STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 29 gennaio 2016

Meydan: Colpo Blueberry con Fanciful Angel in handicap da $120,000. Terza vittoria per i colori italiani al Carnival..

Photo credit Andrew Watkins
Il Carnival è finalmente esploso. A Meydan ci sono stati motivi di interesse che vanno ricercati nell'eventuale progresso futuro dei concorrenti protagonisti delle varie corse. Ma iniziamo comunque dal successo dei colori italiani a Meydan di Fanciful Angel (Dark Angel), un portacolori della Blueberry allenato in Inghilterra da Marco Botti che ha vinto con modalità al cardiopalma il The Meydan Hotel Handicap sul miglio in erba da $120,000. Il grigio figlio di Dark Angel (Acclamation) è partito lento, ha recuperato rimanendo coperto ben impacchettato nel gruppo ed è poi esploso cercando varchi ma trovando traffico, montato da Dane O'Neill che ha rischiato tanto ma all'ultimo tuffo è comunque riuscito a svettare riportando una brillante vittoria nei confronti di Dark Emerald (Dark Angel) ed il redivivo Farraaj (Dubai Destination), qualche anno fa terzo di Parioli G3 italiano. IL VIDEO DELLA CORSA CLICCANDO QUI. Per i colori italiani non si tratta della prima vittoria in assoluto al Carnival. Sette anni fa My Central vinse le Balanchine Stakes G2, cinque anni fa sempre per i colori della Siba vinse Lolamar un bell'handicap. Vanno poi ricordati i due terzi posti di Jakkalberry per i colori Effevi nel Nad Al Sheeba Trophy G3 e nello Sheema Classic G1 vinto da Cirrus des Aigles
Quanto a Fanciful, è stata una prestazione sopra le righe da 10/1, per un cavallo che dopo l'exploit nelle 2000 Ghinee tedesche G2 dove ha conseguito un secondo posto, era riuscito ad ottenere uno sfortunato settimo posto nelle Jersey Stakes G3, a 2 lunghezze dal primo, dopo monta poco ispirata da parte di Martin Harley. Poi un quarto ad Haydock nel Superior Mile G3, ed in seguito ha tentato a Milano nel Di Capua G1 arrivando sesto dietro a Red Dubawi. Il 4 anni, un castrone, è parso in condizioni strepitose e potrà provare ad alzare l'asticella delle categorie. Si tratta di un prodotto della fattrice Fanciful Dancer (Dancer), ma non è allevato dalla Blueberry bensì è stato acquistato per 50,000gns alle Tattersalls Craven Breeze-Up Sale. La nota curiosa, raccontata da Isabella Bezzera, è che dopo nemmeno 20 minuti dalla fine della corsa è stata contattata dal Dubai Racing Club per avere i dati bancari dove appoggiare il bonifico della vittoria. Venti minuti. Non diciamo altro.

Abbiamo lasciato da parte l'aspetto tecnico che merita comunque un approfondimento, perchè la serata è stata dominata o quasi da pensionari di Mick De Kock. Nell'Al Rashidiya G2 aveva tre chances per vincere per la 8° volta, la quinta consecutiva, una corsa nella quale emerge oramai sempre. Il trainer Sudafricano ha preso i primi due gradini del podio grazie a Forries Waltz (Greys Inn), con Christophe Soumillon, che ha battuto Ertijaal (Hard Spun) e Earnshaw (Medaglia d'Oro), con al quarto un altro De Kock come Mujaarib (Nadeem). Forries Waltz, che ha perso solo una volta in Sudafrica dove è uno stakes winner. A 2 anni ha vinto 3 volte, tra cui le Gatecrasher Stakes Lr a Clairwood. L'anno scorso ha debuttato a Meydan correndo male e osservando stop lungo. Quest'anno è venuto molto avanti vincendo in due occasioni. Alla prossima da giocare Ertijaal che osserverà un massiccio miglioramento. IL VIDEO DELLA CORSA QUI.
Il festival per De Kock è proseguito. Ha vinto la prima corsa con Alareef (Stronghold) sul dirt, e poi anche con il vecchio Anaerobio (Catcher In The Rye) in un altro handicap sul dirt. La prova in velocità sul sirt è stata vinta dal favorito Kifaah (Dubawi), mentre il Godolphin Jungle Cat (Iffraaj) ha siglato con stile l'handicap sull'erba sui 1200, con l'italian bred Winklemann (Rip Van Winkle) arrivato nelle retrovie ma da seguire su distanze maggiori.
TUTTI I RISULTATI DELLA GIORNATA CLICCANDO QUI. TUTTI I VIDEO DELLE CORSE CLICCANDO QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui