Ippica, Galoppo, Corse & Allevamento

Sticker

mercoledì, gennaio 15, 2020

Allevamento: Chi sono i 10 stalloni più costosi del mondo? Il report completo in giro per il pianeta e caratteristiche che li hanno resi celebri

Il cambiamento della natura dell'allevamento mondiale, pone in evidenza sempre quesiti interessanti riguardanti il mercato degli stalloni. 
Quali sono gli stalloni più costosi del mondo? Questa è una delle domande ricorrenti.
Passeremo in rassegna, dopo ricerca minuziosa, quelli che sono stati i più richiesti nel 2019, 2020, le dinamiche di mercato e le curiosità a loro legati. Qualcosa può esserci sfuggito e vi preghiamo di darcene conto qualora ve ne accorgeste. Intanto, vi lasciamo alle righe qui sotto. buona lettura.
Galileo rimane sempre il più costoso in assoluto, ma ha appena varcato la soglia dei 22 anni nel 2020, così come il secondo più "expensive" Dubawi che ha voltato la pagina dei 18 mentre War Front, leading sire in Nordamerica, ne ha 17.
Tra i giovani c'è una coppia di Juddmonte come Frankel e Kingman, potrebbero salire tantissimo nel 2021, mentre il Coolmoriano No Nay Never è un altro nome importante da cui ci si può attendere qualcosa, a patto che la sua non sia solo una bolla speculativa. Attualmente funziona al tasso di €150,000. Il Giappone, dopo la scomparsa di Deep Impact in Luglio, ma ci sono grosse aspettative per Lord Kanaloa (King Kamehameha), il papà di Almond Eye.
Qui sotto pubblichiamo i 10 stalloni più costosi della terra. Si, ci avrete fatto caso. Abbiamo omesso Sea The Stars e Shamardal che ufficialmente hanno tassi più bassi di quelli elencati, ma non mancherà certo occasione per descriverne le gesta. Manca anche Lope De Vega, e non solo. Insomma, ci sarà un'altra occasione per cui parlarne.

1. GALILEO
1998 Sadler’s Wells - Urban Sea (Miswaki)
Stands: Coolmore Stud, Ireland. Fee: private. Ma si parla di €600,000 stands and nurses. 
Galileo
Attualmente ha vinto la classifica stalloni per l'11° volta, e grazie a Magical ha superato la soglia dei 73 vincitori di G1 che apparteneva a suo padre Sadler's Wells. La verità è che come lui non ce ne sono, come energia, classe, capacità. Certo, data quella genealogia: Sadler's Wells che era già un gigante e Urban Sea vincitrice di Arc, c'erano molte aspettative ben riposte. Un pò il classico matrimonio di interesse ma dal cui amore nasce una gemma preziosa, inattesa, così potente da non pensare potesse fare così bene. Figlio della Roma bene, borghese, a differenza di un genio venuto dalla periferia. Insomma, un predestinato cullato ma che si è meritato tutto il palcoscenico del mondo. Quando si pensa a Galileo si pensa al Coolmore, non i più simpatici della terra, ma lui al contrario ha sortito l'effetto opposto. Ammirazione e simpatia, non solo un book di fattrici da scovare. I 600,000 sono una enormità, ma visto quello che guadagnano i suoi figli e quanto fanno sul mercato, è lecito aspettarsi una cosa del genere. Unico neo: Il Coolmore lo vuole tutto per se. Diteci quante volte vi capita un Galileo fortissimo che sia fuori dalla orbita Coolmore. Ve ne diciamo uno: Waldgeist, ma è un caso raro. Poi molto dipende dai foal sharing. Galileo, rispetto a Danehill, ha avuto un altro profilo. Fortissimo, però.

2. DUBAWI
2002 Dubai Millennium - Zomaradah (Deploy)
Stands: Dalham Hall Stud, Newmarket, UK. Fee: £250,000
Ancora una volta un tasso di £250,000 per il quarto anno consecutivo. Nel 2019 ha avuto 24 stakes winners Al momento vanta 41 vincitori di G1, ed è l'unico in Gran Bretagna ad avere 100 vincitori di Gruppo o Graded. Molti, nelle classifiche, lo pongono sopra Galileo come incidenza tra fattrici coperte e prodotti realizzati. E non fanno male. E poi rappresenta comunque l'eterno duello tra colossi come quello irlandese e quello emiratino/inglese. Non vi chiediamo di schierarvi, ma i figli di Dubawi hanno una caratteristica. Migliorano, migliorano e migliorano. E soprattutto sono "accessibili", non dal punto di vista economico chiaramente, a tutti. Cioè un figlio di Dubawi te lo puoi ritrovare in qualsiasi posto. Ora lo Sceiccone ci ha messo un freno: "Questo lo uso solo io!". Amen.

3. WAR FRONT
2003 Danzig - Starry Dreamer (Rubiano)
Stands: Claiborne Farm, Kentucky, USA. Fee: $250,000 (£191,000)
La sua influenza è nota soprattutto in America, ma il Coolmore ce ne ha fatto conoscere le doti anche in Europa come padre da cavalli da erba. Tra questi: Declaration Of War, Air Force Blue, War Command, US Navy Flag e Lancaster Bomber, sono solo alcuni rappresentanti. Il suo massimo lo da con i cavalli in dirt ed i migliori rappresentanti sono al momento War Of Will ed Omaha Beach, tanto per gradire. Due fortissimi. Ah, altra cosa interessante: Non copre più di 110 fattrici ogni anno e gli allevatori americani fanno a gara per avere una sua dose di amore.

4. FRANKEL
Frankel
2008 Galileo - Kind (Danehill)
Stands: Banstead Manor Stud, Newmarket, UK.  Fee: £175,000
Speciale. In tutto e per tutto. Il cavallo del secolo. L'ultima creazione immortale di Sir Henry Cecil, che funzionerà per il terzo anno consecutivo al tasso di £175,000. Il 2019 ci ha regalato 5 vincitori di G1 come Anapurna, Logician, Veracious, Quadrilateral, Dream Castle. Ma in tutto, in poche annate, già 10 vincitori di G1 ed il 14% di riuscita di Group winners to runners. Certo, non ha coperto le zebre, ma la sua influenza è divina. Destinato a riscrivere tutti i libri di storia sia dal punto di vista agonistico, emozionale, allevatoriale...etc etc etc. Lo vedi e ti illumina. Debordante personalità, carisma magnetico. Dinamite pura fisicamente. Esce dal box ed il sole irradia solo lui.

5 (pari merito) MEDAGLIA D’ORO
2000 El Prado - Capuccino Bay (Bailjumper)
Stands: Jonabell Farm, Kentucky USA. Fee: $200,000 (£153,000)
Classe 2000, entrerà nella sua 16° stagione da razzatore. Con una certa regolarità ogni tanto ti piazza la bordata con un campione. Che ne so, vedi Rachel Alexandra, vedi Songbird. Vedi Talismanic. In carriera ha prodotto 25 vincitori di G1, 7 dei quali in una sola stagione. Solo Mr P in America fece meglio, in una stagione singola. Diciamo che l'eredità di Sadler's Wells oltreoceano è garantita da questo cavallone capace di fare tutto e produrre bene. Duecento sacchi ben spesi.

5 (pari merito) QUALITY ROAD
Quality Road
2006 Elusive Quality - Kobla (Strawberry Road)
Stands: Lane’s End, Kentucky, USA.  Fee: $200,000 (£153,000)
All'inizio non sembrava così influente, ma poi i suoi figli hanno cominciato a vincere e convincere.  Funzionava a $35,000 e dopo qualche giro di calendario si è trovato ad essere ricercatissimo. Nessuno come lui nel 2019 con 4 vincitori di G1, ma nella sua prima annata aveva 109 foals nati e nessuna certezza. Poi una serie di colpi bam bam bam. Hootenanny, Abel Tasman, City Of Light, Klimt e Salty. Poi Caledonia Road, Bellafina, Dunbar Road e Roadster. E chissà quanti ancora.. Nel 2019 funzionava a $150,000, ora è salito di altri $50,000. L'orgoglio del fu compianto Edward P ‘Ned’ Evans, che lo aveva anche allevato. Ah, è uno stallone non solo da dirt.. 

5 (pari merito) TAPIT
Tapit
2001 Pulpit - Tap Your Heels (Unbridled)
Stands: Gainesway Farm, Kentucky, USA. Fee: $200,000 (£153,000)
Ah, questo piace molto. Praticamente è il Galileo del Nordamerica, titolare della linea spettacolare che proviene da A P Indy, ma con nessun rappresentante vincitore di Kentucky Derby. Un pò come se Galileo non avesse nessun rappresentante vincitore all'Arc de Triomphe. Mica facile, ma anche per Galileo è dovuto passare un pò di tempo prima di vederne uno. Comunque, Tapit, mantello canuto, è un pò trascurato anche se il suo tasso è ancora alto. Nessun vincitore di G1 nel 2019, e tasso sceso da $225,000 a $200,000. Uno sconticino al Marchese non si nega mai. Anche perchè a Dicembre ha rotto il muro dei $150,000 milioni vinti dalla sua progenie, superando gente come Smart Strike e Giant’s Causeway, mica due scemi. Più che altro si sta profilando un ruolo da "nonno" perfetto, cioè in gergo "as a sire of sires": Constitution infatti, uno dei suoi figli più famosi, buonissimo cavallo in corsa, ha già prodotto 26 vincitori alla prima annata di produzione, e 4 di questi hanno vinto a livello di Gruppo. Mica male per uno stallone che non ha corso a 2 anni.
Altro esempio: Tapiture ha prodotto alla sua prima stagione 27 figli vincitori. Altri suoi figli sono attesissimi. Non svegliare can che dorme...

8. KINGMAN
Kingman
2011 Invincible Spirit - Zenda (Zamindar)
Stands: Banstead Manor Stud, Newmarket, UK. Fee: £150,000
Uno con quel cambio di marcia si è visto poco. Kingman ha visto raddoppiare il suo tasso di monta portato a £150,000 per il 2020, dopo un eccellente inizio di carriera da riproduttore. Figlio di Invincible Spirit, la linea di Green Desert da sempre molto prolifica come sires of sires. Nel 2019, per Kingman, un tabellino che parla del primo posto tra i second-season sire, soldi vinti dai suoi figli per £2.9 milioni e l'ingresso prepotente sul mercato e nelle classifiche dei migliori 15 d'Europa!
Ben 15 Stakes Winners, inclusi Persian King che ha vinto una Classica, Headman che ha vinto 2 G2 e poi il brillante Calyx, ricercatissimo da Coolmore per cercare di nascondere le lacune di quelli in ombra di Galileo, preso per cercare la mossa Kansas City come avvenne per Danehill quando fu scippato al Principe e divenne uno dei migliori, se non il migliore, stallone del pianeta. Calyx comincerà a €22,500. Teniamolo d'occhio. Ma qui parliamo di Kingman, con la sua popolarità estera in giro per il mondo e con i suoi figli venduti a gente e gruppi come Godolphin, Coolmore, Big Red Farm in Giappone e America con Klaravich Stables. Insomma, un brand globale da predestinato. Vuol dire che lo cercano..
Kingman ha coperto 235 fattrici nel 2019, mica poche. Leader anche di "energia" fisica. E superare suo papà, uno che ad oltre 20 anni fa ancora tasso di monta a 6 cifre, non è facile. Scusate se è poco...

9. LORD KANALOA
2008 King Kamehameha - Lady Blossom (Storm Cat)
Stands: Shadai Stallion Stakes, Japan. Fee: 20,000,000yen (£140,500/$182,700)
Allora allora allora. Qui siamo di fronte ad un caso particolare. Il Giappone, nel giro di poche settimane, ha perso Deep Impact e King Kamehameha, perdendo grande qualità nel suo parco fattrici con due che si erano fatti la guerra all'arma bianca nelle classifiche degli ultimi anni. Ha praticamente trionfato sempre Impacto, ma King ha avuto sempre la sua grande considerazione e prodotti. Poi sono morti entrambi, quasi insieme. Strano.
E questo potrebbe dare una chance incredibile a Lord Kanaloa, miglior rappresentante in razza per King, che rappresenta la speranza di un paese di uscire dal "solito" sangue di Sunday Silence. Mica che gli fa schifo eh, solo che diversificare fa anche bene. "Two is megl che one", come diceva una pubblicità.
Lord Kanaloa è stato eccellente sprinter che ha vinto due edizioni della Hong Kong Sprint e Horse of the Year. In razza ha prodotto Almond Eye, altro Horse of the Year. È stato leading first e second-crop sire ed attualmente è terzo mordendo le caviglie dietro a Deep Impact e Heart’s Cry, con quest'ultimo che però ha avuto un 2019 esaltante. Lord Kanaloa ha ricevuto grande sostegno dagli allevatori nel 2019 ad un tasso di 15,000,000yen (£105,000), ma nel 2020 sarà disponibile a qualcosina in più. 

10. Il club dei "$175,000".
Qui si apre un mondo, tra quelli che possono diventare top o flop. Molta attesa per il triple crown winner American Pharoah, complice il suo inizio molto promettente ed il suo continuo essere considerato "il prescelto", toccato da una aura divina. Magari è solo una mossa commerciale, ma intanto è salito da $110,000 a $175,000, arrivando ad una cifra che per il Coolmore significa una cifra "fortunella", messa anche sul cartellino di Curlin e Into Mischief.

American Pharoah ha concluso il 2019 come leading first-crop sire in America e premi vinti per $2.7 million. Rappresentato bene da Four Wheel Drive, che ha vinto la Breeders, e 11 black-type performers e 27 winners. Curiosamente, la sua migliore progenie ha vinto in erba. Ma come, lui sabbiarolo doc? Si, ma non un sabbiarolo qualsiasi. Vincitore di Triple Crown e Breeders' Cup, mica fuffa. Insomma, qualcosa di più..alto.

Into Mischief (Spendthrift Farm, Kentucky) continua, come si dice, strength to strength. Il, figlio di Harlan’s Holiday landed ha vinto il suo primo North American sires’ championship ne 2019 con $18.7 milioni di somme vinte e 217 vincitori individuali. Si, avete letto bene. In più sono 23 gli stakes winners. Nel 2017 era disponibile a $45,000, mentre nel 2019 ha coperto più di tutti: 245 fattrici. Nel 2020? Book chiuso da un pezzo. Solo posti in piedi.
Altro amato dal vostro scriba è stato Curlin. Rappresentante alla Hill 'n' Dale Farm è stato sempre considerato un "bonaccione". Bello grosso, andava come un trattore della Lamborghini. Ha vinto tutto, ma poi ha prodotto anche Vino Rosso, vincitore della Breeders’ Cup Classic.
In generale 9 vincitori di G1, ma secondo noi il meglio deve ancora venire. Mio caro figlio di Smart Strike (Mr P).

Bene, siamo giunti a conclusione di questo viaggio. Speriamo la lettura sia stata gradita. Se cercate altre caratteristiche dei vostri stalloni preferiti, scriveteci. 

1 commento:

  1. Salve signora / signore, sono qui per presentare la mia offerta di prestito molto interessante che va da € 5.000 a € 900.000.000 con un tasso annuo del 2% annuo rimborsabile in un periodo di 25 anni. Per tutti gli interessati, vi preghiamo di contattarci su indirizzo e-mail: credito.locali.veloce@gmail.com

    RispondiElimina

Commenta qui

Ricerca personalizzata