STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 29 settembre 2013

Il Di Capua parla ancora straniero. Vince Shamalgan davanti ad un fantastico Saint Bernard. Il Coolmore a Donna Prassede. Kyllachy Loose nel Cumani. A Roma i trials per l'autunno.

Una Milano che si attendeva sotto la pioggia e che invece ha concesso anche qualche bel raggio di sole ha ospitato la domenica del Vittorio Di Capua e di altre belle prove, sopratutto le due listed tutte al femminile ovvero il Cumani e il premio Coolmore, che hanno fatto da corollario al tradizionale Gruppo 1 sul miglio. Ma anche il Criterium Nazionale ha dato buoni spunti e qualche sorpresa. In apertura un sempre più continuo Quiz Evolution (Mujahid), con un indemoniato Dario Vargiu in sella. L'allievo di Bruno Grizzetti l'ha spuntata di una mezza lunghezza sulla vincitrice dell'Eupili Maremmadiavola (Kheleyf), forse un pochino audace nell'anticipare lo sforzo, dopo una lotta testa a testa innescata già al primo traguardo. QUI IL VIDEO DEL CRITERIUM NAZIONALE.
Non c'è stato tempo per distrarsi perchè il Premio Coolmore, Listed sui 1500 per le femmine di due anni, ci ha regalato una candidata forte per il Dormello G3. Dopo un debutto devastante, pronta replica per una notevole Donna Prassede (Manduro), ancora verde ma di talento indiscusso la portacolori della Quafin. Cristian Demuro ci ha sempre creduto montandola a fondo e quando a metà dirittura Denusa, Sognando la Cometa, Vague Nouvelle, Musa D'Oriente e Borely si stavano giocando la vittoria, dall'interno è cominciata la lunga progressione della bella figlia di Manduro che macinando metri su metri ha guadagnato posizioni per battere Vague Nouvelle (Mastercraftsman, tutta fatta in casa Incolinx) che alla fine è stata costretta a cedere. Terza, arroccata allo steccato tutta strada, è finita Salar Art (Dutch Art). QUI IL VIDEO DEL PREMIO COOLMORE .
Il Vittorio di Capua G1, è andato ancora all'estero. Sventola il vessillo transalpino sul gradino più alto del podio con il vecchio Shamalgan e Maxime Guyon, confidente. Il figlio di Footstepsinthesand rientrava da Agosto ovvero dal nulla di fatto nel Celebration Mile di Ascot vinto da Afsare e si presentava come uno dei papabili per la vittoria finale insieme agli altri invaders, Samba Brazil e Nabucco (Dingo ritirato). Il jockey francese ha dato al suo un percorso pulito sfruttando la scia di Libano prima e Nabucco poi, emergendo chiaro sul palo. In scia un fantastico Saint Bernard (Three Valleys), finito poi secondo (ed in procinto di lasciare l'Italia..?). Sottotono tanto Vedelago quanto Principe Adepto, mai troppo incisivi ma troppo brutti per essere veri. Quarta la supplementata Samba Brazil. Impressioni discordanti: Può bastare un 6 anni francese di dubbia levatura a mettere in fila i nostri migliori miler, o è venuto avanti tanto da trovare una collocazione internazionale? Un pò di tutte e due, ma un G1 internazionale non lo vince (o almeno, speriamo si ripeta magari ad HK) e troppo brutti i nostri migliori, mentre conferma per Saint Bernard apparso bello e lanciato. QUI IL VIDEO DEL PREMIO VITTORIO DI CAPUA.
Nel Sergio Cumani, Gruppo 3 per femmine di tre anni e oltre. Da registrare la prematura autoesclusione della favorita Akemi, con Maxime Guyon che ferma la figlia di Footstepsinthesand pochi metri dopo la partenza. Possibile infortunio, attendiamo riscontri. Senza la favorita la corsa è vissuta sul ritmo imposto in avanti da Clorofilla (Refuse to Bend), di cui si è giovata Kyllachy Loose (Kyllachy) che ha vinto con ampie folate. QUI IL VIDEO DEL PREMIO SERGIO CUMANI.
La giornata milanese si è conclusa con una incerta edizione dell'Ippolito Fassati. A vincere, dopo foto incerta, è stato Drive to Hell (Manduro) su Refuse to Bobbin (Refuse to Bend). Il portacolori Effevi è un cavallo tardivo e progressivo, atteso dai Botti che dopo un convincente debutto con vittoria in maiden è migliorato tanto, da vedere nel corso della stagione. QUI IL VIDEO DEL PREMIO FASSATI.
Milano chiama e Roma risponde. Prove preparatorie oggi all'ippodromo della Via Appia. Verso il Berardelli, nel Le Marmore non delude Gentleman Only (Holy Roman Emperor) (allevato Le.Gi. http://www.allevamentolegi.it/) dopo la bella impressione destata nella maiden, ha replicato respingendo Dress Drive e Ratmansky. QUI IL VIDEO DEL PREMIO LE MARMORE (nome utente e password . mondoturf - mondoturf). In vista del Lidya Tesio, sorpresa nel Premio Archidamia. Rivincita per la sempre più consistente Mamma Giovanna (Windsor Knot) che ha guadagnato rispetto al rientro comune con Valvibrata (Mujahid), stavolta correndo a risparmio. Bel duello, forma in ascesa per la progressiva Mamma e conferma per Valvibrata ad un passo dal doppio mai accaduto. Terza Licia (Singspiel), bisognosa del rientro. QUI IL VIDEO DEL PREMIO ARCHIDAMIA (nome utente e password : mondoturf - mondoturf)
Nel Villa Borghese (VIDEO QUI) verso il Roma GBI altra conferma per Dogma Noir (Iffraaji), che ha infilato l'atteso Keshiro (Shirocco) che ha tentato di resistere invano. Bella conferma per i portacolori della Razza Sabina, miglioratissimo nel corso della stagione. SEGUIRANNO ULTERIORI APPROFONDIMENTI

14 commenti:

  1. Bella corsa il Di Capua ma, come volevasi dimostrare, come arriva uno straniero ci fa secchi. Molto probabilmente sarebbe successo così anche nel Cumani se Akemi non fosse stata fermata ( che problema ha avuto?). Speriamo che non avvenga così anche nel Jockey con quel canaccio di Earl of Tisdal ( forza Biz siamo tutti con te!)

    RispondiElimina
  2. Era un gruppo1 di nome, ma di fatto un gruppo3. E uno che frequenta listed e gruppi3 a casa sua, anche se ormai anzianotto, non ha potuto far altro che dare la sua linea e vincere facile.

    Per quanto riguarda la francese nel Cumani (menomale che stava a 2/5 ed era quindi ingiocabile), Maxime Guyon ha detto di aver sentito la cavalla bloccarsi (problema a un posteriore) appena uscito dalle gabbie. L'ha subito fermata pensando (come tutti noi presenti all'ippodromo) ad un incidente serio. Per fortuna invece la cavalla l'ho vista rientrare sulle sue gambe, apparentemente senza grave danno fisico.

    Ciao

    Rp

    RispondiElimina
  3. Concordo pienamente che le nostre corse di gruppo in generale stanno uno/due gradini più in basso rispetto a quelle europee vista la modesta levatura dei nostri cavalli ( spero solo che Biz The Nurse mi smentisca), per cui la storia recente ci insegna che basta uno straniero di discreta qualità per fare cassa a casa nostra ( anche se i soldi chissà quando li vedrà).Sono contento che Akemi non si sia fatta niente di grave ma sono ancor più contento che almeno questo premio sia andato ad una cavalla di casa.

    RispondiElimina
  4. ma se sono anni che tutti i cavalli migliori vanno all'estero, come fanno le corse italiane a reggere il confronto? ad majora

    RispondiElimina
  5. scusate io sono forse un po ingenuo o sono rimasto a quando i cavalli andavano a fieno e biada...ma qualcuno mi puo spiegare per quale motivo i cavalli della colle papa quando corrono in pattern vanno il doppio ???
    grazieeee


    alisandro

    RispondiElimina
  6. aaaaaaaa !!! na cosetta leggera......soft direi,,,,,,


    flavio

    RispondiElimina
  7. PER RISPONDERE AD ALISANDRO PREMESSO CHE NON VOGLIO DIFENDERE NESSUNO MA I MERITI SONO SEMPLICEMENTE DEL TRAINER. PORTA DEGLI ESEMPI DI CAMBI CONCRETI DI FORMA PERCHE' SAINT BERNARD A MIO PARERE E' GIUSTIFICATO DAL FATTO CHE HA SEMPLICEMENTE RIPETUTO LA PRESTAZIONE DEL RIBOT 2012 VENENDO APPUNTO AVANTI DAL RIENTRO, INFATTI NOTANDO LA CORSA DEL RIENTRO LO SI INTUIVA, COME SI INTUIVA CHE IN DUBAI CORREVA SEMPRE CONTRO LE SUE CARATTERISTICHE. MI VIENE IN MENTE VICTORY LAUREL NEL TUDINI DI MAGGIO ED ANCHE QUESTA E' SPIEGABILE DAL NUMERO FATTO IN PRECEDENZA SEMPRE A ROMA. CERTO SE POI PARLIAMO DELLA FOTO DI KIRIS WORLD E KATHY COLLEGE E' TUTTA UN'ALTRA STORIA.

    RispondiElimina
  8. la penso come Adriano il cavallo e' venuto avanti con una corsa e ha incontrato cavalli non certo da G1 questo lo ha portato alla seconda piazza ..per quanto riguarda il doping e le brutture italiane in cui anche la colle papa potrebbe essere coinvolta(sembra sia sparito un doping) bisogna avere le prove il resto sono chiacchere.
    Cmq per informazione tecnica posso dire che tutto cio' che condensa il sangue come l'epo nel cavallo oltre a commettere illecito sportivo puo' essere molto piu' controproducente che altro, aumenta le possibiltà di emorragia polmonare infarti e altre patologie che possono distruggere un cavallo e portarlo alla morte. Negli Stati Uniti non viene piu' usata perché dei cavalli sono morti.
    T.L.

    RispondiElimina
  9. ma certooooo, se pensi che mon alexandrino fa terzo nel presidente gr.1 dietro a paolini e kutub battendo la cavalla di vittadini e dopo pochi mesi finisce a siracusa ......sono solo chiacchere )))) allora diciamo pure che gesù è morto de freddo !!!!
    questa è l'ippica che vi meritate .



    alisandro

    RispondiElimina
  10. Caro hai pefettamente ragione anni fa un grande uomo di cavalli americano diceva che l 'ippica e' la fotografia Dell' andamento economico di uno stato ,quindi l'ITALIA non può' aspirare in meglio.Basta vedere la politica nostra senza etica e morale pronti sempre a spartire il potere come più' fa ' comodo.

    RispondiElimina
  11. CARO ALISANDRO FORSE HAI DIMENTICATO CHE I POCHI MESI CHE TU DICI SONO 3 ANNI...

    RispondiElimina
  12. va bene allora visto che sei bravo dicci una prestazione , dico UNA che giustifichi o quantomeno si avvicini a quella nel presidente negli impegni successivi..........

    RispondiElimina
  13. BEH CARO ALISANDRO NIENTE DI PIU SEMPLICE BASTA GUARDARE IL RIENTRO SUCCESSVIO NEL RICCARDO ZANOCCHIO DOVE TERMINA A POCHE LUNGHEZZE DA SHIBUNI'SFALCON SUL TERRENO PREFERITO DI QUEST'ULTIMO DOPO AVERLO BATTUTO SUL DURO NEL PRESIDENTE, COSI COME QUANDO VINCE LA CONDIZIONATA A NAPOLI AD AGOSTO VINCENDO DI TUTTA LA PISTA SUL TERRENO PREFERITO. OLTRETUTTO TI FACCIO UN ALTRO ESEMPIO DI CAVALLO CHE DICEVANO ESPLOSO NEL PARIOLI QUALE AL REP, MA A GUARDARE I RISULTATI OTTENUTI AD HONG KONG HANNO ANCORA RAGIONE LORO. PUOI SEMPRE CONTROLLARE I RISULTATI OTTENUTI AD HONG KONG IL CAVALLO ADESSO SI CHIAMA PACKING WHIZ.

    RispondiElimina

Commenta qui