STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

venerdì 27 novembre 2015

Wolverhampton, debutto inglese per Kyllachy Queen in Classe 2. Marco Botti multato di £200 per una errata comunicazione

Venerdì pomeriggio in Inghilterra, alle 19,45 ora italiana e dunque quando il palinsesto di Wolverhampton del "black friday" non è più "giocabile" da noi, effettuerà il debutto in Inghilterra l'italian bred Kyllachy Queen (Kyllachy), portacolori della Blueberry dai trascorsi nazionali, che è stata esportata nelle ultime settimane a Newmarket nello yard di Marco Botti a Prestige Place dopo aver lasciato Cenaia. La 3 anni è una cavalla che in Italia ha corso 9 volte vincendo in 4 occasioni e piazzandosi in altrettante. Praticamente ha steccato solo nel Regina Elena dove è finita settima. Successivamente ha vinto il Nogara, si è piazzata seconda nel Besserto e poi quarta nel Premio Elena e Sergio Cumani. Avrebbe dovuto debuttare il 18 Novembre scorso a Kempton in Listed, ma è stata ritirata e "programmata" per una Classe 2 contro le anziane sui 1400 metri sul sintetico dove, al momento, è proposta a 10/1 in una corsa dove la favorita è Cold As Ice (Western Winter), una campionessa sudafricana, duplice vincitrice di G2 e piazzata di G1 in patria, esportata in Inghilterra e presentata da Willy Haggas con in sella il jockey sudafricano Bernard Fayd'Herbe. Tornando a Kyllachy Queen, la femmina ha soddisfatto in lavoro il trainer italiano, dovrebbe puntare ad una Listed in Francia a fine anno. 
A proposito di Marco Botti, nelle ultime ore è stata formalizzata la multa di £200 comminata dalla British Horseracing Authority a causa della questione accaduta un mesetto fa su un errore, veniale, riguardante un cavallo presentato e venduto come intero, e che invece era castrone. Il cavallo in questione si chiama Sammy’s Warrior che dopo una reclamare di Redcar era stato acquistato per £12,000 sterline da Jim Best il quale, dopo poco, si è accorto che qualcosa li "sotto" mancava ed ha fatto un pò di casino denunciando il fatto ottenendo il risarcimento da parte di Marco Botti che, ovviamente, si è scusato per l'errore non avendolo comunicato a Weatherbys. Molto rumore per nulla, immaginiamo che non l'abbia materialmente compiuto lui e che civilmente avrebbe restituito i soldi anche senza una denuncia formale, ma intanto la giustizia ha fatto il suo corso velocemente. 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui