STIAMO ORGANIZZANDO SPAZI PUBBLICITARI PER IL 2019. PROMUOVI LA TUA AZIENDA

Portiamo avanti questo sito con entusiasmo e tanta voglia di crescere. Ci mettiamo tutta la nostra energia, tempo, impegno e vogliamo che sia e resti uno spazio libero per le nostre idee e quelle dei lettori. Tutto il lavoro fatto finora ha portato questo blog ad un livello di contatti giornalieri che pensavamo impossibile. E siamo in continua crescita! Dunque se vuoi ottenere visibilità, quello che hai di fronte fa al caso tuo. SE VUOI ACQUISTARE QUESTO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA STAGIONE 2019 CONTATTACI SU gabrielecandi@gmail.com. Massimo profitto!

giovedì 6 novembre 2014

Meydan, un nuovo inizio. Giovedì in programma il primo convegno con la nuova pista in sabbia, al posto del Tapeta

A 4 anni dall'inaugurazione ufficiale, Meydan festeggia un'altra ricorrenza nella giornata di giovedì quando infatti ci sarà il debutto della nuova superficie che soppianterà quella artificiale del Tapeta, che negli ultimi ha destato non poche polemiche. Giovedì 6 infatti ci sarà la prima riunione sul dirt, il vecchio sabbione, quello che ha reso celebre l'impianto di Nad Al Sheba dalla prima edizione della Dubai World Cup vinta da Cigar, sostituito poi dal futuristico impianto di Meydan. Si tratta del tracciato dove alla fine di marzo 2015 si disputerà la ventesima edizione della Dubai World Cup, la corsa di galoppo più ricca del mondo che quest'anno è in programma il 28 Marzo. La pista, che ha uno sviluppo di 1.750 metri, è stata positivamente collaudata martedì sera con due prove sui 1400 e sui 1600 metri, vinte entrambe da cavalli allenati da Doug Watson, Faulkner e Dr Faustus. Realizzata da Joe King, è composta di sabbia (88%), silicio e terra rossa (12%): "I feedback di allenatori e fantini sono positivi, dunque non attendiamo altro l'inizio ufficiale della stagione", ha detto Frank Gabriel, executive director del Dubai Racing Club. Ne ha parlato bene anche Richard Mullen che ha montato i due trials, spiegando che è un pochino più lenta della consueta sabbia, ma che è normale essendo ancora vergine. Inoltre ha aggiunto di essersi posizionato ad una lunghezza e mezza da quello davanti e di non aver ricevuto il fastidioso kick-back, la sabbia in faccia, cosa che invece accadeva nel vecchio Nad Al Sheba. 
Giovedì in programma 6 corse per cavalli inclusi nella forbice di rating tra 90 e 100. Una curiosità di giornata: Nella quarta corsa, l'Emirates Skywards handicap sui 1200 metri alle 20,30 da $105,000, correrà Genius Step (Dubawi), il top price delle Selezionate SGA del 2010 con €190,000 pagate da Mick Buckley per Darley, prodotto della fattrice Kathy College (College Chapel), dunque fratellastro di Rosendhal (Indian Ridge), allevato dalla Pian di Neve. Ora ha 5 anni, ha vinto per Godolphin a due anni a Goodwood, e da un paio di stagioni corre a Dubai per i colori di Sheikh Juma bin Dalmook Al Maktoum e per il training di S Seemar. L'8 Gennaio 2015 comincerà ufficialmente il Carnival...

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta qui