STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

giovedì 30 novembre 2017

Aste: Inizio positivo per le #Tattersalls December Foal Sale. Top price un figlio di #Farhh per £160,000. Ecco i risultati..

Un maschio prodotto della terza annata del campione Farhh (Pivotal), vincitore delle Lockinge Stakes G1 e delle Champion Stakes G1 la cui produzione però non è quantitativamente di primo livello a causa di problemi di fertilità, ha capeggiato la prima giornata delle Tattersalls December Foal Sale. Il cavallo oggetto della questione è uno dei 21 nati dello stallone residente al Darley, che però ha fatto un record eguagliando quello del 2013 per un figlio di Champs Elysees (Dansili), con £160,000 spese dallo Yeomanstown Stud per un suo figlio. 
Si trattava del Lot 463 allevato dal Brook Stud, e figlio di una fattrice che si chiama Radhaadh (Nayef), al primo prodotto nato e già con un prezzo di livello.
In generale nella prima sessione, che continuerà fino al 2 Dicembre, sono stati presentati 287 cavalli di cui 191 venduti (il 66%), con un fatturato di £2,889,500 (+37%), con la media a £15,128 (+35%) ed il mediano a £10,000 (+25%).

L'Irlanda apre le porte agli appassionati! Il 12 e 13 Gennaio è in programma l'Irish Stallion Trail organizzato dall'ITM.

La quarta edizione della Irish Stallion Trail organizzata dalla Irish Thoroughbred Marketing (ITM) è pronta per essere vissuta, e prenderà luogo venerdì 12 Gennaio e sabato 13 Gennaio 2018. Ventidue stazioni di monta apriranno le porte al pubblico con alcuni dei top stallions nel mondo che faranno bella mostra di loro. 
Nel 2017 8 dei 10 top sires in Europa hanno funzionato in Irlanda, e gli avventori, appassionati, visitatori, avranno l'opportunità di vederli da vicino. 
Non solo campioni in razza ma sarà una bella occasione per ritrovare dei vecchi campioni che si sono resi protagonisti di gesta memorabili in corsa, come per esempio è possibile fare un saluto al campionissimo Sea The Stars (Cape Cross), vincitore tra l'altro anche di Arc de Triomphe e cavallo fortissimo in assoluto, poi la leggenda Yeats (Sadler’s Wells), quattro volte vincitore della Gold Cup di Ascot, ed un altro fortissimo come Kalanisi (Doyoun), vincitore della Breeders' Cup.  Ma non è tutto. Sono disponibili stud come l'Annshoon Stud dove funziona Koropick (Kodiac), il Coolmore, l'Irish National Stud con i suoi nuovi ingressi, il Ballylinch Stud, il Ballyhane, il Rathbarry & Glenview Studs. Insomma, veramente tanti stud di livello.
Per vedere la lista di stalloni che è possibile vedere cliccare su questo LINK. Cliccando su questo LINK è possibile registrarsi per prenotare la visita. In generale, per avere maggiori informazioni e per scoprire il mondo irlandese, basta seguire questo link: http://www.itm.ie/en/Home/

mercoledì 29 novembre 2017

#KOROPICK entra in razza in IRLANDA: Ecco la proposta dell'ANNSHOON STUD. Diritti allevatori a vita e BONUS per chi ha più fattrici. Ecco il dettaglio di una proposta eccezionale.

Abbiamo parlato qualche giorno fa dell'ingresso in razza del nuovo stallone KOROPICK (Kodiac) che funzionerà nel 2018 in Irlanda al tasso convenientissimo, dati i presupposti, di €3,000 al 1° Ottobre S. L. F. 
Ma la novità della stagione è anche un'altra perchè l'Annshoon Stud ha deciso di mettere in vendita agli allevatori un numero LIMITATO di DIRITTI DI MONTA A VITA (Breeding Rights Life Time) di KOROPICK, espressi in un contratto dettagliato. La formula si sviluppa in questo modo:
  • Al costo di €6,000 potrete acquistare UN DIRITTO DI USARE UNA MONTA OGNI ANNO PER TUTTA LA VITA DELLO STALLONE, ciò vuole dire che potrete coprire una delle vostre fattrici OGNI ANNO con KOROPICK oppure se non volete usarla potrete anche cedere o vendere la monta a terzi.
In più, oltre alla proposta, sono stati generati dei BONUS così suddivisi: 
  • Il primo anno di monta l'allevatore oltre che poter far coprire una fattrice potrà usare il primo dei 3 bonus a disposizione portando a KOROPICK ben 2 fattrici, sempre rientrante nell'accordo complessivo di €6,000. 
  • Il bonus prevede che nelle successive 2 stagioni di monta (seconda e terza), l'allevatore che firmerà il contratto potrà usufruire di altri 2 Bonus, cioè oltre che poter coprire 1 fattrice all'anno ne potrà coprire anche altre 2, per esempio in totale potrà destinare 2 fattrici al secondo anno e 2 fattrici al terzo, oppure 1 al secondo anno e tre al terzo o viceversa, quindi usando tutti i bonus a disposizione potrete coprire in totale BEN 6 FATTRICI nelle prime 3 stagioni di monta pur rimanendo intatto il DIRITTO A VITA per coprire una fattrice OGNI ANNO anche dopo le prime 3 stagioni di monta.
  • Nel costo di €6,000 sono compresi in più: Assicurazione che copre infertilità e mortalità fino alla stagione di monta 2018.
  • E poi una clausola di NON vendibilità di KOROPICK prima del Luglio 2021. Dunque un allevatore che acquista per €6,000 il BREEDING RIGHT, avrà l'opportunità di usare la monta di Koropick per 4 volte (una all'anno), senza dimenticare i 3 bonus precisati sopra che danno diritto ad altre 3 monte da usare nelle prime 3 stagioni.
  • Ricordiamo che ogni monta a disposizione del proprietario che ha acquistato il BREEDING RIGHT possono essere vendute o cedute a terzi, in modo tale che se lo stallone aumenterà il tasso di monta sarà possibile ricavarne anche un profitto eventuale, ferma restando la convenienza dell'opportunità.
  • Il proprietario del BREEDING RIGHT deve comunicare entro il 15 Dicembre precedente alla stagione di monta se ha intenzione di usare i BONUS.
Per dettagli e contatti ecco i riferimenti. Contattare ANDY DAVID DELLA WLS BLOODSTOCK (http://www.wlsbloodstock.com)Telefono ufficio: 00353 (0) 71 96 51121 – Telefono mobile 00353 (0) 87 249 87 37. MAIL: info@wlsbloodstock.com. Oppure FRANCESCO LOI 334 6647177 oppure via mail: info@allevamentosifra.com
Ricordiamo chi è KOROPICK:

martedì 28 novembre 2017

Mercato: Fabio Branca e Dario Vargiu, avvicendamento in vista nel 2018? Dario per la Effevi, Fabio si alla Incolinx

La vittoria di Anda Muchacho ha fatto felice sei soggetti: 1) Dario Vargiu, 2) l'Ingegner Romeo della Incolinx, 3) Vittorio Caruso, 4) Nicolò Simondi, 5) gli scommettitori che lo hanno appoggiato e....6) Fabio Branca
Si, perchè la vittoria del "gigante buono", come lo ha definito Dario Vargiu, assume anche altri contorni indipendentemente dalla vittoria della domenica appena trascorsa. Contorni da radiomercato, come quelli che vedranno un cambio in sella secondo quanto carpito dai diretti interessati. Un avvicendamento che è nell'aria, ma non ancora ufficializzato tra due dei migliori jockeys in Italia, dal profilo diverso ma dal comune denominatore ed il brutto vizio di vincere le corse importanti. 
L'affermazione di forza nel Premio Roma GBI Racing ha fatto felice appunto non solo Dario Vargiu (65 vittorie di gruppo in carriera raggiunte e secondo Premio Roma dopo quello di Priore Philip) il quale ha dichiarato proprio nel post premiazione così di essere "felice di aver chiuso in bellezza l'esperienza con la Incolinx", data la naturale scadenza del contratto a Dicembre 2017, e dunque pronto ad essere sereno ad affrontare un'altra stagione da protagonista.

Valutazioni: Anda Muchacho prende un 110 di rating, confermato il valore del Premio del Piazzale. Come Full Drago..

Bene, ma non benissimo. Gli handicapper internazionali hanno attribuito alla vittoria di Anda Muchacho (Helmet) nel Premio Roma GBI Racing G2 un 110 di rating, un pò al limite rispetto al 112 richiesto da una valutazione di un G2 normale. Confermato il valore del Premio del Piazzale, un G3, dove il portacolori della Incolinx aveva ottenuto lo stesso identico valore. 
A cascata, gli altri cavalli hanno avuto un valore attribuito leggermente inferiore con Mac Mahon (Ramonti) a 109, il migliore valore sin qui acquisito dal Derbywinner rispetto al 97 preso in occasione del Federico Tesio G2 quando, alla prima occasione contro gli anziani, ottenne un 97 dietro a Way To Paris (105) e Full Drago a 110. Tra gli altri del Premio Roma: Presley 106, Time To Choose 103 e a Wireless un 92, frutto di una prestazione al di sotto del 107 acquisito nel Wildenstein, per esempio.

Italians: Marcello Belli verso Oriente. Il jockey italiano a Macao per sei mesi, mediazione della Horses & Jockeys

Un altro jockeys italiano è pronto a salpare per una nuova avventura all'estero. Il veterano Marcello Belli partirà a breve verso un altro mondo ed in particolare sbarcherà a Macau, estremo oriente, in una delle regioni amministrative speciali della Cina insieme a Hong Kong, con il quale confina ad est.
Grazie all'enorme lavoro di mediazione della Horses & Jockeys di Alessandro Santoni, che ha continue relazioni con il far east, è stato programmato e reso possibile questo accordo che vedrà il 43enne jockey italiano, esperienza da vendere sulle spalle, di effettuare 6 mesi di esperienza che gli servirà per completare il quadro dopo aver montato anche in Australia ed in Corea del Sud negli ultimi anni. 
Marcellino, da sempre riconoscibile per la frusta posizionata sulla schiena e nell'intercapedine dei pantaloni quando procede in canter verso la partenza, partirà l'11 Dicembre per essere sul posto il 12 Dicembre. L'aspetto più interessante di tutto questo è che già il 16 Dicembre è stato ingaggiato per montare i cavalli di James Moore, il trainer di riferimento a livello locale.

domenica 26 novembre 2017

#Capannelle: Anda Muchacho vola sul Premio Roma GBI Racing, battuto Mac Mahon. Terzo ottimo Presley

"Pronto? Si, ciao sono Dario. Guarda che se stai cercando un pronostico per il Premio Roma GBI RACING, non ti spremere tanto perchè lo vinco io". 
Detto prima quanto vale? Dario Vargiu aveva profetizzato da tanto tempo questa affermazione in sella ad Anda Muchacho (Helmet), e lo ha ribadito anche nelle ore precedenti allo stesso. Di fatto ha certificato che siamo di fronte attualmente al miglior 3 anni italiano, che grazie ad una titanica voglia di vincere ha debellato la resistenza di Mac Mahon (Ramonti), ribaltando il riferimento del Derby Italiano del Maggio scorso. Anda Muchacho, imbattuto in questa stagione autunnale, ha risolto una corsa con una grandissima ferocia, rinvenendo dalle retrovie e dal centro della pista, respingendo sempre gli attacchi di Mac Mahon con Nicola Pinna che ci ha provato prendendo proprio come riferimento il portacolori della Incolinx.. 
Il tema della corsa è stato questo, con i due 3 anni che staccandosi in lotta hanno fatto a batti e ribatti, ma grazie alla sua prorompente fisicità Anda ha sempre respinto al mittente qualsiasi attacco, ricacciando con il suo forcone indietro il principale rivale.

Giappone: Cheval Grand vince la Japan Cup con Hugh Bowman in sella, solo terzo Kitasan Black. I "Demuri" non piazzati

Tokyo: Japan Cup (Grade 1) 1m4f | turf | 3yo+ - £3.9 milioni in palio. In Giappone, di fronte a 108,522 persone (+22.1%) e con un movimento su una sola corsa di ¥22,185,367,100, +7,4%, (oltre €166 milioni scommessi solo su UNA corsa!), si è tenuta la 37° edizione della Japan Cup G1. La vittoria è andata a Cheval Grand (Heart's Cry) che con una poderosa progressione ha recuperato molte lunghezze al fuggitivo Kitasan Black (Black Tide), favorito della corsa alla ricerca del suo 7° G1 in carriera e ad uno storico doppio dopo Gentildonna, e lo ha beffato nella fase finale trascinandosi per il secondo il promettentissimo Rey De Oro (King Kamehameha), il 3 anni già vincitore del Derby nipponico 2017, con Kitasan Black riuscito solo a tenere il terzo posto. I report locali raccontano di come Kitasan abbia perso un ferro e di conseguenza la Japan Cup. 
Cheval Grand aveva in sella il jockey australiano Hugh Bowman che sta vivendo un periodo davvero entusiasmante della sua carriera. Già fantino della fenomenale Winx in patria e recente vincitore del Cox Plate, è riuscito a vincere una corsa con un cavallo forte ma proposto intorno al 14/1 nelle quote di un totalizzatore nipponico che ha raccolto una cosa come oltre €166 milioni solo sulla Japan Cup. Cheval Grand, 5 anni, era giunto terzo nella scorsa edizione della Japan Cup ma in generale è un cavallo che pur essendo buonissimo non aveva mai vinto al massimo livello.

+++Breaking News: #Khan ritirato nel Premio Roma GBI Racing. Per il tedesco febbre di domenica mattina!

Una nuvola nera e densa sembra essersi assestata proprio sopra l'impianto delle Capannelle, senza volersene andare via. In un momento già abbastanza delicato per la questione politica sulla gestione dell'impianto a rischio chiusura, si è aggiunta la scarsa fortuna anche tecnica. 
Dopo la incredibile sospensione delle corse del 5 Novembre relativamente al Premio Roma GBI Racing, a causa di maltempo e piogge monsoniche mai viste a Capannelle, anche il recupero non è partito nel migliore dei modi. Notizia fresca di questa mattina è stato il ritiro del candidato Khan (Santiago), portacolori della Darius Racing ed allenato da Henk Grewe e titolare di riferimenti internazionali tali da valorizzare in maniera necessaria l'ultima pattern dell'anno, è stato trovato con linee di febbre nel suo box di transito e dunque non potrà correre. 
L'importanza di Khan è relativa al fatto di avere acquisito valori interessanti prima d'ora con un quinto nel Grosser Preis von Bayern G1 dietro a cavalli da G1, al fatto che fosse in crescita ed al fatto che anche senza eventuale piazzamento nel Premio Roma GBI il suo profilo da cavallo internazionale sarebbe stato funzionale alle nostre corse, costituendo un buon punto fermo per il valore del Premio Roma.
Restano dunque in 9 al via con gli unici rappresentanti stranieri in Wireless (Kentucky Dynamite), comunque non da buttare affatto, e Red Label (Dubawi) che cercherà di buttare giù dalla torre Anda Muchacho (Helmet) e Mac Mahon (Ramonti), senza dimenticare gli altri. Cosa possiamo aspettarci ancora, un uragano?
IL CAMPO PARTENTI CON MOVIMENTI DI QUOTE, APPENA SARANNO DISPONIBILI, CLICCANDO SU QUESTO LINK.

sabato 25 novembre 2017

Riceviamo e pubblichiamo: ANAG, UIF e UNPCPS chiedono garanzie al Ministero

Riceviamo e pubblichiamo, per conto della Associazione Nazionale Allenatori Galoppo, dell’Unione Italiana Fantini e dell’Unione Nazionale Proprietari Cavalli Purosangue. Di seguito il COMUNICATO: I rappresentanti delle scriventi associazioni hanno partecipato all’incontro pubblico organizzato dalla Hippogroup Roma Capannelle in data 23 Novembre.
In tale occasione sono emerse criticità di carattere giuridico e gestionale con il Comune di Roma e con il MIPAAF che potrebbero condurre nel breve all’interruzione dei servizi prestati dalla società che gestisce l’ippodromo.
Non competenti in materia giuridico-contrattuale e non in possesso di tutti gli elementi necessari ad esprimere giudizi sulle responsabilità che hanno portato a tale situazione, le associazioni di categoria intendono affermare con forza l’inderogabile necessità (pena la definitiva distruzione dell’intero settore ippico nazionale) di ricevere dal MIPAAF garanzie sulla certezza della disputa delle corse presso l’ippodromo romano nel mese di dicembre e nel corso del 2018; in caso contrario si vedranno costrette ad intraprendere tutte le legittime azioni tese alla tutela degli interessi dei propri associati.
ANAG UIF UNPCPS

Giappone: Sestuplo per Ryan Moore a Tokyo, poker per Cristian Demuro e piazzamento in G3 a Kyoto

Il morning line della Japan Cup vede sempre molto favorito Kitasan Black (Black Tide) ad una quota intorno pari, mentre scende molto la quota del campione dei 3 anni Rey De Oro (King Kamehameha), il vincitore dell'ultimo Derby nipponico. Ottima la chance considerata per Satono Crown (Marju) che ha forma più internazionale di tutti i partecipanti, ed ha nel motore un Mirco Demuro in formissima. A proposito di fantini da segnalare che Ryan Moore, la cui carta domenica sarà quella di Idaho (Galileo) per cercare di regalare ad Aidan O'Brien la prima vittoria nella Japan Cup, ha cominciato il weekend inanellando 6 vittorie a Tokyo, dove era impegnato. 
Nella nona corsa un pizzico di italianità grazie alla vittoria nel Cattleya Sho per tale Ruggero, un figlio di Kinshasa No Kiseki e della fattrice Silver Cup (Almutawakel), vincitrice del Regina Elena G2 nel lontano 2005.

venerdì 24 novembre 2017

Situazione Capannelle, #Frongia risponde a Hippogroup: "Nessuno sfratto, ma logiche conseguenze"

A distanza di qualche ora dall'ultimo contatto con il Comune di Roma, Daniele Frongia, Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi di Roma Capitale ha risposto con un comunicato che pubblichiamo, reso noto alla luce di quanto dichiarato ieri, 23 novembre, dai vertici di Hippogroup Capannelle all'incontro pubblico "Come salvare Capannelle - Ruoli e responsabilità" come risposta alle parole del management che ha in concessione l'impianto della Via Appia. 
Ecco le sue parole: "Per quanto riguarda l'Ippodromo delle Capannelle, la concessione è scaduta un anno fa ed è stato notificata la richiesta a riconsegnare l’impianto entro 180 giorni, non è uno sfratto ma le conseguenze normali a seguito di concessione scaduta: le regole sono uguali per tutti. Con il MIPAAF (Ministero delle Politiche Agricole, alimentari e Forestali) abbiamo concordato sul proseguimento delle corse anche per il 2018. Invitiamo le forze politiche (che in passato hanno regalato Capannelle, 173 ettari, a meno di 70.000 euro all'anno) ad un salutare mea culpa e a non strumentalizzare i lavoratori già licenziati dal concessionario nel corso degli anni”.
Tutto corretto, ma resta da capire chi amministrerà il gioco in caso Hippogroup si dovesse tirare indietro entro il 15 Dicembre, cioè termine ultimo entro il quale l'ippodromo dovrà ricevere determinate risposte in merito alla prosecuzione dell'attività.

Questione sfratto #Capannelle: Una mega partita a scacchi tra Comune, Ministero e Hippogroup

Minuto dopo minuto, ora dopo ora, si delineano sempre di più i contorni di una vicenda che sta tenendo banco nel periodo: La questione Capannelle.
Nelle ultime 24 ore abbiamo ragionato, metabolizzato, ci siamo confrontati con varie persone, raccolto considerazioni, parole e pareri da fonti verificate, e man mano le tessere del puzzle sembra siano sempre più completando il quadro che appare sempre più chiaro e definito. Insomma, tutto fila fino ad un certo punto.
Sottolineiamo come queste note sono solo frutto di un ragionamento, che può essere via via completato o confutato. Ma per completezza rispetto al post di ieri (se non avete letto, lo potete consultare leggendo QUI), appare chiaro come quello che stiamo vivendo è una sorta di gigantesca partita a scacchi, dove ci si muove anche in diagonale, tra tre soggetti: Il Comune. Il Ministero. Hippogroup Capannelle.

Novità: Arriva la Bacheca delle vendite cavalli di Mondoturf. Consulta la sezione, invia il tuo annuncio

Inauguriamo una nuova sezione del sito MONDOTURF che potete trovare in alto, sotto l'intestazione del sito, che si chiama BACHECA VENDITE CAVALLI e viene incontro alle esigenze del pubblico che legge e che consulta. 
Si tratta di un modo per dare spazio agli operatori, agli appassionati e a chi è interessato a comprare e vendere cavalli da corsa e quindi sfruttando uno spazio del sito molto richiesto da tanti operatori. 
Se cerchi un profilo di cavallo, se vuoi comprare, ma soprattutto se vuoi vendere, mandaci via mail l'annuncio all'indirizzo gabrielecandi@gmail.com. Noi lo pubblicheremo appena possibile, compreso anche di prezzo, contatti e quante informazioni riteniate siano necessarie, corredato anche di eventuali link su richiesta. 
Consulta, per esempio, gli annunci più recenti cliccando su questo LINK

Italians: Vittorie per Fiocchi, Sanna, Convertino e Fresu in Medio Oriente. Qaysar, allevato dalla Waldeck, a Kempton..

La rubrica italians si arricchisce di un altro piccolo capitolo, ma solo per aggiornare come sta procedendo l'esperienza dei nostri jockeys all'estero. In Qatar vittorie ancora per Carlo Fiocchi per Stefano Ibido con il tre anni I Am Lightining in una maiden e con Sharesa in un trial per le Oaks, facendo arrivare il conto aggiornato a 3 nell'esperienza. Anche Alberto Sanna ha colpito con la quinta affermazione in stagione e stessa cosa per Pierantonio Convertino che ha ottenuto la 9° vittoria stagionale.
Anche Antonio Fresu ha vinto a Meydan negli Emirati Arabi Uniti, in sella ad Halima Hatum in una maiden, ed è la quarta in stagione per lui. 
In Francia, a Lione, vittoria per Magical Forest di proprietà di Gerard Augustin Normand ed allenato da Alessandro e Giuseppe Botti. In Inghilterra ha vinto la sua prima corsa in carriera Qaysar (Choisir), allevato dalla Waldeck di Christan Walter è un prodotto della fattrice Coco Demure (Titus Livius) vincitrice di una Listed a Siracusa, e di proprietà della Qatar Racing che l'ha acquistato per €200,000 ad un Breeze Up, dopo essere passato da yearling per €27,000. Qaysar, dal bellissimo modello, ha vinto una maiden a Kempton alla seconda uscita in carriera e guadagnandosi un promettentissimo 82 di rpr, dopo un debutto con un secondo posto a Newmarket. Seguiamolo..IL VIDEO QUI.

giovedì 23 novembre 2017

#Capannelle sotto sfratto! Con una delibera il Comune annuncia all'ippodromo l'uscita entro 180 giorni! Smarrimento..

Una situazione paradossale, di quelle che si vivono nei film con tanta suspence. Una sensazione di sgomento e smarrimento quello che abbiamo avvertito all'incontro pubblico "Come salvare Capannelle - Ruoli e responsabilità" organizzato dentro la Club House dell'impianto stesso nella giornata di giovedì 23 Novembre, una data che per certi versi passerà alla storia relativamente al nostro settore. Cerchiamo di ricostruire i fatti, senza annoiarvi e senza farvi perdere il filo del discorso.
C'è stata una riunione fiume, con presenti tutti i "leader" della Hippogroup Capannelle insieme ad una corposa rappresentanza di agenzie di stampa e pubblico vario, dalla quale sono scaturite tutta una serie indefinibile di mille e più incongruenze di una città che giorno dopo giorno si sta sfaldando sotto una cattiva gestione, pensiamo in malafede, per una situazione che apparentemente potrebbe al contrario portare benefici a chiunque. La riunione era nata solo per sottolineare come alcuni aspetti "provvisori" della gestione, in ottica ed in regime di proroga eventuale, avrebbe portato solo altri problemi e non un discorso di economia valido. Ed invece.. un colpo di scena. Ma procediamo..

Giappone: Tutto pronto per la Japan Cup 2017! Favorito Kitasan Black, 3 jockeys italiani impegnati a Tokyo!

Il gala internazionale della Japan Cup è pronta a vivere il suo momento più alto. Domenica a Tokyo va in scena la 37° edizione di una corsa che mette in palio 648 milioni di yen, circa $5,6 milioni, di cui la metà per chi vince la prova sul miglio e mezzo. La corsa è programmata come undicesima del convegno alle 15,40 ora locale. Già da qualche settimana però in Giappone non si parla d'altro grazie ad un grandissimo battage pubblicitario in qualsiasi città locale, tra metro, centri commerciali, piazze etc.
Sono 4 le nazioni rappresentate per una corsa che serviva per alzare il livello qualitativo dell'ippica di un paese che ha fatto passi da gigante, tanto che nelle ultime 11 edizioni a vincere sono stati paladini locali con almeno 10 edizioni nelle quali i primi 3 posti sono stati occupati da cavalli locali.  L'ultima volta che a vincere fu un cavallo straniero bisogna tornare ad Alkaseed (Kingmambo) per Luca Cumani e Frankie Dettori in sella, un cavallo che poi ha fatto lo stallone in Giappone ed ora è stato importato in Italia dove funzionerà nel 2018 alla Berardenga. Il tracciato di Tokyo è ondulato, la retta finale di 525 metri quindi sarà determinante avere la posizione giusta. 
Quest'anno ci sono 4 cavalli che proveranno a sfatare il mito: Due di questi verranno dall'Europa e sono Guignol (Cape Cross) con Filip Minarik ma formato in questi giorni da Miki Cadeddu e Iquitos (Adlerflug) con Daniele Porcu in sella dalla Germania, grazie alla mediazione della New Racing Factory, poi Idaho (Galileo) dall'Irlanda avrà Ryan Moore e Boom Time (Flying Spur) dall'Australia avrà Cory Parish a bordo. Insomma ci sono ottimi rappresentanti della forma europea, dall'Arc de Triomphe, e non solo. Nei giorni scorsi è stata realizzata anche una intervista a Miki Cadeddu che ha avuto molto risalto nei media locali.

Allevamento mondiale: Aste foals e miste. Ecco le news del periodo sponsorizzate dalla Dimensione Clima

La news che vi apprestate a leggere è offerta dalla Dimensione-Clima (http://www.dimensione-clima.com/). Visita il sito per trovare offerte convenienti per la tua climatizzazione, invernale ed estiva. Approfitta delle offerte del periodo! 
La questione allevamento in questo periodo è molto sentita. Nelle ultime ore si è completata una tremenda, ma nell'accezione positiva del termine, sessione delle Goffs November Foal Sale che ha realizzato dei numeri da capogiro. Basti pensare che quelli che hanno realizzato almeno €100,000 sono aumentati da 28 a 49 nel giro di un anno, e la media è aumentata del 21% rispetto al 2016. 
Entrando un pò più nel dettaglio, cumulativamente nella tre giorni sono stati venduti 536 puledri (l'81%) che hanno realizzato un movimento di €25,540,750 (+43%) con la media a €47,651 (+22%), di questa media va tenuto conto anche dei €93,697 (+21%) solo della terza giornata, con un prezzo mediano complessivo salito all'8% con €27,000.
Il top price lo ha realizzato il Lot 541, una femmina da Galileo ed Inca Princess (Holy Roman Emperor), acquistata da Hugo Lascelles per €1,1 milioni. Si tratta di una sorella piena di Johannes Vermeer (Galileo), recente piazzato di Melbourne Cup.

mercoledì 22 novembre 2017

Verso il Premio Roma GBI Racing. Forfait Air Pilot, salgono le quotazioni del tedesco Khan. Ecco le monte..

Retromarsh! La notizia di ieri dell'arrivo di Air Pilot (Zamindar) a Capannelle per il Premio Roma GBI Racing G2 di domenica pomeriggio, ha subito una brusca frenata a causa di problemi sopraggiunti ed inattesi. Il cavallo di Ralph Beckett ha cancellato la prenotazione del box di trucioli ed ha strappato il biglietto di viaggio e non sarà della partita.
Uno in meno, in una edizione che comunque pare reggere il confronto con componenti straniere che arrivano anche dalla Francia con alcuni jockey ingaggiati, di cui parliamo più sotto.
Nella mattinata di mercoledì è invece arrivato l'RNC di Khan (Santiago), un portacolori della Darius Racing e del Gestüt Karlshof allenato da Henk Grewe, giunto recentemente quinto nel Pastorius - Grosser Preis von Bayern G1 sul miglio e mezzo alle spalle di Guignol (Cape Cross), Iquitos (Adlerflug), Dschingis Secret (Soldier Hollow) e Waldgeist (Galileo), cavalli da G1 vero. IL VIDEO DELLA CORSA QUI. Khan, nella foto, sta crescendo corsa dopo corsa di valore, da tipico tedesco. Non ancora reso noto chi salirà in sella. LA SCHEDA DI KHAN CLICCANDO SU QUESTO LINK.
Confermatissimi tanto Red Label (Dubawi) per Marco Botti, quanto Wireless (Kentucky Dynamite) e Ventaron (Le Havre) dalla Repubblica Ceca, aleggia ancora qualche dubbio sulla presenza di Subway Dancer (Shamardal), sempre dalla Boemia, che sembrava sicuro prima di ieri pomeriggio.

Giappone: Tassi di monta Shadai. Deep Impact aumento da ¥30 a ¥40 M, è il tasso pubblico più alto del pianeta

Rimaniamo in tema Giappone perchè sono stati resi noti, per gli appassionati, i tassi di monta per la stagione 2018 della Shadai Stallion Station sull'isola di Hokkaido. Una delle notizie più interessanti è quella dell'aumento del tasso di monta del Champion Sire Deep Impact (Sunday Silence) da ¥30 milioni a ¥40 milioni, l'equivalente cioè di circa €303,150, £269,240 e $356,247 secondo quanto scrive Franco Raimondi. Deep Impact, 16 anni nel 2018, avrà un tasso che sarà il maggiore nel mondo tra quelli resi noti. Per esempio Galileo funziona a tasso privato ma non meno di €500,000, mentre Tapit (Pulpit) in America funziona per $50,000 in meno rispetto ad Impacto. Deep Impct ha coperto nel 2017 ben 231 fattrici, ha prodotto 5 vincitori di G1 e 3 di questi fuori dai confini nipponici come Vivlos in Dubai, Saxon Warrior in Inghilterra e Tosen Stardom in Australia). Sempre più crescente la sua influenza in Europa grazie ad accordi, inter pares, tra Coolmore e Shadai.
La progenie di Deep Impact ha egemonizzato anche le JRHA Select Sale con una media di ¥117m (€907,000) per i 21 yearlings venduti e ¥166 milioni (€1.285 miliardi) per 14 foals. 
Il leading First Season Sire Lord Kanaloa (King Kamehameha) vedrà aumentare il proprio tasso di monta da 5 ad otto milioni di yen, circa €60,000, e stessa cosa avvenuta per lo stallone "proven" Heart’s Cry (Sunday Silence). 
King Kamehameha (Kingmambo), uno che ha avuto la sfortuna di vivere la generazione di Deep Impact, funzionerà per ¥12 milioni (€90,945) in aumento rispetto ai 10 milioni di yen dello scorso anno. Harbinger (Dansili), sire di 3 vincitori di Gruppo 1 tutti ottenuti recentemente, funzionerà per ¥3.5m (€26,500), in aumento del 40%. Kizuna (Deep Impact), che avrà i primi yearlings nel 2018, è confermato a ¥2.5m. Mentre il tasso di monta di Kitasan Black (Black Tide) verrà reso noto più avanti. Domenica ci sarà la Japan Cup, poi l'Arima Kinen etc. Solo dopo queste corse verrà reso noto. TUTTI I TASSI DI MONTA SHADAI QUI SOTTO.

martedì 21 novembre 2017

#Capannelle: Verso il Premio Roma GBI Racing G2 di domenica! Mac Mahon e Anda Muchacho contro Air Pilot e Khan

Ci stiamo avvicinando sempre di più a passi svelti verso la versione bis del Premio Roma GBI Racing G2 (2000 metri - 3 anni ed oltre), dotazione €257.400,00 (99.450,00 - 43.758,00 - 23.868,00 - 11.934,00), n programma domenica pomeriggio a Capannelle. Si profila intanto un bel campo partenti per una corsa che sarà veramente avvincente stando alle prime indicazioni che ci arrivano dai rispettivi team.
Il meteo su Roma per la settimana dice temperature intorno alle 17 di massima ed una possibilità di pioggia scarsa nei prossimi giorni e più consistente proprio domenica, ma con il 20% di possibilità stando alle percentuali delle varie applicazioni, non consistente dunque, e si profila pertanto un terreno buono per tutti, ma un buono comunque invernale e dunque tendente al morbido.
ITALIANI: Rispetto alla versione precedente cambia poco, nel senso che il Team Botti ha confermato in blocco i partecipanti di quel giorno e dunque confermata la presenza del Derbywinner Mac Mahon (Ramonti), annunciato al top della condizione, poi Voice Of Love (Poet's Voice) e Time To Choose (Manduro) come coppia Effevi, a cui va aggiunto l'ultimo grido in fatto di condizione quale Presley (Gladiatorus) autore di un fine stagione in continuo crescendo in modo tale da guadagnarsi una candidatura in una corsa del genere. Chissà che non partecipi anche Amore Hass (Azamour), visto il terreno. Ma i sicuri sono quelli sopra.

Galoppo mondiale: Le news del periodo sponsorizzate da NBF LANES Linea Horse. Aste, corse ed America

News sponsorizzata dalla NBF LANES LINEA HORSE, maggiori informazioni visitando il sito: http://www.nbflaneshorse.com/.
A questo punto della settimana pubblichiamo tre notizie veloci veloci giusto per essere sempre sintonizzati con il mondo esterno. Vale la pena intanto dire che domenica prossima sarà la giornata non solo del Premio Roma GBI Racing di cui parleremo a parte, ma anche e soprattutto della Japan Cup G1 da Torkyo, ma anche in questo caso l'argomento verrà esteso in altro post. 
A livello di corse dobbiamo soprattutto guardare in oriente ed insieme al Giappone Dicembre avrà come punti caldi quelli di Hong Kong e le International Races. Molti grossi calibri si sono cominciati a muovere e, per esempio, potremmo vedere ancora all'opera Highland Reel. Ma ne parleremo a tempo debito, solo per dire che gli argomenti non è che siano tantissimi in questo periodo.
  • In Irlanda è cominciata la tre giorni delle Goffs November Foals 2017, in programma tra il 20 ed il 22, un mercato diverso da quello degli yearlings e dei breeze up, per esempio, ma sempre foriero di buone indicazioni. Nella prima sessione sono stati offerti 245 cavalli di cui venduti 190 (78%), con un fatturato di €4,051,550, in crescita del 38% rispetto al 2016. La media è stata di €21,334 (+15%), il mediano di €17,000 (+13%). Il top price della sessione è stato per il Lot 238, un figlio di No Nay Never (Scat Daddy) e Dacio (Harlan’s Holiday), acquistato dal Powerstown Stud. Il secondo prezzo più alto è stato per un Tamayuz (Nayef) e Red Halo (Galileo), che si dice fosse molto attraente. I RISULTATI COMPLETI QUI. A proposito di aste ci aspetta un bel periodo a fine mese con la conclusione delle Goffs, e l'inizio delle Tattersalls December Yearling Sale 2017, Tattersalls December Foal Sale 2017, e soprattutto le Tattersalls December Mares Sale 2017 dove assistiamo sempre a degli acquistoni niente male.
  • In Francia invece dal 20 al 22 Novembre ci sono le Arqana Deauville Autumn Mixed Sale 2017, miste veramente di tanti soggetti. Venduti per ora 180 cavalli con un fatturato di €4,385,200 per il primo giorno, ma in calo rispetto allo scorso anno del 18%. In calo anche la media ed il mediano rispettivamente con €24,362 (-17%) e €8,750 (-38%). Anche in questo caso per gli appassionati: I RISULTATI COMPLETI QUI.
  • L'altra news ci arriva dall'America dove è stato reso noto che la campionessa Songbird (Medaglia d'Oro), acquistata da qualche giorno per 9,5 milioni di dollari alle Fasig Tipton November Sale da Mandy Pope, sarà promessa sposa di un altro campionissimo quale Arrogate (Unbridled's Song), ritirato anche lui da qualche settimana dalle competizioni.
Per ora è tutto!

lunedì 20 novembre 2017

#Capannelle: Close Your Eyes e Dario Vargiu di forza nel Criterium Femminile. Nonna Gianna onorevole seconda..

Il dominio Botti è proseguito nella domenica appena trascorsa a Capannelle con il recupero del Criterium Femminile Lr vinto, da favorita, da Close Your Eyes (Mujahid) che ha inscenato un grandissimo recupero mostrando di avere capacità forse fuori dal normale, alla seconda uscita in carriera. 
La figlia di Mujahid (Danzig), dopo esser partita bene è rimasta sui primi ribadendo al mittente i primi attacchi che le sono stati portati, ad un certo punto sembrava battuta! 
L'aspetto più piacevole è stato quando è stata messa sotto pressione a metà dirittura, grazie ad un Dario Vargiu in versione monstre, ha saputo scavare nel serbatoio delle energie qualcosa che le ha permesso di risalire dopo esser stata stretta nella morsa di Nonna Gianna (Havana Gold), forse passata un pò troppo presto, Red Impact (Paco Boy) e Charline Royale (Zebedee) poi calate. Pochi fantini crediamo avrebbero vinto una corsa come quella vinta da Close Your Eyes che nella fase finale ha tenuto anche su Field Of Roses (Epaulette), dal percorso laborioso e bisognosa anche lei di più distanza.

domenica 19 novembre 2017

Italians: Tripletta per Umberto Rispoli ad Hong Kong. Vittorie italiane in Francia per Attilio Giorgi e Alessandro Botti..

Quello di Mirco Demuro non è l'unico risultato di prestigio per un italiano all'estero. Domenica mattina a Sha Tin, ad Hong Kong, Umberto Rispoli ha pensato bene di piazzare una tripletta ad alta quota grazie alle affermazioni nel Bochk Business Integrated Services Handicap (Class 4) (VIDEO QUI) con dotazione da £52,000 circa al primo, in sella a Good Fit (Encosta De Lago) a 17/1, grazie a Giant Turtle (Zabeel) nel BOCHK CROSS-BORDER FINANCIAL SERVICES HANDICAP (Class 3) (3yo+) (VIDEO QUI) da £78,000 al primo, e grazie ad un altro sigillo nel BOCHK ASSET MANAGEMENT HANDICAP (Class 3) da £78,000 al primo in sella a Happy Agility (Postponed) a 85/1, con il VIDEO QUI
In Francia è di ieri la terza vittoria oltralpe, la seconda consecutiva, per The Pantry (Zebedee), puledra allenata e di proprietà di Mario ed Attilio Giorgi a La Croise Laroche in entrambe le occasioni, nel Prix de Dieppe, una reclamare. Da segnalare un altro successo, anche questo tutto italiano, con Magic Mystery (Pour Moi e Holy Moon) per la Effevi e Giuseppe ed Alessandro Botti,  nel Prix des Dauphines, in una condizionata in GR con a bordo Mario Baratti. In Giappone dopo le cinque vittorie in 2 giorni di Mirco Demuro, va segnalata una per il fratello Cristian (9 nella trasferta).
Venerdì scorso a Saint Cloud vittoria per i colori della Dormello Olgiata in Francia in una maiden qualitativa, il Prix Ortie Blanche, con Berea (Manduro) allenata da Pascal Bary con in sella Pierre Charles Boudot, alla seconda uscita in carriera dopo un debutto infruttuoso. Prodotto della fattrice Brailovskaya (Darshaan), fa parte della famiglia di Bening (Shantou), piazzato di Repubblica G1, e Bastiani (Shamardal). RISULTATO E VIDEO DELLA CORSA QUI.

Giappone: Mirco Demuro vince il 6° G1 dell'anno, è record! Con Persian Knight beffa Ryan Moore nel Mile Championship

Dal Vangelo secondo Demuro. Ora sono sei. Quando un fantino è in fiducia e spinto dalla voglia di vincere, qualsiasi cosa riesce come per magia, con uno schiocco di dita. La stagione di Mirco Demuro è perfettamente aderente a questo assioma: Concentrato, cattivo e risoluto, a tempo di record. 
Il jockey italiano ha piazzato 5 vittorie in 2 giorni a Kyoto, senza farsi mai mancare la principale corsa della giornata che gli ha permesso di rompere un altro tabu tutto giapponese. Sei vittorie in G1 in un anno, infatti, non erano stati vinti da molti fantini ed il jockey italiano è riuscito ad essere il primo straniero dopo quelli giapponesi. Nella domenica di Gran Premio, di fronte ad una folla di 34,330 persone che hanno scommesso sulle 12 corse esattamente ¥21,504,779,200 (equivalente a $253 milioni, cioè praticamente il triplo del montepremi italiano di un anno in un solo convegno di corse), ha riportato una bellissima corsa come il Mile Championship G1 in sella a Persian Knight (Harbinger) sul quale ha compiuto l'ennesimo capolavoro tattico, complice anche una "macchina" perfetta chiamato cavallo con il quale si è districato come un uomo che si libera dall'abbraccio dei rami in una foresta di Mangrovie. Invitiamo a guardare il video per capire.
Come telecomandato, Persian Knight è stato condotto con un filo di appoggio e con bocca delicatissima pronta a ricevere i comandi da Mirco che quando lo ha chiamato ha risposto con grande energia, andando a riprendere a braccia e frusta Air Spinel (King Kamehameha) con in sella Ryan Moore, mica un Syu Ishibashi qualsiasi. Al terzo posto ha concluso Sungrazer (Deep Impact), mentre altre note di europeismo le troviamo in Isla Bonita (Fuji Kiseki) con Lemaire al quinto, Black Moon (Admire Moon) con Andrea Atzeni al sesto ed il grigio Red Falx (Swept Overboard), sempre montato da Mirco e ora da Cristian Demuro, solo ottavo, come se avesse perso quel pizzico di magia dato dal tocco di Mirco con il quale ha un feeling spettacolare.

sabato 18 novembre 2017

Allevamento: Barney Roy ritirato al #Darley. Trionfatore al Royal Ascot, funzionerà in Inghilterra al tasso di £10,000

Una nuova notizia di allevamento è appena giunta. Barney Roy (Excelebration), vincitore a tempo di record delle St James's Palace Stakes G1 al Royal Ascot, è stato ufficialmente ritirato dalle competizioni per iniziare la sua nuova carriera da stallone presso il Dalham Hall Stud in Inghilterra a Newmarket per conto del Darley. 
Il suo tasso di monta sarà di £10,000 al 1° Ottobre con condizioni Special Live Foal e diritti allevatori sempre disponibili. Allenato da Richard Hannon il figlio di Excelebration (Exceed And Excel) ha battuto il campione Classico Churchill (Galileo), vincitore delle 2000 Ghinee, ed ha battuto anche Thunder Snow, Rivet e Lancaster Bomber, altri tre consistenti performer e vincitori di G1. Barney Roy, dal modello spettacolare e carrarmatesco dalla stincatura fortissima, ha sfiorato la vittoria anche a Sandown nelle Coral Eclipse Stakes G1 lottando come un leone ma perdendo di pochissimo dal campione Ulysses, con un tempo cronometrato che sarebbe bastato per vincere 129 delle 130 edizioni sin qui disputate delle Eclipse.
Valutato 126 dal Timeform, stesso valore di Churchill e anche di suo padre Exceed And Excel al picco della forma, Barney ha vinto la sua unica uscita a 2 anni ad Haydock ed è stato successivamente acquistato da Godolphin nell'inverno 2016. Nel 2017 ha vinto le Greenham Stakes G3 e poi ha sfiorato la vittoria nelle 2000 Ghinee perse solo perchè ha galoppato su una scia sbagliata lasciandosi sfuggire dall'interno Churchill stesso. In più avrebbe potuto ottenere qualcosa di più a York nelle Juddmonte International, ma una monta folle di James Doyle gli ha fatto spendere i massimi raccogliendo poco o nulla servendo praticamente sul piatto la vittoria ad Ulysses con il quale aveva già battagliato. Barney Roy è frutto di un incrocio al contrario ma già noto per Frankel e Teofilo, quale figlio di una linea da Danehill e mamma da Galileo. 

venerdì 17 novembre 2017

Verso il Premio Roma GBI Racing bis del 26 Novembre. Ecco i rimasti alla chiusura delle iscrizioni: 10 stranieri!

Domenica 26 Novembre sarà l'ultima domenica tecnicamente rilevante in Europa, quando si disputerà l'ultima pattern della stagione. Come ampiamente annunciato si recupererà il Premio Roma GBI Racing G2 non disputatosi a causa di nubifragio abbattutosi nel pomeriggio del 5 Novembre sull'ippodromo della Via Appia.
La segreteria di Marco Oppo ha riaperto le iscrizioni e nella giornata di giovedì scorso sono arrivate le prime adesioni dopo giro di pareri epistolare. Secondo le prime indiscrezioni Subway Dancer, uno dei favoriti dell'allora Premio Roma, non tornerà a Capannelle perchè probabilmente batterà altre strade e forse la stessa cosa farà Salouen anche se il colpo in G2 gli mancava, era carichissimo per Roma ma la non disputa della corsa ha complicato i piani di viaggio. Vedremo nei prossimi giorni. Mentre ci sono molte possibilità vengano dall'Inghilterra Air Pilot, dalla Francia Dicton, dalla Germania Khan e certamente Red Label per Marco Botti, sempre dall'Inghilterra, che ha dichiarato da lontano questo obiettivo. Ma non è tutto..

#Qatar: Prima vittoria per Carlo Fiocchi a #Doha, per il training di Stefano Ibido. Sigillo anche per Convertino (8°)

In Qatar la prima esperienza di Carlo Fiocchi è stata subito fruttuosa. Il jockey romano, per il quale abbiamo annunciato l'esperienza nel middle east qualche giorno fa, ha fatto subito sentire la sua presenza. 
Charlie ha vinto la sesta corsa del pomeriggio, la THOROUGHBRED CONDITIONS (CLASS 2) sul miglio in erba in sella al grigio Skate (Verglas), di proprietà di Abdulhadi Mana A SH Al-Hajri, ed allenato da Stefano Ibido grazie ad una stoccata precisa dal centro della pista per vincere nettamente. Questa era una discreta categoria... Per lo stesso team dei 2 italiani coinvolti è arrivato anche un secondo posto nella AL SAFLIYA CUP (LISTED), una Listed appunto sul miglio e mezzo, in sella a Otwo (Medaglia D'Oro), per un cavallo di proprietà di H.H Sheikh Mohammed Bin Khalifa Al Thani, in una corsa vinta da Harry Bentley su The Blue Eye. In giornata per il jockey romano anche altri 2 piazzamenti. 
La nota di italianità è stata garantita anche da Pierantonio Convertino che ha vinto una Purebred Arabian Condition in sella a Carab per Khalifa Bin Sheail KH J Al Kuwari ed il training di Mohammed Jassim Ghazali Jahromi. Per Pier è l'ottava vittoria in stagione.

Situazione Capannelle 2018: Riunione fiume al Ministero tra il d.g. Abate e l'assessore Frongia. Incontro positivo..

La situazione Capannelle al momento in cui ve ne parliamo è ancora sotto osservazione. Ma nella giornata di giovedì c'è stata una importante riunione al Mipaaf tra il Direttore Generale Abate e l'assessore allo sport Daniele Frongia, in merito alla prosecuzione dell'attività in regime di proroga per la stagione 2018 nell'ippodromo di proprietà comunale ed in gestione negli ultimi anni ad Hippogroup Capannelle con bando in scadenza a Dicembre 2017. 
L'esito della riunione non è stato reso noto ufficialmente ma dai canali e dalle fonti che abbiamo a disposizione possiamo dire con una certa sicurezza che ci sono degli spiragli positivi circa la continuazione dell'attività, nonostante non sia ancora uscito il nuovo bando di concorso per la gestione dello stesso. Ad Hippogroup Capannelle, secondo quanto raccolto, sarà comunque consentito proseguire almeno per un altro anno, dunque senza interruzioni per il 2018, sia per il trotto che per il galoppo. Siamo in attesa di comunicazioni ufficiali ma, come detto, c'è una certa positività. Del resto non potrebbe essere altrimenti, perchè fermare l'attività sarebbe dannoso per chiunque.

giovedì 16 novembre 2017

Classifica stalloni padri di 2 anni. Comanda #Kodiac, poi Dark Angel e Dubawi. Italiani numerosi nella Stallion Guide..

Qualche giorno fa a Capannelle abbiamo assistito a 2 vittorie di figli di stalloni giovanissimi che hanno aumentato rispettivamente il loro score nella classifica dei padri di 2 anni in questa prima parte di stagione da Marzo, e che durerà fino a Dicembre. 
A Roma Malika Moon è stata la vincitrice numero 20 per Epaulette (Commands) mentre Dolce Amira è diventata la vincitrice numero 25 per Society Rock (Rock Of Gibraltar). Siamo quasi a fine stagione e molti dei conti sono stati fatti, con qualche variazione che arriverà ancora inevitabilmente. 
Tra i first crop sires e gli stalloni "proven" c'è una certezza che si chiama Kodiac (Danehill) che quest'anno ha raggiunto e superato un record importantissimo con 54 vincitori individuali che hanno ottenuto in generale 67 vittorie per un ammontare di £938,000. 
Kodiac, 16 anni, figlio di Danehill e mezzo fratello di Invincible Spirit, funziona al Tally Ho Stud in Irlanda per un tasso di monta di €50,000 ma non è stato aancora reso noto se verrà ritoccato nel 2018 o rimarrà invariato. 
Altri numeri interessanti sono quelli di Dubawi (Dubai Millennium), funzionante al Darley ad un tasso di monta di £250,000 ma che riceverà comunque un appoggio anche da stud rivali dal Darley, che è considerato uno stallone "Classico" ma comunque porta in dote la sua capacità di generale vincitori di 2 anni, numericamente quantificabili in 30 così come Dark Angel (Acclamation), funzionante per €65,000 allo Yeomanstown Stud, che ovviamente ha un altro profilo. I figli di Galileo, funzionante per €500,000che hanno vinto a 2 anni nella stagione sono 23, ma siccome ciò che hanno vinto è molto ricco, la somma dei premi vinti inesorabilmente è il maggiore in questa speciale classifica ed è di £1,471,001. 

mercoledì 15 novembre 2017

La campionessa #Enable insignita del titolo di Cartier horse of the year. Premi anche per Ulysses e Cracksman..

Intanto dall'Inghilterra è arrivata una legittimazione tutto sommato attesa. Enable (Nathaniel), vincitrice di Oaks, King George ed Arc de Triomphe, è stata incoronata Cartier horse of the year in una cerimonia che si è tenuta presso il Dorchester Hotel di Londra. 
Enable, capace di accumulare 22 lunghezze e mezzo complessive nelle sue vittorie, è la seconda femmina di 3 anni a vincere questo titolo dopo quello conseguito lo scorso anno da Minding. La votazione è avvenuta grazie a 300 ospiti selezionati che hanno votato il proprio preferito, e tra le altre nomination ovviamente c'erano quelle di Ribchester, che alla fine non ha guadagnato nulla, e poi Cracksman e Ulysses che per la loro categoria comunque si sono portati a casa il titolo meritato tra i 3 anni e tra gli anziani. 
Si tratta della sesta femmina in assoluto a vincere questo titolo da quando, nel 1991, si è cominciato a distribuire questo prestigioso premio. Per Gosden è il terzo in pochi anni dopo Kingman, Golden Horn ed appunto Enable
Per il resto ecco chi sono i vincitori delle restanti categorie. 

#KOROPICK entra in razza in Irlanda! Tasso di monta a €3,000 per unodei migliori figli di KODIAC sul mercato!!

L’esaltante mondo dell’allevamento ha una nuova eccitante proposta per gli allevatori europei ed italiani. Lui si chiama KOROPICK, è un figlio dell’eccezionale Kodiac, che funzionerà in Irlanda presso l'ANNSHOON STUD al tasso di monta di €3,000 al 1° Ottobre in condizioni special live foal. 
LINEE DI SANGUE: KODIAC non ha bisogno di presentazioni: Figlio di Danehill e Rafha, dunque un mezzo fratello del campione e stallone Invincible Spirit funzionante per €120,000 in Irlanda, Kodiac ha vissuto un esaltante lustro nel quale a suon di risultati ha visto il suo tasso di monta decuplicarsi nel giro di qualche anno
. Dai €4,000 a cui era disponibile nel 2010, è arrivato ai €50,000 di tasso di monta nel 2017 con la continua espansione delle sue linee di sangue. Si, perchè ha creato campioni veloci, precoci e soprattutto cavalli in grado di vincere su ogni circuito ed in ogni superficie.
Proprio qualche giorno fa è entrato di diritto nella storia grazie ad un suo figlio che si chiama Statehood, diventato il vincitore numero 52 in un anno! Un numero incredibile che gli ha permesso di superare il precedente record del 2004 che apparteneva ad una leggenda come Sunday Silence in Giappone. I figli di Kodiac sono tenaci, coraggiosi, muovono le gambe velocemente e vincono. Tanto che il suo nome è perennemente in cima alle classifiche di tutto il mondo in termini di vincitori!
I vincitori, proprio negli ultimi giorni, sono diventati 54 in un anno! Record che lo ha fatto cementare in vetta alla classifica dei padri di 2 anni in assoluto come da classifica!
Motivo per cui molti figli di Kodiac sono entrati in razza per dare una nuova opportunità agli allevatori che hanno ben compreso quali siano le sue potenzialità.
Basta leggere le fattrici coperte dai suoi figli entrati in allevamento: ADAAY 127, PRINCE OF LIR 122, KODI BEAR 105.

martedì 14 novembre 2017

Italians: Carlo Fiocchi lascia l'Italia! Il jockey romano passerà l'inverno in Qatar, nel 2018 rinnovato accordo con Blueberry

Ogni soffitto è un nuovo pavimento. Carlo Fiocchi ha deciso che questo era un momento propizio per tentare una nuova esperienza e quella di martedì sarà dunque l’ultima giornata romana dell’anno per uno dei migliori fantini nel panorama italiano il quale ha deciso di intraprendere un viaggio che lo porterà lontano dall’Italia qualche mese. Da martedì sera infatti sarà ufficialmente un nuovo fantino del circuito delle corse in Qatar e li resterà..fino a quando vorrà, ma con limite di Marzo 2018 quando farà ritorno alla base: “La stagione è cominciata da poco, inizio Novembre, ed onestamente era un po’ che pensavo ad una esperienza all’estero. Sotto l’impulso di Stefano Ibido e complice una serie di congiunzioni ad effetto domino che porteranno Alberto Sanna ad Hong Kong, un endorsement in mio favore da parte di Cristian Demuro con Julian Smart che ha un centinaio di purosangue arabi, ed il particolare momento impedirà ad altri fantini di arrivare dal Dubai per l’embargo politico, alla fine mi sono deciso di partire dopo aver ricevuto delle proposte interessantissime che sono stato disposto ad ascoltare. Non prima però di aver ottenuto un traguardo che inseguivo come ogni anno, quello delle 100 corse, arrivato da qualche giorno. Allora affronterò questa esperienza con serenità, sperando mi si aprano nuove prospettive ogni inverno.

lunedì 13 novembre 2017

Allevamento: Smokem Kitten (Kitten's Joy) arriva in Italia presso la Antabell Stud di Stefano e Niki Luciani a Velletri

Un'altra novità nel parco stalloni italiano arriva dall'America ed è una proposta interessante. Smokem Kitten, un grigio da Kitten’s Joy (El Prado), stallone dominante in America, è arrivato in Italia e funzionerà per la stagione 2018 presso l'Antabell Stud di Stefano Luciani a Velletri, vicino Roma. 
Si tratta di un ingresso molto yankee nella proposta italiana in quanto si tratta solo del secondo figlio di Kitten's Joy a funzionare in Europa, grazie ad una influenza sempre crescente. Basti pensare che nel 2017 tre suoi figli hanno fatto bene e sono Hawkbill, il vincitore delle Eclipse Stakes G1 lo scorso anno, poi Taareef ed il giovane Roaring Lion che hanno vinto a livello di G2 e si sono piazzati in G1 con il giovane che ha provato anche a vincere il Racing Post Trophy G1 incontrando però un avversario tosto. 
Smokem Kitten non ha corso molto in carriera ma ha fatto capire di avere doti: Ha vinto a tempo di record una allowance a Gulfstream Park e poi ha vinto il Miami Mile G3 (VIDEO QUI) sui 1600 metri sempre a Gulfstream Park, da un capo all'altro, sfiorando ancora una volta il record della pista. 
Il pedigree di Smokem Kitten vanta in sezione femminile la mamma Holly Smoke da Unbridled’s Song (Unbridled), quest'ultimo meglio conosciuto come padre di Arrogate e come titolare di una linea di sangue buonissima. La famiglia è quella del campione Devil His Due (Devil’s Bag) vincitore di G1. Funzionerà al tasso di monta di €5,000 al 1° Ottobre.
Ce lo presenta Stefano Luciani che lo ospiterà nelle sue strutture di Velletri, vicino Roma:

#Capannelle: #Sadilla prima vittoria in Stakes nel Buontalenta, #Chasedown emerge nel fango del Roma Vecchia!

Ancora una domenica sotto la pioggia quella vissuta a Capannelle, con 2 Listed che sarebbero state la degna chiusura della stagione. Ed invece domenica 19 si recupererà il Criterium Femminile mentre domenica 26 sarà il turno del Premio Roma GBI con iscrizioni in fase di chiusura questo giovedì. Parliamo però di quanto accaduto domenica nel Premio Buontalenta vinto un pizzico a sorpresa dalla 3 anni Sadilla (Foxwedge) che ha guadagnato la sua prima corsa Stakes coronando un periodo in totale progresso. 
Di proprietà ed allenata dalla Il Cavallo In Testa, l'ex cavalla della Blueberry con un bel percorso imbastito da Federico Bossa, ha gabbato l'ex allenatore Alduino Botti per battere Aury Touch (Pounced) alle ultime corse della carriera prima dell'ingresso in razza. Sadilla non aveva nemmeno raggiunto la riserva di €9,000 alle SGA November Sale del 2015, ma evidentemente aveva bisogno di crescere per esprimere le proprie potenzialità. Cavalla dal fisico essenziale ma dotata di grande cuore, è figlia di Foxwedge (Fastnet Rock) e prodotto di Saderaat (Aljabr) della famiglia di Teeba (Seeking The Gold) che ha dato vita ad un filone molto prolifico della sua produzione. IL VIDEO DEL BUONTALENTA QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.
L'altra Listed di giornata era il Roma Vecchia Lr disputato sotto il diluvio e su terreno pesantissimo che ha allungato ulteriormente i 2800 metri.

domenica 12 novembre 2017

Giappone: Mirco Demuro ancora un volo in G1! Vince la Queen Elizabeth II Cup su Mozu Catchan. Quinto G1 in stagione

Dunque, a quanto stiamo? Sedici vittorie di Gruppo nell'annata di cui 5 a livello di G1. Questo è il magnifico pentagramma di Mirco Demuro che in Giappone sta vivendo forse la sua migliore stagione della carriera, come notte sui Simbruini d'inverno le vittorie fioccano ad ogni giro di vento. 
Nella domenica appena trascorsa a Kyoto il jockey italiano ha messo un altro pallino, il secondo consecutivo, nella Queen Elizabeth II Cup G1 sui 2200 metri con l'equivalente di £670,048.44 al primo arrivato, in sella a Mozu Catchan (Harbinger), una femmina di tre anni di proprietà della Capital System Co Ltd ed allenata da Ippo Sameshima. 
The Magic ha atteso gli eventi e poi è andato a riprendere con un poderoso allungo Crocosmia (Stay Gold), una 4 anni, mentre una delle più attese quale Mikki Queen (Deep Impact) non ha fatto in tempo ad agganciarle accaparrandosi solamente un terzo posto. Mirco ha ottenuto la vittoria in maniera furente, compiendo un altro gesto tecnico di assoluto valore contro comunque una compagine di avversari onestamente non all'altezza. Ma pochi come lui comunque riescono a tirare fuori il massimo in determinati contesti, e nella fattispecie in pista c'erano colleghi del calibro di Keita Tosaki, Cristophe Patrice Lemaire, Ryan Moore, suo fratello Cristian ed Andrea Atzeni, tutti rimasti all'asciutto in questo ambito.

sabato 11 novembre 2017

San Siro: Poeta Diletto e Carlo Fiocchi vincono il Chiusura. Dario Vargiu con Sunset Key di forza nel Falck

Preciso sull'obiettivo. Come un gioco a freccette, Poeta Diletto (Poet's Voice) aveva mirato da lontano il Chiusura Lr come traguardo possibile dopo l'infruttuosa campagna inglese condita con 3 corse e 3 np, e così sotto la spinta di Carlo Fiocchi ha calibrato la fiondata ed ha vinto agevolmente dopo il rientro una Listed molto tradizionale a San Siro sui 1400 metri in pista dritta. 
Il portacolori della Blueberry, che lo ha anche allevato, è partito bene ed è rimasto sempre a contatto dei primi e quando è stato chiamato ha prodotto una bella progressione trascinandosi Zapel (Kyllachy), secondo nell'Aloisi, con quest'ultimo che si è dovuto inchinare di fronte all'extra furlong. Terzo, ancora in crescita, Aspettatemi (Red Rocks) sul quale Devis Grilli ha fatto un lavoro eccezionale.
Poeta Diletto, che non vinceva dal 24 Aprile 2016 e cioè dal giorno del Parioli G3 quando fece lo scalpo di Frankie Dettori e Qatar Dream con al terzo Saent, poi vincitore di Derby. Una epoca fa! Dopo il rientro con secondo posto nel Premio Caspoggio alle spalle di Azzeccagarbugli, ecco la vittoria nel Chiusura per un rinnovo della carriera italiana ricominciata bene. IL RISULTATO DEL PREMIO CHIUSURA QUI. IL VIDEO DEL CHIUSURA QUI.

Aste SGA: Ecco i risultati dell'Asta Mista & Cavalli In Training. Top price Oriental Arrow alla Waldeck

Sono stati appena resi noti i risultati dell'asta mista dell'11 Novembre dall'ippodromo di San Siro, nella giornata del Chiusura Lr e del Falck Lr. Alla fine dei 48 iscritti alla stessa 10 cavalli sono risultati assenti con 38 che sono passati sotto il martello del banditore e 15 di questi che sono stati venduti. Il fatturato complessivo è stato di 95,500 euro con la media a 6,367 euro con la mediana a 3,500 euro.

Italians: Prima pattern giapponese per Andrea Atzeni, vincitore di G2 a Kyoto. Altra vittoria per Fresu ad Abu Dhabi

La rubrica italians si arricchisce di un altro capitolo in aggiunta a quello precedente. Apriamo con il dire che in Giappone si è trasferito per questa parte di stagione anche Andrea Atzeni che finalmente, dopo attesa lunghissima, ha rotto il ghiaccio con le pattern nipponiche vincendo a Kyoto le Daily Hai Nisai Stakes di G2 per i cavalli di 2 anni sul miglio, dall'equivalente dotazione di £265,000 al primo, in sella a Gendarme (Kitten's Joy) di proprietà di Koji Maeda ed allenato da Yasutoshi Ikee, già vincitore ad Hanshin al debutto a Settembre. Andrea Atzeni, prima d'ora, in 2 trasferte aveva inanellato 15 vittorie senza alloro in black type però. IL VIDEO DELLA VITTORIA CLICCANDO QUI.
Nello stesso convegno Mirco Demuro è rimasto a secco e stessa cosa è avvenuta per fratello Cristian che però era impegnato a Tokyo ed ha ottenuto un quartino nelle Tokyo Chunichi Sports Hai Musashino Stakes G3 sul dirt in sella a Nonkono Yume (Twining), in una corsa vinta da Incantation (Sinister Minister). 
Negli Emirati Arabi Uniti terza vittoria in stagione per Antonio Fresu che ad Abu Dhabi ha vinto un handicap sui 1200 metri in sella ad Ibn Harmany Al Zobair per Ernst Oertel per i colori di Sheikh Abdulla bin Mohd Ali Al Thani. C'erano anche 2 amazzoni italiane impegnate in giornata, la quinta corsa della giornata, con Giulia Coccia terza a bordo di Sanad ed Ilaria Saggiomo ottava con Deyaar nella prova IFAHR sui 1600 metri valida per il Ladies World Championship. I VIDEO ED I RISULTATI CLICCANDO QUI.

Milano: Giornata di Premio #Chiusura e Premio #Falck. Ecco cosa vedere nella giornata di San Siro

Attenzione, questa notizia è sponsorizzata dalla NBF Lanes - Linea Horse. Maggiori informazioni cliccando sul sito: http://www.nbflaneshorse.com/
Siamo alla fine della stagione. A Doncaster c'è l'ultima riunione in erba mentre in Italia almeno fino a fine mese si correrà ancora. Nella mattinata di sabato c'è l'asta mista di cavalli in allenamento e yearlings promossa dalla SGA (CATALOGO CLICCANDO QUI) di cui vi daremo conto nelle prossime ore. Intanto però parliamo di corse e di cosa ci aspetta nella giornata.
Milano manda in scena l'ultimo convegno, tecnicamente parlando, di pregio proprio sabato 11 Novembre con il Chiusura Lr, per 2 anni ed oltre, storicamente perno della programmazione meneghina sui 1400 metri in pista dritta. Proprio 80 anni fa questa corsa la vinceva Nearco (Pharos), colui il quale ha dato vita ad una linea di sangue grazie alla quale esiste il purosangue moderno. 
L'ultimo giovane a vincere questa corsa è stato Salselon (Salse), che poi l'ha vinto anche a 3 e 4 anni, nel 2001. Oggi non ci sono giovanissimi in un campo di 10 partenti. Dall'estero torna Schang (Contat), l'unico del campo ad aver vinto quest'anno una corsa Stakes in Maggio ad Hannover, e per questo motivo dovrà rendere un chilo e mezzo.

Aste, #GoffsUk: Movimento in lieve calo a £2,112,000 (-2%), almeno 20 acquisti italiani tra yearlings ed in training.

In Inghilterra si sono tenute le Goffs UK Autumn HIT and Yearling Sale 2017 con folta presenza di italiani sia per gli acquisti di cavalli in training che di yearlings giovani. Alla fine della fiera, in catalogo c'erano 412 soggetti di cui 339 reallmente offerti e 270 venduti (l'80%) con un movimento di £2,112,000 (-2%) in lieve calo rispetto ai £2,151,100 dello scorso anno. La media è stata di £7,822 (-14%) ed il mediano a £4,000 (-20%).
Il top proce lo ha realizzato il Lot 192, un 3 anni che si chiama Joshua Reynolds (Nathaniel), ex di John Gosden di proprietà della famiglia Gosden sotto la dicitura Castle Down Racing & Rachel Hood, che in carriera ha vinto 3 delle 8 corse disputate, di cui l'ultima a Chelmsford, e vale un 96 di OR. Ad acquistarlo è stata la Warren & Elliot al costo di £160,000 per conto della Highclere Australia. Joshua è stato l'unico cavallo venduto sopra le £100,000, per il resto non c'è stato grandissimo movimento. Gli italiani, come al solito attivi, hanno portato a casa un pò di mercanzia quantificabile in circa 20 cavalli di cui 9 alle aste in training e 11 da yearlings. 
La New Racing Factory di Gianluca Di Castenluovo ha mediato l'acquisto di 6 soggetti tutti compresi tra le £1,200 ed il top per il Lot 155, che si chiama Damocles (Siyouni), prelevato dallo yard di John Gosden, ed acquistato per £8,500. Si tratta di un 3 anni che vale 83 di OR ed ha 4 corse all'attivo.

venerdì 10 novembre 2017

Italians: Doppietta #Rispoli ad Hong Kong. Vittorie per #Fresu, #Convertino, #Sanna e #Demuro in giro per il mondo..

I fantini italiani in giro per il mondo cominciano a farsi notare anche in questa stagione. Di mercoledì è la notizia che Umberto Rispoli ha piazzato una doppietta ad Happy Valley ad Hong Kong.
La prima vittoria della giornata è arrivata nel The American Club Challenge Cup (Handicap) (Class 3) da £78,000 in sella al favorito Fantastic Eight (Duporth) per P F Yiu (VIDEO QUI), mentre la doppietta è stata servita calda calda nella successiva nel High Island Handicap (Class 3) in sella a Bank On Red (Hat Trick) (VIDEO QUI) per John Size al training, in un handicap di dotazione uguale al precedente. Salgono a 7 dunque le vittorie stagionale di Umberto.
Negli Emirati Arabi Uniti primo convegno stagionale a Meydan e nella prima corsa della nuova stagione subito a segno Antonio Fresu nell'Arabian Adventures (Maiden) (Dirt), una maiden per cavalli di 2 anni, in sella a Circle Dream (Oasis Dream) per Satish Seemar ed i colori di Nasir Askar. IL VIDEO QUI.
In Qatar, a Doha, giovedì doppietta per Pierantonio Convertino (6 vittorie nella trasferta) ed una vittoria per Alberto Sanna (3 in stagione). In Giappone nella domenica 5 Novembre, a Tokyo, non abbiamo riportato della vittoria di Mirco Demuro in pattern.

Stalloni: #Arrogate disponibile a $75,000, Gun Runner poer $70,000. Medaglia D'Oro, Siyouni e Dark Angel aumentano..

Notizia sponsorizzata dalla NBF LANES - Linea Horse. Informazioni sul seguente link: http://www.nbflaneshorse.com/.
Questo è un periodo densissimo sul fronte ritiro dall'attività agonistica ed ingresso in razza. Diamo un'altra carrellata di novità. La prima riguarda il campione Arrogate (Undbridled's Song), al canto del cigno nel Classic, che funzionerà presso Juddmonte in Kentucky al tasso di monta definito di $175,000 per un book ristretto di 142 fattrici. Ma per capire la portata e l'importanza dello stallone basta fare un rapido calcolo: 142 fattrici al tasso di 175,000 dollari fanno $24,850,000 guadagnati solo in una annata. Ovvio, sono i conti della serva e vanno considerati anche altri aspetti perchè non tutti pagheranno quella cifra, ma per capire la portata economica di certi risultati in pista da riprodurre poi in razza, basta fare un pò di conti del genere. 
Anche la Three Chimneys Farm ha annunciato l'ingresso in razza del dernier cri americano Gun Runner (Candy Ride) che ha preso il testimone di Arrogate nel cuore degli americani in questa seconda parte di stagione. Il figlio di Candy Ride (Ride The Rails), una sezione maschile importante, entrerà in razza nel 2018 ma non prima di aver corso la Pegasus World Cup G1 di fine Gennaio a Gulfstream Park. In ogni caso, già definito il tasso di monta quantificabile in $70,000. 
Altra news riguarda il Darley America che ha annunciato il ritocco del tasso di monta di Medaglia D'Oro (El Prado), originariamente fissato a $200,000 in aumento rispetto ai $150,000 del 2017. Per avere i suoi servigi ora servono $250,000, in quanto il 18enne figlio di El Prado (Sadler's Wells) ha conosciuto in pista risultati sopra la media, e così dopo 2 vincitori di Breeders quali Talismanic e Bar Of Gold in 2 G1 a Del Mar, si è rinverdita l'attenzione su un sire spettacolare. 
Altre news riguardano altri stalloni in Europa. In particolare l'Aga Khan ha fissato il prezzo di Siyouni (Pivotal) per il 2018 a €75,000, un picco alto per un riproduttore di livello. Siyouni era partito da €7,000, lo scorso anno funzionava a €45,000.
Lo Yeomanstown ha invece reso noto che Dark Angel (Acclamation), autore di un'altra stagione di altissimo profilo in razza, funzionerà per il 2018 al tasso di €85,000. Ci soffermiamo sempre su questi dati perchè gli allevatori hanno in mano un biglietto di un gratta e vinci talvolta. Uno come Dark Angel è entrato in razza a €10,000, sceso fino ai €7,000 e poi risalito vertiginosamente. Ecco perchè molto spesso quelli che entrano in razza a poco ma hanno linee maschili importanti, vanno supportati. 

giovedì 9 novembre 2017

#KOROPICK entra in razza in Irlanda! Tasso di monta a €3,000 per unodei migliori figli di KODIAC sul mercato!!

L’esaltante mondo dell’allevamento ha una nuova eccitante proposta per gli allevatori europei ed italiani. Lui si chiama KOROPICK, è un figlio dell’eccezionale Kodiac, che funzionerà in Irlanda presso l'ANNSHOON STUD al tasso di monta di €3,000 al 1° Ottobre in condizioni special live foal. 
LINEE DI SANGUE: KODIAC non ha bisogno di presentazioni: Figlio di Danehill e Rafha, dunque un mezzo fratello del campione e stallone Invincible Spirit funzionante per €120,000 in Irlanda, Kodiac ha vissuto un esaltante lustro nel quale a suon di risultati ha visto il suo tasso di monta decuplicarsi nel giro di qualche anno. Dai €4,000 a cui era disponibile nel 2010, è arrivato ai €50,000 di tasso di monta nel 2017 con la continua espansione delle sue linee di sangue. Si, perchè ha creato campioni veloci, precoci e soprattutto cavalli in grado di vincere su ogni circuito ed in ogni superficie.
Proprio qualche giorno fa è entrato di diritto nella storia grazie ad un suo figlio che si chiama Statehood, diventato il vincitore numero 52 in un anno! Un numero incredibile che gli ha permesso di superare il precedente record del 2004 che apparteneva ad una leggenda come Sunday Silence in Giappone. I figli di Kodiac sono tenaci, coraggiosi, muovono le gambe velocemente e vincono. Tanto che il suo nome è perennemente in cima alle classifiche di tutto il mondo in termini di vincitori!
Motivo per cui molti figli di Kodiac sono entrati in razza per dare una nuova opportunità agli allevatori che hanno ben compreso quali siano le sue potenzialità.
Basta leggere le fattrici coperte dai suoi figli entrati in allevamento: ADAAY 127, PRINCE OF LIR 122, KODI BEAR 105.
CARRIERA: Dunque disponibile sul mercato c'è anche KOROPICK che per il training di Hugo Palmer ha vinto al debutto ed è giunto secondo di THE LAST LION nelle Sirenia Stakes G3. Nel 2017 ha vinto le Chipchase Stakes G3 ed è arrivato secondo di Battaash, vincitore del Prix de l'Abbaye de Longchamp G1 e delle King George Stakes G2. Nella stessa Listed KOROPICK ha battuto ARDAAD, altro figlio di Kodiac vincitore poi di G2, entrato in razza quest’anno in Inghilterra al tasso di £6,500!
KOROPICK, un 113 di RPR, è bello, ha pedigree, ha curriculum ed è disponibile ad un prezzo speciale! Cosa volere di più da uno stallone?? 
Per gli allevatori interessati al prezzo di €3,000 al 1° Ottobre in condizioni special live foal! Un vero affare ed un OTTIMO compromesso QUALITA/PREZZO per chi intende coprire le proprie fattrici con uno stallone bello, mentalmente e psichicamente forte in corsa e nella struttura, come si vede dalle foto, e dal temperamento da professionista delle corse. Fisico da velocista, pedigree da razzatore di livello!
La mamma di Koropick è Kathoe (Fayruz), della famiglia Classica di JAAZEIRO, vincitore di G1 in Irlanda, con inserti del sangue di Riverman. IL PEDIGREE CLICCANDO QUI.
CONTATTI: PER INFORMAZIONI SU KOROPICK IL CONTATTO è ANDY DAVID DELLA WLS BLOODSTOCK (http://www.wlsbloodstock.com)
Telefono ufficio: 00353 (0) 71 96 51121 – Telefono mobile 00353 (0) 87 249 87 37. MAIL: info@wlsbloodstock.com