STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2018. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2018 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 12 luglio 2014

Italians: Doppietta per Andrea Atzeni a York, colpo di Guest Of Honour per Marco Botti nel Summer Mile G2 ad Ascot

Italiani in Inghilterra, parte esima. Nel sabato estero soddisfazione italiana tra York ed Ascot. Partiamo da Ascot dove nel Summer Mile G2, privo di Tullius (Le Vie Dei Colori) allevato dalla Archi Romani, a vincere è stato Guest Of Honour (Cape Cross) che ha trionfato in bello stile dando seguito alla affermazione di York di metà Giugno quando vinse a livello di Listed. Il 5 anni di Mr Giuliano Manfredini, allenato da Marco Botti (nella foto nelle sue scuderie di Prestige Place a Newmarket), aveva Martin Harley in sella che ha fatto tutto bene lasciando i 3 davanti a sfogarsi per poi trovare un clamoroso varco all'interno ed infilzare Mull Of Killough (Mull Of Kintyre) e Long John (Street Cry) rimasto al terzo. Tempo finale di 1m 39.34s (fast by 0.46s). 
Guest Of Honour è un figlio di Cape Cross (Green Desert) allevato da Gennaro Stimola che Marco Botti ha fatto sempre buono. Era cresciuto a livello tale da arrivare terzo nel Summer Mile lo scorso anno, poi ha tentato il colpo in alto nell'Arlington Million G1 vinto da Real Solution, non figurando, poi un paio di prestazioni no tra Newmarket e Doncaster e poi il duplice colpo da maestro tra York e quest'oggi ad Ascot. Potrebbe ora correre il Celebration Mile G2 a Goodwood a fine Agosto. Guest fu acquistato per €64,000 dalle SGA da Earle Mack, Alan Quartucci agent, come primo acquisto americano alle nostre selezionate grazie allo sforzo al tempo di John D'Amato e di Paolo Romanelli. Giunse da Luca Cumani, poi Mack lo ha trasferito da Marco Botti e poi successivamente acquistato da Giuliano Manfredini.
Si tratta di un prodotto di Risera (Royal Academy), la quale è una mezza sorella di Ragera (Rainbow Quest), mamma del campionissimo Rakti (Polish Precedent) con il quale si riproduce l'incrocio in linea paterna. La famiglia è quella buonissima della piazzata di G1 Smageta (High Top), già madre anche del champion stayer Rusoli (Ardross) e sorella del campionissimo italiano Svelt (African Sky). IL VIDEO DEL SUMMER MILE DI ASCOT QUI
A York invece....
importantissima doppietta di Andrea Atzeni, sempre più sulla cresta dell'onda in un paese che lo sta apprezzando sempre di più: Ha cominciato la giornata di vincendo la 55th John Smith´s Cup (Heritage Handicap), per il secondo anno consecutivo, in sella a Farraaj (Dubai Destination) che ha vinto convincendo. Il cavallo allenato da Roger Varian, qualche anno fa terzo nel Parioli G3 vinto da Malossol su Vedelago, ha mostrato i muscoli in lotta per tenere a bada il coraggioso front runner Zain Eagle (Dylan Thomas). IL VIDEO DELL'HERITAGE HANDICAP QUI.
Il jockey di Nurri ha replicato nelle John Smith's City Walls Stakes (Listed Race) sui 1000 metri in sella a Take Cover (Singspiel) per David C Griffiths, nei confronti di G Force (Tamayuz). IL VIDEO DELLA VITTORIA IN LISTED QUI. Il fantino italiano in questa prima parte della stagione è arrivato a 66 vittorie nel 2014 con il 17% di Strike Rate ed uno stake di +86£. Lo scorso anno aveva completato l'annata 2013, quella della consacrazione, con 120 vittorie (15% di strike rate) ed uno stake ancora positivo del +34.93£.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui