STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2020. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2020 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 3 febbraio 2014

Verrazano, uno dei migliori 3 anni americani, nel 2014 correrà in Europa agli ordini di Aidan O'Brien per il Coolmore

La razza può attendere. Il campione americano Verrazano (More Than Ready), uno dei 3 anni top della scorsa stagione ed impressionante vincitore delle Haskell Invitational Stakes G1, annunciato come prossimo stallone nel 2014 presso l'Ashford Stud in Kentucky per conto del Coolmore, rimarrà invece in allenamento in Europa ed entrerà nelle scuderie di Aidan O'Brien in Irlanda per la stagione agonistica che sta per aprirsi. 
Il figlio di More Than Ready (Southern Halo), stallone che sta facendo benissimo con i suoi prodotti in Australia e funziona a circa $100,000 australiani per il Vinery, in America era agli ordini di Todd Pletcher, fu pagato $250,000 da puledro ed ha debuttato a Gennaio del 2013 vincendo, poi i successi nelle Wood Memorial Stakes G1 di Aqueduct, le Haskell Invitational Stakes G1 di Monmouth, il Tampa Bay Derby G2, le Pegasus Stakes G3 con un terzo posto nel Cigar Mile Handicap G1 recentemente, dopo il 4° posto nella Breeders' Cup Mile G1. Ha corso anche il Kentucky Derby G1, ma pur essendo tra i favoriti non è riuscito ad emergere dal pantano di Churchill Downs arrivando 14° su 19, nella corsa vinta da Orb. Verrazano, di proprietà di John Magnier, Michael Tabor e Derrick Smith, punterà al Royal Meeting di Ascot del 2014.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui