STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 13 marzo 2015

Verso la Dubai World Cup. Anche Constitution out per infortunio. Sempre più favorito California Chrome

La Dubai World Cup continua a perdere i pezzi. Dopo le rinunce di Toast Of New York, di Bayern, Shared Belief, gli americani dovranno fare a meno del sogno esotico anche con Constitution (Tapit), vincitore del Donn Handicap G1 del 7 Febbraio a Gulfstream Park, il quale ha dato forfait per la corsa più ricca del mondo del 28 Marzo prossimo a causa di un piccolo infortunio patito l'8 Marzo scorso a Palm Beach Downs mentre sosteneva uno dei breeze preparativi. Via libera per l'Horse of the Year California Chrome, sempre più favorito a 3,5. Gli altri di una "coppetta" sempre più povera sono Tamarkuz, Ephipaneia (nostra scelta), African Story, Hokko Tarumae. Sperando in qualche summit improvviso per la bellezza della corsa che sta venendo meno! Per quanto riguarda il resto non ci sono grosse novità, lo Sheema Classic G1 sui 2400 dovrebbe essere la corsa più bella della giornata con in pista cavalli come Flintshire, Harp Star, Designs Of Rome, Main Sequence, Donliya e One And Only con il nostro Cristian Demuro in sella. Resta invariato lo schema delle corse più belle della serata. L'Al Quoza Sprint G1 sui 1000 metri in erba ha favorito in Peniaphobia inviato da HK. Il Duty Free ha favorito Hunter's Light, ma in agguato ci sono anche Solow e Mshawish. Il Golden Shaheen sarà americano per forza, il favorito è Secret Circle

1 commento:

  1. Non capisco perché per Priore Phillip non si sia pensato a una carriera internazionale, in Dubai o Stati Uniti, per esempio.
    Questo è un cavallo totalmente sprecato in Italia…
    Qieste sono opportunità non colte, possibilità di creare qualcosa di importante dietro a un cavallo di spessore per il nostro galoppo.

    RispondiElimina

Commenta qui