STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 2 novembre 2013

Breeders' Cup day 1: A Santa Anita Outstrip nel Juvenile Turf. Chriselliam tra le femmine in erba. Male Vorda.. Sul Dirt Goldencents sul miglio e Beholder nel Distaff

Gli europei non sono poi andati così male alla fine della prima giornata delle Breeders' 2013 a Santa Anita; quelli del vecchio continente hanno ottenuto vittorie dove tutto sommato erano attese. Nel Juvenile Fillies Turf G1 (VIDEO QUI) è emersa Chriselliam (Iffraaj), con Richard Hughes in sella sopraffino nell'interpretare la femmina di proprietà di Willie Carson allenata da Charlie Hills, mettendola ben dietro ai primi e facendola esplodere in una bella progressione. La figlia di Iffraaj (Zafonic) era reduce da una affermazione sopra le righe nel Fillies Mile G1 di Ascot, e non ha avuto problemi a replicare su una pista ed in un ambiente nuovo concludendo il miglio in 1:33.72. Seconda è finita Testa Rossi (Dr Fong) e terza Colonel Joan (Colonel John) Male sono andate Al Thakhira (Dubawi), in corsa ma finita rallentata vittiima di un infortunio speriamo non fatale, e Vorda (Orpen) che ha patito il terreno molto duro e scorrevole. Il risultato completo QUI.
Nel Juvenile Turf G1 (VIDEO QUI) da $1 milione riservato ai maschi, 1-2 europeo all'insegna del duello Godolphin-Coolmore. A vincere è stato il team in blue con Outstrip (Exceed And Excel) che all'ingresso in dirittura sembrava spacciato. Ma il prodotto della campionessa Asi Siempre (El Prado), piazzata nel Distaff 2006, aveva in sella un Mike Smith freddo come il ghiaccio, tempista nel lanciare il suo nello spazio alla rincorsa di Bobby’s Kitten (Kitten’s Joy) (andato via su parziali infuocati :22.27 e :45.70, Ken Ramsey ha già detto che Castellano non lo monterà più) e Giovanni Boldini (War Front), ma il grigio con un cambio di marcia devastante ha messo le cose a posto finendo con del buono in mano per 3/4 in 1:33.20 facendo esplodere di gioia Andrea Mascolo, Charlie Appleby e Willy Rovetto assiepati nelle vicinanze del traguardo. Allevato dal Darley, Outstrip in europa aveva vinto le Champagne G2 di Doncaster ed è finito terzo nelle Dewhurst Stakes G1. RISULTATO QUI.
Tra le prove "americane" in tutto e per tutto, da segnalare il numero fatto da Goldencents (Into Mischief) nel Dirt Mile G1 per Doug O'Neill con Rafa Bajarano che ha battuto Golden Ticket (Speightstown) e il campione uruguaiano, ma acquistato dal Team Valor, Brujo De Olleros (Wild Event) con l'atteso Verrazano (More Than Ready) solo 4°. Il vincitore con una tattica d'avanguardia ha messo in pista parziali di :22.12 e :44.75 con finale in 1:35.12. Il RISULTATO QUI
Nella Breeders' Cup Distaff G1 sui 2000 metri (VIDEO QUI) sul dirt per femmine di 3 anni ed oltre, prestazione notevole per Beholder (Henny Hughes) che ha fatto tutto con relativa semplicità, seguendo le orme di Royal Delta (Empire Maker) dalla dirittura opposta ma disfacendosene con uno schiocco di dita mettendo in mostra una progressione notevole sotto la spinta di Gary Stevens concludendo con 4 lunghezze e mezzo in 1:47.77, nei confronti di Close Hatches (First Defence) e terza Authenticity (Quiet American). Il risultato completo QUI.
In apertura, nel Marathon G2 (VIDEO QUI), ancora affermazione europea (anche se i natali sono Americani) con London Bridge (Arch) per Jo Hughes e Mike Smith in sella (30^ affermazione nelle Breeders), che ha tenuto ad una lunghezza Blueskiesnrainbows (English Channel). 

1 commento:

  1. Grandissima Europa, direi un trionfo nelle nostre corse. Outstrip era atteso dopo le Dewhurst ma Chriselliam è stata devastante, pensavo che il Fillies Mile fosse stato un pò un caso dovuto a scarsa andatura. E' bello poi vedere due tra i più giovani allenatori andare subito a segno in questo modo. Sono molto curioso di Declaration Of War stasera.

    RispondiElimina

Commenta qui