STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

lunedì 16 novembre 2015

Capannelle: Aury Touch il fattore freschezza nel Buontalenta, Duca Di Mantova superiore nel Roma Vecchia

Non c'era Stefano Botti ma, curiosamente, il trainer ha vinto in giornata come proprietario (vedi Conselice in maiden) e come allevatore in Listed. Domenica a Capannelle è calato il sipario sulle corse importanti del 2015, in attesa del Criterium di Pisa e qualche altro spuntarello qua e la, e per l'occasione tutti i fantini hanno montato con il cap nero in ricordo e per rispetto delle terribili vicende accadute in Francia. Siamo a fine stagione e la condizione è determinante, tanto che una come Reset In Blue è riuscita a non dare la stessa dimensione espressa nel Lydia Tesio arrivanto un pò bollita al Buontalenta Lr lasciando spazio all'altra bottiana Aury Touch (Pounced), allevata da Stefano Botti e venduta successivamente a Luciano Monaldi, capace di superare l'esame distanza con il massimo dei voti, alla prima occasione. La figlia di Pounced (Rahy), molto duttile e maneggevole, si è fatta manovrare da Dario Vargiu che le ha fatto fare una bella progressione per battere Wordless (Rock Of Gibraltar) la quale aveva già piegato in lotta la stanca, appunto, Reset In Blue (Fastnet Rock) nelle fasi finali. IL VIDEO DELLA CORSA QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI. Il tempo finale è stato di 2m 03s. Aury Touch ha vinto 3 corse a 2 anni e nella stagione si era piazzata nel Seregno e nel Nogara. La mamma è A Touch Wild (Touch Gold), che fu acquistata per $150,000 alle Adena Springs Two-Year-Olds Sale del 2007 e vinse in corsa proprio per Stefano Botti, tanto da guadagnarsi una chance in allevamento. 
Dario Vargiu ha completato e servito la doppietta immediata dominando anche il Premio Roma Vecchia in sella al leone Duca Di Mantova (Manduro) che, giunto quasi a 7 anni, ha concluso forse la sua migliore stagione della sua carriera dopo i piazzamenti nel St Leger e nel Jockey Club, prenotandosi per un'altra stagione di corse. Molto vitale dall'esterno, dopo una piccola incertezza ai 300 dal palo (complice un'ombra), ha battuto in lotta Ouragan Gris (Mastercraftsman). IL VIDEO DELLA CORSA QUI. IL RISULTATO COMPLETO QUI. Il tempo finale è stato di 2m 57,37s.
Allevato da Stefano Luciani, è prodotto della fattrice Vale Mantovani (Wolfhound), ora 15 anni, che come altri prodotti ha uno yearling femmina da Sea The Stars acquistata da John Ferguson per 90,000gns alle Tattersalls December Foal Sale dello scorso anno.

1 commento:

  1. Non in base a quale logica, se non prettamente economica, la effevi e il suo allenatore hanno fatto correre una cavalla che ha avuto una stagione massacrante ed era facile presumere che fosse stanca. Molto probabilmente si è ritenuto, che le le avversarie non erano attrezzate per la distanza e fossero comunque battibili. Aury è stata una bella sorpresa, dimostrando di avere uno spunto micidiale e di trovarsi a suo agio sulla distanza lunga. Complimenti a Vargiu che l'ha interpretata molto bene. Complimenti anche al Duca che ha coronato con un bel successo una stagione strepitosa.

    RispondiElimina

Commenta qui