STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 28 dicembre 2012

Flying Zone venduto ad Hong Kong. Il sauro della Andy Capp, è un altro italiano in fuga dopo Punta Stella. Quale il prossimo?

Continua la fuga dei talenti all'estero. L'ultimo cavallo ad esser stato venduto è Flying Zone (Dr Devious), portacolori della Andy Capp per i quali ha vinto 3 corse in 3 uscite, incluso il Premio Campobello a San Siro (nella foto) nell'ultima esibizione in Italia, per il training di Gianluca Bietolini. Il figlio di Dr Devious (Ahonoora), allevato in casa Cipriani, è volato già in Inghilterra dove effettuerà la quarantena prima di prendere la via orientale di Hong Kong, dove è stato venduto ad un proprietario locale dopo l'intermediazione di Federico Barberini. Si tratta forse di uno dei migliori prospetti da Derby in Italia, che ha lasciato il paese proprio quando poteva essere considerato tra i principali candidati, tanto da aver ottenuto una valutazione di ItaliaForm di 108,5 proprio dopo la vittoria milanese. Diciamo che la Andy Capp potrà in qualche modo consolarsi perchè in casa ha una sorta di clone in Never Say Never (Colossus), vincitore del Guido Berardelli G3 di un mese e mezzo fa circa, ma si conferma la tendenza degli acquirenti esteri di pescare in Italia quando i cavalli non sono ancora a completa maturazione, per cercare l'affare. Affare che fa anche il venditore dopo aver allevato e/o acquistato a cifre nettamente inferiori, cercando "la" plusvalenza, panacea di tutti i problemi cultural-economici dell'ippica italiana. Insomma, se così dovesse continuare si tornerà indietro di parecchio tempo quando accadeva che le corse venivano vinte da cavalli che non avevano quel tipo di status, complice la fuga dei migliori. Della serie, quando i migliori non ci sono, vincono quelli meno considerati, cioè quelli che rimangono in training da noi, che non danno linea e status. Il trend ed il business italiano sembra essere diventato proprio quello di valorizzare dei talenti per poi venderli all'estero, complice anche la crisi e la necessità di far quadrare i conti. Proprio come l'equivalente della Serie B in Italia, che ha un campionato a se, ma coltiva talenti poi da vendere a cifre basse a campionati di maggiore livello, dove esplodono o vengono ridimensionati. Così Come l'ippica italiana lo fa, il lavoro di ricerca e crescita, per il resto degli altri campionati, più blasonati e competitivi dove la valorizzazione ed il sistema corse funziona bene. Lo scorso anno per esempio vennero venduti Duck Feet, vincitore del Berardelli G3, poi Lucky Chappy e Capitan Futuro appunto, potenziali protagonisti delle nostre corse Classiche. Ed invece no... Quest'anno hanno lasciato l'Italia tanti altri cavalli, come Tuttipaesi, Punta Stella, Silent Killer, Pandar etc etc etc..Ora proponiamo un elenco di cavalli di due anni, secondo i valori di Italia Form, che potranno essere oggetto di interessamento estero, uno di questi, Castello Aragonese, è anche oggetto di attenzioni orientali.. Staremo a vedere..: Grand Treasure 109, Punta Stella 109, Castello Aragonese 108,5, Flying Zone 108,5, Never Say Never 108,5, Candiani Street 108, Gordol Du Mes 108, Virtual Game 108, Wish Come True 106,5, Best Tango 106, Girl Of The Rain 106, Freetown 105,5, Lord Unfuwain 105,5, Mangiapregaama 105,5, Deflection 105, Savana Pearl 105, Belinzaghi 104,5, Cloud 104,5, Night Of Light 104,5, Kitten On The Run 104, Porsenna, Ancient King, Pepparone, Demeteor, Belinzaghi, Biz The Nurse, Elettrotreno, Shirley's Kitten, Riapriamo Le Ali.. e chi più ne ha più ne metta. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui