STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 28 febbraio 2010

Il bello della domenica..in Italia

Giornata senza corse di grido ma ugualmente qualitative a Roma. Su di tutti le condizionate per i tre anni che vedevano i rientri di alcuni tra i prospetti più interessanti. Nei maschi del Torre Astura Back Hunting (Put It Back) ha strapazzato l'Olmo Air Crew (Pollard's Vision) mettendo in mostra uno scatto bruciante negli ultimi duecento metri di gara con Gabriele Bietolini in sella e la connection San Carlo Investment e Gianluca Bietolini, per Air Crew comunque una buona prestazione visto che rendeva molti chili agli avversari. Tra le femmine del Brigadier Gerard ha vinto facilmente Misano Lasen (Kheleyf), Basile-Massimi-Giu&Gio, nei confronti di Shinicamon (Shinko Forest) e Kadabra (Dubawi). Tra gli anziani e nell'Anniversario HP ha vinto la connection Eledy-Polito rispettivamente con Piterino (Desert Prince) a grossa quota su Silver Arrow (Silver Wizard) e Permesso (Sakhee), e con Pepper Popper (Indian Haven) nell'Handicap Principale sui 1700 metri, Mariolino Esposito in sella, che hanno battuto Tofa (Alhaarth) e Diskussion (King's Best).
Qui i risultati completi della domenica romana a Capannelle.

Gitano stacca il pass per Meydan

Nella giornata di sabato tutti gli occhi erano puntati sul Winter Derby LR dove era previsto il rientro di Gitano Hernando (Hernando) sul sintetico di Lingfield, con vista sulla Dubai World Cup. Ebbene il figlio di Niniski (Nijinsky) ha vinto e convinto con una facilità d'azione incredibile, partendo da lontano e sgusciando per varchi interni sotto l'abile regia di Kieren Fallon e lasciando a 4 lunghezze Suits Me (Bertolini) . Il cavallo allenato da Marco Botti partirà nella prima settimana di Marzo alla volta di Meydan dove rifinirà la preparazione per la notte più ricca del mondo. Gitano Hernando è stato allevato dal Newsells Park Stud, figlio della fattrice Gino’s Spirits (Perugino), la quale fa parte della famiglia del campione dei due anni in Giappone e stallone Admire Cozzene (Cozzene). Una sua sorella, India Spirit (Dr Fong) corre in Italia per i colori della Razza dell'Olmo.

Eutanasizzato Black Bear Island

Dall'America giunge una brutta notizia. Il vincitore lo scorso anno in Europa delle Dante Stakes G2 Black Bear Island (Sadler's Wells), il prestigioso trial di York prima del Derby di Epsom, fratello pieno dello stallone in ascesa High Chaparral, è stato abbattuto successivamente ad un infortunio grave patito in allenamento in California per Joe Canani. Allevato dal Tower Bloodstock, Black Bear Island ha cominciato la carriera in Europa per il Coolmore ed Aidan O’Brien, e dopo aver tentato il Derby arrivando dietro, ha ottenuto un buon terzo posto nelle King Edward VII Stakes G2 a Royal Ascot prima di non piazzarsi nel Grand Prix de Paris G1 di Cavalryman (Halling) a Longchamp. Successivamente è andato in America dove è arrivato secondo nelle Secretariat Stakes G1 battuto di una testa al debutto, prima di essere venduto ad una partnership guidata da R D Hubbard.

Sacarina da Sea The Stars

La fattrice tedesca Sacarina (Old Vic), madre dei plurivincitori in G1 Samum, Salve Regina e Schiaparelli, tutti prodotti dall'incrocio con Monsun (Konigsstuhl), visiterà il top sire Sea The Stars (Cape Cross) in questo 2010. Lo scorso anno invece è stata coperta da Manduro (Monsun) con risultati che si spera siano simili ai precedenti, visto che si tratta di una delle fattrici più prolifiche mai esistite. Sacarina è figlia di Old Vic (Sadler's Wells), ha 18 anni ed è di proprietà del Gestüt Karlshof.
Altra fattrice tedesca che farà visita a Sea The Stars è Quilanga, una figlia di Lomitas (Niniski) che ha vinto per Andreas Wohler il Prix de Psyche G3, il Premio Baggio LR in Italia ed è stata terza nel Furstenberg-Rennen G3.

giovedì 25 febbraio 2010

Nulla di fatto per gli italiani in Dubai

Settimo meeting a Meydan, risultati interessanti ma nulla di fatto per gli italiani impegnati. Morgan Drive (Namid) impegnato in handicap sui 1200 metri ha perso una bella corsa da cavalli che si sono dimostrati in qualche modo superiori quantomeno nella duttilità tattica. Ha vinto il vecchio Star Crowned (Kingmambo) mentre per il baio oscuro della Montalbano un altro quinto posto che grida vendetta. Le UAE Oaks Listed sono andate a Raihana (Elusive Quality), le Balanchine Stakes G3 sono state vinte da Deem (Dalakhani) su Aspectoflove (Danetime) mentre Vattene (Kendor) è arrivata nelle retrovie. Degno di nota il rientro efficace di Midshipman (Unbridled's Song) in condizionata dove ha vinto agevolmente.

Meydan, Vattene Morgan, c'è Mirco

Quest'oggi settimo meeting del Dubai International Racing Carnival, otto corse in programma ed uno spicchio di Italia anche quest'oggi. Fra tutti in programma le Balanchine Stakes G3, corsa vinta lo scorso anno da My Central (Central Park) e che oggi Vattene (Kendor) cercherà di emulare per Gasparini e Giannotti, ma con un pronostico chiuso da cavalle di rating superiore come Aspectoflove (Danetime), Deem (Dalakhani) e Zirconeum (Jallad). Centrali anche nelle UAE Oaks, una Listed con discrete cavalle in campo e fulcro in Siyaadah (Shamardal), Raihana (Elusive Quality). Nella giornata anche un folto handicap per i velocisti, il Meydan Museum sui 1200 metri, dove sarà impegnato l'altro italiano Morgan Drive (Namid), questo con discrete chances in un campo più omogeneo, che correrà contro Aichi (Strategic), So Shiny (Indygo Shiner), Star Crowned (Kingmambo) e Barney McGrew (Mark Of Esteem). In sella agli italiani la prestigiosa monta di Mirco Demuro di ritorno dalla campagna fruttuosa in Giappone.

Fiocco azzurro in casa Aragoni

Nella mattinata di martedì il lieto evento etteso da giorni. Eleonora Ruffo ha dato alla luce il primo foal di Paolino Aragoni. Il piccolo, quasi tre chili, si chiama Tiziano sta bene e sarà ovviamente ippico a 360°.
Ai due e a tutta la band, compreso Paolo che è ai box per un frattura al perone, le più sincere felicitazioni dalla redazione di Mondoturf.

Terzo foal per Ouija Board

Un'altra bella notizia è arrivata per Ouija Board (Cape Cross) che ha dato alla luce il suo terzo foal della carriera di fattrice. Questa volta per la campionessa vincitrice di G1, si tratta di una femmina dal Champion Sire Galileo (Sadler's Wells) nata sabato mattina presso il Stanley House Stud, dove lo stesso Peter Stanley ha descritto la neonata “very nice”. Il primo foal di Ouija Board è stato un figlio di Kingmambo (Mr Prospector), che si chiama Voodoo Prince ed è in trainig da Ed Dunlop, mentre il secondo figlio del Campione tedesco degli stalloni Monsun (Konigsstuhl).

Nato primo foal di Vita Rosa

Lo stallone Vita Rosa, figlio del Champion Sire Sunday Silence (Halo), ha avuto il suo primo foal nato presso il Lanwades Stud dove funzionava lo scorso anno. Il maschio è descritto come forte, grande e corretto. La mamma è Pat Or Else (Alzao), una mezza sorella di Classic Cliche (Salse) e My Emma (Marju), vincitori Classici, ed il puledro neo-nato è un fratello di Triskel (Hawk Wing), vincitore di Listed.
Vita Rosa, lo scorso anno al Lanwades Stud a Newmarket, in carriera ha vinto sei corse, anche a livello di G2, per oltre £1.7 milioni vinti in carriera nel natio Giappone. La madre è Rosa Nay (Lyphard) la quale è discendente diretta della famiglia di Riverqueen (Luthier), da cui discende anche Altieri (Selkirk), attualmente funziona presso l'Allevamento Renaccino di Marco Lucarelli vicino Siena, al tasso di €3,500 euro

mercoledì 24 febbraio 2010

Goldikova torna in training

La campionessa mondiale Goldikova (Anabaa e Born Gold, by Blushing Groom) di proprietà dei fratelli Alain e Gerard Wertheimer, dopo un periodo di riposo all'Haras de Saint-Leonard in Normandia, è tornata in scuderia da Freddy Head come ogni anno e si appresta a preparare la stagione classica. Il primo rientro per la ormai 5 anni da Anabaa (Danzig) è il meeting di Royal Ascot in giugno. L'ultima sua fatica è stata la vittoria del TVG Breeders’ Cup Mile G1 a Oak Tree in Santa Anita a Novembre, corsa che tenterà di vincere per la terza volta consecutivamente, questa volta però a Churchill Downs e non più a Santa Anita.
Goldikova, che in tutte le sue dieci uscite ha avuto in sella Olivier Peslier, ha guadagnato in corsa $4,090,090 e di BC Mile ne ha vinti due, come campioni del calibro di Lure (Danzig), Miesque (Nureyev), e Da Hoss (Gone West).

Marseria acquistata dal Team Valor

Il Team Valor, prestigiosa scuderia americana che ha alcuni effettivi in Europa da Marco Botti tra cui Gitano Hernando (Hernando), ha annunciato in queste ore di aver raggiunto un accordo per l'acquisto dalla SIBA di Marseria, una figlia di Martino Alonso (Marju) e Fasulserii (Singspiel), imbattuta in due uscite a Varese e Pisa, la quale passerà agli ordini di John Hamond a Chantilly per i 60 giorni di quarantena che gli Americani richiedono ai cavalli italiani prima di andare in USA. La baia ex Siba, il cui prezzo non è stato reso noto, potrebbe tornare in Italia per disputare le Oaks a Milano.

Gitano punta alla Dubai World Cup

Ci siamo quasi, è tempo di scaldare i motori. Questo sabato a Lingfield andrà in scena il tradizionale Winter Derby che vedrà la riapparizione in pista di Gitano Hernando (Hernando), allievo di Marco Botti che dall'esito di questo rientro deciderà se puntare con decisione verso la corsa più ricca del mondo, la Dubai World Cup 2010 a Meydan che mette in palio $10 milioni. Gitano avrà opposti circa 13 concorreneti sui duemila metri della pista sintetica. Per il big event di fine marzo, è già stato prenotato Kieren Fallon che ne è stato l'interprete anche in America quando il figlio di Hernando (Niniski) si impose nelle Goodwood Stakes G1 a Santa Anita.

IN ITALIA, L'UNICO SITO CHE TI DA LA POSSIBILITA' DI SCOMMETTERE GLI EVENTI IN ANTEPOST E' WWW.RACEBETS.COM, PER ISCRIVERSI BASTA CLICCARE SU "REGISTRATI" ED INSERIRE I PROPRI DATI ANAGRAFICI ED IL CODICE BONUS "MONDOTURF" CHE TI REGALA 5 EURO E IL 50% DEL PRIMO DEPOSITO, CON TANTO DI AGEVOLAZIONI PER I SUCCESSIVI DEPOSITI. UNICO SITO CHE PROPONE DIRETTE DI CAMPI DEL MONDO IN STREAMING. NON PERDERE QUESTA INCREDIBILE OCCASIONE, LA REDAZIONE DI MONDOTURF RESTA A DISPOSIZIONE PER ULTERIORI INFORMAZIONI.

lunedì 22 febbraio 2010

Il bello della domenica

Ieri pomeriggio a Capannelle ultima giornata dedicata agli ostacoli, nel Neni Da Zara (G3 in Steeple sui 3450 metri) si attendeva Eppursimuove (Galileo), e invece ha vinto Marpione (Marju). Cambiando l''ordine dei fattori, il risultato non è cambiato per l'armata Contu-Amalita, ma in sella a figlio di Marju (Last Tycoon) c'era Monjon. Al posto d'onore si è piazzato il grigio Rumba Sound (Dalakhani) mentre al terzo Sopran Light (Fantastic Light) che ha lasciato al quarto posto la favorita Eppursimuove. Cala il sipario, l'appuntamento è al prossimo anno. Da domenica impera il piano, con discrete condizionate dove vedremo rientri importanti tra i tre anni e gli anziani, come nel premio Eclipse dove vedremo Turati (Lomitas) che dopo questa lancerà l'assalto all'Europa.

venerdì 19 febbraio 2010

Classifiche stalloni in Italia

Stilate le classifiche di fine anno in Italia nel 2009. Blu Air Force (Sri Pekan) è diventato per la prima volta campione italiano tra gli stalloni, in virtù dei 41 prodotti vincitori che hanno guadagnato €876,304 in totale, €52,000 in più del secondo arrivato Orpen (Lure), stallone rivelazione in Europa attualmente in Francia, e davanti a Martino Alonso (Marju) giunto al terzo. Quest'ultimo è però leader dei puledri con 14 vincitori e €443,600 in somme vinte, davanti proprio a Blu Air Force con 16 vincitori e Orpen con 12. Lo stallone leader nei puledri per numero dei vincitori è invece King Charlemagne (Nureyev) che nel 2009 ne ha ottenuti ben 17.
La redazione di Mondoturf ricorda come Blu Air Force funziona presso l'Azienda Agricola Luciani a Roma, con un tasso di monta pari a €6,500 (1st Oct), King Charlemagne funziona presso gli Allevamenti della Berardenga a Siena al tasso di €5,000, mentre Martino Alonso è stato rapito e ancora non si hanno notizie in merito.
Nella foto, le statistiche 2009 in Italia complete.

Lui Rei secondo, bene Godolphin, ottimo De Kock

Buon secondo posto ieri pomeriggio a Meydan per il Siba-bred Lui Rei (Reinaldo) il quale è finito a bomba in un handicap sui 1200 metri, dove non è riuscito ad acciuffare il fuggitivo e solido Frosty Secret (Put It Back). Per Lui Rei Herman Brown ha in mente un altro handicap fra due settimane. Nella giornata da menzionare il netto assunto di Musir (Redoute's Choice) per Mick de Kock e Cristophe Soumillon, accoppiata pressochè imbattibile nelle UAE 2000 Guineas sul miglio in Dubai, ed ha battuto Frozen Power (Oasis Dream) per Godolphin. Nel Maktoum Challenge round two G3, prova preparatoria della Dubai World Cup 2010 del prossimo 27 marzo, ha vinto Allybar (King's Best) con in sella Ahmed Ajtebi, che ha rubato il tempo al favorito Crowded House (Rainbow Quest) montato terribilmente da Kevin Shea. Per il resto, tris di Godolphin con Emirates Champion (Haafhd), Sirocco Breeze (Green Desert) e Calming Influence (King's Best), due dei quali montati da Lanfranco Dettori che domenica sarà impegnato a Saint Moritz per il locale GP sulla neve.

giovedì 18 febbraio 2010

Nato un fratello di Voila Ici

La fattrice Far Hope (Barathea), la mamma del campione italiano vincitore in G1 Voila Ici (Daylami), ha dato alla luce un foal da Dalakhani (Darshaan) ieri mattina. La undicenne figlia di Barathea (Sadler's Wells), appartiene alla Finanza Locale Consulting ed il prossimo anno farà visita a Sea The Stars (Cape Cross) per la modica cifra di 85,000 euro. Il neo nato, è per 3/4 fratello di Voila Ici in quanto lo stesso Daylami è figlio di Doyoun, altro ramo della famiglia di Mill Reef (Never Bend).
Dopo Voila Ici, Far Hope ha un tre anni promettente in Egocentrique (Rock of Gibraltar) ed uno yearling da Oratorio (Danehill).

Quest'oggi ancora Meydan

Il quinto meeting del Dubai International Racing Carnival del 2010 a Meydan, prenderà parte quest'oggi. Belle corse e sfide a non finire tutte sulla superficie in Tapeta. 13 i partenti dichiarati nel secondo round del Al Maktoum Challenge G3 sui 1900m. Mick De Kock ne presenta due e sono Mr Crazy Boy (Numerous), un tre anni, e Mr Brock (Fort Wood), mentre la carta migliore sarà Musir (Redoute's Choice) nell'UAE 2000 Guineas, dove sarà contro il blues Frozen Power (Oasis Dream). Godolphin sarà rappresentato da Jalil (Storm Cat), cavallo record pagato $9,700,000 da puledro, deludente nella Dubai World Cup 2008 e che sta rientrando in forma per il meeting 2010. Sir Michael Stoute e Ryan Moore correranno con Perfect Stride (Oasis Dream), lo stesso fantino sarà in sella a Lui Rei (Reinaldo) per i colori Siba ed Herman Brown al training. Rientro anche per Crowded House (Rainbow Quest) nel Maktoum Challenge in vista della Dubai World Cup.
POTETE SEGUIRE TUTTE LE CORSE SU WWW.RACEBETS.COM. L'UNICO SITO CHE PERMETTE DI SEGUIRE I CAVALLI DI VOSTRO INTERESSE OGNI QUAL VOLTA VIENE DICHIARATO PARTENTE, DOVE E' POSSIBILE SCOMMETERE SU MULTIPLI IPPICI SU QUALSIASI CORSA ITALIANA ED ESTERA, ANCHE CON 0,50 € E DOVE E' POSSIBILE VEDERE LE CORSE ESTERE IN DIRETTA STREAMING. REGISTRATI ED INSERISCI IL CODICE "MONDOTURF", AVRAI 5 EURO DI SCOMMESSE GRATUITE IN OMAGGIO E SCONTI SU DEPOSITI SUCCESSIVI. NON TE NE PENTIRAI, CHE ASPETTI A REGISTRARTI?

martedì 16 febbraio 2010

Alla fine si farà

La telenovela sembra non avere fine, per fortuna. In America sanno creare gli eventi e porre di fronte due campioni, per la pura bellezza dello spettacolo. Sembrava che tra Rachel Alexandra (Medaglia d'Oro) e Zenyatta (Street Cry) ci fossero degli ostacoli ad impedire il loro "showdown". Ed in effetti tutto sembrava pronto quando Charles Cella, presidente di Oaklawn Park ha messo a disposizione $4,5 di tasca sua per farle correre nell'Apple Blossom G1 il 3 aprile, ma dopo le dichiarazioni i proprietari di Rachel hanno rifiutato perchè la data è troppo vicina nella preparazione, e così che i due poi si sono accordati di spostare il giorno della sfida al 9 aprile prossimo, in nome dello spettacolo! Potenza dello "showbiz".
E da noi? Figuriamoci! Un pò come se in Italia il "nostro" Piero Celli mettesse di tasca sua dei soldi per far correre contro Sharstar (Lando) e Frammassone (Fraam), e rientrasse con i diritti tv dei soldi spesi: Impossibile!
C'è bisogno di sfide di cui bisogna cibare il pubblico di appassionati.
In Italia, sarebbe mai possibile una cosa del genere?

lunedì 15 febbraio 2010

Il bello della domenica..in Italia

La giornata di ieri a Capannelle non ha fatto altro che confermare il Re della specialità ostacoli: Frammassone (Fraam) regna incontrastato, ha suonato la "nona" uscita vittoriosa da imbattuto anche nella Gran Corsa Siepi G1 dominata da un capo all'altro con Dirk Fuhrmann in sella per Franco Contu e l'Amalita. Il figlio di Fraam (Lead On Time) ha disposto in primis di Whycherley (Thunder Gulch) e del francese Le Plessis (Dress Parade), ed ora guarda proprio a qualche opportunità oltralpe.
Il pomeriggio romano ha regalato anche una bella edizione del Mario Argenton, Steeple Chase delle Capannelle, che ha salutato la bella vittoria di St Petersbourgh (True Brave) bravo a saltare in agilità per Simone Pugnotti che si sta installando tra i grandi dell'ostacolismo, battendo Lutin De Bordes (Epervier Bleu) e il vecchio Servente Garcia (Caerleon).
A Pisa il tradizionale Enrico Camici Listed ha visto la superba vittoria di Reykon (Invincible Spirit) con un confidenziale Pasquale Borrelli in sella, ha avuto ragione di Red Kimi (Denon) finito in mano e Secret Ridge (Indian Ridge) comunque positiva. Nel Galileo Galilei HP ha vinto Daylang (Daylami) su Gibraltar Applied (Rock Of Gibraltar) e Mamma Gervasi (Diktat).

giovedì 11 febbraio 2010

Morgan Drive corre bene ma non si piazza

E' finita con un nulla di fatto la campagna odierna dei Gasparini's a Meydan. Quest'oggi era in programma l'Al Shindagha Sprint (XPRESS), un G3 sui 1200 metri del Tapeta, nel quale Morgan Drive (Namid) cercava un posto al sole tra i migliori velocisti in circolazione. Ha corso bene, ma non si è piazzato. Pat Smullen ha inscenato una discutibile tattica d'estrema attesa e in dirittura ha lanciato il figlio di Namid (Indian Ridge) per corsie molto esterne. Morgan ha dato una punta ma non ha espresso il solito finale ficcante, finendo 7° su 12. Ha vinto War Artist (Orpen) sul quale Olivier Peslier ha compiuto una pennellata, tanto per cambiare, andando ad anticipare di molto Gayego (Gilded Time) e Lanfranco Dettori rimasti un pò sorpresi da questa progressione e finendo forte secondo, non potendo fare niente per il primo. Tempo sui 1200 metri, 1.10.74.
Il risultato completo ed il video della corsa lo trovi QUI.

Il proprietario di Rachel rilancia

L'attesa sfida tra Rachel Alexandra (Medaglia d'Oro) e Zenyatta (Street Cry) si farà, ma non come auspicato nell'Apple Blossom G1. Infatti Jess Jackson, proprietario di Rachel Alexandra insieme a Harold McCormick, sta lavorando con la National Thoroughbred Racing Association e il suo chief executive officer Alex Waldrop per cercare di programmare tre corse che serviranno a mettere di fronte le due campionesse. "I fan lo sperano, i media anche. Tutti vogliono vedere Rachel contro Zenyatta, me compreso - ha detto Jackson in un comunicato - In realtà, io voglio che accada più volte in un anno. Sto avendo dei colloqui in questo senso, proprio in modo di riuscire a concordare tre date e tre sedi per quella che sarà una serie di corse per rivaleggiare con la Triple Crown". L'annuncio ovviamente coincide con la rinuncia per Rachel Alexandra di non correre nell'Apple Blossom Invitational a Oaklawn Park il 3 aprile. "Non sarebbe rispettoso per il livello di concorrenza e l'importanza di questa gara. Rachel dovrebbe rientrare troppo presto e per questo non sarebbe un discorso equo".

lunedì 8 febbraio 2010

Nato il primo prodotto di Zarkava

Una bella notizia per l'Aga Khan. La campionessa europea Zarkava (Zamindar) sabato mattina ha dato alla luce il suo primo foal della carriera da fattrice. Si tratta di una femminuccia grigia nata dall'incrocio con Dalakhani (Darshaan). Pat Downes, manager irlandese per l'Aga Khan ha descritto la neo arrivata come adorabile, corretta, forte e piena di qualità. Ricordiamo come Zarkava sia una delle migliori femmine dell'epoca moderna, rimasta imbattuta in sette uscite di cui 5 a livello di G1 culminate con la vittoria dell'Arc edizione 2008 e passando per le Poule d'Essai des Pouliches e il Prix de Diane. La figlia di Zamindar (Zafonic), oggi ha cinque anni e ben presto sarà coperta dal neo stallone campione in corsa Sea The Stars (Cape Cross).

Ritorna Quality, ed è record

Dopo mille vicissitudini, finalmente una conferma della bontà di un cavallo come Quality Road (Elusive Quality) da giovane promessa ad eterno incompiuto. Sabato ha fatto suo il Donn Handicap G1 per $500,000, uno dei trampolini che lanciano verso la Dubai World Cup. Quest'anno Quality Road si è imposto stabilendo due record, quello dei 1800 metri di Gulfstream Park con 1.47.49 e quello del distacco ufficiale: 12 lunghezze al secondo arrivato Dry Martini (Slew Gin Fizz). L'entourage del vincitore però, compreso il trainer Todd Pletcher ha però annunciato che non intende presentarlo nella Dubai World Cup, ma che se tutto procederà come deve prenderà parte al BC Classic 2010. Ricordiamo come Quality Road faccia parte della famiglia dello stallone americano ma ora in Italia Rob's Spirit (Theatrical) tramite Winglet (Alydar), prima madre di Rob's Spirit e seconda di Quality Road. Rob's Spirit funziona presso l'allevamento di Salone per il signor Giuliano Fratini insieme a Golden Pivotal (Pivotal) e Golden Devious (Dr Devious).

Domenica romana

Una giornata di passione è quella che ha vissuto l'ippodromo di Capannelle domenica pomeriggio. La vittoria di Luci A Capannelle (Golden Pivotal) nel Criterium d'Inverno G2 ha restituito agli appassionati una fetta di gioia per una storia molto bella di un cavallo venuto dal nulla e cresciuto in modo esponenziale. Paul Jonhson ha montato alla perfezione un cavallo migliore nel tratto piano, cui hanno giovato di sicuro le tre siepi in retta d'arrivo, per fermare le velleità di Invincible Joy (Invincible Spirit) e Night Rider (Look Honey) dei mostri sacri Contu e Favero rispettivamente.
Una vittoria frutto del lavoro di Daniela Moretti, Domenico d'Alò, Fabio Massimo Cicerone, Luciano Vitabile e tutti quanto hanno messo del loro per un cavallo oggetto del tifo di tutto un'ippodromo.
Luci a Capannelle è il primo prodotto di Peonia Rosa (Brief Truce) che per Daniela Moretti ha vinto sette corse e circa €70,000. Luci a Capannelle ha una sorella da Golden Devious (Dr Devious) ed una piena, quest'anno tornerà probabilmente da Golden Pivotal (Pivotal).

sabato 6 febbraio 2010

Nulla di fatto per Vattene ma trionfa Marco Botti con Soneva

Terzo meeting del Dubai International Racing Carnival 2010 a Meydan ha visto illuminarsi con la disputa del Cape Verdi Stakes G3 sui 1600m della nuovissima pista in erba, riservata alle femmine di tre anni ed oltre. In Italia attendevamo Vattene (Kendor) ma ha vinto un altro italiano ormai stabile in Inghilterra. Parliamo di Marco Botti che con la sua Soneva (Cherokee Run), in sella un ispiratissimo Soumillon, ha battuto la Godolphin Aspectoflove (Danetime) di una incollatura. La figlia di Cherokee Run (Runaway Groom), allevata dal Darley America ed acquistata yearling alle Keeneland per $170,000, ha avuto la meglio nel furlong conlusivo scattando decisa e concludendo in spinta. Per Soneva questo è il terzo G3 della carriera dopo le vittorie nel Prix d'Aumale a Chantilly e nel Prix de Lieurey a Deauville. Per Vattene una corsa da protagonista fino in retta dov'è stata poi inghiottita dal gruppone che veniva a velocità doppia. Rimandata dunque ad una prova d'appello.

venerdì 5 febbraio 2010

Risultati seconda giornata Meydan

Forma al diapason sia per Godolphin sia per il Sudafricano Mike de Kock nella seconda giornata sull'erba del fantasmagorico impianto di Meydan, sponsorizzato da DUBAL. Tripletta per Godolphin e De Kock dunque, per i blues ha aperto Alexandros (Kingmambo) nella prova di spicco della giornata, l'Al Rashidiya G3 sul miglio, prima corsa sull'erba di Meydan, con in sella Frankie Dettori. Lo stesso, peraltro soddisfatto dalle condizioni del terreno, ha portato al traguardo anche Age of Reason (Halling) mentre Godolphin ha vinto anche con Global City (Exceed And Excel). Il trial per l'UAE 2,000 Guineas hanno visto la vittoria del Mike de Kock Musir (Redoute’s Choice), con la fruttuosa partnership di Christophe Soumillon. De Kock ha già vinto questa corsa con Asiatic Boy (Not For Sale) ed Honour Devil (Honour and Glory) sempre per i colori di Sheikh Mohammed bin Khalifa Al Maktoum. De Kock ha vinto anche con Mr Brock (Fort Wood) e con King of Rome (Montjeu). Quest'oggi in pista anche la italian-bred Vattene (Kendor) nel Cape Verdi G3, per ripetere l'impresa di My Central (Central Park) lo scorso anno, questa volta con in sella Umberto Rispoli, fantino casuale visto che era in Dubai in vacanza. La corsa, così come altri convegni mondiali non visibili in Italia, potrà essere visualizzata in diretta solo ed esclusivamente sul sito WWW.RACEBETS.COM , per registrarsi basta cliccare QUI ed inserire il codice "MONDOTURF" per ottenere 5 EURO di SCOMMESSA GRATUITA ed altri SCONTI sui successivi depositi. Per altre informazioni o chiarimenti, la redazione resta a disposizione.

Forse una sfida tra Rachel e Zenyatta

Forse l'attesa sfida tra le terribili femmine americane, avrà luogo. La società di corse di Oaklawn Park in Hot Springs, Arkansas ha infatti annunciato di voler incrementare a $5 milioni il montepremi dell'Apple Blossom G1 del 3 aprile prossimo qualora le campionesse Rachel Alexandra (Medaglia d'Oro) e Zenyatta (Street Cry) prenderanno parte alla contesa. Charles Cella, presidente di Oaklawn ha dichiarato di aver parlato con i proprietari di Rachel Alexandra, Jess Jackson, e di Zenyatta, Mr. and Mrs. Jerry Moss, e che entrambi si sono mostrati entusiasti di fronte all'idea di poter mettere contro le due campionesse nel primo sabato di corse ad Oaklawn nel famoso Racing Festival del sud. La decisione sarebbe arrivata perchè entrambe le cavalle hanno utilizzato l'ovale dell'Arkansas come trampolino di lancio per i successivi trionfi. Rachel nelle Martha Washington Stakes e nelle Fantasy Stakes, Zenyatta nell Apple Blossom appunto. Il montepremi di $5 milioni sarebbe il più alto di tutto il Nord America, mentre la distanza sarà ampliata da un miglio e un sedicesimo al miglio ed 1/8. Qualora una delle due non prenda parte, l'Apple Blossom G1 tornerà allo stato originale con un montepremi di $500,000.

Daylami in Irlanda

Una presenza di prestigio nel mercato stalloniero irlandese. Il sire Daylami (Doyoun) farà ritorno dal Sudafrica per funzionare nel 2010 presso il Coolagown Stud in Fermoy, County Cork, Irlanda. Il figlio di Doyoun (Mill Reef) funzionerà accanto a Papal Bull (Montjeu) al tasso di €3,000. Daylami ha funzionato presso il Gilltown Stud dell'Aga Khan in Irlanda fino al 2006, successivamente è stato trasferito presso il Riethuiskrael Stud in Sudafrica. L'ormai sedicenne Daylami, in corsa ha vinto le Poule d'Essai des Poulains, le Eclipse, la Coronation Cup, le King George VI and Queen Elizabeth Diamond Stakes, le Irish Champion Stakes e la Breeders' Cup Turf, è prestigioso il suo pedigree in quanto mezzo fratello di Dalakhani (Darshaan) vincitore dell'Arc e sire di successo. Daylami in razza ha prodotto Grey Swallow e Voila Ici vincitori di G1, è inoltre il broodmare sire di Arcano (Oasis Dream), vincitore del Prix Morny G1.

lunedì 1 febbraio 2010

Gabby's Golden Gal trionfa a Santa Anita

Trionfo per l'allevamento italiano all'estero. Questa notte Gabby's Golden Gal (Medaglia d'Oro) ha fatto suo il Santa Monica Handicap G1 sui 1400 metri della pista all weather di Santa Anita. Gabby's Golden Gal, già vincitrice delle Acorn Stakes G1, è figlia dello stallone rivelazione americano Medaglia d'Oro (El Prado) e della fattrice allevata in Italia Gabriellina Giof (Ashkalani), che fa parte della famiglia di Paola Quatraro (Cure The Blues) e da cui discendono discreti performer italiani. Gabby's Golden Gal ha una sorella già SW in Always A Princess (Leroidesanimaux), un figlio da Lemon Drop Kid (Kingmambo) venduto alle October per GNS155,000 e un foal da Johannesburg (Hennessy).
Il suo pedigree è frutto di un riuscitissimo incrocio tra El Prado (Sadler's Wells) e Nureyev (Northern Dancer) che ha prodotto notevoli vincitori.
Il video della corsa lo trovi qui.

Il meglio in Italia

Nel weekend si sono disputate interessanti prove nell'intorpidito galoppo italiano. Sabato a Roma l'Amalita a far da padrone con tre vittorie su tre e protagonisti in Marpione (Marju) in steeple, poi l'assolo di Frammassone (Fraam) nel Giannelli Viscardi, prova preparatoria alla Gran Siepi G1 fra due settimane, e di Bye Bye Quanito (Alwasmi) nel 32° Steeple Chase delle Capannelle. In sella a tutti e tre il solito Dirk Fuhrmann con Franco Contu in cabina di regia. Domenica pomeriggio Napoli ha vissuto un pomeriggio all'insegna degli HP. Il Guido Ruffo Della Scaletta per velocisti è andato a Tony Douglas (Elnadim) che si conferma cavallo dalla forma top nel periodo, l'Agnano è andato al pesino Final Lap (Kierkegaard) mentre il tradizionale San Gennaro ha visto la vittoria dell'american-bred Mon Crown (Maria's Mon) da un capo all'altro.