STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 26 aprile 2014

San Siro: Un poderoso Eldo River vola sul Premio Certosa, battuto Harlem Shake terzo Elettrotreno

Un solo sparo, quello di Eldo River (Le Vie Dei Colori) che nella giornata di San Siro ha riportato in grande stile il Premio Certosa sul chilometro secco. Il figlio di Le Vie Dei Colori (Efisio), a 15/1, ha martellato forte su Harlem Shake (Moss Vale) con al terzo ancora positivo Elettrotreno (Modigliani) che aveva un sovraccarico non trascurabile. Perfetto interprete del 1000 sul buono, il cavallo allenato da Luigi Biagetti ha cancellato la sua ultima prestazione troppo al di sotto del suo standard ed è tornato a fornire una prestazione solida, confermando proprio le 2 lunghezze ad Elettrotreno rifilategli in un paio di occasioni fa. Pasquale Borrelli bravo a tenere sempre il suo bene in carica per poi lasciarlo galoppare verso il traguardo con ampie folate ed azione proficua. Insomma, a 1000 metri Eldo va sempre temuto! IL VIDEO DEL PREMIO CERTOSA QUI
Quanto al veloce cavallo di Marco Gasparini c'è da dire che alla prima contro gli anziani si è ben comportato ed ha dovuto per forza patire il ritmo serrato iniziale dell'altra tre anni Stay Tuned (Blu Air Force), calata all'epilogo e soprattutto al primo attacco portatogli dal frecciasauro. Quarta la rocciosa Chiara Wells (Refuse To Bend). Alla fine il tempo è stato di 58 e spiccioli e la conferma che in questo momento gli anziani vanno più forte. Appuntamento al Tudini G3! Anche se i 1200 sono un altro gioco...

1 commento:

  1. Giuseppe Santarelli28 aprile 2014 11:14

    Si è avuta la sensazione che, al di là della condizione di Treve, Dettori abbia pensato di poter fare un sol boccone di Cirrus e di fronte alla sua reazione nel finale sia stata decisiva la spinta più energica e tempestiva di Soumillon. E' una malignità secondo voi?

    RispondiElimina

Commenta qui