STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 26 agosto 2011

Mondoturf va in vacanza


Già, anche i bloggers vanno in ferie, e Mondoturf si prende una settimana di vacanza, proprio a ridosso dell'inizio di San Siro e Capannelle.
Tranquilli, solo una pausa fisiologica per tornare ai primi di settembre più carichi che mai, per una nuova stagione di galoppo insieme!
Colgo l'occasione per ringraziare tutti coloro seguono il sito, consultano e traggono spunti per farsi un'idea propria di quello che rappresenta questo sport.
Da parte mia, cerco di offrirvi il meglio possibile, concentrato in poche righe (che non bastano mai) sperando che il prodotto sia gradito. Intanto voi, se volete, potete comunque scriverci per email o nei commenti, per continuare ad analizzare, confrontarci insieme, per voi che siete lo zoccolo duro della nostra passione, centro nevralgico e culturale del nostro amato sport!

A presto
GC

giovedì 25 agosto 2011

Venduta anche Good Karma negli States

Continua la fuga dei.."talenti" dall'Italia. L'ultima in ordine temporale ad aver lasciato il "belpaese" è Good Karma (Tobougg) talentuosa tre anni dei Dioscuri, che nei giorni scorsi è partita alla volta di Chantilly, per soddisfare la quarantena necessaria per poi essere dirottata in California, dove potrebbe correre a breve il Garden City Handicap sui 1800 metri a Belmont Park. A proposito, Visionaria (Byron) era stata ritirata l'ultima volta e correrà sabato a Monmouth Park, uragano permettendo. Tornando a Good Karma, l'intermediazione, guidata dalla London Bloodstock, ha lasciato soddisfatti i Botti che salutano la facoltosa figlia di Tobougg (Barathea), che nella prima parte della carriera li aveva fatti in qualche modo penare. Ricordiamo infatti, che vinse al debutto, ma era una cavalla particolare con la curva. Tanto da vincere un Pandolfi in pista dritta per estrema superiorità. Nella carriera dei tre anni era stata messa apposto con la testa, ed è riuscita a terminare terza nel Regina Elena G3 e seconda nelle Oaks G2 dietro a Danedream (Lomitas), per uno score che parla di 12 corse in carriera, 6 vittorie e 4 piazzamenti. Lei è il quarto prodotto vincitore di Greedy Slewpy (Slewpy), una figlia di Slewpy (Seattle Slew), stallone USA, e Greedy of Gain (Habitat), la quale vinse il Cordusio Lr e produsse la buonissima Grease (Filiberto), campionessa Italiana che vinse il Gran Criterium nel 1981. Grease a sua volta ha prodotto Susurration (Erins Isle) ed East Is East (Gone West), vincitori di Stakes. La famiglia è molto buona, e l'america l'ha richiamata. 

mercoledì 24 agosto 2011

Deauville August Yearling Sale day 2. Ancora Mr Fudge protagonista, a lui il top price per €1,7 milioni


Il top price della seconda sessione
la "ragazza" da €1,7 milioni
Mr Paul Fudge ci ha preso gusto. Mattatore anche nella seconda giornata delle Arqana Deauville August Yearling Sale, dove si è aggiudicato, sempre tramite Michael Goodbody, il top price della giornata. Stavolta una femmina, il lotto numero 138, da Galileo (Sadler's Wells) per la quale sono stati spesi €1,700,000 sotto la denominazione del Waratah Thoroughbreds, che ha già due cavalli in Francia agli ordini di Andre Fabre e Carlos Laffon-Parias, mentre in Inghilterra li ha da John Gosden. La femmina protagonista del prezzo più alto, è stata presentata dall'Haras de le Perelle ed è il primo foal della "Aga Khan" Sanjida (Polish Precedent), piazzata in parecchie corse di gruppo tra cui il Prix Cleopatre, Prix de Conde G3 e Prix Penelope G3 ed è mezza sorella della campionessa Sarafina (Refuse To Bend), con la quale si ripete dunque l'incrocio, vincitrice di Diane G1, Saint-Alary G1 e piazzata in 3 G1 tra cui anche l'Arc de Triomphe G1. L'altro acquisto di Mr Fudge è stato il 4° prezzo più alto della sessione, il Lot 133 un maschio sauro da Galileo, secondo prodotto della vincitrice di Gruppo in Francia ed Usa Royal Highness (Monsun), seconda anche di Ganay G1, dalla cui famiglia fa parte anche Electrocutionist (Red Ransom). Comunque, il secondo prezzo più alto è stato realizzato da Grant Pritchard-Gordon della Badgers Bloodstock che ha sborsato €600,000 per il Lot 125, una figlia di Montjeu (Sadler's Wells) e Prudenzia (Dansili) della famiglia della campionessa Classica Alexandrova (Sadler's Wells) e Magical Romance (Barathea), vincitrice di G1. Della stessa famiglia il 3° prezzo più alto, altra femmina, il Lot 119, da Dansili (Danehill) e Platonic (Zafonic) per la quale Alan Cooper, per conto di Course Investment Corporation, ha speso €500,000. Demi O’Byrne è tornato in azione anche nella seconda sessione spendendo €400,000 per il Lot 187, un'altra femmina, figlia del Darley sire Manduro (Monsun) e Ventura (Spectrum), e dunque si tratta di una mezza sorella di Moonlight Cloud (Invincible Spirit), vincitrice di De Gheest G1 recentemente. In particolare, la terza mamma è Doff The Derby (Master Derby), madre di Generous (Caerleon) e Imagine (Sadler's Wells), famiglia molto famosa. Dopo due sessioni i risultati sono di 149 venduti su 209 presentati; €21.681.000 di fatturato totale con in più € 930.000 di vendite private (che non rendono bene l'idea nel complesso) per una media di €145.510
Attivo Federico Barberini che ha acquistato due lotti (124 e 143) per un totale di €175,000. 

martedì 23 agosto 2011

Deauville August Yearling Sale day 1. Top Price un maschio da Invincible Spirit pagato €440,000

Il top price della prima sessione delle
Arqana Deauville August Yearling Sales
In una tipica giornata umida della Normandia, è andata in scena la prima giornata delle Deauville August Yearling Sale organizzate da Arqana. Dei 102 presentati, venduti 66 puledri (64.71 %), con i mediani a 120 000 € e la media di 133 303, per un totale della prima giornata di  €9,643, 000 a cui sono sommati anche 7 acquisti privati. Il top-price del primo giorno è stato il Lot 31, un maschio da Invincible Spirit (Green Desert), consegnato dal Lodge Park Stud, e aggiudicato a Michael Goodbody, per conto di Waratah Thoroughbreds, nom de course del signor Paul Fudge, ex commerciante di tessuti che ha venduto un giacimento di carbone alla società Origin Energy che ha sborsato $466 milioni, facendo diventare Mr. Fudge il numero 38 nella classifica degli uomini più ricchi di Australia (Fonte: Forbes) con un patrimonio di 580 milioni di dollari US. Ha acquistato il puledro per €440,000, con un sonoro applauso della platea all'atto dell'aggiudicazione. Il foal è il secondo prodotto di Elle Galante (Galileo), vincitrice in Germania e piazzata di Listed a Saint-Cloud e la seconda mamma è la campionessa Elle Danzig (Roi Danzig), che tra i vari G1 vinti in casa ed in giro per l'Europa annovera anche il Premio Roma. Demi O’Byrne ha acquistato il secondo prezzo più alto della sessione, il Lot 94, un maschio dal nome Montclair (Montjeu), per il quale sono stati sborsati €340,000, ed immediatamente dopo lo stesso O'Byrne ha acquistato il Lot 95, un maschio Galileo, per €260,000. Il terzo prezzo più alto lo ha realizzato Richard Brown del Blandford Bloodstock che ha speso €300,000 per acquistare il Lot 65, una femmina da Raven’s Pass (Elusive Quality), per conto di Sheikh Sultan Bin Khalifa Al Nahyan, recente acquirente di Vita Nova, seconda nelle Yorkshire Oaks. Giapponesi attivi con l'acquisto del Lot 90, un maschio da Dalakhani (Darshaan), andato a KK Eishindo per €280,000. Il maschio è un prodotto di Midnight Angel (Acatenango) la quale fu seconda nelle Oaks tedesche G1 e terza in quelle Italiane, e fa parte della famiglia di Eishin Flash (King's Best) che i Jap conoscono bene. 

Saranno Famosi...ieri in UK


Inizio settimana abbastanza interessante in termini di puledri da seguire nelle prossime uscite in carriera. A Kempton in particolare, sull'all weather, non possiamo non menzionare una maiden che ha visto ai primi tre posti delle femmine dai pedigree spaziali. Ha vinto Anjaz (Street Cry), la quale ha battuto Albamara (Galileo) e Zenaat (Galileo). La prima (preparatevi al lenzuolo), Anjaz, è una figlia di Playful Act (Sadler’s Wells),pagata $10,5 milioni da Darley nel 2007 alle Keeneland di novembre, la quale ha vinto le Meon Valley Stud Fillies’ Mile Stakes, le May Hill Stakes G2 e le Lancashire Oaks G2, e seconda di Irish Oaks G1. Anjaz è il suo secondo prodotto, dopo Giants Play (Giant’s Causeway) vincitore di G2 in USA. Playful Act è sorella piena di Percussionist, vincitore di Yorkshire Cup G2 in Europa, e vincitore di Gr1 in USA. Playful è stretta consanguinea di Nathaniel (Galileo), recente vincitore di King George VI G1, ed Echoes In Eternity (Spinning World), vincitrice di Sun Chariot G2 (ora G1), e madre di Whispering Gallery. E questo solo per la prima. 
La seconda arrivata è Albamara, da Galileo e dalla triplice vincitrice di G1 Albanova (Alzao), famiglia incredibile della quale parleremo nella prossima vittoria di Albarama, mentre terza è arrivata Zenaat, sempre da Galileo, la quale è costata 400,000gns ed è prodotto di  Janet (Emperor Jones), vincitrice di G1.
A Windsor,un paio di belle maiden. Una è stata vinta da Cockney Dancer (Cockney Rebel) per il training di Charlie Hills che ha realizzato un bel doppio da "indipendente" dopo il ritiro in pensione del vecchio padre Barry Hills. 

domenica 21 agosto 2011

Announce e Timepiece doppietta Juddmonte nel Romanet

Il Principe ci ha preso gusto, ed ha piazzato un'altra doppietta (dopo Twice Over e Midday) che da lustro e risalto al proprio allevamento. Nel Jean Romanet G1, orfano di Snow Fairy (Intikhab) per le note vicende e senza praticamente avversari, ha vinto Announce (Selkirk) su Timepiece (Zamindar) di una corta testa, in un arrivo molto lottato, visti i training di due allenatori diversi, Fabre per la prima, Sir Henry Cecil per la seconda. Ma a dirla tutta, nella vela di Announce soffiava il vento delle linee e la forma conclamata di Cirrus des Aigles (Even Top) che ne sta vincendo una dietro l'altra e che la femmina aveva incontrato nel GP de Vichy e nel La Coupe a Maisons-Laffitte. Prima ancora Announce aveva perso da Sarafina (Refuse To Bend) nel Corrida G2, e anche quella era un bel bigliettino da visita mostrato con gran carattere nella giornata. Maxime Guyon in sella, le ha dato una corsa perfetta, dalla quale la figlia di Selkirk è emersa, ed ora punterà verso l'Opera G1 a Longchamp. Dicevamo, figlia di Selkirk (Sharpen Up), al 13° vincitore di G1 nella carriera di stallone, e la mamma di Announce è Hachita (Gone West) e la terza mamma è Zaizafon (The Minstrel), madre di Zafonic (Gone West) e Zamindar (Gone West), quest'ultimo secondo nel Morny 1996, e padre proprio della seconda arrivata Timepiece esponente di una famiglia di grande classe sempre del Principe. Curiosità, le due assomigliano in modo incredibile al rispettivo padre: Announce a Selkirk, e Timepiece a Zamindar, fateci caso. 
Sempre a Deauville, nel Darley Prix Kergorlay G2, ha vinto il Johnston Jukebox Jury (Montjeu) che ora punterà su obiettivi come il Canadian International G1 o l'Irish St Leger G1. 

Dabirsim vince il Morny e regala a Lanfranco il G1 numero 190 in carriera

I numeri sono certezze cubiche ed inespugnabili, come la forma di Lanfranco Dettori e l'ennesima vittoria di G1 (siamo a 190) e la numero 494 di Gruppo, a meno 6 da quota 500. L'ultima proprio nell'ultimo pomeriggio di un certo valore del meeting di Deauville 2011 in sella a Dabirsim (Hat Trick) nel Darley Prix Morny G1 sui 1200 metri della pista dritta francese, dove il figlio di Hat Trick (Sunday Silence) ha rifilato tre lunghezze a Family One (Dubai Destination) e Vladimir (Kheleyf) con gli inglesi Frederick Engels (Iceman) e Gatepost (Footstepsinthesand) ben battuti nelle retrovie. 
Montato per la prima volta da Frankie, Dabirsim (imbattuto in 4 uscite) posizionato in mezzo al gruppo, ha prodotto un cambio di marcia devastante negli ultimi 2 furlongs, tanto da essere considerato come il terzo favorito da Coral nelle Qipco 2,000 Guineas del 2012. Lanfranco ha detto di aver montato un cavallo dall'ottimo potenziale, che probabilmente virerà sulle Middle Park G1 di Newmarket. Dabirsim, che lo scorso aveva vinto il Prix de Cabourg G3 il 31 Luglio a Deauville, è allenato dal giovane allenatore francese Christophe Ferland, alla prima vittoria in G1, che allena all'ippodromo La Teste de Buch, al sud di Bordeaux.
Ferland ha riportato il Morny ai francesi dal 2004, da quando lo vinse Divine Proportions (Kingmambo), e dopo di lei 6 anni di vittorie inglesi o irlandesi, e dunque fa più effetto.
Dabirsim è stato acquistato alla Arqana di Agosto 2010, proprio un anno fa, per €30,000 da Simon Springer. E' un figlio di Hat Trick (Sunday Silence), stallone JAP di concezione che funziona al Walmac Farm in Kentucky per $6,000 ed ha costruito la sua carriera sul miglio in Giappone (Cathay Pacific Hong Kong Mile G1, Mile Championship G1). La mamma di Dabirsim è Rumored (Royal Academy), la quale inedita ha dato già vincitori di buon livello in USA. La seconda mamma è Bright Generation (Rainbow Quest), vincitrice di Oaks d'Italia G1, Pretty Polly G2 e seconda nelle Cheveley G1, la quale ha tra i suoi prodotti Fathayer (Volponi), vincitore di Berardelli G3 e successivamente venduto in Dubai, mentre della stessa famiglia fa parte Holy Moon (Hernando), madre di Cherry Collect (Oratorio) vincitrice recente di Mantovani Lr a San Siro. 

Report Usa: Royal Delta vince le Alabama Stakes


Continua l'influenza Juddmonte anche in Usa. Royal Delta (Empire Maker), terza dietro It’s Tricky (Mineshaft) e Plum Pretty (Victory Gallop), quarta stavolta,  nelle American Oaks G1 dello scorso mese, ha negato la vittoria della Triple Tiara americana (Triple Crown) al femminile, alla seconda arrivata con la vittoria della scorsa notte nelle Alabama Stakes G1 sui 2000 metri di Saratoga.
La cavalla allenata da Bill Mott è una homebred della Palides Investments ed è figlia di Empire Maker (Unbridled), stallone allevato dal Juddmonte Farms, che funzionava fino all'anno scorso in Kentucky prima della vendita alla Japan Breeders’ Association nel 2010. E la mamma di Empire Maker, tanto per insistere, è prodotto della campionessa Tossaud (El Gran Senor), base dell'allevamento messo in piedi da Khalid Abdulla. La mamma di Royal Delta è Delta Princess (A.P. Indy), prodotto di Lyphard’s Delta (Lyphard), vincitrice di Nassau G1, della famiglia Biondetti (Bernardini), vincitore del Gran Criterium in Italia.
A Del Mar, le Oaks locali G1, sono state vinte da Summer Soiree (War Front), per la stessa connections del Kentucky Derby winner Animal Kingdom (Leroidesanimaux, parente di Dansili), e dunque Graham Motion al training e il Team Valor ai colori. 

Ebor Meeting Day 4: Lanfranco fa tris e 493, Moyenne Corniche vince l'Ebor Cap


493, a meno 7 dalla vittoria numero 500 in corse di Gruppo per Lanfranco Dettori. Sta qui, e non solo, l'esito della 4 e conclusiva giornata dell'Ebor Meeting a York. La vittoria, una delle tre nel convegno, è maturata in sella ad Opinion Poll (Halling), già vincitore della Goodwood Cup G2 lo scorso mese, il quale ha replicato nella Lonsdale Cup G2 per il secondo anno consecutivo. Il cinque anni da Halling (Diesis), l'anno scorso l'ha vinta per i colori di Sheikh Ahmed Al Maktoum ed il training di Michael Jarvis, mentre quest'anno dopo lotta vibrante, e colpi proibiti negli ultimi 150 metri, ha battuto un coriaceo Duncan (Dalakhani) proprio nelle battute conclusive. Con tutto rispetto per Eddie Ahern, a braccia Lanfranco (a pari condizioni) è praticamente imbattibile. Allevato dal Darley, è prodotto di Ahead (Shirley Heights) e fa parte della famiglia dei miler Markofdistinction (Known Fact) e Salselon (Salse), entrambi campioni, il secondo in Italia e non solo, entrambi stalloni, purtroppo scomparsi. Il meeting conclusivo si è aperto con le City of York Stakes Lr, che ha visto la vittoria di Doncaster Rover (War Chant), mentre le Roses Stakes Lr sono state vinte dalla puledra My Propeller (Holy Roman Emperor), altra monta efficace di Lanfranco Dettori, che ha come detto realizzato il tris in sella a Parlour Games (Monsun), in precedenza siglando le Melrose Stakes H'Cap, su stessa distanza dell'Ebor Handicap ovvero 2800 metri, ma solo per i tre anni. Parlour Games è prodotto di Petrushka (Unfuwain), vincitrice di Irish Oaks, Yorkshire Oaks  G1, Opera G1, e venduta successivamente al Darley per $5 milioni.
Ah proposito, come di consueto, l'Ebor Handicap ha laureato un cavallo a 25/1 in Moyenne Corniche (Selkirk), montato da Dale Swift per Brian Ellison. Secondo Tactician (Motivator), portacolori della Regina con in sella JP O'Brien. 

sabato 20 agosto 2011

Strategic Game. Buona la seconda! Stravince il Criterium Partenopeo

Si può vincere una corsa due volte? Si, se la corsa era stata annullata e poi ripetuta. E' accaduto ieri sera dove Strategic Game (Choisir) ha bissato in modo ottimale a quella precedente apparizioni, in modalità tutto sommato simili. Corsa in avanti, e poi stacco conclusivo in lunga progressione dalla dirittura, sebbene abbia dovuto parare l'attacco di Dark Ray (Dark Angel) per la Nuova Sbarra. Fabio Branca ancora abile interprete, e coppa che torna in scuderia Botti dopo la farsa della prima volta. Al terzo, United Color (Ghostzapper). 
Il vincitore è un cavallo allevato da Alberto Panetta, la mamma è Minodora (Marju), già madre di vincitori. La seconda mamma è Borough Counsel (Law Society), che ha prodotto Woopi Gold (Last Tycoon), consistente cavalla da corsa e vincitrice del Buontalenta Lr, mentre la terza mamma è Wimosa (Mossborough) piazzata di Ribblesdale Stakes G2 e mamma di La Grigia (Habat), piazzata di Nassau, allora G2.
Nel Memorial Artina, ha vinto Hello Kathy (Verglas), per i colori Chimax, che ha respinto di poco una confusionaria Quantum Of Solange (Shakespeare), che poteva raccogliere di più. La vincitrice fa parte di una famiglia sviluppata dalla Pian di Neve, ed è Kathy Pekan (Sri Pekan), già madre di Simery Creek (Invincible Spirit) e sorella di Rosendhal (Indian Ridge).

Excelebration acquistato dal Coolmore

Notizia freschissima arrivata da Ballydoyle. Il Gruppo Coolmore ha messo le mani sul portacolori italiano in Inghilterra Excelebration (Esceed And Excel). A comunicarlo, un "twit" di Annemarie O'Brien in mattinata (poi nascosto) che annunciava appunto l'acquisto nei termini simili a quanto fatto con Canford Cliffs (Tagula) lo scorso anno. Acquisto di metà proprietà in corsa, e completa per quanto riguarda i diritti allevatori. Excelebration, recente vincitore di Hungerford G2 e 2000 Ghinee Tedesche G2, con in mezzo il terzo nelle St James G1 ad Ascot dietro a Frankel (Galileo), ora punterà verso il BC Mile G1 in America nella due giorni delle Breeders' Cup, come annunciato proprio nelle scorse ore. Non si sa ancora se rimarrà nelle scuderie di Marco Botti, o virerà in quelle di O'Brien, ma propendiamo (logicamente) per la prima soluzione mentre è sicuro che correrà ancora per i colori del Signor Giuliano Manfredini.
Per l'acquisto, mediato dalla Blandford Bloodstock, sembra siano stati sborsati oltre £1,5 milioni. 
Pagato €15,000 alle Goffs da foal e £20,000 alle DBS St Leger yearling proprio da Marco Botti in persona, Excelebration è prodotto di Sun Shower (Indian Ridge), ed è mezzo fratello di vincitori. La terza mamma è Sarah Siddons (Le Levanstell), vincitrice di Irish 1,000 Guineas G1 e Yorkshire Oaks G1 ed ha prodotto vincitori ad alto livello. 
Il padre è Exceed And Excel (Danehill), stallone che fa la monta al Darley in Inghilterra al Dalham Hall Stud per £12,000, ha ottenuto nel 2010 5 vincitori di Stakes in Europa, come attualmente nel 2011. I suoi prodotti vincitori sono in totale 60, e tra i suoi 3 anni si contano 43 vincitori su 77 che hanno corso. 
La mamma di Excelebration, Sun Shower, è ora residente presso l'Hazara Stud Farm in India, ed ora ha uno yearling dallo stallone in India Rebuttal (Mr Greeley) ed un foal da Dancing Forever (Rahy).

Racing News in Europa a raffica


1) L'Andre Fabre Mutual Trust (Cacique) è stato squalificato di una sua vittoria il 18 maggio a Saint-Cloud in condizionata, in seguito ad un controllo che ha rivelato una positività al Calmivet, un sedativo. In seguito, il figlio di Cacique (Danehill), ha vinto il Jean Prat G1.
2) La campionessa Snow Fairy (Intikhab), ritirata nelle Yorkshire Oaks per correre il Romanet a Deauville, non potrà essere in pista a causa di regole molto restrittive in loco, e dopo che France Galop ha comunicato la notizia per email ad Ed Dunlop. Regole chiare si, ma anche sciovinismo francese eccessivo forse, aggiungiamo noi.
3) L'Await The Dawn (Giant's Causeway) deludente nelle International di York, ha forse una giustificazione. Nell'immediato dopo corsa è stato riscontrato un aumento di temperatura (febbre) che ne spiegherebbe di fatto un flop così inspiegabile, sebbene abbia perso da due Campioni, ma finendo troppo lontano secondo i suoi uomini.
4) Il neo acquisto del Team Valor Visionaria (Byron), correrà stasera a Monmouth Park nel Continental Mile Listed da $65,000 sul miglio in erba. Non abbiamo ancora notizie dell'altro acquisto Lucky Chappy (High Chaparral).
5) Il vincitore della Dubai World Cup Victoire Pisa (Neo Universe) ha patito un infortunio e sarà fermato nella preparazione in via di definizione, che prevedeva la seconda partecipazione all'Arc de Triomphe G1 quest'anno.

Ebor Meeting Day 3: Margot Did e Hayley Turner, Nunthorpe al femminile

Anche ieri, giornata tremenda e molte sorprese al palo a York. Quando pensi "tiri" uno steccato arrivano sull'altro, quando pensi una linea infallibile, viene capovolta. Questo il leitmotiv dell'Ebor Meeting 2011, che ha riservato sinora sorprese, in attesa dell'Ebor Cap di oggi pomeriggio (pensate se può arrivare un favorito). Intanto, ieri, la consistente Margot Did (Exceed And Excel), tre anni, ha messo nel suo palmares il trionfo Coolmore Nunthorpe Stakes G1 regalando allo stallone Exceed And Excel (Danehill) stallone Darley, il terzo G1 in assoluto, ed il terzo Gruppo nel periodo in Inghilterra, dopo Best Terms e Excelebration (venduto al Coolmore proprio in queste ore, ma ne riparleremo). La minuscola Margot Did veniva da due vittorie in Listed questa stagione ed è stata runner-up in Gruppo per ben tre volte. Numeri che non la ponevano al vertice del pronostico, ma in questo meeting, tutto può succedere figuriamoci tra i velocisti. Ha vinto con una monta fredda di Hayley Turner, al suo secondo G1 in carriera, sempre sul breve, e non crediamo sia un caso nonostante sia una di quelle più consistenti in sella (abbiamo un'idea tutta nostra sul "velocismo"). Allevata da Nicholas Hartery la mamma è Special Dancer (Shareef Dancer), della famiglia di Caradak (Desert Style), vincitore del Foret G1 e stallone in Spagna. 
Risalto Darley per Exceed And Excel
Sempre per Exceed And Excel, per poco Burwaaz non gli regala un'altra copertina nella stagione, ma è finito solo terzo nelle Gimcrack Stakes G2, vinto da Caspar Netscher (Dutch Art) (seconda puntata vincente presa nel meeting, dopo solo Best Terms) alla maniera forte. Il figlio di Dutch Art (Acclamation), ha come obiettivo il Juvenile alle Breeders’ Cup G1 alla fine della stagione. Allevato dal Meon Valley Stud, fa parte della famiglia di Bella Colora (Bellypha), vincitrice di Opera, mentre la terza mamma è celebre per l'allevamento di casa Meon Valley, ed è Reprocolor (Jimmy Reppin).
Le Strensall Stakes G3 hanno regalato la vittoria a Green Destiny (Marju), altra sorpresa, che ha come obiettivo ora il Prix Dollar G2, o al meglio di Champion Stakes G1 che quest'anno si corrono ad Ascot.
Allevato dal Mubkera Syndicate, fa parte della famiglia di Zafonic (Gone West) e Zamindar (Gone West).
Intanto a Salisbury, Richard Hannon ha vinto anche la Listed Stonehenge Stakes con Coupe De Ville (Clodovil), il quale è mezzo fratello dell'ex italiano Fantastico Roberto (Refuse To Bend), vincitore di Summer Stakes G3.

venerdì 19 agosto 2011

Ebor Meeting Day 2: Blue Bunting bandiera Godolphin, Best Terms fa poker


Era la giornata più "rosa" dell'Ebor Meeting, e la femmina Blue Bunting (Dynaformer) ha dato una buona impressione vincendo il suo terzo G1 di stagione combattendo duramente, ma portando a casa le Darley Yorkshire Oaks G1 per Godolphin (Zaaroni-Dettori). Una vittoria di carattere diremmo, per una cavalla che non è mastodontica ma ha un motore comunque eccezionale, ed in corsa è risoluta, ecco forse è proprio questo il termine adatto, che sulla pista "piatta" di York ha potuto sfruttare bene, e tanto le è bastato per battere Vita Nova (Galileo) in un finale serrato. Per la grigia da Dynaformer (Roberto), il prossimo obiettivo è il St Leger di Doncaster il prossimo mese, per aggiungere alla collezione Classica la terza vittoria, dopo Ghinee inglesi e Oaks Irlandesi. Peccato per quelle Oaks inglesi, che avrebbero dato nuovo spessore ad una cavalla importante, ma Epsom con il suo tracciato e il terreno troppo "firm" le hanno fatto perdere il treno arrivando quarta. Peccato, si parlerebbe di un evento, di una Triple Crown da conquistare dopo Oh So Sharp (Kris) nel 1985. Allevata da B M Kelley, è stata acquistata per $200,000 da Anthony Stroud alle Fasig-Tipton Saratoga Yearling Sale. La mamma è una inedita Miarixa da Linamix (Mendez), e da qui lei prende il mantello, ma fa parte di una famiglia di vincitori ma non nel senso assoluto del termine. 
L'altro "fiocco rosa" della giornata lo ha lustrato la minuta, tascabile, Best Terms (Excced And Excel) la quale si è fatta beffe delle 3 libbre di sovraccarico dalla vittoria nelle Queen Mary Stakes G2 ad Ascot, vincendo anche le Lowther Stakes G2 e conquistando la quarta vittoria consecutivamente con Richard Hughes che sembrava enorme sopra di lei, battendo Fire Lily (Dansili), ed Hello Glory (Zamindar). L'ennesima creatura di Richard Hannon, ha dovuto saltare il Papin G2 la scorsa settimana a causa di un contrattempo, ma dopo questa dimostrazione di forza virerà per le Cheveley Park Stakes G1. 
Pagata solo 10,000gns alle Tattersalls October Yearling Sale ma ricomprata da Robert Barnet perché pronipote di una certa Time Charter (Saritamer) che per il suo allevamento ed i suoi colori, vinse tutto nei primi anni 80. Tra cui, le King George, le Oaks, le Champion e la Coronation Cup…e se il buongiorno si vede dal mattino. Ma non solo, perché Best Terms è peraltro la più giovane del contesto, essendo nata il 19 maggio e compiuto i due anni proprio poche settimane...peraltro, curiosità, Best Terms è il sesto foal della fattrice inedita Sharp Terms (Kris), già madre di Sunsemperchi (Montjeu), che per i colori della Rencati ed il training di Mil Borromeo fu seconda di Zanoletti G3.
Nell'altra prova di spicco per le femmine, le Galtres Stakes Lr hanno rivelato la portacolori della Regina Set To Music (Danehill Dancer), alla quarta consecutiva per Michael Bell. Set To Music è stata allevata dall'Aga Khan e la mamma è Zarabaya (Doyoun), dunque la "Zeta" che contraddistingue una delle migliori famiglie del Principe, che fa capo ad una certa Zarkava (Zamindar). 
Ultima annotazione di giornata, le DBS Premier Yearling Stakes in apertura sono state vinte dal "locale" Kevin Ryan Bogart (Bahamian Bounty), così simile in molti aspetti somatici e morfologici a suo padre Bahamian Bounty (Cadeaux Genereux) (come direbbero in UK, his father's son) che potrebbe ora alzare l'asticella delle possibilità, nonostante l'ultimo stop è stato nelle Richmond G2 vinte da Harbour Watch (Acclamation). 

giovedì 18 agosto 2011

Ebor Meeting Day 1: Memorabile Juddmonte, Twice Over vince le International

In senso orario: Twice Over e Midday festanti e sul traguardo
Sotto: Sea Moon spaziale, Entifaadha (giubba blu) vince le Acomb
Il Principe ha finalmente raggiunto uno degli obiettivi più inseguiti da proprietario: vincere la corsa che sponsorizza dal 1989. Ci è riuscito proprio grazie a quel Twice Over (Observatory) che ci era andato vicinissimo lo scorso anno, e lo ha fatto (per non farsi mancare niente), godendo della doppietta con l'altra di scuderia Midday (Oasis Dream) con Tom Queally in sella al secondo e con la quale ha inscenato una bella lotta fin sul palo, con chance indipendente una dall'altra (e non con il gioco sulla scuderia). Un Twice Over in formato Master firmato Sir Henry Cecil, e sottoscritto da Ian Mongan che ha montato seguendo gli ordini impartiti da Cecil, il quale ha lavorato davvero di fino per presentare il figlio di Observatory (Distant View), stallone di casa, al top dopo un periodo non proprio lucente. Preparazione nelle York Stakes G2 su stesso tracciato con corsa d'attesa, e occhiolino dello stesso a Khalid Abdullah: «Quest'anno, si vince», pare abbia detto al Principe. E così è stato, ma non serviva una scienza per capirlo. Troppo inspiegabile era quella quota sotto la pari di Await The Dawn (Giant's Causeway) (e come dice Franco Raimondi, gioia del banco) che finora aveva battuto poco o niente, uscito fortemente ridimensionato alla prima esibizione in G1 e con in sella il tenero Joseph O'Brien. No, non la si fa ad uno che ha vinto due Champion G1 a Newmarket sui 2000 metri in pista dritta come Twice Over, e ad una femmina come Midday che di G1 ne ha vinti sei (ma mai contro i maschi e sul soft come oggi).
Ma il successo di Juddmonte parte da lontano, dalla esperienza trentennale e di un complesso allevatorio dalle forti radici che continuano a funzionare alla grande. Il vincitore è tutto fatto in casa Juddmonte Farms, e proviene dalla famiglia di Classe quale quella di Passage Of Time (Dansili) ed All At Sea (Riverman), dunque anche di Mutual Trust (Cacique) e Timepiece (Zamindar), successi recenti, fatti tutti con stalloni di casa. 
Come Sea Moon (Beat Hollow), sempre Juddmonte ma stavolta Sir Michael Stoute, che dopo il dominio nelle Great Voltigeur Stakes G2 sui 2400, miglior trial del St Leger G1, ha già mezza Classica in tasca. Il figlio di Beat Hollow (Sadler's Wells), 3/4 fratello di Brian Boru (Sadler's Wells) che il St Leger lo vinse, (e della famiglia di Workforce (King's Best)), ha staccato la concorrenza vincendo di 8 su Al Khazeem (Dubawi) e Seville (Galileo), dando l'idea di essere un cavallo davvero tosto. Pensare che ha corso poco sinora, ha vinto due handicap, perchè doveva maturare. Ma Stoute, non è scemo ed ha saputo aspettare quello che può diventare un campione autentico.
Ma non è finita qui, perchè tra i puledri delle Acomb Stakes G3 sui 1400, ha vinto Entifaadha per i colori Shadwell, allevato dalla Highclere e pagato 360,000 gns da yearling. Direte: cosa c'entra con il Principe? E' un figlio di Dansili (Danehill), stallone che funziona proprio al Juddmonte, e la mamma è Model Queen (Kingmambo), la quale oltre ad aver dato Regal Parade (Pivotal), fa parte della famiglia di Zaizafon (The Minstrel; mamma di Zafonic e Zamindar) e Modena (Roberto), madre di Elmaamul (Diesis) e Reams Of Verse (Nureyev), la quale è seconda madre di Midday..e non aggiungiamo altro.
Ha vinto in lotta su Fort Bastion (Lawman), rimanendo imbattuto in due uscite, e come prossimo obiettivo potrebbe avere le Dewhurst G1 o il Racing Post Trophy G1, ma ha già l'iscrizione al Derby.
E questa, è stata solo la prima giornata...

martedì 16 agosto 2011

Immortal Verse domina il Le Marois, Goldì solo seconda, male Worthadd

La notizia non è solo che Goldikova (Anabaa) ha fallito per una lunghezza la 15° vittoria in G1 e che Worthadd (Dubawi) sia terminato nelle retrovie, ma quella che Immortal Verse (Pivotal) va veramente forte, e non era una sorpresa. Dalla vittoria nelle Coronation Stakes G1 ad Ascot al Jacques le Marois G1 il passo è stato breve per una cavalla che abbina classe e fisico ad una punta di velocità impressionante, la quale ha risolto dall'interno una corsa dall'andatura strana ma con una volatina conclusiva degna dei migliori performer. Quando a Goldì, non le è stato d'aiuto l'11 di steccato e con poche opzioni a disposizione per risolverla contro una serie di primattori da G1 sebbene l'andatura sia stata garantita da Flash Dance e Polemique. Quando è stata chiamata allo sforzo maggiore, la Campionessa ha dovuto prima debellare Planteur (Danehill Dancer) e poi Sahpresa (Sahm), poi terza, e correre verso Immortal Verse che intanto stava allungando, confidente sotto Gerald Mossè. Vince una tre anni dunque, e come l'anno scorso Goldikova perde una corsa che forse le è indigesta (l'anno scorso fu battuta sul pesante dal tre anni Makfi (Dubawi). Worthadd è stato in corsa per 1000 metri, ma non era lui nella tipica azione a testa a bassa. Dopo un breve sforzo, Mirco ha capito che non ce n'era, ed ha mestamente fermato. Contro questi era dura, ma nemmeno Worthadd ha dato un minimo di linea..ridimensionato si, ma da rivedere. 
(VIDEO JACQUES LE MAROIS QUI).
Bravo ancora una volta a Robert Collet che ha descritto Immortal Verse come "out of the ordinary" e lancia la sfida al mostro Frankel nelle Queen Elizabeth II Stakes. Testuale: “She proved again what I’ve always known, that she is a super filly. Il papà è il perennial top sire Pivotal (Polar Falcon), mentre la mamma è Side Of Paradise (Sadler’s Wells) che ha vinto il Prix La Camargo Lr e si è piazzata in G3, è mezza sorella degli stalloni Last Tycoon (Try My Best) ed Astronef (Be My Guest), e proviene dalla famiglia di Valentine Waltz (Be My Guest), Sense Of Style (Thunder Gulch) e dello sfortunato Tie Black (Machiavellian).
La famiglia di Goldì però si è ampiamente rifatta nel Prix Guilaume d’Ornano G2 (riuscitissimo, a differenza dell'Adam) con la vittoria di Galikova e la figlia di Galileo (Sadler's Wells) (stavolta si, è andata lineare) conquista la rivincita del Prix de Diane dove terminò a ridosso di Golden Lilac (Galileo), finita nell'occasione terza dietro anche al battistrada, che guarda un pò, si chiama Slow Pace (Distorted Humor). Le due, che hanno dato vita ad una primavera fatta di duelli, probabilmente non incroceranno più le spade, viste le differenze di specialità palesi e la figlia di Galileo ora punterà verso l'Arc, come ha testimoniato Freddy Head, mentre Golden Lilac probabilmente si districherà sul miglio o al massimo sul doppio chilometro...ma in fondo, non si sa mai..
Il resto, nel weekend francese, di interessante ha regalato la vittoria di Rockinante (Rock Of Gibraltar) nel Prix Francosis Boutin Lr tra i due anni. Nell'ultima occasione era secondo di Chandlery (Choisir) sempre per Richard Hannon nelle Vintage Stakes G2. C'è qualcosa di italiano nella mamma Nantes (Night Shift), anche lei allevata Il Tiglio ed era stata acquistato alle Arqana Deauville August Yearling Sale per €90,000 da Amanda Skiffington. La famiglia è quella di War Declaration (Persian Bold), vincitore di Ellington G2.
Domenica invece, Cirrus des Aigles (Even Top) ha avuto vita facile nel Gontaut-Biron G2 mentre Toi et Moi (Galileo), non ha avuto fortuna nel Pomone G2 dov'è finita 4° in una corsa vinta da Sarah Linx (Montjeu). 


Strong Suit acquistato da Sheikh Fahad Al Thani, molto attivo sul mercato


Può diventare una sorta di Canford Cliffs (Tagula), o quantomeno senza di lui potrà avere vita più facile (non contro Frankel). Intanto Strong Suit (Rahy) è stato acquistato nei giorni scorsi da Sheikh Fahad Al Thani (giubba gialla e stelle celesti, dovrebbe essere) e dalla sua Pearl Bloodstock. 
David Redvers, che è l'advisor di Sheikh Fahad ha detto che gli interessi sul figlio di Rahy (Blushing Groom) sono di natura stalloniera ed infatti i suoi prossimi targets saranno cercare di conquistare qualche Gruppo in giro per il mondo, per poi tramutarli in interesse in razza. Ma intanto il primo obiettivo è il Celebration Mile G2 a Goodwood. Cavallo di gran talento, a due anni ha vinto le Coventry Stakes G2 ma poi ha fallito la riapparizioni in pista per una carriera di tre anni che poteva andare meglio nelle Craven G3, quando si rivelò proprio Frankel. Un problema alla gola, che una volta risolto ha svelato il cavallo che ha vinto le Jersey Stakes G3 a Royal Ascot e recentemente le Lennox Stakes G2 a Goodwood, entrambe sui 7 furlongs. Tra le due, c'è stato anche il terzo (muso, muso) nel Jean Prat G1 a Chantilly dove vinse Mutual Trust (Cacique) su Zoffany (Dansili). Ma la Pearl Bloodstock non si ferma, ed è molto attiva sul mercato per l'acquisto della metà di Harbour Watch (Acclamation), l'ennesima creazione di Hannon per quanto riguarda i 2 anni, e che si candida ad essere uno dei prossimi protagonisti della carriera Classica. Tra gli acquisti di Al Thani c'è anche Side Glance (Passing Glance), vincitore recente delle Sovereign G3.

Green Desert ritirato in pensione


Lo stallone Green Desert (Danzig) è stato ritirato in pensione dalle sue attività riproduttive nei giorni scorsi all'età di 28 anni. La decisione è maturata per ovvie ragioni, per sopraggiunti limiti di età, ma anche e soprattutto perchè il figlio di Danzig (Northern Dancer) ha fallito la copertura delle poche e limitate fattrici che gli erano state proposte. Green Desert ha stabilito un piccolo record come padre di corridori, ma anche e maggiormente come padre di stalloni di gran successo, ed infatti ha prodotto cavalli del calibro di Cape Cross, Invincible Spirit ed Oasis Dream i quali tutti hanno sviluppato quella linea di sangue in maniera impeccabile, funzionando attualmente e rispettivamente per €45,000, €65,000 e £85,000.
Ma le fortune di Green Desert sono derivanti anche come padre di fattrici, dove ha lasciato un eredità di 12 vincitori di G1 le cui madri provengono dal sangue dello stesso, tutti con una propensione maggiore per la velocità o massimo sul miglio, e tra questi si ricorda Markab, uno degli ultimi figli vincitori di G1 che ha trionfato nella Haydock Park Sprint Cup G1.
Green Desert è costato $650,000 da yearling ed in allenamento presso Sir Michael Stoute per i colori di Sheikh Maktoum Al Maktoum. Ha vinto la Haydock Park Sprint Cup G1 lui stesso, e trionfato anche nella July Cup G1 e nel lontano 1986 fu secondo di un fuoriclasse come Dancing Brave (Lyphard) nelle 2,000 Guineas G1.

lunedì 15 agosto 2011

Saranno Famosi/3: Fencing di Newbury

Questo è davvero un puledro molto interessante e merita una citazione. Si chiama Fencing (Street Cry) e sabato ha vinto le Denford Stakes Lr a Newbury con modalità da cavallo importante. Si tratta di un cavallo allevato e di proprietà dalla famiglia Strawbridge che a questo punto potrà godere dell'impressione di avere in casa un prospetto Classico. Il sauro, è allenato da John Gosden, ed è figlio dello stallone americano Street Cry (Machiavellian), è secondo prodotto della fattrice Latice (Inchinor), acquistata privatamente dagli Strawbridge dopo la vittoria della stessa nel Prix de Diane G1 nel 2004 per i colori di Enrico Campi. La figlia di Inchinor (Ahonoora) vinse per i nuovi colori le E P Taylor Stakes G1 a Woodbine in Canada.

La famiglia è Classica dunque, un mezzo fratello di Latice si chiama Lawman (Invincible Spirit) e nel 2007 vinse il Prix du Jockey-Club G1 ed il Prix Jean Prat G1, mentre un altro mezzo fratello come Satri (Mujadil) vinse nel 2006 il Prix Maurice de Gheest G1. La mamma di tutti è Laramie (Gulch) mezza sorella di Lisheba (Alysheba), madre di vincitori in Usa, mentre la madre successiva (o precedente) è Light The Lights (Shirley Heights) che vinse il Prix de Pomone G2 e fu terza nel Prix Vermeille G1. E' una mezza sorella di Liastra (Artaius), di una famiglia di vincitori tutti con la "L" che si è sviluppata in giro per il mondo con successo. 

Rivertime vince il Criterium Labronico

Come sono partiti, sono arrivati. Alla fine, il peso specifico ha avuto la meglio e la Razza dell'Olmo ha vinto il Criterium Labronico (104°), con due cavalli su tre sul podio, ma a vincere è stato Rivertime (Tout Seul) cavallo dal fisico eccezionale. Il figlio di Tout Seul (Ali-Royal) è partito forte ma grazie all'esperienza dello "young boy" livornese Claudio Colombi, cresciuto proprio a pochi chilometri della struttura dell'Ardenza, è riuscito a dosare le forze per respingere la Sarda Murra Niedda (Clodovil) con al terzo l'altra femmina l'Olmata Horse And The City (Include). Proprio Murra Niedda è quella che ha reso vitale la corsa, andando sempre a rintuzzare l'andatura del vincitore, attaccandolo in modo coraggioso in dirittura, terminandogli molto a ridosso, e questa è una bella conferma per una cavalla venuta dalla Sardegna. Le delusioni si chiamano Lo Zoccolo Duro (Acclamation), con un percorso non facile, e Saktada (Sakhee) che lo ha avuto ancor meno dalla partenza. Ancora una volta, a far la differenza, il particolare tracciato Toscano che vede trionfare sempre cavalli che scorrono in avanti o chi ha percorso pulito.
Rivertime, homebred dell'Olmo, fu secondo del Premio Alberto Giubilo Lr dietro a Vedelago, ed è un fratello pieno di Storm Of Wind che vinse il Criterium Varesino qualche anno fa. La mamma di entrambi è Lady Susy (Danetime) la quale in corsa ha vinto solo in una occasione su 20 uscite ma si è piazzata in Listed a due anni in un paio di occasioni, ed ora ha uno yearling da Democratic Deficit (Soviet Star).

domenica 14 agosto 2011

Cape Blanco, Treasure Beach e Stacelita: Sberle agli americani sull'erba

Dall'alto: Cape Blanco, Stacelita, Treasure Beach
 (Four Footed Fotos)
Europa batte America 3 a 0. Questo è il verdetto delle prove in erba che si sono disputate nella nottata di sabato (ora italiana). Su di tutte, cronologicamente, parliamo della vittoria di Cape Blanco (Galileo) nell'Arlington Million G1 ($1 milione) a Chicago all'Arlington Park (VIDEO QUI), che replica alla brillante vittoria di qualche tempo fa nelle Man O'War G1 di Belmont al debutto in USA e batte di nuovo quel Gio Ponti (Tale Of The Cat), questa volta, ancora più a disagio dal terreno diventato "yielding" ovvero troppo soffice per le sue potenzialità. 
La verità è un'altra: in Usa il cavallo da corsa per eccellenza è sul sabbione, lo dicono i pedigree e lo dice la storia secondo la quale su questa superficie gli Europei danno sempre una pista agli yankees. La chiave di lettura è anche un'altra: Il Coolmore (anche se il proprietario è Mrs Fitri Hay, che l'ha acquistato in comproprietà proprio da loro) sta forse cercando di importare ed innestare in USA la cultura Galileo (Sadler's Wells), da loro praticamente inesistente, viste anche le percentuali di corse che si disputano sull'erba. Uno dei pochi su quella linea di sangue era El Prado (Sadler's Wells), padre peraltro di Medaglia d'Oro, che in qualche modo sta influenzando il mercato locale. Per Cape Blanco ora gli obiettivi (più facili a questo punto), sono il Breeders’ Cup Turf (G1) a Churchill Downs in Novembre, oppure il Cox Plate G1 in Australia questo autunno.
Aidan O'Brien ha replicato immediatamente, dando man forte al discorso di cui sopra, vincendo anche le Secretariat Stakes G1 (VIDEO QUI) sempre sui 2000 metri con Treasure Beach (Galileo), già vincitore di Irish Derby G1 e secondo nel Derby G1 Inglese, il quale ha battuto di poco l'altro "european-concept" Ziyarid (Desert Style) (vittoria nel Daphnis G3) per Alain de Royer-Duprè per i colori Aga Khan, con al terzo Banned (Kitten's Joy).
La terza marcatura in Europa l'ha segnata una femmina, Stacelita (Monsun), la quale è si Europea di concezione e crescita (Diane G1, Vermeille G1, Saint-Alary G1 nel 2009 e Romanet G1 nel 2010 per i colori Martin Schwartz) ma ormai soppiantata da quelle parti, sempre per la stessa proprietà. Dalla prima prova nelle United Stakes G1 di luglio dove finì terza a Monmouth Park, si è ambientata e stavolta ha colto una bella affermazione nelle Beverly D. Stakes G1 (VIDEO QUI) sui 9,5 furlongs (1900 metri) in 1:57.57 con in sella Ramon Dominguez ed ha battuto Dubawi Heights (Dubawi), con al terzo la Sudafricana River Jetez ((Jet Master). Per la figlia di Monsun (Koenigsstuhl), allenata da Chad Brown (un allievo di Bobby Frankel, tra gli emergenti in America), gli obiettivi parlano di Breeders’ Cup Filly and Mare Turf  in Novembre. 

sabato 13 agosto 2011

Excelebration distrugge anche gli anziani nelle Hungerford

Il fine settimana non era cominciato nel migliore dei modi per Marco Botti (leggi Fanunalter), ma Excelebration (Exceed And Excel) ha dato una bella raddrizzata al weekend quest'oggi a Newbury dove il portacolori del Dottor Giuliano Manfredini ha pttenuto gioco, partita ed incontro nelle Hungerford Stakes G2 sui 1400 metri, battendo tre anni e anziani di un certo spessore. Il figlio di Exceed And Excel (Danehill), ben montato stavolta da Adam Kirby e posizionato a ridosso del leader/compagno Ceremonial Jade (Jade Robbery) ha espresso un notevole cambio di marcia nei 400 conclusivi piazzando un granito di marmo (sei lunghezze) tra se e Beacon Lodge (Clodovil), con al terzo il SAF Musir (Redoute's Choice), terminando con qualcosa di buono ancora in mano (VIDEO CORSA QUI). 
Nella vela di Excelebration soffiava il vento di Frankel (Galileo), seguito nelle St James Palace Stakes G1 e nelle Greenham G3 proprio a Newbury, con in mezzo l'indipendente vittoria nelle 2000 Ghinee Tedesche G2 (Mehl Mulhens-Rennen), ed ora punterà verso il Moulin de Longchamp G1 il prossimo 11 settembre e poi nelle Queen Elizabeth II S. ad Ascot il 15 Ottobre dove potrebbe di nuovo incontrare il Campione di Juddmonte.
Complimenti a tutto l'entourage da parte della redazione di Mondoturf. Quando ciò accadee, siamo fieri di sentirci ippici in questo modo ed è questa l'ippica che amiamo!
Pagato €15,000 alle Goffs da foal e £20,000 alle DBS St Leger yearling proprio da Marco Botti in persona, Excelebration è prodotto di Sun Shower (Indian Ridge), ed è mezzo fratello di vincitori. La terza mamma è Sarah Siddons (Le Levanstell), vincitrice di Irish 1,000 Guineas G1 e Yorkshire Oaks G1 ed ha prodotto vincitori ad alto livello. 
Il padre è Exceed And Excel (Danehill), stallone che fa la monta al Darley in Inghilterra al Dalham Hall Stud per £12,000, ha ottenuto nel 2010 5 vincitori di Stakes in Europa, come attualmente nel 2011. I suoi prodotti vincitori sono in totale 60, e tra i suoi 3 anni si contano 43 vincitori su 77 che hanno corso. 
Post Scriptum: La mamma di Excelebration, Sun Shower, è ora residente presso l'Hazara Stud Farm in India, ed ora ha uno yearling dallo stallone in India Rebuttal (Mr Greeley) ed un foal da Dancing Forever (Rahy).

Sepoy ritorna e vince subito. Report dall'Australia

Lo dice il nome del sito: Mondoturf. Ci piace andare in giro nel mondo e scoprire i campioni locali destinati a brillare su tutti i palcoscenici del globo terracqueo. L'ultima viene dall'Australia, terra di canguri ma anche e soprattutto (ed è questo il nostro caso) di un proficuo allevamento e non solo. Di Black Caviar (Bel Espirit) sappiamo oramai quasi tutto, e appena si metterà di nuovo in cammino ne daremo conto, ma oggi parliamo di Sepoy (Elusive Quality) rientrato nella mattinata di oggi (ora italiana) in Listed nelle Vain Stakes sui 1100 metri dell'anello di Caulfield. Chi è Sepoy? per rinfrescare la memoria cliccate QUI  e vedrete che vi tornerà in mente il campione delle Golden Slipper G1, la più difficile corsa Australiana per puledri. Stando all'Emisfero Sud, ha appena compiuto tre anni, ed è appunto rientrato con una convincente vittoria per 2 lunghezze e mezzo. Il figlio di Elusive Quality (Gone West), stallone Darley, è di proprietà di Sheikh Mohammed per il quale corre con i colori della giubba amaranto e bianca, è allenato da Peter Snowden, e solitamente montato da Kerrin McEvoy, e proprio l'allenatore ha omaggiato il suo dei più inimmaginabili superlativi (com'è consuetudine da quelle parti), descrivendo quello che sarà il cammino del cavallo che ha vinto 6 delle 7 corse disputate in carriera: Lo rivedremo nel Manikato Stakes G1 a Moonee Valley il 30 settembre, magari passando prima per le Danehill Stakes G2 (1200m) di Flemington il 3 settembre prossimo. Seguitelo!

Saranno Famosi/2

Top Offer sopra e Kohala sotto
Il 13 agosto dell'anno scorso, in una maiden di Newmarket, debuttò un certo Frankel (Galileo) che vinse nei confronti di un altro certo Nathaniel (Galileo). Per dire solo che in questo periodo spesso debuttano cavalli interessanti, e noi con la nostra rubrica (amiamo il nuovo che avanza, dunque i puledri) cerchiamo di dare conto delle migliori prestazioni di puledri, vincitori di maiden, nursery, o stakes che in qualche modo possono essere interessanti. 
Nella giornata di ieri, nella stessa identica maiden vinta anche da Motivator (Montjeu), è emerso Harvard N Yale (Smart Strike) per i colori di Earle I Mack ed il training di Jeremy Noseda, che ora punterà ad obiettivi più alti come Stakes. 
A Newbury in una maiden sui 7f, ha vinto un debuttante di Khaled Abdulla che si chiama Top Offer allenato da Roger Charlton. Si tratta di un figlio di Dansili (Danehill) che ha disposto con netta superiorità di Pulverize (Pulpit), (altro debuttante pagato $300,000 da puledro per Hamdan e Sir Michael Stoute), mostrando un interessante cambio di passo, azione fluida, e fisico che ne fa pensare a un discreto soggetto. Top Offer dopo questa prestazione ha una chance a 20-1 nel prossimo Derby G1, ma a medio termine ha i propri target nelle Dewhurst G1 e nel Racing Post Trophy G1, ovviamente. La mamma di Top Offer è Zante (Zafonic), marca Juddmonte, vincitrice di Listed, e mezza sorella di Requete (Rainbow Quest) piazzata di G1 e Questonia. La seconda madre è Danthonia (Northern Dancer) la quale è mezza sorella del campione e stallone Darley Xaar (Zafonic), dello stallone Masterclass (The Minstrel) e della vincitrice di G3 Diese (Diesis). 
Harvard N Yale
Della stessa famiglia proviene anche Deck Walk (Mizzen Mast), altra femmina, grigia come il padre e fatta in casa che ha vinto si una maiden a Newbury, ma a tre anni, non entusiasmando a dir la verità ma mostrando delle doti che possono farne un soggetto che può crescere di tanto.
Sir Michael Stoute si è rifatto di quella sconfitta con Tales Of Grimm (Distorted Humor), puledro da seguire certamente, che ha vinto a sua volta l'altra divisione della maiden sui 7 furlongs a Newbury. Anche per questo, di tratta di un cavallo stimato che ha realizzato il top price di £320,000 al Breeze-Up del meeting delle Craven, e fa parte di una buona famiglia americana che ha vinto a livello di Graded
Nella stessa giornata, l'unica Stakes erano le St Hugh’s LR, che hanno laureato Kohala (Kodiac), che da cavalla promettente aveva tentato anche le Queen Mary G2 ad Ascot. La famiglia è quella dello sprinter Snaefell (Danehill Dancer).
A Kempton, Ittasal è diventato il primo vincitore in Europa per lo stallone americano Any Given Saturday (Distorted Humor), stallone Darley, che ha vinto da cavallo promettente. La mamma è Journalist (Night Shift), e fa parte della famiglia del campione velocista Kingsgate Native (Mujadil).
Dite la vostra.

Ieri alle corse: Deauville


La homebred Aga Khan Shareta (Sinndar) ha vinto in maniera promettente il Prix Minerve G3 a Deauville, mettendo in mostra un cambio di marcia che più passano i metri e più produce lunghezze. Montata in avanti da CP Lemaire, ha disposto di Pacifique (Montjeu) a piacimento. La figlia di Sinndar (Grand Lodge), che funziona per €9,500 presso l'Haras de Bonneval in Francia per conto Aga Khan, veniva da una vittoria in Listed. La mamma è Shawara (Barathea), vincitrice del Prix Lieurey allora ancora Listed, la quale è mezza sorella di Shawanda (Sinndar) con la quale si è voluto ripetere l'incrocio, in modo proficuo, e fa parte della famiglia di Sharaya (Youth), vincitrice di Vermeille G1.
Obiettivi per la vincitrice, potrebbero essere le Fillies & Mares Stakes G1 ad Ascot il 15 ottobre prossimo.
Proprio nel Lieurey (ora G3) sul miglio ha vinto Sandy’s Charm (Footstepsinthesand) e la vittoria ha provveduto ad innalzare le quotazioni di un mezzo fratello di Sandy presente come Lot 262 nel catalogo Arqana Deauville August Yearling Sale da Zamindar (Gone West). 

Italians: una settimana impegnata per i Botti..e lunedì c'è Worthadd

La settimana questa volta è cominciata di giovedì, con le Sovereign G3 a Salisbury dove correva il Rencati Fanunalter (Falbrav), il quale è arrivato quinto ma...come al solito finendo a bomba dopo corsa cercata per varchi, che però stavolta non si sono aperti ad Adam Kirby un pò per colpa del fato..ma un pò anche per colpa sua. Comunque, gli occhi erano puntati su di lui che non poteva perdere, ma ha vinto Side Glance (Passing Glance). Venerdì a Nottingham ha vinto Gamud (High Chaparral) in una maiden per i colori Rosati Colarieti e training di Marco Botti, mentre nella succursale a Deauville Principe Adepto (Dubawi), per i colori Nuova Sbarra e training Botti in Francia ha ottenuto un nulla di fatto in condizionata sulla "Sable Fibrè" di Deauville. Ma Mirco Demuro (che ha vinto qui l'Astarte con Marbye (Marju)), era impegnato anche in qualche altra corsa sull'erba, sempre per i cavalli Botti, in un esito non troppo fruttuoso, ma intanto saggia il luogo dove lunedì sarà il giorno del Jacques Le Marois G1 contro Goldikova (Anabaa), che si dice verrà ritirata nel caso fosse terreno pesante. E gli avversari comunque non mancano.
Oggi a Newbury si corrono le Hungerford G2 ed in campo c'è Excelebration (Exceed And Excel) (Marco Botti-Manfredini) che sarà opposto a Dubawi Gold (Dubawi), e non solo...
E non abbiamo ancora parlato del Criterium Labronico con Blu Air Bally (Blu Air Force) e Orpello (Orpen).

mercoledì 10 agosto 2011

Fratelli famosi in Europa

Un certo Noble Mission è presente nelle pre-iscrizioni del Racing Post Trophy che si corre a Doncaster il 22 Ottobre prossimo. Si tratta di un cavallo che non ha mai corso, e che è nientepopodimeno che il fratello pieno di Frankel (Galileo). Il maschio, la cui mamma è sempre Kind (Danehill) è allo stesso modo allenato da Sir Henry Cecil e di proprietà di Khalid Abdullah, e compare negli iscritti di Doncaster insieme ad altri 95 cavalli. Noble Mission, è iscritto anche alle Juddmonte Royal Lodge Stakes G2 di Newmarket a Settembre, e nelle Dubai Dewhurst Stakes G1 del mese successivo.
Lunedì, a Clarefoontaine, ha vinto Hot Blood (Galileo), una tre anni femmina allevata e di proprietà del Gestut Ammerland che ha vinto una maiden sui 2400 metri. La cavalla allenata da Andre Fabre, è sorella per 3/4 di Hurricane Run (Montjeu), vincitore di Arc de Triomphe G1. 

First Crop Sires: avanza Dutch Art

Non c'è un attimo di pausa nelle Classifiche sempre in fermento riguardo a quelli che definiamo First Crop Sires e ai puledri più promettenti che per un modo o per un altro meritano la citazione. Cominciamo con il dire che Dutch Art (Medicean) ha concluso una 5 giorni da favola con 6 vincitori individuali che ne fanno crescere le ambizioni e balzare in testa alla Classifica con 21 esponenti ai danni di Dark Angel (Acclamation) a quota 20, realizzato proprio nella serata di mercoledì con Dark Ray ad Agnano. La vincitrice, peraltro, è un prodotto di Magiustrina (Indian Ridge) che ha vinto bene la sua maiden sui 1400 metri di Napoli.
Comunque, tornando a Dutch Art, gli ultimi in ordine temporale per lo stallone del Cheveley Park Stud sono Dansili Dutch, Miss Azeza, due femmine interessanti, mentre oggi Mercoledì è stato Jacob Cats a vincere. 
Dansili Dutch è prodotto di Joyful Leap (Dansili), che ha vinto una Nursery a Nottingham sui 1200 metri, mentre Miss Azeza ha vinto una maiden a Ffos Las sui 1200 metri, e la mamma è Miss Respect (Mark Of Esteem), una mezza sorella di Hibaayeb (Singspiel), vincitrice di Fillies Mile G1. Oggi il maschio Jacob Cats ha vinto la sua maiden a Salisbury per il training di Richard Hannon.
Lunedì a Thirsk Dutch Heritage (Dutch Art) ha vinto in modo interessante la maiden sul chilometro. La mamma è Starstone (Diktat), mezza sorella del campione velocista Pastoral Pursuits (Bahamian Bounty), che vinse la July Cup, e dunque anche fratello pieno di Goodricke (Bahamian Bounty), eroe della Sprint Cup G1 anche lui stallone, lo scorso anno in Italia.
A Gowran Park, in Irlanda, Daddy Longlegs è il primo vincitore per Scat Daddy (Johannesburg), stallone Americano al Coolmore, che funziona a $10,000 all'Ashford Stud in Kentucky. 

Programmi a breve termine: Frankel non correrà le Juddmonte International...

La notizia è che Frankel (Galileo) non correrà le Juddmonte International Stakes G1 di York sui 2080 metri del prossimo 17 Agosto, proprio il giorno dell'inizio dell'Ebor Meeting di cui parleremo più avanti, perché il Principe Khalid Abdulla, di concerto con il Maestro Sir Henry Cecil, ha deciso di correre (e cercare di vincere) la corsa che sponsorizza da diversi anni, ma che non è mai riuscito a vincere, con Twice Over (Observatory), rientrato bene nelle York Stakes G2 sul campo di battaglia, correndo all'attesa, e con Midday (Oasis Dream), recente vincitrice delle Nassau G1 a Goodwood, i quali hanno lavorato nei giorni scorsi soddisfacendo in pieno il Maestro, sebbene ora incontrino un mostro come So You Think (High Chaparral), per il quale si sta ancora decidendo se dirottare le ambizioni del "kiwi" verso le Irish Champion G1 in casa il 3 settembre. Staremo a vedere, intanto per Frankel, si parla sempre delle QEII Stakes G1 di Ascot il prossimo 15 ottobre. 
Sabato invece, a Chicago, in USA, Cape Blanco (Galileo), vincitore delle Man o'War Stakes G1, tenterà di vincere anche l'Arlington Million G1 per cercare di battere di nuovo Gio Ponti (Tale Of The Cat).
Tra i puledri, David Brown ha in programma di far correre Frederick Engels (Iceman) nel Prix Morny G1 a Deauville il prossimo 21 Agosto, dopo lo sfortunato sesto posto dietro a La Collina (Strategic Prince) nelle Phoenix Stakes G1 al Curragh la scorsa domenica. 
Tra le tre anni, la doppia vincitrice Classica di Oaks G1 e Preis der Diana G1 Dancing Rain (Danehill Dancer), ha un ampio ventaglio a disposizione. In programma le Pride Stakes G2 nel Champions Day ad Ottobre ad Ascot, oppure le Breeders' Cup oppure ripercorrere quello che ha fatto Snow Fairy (Intikhab) lo scorso anno ed andare ad Hong Kong. Willy Haggas non ha escluso nemmeno una partecipazione all'Arc de Triomphe G1, dove troverà sicuramente Workforce (King's Best). 
Intanto, si avvicina il big day per Worthadd (Dubawi) che lunedì 15 sarà impegnato a Deauville nel Jacques le Marois G1 contro Goldikova (Anabaa), mentre per i colori italiani del signor Manfredini, sabato 13 Agosto correrà Excelebration (Exceed And Excel) che rientrerà dal terzo nelle St James Palace Stakes G1 ad Ascot nelle Hungerford Stakes G2 di Newbury, che sembrano già ben riuscite. 

Classifica stalloni in Europa al 10 Agosto 2011. Dominio Galileo

Periodicamente vengono pubblicate le classifiche complessive per gli stalloni in Europa, in ordine di guadagni per progenie. Continua il suo dominio Galileo (Sadler's Wells) esattamente uguale a quanto mostrato nel Giugno scorso. Ricordiamo come il figlio di Sadler's Wells (Northern Dancer), faccia la monta al Coolmore per un tasso privato, ma si dice intorno ai €250,000 per la propria fattrice selezionata. Secondo posto per Montjeu (Sadler's Wells), sempre funzionante al Coolmore, ma per un tasso più accessibile (quest'anno proposto a circa €90,000). Terzo posto come potete constatare voi stessi per Dansili (Danehill), stallone che funziona in Inghilterra al Juddmonte presso il Banstead Manor Stud per un tasso di £65,000 che come vincite della progenie vanta quasi €2 milioni, e si tratta forse di uno stallone destinato ulteriormente a crescere come stima e considerazione, visto che si tratta peraltro un figlio del sommo Danehill (Danzig), e già riproduttore di stalloni, in una linea vitalissima. C'è da dire che Khaled Abdulla si sta ampiamente ripagando di quando cedette Danehill stesso, commettendo forse uno dei pochi errori della sua carriera nella sua industria del purosangue. Quarto è un altro stallone del proprio roster come Oasis Dream (Green Desert), funzionante accanto a Dansili, ma per un tasso di £85,000. Al 5° posto c'è un altro stallone Coolmore come Danehill Dancer (Danehill) con un tasso di circa €120,000 mentre la novità nel sangue che esce da Sadler's Wells o Danzig è Dalakhani (Darshaan), outcross completo per linee da Northern Dancer e funzionante in Irlanda presso il Gilltown Stud per conto Aga Khan ad un tasso di €35,000. Sempre in alto in classifica il crack lo scorso anno Dubawi (Dubai Millennium), funzionante al Darley al Dalham Hall Stud per £55,000, mentre è 8° Invincible Spirit (Green Desert), residente presso l'Irish National Stud in Irlanda e funzionante ad un tasso di €60,000. Nono High Chaparral (Sadler's Wells), eroe dei due emisferi, che funziona in Europa al tasso di €25,000 al Coolmore, mentre in Australia al tasso di $AUS99,000..conviene acquistarlo qui, e venderlo li a quanto pare...
Decimo il diciottenne Pivotal (Polar Falcon), funzionante in Inghilterra al Cheveley Park Stud per un tasso di £55,000.

Risultati Saratoga Yearling Sales. Numeri in crescita

Mentre nella West Coast americana, a Santa Anita in California, viene comunicato che li si correrà la Breeder's 2012, e nonostante nel resto del mondo si parli e si tratti con cautela a discorsi economici di una certa rilevanza, il mercato americano degli yearlings nella "East Coast" non sembra temere questi picchi negativi. A Saratoga, New York, sono andate in scena le aste degli yearlings selezionate per l'organizzazione Fasig-Tipton, che fa capo peraltro a Sheikh Mohammed. Dei circa 160 iscritti, 49 sono stati venduti il primo giorno per un totale di $16,155,000, con un 9.5%  di incremento rispetto ai $14,750,000 dei 58 venduti lo scorso anno. Media a +29.6%, dai $254,310 ai $329,694 di quest'anno, mentre i mediani sono aumentati del 25.3%, dai $227,500 ai $285,000 dei 2011. Top Price realizzato dal lotto numero 56 (acquisto di John Ferguson, consulente Darley), un maschio da Medaglia D’Oro (El Prado), con mamma Supercharger (A.P. Indy), e dunque si tratta di un mezzo fratello di Super Saver (Maria’s Mon), vincitore di Kentucky Derby G1. Presentato dalla Taylor Made Sales Agency, ha un altro fratello vincitore di G3 che si chiama Brethren (Distorted Humor) e la stessa Supercharger è sorella piena di Girolamo, vincitore di G2, e dunque della famiglia del campione dell'Haskell G1 Bluegrass Cat (Storm Cat), ora stallone. Nel secondo giorno, quando complessivamente sono stati venduti 54 puledri per $ 16.737.000, lo stesso team ha realizzato l'altro top price con il lotto 114, un maschio da Bernardini (A.P. Indy) e Easter Bunnette (Carson City), vale a dire un mezzo fratello della campionessa Havre de Grace (Saint Liam), vincitrice dell'Apple Blossom G1.
In totale, nella due giorni d'asta, i numeri parlano di 103 puledri venduti per $32.892.000, alla media di $319.340 (+ 15,9%), con i mediani a $250.000 (+ 4,2%), mentre per l'organizzatore Godolphin i numeri nudi e crudi parlano di 13 acquisti per un tot di $8.530.000, ossia il 25% circa dell'intero fatturato, tra cui 5 figli del loro stallone di casa Bernardini (A.P. Indy), colui il quale sembra abbia coperto il miglior book fattrici possibile ed immaginabile. Un bel supporto, non c'è che dire. Altri acquisti degni di menzione, sono per esempio il lotto numero 53, una femmina, figlia di Bernardini, per la quale John McCormack ha sborsato $950,000. Il lotto 115 era un puledro da Galileo (Sadler's Wells), con mamma da Egyptian Queen (Storm Cat), per il quale Robert V La Penta ha pagato $525,000 e poi uno dei primi yearlings da Curlin (Smart Strike), lotto numero 22, la mamma è Private Status (Alydar), pagato $450,000. 
Insomma, tutto sommato bene, ed il motivo risiede nel fatto della volontà di concentrarsi sul mercato interno, e da quello che Boyd Browning, Presidente della casa d'aste, chiama "capacità di reagire" ed "ottimismo" del popolo che anima il mondo del purosangue. 

lunedì 8 agosto 2011

Il bello della domenica in giro per l'Europa tra Germania, Irlanda e Francia

Sopra Dancing Rain trionfa nelle Oaks tedesche
Sotto Moonlight Cloud nel De Gheest
con all'interno il grigio Marchand d'Or
Partiamo da Dusserdolf dove è accaduto un fatto che rimarrà negli annali. Per la prima volta nella storia una vincitrice Classica inglese ha vinto una Classica mai uscita dalla Germania. Dancing Rain (Danehill Dancer), vincitrice tattica delle Oaks di Epsom, e supplementata per €40,000 per l'occasione da William Haggas, ha vinto il Preis der Diana G1 (Oaks Tedesche) in modo autorevole, sintomatico di come l'industria del purosangue in Germania non stia passando un periodo felicissimo. La figlia di Danehill Dancer (Danehill), ha realizzato un wire-to-wire con in sella Kieren Fallon battendo Djumama (Aussie Rules) arrivata al secondo e Aigrette Garzette (Peintre Celebre) con Mirco Demuro in sella al terzo, e curiosità sono tutti e tre stalloni Coolmore. Quarta Navarra Queen (Singspiel), altra supplementata del Gestut Ammerland per il training di Peter Schiergen. Come già detto in occasione delle Oaks inglesi, la vincitrice è una consanguinea del Derby winner (nel 1994) Dr Devious (Ahonoora), stallone in Italia. Ma siccome la storia del purosangue è fatta di intrecci strani, vi raccontiamo come Dancing Rain abbia una sorella per 3/4 che si chiama Sumora (Danehill), quasi inedita, che è la madre di Maybe (Galileo), la quale sempre nella giornata di domenica ha vinto le Debutante Stakes G2 al Curragh. Sempre all'ippodromo irlandese, si correvano le Phoenix Staakes G1 per puledri sui 1200 metri, dove a vincere non è stato l'attesissimo ed imbattuto Power (Oasis Dream) che avrebbe regalato la 12° vittoria ad Aidan O’Brien in questa corsa, ma ha trionfato (seppur di poco) una femmina che si chiama La Collina (Strategic Prince) ed è allenata da Kevin Prendergast. La Collina era finita seconda di Maybe nelle Silver Flash Stakes G3 di giugno. La Collina è stata allevata dal Manister House Stud ed acquistata dallo stesso Prendergast per £42,000 e la famiglia dalla quale discende fa capo a Beat Hollow (Sadler's Wells), Zenda (Zamindar), Oasis Dream (Green Desert), dunque famiglia Classica di marca Juddmonte.
Sempre in tema di femmine terribili, oggi a Deauville nel Maurice de Gheest G1 sui 1300 metri ha vinto Moonlight Cloud (Invincible Spirit), una femmina di tre anni, che ha battuto vecchi marpioni dello sprint come Society Rock (Rock Of Gibraltar), vincitore di Golden Jubilee G1 recentemente, ed il vecchio Marchand D’Or (Marchand De Sable), a segno tre volte in questa corsa. Nulla da fare per Dream Ahead (Diktat), e Zoffany (Dansili). 
Moonlight Cloud, di proprietà di George Strawbrisge allenata da Freddy Head (correzione da Andre Fabre messo ieri ndr), è la sesta vincitrice di G1 per lo stallone Invincible Spirit (Green Desert), residente all'Irish National Stud’s Invincible Spirit, che era famoso anche prima per le gesta di Fleeting Spirit, Hooray in Inghilterra, Lawman in Francia, Vale Of York in USA e Yosei in Australia. Prossimo obiettivo: Prix de la Foret G1 nel meeting dell'Arc.

First Crop Sires: Primo vincitore per Authorized

La sola certezza tra i first crop sires edizione 2011 è che Dark Angel (Acclamation) continua a mietere vincitori che vanno ad aggiungersi alla Classifica che decreterà il miglior stallone giovane per numero di vincitori redatta dalla Stallion Guide (www.stallionguide.com). Il figlio di Acclamation (Royal Applause) che funziona al Morristown Lattin Stud comanda questa speciale graduatoria con 19 vincitori individuali, di cui gli ultimi 3 vittoriosi proprio nei giorni scorsi e sono Heeraat (maiden a Pontefract), My Sharona (maiden a Yarmouth) e Sea Odyssey a Brighton. Ma della Classifica completa ci occuperemo nei prossimi giorni, intanto prendiamo nota del fatto che Authorized (Montjeu) è finalmente entrato nel marcatore con il suo primo vincitore con Tamarrud portacolori Godolphin che ha vinto al debutto sul miglio di Lingfield. E dunque prima tacca per uno stallone, al quale non si chiede di dare vincitori precoci e veloci. Comunque, Peter Chapple-Hyam, che allenò proprio Authorized a vincere le Dante ed il Derby G1 nel 2007, ha anche in Everlong (secondo al debutto) un altro promettente puledro figlio di Authorized. 
Authorized funziona al Darley per £15,000.

Saranno Famosi...in Europa

Ancora un Saranno Famosi, per scoprire i migliori talenti del galoppo nazionale e non. Quest'oggi tutta Inghilterra, con tre tra alcuni 2 anni interessanti da valutare, ma che hanno destato una buona impressione. 
Ad Haydock, in una maiden sul miglio, ha vinto un puledro di Jeremy Noseda che si chiama Attenborough (Medaglia d'Oro), montato da George Baker. E' un figlio dello stallone americano Medaglia d'Oro (El Prado), di proprietà di Earle Mack che probabilmente ora correrà le Royal Lodge G2 (vinta lo scorso anno da Frankel) di Settembre ad Ascot.

Sempre ad Haydock, Venerdì sera, ha vinto Gusto (Oasis Dream) che alla seconda uscita sui 6 furlongs (1200 metri) si è tolto la qualifica di maiden vincendo di 4 lunghezze. Il cavallo di proprietà della Highclere (giubba celeste) è allenato da Richard Hannon e probabilmente tenterà ora di salire di grado.
Oggi domenica al Curragh, ha vinto una certa Was (Galileo) che fu pagata Gns1.2 milioni, vale a dire circa $1,995,714, facendo il top price lo scorso anno alle Tattersalls Yearling Sales Book One. Il perchè risiede nel pedigree: La mamma è Alluring Park (Green Desert), già madre di Janood (Medicean), ed è mezza sorella di New Approach (Galileo), Dazzling Park (Warning) e Shinko Forest (Green Desert), tutti prodotti della Campionessa Park Express (Ahonoora).
Oggi domenica a Leicester in una maiden ha vinto Stipulate (Dansili) per i colori Juddmonte ed il training di Sir Henry Cecil. Ha battuto di un solo muso Devdas (Dylan Thomas), con al terzo Il Pazzo (Multiplex) in una corsa dove settimo è arrivato l'atteso Strada Facendo (Street Cry), portacolori della Archi Romani in training da Luca Cumani.
Se vi fidate, altri interessanti puledri da tenere d'occhio per un motivo o per un altro sono i seguenti:

Apollo (Galileo) per Aidan O’Brien, Bartolomeu (Footstepsinthesand) e Kune Kune (Sir Percy) di Marco Botti, Fragonard (Teofilo) di Sir Henry Cecil, Harvard N Yale (Smart Strike) di Jeremy Noseda, Ladyship (Oasis Dream) e Martin Chuzzlewit (Galileo) per Sir Michael Stoute, Mabaany (Exceed And Excel) per William Haggas, Police Force (Street Sense) Mahmood Al Zarooni, Rugged Cross (Cape Cross) di Henry Candy e Scarlet Whispers (Sir Percy) per Pam Sly.
E non dite che non ve l'avevamo detto...