STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2015. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2015 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Prezzi modici e massimo profitto!

venerdì 27 gennaio 2012

Musir non fa sconti, suo anche Al Rashidiya. Bene Marcret e bene Mirco Demuro

Musir (Redoute's Choice) è un cavallo da Duty Free G1, Marcret (Martino Alonso) un cavallo cresciuto a tal punto da meritare un palcoscenico del genere. Questo quello che è uscito fuori da un pomeriggio all'insegna della preparazione e alla ricerca di ambizione tale per altri traguardi. L'alfiere di Mike de Kock ha vinto alla seconda uscita della stagione Dubaiana del Carnival nel Al Rashidiya G2 a Meydan sull'erba, sotto le sapienti braccia e l'arguto cervello di Soumillon al servizio di Bin Khalifa, si è posizionato a ridosso di Marcret il quale in testa, forse, non ci aveva mai corso. Musir ha anticipato il dibattito poco prima della retta e si è lanciato verso il traguardo con una foga che a 6 anni suonati, non sembra vera. Neanche City Style (City Zip) è riuscito nella rincorsa, pur correndo alla grande, come Marcret stesso che ha dato un colpo di reni per conservare il terzo posto. Marcret ha corso in testa, si è detto..e Mirco con la sua intelligenza tattica, adesso può davvero incendiare il suo di Carnival. Benino Presvis (Sakhee), quinto, he ha corso come un cavallo di 8 anni che non correva da 249 giorni, cercando di scattare ma contro cavalli rodati. Troppo, anche per lui che è un detentore di Duty Free G1. Tornando a Musir, si è confermato ottimo performer da G2 ma la strada per il Duty Free è lunga e zeppa di insidie, ma sembra destinato proprio a quella con un retropensiero alla DWC, che si corre sul Tapeta, superficie meno gradita; Beh, grattacapi per De Kock. Della famiglia di Musir abbiamo già parlato nel precedente post a lui dedicato (http://www.mondoturf.net/2012/01/uae-primo-round-del-maktoum-challenge.html), ma per quanto riguarda il resto, Marcret troverà qualcosa lungo la strada così come Rajsaman (Linamix) dovrà dimostrare di non essere quello visto ieri sera. Nelle altre corse, menzione per Lanfranco Dettori al doppio con pennellata in sella a Capponi (Medicean) in Handicap contro un compagno di scuderia, e con African Story (Pivotal) in un altro analogo dove terzo è stato Silver Ocean (Silver Train), ex della Maestro e Riccardo Santini. Per Mirco Demuro, un altro secondo posto in sella ad Ariete Arrollador (Kingsalsa) in un handicap in apertura che man mano si sta avvicinando alla migliore condizione.
E poi, ancora una vittoria per il Singaporeno Dark Matter (Stratum) che ha vinto in modo confidente un handicap da 175,000 dollari. Può esplodere!
Intanto oggi a Jebel Ali sigillo di Mirco Demuro in lotta in sella a Wadi Wanderer (Key Of Luck), per i colori di Mohd Abdulla Bel Obaida. Bel colpo. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui