STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 26 aprile 2014

Sandown: l'Italian bred #Tullius vince il Sandown Mile G2 e punta alle Lockinge G1 di Newbury. Il report del convengo..

Altra giornata di livello in Inghilterra, con note di italianità: A Sandown Tullius (Le Vie Dei Colori), già vincitore delle Sovereign Stakes G3 in 2012, ha prodotto un altro sostanzioso miglioramento a sei anni vincendo anche il Sandown Mile G2, la corsa più interessante della giornata, sotto una pioggia battente. Posizionato quarto al largo di Penitent (Kyllachy), il figlio di Le Vie Dei Colori (Efisio) ha cominciato la progressione ai 400 dal palo, sotto la spinta di Jimmy Fortune ai 200 ha bruciato la compagnia capitanata da Montiridge (Ramonti), lasciato di sasso con 3 lunghezze e mezzo di margine sul palo con al quarto l'altro rientrante atteso Top Notch Tonto (Thousand Words). Tempo finale di 1m 48.10s (slow by 8.00s) su terreno pesante. IL VIDEO DEL SANDOWN MILE QUI.
Il cavallo allenato da Andrew Balding, di proprietà della Kennet Valley Thoroughbreds VI Bred, ha dimostrato così di essere un gran cavallo da miglio che può osare anche a livello di G1. Prossimo obiettivo le Lockinge Stakes G1 di Newbury il 17 Maggio. Allevato dalla Scuderia Archi Romani di Paolo ed Emma Agostini, è un graduato di Tattersalls venduto per 20,000gns e proviene dalla penultima annata di produzione di Le Vie Dei Colori appunto, campione italiano per la Archi Romani prima e poi stallone in Inghilterra, troppo prematuramente scomparso nel 2008 dopo un incidente nel paddock e con una progenie interessante in eredità capitanata da Gold-Fun, campione ad Hong Kong. Peccato che Tullius sia castrone, altrimenti un posto in razza sarebbe stato di diritto. Tullius è un prodotto della fattrice Whipped Queen (Kingmambo), già madre di Maglietta Fina (Verglas) rimasta nella broodmare band della Archi Romani come continuazione della famiglia femminile.
Nello stesso convegno di Sandown un fratello di Frankel quale Noble Mission (Galileo) ha vinto facilmente..
le Gordon Richards Stakes G3. Il 5 anni ha fatto tutto da solo: è andato avanti, ha prodotto la canonica progressione stavolta impegnandosi, ed ha lasciato a 9 lunghezze Telescope (Galileo) ed ad altre 9 lunghezze al terzo Contributer (High Chaparral). IL VIDEO DELLE GORDON RICHARDS QUI. Altra corsa interessante è stato il Classic Trial G3 di Sandown sui 2000 metri dove è emerso il nome di Western Hymn (High Chaparral), rimasto imbattuto in 3 uscite e con una chancetta nel Derby. Il cavallo allenato da John Gosden, montato da William Buick, ha corso coperto e quando è stato chiamato a maggiore sforzo ha risposto prontamente dimostrando ancora un pò di acerbità nel modo di correre, toccato con la frusta a sinistra solo per correggerlo negli ultimi 200 metri. Battuto Impulsive Moment (Galileo) con al terzo Master Carpenter (Mastercraftsman). IL VIDEO DEL CLASSIC MILE QUI.
Western Hymn ha debuttato vincendo in all weather a Kempton Park in Dicembre e poi ha bissato in una condizionata a Newbury ad inizio Aprile. Allevato da Newsells Park Stud, è stato acquistato alle Tattersalls October Yearling Sale Book 2 per 50,000gns dal Blandford Bloodstock. E' prodotto della vincitrice a due anni Blue Rhapsody (Cape Cross), mezza sorella di Fantasia (Sadler’s Wells) vincitrice di G3. La terza mamma è la campionessa giovanile Blue Duster (Danzig), sorella piena del campione delle Middle Park Stakes G1 e stallone Zieten.
Sempre in prospettiva Derby inglese, con retropensiero all'allevamento italiano, vanno sottolineate le parole di Peter Chapple-Hyam riguardo ad Arod (Teofilo), vincitore di una maiden a Windsor alla seconda uscita in carriera per i colori della Qatar Racing ed in corsa per le Dante Stakes G2 di York, canonico trial in vista di Epsom. Il figlio di Teofilo (Galileo) e My Personal Space (Rahy) allevato da Alberto Panetta, potrebbe ripercorrere le orme dell'altro Derbywinner di Chapple-Hyam Authorized (Montjeu) che nel 2007 fece lo stesso percorso regalando il primo Derby inglese della carriera a Lanfranco Dettori. Arod, a 33/1 nel market antepost del Derby, avrà tempo fino al 15 Maggio per capire se le ambizioni Classiche sono reali...

3 commenti:

  1. il pesante ha sfalsato i risultati ...

    RispondiElimina
  2. lo abbiamo sempre visto il Sandown Mile,quest'anno NO!! perchè?? non lo sapremo mai;mentre per il trotto la tv ippica si attiva sempre per il Turf fa sempre meno!! Anche se non in palinsesto la si poteva far vedere così come è stato fatto per la corsa al trotto in Nord-Europa vinta da Prussia.E nessuno dice niente.... vero Dr.Berardelli??

    RispondiElimina
  3. Sandown mile ,importante G2 , vince un italian breed con stallone italiano , secondo un figlio di un altro stallone italiano … , risultato eccezionale per il nostro turf,nessuno ha visto la corsa in televisione ..

    RispondiElimina

Commenta qui