STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

domenica 15 febbraio 2015

Hong Kong: Thunder Fantasy all'ultimo tuffo nella Classic Cup, solo quarto Beauty Only. Nello Sprint new entry Gold-Fun

Ad Hong Hong questa mattina indicazioni importanti sulla stagione che sta entrando nel vivo. Nella seconda prova della triplice corona dei 4 anni, la Hong Kong Classic Cup G1 locale sui 1800 metri da HK$6.000.000 ribaltato il risultato del Classic Mile vinto da Beauty Only. Il cavallo allevato dalla famiglia Parri non è riuscito a sfatare il tabu ottenendo solamente un quarto posto da favorito, non riuscendo ad emergere all'epilogo sebbene abbia prodotto la sua progressione dal centro della pista. Forse i 200 metri in più hanno giocato a sfavore al figlio di Holy Roman Emperor (Danehill), e così la vittoria è andata a Thunder Fantasy (Lucky Owners) già battuto nel precedente riferimento. Il cavallo allenato da John Size per Andy Chiu Koon Ming, aveva in sella uno scatenato Karis Teetan ed ha colpito a 23/1 rientrando proprio all'ultimo tuffo, all'interno, ad un buon Redkirk Warrior (Notnowcato) che sembrava averla portata a casa, con al terzo Giant Trasure (Mizzen Mast) altro cavallo già battuto in precedenza da Beauty Only. La prestazione dell'ex Effevi è stata comunque molto molto buona, rivincita ci sarà nel Derby di Hong Kong G1 a metà Marzo prossimo. IL VIDEO DELL'HONG KONG CLASSIC CUP QUI. Quanto a Top Ace (Kitten's Joy), ex Steaming Kitten, troppo duro il primo impegno ufficiale ad Hong Kong. Ha corso a metà gruppo ma non è mai progredito rinculando progressivamente nelle posizioni di retrovia. 
Altra corsa importante...
della giornata di Sha Tin era il Chairman's Sprint Prize G1 per cavalli di 4 anni ed oltre sui 1200 metri da HK$6.600.000, seconda lega delle Hong Kong Sprint Series, vinto alla maniera forte da Gold-Fun (Le Vie Dei Colori), uno che si è reinventato sprinter dopo i trascorsi sul miglio e che Richard Gibson ha gettato nella mischia per non incontrare più Able Friend in carriera. Missione compiuta, con il sauro montato da Cristophe Soumillon che ha trovato un varco ed in lotta ha risolto di una cortissima testa nei confronti dei campioni dello sprint quali Areovelocity (Pins), il favorito, al terzo il campionissimo Lucky Nine (Dubawi). Gold Fun si è aperto dunque un programma così, ha stoppato il cronometro in 1m 08.79s con gli ultimi 400 in 23.07s. Al quarto, per la cronaca, l'atteso Peniaphobia (Dandy Man). Da menzionare anche Sterling City (Nadeem), proposto a 100/1 e vincitore la scorsa stagione del Dubai Golden Shaheen G1 sul Tapeta di Meydan a 1200, che ha concluso sesto ma con gli ultimi 400 metri più veloci di tutti in 22.88s. finendo forte, ma troppo tardivamente, dalle retrovie. IL VIDEO DEL CHAIRMAN'S SPRINT PRIZE QUI
Nel corso del pomeriggio di Hong Kong nel Silent Witness Handicap sul miglio da HK$1.500.000 ancora un piazzamento per Arpinati (Lucky Story), ancora mai vincitore in loco, che è arrivato secondo dietro a Luger (Choisir) correndo da protagonista. Arpinati era finito quarto di Beauty Only nell'Hong Kong Classic Mile G1.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui