STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 7 settembre 2014

Haydock: G Force emerge nella Sprint Cup, solo quarto Sole Power. Il meglio del sabato inglese..

Cosa è successo all'estero in questo sabato in attesa della domenica? G Force (Tamayuz) si è redento dal brutto piazzamento ottenuto a York (ma non in termini di prestazione, che c'è stata ed anche buona, condita da un pizzico di sfortuna) nelle Nunthorpe Stakes G1 di fine Agosto, ottenendo una convincente vittoria ad Haydock dove è riuscito a capitalizzare una prestazione agonistica sopra la media, per quanto lo riguarda, vincendo bene la Haydock Sprint Cup G1, battendo campioni come Gordon Lord Byron (Byron), vincitore lo scorso anno, e a sorpresa al terzo Music Master (Piccolo) con ancora più sorprendentemente al quarto posto il Champion Sprinter Sole Power (Kyllachy) che, a differenza delle ultime 3 vittorie a livello di G1, non ha cambiato marcia al momento in cui Richard Hughes ha provato a chiederglielo, come al solito correndo di rimessa. Più che una delusione una conferma del fatto che i 1200 metri, dove non ha mai vinto, per un millemetrista spaccato sono eccessivi. Peccato. Bella storia quella di G Force, che ora punterà deciso verso i mercati orientali, ricchi di soldi e di corse per velocisti. IL VIDEO DELLA SPRINT CUP QUI.
Il figlio di Tamayuz (Nayef), stallone al primo esponente di G1 e facente parte della famiglia femminile di Galileo, aveva debuttato in ottobre per i colori della Qatar Racing ed il training di Richard Hannon. Dopo quel secondo posto ottenuto alla prima uscita, è stato acquistato dalla Middleham Park Racing XVIII & Partner senza troppe pretese. Di solito accade il contrario, ma evidentemente Al Thani non credeva in questo cavallo come doveva, oppure è stato un bel colpo per i proprietari che hanno dato ampio spazio di manovra a David O'Meara. Il cavallo ha vinto subito al debutto per i nuovi colori ad Aprile, si è piazzato 2 volte a livello di Listed, ma poi ha fatto il colpo a livello di G1 ad Haydock.
Poco più in la, a Kempton, ha fatto la sua ricomparsa stagionale Prince Bishop (Dubawi), vincitore dell'Al Maktoum Challenge Round 3 G1 a Meydan questo inverno, che al rientro ha riportato, come lo scorso anno, le September Stakes G3 (VIDEO QUI) stavolta nelle mani di Frederick Tylicki.
Nello stesso convegno promettentissima affermazione nelle Sirenia Stakes G3 (VIDEO QUI) per i 2 anni di Burnt Sugar (Lope De Vega) che, seguendo le orme di suo fratello Brown Sugar (Tamayuz) vincitore lo scorso anno, ha riportato in modo interessante l'edizione di quest'anno per il training di Richard Hannon e la monta di Gerald Mosse. Secondo Maftool (Hard Spun), mentre terzo Home Of The Brave (Starspangledbanner). 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui