STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 30 aprile 2014

First Crop Sires: Primo vincitore per Le Cadre Noir (Danetime) a Roma e per Equiano (Acclamation) a Newcastle..

Secondo di Scialla la scorsa settimana, il "Pera" Birch Noir (Le Cadre Noir) ha colpito duro nella seconda uscita della carriera a Capannelle regalando a suo padre Le Cadre Noir (Danetime) il primo rappresentante vincitore della carriera di stallone. Birch Noir, montato da Pasquale Borrelli, ha battuto Spread (Colossus) già vincitore un paio di settimane fa. IL VIDEO DELLA VITTORIA QUI.
Antonio Peraino è un sostenitore di Le Cadre Noir, infatti Birch Noir è allevato in Irlanda dal suo allenatore ed è prodotto di Birch (Inchinor), cavalla che correva per il training del Pera che la comprò per €5,000 alle SGA Selected Sale del 2005. E' una famiglia molto consistente perchè Birch è mezza sorella di Bios (Lammtarra), di una famiglia sviluppata da Franca Vittadini. La terza mamma è Biograph (Lyphard), che ha prodotto il piazzato di G1 Scribano (Pharly) e Bedside Story (Mtoto), seconda di Lydia Tesio G1 e madre del campione Vol De Nuit (Linamix). Biosphere (Pharly), una sorella piena di Scribano, è madre di Di Moi Oui vincitrice di G3 in Francia e seconda madre della Campionessa Classica Stay Alive (Iffraaj), vincitrice di Regina Elena, sorella del solido Gimmy (Lomitas). Quanto al padre: Si tratta di Le Cadre Noir (Danetime), che ha costruito la sua bella ed onesta carriera di sprinter in Italia agli ordini di Armando Renzoni. Vinse 3 Stakes tra cui l'Omenoni G3 e si è piazzato secondo nel Prix de Meautry G3. Successivamente trasferito in Irlanda alle cure di Dermot Weld, ha vinto una Listed (le Testimonial Stakes) e 4 anni. Le Cadre Noir funziona per lo Sweep Lane Stud al tasso di €2,500 ed essendo un Danetime (Danehill) può essere un buon compromesso valore/prezzo. 
Non solo Le Cadre, nei giorni scorsi anche un altro velocista si è tolto la qualifica di maiden da stallone: Equiano (Acclamation) è stato ben rappresentato da Moving Melody che ha vinto al debutto una maiden a Newcastle con stile. La femmina allenata da Richard Fahey ha risolto mantenendo qualcosa per la prossima in mano. Quanto allo stallone: Equiano è un duplice vincitore di G1 in Inghilterra sui 1000 metri. Velocista di spessore ha riportato le King’s Stand Stakes al Royal Meeting a 3 anni mentre a 5 ha vinto le Palace House Stakes G3. Si è inoltre piazzato nella July Cup G1, nel Prix du Gros-Chene G2 e nelle Temple Stakes G2. La parte alta del suo pedigree parla di tanta velocità apportata da Acclamation (Royal Applause), ma nella sezione femminile c'è molta stamina garantita da Ela-Mana-Mou (Pitcairn), padre di Entente Cordiale, la mamma di Equiano, ma in generale di cavalli che hanno dato il meglio sulla distanza. Della sua prima annata in razza ci sono 90 due anni in giro, nati da quando funzionava al tasso di £8,000 come nel 2014 del resto presso il Newsells Park Stud. Nella seconda annata in razza ci sono 104 yearlings e nella terza ha coperto un book di 123 fattrici lo scorso anno, e dunque stanno nascendo in questo periodo. In razza è stato ben accolto da parecchi allevatori ed i suoi prodotti hanno fatto prezzi discreti.

martedì 29 aprile 2014

L'ANGOLO DEI #PRONOSTICI DEGLI UTENTI DI MONDOTURF. ROMA CAPANNELLE martedì 29 APRILE

È il post più visitato. Diamo spazio e voce ai vostri pronostici sui maggiori e principali campi di galoppo, secondo lo schema de LA SINGOLA DEL GIORNO, IL MULTIPLO o segnalazioni MULTIPLE da scegliere singolarmente ed il "CLAMOROSO" o meglio, un cavallo a quota troppo alta rispetto alle possibilità. Noi diciamo la nostra mentre VOI UTENTI proponete quale, secondo il vostro intuito, potrà essere la più remunerativa scommessa della giornata in base alle quote fisse in apertura oppure al totalizzatore.
SE NON HAI UN CONTO GIOCO SNAI SPORT O IPPICA, APRILO CLICCANDO SU QUESTO LINK. APPROFITTANE!!! 

Si tratta di un modo per cercare di condividere il più possibile le idee di tutti i visitatori. 
In questa occasione ci concentriamo con martedì 29 Aprile (partenti ufficiali cliccando QUI), con ROMA CAPANNELLE.
Potete usare come per HIPPOWEB, qualora non aveste un account, le seguenti credenziali: nome utente e password: mondoturf
Ecco le nostre segnalazioni ed i nostri suggerimenti, tu piuttosto di la tua. Vuoi condividere la tua idea? Ecco come si fa: Commentare è semplice, basta inserire il commento in fondo al post e alla domanda "commenta come" inserisci la modalità: Anonimo, via account Google, con un nome qualsiasi e in altre modalità proposte. Se sei interessato a leggere, consultare e dire la tua.. clicca sul tastino qui in basso...

domenica 27 aprile 2014

Capannelle a tinte Classiche: Salford Secret grande conferma nel Premio Parioli, battuto il Priore. Vague Nouvelle vola nel Regina Elena sotto il diluvio. Nel Botticelli, Steaming Kitten a sorpresa..nulla da fare per Autre Qualite

Criterium Partenepeo, Premio Pisa Lr e infine Parioli, Gruppo 3 sui 1600 metri per i maschi di tre anni. Ecco la ciliegina sulla torta della fantastica striscia vincente di un poderoso Salford Secret (Sakhee's Secret). Il pupillo di Riccardo Santini arrivava all'appuntamento delle Capannelle come uno tra i favoriti e ha mantenuto il pronostico facendo leva sulla grande condizione, il notevole miglioramento e la grande classe che a questo punto è diventata indiscutibile. La pioggia che si è scatenata copiosa poco dopo la prima corsa sull'ippodromo romano ha reso il terreno pesante ma il bel baio oscuro con in sella in sella il fido Djorde Perovic, che l'ha interpretato dalla sua prima performance italiana dopo essere stato acquistato in Inghilterra, ci si è trovato perfettamente a suo agio e a 200 metri dal palo ha messo in mostra un bella accelerazione staccandosi in lotta con l'altro atteso Priore Philip (Dane Friendly) e qualche lunghezza più indietro Hoovergetthekeys (Henrythenavigator) che era stato l'unico a finire davanti a Salford in occasione del Criterium di Pisa, quando ebbe un percorso sicuramente più favorevole. Priore con Cristian in cabina di regia dimostrano di avere classe e grinta da vendere e ci provano fino all'ultimo metro ma alla fine si sono dovuti accontentare del secondo posto con una mezza lunghezza che li separa dal vincitore..a ragion veduta, forse una corsa in più sarebbe stata meglio per uno come lui. Terzo, come detto, un regolarissimo Hoovergetthekeys che non manca mai l'appuntamento con il marcatore e anche oggi ha dato grande prova di solidità. Ottimo il bel quarto posto di Dress Drive (Yeats) del team di Marinella Arienti, cavallo cresciutto tantissimo nel periodo. Forse non a loro agio sul terreno..

Longchamp: Un Ganay spettacolare!! Il leone Cirrus des Aigles respinge a fil di palo la rientrante Treve, non più imbattuta

L'ha vinta Soumillon o l'ha persa Lanfranco Dettori? La domanda terrà banco e dividerà l'Europa intera. Oggi a Longchamp sfide nelle sfide ne Prix Ganay, primo Gruppo 1 stagionale in Europa dall'esito atteso a seconda per chi tifavate. Tra la vittoria e la sconfitta una testa, ma due cavalli di spessore a nobilitare la corsa nella sfida tra le due trainer Corinne Barande-Barbe e Criquette Head. Dall'Arc rientrava Treve (Motivator), finora imbattuta, e contro ha trovato il vecchio campione mai domo Cirrus des Aigles (Even Top), 8 anni e due palle (in senso metaforico) così grosse. Cirrus ha messo un punto fermo sulla femmina, facendo anche leva sulla condizione più solida nella stagione visto che ha fatto Meydan e veniva da un secondo posto nello Sheema Classic G1 perso solo dietro ad un'altra femmina terribile come Gentildonna. Corsa alla francese, Belle de Crecy (Rock of Gibraltar) a fare da battistrada tirando la volata, Treve a fondogruppo e Cirrus vicino alla testa con Joshua Tree (Montjeu) li a cercare di mulinare e che alla fine ne ha fatto le spese cercando il confronto. A 500 dal palo si è scatenata la bagarre con la femmina che ha si agganciato Cirrus, ma questo non ha ceduto un metro e Christophe Soumillon, che si era tenuto qualcosa, ha lanciato il suo in una lotta furibonda a fruste alzate. Risultato, Lanfranco ha preso un prosciutto e Soumì tutta la cuccagna. Treve ora non è più imbattuta, Cirrus festeggia a Champagne e donnine. Serviva un Cirrus d'annata per beffare la femmina imbattibile. Frankie avrà modo di ripensarci su, ma magari sbagliamo noi..chi lo sa.. Treve non era così esplosiva come nell'Arc e forse la corsa nelle gambe ha fatto la differenza. Finale notevole comunque, una retta vissuta attimo dopo attimo intensamente. Per la cronaca al terzo a diverse lunghezze un cavallo quale Norse King (Norse Dancer), preciso al bacio per un nostro Repubblica G1 qualora lo voglia nobilitare, ma dubitiamo. IL VIDEO DEL PRIX GANAY QUI. L'ha vinta Cristophe o l'ha persa Lanfrancone? Bah. Per noi l'ha vinta Soumillon, ma sotto aveva un cavallo della madonna. 

sabato 26 aprile 2014

San Siro: Un poderoso Eldo River vola sul Premio Certosa, battuto Harlem Shake terzo Elettrotreno

Un solo sparo, quello di Eldo River (Le Vie Dei Colori) che nella giornata di San Siro ha riportato in grande stile il Premio Certosa sul chilometro secco. Il figlio di Le Vie Dei Colori (Efisio), a 15/1, ha martellato forte su Harlem Shake (Moss Vale) con al terzo ancora positivo Elettrotreno (Modigliani) che aveva un sovraccarico non trascurabile. Perfetto interprete del 1000 sul buono, il cavallo allenato da Luigi Biagetti ha cancellato la sua ultima prestazione troppo al di sotto del suo standard ed è tornato a fornire una prestazione solida, confermando proprio le 2 lunghezze ad Elettrotreno rifilategli in un paio di occasioni fa. Pasquale Borrelli bravo a tenere sempre il suo bene in carica per poi lasciarlo galoppare verso il traguardo con ampie folate ed azione proficua. Insomma, a 1000 metri Eldo va sempre temuto! IL VIDEO DEL PREMIO CERTOSA QUI
Quanto al veloce cavallo di Marco Gasparini c'è da dire che alla prima contro gli anziani si è ben comportato ed ha dovuto per forza patire il ritmo serrato iniziale dell'altra tre anni Stay Tuned (Blu Air Force), calata all'epilogo e soprattutto al primo attacco portatogli dal frecciasauro. Quarta la rocciosa Chiara Wells (Refuse To Bend). Alla fine il tempo è stato di 58 e spiccioli e la conferma che in questo momento gli anziani vanno più forte. Appuntamento al Tudini G3! Anche se i 1200 sono un altro gioco...

#Capannelle, ci siamo: Domenica Premio #Parioli e Regina Elena, le prime Classiche italiane per i 3 anni sul miglio. Nel convegno anche il Premio Botticelli in prospettiva Derby, ecco le idee di gioco della giornata, dite la vostra..

Guardi Demeteor (Mujahid) e pensi a cosa significa essere un cavallo da corsa coriaceo, combattivo e generoso. Il portacolori della Razza dell'Olmo, carattere forgiato in un vulcano, ha ufficialmente aperto il weekend delle Classiche italiane vincendo in grandissimo stile la 187° edizione dell'Arno a Firenze con Germano Marcelli in sella che ha fatto esultare e spettinare Riccardo Menichetti, dopo aver risolto sul palo nei confronti di Frankenstein (Dubawi). IL VIDEO DELLA CORSA QUI
Non c'entra niente con Parioli G3 e Regina Elena G3, le Ghinee italiane, ma la vittoria di Demeteor serva da esempio per i più giovani che domani affrontano le prime Classiche della stagione in Italia. Dichiarati i partenti, sono uscite belle corse con tanti spunti interessanti. Conosciamo tutto di tutti, o quasi, ma l'edizione 2014 vede i riflettori puntati su Il Pittore (Mr Greeley), cavallo di proprietà, insieme ad altri soci, di Carlo Ancelotti allenatore del Real Madrid e prima ancora del Milan e PSG. Ancelotti, insieme a Giovanni Mauri suo assistant trainer, possiede i colori della Scuderia dei Duepi e guarderà con interesse a Capannelle pur non essendo possibile, in questo momento cruciale della stagione calcistica, vederlo a Roma. Il Pittore ha vinto una volta in carriera, a metà Febbraio a Chantilly sul fibresand, ed è finito terzo recentemente nel Prix du Belvedere dietro lo stimatissimo Gonna Run (Hurricane Cat), che ha replicato l'altro ieri in una buonissima condizionata sull'erba a Longchamp impressionando. Per lui è stato ingaggiato Mikael Barzalona, vedremo cosa vale ma è certo che, qualora vincesse, sarebbe un bel traino mediatico....

Sandown: l'Italian bred #Tullius vince il Sandown Mile G2 e punta alle Lockinge G1 di Newbury. Il report del convengo..

Altra giornata di livello in Inghilterra, con note di italianità: A Sandown Tullius (Le Vie Dei Colori), già vincitore delle Sovereign Stakes G3 in 2012, ha prodotto un altro sostanzioso miglioramento a sei anni vincendo anche il Sandown Mile G2, la corsa più interessante della giornata, sotto una pioggia battente. Posizionato quarto al largo di Penitent (Kyllachy), il figlio di Le Vie Dei Colori (Efisio) ha cominciato la progressione ai 400 dal palo, sotto la spinta di Jimmy Fortune ai 200 ha bruciato la compagnia capitanata da Montiridge (Ramonti), lasciato di sasso con 3 lunghezze e mezzo di margine sul palo con al quarto l'altro rientrante atteso Top Notch Tonto (Thousand Words). Tempo finale di 1m 48.10s (slow by 8.00s) su terreno pesante. IL VIDEO DEL SANDOWN MILE QUI.
Il cavallo allenato da Andrew Balding, di proprietà della Kennet Valley Thoroughbreds VI Bred, ha dimostrato così di essere un gran cavallo da miglio che può osare anche a livello di G1. Prossimo obiettivo le Lockinge Stakes G1 di Newbury il 17 Maggio. Allevato dalla Scuderia Archi Romani di Paolo ed Emma Agostini, è un graduato di Tattersalls venduto per 20,000gns e proviene dalla penultima annata di produzione di Le Vie Dei Colori appunto, campione italiano per la Archi Romani prima e poi stallone in Inghilterra, troppo prematuramente scomparso nel 2008 dopo un incidente nel paddock e con una progenie interessante in eredità capitanata da Gold-Fun, campione ad Hong Kong. Peccato che Tullius sia castrone, altrimenti un posto in razza sarebbe stato di diritto. Tullius è un prodotto della fattrice Whipped Queen (Kingmambo), già madre di Maglietta Fina (Verglas) rimasta nella broodmare band della Archi Romani come continuazione della famiglia femminile.
Nello stesso convegno di Sandown un fratello di Frankel quale Noble Mission (Galileo) ha vinto facilmente..

#DBS Breeze Up Sales, altro record: Per £340,000 acquistata una figlia di Exceed And Excel per conto di Fahad Al Thani. Italiani attivi con 6 acquisti: Gianluca di Castelnuovo (New Racing Factory) e Federico Barberini..

Un nuovo record è stato realizzato nella sessione 2014 delle DBS Breeze-up Sale di giovedì pomeriggio: David Redvers ha messo in conto a Sheikh Fahad Al Thani una femmina da Exceed And Excel (Danehill) per la cifra di £340,000. Il prezzo non solo ha superato il top dello scorso anno di £210,000 ma ha superato il record realizzato di £300,000 fatto nel 2011 dal cavallo Fire Eyes, curiosamente un altro Exceed And Excel acquistato da Redvers. La femmina, che era stata acquistata per €49,000 alle BBAG September Yearling Sale da Kern Lillingston, ha realizzato dunque un notevole profit. Si trattava del LOT 165, nella foto in alto, (pagina catalogo QUI), prodotto della fattrice La Pilaya (Pivotal) che proviene da una famiglia femminile di assoluto spessore, ricca di black-type performers tra cui spicca il campione e stallone Lomitas (Niniski) attraverso sua madre La Colorada (Surumu), campionessa giovanile. Il video del Breeze cliccando QUI. Redvers si è detto soddisfatto dell'acquisto e non solo, ha espressamente...

giovedì 24 aprile 2014

Corso allenatori 2014: Ecco i 104 nuovi trainer nel panorama delle corse in Italia. 24 di loro sono stati respinti..

I cavalli sono sempre di meno, il montepremi sempre più basso e la fetta da spartire sempre più piccola per i più piccoli. Nonostante ciò, con decreto n. 31294 del 22.04.2014, l'Assi, UNIRE, o chi per l'isitituzione, ha deciso di concedere altre numerose patenti di allenatore professionista galoppo dell’ultima sessione di Roma. Ora, vien da dire, sono fatti vostri visto il momento terribile dell'ippica italiana, anche se la passione in fondo non ha limiti ed è giusto provarci. 
Quanti e quali cavalli alleneranno non si sa, e non si sa nemmeno quali proprietari, sta di fatto che nel panorama italiano ci sono 104 neo allenatori di galoppo. Loro ce l'hanno fatta, 24 altri invece non sono riusciti anche per piccoli vizi di forma. Con amarezza per il particolare momento che sta vivendo il nostro settore, cliccando sul link seguente trovate la lista dei nuovi abilitati ad allenare e di quelli che invece dovranno riprovarci al prossimo corso...Ci sono nomi illustri e nomi meno noti ai più, alcuni fantini che hanno deciso cosa faranno da grandi mentre però continuano a stare in sella, ed altri che con i cavalli hanno poco a che fare ma "intanto la patente la prendo". Ci sono poi quelli che prima erano coperti da prestanome ma di fatto allenano da anni ed ora lo sono anche pubblicamente. A tutti facciamo i complimenti sperando in una maggiore soddisfazione in futuro. In 104, oltre agli altri più anziani, sono disponibili su piazza con la legge del mercato e della selezione naturale che, ovviamente, farà la differenza... Se vuoi vedere di chi si tratta ecco il link di seguito: Decreto n. 31294 del 22/04/2014 CLICCANDO QUI.
Alternativamente ecco la lista completa in formato testo senza scaricare allegati dei promossi, cliccando sul tastino in basso:

Dov'è l'istituzione ippica? Riflessioni di Mario Berardelli in un articolo uscito su Trotto & Turf sulla questione Pattern

Dire: lo avevo detto anzi lo dicevo da due anni non serve a nulla e non è affatto una soddisfazione. Tuttavia è estremamente amaro sentirsi dire certe cose da altri esterni a noi ancorchè molto importanti mentre molti di noi, per mille incredibili motivi, fanno finta di nulla anzi continuano a far finta di nulla. Nel puntuale e preciso intervento a seguito della riunione del Comitato Pattern Franco Castelfranchi oltre ad aggiornarci con competenza sui vari argomenti all’ordine del giorno ci ha anche riportato, lui è tra coloro che lo andavano dicendo da tanto tempo, che persino il Comitato Pattern che è espressione della Comunità ippica internazionale di vertice ha affermato che quando tratta con noi desidera avere a che fare con una Istituzione Ippica con pieni poteri come accade in ogni altra parte del mondo e non con espressioni estemporanee non meglio definite nelle quali non ripone fiducia. Nel nostro paese ippico accade ciò che più o meno avviene nel contesto di una squadra che ha appena terminato amaramente il suo campionato: si recrimina su un rigore non dato, su un fuorigioco che non doveva esistere, su una traversa colpita e cose di questo genere senza invece pensare che magari il cattivo comportamento della squadra può essere stato il frutto di una mentalità sbagliata, di una assenza di senso della Istituzione, di un progetto che invece in altre squadre è presente e vivo. Da noi accade lo stesso, purtroppo e con amarezza. In parte...

Inghilterra: Our Channel vince il Derby Trial ad Epsom. Ecco le ambizioni Classiche di Richard Hannon Jr e Roger Varian..

Non sarà il favorito e nemmeno il contro, ma un posticino nelle gabbie del Derby G1 Our Channel (English Channel) ce lo avrà lo stesso. Ieri ad Epsom è andato in scena uno dei primi trials inglesi in vista del blue ribbon, l'Investec Derby Trial sui 2000 metri, che ha lanciato sul tavolo come un mazzo di chiavi le credenziali del cavallo allenato da Willy Haggas montato con vigore ed intelligenza da Ryan Moore che ha negato il pass a William Buick in sella a Marzocco (Kitten's Joy), autore di buon finale per John Gosden dall'interno, con al terzo posto Stars Over The Sea (Sea The Stars), un filo danneggiato ma senza serie conseguenze. A proposito, i figli di Sea The Stars (Cape Cross) stanno sbocciando.. nelle ultime settimane ben 10 hanno vinto. Comunque, con questa vittoria Our Channel si è guadagnato l'inserimento nel market Derby con una quota di 50/1. Piccola nota di italianità: Per Gosden in corsa c'era anche Nonno Giulio (Halling), ex di Daniele Zarroli, vincitore dell'unica corsa disputata in Italia nel Settembre 2013. Nonno non era la prima scelta tanto che Buick aveva deciso appositamente di montare Marzocco e per lui non una prestazione memorabile: Ultimo, non lontanissimo dai primi, ma pur sempre ultimo. Dobbiamo rivederlo in un costesto diverso, magari con maggiore andatura ed un po più sotto ai primi. IL VIDEO DELL'EPSOM DERBY TRIAL QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI
Di fianco trovate le quote antepost del Derby inglese del 7 Giugno ad Epsom e delle 2000 Ghinee G1 di Newmarket del 3 Maggio.
Questo post per dire che mentre noi ...

#Treve vs Cirrus Des Aigles: subito scontro al top domenica nel Ganay a Longchamp, il primo G1 della stagione europea

Non solo Parioli e Regina Elena. Domenica a Longchamp andrà in scena uno scontro tra titani: Approfittiamo del post numero 3000 su Mondoturf dal momento della sua nascita per celebrare l'evento di domenica in Francia. Si rivedono ufficialmente in pista l'imbattuta campionessa Treve (Motivator), vincitrice dell'Arc alla ricomparsa stagionale, contro l'eroe nazionale Cirrus Des Aigles (Even Top), 8 anni e sempre sulla breccia, nel primo G1 della stagione europea, il Prix Ganay G1 sui 2100 metri. La lista dei rimasti è disponibile sul sito di France Galop e la dichiarazione ufficiale dei partenti avverrà nella mattina di giovedì ma i nomi caldi, quelli più attesi, sono confermatissimi. I rimasti comunque sono 8 ed oltre ai 2 citati ci saranno anche Belle De Crecy (Rock Of Gibraltar) che fungerà da battistrada alla cavalla di Criquette Head la quale ha confermato il bisogno di ritmo ai microfoni di Equidia e di tenere in enorme rispetto Cirrus, avversario temibile in quanto in condizione dopo la campagna dubaiana che lo ha visto fare secondo nello Sheema Classic alle spalle della strepitosa Gentildonna (Deep Impact). Gli altri iscritti possibili sono Joshua Tree (Montjeu), poi il Niarchos Smoking Sun (Smart Strike), che avrebbe accettato anche un invito per la Singapore Cup G1 a metà Maggio e dunque ancora in dubbio per il Ganay, poi Norse King (Norse Dancer), Triple Threat (Monsun) e Baltic Baroness (Shamardal), in pratica i primi 4 del Prix d'Harcourt G2, sinceramente buoni, anzi buonissimi per il nostro Repubblica G1 qualora decidessero di prendere un G1 in Italia, decisamente più semplice. Magari decideranno di supplementare....

martedì 22 aprile 2014

First Crop Sires 2014: Primo vincitore per lo stallone #Shaweel, residente presso l'Allevamento Luciani. Scialla a San Siro..

Al primo colpo, il first crop sire Shaweel (Dansili), residente in Italia presso l'allevamento di Loreto e Stefano Luciani, ha avuto il primo rappresentante vincitore in corsa nella giornata di Pasquetta a San Siro quando nel Federico Leitner, tradizionale prova per 2 anni sui 1000 metri in dirittura di Milano, la femmina Scialla ha fornito un convincente debutto per 6 lunghezze di margine sulla seconda arrivata. La cavalla, allenata da Stefano Botti, di proprietà Dioscuri e montata da Antonio Fresu, è partita veloce da una gabbia larga e senza mai essere seriamente impensierita ha rifinito il tutto in 1m 05,1s su terreno pesantissimo. Scialla, acquistata subito dopo la corsa da Bruno Grizzetti per conto di Lino Scarpellini, ha battuto Birch Noir, prodotto dell'altro freshman sire della stagione Le Cadre Noir (Danetime). IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
Allevata dalla famiglia Luciani, Scialla è sesto cavallo vincitore con altrettanti prodotti della fattrice Royale Revue (Octagonal) la quale fa parte di una famiglia molto buona. Il miglior prodotto della fattrice è Royal Force (Blu Air Force), altro sfangatore provetto, vincitore di 14 corse in carriera, della famiglia della campionessa Riverqueen (Luthier), vincitrice di Marcel Boussac G1 a 2 anni, delle Poule d’Essai des Pouliches G1 a tre anni e del Grand Prix de Saint-Cloud G1. La famiglia femminile ha radici solide anche nei campioni Rouvres (Anabaa), Rose Kingdom (King Kamehameha) e soprattutto Altieri (Selkirk).
Stando a Shaweel (nella foto sotto): Si tratta di un cavallo che ha fatto tutto molto bene a 2 anni. Correva per i colori di Sheikh Ahmed Al Maktoum per il training di Mark Johnston. Da puledro si è mostrato nelle vittorie delle Gimcrack Stakes G2 a Newbury e per esser finito ad una corta testa dal campione e stallone stimato Mastercraftsman (Danehill Dancer), dandogli una vera corsa nelle National Stakes G1 al Curragh. Shaweel ha completato la carriera dei due anni finendo 4° nelle Dewhurst Stakes G1, a mezza lunghezza da Intense Focus (Giant's Causeway). A tre anni il figlio di Dansili (Danehill) è stato acquistato da Godolphin, ma dopo l'inverno una serie di contrattempi ne hanno frenato la carriera e, dopo un paio di piazzamenti, è arrivato l'acquisto da parte di Stefano e Niki Luciani che ne hanno fatto il compagno di stanza di Blu Air Force (Sri Pekan), pluridecorato Champion Sire in Italia e perenne leading sire per i 2 anni, nell'allevamento di famiglia vicino Roma a Velletri, al tasso di €3,000. In Italia, della generazione 2012, sono 25 circa i figli di Shaweel in circolazione. Info: stefluciani@hotmail.com 
Il papà di Shaweel è il Champion Sire Dansili (Danehill) che funziona in Inghilterra al Juddmonte per la cifra di £95,000. La mamma di Shaweel è Cooden Beach (Peintre Celebre), la quale fa parte della famiglia femminile della buonissima Samitar, vincitrice delle Garden City Stakes G1 in Usa e delle Irish 1,000 Guineas G1, e della altrettanto cavalla di spessore quale Golden Opinion, vincitrice di Coronation Stakes G1.

Road to Derby Italiano: A San Siro emerge Sopran Nicolo, impressionante vittoria per 13 lunghezze su Kaspersky

Sulla strada verso il Derby Italiano G2, un nome nuovo si è proposto in modo prepotente. Ieri a San Siro, sotto il diluvio, lo stimato Sopran Nicolo (Sea The Stars) ha vinto per 13 lunghezze di margine il Premio Montenapoleone, una condizionata sui 2000 metri, battendo Kaspersky (Footstepsinthesand) altro cavallo molto considerato, con un tempo di 2m 10,70s su terreno pesantissimo. IL VIDEO DELLA CORSA CLICCANDO QUI.
Sopran Nicolo è un mezzo fratello del campione e Derby winner del 2008 Cima De Triomphe (Galileo), ha debuttato un mese fa circa con una buona vittoria ma ha concretizzato un notevole miglioramento rispetto a quella prestazione convincendo moltissimo e facendo dispersione quando chiamato a maggiore impegno dai 400 finali dove con una azione proficua e decisa ha accumulato lunghezze sotto la spinta di Dario Vargiu. Sopran Nicolo è il nome nuovo nella cornice Classica, ma il Nastro Azzurro forse arriva un filo presto come preparazione ed esperienza per il 3 anni da Sea The Stars. Bruno Grizzetti ha parlato comunque con toni importanti del cavallo di proprietà del signor Leonardo Ciampoli che l'ha allevato: "Stiamo seriamente pensando al Derby anche se manca solo un mese. Sopran Nicolo è migliorato lavoro dopo lavoro, è maturato ed è venuto avanti di tantissimo dopo il debutto. E' un bellissimo cavallo, molto simile a suo padre Sea The Stars (Cape Cross)". La mamma di Sopran Nicolo è Sopran Londa (Danehill) la quale vinse il Regina Elena (allora di G2, la prima Classica vinta da Mirco Demuro) ed oltre a Cima de Triomphe ha prodotto anche lo Stakes winner Sopran Montieri (Manduro) che fallì il Derby anche perchè non ancora maturissimo al momento dell'appuntamento più importante. Nella progenie di Sopran Londa c'è anche la piazzata di Stakes Sopran Lori (Irish River). Sopran Londa, ora 19 anni, ha un maschio di due anni da Cape Cross (Green Desert) allenato da Bruno Grizzetti ed è gravida di Pour Moi (Montjeu).
ECCO GLI ISCRITTI AL DERBY del 18 Maggio E PROPONETE IL VOSTRO ANTEPOST..

lunedì 21 aprile 2014

Roma: Verso #Parioli e Regina Elena: Ecco i rimasti delle Classiche del 27 Aprile a Capannelle e gli iscritti del Botticelli..

Manca poco alle prime Classiche italiane. Domenica prossima a Capannelle si corrono Parioli Sisal Matchpoint G3 (Italian 2000 Guineas), Regina Elena G3 (Italian 1000 Guineas) ed in più il Botticelli Lr sui 2100 che vale come wild card per correre il Derby G2 del 18 Maggio dopo i trial milanesi di ieri pomeriggio con il Filiberto. Qui sotto trovate gli ultimi forfaits con i rimasti della prova per i maschi dove ci sono poche sorprese rispetto alle previsioni con nessuno straniero, dunque al netto di eventuali supplementazioni possibili fino a giovedì, si configura una una edizione di tutti italiani se escludiamo Il Pittore, cavallo di comproprietà prestigiosa quale quella di Carlo Ancelotti che dovrebbe partecipare dopo un terzo posto in condizionata sul polytrack di Chantilly), e Dark Sea (un figlio di Sea The Stars mezzo fratello di De Sica, piazzato di affollatissima maiden recentemente e in corsa martedì a Maisons-Laffitte in Listed) che vengono dalle scuderie di Alessandro e Giuseppe Botti a Chantilly. Sono rimasti in 23, in neretto i probabili partenti con i più attesi. Guarda i rimasti cliccando sul tastino in basso...:

First Crop Sires: Primi prodotti vincitori per Lope De Vega (Ballylinch) a Bordeaux e per #Siyouni (Aga Khan) a Nantes..

Ancora first crop sires. Lope De Vega (Shamardal), nella foto sopra, residente presso il Ballylinch Stud in Irlanda, ha ottenuto il suo primo prodotto vincitore in Francia grazie a Multicolor che ha debuttato vincendo a Bordeaux Le Bouscat nella giornata di domenica. Il sauro allenato da Yan Durepaire ha vinto sui 1000 metri per 2 lunghezze di margine sul secondo. Si tratta del secondo prodotto sceso in pista per il duplice vincitore Classico in Francia Lope De Vega che in corsa ha emulato suo padre Shamardal (Giant's Causeway) nelle Poule d’Essai des Poulains G1 e nel Prix du Jockey-Club nel 2010. 
Lope De Vega ha prodotto buone fattrice e della sua prima annata ci sono in giro 101 puledri ed uno di questi, Lupie, ha corso due volte piazzandosi secondo in entrambe le occasioni. Tra i suoi figli c'è anche Abhajat, una femmina pagata £400,000 alle Tattersalls, prodotto di Starry Messenger (Galileo). Lope De Vega funziona per €12,500 e 9 dei suoi primi prodotti sono stati venduti per oltre £100,000. 
Qualche ora prima, si è tolto la qualifica di maiden il first crop sire Siyouni (Pivotal), foto sotto, residente presso gli studs dell'Aga Khan. Precoce in corsa, pare abbia passato questa qualità anche ai suoi prodotti: A vincere in sua rappresentanza è stata Ma Ptite Sarah che alla seconda uscita in carriera ha vinto una maiden a Nantes sui 1000 metri. Cavalla allenata da Elvis Caroux, ha mostrato un bel cambio di marcia. Si tratta di un prodotto della fattrice Holiday Destination (Dubai Destination), della famiglia del sire Royal Applause. Siyouni in corsa ha vinto il Prix Jean-Luc Lagardère G1, è prodotto della fattrice Sichilla (Danehill). Siyouni, a nostro avviso un ottimo affare per chi ne usufruirà, funziona all'Haras de Bonneval in Normandia al tasso di €7,000 e funziona nello stesso stud dove alloggiano anche il Champion sire Australiano Redoute’s Choice (Danehill) che funziona per €60,000, ed il campione Sinndar (Grand Lodge).

Il bello della domenica Pasquale: A Berlino Cristian Demuro vince in Listed su Feuerblitz. In Giappone Isla Bonita vince le 2000 Ghinee

In Germania, a Berlino, Cristian Demuro ha festeggiato la Pasqua aprendo l'uovo e trovando Feuerblitz (Big Shuffle), già vincitore del Derby Italiano G2 e del Premio Roma G1 successivamente. Stranamente non partiva da favorito il rientrante di Michael Figge, ma nonostante ciò ha portato a casa la vittoria nel Preis von Dahlwitz, Listed sui 2000 metri presso l'ippodromo di Hoppegarten dove il 5 anni ha battuto il favorito di Wohler Protectionist (Monsun). IL VIDEO DEL PREIS VON DAHLWITZ CLICCANDO QUI. Il risultato completo della corsa cliccando QUI.
Cristian ha ottenuto un altro piazzamento in giornata per i colori del Gestut Karlshof, mentre l'altro jockey italiano Daniele Porcu, ormai di stanza da anni in Germania e sulla cresta dell'onda nella stagione, ha vinto una corsa per Peter Schiergen in sella a Jule (Nicaron) la quale ha vinto la Hoppegartener Frühjahrsausgleich sul miglio. Daniele Porcu è attualmente leading jockey in Germania con 12 vittorie nel 2014, a pari merito con Stephen Hellyn..
In Giappone a Nakayama c'erano le 2000 Ghinee locali, il Satsuki Sho, vinte

domenica 20 aprile 2014

San Siro: Dylan Mouth vola sul Filiberto, prosegue da imbattuto la strada verso il Derby. Solo terzo Fanoulpifer.. Tris per la Effevi e Fabio Branca in giornata, straripante Final Score nello Zanoletti! Bis nell'Ambrosiano per Orpello

Quattro su quattro. Sulla strada per il Derby G2 del 18 Maggio, Dylan Mouth (Dylan Thomas) procede da imbattuto grazie alla decisa affermazione nel Premio Filiberto Lr sui 2000 metri di San Siro. Il figlio di Dylan Thomas (Danehill) ha gestito la situazione dimostrandosi anche duttile dopo le prime corse dove si è dovuto costruire l'andatura. Ha seguito il gruppo con un ritmo decente prodotto da comprimari i quali, quando le cose si sono fatte serie, si sono tolti dalla scena ed hanno lasciato spazio alla progressione portentosa dal centro della pista del portacolori Effevi con Fabio Branca, abile a gestire l'affondo di Uniram (Ramonti) sul quale Mirco Demuro ha provato a risparmiare tanto terreno filtrando per vie interne, e pur non potendo agganciare un cavallo migliore come Dylan, alla fine ha preso la migliore piazza possibile a 3 lunghezze e mezzo dal vincitore.

sabato 19 aprile 2014

#Tattersalls Craven Breeze-Up Sales: Ancora un record, 24 ore dopo. Un War Front venduto per 1,150,000 gns..

Record su record. A 24 ore da quello precedente di 800,000 gns realizzato per un figlio di High Chaparral, è arrivato un altro record che ha spazzato via il precedente per le Tattersalls Breeze-Up Sales. Un figlio di War Front (Danzig), stallone che funziona alla Claiborne Farm per €150,000, ha realizzato la bellezza di 1,150,000 Ghinee. Si tratta del LOT 119 (scheda catalogo QUI) puledro più costoso venduto ad un'asta quest'anno. La mamma è Julie From Dixie (Dixie Union) ed il suo prodotto ha attratto numerose offerte, tra cui quelle di Seamus Burns e Charlie Gordon-Watson prima di David Redvers, John Ferguson per conto Darley fino ad arrivare a quella decisiva di Jamie McCalmont seduto di fianco a Michael Tabor, MV Magnier e Paul Shanahan, dunque team Coolmore. A venderlo il Re Mida Willie Browne nel nome della Mocklershill che lo aveva pagato $250,000 dopo trattativa privata: "Era andato invenduto per $240,000, pensavo di comprarlo per $200,000 mentre alla fine ho dovuto....

giovedì 17 aprile 2014

Newmarket, Craven Meeting day 2: #Toormore risponde a #Kingman in ottica 2000 Ghinee. Ecco il report del giorno..

1 a 1 palla al centro. Sulla strada per le 2000 Ghinee, al Kingman (Invincible Spirit) di qualche giorno fa ha risposto in maniera imperiosa Toormore (Arakan) rimasto imbattuto in 4 uscite grazie ad una prestazione importante nelle Craven Stakes G3 sul miglio di Newmarket, nella seconda giornata del meeting. Toormore, al rientro dal 15 Settembre quando vinse le Vincent O'Brien National Stakes G1 del Curragh, ha impiegato un pò per mettersi sulle gambe, ma quando The Grey Gatsby (Mastercraftsman) ha innalzato il ritmo e lo ha impegnato superandolo, questo è andato a riprenderlo in poche battute sotto la spinta di Ryan Moore che solo nella fase finale gliene ha date due per tenerlo sveglio quando sembrava volesse non impegnarsi più. Non sappiamo quanto era pronto Toormore, non ha battuto un fulmine di guerra ma è andato bene lo stesso con il grigio rimasto secondo ed al terzo Postponed (Dubawi) per Luca Cumani con Andrea Atzeni a bordo, con al quarto....

#Tattersalls Craven Breeze Up Sales: Altro record frantumato, pagate 800,000 gns per un figlio di High Chaparral..

Per il secondo anno consecutivo il record europeo per un Breeze-Up è stato ancora superato dai petrol dollari pompati per acquistare il LOT 44 (pagina catalogo QUI), nella foto, un maschio da High Chaparral (Sadler's Wells) prodotto della fattrice Abunai (Pivotal) acquistato per 800,000 gns da Ross Doyle per conto dell'Al Shaqab Racing, dunque famiglia Al Thani..Lo scorso anno furono necessarie 760,000 gns per portare a casa Great White Eagle (Elusive Quality) acquistato dal Coolmore nella stessa asta del 2013. Quest'anno 83 puledri in catalogo, offerti 68, venduti 46 per un fatturato di 5,403,000 gns (+35%) rispetto ai 4 milioni di gns dello scorso anno. La media a 117,457 gns (+49%) e i mediani a 117,457 gns (+46%) rispetto al 2013. Un colpo da maestro per un cavallo che a Dicembre, alle Tattersalls di fine Novembre, era costato "solo" 41,000 gns a Jim McCartan che ha realizzato un notevole profit. Presentato dal Gaybrook Lodge Stud, il cavallo ha attirato subito notevole interesse tra acquirenti come Stephen Hillen, Jamie McCalmont con Ross Doyle che alla fine l'ha spuntata. Doyle lo ha paragonato ad un altro High Chaparral forte come Toronado.
L'Al Shaqab ha forzato la mano spendendo anche...

Newmarket, Craven Meeting day 1: Sandiva e Dettori vincono le Nell Gwynn Stakes, seconda Euro Charline (ex Blueberry)

Lanfranco Dettori ha posto il sigillo numero 517 sulle corse di Gruppo in carriera, con tanto di salto al tondino, portando con forza al traguardo la femmina Sandiva (Footstepsinthesand) nelle Nell Gwynn Stakes G3 sui 1400 metri in pista dritta nella prima giornata del Craven Meeting al Rowley Mile di Newmarket. La figlia di Footstepsinthesand (Giant's Causeway), già vincitrice del Calvados G3 in Agosto e al rientro dalla brutta prestazione nel Marcel Boussac G1 di Longchamp, lungo lo steccato ha tenuto a bada di mezza lunghezza Euro Charline (Myboycharlie), ex Blueberry acquistata dal Team Valor per gns450,000 dopo due vittorie facilissime a Wolverhampton in inverno, allenata da Marco Botti e con Andrea Atzeni in sella, che ha avuto un percorso tutt'altro che facile ma ha avuto modo lo stesso di produrre un bel finale e finire alle calcagna della vincitrice, con al terzo posto, lungo lo steccato, Majeyda (Street Cry). Tempo finale di 1m 26.93s (slow by 4.43s). IL VIDEO DELLE NELL GWYNN STAKES QUI.
In questo podio c'è molta Italia: Oltre a Euro Charline di cui abbiamo detto, all'interpretazione di Lanfranco, Atzeni e Botti, va detto che...

Caos declassamento corse italiane: Ecco la verità completa sulla situazione. I pagamenti sono stati effettuati ma l'Italia deve mettersi in regola con 3 condizioni, pena l'esclusione definitiva dal circuito Pattern a partire dal Gennaio 2015

Eravamo rimasti che vi avremmo detto tutta la verità, nient'altro che la verità sulla fastidiosa questione del Comitato Pattern, i premi non pagati dall'Italia etc etc.... allora, dopo aver verificato doverosamente le fonti, letto gli articoli riportati sul Racing Post e riprodotti anche da Ray Paulick, atteso che la rete si sfogasse in merito, possiamo dire che quello che è emerso nella giornata di ieri è una verità da completare. La vicenda l'abbiamo commentata qualche giorno fa, quando Jan Antony Vogel, Ceo del Direktorium ha lanciato accuse pesanti all'Italia sul fatto che molti non avevano ricevuto ancora pagamenti in misura di €450,000 dei €1,5 circa previsti, parzialmente emendate con le ricevute dei bonifici effettuati in data 4 Aprile e dunque, per forza di cose, suscettibili di lavorazione prima di entrare nelle casse dei proprietari stranieri. In pratica, i premi sono stati tutti pagati in una misura quasi del 100% e mancherebbe una piccola percentuale, circa €32,000, da pagare ai proprietari stranieri dovuto al fatto che ci sono delle mancanze nei dati anagrafici o bancari incompleti, e basta. Di fatto, i pagamenti non sono stati effettuati entro il 31 Marzo come minacciato, ma alla fine sono arrivati qualche giorno dopo completamente e questo è stato comunque un punto a favore dell'Italia. Di cattivo, o di buono perchè può servire come stimolo a seconda dei punti di vista, è che dopo la riunione di martedì pomeriggio a Londra nella quale c'era anche Franco Castelfranchi che abbiamo contattato telefonicamente dalla tv ippica, il Comitato Pattern ha espresso una bocciatura per le corse di Gruppo in Italia a partire dal 2015 ma con riserva di poter mettere tutto a posto entro Settembre (l'IRPAC, Information Reporting Program Advisory Committee si riunisce ai primi di Ottobre) attraverso il rispetto delle seguenti fondamentali condizioni: ....

First Crop Sires competition: Primo vincitore a Windsor per Fast Company e per Approve a Beverley

Due stalloni, alla prima annata di produzione in pista, hanno avuto il loro primo esponente vincitore in corsa nei giorni appena trascorsi. Partiamo da Fast Company (Danehill Dancer), residente al Rathasker Stud, ben rappresentato lunedì a Windsor con Low Cut Affair che ha vinto una maiden (BOBIS Race, British Owners and Breeders Incentive Scheme) prendendo rapidamente lo steccato senza mai mollarlo. La cavalla è allenata da David Evans, è stata pagata €2,000 alle Goffs Open Yearling Sale, ed è il quarto prodotto di Sunlit Silence (Green Desert). 
Dati sullo stallone first crop sire: Si tratta di Fast Company, un figlio di Danehill Dancer (Danehill) che ha mostrato il suo talento a 2 anni per Brian Meehan, che ha vinto una maiden e le Acomb Stakes G3 prima di arrivare secondo nelle Dewhurst Stakes G1 alle spalle di New Approach (Galileo), poi vincitore di Derby. Acquistato da Godolphin, Fast Company ha subìto...

lunedì 14 aprile 2014

Italians: A Maisons-Laffitte doppietta di Rispoli (9) e vittoria in parità per Demurino (11). A Windsor Atzeni fa 24

Italians all'estero nel lunedì francese ed inglese. A Maisons-Laffitte Umberto Rispoli ha ottenuto una doppietta in giornata, siglando a grossa quota la terza corsa in programma in sella a Bajan Tryst (Speightstown) per colori e training di Jean-Vincent Toux, nel Prix d'Alsace un Quintè sui 1200 metri, battendo tra gli altri il "suocero" Gerald Mosse al secondo su Flavio Forte. IL FOTORACCONTO DELLA VITTORIA QUI. La quota di Umbertino era di 30/1. La seconda affermazione è arrivata nel Prix des Vosges sempre a livello di handicap sui 1200 metri in pista dritta, nel quale ha portato al traguardo Chief Hawkeye (Hawk Wing) sempre per Jean-Vincent Toux ma stavolta i colori di John Arnou. IL FOTORACCONTO DELLA VITTORIA QUI. Per Umbertino sono 9 le affermazioni nella campagna francese sinora intrapresa in questo 2014. 
Soddisfazione anche per Cristian Demuro...

Il bello della domenica in Francia con #Ectot e Lesstalk in Paris, Giappone con una devastante Harp Star nelle Oka Sho (1000 Ghinee locali) e Germania con Daniele Porcu vincitore in Listed

Fine settimana su più fronti: Abbiamo parlato di America, poco più sotto della discussa domenica delle Capannelle, sabato di quello che è successo in Inghilterra con lo spettacolare Kingman. In questa occasione raccontiamo cosa è successo di interessante nel resto del mondo con particolare attenzione all'Europa. Ieri in Francia si disputavano altre eliminatorie in vista degli appuntamento di spicco della primavera. A Longchamp c'erano il Prix de la Grotte G3 per le femmine di 3 anni ed il Prix de Fontainebleau G3 sul miglio riservato ai maschi. In questa ultima da vedere c'era il rientro del Niarchos Karakontie (Bernstein) che aveva un conto in sospeso con l'Elie Lellouche Ectot (Hurricane Run), saldato da quest'ultimo di un "neck" rispetto ad un vecchio riferimento di Compiegne nel Luglio 2013 quando i due debuttarono nella stessa corsa e a vincere fu proprio Karakontie di una lunghezza e mezza, lasciando ad Ectot la sua unica sconfitta patita in carriera sinora impeccabile. In seguito i due hanno preso strade separate, ma hanno entrambi vinto il loro G1 giovanile. Ectot è andato a siglare il...

America: Verso il #KentuckyDerby, sulla strada di Churchill Downs. Il racconto della settimana USA a cura di Paolo Romanelli

Tanto estero anche in questa settimana. Per quanto riguarda le storie made in USA pubblichiamo un articolo a cura di Paolo Romanelli, al quale va un nostro ringraziamento per il dettagliato report, che ci racconta cosa è successo di importante nella settimana appena trascorsa in America, con una particolare attenzione ai migliori 3 anni americani in vista del Kentucky Derby G1 in programma sabato 3 Maggio a Churchill Downs. Buona lettura
A tre settimane dal Kentucky Derby (Gr.I, 2000 metri sabbia, 2 milioni di $) più o meno conclusi i trials per designare i 20 tre anni al via dei “due minuti più eccitanti dello sport USA”. Sabato all’ippodromo di Keeneland, davanti a 39.722 spettatori (secondo riscontro di sempre dell’impianto di Lexington) il Florida-bred Dance With Fate (C. Nakatani) ha vinto di forza la 90ma edizione delle Toyota Blue Grass Stakes (Gr.I, 1800 AWT, 750.000 $). Allevato a Ocala dalla Best A Luck Farm ma di training Californiano agli ordini del “low key” Peter Eurton che lo aveva acquistato per 120.000$ al breeze-up OBS di Aprile, Dance With Fate vanta un totale somme vinte di 680.050$ e nell’occasione ha fatto felice Manny Andrade, il proprietario di Two Step Salsa, ex-Godolphin e padre di Dance With Fate alla monta alla Get Away Farm di Ocala a 7.500$. Con 108 punti Dance With Fate ha una gabbia sicura per il Run for the Roses, come dovrebbe averla anche Medal Count (Dynaformer) secondo arrivato del Blue Grass, costato 360.000 $ da yearling a Keeneland September, training di Dale Romans (il “norcino” come lo chiama Giuliano Fratini, che anni fa gli ha venduto Golden Oriental). Con 20 punti per adesso rimane fra gli “also eligible” Pablo Del Monte (Giant’s Causeway) terzo nel Bluegrass per la giubba Coolmore versione Derrick Smith e il training di Wesley Ward.
Un’ora piu` tardi a...

domenica 13 aprile 2014

Capannelle: Carlo Chiesa choc! Vince Clorofilla ma Omaticaya perde la partenza. Seconda una grandissima Universo Star, terza Chiara Wells. Tris di Regarde Moi nel Natale di Roma

Chi ben comincia è a metà dell'opera. Ci prendiamo la libertà di traslarlo sul  Premio Carlo Chiesa, Gruppo3 sui 1200 metri per femmine, e di arrangiarlo un pò: chi ben esce dalle gabbie è a metà dell'opera. Già. Chissà come sarebbe andata a finire Omaticaya (Bernstein) non si fosse impennata all'apertura delle gabbie, rimanendo nel suo stallo (che si è aperto in ritardo) e perdendo completamente la partenza, regalando diverse lunghezze alle avversarie. Sentendo il parere del jockey che la interpretava, Dario Vargiu, la gabbia si è aperta in ritardo rispetto alle altre e la corsa dell'americanina è finita li. Il jockey ha provato subito a rimetterla in corsa, e sullo slancio quasi rabbioso della cavalla in 200 metri era davanti ad incalzare Clorofilla...ma ormai la frittata era fatta e la corsa compromessa, avendo speso troppe energie, a 400 dal palo, il suo interprete sMarco Gasparini quando mette nel mirino un obiettivo difficilmente sbaglia...
i è rialzato consapevole che il treno davanti è ormai irraggiungibile. NB: Omaticaya (sotto nella foto il momento della partenza che sarebbe stata da richiamare) è rientrata con una vistosa ferita all'anteriore sinistro, speriamo non sia nulla di grave. Imbufaliti tutti i rappresentanti della cavalla favorita sotto la pari. Sulle pagelle calcistiche ci sarebbe un S.V., peccato perchè la pupilla del team Fazio-Illuminati di fatto non ha dato prestazione. Fatto questo preambolo, torniamo alla corsa perchè corsa c'è stata.

L'ANGOLO DEI #PRONOSTICI DEGLI UTENTI DI MONDOTURF: CAPANNELLE e SAN SIRO 13 APRILE 2014

Diamo spazio e voce ai vostri pronostici sui maggiori e principali campi di galoppo, secondo lo schema de LA SINGOLA DEL GIORNO, IL MULTIPLO o segnalazioni MULTIPLE da scegliere singolarmente ed il "CLAMOROSO" o meglio, un cavallo a quota troppo alta rispetto alle possibilità. Noi diciamo la nostra mentre VOI UTENTI proponete quale, secondo il vostro intuito, potrà essere la più remunerativa scommessa della giornata in base alle quote fisse in apertura oppure al totalizzatore. 
Vuoi condividere la tua idea? Ecco come si fa: Commentare è semplice, basta inserire il commento in fondo al post e alla domanda "commenta come" inserisci la modalità: Anonimo, via account Google, con un nome qualsiasi e in altre modalità proposte.
Se sei interessato a LEGGERE LE NOSTRE IDEE, consultare e SOPRATTUTTO DIRE LA TUA.. clicca sul tastino qui in basso....

sabato 12 aprile 2014

Newbury: Kingman impressiona nelle Greenham Stakes come fece Frankel..Appuntamento a Newmarket nelle Ghinee

Kingman con stile, sulla strada di Frankel. Nella giornata emozionalmente inaugurale dell'erba inglese in vista delle Classiche (ha aperto Doncaster un paio di settimane fa e stranamente quest'anno le Craven Stakes vengono dopo), il miglior circoletto rosso lo ha ottenuto Kingman (Invincible Spirit) con una prestazione sopra le righe nelle Greenham Stakes G3, tradizionale trial in vista delle 2000 Ghinee di Newmarket in scena ad inizio Maggio. 
Il cavallo allenato da John Gosden per i colori Juddmonte di Khalid Abdullah, che aveva vinto al debutto e nelle Solario Stakes G3 lo scorso anno a due anni impressionando, attraverso questa vittoria ancor più convincente ha ottenuto una candidatura decisamente importante in vista della Classica inglese per come ha vinto guadagnando i favoritismi dell'antepost. Niente male per uno che ha subito anche un infortunio serio, è stato operato per la rimozione di un chip, ed è tornato fresco come una rosa. Come Frankel, che vinse mettendo...

First Crop Sires: Primo vincitore per Arcano (Shadwell Stud) a Newbury. Si chiama Kasb, è stato pagato gns160,000

Non solo il primo vincitore, ma il primo rappresentante in corsa dello stallone Arcano (Oasis Dream), residente al Derrinstown Stud in Irlanda per €6,000, ha vinto nel pomeriggio di venerdì a Newbury nella giornata inaugurale delle Greenham (che quest'anno curiosamente vengono prima delle Craven). Il vincitore si chiama Kasb, allenato da John Gosden, partito lento, ancora molto verde, ma finito forte all'epilogo di una maiden sui 1000 metri. IL VIDEO DELLA VITTORIA DI KASB CLICCANDO QUI. Il sauro Kasb, pagato 160,000gns da Hamdan Al Maktoum per conto Shadwell alle Tattersalls di Novembre dello scorso anno. Lo stallone in questione in corsa fu imbattuto a 2 anni attraverso le affermazioni di una maiden a Newbury (battendo proprio Showcasing, suo avversario da stallone), le July Stakes G2 e soprattutto il Prix Morny G1 nel quale fece il record della corsa e battendo i campionissimi Special Duty e Canford Cliffs. Arcano è un figlio di Oasis Dream (Green Desert), campione a 2 anni e champion sprinter a 3 anni, prodotto della fattrice buonissima Tarwiya (Dominion). Arcano ha una prima annata di prodotti nati quantificabili in 93 (tra cui anche il fratello di Biz The Nurse acquistato alle Arqana da Aleali per €120,000 circa), e tra quelli passati nel ring il più costoso è un maschio da Cefira pagato 300,000gns. Della sua seconda annata ci sono 87 yearlings, nel terzo anno in razza ha coperto 110 fattrici. Arcano, nel concorso tra i Leading First Season Sires in termini di numero di vincitori, ha visto la sua quota scendere a 7/1 dai 12/1 iniziali.

Rettifica caos pagamenti del 2012 agli stranieri. Il caso si ridimensiona, i premi sono stati pagati venerdì scorso..

Tanto casino (forse) per nulla. A questo punto va fatta una rettifica quantomeno parziale dell'articolo che abbiamo pubblicato nella giornata di ieri in relazione alle accuse lanciate su EBN da Jan Antony Vogel, direttore del Direktorium, sui premi del 2012 che non sarebbero stati pagati ad alcuni proprietari tedeschi e della richiesta di intervento al Comitato Pattern per escludere l'Italia dal circuito delle corse di Gruppo a partire dal 2015. Ebbene, spieghiamo, di vero anzi verissimo ci sono gli strali lanciati da Vogel in modo forse antipatico considerato il fatto, e sta qui la rettifica, che i pagamenti in realtà sono stati fatti e a dimostrarlo ci sono le ricevute dei bonifici transati dalla BNL che hanno data 4 Aprile 2014 e che dunque necessitano alcuni giorni di lavorazione per essere effettivamente considerati disponibili. 
Le prove ci sono e lo dimostrano i pagamenti di alcuni proprietari svedesi inerenti a quel periodo. Dunque, a 24 ore di distanza dallo scritto, avendo causato ulteriore indignazione stavolta quasi ingiustificata, noi di Mondoturf ci rammarichiamo del fatto che avremmo potuto sentire le due campane prima di gridare allo "scandalo".. Sta di fatto che, prima di questo episodio corretto in corsa, le parole dell'Istituzione che ci governa non sono state quasi mai accompagnate da fatti concreti e la credibilità del nostri sistema è stata sempre pari a zero. Non vogliamo giustificarci, ma in genere chi accusa qualche italiano o qualcuno in Italia per un determinato motivo sui ritardi nei pagamenti o problemi burocratici molto ha spesso ragione, mentre stavolta la coscienza del Ministero era a posto. Speriamo di non dover smentire la smentita. Nei prossimi giorni tutta la verità, nient'altro che la verità. Resta il cattivo gusto della presa di posizione così netta del Direktorium..

venerdì 11 aprile 2014

Scuderia Magenta Racing Club: Un sindacato per diventare proprietari di cavalli da corsa in Francia, a Chantilly

Vuoi diventare proprietario di cavalli da corsa e sentirti parte di un gruppo forte e ben radicato? l nuovo partner di MONDOTURF si chiama Scuderia Magenta ed è un consorzio di proprietari residente in Francia presso le scuderie di Alessandro e Giuseppe Botti a Chantilly e Frank Walter come Racing Manager e mette a disposizione quote per i cavalli in allenamento e yearlings inediti. Per maggiori informazioni il sito di riferimento è http://www.ecuriebotti.com/ ed il numero di telefono per chiedere chiarimenti è il seguente: +33 609 448 938
Ecco la formazione ed i presupposti della SCUDERIA MAGENTA:
Si tratta di una Società in Accomandita Semplice a capitale variabile. La durata è, formalmente, di 99 anni e prevede al massimo una quantità di 10 soci nel sindacato. Al momento ci sono 3 quote disponibili, i cavalli si tengono fino al raggiungimento di strategie aziendali che prevedono acquisto di yearlings selezionati e cavalli in allenamento, valorizzazione ed eventualmente vendita a prestigiose aste.
La scuderia Magenta è composta di 4 cavalli, visibili cliccando su questo LINK.
Per il resto, ecco la formazione attuale dei cavalli in batteria della SCUDERIA MAGENTA:

L'ANGOLO DEI PRONOSTICI DEGLI UTENTI DI MONDOTURF: CAPANNELLE DEL 11 APRILE, MILANO 12 APRILE

Diamo spazio e voce ai vostri pronostici sui maggiori e principali campi di galoppo, secondo lo schema de LA SINGOLA DEL GIORNO, IL MULTIPLO o segnalazioni MULTIPLE da scegliere singolarmente ed il "CLAMOROSO" o meglio, un cavallo a quota troppo alta rispetto alle possibilità. Noi diciamo la nostra mentre VOI UTENTI proponete quale, secondo il vostro intuito, potrà essere la più remunerativa scommessa della giornata in base alle quote fisse in apertura oppure al totalizzatore. Martedì Roma Capannelle e Mercoledì Milano San Siro. Di la tua! 
Vuoi condividere la tua idea? Ecco come si fa: Commentare è semplice, basta inserire il commento in fondo al post e alla domanda "commenta come" inserisci la modalità: Anonimo, via account Google, con un nome qualsiasi e in altre modalità proposte.
Se sei interessato a LEGGERE LE NOSTRE IDEE, consultare e SOPRATTUTTO DIRE LA TUA.. clicca sul tastino qui in basso....

Italia fuori dai giochi Pattern secondo il Direktorium tedesco. Non sono ancora arrivati €450,000 del 2012, chiesto intervento al EPC

Ci risiamo, la Germania accusa. Una nota dei giorni scorsi sul sito del Direktorium avvisa i proprietari ed allenatori tedeschi di tenersi alla larga dall'iscrivere i loro cavalli alle corse italiane a causa del famoso ritardo nei pagamenti di alcuni premi. Sembrava tutto risolto invece qualcosa manca ancora all'appello a quanto pare. 
Il Direktorium ha parlato di ritardo documentato dal fatto che mancano all'appello alcuni soldi che invece spettano agli operatori e che erano stati promessi dal Ministero delle politiche Agricole e Forestali che evidentemente non ha capito la gravità della situazione. Il CEO del Direktorium Jan Antony Vogel (nella foto) ha spiegato: “Nella riunione dell'European Pattern Committee si era stabilito che le corse italiane avrebbero subìto un declassamento in caso non avessero pagato tutte le somme entro il 31 Marzo, avevamo avuto rassicurazioni in tal senso e parzialmente le somme sono state erogate, ma del 2012 mancano ancora €450,000. Il tempo delle promesse è finito, abbiamo informato Brian Kavanagh e gli altri membri del consiglio. Ci aspettiamo un intervento! Naturalmente non possiamo frenare con la forza chi ha intenzione di andarci a correre, ma noi non li tuteleremo in nessun modo attraverso supporto logistico e burocratico". Il comunicato è apparso a questo LINK, documentato in separata sede. Il trainer Andreas Wöhler ha confermato le parole sui premi, dichiarando “Ho ricevuto i pagamenti del 2013 mentre per quanto riguarda i soldi delle vittorie di Novellist (Monsun) nel Jockey Club G1 e Sortilege (Tiger Hill) nel Lydia Tesio G1 invece non sono ancora arrivati". Insomma, come al solito ci facciamo riconoscere.. da una parte il Ministero ritarda o ha i premi in lavorazione, dall'altra il Direktorium appare veramente spietato!

mercoledì 9 aprile 2014

Capannelle verso il Carlo Chiesa G3, prima Pattern di stagione:Omaticaya scalda i motori contro Bettole

Intanto domenica è già tempo di Pattern in Italia. La prima della stagione si disputa a Capannelle, è il Carlo Chiesa G3 in pista dritta che oppone femmine di 3 anni alle anziane. Si tratta di una corsa di valore, anche e soprattutto in prospettiva allevatoria, oltre che test probante per il resto della stagione. Tra le più attese al via Omaticaya (Bernstein), una delle poche tre anni al via contro le anziane, che ha rifinito nella mattinata di ieri sul tracciato di Ciampino e sarà al via nella domenica, con i partenti che verranno dichiarati nella giornata di venerdì. Tra le iscritte risulta anche l'anziana Alfkona (Areion) per Jozef Roszival  ed i colori Ramona Racing, la quale ha già tentato la strada di Roma nel 2012 finendo nelle retrovie del Premio Aloisi G3 vinto da Blu Constellation in parità con Rosendhal. Delle altre, c'è attesa per il ritorno di Bettolle (Blu Air Force), nella foto Stefano Grasso, già vincitrice di questa corsa lo scorso anno. Nell'edizione 2014 non ci sarà Noble Hachy (Kyllachy) vincitrice nel 2012 del Carlo Chiesa G3 che passa la mano per un lieve infortunio... Cliccando QUI trovi l'Albo d'Oro della corsa dal 1987, quando la corsa si disputava sul miglio, trasformata per una lucida intuizione a prova in velocità nel corso del 2007. Per vedere le iscritte clicca sul tastino in basso, in neretto le probabili partenti..

First Crop Sires 2014: Primo vincitore per #Showcasing, stallone residente al Whitsbury Manor Stud

La risposta non si è fatta attendere, anzi è stata immediata dopo il primo vincitore per Zebedee di lunedì. Showcasing (Oasis Dream), stallone residente al Whitsbury Manor Stud in Inghilterra, il più veloce vincitore delle Gimcrack Stakes G2 a due anni, ha ottenuto nella giornata di martedì il suo primo rappresentante vincitore della carriera da stallone in Abscent Friends che ha vinto a Southwell una maiden sui 1000 metri. 
Il cavallo allenato da Bill Turner è partito forte ed è rimasto in quota, dimostrando di avere velocità di base e buona professionalità in corsa. 1 a 1 subito il conto dei First Crop Sires del 2014. Showcasing in corsa era allenato da John Gosden, è stato molto veloce, ha vinto a 1200 metri e vestiva i colori di Khalid Abdullah e dunque, allevato da loro, fa parte di una famiglia femminile con solidi radici di base al Juddmonte. Showcasing, che ha 77 rappresentanti figli sotto il suo nome nella stagione, funziona in Inghilterra per £4,500 al Whitsbury Manor Stud, la madre è Arabesque (Zafonic) già madre del vincitore di Pattern e stallone Camacho (Danehill), dunque fa parte della famiglia femminile di Modern Look (Zamindar) e del campione australiano Foreteller (Dansili). La seconda mamma di Showcasing è la campionessa a due anni Prophecy (Warning). 

Saint-Cloud: Sommerabend vince l'Edmond Blanc, Umberto Rispoli finisce fortissimo sull'Aga Khan Kikaltash

Ieri pomeriggio in Francia Umberto Rispoli vicino alla vittoria con la giubba dell'Aga Khan nel Prix Edmond Blanc G3 sul miglio di Saint-Cloud, beffato dal suocero Gerald Mosse. A vincere è stato il Mirec Rulec Sommerabend (Shamardal), vincitore nel 2011 del Grosse Europa-Meile G2 ed in generale vincitore di 5 Stakes, posizionato vicino alla testa dal jockey francese ed impermeabile agli attacchi portatigli dal finale efficace ma un filo tardivo di Kikaltash (Haafhd) allenato da Mikel Delzangles per i colori della casaque princière. Terzo è arrivato Silas Marner (Muhtathir) per Jean-Claude Rouget e la monta di Jean-Bernard Eyquem e da segnalare anche il quarto della femmina Esoterique (Danehill Dancer) per Monsieur Andre Fabre con Maxime Guyon a bordo. IL RISULTATO COMPLETO CLICCANDO QUI. IL VIDEO DELL'EDMOND BLANC QUI.

martedì 8 aprile 2014

Stallion News: Primo vincitore per il sire #Zebedee, favorito per il titolo di Champion First Season Sire..ecco gli altri

Ecco i due anni. Da qualche giorno tra Francia ed Inghilterra (in Italia avverrà venerdì a Capannelle) ci sono stati i primi debutti per i cavalli nati nel 2012 ed in particolare ne diamo menzione con retropensiero ai figli degli stalloni che debuttano nel panorama internazionale. Lunedì a Windsor la debuttanti di apertura convegno ha lanciato subito Magical Roundabout (Zebedee) per Richard Hannon di Julie Wood con Ryan Moore in sella che ha provveduto a regalare al first crop sire Zebedee (Invincible Spirit) il primo esponente vincitore della sua carriera di stallone. Magical è un grigio, proprio come suo padre, pagato €20,000 da foal e come detto è prodotto dello stallone Zebedee che funziona al Tally-Ho Stud per €5,000. Zebedee correva proprio per i colori di Mrs Julie Wood, fece una proficua carriera a 2 anni e poi è stato ritirato in razza, venduto a quelli del Tally-Ho. Zebedee è figlio del campione e ottimo stallone Invincible Spirit (Green Desert), che funziona per €70,000 all'Irish National Stud, e della campionessa Cozy Maria (Cozzene) dalla quale ha preso il mantello grigio.. In corsa ha toccato i propri vertici nelle vittorie delle....

Frankie #Dettori e #Treve, altro lavoro probante in vista del Ganay. Sabato a Newbury Kingman nelle Greenham..

Si avvicina il rientro della campionessa Treve (Motivator) e nei giorni scorsi Lanfranco Dettori era di nuovo a Chantilly per sostenere un altro lavoro serio in vista del prossimo obiettivo dichiarato, quello del 27 Aprile con la partecipazione della vincitrice dell'Arc nel Prix Ganay G1 in programma a Longchamp: "Avevo quasi dimenticato quanto fosse buona, secondo me l'inverno l'ha ulteriormente fatta crescere e dunque spero dimostri in pista questi presupposti. Sono felice come un bambino prima di Natale, sono arrivato la scorsa notte per montare questa mattina. Secondo me è la cavalla più forte al mondo!". Nella foto, Frankie poco prima di montare Treve per il lavoro che ha soddisfatto tutti. La cavalla allenata da Criquette Head-Maarek oltre al rientro ha nell'agenda una partecipazione al Royal Ascot nelle Prince of Wales's Stakes G1 di Giugno per poi virare tutto verso Parigi ed una replica nell'Arc ad inizio Ottobre. Nel video pubblicato a questo LINK potrete ascoltare Frankie Dettori intervistato da Matt Chapman per i microfoni di At The Races in occasione della giornata di corse a Windsor. Frankie ha parlato un pò di tutto e la domanda inevitabile era per quelli che sono secondo lui gli altri punti fermi per il suo 2014. Un altro performer di livello della stagione infatti dovrebbe essere Olympic Glory (Choisir), sempre colori Al Thani ma in training da Richard Hannon, vincitore delle Queen Elizabeth II Stakes nel British Champions Day di Ottobre, ed in preparazione verso le JLT Lockinge Stakes di Newbury del 17 Maggio. 
Non solo Dettori, perchè sabato a Newbury..

lunedì 7 aprile 2014

Il bello della domenica tra Germania e Francia: Tripletta di Daniele #Porcu a Colonia, in Francia ecco Royalmania...

La domenica è stata anche internazionale. Parliamo prima delle tinte italiane in Germania, si correva a Berlino-Hoppegarten e Colonia: A Colonia nel Grand Prix Aufgalopp a vincere è stato il Figge Night Wish (Sholokhov) e terzo Daniele Porcu in sella a Quinzieme Monarque (Rock Hard Ten) per Peter Schiergen. Il jockey italiano però, ormai di stanza in Germania da qualche anno e da qualche mese stabile nelle scuderie di Schiergen, ha vissuto una bellissima giornata tecnicamente. Ha infatti ottenuto una tripletta in giornata, oltre ad almeno 2 piazzamenti, grazie alle efficaci interpretazioni su Guajara (Montjeu), per i colori del Gestut Fahrhof, nel Dabirsim-Preis per Peter Schiergen e stessa cosa è avvenuta nel Preis der Bet3000 GmbH sul miglio in sella a Der Graue (Kandahar Run), nella foto, ed i colori del Gestut Ammerland sempre per Peter Schiergen. In chiusura, sigillo nel...

domenica 6 aprile 2014

Prove tecniche di Classiche: a Roma ancora dominio Botti tra Daumier e Torricola con Freedom Holder e Donna Prassede. A San Siro Fair Dubawi e Collateral Risk tra Seregno e Gardone

Tutti a Roma! Regina Elena e Parioli si avvicinano e allora ecco nella domenica appena trascorsa le prove di rifinitura per chi vuole tentare il salto nelle due Classiche del 27 Aprile. Alle Capannelle i Botti si sono portati a casa sia la prova per i maschi che quella per le femmine. Nel Daumier, condizionata sui 1600 metri classica preparazione per il Parioli, Freedom Holder (Holy Roman Emperor) se l'è dovuta sudare e non poco contro un sempre tenace Hoovergetthekeys (Henrythenavigator) al quale è venuto tutto storto, dalla partenza all'arrivo. Sul palo è emerso il grigio, subito dopo era primo l'Americano di Massimiliano Narduzzi. Cristian Demuro ha messo una corta testa sul secondo, decisivamente.
Il pass per il Parioli è loro di diritto, insieme a quello di Priore Philip, Salfrod Secret ed il vincitore del Gardone di cui parliamo dopo... Terzo a qualche lunghezza Jyoti (Selkirk), il portacolori della Razza del Terminillo che sta migliorando corsa dopo corsa, sarà un buon anziano. QUI IL VIDEO DEL PREMIO DAUMIER. Tempo non esaltante di 1m 40,27s ma il terreno era soffice e sono venuti larghi e lontano dallo stecco..
La strada per il Regina Elena passa anche per il Premio Torricola, condizionata sul miglio, e allora ecco la retrocessa del.....

Quiza Quiza Quiza è diventata mamma. La vincitrice del Lydia Tesio ha dato alla luce una femmina

Fiocco rosa in casa Cantoni. Nei giorni scorsi è venuta al mondo una piccola puledrina prodotto della campionessa di casa Quiza Quiza Quiza (Golden Snake), vincitrice di Lydia Tesio G1 ed autrice di una carriera sopra le righe. La piccola è nata presso il West Stow Stud a Newmarket, ed il primo prodotto di Quiza nata dall'incrocio con lo stallone tedesco Soldier Hollow (In The Wings), funzionante al Gestut Auenquelle per €12,000, Champion Sire lo scorso anno, già padre del campione Pastorius vincitore di G1 ed uno dei migliori 3 anni della stagione 2013. 
Quiza (nella foto con Luigi Riccardi nelle scuderie di Via delle Capannelle) ha ora 9 anni, ha corso fino a 6 ed oltre alla vittoria nel Lydia Tesio vanno annoverati che i piazzamenti nel Gran Premio di Milano G1 e nel Premio Presidente della Repubblica G1. In carriera ha vinto 11 volte e si piazzata in altrettante occasioni su un totale di 28 corse disputate ed un bottino di €409,000. Il prossimo principe azzurro al quale farà visità sarà Cacique (Danehill), fratello pieno di Dansili, residente al Juddmonte sempre in Inghilterra per £12,000.

sabato 5 aprile 2014

Italians: Antonio Fresu, prima vittoria in Inghilterra a Wolverhamton. Tripletta di Alberto Sanna ad Oriente

Italians all'estero, una giornata prolifica quella di venerdì. Antonio Fresu ha ottenuto la sua prima vittoria dell'esperienza inglese e lo ha fatto portando al palo Hagree (Haatef) in una maiden vinta facilmente sui 7 furlongs per Marco Botti ed i colori di Giuliano Manfredini in una partership con Mohamed Albousi Alghufli. Hagree, acquistato da Alberto Panetta per gns70,000 alle Tattersalls di Maggio, aveva debuttato con un secondo posto montato da Paolo Sirigu. IL VIDEO DELLA VITTORIA QUI. Antonio Fresu ha sinora montato in 3 occasioni e sono arrivati 1 primo, 1 secondo ed 1 terzo. Decisamente positivo il suo approccio.
In Bahrain Alberto Sanna ha ottenuto 3 vittorie in tra Bahrain DERBY locale, poi in G3 grazie alla affermazione nel Banks of Bahrain il tutto condito da una vittoria in maiden. Venerdì invece in Qatar 4 secondi posti, uno ottenuto alle spalle di Marco Monteriso.

venerdì 4 aprile 2014

L'ANGOLO DEI PRONOSTICI DEGLI UTENTI DI MONDOTURF: CAPANNELLE 4 APRILE, SAN SIRO 5 APRILE

Diamo spazio e voce ai vostri pronostici sui maggiori e principali campi di galoppo, secondo lo schema de LA SINGOLA DEL GIORNO, IL MULTIPLO o segnalazioni MULTIPLE da scegliere singolarmente ed il "CLAMOROSO" o meglio, un cavallo a quota troppo alta rispetto alle possibilità. Noi diciamo la nostra mentre VOI UTENTI proponete quale, secondo il vostro intuito, potrà essere la più remunerativa scommessa della giornata in base alle quote fisse in apertura oppure al totalizzatore. Martedì Roma Capannelle e Mercoledì Milano San Siro. Di la tua! 
Vuoi condividere la tua idea? Ecco come si fa: Commentare è semplice, basta inserire il commento in fondo al post e alla domanda "commenta come" inserisci la modalità: Anonimo, via account Google, con un nome qualsiasi e in altre modalità proposte.
Se sei interessato a LEGGERE LE NOSTRE IDEE, consultare e SOPRATTUTTO DIRE LA TUA.. clicca sul tastino qui in basso....

giovedì 3 aprile 2014

Maisons-Laffitte verso le Ghinee francesi: Cristian Demuro prima vittoria di Gruppo in Francia nel Prix Imprudence su Xcellence, battuta la campionessa Vorda. Nel Djebel ecco Charm Spirit su Kiram

Ecco Cristian a Maisons-Laffitte! Nel Prix Imprudence G3 sui 1400 metri in pista dritta, prova tradizionalmente valida come trial in vista delle Poule d'essai des Pouliches, ha vinto la sua prima Pattern in Francia portando al traguardo l'ennesimo outsider. E' stata la volta di Xcellence (Champs Elysées), con una monta al solito precisa e puntuale, a 22/1, battendo nientepopodimenoche la campionessa Vorda (Orpen), vincitrice di Papin G2, seconda di Morny G1, che si rimetteva in cammino. Cristian ha seguito il gruppo dall'interno e con andatura sonnolenta, appena i giochi sono diventati seri è andato all'attacco di una delle favorite e l'ha piegata come un cucchiaino nella fase finale. Xcellence è una cavalla allenata da François Doumen per i colori di Henri de Pracomtal e guarderà ora alle Ghinee francesi come obiettivo, anche se il team nel dopo gara ha parlato di una eventualità di correre in Inghilterra le 1000 Ghinee. Xcellence, già seconda di Miesque G3 in autunno, prima ancora aveva vinto una bella condizionata a Maisons-Laffitte battendo Elektrum (High Chaparral) vincitrice qualche giorno fa di una bella condizionata ed iscritta alle nostre Oaks G2, dunque una linea che si ripete. Nell'occasione terza è arrivata Dancing Sands (Dubawi) per i colori di Sheikh Mohammed Al Maktoum. Forte delusione per la favorita Miss France (Dansili), mai nella contesa e finita sesta nel gruppone. IL VIDEO DEL PRIX IMPRUDENCE QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
Tra i maschi...

mercoledì 2 aprile 2014

Il campione Sudafricano Variety Club nel 2014 rimarrà in Europa, entrerà nelle scuderie di Mick De Kock a Newmarket

Ecco uno dei motivi di interesse nella stagione "flat" in Europa del 2014. Il campione Sudafricano Variety Club (Var), vincitore del Godolphin Mile G2 nella notte della Dubai World Cup, continuerà la sua stagione alla ricerca di nuovi orizzonti e lo farà in Europa agli ordini e alle cure di Mike de Kock che da qualche tempo ha aperto una succursale in Inghilterra a Newmarket, dove tra l'altro è presente anche Heavy Metal (Silvano) che abbiamo visto all'opera nel Carnival a Meydan. Variety Club, che ha battuto Soft Falling Rain allenato proprio da De Kock, fino ad oggi era allenato da Joey Ramsden in Sudafrica. In carriera ha vinto 16 delle 22 corse disputate con un bottino non ricchissimo per via del valore del rand, ma compensato con la vittoria nel Godolphin Mile G2. Variety è stato due anni Horse Of The Year Sudafricano, ha steccato il Derby locale solo perchè non arrivava alla distanza ed è un miler fatto e finito da erba, sebbene si sia ben disimpegnato sull'orribile Tapeta. Magari non è una superstar alla Frankel, ma un cavallo forte, bello come il sole e molto solido. Corre in avanti a pedalare e poi bisogna andare a prenderlo.. sarà interessante vederlo all'opera in Europa, anche se sembra che il primo appuntamento per il figlio di Var (Forest Wildcat) nella versione "De Kockiana" possa essere il Champions Mile G1 di Hong Kong da $12 milioni locali di dotazione del 4 Maggio a Sha Tin.

Verso le Classiche. Ecco in anteprima gli iscritti a Parioli e Regina Elena del 27 Aprile e Derby Italiano del 18 Maggio

Nei giorni scorsi si sono chiuse le iscrizioni Classiche e sono stati diramati pubblicamente i nomi dei cavalli che parteciperanno alle Ghinee italiane, Derby ed Oaks di questo 2014 che si disputeranno tra Capannelle (Parioli, Elena e Derby) e San Siro (Oaks) il 25 Maggio. Il pagamento dei premi agli stranieri non ha compensato ad una situazione comunque di allarme per le nostre corse, tuttavia un pò di questi hanno messo dentro qualche nome. 
L'unica corsa senza invader sarà il Parioli, per il resto Dermot Weld ha contribuito alla causa, stessa cosa ha fatto Jim Bolger dall'Irlanda. Dalla Francia Mikel Delzangles ne ha iscritti due al Derby ed una alle Oaks, Michael Figge dalla Germania ne ha iscritto uno come Miroslav Kolar che ha una nel Regina Elena, e Marco Botti ne ha iscritti vari tra Derby ed Oaks, Giuseppe ed Alessandro Botti dalla Francia hanno messo qualche nome di cavalli in training a Chantilly, ma italiani di proprietà. Ecco i nomi, prima dei forfaits e prima di ogni supplementazione. Ricordiamo che le nostre Ghinee si corrono il 27 Aprile con Parioli G3 e Regina Elena G3, mentre il 18 Maggio c'è il Derby Italiano e le Oaks il 25 Maggio a San Siro. Se vuoi leggere le iscrizioni clicca sul tastino in basso...NB: In neretto gli iscritti stranieri e relativo allenatore tra parentesi