STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 30 novembre 2013

Italians: Mirco Demuro seconda tripletta in Giappone. Stavolta a Chukyo e domani la Japan Cup Dirt. Umberto continua a vincere e a mandare cuori ad Hong Kong...

Hat trick hero! Altro giro, altra tripletta. Dopo quello della settimana scorsa, Mirco Demuro ha portato a casa altre 3 affermazioni nella prima giornata del weekend giapponese tra il 30 Novembre ed il 1 Dicembre. DemurOne era a Chukyo ((中京競馬場, Chūkyō-keibajō) a Toyoake, Aichi, dove in 8 ingaggi ha vinto per 3 volte ed ha ottenuto anche un secondo ed un quarto, mentre non si è piazzato nella Pattern di giornata, le Kinko Sho G2 dove è arrivato solo settimo. La prima affermazione è arrivata nella seconda corsa, grazie ad una bella interpretazione su Slain Theva (Came Home) per Shozo Sasaki ed i colori di Nisshin B. La seconda vittoria è arrivata con Radius (Manhattan Cafe) per Masazo Ryoke e Nagoya Yuho, ed il tris è stato servito bello caldo con i colori di Riichi Kondo con Admire Deep (Deep Impact) per il training di Yasuo Tomomichi. Domenica pomeriggio (domenica mattina in Italia), Mircosan sarà ad Hanshin con un carnet ricco di ingaggi, tra cui la Japan Cup Dirt G1 in sella a Grape Brandy (Manhattan Cafe) per Takayuki Yasuda ed i colori della Shadai Race. Il fantino italiano dovrà inventare qualcosa dal 2 di steccato, con un cavallo considerato un grosso outsider (a 50/1 al tot, mentre al morning line è issato a 11/1) in una corsa che vede favoriti il 4 anni Hokko Tarumae (King Kamehameha), Roman Legend (Special Week) e Belshazzar (King Kamehameha) con in sella CP Lemaire. I partenti della giornata cliccando QUI.
Mercoledì 27 Novembre ad Happy Valley, Hong Kong, ancora una vittoria per Umberto Rispoli che va ad assommarsi a quelle della settimana precedente. Il coriaceo Umbertino ha portato al traguardo Golden Harvest (Al Maher) per Tony Millard nel The Japan Racing Association Trophy, un handicap di Classe 2 da HK$ 1,400,000.00 sui 1200 metri. Il video della vittoria di Rispoli cliccando QUI. E al rientro, via con i cuoricini....
Intanto fratello Cristian ha cominciato il campionato dei fantini alle isole Mauritius ed in 5 ingaggi di giornata a Champ De Mars molto spesso è arrivato vicino alla vittoria ma, nell'ordine, ha ottenuto 1 secondo, 1 terzo, 1 quarto, 1 quinto ed 1 ottavo. Domani avrà altre chances per fare bene. 

Il Dicembre italiano apre con il Goldoni HP a Pisa San Rossore ed il Criterium Aretuseo al Mediterraneo di Siracusa..

Il calendario italiano di Dicembre potrebbe rivelare delle inaspettate sorprese; Dovrebbero infatti tornare nel palinsesto delle scommesse ippiche anche alcune corse estere. In particolare le più interessanti gare del Meeting d'Hiver parigino che prelude al Prix d'Amerique di fine gennaio, alcune corse sudafricane per coprire la fascia della tarda mattinata e forse qualche prova di galoppo inglese. Tutto ciò sarebbe possibile sfruttando adeguatamente alcune rimanenze della relativa voce del bilancio per l’acquisto dei diritti delle corse straniere. Ne sapremo di più a breve: Intanto il Dicembre delle corse in Italia apre con San Rossore che ospita un HP sempre molto interessante come il Goldoni HP per i due anni sui 1600 metri. Ma la giornata clou sarà quella dell'8 Dicembre con il Criterium di Pisa Lr per i cavalli di due anni sui 1500 in pista grande ma non solo. In programma anche l'Andred HP per femmine ed il Rosenberg HP. Il campo partenti di domenica 1 Dicembre cliccando su questo LINK (nome utente e password hippoweb: mondoturf)
Anche il Mediterraneo di Siracusa sarà protagonista dell'inverno. Domenica 1 Dicembre c'è il Criterium Aretuseo Lr per femmine con 14 cavalle al via di ogni segmento tecnico, con punte in Lady Penko (Archipenko) per Maurizio Guarnieri ed i colori della Scuderia Genets, piazzata di Criterium Labronico, Repubbliche Marinare e 4° di Dormello G3. Contro, tra le più accreditate, la fresca..................

venerdì 29 novembre 2013

Isole Mauritius: Cristian Demuro al via nel campionato fantini tra il 30 Novembre ed il 1 Dicembre. Nel programma di corse c'è anche Jessica Marcialis per le prove Fegentri..

Dal freddo dell'Italia al caldo delle Isole Mauritius dove domani e dopodomani, cioè sabato 30 Novembre e domenica 1 Dicembre, si terrà l' "Emirates Sun Resorts International Jockeys’ Week-End" che vedrà tra i fantini invitati anche Cristian Demuro dall'Italia, in una operazione mediata dalla New Racing Factory di Gianluca di Castelnuovo (http://www.newracingfactory.com/). All'appello della due giorni hanno risposto Ahmad Atjebi (Emirati Arabi Uniti), Nash Rawiller (Australia), Olivier Peslier (Francia), Sandesh Akhade (India), Yusuke Fujika (Giappone), Cristian Demuro (Italia) appunto in una operazione mediata dalla New Racing Factory (www.newracingfactory.com), Kevin Manning (Irlanda) e Sylvestre de Souza (Brasile). Un pò di italianità per ciò che riguarda la fase finale decisiva del campionato Cavalieri FEGENTRI, ancora più attraente ora che il sorteggio delle monte della terza corsa in giornata di domenica 1 Dicembre ha dato una buona possibilità di successo nelle due contendenti alla corona nel 2013, la italianissima Jessica Marcialis (su Tobeastar) e la francese Barbara Guenet (su Imperial Palace). Il programma delle corse di domenica  1 Dicembre cliccando su questo LINK, il programma di sabato 30 Novembre cliccando su questo LINK.
Nelle due giornate le corse sono visibili surfando sul sito ufficiale del Mauritius Turf Club (http://www.mauritiusturfclub.com/) e scommettendone vedendole in streaming su altri provider che ammettono scommesse all'estero di cui non possiamo riferire pubblicamente, causa eventuale denuncia per elusione blocchi AAMS. Ma volendo, tutto si può.....

St Nicholas Abbey lotta per la vita: Un altro contrattempo ed un'altra laminite lo hanno colpito, si spera per la sopravvivenza

St Nicholas Abbey (Montjeu) continua la sua lotta per la vita. Dopo la frattura al pastorale e tutte le complicazioni che ne sono conseguite, il campione da Montjeu del Coolmore deve fare i conti con un'altra laminite che lo ha colpito nelle ultime settimane. L'ultimo bollettino medico del Coolmore è di giovedì pomeriggio nel quale si spiega: "Nich sta lottando per superare la laminite che ha colpito l'anteriore sinistro, è davvero in pericolo di vita ed è la complicazione più grave da quando ha affrontato il suo primo intervento chirurgico, quello che gli ha salvato e prolungato per ora la vita. La preoccupazione è che possa degenerare ulteriormente e possa prendere altre parti della zampa. Nonostante tutto questo St Nich lotta, è tranquillo, il comportamento è sereno ed il suo appetito rimane notevole. Le prossime settimane sono cruciali, speriamo che il nostro campione possa voltare definitivamente pagina e lasciarsi alle spalle tutti i problemi che lo stanno colpendo.."
Di seguito il comunicato ufficiale integrale diffuso dal sito del Coolmore: "St Nicholas Abbey is struggling to overcome the laminitis in his left front foot, this is indeed life threatening and is the single biggest complication he has faced since his initial lifesaving surgery.
The worry is that if the condition progresses and further sinking of the pedal bone takes place it may prolapse through the sole of his foot. In spite of this St Nicholas Abbey is very comfortable, being just a little ouchy when walking in his first steps and better thereafter, his appetite and demeanour remain incredibly good. His intensive veterinary treatment continues and includes maggot therapy for the slight discharge at the toe of the laminitic foot and a daily session on a vibrating plate. The next few weeks are critical for St Nicholas Abbey – we are just hoping that he can turn the corner.."
Un sito che parla di cura dello zoccolo in caso di incidenti simili, ed in particolare parla del caso di St Nicholas Abbey, è il seguente: http://hoofcare.blogspot.it/

Sheikh Mohammed compra: Acquistato Trading Leather da Jim Bolger ed il promettente Piping Rock da Richard Hannon Junior

Dopo un periodo di calma relativa, Sheikh Mohammed ha annunciato di aver allentato i cordoni della borsa per acquistare cavalli in training. Nel carrello della spesa sono finiti una importante caratura di Trading Leather (Teofilo), tre anni esploso nella seconda parte della stagione come vincitore di Irish Derby G1 ed anziano di prospettiva, ed il due anni imbattuto Piping Rock (Dubawi) questo allenato da Richard Hannon.
L'erede di Teofilo (Galileo) rimarrà in training da Jim Bolger cercando di ripetere il buon esperimento riuscito con Dawn Approach (New Approach) ritirato proprio sul finire di questa stagione. Come ribadito sopra oltre ad aver vinto la Classica del Curragh a fine Giugno, Trading Leather si è dimostrato cavallo da combattimento vero tanto da essere finito secondo di Novellist (il quale è appena arrivato in Giappone) nelle King George VI & Queen Elizabeth Stakes G1, secondo di Declaration Of War nelle Juddmonte International G1 di York e terzo di The Fugue nelle Irish Champion Stakes G1 di Leopardstown.
Piping Rock è invece imbattuto in tre uscite e l'ultima è stata l'affermazione a Newbury nelle Horris Hill Stakes G3 di fine Ottobre. Il figlio di Dubawi (Dubai Millennium) ha debuttato sui 1200 metri vincendo, poi ha ribadito il concetto a Salisbury il 2 Ottobre e poi ha vinto la Pattern sui 1400 metri, ottenendo un 107 di RPR e dimostrando di valere in prospettiva compagnie di G1. Il video della vittoria nelle Horris Hill cliccando QUI.
Entrambe i neo acquisti rimarranno in allenamento presso i rispettivi allenatori, dunque Jim Bolger allenerà ancora Trading Leather mentre Richard Hannon Junior, che ha rilevato tutto il materiale del padre andato in pensione, curerà Piping Rock nel corso del 2014 per cercare di farne un performer di livello.

mercoledì 27 novembre 2013

Saranno Famosi: Final Score, mezza sorella di Charity Line e Cherry Collect vince per dispersione al debutto

Saranno famosi, ennesima puntata. Martedì a Capannelle ha debuttato in maniera impressionante Final Score (Dylan Thomas), una mezza sorella della campionessa Charity Line (Manduro) (Regina Elena e Oaks) e di Cherry Collect (Oratorio) recente vincitrice di Oaks e Lydia Tesio G1, che ha impiegato 2m 03,90s per coprire i 1900 metri in pista piccola di Capannelle vincendo e convincendo al debutto. VIDEO CORSA QUI (nome utente e password Hippoweb: mondoturf). Per fare un confronto Virtual Game, stessa distanza e tracciato (terreno leggermente pesante) ha realizzato un 2m 01,80s nella condizionata successiva. Fabio Branca in sella (che in giornata ha ottenuto una tripletta raggiungendo quota 100 e la quinta centuria in carriera) l'ha posizionata, da favorita al 40%, sui primi per evitare intralci, è entrata in dirittura in mano e la sua corsa è iniziata ufficialmente ai 200 metri quando Guajira Guanta (Clodovil) ha provato un timido attacco, respinto bellamente per concludere con 6 lunghezze di margine nel finale dando a Stefano Botti la soddisfazione della vittoria numero 100 tra i due anni nel corso del 2013 (il record è ancora di Bruno Grizzetti con 104 vincitori di due anni in una stagione, nel 2007).
Final Score si è distinta subito per professionalità, sebbene abbia manifestato piccoli...................

Tattersalls: Un figlio di Rip Van Winkle da 200,000gns ha aperto la sessione delle December per gli yearlings. Da oggi i foals e da lunedì 2 Dicembre in vendita le prime fattrici gravide di Frankel

Uno yearling maschio dal first season sire Rip Van Winkle (Galileo), è stato al centro dell'attenzione nell'opening day delle Tattersalls December Sales (www.tattersalls.com) con un prezzo di gns 200,000 realizzato. Le statistiche in generale parlano di 185 cavalli presentati di cui 145 venduti per un aggregato complessivo di gns3,570,100 (-1%) con una media più alta dello scorso anno con gns24,621 (+14%) ed i mediani sulla stessa frequenza a 15,000 (+15%). Il figlio di Rip Van Winkle dicevamo, prodotto della fattrice Aurelia (Rainbow Quest) che ha dato un giorno da ricordare al suo allevatore Richard Moses ed ai presentatori David e Trish Brown, con il puledro venduto alla BBA Ireland’s di Patrick Cooper che agiva per conto del proprietario giapponese Ryoichi Ohtsuka. David Redvers ha firmato il secondo prezzo della sessione (molto probabilmente per conto di Joann Al Thani) per acquistare l'unico Galileo in catalogo che ha realizzato "solo" 135,000gns, prodotto della fattrice Artful (Green Desert). Si tratta di una femmina facente parte della famiglia femminile di Solemia. Redvers si è assicurato la femmina battendo la concorrenza di John Gosden, Mark Johnston e Tom Goff della Blandford Bloodstock’. John Ferguson si è assicurato un figlio di Teofilo (Galileo) presentato da Francois Drion’s del Taroka Stud per 120,000gns ed è prodotto di Henties Bay (Cape Cross), una mezza sorella del campione di Schiekh Mohammed Blue Duster (Danzig) e del vincitore delle Middle Park Stakes G1 Zieten (Danzig). Nella giornata di mercoledì sono iniziate le..........................

lunedì 25 novembre 2013

Goffs November Sale: Chicquita venduta al Coolmore per €6 Milioni. La cavalla del dispersal di Paul Makin potrebbe correre ancora nel 2014... Ecco tutti i risultati tra Breeding Stock Sale, Yearlings e Foals con qualche italiano venduto all'estero

Ed ora parliamo un pò di allevamento. Tra il 18 ed il 23 Novembre si sono tenute le aste Goffs divise in più giorni con colpi interessanti di cui vi diamo menzione. La notizia principale riguarda l'ultima sessione di aste, quella delle Goffs November Breeding Stock Sale di venerdì con la vendita di Chicquita (Montjeu), vincitrice di Irish Oaks G1, facente parte del dispersal di Paul Makin, venduta per la cifra record di €6,000,000, il prezzo più alto mai realizzato per una fattrice in Europa, acquistata da Peter & Ross Doyle Bloodstock per conto del Coolmore. Alcune indiscrezioni sostengono che la figlia di Montjeu (Sadler's Wells), acquistata come prospetto di fattrice, in realtà sembra possa continuare a correre per lanciare la sfida a Treve (Motivator) nel 2014. L'asta era iniziata a €3 Milioni ed è rapidamente salita a €6 battuta a Peter Doyle, inizialmente si pensava agisse per Joann Al Thani in realtà era al telefono con Magnier. Altri pezzi interessanti: Emmanuel De Seroux della Narvick International ha comprato la campionessa Fleeting Spirit (Invincible Spirit), vincitrice di G1, gravida di Galileo per €1,100,000 mentre, tra i cavalli venduti a 7 cifre, c'è anche Song (Sadler's Wells), sorella della Classica Yesterday e di una famiglia buonissima, venduta gravida di Frankel per €1,000,000 dal Friarstown Stud. Song era stata comprata da Makin nel 2009 per £1,7 Milioni ed è stata coperta nelle prime stagioni da Dansili, Danehill Dancer, Sea The Stars..senza apparenti, al momento, prodotti degni di livello.
Ma le vie dell'allevamento sono infinite...Il dispersal di Makin è proseguito con Sparkle Plenty (Galileo), mezza sorella del Derby winner Pour Moi (Montjeu), venduta per €650,000 alla Ecurie Des Monceaux.
Funsie (Saumarez), la mamma del Derbywinner Authorized (Montjeu) e dell'atteso (ancora non in pista) Hydrogen (Galileo), è stata acquistata da John Warren per €550,000, mentre la vincitrice di Abbaye G1 nel 2010 Gilt Edge Girl (Monsieur Bond) venduta per la stessa cifra alla Flaxman Stables. I risultati completi delle Goffs Breeding Bloodstock Sales cliccando su questo LINK.
In generale offerti 203 capi, venduti 177 per un movimento totale di €23,200,200 con la media a €133,967 ed i mediani a €25,000. Senza l'influenza Makin venduti 153 capi, per un totale di €10,798,200 (+51%) con la media a €71,753 (+72%) ed i mediani €23,000 (+15%). Diamo menzione degli altri highlights: Hazel Lavery (Excellent Art), vincitrice di Gruppo, gravida di Frankel è stata venduta dal The Castlebridge Consignment a SackvilleDonald per €850,000, mentre Chocolicious (Captain Rio), sempre gravida di Frankel, è stata venduta a Oliver St Lawrence per €400,000. Il Barronstown Stud ha acquistato Shawara (Barathea) dall'Aga Khan, madre di Shareta (Sinndar) vincitrice di G1, gravida di Sea The Stars (Cape Cross) realizzando €550,000, mentre Gordian Troeller ha comprato Bunairgead (New Approach) da Jim Bolger e dal suo Glebe House Stables per €520,000. Il Blandford Bloodstock si è assicurato la piazzata di G1 Festoso (Diesis) gravida di Galileo per €450,000. 
Il 21 Novembre ci sono state le Goffs November Yearlings Sales con note di italianità....................

L'Italia potrebbe essere esclusa dal sistema Pattern Europeo dal 2014 (anzi dal 2015) a causa dei premi non pagati. La BHA si è già attivata su impulso delDirektorium e non solo... Ecco qual'è la vera situazione, attendiamocommenti in merito

La bomba sta per esplodere. La BHA (British Horseracing Authority) sta prendendo in mano le redini della situazione europea ed ha ufficialmente intrapreso una azione punitiva nei confronti del sistema ippico italiano in merito alla situazione dei (non) pagamenti dei premi in Italia ed ha dato mandato a Weatherbys di non accettare iscrizioni di cavalli italiani nelle corse inglesi se non prima garantiti da un pagamento anticipato o comunque in seguito ad una commissione. Questo come azione immediata, mentre nel lungo termine è stata invocata una azione sempre da parte della BHA che attraverso il Comitato Pattern (the European Pattern Race Committee) ha chiesto di escludere ufficialmente l'Italia dal sistema delle Pattern a partire dal 2015. Se ciò venisse approvato, da Gennaio, cioè dalla prossima riunione prevista dal Comitato, l'Italia potrebbe definitamente perdere lo status di Pattern di tutte le corse nell'arco dell'anno. Ad occuparsi della questione è Ruth Quinn, Director of Racing della BHA che ha affermato..................Clicca sul tastino qui sotto per continuare a leggere l'approfondimento

domenica 24 novembre 2013

Tokyo: #Gentildonna vince ancora la Japan Cup, un anno dopo. La 4 anni ha risolto ancora di muso su Denim And Ruby e Tosen Jordan

La storia, per un naso. Ancora. Un anno dopo, Gentildonna (Deep Impact) ha replicato nella vittoria della Japan Cup G1 (VIDEO QUI) vincendo anche l'edizione del 2013 ancora una volta per un muso di margine. Se l'anno scorso l'agnello sacrificale è stato il campione Orfevre (Stay Gold), quest'anno l'oscar della sfiga è capitato a Denim And Ruby (Deep Impact), altra femmina ma di tre anni che un paio di settimane fa è finita quinta nelle Queen Elizabeth II di Kyoto. Gentildonna invece, 4 anni, è diventata la prima cavalla in 33 anni a vincere due volte la Japan Cup e dunque il suo nome, qualora ce ne fosse ancora bisogno, è scolpito nella storia di questa corsa e non solo, visto che Gentildonna è pur sempre una vincitrice di Triple Tiara. Per il trainer Sei Ishizaka è l'11 affermazione in G1, mentre per Ryan Moore è il terzo G1 in Giappone da quando vinse la Queen Elizabeth II Commemorative Cup in sella a Snow Fairy. La delusione si chiama Gold Ship (Stay Gold) mai in corsa e finito nelle retrovie, come Eishin Flash (King's Best) con Mirco Demuro in sella che forse ha trovato troppo lunghi i 2400 metri. Degli europei quinto è finito Dunaden (Nicobar), 13° Simenon (Marju) e 17°, ultimo, Joshua Tree (Montjeu). Il risultato completo cliccando su questo LINK.
Mirco Demuro si è consolato con una vittoriella risolta in lotta furibonda in una maiden in sella a Shelby (Sakura Bakushin O) per Kazuhide Sasada ed i colori di Tokiji Sugioka, cha ha fatto lievitare il conto per farlo arrivare a quota 7.

sabato 23 novembre 2013

Tripletta per Mirco Demuro a Kyoto e sigillo nel The Keihan Hai, il G3 di giornata. Un antipasto prima della Japan Cup..

Come riscaldamento non c'è male. Nel convegno di sabato pomeriggio a Kyoto (di mattina in Italia) Mirco Demuro ha infilato una tripletta in attesa della domenica di Tokyo. Mirco, che dal 2014 tornerà in Italia e dunque siamo in attesa di capire se sarà per un team importante o da freelance, ha condito il suo pomeriggio con una bella affermazione in Pattern, con DemurOne che ha vinto il The Keihan Hai G3 sui 1200 metri in erba in una prova da ¥72,950,000 in sella a Earth Sonic (Kurofune) per Kazuya Nakatake ed i colori di Koji Maeda risolvendo in lotta nei confronti di I Love Riri (Stravinsky) e Sugino Endeavour (Sakura Bakushin O).. Il risultato QUIIl video del The Keihan Hai cliccando su questo LINK. Mirco ha giostrato sui primi, è entrato in dirittura in posizione da sparo, ha preso la mira ed ha fulminato sul palo il suo dirimpettaio. Tipica monta chirurgica alla Demuro e sorriso beffardo all'avversario, in pratica. Se vuoi vedere la galleria fotografica della vittoria, clicca su questo LINK e pigia sul tastino "mi piace" nella pagina Facebook di Mondoturf...ovviamente se ti piace..
La prima vittoria della giornata è arrivata nella quinta corsa in programma, in una maiden per 2 anni sui 2000 metri, in sella a Jono Musashi (Bago) per Hideyuki Mori e Yoshikatsu Ogawa. Battuti tra gli altri Red Argo (Kurofune), un nipote di Olimpia Dukakis. Nella 10° in programma, il tris servito in sella a Meiner Crop (Kurofune) per Yuzo Iida ed i colori della K.Thoroughbred Club Ruffian. Insomma, tre vittorie (il parziale è quello di 6 stagionali) che servono a Mirco per temprare lo spirito e caricarsi in vista della domenica di Tokyo. Tutto questo mentre, in tema Demuros, il piccoletto Cristian ieri a Lione ha vinto la sua 17° da quando ha intrapreso l'esperienza francese.
Intanto pubblicato dalla Japan Racing Association il morning line della Japan Cup del 23 Novembre con Eishin Flash a 5/1 al momento molto giocato, alle spalle di Gentildonna, favorita alla pari e Gold Ship, proposto a 2/1. Ecco la griglia delle quote al tot e in fissa in Giappone cliccando QUI.

venerdì 22 novembre 2013

Giappone: Domenica 24 la Japan Cup da Tokyo. Mirco Demuro su Eishin Flash, favoriti Gold Ship e Gentildonna.. Tutte le ultime..

Passione orientale. Il nostro campionato è fermo e allora ci pensa il Giappone ed Hong Kong a tenere viva ed accesa la fiaccola delle belle corse e dei meeting prestigiosi. Domenica mattina sveglia puntata alle sette verso Tokyo per vedere la Japan Cup G1 in programma alle 15:55 locali (sono a +8 verso l'Italia) sui 2400 metri in erba da ¥481,400,000 di dotazione, circa 4 milioni di euro spicciolo più o meno. Mirco Demuro c'è, e sarà impegnato sul vecchio Eishin Flash (King's Best) quello con il quale ha vinto il Tenno Sho G1 lo scorso anno con tanto di inchino all'imperatore del Giappone. Mirco, che ha vinto la Japan Cup nel 2008 in sella a Screen Hero, ha montato in lavoro il cavallo allenato da Hideaki Fujiwara per Katsuhiko Hirai ed è rimasto soddisfatto: "Si è mosso come al solito, passando bene il battistrada. Oramai sa gestirsi benissimo da se, nel Tenno Sho (dove è finito al terzo posto) ha corso bene secondo me anche se non ha avuto molta fortuna. I 2400 non mi impensieriscono, li ha fatti bene nel Derby vinto qualche anno fa". Mirco dovrà tirare fuori dal cilindro una delle sue monte proverbialmente magiche e la sorte gli ha dato in affido il 4 di steccato che non è affatto male. Dovrà necessariamente agire come un outsider (attualmente a 11/1 nell'antepost della corsa) e cercare di ottenere il massimo possibile contro: 1) Gentildonna (Deep Impact), vincitrice lo scorso anno di un muso contro Orfevre e grande favorita anche quest'anno con lo steccato numero 7, la monta di Ryan Moore ed il training di Sei Ishizaka, e 2), il grigio Gold Ship (Stay Gold), la scorsa stagione il 3 anni valutato il più alto in termini di rating nel mondo grazie alle vittorie nel..................continua a leggere se vuoi i link dei partenti definitivi e delle prestazioni della JAPAN CUP G1 2013.

giovedì 21 novembre 2013

Fontainebleau: Atzeni arriva e colpisce in Listed con Eton Rifles (alla 3° vittoria nella corsa). Affermazione anche per Cristian Demuro (più un paio di news da leggere) e sono 16 per lui in Francia..

Fantini italiani, fantini vincenti. Oggi in Francia sia Andrea Atzeni che Cristian Demuro hanno colpito nel convengo di giovedì pomeriggio a Fontainebleau. Per il jockey sardo, oramai stabilmente in Inghilterra e vicino ad annunciare una importante collaborazione dal 2014, affermazione nella Listed di giornata, il Prix Contessina sui 1200 metri da €52,000 in sella all'inglese Eton Rifles (Pivotal), (nella foto) un vecchione di 8 anni allenato da Stuart C. Williams per i colori della Ecurie The Eton Riflemen colpendo da favorito a 4/1 e portando a casa un risultato importante. Per Atzeni una stagione doratissima con l'ennesima vittoria nell'impatto con una nuova esperienza, nella fattispecie con quella francese, in una corsa che Eton Rifles ha già vinto negli ultimi due anni. Il fotoracconto della corsa cliccando su questo LINK.
Cristian Demuro invece ha vinto il Prix d'Evry raggiungendo quota 16 dell'esperienza francese in una prova ad handicap per 3 anni ed oltre sul miglio da €30,000 in sella a Chapman (Big Shuffle), ancora a 15/1, per Sascha Smrczek ed i colori del proprietario Christoph M. Holschbach. Il fotoracconto della vittoria cliccando QUI.
Per il giovane Demuro anche un terzo posto in condizionata per puledri, il Prix des Erables........

Richard Hannon Senior passa la mano. Dal 1 Gennaio 2014 andrà in pensione e la scuderia gestita dal figlio Richard Hannon Junior

La lunga e gloriosa carriera del 5 volte champion trainer inglese Richard Hannon Senior, terminerà ufficialmente il 31 Dicembre per lasciare spazio al figlio ed assistente Richard Hannon Junior, 38 anni in questi giorni, che rileverà tutto il materiale di scuderia per gestirne le sorti dal 1 Gennaio 2014. La notizia si sapeva da tempo, ma nella giornata di giovedì è arrivata l'ufficialità in maniera formale con una lettera inviata ai proprietari, compresa la Regina Elisabetta II, per informare che smetterà di fare l'allenatore e curare tutti i cavalli in training attualmente nelle scuderie di Herridge, ma che a prenderne cura sarà appunto il figlio. Una carriera scintillante quella di Master Hannon, cominciata nel 1970 e costellata di successi, soprattutto con cavalli non proprio dal pedigree regale e nella seconda parte della sua carriera di allenatore. Hannon ha infatti saputo costruire campioni pagati poco (relativamente) e negli ultimi anni tre sono i più rappresentativi e sono i top milers Canford Cliffs, Toronado ed Olympic Glory. Hannon, 68 anni, ha sellato quest'anno la sua 4° vincitrice Classica con Sky Lantern che ha vinto le 1000 Ghinee montata dal genero Richard Hughes e che avrà ancora un'opportunità sotto il suo nome, per fare bene anche ad Hong Kong. Per leggere le statistiche dal 1988 al 2013 di Richard Hannon cliccare sul tastino qui sotto....

mercoledì 20 novembre 2013

Hong Kong: Prima vittoria per Umberto Rispoli ad Happy Valley e due secondi posti (uno con un ex italiano)

Umberto Rispoli ha ripreso a far cuoricini per festeggiare una vittoria. Il jockey italiano è infatti andato a segno nella giornata di mercoledì ad Hong Kong, sul tracciato di Happy Valley, vincendo la sua prima corsa della esperienza stagionale in Cina. A far da preludio alla vittoria un secondo posto nella terza corsa in programma, il Jackson Handicap, in sella a Jade Pippo (Holy Roman Emperor) (VIDEO CORSA QUI) sfruttando un varco interno beffato solo da un avversario più incisivo nella fase finale. 
Poi, la vittoria è arrivata in chiusura quasi nel Queen's Road Central Handicap per cavalli anziani sulla distanza dei 1.650 da $1.000.000 di HK, su Great Charm (Henny Hughes) per i colori della scuderia di Wilson Wong Kan Po & Derek Wong Sau Leung. Stavolta la tattica è stata differente, nel senso che ha sfruttato una fascia esterna per andarsi a prendere di forza la vittoria. Se vuoi vedere il video e continuare la lettura con le altre notizie che riguardano la giornata di Umbertino ad Hong Kong clicca sul tastino in basso...

martedì 19 novembre 2013

Francia: Doppietta di Cristian Demuro a Chantilly, affermazione in Listed ed in handicap folto. Quota 15 in stagione..

E sono 15. Scommettiamo che fra un anno Cristian Demuro, come Umberto Rispoli, sarà uno dei fantini più richiesti in Francia. 365 giorni fa il giovanotto concorreva per il record ed il titolo italiano tra Capannelle, Pisa ed Agnano, a distanza di un anno accumula affermazioni mai scontate oltralpe. Martedì a Chantilly ha ottenuto l'ennesima doppietta della sua carriera arrivando per ora a 15 vittorie stagionali. Le cronache raccontano di come la prima affermazione di giornata sia arrivata nel Prix Isonomy una Listed Race per i due anni sul miglio da 55.000 EUR, vincendo in sella a Under The Radar (Footstepsinthesand) per il training di François Doumen e la giubba gialla dell'Haras d'Ecouves andando in avanti e salvandosi in modo aggressivo nel tipico stile Demuro, o se vogliamo con resistenza ignifuga tipo Leonida alle Termopili, salvandosi per una corta testa nei confronti di Thierry Thulliez su Divina Comedia, altra figlia di Footstepsinthesand. Il video del Prix Isonomy cliccando su questo LINK. Qui la quota era di 15/1. A 10/1 ha portato a casa la doppietta nel Prix Pic'hardy, un Handicap divisé sul miglio in Sable fibré di Chantilly in sella a Good Game (Excellent Art), un tre anni che correva per i colori ed il training di Yves de Nicolay. Da sottolineare anche un secondo posto in giornata per Demurino che ha sfiorato la tripletta nel Prix de Montpensier su Twombly (Pyrus) per Cédric Boutin ed i colori di Gérard Laboureau. Avanti così..

lunedì 18 novembre 2013

Hurricane Fly entra nella storia. 17 vittorie in G1, superate le leggende Kauto Star e John Henry. Recentemente venduto un suo fratello a €120,000 Tattersalls Ireland November NH Sale 2013

Più di Kauto Star, più di John Henry. Questi sono i numeri del marziano Hurricane Fly (Montjeu) che a 9 anni ha scalzato via tutti i record del mondo in fatto di vincitori a livello di G1, innalzando l'asticella sul numero 17 grazie all'affermazione di domenica 17 Novembre nel Morgiana Hurdle G1 di Punchestown. Il cavallo allenato da Willie Mullins è allevato da Giovanni Caiani dell'Agricola del Parco e dunque in questa vittoria c'è anche un pò d'italianità nell'intuito di sfruttare nel modo migliore le possibilità che l'allevamento italiano poteva offrire e che invece ora, per colpe incredibilmente grandi del nostro settore, è stato ucciso. Una delle attività più soddisfacenti in questo sport/settore è stato distrutto ed ora serviranno altri 30 anni per mettere in piedi una struttura simile in grado di generare campioni. Pazienza, ci consoliamo celebrando Hurricane Fly che d'ora in poi potrà immettere il proprio nome in fatto di vittorie prestigiose, sopra quello di due leggende come Kauto Star (Village Star) ed il campione americano John Henry (Ole Bob Bowers) fermi a quota 16. 9 anni e la voglia di stupire, Hurricane Fly è seguitissimo da tantissimi fan. Vuoi per la longevità, vuoi perchè vince tanto, questi cavalli entrano nel cuore inevitabilmente di tantissimi appassionati. Acquistato a Goffs per €65,000, Hurricanel vince oltre £1,5 milioni in carriera. La mamma di Hurricane è Scandisk (Kenmare) che in Italia ha come rappresentante in corsa Diskussion (King's Best) e non solo in una famiglia molto cara alla Zaro (vedi Lagunasalada etc). Scandisk è stata venduta prima nel 2007 per €95,000 a John Walsh Bloodstock, e poi rivenduta nel 2009 per €63,000 alla Yellowford Farm che ha poi riprodotto l'incrocio con Hurricane Fly  da Montjeu (Sadler's Wells) dandole Yeats (Sadler's Wells) e vendendo recentemente da yearling un suo fratello per 3/4 alla cifra di €120,000 alle Tattersalls Ireland November NH Sale 2013, con evidente futuro in ostacoli oltre che in piano. La pagina del catalogo con la lunghissima serie di vittorie che ha dato lustro alla famiglia, cliccando QUI.
Qui sotto proponiamo la lista dei cavalli che hanno vinto almeno 10 G1 nella storia delle corse e non solo..................

Risultati SGA November Sale: Top Price una femmina da Holy Roman Emperor, movimento totale di €172,000 per 34 venduti..

La Scuderia Blueberry ha sborsato €25,000 per assicurarsi uno yearling femmina (Lot 42) da Holy Roman Emperor (Danehill), ed assicurarsi il top price della sessione stagionale delle SGA November Sale. Allevata dalla Scuderia La Tesa, si tratta del 5° prodotto di Jalys (Sri Pekan), pluripiazzata a livello di Listed, mezza sorella del vincitore in ostacoli a livello di G2 Twist Turn (Miswaki Tern). La Tesa ha realizzato anche il secondo prezzo più alto della sessione come allevatore di un'altra yearling femmina da Aqlaam (Oasis Dream), che si chiama Catch The Moment, prodotto della piazzata di Incisa G3 Catch Wind (Mr Greeley), venduta per €14,000 ad Alduino Botti. La Scuderia Effevi, fresca della vendita di Charity Line, ha investito una piccola parte del prezzo realizzato per comprare Cassiano Fan (Until Sundown) spendendo €10,000, un bel mezzo fratello del due anni Cleo Fan (Mujahid), recente piazzato di Listed, presentato da Mr Giuliano Fanti. I dati dell'asta parlano di 21 prodotti venduti su 36 offerti, tra gli yearlings. Nella sezione mista, la sette anni L’Invitata (Dr Fong) gravida di Paco Boy (Desert Style) ha realizzato il prezzo più alto con €11,000 pagati dalla Razza Del Sole come prospetto di fattrice. Di fatto è mezza sorella de L’Indiscreta (Desert Prince) della famiglia di Big Reef (Mill Reef), sviluppata recentemente dalla famiglia Bezzera. Il totale ha visto un fatturato di €172,000 per 34 lotti venduti. Lo scorso anno il movimento fu di sole €79,400, dunque consoliamoci un pochino..Più info: http://www.sgasales.com/

Centurione Carlo, voglia di Pattern. Il jockey romano parla del suo brillante momento, per concessione di Trotto & Turf

Lui dice di non pensarci, ma intanto le vittorie continuano ad arrivare come una slot violata dal jackpot. Carlo Fiocchi mentre scrivevamo vinceva, e così sono "Fioccate" le vittorie 104, poi 105, 106 ad Agnano sabato e 107 con l'ultima domenica a Roma con una monta alla.."Fiocchi" su Vado di Siella. Neanche Antonio Fresu rallenta però, le sue affermazioni a domenica sono a quota 118, + 11 su Carlo che comunque non demorde, e Dario Vargiu che continua ad essere in corsa a quota 103 a lunedì 18 Novembre. A tal proposito riproponiamo per concessione di Trotto & Turf l'articolo realizzato dal sottoscritto che ha celebrato la decima centuria in carriera di Carletto dopo il poker di martedì. Dieci centurie, tra i jockey in attività, solo Mirco Demuro (14 volte) e Dario Vargiu (12 volte) sono riusciti a realizzarla. Ad maiora King Charles!
Dica 103? Niente paura, il paziente sta bene ed è sano come un pesce, anzi come uno squalo affamato, e continua ad inanellare vittorie in sequenza. Carlo Fiocchi è il ritratto della felicità, di quella che porta anche fortuna. Tanto che martedì a Capannelle ne ha infilate ben 4 tutte insieme, in modo tale da garantirgli 4 passi fondamentali verso la vetta della classifica fantini. A) Vittoria numero 99 su Guizzo Vincente, passo B) la 100 su Pacchianillo utile per ottenere ufficialmente un'altra centuria, l'ennesima della sua carriera, per poi C), fare 101, raggiungere Dario Vargiu, e D) successivamente anche 102 così, per esser sicuri e battere il ferro caldissimo e raccogliere un altro acino di una spettacolare vendemmia e di una annata per ora molto produttiva...Il bello è che non siamo ancora alla fine, quando mancano 45 giorni circa al traguardo del 2013 e Fiocchi - a segno anche venerdì con Captain Chic ed in chiusura con Dindaba - è ancora in tempo per cercare di prendere un sorprendente Antonio Fresu, sempre più lanciato lassù, a quota 117 per ora: "A dir la verità non è che......................

domenica 17 novembre 2013

Stallion News: L'Irish National Stud pubblica i tassi di monta 2014. Invincible Spirit a €70,000, Worthadd a €6,000

L'Irish National Stud ha rilasciato quelli che sono i tassi ufficiali di monta per il prossimo 2014. Il riferimento più interessante riguarda il ritocco verso l'alto per il portabandiera dell'allevamento irlandese Invincible Spirit (Green Desert) che vedrà incrementato il suo tasso di monta a €70,000 dai €65,000 dello scorso anno, dovuto anche all'incredibile stagione della sua rappresentante migliore quale Moonlight Cloud, cavalla dell'anno nel suo segmento, vincitrice di Prix Maurice de Gheest, Prix Jacques le Marois e Prix de la Foret, tutti G1. Il sedicenne stallone figlio di Green Desert (Danzig) avrà quest'anno qualche cartuccia da sparare con Kingman, favorito delle 2000 Ghinee, più una serie di promettenti 2 anni quali Cable Bay, Figure Of Speech e Shamshon. Gli yearlings da Invincible sono quasi inarrivabili ai comuni mortali, venduti quest'anno ad una media di 121,011gns con i mediani a 92,915gns con il top a 600,000gns.
Rilasciato anche il tasso di Worthadd (Dubawi), il primo Dubawi (residente al Darley) ad entrare in razza in Irlanda, allevato da Franco Polidori, campione italiano e secondo di Lockinge G1, disponibile per chi volesse a €6,000. Art Connoisseur (Lucky Story) ridotto a €4,000 da €4,500, stabili nel prezzo Big Bad Bob €6,000, Dragon Pulse €6,000, Famous Name €4,000 e Lord Shanakill €5,000. La brochure cliccando QUI.

Italians: Mirco Demuro, Cristian Demuro, Paolo Sirigu e Alberto Sanna, vittorie esotiche (o quasi). Ad Hong Kong "0" per Pinna e Rispoli, per ora, ma intanto ecco le prove preparatorie in vista dell'International Meeting dell'8 Dicembre

La rubrica fantini italiani all'estero offre sempre spunti di cui parlare. In particolare, questi sono giorni carichi di riferimenti. In Giappone, Mirco Demuro in 10 ingaggi nel sabato di Tokyo ha inanellato un primo posto in sella a Chief Assessment (Fuji Kiseki) per Tadao Igarashi e la Shadai Race H., più una serie di piazzamenti, in particolare due terzi e due quarti. Per la giornata di domenica, reti bianche in fatto di affermazioni, un solo terzo posto all'attivo. Neanche nel Mile Championship G1 sui 1600m in erba da 195,400,000 Yen è riuscito a figurare, solo 8° in sella a Red Oval (Deep Impact) ma in un arrivo serratissimo, ad un paio di lunghezze e mezzo dal vincitore Tosen Ra (Deep Impact) con Yutaka Take in sella che ha avuto modo di celebrare la sua 100° vittoria a livello di G1. Una leggenda nel suo paese con 3 Japan Cup e 5 Derby vinti, mentre l'unico G1 conquistato in Inghilterra è stato su Agnes World nella July Cup del 2000. Vinse anche le Falmouth su Proudwings nel 2001, ma erano allora di G2. Take ha vinto 4 G1 in Francia, uno ad Hong Kong e uno in Dubai. Nella foto, Take esulta su Tosen Ra. 
Torniamo a noi. Sull'all weather di Wolverhampton in Inghilterra, Paolo Sirigu ha ottenuto la sua terza vittoria della sua esperienza inglese (con 9 secondi, 6 terzi e 6 quarti su 53 corse disputate) e lo ha fatto in sella ad un cavallo che ha qualcosa di italiano. Euro Charline (Myboycharlie) per i colori Blueberry ed il training di Marco Botti, ha vinto una maiden sui 7 furlongs al debutto con 3 lunghezze di margine. Euro Charline, pagata gns13,000 lo scorso anno alle October di Tattersalls, doveva debuttare lo scorso mese a Kempton ed era anche attesa a 4/1 ma allora si era rifiutata di entrare nelle gabbie mentre stavolta è andato tutto secondo i piani, colpendo comunque a 21/1. Seconda è finita la favorita Alpine Storm (Raven's Pass), già un 4° all'attivo per i colori Godolphin, con al terzo un'altra blue quale Nice Life (Invincible Spirit) che aveva anche lei già debuttato. Il video della corsa su questo LINK (con l'account At The Races).
In Francia, Cristian Demuro ha vinto la sua 13° corsa della nuova esperienza francese dell'anno e lo ha fatto in sella a O'Brianth (Speightstown) per Gianluca Bietolini nel Prix Béthemont - Reclamare (Corsa F) sui 1200 metri in erba di Maisons-Laffitte. 
Ad Hong Kong, sono andate in scena le prove di preparazione in vista dell'International Meeting dell'8 Dicembre. Per Nicola Pinna ed Umberto Rispoli però.................................

sabato 16 novembre 2013

Supermarket Botti: Ciao ciao Charity Line ed Arpinati. La campionessavenduta a Teruya Yoshida, Arpinati ad Hong Kong

Supermercato Italia, parte n-esima. Dalla bottega Botti due cessioni eccellenti: Sono stati prelevati nelle scorse ore due campioni che lasciano l'Italia ed in generale l'ippica italiana con quella che era una indiscrezione diventata poi ufficiale tramite la fonte EBN, che ha lanciato la notizia. Di forte risonanza è la vendita che riguarda la campionessa delle tre anni italiane Charity Line (Manduro), vincitrice di Oaks G2 e Lydia Tesio G1, acquistata da Teruya Yoshida per una somma non resa nota, in una trattativa mediata da Eugenio Colombo (http://colombobloodstock.com/) che spesso ne cura gli interessi per gli acquisti. L'imbattuta figlia di Manduro (Monsun) verrà ben presto trasferita nella scuderia di Marco Botti in Inghilterra a Newmarket per proseguire l'attività agonistica a 4 anni. Charity Line fu pagata €70,000 dalla Scuderia Effevi alle ITS del 2011 e a due anni ha corso solo una volta vincendo. Nella stagione dei tre anni l'esplosione con le 5 consecutive affermazioni culminate con le Oaks G2 per 4 lunghezze e mezzo e, dopo la sosta estiva, con la prestazione notevole nel Lydia Tesio G1 a Capannelle. Charity Line è una mezza sorella di Cherry Collect (Oratorio), che lo scorso anno vinse Regina Elena G3 ed Oaks G2, ma fallì l'appuntamento con il Lydia Tesio per poco arrivando seconda e, sempre in quei giorni successivi alla corsa, fu acquistata da Katsumi Yoshida, il fratello di Teruya. La mamma dalle uova d'oro è Holy Moon (Hernando), stakes winner in Italia che ora ha con se una femmina di due anni da Dylan Thomas (Danehill) che si chiama Final Score ed è in training, ovviamente, da Stefano Botti per la Effevi che ne ha parlato spiegando come stia lavorando e che a breve debutterà a Capannelle sui 1900 metri in una maiden. La fattrice Holy Moon ha ancora uno yearling femmina da........SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI SOTTO

venerdì 15 novembre 2013

Dichiarati i partenti della prima giornata di Agnano del 16 Novembre. Ecco il programma ufficiale e le ultime news di stagione

Ecco Agnano. Nella giornata di ieri ufficializzata la prima tornata di partenti della stagione del 16 Novembre 2013. Sei corse in programma, 57 partenti dichiarati per una media per corsa di 9,5 partenti. A tal proposito, ricordiamo quelle che sono le novità della stagione che culmineranno con il il 29 Dicembre quando sono previsti il Criterium Partenopeo Lr per i due anni sui 1500 metri, il Premio UNIRE sui 2250 metri, il Città di Napoli Lr sui 1000 metri con i suddetti premi aperti anche a vincitori di G1, con un debito sovraccarico ovviamente. Il 29 previsti anche il Soragna ed il Memorial Domenico e Giuseppe Artina. Le preparazioni ai premi importanti ci saranno domenica 15 Dicembre. Il programma della stagione prevede le seguenti giornate di corse: sabato 23, mercoledì 27 e sabato 30. In Dicembre si corre 8 volte, e le date sono quelle di mercoledì 4, domenica 8, mercoledì 11, domenica 15, mercoledì 18, lunedì 23, venerdì 27 e domenica 29 con chiusura scoppiettante. Alternativamente comunicate anche le date di Roma Capannelle per il mese di Dicembre che correrà 7 volte nei giorni 3, 10, 17, 21, 24, anche a Gennaio a Roma si correrà 7 volte con cadenza martedì-sabato mentre Febbraio Roma osserverà un mese di stop, mentre Agnano sarà ancora vitale. I dati completi li trovate sul sito ufficiale...CLICCARE SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE IL PROGRAMMA UFFICIALE DELLA PRIMA GIORNATA:

giovedì 14 novembre 2013

Lotta per la vita per Jimmy, mezzo fratello di Black Caviar, il puledro più costoso della storia in Australia...

Non ci posso credere! Una notizia arriva dall'Australia e riguarda un mezzo fratello della campionessa mondiale Black Caviar (Bel Espirit). Il puledro figlio di Redoute's Choice, in Aprile alle Easter Inglis Yearling Sales diventato il puledro più costoso pagato alle aste con i A$5 milioni pagati per lui, sta lottando per la vita per una laminite sviluppata a causa di un morso di un ragno velenoso, dalla coda bianca. Jimmy, questo il nome dato al cavallo nella foto di lato, è in cura intensiva da due settimane ed è stato vittima anche di allergia agli antibiotici somministrati che lo hanno messo duramente ko. Simon Marshall in rappresentanza dei proprietari della BC3 Thoroughbreds che hanno comprato il puledro, ha annunciato che si sta facendo di tutto per salvare l'animale oltre che l'investimento, ed il cavallo potrebbe essere trasferito alla clinica veterinaria di Werribee. Jimmy sta facendo lievi progressi, mangia erba, ma non è del tutto fuori pericolo. Finger crossed!!

Cartier Horse Of The Year: Treve premiata come cavalla dell'anno. Ecco i programmi del 2014 della campionessa..

A Londra presso il Dorchester Hotel, si è tenuta l'annuale assegnazione del titolo di cavallo dell'anno, una sorta di serata da Oscar. Come ampiamente prevedibile, il titolo è andato alla imbattuta campionessa Treve (Motivator) per Sheikh Joaan Bin Hamad Al Thani grazie alla stagione ricca di soddisfazioni che l'ha vista emergere come culmine finale della sua stagione, con la vittoria nel Prix de l'Arc de Triomphe G1 e prima ancora come vincitrice di Diane e Vermeille. Treve, oltre al Cartier Horse Of The Year ha vinto anche quello riguardante la miglior femmina di tre anni. La premiazione è stata occasione per Criquette Head-Maarek per tracciare il cammino a 4 anni della campionessa: "Avrà certamente un rientro francese e l'idea è quella di correre il Prix Ganay, poi puntare al Royal Meeting e dunque le Prince of Wales's Stakes G1 sui 2000 metri è l'obiettivo che ci siamo prefissati per la primavera. In autunno il cammino dovrebbe essere lo stesso del 2013, cioè Vermeille e poi Arc. Poi decideremo il da farsi, ma sarebbe già importante vederla correre bene pur sapendo che mantenere l'imbattibilità sarà durissima"
Altri titoli assegnati nella serata.................:

I Demuro's: Cristian invitato nel torneo fantini delle Isole Mauritius, Mirco in quello di Hong Kong

Fratelli esotici. Cristian Demuro è stato invitato ufficialmente al torneo di fantini delle Isole Mauritius "Emirates Sun Resorts International Jockeys’ Week-End" che avrà luogo tra il 30 Novembre ed il 1 Dicembre. All'appello hanno risposto Ahmad Atjebi (Emirati Arabi Uniti), Nash Rawiller (Australia), Olivier Peslier (Francia), Sandesh Akhade (India), Yusuke Fujika (Giappone), Cristian Demuro (Italia) appunto in una operazione mediata dalla New Racing Factory (www.newracingfactory.com), Kevin Manning (Irlanda) e Sylvestre de Souza (Brasile). 
Fratello Mirco invece sarà ad Hong Kong, dove è stato invitato al Longines International Jockey's Championship in programma il 4 Dicembre prossimo. La tradizionale sfida tra fantini vedrà in lizza anche Cristophe Soumillon, Ryan Moore, Maxime Guyon, Douglas Whyte, Kerrin McEvoy, Gary Stevens e Mike Smith dall'America in più il giapponese Hamanaka, due locali e Moreira.

martedì 12 novembre 2013

Il turf australiano ha creato "The Championships", un meeting da Campioni, in programma a Sidney tra il 12 ed il 19 Aprile 2014. E se in Italia ne pensassimo uno simile tra primavera e autunno?

Il turf australiano ha annunciato la creazione di una sorta di "giornata" dei campioni sul finale di stagione prossimo, nell'Aprile del 2014 del loro emisfero. Si tratta di una campionato che prevede 8 corse di G1 con in palio complessivamente AUS$18 milioni (£10.5 milioni circa). In realtà sarà una giornata divisa in due chiamata "The Championships", avrà luogo a Sidney al Royal Randwick e dovrebbe prendere il via sabato 12 Aprile per poi proseguire nel sabato 19 Aprile, ad un paio di settimane dalla Dubai World Cup G1 di Meydan del 29 Marzo. La corsa più importante del meeting saranno le Queen Elizabeth Stakes G1 sui 2000 metri da A$4 Milioni (£2.3 milioni). Gli organizzatori stanno approcciando le autorità inglesi per avere un cavallo della Regina presente. La proposta prevede anche il Doncaster Mile G1 da AUS$3m e le TJ Stakes G1, vinte due volte da Black Caviar, con un montepremi di AUS$2.5m. Sarà l'evento di spicco nell'emisfero sud e l'idea è studiata per accogliere corridori da tutto il mondo. Non è facile, ma il mondo si muove e tal proposito, considerando la crisi delle corse italiane in fatto di pubblico e di considerazione della questione stranieri assenti dalle nostre corse (per colpe ministeriali, soprattutto), riproponiamo una idea già esposta in precedenza: Che ne pensate di una eventuale creazione di un Champions Day all'italiana, uno in primavera ed uno in autunno, diviso tra San Siro e Capannelle? Una giornata, nella quale si gioca tutto in termini di pubblico (quello tecnico viene comunque, quello non tecnico non viene per 3 volte in un mese all'ippodromo). Andrebbe studiata bene e certo, clima e concomitanze calcistiche permettendo, pensate che, per esempio, una giornata alle Capannelle il 27 Ottobre con corse che coprano tutti i segmenti possibili come Lydia Tesio G1 (femmine), Premio Roma GBI G1, Premio Ribot G2 (per i miler), Premio Aloisi G3 (per i velocisti), Premio Guido Berardelli G3 (per i puledri) con una dotazione complessiva in giornata da 1 milione di Euro, attirerebbe pubblico e presenze straniere? Stessa cosa sarebbe per San Siro, magari con la giornata delle Oaks, Milano, Primi Passi, Vittadini tutte insieme sul finire della primavera? E' chiaramente una provocazione, bisognerebbe limare tutte le esigenze, ricollocare molte corse e andrebbe analizzata la questione del Derby, Di Capua, Jockey Club, Repubblica etc che sarebbero fuori da questo campionato, e dunque per essere sempre "in Europa" tecnicamente e a livello di calendario andrebbe studiata una soluzione fatta per bene.. ma una idea del genere secondo voi è una strada percorribile? Avrebbe un valore diverso la competitività attraverso il confronto fondamentale ed essenziale nella nostra epoca? Attendiamo commenti!

Autre Qualite e Regarde Moi: Giornata da leoni per la Finanza Locale Consulting: Per concessione di Trotto & Turf riproponiamo l'approfondimento di Edoardo Borsacchi sulla bella realtà Toscana

Autre Qualite nel Campobello e Regarde Moi nel Chiusura. Una giornata eccezionale quella del 2 Novembre ultimo scorso per l'Allevamento Finanza Locale Consulting (http://www.flcpurosangue.com/), solo la punta dell'iceberg (con il capolavoro Voila Ici ancora prima) di una storia tutta italiana fatta di investimenti e professionalità, con risultati sotto gli occhi di tutti: Per concessione di Trotto&Turf e di Edoardo Borsacchi, riproponiamo un approfondimento pubblicato nel numero di sabato. Buona lettura
E' l’8 ottobre 2000 e in una fredda giornata milanese, nel convegno del Di Capua e del Dormello, un timido bambino di dodici anni, mentre cammina con il padre rimanendo affascinato dalla magia di San Siro, incontra un distinto signore che lo invita al tondino. Lui vorrebbe andar di corsa ma rimane per un attimo titubante, inconsapevole che quel primo passo sarebbe stato l’inizio di una passione maniacale verso quel meraviglioso mondo. Alla fine cede all’invito, affianca il proprietario e si avvia verso il fantino, l’indimenticabile Palmerio Agus. Il sauro Backstreets, giubba blu e stelle argento della Due C, vinse comodamente il Premio dei Due Anni, battendo Quiz Chow, la madre di Quiza Quiza Quiza. Avrete capito chi era il distinto proprietario: Cesare Cava, l’uomo del sabato di Chiusura di quest’anno a San Siro, con i due successi a seguire, prima nel Campobello con Autre Qualite, poi nel Gruppo III in pista dritta grazie a Regarde Moi. Il bambino adesso è un po’ cresciuto e grazie a quell’invito, per la gioia del padre, non può più fare a meno delle corse. Ma torniamo alla vera protagonista dello scorso weekend, la Finanza Locale Consulting, una società che opera da diversi anni sull'intero territorio nazionale. Specializzata nella consulenza e nella formazione delle Pubbliche Amministrazioni, è leader in Italia, per professionalità e competenze in materia di fiscalità e tributi locali. I soci, Annalisa Antonini, Cesare Cava, Silvia Fossati ed il neo entrato Gianfranco Grassini, professionisti di livello nazionale, hanno sempre piacevolmente subito il fascino del mondo dei purosangue, vivendo in prossimità di Barbaricina, la Newmarket italiana.
Con questo spirito appassionato ed in un'ottica di diversificazione degli investimenti, hanno voluto intraprendere una sfida ardua ma attraente, che sta portando la Flc a grandi risultati, come dimostrato sabato scorso. “Per noi è stata una giornata..............

domenica 10 novembre 2013

Capannelle: Rosendhal tre volte campione! Ancora suo l'Aloisi su terreno pesante, secondo Elettrotreno e terzo Pride And Joy. Bacchelli bis nel Roma Vecchia un anno dopo, Dark Ray vola nel Buontalenta

Tempo brutto, terreno pesante. Ma ci ha pensato il vecchio Rosendhal ad accendere la luce all'Ippodromo delle Capannelle accaparrandosi per la terza volta il Premio Aloisi ex Umbria, il Gruppo 3 sui 1200 metri che chiude di fatto la stagione che conta all'ippodromo romano. Il sei anni della Pian di Neve ha inanellato il tris (con un terzo nel 2011 alle spalle di Overdose) dopo le edizioni 2010 e 2012 (in parità con Blu Constellation) facendo tutto con semplicità su terreno pesante a lui gradito, proprio come nelle edizioni vincenti. Dopo aver notato Omaticaya in difficoltà, Tore Sulas ha chiamato a maggior sforzo il suo che ha risposto con un finale superiore. Per il fantino sardo ancora una vittoria in sella al figlio di Indian Ridge (Ahonoora), una coppia d'oro ben supportata nel training da Alessandro e Giuseppe Botti che sul sauro hanno fatto un ottimo lavoro, centellinandolo nella stagione. E pensare che a reclamare non lo ha mai comprato nessuno in Francia. Rosendhal rimarrà ancora in training, e come obiettivi dichiarati per la primavera c'è la Francia e poi immancabilmente la presenza Tudini G3, l'Aloisi primaverile. A due lunghezze è finito un sempre più regolare Elettrotreno (Modigliani), ottima la prestazione del portacolori Chimax che ci ha provato tutta strada dalle prime inchinandosi solo al "triRosendhal". Un pensiero speciale per questo va ad Armando Renzoni, il primo ad averlo forgiato ed il primo a credere nelle doti da velocista del sauro. Terzo a qualche lunghezza un sorprendente (ma forse non troppo) Pride And Joy (Dark Angel) mentre la delusione si chiama Omaticaya. L'unica due anni del campo (che inseguiva Golden Oriental e Super Sky, gli unici due a vincere l'Umbria contro gli anzianiha chiuso nona ma con attenuanti dovute al terreno sul quale non si è stesa la figlia di Bernstein, che non era la solita leonessa vista nelle sue sortite, già in difficoltà a 500 dal palo. Delusione anche per Noble Hachy, poco incisiva e battuta anche da Traditional Chic che si è reso comunque autore di un finalone, quarto, sulla femmina poi quinta. Tempo finale 1.09.62 su terreno pesante, affatto malvagio..QUI IL VIDEO DEL PREMIO ALOISI EX UMBRIA. Il risultato completo cliccando su questo LINK
Oltre alla bella prova per i velocisti sono andate in scena anche due Lsted e un Handicap principale.

Francia: Cristophe Soumillon pennella Prince Gibraltar nel Criterium de Saint-Cloud, l'ultimo G1 della stagione in Europa

Con il Criterium de Saint-Cloud G1 sui 2000 metri, l'ultimo G1 della stagione Europea in piano, Prince Gibraltar è diventato il 10° vincitore ad alto livello per Rock Of Gibraltar (Danehill). Allenato da Jean-Claude Rouget (che lo scorso anno vinse con Morandi questa corsa), Prince era montato da Cristophe Soumillon, è un cavallo allevato e di proprietà di Jean- Francois Gribomont, e veniva da una precedente affermazione in maiden. 
Ma proprio la monta di Soumillon ha illuminato il grigio pomeriggio francese. Su terreno pesante, come al solito ha scelto la fascia giusta per galoppare più forte degli altri venendo allo steccato opposto. 
Alla fine 5 le lunghezze di margine nei confronti della femmina Bereni Ka (Vadasin), cavalla di Yohann Gourraud per Mlle Anne Dupont e Hartnell (Authorized), l'nviato inglese di Mark Johnston, finiti in lotta allo steccato normale. Tempo finale non molto indicativo di 2m 26.25s (slow by 21.85s), ma è chiaro che Prince Gibraltar sarà ora atteso alla conferma a tre anni. La mamma è Princess Sofia (Pennekamp), mezza sorella di Queen Catherine (Machiavellian), vincitrice di Listed e riproduttrice di livello. Il video del Criterium de Saint Cloud QUI.

Giappone: Doppietta per Mirco #Demuro a Kyoto, prime due vittorie della stagione. In Francia 11° per Cristian. Ad Hong Kong..

Assunto il Rupafin, via l'allergia. Dopo tanti piazzamenti, spezzato l'incantesimo delle vittorie che non ne volevano sapere di arrivare. Mirco Demuro nella mattinata di domenica a Kyoto ha piazzato una bella doppietta grattando via il desolante zero dalla casella vittorie, per questa parte di esperienza giapponese datata 2013. Tutti i tabù sono caduti dalla seconda corsa in sella a Cosmo Glaube (Broken Vow) per Masato Nishizono in una maiden sui 1400 metri con 9,550,000 Yen di dotazione e successivamente in una bella condizionata sui 1800 metri del dirt su Solor (Symboli Kris S) per Kazuya Nakatake ed i colori della Sunday Racing Co. Ltd. in una prova ben remunerata di 33,500,000 Yen. Nel convegno una serie di piazzamenti interessanti a condire la giornata, quando il sabato sempre a Kyoto aveva ottenuto un'altra serie di secondi posti, dopo quelli della scorsa settimana. Tanti, certo, a testimonianza che Mirco è li.. ma la vittoria ha tutto un altro sapore. Nulla di fatto però nella corsa più attesa del convegno di Kyoto, la The Queen Elizabeth the second Cup G1 sui 2500 metri in erba (resa pesante dalle piogge in giornata) con dotazione di 177,520,000 Yen, vinta dalla femmina Meisho Mambo (Suzuka Mambo), una homebred di Yoshio Matsumoto, vincitrice già delle Yushun Himba (Oaks Giapponesi) G1 e delle Shuka Sho G1, con in sella Koshiro Take ha dato una soddisfazione a Akihiro Iida. Ad una lunghezza e mezza Lachesis (Deep Impact) e Aromatico (King Kamehameha). Mirco Demuro era su Marcellina (Deep Impact) ma nulla di fatto nella corsa. Il video della corsa cliccando QUI.
Per la serie italians all'estero, da menzionare Cristian Demuro che

sabato 9 novembre 2013

Worthadd va in razza: L'eroe Classico del Parioli e del Derby 2010 funzionerà come stallone per l'Irish National Stud dal 2014

Che fine ha fatto il campione italiano Worthadd (Dubawi)? La notizia era nell'aria da tempo ma è arrivata anche l'ufficialità. Il derbywinner e champion miler italiano è stato ufficialmente ritirato dalle competizioni e dal 2014 funzionerà come stallone presso l'Irish National Stud a Tully, Co. Kildare, Irlanda, nel 2014. Worthadd è stato il simbolo della Incolinx anni ruggenti con Vittorio Caruso e Mirco Demuro nel team. Il Derby vinto fu un capolavoro tattico di Mirco Demuro in sella che tenne in scacco Ansiei e Saratoga Black e riportò, tanti anni dopo Bonconte di Montefeltro, un doppio Parioli-Derby 41 anni dopo. Un pò come Ramonti (che non riuscì nell'impresa per un baffo a causa di un ferro perso e il finish di De Sica) Worthadd non era un cavallo da distanza ma riuscì comunque a vincere il Derby e poi si è specializzato miler provetto. Grazie alle sue 9 vittorie totali ed il suo rating di 120 acquisito in carriera, ha avuto una carriera produttiva ed un modo di correre che ha fatto sognare molti appassionati. C'era chi diceva valesse il G1 internazionale e chi no, sta di fatto che i riferimenti migliori, oltre ad aver catturato una leggenda italiana, furono proprio perchè andò a prendere linee all'estero. Figlio di Dubawi (Dubai Destination) è stato infatti duplice vincitore Classico grazie alle affermazioni nel Premio Parioli G3 e nel Derby Italiano G2 a 3 anni, ma indimenticabile il severo attacco che portò a Canford Cliffs (Tagula) a Newbury nelle Lockinge Stakes G1 del 14 Maggio 2011. Quella corsa rimase sulle gambe al campione allevato dalla Compagnia Generale, ma fu comunque un vanto per l'Italia aver visto Worthadd battere 8 vincitori di G1 in carriera nei suoi exploit. Worthadd va in razza con il terzo valore più alto per un figlio di Dubawi, e anche questo rende l'idea della forza di Worthadd. Ha cominciato la sua carriera proprio con Vittorio Caruso, poi nel corso del 2012 è stato dirottato alle dipendenze di Sir Mark Prescott con il quale vinse, sempre con Mirco in sella, il Badener Meile G3 battendo Neatico (Medicean), e finendo secondo di poco nel Meilen-Trophy. In Italia è stato dominante sul miglio, con le affermazioni nel..........clicca su CONTINUA A LEGGERE PER AVERE ALTRE INFORMAZIONI

giovedì 7 novembre 2013

Saranno famosi: In Inghilterra il due anni Pretend vince di 7 lunghezze in maiden. Made in Luciani, è in training presso Charlie Appleby per Godolphin

Prosegue la nostra serie di saranno famosi. In Inghilterra Pretend (Invincible Spirit) ha dato sfoggio della sua classe alla seconda uscita in carriera vincendo in grande stile per ben 7 lunghezze di margine sotto la spinta di Silvestre De Sousa per i colori Godolphin ed il training di Charlie Appleby in una maiden (VIDEO QUI) di Kempton sui 7 furlongs in all weather, andando in avanti e chiudendo in 1m 25.34s (slow by 1.54s) battendo due di John Gosden quali Beyond Smart (Smart Strike) e Twin Point (Invincible Spirit): Pretend, acquistato per €70,000 alle Goffs November Foal Sale da John Ferguson Bloodstock un paio di anni fa, è allevato dall'Azienda Agricola Luciani ed ha dunque radici italiane sviluppate in primis dalla Rencati. Si tratta dell'ottavo prodotto di Fafinta (Indian Ridge) ed è un mezzo fratello di Fiulin (Galileo), piazzato nella Jockey Club Cup G3 di Newmarket e vincitore delle Further Flight Stakes Lr di Nottingham ed ora impiegato anche in ostacoli con risultati dignitosi. Fafinta è una mezza sorella del campione Falbrav (Fairy King), vincitore di 8 G1 e stallone ora in Giappone, e di Fanofadiga (Alzao), vincitrice 6 volte e fattrice di pregio già madre di Figli Fanesi (Tiger Hill) ed Aquila D’Oriente (Dubawi), vincitori di stakes in Italia. La seconda mamma dunque è Gift Of The Night (Slewpy), piazzata di Listed in Francia e mezza sorella di Ananas (Lyphard) piazzata in America a livello di Gruppo. Fafinta ha uno yearling femmina da Raven’s Pass (Elusive Quality), recentemente acquistata da Rob Speers per €160,000 alle Goffs Foal Sale di Novembre, e nell'Aprile scorso è nata un'altra sorella da Teofilo (Galileo).

mercoledì 6 novembre 2013

Verso il Premio C. e F. Aloisi G3 (ex Umbria): Sfida al femminile, Omaticaya versus Noble Hachy e non solo..ecco le anticipazioni

Si chiama Premio Carlo e Franco Aloisi G3, ma è praticamente il Carlo Chiesa G3. Quello che si prospetta domenica 10 Novembre infatti, come ultima giornata di livello alle Capannelle in questo 2013, sembra uno scontro tutto al femminile nelle attese almeno. Al via infatti Noble Hachy (Kyllachy), già vincitrice di Carlo Chiesa G3 lo scorso anno, rientrata con il botto qualche settimana fa che avrà in sella Fabio Branca. Di contro avrà Omaticaya (Bernstein), la due anni che affronta gli anziani brutti e cattivi e femmine terribili più anziane di lei. L'americana di Vincenzo Fazio e Manila Illuminati è reduce da un Pandolfi sfavillante, anche questa settimana è stata oggetto di attenzioni di acquirenti stranieri respinti, ed avrà in sella ancora Cristian Demuro. Tra i probabili al via ecco le femmine di indiscusso lignaggio quali Bettolle, anche lei vincitrice del Carlo Chiesa G3 nel 2013 e reduce da una campagna inglese non molto produttiva.. poi Chiara Wells, Clorofilla, Guagliona, Onlyyouknowme....tutte frecce nell'arco di Capannelle, vincitrici di Stakes almeno e piazzatissime anche in Pattern. Ci saranno anche i maschi, certo, ma la sfida al femminile infiamma davvero la contesa... chi è tra le due più attese la più forte?? Ditelo prima, e non aspettate l'esito della pista. Ecco i rimasti, in neretto i probabili al via. PS: Domenica pomeriggio ci sarà anche il Buontalenta Lr che chiude la stagione delle femmine anziane sul doppio chilometro almeno per quest'anno (probabili al via Valvibrata e Kadabra, le deluse del Lydia Tesio, con Mamma Giovanna vincitrice dell'Archidamia con ipotetico match atteso) e poi il Roma Vecchia Lr con l'invader italiano ma francese Beef Bar per l'Ecurie Botti, che invece ha dato forfait per Rosendhal nell'Aloisi, nonostante sembrava potesse venire (alla fine ci sarà). Per vedere i partenti definitivi del 10 Novembre, cliccare sul tastino qui sotto.....

martedì 5 novembre 2013

Flemington: Fiorente vince la Emirates Melbourne Cup G1 di fronte a 104,000 persone. Secondo Red Cadeaux e terzo Mount Athos

La stagione dei redenti. Anche Fiorente (Monsun), secondo lo scorso anno nella corsa che ferma una nazione in Australia, si è preso una bella rivincita della sconfitta del 2012 vincendo l'edizione della Emirates Melbourne Cup G1 sui 3200 metri di Flemington da A$6 milioni (VIDEO QUI), contribuendo a far entrare nella storia Gai Waterhouse, la prima donna-allenatore a vincere la Cup, di fronte ad una folla di 104,000 persone urlanti con il biglietto in mano. Fiorente, che ha cominciato la carriera in Europa agli ordini di Sir Michael Stoute, ha battuto per 3/4 Red Cadeaux (Cadeaux Genereux) per Ed Dunlop, Mount Athos (Montjeu) per Luca Cumani (ancora sfortunato al draw) con al 4° Simenon (Marju) per Willie Mullins e al 5° Dandino (Dansili) per Marco Botti. Insomma, gli unici due a deludere sono stati Dunaden (Nicobar), ma a 7 anni è possibile, Brown Panther (Shirocco) andato in avanti e vittima di un infortunio ma non grave, e Verema (Barathea) infortunata lungo il percorso e fermata. La Melbourne Cup è diventata da qualche anno molto europea, gli Australiani sviluppano soprattutto velocità ma non vogliono far mancare l'apporto di una corsa spettacolare al pubblico..e allora importano, come hanno fatto con Fiorente nato in Irlanda allevato dal Ballymacol Stud ed ora di proprietà di un pool di magnati australiani così presenti: .........(per vedere il resto della notizia ed il risultato completo cliccare sul tasto continua a leggere

Stallion News: Kitten's Joy, raddoppiato il tasso di monta a $100,000. Il figlio di El Prado funziona alla Ramsey Farm in Kentucky

Una news che arriva dall'America ma in che qualche modo riguarda anche l'Europa. Lo stallone Kitten's Joy (El Prado), residente alla Ramsey Farm di Kenneth e Sarah Ramsey in Kentucky (pagina stallone cliccando QUI), vedrà il suo tasso di monta raddoppiato per il 2014 rispetto allo scorso anno e dunque sarà disponibile, dai $25,000 del 2012, passando per i $50,000 del 2013, a $100,000 in vista del prossimo anno in razza. Il 12enne figlio di El Prado (Sadler's Wells), erbaiolo perlopiù, ha avuto un impatto notevole sull'allevamento americano sin dagli esordi in razza e solo quest'anno è stato rappresentato in corsa da 5 vincitori di G1 quali Admiral Kitten, Big Blue Kitten, Kitten's Dumplings, Real Solution e Stephanie's Kitten. Kitten’s Joy è attualmente il Leading Sire in America con oltre $10,000,000 di guadagni da parte della progenie. Nel 2013 è leading sire per vincitori di G1, per vincitori di G2 (con 22), per vincitori di Stakes  in generale con 39..Insomma, un bel biglietto da visita ed operazione commerciale in continua espansione, in paesi dove si corre soprattutto in erba. I primi Kitten's fuori dall'America furono inviati proprio in Europa divisi tra Irlanda e soprattutto Italia dove........

lunedì 4 novembre 2013

Flemington: Alle 5,00 ora italiana la Melbourne Cup da A$6 Milioni sui 3200 metri. Tanta Europa, ecco il campo partenti

Tutto pronto per la corsa che ferma una nazione. Anche i canguri, wallaby e monotremi vari si fermeranno a guardare verso il Victoria, direzione Flemington, che propone la Melbourne Cup G1 sui 3200 ovali con A$6 milioni di dotazione visibile su tutti i canali streaming in Australia dalle 15,00 pm ora locale, o meglio 5,00 am ora italiana. Campo pieno zeppo di pretendenti, con tutti e 24 i posti occupati dai sottodescritti cavalli con relativi steccati sorteggiati. Lo scorso anno vinse Green Moon, su Fiorente e Jakkalberry. Mount Athos fu sfortunato quinto e quest'anno la gabbia 15 può complicare ulteriormente le cose ma in sella stavolta c'è Craig Williams..... C'è molta Europa in questa corsa, come avviene da qualche anno oramai e ben 8 gli esponenti del vecchio continente. Il favorito al momento è Fiorente (Monsun), dall'Inghilterra c'è Brown Panther (Shirocco) per Mark Owen, mentre Dandino (Dansili) difende la chance di Marco Botti. Poi Delzangles rappresentato dal vecchio Dunaden, Red Cadeaux per Ed Dunlop, Royal Empire per Saed Bin Suroor, Simenon per Willie Mullins e anche l'Aga Khan con Verema per Alain de Royer-Dupre. Ecco il campo completo, con i partenti e le prestazioni che possono essere visionati.....SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE LA NOTIZIA CLICCA SUL TASTINO CONTINUA A LEGGERE POSTO QUI SOTTO

Italians: Daniele Porcu vince in G3 a Krefeld, 51 affermazioni in stagione. Per Umberto Rispoli chiusura giapponese ancora una doppietta, per lui sarà Hong Kong per due mesi...DemurOne e DemurIno (vittoria 10 in Francia) forme differenti

Corse italiane e fantini italiani impegnati con vittorie all'estero: Soddisfazione in Pattern per Daniele Porcu, che nella giornata di domenica era impegnato a Krefeld dove ha riportato l'Herzog Von Ratibor-Rennen G3 per i cavalli di 2 anni in sella a Nordico (Medicean) per Marione Hofer al training come descritto visivamente nella foto qui a lato con un inciprignito Daniele poco prima del traguardo. 
Per Daniele una stagione molto positiva in Germania dopo il passaggio alla Stall Asterblüte; Al momento sono 51 le vittorie nella stagione (ma 71 se consideriamo anche Svizzera, Francia e Belgio) ed il 4° posto in classifica fantini alle spalle di Andreas Stark con 82 affermazioni, A. Pietsch ed Edu Pedroza a pari merito a quota 57 e appunto, Daniele, con 51 vittorie davanti ad Adri de Vries a quota 48. Il video della vittoria di domenica a Krefeld, cliccando su questo LINK.
In Giappone Umberto Rispoli ha chiuso la sua stagione nipponica con un altro paio di affermazioni che ne hanno fatto lievitare il conto totale con la terra del Sol Levanti a quota 5. La doppietta è arrivata domenica a Tokyo prima con il due anni Asia Express (Henny Hughes) per Takahisa Tezuka ed i colori di Yukio Baba per 5 lunghezze di margine in una prova da 13,400,000 Yen sui 1400 metri in sabbia. Poco dopo, pronta replica in sella al 4 anni Vogue Tornado (Neo Universe) per Tadao Igarashi ed i colori di Tomiro Fukami. Per Rispoli anche altri piazzamenti in giornata. Mirco Demuro era a Kyoto, ma continua la sua allergia alla vittoria. Ben 4 i secondi posti ottenuti...serve un antistaminico!
Cristian Demuro ha colpito nel lunedì di Chantilly, sua 10^ affermazione dell'esperienza francese 2013: E' accaduto su Mister Gregorium (Acclamation) per Silvia Bazzani ai colori e Giusebbe Botti al training, un team tutto italiano, nel Prix du Carrefour Sainte-Marguerite una Reclamare per puledri sui 1.900 m. Fotofilm della corsa QUI.

domenica 3 novembre 2013

Capannelle: Rivincita Feuerblitz un anno dopo. Suo il Premio Roma GBI Racing e record della corsa. Nel Ribot emerge Saint Bernard, Anche lui record della corsa! Ottimo Libano secondo

Nel giardino di casa. Quando Feuerblitz (Big Shuffle) scende a Capannelle non compie mai un viaggio a vuoto. Dopo la vittoria nel Derby G2 e il secondo nel Roma G1 dello scorso anno è arrivata l'affermazione nel Premio Roma GBI Racing 2013. La monta di Thierry Thulliez è stata efficace, per un cavallo che arrivava fresco nel momento giusto della stagione. Secondo è arrivato Shamalgan (Footstepsinthesand) con al terzo un coraggioso Dogma Noir (Iffraaj).
Il terreno scorrevole ha giocato a favore del figlio di Big Shuffle tanto da realizzare il record della corsa con un tempo di 1m 59.14s mentre il precedente record ce l'aveva Cherry Mix di 1m 59.40 nel 2006. Il video del Premio ROMA cliccando su questo LINK. NB: Se hai bisogno di dati per entrare in Hippoweb utilizza il nostro nome utente e password: mondoturf. Il risultato completo del Roma QUI.
Michael Figge ha parlato subito dopo la corsa annunciando una trasferta ad Hong Kong per Feuerblitz, anche se lui preferirebbe metterlo a riposo per la stagione di Meydan nel 2014 a Dubai. Già fatto il programma di Shamalgan: L'Hong Kong Mile G1 sarà l'ultima corsa prima di entrare in razza all'Haras du Lion al tasso di €2,200. Almeno una conferma sulle linee a livello internazionale l'avremo in Dicembre o al massimo in Marzo.
Nel Premio Ribot G2 redenzione per Saint Bernard (Three Valleys) che aveva corso alla grande il Di Capua G1 ma ha deluso molto nel Piazzale G3. Con una fine interpretazione di Gabriele Bietolini per varchi, è emerso nei confronti di un leonino Libano (Indian Ridge) e un Porsenna (Dylan Thomas) migliorato molto in questa seconda parte di stagione e a suo agio sul terreno scorrevole. Record della corsa anche Saint Bernard con 1m 35.17s, il precedente era di Taxi De Nuit nel 1996 con 1m 35,30 e dopo ci è andato vicino Ramonti nel 2006 sempre con 1m 35,40s!! Il video del RIBOT cliccando QUI. Il risultato completo del Ribot QUI.
Nel Criterium Femminile Lr tutto semplice per Konkan (Aussie Rules) dopo la campagna francese. La cavalla di Luigi Riccardi, montata da Dario Vargiu, era tornata in Italia solo martedì. Seconda è finita Dragorama (Ramonti) con al terzo Sognando La Cometa (Clodovil) e al quarto Roma Citta (Horse Greeley). Il video del Criterium Femminile cliccando QUI. Il risultato completo QUI.
Seguiranno approfondimenti e video

Breeders' Cup da Santa Anita: Mucho Macho Again si prende il Classic in un finale vibrante. Will Take Charge secondo, Declaration Of War terzo. Nel Mile arrembante Wise Dan, nel Turf ecco Magician su The Fugue...Tutto il resoconto delle Breeders' in italiano solo su Mondoturf

Finale al cardiopalma ma sul traguardo il muso di Mucho Macho Man (Macho Uno), secondo lo scorso anno, ha avuto la meglio nella Breeders' Cup Classic G1 da $5 Milioni (VIDEO QUI) nei confronti di un arrembante di Will Take Charge (Unbridled's Song) e dell'Europeo Declaration Of War (War Front) piombatogli addosso come furie. In sella al cavallo di Kathy Ritvo un sempreverde Gary Stevens che ha fatto leva sulla sua esperienza sollevando da terra il 5 anni che quest'anno arrivava più fresco all'evento rispetto al 2012. Quarto è finito Fort Larned (E Dubai), vincitore lo scorso anno, che ha provato in avanti ma alla fine si è inchinato, con Game On Dude (Awesome Again) in corsa fino alla curva finale ma solo 9° ancora a picco nella Breeders in una vera e propria maledizione. Quest'anno non aveva sbagliato niente nell'avvicinamento, ma ancora una volta senza risultato. Non era la migliore edizione del Classic, ma i concorrenti hanno dato vita ad un finale vibrantissimo.
Nella Breeders' Cup Mile G1 da $2 Milioni (VIDEO QUIWise Dan (Wiseman's Ferry) brilliant in the Mile! Il massiccio sauro di 6 anni si è ripreso il titolo vinto lo scorso anno difendendolo alla morte con una prestazione suberba. Deludente nella preparazione di Keeneland, il castrone da Wiseman's Ferry (Hennessy) ha tirato fuori dal cilindro una progressione potente con in sella Jose Lezcano (che aveva sostituito John Velazquez infortunato in una delle prime prove della serata) ha completato il miglio in un 1:32.47 sfavillante su terreno velocissimo. Allenato da Charles LoPresti, Wise Dan ha ruggito forte sul canuto Za Approval (Ghostzapper) con Silentio (Silent Name) e Silver Max (Badge Silver) rispettivamente terzo e quarto. Mai in corsa Olympic Glory (Choisir) in una corsa troppo veloce per i suoi canoni e 7° Cristoforo Colombo (Henrythenavigator) che non ha seguito letteralmente fino alla curva finale e poi si è prodigato in una progressione sugli altri bolliti. Wise Dan ha così vinto la sua 19° corsa su 27 uscite, per un conto in dollari di $6,293,610, il suo allevatore-proprietario Morton Fink ha dichiarato che correrà anche nel 2014.
Nella Breeders' Cup Turf G1 (VIDEO QUI) sui 2400 metri, finalmente l'Europa a segno con Magician (Galileo) per Aidan O'Brien e...CLICCA SUL TASTINO CONTINUA A LEGGERE QUI SOTTO SE VUOI AVERE IL RESOCONTO COMPLETO DELLA GIORNATA CON I VIDEO ED I RISULTATI COMPLETI

sabato 2 novembre 2013

San Siro: Autre Qualite vola sul Campobello! Prestazione sopra le righe per l'Intikhab, l'altro puledro di Felice Villa a 24 ore da Gentleman Only nel Berardelli...secondo Cleo Fan

Ed ora mega sondaggione: Chi è più forte, Gentleman Only (Holy Roman Emperor) vincitore del Berardelli G3 o Autre Qualite (Intikhab) vincitore del Campobello Lr? O meglio, saranno queste le punte Botti-Effevi per la stagione 2014? Di certo in comune hanno la classe e le modalità con le quali hanno risolto le rispettive stakes. Sabato a San Siro (VIDEO QUI) il figlio di Intikhab (Red Ransom) allevato dalla Finanza Locale Consulting è andato in avanti ad un ritmo lento, Fabio Branca ha gestito come gli è parso e piaciuto ed il baio ha risposto con una progressione notevole in dirittura che lo ha fatto emergere di "n" lunghezze nei confronti di Cleo Fan (Mujahid), l'altro atteso in un match al betting che però, in corsa, non si è mai dimostrato tale. Comunque altra accoppiata per Stefano Botti. Terzo è finito lento pede Parpignol (Amadeus Wolf) su terreno comunque faticoso. Alla fine 5 di distacco dal primo al secondo e stesso distacco dal secondo al terzo. Autre Qualite è stato pagato soli €16,000 alle Selezionate SGA del 21 Settembre 2012 dalla scuderia Effevi. Qualche anno prima sua sorella C'Est Moi (Intikhab) realizzò 26,000 alle aste..in ogni caso per tutti e due è stato un buon profit. C'è anche un'altra sorella da Intikhab ed è Mien Toujours, madre di Super Test (Altieri) piazzato di Listed. La mamma di Autre, preferito di Felice Villa e dunque baciato da lady luck in partenza, è prodotto della fattrice Swinging Secret (Classic Secret) seconda nel Campobello di San Siro nell'edizione del 1995.
Il Botti Day è proseguito poco dopo nel Chiusura G3 (VIDEO QUI) quando un commovente Regarde Moi (King's Best) ha disposto di Pearl Flute (Piccolo) e Mr Muzzare (Langfuhr). Per la Finanza Locale una giornata da ricordare, dopo Autre Qualite anche la medaglia d'oro per aver allevato Regarde Moi, e imbarazzante superiorità anche in pista dritta, anche per la prima volta, per un cavallo di Stefano Botti dei Dioscuri anche nei confronti degli esteri. D'altronde i cavalli buoni ne hanno in quantità e sono anche bravi!
Seguiranno aggiornamenti e approfondimenti...