STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 27 settembre 2013

Politica ippica: Un altro passo avanti per la costituzione della Lega Ippica Italiana. Prossimo step al Senato

Nella giornata di mercoledì, dopo aver superato l'esame delle Commissioni Bilancio e Agricoltura della Camera la Delega Fiscale che contiene, all’articolo 14, la riforma del settore ippico attraverso la costituzione dell’Unione Ippica, ha passato anche lo step dell'Aula, che l'ha licenziata passandola in seconda lettura al Senato. Riportiamo un comunicato diffuso dal Comitato Lega Ippica Italiana di giovedì 26 Settembre per capire cosa potrà accadere di qui a breve: "Il lavoro è ancora molto, perché dopo l'approvazione definitiva, che aspettiamo ormai in tempi brevi, il Governo ha a disposizione un anno per i decreti attuativi, ma la svolta storica, quella che, finalmente, consentirà al settore di gestirsi autonomamente, è sempre più vicina. La politica, insomma, in questo contesto, è dalla nostra parte e noi, come Comitato Lega Ippica Italiana, siamo pronti per continuare a lavorare al suo fianco quando, in un futuro ormai imminente, ci saranno da riempire le cosiddette “scatole vuote”. Abbiamo un progetto dettagliato, un codice etico e uno statuto redatti dal professor Giulio Napolitano, ma non ci siamo fermati. Stiamo, infatti, ancora operando con la politica e con autorevoli tecnici e professionisti su più fronti per affrontare tutti i temi relativi al settore: il ripristino degli organismi tecnici, antidoping e giustizia sportiva, la valorizzazione del ruolo del proprietario, la riforma delle scommesse, la definizione del ruolo degli ippodromi, l'emersione del lavoro nero, la tutela del benessere dei nostri cavalli con uno sguardo anche al loro fine carriera, il sostegno all'allevamento, l'utilizzo e la commercializzazione delle immagini televisive e tanti altri aspetti non meno importanti. Insomma, il lavoro fatto è già importante, quello da fare è moltissimo, ma noi siamo pronti a intervenire ancora, nei mesi che verranno, a fianco della politica, che avrà il non facile ruolo di stabilire le nuove regole dell'ippica del domani. Che dovrà essere un'ippica moderna, in grado di sviluppare idee e progetti, con una gestione agile ed efficiente, senza sprechi e privilegi e dove esista un'etica vera, nel segno del rispetto e della valorizzazione del cavallo e di chi, con lui, lavora". Se ancora non sai di cosa si tratta, ecco il sito dove trovare il progetto, lo statuto e la proposta di legge della Lega Ippica, cliccando su questo LINK. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui