STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 30 aprile 2018

Roma: Wait Forever valutato 102 dal Racing Post Rating. Per Act Of War è 100 nell'Endo Botti day! Analisi della giornata

A bocce ferme possiamo analizzare al meglio il Dubai Day a Capannelle, con attenzione a ciò che è successo nel pomeriggio di corse intensissimo. Nove le corse in programma, circa 7000 persone presenti che hanno fatto un bel movimento. Post in continuo aggiornamento, cliccare f5 per aggiornare la pagina e le nuove news..
PREMIO PARIOLI: Come detto a vincere il Parioli è stato Wait Forever (Camelot), capace di sfruttare al massimo l'andatura rovente imposta in avanti dal compagno Pettifogger (Lope De Vega), con Dario Vargiu che è andato a prendere il battistrada grazie ad una bruciante accelerazione e trascinandosi in scia Met Spectrum (Helmet), il favorito, che ha prima agganciato il rivale e poi si è afflosciato nell'ultimo attacco decisivo. Forse il miglio è addirittura troppo per il portacolori della Blueberry, che si è dimostrato fisicamente imponente rispetto al "compatto" Wait Forever, comunque un concentrato d'energia. Quarto quel Domagnano (Planteur) che aveva corso bene il Daumier. Si può dire che Wait Forever, tra tutti quelli visti, era quello che aveva vinto il trial più "vero", cioè il Premio Pisa attraverso un ritmo rovente. Il tedesco Kabir (Lord Of England) si è sciolto sotto il caldo romano (circa 25 gradi nel pomeriggio molto caldo) il tempo finale è stato di 1m 35.60s con il Racing Post che ha attribuito un 102 di rating alla corsa, un paio di punti rispetto alle femmine. Secondo i dati in nostro possesso, è il tempo più basso mai registrato per il Parioli, dunque record conquistato!

Francia: Cracksman show al ParisLongchamp, dominio nel Ganay con Frankie Dettori. Obiettivo Coronation Cup

A Longchamp, anzi ParisLongchamp, c'è stato un cavallo che ha illuminato la scena e celebrato al meglio l'inaugurazione ufficiale dell'impianto al Bois de Boulogne. Cracksman (Frankel) ha inaugurato la stagione come meglio non avrebbe potuto, vincendo per dispersione il Prix Ganay G1 surclassando i rivali e lasciando il secondo a 4 lunghezze di margine. 
C'è da dire subito che il secondo Wren’s Day (Medaglia D’Oro) era il battistrada di Cloth Of Stars (Sea The Stars) che si è mostrato pavido, terzo ma senza mai riuscire a dare la sua dimensione, in un Ganay comunque di alto profilo che conteneva anche gente come Rhododendron (Galileo), quarta, mentre Air Pilot (Zamindar) è giunto nelle retrovie. 
Cracksman ha seguito la scia del battistrada con Frankie Dettori che non aspettava altro che una schiena per adeguarsi. A 500 dal palo la lunga progressione grazie alla quale il portacolori di Anthony Oppenheimer ha cominciato ad accendere i motori, poi ai 300 si è finalmente messo sulle gambe e prodotto l'accelerazione che per molti è stata devastante.

domenica 29 aprile 2018

Capannelle: Wait Forever piega Met Spectrum nel Premio Parioli! Act Of War aggancia a sorpresa Sweet Gentle Kiss.

L'onda lunga ed il boato del Premio Pisa si è avvertita anche a Capannelle dove Wait Forever (Camelot) ha replicato con stile (e eguagliando Alabama Jacks e Salford Secret passati per San Rossore negli ultimi anni) vincendo il Premio Parioli Shadwell forte di una forma devastante fatta valere da Dario Vargiu, che ha raccolto le energie del possente Camelot (Montjeu) della Effevi ed ha sprigionato tutta la potenza di fuoco rimbalzando dalla giostra Met Spectrum (Helmet) che ci ha provato fino in fondo, con al terzo un Pettifogger (Lope De Vega) con Andrea Atzeni che ha imbastito un ritmo forsennato tanto che il tempo finale è stato di 1m 35,60s. Quarto è giunto Domagnano (Planteur) che dunque ha dimostrato di valere qualcosa in più rispetto al Daumier, quando gliene capitarono di ogni.
Tornando al vincitore, è imbattuto nella stagione ma soprattutto un cavallo compattissimo, una palletta elastica, che ha dimostrato di essere concretissimo e un tutt'uno con Dario Vargiu, altro non molla mai un centimetro. Qualche recriminazione per Met Spectrum, che è abituato a correre a perdere e poi fare i finaloni. Solo così, lui, si carica. Quando ha una corsa più pulita fa il parzialone, e poi si pianta. Al contrario Wait Forever è ripartito di slancio dando una linea pazzesca, e del resto era quello che aveva vinto la miglior corsa di preparazione della stagione.

sabato 28 aprile 2018

A tutto news: Venerdì di Sandown, domenica Cracksman a Longchamp nel Ganay. Demurino ad Hong Kong..

In questo sabato che precede le corse Classiche, ci sono un pò di news provenienti dall'estero che vanno rese note agli amici appassionati. Non c'è infatti solo l'Italia con le Capannelle ma bisogna parlare anche di Longchamp domenica, di Sandown di venerdì, e del quadro internazionalissimo con l'oriente protagonista. 
La news è sponsorizzata dalla TICINO BLOODSTOCK, casa degli stalloni BLU CONSTELLATION (Orpen), AFFAIRE SOLITAIRE (Danehill Dancer) e BENVENUE (Iffraaj) ancora disponibili per le vostre fattrici. Sul sito troverete anche informazioni sull'iniziativa RENT A MARE, cioè puoi scegliere la tua fattrice, puoi scegliere lo stallone che più ti piace e l’incrocio che ti sembra vincente solo al solo costo del mantenimento della fattrice! Entra nel mondo dei cavalli da corsa con il minimo investimento possibile! Si tratta di una formula innovativa appositamente studiata per il mercato, in un momento in cui potrebbe sembrare complesso avvicinare questi splendidi animali e vederli correre sotto i tuoi colori. Maggiori informazioni sul sito https://www.ticinobloodstock.it/. Per continuare a leggere le notizie messe in ordine dal venerdì, clicca qui sotto.

venerdì 27 aprile 2018

Roma: Definiti gli schieramenti di Parioli e Regina Elena. Venduta Dancer Cross, una delle più attese. Ecco le ultimissime

Eccoli qua, appena sfornati i partenti della giornata del 29 Aprile, quella del Premio Parioli Shadwell e del Regina Elena G3 Shadwell. 
La prima notizia che vi diamo in anteprima ed in esclusiva, riguarda la trattativa che si è concretizzata nelle ultime ore che vedrà Dancer Cross (Cape Cross), una delle candidate al Regina Elena G3, acquistata da una scuderia inglese che fa capo a Miss Yvonne Jacques, una proprietaria molto attiva tra Francia, Inghilterra ed America. Dancer Cross, che correrà ancora per i colori della Blueberry per l'ultima volta, avrà in sella Andrea Atzeni e subito dopo l'Elena volerà a Newmarket dove farà tappa nelle scuderie di Marco Botti per rimanerci in ottica futura. 
L'acquisto è stato finalizzato in settimana per una cifra non resa nota ma definita "irrinunciabile" da parte della Dottoressa Bezzera, e dunque della scuderia Blueberry, ma con prospettive allevatorie per una delle famiglie più prolifiche sul mercato italiano. Dancer Cross è una figlia di Cape Cross (Green Desert) mentre la mamma è Dancer Destination (Dubai Destination), a sua volta vincitrice di Regina Elena G3 e seconda di Oaks G2. 
Per il resto, come avrete notato rispetto alle nostre righe di qualche giorno fa, non ci sarà Oisin Murphy richiamato alla casa base della Qatar Racing per impegni oltralpe, dunque sono cambiate alcune gerarchie in sella che fra poco vi mostriamo. Per consultare i campi partenti e le altre novità, con il sorteggio degli steccati continua a leggere..

mercoledì 25 aprile 2018

Roma: Verso Parioli e Regina Elena, Bruno Grizzetti ingaggia Oisin Murphy e Martin Harley! Ecco le news Classiche..

Emergono altre indiscrezioni nelle tappe di avvicinamento al Premio Parioli Shadwell G3 ed il Premio Regina Elena Shadwel G3, le Classiche italiane, che si disputeranno nello stesso giorno in cui si correrà anche il Premio Botticelli UAE Embassy ed il Premio Carlo Chiesa Emirates Airline, insieme alle corse per PSA sponsorizzate dagli Emirati Arabi Uniti e dal gruppo che fa capo a Sheikh Hamdan Al Maktoum. Tante le novità, ve le sveliamo una dopo l'altra "spizzando" come si fa a poker le varie carte, dunque seguiteci e poi facciamo un riepilogone.
STRANIERI: La prima news riguarda una defezione abbastanza rilevante degli irlandesi. Pare che Dermot Weld non abbia dato luce verde dopo il lavoro di rifinitura di Burgundy Boy (Red Jazz) il quale non ha soddisfatto il suo allenatore, e dunque affrontare un viaggio che costa (in aereo) circa €60,000 per un solo cavallo che sarebbe Yulong Gold Fairy (Mount Nelson), non sarebbe cosa gradita al proprietario. Dunque siamo in attesa di conferme, ma in linea di massima nessun cavallo dall'Irlanda.
Dalla Germania confermatissimi Kabir (Lord Of England) e Malakeh (Harbour Watch) per i colori della Darius Racing, ma per il training rispettivamente di Andreas Wohler ed Henk Grewe dei quali abbiamo parlato diffusamente ieri su questo POST CLICCANDO QUI.
Dalla Francia ancora in sospeso le candidature di Antoine de Watrigant che riguardano Red Line (Sageburg) e Shutka (Holy Roman Emperor), ma le prossime ore sono determinanti. Ha chiesto di attendere qualche ora prima di prendere decisioni.
GRIZZETTONE, HORSES & JOCKEYS e FANTINI STRANIERI: Dall'estero, piuttosto, arriveranno 2 fantini di qualità ingaggiati da Bruno Grizzetti, come al solito inafferrabile come l'acqua con il suo ciuffone, che tramite la mediazione della Horses & Jockeys di Alessandro Santoni ha preso contatti con un paio di fantini importanti per i propri cavalli.

A tutto news: Una carrellata di notizie da non perdere nel mondo delle corse in Europa e nel mondo. Uomini e cavalli..

Adesso un pò di news sparse qua e la che tutti gli appassionati devono conoscere e che spaziano dall'aspetto corse allo spettacolo puro e semplice. Il tutto sponsorizzato dalla NFB LANES Linea Horse, disponibile sul sito: http://www.nbflaneshorse.com/
  • La prima notizia riguarda l'allevamento e la classifica dei "first crop sires" che vede in cima Bungle Inthejungle (Exceed And Excel) in questo inizio stagione a quota 4 vincitori. Ad 1 vincitori ci sono Kuroshio (Exceed And Excel), Lord Chaparral (High Chaparral), Alandi (Galileo), Slade Power (Dutch Art) ai quali si è aggiunto qualche giorno fa il grigio Gregorian (Clodovil) che ha il primo rappresentante vincitore in pista grazie alla femmina Gypsy Spirit che ha vinto una maiden di Windsor. Gregorian funziona in Inghilterra presso il National Stud al tasso di £4,500, ed è prodotto dello stimato Clodovil (Danehill). 
  • La seconda notizia riguarda un aggiornamento dei programmi di uno dei candidati classici della stagione in Inghilterra. Roaring Lion (Kitten's Joy), atteso ma deludente nelle Craven Stakes G3, salterà ufficialmente le 2000 Ghinee di Newmarket perchè, secondo John Gosden, non dotato di quel quid di brillantezza necessaria per fare la differenza sul Rowley Mile di Newmarket. Allora l'obiettivo diventa quello del Derby, con un test probante nelle Dante Stakes G2 di York, il trial principale verso Epsom.

martedì 24 aprile 2018

Roma: Verso Parioli, Regina Elena, Botticelli e Carlo Chiesa, ecco le anticipazioni sponsorizzate Centro Equino Arcadia

Ci stiamo sempre più avvicinando agli eventi clou della domenica delle Capannelle e visto che siamo ad inizio settimana facciamo un bel punto della situazione in una news sponsorizzata dal Centro Equino Arcadia che ospita lo stallone Luck Of The Kitten (Kitten's Joy), sangue americano a disposizione per gli allevatori italiani molto ricercato e richiesto e finalmente disponibile. Maggiori informazioni cliccando su questo LINK.
Parliamo di domenica a Roma Capannelle che ospiterà il Premio Parioli, il Premio Regina Elena, il Premio Botticelli ed il Premio Carlo Chiesa, in un pomeriggio dove sono previste 9 corse in programma con inserimenti anche di corse per i Purosangue Arabi sponsorizzate dagli Emirati Arabi Uniti. Si comincia intorno alle 14 e si finisce intorno alle 19, con 5 ore di passione da vivere intensamente presso l'ippodromo capitolino e la presenza anche di Jacopo D'Elia nella veste di cerimoniere ed intervistatore al tondino dei vari partecipanti.
PREMIO PARIOLI 2018: Cominciamo a parlare di Parioli, le 2000 Ghinee italiane, partendo dal presupposto che dall'Italia saranno soprattutto cavalli provenienti da Cenaia a nobilitare la corsa. Dall'estero sono previste, ma non ancora al 100%, le presenze di un tedesco ed un irlandese. Cristian Demuro non ci sarà perchè impegnato in G1 ad Hong Kong, mentre Frankie Dettori sarà a Longchamp per correre il Ganay in sella a Cracksman.
Dalla Germania è pronto a scendere Kabir (Lord Of England) che dopo un debutto in Settembre ha concluso il 2017 con una vittoria a Monaco al quarto tentativo dopo 3 piazzamenti, ed è rientrato vincendo a Dortmund in sabbia nel  Preis vom Restaurant Hufeisen sui 1800 metri in bello stile con 10 lunghezze di margine sul secondo. IL VIDEO DELLA VITTORIA QUI. Il portacolori della Darius Racing, che corre in avanti, avrà in sella Jozef Bojko. LA SCHEDA QUI.
Dall'Irlanda è è prevista la presenza di Burgundy Boy (Red Jazz), un grigio, portacolori di Zhang Yuesheng che lo ha acquistato da Joanne Lavery in inverno. Dopo aver vinto la sua maiden al terzo tentativo a Roscommon in Luglio guadagnandosi un tentativo nelle Tyros Stakes G3 con un quarto alle spalle di The Pentagon, forse la sua migliore prestazione della carriera sinora. IL VIDEO QUI. Poi è rientrato ad Ottobre con un quarto nelle Eyrefield G3 di Leopardstown prendendo un 93 di OR, confermato nel rientro di Aprile con un 4° posto su 4 nelle Ballysax G3 (trial irlandese per il Derby molto considerato) vinte dallo stimato Nelson, finendo ancora vicino a The Pentagon ma su terreno veramente pesantissimo. IL VIDEO QUI.
Dalla Francia c'era l'idea venisse Andrea Marcialis con Leonio (Myboycharlie) ma il portacolori della Genets ha preferito correre 3 giorni fa a Fontainebleau Prix de Fontaineroux, una Classe 1 molto ricca, sui 1200 metri, finendo secondo di Arecibo pur rendendo chili a tutti. Alla fine neanche Sestilio Jet ci sarà, perchè rimarrà sul tema della velocità e punterà ad un gruppo in pista dritta in Francia. Detto questo, tutti Botti o quasi!

lunedì 23 aprile 2018

Milano e Roma, test verso il Derby: Summer Festival, Old Fox e Flower Party già nelle gabbie. Perego resuscita nel Signorino!

In Italia c'è stato l'ennesimo weekend di consultazioni. Non per il Parioli e l'Elena, per i quali ormai è tutto fatto e siamo entrati proprio nella settimana che li vedrà protagonisti, bensì per gli affari in chiave Derby e Presidente della Repubblica. A Milano si è corso il Filiberto, una delle corse propedeutiche al Nastro Azzurro, vinto lo scorso anno proprio da Mac Mahon (Ramonti). Quest'anno, al rientro, è emerso un bestione come Summer Festival (Poet’s Voice) che ha prodotto una performance dominante nonostante il chilo e mezzo di sovraccarico dovuto alla vittoria autunnale nel Listed Premio Campobello. Summer, portacolori Dioscuri con Dario Vargiu in sella, ha seguito l'andatura imbastita da Way Back (Motivator) e quando ha mosso a 600 dal palo lo ha affiancato ed è andato in lunga progressione trascinandosi il favorito Old Fox (Lord Shanakill) che però ad un certo punto ha cominciato a mostrare segni di immaturità allargando vistosamente, e lasciando definitivamente la scena a Summer Festival che ha fatto veramente una bella impressione. 

sabato 21 aprile 2018

Milano: Anda Muchacho rientro super in condizionata, appuntamento al Premio Presidente della Repubblica a Roma!

Al Repubblica! Mancano poche settimane all'appuntamento più importante per gli anziani italiani e dopo aver visto all'opera qualche candidato interessante, ed in attesa di rivedere Mac Mahon, a Milano è rientrato vincendo Anda Muchacho (Helmet), il campione del Premio Roma GBI Racing, che ha svolto il compitino in una condizionata sui 1700 metri fatta quasi su misura, ma rendendo quattro chili agli avversari. 
Più che altro questa corsa è servita per consentire a Fabio Branca di conoscere un cavallo che lo scorso anno aveva avuto in sella Dario Vargiu. Anda, dopo aver seguito il gruppo alle spalle dei primi, ha prodotto una bruciante accelerazione per andare a riprendere Father Frost e Dersu Uzala, passandoli di slancio. Al rientro Fabio Branca era raggiante: "Erano un pò di anni che non montavo un cavallo di questa classe, forse Jakkalberry me lo ricorda. Ecco, ho avvertito un pò quelle sensazioni, ed è un bel sentire. Cavallo da un motore eccezionale. Ha fatto il minimo, gli ho dato una pizzicata ed è andato via liscio sul palo. Mi è piaciuto veramente tantissimo".

Milano chiama, Roma risponde. Domenica di trials in vista del Derby a San Siro, anziani a Roma verso il Repubblica

Notizia sponsorizzata dalla NBF LANES LINEA HORSE, sito http://www.nbflaneshorse.com/
Domenica le corse belle non saranno solo a Roma ma saranno soprattutto a San Siro, dal punto di vista tecnico, e spicca l'edizione 2018 del Filiberto, uno dei principali trials per il Derby dal quale lo scorso anno è uscito uno come Mac Mahon, per intenderci. Poi bisognerà attendere la settimana successiva per capire la risposta romana del Botticelli a Capannelle. Sta di fatto che a Milano vedremo il rientro di un cavallo sottostimato ma cresciuto tantissimo come Summer Festival (Poet’s Voice), pagato sole €12,000 alle Tattersalls Ireland September Yearling Sale, che ha cominciato la sua carriera a Firenze salendo gradualmente di tono. 
Contro ci sarà Old Fox (Lord Shanakill) che ha impressionato nel Premio Guido Clerici, ed avrà in sella Fabio Branca. Il terzo dei Botti è Benazzi (Mujahid), alla prima uscita del 2018 che si cimenta sulla distanza per la prima volta. L'opposizione against Cenaia è organizzata dalla Il Cavallo In Testa con Way Back (Motivator) ed Il Re Di Nessuno (Sinndar). Questa linea è rinforzata dal tedesco The Way Of Bonnie (Thewayyouare),  in procinto di correre il Derby di Roma. 

Newbury: Dan's Dream sboccia nelle Fred Darling. Frankie e James Garfield volano sulle Greenham, secondo Expert Eye

A Newbury è andato in scena il convegno con 3 corse importanti, almeno sopra la media delle altre di giornata e ne parliamo in maniera da dare agli amici appassionati l'idea migliore possibile sul quadro per le Classiche in Inghilterra. 
Ci siamo? Diremmo di no, per quanto visto oggi a Newbury. Nelle Dubai Duty Free Stakes (Registered As The Fred Darling Stakes) (Group 3) (Fillies) G3 ha deluso fortemente Gavota (Bated Breath) incapace di dare il cambio di marcia necessario per poter dire di ambire alle 1000 Ghinee. 
A vincere è stata Dan's Dream (Cityscape) di proprietà di Hunscote,Watt,Peckham,Botham & Edwards allenata da Mick Channon, che ha fatto perno sulla forma, essendo già rientrata impressionando particolarmente e lasciando sul passo le altre. La lotta per le piazze è stata vinta da Tajaanus (Arcano) con al terzo Dance Diva (Mayson) per Rich Fahey. IL VIDEO QUI. Dan's Dream è una figlia di Cityscape (Selkirk) andata invenduta per £6,000 alle Tattersalls October Yearling Sale (Book 3) 2017. Quarta al debutto nel Luglio 2017, è rientrata sbocciando in canter a Bath e confermandosi a Newbury ma se vuole correre le 1000 Ghinee dovrà essere supplementata. Le belle storie. 

Programmazione: In esclusiva il libretto di Roma Capannelle per il mese di Maggio. Consulta e scaricalo da Mondoturf..

Finalmente è disponibile il libretto tanto richiesto dagli operatori che riguarda il mese di Maggio per l'ippodromo delle Capannelle. In programma ci sono 13 giornate cominciando dal primo maggio con i tradizionali Premi Tolouse Lautrec e Marguerite Vernaut che riguardano i debuttanti di 2 anni, divisi equamente tra maschi e femmine, che daranno il via alle ostilità tra i più promettenti 2 anni in circolazione. Da qui sono passati sempre cavalli buonissimi, basta sfogliare l'albo d'oro per capirlo. Per consultare il libretto continua a leggere più sotto.

Newbury: Lah Ti Dar debutta impressionando, verso le Oaks. #Qaysar si conferma, un italian-bred promettente..

Ieri pomeriggio a Newbury è iniziato ufficialmente il Greenham Festival con clou della giornata di sabato nelle Greenham Stakes dove il favorito è il Juddmonte Expert Eye (Acclamation), deludentissimo nelle Dewhurst, che rientrerà da favorito sebbene annunciato non ancora al top della condizione. Tanto che la sua quota in mattinata ha cominciato a "driftare". Il clou del venerdì è stata una maiden, le BJP Celebrating 20 Years Maiden Fillies' Stakes (Plus 10 Race), sui 2000 metri, che ha visto la vittoria di un eccitante prospetto come Lah Ti Dar (Dubawi), una homebred del Watership Down Stud e dunque dei coniugi Lord Lloyd-Webber allenata da John Gosden e con Frankie Dettori in sella, che ha illuminato la platea vincendo bene e lasciando a 6 lunghezze la prima delle avversarie, cioè Arcadian Cat (Kitten’s Joy). Come sua madre Dar Re Mi (Singspiel) che vinse una maiden ad Aprile 10 anni fa per 7 lunghezze, ora cercherà di ripercorrere il cammino classico essendo iscritta alle Oaks. Sua mamma vinse Yorkshire Oaks, Pretty Polly S. e Dubai Sheema Classic, ma anche Vermeille prima di essere squalificata. IL VIDEO QUI.

venerdì 20 aprile 2018

Estero: In Francia debutto ok per #Zarkamiya (Frankel e Zarkava). A Newmarket Masar imponente nelle Craven Stakes

Apriamo con una parentesi francese perchè ieri pomeriggio c'è stato un debutto di quelli eccellenti e che riguarda Zarkamiya (Frankel), una femmina di 3 anni prodotto appunto di Frankel e Zarkava (Zamindar), 15 G1 complessivi in pista, che ha vinto a Longchamp con in sella Cristophe Soumillon mettendo in campo un bel cambio di marcia. 
Zarkamiya ha iscrizioni nelle Poule, nel Saint-Alary e nel Prix de Diane, ma solo il tempo dirà quando sia buona. IL VIDEO DEL DEBUTTO QUI. L'INTERVISTA A ALAIN DE ROYER DUPRE QUI.
Taglia media, non enorme, somiglia somaticamente a sua madre. Zarkava non ha iniziato benissimo in razza, ma il primo figlio importante è stato Zarak (Dubawi), vincitore di G1. Ora ha un 2 anni da Invincible Spirit, uno yearling da Siyouni femmina ed ha recentemente prodotto un foal da Sea The Stars. Ha già visitato ancora Dubawi, in questo 2018. Quanta qualità! 

giovedì 19 aprile 2018

Newmarket, Craven Meeting day 2: Aste con Scat Daddy continuo protagonista. I risultati del 2° giorno in salsa Classica

Anche per la seconda giornata delle Craven facciamo una bella carrellata di tutto ciò che è successo a Newmarket nelle ultime ore, dopo una prima giornata intensissima. La seconda ha avuto lo stesso parecchi contenuti, e per questo motivo annunciamo che parleremo, come ieri, di aste, di fatti, curiosità di corse e di..italiani, che non fa mai male.
ASTE: Si è conclusa anche la seconda sessione delle Tattersalls Craven Breeze-Up Sale 2018 e se il primo giorno è stato negativo, il secondo ha visto una ripresa che comunque non ha condizionato l'indicatore rimasto negativo. I dati parlano di 56 cavalli venduti sui 75 offerti per un fatturato nel secondo giorno di £8,091,000 (+13%) con la media a £144,482 (-1%) ed il mediano a £77,500 (-23%). Il fatturato globale della due giorni ha visto un movimento di 142 cavalli offerti di cui venduti 94 (66%) con un fatturato complesssivo di £13,313,500 (-6%) ed una media di £141,633 (-2%) ed il mediano a £75,000 (-32%). 

mercoledì 18 aprile 2018

Allevamento: Pensionato #Dansili, champion sire in Inghilterra. Il sire Juddmonte riposerà al Banstead Manor Stud

Una notizia ci arriva dall'Inghilterra, e riguarda il pensionamento di un grandissimo stallone che risponde al nome di Dansili (Danehill), uno dei più importanti stalloni di base in Inghilterra nella storia delle corse di Gruppo, ritirato e pensionato dalle attività riproduttive a causa di assenza di fertilità, per l'età avanzata. 
Il figlio di Danehill e della leggendaria Hasili, classe 1996, di cui abbiamo parlato qualche settimana fa (CLICCA QUI), una foundation mare del gruppo Juddmonte, ha avuto una rapida ascesa nel mondo delle corse e dell'allevamento partendo da un tasso di monta di £8,000 e salendo fino ai £100,000 grazie a risultati in pista come quelli di Dank, Flintshire, Harbinger, Proviso, Queen's Trust, Rail Link, Zoffany e The Fugue, solo per citarne alcuni
La sua migliore produzione cliccando QUI. Nel 2018, o almeno in questa prima parte, era disponibile ad un tasso di monta comunque molto alto di £65,000.

#Newmarket, Craven Meeting day 1: I risultati dei Breeze Up, i lavori di Cracksman ed Elarqam, e le corse..

La giornata di Newmarket è stata davvero molto intensa, ma lo sarà ancora per un paio di giorni. Diamo conto, attraverso queste brevi note, delle cose più interessanti viste sul Rowley Mile.
Divideremo questo post in 3 parti, ed in particolare parleremo della sezione delle aste che si sono tenute nel primo giorno dei breeze up organizzati da Tattersalls, dei lavori pubblici di Cracksman e di Elarqam, e delle corse del pomeriggio, per darvi l'idea di come le cose, quando organizzate per bene, coprono interamente una giornata di corse. Consigliamo di leggere fino in fondo, perchè anche oggi c'è un pò di italianità "importante" a Newmarket in una maiden.
ASTE TATTERSALLS CRAVEN BREEZE UP SALES: A partire dalla mattina quando sono cominciate le licitazioni per le Tattersalls Craven Breeze-Up Sale, con i cavalli che avevano galoppato il giorno prima sul tracciato inglese. Del primo giorno offerti 66 cavalli di cui venduti 38 (il 58%) con un movimento di £5,222,500 (-25%) con media a £137,434 (-3%) ed il mediano a £75,000 (-32%). 
A realizzare il top price è stato un figlio di Scat Daddy (Johannesburg), il Lot 71, che è stato acquistato per £800,000 dopo lotta a colpi di bid tra Jeremy Noseda per conto della Phoenix Thoroughbreds e Charlie Gordon Watson, poi risoluto, per conto del Dr Johnny Hon, un businessman cinese fondatore della Global Group International Holdings, che ha bussato alla porta di Ed Dunlop per allenare questo cavallo appena staccato l'assegno. Da yearling era stato pagato $270,000, dunque un bel profit. Di italiano c'è stato un acquisto, in particolare il Lot 26, un maschio da Oasis Dream e Shaleela (Galileo) acquistato per £35,000 dalla Blueberry, ma crediamo rimarrà in Inghilterra da Marco Botti. Da yearling è costato €45,000, dunque non un gran guadagno per i venditori.

Allevamento: Ci ha lasciati Giant's Causeway. The Iron Horse aveva 21 anni. Ecco le sue battaglie più belle..

Ci ha lasciato un mito, una leggenda. Anzi, un cavallo d'acciao. Giant's Causeway (Storm Cat), che si era guadagnato proprio l'appellativo di "The Iron Horse" a suon di battaglie conquistate in corsa, è scomparso nella giornata di martedì presso l'Ashford Stud in Kentucky, dove era cresciuto e pasciuto, all'età di 21 anni a causa di una breve malattia che ne ha compromesso l'esistenza in poco tempo. 
Cavallo di ferro, ma non solo in corsa. Giant's Causeway replicò il grande successo in pista, dove era entrato nell'immaginario collettivo come la figura di un cavallo maestoso, titanico e che aveva una tempra di acciaio, con una brillante carriera in razza, dove ha prodotto 2 cavalli buonissimi e a loro volta stalloni come Shamardal e Footstepsinthesand
Allenato da Aidan O'Brien per conto di Sue Magnier e Michael Tabor, il sauro con un fisico da spaccapietre, vinse 9 corse di cui 6 al massimo livello. Imbattuto nelle 3 corse disputate a 2 anni, ha concluso la stagione con la vittoria nel Prix Salamandre G1 a Longchamp sui 1400 metri. A 3 anni si è ripresentato con la vittoria nelle Gladness Stakes G3, ma subì, da favorito, un paio di cocenti delusioni nelle 2000 Ghinee inglesi e irlandesi, battuto da King's Best (Kingmambo) e Bachir (Desert Style) tra Newmarket ed il Curragh. 
Si rifece abbondantemente inanellando 5 vittorie di G1 consecutive, cominciando dalle St James Palace's Stakes al Royal Ascot, poi le Eclipse Stakes dando vita ad un duello vibrante rimasto negli occhi degli appassionati con un testa a testa con Kalanisi, bellissima. IL VIDEO QUI.

lunedì 16 aprile 2018

Inghilterra: Martedì comincia il Craven Meeting da Newmarket. Sabato ci sono le Greenham da Newbury. Aria Classica..

Si comincia a fare sul serio, perchè la settimana che si apre è quella dei principali trials inglesi in vista delle Classiche. Martedì sarà il momento del Craven Meeting ed in particolare il via lo darà l'asta organizzata da Tattersalls Craven Breeze Up Sale, con i 2 anni che breezeranno sul Rowley Mile (nella foto) nella giornata di lunedì e che ospiterà i migliori 3 anni della generazione fra qualche giorno. 
Ma prima diciamo delle aste perchè per gli acquirenti italiani ci sono molte promozioni. Maggiori informazioni scrivendo a Franca Vittadini (f.vittadini@tattersalls.com). Maggiori informazioni sulle aste cliccando QUI.
Ora invece parliamo di corse perchè martedì partirà appunto questa benedetta tre giorni: Si comincia con le Feilden Stakes Lr, tradizionale passo verso il Derby. Da qui, per intenderci, sono passati Intello e Golden Horn negli ultimi anni. Al via il favorito Kew Gardens (Galileo) per il Coolmore, che aveva vinto le Zetland a 2 anni sempre a Newmarket. John Gosden presenta l'Al Shaqab Msayyan (Camelot) con Frankie Dettori in sella, molto atteso.
Tra l'altro martedì ad Epsom ci sarà un lavoro pubblico di Cracksman (Frankel) che rifinirà la condizione in vista del Ganay G1 del 29 Aprile in Francia.

Mercato: Circus Couture venduto in Inghilterra. L'ex Effevi è da Jane Chapple Hyam a Newmarket, per ora..

In esclusiva italiana, Mondoturf è in grado di darvi una news che la maggior parte degli appassionati ancora non conoscono. 
Nei giorni scorsi è stata finalizzata una trattativa che porterà fuori dai confini italiani l'anziano Circus Couture (Intikhab) che ha lasciato le scuderie di Cenaia perchè ceduto in Inghilterra tramite la mediazione della London Bloodstock che ha completato la transazione con la scuderia Effevi. 
Circus ha già raggiunto Newmarket e le scuderie di Jane Chapple Hyam che ne curerà d'ora in poi la preparazione, cercando una dimensione magari nei grossi handicap inglesi o magari per una carriera, come spesso è accaduto, da stallone verso emisferi ancora più lontani. La stessa Jane, gentilmente, ci ha spiegato il programma. Circus è stato acquistato per Bryan Hirst ma è di proprietà comunque al 50% con la stessa allenatrice/proprietaria. L'obiettivo è correre in Listed il 2 Maggio ad Ascot, e poi puntare alla Royal Hunt Cup al Royal Ascot.
Sul discorso stallioniero invece va fatto un distinguo. Questo perchè dopo la scomparsa di Jakkalberry che aveva cominciato benissimo come stallone in Nuova Zelanda, è sempre molto richiesto un pedigree del genere. Circus è un 6 anni da Intikhab (Red Ransom) con mamma Bois Joli (Orpen), la quale è figlia di quella Claba di San Jore (Barathea) che tante volte abbiamo santificato su queste colonne.

Europa, a tutto trials: A Roma Fa Ul Sciur verso il Parioli, in Irlanda Gustav Klimt rientro ok. In Francia Wootton 3 su 3

Il weekend appena vissuto è stato molto intenso. Facciamo una bella carrellata per fare il punto della situazione, soprattutto in chiave 3 anni tra Irlanda ed Europa, e dunque come siamo messi giunti a metà Aprile. 
Partiamo però dall'Italia solo per dire che la serie di trials o i casting per il Parioli si sono conclusi domenica con Fa Ul Sciur (Farhh) che è rientrato vincendo la sua condizionata, battendo gli anziani in all weather pur ricevendo chili ma stendendosi bene (per quanto la pista potesse essere un pò meno agile dell'erba), e manifestando in effetti quella necessità di mettere fuori la testa prima di una corsa importante. Fa Ul Sciur, che non correva da Settembre, si è tolto di dosso un pò di ruggine vincendo la sua 4° corsa in 5 uscite (ha perso solo da Met Spectrum), e con Antonio Fresu che gli ha dato una bella sfrizionata per aprire i polmoni. Le prossime 2 settimane saranno importanti per prendere coscienza del ruolo da favorito. Nei prossimi giorni faremo il punto della situazione sui 3 anni in Italia. IL VIDEO QUI.
IRLANDA: Ma il weekend era cominciato sabato in Irlanda con le Ballylinch Stud 2,000 Guineas Trial Stakes (Listed Race) sui 7 furlongs vinte dal co-favorito delle 2000 Ghinee Gustav Klimt (Galileo) che ha battuto, nella fase finale, Imaging (Oasis Dream) per Juddmonte ed il training di Dermot Weld. Gustav, che risolse le Superlative di Newmarket G2 con un cambio di marcia devastante, è rientrato dunque bene e le prossime settimane saranno quelle della verità per capire se ha fatto o no il passaggio d'età, essendo un pò piccolo di taglia. Pare abbia messo comunque bei punti di forza. La particolarità del pedigree di Gustav Klimt è rappresentata dalla famiglia femminile: La mamma è Massarra (Danehill), che tramite la mamma Rafha (Kris) è sorella dei champion sire Invincible Spirit (Green Desert) e di Kodiac (Danehill). Dunque, un cavallo già stallone che potrà acquisire ancora di più dalla consacrazione nelle Classiche. Attendiamo la risposta di Saxon Warrior, che pare rientrerà solo nella Classica di Newmarket direttamente. IL VIDEO QUI.

sabato 14 aprile 2018

Australia: #Winx passeggia nelle Queen Elizabeth di Randwick e fa 25 vittorie consecutive, raggiunta Black Caviar.

E dicevano che era vulnerabile. La campionessa Winx (Street Cry) ha scritto un'altra pagina di storia delle corse australiane, e mondiali, vincendo per la seconda volta in carriera le Longines Queen Elizabeth Stakes G1 al Royal Randwick sui 2000 metri collezionando la vittoria numero 25 consecutivamente, dunque raggiunta Black Caviar, e portando ancora più su l'asticella dei G1 vinti in carriera: Ben 18. 
Qualcuno ha usato un paragone per definire la sua superiorità: Come se Usain Bolt corresse contro degli atleti di 10 anni. Praticamente impossibile da battere. Sta di fatto che nei giorni scorsi c'era stata un pò di "strizza" da parte dei fans che vedevano la sua quota salire. Alla fine 1/4, anche troppo abbondante vista l'esibizione in pista della figlia di Street Cry (Machiavellian), di anni 7, considerata forse la migliore prestazione della carriera. 
Altri hanno fatto il paragone con un altro campione australiano di altri tempi, quel Phar Lap considerato il più forte cavallo australiano di tutti i tempi, sottolineando come Winx sia per i contemporanei una sorta di leggenda simile. Se non conoscete Phar Lap vi consigliamo di fare una visitina sulla pagina Wikipedia (QUI) per conoscere le sue gesta e la sua storia, con finale amarissimo. Continuando a leggere potrai consultare il resto della notizia con video e risultato completo..

Turf europeo: #Capri, ritorno con vittoria a Naas. A Chantilly l'inglese Sands Of Mile, ottimo rientro nel Sigy G3

In giro per l'Europa ci sono stati ieri un paio di G3 a nobilitare il pomeriggio di Naas, in particolare in Irlanda. Si sono corse infatti le Alleged Stakes G3 nelle quali tornava all'opera il grigio Capri (Galileo), vincitore dell'Irish Derby G1 e del St Leger, che era al rientro dal 17° posto nell'Arc de Triomphe. Capri ha fatto il compitino risolvendo, con Ryan Moore in sella, nei confronti di Cannonball (Lope De Vega), che ha provato ad insidiarlo fino alla fine, e la femmina Beautiful Morning (Galileo). Aidan O'Brien lo ha definito pigro ma di gran classe, disegnando per lui obiettivi durante la stagione: Mooresbridge Stakes G2 e poi Tattersalls Gold Cup G1 o Coronation Cup G1. Poi si vedrà. IL VIDEO QUI.
L'altra prova di gruppo, le Gladness Stakes G3, sono state vinte da Psychedelic Funk (Choisir) che ha fornito il suo debutto stagionale con una convincente vittoria sui 1400 metri, dopo aver concluso la stagione dei 3 anni con un'altra vittoria in G3. Insomma, è destinato a crescere. Si tratta di un cavallo allenato daa Ger Lyons per i colori di Sean Jones. 

venerdì 13 aprile 2018

Hong Kong: Estensione della licenza per Alberto Sanna, un primo importante traguardo per ottenere la definitiva..

Una bella notizia viene riportata oggi sul South China Morning Post e riguarda Alberto Sanna, il fantino italiano che da qualche mese è stabilmente nelle classifiche dei fantini di Hong Kong che ha ottenuto un prolungamento della licenza da parte del Jockey Club che gli permetterà di essere un fantino "locale", traguardo difficile da ottenere per qualsiasi fantino che intende montare in un sistema così elitario e ricco, per altri 2 mesi e mezzo e con proroga dal 1° Maggio fino alla conclusione della stagione 2017-18, prevista per il 15 Luglio.
Ma non è tutto, perchè Alberto si è fatto apprezzare per serietà, professionalità e anche vittoria. Qualche giorno fa ad Happy Valley è arrivata la decima affermazione in stagione, ma in generale ha ottenuto anche 29 piazzamenti nelle 179 corse sin qui disputate per HK$9.720.000 in somme vinte. Attualmente è assolutamente in voga tra gli allenatori che hanno cominciato a dargli fiducia in pianta stabile, tanto che lui punta decisamente alla permanenza totale nell'ex colonia britannica.
Dopo un breve periodo di inserimento la scorsa stagione, il 32enne ha tolto ogni dubbio alle autorità locali a suon di vittorie, alcune importantissime. Intervistato, ha spiegato il suo piano:

giovedì 12 aprile 2018

Australia: #Winx sabato al via nelle Queen Elizabeth Stakes G1, per rincorrere la leggenda Black Caviar. Quota in salita

Qualche giorno fa un lavoro pubblico per Winx che di fronte a migliaia di appassionati ha rifinito la condizione in vista di un appuntamento molto sentito in Australia, nella giornata di sabato. 
La campionessa, 7 anni, figlia di Street Cry (Machiavellian) e Vegas Showgirl (Al Akbar) ha lavorato realizzando un galoppo sui 1000 metri e fermando il cronometro in 1m 2,19s con gli ultimi 600 metri in 34,26s. 
E successivamente stata infatti dichiarata partente nel Longines Queen Elizabeth Stakes (Group 1), in programma sabato mattina intorno alle 6 ora europea, sui 2000 metri del Royal Randwick con un montepremi complessivo di $4 milioni che corrispondono, in sterline, a £2,265,896 di cui £1,341,040.46 al primo, ma con in palio molto di più. La gloria eterna. Perchè Winx, vincendo, raggiungerebbe il mito di Black Caviar a quota 25 vittorie consecutive. 
Winx ha pescato il 10 di steccato ed avrà contro 9 avversari. La sua quota è salita nelle ultime ore da 1,15 a 1,18. Uno scommettitore, secondo i dati del TAB, ha piazzato una scommessa da $124,500 ad 1,18, in linea con quanto successo per la vittoria numero 24 consecutiva quando fece un profit di circa $20,000, con una scommessa simile. 

mercoledì 11 aprile 2018

#GoffsUk 2yo Breeze Up Sale 2018: Movimento il lieve salita a circa £5,5M. Almeno undici acquisti italiani, eccoli

La seconda asta breeze up in Europa ha preso luogo a Doncaster per l'organizzazione che fa capo alla inglese Goffs Uk. C'erano più lotti rispetto al 2017 tanto che in catalogo erano presenti 207 soggetti rispetto ai 152 dell'anno precedente. All'epilogo sono stati offerti 182 cavalli (contro i 143) di cui venduti 138 (il 76%9 rispetto ai 120 del 2017 (il 90%). 
Il movimento generale ha visto un lieve incremento del 2% con £5,528,000 ed una media a £40,058 (-11%) ed il mediano di £26,000 (-13%) con entrambi gli indicatori in calo. A realizzare il top price è stato il lot 111, un figlio di Kyllachy (Pivotal) con mamma da Gone West acquistato per £220,000 da Michael O'Callaghan. LA SCHEDA CON LA CONFORMAZIONE, il BREEZE e la pagina di catalogo cliccando su questo LINK
Il consignor, neanche a dirlo, è stato il mago del breeze up che risponde al nome di Con Marnane sotto le insegne del Bansha House Stables che ha realizzato l'ennesimo profit per l'irlandese. Allevato dal Cheveley Park Stud, che era proprietario dello stallone e della mamma, era stato acquistato per €50,000 alle Goffs Orby Yearling Sale e rivenduto per almeno 4 volte il suo prezzo d'acquisto dopo pochi mesi. Per leggere il seguito della notizia clicca sul tastino continua a leggere qui sotto..

martedì 10 aprile 2018

Francia, i trials: Dice Roll impressionante nel Djebel con Demurino. Coeur De Beaute beffa Zonza nell'Imprudence

In Francia di clamoroso, o quantomeno atteso ad un certo punto, c'è stato il sorpasso in classifica di Cristophe Soumillon rispetto alla rivelazione di questa prima parte di stagione in Francia Mickaelle Michel. 
Il jockey belga, che ha dispensato parole per chiunque passasse dalle sue parti domenica (parlando di Longchamp, in generale, dell'open stretch), ha raggiunto la quota 38 affermazioni riprendendosi lo scettro. Nulla toglie alla grandissima ascesa della jockette che cercherà di mettersi ancor più in evidenza nella stagione.
Tutto questo a Deauville dove ci sono stati 2 trials interessantissimi in vista delle Classiche francesi, le Poule d'Essai des Poulains e Poule d'Essai des Pouliches che torneranno a Longchamp per questo 2018, anche se l'open stretch del tracciato parigino non è stato ancora molto digerito da fantini e cavalli. 
Ma parliamo di corse: Particolare impressione ha destato Dice Roll (Showcasing) con Cristian Demuro a bordo nel Prix Djebel G3, una corsa vinta negli anni scorsi da gente come Al Wukair, Charm Spirit, Style Vendome e Makfi, risolta con una prova di forza inaudita dimostrando di essere cresciuto tantissimo e andando come sul burro su un terreno faticoso.

Italians: Umberto Rispoli recupero lampo, caduta senza conseguenze per Alberto Sanna. A Miki Cadeddu un trial Derby

La rubrica italians va in onda un filo in differita rispetto ai giorni precedenti, ma qualche storia va raccontata. A parte parliamo della Francia che rimandiamo a post più in alto, ma rendiamo noto di un clamoroso recupero per Umberto Rispoli che dopo la frattura della clavicola, per la quale di solito si aspettano settimane, è già tornato a montare in corsa tra l'altro con un bel bottino di guerra. Cinque ingaggi nei quali ha ottenuto un secondo ed un terzo posto.
La portata del recupero è stata sottolineata anche dal quotidiano locale South China Morning Post, che ha specificato un grandissimo lavoro da parte del fantino marchigiano. Nella sua clavicola ci sono 9 viti ed una placca, ma grazie ad esercizi, fisioterapia, stretching, criogenia a -110 gradi, è riuscito a stare in sella ben presto. Il jockey, in un post su instagram, ha sottolineato come abbia recuperato in 8 giorni..specificando che "se vuoi, puoi". Si nu mostr. Il post su Instagram più sotto.
Al contrario, quasi a fare da contraltare, una brutta caduta per Alberto Sanna però senza esito per fortuna per il fantino sardo ma con gravi conseguenze per i cavalli coinvolti in una caduta, in particolare per City Winner (ex Ottone in Italia) che è stato sottoposto ad eutanasia per la gravità delle fratture riportate.

lunedì 9 aprile 2018

Roma: Beautiful Vintage nel Daumier tattico, La Base beffa Sweet Gentle Kiss nel Torricola. Law Power un mostro..

Ai trials di Milano, ha risposto Capannelle con la domenica del Torricola, Daumier ma anche Circo Massimo e Natale di Roma di contorno. La palma della migliore prestazione della giornata va comunque a Law Power (Lawman) che ha ottenuto la prima affermazione in stakes nel Premio Circo Massimo Tattersalls Lr sui 2000 metri, producendo uno scatto folgorante che ha colto in crisi il favorito Together Again (Pivotal) e lo ha lasciato a debito distacco. Il Presidente della Repubblica è ora un target per un cavallo che fu pagato £25,000 alla fine dei 2 anni, sempre alle Tattersalls HIT autunnali, per cercare di vincere il Premio Pisa. Ora è un anziano con i controfiocchi.  IL VIDEO QUIRISULTATO QUI
Da segnalare che sul campo erano presenti i rappresentanti Tattersalls, che sponsorizzavano la corsa, con Franca Vittadini e Melissa Jordan che hanno illustrato i pacchetti promozionali per gli acquirenti italiani delle prossime aste ed in particolare le Craven Breeze Up Sale del 16 e 18 Aprile e le Guineas Breeze Up & HIT Sale del 3 e 4 Maggio. Maggiori informazioni scrivendo a Franca Vittadini (f.vittadini@tattersalls.com). Maggiori informazioni sulle aste, sul sito http://www.tattersalls.com/.

Francia: #ParisLongchamp, Air Pilot vince l'Harcourt per il Ganay, quarto Way To Paris. Demurino vince il Vanteaux

Finalmente c'è stata la riapertura di Longchamp, tra commenti più o meno entusiastici riguardo una struttura costata circa €140 milioni, rimodellata completamente, e che non ospitava un convegno dal Prix de l’Arc de Triomphe 2015 di Golden Horn
Alcuni sono stati molto favorevoli, altri sono stati dubbiosi circa il particolare color senape delle tribune, ma c'è rimasto in testa quello che ha dichiarato Cristophe Soumillon: "La sala fantini sembra un ospedale". L'ha toccata piano, insomma. Del resto, come ogni cosa, è un fatto di abitudine e bisogna solo farci l'occhio.
 Sta di fatto che ParisLongchamp ha ospitato 4 pattern sulle 8 corse in programma tra cui il Prix d’Harcourt G2, il principale trial in vista dal Ganay G1 fra tre settimane, che è stato vinto ancora da un cavallo di ferro come Air Pilot (Zamindar) il quale, a nove anni suonati, ha dimostrato che non era casuale la vittoria di qualche settimana fa a Saint Cloud nel Prix Exbury G3 sotto la neve. Il vecchione di Lady Cobham allenato da Ralph Beckett e con in sella Soumillon, è filato via battendo Royal Julius (Royal Applause), piazzato del nostro Ribot, e Star Victory (Tot Ou Tard), che ha tenuto rispetto ad un Way To Paris (Champs Elysees) quarto ma con molte recriminazioni visto che è stato disturbato al momento dell'allungo.

domenica 8 aprile 2018

Oriente: Beauty Only vince ancora il The Chairman's Trophy G2 a Sha Tin. Almond Eye fa sue le 1000 Ghinee JAP

In Oriente come al solito si è corso nel weekend. Partiamo da Hong Kong, ed in particolare da Sha Tin, dove dobbiamo celebrare un successo italiano come quello ottenuto da Beauty Only (Holy Roman Emperor) nel The Chairman's Trophy (Group 2) (3yo+) (Course C) (Turf), il secondo in questa corsa nella sua carriera, ad una quota shock di 36/1 per il training di Tony Cruz e la monta di Neil Callan, battendo Western Express (Encosta De Lago) e Pingwu Spark (Mastercraftsman), in una corsa dove è giunto ultimo il favorito Time Warp (Archipenko). Beauty Only, a 7 anni, allevato da Massimo Parri e di proprietà di Eleanor Kwok Law Kwai Chun & Patrick Kwok Ho Chuen, ha mantenuto la verve di un ragazzino ed era alla 7° affermazione in carriera. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO QUI.

sabato 7 aprile 2018

San Siro: Met Spectrum finale thrilling nel Gardone. A Key Master e Sestilio Jet gli altri trials di Milano

A Milano sono andati in scena i trials in vista delle Classiche di Roma del 29 Aprile, cioè Parioli e Regina Elena le 2000 e 1000 Ghinee italiane, ed anche il Premio dei Laghi per gli sprinters di 3 anni con più chiavi di lettura da considerare. 
Partiamo dall'ultima delle tre corse, il Gardone, per livello di spettacolarità di una corsa che si è risolta sul filo di lana, in maniera quasi incredibile a soli 50 dal palo. A vincere è stato quello a cui si era messo tutto male! Met Spectrum (Helmet) che ha avuto un percorso tragico ma dal quale si è riuscito a disimpegnare grazie ad un Carlo Fiocchi in stato di grazia nel periodo, che ha arpionato a fil di palo Sir Vales (Vale Of York) il quale aveva avuto decisamente un percorso più pulito dal centro della pista. 
Met Spectrum, partito e rimasto in coda, in retta ha scelto la corsia interna, ovvia, e cercato lo spazio come un rabdomante fa con l'acqua ma in retta gli era tutto precluso davanti perchè la scia interna con Blu Navy Seal (Blu Air Force) e Way Back (Motivator) non era buona, e tutto questo mentre Sir Vales dal centro della pista produceva il suo sforzo massimo. Solo quando Met&Carlo hanno deciso di forzare la mano e prenderseli di forza, il figlio di Helmet cambiato di marcia e con piglio del più forte è andato a riprendere il fuggitivo mettendo in campo anche una prorompente fisicità, nulla per uno che rendeva anche un chilo e mezzo, battendo di muso il rivale sul quale Dario Vargiu aveva veramente fatto quasi il miracolo, comunque il massimo possibile. Nel dettaglio il sospiro di sollievo di Charlie Fiocchi....

#Capannelle: Arrivano i 2 anni ed è subito "Pera-show". Il trainer napoletano vince le 2 prove con i giovanissimi

Si tratta di uno dei tanti capodanno ippici, ma è forse quello più sentito. Il debutto dei primi 2 anni in Italia è sempre una bella occasione per capire che è passato un altro anno da aggiungere sulla schiena. 
Ad essere protagonista del giorno è il mitico "Pera", al secolo Antonio Peraino, che a Roma lavora con suo figlio Marco, da sempre considerato un top o uno dei precocissimi, quando si tratta di puledri. 
A Roma venerdì ha vinto entrambe le corse riservate ai giovani della leva 2016. Nella prima del pomeriggio, per i maschi, coast to coast per Power Best (Power) che è partito forte ed ha sprintato come fosse un veterano, finendo i 1000 metri in 58.7s su terreno buono e battendo uno sfortunato Angkor Wat (Le Vie Infinite), che è finito bene e ben presto si rifarà. Power Best è un figlio di Power con mamma Kathy Best (King's Best), già madre di Kabestus (Colossus), che di corse ne ha vinte 13 in carriera. Sebbene sia una famiglia molto italiana, Power Best è registrato come irlandese e non italiano, tramite Aidan Sexton che è una sorta di succursale irlandese di Mastro Antonio. 

venerdì 6 aprile 2018

Doha: Colpo Carlo Fiocchi che vince il Qatar Gold Trophy G1 in sella a #Quelindo. Quarto Cristian Demuro

In una delle sue tante apparizioni all'estero, quasi era sfuggita una vittoria che non va assolutamente trascurata. Carlo Fiocchi, che è stato 2 giorni in Qatar dove viene chiamato spesso e volentieri a far valere le proprie doti, ha vinto ancora. 
Come apice del breve viaggio c'è da segnalare la vittoria nel Qatar Gold Trophy G1 sui 2200 metri con dotazione di $250,000 di cui $142,000 al primo, risolto in sella al grigio Quelindo (Aussie Rules), vecchia conoscenza del nostro galoppo, per il training di Deborah Amanda Clare Mountain ed i colori di Eng. Hassan Ali A M Alabdulmalik. 
Quelindo, 6 anni, ad Ottobre era giunto terzo nel Villa Borghese e poi era stato venduto in Qatar dove, per i nuovi colori, non si era ancora piazzato nel Thoroughbred Trophy Trial Classe 2, nel The Emir's Trophy ed in una condizionata di Classe 2.

Inghilterra: Volevo Lui per la Blueberry e Marco Botti, seconda vittoria consecutiva. Iscritto al Derby Italiano..

Dopo aver celebrato la vittoria di Assiro (Declaration Of War) a Saint Cloud, per i colori italiani di Luigi Roveda ed il training di Andrea Marcialis di cui riferiamo più sotto, in ottica Derby Italiano per il quale è iscritto, diamo conto di un'altra vittoria che va menzionata all'estero di un portacolori italiano che ha l'ingresso al Nastro Azzurro del 20 Maggio.
Si chiama Volevo Lui (Farhh), ed è un portacolori della Scuderia Blueberry in Inghilterra presso Marco Botti, che ha vinto la seconda corsa consecutivamente (delle 4 disputate sinora) ed in particolare ha riportato il On The Hoof Dining In The Hotel Restaurant Handicap 1m4f, Class 4, da £5,530.99 al primo, di Wolverhampton risolvendo sul miglio e mezzo dimostrando buone capacità finendo bene in fondo dall'esterno di tutti, prendendo l'azione solo tardi, anche se in una corsa abbastanza lenta con frazioni non esagerate pur mostrando una fisicità straripante.

giovedì 5 aprile 2018

Andrea Marcialis, un "italien" a Parigi. #Assiro a bersaglio. Ecco le ambizioni Classiche del giovane trainer italiano..

La rubrica Les Italiens in Francia riguarda soprattutto un team come quello dei Marcialis che sta facendo benissimo nella stagione e nella mattinata di giovedì ha ufficializzato una serie di decisioni interessanti per il futuro immediato della scuderia, in chiave Parioli, Elena, Derby ed anziani. Abbiamo fatto una bella chiacchierata in tv, sul canale 220. Innanzitutto si è parlato della dichiarazione dei partenti per sabato a San Siro, quando ci saranno Gardone, Seregno e Premio dei Laghi in chiave 3 anni, ma non solo. Anche di Regina Elena e Derby, celebrando la vittoria di Assiro a Saint Cloud di cui parliamo più sotto.
PREMIO PARIOLI: Andrea sabato presenterà Absolute Silence (Dabirsim) nella prova sul miglio (contro Met Spectrum e Way Back, tra gli altri), mentre Sestilio Jet (French Fifteen) nella prova per i velocisti. Intanto è un buon primo passo. Su Absolute Silence ha parlato di un cavallo un pò "avanti" di carattere, ma che comunque correrà un pò più sul passo. Mentre Sestilio, testuale, è un buon test perchè "se non è il miglior velocista italiano, poco ci manca". Entrambi sono in corsa per il miglio anche se Sestilio potrà allungare, come Nikaki (George Vancouver), come prospetto interessante.

Aste Irlanda: #GORESBRIDGE BREEZE-UP SALE, 24 e 25 Maggio. Ecco il catalogo del 2018

GORESBRIDGE BREEZE-UP SALE CATALOGO 2018. Sono 246 i cavalli presentati alle aste di Goresbridge del 24 e 25 maggio in Irlanda. Goresbridge è il Breeze up con il numero maggiore di lotti in Europa ed è cresciuta di anno in anno grazie al successo dei cavalli in pista. Il top lot dell’anno scorso, Landshark, ha vinto al debutto ed è finito secondo nel Round Tower Stakes, gruppo 3. Lo stesso consignor presenta il lotto numero 81 quest’anno.
Il catalogo include stalloni affermati come Acclamation, Dark Angel (IRE), Frankel e Kodiac, e nuovi stalloni come Alhebayeb (IRE), Bungle Inthejungle (IRE) e Slade Power (IRE). I vari pedigree di valore internazionale includono stalloni come Animal Kingdom, Empire Maker, Kittens Joy, Scat Daddy e Siyouni.
I cavalli saranno visibili prima e dopo i galoppi che si terranno il 24 maggio a partire dalle ore 12:00 al Gowran Park Racecourse. Il mattino seguente i cavalli potranno essere ispezionati a partire delle ore 8:00 e l’asta inizierà alle ore 10:30.
IL CATALOGO INCLUDE:

mercoledì 4 aprile 2018

First Crop Sires: Primi vincitori per Bungle Inthejungle, residente presso il Rathasker Stud in Irlanda

Qualche giorno fa c'è stato l'esordio vittorioso per una cavalla che ha provveduto a rappresentare il primo vincitore in carriera per lo stallone first crop sire Bungle Inthejungle (Exceed And Excel), primo giovane stallone appunto ad aver un figlio vincitore in una stagione che si preannuncia lunga. La vincitrice si chiama Jungle Jane ed ha vinto una maiden sui 1000 metri a Dundalk, in Irlanda. 
La vincitrice è di proprietà di Miss Madeline Burns ed allenata da Willie McCreery, che ha svolto il suo mestiere in maniera molto professionale partendo veloce e finendo in spinta. Si tratta di una cavalla pagata prima €8,000 alle Goffs November Foal Sale dal Rathasker Stud e poi rivenduta per €15,000 alle Goffs Open Yearling Sale allo stesso McCreery, quale prodotto della fattrice Funcheon Vale (Acclamation) che è sorellastra di Miss Vegas (Efisio) che nel 2003 in Italia fu una delle migliori rappresentanti giovanili vincendo il Premio Alessandro Perrone Lr, il Premio Vittorio Crespi Lr, il Premio Ubaldo Pandolfi LR, prima di andare in America e vincere le Flawlessly Stakes G2, le Senorita Stakes G3 e piazzandosi seconda nel San Clemente Handicap G2.

martedì 3 aprile 2018

Verso le Classiche! Ecco gli iscritti a Parioli e Regina Elena del 29 Aprile, poi Derby del 20 Maggio e Oaks del 10 Giugno

Mancano poco più di tre settimane al primo evento clou della stagione che riguardano i tre anni. Le prime Classiche, i cui primi passi sono stati mossi nelle settimane scorse con dei trials di preparazione già abbastanza importanti. Domenica, per esempio, a vincere il Bellini è stata Flower Party (Duke Of Marmalade) in una maniera tale da farci pensare possa essere una pedina importante in chiave Oaks, ma magari anche in chiave Derby. Si, perchè l'ossessione di Felice Villa è quella di far tornare a vincere una femmina la madre di tutte le corse: Il Derby! Nessuna c'è più riuscita dal 1936, quando a vincere fu Archidamia. Sono passati 81 anni e chissà che questo non sia l'anno buono. Lo sperano gli appassionati, lo sperano i proprietari. Sarebbe una bellissima impresa. In Inghilterra nessuno ci riesce dal 1916 con Fifinella...

Francia: Stormy Antarctic vince l'Edmond Blanc a Saint Cloud grazie ad un Cristophe Soumillon geniale in sella

Stormy Antarctic (Stormy Atlantic) non vinceva in pattern dal lontano 14 Aprile 2016, giorno delle Craven Stakes grazie alle quali si inserì di prepotenza nel market delle 2000 Ghinee, dove arrivò poi 11°. 
È bastato un Cristophe Soumillon in stato di grazia (dopo il weekend della Dubai World Cup che mancava al suo palmares) per fargli emergere tutte le qualità che nel periodo erano andate smarrite, grazie ad una condotta tattica inattesa nel Prix Edmond Blanc G3 sul miglio. Come al solito Soumì si assume dei rischi ma quando vince merita solo che applausi. 
Partito forte ha deciso di prendere almeno 10 lunghezze di vantaggio, mantenute all'ingresso in retta di Saint-Cloud, spostandosi allo steccato opposto e cominciando a mulinare le braccia mentre il resto del gruppo cercava corsie interne. Sul traguardo una esigua lunghezza mantenuta dal cavallo di Ed Walker, con al secondo Nice To See You (Siyouni) e al terzo il favorito Jimmy Two Times (Kendargent). Come detto, Soumì quando monta in fiducia è un mostro. Indipendentemente dal rischio preso, è un fantino "alpha" e il solo pensare di prendere questo tipo di iniziative ne fanno un fuoriclasse naif, ma sempre efficace. Dalla Francia è tutto. Molto bello..

domenica 1 aprile 2018

Aste: #GoffsUk pubblica i video dei breeze sul proprio sito! Scova il tuo campione, incentivi per gli italiani

Goffs Uk ha rilasciato un aggiornamento rispetto al catalogo di cui abbiamo parlato qualche giorno fa in relazione alle Goffs UK Breeze-up Sale che andranno in scena il 9 ed il 10 Aprile a Doncaster, con tanti incentivi per gli italiani d cui parliamo qui sotto.
La novità che rendiamo nota riguarda i video dei breeze dei vari partecipanti che sono stati caricati sulla pagina e sono disponibili cliccando su questo LINK. Dunque non perdete l'opportunità di pescare il vostro crack!
Ricordiamo che per informazioni utili circa la logistica, la programmazione del viaggio e dell'acquisto di un cavallo, potete trovarle contattando l'agente Goffs Uk per l'Italia Gianluca Di Castelnuovo, mail newracingfactory@gmail.com, cellulare +39 3332927168
La parola d'ordine è qualità. Tanta qualità! Quella presente in Inghilterra per le prossime Goffs UK Breeze-up Sale in programma tra il 9 ed il 10 Aprile a Doncaster. Tanti sono gli elementi favorevoli per cui parlare di quest'asta, ma per convenzione citiamo anche le più significative che rendono bene l'idea di cosa ci si possa aspettare. IL CATALOGO ONLINE DISPONIBILE CLICCANDO SU QUESTO LINK.

Giappone: #Demurosan colpisce nell'Ōsaka Hai a bordo di Suave Richard! Primo G1 in stagione per Mirco..

In Giappone ci siamo svegliati nella mattina di Pasqua trovando dentro l'uovo una bella sorpresa a forma di Mirco Demuro, che ha infiocchettato una monta come al solito di pregio nell'Ōsaka Hai (大阪杯) G1 di Hanshin sui 2000 metri, con l'equivalente di £810,628.65 al primo arrivato. 
Demurosan era in sella a Suave Richard (Heart's Cry), uno dei più attesi in chiusura di gioco, e con un colpo da maestro ha trovato l'anticipo lungo poco prima della curva finale per prendere quel vantaggio tattico che è diventato poi incolmabile per gli altri avventori dalle retrovie, in primis Yuiki Fukunaga che era in sella a Persian Knight (Harbinger), pennellato in passato proprio da Mirco, ed il favorito Al Ain (Deep Impact) con in sella l'orribile Yuga Kawada. Il tempo finale è stato di 1m 58.20s, nuovo record di una corsa che lo scorso anno era stata vinta da Kitasan Black, alla prima edizione di G1, e in passato anche dal campione Orfevre.
Se questi sono i suoi colleghi, Mirco è destinato a padroneggiare e diventare il Re per il resto dell'esistenza del galoppo nipponico. Per lui questo era comunque il primo G1 stagionale e la quinta vittoria in Pattern del 2018, in Giappone ovviamente.