STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 26 agosto 2014

Giappone: Harp Star e Gold Ship, segnale verso Parigi e l'Arc de Triomphe. Prima e secondo nel Sapporo Kinen G2

Intanto in Giappone continuano le manovre di avvicinamento alla più esaltante domenica francese di inizio Ottobre, quella dell'Arc de Triomphe G1, il prossimo 5 Ottobre 2014. Nei giorni scorsi la campionessa delle 3 anni Harp Star (Deep Impact) ha vinto una bella edizione del Sapporo Kinen G2 (VIDEO CORSA QUI) sull'erba di Sapporo, sui 2000 metri, battendo tra gli altri il campione bisbetico Gold Ship (Stay Gold) con una corsa decisamente più accorta delle precedenti, quando correva a perdere e finiva forte. Stavolta la cavalla di Hiroyoshi Matsuda, montata da Yuga Kawada, è stata più sotto al gruppo ed in dirittura ha anticipato il forte grigio per tenerlo a bada di 3/4 di lunghezza, ma con dei chili di sovraccarico per il sesso e l'età. Al terzo posto, lontano dai primi, il vecchio Whale Capture (Kurofune). La quota della 3 anni è scesa dal 12/1 al 10/1, non era al cento per cento e dunque possiamo aspettarci qualcosa di buono nel prossimo mese e mezzo, in termini di forma da acquisire, per cercare di vincere una corsa diventata tabu per i giapponesi dopo i piazzamenti di El Condor Pasa, Nakayama Festa e quello semitragico e sciagurato  di Orfevre un paio di anni fa. Non sarà l'unico giapponese con la testa a Parigi: Lo stesso Gold Ship, cavallo dalle potenzialità enormi ma non sempre disponibile, è salito dal 14/1 al 20/1, mentre l'impressionante vincitore di Meydan, Just A Way (Heart's Cry), dominatore del Dubai Duty Free, è proposto ad un generale 8/1 e partirà alla volta di Parigi più in la nelle settimane. Just a Way, 5 anni, resta su una vittoria di inizio Giugno nello Yasuda Kinen G1 di Tokyo, al rientro proprio da Meydan. Al momento il favorito è il 3 anni tedesco Sea The Moon (Sea The Stars) a 4/1, poi c'è Treve (Motivator), vincitrice lo scorso anno, ad un generico 5/1, poi Taghrooda (Sea The Stars) che invece dovrebbe puntare alle Breeders in America. Tra gli altri, Just a Way appunto, poi Australia (Galileo) a 5, la star francese Avenir Certain (Le Havre) a 6/1, Tapestry (Galileo), quella che ha fatto lo scalpo a Taghrooda a York, a 12/1, mentre Kingston Hill (Mastercraftsman) è a 20/1. Ma di lui si saprà di più dopo il St Leger di Doncaster a metà Settembre, dove al momento è il favorito abbastanza netto.

Per quanto riguarda il resto: L'attesa Treve, dopo il flop inglese, rivedrà la pista nel Vermeille G1 che è il tradizionale appuntamento per femmine che rodano la condizione in vista dell'Arc. Nello stesso periodo impazza il Champions Day ad Ascot, ed in corsa per l'appuntamento inglese ci sono il ritrovato Al Kazeem (Dubawi), vincitore a Windsor nelle Winter Hill Stakes G3 dopo una stagione da stallone poco fertile, che dovrebbe comunque tentare prima le Irish Champion Stakes di metà Settembre. Un altro che sta provando a tornare competitivo è il vecchio leone Cirrus Des Aigles (Even Top) che dopo le Coronation di Epsom ha accusato un leggero infortunio, totalmente riassorbito, ed è in procinto di capire quali saranno appuntamenti idonei per lui. La Francia in primis, e poi in caso proprio le Champion inglesi. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui