STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

giovedì 28 febbraio 2013

San Siro galoppo apre. Si partirà il 20 Marzo, 71 giornate previste fino all'autunno.. Ma il 31 Marzo scade la convenzione..

Le notizie le ha date la Gazzetta dello Sport questa mattina ed erano per certi versi attese. Una buona, ed un'altra meno buona: Quella buona è che anche Milano San Siro aprirà ufficialmente i battenti il prossimo 20 Marzo, e così dopo Capannelle, anche la Scala del galoppo potrà tornare ad essere protagonista del galoppo italiano. A dare l'annuncio SNAI, proprietaria degli ippodromi milanesi gestiti attraverso la società Trenno. Previste in totale 71 giornate fino all'autunno con la consueta sosta estiva. Non sono ancora stati resi noti i programmi sul sito ufficiale, ma ciò avverrà a breve e ne renderemo conto. Solo un dubbio, ed è questa forse la notizia cattiva, pende sul proseguimento della stagione: la convenzione (già prorogata) che regola i corrispettivi da Unire-Assi con gli ippodromi scade il 31 Marzo 2013, dunque di certo avremo 11 giorni di galoppo a Milano e poi ancora tutto potrebbe essere messo in discussione. Si attendono ulteriori decisioni. 

Il weekend di galoppo: Oggi Meydan, sabato Flemington con All Too Hard di nuovo in pista. Poi Roma, Santa Anita, Gulfstream...

Da oggi a domenica, tanti appuntamenti per l'ippica mondiale. A Meydan altra tappa del Carnival verso la Dubai World Cup 2013. Corse interlocutorie, comunque: si corrono le UAE Oaks G3 con Lovely Pass (Raven's Pass) che cerca la doppietta dopo le UAE 1000 Guineas, poi nella stessa "card" anche d il Meydan Classic, una Listed. Poi, tanti handicap e tra gli ex italiani anche United Color, Field Of Dream, Fattsota, Fanunalter, Silver Ocean....Cliccando QUI le prestazioni delle corse a Meydan.
Sabato, sempre a Meydan, lo Zabeel Mile G2 ed il Nad Al Sheeba Trophy. Rimanendo in giro per il mondo, a Flemington, in Australia, le Australian Guineas con di nuovo all'opera All Too Hard (Casino Prince), il fratello minore ma non meno talentuoso di Black Caviar. Ecco il campo partenti e le ultime dai campi, cliccando QUI.
In Italia c'è la riapertura dopo un mese di sosta di Capannelle, corse ordinarie e spunti riservati alla velocità. Si rivede in pista Noble Hachy (Kyllachy). Si chiude anche la stagione degli ostacoli con il Neni Da Zara G3, le ultime cliccando QUI. A lato, la prima pagina del Trotto&Turf di giovedì 28 Febbraio.
In America, a Santa Anita nel weekend, va in scena il 'Big Cap, o meglio il Santa Anita Handicap G1 da $750,000 con favorito Game On Dude (Awesome Again). Sempre a Santa Anita le Las Virgenes G1. Le corse in programma QUI.
Ad Aqueduct nuova eliminatoria verso il Kentucky Derby con le Gotham Stakes G3, mentre a Gulfstream due ex italiani in pista: Nelle Herecomesthebride Stakes G3 c'è Tuttipaesi (Clodovil), ex di Luigi Colasanti e Luigi Riccardi. In una Allowance Optional Claiming da $57,500, è stato dichiarato partente Lucky Chappy (High Chaparral), ex Angelo Candi e scuderia Aleali alla ricerca della prima vittoria in terra americana dopo numerosi e produttivi piazzamenti. I partenti della giornata cliccando QUI.

Cristian Demuro e Dario Vargiu: Ottenuta la licenza dalla JRA per montare in Marzo in Giappone, ecco il comunicato

La Japan Racing Association (JRA) ha annunciato nelle scorse ore sul proprio sito internet l'avvenuto rilascio della licenza per montare in corsa ai due fantini italiani previsti nella terra del Sol Levante. Cristian Demuro e Dario Vargiu. Il primo ha ottenuto una licenza effettiva che durerà dal 2 Marzo al 1 Aprile 2013. E' stato reso noto che monterà come prima monta per il proprietario Chizu Yoshida ed il trainer Katsuhiko Sumii, presso il JRA Ritto Training Center.
Dario Vargiu ha ottenuto una licenza che sarà effettiva dal 1 Marzo al 31 Marzo, un mese come previsto, e monterà per l'allenatore Toru Miya, presso il JRA Ritto Training Center, ed i proprietari che hanno accordato questa licenza sono quelli del Thoroughbred Club Ruffian. A lato trovate le schede dei nostri jockeys pubblicate sul sito ufficiale della Japan Racing Association. Queste sono le schede pubblicate in Giapponese ed i titoli ottenuti nell'anno:
D.バルジュー、C.デムーロ騎手に短期騎手免許を交付; ダリオ・バルジュー騎手、クリスチャン・デムーロ騎手に対し、短期騎手免許を交付しますので、お知らせいたします。
DARIO VARGIU: ダリオ・バルジュー騎手 - ì免許期間 - 3月1日(金)~3月31日(日)/ 平地免許 / プロフィール / 1976年 8月24日生まれ イタリア国籍 - 身長161cm 体重51kg; 1997年 イタリア騎手免許取得; 2011年: 771戦132勝 (伊リーディング4位; 2012年 - 698戦116勝 (伊リーディング2位
CRISTIAN DEMURO: クリスチャン・デムーロ騎手; 免許期間; 3月2日(土)~4月1日(月
平地免許 - プロフィール / 1992年 / 7月8日生まれ イタリア国籍 - 身長161cm 体重47kg - 2009年 イタリア見習騎手免許取得; 2010年; イタリア騎手免許取得; 2011年, 1,308戦222勝(伊リーディング1位); 2012年 1,143戦263勝(伊リーディング1位)
UPDATE del 1 Marzo: Dario Vargiu nel weekend ha ottenuto 4 ingaggi a Nakayama sabato e ben 10 domenica ad Hanshin. Tante monte anche per Cristian che nel weekend monterà 15 cavalli ad Hanshin, tra cui Red Oval (monta reperita da fratello Mirco) nel Tulip Sho G3, preparazione alle 1000 Ghinee locali. 

martedì 26 febbraio 2013

Crisi ippica: sbloccati €30 Milioni, registrato il Decreto dalla Corte dei Conti si attende l'erogazione. E il 28 Febbraio...

È UFFICIALE: Finalmente sono stati sbloccati i famosi 30 Milioni di euro. Ecco la notizia filtrata dagli uffici del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali nella mattinata di martedì 26 Febbraio. Il Decreto Interministeriale è stato registrato dalla Corte dei Conti, dunque non resta far altro che attendere le canoniche pratiche burocratiche per l'erogazione, subito dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Ora, risolta la questione delle spettanze per Luglio ed Agosto 2012, una vera e propria boccata di ossigeno per gli operatori, resta da capire cosa accadrà dei restanti 67 milioni riguardanti il periodo Settembre-Dicembre 2012, ma pare che questo sia argomento principale nella riunione prevista il 28 Febbraio prossimo con il Ministro (ora ex??) Mario Catania.
SEGUIRANNO APPROFONDIMENTI

domenica 24 febbraio 2013

Capannelle riapre il 1 Marzo: Via alla primavera romana 2013, ecco il programma delle prove più importanti fino a Giugno

Vi siete riposati? Dopo un mese di sosta stiamo tornando. Venerdì 1 Marzo infatti l'equinozio di primavera ippico, cioè il Sole supererà l'equinozio celeste ed in qualche modo terminerà l'inverno delle corse. E, sempre che un futuro ci sia a questo punto, era ora, diremmo... Non vogliamo essere pessimisti, e allora raccontiamo che Capannelle (http://www.capannelleippodromo.it/) sarà di nuovo il teatro delle belle corse italiane per la primavera 2013, in attesa dell'apertura della Scala del Galoppo, Milano San Siro, prevista per il prossimo 20 Marzo. In questa sede è dunque utile fare un punto della situazione raccontando quale sarà il programma primaverile delle corse romane, prima di quello milanese. Cosa ci aspetta da qui a Giugno? La prima giornata sarà appunto quella del 1 Marzo con il Neni Da Zara G3 che chiuderà allo stesso tempo la riunione ostacolistica, ed aprirà quella in piano che tanto aspettavamo. Subito corse interessanti, come il Premio Youth (1000m per tre anni) ed il Premio Matahawk (1200m per anziani). La lunga strada per le Classiche inizierà domenica 3 Marzo con i tradizionali Premio Brigadier Gerard (per femmine) e Premio Torre Astura (maschi), entrambi sull'all weather, dopodichè si continuerà con Daumier e Torricola senza citare le prove intermedie come Arconte e Ceprano. Ma non sveliamo altro, perchè intendiamo riproporre il "teaser" curato da Mario Berardelli, pubblicato qualche giorno fa sul Trotto&Turf che ci ha concesso il "fact file". Intanto a lato trovate il programma degli appuntamenti da non perdere, sono 18 le corse "Stakes" previste, in un documento da stampare o conservare. La prima Stakes di 18 è prevista il 7 Aprile con il Premio Circo Massimo, l'ultima della stagione sarà riservata ai puledri con Giubilo, Perrone il 2 Giugno..e forse qualche altra sorpresa collaterale alle corse. Basta, shhh, per ora non aggiungiamo altro... Che la primavera abbia inizio!
Inguaribili ottimisti, malati di passione, insomma “matti“, facciamo finta di nulla, crediamoci ancora una volta. Forse il miracolo si ripeterà, altro che San Gennaro, se riusciremo a vivere un’altra primavera a tutto galoppo saremo appunto dei miracolati. Diamine, i nostri fondamentali sono questi: San Siro e Capannelle in primavera. Il grande galoppo. Intere generazioni di ippici si sono formate nelle discussioni di primavera, hanno vissuto istanti indimenticabili, nel loro dna ci sono le classiche, ognuna con la sua storia. Chissà perchè a noi torna in mente sempre la nitida immagine di un Sedan superbo che domina Alipio nel Repubblica, è rimasta nella retina insieme a Rio Marin che respinge Songkoi. Saverio e Otello, Pacifici e Fancera, ah che ricordi.....

America News: Orb vince le Fountain of Youth, presi 50 punti! Ecco come sarà la strada verso il Kentucky Derby dal 2013..

Ed ora un pò d'America, sulla strada per il Kentucky Derby G1 da $2 Milioni, ma con in palio l'immortalità. Da vedere questa settimana a Gulfstream le Fountain of Youth Stakes G2, a vincere è stato Orb (Malibu Moon) il quale con un gran finale ha battuto il favorito ed atteso Violence (Medaglia d’Oro), che non è così riuscito a mantenere l'imbattibilità e subendo (notizia di domenica 24 Febbraio ndr) la frattura di un sesamoide, riscontrata in seguito. Il video della corsa QUI.
Orb, nella foto di Adam Coglianese, è un cavallo tutto fatto in casa per la connection Stuart S Janney III LLC & Phipps Stable allenato da Claude R McGaughey III e montato da John Velazquez e tra l'altro, piccola curiosità, ha un pedigree molto interessante nella sezione femminile. La terza mamma è Steel Maiden (Damascus), molteplice vincitrice a livello di Stakes, la quarta mamma è Laughter (Bold Ruler), riproduttrice di successo (è mamma di Private Terms), ma soprattutto è per 3/4 sorella della incomparabile ed inarrivabile Ruffian (Reviewer). Comunque, Orb (pagato $1700 da weanling), ha sfruttato una frazione eccessiva di quelli davanti ed ha colto stanco il favoritissimo, vincendo la prova che metteva in palio $240,000 (con l'ex italiano Cerro solo sesto, lontano dai primi), ma soprattutto 50 punti utili sulla strada della classicissima americana. Da quest'anno infatti Churchill Downs ha istituito un sistema di attribuzione punteggio utile per entrare nello schema dei 20 per il Kentucky Derby G1 del 4 Maggio prossimo. Il punteggio ha rimpiazzato il vecchio processo di attribuzione che prevedeva le somme vinte nelle varie prove Graded. La vittoria nelle Fountain of Youth valeva 50 punti e Orb li ha guadagnati. Ma non è tutto, seguiteci cliccando qui sotto......

Planteur vince le Winter Derby Trial Stakes a Lingfield e punta deciso verso la Dubai World Cup. Lo scorso anno fu terzo..

Missione compiuta. Anzi, poco più che un lavoro per Planteur (Danehill Dancer) il quale ha assolto in pieno il compito nella giornata di ieri a Lingfield vincendo le Winter Derby Trial Stakes Lr, che serviva al sei anni per capire qual'è la condizione in vista della Dubai World Cup. Il figlio di Danehill Dancer allenato da Marco Botti, ha vinto creandosi la corsa da solo e finendo avanti a tutti, ma non ha impressionando contro un gruppo di avversari non proprio agguerriti, mostrando una condizione ancora approssimativa. Montato da Adam Kirby è partito da lontano in progressione ed alla fine ha mantenuto il vantaggio e ha battuto il Brittain Miblish (Teofilo) di una incollatura, e di certo non basterà quello visto nel big event a Meydan...ma al 30 Marzo manca ancora parecchio e lui in fondo parte come outsider, attualmente qualche bookmaker lo offre a 26/1. Il video delle Winter Derby Trial Stakes, cliccando QUI.
Comunque qualche nota positiva c'è stata, nonostante avesse almeno 12lb in mano su quello più vicino nei riferimenti (compagno Marcret, finito sesto) e ben 23lb proprio sul secondo Miblish, ma grazie ad un tempo di 2m 1.20s ha abbassato il record del tracciato di 0.43sec. Marco Botti ha dichiarato che voleranno verso Dubai giusto una settimana prima della corsa più ricca al mondo. Per il secondo arrivato appuntamento con il Winter Derby il 17 Marzo sempre a Lingfield. Planteur, allevato dai Wildenstein, ha vinto il Ganay G1 nel 2011, lo scorso anno era arrivato terzo nella Dubai World Cup. Foto: RacingPost.

sabato 23 febbraio 2013

Australia: All Too Hard vince ancora, sue le Futurity Stakes. A Miracles of Life le Blue Diamond per i puledri, il resto di Caulfied...

Tanta Australia nella mattinata di sabato. Da registrare l'ennesima vittoria per All Too Hard (Casino Prince), mezzo fratello di Black Caviar (Bel Espirit) che ha aggiunto un altro alloro alla famiglia riportando nella mattinata le Cathay Pacific Futurity Stakes G1 per 3 anni ed oltre sui 1400 metri in erba. Con un cambio di marcia devastante, All Too Hard, allenato da Michael, Wayne & John Hawkes e montato da Dwayne Dunn, ha battuto per tre comode lunghezze e mezzo il vegliardo Glass Harmonium (Verglas) e King Mufhasa (Pentire). Quarto Green Moon (Montjeu), vincitore della Melbourne Cup G1 sui 3200 metri....ed oggi eravamo sui 1400. All Too Hard era tornato alla vittoria il 9 Febbraio proprio a Caulfield nelle C. F. Orr Stakes G1. L'obiettivo è ora quello delle Australian Guineas G1 di Flemington. Ricordiamo come All Too Hard, 11-6-2-1 per A$2,041,200, sia stato acquistato dal Vinery dalla Patinack Farm per circa $20 Milioni, australiani. In Giugno potrebbe affrontare una trasferta europea per prendere parte al Royal Meeting ad Ascot, prima di cominciare la carriera di stallone. Il video delle FUTURITY STAKES G1, cliccando QUI.

Weekend ippico. Cosa vedere tra Cagnes-sur-Mer, Lingfield, Gulfstream Park, Sha Tin, La Zarzuela e San Rossore...

Cosa vedremo tra sabato e domenica? Tanto di internazionale: A Cagnes-sur-Mer c'è il Grand Prix du Alpes-Maritimes - Listed Race sui 2500 metri valida per il Defì du Galop, con Kings Messenger (Samum) da vedere. E' un 4 anni importato dalla Germania dalla Milor, affidato a Mirco Demuro per Devis Grilli. Favorito è Griraz (Noble Premiere), già vincitore di questa corsa. L'allenatore toscano in giornata avrà anche chance con Genarmoly (Holy Roman Emperor) in chiusura in un handicap, affidato a Thierry Thulliez. 
A Lingfield se la neve permetterà, in programma il Winter Derby Trial Stakes Lr che varrà come prova preparatoria per Planteur (Danehill Dancer), favoritissimo a mezzo, che cercherà di strappare un pass per la Dubai World Cup G1. Il delicato di Marco Botti, è affidato a Adam Kirby. L'allenatore italiano sellerà anche Marcret (Martino Alonso) nella stessa corsa. Entrambi rientrano dall'estate 2012, Marcret era stato settimo nell'Anatolia Trophy ad Istanbul vinto da Hunter's Light, mentre Planteur rientra dalle Juddmonte International Stakes G1 di York ad Agosto, quando vinse Frankel. Il tutto è possibile vederlo in diretta sul canale 220 di Sky (SNAI SAT). 
Oltrepassando l'Oceano Atlantico, in USA si corrono delle........
prove interessanti sulla strada per il Kentucky Derby G1. A Gulfstream Park sabato le Besilu Stables Fountain of Youth Stakes G2 da $400,000 sui 1770 metri, con favoritissimo in Violence (Medaglia D'Oro), imbattuto in tre uscite, pagato $600,000 da puledro. In corsa anche Cerro (Mr Greeley), ex italiano agonisticamente, di cui abbiamo parlato spesso. Corsa alle 23,35. Nel programma di Gulfstream anche Davona Dale Stakes G2 con favorita la Stonestreet Dreaming Of Julia (A.P. Indy). A Santa Anita corre Facoltoso, ex di Raffaele Biondi in Italia, ora in California. Riporteremo in seguito il risultato. 
Domenica 24 a Sha Tin, Umberto Rispoli impegnatissimo: Per lui 5 monte, una in particolare nella Hong Kong Gold Cup G1 in sella all'outsider, ma con qualche chance, Fay Fay (Falkirk) per John Size, contro California Memory, Pure Champion, Xtension, Dan Excel, Zaidan, Liberator, Irian etc etc... insomma, non facile.  A Sha Tin correrà anche Panther Run (Marju), allevato in Italia con in nome di Spirit Of Sport, vincitore di Botticelli in parità. 
Sempre domenica, ma in Spagna, due monte per Carlo Fiocchi a Madrid (Zarzuela) per Arizkorreta, leading trainer spagnolo. Franco Contu, come già anticipato gli socrsi giorni, ha dichiarato partente Ki Soo Kim in una prova ad ostacoli di Madrid. Montato da Luigi Maceli, affronta 8 avversari da favorito visto che in Spagna non si corre tanto spesso in ostacoli... Ollè! Programma QUI.
Domenica 24 Febbraio all'Ippodromo San Rossore andrà in scena la sesta edizione della Ribot Cup, i partecipanti sono i seguenti allievi: Adam Beschizza, Eddy Hardouin, Marc Lerner, Cesar Passerat, Martin Seidl, Goran Metesovic, Alessandro Fiori, Maikol Arras, Antonio Fresu, Andrea Mezzatesta. Presentazione e regolamento, cliccando QUI

venerdì 22 febbraio 2013

Crisi Ippica: Lunedì il decreto interministeriale all’esame della Corte dei Conti. In ballo i €30 Milioni di Luglio ed Agosto 2012

Arrivano novità sul fronte ippico per quanto riguarda la decisione da parte della Corte dei Conti sullo sblocco dei 30 Milioni di Euro relativi ai premi di Luglio/Agosto 2012. Ecco il comunicato: La Corte dei Conti esaminerà lunedì prossimo il decreto interministeriale che prevede lo sblocco di 30 milioni di euro, questa la prima tranche dei pagamenti delle spettanze 2012 al comparto ippico e che dunque potrebbe ottenere il via libera già entro la prossima settimana. Questo quanto annunciato dal dirigente del Mipaaf Stefano Vaccari, nel suo breve intervento alla riunione che stamattina si è tenuta nella sede del Ministero delle Finanze.
All’incontro con il sottosegretario all’Economia Vieri Cerriani erano presenti Massimo Passamonti, presidente di Confindustria Sistema Gioco Italia, quello di Hippogroup Tomaso Grassi, il rappresentante del comitato Pre Lega Enrico Tuci, il nuovo gestore dell’ippodromi di Firenze Cesare Meli e Catia Brozzi, in rappresentanza dell’associazione animalista Aidaa. Un incontro al quale, come annunciato, non ha preso parte la Rappresentanza Unitaria, e che ha avuto all’ordine del giorno la discussione del progetto di riforma dell’ippica.

Meydan Dubai Racing Carnival, settima giornata: convince Sajjhaa nelle Balanchine G2, sorprende Mushreq nell'Al Fahidi Fort

Settima giornata di Carnival appena disputata nella giornata di giovedì. Da vedere c'erano le Balanchine Stakes G2 e l'Al Fahidi Fort G2. Nella prova riservata alle femmine sui 1800 metri in erba, convincente vittoria da parte di Sajjhaa (King’s Best), Silvestre De Sousa in sella, la quale ha dato seguito alla brillante esibizione al debutto nel Carnival con la vittoria nel Cape Verdi G2, vincendo ancora e se vogliamo anche meglio con una resa di chili alle 5 avversarie, finendo in 1m 48.58s (fast by 0.82s), battendo battendo di una lunghezza chiara Prussian (Dubai Destination), altra del gruppo di Sheikh Mohammed (di proprietà del figlio) con al terzo l'attesissima Sudafricana Igugu (Galileo) la quale con Soumillon in sella era andata in avanti a cadenzare l'andatura ma è calata vistosamente nella fase finale rimanendo comunque terza, pagando il rientro da moltissimi mesi e forse anche la fatica dovuta alla quarantena. Video BALANCHINE STAKES QUI.
A tal proposito William Hill ha alzato la quota antepost per Igugu nella DWC a 14/1 mentre ha tagliato la quota di Royal Delta di mezzo punto, a 4/1. La vincitrice è una cavalla allevata dal Darley, talentuosissima ma delicata fisicamente, tanto che nel corso del 2012 ha corso solo tre volte finendo seconda nelle Middleton G2 di York, 4° nel Lydia Tesio G1 a Roma e perdendo una Listed già vinta a Doncaster. Quest'anno per lei già due affermazioni, ecco le parole del suo allenatore Saed Bin Suroor: "She's a good filly who has really thrived in Dubai and that was a particularly good performance under her penalty. We may consider Super Saturday, but the fillies' and mares' races in North America later in the year would be an option". Dunque Super Saturday come ulteriore eliminatoria in vista della notte della DWC, e poi carriera americana per la femmina che sembra aver trovato la giusta integrità e consistenza fisica.
Mike De Kock si è ampiamente rifatto poi......

giovedì 21 febbraio 2013

Meydan: Ancora eliminatorie Carnival, da seguire Igugu nelle Balanchine e Musir nell'Al Fahidi Fort. Anche italiani in pista..

Oggi a Meydan, altra giornata di Carnival. Cosa seguire? Da vedere certamente le Balanchine Stakes G2 sui 1800 metri in erba, in pista c'è Igugu (Galileo), montata da Cristophe Soumillon, la più frizzante ed eccitante novità di questa edizione per ora, la quale cercherà di strappare un pass per qualcosa di buono nella notte del 30 Marzo. Da combattere la lunga quarantena ed un rientro mai facile. Opposta alla femmina la Godolphin Sajjhaa (King's Best). Nell'Al Fahidi Fort G2 sul miglio si rivede in pista Musir (Redoute's Choice), riportato in corsa dopo la fallimentare esperienza da stallone in Australia al Coolmore dove si è dimostrato poco fertile. Avversario è Mandaean (Manduro), rivisto abbastanza bene l'ultima volta dopo la fallimentare (anche lui) campagna dei tre anni in Europa. 
Altri motivi del pomeriggio possiamo trovarli in qualche italiano che correrà, e dunque nel SMKA Trophy handicap per cavalli anziani sul miglio in Tapeta da $110,000, c'è Saint Bernard (Three Valleys) per la Colle Papa e Robert Cowell, montato da Kieren Fallon. Non è favorito, ma non c'è un chiaro favorito in una corsa aperta anche a Sandagiyr (Dr Fong), My Freedom (Invincible Spirit) e Field Of Dream (Oasis Dream), ex italiano. Nell'Al Naboodah Construction Group Trophy sui 1000 metri in erba in chiusura, da $175,000, c'è Lui Rei (Reinaldo) contro draghi dello sprint. 
Per seguire le corse del pomeriggio, potete consultare le prestazioni offerte da AmWest Entertainment cliccando su questo LINK. Buon divertimento, arrivederci al resoconto. 

martedì 19 febbraio 2013

Italians, fantini e cavalli in giro per il mondo: Cristian colpisce a 61/1, finita l'esperienza USA torna in Giappone. Cosa fanno Mirco, Umbertino, Dario Vargiu, Polli, Mau Vargiu, Belli, Daniele Porcu e i cavalli o ex italiani

Italiani in giro per il mondo o meglio ancora, Italians emigrati "causa manifesta insoddisfazione e stato di apatia e d’indifferenza abituale all'ippica italiana". Cosa stanno combinando? Di tutto e un pò. Cristian Demuro ha lasciato la festa a Gulfstream proprio sul più bello, colpendo a 60/1 in sella a Readyshakego, un cavallo di Jessica Campitelli, dando saggio di capacità sopra la media. Il piccoletto è soddisfatto e lo sono anche gli addetti ai lavori. Salperà alla volta del Giappone dove lo aspetta a braccia aperte Yoshida per la primavera Classica. Per lui in totale 18 monte collezionate, vittorie ottenute 4, 1 secondo ed un 4° posto, media vittoria mantenuta alla grande del 22,2%. Non male, e come qualcuno ha sottolineato: "Great addition to the jockey colony at Gulfstream". Tornerà, eccome, ma intanto rieccolo 4 giorni in Italia, il tempo di convertire Dollari in Yen e via verso Tokyo. PS: domani mattina mercoledì 20 Febbraio collegamento telefonico con Cristian sul 220 di SKY. Video vittoria QUI
Umbertino Rispoli, dopo un piccolo break vacanziero in Italia, ha continuato con la suite di piazzamenti ad Honk Kong. Nel weekend appena trascorso un paio di secondi posti interessanti, il primo dei due in sella a Fujian Spirit, un "underdog" da 60/1, nello sprint di un handicap di Classe 3. Il secondo piazzamento è arrivato in sella a Free Judjement in un handicap di Classe 2 dotato di 1,4 milioni di HK$ finendo forte dalle retrovie. Continua la serie di piazzamenti inframezzati con qualche vittoria, ferme ora a quota 12 in totale. Ah, ha montato anche nel The Sprint Prize vinto da Lucky Nine, ma Umba ha ottenuto un NP su Best Eleven per Tony Cruz, ed NP anche nell'HK Classic Cup G1 su Blazing Speed.
Capitolo Demuro, l'altro. Il grande, Mirco, è ancora a Cagnes Sur Mer dove sta mantenendo viva l'attenzione su di se. Finora sono 11 le vittorie ottenute nel 2013 su 82 uscite (strike del 12%) e l'ultima vittoria ottenuta in sella sabato pomeriggio a Gotham News in condizionata, con il quale aveva bagnato i suoi esordi in terra francese vincendo al debutto per Jean Claude Rouget. Pronta replica avvenuta, stavolta in lotta. Qualche giorno fa ha vinto su Celtic Filly, ex Ecurie Botti, imbattuta in 5 uscite e vincitrice sull'erba francese in una reclamare per dispersione (e reclamata per €25,000). Lunedì ha ripetuto il colpo per la stessa formazione Blu Air Bally (reclamato per €16,888 da Cédric Boutin. Altri italiani: Bijou Bijou non ha vinto ma è stato reclamato per €17.555 da Julien Phelippon. Mirco ha presenziato anche in Svizzera dove ha ottenuto una vittoria su Amazing Beauty nella preparazione del GP St Moritz, per i colori della Rennstall Eivissa con i quali verrà abbinato per tutto il 2013, compreso Feuerblitz, ed una in apertura nel meeting sulla neve in sella a Lipocco

Crisi Ippica, ecco le news: Ricevuta da Ruffo lunedì la Rappresentanza Unitaria dell'Ippica e poi, telefonata registrata tra Roberto Brischetto ed il Ministro Mario Catania, ascoltala. Punto della situazione..

Ippica e Politica, qualche aggiornamento: La Rappresentanza Unitaria dell'Ippica ha incontrato nel pomeriggio di lunedì 18 Febbraio il dirigente delegato del Ministro delle Politiche Agricole Francesco Ruffo della Scaletta, segretario Assi o Unire che dir si voglia. Nel corso della riunione si è discusso approfonditamente nel merito del Decreto Interministeriale Mipaaf-Mef del 31.1.13, registrando da parte della rappresentanza unitaria un unanime giudizio molto negativo nei confronti di un decreto. Paradossalmente, infatti, questo non prevede il necessario saldo delle spettanze dovute per premi ed ippodromi per l'anno 2012 e che non prevede i necessari interventi di riforma necessari al rilancio dell'ippica nazionale: riforma delle scommesse già predisposta da Sogei Assi ed Aaams ed inviata dal Mipaaf al Mef nell'agosto scorso e riforma della governance del settore. Lo stesso delegato del Ministero delle Politiche Agricole ha messo in evidenza diversi punti che meritano, anche a suo parere, opportuni e necessari urgenti approfondimenti. Ora la parola passa al Ministro Catania e aggiornamenti ulteriori ci saranno dopo il prossimo incontro con il Ministro stesso previsto per il 28 febbraio prossimo, quando però sarà praticamente quasi un EX ministro visto che avremo votato tutti il 24 e 25 Febbraio. Comunque, nei giorni scorsi Roberto Brischetto è stato ricevuto a Cuneo, insieme a Marino Lovera, Salvatore de Lorenzo ed Elio Parenti, nella sala della prefettura: I 4 hanno parlato vis a vis con il Ministro apparso in difficoltà quando si è parlato del decreto. A tal proposito è stata realizzata una intervista telefonica ascoltabile cliccando sul LINK di ITURF QUI, ma questi i punti salienti secondo quanto riferito da Brischetto:

Notizie varie: Rachel migliora sensibilmente. In Australia deciso l'obiettivo per Black: William Reid il 22 Marzo

Altre notizie giungono dall'America: Rachel Alexandra (Medaglia D'Oro) è ritenuta in condizioni stabili. Ieri la campionessa operata d'urgenza qualche giorno fa ha cominciato mangiare qualcosa ed è tenuta sotto costante controllo dei dottori che l'hanno operata. Parole di Bonnie Barr, uno dei medici che la stanno monitorando quotidianamente, anzi minuto per minuto. La piccola da Bernardini, nata appunto qualche giorno fa e causa del problema al colon suo malgrado, sta bene ed aspetta il ritorno della mamma alla Stonestreet, nel frattempo a farle da balia c'è Miss Beutiful Ojos, una quarter horse dolcissima che già si è prestata a questo tipo di ruoli di babysitter e con la quale, la figlia di Rachel, ha già legato alla grande. Nella foto, Rachel nutrita alla Rood & Riddle Equine Hospital.
Un'altra notizia arriva dall'Australia, dove si è annunciato il prossimo obiettivo di Black Caviar (Bel Espirit). Per la fenomena di Peter Moody c'è il William Reid G1 del 22 Marzo a Moone Valley, in alternativa il prestigioso Newmarket Handicap G1 con resa di chili ai giovani, ma il suo allenatore, sebbene la corsa proponga $AUS 1 Milione al palo rispetto ai $400,000 di Moone Valley, non sembra propenso a questa soluzione. Black vinse il Newmarket Handicap lo scorso anno, rendendo 18 Libbre.

America: Royal Delta in canter nelle Sabin Stakes GIII. Obiettivo Dubai World Cup, ora è co-favorita a 7/1

Royal Delta verso il Dubai. La figlia di Empire Maker ha vinto al rientro le Sabin Stakes G3 di Gulfstream Park sui 1700 metri in sabbia. L'allieva di Bill Mott, lenta al segnale, ha disperso le avversarie con ben 5 lunghezze di margine su All For Three (Elusive Quality) e Grace Hall (Empire Maker) ad altre 3 e mezzo. Per Royal Delta, che in carriera ha sbagliato praticamente solo in Dubai lo scorso anno, c'è proprio Meydan nel mirino e la Dubai World Cup da $10 Milioni per la quale è stata confermata e dove lo scorso anno incappò in un percorso terrificante. La cavalla di proprietà della Besilu Stables, vince in carriera circa $4 Milioni. Era stata acquistata per $8.5 milioni proprio da Benjamin Leon (Besilu Stables appunto) che la prelevò dalla Palides Investment alle Keeneland November sale del 2011, pochi giorni dopo la vittoria nel Breeders' Cup Ladies Classic G1, replicata anche nel 2012. E' stata insignita del titolo di Eclipse Champion Three Year Old Filly nel 2011 e quest'anno dell'Eclipse Champion Older Female. Ecco il video delle Sabin Stakes QUI e quello della sfortunata esibizione dello scorso anno in Dubai, quando vinse Monterosso, cliccando QUI.
Nell'antepost della DWC Royal Delta è cofavorita a 7/1 con Animal Kingdom e Game On Dude a 11.
Foto: Royal Delta, courtesy (Eleanor Gustafson/Adam Coglianese Photography)

domenica 17 febbraio 2013

Prima vittoria in carriera per Ana O'Brien, la terza figlia di Aidan O'Brien. La dinastia continua..

La dinastia continua. Ana O'Brien, all'anagrafe Anastasia, la terza figlia di Aidan ed Anne-Marie O'Brien, ha vinto qualche giorno fa la sua prima corsa in carriera. E' avvenuto venerdì sera a Dundalk in sella a Fairylike (Oratorio), femmina allevata da sua madre, in un handicap per allievi sul polytrack del tracciato irlandese. Ana, che finora ha montato 8 volte in corsa tra il Curragh e Dundalk, ha sedici anni e sta frequentando ancora la scuola secondaria. Come detto Ana è la terza figlia della famiglia O'Brien. E papà Aidan dopo la vittoria ha parlato di sua figlia spiegando: "Ana will get more opportunities and she'll keep going at this – education permitting"
Il primo dei 4 figli della coppia è Joseph (jockey di fatto affermato), poi c'è Sarah, appunto Anastasia e l'ultimo figlio è Donnacha di cui si parla un gran bene. Il video della vittoria di Ana è possibile visionarlo cliccando QUI e registrandosi al sito AtTheRaces

San Rossore: Aperte le votazioni per la scelta del bozzetto per il Palio Ippico. Ecco tutti i riferimenti.

Riportiamo un comunicato pervenuto nella redazione di Mondoturf dalla Società ALFEA e l'Ippodromo di San Rossore: Sono ufficialmente aperte le votazioni per la scelta del bozzetto che verrà rappresentato sul drappo che andrà in premio al Comune vincitore del 2° PALIO IPPICO DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI PISA. 
I bozzetti sono "esposti" su www.sanrossore.it e sulla pagina FB di San Rossore raggiungibile cliccando su questo LINK.
Si può votare via mail a redazione@sanrossore.it o con "mi piace" sulla pagina Facebook "San Rossore e il Paese dei Cavalli". Si può esprimere un voto solo e i voti multipli verranno annullati. Per raggiungere direttamente la pagina di riferimento, cliccando su questo indirizzo: PISA SAN ROSSORE BOZZETTI PER IL PALIO IPPICO
Ricordiamo inoltre che LA VOTAZIONE SI CHIUDERA' IL 28 FEBBRAIO 2013 ALLE ORE 11.00 E LA PROCLAMAZIONE DEL VINCITORE/VINCITRICE AVVERRA' ALL'IPPODROMO DURANTE LO STESSO POMERIGGIO DI CORSE.

sabato 16 febbraio 2013

Rachel Alexandra: Migliorano le condizioni della campionessa dopo l'intervento post parto. Costantemente monitorata...buona fortuna!

Dopo il ricovero, ecco gli aggiornamenti sulle condizioni di Rachel Alexandra. Gli specialisti del Rood & Riddle Equine Hospital sono stati cauti circa le aspettative di guarigione della campionessa in seguito ad un intervento chirurgico a cui è stata sottoposta dopo le complicazioni sorte in seguito alla nascita della sua piccolina da Bernardini (140 pound il peso), ma non sembra comunque essere in pericolo di vita. Bonnie Barr, specialista in medicina interna ha parlato nelle scorse ore: "Penso sia troppo presto per dire che sia fuori pericolo totalmente, abbiamo bisogno di vedere come risponderà ai trattamenti e monitorare quotidianamente la situazione". Barr ha spiegato che la sette anni sta ricevendo fluidi per via endovenosa, antibiotici, sta mangiando ed assumendo anti-infiammatori ed è sottoposta continuamente ad un lavaggio addominale per continuare a scovare i batteri e cellule infiammate, per ripulire e far tornare la situazione alla normalità.
Ma nella conferenza stampa di giovedì hanno parlato un pò tutti, come il Dr. Brett Woodie che l'ha materialmente operata, ma anche il manager della Stonestreet Garry Megibben il quale ha spiegato come si aspettavano un parto difficoltoso, ma poi sembrava tutto essere tornato alla normalità salvo poi essere di nuovo considerato in emergenza quando Rachel si è mostrata letargica e priva di appetito.

Frankel: Iniziata la stagione degli amori. Previste almeno 60 campionesse, la prima a farle visita è Midday Eccole tutte..

Juddmonte ha reso noto quali saranno le "outstanding mares" che faranno visita al campione Frankel (Galileo) che ha cominciato la carriera di stallone proprio il giorno di San Valentino al tasso di £125,000 (circa €145,000). La prima reginetta è stata Midday (Oasis Dream) a servirsi di lui, (aggiornamento del 17/2: Frankel non ha deluso le attese copulando come doveva la prima volta al Banstead Manor Stud) dopo che qualche settimana fa ha dato alla luce un foal da Galileo ed ora farà visita al suo miglior figlio, Frankel appunto. Di seguito la lista delle fattrici nell'agenda del Campione. NB: Nella stagione di monta saranno circa una sessantina (60) le fattrici confermate di allevatori europei, giapponesi o Americani che hanno, o vinto a livello di G1 o prodotto vincitori di G1. Ecco la lista in ordine alfabetico: Le altre sono una settantina (70) per comporre un book reale per Frankel di circa 135 fattrici che gli faranno visita nel 2013. 
AFRICAN ROSE Won Sprint Cup Gr.1
ALBANOVA Won Preis von Europa Gr.1, Deutschland Preis Gr.1 and Rheinland Pokal Gr.1; sister to
ALBORADA, winner of Champion Stakes Gr.1
ALEXANDER GOLDRUN Champion Older Mare in Ireland 2005, won Nassau Stakes Gr.1, Pretty Polly Stakes Gr.1 (twice), Prix de l'Opera Casino Barriere Enghien Gr.1 and Cathay Pacific Hong Kong Cup Gr.1

Black Caviar rientra e vince, sono 23. Demoliti gli avversari, record a Flemington! Bentornata campionessa

Black Caviar: e sono 23 consecutivamente! Bentornata alla sempiterna campionessa che con una prestazione monstre si è nuovamente lustrata al mondo. La femmina terribile, in sella Luke Nolen, dopo otto mesi di assenza dalle piste (l'ultima apparizione era datata Giugno 2012 con la vittoria nel Royal Ascot) ha vinto ancora le Lightning Stakes G1 di Flemington con i seguenti parziali: 800-600 10.37, 600-400 10.21, 400-200 10.17, 200-fin 11.05 con tempo finale inchiodato sui 55.42s in 1000 metri! Gli ultimi 600 in 31.43s. Il precedente record era datato 1988, di 55,50 sui 1000 metri di Flemington. 
La compagnia non era irreprensibile (i primi tre arrivati tutti di Moody e parecchie libbre sotto la "virago")e lei era un filo nervosa alla partenza, ma il risultato è stato il record della pista abbassato di 0.08s e folla di 26.047 anime (lo scorso anno erano 22.000 circa) impazzite per lei. Si, è tornata!! The legend is living on!
Rivivi l'esibizione cliccando su questo LINK BLACK CAVIAR LIGHTNING STAKES G1
SEGUIRANNO APPROFONDIMENTI

giovedì 14 febbraio 2013

Meydan: Soft Falling Rain domina ancora nelle 2000 Ghinee UAE. Passeggiata di Moonwalk, Mental la spunta nell'Al Shindagha

Il Carnival ha esaurito oggi un altro dei motivi più interessanti. Nelle 2000 Ghinee degli Emirati Arabi Uniti G3 (1600 metri sul Tapeta) a vincere è stato ancora Soft Falling Rain (National Assembly), sudafricano di Mick De Kock per Hamdan Al Maktoum, che sinora non ha mai incontrato sconfitta ed aveva vinto il trial in ottimo stile sempre a Meydan. Ha vinto con facilità disarmante nelle mani confidenti di Paul Hanagan, partendo veloce e pressando da subito il leader Deauville Prince (Holy Roman Emperor), quarto nel Gran Criterium G1 a Milano, e liberandosene in poche battute dall'ingresso in retta. Con un finish esplosivo, e rendendo almeno 3 chili e mezzo ai pari età dell'Emisfero Nord per le vittorie in patria (SA Nursery G1), ha triturato Snowboarder (Raven's Pass), avvicinatosi lentopede sul calo degli altri, con al terzo l'altro "SAF" Zahee (Dylan Thomas), con parziali di 25.98, 23.20, 23.96, 23.56 e tempo finale sul miglio di 1m 36.70s, molto buono, che ne fa pensare un potenziale ottimo talento non solo a Meydan, ma anche per il proseguo della stagione europea se non arriverà bollito (cosa probabile). Il vincitore, un figlio di National Assembly (Danzig), era alla quinta consecutiva (come il trainer Sudafricano, alla quinta nelle UAS 2000 Guineas) da imbattuto. Ecco il video delle UAE 2000 GUINEAS. 
Nel resto della serata, da vedere c'erano le Firebreak Stakes G3 per anziani sul miglio, l'Al Shindagha Sprint G2 affollatissimo per velocisti sempre sul sintetico ed altri handicap interessanti. Nella prova sul miglio a vincere è stato Moonwalk in Paris (Oratorio), neo allievo alla corte di Godolphin (Mahmood Al Zarooni e Ahmed Ajtebi) ed ex di Jean Claude Rouget pluripiazzato in corse di Gruppo in Francia, che con il cap rosso (terza scelta di scuderia) ha ben battuto sgusciando dall'interno il titolare di scuderia Fulbright (Exceed And Excel) e il vecchio mai domo Barbecue Eddie (Stormy Atlantic). Mai pericolosi Malossol (Rahy), dodicesimo, passo indietro rispetto al debutto esotico, l'atteso Daddy Long Legs (Scat Daddy) alla prima per De Kock e Silver Ocean (Silver Train), finito ultimo. Il video delle FIREBREAK STAKES QUI.
Tra i velocisti, ottimo debutto dalle nostre parti per l'australiano di allevamento Mental (Lohnro), portacolori Godolphin per Al Zarooni e Barzalona in sella che in patria aveva ben figurato, i quali hanno battuto il "SAF" Kavanagh (Tiger Ridge) e il Fawzi Abdulla Nass Krypton Factor (Kyllachy), vincitore lo scorso anno del Golden Shaheen G1 a Meydan, e rientrante dalle Golden Jubilee Stakes G1 di Ascot, dove finì sesto a 2 lunghezze da Black Caviar. Ecco il VIDEO DELL'Al Shindagha Sprint Sponsored By Jaguar XJ.
In chiusura di meeting il Range Rover Sport Trophy handicap per cavalli anziani sui 2.435 mt, a vincere ancora il team in blue con Anatolian (Pivotal), ancora Al Zarooni e Barzalona, che sono finiti davanti a Topclas (Kutub) a grossa quota e l'italian bred Dormello (Dansili e Field Of Hope). Np l'altro italian bred Fattstota (Oasis Dream).

martedì 12 febbraio 2013

Crisi ippica: Decreto interministeriale, dilazione in 3 anni arretrati 2012 e riduzione corse del 14%. Ecco il comunicato GiocoNews

Riportiamo integralmente un comunicato di GiocoNews che mette in evidenza la situazione attuale e spiega come verrebbe a delinearsi l'ippica qualora passasse il seguente decreto interministeriale che Mef e Mipaaf hanno consegnato alla Corte dei Conti lo scorso 31 gennaio: Si legge che il pagamento degli arretrati 2012 sarà dilazionato in tre anni: "Gli stanziamenti di denaro per gli anni 2013-2015, fino ad un ammontare massimo di 30 milioni di euro annui per gli anni 2013 e 2014 e di 37 milioni per l'anno 2015, possono essere destinati alla corresponsione dei premi ed al finanziamento degli ippodromi maturati nel corso del 2012, in relazione all'attuazione del piano di rientro delle situazioni debitorie pregresse del'ex Assi. Il monitoraggio dell'attuazione del predetto piano di rientro è effettuato nell'ambito del Nucleo di valutazione e spesa istituito per il ministero delle politiche agricole. L'importo di 30 milioni per l'anno 2013 potrà essere incrementato nel corso del 2013 a seguito di ulteriori risparmi di spesa o di incasso dei residui attivi inscritti nel rendiconto dell'ex Assi al 14 agosto 2012, nonchè della quota di spettanza dell'ex Assi dell'incremento di gettito".
Nel decreto si parla anche della sospensione di Assi:

lunedì 11 febbraio 2013

Crisi Ippica: Cattive notizie dal MeF, 30 Milioni entro Marzo e il 2013 a 60gg. Ma gli altri 4 mesi del 2012 sono un mistero..

Ultime dal Ministero delle Finanze: Incontro giunto ad una fase caldissima, le notizie non sono buonissime, ed i rappresentanti (8, al Tavolo organizzato) usciti dopo l'incontro previsto hanno fatto il punto della situazione, eccola: Ulteriore attesa è quella che devono patire gli operatori ippici già vittima di una già grave crisi, infatti i promessi 30 Milioni di Euro utili per coprire i mesi di Luglio ed Agosto 2012 sono virtualmente disponibili ma non possono essere resi liquidi entro metà Marzo almeno, perché il Decreto del 31 Gennaio è ancora all'esame della Corte dei Conti che ha 30 giorni di tempo per renderlo esecutivo. Non ci metteranno 30 giorni (oppure si) e dunque il pagamento per Lug/Ago 2012 è previsto tra il 15 ed il 30 Marzo circa. E questa è una notizia, confermata anche dal Ministro Mario Catania nella mattinata di lunedì, ecco le sue parole: "Ci sono a bilancio 250 milioni per l'ippica (riferimento al 2013 ndr), e' un fatto indiscutibile. Il Mef aveva sollevato problemi sull'immediata erogabilità dei soldi, abbiamo raggiunto un primo accordo superando le resistenze del Mef per sbloccare i primi 30 milioni che sono invia di operabilità, ora bisogna lavorare per rendere erogabili gli altri". 
L'altra notizia riguarda il 2013. Sembra che sia stato ratificato (almeno così è stato preannunciato, ma nulla sembra sia strato firmato) l'accordo che prevede il pagamento delle spettanze al massimo entro 60 giorni. Significa che quello guadagnato in Gennaio potrà essere evaso entro Marzo, quello di Febbraio entro Aprile e così via per gli altri mesi. Resta da definire cosa resterà del "buco" quadrimestrale che riguarda i premi di Settembre, Ottobre, Novembre e Dicembre 2012. O si aspettano tempi lunghi (Vaccari ha detto ai rappresentati che forse verrà fatto entro Gennaio 2015!!!!!) oppure Catania forza la mano per far si che la Corte dei Conti ratifichi i bilanci 2011 e 2012 dell'Unire (o Assi) oppure (molto più plausibile, ma non certo) che si faccia un altro Decreto come quello del 31 gennaio per poter saldare le spettanze rimanenti nel 2012. In pratica, chi può resiste. Chi non può...

domenica 10 febbraio 2013

San Rossore: Stefano Landi e Pride And Joy di forza nell'Enrico Camici, battuto Luther, Dagda Mor solo quinto.

La classe non è mai acqua, anche se hai 47 anni e la sempreverde voglia di stupire. La prima Listed di livello del 2013 (un pò prestino forse..) è stata risolta da un giovincello che risponde al nome di Stefano Landi nel Premio che ricordava Enrico Camici (Lr, 1200 metri). La "vecchia lenza" ha montato da veterano Pride And Joy (Dark Angel) ottenendo il massimo risultato possibile compiendo un vero capolavoro di tempismo tattico e senso del traguardo. Dopo aver posizionato il suo in pancia al gruppo ha lanciato l'assalto a Luther (Martino Alonso) per finire con una incollatura di margine e con Capo Falconara (One Cool Cat) finito terzo e Capodarco (Zamindar) quarto (sacrificato per una piccola deviazione) con il favoritissimo Dagda Mor (Martino Alonso) solo quinto. I complimenti vanno fatti a Riccardo Santini che sa preparare alla grande questo tipo di appuntamenti, anche se bisogna dire che Pride And Joy ha goduto di un paio di aiuti dal cielo: in mattinata infatti è stato ritirato l'invader Eton Rifles (Pivotal), favorito dell'antepost, per colpa del terreno troppo duro secondo Stuart Williams, mentre il successivo favorito Dagda Mor, partendo da uno steccato largo, non è riuscito a cogliere un buon break e prendere posizione giusta per attaccare i primi, finendo quinto. Ci mancherebbe, onore al merito del vincitore, ma per quanto riguarda Dagda non era questo l'appuntamento da non perdere, lo rivedremo nel corso della primavera, ma questo gli scommettitori non lo hanno considerato e sono rimasti un filo interdetti. Comunque, a San Rossore si comincia a sentire, anche se lontanamente, il profumo di primavera, sempre se le corse esisteranno ancora di qui a breve. Il VIDEO dell'ENRICO CAMICI QUI.
Di tecnica, solo di tecnica, parliamo in questo ambito. E la partnership Landi-Santini-Lanfranchi sugli scudi anche nel Renzo Guidotti (una condizionata eliminatoria in vista del premio Pisa, preannuncia il Rook) con l'importato Tropical Song (Beat Hollow), ex di John Gosden che in Inghilterra non aveva combinato molto da puledro, acquistato dallo stesso Lanfranchi in Ottobre per ben Gns53,000 e con valide prospettive da "3 anni". Tropical Song ha battuto Straw (Stroll) di poco e Silent Footsteps (Footstepsinthesand). Il vincitore lo rivedremo o nel Rook o direttamente nel Pisa Lr. VIDEO PREMIO RENZO GUIDOTTI QUI.
Nella equivalente per femmine, l'Harry Bracci Torsi (prologo dell'Andreina) a vincere è stata Choisir Roses (Choisir) che con Nicola Pinna è finito bene davanti ad Avomcic (Avonbridge) e Roman Dream (Holy Roman Emperor), quest'ultima aveva titoli a livello di Listed ma non è emersa come ci si aspettava. Deludente anche Comet Queen (Dylan Thomas) favorita per gli scommettitori ed un filo sotto standard rispetto alle previsioni. VIDEO PREMIO HARRY BRACCI TORSI QUI.
Altre novità? In chiusura bravo Maikol Arras su Ciononostante (Bahri), i due hanno vinto il Galileo Galilei HP nei confronti di Mister Sandro (Dane Friendly) in lotta.
E poi, sembra che sia ufficiale la nuova partership Andrea Mezzatesta con La Nuova Sbarra e quindi con Luigi Riccardi. 

America: Point Of Entry vince il Turf Handicap a Gulfstream Park. Battuti Animal Kingdom e Joel Rosario, appuntamento a Meydan

Foto Adam Coglianese
C'è un confine sottilissimo tra l'essere considerato un eroe o un pirla, capita spesso a questi livelli. E stavolta è accaduto Joel Rosario che ha voluto montare da fenomeno Animal Kingdom ma ha perso la battaglia con le proprie scelte, a favore di Point Of Entry. Passo indietro: Il fine settimana americano era ricco di appuntamenti ma ci limitiamo a rendere noti i più interessanti a nostro avviso, con respiro europeo. Culmine della stagione in Florida, a Gulfstream Park è andato in scena il Turf Handicap G1 sponsorizzato dalla famiglia Ramsey con $300,000 di dotazione. E' stato un bel match ed alla fine ha avuto la meglio il cambio di marcia di Point of Entry (Dynaformer), portacolori della famiglia Phipps, il quale ha fatto lo scalpo appunto di Animal Kingdom (Leroidesanimaux) sul quale Joel Rosario ha anticipato forse un pò troppo le mosse facendo di fatto l'arrivo in curva, disorientando il campione del Team Valor e lasciando via libera dopo un bel duello in dirittura al cap ciliegio di Point Of Entry sul quale John Velazquez, abituale fantino di Animal Kindom, ha invece fatto tutto secondo i piani. In pratica, la sensazione è quella che se Animal Kingdom avesse "pitonato" Point Of Entry, ne avrebbe avuto la meglio essendo dotato di un pizzico di velocità in più. Ipotesi, suggestioni, sta di fatto che ha scosso e sorpreso un pò tutti quella mossa. Il video del TURF HANDICAP G1 cliccando QUI.
Point Of Entry (107 di Beyer per questa vittoria) è un 5 anni tardivo figlio di Dynaformer (Roberto) esploso solo a 4 anni (nel 2012) quando ha scalato i vertici e conquistato le Man O'War Stakes G1, le Sword Dancer Invitational S. G1 il Joe Hirsch Turf Classic Invitational G1 e finendo secondo di Little Mike nella Breeders' Cup Turf G1 che gli è costata la forte candidatura alla vittoria di un award, ma poco importa perchè sa andare forte e non è esclusa una soddisfazione da anziano. Doveva essere un match, mica tanto alla fine, con Animal Kindom e match è stato anche se i due sono cavalli completamente diversi. Point è un cavallo che si esalta su distanze lunghe (anche se qui ha vinto sui 1800 metri) mentre Animal Kingdom è un particolare esemplare di vincitore di Kentucky Derby G1 con una predilezione per le superfici in erba dove ha sbagliato poco. I destini dei due si incroceranno di nuovo nel deserto di Meydan, ma forse non nella stessa corsa perchè per Point Of Entry è prevista la partecipazione allo Sheema Classic G1 di Meydan da $5 Milioni sull'erba, mentre per l'Animal di Graham Motion c'è il tentativo nella Dubai World Cup G1 del 30 Marzo da $10 Milioni, corsa sfuggita lo scorso anno per un infortunio. E poi, c'è la possibilità che possa correre al Royal Ascot in Giugno, prima di essere definitivamente ritirato in razza all'Arrowfield Stud in Australia. Ma quello che diciamo potrà essere ancora confutato dalla possibilità emersa nelle scorse ore di vedere Point Of Entry alla World Cup G1 dove però il campione dei Phipps non è iscritto. Il suo trainer Shug McGaughey guarda ed aspetta...
Ah resta da menzionare cos'altro è accaduto in USA. Sempre a Gulfstream Park, nel Donn Handicap G1 sulla sabbia ha vinto l'audace Graydar (Unbridled's Song) per la Twin Creeks Racing Stable (ottenendo un 109 di Beyer), mentre l'atteso Flat Out (Flatter) è finito solo quarto. A Santa Anita invece da menzionare il ritorno alla vittoria in una prova Stakes per Gary Stevens che ha fatto tutto bene in sella a Slim Shadey (Val Royal), ex carriera europea, nelle San Marcos Stakes G3 andando in avanti ed ingabbiando i rivali, dimostrando di essere ancora un vecchio drago delle piste. Welcome back!

Australia: All Too Hard vince le C. F. Orr Stakes e punta verso l'Europa. Il fratello di Black Caviar ha nel mirino il Royal Meeting

Affari di famiglia. Nella settimana che ci porterà all'atteso rientro di Black Caviar (Bel Espirit) nel prossimo weekend (il 16 Febbraio) ci ha pensato un suo fratello a tenere alto il nome della casata. All Too Hard (Casino Prince), al rientro dopo il secondo posto nel Cox Plate G1 di Ottobre, e per i nuovi colori del Vinery Stud che l'hanno acquistato dalla Patinack Farm in Dicembre, ha vinto nella giornata di sabato le C. F. Orr Stakes G1 tenendole in famiglia. Lo scorso anno infatti le vinse proprio Black Caviar, al primo tentativo sui 1400 metri. Comunque, si tratta di una corsa che di solito lancia verso l'autunno australiano a Melbourne e Sidney ed All Too Hard ha assolto alla perfezione il compito nelle mani di Dwayne Dunn che ha lanciato il suo negli ultimi duecento metri, dove ha acquisito un buon vantaggio per rimanere solidamente davanti all'arrembante finish dell'importato Mawingo (Tertullian), un 5° nel Premio Roma G1 del 2011 prima di essere mandato in Australia, e Mr Moet (Mosayter) finito terzo e forte insieme al secondo, con King Mufhasa, star australiana con tanti G1 all'attivo, finito quinto. Il video delle C.F. Orr Stakes lo trovi cliccando QUI.
Il vincitore, cavallo allenato dalla famiglia Hawkes ( John, Michael e Wayne), ora avrà come logico target le Australian Guineas G1 del prossimo mese ma l'alternativa intrigante è quella di portarlo nell'Emisfero Nord per la campagna Europea, si intende ovviamente il Royal Ascot ed una partecipazione alle Queen Anne Stakes G1. Già, per il tre anni già fratello di una campionessa vincitrice ad Ascot, il Vinery si è svenato sborsando una cifra come A$20 milioni, circa £13.2 essendo un campione e allo stesso tempo mezzo fratello di Black Caviar, è dunque normale cercare una profonda valorizzazione e non solo in Inghilterra. A quanto pare Infatti Peter Orton, general manager del Vinery ha parlato di non escludere una partecipazione al Golden Jubilee G1 sui 1200 metri, ma la distanza potrebbe essere troppo corta, e dunque, oltre alle Queen Anne di Ascot in Giugno, di pensare a qualche corsa francese intorno al miglio. E la mente va immediatamente al Jacques Le Marois G1 di Deauville in Agosto. Ripercorrendo velocemente la carriera di All Too Hard scopriamo che ha corso per adesso 9 volte, ne ha vinte 4 con 3 piazzamenti per circa 1 Milione di Sterline vinte. Da puledro era bellissimo e fu acquistato alle Inglis Easter Sale del 2011 per A$1,025,000. Nel Palmares ha le vittorie nelle VRC Sires Produce Stakes G2 al debutto di Flemington, poi le Pago Pago Stakes G2 a Rosehill sui 1200 metri, le MRC Caulfield Guineas G1. E' stato secondo di Ocean Park nel Cox Plate G1 sui 2000 metri, secondo del campione Pierro nelle Sires Produce Stakes G1. Lo attendiamo in Europa. 

venerdì 8 febbraio 2013

Meydan: Hunter's Light vola sul secondo Round del Al Maktoum Challenge. Lovely Pass vince le 1000 Ghinee UAE

Il festival Carnascialesco è arrivato alla 5° puntata a Meydan. In programma c'era il secondo round del Al Maktoum Challenge G2 che è stato riportato in grande stile da Hunter's Light (Dubawi). Il vincitore era al rientro rispetto alla vittoria del Premio Roma G1 in Novembre ma stavolta, rispetto a quella esibizione, Silvestre De Sousa lo ha fatto progredire senza scarti verso l'esterno dello steccato. Il figlio di Dubawi (Dubai Millennium), cap bianco dunque seconda scelta, aveva già vinto sul sintetico in Turchia a Veliefendi in occasione dell'Anatolia Trophy G2 dove battè di 5 lunghezze Zazou (Shamardal), stavolta ha posto ben 4 lunghezze e mezzo tra se ed il secondo arrivato, cioè Surfer (Distorted Humor), con Prince Bishop (Dubawi), compagno di scuderia, giunto terzo. Sarà lui la punta Godolphin per la Dubai World Cup G1? Lo sapremo solo in occasione del Super Saturday dove verranno svelati tutti gli assi della casa in blue. Deludente semmai è stato Saint Baudolino (Pivotal), solo quarto ma comunque autore di una discreta progressione. Verrà avanti certamente nella prossima, visto che i "Zaaroni" sono sembrati un filo indietro rispetto ai Saed Bin Suroor. Il video del AL MAKTOUM CHALLENGE ROUND 2, cliccando QUI
Hunter's Light è allevato Darley ed un prodotto della fattrice Portmanteau (Barathea), e proviene da una delle famiglie prolifiche di marca Aga Khan. La terza mamma è Delsy (Abdos), madre del campione e stallone Darshaan (Shirley Heights) e della leggendaria Darara (Top Ville) la quale nella casella "offspring" vanta campioni del calibro di Dar Re Mi (Singspiel), Rewilding (Tiger Hill), Diaghilev conosciuto come River Dancer (Sadler’s Wells) e Darazari (Sadler’s Wells).
Mahmood Al Zarooni ha invece fatto una bella figura in occasione delle 1000 Ghinee locali Listed grazie a Lovely Pass (Raven's Pass), cap rosso dunque terza scelta, la quale ha mostrato tutto il suo talento sul sintetico, come papà insegna, sotto la spinta di Ahmed Ajtebi. La femmina ha battuto le altre due stimate Godolphin Shuruq (Elusive Quality) e Music Chart (Exchange Rate), quest'ultima aveva vinto il trial ma dalla vincitrice aveva perso in Europa ad Ascot in una condizionata di Settembre. Allevata dallo Stowell Park Stud, fa parte della prima annata di produzione dello stallone Raven’s Pass (Elusive Quality). Fu acquistata per 65,000gns alle Tattersalls October Yearling Sale Book 1, prodotto della fattrice Macadamia (Classic Cliche), vincitrice delle Falmouth quando erano di G2, della famiglia di Azarole (Alzao). La prossima settimana sarà dedicata ai maschi delle 2000 Ghinee degli Emirati Arabi Uniti. Per il video delle UAE 1000 GUINEAS clicca QUI
Nota bene, le foto sono state realizzate da Andrew Watkins per il Dubai Racing Club

giovedì 7 febbraio 2013

Scommesse Ippiche: A Gennaio raccolti €83 Milioni, +36,59% rispetto al 2012 (€61 Milioni)..ma c'era lo sciopero

Finalmente un segno "+" sulle scommesse ippiche. E' stato comunicato da Gioco News nelle scorse ore che la raccolta delle scommesse ippiche in Italia a gennaio 2013 è stata di 83 milioni di euro, di cui poco più di 53 al Totalizzatore Ippico, rispetto ai 60,9 milioni di euro (20,5 al Totalizzatore Ippico) dello stesso mese del 2012. L’incremento è dunque del 36,59 percento ma c’è da ricordare un particolare importante: nel periodo 1° gennaio-10 febbraio 2012 si era infatti registrata la sospensione dell’attività ippica nazionale, evento, quest’ultimo, che non rende confrontabili i dati del gennaio 2013 rispetto a quelli del corrispondente periodo dello scorso anno, i quali fanno quindi riferimento alle sole scommesse raccolte sulle corse estere inserite nel palinsesto delle scommesse.
Per quanto riguarda l’analisi dei due Totalizzatori va segnalata la conferma delle scommesse sul Vincente e Piazzato come quelle più frequentate dagli scommettitori del Totalizzatore Ippico, mentre nella raccolta dei Corner (Ippica Nazionale) il movimento legato a Vincente, Accoppiata e Trio incassa un gradimento pari a oltre il 65% delle giocate testimoniando, anche questo mese, il momento negativo delle scommesse legate all’evento Tris.

Nato un fratello pieno di Frankel. Il figlio di Galileo e Kind è un "saurino" e sta bene. Ecco la foto..

Ancora un lieto evento. Nelle scorse ore il Juddmonte ha annunciato la venuta al mondo di un piccolo maschietto, prodotto dell'incrocio tra il leading sire europeo Galileo (Sadler's Wells) e Kind (Danehill), già padre e madre di Frankel, il cavallo più forte del mondo secondo le stime attuali. Il piccolo di diverso rispetto al celebre fratello ha il mantello che è sauro, ma di simile ha invece la lista bianca ma che si evidenzia in modo più deciso lungo il muso, come da foto. Simon Mockridge, stud manager al Banstead Manor Stud dove risiede il quartier generale Juddmonte nonchè casa di Frankel stesso, ha descritto il nuovo arrivato come "attractive with size and scope." La mamma Kind sta bene e sarà destinata nuovamente a Galileo proprio come accaduto con Frankel e Noble Mission, che hanno corso. Gli altri due prodotti della "wonder mare" sono Bullet Train (Sadler's Wells), fratello per 3/4 di Frankel, suo scudiero ed ora in razza, poi Morpheus (Oasis Dream) che ha debuttato quest'anno con un nulla di fatto. Ecco la foto del neo nato pubblicata dal Coolmore, dove Galileo risiede.

mercoledì 6 febbraio 2013

Goldikova è diventata mamma. Nato un maschietto da Galileo, a cui la campionessa farà di nuovo visita nel 2013

Fiocco azzurro in casa Wertheimer. La campionessa Goldikova (Anabaa) ha dato alla luce il suo primo foal della carriera da fattrice e mamma; è accaduto domenica scorsa presso gli allevamenti del Coolmore in Irlanda. Il piccolo è un figlio di Galileo (Sadler's Wells), leading sire in Europa, al quale Goldikova, 8 anni, è ancora destinata nel corso del 2013. La figlia di Anabaa (Danzig) è stata la prima nella storia a vincere tre edizioni della Breeders' Cup Mile G1 nell'arco temporale dal 2008 al 2010, le è sfuggito per poco addirittura il poker nel 2011 dove però arrivò solo terza. Goldikova è stata due volte Eclipse Award winner ed ha guadagnato il titolo di Horse of the Year nel 2010. La baia ha vinto 17 delle 27 corse disputate, di cui 14 a livello di G1, per un bottino di £4,364,886 o meglio, oltre $7,1 Milioni.
Guarda un tributo della rete alla tripletta americana della francese di Freddy Head cliccando QUI. Dunque abbiamo già il programma del prossimo anno della stessa Goldikova, ma anche quello di sua madre Born Gold (Blushing Groom) destinata alla new entry dell'Aga Khan Redoute's Choice (Danehill) che funziona per €70,000 all'Haras de Bonneval, mentre sua sorella Galikova (Galileo) è destinata a Dansili (Danehill) presso gli stud di Juddmonte in Inghilterra. Appena verranno pubblicate delle foto le renderemo note al pubblico di Mondoturf. 
L'incrocio tra Galileo ed Anabaa ha guadagnato un WERK NICK RATING di "A++", funziona bene ed un esempio prodotto è la campionessa Lush Lashes (Galileo) vincitrice di 3 G1. 

lunedì 4 febbraio 2013

Crisi Ippica: A Roma manifestanti bloccano ancora la via Appia in direzione centro. Traffico in tilt, gravi disagi alla circolazione

Dopo Napoli con il blocco dell'ingresso allo Stadio San Paolo e Milano con iniziative pre-gara campionato del Milan a San Siro domenica sera con tanto di intervento su SkyTg24 anche Roma (manca Pisa, ma ci si aspetta che in qualche modo riusciranno ad agire anche loro) ha voluto dare un altro segnale forte al mondo della comunicazione proseguendo nella striscia delle manifestazioni di protesta per la grave situazione che sta attraversando il settore, contro i mancati pagamenti dei premi e soprattutto di fronte ad un incredibile immobilismo istituzionale nei confronti di una serie di riforme che andrebbero attuate, ma sono ferme in un cassetto. Nella mattinata di lunedì ancora una volta Via Appia all'altezza scuderie dell'Istituto è stata bloccata quasi completamente dalle 7,00 alle 10,00 circa con persone a cavallo in strada, presse di paglia e fieno sulla strada, che hanno creato dei gravi disagi alla circolazione, congestionando il traffico di tutte le consolari ed anche del Grande Raccordo Anulare, creando disagi e gravi ripercussioni sulla fluidità del traffico. Nella rete circolano tantissimi video della manifestazione e molte testate, online e non solo, hanno diffuso la notizia dandone menzione soprattutto online. Le code di auto sul Gra (15 Km di serpentone di acciaio che si è materializzato e tale è quando sono circa le 12,00) partono dallo svincolo dell'Appia e arrivano fino a quello della Prenestina in carreggiata interna. Due chilometri di coda anche in carreggiata esterna tra Vermicino e la diramazione sud nei pressi dell'allacciamento con l'autostrada Roma-Napoli. Ripercussioni anche in città via Tuscolana Via di Torrespaccata, via Lucrezia Romana, via di Torricola e via del Casale Rotondo. Traffico fortemente rallentato anche nei quartieri Marconi, San Paolo, Ostiense e Testaccio. Sono previste altre manifestazioni itineranti, ad oltranza, per la capitale ed in tutta Italia. Un video che circola nella rete sulla manifestazione di questa mattina cliccando QUI
Aggiornamento del 5 Febbraio, ore 12,30: Ecco un altro comunicato che aggiunge ombre sulla questione bilanci e montepremi: Il Commissario straordinario ha deliberato il 28 dicembre scorso il bilancio di chiusura dell’Assi al 14 agosto 2012, ai sensi della legge n. 135 del 2012, e l’ha trasmesso il giorno 31 dicembre al Mipaaf e al Mef. Detto documento, integrato dalla relazione della società di revisione e dalla relazione del Collegio dei sindaci, è stato trasmesso alle medesime Amministrazioni centrali in data 25 gennaio, unitamente ai bilanci consuntivi relativi agli esercizi 2010 e 2011.
Il rendiconto finanziario relativo al periodo 2012, redatto dal dirigente delegato su richiesta del Mipaaf, è stato trasmesso allo stesso Ministero in data 31 gennaio 2013.
IL MONTEPREMI 2012 - In ordine alle richieste di chiarimento pervenute da parte di operatori ippici relativamente alla consuntivazione del montepremi assegnato con la programmazione 2012 e non ancora corrisposto, si precisa che lo stesso è compreso tra i residui passivi, registrati nel bilancio di chiusura e nel rendiconto finanziario 2012.
SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI

sabato 2 febbraio 2013

Dubai World Cup Carnival: A Meydan esplode De Kock con The Apache nell'Al Rashidiya. Battuto Sharestan sfortunatissimo

Mick de Kock è piombato come una furia sul Carnival di Meydan, spezzando l'egemonia di Godolphin. Cruda analisi della giornata di giovedì scorso a Dubai dove nell'Al Rashidiya G2 da $200,000, la principale corsa della quarta sessione del Dubai World Cup Carnival 2013, ha avuto un ottimo risultato per la "Rainbow Nation" grazie allla vittoria del Sudafricano The Apache (Mogok), (nella foto Dubai Racing Club/Andrew Watkins), al ritorno in pista dopo più di un anno. Nelle retrovie proprio in occasione del J&B Met (che si corre sabato pomeriggio a Kenilworth), The Apache ha ricevuto una monta sopraffina da parte di Soumillon che ha interpretato il suo con grande furbizia ed acume tattico. The Apache ha battuto City Style (City Zip) e Sharestan (Elusive Quality), quest'ultimo finito terzo senza mai trovare da correre essendo rimasto imbottigliato lungo quasi tutto il percorso. Bene, ma da rivedere..in qualche modo Soumillon si è vendicato di Silvestre De Sousa. The Apache, che vanta un fisico bestiale e spettacolare, ha avuto una brillante stagione nel 2011 quando, di proprietà di Winston Chow, riuscì a vincere il Greyville 2,000 G1 e la Champions Cup G1 in Sudafrica, prima della brutta prestazione nel 2012 e l'assenza dalle piste da un anno. Ma ora è tornato, e Bin Khalifa ne ha acquistato una parte e per i cui colori ha corso vincendo ancora. Il video dell'Al Rashidiya cliccando QUI
Nella giornata di Meydan, nulla da fare per gli italiani Saint Bernard (Three Valleys) su distanza troppo corta, e Rosendhal (Indian Ridge) su distanza troppo lunga, vedi corsa QUI, che non si sono piazzati nei rispettivi handicap, ma hanno corso con onore. 
Nella corsa di Saint Bernard, per De Kock soddisfazione con Rerouted (Stormy Atlantic), di proprietà del golfer Lee Westwood, il quale ha abbandonato il ruolo di bilancino di Frankel da qualche tempo per costruirsi una sua carriera personale. Sotto la spinta di Soumillon, e sul tapeta, ha vinto molto bene un handicap ben dotato. Il video della corsa cliccando QUI

Black Caviar eccita i fan a Caulfield. Buon lavoro pubblico, attesa per la 23° nelle Lightning Stakes il 16 Febbraio

Black Caviar (Bel Espirit) è tornata. Nella mattinata di sabato (ore 4 am ora italiana) ha sostenuto il primo vero e proprio lavoro pubblico ufficiale e la fenomenale australiana ha soddisfatto i cuori e gli occhi degli appassionati rifinendo bene dopo un galoppo di 1400 metri in solitaria, realizzato tra una corsa e l'altra e con in sella Luke Nolen, con gli ultimi 600 molto svelti che hanno soddisfatto Peter Moody ed i fans accorsi a Caulfield. Ecco i parziali del lavoro: Tra i 600 e 400: 11.10s; 400-200 in 10.94; Gli ultimi 800 in 44 secondi, i 600 in 33.03s, gli ultimi 400 in 21.93s gli ultimi 200 in 10.99s. Si, è lei. Il servizio al tg australiano lo trovi cliccando QUI.
Ed ora è iniziato il countdown verso le (Black Caviar) Lightning Stakes G1 del 16 Febbraio prossimo a Flemington dove Black tenterà di allungare la striscia a 23 vittorie da imbattuta. Se tutto andrà bene, come ha confermato il co-proprietario Neil Werrett, potrebbe poi in seguito correre le TJ Smith G1 sui 1200 di Randwick il 13 Aprile.

venerdì 1 febbraio 2013

Crisi ippica: Manifestazione in Via XX Settembre, le prime indiscrezioni: Arriveranno 30 milioni del 2013 a coprire parte del 2012. Bloccata la Via Appia zona Capannelle dalle 16,00 con un presidio mobile!!

Un punto della situazione va certamente fatto. Allora, nella mattinata di oggi circa 1000 rappresentanti della categoria "ippici" si sono riuniti sotto il Ministero dell'Economia e Finanza per cercare di ottenere visibilità e attenzione ma soprattutto per ottenere, perchè allo stremo delle forze, le spettanze rimanenti nel 2012, un progetto per il 2013 e l'attuazione delle riforme delle scommesse. Ed il risultato, alla resa dei conti, non si può definire positivo. Intanto la Manifestazione ha ricevuto l'attenzione del TG1 che ha realizzato il servizio correlato visibile cliccando su questo LINK, arrivando al minuto 22,30 dell'intero TG.
Tra minicariche della polizia, petardi e frutta lanciata da Via XX Settembre il risultato raggiunto è stato minimo: Innanzitutto l'attenzione creata nei giorni precedenti ha fatto si che venissero quantomeno sbloccati circa 30 Milioni di Euro, utili al comparto (ma non si capisce se solo di montepremi o da ripartire anche per gli ippodromi) per concludere le rimanenze del 2012, ma non totali solo ciò che riguarda Luglio ed Agosto 2012. In particolare, gli ippodromi non ricevono soldi da Maggio, gli operatori ippici non li vedono da Giugno. Per il resto, c'è stato un incontro tra il sottosegretario Vieri Ceriani insieme ai rappresentanti ippici, i quali una volta usciti hanno spiegato che: è stato adottato un decreto attraverso cui sono stati presi dal bilancio 2013 i trenta milioni da stanziare per coprire una parte degli arretrati, che ci vorranno almeno una ventina di giorni per avere i soldi e che la parola ora passa al Mipaaf. In linea teorica, da quello che emerge, le spettanze 2012 non arriveranno in tempi brevi, visto che il sottosegretario ha spiegato che bisognerà aspettare l’insediamento del nuovo esecutivo. Poi, si è capito che i bilanci Assi del 2011 e del 2012 (ma anche quelli del 2009 e del 2010, incredibile!!!) non sono ancora stati approvati (badate bene: presentati e non approvati ancora) e sono all'esame della corte dei conti, e solo dopo questo passo si può pensare di pretendere i soldi dell'esercizio 2012, ma intanto quelli del 2013 sono stati presi come riserva per tamponare l'emorragia e quindi, quando accadrà, dalla chiusura dei bilanci arriveranno le risorse necessarie per coprire quello che è stato utilizzato del bilancio 2013. Insomma, il caos è completo! Oggi si è inoltre istituzionalizzato un tavolo permanente della rappresentanza dell'ippica e l’11 febbraio ci sarà il primo tavolo permanente con i ministeri per lavorare sulle riforme. 
!!!Tutto ciò non ha soddisfatto gli ippici, stufi di sentirsi ancora raccontare frottole a fatto compiuto, e gli stessi hanno bloccato poche ore fa (aggiornamento delle 16,00) la Via Appia zona scuderie istituto, con un presidio improvvisato ma che sta comunque creando disagi alla circolazione!!! A lato, la foto del presidio dal profilo facebook di Lucio Pecci. 
SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI
Aggiornamento delle 11,00: Con il rischio di implosione totale del sistema, vista la molteplicità di entità a cui fare riferimento (Assi, Mipaaf, Mef che non hanno una guida attualmente), nella mattinata di sabato ha parlato tramite le colonne di GiocoNews l'ex ministro delle Politiche Agricole, Luca Zaia (Lega Nord), attuale presidente della Regione Veneto, il quale ha dichiarato, in relazione alla crisi ippica. “Oramai è una situazione che si trascina da troppo tempo. Bisogna passare dalle parole ai fatti e giungere presto a una soluzione che aiuti a fare davvero ordine nel settore, perché non può essere che quello il punto di partenza per il suo rilancio economico. L'intervista completa cliccando QUI.