STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 5 dicembre 2015

Oriente: Doppietta per Demuro in Giappone (106); Domani c'è la Champions Cup da Chukyo. Domenica 13 show ad Hong Kong

Dicembre è cominciato da qualche giorno, ma il galoppo non si ferma mai, specialmente in Oriente dove è vivissimo. Domenica 6 Dicembre sul sabbione di Chukyo si corre la Champions Cup G1 sui 1800 metri, che ha cambiato nome, ed una volta era la Japan Cup Dirt G1. Mirco Demuro è impegnato su Sambista (Suzuka Mambo e mamma da Misil), cavalla con la quale fratello Cristian ci ha vinto un G3 in sabbia nell'inverno scorso ad Ohi il TCK JO-O HAI, mentre Andrea Atzeni sarà a bordo di Danon Liberty (King Kamehameha). Curiosità: In una corsa con 16 cavalli al via, non c'è nemmeno un figlio di Deep Impact! Complice la sabbia, chiaro. Campo tutto giapponese ad eccezione di Gun Pit(Dubawi), inviato di Caspar Fownes con Zachary Purton in sella. Demurone ha rifinito la condizione vincendo due corse nella mattinata di sabato proprio a Chukyo, raggiungendo quota 106 (458 totali) in stagione in Giappone. Il podio dietro a Yuichi Fukunaga e Keita Tosaki, è ben saldo. CP Lemaire è quarto a poche lunghezze. La prima vittoria è arrivata con A Shin Liberal (Manhattan Cafe) per Masato Nishizono e la Eishindo Co. Ltd., mentre la seconda è arrivata con Grab Your Coat (Gold Allure) per Teruhiko Chida e la G1 Racing Co. Ltd. Sempre sabato Ryan Moore era a Nakayama dove ha fatto sentire la sua presenza vincendo il The Sports Nippon Sho Stayers Stakes G2 sui 3600 metri con Albert (Admire Don) per Noriyuki Hori e Masamichi Hayashi, con 5 lunghezze di margine sul secondo. A Chukyo RyanAir monterà il 7 anni Grape Brandy (Manhattan Cafe).
Domenica 13 ad Hong Kong...
vanno in scena le International Races con, su tutte, la Hong Kong Cup sui 2000, lo Sprint sui 1200, il Vase sui 2400 ed il Mile ovviamente sul miglio. Al momento ci sono dei favoriti abbastanza chiari in ognuna delle 4 prove, ma l'unica che sembra apertissima è proprio la HK Cup da $25 milioni con il più giocato al momento in Free Eagle (High Chaparral) al passo d'addio alle corse, prima dell'ingresso in razza. Il cavallo di Dermot Weld ha linee europee solide, è fresco, e potrebbe ancora dire la sua. Contro sono Designs of Rome e Military Attack, leoni locali, con attenzione che va data anche all'ex italiano Beauty Only. Nel Mile da $23 milioni, contemplato che non ci sarà Kaspersky, ci sarà un campo di enorme qualità. Il favorito è il guerriero Able Friend a 2/1. Contro i due giapponesi Maurice e Fiero, con quest'ultimo che avrà in sella Mirco Demuro capace di fare dei veri miracoli ad Hong Kong nelle stagioni passate. Dall'Europa anche Esoterique, Mondialiste dopo la prestazione americana, mentre Godolphin invia Toormore. Ci sarà anche il vincitore del Di Capua G1, quel Red Dubawi al momento proposto a 51/1, all'ultima corsa prima dell'ingresso in razza. 
A proposito di fantini italiani, Umberto Rispoli sarà presente in coppia con Ming Dinasty nel Vase G1 da $18 milioni, e poi rimarrà in loco per montare nelle giornate del 16, 19 e 23 Dicembre. A Natale in Italia, guagliò! Il favorito è il giramondo Flintshire, mentre Padre Aidan manda Highland Reel. Seguiremo con attenzione anche la tedesca Lovelyn, campionessa in Italia con Oaks e Jockey Club in bacheca, per Peter Schiergen. Fa effetto vedere Cirrus a 17/1 in questa corsa, ad un passo dai 10 anni. 
Lo Sprint da $16 milioni, sarà soprattutto un affare orientale che, sul tema della velocità, non hanno paragoni. Gold-Fun, Peniaphobia da HK, Straight Girl e Mikki Isle dal Giappone. Dall'America ecco Green Mask, dall'europa il vecchio Sole Power.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui