STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

martedì 24 novembre 2015

Kaspersky, niente Hong Kong Mile per il vincitore del Ribot G2. Non è arrivato l'invito, rimarrà in training per il 2016

Nelle ultime ore sono stati ufficializzati gli inviti per le International Races di Hong Kong del prossimo 13 Dicembre a Sha Tin. Contrariamente a quanto ci aspettavamo, non è stata considerata la candidatura del champion miler italiano Kaspersky (Footstepsinthesand) il quale, dopo la vittoria nel Ribot G2, era rimasto in training per pianificare il viaggio in Oriente. Invece nulla, perchè il portacolori della Nuova Sbarra non è stato ammesso tra i probabili partecipanti di una edizione che si preannuncia comunque molto difficile in partenza. A fare la differenza è stata la scelta di correre di Maurice e Fiero, i primi due del Champions Mile di Kyoto, inevitabilmente avanti in termini di rating dei 14 previsti.
Endo Botti è rimasto in ballo fino alla fine con la speranza di una chiamata, ma anche per sapere cosa fare di un cavallo che dopo il Ribot G2 è rimasto in training attivo, non certo in riposo. Eppure la linea del Ribot è stata ancor più "boostata" da Circus Couture, poi secondo nel Premio Roma G1. Pazienza. Il figlio di Footstepsinthesand (Giant's Causeway) dunque rallenterà gradualmente la sua preparazione e osserverà il canonico stop invernale in vista della stagione 2016 che, si spera, possa essere ancora migliore di quella appena vissuta. 
Una notizia comunque un pò "amara" che rende l'idea della considerazione delle nostre corse all'estero. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui