STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 21 settembre 2013

Longchamp: #Intello facile alla meta nel Prix du Prince d'Orange. Dubbio Arc o Champion Stakes per il portacolori #Wertheimer

Più o meno una passeggiata nel parco per Intello (Galileo) nel Prix du Prince d'Orange G3 a Longchamp (VIDEO QUI) sui 2000 metri di sabato quando il portacolori dei Wertheimer ha portato a compimento la missione nel migliore dei modi senza mai soffrire e con Olivier Peslier che si è limitato a dare al suo la corsa che gli serviva per capire se andare ad Ascot o ancora a Longchamp per l'Arc de Triomphe G1. Intello ha surclassato la compagnia, gestendo la situazione dalla pancia del gruppo e progredendo quanto bastava per finire con 3/4 di vantaggio sul secondo. Per la cronaca secondo è finito Morandi (Holy Roman Emperor) (che ha come obiettivo l'Italia, anche se forse Rouget non sa che pagano i premi in ritardo) e terzo Zhiyi (Henrythenavigator), ora restano da sciogliere i dubbi sul prossimo obiettivo del figlio di Galileo. Pierre-Yves Bureau, racing manager della famiglia Wertheimer, ha dichiarato che loro vogliono correre l'Arc, ma Fabre sembra scettico sulla completa adattabilità al miglio e mezzo di Intello. Sta di fatto che Bet365 ha tagliato la quota da 14 a 10 per la vittoria proprio nella prova di maggior spicco nel panorama francese delle corse. Ed ora facciamo una domanda ai lettori: Se voi foste Fabre, a quale corse destinereste Intello: Le Champion Stakes di Ascot o l'Arc de Triomphe di Longchamp?

10 commenti:

  1. Intello dritto ad ascot...a parigi troverebbe i marziani treve e orfevre e li non ci sarà trippa per gatti

    RispondiElimina
  2. Concordo semmai l'arco lo potrebbe fare il prossimo anno...con un anno in più di esperienza

    RispondiElimina
  3. Ciao Gab,

    io non credo che sara' un Arc solo giocato sul dualismo Orfevre/Treve.

    Ma comunque, in my opinion, con Intello andrei certamente ad Ascot.

    Volevo segnalarti anche l'impresa straordinaria compiuta ieri ad Ayr dal ragazzino Oisin Murphy, vero astro nascente tra i giovani apprentices.

    18 anni, prima stagione di corse, vincere quattro corse nel meeting della Gold Cup di Ayr (Gold Cup compresa...), e come le ha vinte... beh direi impresa stratosferica...

    Ciao

    Rp

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto bene a segnalarla, molto interessante il ragazzo! Thanks

      Elimina
  4. Intello non è un cavallo adatto al terreno di Ascot secondo me, i cavalli francesi fanno fatica a tenere sul dritto di Ascot.

    RispondiElimina
  5. Intello secondo me ad Ascot non farà niente, i cavalli francesi sui terreni inglesi hanno sempre difficoltà a tenere il ritmo le piste la sono molto molto diverse.

    RispondiElimina
  6. Concordo sulla difficoltà dei cavalli francesi ad adattarsi alle piste inglesi, ma i campioni rimangono tali su tutte le piste. Il miglio e mezzo dell'Arc mi sembra troppo per Intello, anche perché sarà, come sempre, una corsa molto dura dove alla fine emergeranno gli specialisti della distanza ( oltre ai due già citati non dimenticherei Novellist e Kizuna, con un pensierino, per simpatia e perché sarà la sua ultima corsa, per Al Kazeem).

    RispondiElimina
  7. secondo me il cavallo ha troppa velocità per correre a 2400 metri,in una corsa come l'arc poi..
    credo che fabrè lo abbia sempre saputo,vedi la preparazione a 1600?? adesso dipenderà molto dai proprietari,generalmente fabre non accetta nessuna intromissione vedremo..cmq io andrei sicuramente a ascot dove la distanza e probabilmente anche il terreno saranno dalla sua parte.

    RispondiElimina
  8. Direi Ascot, senza dubbi, per l'Arc non lo vedo attrezzato sui 2.400 contro Treve, Orfevre e Novellist

    Luigi

    RispondiElimina
  9. Mi piace quando si scatena il dibattito. Comunque pare deciso che vada all'Arc, notizia di ieri. I wertheimer sono convinti, fabre meno. Ma tant'è..

    RispondiElimina

Commenta qui