STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 31 marzo 2018

Meydan: Thunder Snow a sorpresa nella Dubai World Cup! Che nottata per i ragazzi di Godolphin...

Dubai World Cup Sponsored By Emirates Airline (Group 1) (Dirt) da $10 milioni. Ancora i ragazzi in blue. Stavolta in maniera ancora meno attesa, a vincere la Dubai World Cup G1 è stato Thunder Snow (Helmet) autore di una prestazione fuori dall'ordinario, come spesso accade in questi appuntamenti per i cavalli di Sheikh Mohammed, che ha vinto una corsa difficile da pronosticare nelle anticipazioni e pagando una quota intorno al 10/1, in discesa dal 14/1 sui bookies inglesi. 
Il figlio di Helmet (Exceed And Excel), allenato anche in questo caso da Saeed Bin Suroor, ha ridicolizzato gli avversari con Cristophe Soumillon in questo caso didascalico in sella a condurre il suo in testa, nonostante un numero di steccato 10, il più esterno, dal quale è volato in testa senza mai mollare la presa. Mai. West Coast (Flatter) è stato l'unico a tentare un timido avvicinamento ma è stato ribaltato quando, in retta, il suo dirimpettaio è partito di slancio come avesse un serbatoio di energia supplementare. Al terzo, quasi curandosi solo la piazza, è giunto Mubtaahij (Dubawi) con Victor Espinoza in sella.
Vero che di questi giorni si vinceva solo in testa, e North America non è partito ed è rimasto nelle retrovie, ma West Coast lo ha fatto sfilare e Thunder Snow ha tirato fuori dal cilindro una prestazione fuori dall'ordinario, allungando all'ingresso in retta come forse non aveva mai fatto.

Meydan: #Benbatl vola sul Dubai Turf! Miglioratissimo nella stagione. #Hawkbill da un capo all'altro nello Sheema

Dubai Turf Sponsored By DP World (Group 1) (Turf) 1m1f, £2,666,666.67: Benbatl (Dubawi) ha dimostrato di essere diventato grande ed ha conquistato il suo primo G1 serio della carriera, a 4 anni, dopo aver mirato da lontano questa corsa. 
Con Oisin Murphy in sella ha seguito la scia del battistrada ed è andato in lunga progressione dalla cima della retta anticipando tutta strada i rivali che hanno tentato inseguimento, reso vano dal fossato che aveva scavato tra se e gli avversari proprio il Godolphin di Saeed Bin Suroor. 
Al secondo è finita forte Vivlos (Deep Impact) con Cristian Demuro in sella mentre al terzo l'altro Jap Real Steel (Deep Impact), praticamente i vincitori di questa corsa della stagione 2016 e del 2017. 
Il vincitore, alla terza affermazione su 4 in questa stagione, è un cavallo cresciuto tantissimo ed annunciato da noi come potenziale crack in Europa, qualora non paghi le fatiche emiratine. Si tratta di un figlio di Dubawi (Dubai Millennium) e della campionessa Nahrain (Selkirk), vincitrice di Opera G1 a Longchamp, con pedigree dunque improntato alla lenta e progressiva maturazione. Per Dubawi è il 35° vincitore di G1, funziona al Darley ad un tasso di monta di £250,000. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI. Il tempo finale è stato di 1m 46.02s (fast by 0.28s).

Meydan, gli sprint: Jungle Cat primo G1 nell'Al Quoz Sprint, Mind You Biscuits incredibile nel 2° Golden Shaheen

Al Quoz Sprint Sponsored By Azizi Developments (Group 1) (Turf) 6f, £444,444.44: La forza dell'esperienza di Jungle Cat (Iffraaj), espertissimo del tracciato e della distanza, che ha conquistato il suo primo G1 della carriera rimanendo imbattuto nella stagione in 3 corse disputate. 
Jungle Cat è un figlio del sire Darley Iffraaj di 6 anni di proprietà di Godolphin che aveva in sella James Doyle ed ha battuto l'americano Stormy Liberal (Stormy Atlantic) e Conquest Liberal (Stormy Atlantic), entrambi yankee, con quest'ultimo che ha tirato la corsa fino agli ultimi 100 metri, quando è stato agganciato dai rivali. Da segnalare il ritiro di Blue Point, il favorito, dietro le gabbie di partenza. Il tempo finale è stato di 1m 9.37s (fast by 0.03s). IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

Meydan: #Vazirabad a tempo di record la terza Gold Cup! #Mendelssohn mostruoso nel Derby, 18 lunghezze!

Dubai Gold Cup Sponsored By Al Tayer Motors (Group 2) (Turf) (3yo+): Il report su Meydan non può non partire dalla prova per gli stayer che ha visto la terza vittoria in questa corsa per il 6 anni Vazirabad (Manduro), portacolori dell'Aga Khan montato come al solito in maniera splendida da Cristophe Soumillon che che ha dimostrato ancora di essere un fuoriclasse, se mai ci fosse ancora bisogno. 
Il jockey belga non si è fatto prendere dalla fretta e non si è fatto imbrigliare da una tattica "disorientante" da parte di Godolphin che ha provato in ogni modo a metterlo in difficoltà. 
A 300 dal palo quelli davanti erano bolliti ed allora è cominciata la progressione di Vazirabad, che ha schivato un paio di ostacoli (compreso Rare Rythm), e si è involato verso il traguardo trascinandosi Sheikhzayedroad (Dubawi), 9 anni ed una forma bestiale. Da segnalare il tempo di 3m 17.92s (fast by 2.08s), nuovo record della corsa. IL VIDEO QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI.

venerdì 30 marzo 2018

#Plusquemavie ritirato in razza. Il campione e vincitori delle principali prove italiane sullo sprint, lascia le competizioni. Le parole di Vincenzo Fazio e Stefano Luciani

Nei giorni scorsi si è chiusa la carriera di corse di uno dei velocisti più importanti nel panorama italiano. Plusquemavie (Kheleyf), a causa di un risentimento ad un tendine, è stato ritirato dalle competizioni ed entrerà in razza nel parco stalloni in Italia a partire già da questa seconda parte di stagione, presso l'Allevamento di Stefano Luciani in Velletri, ad un tasso di monta da privato proprio perchè siamo in una porzione di stagione già giunta a metà.
L'allevatore romano lo ha accolto subito benissimo: "Sono felice di aver dato accoglienza ad un cavallo del genere perchè penso sia l'essenza della velocità. Per tanto ho tempo ho provato ad acquistare una fattrice con la linea di sangue sviluppata da Daniele Battilocchio ma mai c'ero riuscito per motivi vari. Quando si è prospettata l'opportunità, ho colto al volo. Penso Plusquemavie meriti un tentativo in razza perchè ha una grandissima velocità di base ed è prodotto di un incrocio che a me piace tanto. In linea maschile c'è Green Desert, famiglia di stalloni, mentre nella mamma c'è Sri Pekan che a me fa impazzire. Insomma, è una bella opportunità per gli allevatori e per l'allevamento italiano".
Plusquemavie, 7 anni, è stato un campione italiano passato anche per l'inferno delle corse a vendere e salito fino sulla cima delle corse italiane sullo sprint. Ha avuto come apice della sua carriera le vittorie nel Carlo e Francesco Aloisi G3 a 4 anni (VIDEO QUI), il Premio Tudini G3 (VIDEO QUI) a 5 anni l'anno successivo, nella stagione seguente. A 6 anni vittoria nel Certosa Lr e poi un buonissimo terzo posto a Chantilly nel Prix du Gros-Chene G2 (VIDEO QUI) (dietro al campione Finsbury Square) sulla scena internazionale dei velocisti, senza dimenticare nel 2016 il tentativo nel Prix De Ris-Orangis G3 dove arrivò quinto ma attaccato al terzo.Sebbene la genealogia ne facesse pensare un predestinato, Plusquemavie ad un certo punto della carriera si era quasi smarrito, correndo corse di minima ma vincendole, ovviamente, da declassato.

Italians ad Oriente: Alberto Sanna doppietta ad Happy Valley e spazio sui giornali locali. Demuro domenica ad Hanshin

Per la rubrica italians rimaniamo in Oriente. Negli scorsi giorni Umberto Rispoli ci ha tenuto a comunicare che è stato operato alla clavicola ed il suo processo di recupero è iniziato per il meglio, quindi ancora auguri. In sua assenza ci ha pensato Alberto Sanna a fare le sue veci vincendo in 2 occasioni e portandosi a quota 9 vittorie in stagione. 
Alberto ha vinto la prima corsa in giornata ad Happy Valley nel Briar Handicap (Class 5) (3yo+) (Course C+3) (Turf) 1m, da £35,591.30 in sella a Golden Kid (Holy Roman Emperor) per Lau Ying Kin ed il training di K W Lui. Il jockey italiano ha vinto anche la corsa principale della giornata, il The Happy Valley Vase (Handicap) (Class 1) (3yo+) (Course C+3) (Turf) sui 1800 metri da £134,815.52 al primo in sella a Gold Mount (Excellent Art) per Pan Sutong ed il training di Tony Cruz. Grazie a questa vittoria si è guadagnato molta visibilità ed un articolo sul South China Morning Post, visibile cliccando su questo LINK.
In Giappone Mirco Demuro, rimasto orfano di Dario Vargiu, tenterà di allungare ancora in classifica. Attualmente è a quota 41 vittorie in stagione, a 4 lunghezze di vantaggio su CP Lemaire con il quale si è accesa definitivamente la sfida per la leadership. Mirco sarà ad Hanshin nel weekend, e domenica sarà protagonista nel clou del fine settimana. Il The Osaka Hai G1 sui 2000 metri con 120,000,000 di yen al primo e sarà in sella a Suave Richard (Heart's Cry) per i colori di NICKS Co. Ltd., ma con un ruolo apparentemente marginale rispetto ad Al Ain (Deep Impact), attualmente favorito del betting.

giovedì 29 marzo 2018

Dubai: Tutto pronto per la Dubai World Cup da $10 milioni del 31 Marzo. Tutti i campi partenti della giornata!

Ci siamo, la notte più ricca del mondo è pronta per illuminare Meydan ed il suo colossale impianto. Sabato 31 Marzo è la notte della Dubai World Cup G1 da 10 milioni di dollari ma non solo, un programma di corse di tutto rispetto con molte nazioni rappresentate. Oltre ai locali, anche tantissima America, un pò d'Australia, poi Francia, Inghilterra ed un pizzico d'Italia ma solo per ciò che concerne i fantini. 
Quest'anno non ci sarà il cavallo copertina come l'Arrogate dello scorso anno, ma una serie di rappresentanti affatto male nonostante in questo 2018 ci sia stato meno interesse da parte del mondo nei confronti del Carnival degli Emirati Arabi.
Il tutto sarà possibile vederlo sui canali 220 di SKY, in rigorosa diretta. Il programma prevede l'inizio delle ostilità alle 13,45 ora italiana con il Godolphin Mile G2 sul dirt, poi si proseguirà con il Dubai Kahayla Classic G1 per i PSA, mentre dalla terza in poi si comincia a fare sul serio con la Dubai Gold Cup G2 per stayers di spessore. Si rivedono Vazirabad (Manduro), Big Orange (Duke Of Marmalade), Sheikhzayedroad (Dubawi) contro i locali, tra cui Frontiersman (Sea The Stars) in una corsa bellissima e complicata. La quarta, alle 15,30, è il UAE Derby G2 per 3 anni. Rappresentanti di Godolphin è solo Gold Town (Street Cry), trasformatosi in sabbia. Dal Coolmore arrivano Mendelssohn (Scat Daddy), Seahenge (Scat Daddy) e Threeandfourpence (War Front). Dal Giappone Ruggero (Kinshasa No Kiseki) e Taiki Feveur (Furioso), mentre dall'America Reride (Candy Ride), con la femmina Rayya (Tiz Wonderful) a difendere i locali. Una corsa veramente multietnica. 

Irlanda: Pat Smullen ha un tumore. Il jockey 40enne, 9 volte campione irlandese, dovrà osservare un periodo di stop

Problemi per il vecchio Pat Smullen, che non s'era visto nella riapertura di Naas e nelle corse di Dundalk del venerdì. Il jockey irlandese ha rivelato nelle ultime ore di doversi fermare per qualche mese per combattere una dura battaglia contro un tumore, scoperto da poco. 
Solo dopo dei controlli di routine, che si pensava non portassero a nulla di grave, hanno rivelato invece un cancro che ora dovrà combattere come ha sempre fatto in corsa. 
Il nove volte champion jockey in Irlanda, 40 anni, ha interrotto l'attività da metà Marzo per sottoporsi alle cure del caso in ospedale con annessi trattamenti. "Sono concentratissimo ad uscirne ed ho immediatamente ricevuto tutto il supporto di cui avevo bisogno moralmente, da amici, famiglia e conoscenti ippici. Somo ottimista sulle possibilità di guarigione". Per il momento Pat, che è prima monta di Dermot Weld, osserverà un periodo di 2 settimane in ospedale per completare i test e poi continuare le terapie casa. 
Pat Smullen è stato 2 volte Champion Apprentice, ha vinto 9 classiche irlandesi inclusi i Derby con Harzand e Grey Swallow, e tutte le vittorie sono arrivate per Dermot Weld con il quale è stabile dal 1999 dopo l'uscita di scena di Mick Kinane. Ha vinto anche con Refuse To Bend (2003), Rite Of Passage (2010) e Fascinating Rock (2013). Ha montato in giro per il mondo e ha vinto al massimo livello in Francia ed America.
Forza Pat!

IL SIGNORE DELLA MOSSA PER IL PALIO della COSTA ETRUSCA del 15 Aprile: Renato Bircolotti starter ufficiale!

Dal 13 al 15 aprile tre giorni di cavalli, cavalieri, amazzoni, folclore, musica, cultura e mare. Il 15 Aprile non prendete appuntamenti! Torna il PALIO DELLA COSTA ETRUSCA, una manifestazione ippica che nasce nel 1995 e mette di fronte tutti i comuni toscani appartenenti al tratto di costa denominato Costa degli Etruschi.
Ricordiamo sul sito www.paliodellacostaetrusca.com si trova tutto ciò che è necessario per prenotare, pernottare, perfino dove parcheggiare, i menu, gli orari e dove prenotare. Le agenzie di viaggio che si occupano della vendita dei ticket e prenotazioni alberghiere, ristorazione se ne occupa Tuscany4me (http://www.tuscany4me.net/) e Rangiroa (http://www.rangiroaviaggi.it/).
Il Signore della mossa per il Palio della Costa Etrusca. E’ Renato Bircollotti, da Castiglion Fiorentino, il mossiere ufficiale della dodicesima edizione della spettacolare corsa dei fantini in groppa ai mezzosangue in rappresentanza degli otto comuni della Costa Etrusca (Bibbona, Campiglia Marittima, Castagneto Carducci, Cecina, Piombino, Rosignano Marittima, San Vincenzo e Suvereto) in programma domenica 15 aprile sulla spiaggia di San Vincenzo (Li). Sono oltre 70 i palii e le corse che ha fatto partire, nel corso della sua lunga carriera tanto da essere considerato un vero e proprio recordman di presenze: in pochi, in Italia, possono vantare un’esperienza simile.

mercoledì 28 marzo 2018

Irlanda: Aidan O'Brien lavora a Naas con 80 cavalli! Tutto pronto per la stagione Classica nel nome del Padre

Nei giorni scorsi Aidan O'Brien ha sfoderato tutto l'arsenale in una giornata di corse a Naas martedì scorso dove ha sguinzagliato almeno 80 cavalli che hanno calcato il tracciato irlandese come rifinitura prima della primavera Classica. In un servizio fotografico di Patrick McCann, possiamo apprezzare tutta la potenza di fuoco del master di Ballydoyle.
In pista c'era Saxon Warrior, il favorito delle 2000 Ghinee che a breve rientrerà nel Leopardstown Guineas Trial il 14 Aprile prossimo, ma è possibile vada diretto alla Classica di Newmarket. In sella a Saxon c'era Donnacha O'Brien, mentre Ryan Moore è stato visto in sella a Gustav Klimt, a bordo della vincitrice del Prix de l'Opera Rhododendron e di Capri, vincitore del St Leger. Donnacha ha montato Order Of St George mentre Seamie Heffernan ha montato Us Navy Flag e The Pentagon. In pista c'era anche Ana O'Brien in sella a Cypress Creek, fratello di Capri, che è iscritto al Derby ed è apparso in bellissima condizione. Per Ana era la prima uscita pubblica dopo la terribile caduta di Luglio a Killarney-

Australia: Winx non verrà in Europa per il Royal Ascot. Obiettivi domestici per la 7 anni che tenterà il 4° Cox Plate

Il sogno di vedere Winx in Europa dovrà, purtroppo, risultare vano. L'entourage della campionessa australiana ha annunciato ufficialmente che la 7 anni non varcherà i confini australiani ma piuttosto rimarrà in patria per cercare di vincere per la quarta volta il Cox Plate. 
In un comunicato diffuso da Chriss Waller, il suo allenatore, sono stati fatti dei ringraziamenti per tutto l'interesse mostrato ma per la tutela della cavalla e di concerto con i proprietari, hanno deciso di omaggiare i fans di Winx in casa anche perchè andare all'estero significherebbe cambiare molte delle abitudini di una cavalla troppo forte con un business da preservare. Pur considerando che sarebbe stato magnifico correre di fronte alla Regina, ha confermato il programma del 14 Aprile nelle Queen Elizabeth Stakes G1 di Randwick per cercare di eguagliare le 25 vittorie consecutive di Black Caviar, prima di prendere parte alla primavera nell'emisfero sud con culmine nel Cox Plate. Insomma la leggenda continua. Ma in Australia. Che barba che noia.

Frankie Dettori desidera ardentemente il Parioli! Ha annunciato di voler essere a Roma il 29 Aprile. Ecco le sue parole..

Frankie Dettori è sempre un grandissimo personaggio. Intervistato dalla tv ippica sul canale 220 di Sky nella mattinata di mercoledì da Luigi Migliaccio, mentre era in procinto di fare la valigia per partire alla volta di Meydan dove sabato ci sarà una notte di assoluto spessore, ha avuto modo di parlare proprio del suo weekend, della stagione che si appresta a cominciare, del suo collega/compatriota/amico Andrea Atzeni, e anche di un piccolo cruccio rimasto sempre nel suo cuore che spera di compensare al più presto. 
Quello di non aver vinto mai il Premio Parioli G3, l'unica Classica rimasta fuori dal suo incredibile palmares a livello mondiale, e che lui intende assolutamente riempire. Lo scorso anno è terminato secondo in sella a Patriot Hero mentre l'anno precedente fu battuto da Poeta Diletto in sella a Qatar Dream. Una sorta di maledizione che intende assolutamente sfatare.
Al termine dell'intervista, di cui riportiamo uno stralcio audio più sotto in formato audio/video, ha dichiarato espressamente di voler essere a Roma a tutti i costi il 29 Aprile prossimo, giorno anche del Regina Elena, per partecipare. In sella a chi? Non lo sa ancora, ma quello che ha detto servirà come cassa di risonanza per cercare una sella di prestigio nel giorno delle 2000 Ghinee italiane, in una sorta di autopromozione in perfetto stile. Vuole una sella? E troviamogliela! Anche se al momento è possibile il rientro di Cracksman nel Ganay G1 e Lanfranco vorrà esserci, crediamo. Che sia un modo per dire che ci sarà un altro fantino in sella al campione delle Champion Stakes? Lo scopriremo nelle prossime settimane..
Frankie, in generale, ha parlato delle sue chances della serata, partendo da Big Orange nella Gold Cup: "Cavallo onestissimo, fa sempre il suo. Si tratta di una corsa dura, ma è un gigante dal cuore d'oro. I migliori cavalli a Meydan? La Dubai World Cup è venuta bella, c'è il miglior cavallo americano attualmente in circolazione come West Coast, poi nel meeting c'è Roy H altro grandissimo velocista e sono 2 cavalli importanti che nobiliteranno il meeting. Cloth Of Stars è un altro cavallo da seguire nello Sheema Classic. Manca Enable, certo, ma ha altri programmi ed uno di questi è vincere il secondo Arc de Triomphe. Forse rientrerà al Curragh o nella Coronation, per ora sta facendo lavori leggeri e da qui fino a Giugno si vedrà. Immagino le King George, le Juddmonte e poi l'Arco". Il resto dell'intervista continuando a leggere..

martedì 27 marzo 2018

Calendario Aprile, ecco gli stanziamenti, le dotazioni e le giornate tra Milano, Roma, Pisa, Firenze e Siracusa

In data 26 Marzo è stato pubblicato il calendario ufficiale per le corse del mese di Aprile 2018. 
Sono state tagliate alcune giornate di corse e sono ben 23 in meno ad Aprile, rispetto al meno 37 di Marzo. In totale fanno meno 60 giornate nel giro di 2 mesi. 
I convegni al galoppo saranno 35 con prevalenza per Milano (11 giornate), Firenze (5 giornate), Pisa (3 giornate), Roma (12 giornate) e Siracusa (4 giornate). 
Lo stanziamento del galoppo sarà complessivamente di €2.680.480 con maggioranza per Roma con €1.273.140. I COMUNICATI COMPLETI DI SEGUITO.

Francia: Cristophe Soumillon fa 3000 vittorie in carriera, un traguardo mostruoso per un fantino incredibile. E sabato..

Spesso va oltre i limiti. E a lui piace, comunque. L'anno scorso, Christophe Soumillon aveva firmato il record europeo di vittorie in un anno, vincendo un totale di 306 gare in Francia. 
Un punteggio che lo ha avvicinato ad un altro obiettivo simbolico importantissimo: quello delle 3000 vittorie in Francia (in piano). 
Titolare di 9 Cravaches d'Or, il jockey belga non ha impiegato molto tempo per raggiungere questo altro livello superiore. Efficace lunedì a Chantilly, il crack-jockey (che ha anche vinto tre gare in ostacoli in passato) ha segnato la prima volta nella giornata nel Quinté in sella all'ex italiano Giogiobbo prima di vincere con il tonico Lilly Kafeïne verso le 3.20 pm 
Ora è arrivato l'obiettivo "3.000", e ai microfoni di Equidia ha parlato già di prossimi targets. Il campione ha detto di contare su Vazirabad e Thunder Snow per brillare al massimo livello prima di parlare di obiettivi più "quantitativi". E perché non un decima cravache d'or? Complimenti mostro!

Allevamento: Il Coolmore acquista partnership di 2 figli di #Siyouni (Pivotal). Nuovo sangue per Ballydoyle..?

Le manovre commerciali del Coolmore continuano, alla ricerca del prezioso sangue di altri stalloni importanti per diversificare l'offerta del proprio roster in Irlanda ed in giro per il mondo. 
Le ultime decisioni rimandano ad un indirizzo preciso, e riguardano l'acquisto di un paio di potenziali campioni figli di Siyouni, un erede di Pivotal (Polar Falcon), stallone ritirato dalle attività riproduttorie al Cheveley, che è stato campione in corsa ed è attualmente residente presso gli stud dell'Aga Khan in Francia all'Haras du Bonneval, che negli ultimi anni ha scalato i vertici dell'allevamento partendo da un tasso di monta basso e salendo fino ad una cifra ragguardevole nel 2018. 
Basti pensare che è partito da €7,000 nel 2011, è gradualmente salito fino ai €20,000 nel 2015, ai €30,000 nel 2016, ai €45,000 nel 2017 e ai €75,000 nel 2018! 

lunedì 26 marzo 2018

First Crop Sires competition. Racebets pubblica le quote per i campioni con i primi figli in pista nel 2018. La situazione

Il sito offshore RaceBets ha pubblicato nelle scorse ore il proprio personale antepost per una competizione che adoriamo da sempre, quella dei first season sire. Cioè, e lo diciamo per i pochi che ancora non lo sanno, per gli stalloni usciti dalle competizioni e i cui figli scenderanno per la prima volta in pista nel 2018. La competizione è attiva da qualche giorno (dai primi debutti francesi della settimana scorsa cui hanno fatto seguito quelli in Inghilterra sabato), mentre in Italia il primo giorno per i 2 anni sarà l'8 Aprile, e durerà fino al 10 Novembre prossimo. 
Lo scorso anno, nella classifica finale, nei primi 10 posti c'erano ben 6 italiani. Di seguito posizione e punteggi: 1 Adriano Marchese 1070, 2 Cathal Mullen 1025, 3 Ben Kitchen 1025, 4 Giuseppina Troncon 1025, 5 Marco Biondi 1020, 6 Hanshi Vencatasadoo 975, 7 Ippodromovarese Va 975, 8 Silvia Spinosa 970, 9 Hanshi Vencatasadoo 955, 10 Elena Scalco 950.
Il favorito è Kingman (Invincible Spirit) ad una quota di 3/1. Il sire di Juddmonte, funzionante al Banstead Manor Stud ad un tasso di £55,000, in corsa ha vinto il Prix Jacques le Marois G1, le Irish 2000 Guineas Stakes G1, le St James's Palace Stakes G1 e le Sussex Stakes G1, senza dimenticare il secondo nelle 2000 Ghinee inglesi. Kingman ha un corposo numero di nati, ben 113 foals che lo rappresenteranno nella stagione. Più sotto, continuando a leggere, pubblichiamo la lista completa per la first season sire competition.

Aste: #GoffsUK lancia il Breeze Up di Doncaster del 9 e 10 Aprile, una selezione di grande qualità per l'Italia con grandi incentivi, rimborsi per gli italiani. Tanti motivi per esserci!

La parola d'ordine è qualità. Tanta qualità! Quella presente in Inghilterra per le prossime Goffs UK Breeze-up Sale in programma tra il 9 ed il 10 Aprile a Doncaster. Tanti sono gli elementi favorevoli per cui parlare di quest'asta, ma per convenzione citiamo anche le più significative che rendono bene l'idea di cosa ci si possa aspettare. IL CATALOGO ONLINE DISPONIBILE CLICCANDO SU QUESTO LINK.
Solo lo scorso anno, da questa asta, sono usciti cavalli che hanno fatto grandissime cose al Royal Ascot. Non solo i 2 anni, ma anche cavalli già affermati come Quiet Reflection (Showcasing) e My Dream Boat (Lord Shanakill) che si sono resi protagonisti, rispettivamente, della Commonwealth Cup G1 e delle Prince of Wales's Stakes G1. Poi i 2 anni come Prince Of Lir (Kodiac), Ardad (Kodiac), vincitori delle pattern a loro dedicata. Quindi, basta partire per Doncaster e cominciare a coltivare un sogno! Il 2017 ha visto i cavalli passati da qui vincere 200 corse in giro per il mondo. Ai nomi noti aggiungiamo quelli di Abel Handy che ha vinto le Cornwallis Stakes al debutto in corse di Gruppo al Royal Ascot, poi Now Or Later che ha vinto in G2 in Australia nel Melbourne Spring Carnival. Continua a leggere per scoprire i numerosi incentivi per gli italiani!!!

domenica 25 marzo 2018

San Rossore: Wait Forever batte Villabate in un vibrante Premio Pisa a tempo di record. Demurino show!

Bellissimo duello. Testa a testa, spalla a spalla, ma alla fine Wait Forever (Camelot) è riuscito ad uncinare il favorito Villabate (Holy Roman Emperor) in un duello all'ultimo respiro nella 128^ edizione del Premio Pisa Lr in una affollatissima San Rossore, tra Fabio Branca ed il "sorcio" Cristian Demuro che ha battuto il rivale dopo averne seguito le mosse nel gruppo e avergli lasciato lo spazio ed il tempo di anticipare lo spunto, prima di saltargli addosso e pizzicarlo negli ultimi 200 metri. Ma alla fine, ecco l'epilogo con un bel batti e ribatti che ha coinvolto i 2 mentre gli altri erano lontanissimi anni luce Wait Forever riuscito a mantenere almeno mezza lunghezza di margine rispetto al rivale. 
Al terzo posto, dopo una prima parte di gara nelle retrovie, Captain Cirdan (Big Bad Bob) alla prima per Alduino Botti finito bene con al quarto posto il front runner Tunes Of Glory (Lawman), il quale ha imbastito una prima parte di gara molto molto veloce.
Alla fine è suonata anche la sirena perchè era evidente la conversione dallo steccato verso l'esterno di Villabate, portacolori Incolinx, il quale era passato presto e per cercare di contrastare il rivale gli si è gettato addosso (Fabio Branca complice) ma senza poi scalfire la prepotenza dell'Effevi e con Cristian Demuro il quale, alla fine, ha quasi sbeffeggiato il collega/amico/rivale sul traguardo. Nessuna decisione presa giustamente dai commissari che hanno confermato il tutto. Una bella edizione e grande andatura in avanti, con un tempo finale a suon di record a quanto pare ma attendiamo ulteriori rilevazioni per dirlo con maggior sicurezza (pare impossibile l'1m 30,7s!!). Rilevazioni private (la mia) hanno preso 1m 32,45s. Comunque un tempo da record, quest'anno hanno volato! Da segnalare che poco prima della partenza è stato ritirato Allimac (Acclamation) che si è infortunato nelle gabbie di partenza dopo aver scalciato ripetutamente contro gli stalli.

sabato 24 marzo 2018

Inghilterra: Via ufficiale alla stagione inglese! Arriva Doncaster, ma in Italia non c'è traccia del convegno. Peccato!

La primavera europea ha già aperto i battenti con l'Italia, la Francia, la Germania e domenica scorsa l'Irlanda. Il sabato che ci aspetta invece prevede l'apertura ufficiale dell'erba in Inghilterra con il tradizionale sabato di Doncaster nel quale, come attrazione principale, ci sarà il Betway Lincoln Handicap, un handicappone con 22 cavalli al via che si confronteranno sul miglio in pista dritta con £62,250 per il vincitore in palio. Doncaster rappresenta, nell'immaginario, la chiusura della stagione con il Racing Post Trophy (vinto da Saxon Warrior) e l'inizio della stessa con un handicap tosto e l'inizio ufficiale delle ostilità. 
Incredibilmente il Ministero, o comunque chi decide il palinsesto, ha deciso di non derogare alla cultura ippica e dunque quando sembrava fosse normalmente in accettazione, abbiamo scoperto che invece Doncaster non sarà presente nel palinsesto italiano ne sabato, ne domenica per gli scommettitori. Rabbrividiamo, ma il compito di Mondoturf è anche portare nella mente degli appassionati ciò che è veramente importante nel mondo delle corse dei cavalli, e nella fattispecie del galoppo. Nulla impedirà agli appassionati di vederlo.

Australia: #Winx vince ancora, sua la 17° affermazione in G1 (superato John Henry) e raggiunta la 24° consecutiva

In Australia è andata in scena un'altra puntata della favola Winx che continua a durare mese dopo mese nell'altro mondo, in attesa di un capitolo dedicato anche all'Europa. 
La 7 anni figlia di Street Cry (Machiavellian) (foto credit Mark Evans/Getty Images) ha scritto un altro pezzetto di storia vincendo le The Agency George Ryder Stakes G1 sul miglio accorciato di Rosehill, ottenendo così la sua vittoria numero 17 al massimo livello (superando il mito di John Henry fermo a 16 negli anni 80) e contemporaneamente raggiungendo la incredibile quota di 24 affermazioni consecutive, all'inseguimento del fatidico 25 ottenuto dalla somma Black Caviar
In un campo composto da 6 unità, Winx da favorita a 2/13 ha seguito il gruppo e poi ha sfoderato la sua progressione per venire a domare Happy Clapper (Teofilo) e Kementari (Lonhro) con un tempo finale di 1m 31.48s, con la monta di Hugh Bowman, il training di Chriss Waller ed i colori soliti del gruppo Magic Bloodstock Racing, R G Treweeke & Mrs D N Kepitis. 
Per vedere il video delle George Ryder e la 24° affermazione consecutiva di Winx ed il risultato completo continua a leggere più sotto.

Giappone: Doppietta per Dario Vargiu ad Hanshin, e piazzamento in G3, per l'ultimo weekend orientale. Ritorno in Italia.

Con una bella doppietta, che lo ha fatto salire a quota 11 affermazioni in stagione, Dario Vargiu si appresta a salutare la stagione 2018 nella terra del Sol Levante prima del ritorno in Italia pronto ad onorare il nuovo contratto con la Effevi per dare battaglia ad una nuova stagione Classica nella nostra nazione. 
Il jockey di Oristano, che avrà a disposizione anche domenica, ha vinto la prima del pomeriggio in sella a Kafuji Phoenix (Kurofune) per Yoshito Yahagi ed i colori di Mamoru Kato, e poi con Roquette (Deep Sky) per Mamoru Ishibashi ed i nuovi colori Godolphin in Giappone. Dario si è anche piazzato secondo nel The Mainichi Hai G3 (VIDEO QUI) a bordo di Gibeon (Deep Impact) in una corsa vinta da Blast Onepiece (Harbinger).
Mirco Demuro, che era presente a Nakayama, ha vinto l'ultima del pomeriggio portandosi a quota 40 in stagione grazie alla affermazione con L'Oeuf Or (King Kamehameha) per Noriyuki Hori ed i colori della Sunday Racing Co. Ltd.
Domenica Dario sarà ancora ad Hanshin mentre Mirco sarà a Chukyo nel THE TAKAMATSUNOMIYA KINEN dove monterà il favorito Red Falx (Swept Overboard).

Allevamento: Scomparsa la miniera d'oro #Hasili, madre di 5 vincitori di G1 e parte integrante del modello Juddmonte

La famiglia Juddmonte ha annunciato nella giornata di venerdì la scomparsa di una delle madri basi fondatrici di un complesso allevatorio che ha avuto pochi eguali nel mondo, una di quelle che danno vita ad una generazione destinata a durare secoli. La incredibile Hasili (Kahyasi), classe 1991, è deceduta presso il Banstead Manor Stud di Newmarket all'età di 27 anni. Al suo attivo nel palmares, la maternità di 5 vincitori di G1, e poi dell'influente Dansili. Ma andiamo per gradi. 
Hasili, allenata da Henri-Alex Pantall, ha vinto una Listed a 2 anni e si è piazzata in un paio di Listed a 3 anni. Figlia del vincitore del Derby 1988 Kahyasi (Ile De Bourbon), era prodotto della fattrice Kerali (High Line) che fu allevata e corse per il Principe Khalid Abdullah, fino al suo ritiro nel 1995. Insomma, una famiglia tutta sviluppata da Juddmonte che lasciava presagire un futuro positivo in razza, ma mai nessuno si sarebbe aspettato questo astro luminoso. 
Nella foto, cortesia Juddmonte, Hasili è la seconda da sinistra in compagnia delle sue tre figlie famose e vincitrici di G1 Banks Hill, Heat Haze, ed Intercontinental.

venerdì 23 marzo 2018

San Rossore: Arriva il 128^ Premio Pisa! Captain Cirdan per il team Botti, c'è anche Wait Forever. Favorito Villabate

A Pisa il grosso è fatto nel confezionamento della 128^ edizione del Premio Pisa, la Listed Race per cavalli di 3 anni che di fatto apre la stagione italiana delle corse buone riservate ai cavalli che sono in odore di corse Classiche, in particolare in un viaggio che li porterà ad essere protagonisti soprattutto nel Premio Parioli G3 del 29 Aprile prossimo a Capannelle. 
Al via saranno in 9 con qualche novità rispetto a quanto riferito nei giorni scorsi. Innanzitutto la presenza di Captain Cirdan (Big Bad Bob), che non era in dubbio, ma con novità che riguarda la proprietà Dioscuri sotto il training di Alduino e Stefano Botti. 
Il vincitore del Criterium di Pisa non è stato acquistato dal nuovo team ma semplicemente si è sciolta la vecchia comproprietà (non sappiamo bene i motivi) di quando era in training da Marco Gasparini. Così, i nuovi ed unici proprietari, hanno affidato le cure del figlio di Big Bad Bob (Bob Back) alla big band di Cenaia. Captain, che avrà un chilo e mezzo di sovraccarico per via di quella vittoria ottenuta nella fase finale con il terreno pesante in Dicembre, partirà con il numero 4 di stecco ed avrà in sella Luca Maniezzi. Pare abbia lavorato in maniera eccellente volando via Checkmark (Lope De Vega), che invece alla fine non sarà della partita pensiamo proprio per il motivo descritto, ed anzi con il team Effevi che rilancia con un pezzo da novanta.

Francia: Primi test Classici. Cristian Demuro vince il La Camargo con #Sully, Francesco Bere domina il Prix Omnium II

In Francia si è tenuta la prima giornata che aveva un semi respiro classico. A Fontainebleau è andato in scena il Prix Omnium II (Listed Race) (3yo) sulla distanza dal miglio, da cui è partito per esempio Silver Frost che poi vinse le Poule d'Essai des Poulains nel 2009, vinto nell'edizione 2018 da Francesco Bere (Peer Gynt) autore di un percorso coast to coast battendo Intellogent (Intello), il favorito, e Nosdargent (Kendargent) in una corsa con soli 5 parteti al via. IL VIDEO QUI
Francesco Bere, allenato da Didier Guillemin e montato da Alexandre Gavilan, era l'unico stakes winner del campo per aver vinto il Criterium du Fonds Europeeen de L’Elevage in Agosto. 
Francesco Bere è un prodotto dello stallone Peer Gynt (Sunday Silence), vincitore nella patria natia del Giappone di Daily Hai Nisai Stakes G2 a 2 anni e piazzato di G1 in 2 occasioni come nelle Asahi Hai Futurity Stakes G1 e nel Takamatsunomiya Kinen G1, funziona presso l'Haras de la Haie Neuve in Francia e fa shuttling presso l'Haras Vacacion, in Argentina. Francesco Bere è a 35/1 nel market antepost della Classica francese, in un betting che vede favoriti Olmedo (Declaration Of War) e il talentuoso Wootton (Wootton Bassett) di cui si parla un gran bene dopo una prima parte di carriera scintillante.

Hong Kong: Brutta caduta per Umberto Rispoli a Sha Tin! Frattura della clavicola in 4 parti! Auguri di pronto recupero..

Che sfortuna! Umberto Rispoli, impegnato a Sha Tin nella mattinata di venerdì in occasione di un barrer trial, è caduto a causa di un grave infortunio occorso al 6 anni Spicy Sure che si è inginocchiato ed accartocciato su Umberto che nel frattempo era capitolato a terra. 
Per il jockey italiano tanta paura, memore anche di una vecchia caduta proprio ad Hong Kong un paio di stagioni fa, ed una radiografia che ha rivelato una brutta rottura della clavicola in 4 parti come lui stesso ha documentato sui social e su Instagram che vi mostriamo più sotto nel post. 
Il 29enne jockey di San Severino nelle Marche, da poco papà, è ora ricoverato presso il Prince of Wales Hospital di Sha Tin ed è stato già sottoposto a tutte le cure del caso mentre bisognerà aspettare domani mattina per l'intervento chirurgico per cercare di ricomporre la fattura.
Rispoli era stato già protagonista, suo malgrado, di una orribile caduta ad Happy Valley nel Novembre 2016 (nella foto l'intervento dei medici) a bordo di Mr Pele ed era stato out per ben 9 settimane per una rottura della caviglia e dei legamenti del ginocchio. Non possiamo che augurargli pronto recupero. Quest'anno ha già vinto 23 corse ed è ottavo nella classifica dei fantini locali del circuito di Hong Kong. Continuando a leggere puoi consultare il messaggio lasciato da Umberto su Instagram. Se vuoi augurargli pronto recupero su Facebook clicca su questo LINK.

giovedì 22 marzo 2018

ALLEVAMENTO PUROSANGUE ARABO: Disponibile il campione URGE DI GALLURA! Imbattuto e vincitore di G2 a Newbury

Il New Fertility Center, centro di riproduzione equina, rende nota la disponibilità del seme fresco e refrigerato per il campione assoluto ed imbattuto URGE DI GALLURA, un figlio di Caligola ed Elettra De Nulvi (Rubis De Carrere), imbattuto in 5 uscite con l'apice nella Newbury Emirates Equestrian Federation International Stakes di G2 a Newbury (IL VIDEO QUI), dove si distinse con una vittoria altisonante per 3 lunghezze di margine, battendo certezze della specialità e attraendo numerose proposte di acquisto da parte di acquirenti Emiratini che lo avrebbero voluto per migliorare il proprio parco stalloniero. 
In effetti Urge di Gallura rappresenta una bellissima novità ed allo stesso tempo una grandissima occasione per chi vuole migliorare la razza dei Purosangue Arabi, una categoria ed un segmento in crescita totale in Italia.
Dotato di un modello fuori dall'ordinario e di una capacità di espressione in pista ancora più evidente, il sauro Urge di Gallura ha fatto tutto bene in carriera per il training di Endo Botti e Cristiana Brivio.
Vincitore al debutto a Pisa e confermatosi in una condizionata a San Rossore, è rimasto imbattuto anche nelle 2 uscite romane dominando il Premio Shadwell Arabian Stallion ed il Pr. HH Sheikha Fatima Bint Mubarak Appr. World dominato per ben 15 lunghezze di margine. Potete rivedere le sue gesta ed i suoi risultati nel dettaglio attraverso questi file cliccabili:
Cinque corse ed altrettante vittorie per un bottino di €40,000. Poco rispetto a quello che potrebbe apportare all'allevamento del Purosangue Arabo. 
  • DI URGE DI GALLURA E' DISPONIBILE SEME FRESCO E REFRIGERATO SPEDIBILE IN TUTTA LA SARDEGNA IN GIORNATA ED IN 24H NEL RESTO D'ITALIA. NON PERDETE UNA OCCASIONE DEL GENERE, SIETE DI FRONTE AD UN MIGLIORATORE DELLA RAZZA!!
Per informazioni New Fertility Center. Per contatti Dottoressa Alessandra Diaz (346 133 42 00), Francesco Loi (334 664 71 77) e Giovanna Picconi (333 966 82 19).
Maggiori informazioni sono disponibili anche sulla pagina Facebook del NEW FERTILITY CENTER DISPONIBILE SEGUENDO QUESTO LINKhttps://www.facebook.com/Equivetsardegna/
Per vedere una fotogallery del campione URGE DI GALLURA, cliccare sul seguente LINK.

Mondo del Turf. Sabato c'è l'inizio della stagione inglese in erba con Doncaster. Mini italians e Meydan.. leggi qui.

Tre brevi news per tenervi sempre aggiornati sul discorso galoppo in giro per il mondo che va sempre monitorato. Partiamo con una delle 3 che esula dalle altre perchè arriva da un altro mondo. Sabato 24 Marzo l'epilogo finale della serie delle corse dedicate ai 2 anni in Australia con l'incredibile Longines Golden Slipper sui 1200 metri di Rosehill. Una corsa perversa ma perfetta allo stesso momento, con un meccanismo di ingressi e valore commerciale che fa si possa essere definita una prova che crea stalloni! IL CAMPO PARTENTI QUI. Per le altre news continua a leggere..

mercoledì 21 marzo 2018

San Rossore: Verso il 128^ Premio Pisa. Ecco le prime anticipazioni per il primo vero appuntamento di primavera.

Cresce l'attesa per il 25 Marzo, data che coincide con la 128° edizione del Premio Pisa Lr sui 1600 metri in pista grande per i cavalli di 3 anni. Si tratta di un primo vero appuntamento per i milers che ambiscono a diventare Classici, un test che serve a capire se i vari protagonisti potranno essere abbastanza buoni da ambire al Premio Parioli G3, le 2000 Ghinee italiane, ma in ogni caso è molto sentito a livello locale e molto spesso lancia candidati d'eccezione (ALBO D'ORO QUI). 
L'ultimo a completare il doppio Pisa-Parioli è stato Salford Secret (Sakhee's Secret) per Riccardo Santini, ma non è così scontato vincere entrambe le corse. Nel 1999 ci riuscì Alabama Jacks (Magical Wonder), per i colori della Zaro. Lo scorso anno vinse Amore Hass (Azamour), poi piazzato nel Parioli. Quest'anno il clima si preannuncia buono, sembra soleggiato fino a domenica stessa al massimo nuvoloso ma comunque in parte condizionato dalle violente piogge degli ultimi giorni, ed in generale delle ultime settimane. Parliamo di clima perchè ancora non sono chiari tutti gli schieramenti da parte dei vari allenatori. Allora intanto facciamo un avvicinamento raccontando quello che offrirà la giornata e chi sono gli iscritti all'edizione del Pisa 2018. Alcune certezze ci sono eccome, però. Gli iscritti, al momento in cui ve ne parliamo, sono in 78 e qui sotto li pubblichiamo nella loro interezza dando una prima idea di schieramento.

martedì 20 marzo 2018

Francia: Tutto pronto per la riapertura del nuovo #ParisLongchamp del 8 Aprile. Annunciato il programma del 2018..

Nei giorni scorsi è stato reso noto quello che sarà il programma dell'ippodromo di Longchamp, la cui riapertura è sempre più vicina nei prossimi giorni. Abbiamo seguito nel corso di questi ultimi 2 anni, attraverso vari post, lo stato d'avanzamento dei lavori e quelle che sono state le impressioni degli addetti che sono passati da quelle parti soprattutto nelle ultime settimane. 
Ma per spiegare meglio cosa rappresenta il nuovo Longchamp, utilizziamo le parole di Olivier Delloye, Direttore Generale di France Galop, intervistato da TDN poco più di una settimana fa: "La tribuna è completamente nuova come concetto generale. Letteralmente si piega sulla pista ed è un'esperienza davvero sorprendente. Le nostre sale e le strutture di ristorazione sono state progettate e arredate per soddisfare le richieste dei clienti più esigenti. Il ristorante all'ultimo piano, con un rinomato chef, sarà un indirizzo ricercato dai visitatori internazionali. La terrazza all'aperto ha una vista unica tra la Torre Eiffel e il Bois de Boulogne da un lato, la Senna e lo skyline della Defense dall'altro. Longchamp è più piccolo di prima, perché l'Arc Day è una volta all'anno e non volevamo una cattedrale nel deserto che risultasse vuota, anche nei giorni lavorativi. È moderno, ma su scala umana. Vorremmo inoltre che Parislongchamp diventasse un punto di riferimento a Parigi, un sinonimo di grande divertimento con le corse nel mezzo". Per il programma continua a leggere..

Allevamento da leggenda: Scomparso #Trempolino, eroe dell'Arc de Triomphe 1987. Se n'è andato anche Poliglote.

Negli ultimi 2 giorni in Francia sono scomparsi due stalloni per certi versi da considerarsi indimenticabili. 
Il primo di cui diamo menzione è Trempolino (Sharpen Up) che è morto con molta tranquillità a 34 anni presso l'Haras du Mezeray nella giornata di lunedì. Trempolino, allenato da Andre Fabre, ha corso 11 volte vincendo in 4 occasioni per i colori di Paul de Moussac & Bruce McNall, ma si rese noto soprattutto per la vittoria nell'Arc de Triomphe G1 del 1987 battendo il nostro Tony Bin, che poi si rifece l'anno successivo vincendo a sua volta. IL VIDEO QUI. In carriera ha poi ottenuto piazzamenti nel Prix du Jockey Club G1, Prix Lupin G1 e nel Grand Prix de Paris G1. Nell'avventura fuori dai confini nazionali, è andato a prendersi un secondo posto nella Breeders' Cup Turf G1 trovando sulla sua strada solo un grandioso Theatrical (Nureyev). Trempolino ha prodotto 1045 figli e 44 vincitori di Black Type. Concluse la carriera con un altissimo 135 di Official Rating. Fu ritirato presso il  Gainesway Farm, Kentucky, prima di tornare all'Haras du Mezeray nel 2000, Come stallone ha prodotto buonissimi cavalli come Valixir, Dernier Empereur, il Mill Reef Stakes winner e sire Arkadian Hero, la vincitrice di G1 in America Snow Polina. Come stallone da NH ha prodotto i campionissimi sui salti Samcro, Faugheen e Captain Cee Bee.

lunedì 19 marzo 2018

Roma chiama, Milano risponde. Ecco le più interessanti istantanee della domenica di Capannelle e San Siro

Il weekend italiano è cominciato con l'apertura di Milano San Siro che ci ha rivelato subito delle incredibili sorprese, senza dimenticare che a Roma c'erano dei trials interessantissimi. Abbiamo lasciato la copertina però a 2 soggetti che si sono espressi vincendo al debutto in maniera davvero impressionante e sono Solvang e Nikaki, di cui parliamo approfonditamente più sotto. Ma questa è l'essenza della primavera che sta arrivando. Prospetti Classici, detto prima vale doppio. 
In apertura di pomeriggio a San Siro c'è stata l'incredibile caduta di Catching Fire che, una volta passata di slancio e lanciata verso il traguardo, ha pensato bene di gettarsi allo steccato e catapultare a terra il suo fantino Salvatore Sulas, lasciando la vittoria a Voluntary. Insomma, un inizio per nulla benaugurante, ma per fortuna nessuna conseguenza per cavalli e uomini. Nel Cesare Degli Occhi si ben rivelata Key Master (Mastercraftsman) che, dopo una vittoria in maiden aveva tentato il Dormello senza correre male ma senza piazzarsi. Al rientro stagionale ha effettuato un recuperone dalle retrovie con il top weight del rinnovato Cesare Degli Occhi, per l'esultanza di Rafè Biondi che pare quest'anno abbia dei cavalli molto interessanti da presentare in chiave classica.

Allevamento. Il #Darley perde due eroi: Scomparsi Poet's Voice a 11 anni e Elusive Quality a 25. Influential sires

Il Darley negli ultimi giorni ha subito un paio di perdite importanti, per se e per l'allevamento in generale. Di queste ore la notizia della prematura dipartita del campione e stallone Poet's Voice (Dubawi), vincitore delle Queen Elizabeth II Stakes G1 e sire di successo, deceduto a 11 anni a causa di un attacco di cuore sabato presso il Dalham Hall Stud. Il figlio del leading sire Dubawi è stato un cavallo di grandissima classe: ha vinto la sua maiden per 10 lunghezze a Newmarket e sul finire della stagione ha dominato nelle Champagne Stakes G2, diventando il primo figlio stakes winner per suo padre, mentre a 3 anni ha vinto il Celebration Mile G2 prima di emergere nelle Queen Elizabeth II Stakes dopo una titanica battaglia con Rip Van Winkle (Galileo). Entrato in razza dopo la carriera dei 4 anni, si è subito distinto con i primi due anni che hanno vinto presto e bene. 
Aveva un bel feeling con l'Italia (e con la famiglia Bezzera) tanto che tra i migliori prodotti ci sono Poeta Diletto e Voice Of Love, vincitori di Parioli e svariati G3 in Italia. In generale aveva uno strike rate del 48%, ed ha continuato a produrre sempre meglio anno dopo anno. Tra gli altri buoni rappresentanti a livello internazionale non possiamo non menzionare Poet’s Word, vincitore di G3 e poi piazzato nelle Irish Champion Stakes e nelle Champion Stakes G1 ed ora in procinto di viaggiare a Meydan per lo Sheema Classic. E poi il vincitore delle Mehl-Mulhens Rennen Poetic Dream, la Effevi Mi Raccomando, vincitrice di Regina Elena, mentre ce ne sono stati altri anche nell'emisfero sud del mondo.

domenica 18 marzo 2018

Italians: Doppietta per Marco Casamento a Dortmund, sigilli per Demurone, Alberto Sanna, Riccardi ed Antonio Fresu

Per la rubrica italians andiamo nei soliti paesi orientaleggianti. Prima partiamo però dalla Francia dove ieri Way To Paris (Champs Elysees) ha conseguito un ottimo secondo posto nel Prix Exbury G3 dietro ad Air Pilot (Zamindar). Prima della sospensione del convegno causa neve c'è stato il debutto del primo 2 anni italiano nella stagione in Francia. La connection, neanche a dirlo, era quella di Attilio Giorgi ed i colori TBA ma una prestazione sfortunata con un decimo posto per Key Lane (Kheleyf) sotto la neve, nel Prix de la Marche (Claimer) (2yo) (Turf) sui 900 metri in una corsa vinta da Sign O'The Time (Wootton Basset), con 2 lunghezze di margine. 
Sempre ieri, ma in Germania, in particolare a Dortmund, una bella doppietta per il jockey italiano impegnato fuori dai nostri confini e cresciuto molto nella stagione. Negli Emirati Arabi 28° affermazione per Antonio Fresu che ha vinto una delle prove della giornata e si è piazzato secondo con Af Al Bairaq nell’Arabian Triple Crown R3.
In Giappone Mirco ha messo un altro pallino, pur non piazzandosi nel clou del pomeriggio, ma Demurosan ha ottenuto la 40° affermazione in stagione con Astra Cent Ans (Heart's Cry) per Hirofumi Toda e Hisaichiro Niwa. Nulla da fare per Dario Vargiu, fermo alla doppietta di sabato con 9 affermazioni generali. Il jockey di Oristano vivrà la sua ultima settimana da fantino JRA poi tornerà in Italia.

Roma #Capannelle: Ecco il programma di Aprile e libretto scaricabile. Il 29 Parioli e Regina Elena, con Botticelli e Chiesa

Diamo una informazione di servizio soprattutto agli operatori, in questo caso, ma forse anche agli appassionati che possono curiosare nell'aspetto più tecnico di questo sport. A grande richiesta pubblichiamo il libretto di Roma Capannelle, in particolare tutto il programma di Aprile. In particolare diciamo subito che rispetto alle 10 giornate chieste dall'ippodromo al Ministero, ne sono state consegnate ben 12 con 6 corse ogni giornata senza sosta. Comunque più in basso nella pagina pubblicheremo il libretto.
Diciamo che la prima giornata del quarto mese dell'anno sarà lunedì 2, quello di Pasquetta, dunque si salterà ancora una volta la Pasqua di Roma. Interessante è il Premio Bellini per i 3 anni come condizionata sui 2000 metri ed il Cloridano sui 1200 metri in pista dritta come HP. Non si corre martedì ma si passa al venerdì e poi a domenica 8 Aprile dove si scaldano i motori in vista delle Classiche. Ci sono il Premio Daumier e Torricola rispettivamente per maschi e femmine. Da qui passeranno i partecipanti a Parioli ed Elena! Poi nello stesso convegno il Natale di Roma ed il Circo Massimo come prime Listed della stagione, rispettivamente sul miglio e sui 2000 metri. Se vuoi consultare il libretto e per altre news continua a leggere più sotto..

sabato 17 marzo 2018

Francia: Way To Paris secondo nel Prix Exbury G3 sotto la neve, a vincere l'eccellente anziano Air Pilot. Np Garlingari

E la chiamano primavera! A Saint-Cloud, nel convegno che di fatto inaugura la stagione francese delle pattern in erba, poco prima della prima corsa si è abbattuta una violenta nevicata che ha compromesso parte del convegno, ma certamente non il Prix Exbury (Group 3) (4yo+) (Turf) sui 2000 metri con un risultato che ha visto l'ottimo secondo posto per l'italiano Way To Paris (Champs Elysees), con in sella Cristian Demuro, battuto solo dall'inglese Air Pilot (Zamindar e mamma da Dr Devious) che ha tirato fuori al rientro la corsa dell'anno, o quasi. 
Il 9 anni di Lady Cobham allenato da Ralph Beckett, il quale avrebbe dovuto correre la prima edizione del Premio Roma, si è messo in coda al gruppo a seguire la scia di quelli davanti capitanati da Garlingari (Linngari) il quale ha imbastito un bel ritmo nonostante il terreno viscido e la neve che scendeva copiosa. Così sono finiti forte gli attendisti con Air Pilot prima e Way To Paris (che ne aveva seguito la schiena) i quali hanno provato ad azzannare il palo, ma con il vecchio Air con in sella Soumillon con un gran coraggio ed una grande respinta a dire no al grigione di Paolo Ferrario (colori leggendari della Fert) e Andrea Marcialis lasciato a 4 lunghezze con al terzo posto Star Victory (Tot Ou Tard) e al quarto Spotify (Redoute's Choice), mentre il favorito Garlingari è giunto sesto correndo in maniera dispendiosa, ma con obiettivo verso Meydan, e dunque impegno che va visto in un'altra ottica. Per vedere risultato completo e video continua a leggere.

Rientri illustri: #Cracksman salterà Meydan e punterà alla Francia, obiettivo Ganay per John Gosden

Si cominciano a muovere i grossi calibri. Nelle ultime ore John Gosden, che era molto indeciso sul da farsi, ha scelto quello che sarà il programma del campione Cracksman (Frankel) per questo 2018 che sarà fondamentale in chiave successi. 
Il cavallo di Anthony Oppenheimer molto probabilmente non andrà a Meydan per partecipare nello Sheema Classic G1 il 31 Marzo con $6 milioni di dotazione, ma farà un viaggio meno dispendioso e lungo tornando in Francia, laddove ha vinto il Niel, per correre il il Prix Ganay G1 di Longchamp del 29 Aprile in quella che di fatto sarà la giornata di livello che inaugurerà il nuovo impianto al Bois de Boulogne, con tribune e spazi meno ampi di prima ma comunque molto suggestivi per una grandissima esperienza sensoriale. Almeno così dice chi lo ha già visto.
Ad annunciare il programma di Cracksman è stato l'allenatore inglese dopo un bel lavoro sostenuto da Cracksman sul tracciato sintetico di Newmarket (Al Bahathri Polytrack), nella foto proposta sulla rete, che ha pienamente soddisfatto il master di Clarehaven. 
Gli altri obiettivi della stagione, a stretto giro, sono quelli della Tattersalls Cup G1 al Curragh e la Coronation Cup G1 di Epsom a Giugno.

Centro Equino Arcadia: Domenica a San Siro, in palio una monta di Luck of the Kitten, presentazione al pubblico

Il Centro Equino Arcadia comunica la seguente informazione in chiave allevamento: In occasione della giornata di apertura dell'ippodromo San Siro Galoppo 2018, il Centro Equino Arcadia mette in palio al proprietario del cavallo vincitore del Premio Scuderia Radice Fossati (Terza corsa - h.15.55) una monta del nuovo stallone Luck of the Kitten, promettente figlio di Kitten's Joy (El Prado) con mamma da Giant's Causeway proposto sul mercato italiano. 
Il sangue in linea maschile è una sorta di rarità in Europa e quest'anno ce ne sono ben 2 in Italia a proporre quel tipo di linea. IL VIDEO DEL WALKING DI LUCK OF THE KITTEN PRESSO IL CENTRO EQUINO ARCADIA CLICCANDO SU QUESTO LINK.
Luck Of The Kitten ha come vertice della carriera un bellissimo secondo posto nella Breeders' Cup Juvenile G1 alle spalle del buonissimo Hootenanny (Quality Road), preso solo nella fase finale della corsa. A 2 anni ha vinto le Zuma Beach Stakes di Santa Anita sui 1600 metri (SA,8fT), stesso luogo dove è tornato ed ha ottenuto un secondo appunto nella Breeders' Cup Juvenile Turf (G1,SA,8fT), senza dimenticare il secondo posto ottenuto anche a Keeneland nelle Kentucky Downs Juvenile S. (KD,7fT). A 3 è arrivato secondo nelle Transylvania Stakes (G3,Kee,8.5fT) e nelle Prairie Bayou S. (TP,8.5f). Quest'anno funzionerà ad un tasso di 3,500 euro in Italia.
Il Centro Equino Arcadia offre servizi per l'allevamento equino. A Cascina Bruciacuore, in posizione incantevole, si propone come una residenza di primo livello per le fattrici e i loro puledri. In una cornice di armonia naturale essi godono di costante e vigile assistenza professionale da parte dello staff, sempre presente. 
Contatti: Dr.ssa Giovanna Romano. Cell.: +39 335 5729986 info@centroequinoarcadia.it.

Giappone: Tripletta Mirco Demuro con sigillo in G3 a Nakayama, doppietta per Dario Vargiu ad Hanshin

Il sabato internazionale è cominciato bene per i nostri alfieri che in Giappone hanno ottenuto alcuni brillanti risultati. Mirco Demuro era a Nakayama dove ha completato il solito hat trick che sta diventando piuttosto consueto. Con queste 3 vittorie è arrivato a quota 38 in stagione. La prima corsa del pomeriggio l'ha vinta in sella a Cavendish (Time Paradox) per Satoru Kobiyama e Yoshiro Motosugi, la seconda invece è stata in sella a Schwarz Ritter (Novellist) per Daishi Ito ed i colori della Lion Race Horse Co. Ltd.. Il Clou della giornata era la Flower Cup G3 sui 1800 metri per femmine di 3 anni e Demurosan ha colpito duro in sella a Cantabile (Deep Impact), alla seconda vittoria consecutiva in 4 uscite e 2 secondi posti ottenuti nelle prime 2, con mamma da Galileo ed allenata da Katsuhiko Sumii per i colori di Tatsue Ishikawa. IL VIDEO DELLA FLOWER CUP QUI. Per Mirco era la quarta affermazione a livello di Pattern nel 2018.

venerdì 16 marzo 2018

Domenica di apertura a San Siro! Si inaugura la 131° stagione del galoppo! Ecco cosa propone Milano agli appassionati

La Scala del galoppo è pronta per ripartire al massimo. Domenica si parte con la 131° stagione del galoppo ed il via ufficiale lo darà il colpo di cannone del Reggimento Artiglieria a Cavallo “Voloire”. 
L’attesa è finita e per questa prima sessione di convegni di Primavera-Estate gli appuntamenti saranno più di quaranta tra i quali spicca il doppio appuntamento tra il 9 e 10 giugno con il Crespi e l’Oaks, mentre la chiusura per la pausa estiva è fissata in notturna il prossimo primo di luglio con in programma il Giubileo, il De Montel e il Mantovani. Poi si riprenderà la stagione con la sessione Autunno-Inverno con un’altra notturna, quella del primo settembre, fino al Berlingieri dell’11 novembre. Ma ne parleremo più avanti. Tecnicamente in questa domenica in programma il Premio Apertura ed il Calvairate, quest'anno con tipologia ad Handicap Limitato, sul miglio in pista media per cavalli che ambiscono ad un ruolo nelle Classiche romane. IL CAMPO PARTENTI DELLA DOMENICA DI SAN SIRO CLICCANDO QUI.
Per il resto pubblichiamo il comunicato apparso sul sito ufficiale di San Siro, sempre molto attenti a realizzare proposte per attirare pubblico. Eccolo: "Alla festa di questa domenica, dalle ore 12 alle 20 (ingresso gratuito), per l’apertura della stagione del galoppo all’Ippodromo SNAI San Siro (piazzale dello Sport, 6), ci saranno tante sorprese e per tutte le età. Per i più grandi tour enogastronomico di alto livello. Con il supporto di sommelier, tutti i visitatori potranno degustare una selezione di ben cinquanta etichette dei migliori vini del Belpaese provenienti da ben 22 cantine e 14 regioni diverse. Sono l’espressione di piccole realtà difficili da scovare sul mercato ma dalle proprietà organolettiche nascoste. Ma una degustazione, non è tale e completa, se non ci si accompagna qualche buona sfiziosità culinaria. 

Italians in Francia ed in Oriente: Leonio terzo in Listed a Chantilly, doppietta Demurino. Ad Hong Kong Patriot Hero...

Per la rubrica italians all'estero abbiamo tanta carne al fuoco, grazie alla sponsorizzazione di NBF Lanes linea horse (http://www.nbflaneshorse.com/). 
Partiamo dalla Francia ed in particolare da Chantilly visto che si correva nel Prix Ronde de Nuit (Listed Race) (3yo) (Turf) per i 3 anni sui 1200 metri, ed è stata buona la prima prestazione della stagione per Leonio (Myboycharlie), di proprietà della Genets ed allenato dai Marcialis, che è giunto terzo alle spalle di Forza Capitano (Captain Marvelous) che ha surclassato i rivali. Leonio, allevato in Francia, ha ottenuto 2 vittorie in Italia e poi è giunto secondo di naso nel Criterium Nazionale di Settembre alle spalle di Sestilio Jet. In programma per lui l'allungamento della distanza, dunque un buon rientro in ottica trials per il Parioli..o forse Poules, in caso troppo positivo. IL VIDEO DELLA PRESTAZIONE QUI.
A proposito di Marcialis sono stati dichiarati i partenti ufficiali del Prix Exbury G3 di sabato a Saint Cloud. Saranno in 7 al via tra cui Way To Paris (Champs Elysees) che comincerà la stagione dei 5 anni partendo ancora dalla Francia. Avversari sono Air Pilot (Zamindar) dall'Inghilterra, Garlingari (Linngari) che gioca in casa, Spotify (Redoute's Choice), Soleil D'Octombre (Great Journey), Soleil Marin (Kendargent) e Star Victory (Tout Ou Tard). IL CAMPO PARTENTI QUI.
Dicevamo di Leonio, prima, che aveva in sella Cristian Demuro. Ebbene il jockey italiano ha collezionato una bella doppietta a Chantilly raggiungendo la quota 13 affermazioni in stagione. Nel Prix du Chene Pouilleux (Claimer) (4yo) (Polytrack) ha vinto in sella a Magical Forest (Casamento) per Alessandro Botti, e prima ancora nel Prix De La Grange Des Bois (Claimer) (5yo+) (Polytrack) in sella a Skaters Waltz (Verglas) per Fabrice Vermeulen. 

Situazione #Ippodromo #Capannelle: Ecco gli aggiornamenti, apertura tra Comune ed Hippogroup. Accordo possibile?

Apriamo con una delle notizie del giorno raccontando di quanto accaduto qualche giorno fa a Roma, in seguito ad una riunione tra Hippogroup e Comune di Roma che ha portato una sorta di schiarita o almeno ad una apertura del dialogo, cosa impossibile o quasi fino a qualche settimana fa. L'assessore allo Sport del Comune di Roma, Daniele Frongia, ha assicurato infatti massimo impegno per mantenere aperto l'ippodromo di Capannelle. Ecco le sue parole: “Abbiamo ascoltato volentieri ciò che HippoGroup aveva da dirci, siamo sempre ben disposti a incontrare chiunque voglia fare qualcosa di utile per il bene della Capitale e dei suoi cittadini. Faremo il possibile affinché Capannelle possa rimanere attivo e le corse di ippica proseguire così come da programma per l’anno in corso e a seguire". In seguito sono arrivate anche le parole di Angelo Diario, presidente della Commissione Sport del Comune di Roma: "Il nostro obiettivo sarà proprio questo, insieme alla necessità, più che evidente, di mantenere occupati i dipendenti che lavorano all’interno dell’impianto ippico". Quindi, in pratica, una bella apertura in attesa di quelle che saranno ulteriori novità.

mercoledì 14 marzo 2018

Australia: Marcia aussie verso il Royal Ascot. Merchant Navy acquistato dal Coolmore sarà allenato da Aidan O'Brien

In Australia invece si fa un gran parlare dello sbarco in Europa del buonissimo velocista Merchant Navy (Fastnet Rock), vincitore delle Coolmore Stud Stakes G1 (VIDEO QUI)  a Flemington, acquistato per una operazione multimilionaria proprio dal gruppo irlandese. Merchant Navy, terzo recentemente nel Lexus Newmarket Handicap G1 dietro al campione Redkirk Warrior (altro dalla storia incredibile), precedentemente allenato da Aaron Purcell e di proprietà del sindacato formato da Seymour Bloodstock, Halo Racing Services Pty Ltd Et Al, verrà in Europa e punterà al Royal Ascot allenato da Aidan O'Brien. I colori sembra resteranno quelli di sempre, il Coolmore si è infatti assicurato il suo futuro allevatorio. Padre Aidan ha vinto G1 al Royal Ascot con altri importati dall'Australia quali Starspangledbanner, Haradasun e So You Think. Altri australiani famosi al Royal Ascot sono stati ovviamente Choisir e Black Caviar
Oltre a Merchant si parla dell'arrivo anche di Shoals (Fastnet Rock), una duplice vincitrice di G1 in patria, che correrà a Randwick uno Sprint di G2 e poi secondo John Messara, il supremo di Arrowfield, verrà in Europa a cercare soldi e valorizzazione. Altro che verrà in Europa, o almeno tornerà, è Redkirk Warrior (Notnowcato), cioè l'incredibile vincitore delle Lexus Newmarket Handicap e del quale abbiamo parlato nella Newsletter Anac qualche giorno fa, e che vi riproponiamo sotto queste righe: 

America: Forever Unbridled verso Meydan con Mike Smith per la Dubai World Cup un anno dopo Arrogate. Altre news..

Altra attualità ci arriva dall'estero: In America si parla del ritorno di Mike Smith a Meydan un anno dopo la vittoria di Arrogate nella Dubai World Cup G1. Il champion jockey americano dovebbe essere in sella alla campionessa Forever Unbridled (Unbridled's Song), una sei anni di Charles Fipke allenata da Dallas Stewart, che lo scorso anno ha vinto le Personal Ensign Stakes G1 e a chiusura della stagione ha vinto la Breeder's Cup Distaff G1 a Del Mar (VIDEO QUI). Volerà a Dubai senza corsa di rientro. A Meydan la stanno aspettando gli altri americani più North America, Talismanic ed altri. Insomma, si comincia a parlare di grandi campioni.
Il jockey americano, soprannominato 'Big-Money Mike', sostituirà John Velazquez in quanto questo è stato ingaggiato da Todd Pletcher per montare la promessa del Kentucky Derby Audible (Into Mischief) nel Florida Derby G1 dello stesso giorno. 
Da sottolineare che Mike Smith era anche stato sospeso per 3 giorni per aver danneggiato a Santa Anita Bolt D'Oro (Medaglia D'Oro) nelle San Felipe Stakes, mentre era in sella a McKinzie (Street Sense). VIDEO DELLE SAN FELIPE QUI
Qui si apre un altro capitolo dedicato al Derby Americano più atteso, visto che si stanno scaldando i motori.

Les italiens: Scuderia #Briantea a segno per la 3° volta consecutivamente. Possibile rientro per Way To Paris

A questo punto facciamo un piccolo report sulle notizie che bisogna assolutamente sapere se appassionati di questo sport, parlando di corse in piano, su tutti i livelli. Per la rubrica italians ci sarebbe da parlare della terza vittoria a seguire per la scuderia Briantea in Francia, una grossa perdita per il nostro settore che però sta trovando ampio respiro in Francia. 
Sono lontani i tempi in cui il Enobaldo Bedini, patron della storica Scuderia Briantea, investiva in Italia con a capo Ciciarelli. Demolita una tradizione in Italia, la tipica giubba bianca e stella verde, che però continua oltralpe sotto altre insegne. Ora gli effettivi sono allenati da Pascal Fleurie ma la notizia è che negli ultimi giorni sono arrivate tre vittorie consecutive per la mitica scuderia. Dopo Change Of Gold a Pornichet e King Nelson (che aveva cominciato la carriera in Italia) a Nantes, martedì c'è stata la vittoria di Shamatorio in handicap a Chantilly alla quota di 24/1. Li seguiamo sempre cona affetto. 
L'altra notizia in orbita italiana riguarda il grigio Way To Paris (Champs Elysees), secondo nel Gran Premio di Milano G2, secondo nel Federico Tesio G2, terzo nel Gran Premio del Jockey Club G2 in Italia, e quest'anno senza avere tra i piedi Full Drago, potrebbe rientrare sabato a Saint Cloud nel Prix Exbury G3 sui 2000 metri di Saint Cloud. Anche lui è un portacolori di una scuderia leggendaria come la Fert di Paolone Ferrario. I Marcialis devono ancora sciogliere tutte le riserve in merito.

#Cheltenham, il tempio del galoppo mondiale. Primo giorno da tutto esaurito, ecco dove trovare tutte le informazioni

In questo periodo impera Cheltenham, praticamente le olimpiadi del galoppo. Meglio del Royal Ascot, più dell'Arc de Triomphe, Cheltenham illumina, accelera le particelle, catalizza attenzione e solo i veri "punters" qui si dicono presenti all'appello. 
Abbiamo una grandissima stima per gli allenatori di questa specialità, quelli da "lunga distanza", perchè è ancora più difficile che in ogni altro segmento. Noi di Mondoturf abbiamo deciso di consolidarci solo in una specialità, galoppo in piano e nel mondo, ma non parlare di ostacolismo delle isole britanniche è un gap che proveremo a colmare nei prossimi anni. Sta di fatto che non c'è grandissima attualità in giro per il galoppo, siamo in una fase di mezzo prima di una indigestione che durerà almeno fino a Dicembre prossimo. 
Sta di fatto che ieri, nella prima giornata del Festival, ci sono stati 4 G1 e la corsa più importante è stata l'Unibet Champion Hurdle Challenge Trophy (Grade 1) vinto da Buveur D'Air (Crillon), che si è ripetuto un anno dopo, per i colori di JP McManus ed il training di Nicky Henderson, con il ritorno di Barry Geraghty in sella. Ma la star performer della competizione è stato Footpad (Creachadoir), vincitore del Racing Post Arkle Challenge Trophy Novices' Chase (Grade 1) sulle due miglia per Willy Mullins e Ruby-Ruby-Ruby Walsh. Lo diciamo anche perchè tra tutti i vincitori di ieri è quello con il pedigree più "flat" di tutti. Il papà è Creachadoir (King's Best), la mamma è una Sadler's Wells. Gli altri sono tutti figli di stalloni integralmente da National Hunt, ma è un bel discorso anche quello da affrontare un giorno. Comunque, per maggiori approfondimenti della specialità vi invitiamo a visitare il sito http://www.hurdleandchase.it/ a cura di Maurizio Calchetti che si occupa dettagliatamente delle questioni in maniera professionale, o a leggere i report del grande Robert Peroni sul Trotto & Turf. Non vi diamo il suo numero di cellulare per una questione di privacy, quindi gli evitiamo noiosi sbattimenti, ma Robert è una delizia leggerlo. Entrambi, consigliati. 

martedì 13 marzo 2018

Costume e società: A San Vincenzo il 15 Aprile torna il XII PALIO DELLA COSTA ETRUSCA. Tre giorni di spettacolo dal 13 Aprile, ecco tutte le informazioni!

Il 15 Aprile non prendete appuntamenti! Torna il PALIO DELLA COSTA ETRUSCA, una manifestazione ippica che nasce nel 1995 e mette di fronte tutti i comuni toscani appartenenti al tratto di costa denominato Costa degli Etruschi. 
L’edizione vedrà sfidarsi, come da copione, gli otto comuni-contrade del litorale (Bibbona, Campiglia Marittima, Castagneto Carducci, Cecina, Piombino, Rosignano Marittima, San Vincenzo e Suvereto) rappresentati dai migliori fantini del circuito paliesco come Tittia, Brio, Scompiglio, Brigante, Gingillo e molti altri in groppa a cavalli mezzosangue montati a pelo. 
Quest'anno, per l'edizione 2018, è stato pensato un nuovo format per la storica corsa equestre, l’unica a livello nazionale che si corre sulla spiaggia, arricchita e potenziata nel programma sviluppato lungo l’arco di tre giorni, dal 13 al 15 aprile, dall’inserimento spettacolare della Giostra della Quintana e della corsa delle Amazzoni a fianco di musica e talk show. 
Ricordiamo sul sito www.paliodellacostaetrusca.com si trova tutto ciò che è necessario per prenotare, pernottare, perfino dove parcheggiare, i menu, gli orari e dove prenotare. Le agenzie di viaggio che si occupano della vendita dei ticket e prenotazioni alberghiere, ristorazione se ne occupa Tuscany4me (http://www.tuscany4me.net/) e Rangiroa (http://www.rangiroaviaggi.it/).
Ma anche nei protagonisti con i migliori fantini del Palio di Siena pronti a montare i velocissimi cavalli sull’arenile e a raccogliere l’eredità di Dino Pes, detto Velluto, vincitore lo scorso anno con i colori di Bibbona. Ed ancora la partecipazione del grande paroliere e autore MOGOL ospite di un incontro dal sapore nostalgico insieme a Massimo Guantini e Detto Mariano e la sorpresa di VARENNE. Il Mito, il Capitano, il quale è infatti la ciliegina sulla torta della 12ª edizione della kermesse equestre a San Vincenzo. Fortemente voluto da Roberto Saggini, che a Siena tutti conoscono ed è l’organizzatore della manifestazione, Varenne sarà a disposizione per appassionati ed innamorati dell'ippica. Il palio, l’unico che si corre sulla sabbia, si arricchisce quest’anno di un palinsesto di eventi collaterali che mette insieme sport, competizione, turismo, cultura, musica, enogastronomia e intrattenimento. 
Ecco il programma: