STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 14 dicembre 2014

Hong Kong International Races: Designs Of Rome a segno nella Cup, Flintshire meritato G1 nel Vase. Ecco il report completo

Domenica mattina di grandi appuntamenti ad oriente. Ad Hong Kong sono andate in scena 10 corse, ma con le 4 internationali che hanno lanciato nomi soprattutto locali, ed un solo europeo a segno. Ecco il report completo della mattinata a caldo, in attesa di ulteriori approfondimenti a freddo.
Hong Kong Vase - Gruppo 1 - 2.400 m - HK$16.500.000: Giusto premio alla costanza per Flintshire (Dansili) il quale, dopo il secondo posto nell'Arc de Triomphe G1 e nella Breeders Cup Turf G1, non ha trovato sulla sua strada razzi atomici ma solo l'amico terreno scorrevole sul quale ha sviluppato il passo da cavallo importante venendo dall'esterno forte in fondo per piegare Mirco Demuro che aveva tentato a portarli a spasso in avanti in sella a Khaya (Librettist), finito poi terzo, mentre il portacolori Juddmonte si è trascinato per il secondo Willie Cazals (Aussie Rules). Tutto come da copione dunque per il cavallo allenato da Andre Fabre (che nei giorni scorsi è stato designato allenatore del fratello pieno di Frankel) che rimarrà in allenamento anche nel 2015, a 5 anni. IL VIDEO DEL VASE QUI. RISULTATO COMPLETO QUIHong Kong Sprint - Gruppo 1 - 1.200 m - HK$18.500.000: Rivincita del cavallo redento. Quasi inspiegabilmente a picco nella preparazione del Jockey Club Sprint G2 3 settimane fa, il neozelandese Aerovelocity (Pins), con Zac Purton in sella, si è ampiamente rifatto nel giorno dei giorni schizzando subito in testa dalla gabbia 7 e rimanendo tutto il tempo senza polvere in faccia, facendo incrociare le gambe a Lucky Nine (Dubawi), l'atteso Buffering (Mossman), il singaporeno Spalato (Elusive City) ed il passato Sole Power (Kyllachy). Insomma, roba locale. Battuto di un nonnulla Peniaphobia (Dandy Man) con al terzo la giapponese Straight Girl (Fuji Kiseki) ed al quarto Gordon Lord Byron (Byron). IL VIDEO DELLO SPRINT QUI. RISULTATO COMPLETO QUI.
Hong Kong Mile - Gruppo 1 - 1.600 m - HK$23.000.000: Di un'altra lega. Able Friend (Shamardal) ha dimostrato di appartenere ad un'altra categoria nonostante lo steccato largo. Il figlio di Shamardal allenato da John Moore e con in sella Joao Moreira, ha gigioneggiato fino ai 200 quando ha cambiato marcia su cavalli comunque fermi e si è isolato di 4 lunghezze e mezzo dando l'opportunità al suo jockey di sistemarsi gli occhialini, mettersi in posa per la foto e mandare baci alla tribuna. L'altra corsa, quella dei cavalli fermi, l'ha vinta Gold Fun (Le Vie Dei Colori) nei confronti del giapponese Grand Prix Boss (Sakura Bakushin O). Ritirato prima della corsa, causa zoppia, il vecchio Ambitious Dragon (Pins). A parte Able Friend, sembrava una corsa tra combattenti e reduci. IL VIDEO DEL MILE QUI. RISULTATO COMPLETO QUI.
Hong Kong Cup - Gruppo 1 - 2.000 m - HK$25.000.000: Ancora Joao "meravigliao" Moreira. Nel periodo quello che tocca diventa ora. Si vabbè, con Able Friend ha fatto il passeggero, qui ha dovuto sudarsela con Designs of Rome (Holy Roman Emperor), un cavallo comunque al top per portarla a casa nei confronti dell'altro locale Military Attack (Oratorio) e Criterion (Sebring) che ha anticipato parecchio per tentare l'acchiappo grosso. Più indietro Designs, con prima parte di gara lenta in 1m 04s i primi 1000 metri, e lui che quasi sembrava non impegnarsi nelle retrovie. All'ingresso in retta un respirone ed una bella progressione per andare a prendere quelli davanti e battere il Militare. Cirrus ha corso con onore ma è finito solo quarto, confermando la maledizione di questa corsa, mentre ancora quasi vicino al miracolo Mirco Demuro con l'estrema outsider Helene Super Star (War Front), finito quinto. Benino Farraaj (Dubai Destination) ma al momento di tirare fuori il fritto sono usciti i limiti di un cavallo comunque buono, ma non ancora eccezionale. IL VIDEO DELLA HONG KONG CUP QUI. RISULTATO COMPLETO QUI
Quanto ai nostri: Per Mirco Demuro una serie impressionante di piazzamenti, per Andrea Atzeni una vittoria nella sesta corsa, il Canberra Handicap su Let Me Go (Dubawi), il resto del convegno è in fase di svolgimento.
SEGUIRANNO APPROFONDIMENTI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui