SPAZIO PUBBLICITARIO

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com

lunedì 4 giugno 2012

Saonois vince a sorpresa il Prix du Jockey Club. Tutto il racconto di una corsa confusionaria. Nel Gros Chene vince Wizz Kid, ma bene Noble Hachy. Il resto tra Germania e Italia

Continuiamo i nostri report del fine settimaana, la domenica è stata soprattutto Francia, rispetto a Germania ed un pizzico di Italia. C'era il Prix du Jockey Club G1 a Chantilly G1 che si è confermato nuovamente (come spesso accade in Francia) una lotteria nel senso del caos che si viene a creare in corse che non danno quasi mai il reale valore della stessa. Dopo mischia furibonda, tutti e 20 cavalli in un fazzoletto (in Inghilterra l'hanno definita "messy race"), e dopo inchiesta da parte dei giudici che all'inizio ci hanno capito poco pure loro, è spuntato il Jean-Pierre Gauvin Saonois (Chichicastenango) a 33/1, quello che ha avuto il percorso meno "incasinato" di tutti, permetteteci il termine, degli altri ed è "sopravvissuto" alla selva di gambe. Per carità, senza nulla togliere al cavallo montato perfettamente dal fortunato Antoine Hamelin, e preparato in maniera ottimale dal suo trainer, che ha battuto nelle convulse fasi finali di 3/4 il Godolphin-Fabre Saint Baudolino (Pivotal) e Nutello (Lemon Drop Kid). A farne le spese nel "Tagadà", gli attesi Imperial Monarch (Galileo), Most Improved (Lawman) e Ektihaam (Invincible Spirit), britannici non abituati a simili mischie, con il portacolori Coolmore che ai 200 era all'interno ed ultimo, ma che ha saputo nonostante tutto spostare all'esterno e finire all'8° posto da cavallo desideroso di metri e diritture lunghe e selettive (come aveva dimostrato a Sandown); vincerà il Derby Irlandese G1. Che dire poi di French Fifteen (Turtle Bowl), runner-up di Camelot (Montjeu) nelle 2000 Ghinee, inchiodato nel gruppo con Soumillon, e dico Soumillon, che è sembrato incapace di trovare uno spazio, come ha confermato nel dopo gara dichiarando di non aver mai visto un casino simile. Terzo dicevamo Nutello, il Wertheimer di Freddy Head che è arrivato davanti al compagno Sofast (Rock Of Gibraltar) solo 13°, mentre l'Aga Khan’s Kesampour (King’s Best) è finito 4° ad un muso da Nutello stesso. Albion (With Approval), con Lanfranco in sella, ha speso molto dal 17 di steccato per togliersi dal caos in partenza, era in posizione da sparo all'ingresso in dirittura, ma non ha dato seguito a quella situazione di privilegio che Lanfranco si era creato. Il risultato completo cliccando qui: http://www.racingpost.com/horses/result_home.sd?race_id=557688&r_date=2012-06-03&popup=yes#results_top_tabs=re_&results_bottom_tabs=ANALYSIS
Il video completo di 11 minuti di servizi ed approfondimenti del Jockey Club lo trovi qui: http://www.youtube.com/watch?v=linL9mO7FUg se vuoi vedere solo la corsa nuda e cruda clicca qui: http://www.youtube.com/watch?v=plchvvLYVC4
Comunque, tornando al vincitore Saonois, si tratta di un cavallo dal profilo particolare, inusuale diremmo per un vincitore Classsico. Ha vinto una reclamare in Ottobre in all weather a Deauville, poi è salito fino alla vittoria in Listed a due anni e a tre anni ha vinto il Prix la Force G3 a Longchamp in Aprile prima di finire quarto di Kesampour nel Prix Greffulhe G2 a Saint-Cloud lo scorso mese, dove era molto vicino anche lo stesso Albion. 
Allevato dall'Haras de Nonant le Pin, è prodotto di Saonoise (Homme De Loi) che ha vinto 5 corse su oltre 50 disputate. Chichicastenango (Smadoun) ha così un altro vincitore di Jockey Club G1 dopo Vision D'Etat, ma lo stesso Chichi (padre anche di Bubble Chic, secondo lo scorso anno), è deceduto in Giappone nel Gennaio scorso in seguito ad una colica.
A Chantilly c'era anche il Sandringham G2 sul miglio con l'inglese di Mick Channon Laugh Out Loud (Clodovil), (LOL in gergo inglese significa ridere oltre misura) che le ha messe tutte nel sacco battendo Mashoora (Barathea) con quarta l'ex italiana Bugie D'Amore (Rail Link) benissimo fino ai 200, poi a corto di motivi. Le è mancata la corsa, in fondo rientrava dal Dormello di Ottobre in Italia, ma è l'unica in Italia ad aver battuto Cherry Collect. L'inglese vincitrice fa parte della famiglia di White Muzzle (Dancing Brave), vincitore di Derby italiano e piazzato di King George VI & Queen Elizabeth Stakes (twice) e di Arco, prima di fare lo stallone. 
Un pò d'Italia c'era nel Prix du Gros-Chene G2 sui 1000 metri (ribadisco, 1000 metri) dove Noble Hachy (Kyllachy), ex imbattuta nella Nuova Sbarra, è andata a sbattere contro avversari tosti capitanati dalla Robert Collet Wizz Kid (Whipper), già vincitrice lo scorso anno di Gros-Chene, e frequentatrice di G1 sul breve in giro per l'Europa. Secondo è arrivato Stepper Point (Kyllachy), con Hamish McGonagall (Namid) al terzo. Noble Hachy è partita forte ma ha pagato parziali iniziali infuocati, tanto che a vincere sono quelli venuti da dietro. Comunque, quel quinto posto vale tantissimo, è addirittura davanti a Prohibit (Oasis Dream), un vincitore di King's Stand ad Ascot G1 nemmeno un anno fa. Il risultato completo cliccando qui: http://www.racingpost.com/horses/result_home.sd?race_id=557692&r_date=2012-06-03&popup=yes#results_top_tabs=re_&results_bottom_tabs=ANALYSIS
In Germania, la Ralph Beckett Electrelane (Dubawi) ha avuto la meglio su la Schiergen Cherry Danon (Rock Of Gibraltar) nelle 1,000 Ghinee tedesche G2 a Dusseldorf. L'Inghilterra dunque, trionfa ancora in terra tedesca dopo Caspar Netscher la scorsa settimana nella Classica al maschile.
In Italia, a Milano in particolare, c'era il Merano Lr sui 2000 di consolazione al Derby italiano G2. Stavolta Sopran Montieri (Manduro) ha fatto il bravo con Dario Vargiu in sella e con il paraocchi ha vinto la sua prima corsa di stakes battendo dopo lotta strenua Romantic Wave (Rock Of Gibraltar) tenace fino all'ultimo e Mister Sandro (Dane Friendly). Sopran Montieri è un mezzo fratello di Cima De Triomphe (Galileo), vincitore di Derby, ultimo anno che era di G1, ed ora stallone in Francia all'Haras Du Thenney per €3,000 ed esportato per shuttling in Argentina all'Haras La Leyenda. Bruno Grizzetti ha completato il doppio di Stakes grazie a Killachy Loose (Kyllachy), che ha vinto il Nogara Lr sui 1400 in pista dritta battendo la seconda del Regina Elena G3 ed "hot favourite" Last Night Show (Martino Alonso). 

9 commenti:

  1. Una corsa vergognosa questo Jockey Club, quando vedo questo cose mi vorrei dedicare unicamente agli amati salti.

    Il buon Freddy Head aveva tuonato prima della corsa, 20 partenti sul km. allungato di Chantilly sono un suicidio.

    Detto fatto. Una vera e prorpia riffa, dove un cavallo che aveva corso a Cagnes sul Mer a febbraio vince il Derby Gratta e Vinci e si porta casa 750.000 euro.

    Il miglior cavallo del lotto puo' essere solo ottavo dopo che gliene hanno fatte di tutti i colori. Ma non solo Imperial Monarch ha avuto percoso da incubo.

    E allora, vogliamo ancora parlare di (presunti) Derby a 2000 metri? Per carita'.

    P.s. Io mi aspettavo qualcosina in piu' da Noble Hachy. Ok Wizz Kid imbattibile, ma insomma, farsi rimontare per le piazze da Hamish McGonagall... mah...

    Ciao, Rp

    RispondiElimina
  2. Ma scherzi. Assolutamente d'accordo con te. Il derby lo vince chi era più forte a Tetris!
    Approposito ti consiglio di leggere su Il Purosangue un pezzo de Il Rai, se non riesci ad averlo te lo mando, a tal proposito.
    Comunque, bene Noble Hachy, io penso che correre di rimessa non sarebbe stata in grado. Lei ha parziali iniziali forti...ma certo, è andata in debito e se qualcosa si può imputare a Cristian è proprio questo...però dai, ha corso almeno e non come Malikayah che non è nemmeno partita....poi Cristian si è messo subito in prima linea senza farsi chiudere, questo significa avere anche persoonalità. E secondo me è andat apiù forte che nel Chiesa, e ricordiamoci che ha una vite nel nodello lunga così. Magari una maggiore esperienza a questi contesti le farà bene. Vediamola.

    RispondiElimina
  3. SIGNORI CONCORDO COL FATTO CHE NOBLE HACHY SA CORRERE COSI MA PURTROPPO SE NON CAMBIA TATTICA E PROVA A COPRIRSI IN EUROPA NON ANDRA' LONTANO A MIO PARERE. HA FATTO 800 METRI BENISSIMO MA POI OVVIAMENTE E' CALATA IN FONDO, E NONOSTANTE TUTTO NON E' CALATA VERTICALMENTE MA E' ANCORA QUINTA VICINA.
    RESTA IL FATTO CHE IN ITALIA CON UNA PRESTAZIONE DEL GENERE E' IMBATTIBILE SULLA DISTANZA E VOGLIO PRECISARE ALL'AMICO CHE HAMISH E' UN CAVALLO DA GRUPPO INTERNAZIONALE QUINDI NON E' UNA SCONFITTA COSI BRUCIANTE.

    RispondiElimina
  4. Si, talmente da gruppo internazionale che a 7 anni suonati, dopo 50 corse disputate, non ne ancora vinto uno, nemmeno un gr3.

    Hamish è un vecchio e simpaticissimo castrone che vince solo su percorsi veloci (infatti le sue vittorie sono a York, Chester e Musselburgh), quando trova una pista un po' piu' selettiva a 900 metri inizia a chiamare la mamma.

    Poi potra' anche succedere che con la sua velocita' di base in futuro lo vincera' un gruppo, a York c'è andato pure vicino, ma insomma per me finire battuti da Hamish in rimonta non è una grossa prestazione


    Rp

    RispondiElimina
  5. EH VABBE' SE UNO CHE PERDE LE NUNTHORPE DI POCO NON E' DA GRUPPO INTERNAZIONALE POSSO SOLO DIRE CHE ABBIAMO DUE IDEE DIVERSE.

    RispondiElimina
  6. Quando il Prix du Jockey Club era a 2400 vincevano Dalakhani, Shamardal e Hurricane Run, dopo Le Havre, Lawman e questo merluzzo, non ci vuole Einstein a trarre le conclusioni anche se qualche fenomeno nostrano vorrebbe i Derbies addirittura a 2000. O_o

    RispondiElimina
  7. BEH VERAMENTE HURRICANE RUN PERSE DA SHAMARDAL A 2100 MT.

    RispondiElimina
  8. Piu' precisamente Dettori li prese tutti per i fondelli. Era il primo Jockey Club sulla nuova distanza piu' corta, ando' in testa, scandi' una ninna nanna e se li mise in saccoccia lasciandoli tutti in lotta in un fazzoletto con il povero Hurricane Run a finire a bomba. Tardi. Tre mesi dopi Hurricane Run ando' giustamente a vincere l'Arc mentre Shamardal era subito tornato a 1600 ad Ascot, prima di fratturarsi.

    In definitiva, dopo 8 Jockey Club sul doppio Km. allungato, il Jockey Club ha dato solo un cavallo sopra le righe, Vision D'Etat. Oh si, anche Shamardal è stato un campione, ma era un miler.


    Rp

    RispondiElimina
  9. SI GIUSTO ANCHE IO SONO D'ACCORDO SUL DERBY A 2400 MT. MA LORO HANNO IL PARIS IL 14 LUGLIO E QUINDI IL PROBLEMA NON SE LO PONGONO.

    RispondiElimina

Commenta qui