STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 23 marzo 2015

Giappone: Gold Ship vince per la terza volta l'Hanshin Daishoten. MIrco Demuro hat trick domenicale, quota 13 raggiunta

In Giappone è tempo di trial classici e non solo. Ad Hanshin si è disputato l'Hanshin Daishoten G2 (VIDEO CORSA QUI) sui 3000 metri vinto ancora una volta dal grigio Gold Ship (Stay Gold) che qui corre come nel giardino di casa. Allenato da Naosuke Sugai e montato da quel pazzo di Yasunari Iwata, ha prodotto una brusca accelerazione per entrare in dirittura bello lanciato con 3 lunghezze prese agli avversari, subendo comunque il recupero di Denim And Ruby (Deep Impact), respinto ancora nella fase finale. Il sei anni di proprietà della Kobayashi Eiichi Holdings LLC ha vinto dunque per la terza volta in questa corsa, in generale sono 12 le vittorie in 24 uscite e come prossimo obiettivo avrà il Tenno Sho Spring G1 sulle due miglia, una corsa che ha perso due volte, per puntare deciso poi verso il Takarazuka Kinen G1 di Giugno come test in vista di qualcosa di Europeo, magari l'Arc de Triomphe ancora una volta. In corsa c'era anche Mirco Demuro il quale ha ottenuto un quarto posto in sella a Curren Mirotic (Heart's Cry) ma in generale autore di un altro tris in giornata che gli hanno fatto lievitare il conto delle affermazioni generali dal 1° di Marzo a quota 13 stagionali in gran recupero sulla classifica finale che sarà comunque difficile da vincere. The Magic ha vinto la sesta corsa in sella a Bravissimo (Fastnet Rock) per Naosuke Sugai e Kaneko Makoto, realizzato un quick double con Suzuka Adonis (Suzuka Phoenix) per Yuki Ohashi e Keiji Nagai e poi ha fatto l'hat trick con Recondite (Heart's Cry) per Hidetaka Otonashi ed i colori della Kaneko Makoto Holdings Co. Ltd. Nulla da fare invece per Dario Vargiu che era presente a Nakayama, rimasto all'asciuto e a quota 14 affermazioni che, ricordiamo, sono avvenute tutte con cavalli non favoriti. Una buona percentuale anche per lui, dunque. A Nakayama si sono corse le Fuji TV Sho Spring Stakes G2 per i 3 anni come test per le Satsuki Sho G1 (le 2000 ghinee JAP) vinte da Kitasan Black (Black Tyde) per Hisashi Shimizu e con Hiroshi Kitamura in sella, con un buon finale nei confronti del fava Real Steel (Deep Impact) finito tardivamente.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui