STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2015. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2015 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Prezzi modici e massimo profitto!

venerdì 15 giugno 2012

Puledri italiani, il punto della situazione. Per ora la migliore è Tuttipaesi, segue Freetown e poi Tiger Day. I valori ItaliaForm

La stagione dei puledri italiani è iniziata da un paio di mesi e si cominciano ad avere i primi verdetti, con le prime Listed disputate nel Perrone e nel Giubilo a Capannelle il 2 Giugno, in attesa del Crespi di domenica 17 e del Mantovani e De Montel del 1 Luglio sempre a Milano. Intanto prendendo in esame uno studio oggetto di altre numerose attenzioni, possiamo dire che i cavalli che hanno debuttato sono diminuiti rispetto allo scorso anno. In totale infatti sono 307 quelli che hanno messo i piedi in pista, esattamente il 20% in meno rispetto al 2011.
La motivazione può risiedere nel ridimensionamento generale e dalle cattive condizioni atmosferiche nei momenti di maggiore intensità nella preparazione tra Aprile e Maggio. Forse anche meno corse, tra scioperi vari ed altro. Ma lo si capisce dal fatto che i campi delle maiden sono più snelli rispetto agli scorsi anni, e le corse di minore entità raccolgono meno partenti. Meno quantità però non significa necessariamente meno qualità, anche se i dati che emergono dai rating di ItaliaForm sono eloquenti, nel senso che secondo i numeri di David Stagni nessun puledro per adesso ha varcato la soglia del 100 di rating. La femmina Tuttipaesi (Clodovil), la migliore per adesso dal punto di vista della prestazione, e vincitrice del Perrone, grazie a quella prestazione ha ottenuto un 99.5, mezzo chilo in più rispetto a Freetown (Speightstown), che ha vinto la corsa analoga lo stesso giorno per i maschi, l'Alberto Giubilo. I due si trascinano Virgin Queen (Iffraaj) e Cloud (Clodovil), a livello di numeri. Naturalmente non è solo il tempo a far da riferimento, ma tutta una serie di valutazioni. In generale, forse anche i terreni soffici hanno fatto risentire di questi valori forse un filino bassi rispetto agli scorsi anni, quando in pratica si è arrivati al Primi Passi G3 con almeno un paio di cavalli sopra il 100. Come vedete dalla Classifica qui accanto gentilmente concessa da ItaliaForm ci sono molti cavalli valutati intorno al 94, questo significa che possono essere ancora tutto o niente, ma sono comunque valori che per un debutto possono essere sintomatici di un ulteriore passo in avanti niente male. Per ora nelle corse che abbiamo visto, tra Roma e Milano, eccezion fatta per le Listed, ci sono stati ritmi lenti fino in dirittura, risolte solo in duecento metri da cavalli che si, certamente hanno fatto capire di avere una categoria in mano, ma che non fanno capire il vero valore della prestazione del cavallo in questione. Insomma, servono corse vere per capirlo, fra pochi giorni ne sapremo di più. Tra quelli interessanti, possiamo segnalare ovviamente Tiger Day (Tiger Hill) imbattuto, vincitore prima a Roma (meglio) poi a Milano (peggio, impressione visiva però). Poi Freetrack (Iffraaj) che ha vinto al debutto romano del Bonconte di Montefeltro, ma sul pesante, ed ha saputo replicare senza spendere, ed in compagnia da tarare, ad Agnano. Insomma, non si può valutare solo dall'impressione visiva comunque ottima. Stessa cosa anche per Sparite (Celtic Swing), che viene da quella linea, poi vincitore per dispersione in maiden, ma dopo corsa lenta, e dopo parziale buono ma durato "solo" 200 metri dai 300 ai 100 con poca spesa. 
Tra le femmine, impressione un filo migliore in questa parte di stagione anche in base allo speed rating. A Roma si è ripetuta una linea spesso e volentieri e lega Punta Stella (Elusive City), Cat Drago (St Paul House), poi terza nel Perrone, e Seby Fly (Amadeus Wolf) la quale ha rivinto molto bene ed è stata seguita da cavalle da filare. A Milano, Via Filangeri (Sakhee) e Nuage D'Argent (Strategic Prince) ci sono piaciute tra le femmine, e tra i maschi Never Say Never (Colossus) e a Pisa Castello Aragonese (Authorized). Ma questi sono solo valori potenziali, nulla di definitivo, i verdetti decisivi arriveranno a breve con i primi Criterium e le prime prove di selezione vere che renderanno le idee più chiare. Intanto, vediamo quali sono i valori migliori nella tabella dal 99 al 93.
Dite la vostra, o se avete un Vostro metodo esponetecelo..se vi va.

2 commenti:

  1. Potrei anche sbagliare, ma avendo visto debuttare, correre e vincere a Roma nell'unica corsa disputata sino ad ora in carriera da GORDOL DU MES (Gianluca Bietolini al training), mi sembra un pò trattato male in classifica, forse perchè ha una sola corsa sulle gambe, ma ha me personalmente ha lasciato una buona, anzi ottima, impressione.
    Il tempo è galantuomo e ci dira se mi sbaglio.
    KINGMAMBO 90

    RispondiElimina
  2. Infatti non è trattato male, ha 94,5 come spirit dream che ha vintp due corse ed è un 4 di Giubilo.. E gli avversari di wuel giorno vanno tarati.. Cmq bella impressione anche per me, da cavallo verde. E 94,5 al debutto non è poco pero...

    RispondiElimina

Commenta qui