e stamina. La monta è stata quella di felice di Fabio Branca. La corsa per i piazzamenti è terminata con Air Crew (Pollard's Vision) finito forte secondo e Dancer Cat (One Cool Cat) terzo. Deludono parzialmente Milenkovic (Dr Fong) e Ladiesandgentlemen (Celtic Swing) ma con un Marshade così c'era poco da fare.
Nel paritetico Mantovani, Listed per femmine, ha vinto la romana Hard Life con azione prepotente ed ottimo piglio. La figlia di Peintre Celebre (Nureyev) ha cominciato la sua carriera a metà aprile, poi a inizio maggio ha vinto a reclamare e ha convinto Pietro Sinistri e Angelo Candi ad acquistarla dalla Razza della Sila all'amichevole. Da quel momento Hard Life non si è più fermata ed è arrivata al successo in listed passando per due condizionata a Napoli e Roma. La puledra venuta dal basso ha battuto Paloma Varga (Orpen). Nel Mezzanotte ottima la conquista per Cottonmouth, la femmina da Noverre (Rahy) che sta vivendo una seconda giovinezza sotto le insegne della Effevi, ottiene la sua seconda Listed mentre il semisconosciuto Ceco Blue Coral (Grand Lodge), fratellastro di Red Rocks (Galileo) ha dato una categoria ai nostri miler nel premio del Giubileo. Secondo il Bary Ransom Hope (Red Ransom) e terzo Farrel (Fruits Of Love).

Il bello della domenica..all'estero

Il weekend europeo, già iniziato in modo spettacolare in Inghilterra con una buonissima edizione delle Eclipse, ha visto proseguire il trend anche nella domenica in Francia a Chantilly. Apertura con i fuochi di artificio nel Prix Jean Prat G1 dove delude fortemente la Coolmore Westphalia (Danehill Dancer) paraocchiato, ma vince l'americano di concepimento Lord Shanakill per Burke. il figlio di Spreighstown (Gone West) ha così coronato un progresso intravisto già nelle St. James Palace G1 ad Ascot dov'è arrivato terzo dietro a Mastercraftsman e Delegator. Nell'occasione Jim Crowley ha atteso il momento giusto per piazzare la bordata e resistere dal serrate conclusivo di Oiseau De Feau (Stravinsky) ed Irian (Tertullian). Era in programma anche il Chloè G3 dove erano presenti colori italiani in Quiza Quiza Quiza (Golden Snake) ma la portacolori del signor Cantoni è terminata nelle retrovie. La vittoria è andata a Wilside (Verglas) pagata €75,000 alle Arqana Deauville August Yearling Sale.

Primo Stakes Winner

Con la vittoria ottenuta nel Prix du Bois G3 a Chantilly di domenica, Dolled Up ha regalato al first crop sire Whipper (Miesque's Son) il primo black type winner e nella fattispecie il primo vincitore di pattern, della sua carriera di stallone. Allenata da Robert Collet e montata per l'occasione d Olivier Peslier, avrà come prossimo target il Prix Robert Papin a Maisons-Laffitte del prossimo 26 luglio. Dolled up è sorellastra della vincitrice in Listed Zeiting (Zieten), ed è la seconda vincitrice dei 15 cavalli scesi in pista per Whipper, stallone residente al Ballylinch Stud al tasso di €12,000.

sabato 4 luglio 2009

Ancora Sea, Cima è quarto

La maledizione è stata spezzata. Con una performance di classe Sea the Stars (Cape Cross) ha portato a casa anche le Eclipse Stakes G1 di Sandown diventando il quinto cavallo nella storia, il primo cavallo dopo Nashwan (Blushing Groom) nel 1989, a vincere nello stesso anno 2000 Ghinee, Derby e Eclipse. Una prestazione tosta per il figlio di Cape Cross (Green Desert) allenato da John Oxx. Una retta fatta con cuore, coraggio e speed puro, nei confronti di un generoso Rip Van Winkle (Galileo) che ha dato un buon attacco a metà dirittura a Sea ma nulla ha potuto alla ripartenza del fenomeno inglese sotto le mani di Mick Kinane. Il Coolmore e Bob Brogi possono comunque andare fieri di Rip. Sea era offerto a 4/6 in antepost e sul campo, praticamente invincibile. Ed una ragione c'è, e come dice un celebre ed inarrivabile collega, i bookmaker inglesi non regalano soldi. Questa edizione delle Eclipse dicevamo, ha inoltre dimostrato che i tre anni sono più forti degli anziani, almeno quest'anno. Terzo è arrivato Conduit (Dalakhani) mentre quarto l'altro italian-bred Cima De Triomphe (Galileo) il cui interprete Lemaire ha fatto tutto per complicarsi la vita montando alla francese e cercando stucchevolmente di trovare varchi interni. Ma comunque Cima, assolutamente dignitosa la sua prova, non sarebbe andato oltre un terzo posto.

King's Best shuttle

Lo stallone King's Best anche quest'anno farà lo shuttle nell'emisfero sud e funzionerà presso l'Haras de Vacacion in Argentina in questa seconda parte del 2009. Il figlio di Kingmambo ha vinto le 2,000 Ghinee ed attualmente funziona in Europa presso l'Haras du Logis in Francia al tasso di €15,000. Ha prodotto 14 vincitori di Gruppo individuali incluso Creachadoir che ha vinto le Lockinge Stakes G1, Proclamation che ha vinto le Sussex Stakes G1 e Dubai Surprise che vinse il Lidya Tesio in Italia.

Primo Black Type winner per Avon

Iver Bridge Lad (Avonbridge — Fittonia, by Ashkalani) vincitrore lo scorso mese di cinque lunghezze sulla all weather di Kempton, è progredito ulteriormente vincendo le Dragon Stakes Listed a Sandown, diventando il primo black-type winner per il first crop sire Avonbridge (Averti). Iver Bridge Lad è stato pagato 8,000 gns da foal ma solo 1,000 gns da yearling; Il Whitsbury Manor Stud oltre ad essere casa di Avonbridge, lo è stato o lo è per Le Vie dei Colori, Rock Hard Ten, Oratorio e Starcraft. Il figlio di Averti (Warning) ha sei vincitori su 25 partenti. Lo scorso anno 48 suoi yearlings sono stati venduti alla media di £16,500 con Top-Price alle DBS St Leger Sale per £74,000.

Altri acquisti Godolphin parte 2

Neanche il tempo di scovare la notizia, che lo Sceiccone mette le mani su un altro presunto affare per Godolphin. Questa volta l'acquisto è di primo livello, perchè il gruppo dei Blues ha comprato nientemeno che Delegator (Dansili), il vincitore delle Craven Stakes G3 e secondo arrivato delle 2000 Guineas dietro a Sea The Stars (Cape Cross). L'ultimo suo ingaggio lo ha visto soccombere di poco a Mastercraftsman (Danehill Dancer) in un duello epico nelle St James's Palace Stakes G1 a Royal Ascot. Simon Crisford, team manager del gruppo, si è detto eccitato dell'acquisto, pur non specificando ne la cifra d'acquisto ne eventuali programmi futuri. Che la fortuna vi assista.