STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 13 settembre 2013

Questione di #ratings: Pubblicati i valori della stagione, Black Caviar è 1°, Wise Dan il più forte in attività, Novellist il top europeo

La World Racehorse Rankings ha pubblicato qualche giorno fa la lista dei cavalli con il maggior rating nel periodo che va dal 1 Dicembre 2012 allo scorso 8 Settembre 2013 dalla quale emerge che il più forte cavallo europeo in attività è Novellist a cui è stato attribuito un 128 frutto della prestazione monstre nelle King George VI and Queen Elizabeth Stakes G1 dove dispose di 5 lunghezze di Trading Leather [120]. Il valore è relativo ad Ascot, perchè secondo i ratings la prestazione successiva, quella del Grosser Preis von Baden G1 è stata di circa 10 libbre inferiore rispetto alla prima. Ma c'è ancora un Arc da correre al massimo punto di forma possibile, dunque vedremo cosa accadrà in seguito. In assoluto, il rating maggiore ce l'ha avuto Black Caviar (130), la campionessa australiana ritiratasi dalle competizioni lo scorso Aprile con 25 corse disputate in carriera ed altrettante vittorie che hanno fatto guadagnare £4,652,092 in termini economici, ma molto di più in termini di merchandising e di impatto media. Tra Black Caviar e Novellist c'è Wise Dan con un 129, al momento il cavallo più forte del mondo in attività. Il sauro ha rinforzato la sua posizione da leader con l'ottava vittoria consecutiva nel Fourstardave Handicap G2 di Saratoga il 10 Agosto scorso. Imbattuto nell'anno, ha vinto concedendo 11lb ai rivali. ed è una prestazione che vale. The Fugue, cresciuta nella stagione tanto da vincere Yorkshire Oaks e Irish Champion contro i maschi, ha guadagnato un 123 anche se il cavallo che ha battuto, Al Kazeem, è a quota 124 per le vittorie nelle Prince Of Wales G1 e nelle Eclipse. Il Maurice de Gheest per il terzo anno consecutivo e la vittoria nel Jacques Le Marois ha fatto si che Moonlight Cloud ottenesse un 122. Tra i tre anni, il top sono le Sussex vinte da Toronado (126) poi c'è Dawn Approach (125), poi c'è Olympic Glory (124) ed Intello a 120 per il Jacques Le Marois di cui sopra. Declaration Of War è a 123, mentre Animal Kingdom per la vittoria nella Dubai World Cup G1 ha ottenuto un 125. Lo sfortunato St Nicholas Abbey è a 124, come Farhh che si riprenderà a breve. Mentre Orfevre è a 125, sempre in attesa dell'Arc. Il sito dove trovare la classifica completa, cliccando su questo LINK.

4 commenti:

  1. non c'entra molto con il tuo articolo,i numeri,il timeform x carità sono un riferimento ma fino a un certo punto..ieri sera ho guardato,forse x la 300 volta l'ultima corsa di falbrav a hong kong..beh cosa dicono i numeri non lo so,x me dopo frankel,sul buono fino a 2000 metri il rencati è stato il miglior cavallo d'europa degli ultimi 15/20 anni.vado oltre,togliendo le logiche commerciali che sicuramente erano dietro la scelta di hong kong,proprietario giapponese,allevamento,premio al traguardo ottimo..quell'anno mi sarei buttato nell'arc a 2400..poi magari dala vinceva lo stesso,ma..grande immenso falbrav

    rosthein

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo che sono numeri e basta, differisce dalla mia concezione di ippica ma comunque sono uno strumento di discussione utile, come testimonia il tuo intervento per cui ti ringrazio. Comunque Sea The Stars fece meglio di Frankel nelle International e che Falbrav fosse un campione, beh.. come faccio a non essere d'accordo. Forse solo Darryll Holland non lo sapeva....

      Elimina
  2. SEA THE STAR FECE QUEL CHE FECE, E NON VOGLIO DILUNGARMI IL TUTTO A TRE ANNI COME I CAMPIONI STORICI. FRANKEL A 4 DIVENNE IL PIU' GRANDE CV MAI ESISTITO, QUANDO NE AVEVA
    TRE NON FACEVA...... LE CURVE!

    RispondiElimina
  3. ma scusa che c'entra frankel,le curve ecc ho pure scritto tolto lui..sts era un cavallo classico,falbrav no.sts ha vinto le ghinee e pure a 2 anni sul miglio e a 3 le eclipse è vero,ma lo metto nella categoria dei cavalli da 1m4f.il mio era un discorso generale,se vuoi pure soggettivo,che riguarda falbrav.ho tratto spunto dall'articolo di gabriele x commentare quella che è a mio modo di vedere una tendenza,una voglia di classificare tutto.poi la penso come gabriele e l'ho scritto,non sono numeri scritti sulla sabbia,contano ma fino a un certo punto.cumani,non l'uomo che porta il latte..disse dopo il ritiro di falbrav,che cavalli come quello non è detto che tu abbia il privilegio di poterli allenare,sono merce rara..secondo lui in un mese sarebbe stato pronto x correre nuovamente,magri contro dala..a mio parere sul buono avrebbe battuto dalakhani anche a 2400,sulla distanza classica avrebbe invece perso da sts,lo avrebbe forse battuto a 2000 metri,lo avrebbe "sverniciato" a 1600,mie considerazioni personali che valgono niente.

    RispondiElimina

Commenta qui