STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 31 luglio 2017

Verso la Asta Selezionata Yearlings in Italia organizzata dalla SGA del 15 Settembre. Per concessione dell'ANAC.

La maggior parte dei lettori segue un rituale comune: Dopo aver acquistato un libro resta da solo per non correre il rischio di risultare strano agli occhi degli altri, ed annusa. Fa scivolare le dita tra le pagine e quell’odore li fa sentire bene. Solo dopo essersi impregnati dell’odore cartaceo, come se si trattasse di un rito intimo, ne iniziano la lettura con la linguetta fuori dalle labbra. No, non è solo un fatto di miscela di odori misti tra cui carta, prodotti chimici, inchiostri e colla, ma più semplicemente associamo quel gesto ad un’esperienza piacevole che annusando permette di riattivare tutte quelle sensazioni. 
L’odore di un libro nuovo non è un semplice aroma, ma rappresenta una vera e propria esperienza. Quel rito è “Un nuovo inizio”. Come quello che accade quando si sfoglia per la prima volta il libretto cartaceo delle aste, che arriva a metà estate e si conserva gelosamente prima e dopo la consumazione della stessa. Siamo certi che quel profumo torni in mente anche a chi è capitolato alla digitalizzazione, inevitabile, del catalogo meno romanticamente definito “in pdf”. Si tratta di un vero e proprio luogo dell’anima dove sono contenuti tutti segni, crocette, evidenziazioni, schemi degni di un vero James Bond del purosangue. Si annusa con il cervello....

Inghilterra: Si apre il Qatar Glorious Goodwood. Cinque giorni di passione e fiumi di denaro. Ecco il programma..

Intanto quella che si è aperta, è la settimana del Qatar Glorious Goodwood che inizierà ufficialmente martedì 1 Agosto e si protrarrà fino a sabato 5 Agosto con soldi a palate distribuiti nell'ippodromo nel sud dell'Inghilterra, in uno dei meeting più prestigiosi. Cominciamo ad anticipare qualcosa dicendo quelle che sono le corse da non perdere. Preparate il panama bianco.
Martedì 1° Agosto è il giorno delle Qatar Goodwood Cup Stakes G1, poi le Vintage Stakes G2 per i 2 anni e le Lennox Stakes sui 1400 metri per 3 anni ed oltre. Mercoledì 2 Agosto è il giorno delle Sussex Stakes G1 ed il suo prestigioso Duel On The Downs, dove si prevede la presenza di 3 pezzi forti come Ribchester (Iffraj), Barney Roy (Excelebration) e Churchill (Galileo). Imperdibile. Nella stessa giornata le Bombay Sapphire Molecomb Stakes G3 per i 2 anni sui 1000 metri. 
Giovedì 3 Agosto ci sono le Markel Insurance Fillies' Stakes (ex Lillie Langtry) G3 per 3 anni ed oltre, poi le Nassau Stakes G1 dove dovremmo vedere Winter, e le Richmond Stakes G2 per maschi di 2 anni sui 6 furlongs. 

Germania: Daniele #Porcu spinge #Iquitos nel Grosser Dallmayr-Preis G1. Obiettivo Arc de Triomphe?

Un''altra espressione di genio italiano all'estero, forse fin troppo sottovalutato. Daniele Porcu è un fantino con i co...ntrofiocchi e l'ennesima dimostrazione l'ha data nella domenica tedesca nella quale c'era da vedere il Grosser Dallmayr-Preis - Bayerisches Zuchtrennen G1 sui 2000 metri, il primo confronto tra 3 anni e vecchi in Germania, vinto dalla generazione dei vecchi grazie a Iquitos (Adlerflug) accompagnato alla vittoria con una monta davvero intelligentissima da parte del jockey di Roma, ormai da anni in Germania.
Con il cavallo di Hans-Jurgen Gorschel ha atteso pazientemente nelle retrovie prima di lanciare il suo in un corridoio interno e sfruttando la corda, allontanandosi progressivamente dai rivali con in primis il giovane Best Solution (Kodiac) per Godolphin, ed al terzo Potemkin (New Approach), il terzo arrivato del Premio Roma G1 dell'autunno 2016. 
Iquitos, quarto lo scorso anno in questa corsa ma in generale diventato German Horse of the Year del 2016, è un tipico tedesco che migliora con il passare del tempo. Due volte vincitore a 3 anni in 5 uscite, è fiorito a 4 anni con la vittoria nel Grosser Preis von Baden G1 e vincendo anche il Preis der Badischen Wirtschaft G2. Iquitos era cresciuto talmente tanto che in Novembre aveva tentato la Japan Cup di Tokyo arrivando quarto ma non lontano dal campione Kitasan Black.

Francia: Roly Poly ancora lei, suo il Rotschild in lotta. A Tantheem il Cabourg, les italiens in vista con Alessandro Botti

Il primo weekend del Deauville Summer Festival è iniziato ufficialmente nell'ultimo weekend appena trascorso. Ogni settimana avremo un G1 di notevole interesse di cui parleremo settimana dopo settimana. Domenica è andata in scena una buona edizione del Prix Rothschild G1, il primo dei 5 G1 previsti in Normandia, sul miglio per femmine di 3 anni ed oltre che rappresentava un altro passo verso gli scontri intergenerazionali. Il primo è stato vinto da Roly Poly (War Front) la quale, dopo aver seguito Winter (insieme ad Enable la migliore 3 anni in circolazione), ha continuato la sua ascesa regalando ad Aidan O'Brien la prima vittoria in questa corsa, ma la 100° affermazione in G1 per Ryan Moore. Roly Poly, cresciuta esponenzialmente dall'inizio della stagione passando per gli np al rientro e nelle Poule francesi, arrivando seconda di Winter nelle 2000 Ghinee irlandesi e nelle Coronation, e vincendo nelle Falmouth Stakes G1 di Newmarket, ha battuto un altro colpo vincendo con immenso coraggio, rimanendo sempre vicino alla testa, andando in lunga progressione e respingendo tutta strada in un finale acceso Via Ravenna (Raven’s Pass) e Siyoushake (Siyouni), con la favorita e defending Champion Qemah (Danehill Dancer) solo al quarto posto. Per Padre Aidan O'Brien era la 12° affermazione in G1 nel 2017 dopo Churchill (2 volte), Winter (3 volte), Highland Reel (2 volte), Wings Of Eagles, Caravaggio, Capri e Roly Poly 2 volte. Chissà se quest'anno riuscirà a superare il record dei 28 G1 in una stagione di Bobby Frankel. Un paio di anni fa ci era andato vicino, manca tutta la seconda parte dell'estate, dell'autunno ed Hong Kong, per completare un quadro difficilissimo.

sabato 29 luglio 2017

Ascot: #Enable e Frankie Dettori nella leggenda delle King George G1! La Juddmonte spazza via maschi ed anziani..

Spingi Frankie, spingila verso la storia. Con la vittoria nelle King George Vi & Queen Elizabeth Stakes G1, Enable (Nathaniel) ha sfatato tutta una serie di miti che la riguardavano. Mai nessuna femmina aveva vinto le due Oaks, inglesi ed irlandesi, e poi anche le King George G1 nel giro di poche settimane. Significa che siamo di fronte ad una cavalla dalle potenzialità fuori dal normale. Enable, con un vantaggio di chili considerevole derivante dal sesso e dall'età (aveva 54 contro i 60 e mezzo degli altri), ha mostrato la faccia migliore della potenza dell'allevamento mondiale di Khalid Abdullah. Lei, poi, una virago nel fisico e nei modi, una cavalla spaccata da miglio e mezzo, con tanta classe distribuita a secchiate come l'acqua scesa nel Berkshire. 
La femmina di Juddmonte, che al Curragh aveva fatto capire di essere qualcosa di spaventoso con una progressione devastante, era troppo in forma per non poter provare subito un impegno così gravoso. Tra Frankie che ha fatto sacrifici per rientrare nel peso, ed il recupero lampo per un taglio subito dopo la prova irlandese, Enable ha messo tanto del suo per risolvere una corsa sempre complicata perchè Ascot non è una pista così semplice come potrebbe sembrare. Complici le piogge delle ultime ore, Frankie, nell'ippodromo che più di tutti ha celebrato il suo immenso talento, ha cercato subito una scia percorribile mettendosi alle spalle del battistrada Maverick Wave, ma sempre rimanendo vicino alla testa, poi ha seguito verso il centro della pista Highland Reel, Idaho, Jack Hobbs, Ulysses e gli altri. A metà curva ha cominciato a chiamare la sua con una certa decisione e questa ha risposto subito presentandosi in retta in vantaggio, allungando metro dopo metro, lasciando gli altri di sasso.
Il primo a provare ad interferire con il suo incedere è stato Ulysses, che si è presentato all'appoggio con fare minaccioso, ma al momento di dover dimostrare di poterci fare anche sui 2400, ci si è messo in mezzo l'extra furlong e si è piantato dimostrando di essere più un cavallo da 2000 che da miglio e mezzo. Idaho, patito il cambio di categoria al momento della prima accelerazione, è piano piano risalito verso l'interno per accaparrarsi infine il terzo e insidiare il secondo gradino del podio ad Ulisse. Tutto questo mentre Enable, con il suo passo cingolato, mandata sulla terra chissà da quale dio delle corse, si involava verso la leggenda. IL VIDEO ED IL RISULTATO COMPLETO CONTINUANDO A LEGGERE PIU' SOTTO.

venerdì 28 luglio 2017

Irlanda: #Galileo dominatore con #Happily, The Pentagon ed il promettente Delano Roosevelt. Egemonia e misteri..

A Leopardstown c'è stato un giovedì con qualche spunto degno di interesse in termini di corse pattern dominate da figli di Galileo, tanto per cambiare. Ma ne parliamo perchè sono pur sempre soggetti che faranno parlare di se in futuro, nelle corse buone, in ottica Classiche. E poi dicono dell'Italia, mentre nessuno spende parole negative per le corse irlandesi. Anzi. In particolare si correvano le Silver Flash Stakes G3 per femmine e le Tyros Stakes G3 per i maschi, entrambe sui 7 furlongs e per puledri di 2 anni. Nella prova per femmine, già vinta in passato da campionesse come Maybe e Together, a vincere è stata Happily (Galileo), Aidan O'Brien al training, che ha dominato la compagnia lasciando la prima battuta a 5 lunghezze di margine, confermando il riferimento con Shalailah (Showcasing), già battuta in maiden un mese fa al Curragh, ma stavolta con un divario più ampio. Al debutto invece non aveva fatto bene giungendo settima alle spalle di September, che poi abbiamo visto in grande spolvero anche ad Ascot. Happily ora alzerà l'asticella nelle Debutante Stakes G2 del 20 Agosto al Curragh, dove potrebbe incontrare altre 2 ragazze terribili della generazione come Clemmie e September stessa, prima di puntare alle Moyglare Stakes G1. Allevata dalla Orpendale and Chelston Ireland, Happily è sorella piena del campione e vincitore di 4 G1 Gleneagles, della Classica Marvellous e del meno buono Taj Mahal. La mamma è You’resothrilling (Storm Cat), sorella piena del campionissimo ed Iron Horse Giant’s Causeway, una famiglia di cui fa parte anche Decorated Knight.

Les italiens: Doppietta a Maisons-Laffitte per Marcialis e Botti. Sabato a Deauville Stella Di Camelot in Listed.

Da registrare in Francia un doppio italiano a firma di Andrea Marcialis e Alessandro Botti. In apertura di pomeriggio a Maisons-Laffitte affermazione per Sweeticon (Sixties Icon), in una reclamare per cavalli di 3 anni con in sella Cristian Demuro. Poco più tardi, in un'altra reclamare, ecco il successo di Magical Forest (Casamento) con Alexandre Chesneau a bordo con una convincente prestazione vittoriosa per 4 lunghezze di margine. Il weekend degli italiani potrebbe essere ancora più succoso....

Scandalo a Yarmouth! Cavallo vince a 50/1, ma era il compagno di scuderia.. Charlie McBride sotto inchiesta

Tutto il mondo è paese. Ieri Yarmouth ha vissuto uno scandalo sportivo di grossa entità e senza precedenti. Si è verificato un grossolano scambio di cavalli nella prima corsa del pomeriggio, una prova per cavalli di 2 anni, vinta da un cavallo a 50/1 a sorpresa, ma che ha 3 anni!  
A passare il palo per prima è infatti stata tale Mandarin Princess che ha battuto il favorito Fyre Cay a 6/4, ma solo successivamente al verde pagare è stato scoperto che in realtà la vincitrice era Millie's Kiss, una 3 anni che era stata dichiarata partente nella quarta corsa del pomeriggio. L'allenatore responsabile in questione è Charlie McBride, che ha parlato di un errore "in buona fede" in quanto la ragazza che si è occupata di portare i soggetti in pista li ha semplicemente scambiati, mentre lui stesso non si è accorto di nulla in quanto, adducendo giustificazioni più o meno plausibili, era stata già insellata al momento del suo arrivo in ippodromo dopo pranzo. 

giovedì 27 luglio 2017

Aste: Pubblicato il catalogo delle #Tattersalls #Ireland #September Yearling Sales. Sarà diviso in 2 parti in 3 giorni

Il catalogo delle Tattersalls Ireland September Yearling Sale è disponibile online e conta 487 yearlings e, questa è la novità, completi anche di una seconda parte denominata book 2, nella quale passeranno 271 yearlings. La prima sessione si terrà in 2 giorni, il 19 e 20 Settembre, mentre la seconda sessione o meglio la parte due si terrà il 21 Settembre.
Da qui sono passati 4 vincitori Classici nel 2016 quali Galileo Gold (Paco Boy), Hawksmoor (Azamour), Wicklow Brave (Beat Hollow) e Conselice (Showcasing) in Italia. Nel 2017 gli highlights riguardano soprattutto Unfortunately (Society Rock), vincitore del Prix Robert Papin G2 di Maisons-Laffitte ma in generale 80 cavalli di 2 anni che hanno vinto 100 corse. Nel catalogo sono presenti figli di Dark Angel, Kodiac, Pour Moi, Iffraaj, Invincible Spirit, Acclamation, Exceed And Excel, Teofilo, Sea The Stars, Nathaniel, Society Rock, Havana Gold, Holy Roman Emperor, Red Jazz e Fast Company. I First season sires rappresentati sono

News: Modifica del calendario 2017, 10 giornate tagliate a Roma, e aumento delle dotazioni. Ecco i 2 comunicati..

Il sito Gioconews ha pubblicato delle variazioni importanti al calendario e alle dotazioni delle corse che avremo da qui fino a fine anno. Le variazioni più succose riguardano appunto le dotazioni che, grazie allo stanziamento del Preu, ovvero Prelievo Erariale Unico derivante dai proventi delle Slot, darà ossigeno alla programmazione. Sintetizzando, in autunno si avranno molti più soldi da distribuire e meno giornate su cui spalmarle, dunque dei premi più alti in meno corse. In particolare l'ippodromo delle Capannelle avrà un taglio, per quanto riguarda il galoppo, di 10 giornate tra Settembre e Dicembre, con dettagli diffusi più sotto, e più soldi nelle corse condizionate, maiden ed handicap. Una bella notizia, finalmente
Di seguito pubblichiamo i 2 comunicati completi che sono stati appena pubblicati dall'agenzia di stampa Gioconews con tutte le variazioni completi

Inghilterra: Tutto pronto per le King George di sabato. Enable al via contro 9 avversari. Ecco le ultime e le monte..

La dichiarazione dei partenti è avvenuta nella mattinata di giovedì, alla fine saranno in 10 al via nelle King George VI & Queen Elizabeth Stakes G1 sponsorizzate da Qipco, in programma sabato 29 Luglio alle 16,35 ora italiana. Ci sarà Enable (Nathaniel), attesissima e duplice vincitrice di Oaks, sulla quale salirà Frankie Dettori che, per rientrare nel peso, sta mangiando pesce in bianco ed acqua da una settimana.

Luigi Riccardi va in Corea! L'allenatore sardo sposa una nuova avventura biennale in Oriente, partirà in Settembre.

La Corea come nuovo mondo. Quella del sud, si intende. Si dice che Hernán Cortés, una volta arrivato nel nuovo mondo, bruciò dietro di se navi e ponti affinchè fosse motivato al meglio. Ecco, magari Luigi Riccardi non brucerà i contatti con l'Italia, ma per ora ha deciso di darci un taglio, mollare gli ormeggi mentali il nostro paese e di approdare in un porto nuovo come quello dell'Oriente. Da Settembre infatti l'allenatore italiano sarà infatti ufficialmente un nuovo allenatore per il Jockey Club Coreano che si chiama KRA, che lo ha messo sotto contratto per il periodo di due anni nei quale Luigi potrà sfruttare tutte le conoscenze acquisite in anni di esperienza italiana, oltre a quella americana, in un mondo dove tutto è in espansione. La Corea del Sud è stata patria prima di fantini italiani che hanno deciso di cambiare vita per qualche mese. Il primo fu Djordje Perovic, italiano di professionalità, poi lo hanno seguito Pasquale Borrelli, Paolo Aragoni, Nicola Pinna, Marcello Belli, Mirko Sanna e per ultimo Andrea Mezzatesta, che ha un contratto ancora in essere, ma che non sono tornati motivatissimi dall'esperienza. Sicuramente con una borsa più pesante in termini finanziari.

mercoledì 26 luglio 2017

#Enable sarà al via nelle King George VI & Queen Elizabeth II Stakes di sabato! Quota scesa da 6/1 a 2/1 in antepost..

Luce verde! La notizia tanto attesa è arrivata nella prima mattinata di mercoledì. La campionessa Enable (Nathaniel), vincitrice di Oaks inglesi e di Oaks irlandesi in maniera ancora più esaltante, prenderà parte alle King George VI and Queen Elizabeth Stakes G1 di sabato 29 ad Ascot, dopo che John Gosden ha dato il via libera per tentare l'impresa di una femmina di 3 anni, contro i maschi anziani, con in sella Frankie Dettori.
Gosden ha spiegato che la figlia di Nathaniel (Galileo) ha superato brillantemente la prova irlandese pur uscendone con una lieve ferita, rimarginatasi ben presto. La forma è troppo alta per non provarci, il tempo per il riposo verrà più avanti magari aspettando l'Arc de Triomphe. Le notizie erano cominciate a serpeggiare già ieri quando la quota di Enable è stata progressivamente mangiata scendendo dal 6/1 a 2/1, diventando di fatto la favorita contro Highland Reel e soci per la prova da £1,150,000!

Mercato: Dylan Mouth venduto a Earle Mack! Obiettivo Melbourne Cup G1, rimarrà in training da Marco Botti

A proposito di italiani che vengono venduti, è arrivata anche l'ufficialità della cessione a titolo definitivo del campione italiano Dylan Mouth (Dylan Thomas), escluso dall'asta Tattersalls di Luglio a Newmarket, ma acquistato privatamente da Earle Mack, businessman con la passione per i cavalli, già noto come proprietario di Electrocutionist (giubba amaranto) prima del passaggio a Godolphin, che ha completato la transazione con la Effevi nelle ultime ore con un occhio rivolto all'Australia e alla Melbourne Cup G1, come confessato proprio ai quotidiani locali, del 7 Novembre prossimo. In realtà Felice Villa ha ceduto il cavallo per un anno e mezzo, prima di tornare ad averlo a disposizione eventualmente con interessi da stallone in cui è incluso anche Earle Mack stesso.
Il proprietario americano ha spiegato infatti che per lui è la corsa più eccitante del mondo, già provata a vincere un paio di volte con Manighar, settimo nel 2010 e quinto nel 2011, forse insieme a Electrocutionist il cavallo più forte di sua proprietà, e con Mad Rush, settimo nel 2008. 
Quanto a Dylan Mouth, è accaduto quanto ci aspettavamo da un cavallo come lui. Sei anni, tornato a vincere nei grossi handicap come quello di Haydock in Classe 2 recentemente con Harry Bentley in sella (nella foto), campione autentico nel nostro paese con 3 vittorie di G1 all'attivo tra cui il Derby, che avrà come destinazione naturale, per un passista, la Melbourne Cup G1 sulle 2 miglia o le ricche prove australiane. Unico problema, a mio avviso, sono le curve a volte troppo "invitanti" e con rette troppo corte.

Les Italiens: #Ipompieridiviggiu approda da Criquette Head in training. Kloud Gate e La Gommeuse venduti.. Altre news.

Qualche news sugli italiani di Francia, sponsorizzata dalla NBF LANES Linea Horse (http://www.nbflaneshorse.com/). 
Nelle ultime ore è stato formalizzato un accordo che vedrà rimanere in terra transalpina Ipompieridiviggiu (Pastoral Pursuits) in seguito al quinto posto nel Prix Robert Papin G2 di domenica pomeriggio. Il cavallo della Il Cavallo In Testa, di proprietà non solo di Bruno Grizzetti, rimarrà in training da Criquette Head che ha confermato la notizia ai microfoni di Jour De Galop, spiegando che subito dopo la corsa quelli del team di Grizzetti hanno chiesto proprio all'allenatrice se era possibile questa eventualità proprio per una migliore ed eventuale valorizzazione. Detto fatto, seguiremo Ipompieri anche fuori dai nostri confini. 
Intanto a proposito di fatti e corse vanno registrate anche altre 2 perdite per il galoppo italiano. La 3 anni grigia La Gommeuse (Zamindar), vincitrice di Premio Incisa Lr, seconda di Seregno Lr, e poi non piazzata di Oaks in Italia, è stata venduta per €71,000 alle Arqana di inizio Luglio a Deauville. Anche lei sarà allenata da Criquette Head, per i colori però di Mohammed Ali Meddeb.
Kloud Gate (Astronomer Royal), stayer della Razza della Sila, è stato venduto per la stessa cifra alla NBB Racing. In Italia si è distinto per il quarto nel Federico Tesio ma molto lo ha fatto in Francia per il training di Gianluca Bietolini per il quale ha ottenuto 7 piazzamenti in Listed. 
Intanto nei prossimi giorni, ed in attesa del grande mese di Deauville, ancora italiani in Francia che vanno monitorati. Sabato 29 nel Prix Six Perfections Lr sui 1400 metri, iscritti Stella Di Camelot (Camelot), per i colori della nuova scuderia Antabell della famiglia Luciani ed il training di Gianluca Bietolini, e Bonita Francisca (Pedro The Great) per Andrea Marcialis, terza nel Primi Passi G3.

martedì 25 luglio 2017

Criquette Head annuncia ricorso per il mancato distanziamento di Unfortunately nel Papin G2! Attendiamo decisioni..

Sembrava strano! La decisione di domenica pomeriggio nel Papin G2 da parte degli stewards di lasciare invariato l'arrivo dopo la deviazione di Unfortunately (Society Rock) nei confronti di High Dream Milena (Dabirsim), ha lasciato molti di stucco. Lettori, appassionati, o chiunque abbia mai avuto a che fare con le tipiche scelte draconiane dei francesi che di solito sono molto puntigliosi, pignoli, al limite della sopportazione. Infatti, alla fine, della fiera è stato reso noto che il team di High Dream Milena, quarta sul traguardo, ha deciso di ricorrere in appello contro la decisione di Maisons-Laffitte, contestando appunto il danneggiamento del vincitore a danno della femmina di Criquette Head di proprietà della famiglia Marzocco. In effetti la deviazione c'è stata, se vogliamo proprio essere onesti High Dream Milena avrebbe potuto anche guadagnare una posizione o due senza quella deviazione, dunque è normale pensare che il risultato possa essere contestato. Insomma, alla fine Unfortunately può ancora perdere il Papin G2 anche dopo il verde pagare.
L'allenatrice della danneggiata ha rilasciato le seguenti dichiarazioni alla Press Association Sport. “There’s no doubt the winner did interfere with her and [Pierre-Charles] Boudot had to stop riding. She was nearly brought to a stop, but got going again and finished strongly. Without that happening she’d have been much closer. Would she have won? I don’t know". Nessuno lo sa, ma di sicuro quello sbandamento le è costata una posizione migliore. In ogni caso, se a tavolino o non, la rivincita ci sarà eccome. Sportivamente Unfortunately e High Dream Milena, rispettivamente primo e quarta nel Papin G2, si reincontreranno nel Prix Morny G1 del prossimo mese sui 1200 metri. In quell'occasione si, che a decidere sarà solo il palo d'arrivo. Sempre che nessuno devi..

lunedì 24 luglio 2017

Ascot, verso le King George VI And Queen Elizabeth Stakes di sabato 29. Parata di stelle nel Berkshire, ecco i papabili

La settimana che si apre è quella delle King George VI And Queen Elizabeth Stakes (Sponsored By Qipco) G1 sul miglio e mezzo di Ascot di sabato 29 Luglio. L'eccitante prospettiva che ci si propone è quella di vedere veramente all'opera la duplice vincitrice Classica di Oaks Enable (Nathaniel) affrontare i maschi e gli anziani in quella che una volta era la corsa che fermava l'Europa. John Gosden, interpellato nella giornata di lunedì, non ha totalmente escluso la possibilità descrivendo la sua in ottima forma dopo la lieve ferita subita dopo le Oaks del Curragh. I prossimi giorni saranno decisivi per capire le intenzioni del master di Clarehaven, ma ad oggi è solo una suggestione. Enable sulle prime era stata praticamente esclusa dall'antepost anche per le parole di Lord Teddy Grimtorpe, portavoce di Khalid Abdullah, il quale di concerto con Gosden aveva identificato le Yorkshire Oaks come potenziale obiettivo di mezza estate ma proprio lunedì, complice la forma scintillante della 3 anni, è stata reinserita prepotentemente tra le possibili a 6/1 per la prova da £1,150,000. Se parteciperà, Enable proverà ad emulare la campionessa Taghrooda vincitrice dell'edizione 2014, dopo aver vinto le Oaks inglesi. Mercoledì sarà il giorno giusto per cominciare a sognare....

domenica 23 luglio 2017

Francia: #Unfortunately vince il Papin G2 dopo inchiesta. Solo un quinto posto per Ipompieridiviggiu. E sui social..

Il destino nel nome. Unfortunately (Society Rock), non propriamente baciato dalla fortuna nella sua ultima occasione, si è redendo passando per primo il traguardo del Prix Robert Papin G2 di Maisons-Laffitte e sopravvivendo all'inchiesta dei giudici di arrivo che hanno suonato la sirena dopo aver visto una deviazione negli ultimi 200 metri di corsa su High Dream Milena (Dabirsim), la francese, che è stata un pò sacrificata non riuscendo forse ad ottenere un risultato migliore, appunto perchè danneggiata dal rivale inglese. Ci aspettavamo una retrocessione ma non perchè siamo d'accordo con il metro di giudizio, ma perchè siamo quasi sorpresi della decisione molto "easy", uscendo dalla loro comfort zone, da parte dei giudici francesi di solito molto, troppo, intransigenti. 
Alla fine però Unfortunately non avrebbe mai perso, e per una volta è stato premiato il merito sportivo. Tony Piccone non era riuscito infatti a mantenere la linea retta del suo, scendendo sulla rivale verso lo steccato, ma poi aggiustando il tiro e rimettendosi in carreggiata nella fase finale della corsa. Tutto questo quando invece al centro della pista hanno ingaggiato lotta Frozen Angel (Dark Angel) e Heartache (Kyllachy), la favorita a mezzo, con il primo che ha messo un musetto di vantaggio sul rivale per la miglior piazza. Il tempo finale è stato di 1m 4.50s (slow by 1.90s).
Insomma, un 3 a 0 netto per gli inglesi che in questa corsa aumentano il loro vantaggio a 13 vittorie contro le 8 dei francesi in casa loro...

America: Sconfitta shock per #Arrogate, quarto di 5 a Del Mar nel San Diego H'cap, irriconoscibile. Vince #Accelerate..

Dalle stelle alle stalle. L'attesa per il rientro di Arrogate (Unbridled's Song), il cavallo più forte al mondo, si è trasformata in un dramma sportivo per una sconfitta inattesa, con una prestazione talmente brutta da non sembrare vera, a Del Mar nel Tvg San Diego Handicap G2 di Del Mar dove il grigio di Bob Baffert è incappato una delle più brutte prestazioni che un cavallo della sua levatura potesse proporre partendo da una quota di 1/20. Arrogate è arrivato quarto su cinque partecipanti, a 15 lunghezze e mezzo dal vincitore, capace di battere solo El Huerfano (Tannersmyman), un cavallo molto scarso il cui fantino aveva perso anche le staffe in partenza. Praticamente, mettendo il dito nella piaga, ha battuto una moto con il cavalletto. Ferma. Come lui, del resto. Molle, sulle gambe, ha finito come un maratoneta spompo all'epilogo, quasi fuori condizione, è apparso il lontano parente di quello ammirato nelle precedenti uscite. Arrogate è partito lento, è rimasto nelle retrovie con Mike Smith che provava a smuoverlo un pò, ma ha tentato solo un timido recupero, battuto dal martello di quelli davanti guidati da Accelerate (Lookin At Lucky), allenato da John Sadler con in sella Victor Espinoza, piazzato di G1 in passato ma lontano comunque dai valori di un cavallo che abbiamo più volte definito "gargantuesco".

sabato 22 luglio 2017

#Frankel, un impatto alla #Galileo! Per concessione di Jour De Galop, una eccezionale analisi a cura di Franco Raimondi

Qualche giorno fa il quotidiano francese Jour De Galop (http://jourdegalop.com/), a firma di Franco Raimondi (fr@jourdegalop.com), ha pubblicato una interessantissima analisi sul fenomeno Frankel ed il suo impatto nell'allevamento mondiale. A distanza di oltre un anno dai primi figli del campionissimo Juddmonte scesi in pista, si cominciano a tirare le somme. Tra i sostenitori, ed i detrattori, per quanto fatto sinora, è sbucato questo immancabile approfondimento che merita di essere letto dalla prima all'ultima riga. 
Dalla penna di Franco Raimondi (quanto ci manca!) sono sgorgate queste righe ricche di contenuti che noi, in esclusiva e per concessione del "Journal" francese, vi riportiamo tradotto parola per parola per accendere un confronto ed una discussione. Frankel è o non è il fenomeno che tutti ci aspettavamo anche in razza? Ai posteri l'ardua sentenza. Intanto godiamoci questo saggio. Merci cher Francò! Buona lettura. GC.
Nemmeno il grande Galileo (Sadler's Wells) aveva prodotto già dieci vincitori di Gruppo al 16 luglio della sua seconda stagione con i cavalli in pista. Finche, nella foto, ha portato Frankel (Galileo) a dieci vincitori di Gruppo imponendosi nel Prix Eugène Adam - GrandPrix de Maisons-Laffitte, domenica scorsa. È un record dopo una stagione e mezzo. Certo, calcolarlo a metà stagione, è un po come registrare il record del mondo su 160m come tempo di passaggio di Usain Bolt sui 200m. I record si calcolano sulla distanza intera. E si può fissare poi, una data, la fine della stagione 2017, per giudicare meglio....

Haydock sotto shock! Deceduto Stephen Yarborough, un uomo delle gabbie. Ancora ignoti i motivi della morte..

Venerdì pomeriggio una tragedia che ha scosso il mondo delle corse in Inghilterra. Ad Haydock è deceduto infatti tale Stephen Yarborough, un "stalls handler", o uomo delle gabbie, trovato senza vita in prossimità delle gabbie di partenza prima della quarta corsa in programma, in seguito a quelle che sono state definite circostanze misteriose causate da ferite fatali. Ancora non è chiara la dinamica, sono in corso delle indagini per capire la natura di quello che potrebbe essere anche un omicidio. Yarborough, 60 anni, era Team Leader degli starting stalls di Haydock, è stato trasportato dalla eliambulanza presso il Whiston Hospital e dopo qualche ora di terapia intensiva, è stato dichiarato morto.
Il convegno è stato abbandonato, sul posto come detto la polizia del Merseyside ha fatto gli accertamenti del caso per raccogliere testimonianze, pareri e per ricostruire la dinamica dell'episodio che, per quanto ne sappiamo, è ammantato di mistero. L'unico rumours filtrato è quello che riguarda la possibilità sia rimasto schiacciato dal trattore nello spostamento delle gabbie da una zona ad un'altra, ma anche qui siamo nel campo delle ipotesi, insieme a quella che siano stati proprio gli stalli aprendosi ad aver causato la morte del povero lad. Speriamo sia stato veramente solo un incidente e non un episodio di cronaca nera. 
Sono stati ovviamente divulgati vari statement di cordoglio da parte della RaceTech e da parte di John Bozza, CEO della società, da Nick Rust della British Horseracing Authority, e da parte di Kirkland Tellwright, clerk dell'ippodromo. Per ora non si sa ancora nulla sull'accaduto per il quale verranno dati ulteriori dettagli più avanti.

venerdì 21 luglio 2017

America: #Arrogate vicino al rientro. Sabato notte correrà a Del Mar il San Diego Hcap, verso il Pacific Classic

Dove eravamo rimasti? Ah, si, dalla definizione di "gargantuesco", oppure da quelle che gli hanno dato in America: Duke of Del Mar, the Master of his Domain, the King of the World.. forse, meglio, dalla prestazione esagerata nella Dubai World Cup di Meydan vinta grazie ad una schiacciante superiorità ed affermandosi come campione a livello mondiale sul dirt. 
Il mostruoso Arrogate (Unbridled's Song) ha completato le ferie come da programma e a breve si rimetterà in marcia all'inseguimento dei suoi obiettivi. La prima tappa del tour sarà quella che lo vedrà protagonista a Del Mar sabato notte (alle 3,10 am ora italiana) dove il cavallo allenato da Bob Baffert, con in sella Mike Smith, effettuerà un rientro nel San Diego Handicap G2 sui 1700 metri di Del Mar nel Sud della California. Il 4 anni, vincitore di 7 delle 8 corse disputate, affronterà 5 avversari rendendo 8 libbre ad avversari onestamente non irreprensibili, per premio da $300,000, in una corsa che servirà al campione per rifinire la condizione in vista del Pacific Classic G1 da $1 milione, del prossimo 19 Agosto, ed in vista della Breeders Cup Classic del 4 Novembre prossimo. IL CAMPO PARTENTI DEL SAN DIEGO HANDICAP QUI.
Arrogate è al momento il cavallo più forte (134 di rating, più di Winx a 132 e Ribchester a 124) e più ricco del nordamerica con le sue somme vinte, equivalenti ad oltre £13 milioni, affronterà come detto avversari non tostissimi ma che gli serviranno per rinfrescare l'attitudine in corsa di una pista conosciuta un anno fa di questi tempi, prima dell'esplosione nelle Travers G1, nel Classic G1 di Santa Anita (quest'anno si correrà proprio a Del Mar la Breeders), poi la Pegasus a Gulfstream Park e la DWC di Meydan, 4 G1 in fila uno dietro l'altro senza mai perdere.

Francia: Sei al via nel Prix Robert Papin G2. Ipompieridiviggiu con Cristian Demuro parte dal 6, la favorita è #Heartache

Non capita molto spesso che i francesi a casa loro siano in netta minoranza in una prova del genere. A Maisons-Laffitte, nel Prix Robert Papin G2 (sui 1100 metri da €130,000), accadrà di sicuro perchè l'unica rappresentante dei transalpini sarà High Dream Milena (Dabirsim), una cavalla di proprietà di Claudio Marzocco (ingegnere e businessman con affari al confine tra Italia e Francia, erano in affari anche con Lawman), che ha vinto al debutto in maniera impressionante a Chantilly, ed è allenata da Mme Christiane Head-Maarek e per la quale avrà in sella Pierre Charles Boudot. 
La femmina affronterà a pari chili la pari sesso Heartache (Kyllachy), allenata da quel genio con i velocisti che risponde al nome di Clive Cox, imbattuta e vincitrice delle Queen Mary Stakes G2 al Royal Ascot qualche settimana fa che non dovrà rendere chili, scappando alle penalità. Dunque, è la favorita.
L'Inghilterra è rappresentata da Unfortunately (Society Rock), di proprietà di J Laughton & Mrs E Burke ed allenato da Karle Burke, vincitore di una maiden ad Hamilton e poi migliorato fino a piazzarsi in Listed a Maisons-Laffitte e poi in condizionata a Pontefract ad inizio Luglio. Riccardo Hannon avrà dentro De Bruyne Horse (Showcasing, con in sella Cristophe Soumillon. Il portacolori del Middleham Park Racing ha preferito il Papin ad un ricchissimo "trophy" tipo corsa delle aste, ha pescato il 4 di steccato ed in carriera ha vinto 2 corse come una maiden a Ripon di 7, le Woodcote ad Epsom battendo Cardsharp, poi emerso nelle July Stakes a Newmarket, e poi ha tentato le Coventry G2 finendo in maniera sfortunata ottavo ma a 2 lunghezze da Rajasinghe (linea sempre July Stakes) e poi da atteso quarto su 8 nelle Railway Stakes G2 al Curragh. Il suo curriculum parla chiaro, e se non è stanco c'è dentro per forza.

giovedì 20 luglio 2017

Verso il Prix Robert Papin G2 di domenica 23. Confermato #Ipompieridiviggiu, al via a Maisons Laffitte contro 5 avversari

Tutto confermato. Domenica l'Italia che galoppa verso la Francia cercherà ancora una volta una coraggiosa valorizzazione. A Maisons-Laffitte si corre il Prix Robert Papin G2 sui 1100 metri in pista dritta, una corsa nella quale i nostri nei tempi andati hanno avuto sempre parecchie soddisfazioni e qui sono arrivate 2 vittorie come quelle di Rolly Polly nel 2000 allenata da Bruno Grizzetti e Lui Rei nel 2008 con in sella Dario Vargiu. 
Nel 2017 ci prova Ipompieridiviggiu (Pastoral Pursuits), vincitore del Premio Primi Passi G3 in Italia, che con Cristian Demuro affronterà 5 avversari tra cui Heartache (Kyllachy), la femmina imbattuta in 2 uscite allenata da Clive Cox, emersa nelle Queen Mary Stakes G2 al Royal Ascot. La differenza è rappresentata dalla monta che sarà quella di Gerald Mosse, al posto di Adamo Kirby che non rientra nel peso... Al via ci sono Frozen Angel (Dark Angel) per Tom Dascombe, Unfortunately (Society Rock) per Karle Burke, De Bruyne Horse (Showcasing) per Richard Hannon e l'unica francese sarà invece High Dream Milena (Dabirsim) per Criquette Head ed i colori dei signori Marzocco.

mercoledì 19 luglio 2017

Europa news sponsored by NBF Lanes. Rohaut si arrabbia con gli inglesi, programmi per Enable, Mutakayyef out..

Altre notizie veloci e sparse qua e la sponsorizzate dalla NBF LANES Linea Horse (http://www.nbflaneshorse.com/)La prima riguarda un fatto increscioso per la quale la British Horseracing Authority ha riconosciuto alla fine l'errore. Il problema riguarda la denuncia da parte di Francis Rohaut, allenatore francese, che ha contestato alle autorità ippiche inglesi la brutta prestazione di Signs Of Blessing nelle King's Stand al Royal Ascot, perchè questi non gli hanno permesso di reidratarlo adeguatamente dopo nei 2 giorni precedenti la corsa dopo un viaggio molto lungo e faticoso dalla Francia.. Rohaut, che ha tirato in ballo gli scommettitori non tutelati da questo aspetto, ha parlato tramite France Galop che ha interloquito con la BHA i quali, alla fine, hanno dovuto praticamente chiedere scusa dicendo che non capiterà più che asserendo che le regole sono chiare e Signs avrebbe dovuto prendere accorgimenti prima dell'arrivo in Inghilterra, dove c'è una certa rigidità. Alla fine un pò di buon senso, però, vince sempre. 
Adesso parliamo di programmi. Confermato che Enable (Nathaniel), vincitrice di Oaks inglesi ed irlandesi, non prenderà parte alle King George di settimana prossima ad Ascot. Un pò perchè uscita malconcia, ma comunque non gravemente, dalle Oaks irlandesi, ed un pò perchè si tratterebbe di un impegno molto severo, è stato reso noto che la figlia di Nathaniel (Galileo) del Principe Khalid Abdullah rincorrerà il trittico di Oaks a York, nelle Yorkshire Oaks G1.

Orribile caduta per Ana O'Brien a Killarney! Due vertebre fratturate, Tac positiva.. nulla di eccessivamente grave..

Ieri in Irlanda si sono vissuti momenti di tesissimo panico. Ana O'Brien, figlia di Aidan O'Brien e sorella di Joseph, Donnacha e tutti gli altri figli del trainer irlandese, è caduta rovinosamente a Killarney a causa dell'infortunio patito da Druids Cross, un cavallo allenato da Joseph. 
Trasportata con urgenza dall'Irish Coast Guard con l'eliambulanza presso il Cork University Hospital, sulle prime si è temuto per il peggio visto che non era pienamente cosciente. Alla fine la diagnosi parla di una frattura ad una vertebra del collo, la T6 sulla schiena ed in più una serie di molteplici fratture alle ossa facciali. La notizia buona è rappresentata dal fatto che non ci sono al momento pericoli per l'infermità, potrà tornare a montare almeno a Novembre, e la tac al cervello ha escluso altri tipi di problemi. IL VIDEO DELLA CADUTA CLICCANDO QUI.
Anastasia, terza figlia dopo Joseph, Donnacha e prima di Sarah, ha vinto in stagione 18 corse, si apprestava a vincere la 19° senza la orribile caduta.

martedì 18 luglio 2017

Dichiarare il paraocchi australiano, o cheek pieces, diventa obbligatorio anche in Italia

Finalmente una decisione attesa, inseguita, ed ottenuta. Da oggi in poi il Cheek Pieces, o cosiddetto paraocchi australiano, figurerà ufficialmente nei programmi di corse sotto la voce dedicata. Fino ad oggi non era considerato fondamentale scriverlo, ma i tempi cambiano e i nostri regolamenti sono rimasti vecchi mentre l'ippica velocemente, all'estero, evolveva. Il paraocchi australiano è ritenuto fondamentale da molti allenatori, lo scorso anno ne avevamo disquisito abbondantemente con Stefano Botti, uno dei primi utilizzatori massicci di questo accorgimento, che ne ha descritto le potenzialità per far concentrare i cavalli senza dover per forza ricorrere al paraocchi normale. Da oggi, come anticipato nei giorni scorsi, è arrivata anche la disposizione da parte del Ministero. Alleluia.
A breve il documento completo dal sito del Ministero delle Politiche Agricole.

Aste Selezionate Yearlings #SGA del 15 Settembre a La Maura. Ecco il Pre-Catalogo con i 97 cavalli iscritti...

In anteprima, annunciamo con piacere l'uscita del catalogo dei partecipanti alle prossime Aste Selezionate per gli yearlings organizzata dalla SGA per i nati nel 2016. 
Ricordiamo che l'asta si terrà il 15 Settembre 2017 presso l'Ippodromo de "La Maura" a San Siro, e questo è già un cambiamento rispetto alla tradizione di Settimo Milanese per tanti anni. L'altra novità riguarda il ripristino della corsa delle aste, nella quale potranno concorrere per un premio molto alto i cavalli acquistati alle selezionate italiane, incentivando così il prodotto made in Italy.
Per ora diamo solo un'anteprima del catalogo andato in pubblicazione nelle ultime ore dopo la lavorazione dello stesso. 
Il catalogo si divide in 2 parti: Una selezionata formata da 59 cavalli ed una seconda sessione, nell'arco della stessa giornata, che conterà 38 cavalli per un totale di 97 puledri che passeranno sotto il martello del banditore.
Per consultare il Pre-Catalogo cliccare su questo LINK. Nei prossimi giorni entreremo nel dettaglio dell'asta con tutti i partecipanti.

Europa news, sponsorizzate dal Centro Equino Arcadia. Ecco i programmi delle prossime 2 settimane di galoppo..

Ed ora qualche notizia veloce sparsa, qua e la, sponsorizzata dal Centro Equino Arcadia
In particolare il weekend che ci apprestiamo a vivere è quello del 23 Luglio, in pratica quello del Prix Robert Papin G2 da Maisons Laffitte dove potrebbe partecipare Ipompieridiviggiu (Pastoral Pursuits), il vincitore del Primi Passi G3. Chissà che Bruno Grizzetti, dopo le brutte prestazioni degli italiani all'estero, non ci abbia ripensato.. Ma solo da domani ne sapremo qualcosa di più su viaggio e logistica.
Sul fronte europeo sono stati annunciati i programmi di alcuni dei cavalli più in vista. Facciamo un pò d'ordine, prima. Allora domenica c'è il Papin, poi il 29 ci sono le King George VI, il 30 il Prix Rothschild G1 da Deauville. Il 1° Agosto comincia il meeting del Glorious Goodwood, con il culmine nelle Sussex Stakes G1 il 2. 
Nelle ultime ore il Coolmore ha diramato i programmi dei suoi. In particolare Churchill (Galileo), deludente nelle St James di Ascot con il quarto posto, tornerà in ballo proprio ad inizio Agosto per il duel on the downs nelle Sussex Stakes G1 dotate di £1 milione. Il 3 anni di Aidan O'Brien sta bene, sembra abbia recuperato dalla giornata no, ed affronterà tra gli altri il 4 anni Ribchester (Iffraaj), vincitore delle Queen Anne G1. Si profila un altro match tra Coolmore e Godolphin. 
Quanto a Caravaggio (Scat Daddy), anche lui deludente nella July Cup G1 dove è incappato in una serie di tatticismi e condizioni sfavorevoli pur correndo bene, virerà sulle piste "flat" francesi, e come prossimo obiettivo ha annunciato che correrà il Prix Maurice De Gheest G1 di Deauville sui 1300 metri. Poi, in caso di esito positivo, andrà in Australia per correre la The Everest G1, la corsa più ricca d'australia sui 1200 metri dotata di $10 milioni, che si terrà al Royal Randwick il 14 Ottobre prossimo. 
Altre news

lunedì 17 luglio 2017

Ritorno al futuro! Sheikh Mohammed farà rivivere la sua prima giubba, quella amaranto e bianca. E la storia continua..

Una bella notizia per i romantici dell'ippica ci arriva dall'Inghilterra, da dove cioè ricomincerà a vivere una delle giubbe più prestigiose del mondo. La famosa casacca amaranto e bianca di Sheikh Mohammed, tornerà a brillare su tutte le piste del mondo. 
A quel nome sono legati le storie di campioni come Oh So Sharp, Pebbles, Barathea (nella foto) e Singspiel, solo per citarne alcuni, e ben presto dopo una pausa torneranno ad essere in vita. 
Sheikh Mohammed, 68 compiuti qualche giorno fa, è titolare di una vera e propria industria che risponde al nome di Godolphin, ma grazie ad una continuità che potremo considerare fondamentale (a differenza appunto dell'Aga Khan e Juddmonte che sembra non abbiano più eredi alla fine del percorso) avrà una nuova connection con sua figlia Sheikha Al Jalila. Qualche cavallo è stato affidato già a John Gosden e quando correranno compariranno sotto il nome della Sheikha Al Jalila Racing. In un rigurgito di nostalgia, torneranno anche i colori bianco e blu con i quali Sheikh Mohammed vinse la prima corsa in assoluto della sua storia 40 anni fa con Hatta a Brighton, e saranno intestati a suo figlio Sheikh Zayed. 
Il Racing Post ha definito una Golden Era, quella a cavalli tra gli anni 80 e 90 per quei colori e cavalli fortissimi, allenati da gente come Henry Cecil e Michael Stoute e montati da fantini come Steve Cauthen, Walter Swinburn e Pat Eddery. Per il training del Maestro Oh So Sharp, con quella giubba, completò la Triple Tiara inglese nel 1985, vincendo 1,000 Guineas, Oaks e St Leger. Ma non solo..
Una storia infinita!

Hong Kong: Beauty Only nominato Champion Miler! Attualmente è il miglior cavallo prodotto dal nostro allevamento..

Una bella soddisfazione per l'ippica italiana arriva da Oriente, in particolare Hong Kong dove Beauty Only (Holy Roman Emperor), allevato dalla famiglia Parri di proprietà di Eleanor Kwok Law Kwai Chun & Patrick Kwok Ho Chuen ed allenato da Tony Cruz, è stato insignito del titolo Champion Miler in una cerimonia che si è tenuta venerdì scorso al Grand Hyatt. Il 6 anni, che ha cominciato la carriera in Italia dove ha vinto il Berardelli G3 prima di essere venduto per molti soldi all'estero grazie alla mediazione di Paolo Benedetti, ha vinto 2 delle 9 corse disputate della scorsa stagione tra cui il LONGINES Hong Kong Mile G1 ed il BOCHK Wealth Management Jockey Club Mile G2.
Castrone, Beauty è finito secondo in 3 occasioni come il Champions Mile G1, Chairman’s Trophy G2 e Celebration Cup G3, senza dimenticare il sesto posto in Giappone nello Yasuda Kinen G1, ottimo risultato. Beauty Only, con il suo 119 di Official Rating, è attualmente il miglior prodotto che l'allevamento italiano abbia prodotto negli ultimi anni, e vincere un award del genere genera speranza per il futuro soprattutto in relazione al fatto che continuano ad essere effettuati investimenti da parte dei vari allevatori italiani nonostante il periodo di crisi. 
A vincere il titolo di Hong Kong Horse Of The Year è stato lo scomparso Rapper Dragon (Street Boss), infortunatosi fatalmente nella sua ultima uscita, ma vincitore della triplice corona locale dei 4 anni, nominata Hong Kong’s Four-Year-Old Classic Series. Rapper Dragon si è aggiudicato il titolo con il 57.5% dei voti del pubblico. 
Il titolo di Champion Sprinter è invece andato a Aerovelocity (Pins), recentemente ritirato dalle competizioni. 

Mondoturf cerca collaboratori. Mandaci il tuo curriculum, ecco chi stiamo cercando per un progetto ad ampio respiro..

MONDOTURF – Un’opportunità unica, quella che Mondoturf.net offre ai propri lettori. La redazione, infatti, è in cerca di nuovi giovani o meno giovani collaboratori da inserire all’interno del proprio organico per sviluppare ancora meglio il prodotto.
Se hai la passione per il giornalismo e per l'ippica, sai scrivere, tradurre e vuoi fare esperienza, inviaci il tuo curriculum all’indirizzo email gabrielecandi@gmail.com con oggetto "Collabora con Mondoturf" e sarai contattato quanto prima dal nostro team.
In molti ci hanno chiesto quali caratteristiche occorrono per diventare un bravo giornalista in questo ambito e quali sono gli eventuali sbocchi. Tutto dipende da te, dalla voglia di emergere, di mettere in discussione le proprie competenze e per entrare nei meandri di un mondo difficile ed affascinante al tempo stesso.
La risposta è dunque semplice: passione e volontà, competenza e serietà. Se pensi di possedere queste caratteristiche, scrivici! Stiamo aspettando proprio te!!!
Invia il tuo curriculum a gabrielecandi@gmail.com.

Francia: #Finche vince l'Eugene Adam, 6° Amore Hass e 8° Back On Board. A #Taareef un buon Messidor..

Non è andata bene nemmeno stavolta. Ma non bisogna mollare, ma resistere, rimanere sempre nel circolo internazionale. Certo, perdere non fa piacere a nessuno ma bisogna insistere. L'amaro risultato parla di un sesto e di un ottavo posto per gli italiani Amore Hass (Azamour) e Back On Board (Nathaniel) nel Prix Eugene Adam G2, o Grand Prix de Maisons Laffitte, al limite con la categoria e sovrastati dalla ricchezza, dalla qualità e dalla freschezza degli avversari. A vincere è stato Finche (Frankel), homebred di Khalid Abdullah, diventato 10° rappresentante in Pattern per suo padre, allenato da Andre Fabre che aveva debuttato solo in maggio vincendo, e poi finendo terzo in Listed alle spalle di Afandem (Zoffany) con il quale ha sovvertito la linea nel contesto sui 2000 metri. La corsa si è sviluppata con Back On Board (Nathaniel) in avanti a cadenzare il ritmo, cercando di fare i propri comodi, riusciti solo in parte perchè poi è stato risucchiato dalla compagnia quando le cose sono diventate serie.

sabato 15 luglio 2017

Agnano: Intense Life vince il Città di Napoli. Infortunata Kathy Dream, la grande favorita della corsa!

Alla fine è emerso Intense Life (Intense Focus) che come una freccia ha superato il solo per primo aggiudicandosi il Città di Napoli, su un tracciato che gradisce ed ha sempre gradito particolarmente. Il 5 anni di Endo Botti, sfruttando una frazione iniziale molto veloce, sebbene dal centro della pista, si è gradualmente staccato della compagnia vincendo nettamente con in sella Silvano Mulas. Il cavallo di Marco Rossi ha battuto Penalty (Mujahid) mentre per il terzo è emerso Axa Reim (Cape Cross), in lotta con My Lea (Dandy Man).

Irlanda: #Enable spaziale nelle Darley Irish Oaks, doppio Classico per la femmina di Juddmonte con Dettori..

Devastante! Al Curragh conferma per Enable (Nathaniel) la quale, dopo la vittoria nelle Oaks inglesi per 5 lunghezze, ha replicato anche in Irlanda nelle Darley Irish Oaks G1 dimostrando di essere fortissima. La portacolori Juddmonte, allenata da John Gosden, aveva in sella Frankie Dettori al ritorno in palla dopo l'infortunio patito a Yarmouth a metà Giugno. 
Enable, chiamando a palo lontano e proponendosi in una progressione devastante, ha vinto fermando ed ha battuto Rain Goddess (Galileo) ed Eziyra (Teofilo), giunta terza. Enable è forse migliorata rispetto allo show proposto ad Epsom, ora vedremo quale sarà il programma di una cavalla veramente fortissima, fuori dall'ordinario. Quest'anno, se i maschi sono un pò deboli, con le femmine forse siamo messi meglio. Dopo Winter, ecco Enable al doppio.

Ascot: Buon secondo per #Kaspersky nel Summer Mile G2. Vince #Mutakayyef da favorito..

Ad Ascot una discreta soddisfazione per l'allevamento italiano nel Summer Mile G2, dove Kaspersky (Footstepsinthesand) si è lanciato in un bel secondo posto ottenuto dopo aver graduato dall'inizio con Martin Harley in sella e soccombendo solo alla fine a Mutakayyef (Sea The Stars) con Dane O'Neill per Willy Haggas, passato di slancio approfittando dell'andatura dell'ex italiano. Linea confermatissima è quella delle Queen Anne Stakes G1 dove il cavallo di Hamdan Al Maktoum giunse al secondo posto alle spalle di Ribchester, con 3 lunghezze e mezzo di vantaggio rispetto a Kaspersky quinto quel giorno, con riferimento tutto sommato confermato. Al terzo è arrivato Hatal (Speightstown). La corsa si disputava sul round course, con la curva, e non in pista dritta come nelle Queen Anne, questo ha consentito di gestire meglio le energie all'italian bred.

Newmarket: Harry Angel vince la Darley July Cup G1, ribaltato il riferimento con Caravaggio solo quarto.

Vendetta, tremenda vendetta. Newmarket molto spesso non lascia scampo e così nella Darley July Cup G1, mentre aspettavamo "il" tre anni contro gli anziani quale Caravaggio (Scat Daddy), ci siamo ritrovati al primo "l'altro" tre anni quali Harry Angel (Dark Angel), finito battuto nella Commonwealth Cup G1 dopo la rincorsa proprio del Coolmore, e solo quarto Caravaggio sul quale Ryan Moore non è stato certamente impeccabile. Cosa è cambiato? Che ad Ascot Harry non si è risparmiato davanti ed è arrivato a rotoloni subendo il finale del Coolmoriano, mentre a Newmarket Adamo Kirby è stato bravo a non farsi prendere la mano, anzi adeguandosi al ritmo di Intelligence Cross (War Front) e mettendosi li tranquillo a far passare metri. Ad un certo punto, quando ha deciso che doveva andare, ha dato uno strappo che ha preso in controtempo Caravaggio che aveva preso una schiena giusta il quale, una volta chiamato, ci ha messo 200 metri per mettersi sulle gambe dormendo un pò (colpa ovviamente di Ryan Moore) sulle prime pur finendo forte all'interno, ma non riuscendo comunque ad agganciare i primi 3 lasciando scappare via Harry e la sua giubba blu, con al secondo lo specialista di Newmarket Limato (Tagula) con al terzo un ritrovato Brando (Pivotal), in totale recupero rispetto a York quando aveva incontrato problemi fisici. Insomma, Adamo gliel'ha impacchettata per bene. IL VIDEO DELLA DARLEY JULY CUP QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

Les italiens: Domani ci riprovano Amore Hass e Back On Board nell'Eugene Adam. Il 23 Ipompieridiviggiu nel Papin

Ok, non è andata granchè bene. A parte la vittoria di Two Shades Of Grey a Pompadour con in sella Debora Fioretti e per il training di Maurizio Guarnieri, ieri non è stata una giornata molto prolifica per gli italiani all'estero. Da segnalare anche gli np di Morigane Forlonge e Bharuch in giornata. Ma non bisogna abbattersi. Domenica 16 a Maisons-Laffitte ci riprovano 2 italiani che saranno protagonisti nel Prix Eugene Adam (Grand Prix De Maisons-Laffitte) G2 sui 2000 metri. Al via infatti Back On Board (Nathaniel), con in sella Fabio Branca, ed Amore Hass (Azamour) che avrà in sella Cristian Demuro. Certo, l'umore non sarà al massimo ma va comunque trovata una dimensione, speriamo si possa concretizzare qualcosa di positivo in questo modo. Gli avversari per i nostri si chiamano Phelps Win (Muhtathir), vincitore del Prix de Guiche G3 a Chantilly, e Avilius (Pivotal) per Andre Fabre, senza dimenticare Dettori su Afandem (Zoffany). IL CAMPO PARTENTI COMPLETO QUI.
Maisons-Laffitte sarà anche la destinazione estiva per Ipompieridiviggiu (Pastoral Pursuits), il 2 anni vincitore di Premio Primi Passi G3 che affronterà il Prix Robert Papin G2 di domenica 23 Luglio sui 1100 metri. Bruno Grizzetti, che ha vinto il Papin con la femmina Rolly Polly (Mukaddamah) nel 2000, ha come obiettivo finale il Morny G1 anche si tratta di una corsa dura. E per arrivarci bisogna provare il Papin, altrettanto tosta. Al momento i rimasti sono in 16 e sono consultabili cliccando su questo LINK.

Agnano: Arriva il Città di Napoli Lr, unica Listed estiva. Kathy Dream tenta il bis contro tutti. Ecco il programma..

Il Città di Napoli Lr è l'unica Listed estiva rimasta ancora in piedi. Siamo già al 15 Luglio, è il momento dunque di sparare la cartuccia in una di quelle corse più tradizionali che il nostro calendario possa offrire. Da qui sono passati tanti cavalli buoni e sarà una nuova occasione per vedere all'opera la rediviva Kathy Dream (Arcano) che affronterà 7 avversari. La 5 anni ha passato un brutto periodo a cavallo di fine 2016, quando si era elevata a campionessa tra gli sprinter in Italia dopo la vittoria nell'Aloisi G3 in Novembre, ed una faticosa ricerca della condizione nel 2017 dove, comunque, ha vinto in chiusura di stagione di Roma il Premio Aldo and Renato Ricchi, un mega handicappone a Capannelle nel quale gli handicapper l'hanno colpevolmente sottovalutata. Insomma, alla fine ha dimostrato di essere ancora forte. Kathy Dream cercherà di emulare Black Mambazo che ha vinto 2 volte questa corsa nel 2008 e 2008, Dream Impact che l'ha vinta nel 2005 e 2006, senza dimenticare l'immenso Late Parade che vinse per 3 volte tra il 1998 e 2000.
Kathy Dream, vincitrice di questa corsa nel 2016 quando era in ascesa completa di condizione, affronterà un paio di velocisti di spessore quali Intense Life (Intense Focus), vincitore di Omenoni G3 e millemetrista perfetto, e Lohit (Dutch Art) che l'Omenoni lo vinse nel 2015. I 3 anni sono rappresentati dal futuro del segmento, cioè Penalty (Mujahid), terzo nel Tudini G3, che cercherà di fare bene a 1000 anche se si tratta di un cavallo più da 1200 metri. Al via anche My Lea (Dandy Man), piazzata di Listed, ma che ha realizzato una misura di 56.4s in una condizionata di Agnano, su tracciato e distanza, proprio 3 settimane fa. 
L'estate di Napoli, quando le cose andavano decentemente, ospitava anche il Criterium Partenopeo come Listed della stagione. Al momento è solo una condizionata e si disputa sui 1000 metri chiamandosi Criterium d'Estate. Al via 7 cavalli tra cui il chiacchierato Gold Tail (Dream Ahead).
In generale si tratta di una bella giornata di corse. IL CONVEGNO COMPLETO CLICCANDO SU QUESTO LINK.

#Tattersalls July Sale: Fatturato record a £14,6 milioni (+19%). Top price a £330,000. Gli italiani ancora attivi..

Tre giorni di vivissime contrattazioni a Newmarket per le Tattersalls July Sale che hanno anche in questo caso migliorato il record delle annate precedenti. Nell'ultima sessione di venerdì sono stati venduti 178 lotti per un aggregato di 4,161,300gns (+56%), con una media a 23,380gns (+54%) ed il mediano a 13,000gns. Guardando ai dati dell'intera asta arriviamo ad un fatturato totale di 14,691,700gns (+19%), un nuovo record appunto, con la media a 25,595gns (+19%) ed il mediano a 12,000gns (+20%).
La percentuale dei cavalli passati di mano è stata dell'89%, mentre lo scorso anno era dell'88%. Il top price di tutte le sessioni è stato per la femmina Asanta Sana (Galileo), offerta da John Gosden e proveniente dalle Clarehaven Stables, acquistata alla fine con un bid risolutivo da Saeed Manana per 330,000gns. La 3 anni, reduce da 2 quarti posti, sarà allenata ora da James Tate, l'allenatore del proprietario dubaiano. Si tratta di una sorella di Pretty Perfect, della famiglia di Milanova vincitrice di G3 in Australia, di una famiglia comunque molto buona e qualitativa. Male che vada, entrerà in razza sempre per Saed Manana. 
Jassim Al Ghazali, molto presente negli ultimi anni nel ring di Tattersalls, ha acquistato Allography (Iffraaj) per 185,000gns. Si tratta di un cavallo mai uscito dai primi 3 per Michael Halford questa stagione, che adesso andrà a coltivare ricchi sogni in Qatar. L'allenatore, per la stessa latitudine, ha anche acquistato per £100,000 Don Valentino (Dandy Man), migliorato in stagione. Da Singapore hanno acquistato Qatar Man (Archarcharch), allenato da Marco Botti e recente quarto nelle UAE 2,000 Guineas, per 150,000gns. Marco Botti era presente con qualche cavallo italiano, ma ne parleremo dopo. 
Tra gli altri acquisti interessanti va valutato quello che riguarda Arab Spring (Monsun), come parte del dispersal Ballymacoll, che continuerà la sua carriera a Dubai per Rashid Bouresly che l'ha pagato 100,000gns.
Gli italiani: 

DIVENTA PARTNER COMMERCIALE DI #MONDOTURF. Ecco le offerte della stagione, chiedici un preventivo..

PARTNERS COMMERCIALI – Siamo giunti a metà 2017 e Mondoturf.net è pronta a partire con lo sprint giusto per il finale di stagione ed in vista del 2018. Come? Proponendo eccezionali offerte per sponsorizzare e aumentare la clientela della tua azienda e la tua VISIBILITA. Il mondo del web, ormai, è sempre più protagonista a livello commerciale negli investimenti pubblicitari, grazie anche alla crescita impressionante del mondo dei social e grazie agli strumenti sempre più nuovi per far conoscere ai potenziali clienti le tue attività ed i tuoi prodotti.. Mondoturf vanta 2000 visitatori unici al giorno da tutto il mondo (con prevalenza in Italia, ovviamente) e quasi 4000 visualizzazioni di pagina al giornoDati certificati Google Analytics. 
LE NOSTRE PROPOSTE – Mondoturf.net ti offre la possibilità di lanciare la tua attività, il tuo stallone, i tuoi prodotti, la tua azienda con prezzi veramente convenienti per un banner online, un lancio di un post, un accordo eventualmente annuale!!! Ma proponiamo accordi trimestrali, semestrali e non solo. Dalle news pubblicitarie ai sempre efficaci banner, ai lanci sul sito, fino ai post sulla nostra pagina Facebook, seguita ogni giorno da migliaia di followers certificati! Insomma, insieme possiamo trovare le giuste coordinate per mirare l'obiettivo..
RICHIEDI INFORMAZIONI – Per avere maggiori informazioni, contattaci inviando una email a gabrielecandi@gmail.com. Troveremo insieme il giusto compromesso. Punta su MONDOTURF: faremo grandi cose, insieme!

venerdì 14 luglio 2017

Francia: #Shakeel beffa #Permian nel Grand Prix de Paris, solo 8° Mac Mahon. Full Drago 5° in G2. Resa italiana..

Non è andata bene. Per nessuno dei nostri. Il miglior risultato degli italiani in Francia in questo giorno di festa, è stato il quinto posto di Full Drago (Pounced), campione italiano, miglior anziano della nostra penisola, che non è andato oltre ad un quinto posto nel Prix Maurice de Nieuil G2 sui 2800 metri. Con Cristian Demuro in sella ha gestito la corsa in avanti giocando con i parziali, ma senza mai essere troppo pressato. In curva primi segni di cedimento con il figlio di Pounced (Rahy) chiamato a maggiore sforzo mentre gli avversari arrivavano all'esterno. In retta Talismanic (Medaglia D'Oro), che si è presentato con del buono in mano, è passato deciso e si è involato verso il traguardo mentre gli altri, compreso Full Drago, hanno lottato per le piazze. A 200 dal palo, con gran carattere, il nostro ha tentato un rigurgito d'orgoglio ma sul traguardo solo un quinto posto per lui, che non è il massimo onestamente per quanto ci potessimo aspettare. 
Seconda è arrivata Marmelo (Duke Of Marmalade), mentre quarto Moonshiner (Adlerflug) che a San Siro, nel Milano G2 vinto da Full, è giunto sesto a "n" lunghezze dal nostro. Quindi, riferimento ribaltato ma perché Moon in effetti è un fondista.. e Full Drago, rendendo chili, forse no. Compresa la linea di Talismanic che quando fu secondo di Hedouville G3, fu davanti di poco a Way To Paris, poi secondo nel Milano di cui sopra. Quindi, anche in questo caso, una linea certamente non confermata. O almeno, la prestazione non ripetuta.. IL RISULTATO COMPLETO QUI. IL VIDEO QUI.

Newmarket: Roly Poly domina le Falmouth Stakes! #Clemmie record nelle Duchess. Il meglio dei 2 giorni del July

Il day 2 di Newmarket è stato quello delle Tattersalls Falmouth Stakes G1 sul miglio, analoga come funzione alle Eclipse di Sandown per il confronto al massimo livello per le femmine di 3 anni contro le anziane. Qui le anziane praticamente non si sono mai presentate e dunque via libera per Roly Poly (War Front), una che non vinceva da oltre 365 giorni (ultima affermazione proprio al July nelle Duchess Of Cambridge) ma quest'anno si era piazzata per 2 volte in G1 nelle Irish 1000 Guineas e nelle Coronation Stakes G1 alle spalle di Winter, al momento la cavalla più forte di 3 anni in Europa, compresa anche i maschi. Roly Poly, con in sella Rino Moore, ha battuto Wuheida (Dubawi), al rientro da oltre 9 mesi di assenza come ultima prestazione nel Marcel Boussac G1 vittorioso, e terza Arabian Hope ancora per Godolphin e Josephine Gordon in sella, molto intelligente. Nulla da fare per Greta G (Exchange Rate), argentina allenata da John Gosden, che non si è ancora ambientata dopo essere stata una campionessa a livello locale in Sudamerica. IL VIDEO DELLE FALMOUTH STAKES QUI. Ah, dimenticavo. Questa era l'11° vittoria in G1 per Aidan O'Brien quest'anno.

Allevamento: Si ritira la spettacolare #Minding, 7 volte vincitrice di G1 su tutte le distanze!

La notizia di fatto l'aveva già anticipata Aidan O'Brien qualche settimana fa, ma alla fine è stata ufficializzata solo nelle ultime ore. La campionessa Minding (Galileo), una cavalla di rara bellezza, possente, feroce, spettacolare nei movimenti, quasi una virago nel fisico, è stata ritirata in razza a causa di continui contrattempi che ne hanno ritardato il rientro nella stagione. Di proprietà di Derrick Smith, Mrs John Magnier e Michael Tabor, in carriera ha vinto una cosa come 7 G1. Ha vinto a 2 anni, con uno score di 3 vittorie in 5 uscite, con il culmine nelle Moyglare Stud Stakes G1 al Curragh battendo Alice Springs e Ballydoyle (video) prima di concludere la stagione con una straripante affermazione nel Fillies' Mile G1 (video). Insieme a Clemmie, è stata una delle poche Galileo a vincere su distanze intorno ai 6f, aspetto abbastanza raro.
La "blaze-faced bay", cioè la cavalla con la lista in faccia,  una figlia di Galileo e Lillie Langtry (Danehill Dancer), alla prima uscita dei 3 anni ha fatto subito capire di che pasta era fatta vincendo le QIPCO 1000 Guineas (video), salvo poi perdere in casa e non riuscendo nel doppio delle 1000 Ghinee perchè battuta sul pesante da Jet Setting (Fast Company).

giovedì 13 luglio 2017

Allons les italiens. Forza Mac Mahon! Poi anche Full Drago e Paiardina. Il weekend di passione degli italiani in Francia..

Il weekend lungo degli italiani comincia proprio domani, giorno della memoria della Presa della Bastiglia e festa nazionale in Francia. 
A Saint-Cloud si correrà in preserale, ci sarà un dj set per quella che si preannuncia essere una festa in tutto il paese. Speriamo lo sia anche per i nostri italiani impegnati. Venerdì si corrono 3 prove di Stakes, in particolare il Prix de Thiberville Lr per femmine di 3 anni sul miglio e mezzo in programma alle 19,15. Alle 20,25 c'è il Tattersalls Grand Prix de Paris G1 e alle 21,00 c'è il Prix Maurice De Nieuil G3 sui 2800 metri. 
L'attrazione principale sarà il Grand Prix de Paris G1 dove scenderà in pista l'imbattuto italiano Mac Mahon (Ramonti) che affronterà 9 avversari tra cui Orderofthegarter (Galileo), al momento favorito a 11/4, e Permian (Teofilo), altro supplementato al costo di €43,200, a 3/1. Mac Mahon, con in sella Cristian Demuro, è proposto a 5/1 in antepost. Gli altri attesi sono Ice Breeze (Nayef), vincitore del Prix de l'Hocquart G2, e con una linea che vede legati anche Shakeel (Dalakhani) e Falcon Wings (Nathaniel). Al via anche Parabellum (Dubawi), pagato 2,6 milioni di euro alle aste Arqana, ed allenato da Andre Fabre che tenta il salto da una maiden vinta per 8 lunghezze ad un G1. Aidan O'Brien sellerà anche Venice Beach (Galileo), fratellastro della campionessa Danedream, che deve riscattare il brutto Derby. Il battistrada sarà Spanish Steps (Galileo), insieme a Valamaz (Azamour) che agirà per l'Aga Khan. Forza Mac Mahon! IL CAMPO PARTENTI DEL JUDDMONTE GRAND PRIX DE PARIS QUI.

UK: Frankie Dettori torna in pista. Ecco il programma della 3 giorni di Newmarket ed il sabato del Curragh con le Oaks

CREDIT: MATT WRITTLE 
Ci aspetta un weekend davvero ricchissimo. La prima bella notizia riguarderà Frankie Dettori che sarà di nuovo in sella all'apertura del The Moët & Chandon July Festival. In una bella intervista realizzata al Telegraph (disponibile cliccando QUI) il jockey italiano ha parlato di come sia felice di tornare in sella, del fatto che non abbia dovuto effettuare interventi chirurgici perchè le ossa della spalla non si sono mosse e di voler riprendere gradualmente, nonostante avesse già sei ingaggi in giornata, per ripresentarsi sempre al meglio per i meeting delle King George e di Goodwood.
Oggi in programma ci sono le  Bahrain Trophy Stakes G3 sui 2600 metri con favorito in Atty Perse (Frankel). La seconda corsa in programma sono le Arqana July Stakes G2 sui 1200 metri per i 2 anni, dove tornerà in pista Rajasinghe (Choisir), il vincitore delle Coventry Stakes G2 al Royal Ascot, imbattuto in 2 uscite. La quarta del pomeriggio saranno le Princess Of Wales's Arqana Racing Club Stakes G2 dove ogni tanto esce fuori un piazzato delle King George, in quella che può essere definita una preparazione buona sul miglio e mezzo. Il favorito è Frontiersman (Dubawi e Ouija Board), secondo recentemente nella Coronation Cup G1 di Highland Reel. Il secondo favorito è Wings Of Desire (Pivotal), secondo lo scorso anno nelle King George, e solo rientrato ad Ascot alle spalle di Idaho. IL CAMPO PARTENTI COMPLETO QUI.

Aste in Giappone: Records su records, ecco i valori da seguire. Venduti anche i foal di Cherry Collect e Bettolle..

Come già anticipato nei giorni scorsi a livello di aste in Giappone, vanno registrati i dati complessivi dopo il passaggio degli yearlings e dei foal nelle due sessioni che si sono tenute per la JRHA Select Sale presso il Northern Horse Park a Tomakomai City, da dove molti sogni dei giapponesi sono partite. Le JRHA Select Sale hanno cominciato ad operare solo nel 1981, perchè prima gli scambi avvenivano privatamente. Ora sono diventate assolutamente importanti e ricche di qualità e, dal 1998, sono ufficialmente e formalmente chiamate in questo modo. Quindi, siamo al 20° anno di un'asta che propone sempre tanta qualità. 
Nella prima sessione di lunedì a farla da padrone sono stati due figli di Deep Impact (Sunday Silence) tanto per cambiare. A realizzare il top price parziale è stato per il Lot 107, un figlio di Deep Impact e della campionessa europea Listen (Sadler's Wells) acquistata da Satomi Hajime per 270,0000,000yen. Per la fattrice si tratta attualmente del secondo top price dopo quello di New World Power nel 2014 acquistato da David Redvers per il Qatar, per ¥280,000,000. 
Il secondo prezzo più alto parziale è stato per un figlio di Deep Impact e Silverskaya (Silver Hawk), acquistato da Masaaki Matsushima della Kiefffers Co Ltd per 260,000,000yen. Matsushima è amico molto stretto di Yutaka Take. La prima sessione ha visto 216 yearlings venduti per un fatturato di 8,634,500,000yen (+6,2%), nuovo record. La media è stata di 39,974,537yen (+18.2%). 
Nella sessione dedicata ai foals, altro record. A realizzare il prezzo più alto è stato un maschio da Deep Impact e prodotto della campionessa Elusive Wave (Elusive City), presentata dalla Northern Farm di Katsumi Yoshida. Il top price è stato realizzato da Riichi Kondo per 580,000,000yen, già proprietario di Admire Moon e non solo, e verrà destinato al training di Yasuo Tomomichi. Il prezzo corrisponde, per parametrare ad altra moneta, a circa £3,949,580 o €4,440,450.

Dylan Mouth non è più in vendita! Il portacolori Effevi ritirato dalle Tattersalls July Sales, obiettivi Nordamericani per lui..

Nella giornata di mercoledì sono iniziate le Tattersalls July Sales, una delle aste di metà estate più attese nel mondo, di cui riferiremo a parte quando termineranno. Ma una notizia già la abbiamo. Dylan Mouth (Dylan Thomas), che era stato inserito come Lot 843 e di passaggio nella giornata di venerdì, è stato ufficialmente ritirato dall'asta stessa in seguito alla brillante vittoria ottenuta l'ultima volta in Classe 2 ad Haydock, con la vittoria nella Old Newton Cup che ne ha rilanciato le ambizioni. Secondo quanto riferito da Marco Botti alla tv italiana e sui canali dedicati in Inghilterra, Dylan Mouth dovrà adesso sfogliare la margherita di opportunità per rilanciarsi definitivamente anche come cavallo buono fuori dai confini inglesi. Uno dei motivi per cui non ha mai reso secondo le aspettative, secondo Marco Botti, è il non aver trovato mai una corsa con andatura come piace a lui e svolgimenti tattici sfavorevoli, oltre ad un normale ambientamento durato però più del normale.

Hong Kong: Prima vittoria in stagione per Alberto Sanna. Ecco gli altri "italians" nell'ex Colonia Britannica.

Nel tradizionale mercoledì di Happy Valley, ad Hong Kong, da registrare la prima vittoria in stagione per Alberto Sanna, a segno con Triumphant Jewel (Not A Single Doubt) nel Let Me Fight Handicap (3yo+) (Course A) (Turf), un handicap class 3 sui 1000 metri, pagando al totalizzatore quasi 15 contro 1 e producendo una interpretazione perfetta in sella al cavallo di D Cruz di proprietà della Big Century Syndicate, battendo il favorito montato da Joao Moreira.
Alberto, da poco arrivato ad Hong Kong, ha affidato il suo pensiero per questa vittoria su Facebook, scrivendo: "..10 giorni fà ero a Budapest a montare e mai mi sarei aspettato la chiamata di Umberto Rispoli per venire qui, volevo rinunciare perché non mi sentivo in forma e non volevo far fare brutte figure a chi ha creduto tanto in me..Sarebbe stata già una esperienza fantastica ma non siamo fatti per lasciare le cose a metà, e per fortuna oggi ho provato un emozione indescrivibile, perché vincere qui è stupendo!!" IL VIDEO DELLA VITTORIA DI ALBERTO SANNA QUI. Complimenti!
Il jockey italiano, fresco di nuova esperienza grazie anche all'ambasciata di Umberto Rispoli (15 vittorie in stagione festeggiate con una tinta ossigenata e molto attivo sul suo canale instagram https://www.instagram.com/umberto_rispoli88/), si è anche piazzato quarto con Country Melody in un handicap class 2 sui 1200 metri, dove è finito terzo l'ex italiano Verbinsky. Hero Look solo ottavo in un altro handicap class 3 sui 1200 metri. A proposito di novità di ex italiani da Hong Kong ci sono un paio di novità. General Sherman (Teofilo), qualche giorno fa a Sha Tin ha vinto la sua terza corsa da quando è stato esportato nell'ex colonia britannica. Mentre Dee Dee D'Or (Zebedee), secondo nel Derby Italiano 2016 ed acquistato da Robert NG per la carriera cinese, dopo tre np a livello locale è stato ufficialmente ritirato dalle competizioni. Ancora alla ricerca della loro dimensione sono invece Saent e Biz Heart.

martedì 11 luglio 2017

Breaking News: Anche #Permian supplementato al Grand Prix de Paris G1. Altro avversario per Mac Mahon..

A poche ore dall'ufficializzazione della supplementazione di Mac Mahon (Ramonti) nel Grand Prix de Paris G1 di venerdì a Saint-Cloud, è arrivata la conferma di un altro avversario insidioso per il cavallo italiano. Al costo di €43,200 è stato supplementato anche Permian (Teofilo), progressivo e corsaiolo cavallo di Mark Johnston che dunque si unirà a Mac Mahon tra i partecipanti al Derby Francese. 
Permian, dopo la vittoria nelle Dante Stakes G2 a York, era stato supplementato al Derby di Epsom ma nel Surrey ha ottenuto solamente un decimo posto ad oltre 8 lunghezze da Wings Of Eagles. Il figlio di Teofilo (Galileo) si è poi rifatto vincendo al Royal Ascot 20 giorni dopo nelle King Edward VII Stakes G2, in quello considerato come il Derby di Ascot. In questo 2017 ha già corso 6 volte, in un periodo molto ristretto. Da tipico Johnston, appunto.
Altre conferme arrivano da John Gosden per Weekender (Frankel) che qualche giorno fa ha vinto a Newmarket un handicap ed ha un apparentemente basso 87 di OR ma viene ritenuto in grado di fare bene dal suo allenatore, ed avrà in sella Frankie Dettori. Nelle prossime ore il campo partenti completo con monte e steccati.