STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 16 novembre 2015

Lo status di alcune delle nostre corse è in bilico dopo il 2015. Mario Berardelli ne parla per concessione del Trotto & Turf

Con la disputa delle pattern in programma nel pomeriggio del Roma è calato il sipario sulle corse di selezione alte nel nostro paese. Auguriamoci che ci siano anche nel prossimo anno. Con i chiari di luna attuali ci vuole una buona dose di ottimismo. Ce ne dotiamo, non costa molto. Qui ci preme comunque analizzare le pattern che sono alle spalle dal punto di vista della loro valenza. Ci sembra sia l’argomento tecnico principale in questo momento o uno dei principali. Possiamo farlo in due maniere: la prima oggettiva al 100%, la seconda molto meno e quindi suscettibile di censura da parte di chiunque la pensi diversamente anche se cercheremo di essere il più possibile vicini alla realtà. 
Dunque iniziamo della prima analisi che è obbligatoriamente oggettiva in quanto esamina i dati delle nostre pattern nei due anni precedenti e se anche non si è d’accordo peggio per noi perché sono sentenze passate in giudicato emesse dal Comitato Pattern e della Assemblea mondiale degli Handicapper. Fanno status punto e basta e sono valori che trovate pubblicati sul librone delle pattern e che debbono poi essere uniti a quelle del 2015 che usciranno fuori dalla riunione di Hong Kong degli handicapper di tutto il mondo (per noi l’ottimo Lorenzo Rossi) nei giorni del meeting. 
Successivamente il Comitato che si riunirà a gennaio farà le sue scelte e valutazioni anche politiche e insomma prenderà le sue decisioni che saranno inappellabili. Questa è di gruppo uno, questa due e questa altra tre e non si discute. Piaccia o non piaccia. Ovviamente faranno la media degli ultimi tre anni. Le nostre corse di gruppo nel 2015 sono state 28. I gruppi tre hanno avuto nel 2013 e nel 2014 queste valutazione incontestabili. Corse di due anni, valore richiesto 100.....
; Primi Passi (104,50 e 101,50) , Berardelli ( 99,25 e 101) .Corse di due anni femminili, valore richiesto 95 : Dormello ( 95,75 e 99,75). Altre corse di gruppo tre femminili , valore richiesto 100 : Elena ( 100 e 100,75), Cumani ( 99,50 e 101,25), Verziere Cirla ( 98,75 e 101,25). Altre pattern di terzo gruppo , valore richiesto 105 : Ambrosiano ( 105,50 e 103,25), Parioli ( 105,25 e 106,75) , Tudini ( 105 e 102,50), D’Alessio ( 106 e 105,75) , Giubileo ( 107 e 107,50) , Piazzale ( 102,75 e 107,25) , Omenoni ( 101 e 104), ST leger ( 97,75 e 101) , Chiusura ( 105,75 e 104,50) , Ribot ( 105 e 103,25) e Aloisi ( 100,50 e 106,75). Questo è il quadro e come ognuno potrà vedere più o meno le nostre corse di gruppo tre sono in quota a parte il St Leger che, opinione personale, non è per niente una corsa di selezione e non piangeremo se la dovessero declassare. Difficile che , anche valutando quelle del 2015 ( questo compito lo lasciamo a voi, per i gruppi tre), vengano declassate. 
Veniamo adesso ai gruppi due con valutazione 105 : Gran Criterium ( 104,75 e 105,25), Oaks ( 104 e 103,50). Valutazione 110 : Derby ( 108 e 109,25) , Vittadini ( 103 e 109) , Federico Tesio ( 112,50 e 109,50). Anche osservando queste valutazioni possiamo soggettivamente essere più o meno ottimisti . Dovrebbero restare tutti nel loro status. Qui siamo intervenuti, ovviamente in maniera soggettiva e quindi senza valore certificato ma solo indicativo. Il Tesio non si discute perché anche nella edizione 2015, prendendo furbamente i valori massimi di Racing Post ( come per tutte le altre pattern) abbiamo Dylan Mouth a 116, Bertinoro a 102 ma poi Cleo Fan a 111 e Duca di Mantova a 108. Nei tre anni siamo dentro ricordando che il Comitato può applicare tolleranza . Idem per il Derby che comunque anche politicamente difficilmente verrebbe retrocesso ulteriormente. Non raggiunge nei tre anni il 110 ma sfiora il 109 che può bastare , quest’anno Goldstream a 111 progresso, Sound of Freedom 107 progresso, poi Time a 105. Il Gran Criterium cui basta 105 sembra in salvo di suo perche li vale precisi nei due anni precedenti e quest’anno porta un Biz Heart a 107 con Basileus a 102 ma Gerard’s Quest a 91. Considerando i tre anni dovrebbe restare in quota. Sembrava soffrire il Vittadini ma è in ascesa e in fondo lo scorso anno è salito a 109 e quest’anno lancia un Karpersky a 113 e un Circus Couture che chiude l’anno a 114, possono bilanciare Longina a 103. Infine le Oaks ( vale il discorso del derby, difficile altra retrocessione politicamente parlando) , nelle due annate precedenti sono ad un punto e qualcosa dalla meta, quest’anno se prendiamo il valore finale di Lovelyn a 115 si compensa il doppio 102 delle altre due e non dimentichiamo che parliamo di traguardo a 105. Sui gruppi tre e sui gruppi due la abilità dei nostri rappresentanti dovrebbe portare a casa le conferme anche se nulla è scontato perché i soli dati veri sono quelle del 2013 e 2014, gli altri sono nostri artifizi o quasi. Il buon senso tuttavia aiuta sempre. Restano i gruppi uno e qui se uno fa lo sceriffo butta via la chiave tranne che in un caso. Vediamo. Valore 110 solo il Lydia Tesio con 110,25 e 109,50 e quest’anno con Odeliz a 114 seguita da due 107 come Sound e Via Pisa. Nel triennio il 110 è sfiorato bene . A quota 115 siamo in ambasce e a gennaio sarà molto importante e difficile il lavoro dei nostri eroi che ci rappresenteranno. Jockey Club ( 111,75 e 108,50), Milano ( 110,75 e 108,75), Di Capua ( 108,75 e 114,50) , Roma (111 e 112,25), Repubblica ( 109 e 106,25). Se facciamo gli aritmetici ci mettiamo una pietra sopra e addio. Ci sono tuttavia altre considerazioni da fare. Le precedenti sono le annate terribili dell’ostracismo estero verso le nostre corse laddove adesso c’è chiaro un segnale di apertura di credito che in autunno diventata forte e ampia. Il trend è di ascesa rispetto ai due anni precedenti. Insomma forzando un po’ la mano prima gli Handicapper e poi il Comitato potrà tendere la mano al nostro turf , se non altro per ciò che ha rappresentato da ogni punto di vista in passato anche recente. Naturalmente ogni decisione del Comitato si rispetta e non si discute , sappiamo che ogni benevolenza è gradita ed è tale. Comunque diamo una occhiata anche al 2015 di questi gruppi uno. Noi la buttiamo la , ognuno si faccia la sua idea. Usiamo sempre i valori massimi possibili che confermano, a nostro avviso il trend di ripresa. Jockey Club ( Lovelyn 114, Dylan Mouth 116, Duca di Mantova 108) , Milano ( Dylan Mouth 116, Billabong 107, Celticus 100 ma Duca di Mantova 108), Di Capua ( Red Dubawi 114, Bookrunner 109 poi Circus Couture fino a 114 con Karpersky a 113) , Roma ( Dylan Mouth 116 con Circus a 114 , Beutufull Heroine poco sopra il cento ma Guiliani 115 e poi Prince Gibraltar 119) , Repubblica ( Cleo Fan 111, Magic Artis 112 per ora, Wake Forest 112). Come vedete un po’ si sale in genere da tutte le parti, non si arriva in vetta è vero. Ci vuole una bella spinta e la voglia di scommettere su di noi. Gli ippici lo meritano : ippodromi e operatori fanno i miracoli. Gli altri ?
Mario Berardelli

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui