STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 9 novembre 2013

Worthadd va in razza: L'eroe Classico del Parioli e del Derby 2010 funzionerà come stallone per l'Irish National Stud dal 2014

Che fine ha fatto il campione italiano Worthadd (Dubawi)? La notizia era nell'aria da tempo ma è arrivata anche l'ufficialità. Il derbywinner e champion miler italiano è stato ufficialmente ritirato dalle competizioni e dal 2014 funzionerà come stallone presso l'Irish National Stud a Tully, Co. Kildare, Irlanda, nel 2014. Worthadd è stato il simbolo della Incolinx anni ruggenti con Vittorio Caruso e Mirco Demuro nel team. Il Derby vinto fu un capolavoro tattico di Mirco Demuro in sella che tenne in scacco Ansiei e Saratoga Black e riportò, tanti anni dopo Bonconte di Montefeltro, un doppio Parioli-Derby 41 anni dopo. Un pò come Ramonti (che non riuscì nell'impresa per un baffo a causa di un ferro perso e il finish di De Sica) Worthadd non era un cavallo da distanza ma riuscì comunque a vincere il Derby e poi si è specializzato miler provetto. Grazie alle sue 9 vittorie totali ed il suo rating di 120 acquisito in carriera, ha avuto una carriera produttiva ed un modo di correre che ha fatto sognare molti appassionati. C'era chi diceva valesse il G1 internazionale e chi no, sta di fatto che i riferimenti migliori, oltre ad aver catturato una leggenda italiana, furono proprio perchè andò a prendere linee all'estero. Figlio di Dubawi (Dubai Destination) è stato infatti duplice vincitore Classico grazie alle affermazioni nel Premio Parioli G3 e nel Derby Italiano G2 a 3 anni, ma indimenticabile il severo attacco che portò a Canford Cliffs (Tagula) a Newbury nelle Lockinge Stakes G1 del 14 Maggio 2011. Quella corsa rimase sulle gambe al campione allevato dalla Compagnia Generale, ma fu comunque un vanto per l'Italia aver visto Worthadd battere 8 vincitori di G1 in carriera nei suoi exploit. Worthadd va in razza con il terzo valore più alto per un figlio di Dubawi, e anche questo rende l'idea della forza di Worthadd. Ha cominciato la sua carriera proprio con Vittorio Caruso, poi nel corso del 2012 è stato dirottato alle dipendenze di Sir Mark Prescott con il quale vinse, sempre con Mirco in sella, il Badener Meile G3 battendo Neatico (Medicean), e finendo secondo di poco nel Meilen-Trophy. In Italia è stato dominante sul miglio, con le affermazioni nel..........clicca su CONTINUA A LEGGERE PER AVERE ALTRE INFORMAZIONI
Prix Ribot G2 e nel Carlo Vittadini G2, dove tra l'altro fu davanti alla molteplice vincitrice di Gruppo Vanjura (Areion). Piazzato anche nel Di Capua G1 alle spalle di Rio De La Plata, ed acquisì il 120 internazionale dopo le Lockinge nelle quali fu secondo. L'ultima sua corsa è datata Ottobre 2012, dal Turf Mile G1 di Keeneland dove finì nelle retrovie, come nelle ultime apparizioni dove si era capito, che no era più lui. Good luck bro! Il video del 127° Derby Italiano G2 QUI
Contestualmente al ritiro in razza di Worthadd, è stato reso noto nella giornata di ieri il ritiro ufficiale dalle competizioni anche del vecchio leone Libano (Indian Ridge), che entrerà in razza dal 2014 a 7 anni ma non sappiamo ancora dove e per chi. 
A parlarne anche Sinead Hyland, Marketing Coordinator dell'Irish National Stud la quale ha spiegato che per loro è un onore avere il primo figlio di Dubawi in razza in Irlanda. La pagina e le foto del Worthadd in versione stallone, cliccando su questo LINK. Non ancora stabilito il tasso di monta.

2 commenti:

  1. In questi tempi non facile bisogna che si pensi un pò anche a rilanciare l'allevamento italiano...sarebbe stato bello vedere questo stallone funzionare presso un allevamento italiano... rinnovare il parco stalloni e soprattutto rifondarlo..meditate meditate

    RispondiElimina
  2. bè almeno monta a 6000...nel panorama italiano avrebbe monta al doppio minimo...

    RispondiElimina

Commenta qui