STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 29 luglio 2009

Prima giornata meeting Goodwood

Prima giornata con qualche sorpresa e qualche confema. La Betfair Cup G2 (ex Lennox Stakes) è andata a Finjan (Royal Applause) il baio di Trekoning, homebred Shadwell, che aveva patito l'influenza proprio quando la stagione era entrata nel vivo delle Ghinee, e che è tornato quello dei due anni quando era terzo nelle Dewhurst G1. A mezza lunghezza è finito Balthazaar's Gift (Xaar), mentre hanno deluso fortemente i favoriti J J The Jet Plane (Jet Master) e Main Aim (Oasis Dream). Nelle Molecomb Stakes G3 vittoria come preventivata che è andata ad un audace Monsieur Chevalier (Chevalier) che ha corso qui rinunciando alle Richmond S. G2 di venerdì. Per il baio di Hannon è la sesta vittoria in sette uscite. Nelle Gordon S. G3 c'era da vedere Urban Poet (Dynaformer), mezzo fratello di Pulpit (A. P. Indy) pagato da yearling $2,9 milioni da Godolphin, il quale non è andato oltre ad un terzo posto nella corsa che ha visto trionfare Harbinger (Dansili). Il baio di Sir Michael Stoute si attesta ora tra i favoriti del St. Leger G1, molto strano per un figlio di Dansili (Danehill).

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui