STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

mercoledì 24 dicembre 2014

Verso l'Arima Kinen del 28 Dicembre. I più forti giapponesi tutti in una corsa, il massimo per il Giappone. Ecco chi sono

E' tempo di auguri! E noi di Mondoturf ci rivolgiamo a voi che siete l'anima pulsante del sito, gli elementi imprescindibili per cui si basa il lavoro che facciamo per fortuna ripagato da sempre più utenti univoci che entrano, visitano e ci incoraggiano. Beh, a voi  auguro il meglio del meglio! Intendiamo santificare la festa facendo la cosa che più ci piace. Raccontare. In questa occasione parliamo di quello che accadrà in Giappone nei prossimi giorni. L'Arima Kinen (有馬記念) si avvicina. Giunta alla sua 59° edizione, una volta conosciuto come Nakayama Grand Prix e poi rinominato in memoria di Yoriyasu Arima, il fondatore della corsa. Si tratta di una corsa che si disputa sui 2500 metri nel catino di Nakayama, ha una dotazione di ¥416,000,000 ($4,160,000 circa) e per il vincitore disponibili ¥200,000,000. Si corre domenica 28 Dicembre. I giapponesi lo amano, e scommettono solo su questa corsa una cosa come l'equivalente di €300 milioni, praticamente il 33% in più del nostro montepremi in Italia e lo vedono una media di 166,000 spettatori all'ippodromo ogni anno. I membri della Japan Racing Association (JRA) girano il Giappone per raccogliere voti dei fans i quali decidono con le loro preferenze chi deve partecipare alla corsa nel numero di 10 unità sulle 16 massime previste nel campo partenti, il resto lo fanno le somme vinte. L'albo d'oro vede cavalli del calibro proprio di Symboli Kris S (Kris S), che lo vinse due volte a cavallo del 2002 e 2003, poi Zenno Rob Roy, Heart's Cry, Deep Impact, Matsurida Gogh, Daiwa Scarlet, Dream Journey, Victoire Pisa (con Mirco Demuro in sella), poi due volte Orfevre (2011 e 2013) intervallato con la vittoria di Gold Ship nel 2012.
In rete c'è anche una statistica che tiene conto dei risultati acquisiti in corsa rispetto ai cavalli più votati. Nel 2000 T M Opera O ricevette 109,140 voti e vinse, fu il leader anche l'anno dopo con oltre 93,000 voti ma fu quinto. Altri cavalli più votati e poi vincitori sono stati Symboli Kris S (125,116 voti), Zenno Rob Roy (100,052, ma qui c'era un caso controverso di brogli..), Deep Impact (119,940) mentre l'ultimo anno proprio Orfevre vinse la doppia scelta degli scommettitori ed in corsa con 81,198 voti acquisiti. Curioso il caso di Vodka che nel 2007, 2008 e 2009 ricevette più voti di tutti ma vinse solo la prima edizione mentre nelle 2 successive non partecipò. In particolare nel 2009 quando fu squalificata a causa di una controversa questione di una emorragia nella Japan Cup. Buena Vista ha vinto due volte la lotteria della cavalla più votata, ma non ha mai vinto l'Arima.
Quest'anno il più votato è il grigio Gold Ship (Stay Gold), matto come un cavallo, ma dotatissimo se in giornata che ha vinto due anni fa ed è reduce dalla campagna francese infruttuosa. La seconda più votata è la campionessa Gentildonna (Deep Impact), sei volte vincitrice di G1 alla ultima corsa in carriera prima dell'ingresso in razza, duplice vincitrice di Japan Cup e mai riuscita a vincere questa corsa che ha preparato, a quanto pare, a puntino. Ci sarà anche Just A Way (Heart's Cry), il cavallo più forte al mondo secondo i rating, è solo il quinto più votato. Ma resta sul secondo posto nella Japan Cup e medita vendetta, anche se i 2500 potrebbero essere lunghi anche se il team giura che invece la fa.
Harp Star (Deep Impact), vincitrice Classica ma un pò sfortunata in generale (vedi Arco) è la terza più votata, il Classico Isla Bonita (vincitore delle 2000 Ghinee giapponesi) è quarto, Spielberg è nono, Toho Jackal è decimo. William Buick sarà in sella a Epiphaneia (Symboli Kris S), vincitore della Japan Cup G1 recentemente, che insegue un doppio Japan-Arima dopo Symboli Rudolph (1985), T M Opera O (2000), Zenno Rob Roy (2002) e Deep Impact (2006). Ci sarà anche One And Only (Heart's Cry), vincitore del Derby quest'anno, poi Fenomeno (Stay Gold) mentre tra gli altri, che sono stati inclusi nella votazione, ecco Spielberg (Deep Impact), che ha battuto Gentildonna nel Tenno Sho ed è finito terzo nella Cup vinta da Epiphaneia, poi Toho Jackal (Special Week) che ha vinto il Kikuka Sho G1 (St Leger giapponese).
Completano il campo anche Denim And Ruby (Deep Impact), Fame Game (Heart's Cry), Lachesis (Deep Impact), Last Impact (Deep Impact), Love is Boo Shee (Manhattan Cafe), Meisho Mambo (Suzuka Mambo), Nakayama Knight (Stay Gold), Ocean Blue (Stay Gold), Satono Noblesse (Deep Impact), Shonan Lagoon (Symboli Kris S), Tamamo Best Play (Fuji Kiseki), To The World (King Kamehameha), Tosen Ra (Deep Impact), Verxina (Deep Impact) e Win Variation (Heart's Cry).  Dei 21 rimarranno in 16, il massimo consentito, un concentrato di qualità. Cristian Demuro è apparentemente rimasto fuori con la chance di Nuovo Record, non selezionata nel mix tra votati e quelli entrati per somme vinte, ma una sella la pescherà in ogni caso ed infatti, dopo sms informativo, ci è stato detto che sarà proprio su Lachesis con chance di piazzamento. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui