SPAZIO PUBBLICITARIO

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com

lunedì 10 ottobre 2011

USA: Gio Ponti torna e vince, Lucky Chappy terzo in G3 a Keeneland. Il meglio del weekend

Nelle foto, dall'alto in senso orario: Lucky Chappy, Gio Ponti
poi da destra My Miss Aurelia, un primo piano di Union Rags e
la vittoria a paletti di quest'ultimo
Ed ora un pò di America, c'è stato un altro weekend ricchissimo di Graded in vista delle Breeders, ci limitiamo a degli spunti che troviamo siano interessanti. Parliamo prima però di Lucky Chappy (High Chaparral) ex italiano il quale alla prima per i colori del Team Valor è arrivato terzo a Keeneland nelle Bourbon Stakes G3, sui 1700 in pista in erba. Montato da R A Dominguez è partito dall'ultima posizione ma in dirittura ha prodotto una gran progressione finendo terzo, trovando traffico a causa di una caduta nei 200 finali del favorito J Leparoux su Here Comes Frazier (Badge of Silver), che è scartato dentro lo steccato. (Il video lo trovi qui: http://www.youtube.com/watch?v=0q8-OP6PvaE&feature=player_embedded).
Ha vinto Animal Spirits (Arch) con Bobby Albarado su Coalport (Kittens Joy). Il vincitore è nipote della campionessa Personal Ensign (Private Account). Per Lucky Chappy destinazione successiva potrebbe essere il Juvenile Turf G1 nelle Breeders del mese prossimo. Ramon Dominguez e Graham Motion, fantino ed allenatore di Lucky Chappy, si sono rifatti comunque successivamente nelle Juddmonte Sprinter Stakes G1 conducendo alla vittoria Aruna (Mr Greeley), per la Flaxman Holdings. Copertina per lo stallone Mr Greeley (Gone West) che ha vissuto un weekend con 3 vincitori di G1, dopo Crusade nelle Middle Park G1 e Western Aristocrat nel Jamaica Handicap G1 a Belmont.
Ma a Keeneland c'era molto da vedere. Gio Ponti è tornato con una vittoria sul miglio delle Shadwell Turf Mile Stakes G1. Il figlio di Tale Of The Cat (Storm Cat) è il Re dell'erba in America, per aver trionfato tra il 2009 e 2010 le Man O’ War Stakes, l'Arlington Million, il Frank E Kilroe Mile ed il Manhattan Handicap G1. Si è preparato al meglio per le Breeders fra un mese, per il Mile contro Goldikova e non solo, battendo Get Stormy (Stormy Atlantic) e Sidney's Candy (Candy Ride). Sempre sabato a Keeneland, nelle First Lady Stakes G1 la sei anni Never Retreat (Smart Strike) ha battuto la europea Together (Galileo) sul miglio in erba, tra i puledri delle Dixiana Breeders Futurity G1 sui 1700 in AW ha vinto Dullahan (Even The Score), un mezzo fratello di Mine That Bird (Birdstone) vincitore del Kentucky Derby G1 nel 2009.
Oltre a Western Aristocrat sabato a Belmont anche puledri interessantissimi in vista del meeting delle Breeders del mese prossimo. Le Frizette Stakes, un G1 sul miglio in dirt per femmine di due anni, hanno lanciato My Miss Aurelia (Smart Strike) per 5 lunghezze e mezzo su Stopshoppingmaria (More Than Ready) e stesso identico distacco per i maschi delle Champagne Stakes G1 con Union Rags (Dixie Union) che ha battuto Alpha (Bernardini).

3 commenti:

  1. GAB,
    TANTI COMPLIMENTI ANCORA PER LUCKY CHAPPY , UN CAVALLO SANO E VOLANTE CHE DEVE FARSI VALERE ANCHE SE CREDO CI SIA QUALCHE RIMPIANTO VERO?

    RispondiElimina
  2. Caro Gabriele, io sono della scuola "vendi, guadagna e pentiti", d'altronde se sei un proprietario "normale", cioè non hai il suffisso Al nel tuo cognome o il tuo nome non è preceduto da S.A. o simili, devi vendere quando ti presentano una buona offerta, altrimenti innamorandoti dei cavalli, a lungo andare, rischi di smenarci e tanto... Altra cosa vendere le femmine se hai interessi allevatorii, ma è un altro discorso. Comunque comprendo il rimpianto per un allenatore che vede andar via un ottimo soggetto da lui preparato, però gli rimane un proprietario felice, per la buona transazione e riconoscente con l'allenatore che gli ha preparato il cavallo.
    Saluti a presto,

    RispondiElimina

Commenta qui