STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 31 agosto 2019

Italians: Debutto con il botto per Cape Palace, allevato Blueberry e di proprietà Al Maktoum...

Per la serie "Saranno Famosi", o per la serie "Italians", diamo conto in questa speciale rubrica di un paio di gran bei debutti tutti da gustare, con video da vedere in fondo alla pagina continuando a leggere.
Partiamo in primis di quello che c'è stato nella giornata di venerdì a Newcastle, ippodromo che ha battezzato la carriera di una come Enable, dove ha debuttato vincendo in maniera disarmante tale Cape Palace (Golden Horn) che ha vinto di 8 lunghezze la British EBF Matchbook Future Stayers Novice Stakes (Plus 10 Race) (Sire And Dam Restricted Race) sui 7 furlongs del tracciato sintetico.

venerdì 30 agosto 2019

Miguel Ángel Franco Acosta, nuovo jockey in Italia. Paraguayano, cresciuto in Argentina. Ecco il nuovo talento sudamericano

Le sue prime parole? "Vamos a trabajar y ganar!". Non male, il tipetto, subito con le idee chiarissime. Una delle novità più interessanti della nuova stagione di Capannelle che si appresta a partire, è infatti rappresentata dall'arrivo di un nuovo jockey argentino di carriera, pronto a mostrare il suo talento sulle piste italiane.
Lui si chiama Miguel Ángel Franco Acosta, ha 23 anni, paraguayano ma naturalizzato argentino, grande talento in ascesa, il cui ingaggio è nato dall'idea di Pierpaolo Sbariggia che è andato a pescarlo con una vera e propria azione di scouting in Argentina e per il quale è stato necessario anche un grande lavoro di diplomazia per convincerlo a provare nuovi orizzonti. 
Alla fine l'investimento è stato ripagato, almeno per ora, ed il giovane Acosta, detto "el Lito" o "Popey", per via del braccio di Ferro, già a Roma da qualche settimana per una questione di ambientamento, si è fatto già apprezzare per le sue doti di professionalità, culto del lavoro, posizione e tatticismo, almeno nei lavori mattutini di preparazione. Attualmente è sotto contratto come prima monta per la Ponte di Pietra, ma chiaramente è disponibile sulla piazza nonappena si sarà fatto un nome. La sua procura, al di fuori delle monte per scuderia, sarà gestita da Gabriele Candi a Roma, per contatti 3331232832. Il peso forma è di 52 chili. Già disponibile da martedì 3 Settembre. Continuando a leggere troverete i video, le sue prime parole e la sua storia.

Mipaaft: Pubblicato il bando per il segnale tv delle corse. Ecco il contenuto..

Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il bando di gara per l'affidamento dei diritti tv sulle riprese delle corse negli ippodromi italiani e stranieri. Appalto da 56 milioni per 6 anni.
Sono forse gli ultimi atti del Governo uscente e ultimi provvedimenti presi anche dall'attuale dirigenza del ministero delle Politiche agricole in materia di ippica. 
Sul sito del Mipaaft e sulla Gazzetta ufficiale è stato infatti pubblicato il bando di gara per l'affidamento del Servizio di raccolta, elaborazione e diffusione del segnale televisivo originato dalle riprese delle corse negli ippodromi italiani e stranieri e servizi annessi.
Continuando a leggere troverete tutte le specifiche necessarie, la spiegazione ed i documenti scaricabili da consultare.

San Siro, prima giornata bellissima. Tre Listed ed il rientro di Mission Boy e Call Me Love!

Si aprono le gabbie, partiti! Non vediamo l’ora di sentire ancora quel grido liberatorio che annuncia la partenza non solo di una corsa, ma di una stagione intera.
Domenica primo Settembre ecco San Siro che apre i cancelli ad una giornata subito esplosiva, con 7 corse in programma, tutte molto attraenti per un inizio di stagione che si prennuncia divertentissimo. 
Tre Listed races, una buonissima condizionata per gli anziani con in pista discreti calibri, ed ancora i 2 anni che hanno a disposizione una debuttanti ed in chiusura di pomeriggio il solito handicap difficilissimo ma allo stesso tempo spettacolare intitolato al grandissimo Giulio Bassignana, con 14 cavalli al via sui 1200 metri in pista dritta. In generale si rivedono due piazzati del Derby Italiano che, in assenza di Keep On Fly, recentemente venduto, cercando di cominciare bene una stagione che per loro sarà fondamentale. Continuando a leggere, le anticipazioni ed i campi partenti.

Goffs Uk Silver Sale: Fatturato in ribasso, ma 24 acquisti italiani. Tre per il la star teatrale Davide Livermore!

Non è stata una sessione indimenticabile quella delle Goffs Uk Silver Sales di Doncaster, con tutti gli indicatori in ribasso.
In generale 175 cavalli in catalogo, di cui offerti effettivamente 160 e venduti 103 (il 64%) rispetto all'82% dello scorso anno.
Il fatturato è stato quasi dimezzato a £837,800 (-40%) con la media a £8,134 (-33%) ed il mediano a £5,500 (-33%).
Del resto è normale di questi tempi, con la percezione che la fascia alta regga tantissimo mentre quella bassa sia in sofferenza ma solo apparente. In sostanza, ci sono i soldi per i cavalli buoni, meno soldi per i cavalli apparentemente meno buoni da vendere sul mercato. Ma essendo questo un catalogo di qualità è probabile ci si trovi di fronte ad un buon soggetto. L'esempio lampante è Bardellago (Coach House), acquistato dal team Pierdomenico per £800, e vincitore ora in Italia di oltre €20,000 ed in generale piazzato di Listed. E difatti lo stesso entourage ha completato 5 acquisti dello stesso livello alla ricerca della pepita d'oro. La copertina però la dedichiamo a Davide Livermore, grandissimo regista teatrale, che ha completato tre acquisti di cui parliamo in fondo. Continuando a leggere, trovate i dati definitivi.

giovedì 29 agosto 2019

Marco Paganini, 29 anni fa la sua scomparsa in Agosto. Ecco il documentario-ricordo del Golden Boy dell'ippica italiana

Aveva solo 25 anni Marco Paganini, ed era considerato uno dei migliori fantini dell’ippica italiana. Era nato a Siena nel 1965 e a soli 21 anni Paganini vinse alle Capannelle un incredibile Premio Presidente della Repubblica in sella a Malevic. Fu l’inizio dell’ascesa del fantino senese che prese il posto del mostro Gianfranco Dettori nella gloriosa scuderia Cieffedi. Quattro anni dopo, nel 1990, la tragedia all’ippodromo di Grosseto.
Continuando a leggere fino in fondo riproponiamo un video pubblicato nel 2015 du Youtube per onorarne la memoria, in occasione del venticinquesimo anniversario della sua morte, datato 4 anni.
Prodotto da Il bello e il cattivo tempo, un progetto di Marco Vincis, regia di Carolina Ielardi voce narrante Roberto Ciufoli.
Raccontato da Fabio Brogi, Gianni Colella Lucio Ficuciello, Bartolo Jovine, Laura Moretti, Ovidio Pessi, Luigi Polito, Giorgio Pucciatti, Ivo Ronci, Mario Vincis. Ricordo finale di Franco Raimondi. Immagini di repertorio Archivio Fotografico Garofalo.

Aste, secondo giorno Goffs Uk con top price da £280,000. Almeno 4 acquisti italiani. Il report..

Uno dei principali successi di Goffs Uk è da attribuire a Laurens (Siyouni), molteplice vincitrice di G1, e rappresentante di una categoria di cavalli che, acquistati per il giusto prezzo, si sono rivelati poi dei campioni.
Il trend, molto spesso, va in questa direzione a Doncaster. Nel secondo giorno subito emozioni ma soprattutto, in relazione a Laurens per lo stesso Consigment, quando è passato un figlio di Wootton Bassett (Iffraaj), diventato oggetto di contesa e di un bidding intenso tra l'agente di Goffs Richard Ryan, Angus Gold per Shadwell e  Ross Doyle con vicino Mick Flanagan. 
Alla fine l'ha spuntata Ryan con un bid finale di £280,000 per il Lot 438, con fattrice Miss Vendome (Medicean), che si sta dimostrando essere molto promettente, della famiglia di Brando (Pivotal). SCHEDA TOP PRICE CLICCANDO QUI. Hanno esultato come allo stadio le consignors Anna Sundstrom e sua figlia Moa.

mercoledì 28 agosto 2019

Mercato: Venduto Keep On Fly! Il vincitore del Derby Italiano verso Hong Kong. Ecco le parole di Stefano Botti

Calciomercato, siamo agli sgoccioli per le trattative che riguardano la Serie A ed i principali leghe europee, tranne la Premier League che ha visto chiudere il mercato l'8 Agosto proprio in prossimità dell'inizio del campionato in Inghilterra..
Il mercato del purosangue però non si ferma mai, soprattutto quello in estremo oriente, e allora diamo conto, anche se con un pizzico di ritardo, della vendita dell'ennesimo campione italiano, già avvenuto da qualche settimana.
Il campione in questione è Keep On Fly (Rip Van Winkle), homebred dei Dioscuri, acquistato da proprietari di Hong Kong in una trattativa mediata da Eugenio Colombo.
Il figlio di Rip Van Winkle (Galileo) e So Many Shots (Duke Of Marmalade) è già sbarcato ad Hong Kong dopo tutta la trafila burocratica e la quarantena a Newmarket, ma non è stato ancora censito dai sistemi dell'Hong Kong Jockey Club per capire da quale proprietario andrà.

Aste: Goffs Uk con nuovo record del top price da £440,000. Due acquisti di livello per l'Italia..

Grande successo per le aste Premier Sale di Doncaster organizzate da Goffs Uk, quelle dalle quali escono sempre cavalli precoci e buoni e con tanti rappresentanti di livello di G1. 
Il record dello scorso anno con £380,000 spesi per un puledro, sono stati abbondantemente superati dai £440,000 spesi da Coolmore che con un bid risolutivo si è portato a casa un figlio di Kingman (Invincible Spirit), il Lot 92, allevato da Bob e Pauline Scott.
Si tratta di un acquisto che continua sulla scia e nell'ottica dell'acquisto, sempre da parte di Coolmore, di Calyx (Kingman) che dal prossimo anno sarà residente in Irlanda dopo la transazione con Juddmonte al termine della sua carriera agonistica, rappresentante di quella linea di sangue che il gruppo irlandese deve supportare ovviamente sul mercato.

San Siro, profumo di erba. Mission Boy pronto al rientro nell'Ippolito Fassati. Ecco le anticipazioni

Siamo nella settimana che saluta la fine dell'estate e l'inizio, sostanziale, dell'autunno tra Milano e Roma anche se il clima sarà caldo o estivo almeno fino ad Ottobre.
La notizia è che domenica, in mezzo ad una cornice di corse tecnicamente molto interessanti, ci sarà subito un cavallo importante pronto a rientrare e parliamo di Mission Boy (Paco Boy), arrivato secondo nel Parioli G3 dietro ad Out Of Time e nel Derby dietro a Keep On Fly, reduce da un np in Francia nel Paul de Moussac G3 dopo corsa tatticamente non ideale per uno come lui. Continuando a leggere fino in fondo anche la lista degli iscritti della prima giornata di livello a San Siro.

lunedì 26 agosto 2019

Capannelle e San Siro, quasi pronti alla partenza. A Milano si comincia il 1° Settembre, a Roma il 3. Ecco i libretti e le date da non perdere!

Manca veramente pochissimo all'apertura ufficiale della stagione di Milano San Siro e Roma Capannelle. 
La data è fissata in domenica 1 Settembre per San Siro e martedì 3 Settembre per l'ippodromo di Roma. Scopriamo insieme quali sono gli appuntamenti da non perdere per una stagione che comincia subito fortissimo.
Continuando a leggere fino in fondo troverai i PDF scaricabili dei libretti di Capannelle e di San Siro, anche da stampare, ma in generale da consultare e conservare. 
PROGRAMMA SAN SIRO: Milano, per esempio, già domenica manda in scena 3 Listed che sono l'Ippolito Fassati Lr, spostato a questa data da qualche tempo, il Premio Eupili Lr per femmine di 2 anni sui 1200 metri, ed il Premio Bessero Lr sui 1600 metri per femmine anziane. 

sabato 24 agosto 2019

Irlanda e Inghilterra: Armory, Mohican Heights e Alpine Star i nomi giovani e promettenti. Programmi a breve..

Non c'è stato solo York a catalizzare l'attenzione del venerdì. Sempre in Inghilterra, a Salisbury, c'era una Listed che ha avuto il sapore dolce amaro della vittoria.
Ad emergere infatti è stato, a poco meno di un'ora dalla notizia della scomparsa di Roaring Lion in Nuova Zelanda, un altro portacolori della Qatar Racing. Si tratta di Mohican Heights (Australia) capace di vincere la Listed EBF Stonehenge Stakes sulla distanza del miglio. Tutti i video delle corse che abbiamo citato sono disponibili continuando a leggere fino in fondo all'articolo.
Nessun successo chiaramente può aver consolato Sheikh Fahad, ma quello che abbiamo visto è un buon cavallo che cercherà di fare ancora meglio. Montato da Jamie Spencer, ha risolto lasciando a 2 lunghezze i battaglianti Berlin Tango (Dansili) e Subjectivist (Teofilo).

venerdì 23 agosto 2019

Addio a Roaring Lion. Il campione grigio non ce l'ha fatta dopo la violenta colica. Aveva 4 anni..

Alla fine non ce l'ha fatta. Roaring Lion (Kitten's Joy), 4 anni, è deceduto a causa di un perdurare e di un peggioramento della colica che lo aveva colpito qualche settimana fa, che aveva reso necessari anche altri interventi. 
Vane tutte le cure per cercare di tenerlo in vita, ma quando si interviene chirurgicamente a quel livello è sempre molto dura recuperare. Dunque è stato addormentato dolcemente per impedirgli altre numerose ed inutili sofferenze.
Continuando a leggere troverete lo statement completo ed i motivi che hanno resa necessaria l'eutanasia al campione.
Se ne va dunque prematuramente un campione grigio che ci ha fatto innamorare, in una estate che ci ha strappato via anche Sea of Class e Smokem Kitten.

York: Battaash un razzo nelle Nunthorpe, demolito il record di Dayjur. Secondo bonus da £1M per Stradivarius, buon Threat nelle Gimcrack..

Come uno sparo nel west, Battaash (Dark Angel) ha vinto al terzo tentativo le Nunthorpe Stakes G1, dopo le prime due sfortunate, e lo ha fatto in modo tale che non fosse una occasione come un'altra ma bensì come fosse una cosa eccezionale e stampando un 55.90s (fast by 1.40s) che, oltre ad essere il record della corsa, batte quello dell'altro champion sprinter di Hamdan Al Maktoum Dayjur (Danzig), realizzato nel 1990. 
Come dicono in Inghilterra: "third time lucky". Al terzo tentativo a York, dopo 2 quarti posti, è arrivata la vittoria in maniera molto confident, lasciando a 3 lunghezze e 3/4 Soldier's Call (Showcasing) mentre al terzo è giunta So Perfect (Scat Daddy). Alla colonna "unplaced fav" troviamo invece Ten Sovereigns (No Nay Never) che, dopo la July Cup G1 a Newmarket sui 1200 metri, ha capito che i 1000 di York sono un altro sport. E Battaash lo sa bene... riprovare più avanti, prego.

York, ratings: Mums Tipple un 119 di RPR!! Enable aumentata fino a 128! Ecco i programmi ed il meglio del venerdì

In questo post facciamo un report dei valori che sono stati attribuiti in seguito alla giornata di giovedì a York nell'Ebor Meeting, visto che abbiamo visto qualcosa di interessante. Su tutti la vittoria di Enable, capiremo quanto gli è valsa questa "rifinitura", mentre tra le new entry c'è stato sicuramente un 2 anni che ha impressionato ma che necessita di ulteriori conferme per essere considerato un vero e proprio crack.
Scopriremo perchè più sotto, intanto si è guadagnato una bella copertina con foto di Steven Cargill pubblicata nella rete. È o non è un campioncino? Scopriamolo insieme. Intanto è stato pagato solamente £45,000 in un'asta che lancia sempre cavalli di qualità.
Al netto di Mums Tipple, a cui appunto va la prima pagina, parliamo di Enable e poi anche della vincitrice delle Lowther Stakes G2 Living In Th Past, con tempo finale che va preso a riferimento al sauro sfacciato di cui sopra. E poi parliamo delle corse del venerdì con 2 prove di assoluto livello, nella giornata che precede l'Ebor Handicap che da il nome a tutto il festival.

giovedì 22 agosto 2019

York: Enable, missione compiuta nelle Yorkshire Oaks. Decimo G1 per la campionessa. Ora dritta all'Arc!

Poco più che un canter della mattina. Enable (Nathaniel) ha sbrigato la pratica Darley Yorkshire Oaks G1 con tutta la semplicità del mondo, liquidando in poche battute l'avversaria di sempre Magical (Galileo) e mettendo così fieno in cascina e la giusta dose di energia per preparare al meglio l'appuntamento con la storia. Tutti a Parigi!
Si, perchè la campionessa, vincendo a ParisLongchamp il terzo Arc de Triomphe, in programma il 6 Ottobre prossimo venturo, verrebbe proiettata in una dimensione mai occupata da nessun altro purosangue, tra quelli che fanno vibrare l'anima.
Lei, così prorompente, esuberante, giunonica e ciclopica, ha quel qualcosa più che i comuni quadrupedi non hanno. L'evoluzione della specie, un Frankel 2.0, e forse non è un caso sia stata allevata dal genio di Khalid Abdullah. Anche lei, la Regina delle Regine. Foto Alan Crowhurst/Getty Images.

Khalid Abdullah: L'uomo di Dancing Brave, Frankel ed Enable, che costruisce i sogni. Riproponiamo un articolo del Maestro Franco Raimondi del 2010

GC Costruite una statua a quest'uomo! Lui è Khalid Abdullah, Principe e imprenditore saudita, classe 1937, membro della famiglia reale Āl Saʿūd. Ha una vasta serie di interessi commerciali gestiti tramite la holding Mawarid ma è probabilmente meglio conosciuto per essere il proprietario della celebre e pluripremiata catena di allevamento di cavalli Juddmonte Farms.
Come tale, è una delle figure di spicco del mondo delle corse di cavalli purosangue. Ma non solo: è fondatore di un sistema allevatorio, forse il migliore in assoluto, che ancora oggi è florido e vivo, e fa innamorare tutti gli appassionati del nostro meraviglioso sport. I suoi colori sono diventati ben presto frequentatori abituali dei tondini di dissellaggio dei principali ippodromi del mondo, nelle più importanti corse del mondo. Sotto le sue insegne sono passati i cosiddetti "horses of a lifetime". Passando da Rainbow Quest, per Dancing Brave, Frankel, Arrogate (anche se acquistato e non prodotto del suo allevamento), fino ad arrivare alla campionessa Enable. Senza considerare i Dansili, gli Oasis Dream, Know Fact, Empire Maker..
E pensare che all'inizio il purosangue non era assolutamente in cima ai suoi interessi. Anche se il padre possedeva cavalli, Khalid inizialmente non era interessato al mondo delle corse. L'introduzione in questo sport è stata una visita al Longchamp con gli amici nel 1956. Nonostante questo, non ha posseduto cavalli da corsa fino alla fine degli anni '70. 
In un anno ha acquistato diversi soggetti segnando l'inizio degli investimenti su larga scala nel settore delle corse di cavalli da parte degli imprenditori del Medio Oriente che hanno trasformato questo sport.
Qui sotto riproponiamo un pezzo di 10 anni fa circa, realizzato dal Maestro Franco Raimondi, che sul Trotto & Turf analizzava la storia e ripercorreva le tappe di una storia divenuta meravigliosa. Un pezzo che tutti gli appassionati devono leggere e custodire gelosamente. Buona lettura..

Ratings: Japan valutato 126, Crystal Ocean abbassato a 125. Oggi c'è Enable.. possibile trappola.

È sempre utile osservare le valutazioni espresse dopo una corsa di livello ed in generale è utile confrontare i valori che vengono attribuiti ai campioni al massimo livello. 
Martedì a York si sono tenute le Juddmonte International Stakes G1 sui 2063 metri del Knavesmire vinte da Japan (Galileo) in una lotta strenua con Crystal Ocean (Sea The Stars), quest'ultimo considerato il più forte cavallo al mondo secondo gli handicapper della International Federation of Horseracing Authority. Photograph: Mick Atkins/ProSports/Rex/Shutterstock.

mercoledì 21 agosto 2019

York, Ebor Festival: Japan conquista le Juddmonte International, risolta la lotta con l'anziano Crystal Ocean

Come due tir sull'autostrada, Crystal Ocean (Sea The Stars) e Japan (Galileo) hanno inscenato un bel duello sulla veloce dirittura da York, ma alla fine ad uscire vincitore di questa particolare sfida nelle Juddmonte International Stakes G1 sui 2063 metri del Knavesmire, è stato il "giovane" Japan, portacolori Coolmore, che ha messo il collare all'anziano di Sir Michael Stoute, considerato dagli handicapper il più forte cavallo al mondo.
La sfida si è consumata sui binari di una corsa veloce nel tatticismo, condotta in avanti da Circus Maximus (Galileo), mai perso però di vista dal grande favorito che lo ha attaccato lungo tutta la strada e lanciato l'assalto al palo in cima alla retta, salvo poi pagare nel finale perchè, a sua volta, era stato messo nel mirino di Japan il quale dopo lungo duello alla fine l'ha spuntata, confermando per York la nomea di "graveyard of champions". Foto credit: Alan Crowhurst/Getty Images).

Aste: Arqana v2 Sale a +16%. In evidenza una figlia di Shalaa. Almeno 7 acquisti italiani...

La settima edizione delle Arqana v2 Sale, hanno avuto luogo martedì pomeriggio a Deauville con 139 puledri che sono passati sotto il martello del banditore. 
Le femmine hanno occupato gran parte dell'interesse, e ben 4 rappresentanti del gentil sesso hanno occupato le prime 5 posizioni tra i prezzi più alti.
In generale c'erano in catalogo 150 cavalli, di cui effettivamente offerti appunto 139 di cui venduti 111 (l'80%) con un top price da €135,000 con un fatturato completo da €4,096,000 (+16%), la media a €36,901 (+11,7%) ed il mediano a €31,000 (+14,8%).

martedì 20 agosto 2019

York, parata di stelle per l'Ebor Festival (21-24 Agosto). Crystal Ocean contro 8 avversari nelle Juddmonte International, Enable contro 3 avversarie nelle Yorkshire Oaks

Mercoledì uno dei miei meeting preferiti dell'anno prenderà il via in diretta sui canali 220 di Sky e in streaming, e siamo pronti per quattro giorni di alta qualità di gare sul Knavesmire, incluso il primo Sky Bet Ebor Handicap da 1 milione di sterline, il più ricco di tutti. 
Parliamo dell'Ebor Festival da York, 4 giorni dal mercoledì 21 Agosto al sabato 24 Agosto, di tanta qualità e passione. Siamo sicuri, dal punto di vista delle attrattive, che i "racegoers" non vedono l'ora di vedere all'opera Crystal Ocean, Enable, Stradivarius e Battaash, 4 campioni, anche di più, a dividersi la copertina del giorno, ma con tutti gli avversari carichi e pronti a sovvertire le gerarchie e catturare loro stessi, a loro volta, una copertina ed una cartolina da mandare ai parenti in giro per l'Inghilterra, o in giro per il mondo. Con dedica e baci ai nipotini...

Arqana Deauville August Yearling Sale, fatturato a €43M (+15%). Marco Bozzi ne compra 6 da totali €720K

Un bellissimo risultato per i vertici di Arqana, al termine della tre giorni Vente de Yearlings d'Août, detta in francese, ma riconosciute universalmente come Arqana Deauville August Yearling Sale 2019. 
Da sottolineare che oggi comincerà la seconda parte, quella più "normale", delle Arqana’s V2 Yearling Sale con 148 puledri in catalogo, ed inizio fissato alle 15,30.
Nel dettaglio, il terzo giorno delle "paradise sales", ha visto 179 cavalli in catalogo, di cui offerti 161 e venduti 117 (il 72%), con un fatturato di €10,244,000 (+8%), la media a €87,128 (+5%) ed il mediano a €66,000 (-5%). 
Cumulativamente, nella tre giorni, ovviamente il trend positivo: Catalogo con 338 soggetti, di cui effettivamente offerti 304 e venduti 230 (75%) con un fatturato da €43,704,000 (+15%), la media a €187,039 (+17%) ed il mediano a €125,000 (+16%).

lunedì 19 agosto 2019

Arqana Deauville August Yearling Sale, 2° giorno. Primi fuochi per Sheikh Mohammed, segno sempre positivo. Acquisti italiani..

Anche il secondo giorno di aste alle Arqana Deauville August Yearling Sale 2019 ha fatto registrare un bel segno più su tutti gli indici. 
Sono cominciati ad uscire anche i prezzi a 7 cifre, e difatti dopo la prima sessione ci sono stati almeno tre cavalli che hanno soppiantato i precedenti 3 prezzi più alti della prima giornata. Prima parliamo di numeri, poi di nomi. In catalogo c'erano 78 cavalli di cui offerti effettivamente 72 e venduti 62 (l'86%), con un fatturato di €18,395,000 (+31%) con la media di €296,694 (+24%) ed il mediano a €215,000 (+23%). 
A contribuire a questo movimento ci ha pensato Sheikh Mohammed, presente in persona a Deauville da venerdì, che lasciava presagire qualcosa sarebbe successo.

Mondo del Turf: Tre cavalli e tre storie del weekend: Glorious Journey, Marmelo e Blast Onepiece..

Tre storie e tre cavalli in questo fine settimana nel quale ci siamo soprattutto focalizzati sulla Francia ed in particolare a Deauville, con i 2 G1 di cui abbiamo approfondito le tematiche in giornata.
Ma tra Inghilterra, Francia e Giappone, ecco tre cavalli che faranno ancora parlare di loro. Partiamo da sabato e da Newbury, dunque dall'edizione 2019 delle Hungerford Stakes G2 sui 1400 metri, vinte da Glorious Journey (Dubawi) con in sella James Doyle. 
Il 4 anni, che veste i colori di HH Sheikha Al Jalila Racing, allenato da Charlie Appleby, ha ottenuto la sua migliore affermazione della carriera dopo essersi difeso dagli attacchi di Librisa Breeze (Mount Nelson) e Safe Voyage (Fast Company), il favorito. Per lui era la prima vittoria di questo 2019, arrivata dopo tanto tribolare. Perchè è importante questa vittoria? Perchè è molto migliorato da quando è stato castrato, ed è un peccato per uno con quel pedigree.

domenica 18 agosto 2019

Deauville: Coronet conquista il suo secondo G1 consecutivo, suo il Jean Romanet. Salto per Frankie...

Passi una vita ad inseguire il tuo primo G1 in carriera senza mai riuscirci per 5 anni, rischi di ritirarti senza ottenere il meritato alloro.. alla fine riesci nell'impresa, a Saint Cloud contro i maschi, e riesci addirittura a ripeterti.
Evidentemente la scimmia sulla spalla di Coronet (Dubawi) pesava moltissimo, ma una volta sfatato quel tabu ecco la seconda vittoria consecutiva al massimo livello ancora in Francia ma stavolta a Deauville, nel Jean Romanet G1.
Del resto Frankie Dettori aveva "chiamato" il salto quando, secondo nel Morny G1, aveva rimandato il discorso "leap for joy" alla corsa successiva e così è stato con la grigia che, pur con azione dispersiva, ha rifatto tutta la pista in verticale ma senza interferire nell'azione degli altri e meritando la vittoria, prendendo una frustata secca ma poi venendo accompagnata dal jockey italiano che l'ha assecondata.

Deauville: Earthlight vince il Darley Prix Morny G1, imbattuto in 4 uscite. Le parole di Andre Fabre...

Prima Pinatubo, poi Earthlight. L'estate di Godolphin, con i 2 anni figli di Shamardal, è finora molto soddisfacente. E così, dopo l'affermazione dell'imbattuto a Goodwood, ecco un altro rappresentante della casacca blu rimanere imbattuto in 4 uscite grazie alla vittoria nel Darley Prix Morny G1 sui 1200 metri di Deauville.
Earthlight, già vincitore del Prix de Cabourg G2 su tracciato e distanza qualche settimana fa, ha fatto valere la sua fisicità e la sua qualità superiore per risolvere nei confronti di Raffle Prize (Slade Power) con al terzo Golden Horde (Lethal Force), con al quarto un filo deludente Arizona (No Nay Never), vincitore delle Coventry G2.

Aste: Positivo 1° giorno per le Arqana August Yearling Sale, top price a €800,000. Ecco il live ed il racconto delle aste a Deauville

La prima sessione delle Arqana August Yearling Sale, la prima asta europea degli yearlings nel dettaglio, ha visto un buon risultato in termini di folla che ha assiepato il recinto ed il tondino di presentazione dei cavalli in catalogo, pur questi non toccando dei vertici folli come spesa, come si poteva pensare, ma ha fatto registrare un trend molto molto positivo.
Il day 1 è scivolato via con 79 cavalli in catalogo, offerti effettivamente 71 di cui venduti 51 (il 72%), con un fatturato di €14,430,000 (+8%), la media a €282,941 (+22%) ed il mediano a €230,000 (+35%). Il prezzo più basso di questa asta è stato di €35,000. Una boutique di lusso. Continuando a leggere vi raccontiamo chi e come ha comprato a Deauville, in attesa del secondo ed il terzo giorno di aste..

sabato 17 agosto 2019

Aste: Cominciate le Arqana Deauville August Yearling Sale 2019. Ecco il live dell'asta

Sono in fase di svolgimento in Francia a Deauville le aste organizzate da Arqana per gli yearlings, una delle aste più attese, chiamata The Sale Paradise per la sua particolare qualità. Si attendono grandi fuochi e prezzi esorbitanti, dal 17 al 19 Agosto e chiamate August Sale.
Sheikh Mohammed in persona, pare sia presente sul campo per sfoderare tutte le armi a propria disposizione. Presenti anche rappresentanti di Coolmore, Al Shaqab Racing, Phoenix Thoroughbreds, e Peter Brant.
Continuando a leggere qui sotto troverete il live streaming dell'asta. Il catalogo è disponibile cliccando su questo LINK. Alcuni fattiche riguardano l'asta:

Europa: Domenica a Deauville una delle più belle edizioni del Darley Prix Morny G1

Il fine settimana europeo è pregno, anche se tutti aspettano in maniera spasmodica l'inizio dell'Ebor Festival che si preannuncia stellare con le presenze di Enable, di Crystal Ocean e di Battaash. Insomma, un trio in grado di onorare al meglio il Festival sponsorizzato da Juddmonte. 
Sabato sono in programma alcune prove di Gruppo in Francia come Shadwell Prix du Calvados (Group 2) (2yo Fillies) (Straight Course), Shadwell Prix Daphnis (Group 3) (3yo) (Round Course), Shadwell Prix de la Nonette (Group 2) (3yo Fillies) (Round Course) (Turf) (3yo) 1m2f SKY, Criterium du Fonds Europeen de l'Elevage (Listed Race) (2yo) (Round Course) (Turf) (2yo). 
In Inghilterra a Newbury l'edizione 2019 delle Unibet Hungerford Stakes G2. Ma i veri clou saranno a Deauville domenica 18 Agosto. 

Mercato degli stalloni: Dylan Mouth messo in vendita per risolvere una comproprietà!

Momento di saldi estivi, anche se è sempre curioso vedere più annunci di stalloni in vendita. Soprattutto quando si tratta di campioni italiani..
Per risolvere una comproprietà e lo scioglimento di della società Worsall Grange, condizionata dalla morte dello stud manager Lucy Horner, e dopo la vendita della scorsa settimana di Cannock Chase, è stato messo in liquidazione anche una vecchia conoscenza del galoppo italiano.
Dylan Mouth (Dylan Thomas), 8 anni, vincitore di Derby in Italia e vincitore di 3 G1 sempre in Italia per Stefano Botti e la Effevi, e poi vincitore anche a livello di G3 nella sua carriera inglese alle dipendenze di Marco Botti a Newmarket, quando passato sotto le insegne di Earle Mack.

venerdì 16 agosto 2019

Ferragosto Europeo. A Deauville si rivela Headman ed Olmedo torna a vincere. In Irlanda Madhmoon si prepara a Leopardstown

Un Ferragosto di passione in Europa, a partire dall'Irlanda, passando per la Francia e finendo in Italia.
Gli spunti più interessanti, almeno inizialmente e cronologicamente partendo dal primo pomeriggio, sono arrivati dalla Francia dove sono andate in scena due prove di Gruppo che potranno darci indicazioni sul futuro dei 3 anni.
Nel Prix Guillaume d'Ornano Haras du Logis Saint-Germain (Group 2) (3yo) (Round Course) (Turf) a vincere è stato l'inglese Headman (Kingman), allenato da Roger Charlton con il giovane Jason Watson in sella, che ha dato l'idea di aver fatto un bel passo in avanti nelle gerarchie dei 3 anni in Europa, finora non esaltanti.

mercoledì 14 agosto 2019

Italians: In Francia ritorno con vittoria per Rosario Mangione per un team tricolore. In Inghilterra giovani allievi connazionali crescono..

Per la rubrica italians diamo conto di qualche notizia dei nostri connazionali protagonisti fuori dai confini nazionali.
Parliamo dei ragazzi francesi che, nonostante tante difficoltà, si adoperano per una rinascita e per una conferma. Mentre in Germania, più poveri da un anno e mezzo di Daniele Porcu, piccoli germogli di fantini crescono con Marco Casamento e Miki Cadeddu, quest'ultimo ormai un veterano delle piste tedesche.
Facciamo il punto della situazione anche degli altri jockeys sparsi qui e li per il mondo, ma alla fine un focus sui giovani fantini italiani in Inghilterra che hanno cominciato a muovere i primi passi con il traguardo. Della serie... piccoli Dettori crescono. PS: Qualora ce ne fossimo colpevolmente dimenticato qualcuno, ditecelo pure..
Buona lettura!

martedì 13 agosto 2019

Verso l'Ebor Festival di York dal 21 al 24 Agosto. ⭐ Guest star annunciate: Enable, Stradivarius, Crystal Ocean e Battaash

Fra poco più di una settimana, si accende l'Ebor Festival da York. Il programma prevede che dal 21 Agosto al 24 Agosto, ci saranno 4 giornate di corse tutte al massimo livello. Sarà occasione di rivedere all'opera la campionessa Enable (Nathaniel) che correrà le Darley Yorkshire Oaks G1 in programma giovedì 22. 
Gosden su di lei ha detto: "È uscita molto bene dalle King George, ha sostenuto un breeze con Frankie Dettori qualche giorno fa, sabato esattamente, una bella apertura di fiato e mi sono piaciuti entrambi. Sta bene, è pronta per la corsa".

Situazione Capannelle vs campo rom de la Barbuta, i video, le reazioni, le diffide di Frongia e dei residenti della zona

Ieri mattina, nel mondo dei social, c'è stata notevole indignazione a causa dell'ennesimo atto di vandalismo perpetrato nei confronti degli operatori romani che lavorano negli impianti di allenamento di Capannelle e di cui abbiamo documentato sulla pagina Facebook. 
Il video in poche ore ha raggiunto le oltre 10 mila visualizzazioni (in continua crescita), è stato condiviso da centinaia di persone ed ha raggiunto le oltre 17 mila persone in termini di agganciamento della notizia. Significa che c'è rinnovata attenzione ad un problema che da anni attanaglia la Capitale in generale, non quella dei cavalli e delle corse.
Ad essere oggetto di barbarie del documento del 11 Agosto è stato, come spesso accade, il centro di Ciampino le cui piste sono attigue al campo rom de La Barbuta, già nota alle forze dell'ordine per i ripetuti interventi di doma delle fiamme di chissà quale sostanza che, ogni sera, sale in una densa colonna verso il cielo creando problemi allo scalo aeroportuale, a chiunque viva in quella zona, e a qualsiasi turista che, una volta sbarcato a Ciampino, si trova davanti come bigliettino di ingresso verso Roma delle graziose casupole abitate da persone di etnia Rom, che poco puntano al decoro dell'ambiente.
Continuando a leggere trovate altre foto di situazioni quotidiane, il video pubblicato sulla pagina Facebook di Mondoturf, nei commenti alcune altre foto che documentano la grave situazione in cui si trovano a lavorare gli operatori, nonostante i reiterati avvisi. Non vuole essere una denuncia razzista o sovranista, semplicemente gli operatori sono stufi di rischiare la vita in un settore che attraversa una grave crisi, in uno Stato che garantisce impunità.

lunedì 12 agosto 2019

Francia e Germania: Romanised vola sul Jacques Le Marois. Ad Hoppegarten French King fa 4 consecutive

Aridanghete. Le isole britanniche hanno varcato un'altra volta la manica con il van pieno di trofei. L'ultimo in ordine temporale è stato Romanised (Holy Roman Emperor), allenato da Ken Condon in Irlanda, che ha lanciato un raid di successo a Deauville nel Prix Jacques Le Marois G1 sul miglio, a dir la verità un pò moscio. 
Il vincitore delle Irish 2,000 Guineas è stato agevolato dal ritmo non pedestre dei 2 pacemakers Success Days (Jeremy) e Vocal Music (Vocalised), superandoli di slancio ed infine resistendo agli attacchi di Shaman (Shamardal), lasciato ad una lunghezza ed un quarto, con al terzo Line Of Duty (Galileo). La valutazione della corsa è stata di 118, un punto in meno al 119 di un G2 vinto al Curragh.

Allevamento: Addio al campione King Kamehameha e al talentuoso Pedro The Great, fratello di Footstepsinthesand

Da registrare due scomparse premature in tema di stalloni. La più pesante riguarda il giapponese King Kamehameha (Kingmambo) che, a pochi giorni dall'altra leggenda Deep Impact, è deceduto all'età di 18 anni in seguito a dei problemi che gli avevano anche condizionato la stagione di monta 2019. 
Il figlio di Kingmambo è stato sempre il rivale dichiarato di "impacto" in razza, ma la sua luce è stata troppo spesso offuscata dalla leadership dello stesso Deep. Nonostante ciò, in razza ha prodotto alla grandissima. Acquistato da Katsumi Yoshida per $650,000 in utero di sua mamma Manfath (Last Tycoon) in America, ha vinto 7 delle 8 corse disputate fallendo solo il rientro a 3 anni nel Keisei Hai G3. Ha vinto di 5 na NHK Mile Cup G1 e poi il Tokyo Yushun G1 a tempo di record nei confronti di Heart's Cry. Fermato solo per un problema al tendine, è ben presto diventato leading first crop sire nel 2008, salendo al top degli stalloni giapponesi nel 2010 e guadagnando il primo titolo assoluto nel 2011.

domenica 11 agosto 2019

Mondo del Turf: Bricks And Mortar un altro mattoncino per l'Arlington Million. Chad Brown dominatore ad Arlington. Il meglio del sabato inglese..

Qualche news veloce veloce in questo sabato qualunque di Agosto, giusto per tenerci un pizzico informati sulle vicende oltremanica ed in generale nel mondo europeo delle corse ma anche quello americano perchè nella notte tra sabato e domenica ci sono state alcune prove interessanti ad Arlington Park, con comune denominatore e dominatore della serata in Chad Brown che ha vinto tutte e tre le prove di G1 della serata. La copertina è dedicata a quello che al momento è il più forte cavallo americano sull'erba: Bricks And Mortar, letteralmente "mattoni e malta", per cementare una carriera solidissima
L'Inghilterra è andata sul soft con la Shergar Cup, valenza tecnica zero, e soprattutto con Haydock dove si è rivelata una cavalla potenzialmente importante anche se anziana, mentre a Newmarket ci sono stati i giovanissimi, senza dimenticare un italian bred che si sta facendo immensamente onore fuori dai nostri confini.
Per scoprire tutte queste cose con la spremuta social, i risultati ed i video continua a leggere fino in fondo.

sabato 10 agosto 2019

Ascot: Arriva la Shergar Cup! Lezione di managing inglese, per il "non-evento" che attrae 30 mila persone. C'è Nanako Fujita!

Anche quest'anno, tutto pronto per la Shergar Cup: Tanti fantini, miriadi di colori, un concerto pop, cheerleaders, un bel pò di casino nel parterre e la possibilità, anche da parte di chi non è minimamente avvezzo alla scommessa ippica intesa a livello enciclopedico, di annusare l’aria di un ippodromo e gustarsi una giornata di corse nell’ippodromo della Regina. 
Tutto in perfetto stile british: Ad Ascot si corre, si beve, si scommette, si beve ancora e alla fine di tutto ciò alcune delle storiche pop band inglesi cantano gratis (si prevedono i Jessie J, DJ set by Tinie Tempah e performance da Go West) per il pubblico presente al vecchio tondino con vecchi revival, grandi successi anni 80 accompagnati da fiumi di birra…. Tutto questo è la Shergar Cup, sponsorizzata Dubai Duty Free. Continuando a leggere si potrà consultare la storia ed i team per il 2019 con le illustri presenze dall'estero.

Aste: I cataloghi delle Goffs UK Premier Yearling Sale e delle Silver Yearling Sale. Qualità allo stato puro e incentivi per gli italiani!

Goffs is back e la vecchia Inghilterra, nei giorni segnati dal crollo della Sterlina, si appresta ad inaugurare la stagione delle aste degli yearlings. È stato pubblicato infatti il catalogo delle Goffs UK Premier Yearling Sale (27 – 28 Agosto) del 2019 (disponibile cliccando su questo LINK), pronto a catapultare nelle scuderie di tutto il mondo i nuovi nati della generazione 2018 che debutteranno in pista nel 2020.
Una asta dalla quale escono solo cavalli buoni e che ha prodotto ancora vincitori del Royal Ascot a Giugno, è finalmente online ed offre come al solito una vastissima scelta di qualità con 469 yearlings in catalogo, prodotti di alcuni dei migliori stalloni europei. Il meglio del meglio, insomma. E non solo. Il 29 Agosto ci saranno le Goffs UK Silver Yearling Sale (disponibile cliccando su questo LINK), con un catalogo composto da 175 puledri.

venerdì 9 agosto 2019

Irlanda: Siskin debella Monarch of Egypt e vince le Phoenix G1! Il Juddmonte imbattuto in 4 uscite

Siskin! Poker per il Juddmonte nelle Keeneland Phoenix Stakes G1 sui 1200 del Curragh, che ha battuto il controfavorito Monarch of Egypt (American Pharoah) il primo G1 dedicato ai puledri di 2 anni nella stagione.
Siskin, imbattuto in 4 uscite, con Colin Keane in sella ha debellato la resistenza dei 3 Coolmoriani che certamente non gli hanno reso semplice la corsa con il solito tatticismo prepotente, e lo ha fatto con grande coraggio e tenacia rispondendo ai serrati del suo dirimpettaio e staccandosi nel finale, con il terzo posto preso da Royal Lytham (Gleneagles) che si è dimostrato cavallo comunque solido, in questa fase. 
Arrivo delle Railway Stakes G2 di qualche settimana fa confermatissimo dunque, con i primi 2 arrivati sempre nello stesso ordine ma con una diversa conformazione tattica della corsa.

Ratings: Enable passa in 2° posizione a 126 dopo le King George. Ecco il World's Best Racehorse Rankings completo

Nella giornata di giovedì sono stati pubblicati i rating stagionali resi noti dalla International Federation of Horseracing Authority (IFHA) tramite la LONGINES World's Best Racehorse Rankings for 2019, e riguardano i cavalli più importanti al mondo nel periodo.
Questo aggiornamento era molto atteso perchè riguardava la valutazione che gli handicapper avrebbero fatto dopo l'edizione 2019 delle King George VI & Queen Elizabeth II Stakes G1 nelle quali è andato in scena uno scontro epico tra Enable (Nathaniel) e Crystal Ocean (Sea The Stars), che invece era davanti a lei nel precedente riepilogo per 127 a 123 che, con il famoso chilo e mezzo relativo al sesso, faceva considerare Enable un filo al di sotto di Crystal Ocean.
Continuando a leggere trovate le classifiche complete ed i nuovi inserimenti.

giovedì 8 agosto 2019

Arabia Saudita: La Saudi Cup sarà la corsa più ricca al mondo! $20 milioni di dotazione. Ecco dove e quando

Il reparto "horseracing" dell'Arabia Saudita ha annunciato ed ufficializzato negli ultimi giorni quello che avevamo anticipato qualche mese fa.
La Saudi Cup, in programma il 29 Febbraio prossimo al King Abdulaziz Racetrack in Riyadh, sarà la corsa più ricca al mondo con la dotazione stabilita di $20 milioni di cui $10 al primo. 
La corsa si disputerà sul miglio ed un ottavo sulla sabbia, il campo partenti sarà al massimo di 14 cavalli e la data è stata stabilita appositamente per essere un passaggio tra la Pegasus World Cup di Gulfstream Park di fine Gennaio e la Dubai World Cup G1 di Meydan di fine Marzo. I primi 3 della Pegasus, sono automaticamente invitati. 
Il Jockey Club della Saudi Arabia pagherà scuderie, viaggi, mantenimento, veterinari, maniscalchi e anche trasporto. Pur di far venire cavalli buoni, oltre a regalare molti soldi e mantenimento vario, la corsa non ha costo di iscrizione e il montepremi è fino al 10° posto.

mercoledì 7 agosto 2019

Weekend del turf: Ecco i G1 tra Irlanda, Francia e Germania in questo fine settimana..

Il weekend europeo, imperniato su 3 corse al massimo livello tra Irlanda, Francia e Germania, comincerà venerdì pomeriggio, tardo, con il Curragh che manda in scena alle 20,25 le Keeneland Phoenix Stakes G1 sui 1200 metri per cavalli di due anni. 
Alla dichiarazione dei partenti figurano 5 partenti e basta ed un grande assente come Arizona, vincitore delle Coventry Stakes G2, che Aidan O'Brien ha parcheggiato momentaneamente. C'è molta attesa per un cavallo che ha particolarmente impressionato e si chiama Siskin (First Defence), allevato e di proprietà Juddmonte, allenato da Ger Lyons e montato da Colin Keane. 
Note particolari sono quelle del fatto che si tratta di un imbattuto in 3 corse disputate tra Naas ed il Curragh stesso, migliorando sempre, e di essere figlio di First Defence (Unbridled's Song), ora sbolognato in Arabia Saudita da Juddmonte dopo aver funzionato fino al 2016 in America. 

Mercato: Mirage Dancer venduto agli australiani. Obiettivo Melbourne Cup G1 il 5 Novembre

In questa afosa estate italiana una notizia di "ippicamercato". Oggetto del contendere è il 5 anni Mirage Dancer (Frankel) che a breve cambierà casacca ed emisfero, perchè acquistato dagli australiani che per lui hanno in mente un vestitino su misura e obiettivi come Caulfield Cup e soprattutto con la Melbourne Cup G1 sui 3200 metri, ad inizio Novembre, esattamente il 5 Novembre, a Flemington Park nella corsa che ferma una nazione. 
Ormai ex di Juddmonte, allenato da Sir Michael Stoute in Inghilterra, Mirage Dancer ha vinto 4 delle 16 corse disputate di cui l'ultima a Goodwood, arrivando secondo nelle Glorious Stakes G3 mentre l'ultima vittoria è maturata al rientro a livello di Listed.

martedì 6 agosto 2019

Scommesse in Italia: Palinsesto Complementare, a che punto siamo? Ecco la situazione

Ad inizio Aprile 2019, l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha pubblicato il documento con le linee guida dell’atteso palinsesto complementare per l’ippica. 
Il provvedimento regola l'offerta di programmi di scommesse ippiche complementari al programma ufficiale delle scommesse ippiche.
IL DOCUMENTO COMPLETO REPERIBILE CLICCANDO SU QUESTO LINK. Il documento allegato dice che sono abilitati all’offerta e alla gestione del programma complementare i concessionari, le società di corse e gli allibratori, a seguito dell’esito positivo del corretto funzionamento delle modalità di colloquio del sistema di elaborazione del concessionario secondo quanto definito da Adm.

lunedì 5 agosto 2019

Infortunio per Too Darn Hot! Fine della carriera di corse per il campione. Sarà del Darley

Annuncio arrivato quasi improvvisamente in un torrido pomeriggio di lunedì, a pochi giorni dall'impresa nel Chichester con la vittoria delle Sussex Stakes G1 sul miglio, è stato reso noto il ritiro del campione Too Darn Hot (Dubawi) a causa di un serio infortunio che ne ha messo fine all'attività agonistica.
Pare che l'infortunio sia maturato proprio in occasione dell'ultima partecipazione in pista!
Il figlio di Dubawi allenato da John Gosden per i signori Lloyd Webber, è stato già operato d'urgenza per evitare guai più grandi ed è stato appena comunicato che ha subito un intervento chirurgico presso il Newmarket Equine Hospital.

Deauville: Advertise regala il 12° G1 in 9 settimane e mezzo a Frankie Dettori. Ecco il volo..

The man is on fire. Parliamo ovviamente di Frankie Dettori che in 9 settimane e mezzo ha raggiunto un altro piccolo record, quello dei 12 G1 vinti.
Chiaro, le chances sono sempre di livello quando si parla di corse di alta classe, ma il jockey italiano sta sbagliando veramente pochissimo nel periodo, sicuramente il dato è incontestabile. 
L'ennesima perla è arrivata in Francia nel Prix Maurice de Gheest G1 a Deauville, in sella ad Advertise (Showcasing), già vincitore al Royal As
cot della Commonwealth Cup G1, che ha replicato anche in Francia come ormai avviene spesso con i cavalli britannici oltralpe.

Giappone: Christophe Patrice Lemaire eguaglia.. se stesso! 8 vittorie in un giorno a Sapporo

Christophe Patrice Lemaire, ci ha preso gusto. Come si dice quando ne vinci otto in un convegno di corse? Ottuplo. 
Lo avevamo usato già in occasione di una impresa similare già avvenuta nel 2016 con protagonista la cravache francese.
È successo di nuovo a Sapporo con il suo stesso record eguagliato di 8 affermazioni sulle 12 corse previste nella giornata. Va bene che i jockey nipponici non sono dei fenomeni assoluti, ma comunque di impresa si tratta.
Al momento Lemaire è secondo nella classifica fantini del circuito JRA al giro di boa, con Yuga Kawada che è leader con 96 vittorie. Segue Lemaire con 83, mentre Mirco Demuro è attualmente ottavo in classifica con 54 affermazioni. Qui sotto la classifica dei primi 10 e le 8 vittorie di Lemaire di ieri a Sapporo.

Germania: Diamanta a sorpresa nelle Oaks tedesche. Prima vittoria per Markus Klug in questa corsa

In Germania sono andate in scena le Oaks locali, il 161st Henkel-Preis der Diana G1 da Düsseldorf sui 2200 metri, vinto da Diamanta (Maxios) in un particolare 1-2-3 per cavalli che erano allevati ed anche di proprietà dei rispettivi stud.
Continuando a leggere trovate il video ed il risultato completo.
La figlia di Maxios (Monsun), atipico Monsun funzionante in Germania, ha regalato a Markus Klug, cioè uno degli allenatori più emergenti nel panorama tedesco, la prima vittoria in questa corsa.

domenica 4 agosto 2019

Varese: Coccoloba di forza nel Criterium Varesino, rincorsa vana per Gerardino Jet

Ancora Coccoloba. Il maschio di Stefano Botti, tutto 100% made in Italy, ha riportato il Criterium Varesino memorial Virginio Curti, soddisfacendo in pieno le aspettative della punta.
Appoggiato fino ai 3/5, il figlio di Desert Prince (Green Desert) ha capitalizzato un percorso vicino alla testa e dietro a Caballero Chopper (Mukhadram) prendendolo di mira e superandolo di slancio impedendo di fatto la rincorsa a Gerardino Jet (Henrythenavigator) arrivato da lontano e non proprio fortunatissimo sul percorso, con al terzo posto il Grizzettiano che aveva provato a farsela davanti.