STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

sabato 25 ottobre 2014

Roma, tutto pronto per il #Longines Lydia Tesio. Final Score, So Many Shots e Vague Nouvelle contro Mahyem e Calyxa. Anche Berardelli, Pandolfi e Scheibler..ecco tutto quello che c'è da sapere sulla giornata del 26 Ottobre a Capannelle

Il Premio Longines Lydia Tesio G1 regge. Intendiamo come G1. Tutto sommato è una corsa abbastanza giovane, creata nel 1968 per omaggiare Donna Lydia Flori di Serramezzano, l’incastro perfetto del Mago di Dormello Federico Tesio, come dimostra la creazione del mito Ribot che il Maestro provvide a creare ma che non vide mai correre, cosa che invece fece donna Lydia la quale, attraverso il proprio intuito e la percezione, contribuì a valorizzare. E noi, a loro, dobbiamo eterna gratitudine per quello che hanno saputo farci percepire. Comunque, si corre in memoria della first lady del galoppo in una corsa nata per essere di G2 e divenuta di G1 nel 1977 quando Zabarella emerse per i colori della Razza Dormello Olgiata. La corsa era tornata ad essere di G2 nel 1988, ma poi di nuovo promossa a G1 nel 2004. Una scelta giusta per una corsa per inserita nel calendario, quasi a fine stagione, in un periodo nel quale molte femmine buone cercano di vincere l'ultimo G1 prima di entrare in razza ed iniziare la carriera di fattrici. Ecco, da questa corsa sono uscite buone cavalle poi diventate fattrici. Una di queste è Zomaradah (Deploy), madre del champion sire Dubawi (Dubai Millennium). Oppure Grey Way, la mamma di Distant Way che vinse due G1. O ancora Marmolada, la mamma del derbywinner Masad, o ancora la mitica Orsa Maggiore. Ringraziamo Franco Raimondi per i documenti preziosi...La prossima settimana intanto anticipiamo sarà quella del Premio Roma GBI dove c'è già un supplementato in Dartagnan D'Azur (Slickly), un franco/tedesco miglioratissimo recentemente, un 110 per intenderci, validissimo per la nostra corsa. Confermati anche Awake My Soul e Daksha... ma ve ne parleremo prossimamente. Intanto..
Domenica, si corre alle 16,35, ci sarà un campo di 12 unità e Final Score (Dylan Thomas) cercherà di emulare sua sorella Charity Line (Manduro) per cercare di diventare la settima femmina a completare il doppio Oaks d’Italia/Lydia Tesio. Final Score sembra ancora più forte di Charity Line, ed in più la Effevi nella stagione ha già vinto Derby, Jockey Club, Oaks e Gran Criterium e può aggiungere un'altra perla alla collana. La saura è imbattuta in 4 uscite in Italia e non ha sfigurato nelle Ribblesdale Stakes G2 ad Ascot, battuta di 2 da Bracelet (Galileo) che ha poi vinto le Irish Oaks. Final Score non troverà tutti gli elementi a suo favore, essendo un filo pigra e avendo bisogno di una dirittura selettiva, ma Fabio Branca cercherà di opporre le giuste contromisure. La rivale italiana è allenata sempre da Stefano Botti ed è So Many Shots (Duke Of Marmalade), seconda recentemente nel Premio del Verziere G3 ma con tanto da guadagnare a Roma. Le straniere sono 4 e sono capeggiate dalla francese Mayhem (Whipper), una tre anni allenata da Philippe Sogorb, che sarà montata da Olivier Peslier. Ha iniziato la carriera tardi, in Maggio, ma da quel momento ha completato una esclalation completa di risultati culminati con la vittoria in Listed nel Prix Joubert a Saint-Cloud a Settembre e poi ha sfiorato il colpaccio nel Prix de Royallieu G2 sui 2500m a Longchamp recentemente. I 2000 potrebbero esserle corti, sono invece perfetti per Summer Surprice (Le Havre), l'altra francese. Ha vinto il Grand Prix du Lion d’Angers Lr battendo i maschi, ma in generale sa farsi valere ed è un forte riferimento. Le tedesche, che hanno vinto 3 volte il Lydia Tesio, ne presentano 2. La 4 anni Calyxa (Pivotal), vincitrice di G3, piazzata nel Bayerisches Zuchtrennen G1 sui 2000 di Monaco, e terza sui 1600 di San Siro nel Premio Vittorio di Capua vinto da Priore Philip. La tre anni Lacy (Authorized) è altrettando progressiva. Quarta nel Preis der Diana G1, ha vinto il suo G3 in Settembre a Baden Baden. L'altra italiana pericolosa è Vague Nouvelle (Mastercraftsman), vincitrice del Regina Elena G3 ed in mano ad un allenatore come Biondi che sta preparando il colpaccio. Rientrata in maniera soft nel Cumani G3 sui 1600 divenuti stretti, la cavalla della Incolinx è perfetta per i 2000 di un tracciato che ha già conosciuto benissimo. IL CAMPO PARTENTI DEL LYDIA TESIO QUI.
Di contorno al Lydia Tesio uno scarno Guido Berardelli G3 con solo 4 cavalli al via. La prova di G3 sui 1800 metri ha la punta in Misterious Boy (Arcano), fratellastro di Biz The Nurse (Oratorio), imbattuto in 3 uscite e caldissimo favorito di una corsa che apparentemente non propone rivali plausibili. Uno è Altroquando (Aussie Rules), cavallo comunque miglioratissimo da quando ha risolto un piccolo fastidio muscolare che gli aveva fatto perdere dei lavori, e di proprietà di Maurizio Mattioli, la star televisiva italiana, molto amico di Massimo Crecco, cioè Mr Aleali proprietario di Altroquando. Mr Crecco, tra l'altro, ha anche una partecipazione in Panther Cat, l'unico dei 4 non allenato da Stefano Botti che completa lo schieramento con l'imbattuto Yucatan (Muthathir). IL CAMPO PARTENTI DEL GUIDO BERARDELLI QUI.
Le femmine di 2 anni hanno a disposizione il Premio Ubaldo Pandolfi Lr sui 1200 metri: Undici cavalle al vie di una corsa molto aperta. Una che ha vinto una corsa simile come l'Eupili è Spicy Jam (Holy Roman Emperor) che a causa di quello avrà un sovraccarico. C'è poi Evil Spell (Dutch Art), Lady Ro (Showcasing) e Turrialba (St Paul House), impressionanti nelle rispettive vittorie e che sono cavalle da temere. Presenti anche le maiden Kathy Dream e Last Gift. IL CAMPO PARTENTI DEL PANDOLFI QUI.
Di contorno anche il Premio intitolato al conte Felice Scheibler che vedrà al via 5 cavalli tra cui Bertinoro, Grey Greezly, Uniram e Victis Hill con presenza straniera per Cape Magic con in sella Olivier Peslier per Francis-Henri Graffard. IL CAMPO PARTENTI DELLO SCHEIBLER QUI.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui